Sei sulla pagina 1di 2

DITTATURA DI PINOCHET, DESAPARECIDOS

Augusto Pinochet Ugarte passato alla storia come uno dei pi disumani dittatori del
Novecento, tristemente celebre per la barbara eliminazione dei suoi oppositori. Sal al potere
nel 1973 dopo il sanguinoso colpo di Stato che cost la vita all'allora presidente del Cile e
che travolse il legittimo governo. Appena preso il potere cancell tutti i provvedimenti del
precedente governo, dichiar fuori legge i partiti politici, chiuse il parlamento e distrusse i
registri elettorali. Istitu quindi un organo di polizia repressiva che, durante la sua feroce
dittatura, dal 1973 al 1990, sequestr, tortur e fece sparire migliaia di persone, la maggior
parte degli oppositori politici di sinistra , accademici, professionisti, religiosi, studenti e
operai.
Amnesty International e altre organizzazioni chiesero il suo arresto per violazione dei diritti
umani , e fu emesso un mandato di cattura internazionale, ma il generale Pinochet mor a
Santiago nel 2006 a 91 anni senza che i crimini compiuti nei dolorosi anni della sua dittatura
trovarono giustizia.
Dopo il ritorno alla formale democrazia nel 1989, infatti, il popolo cileno si trov diviso in due:
da una parte c'era chi avrebbe voluto dimenticare in fretta il loro Olocausto e chi invece
chiedeva ancora giustizia per un passato che ha sconvolto la loro vita, per chi stato
ammazzato senza accuse n processi, per chi stato torturato, per gli esuli, per i migliaia di
desaparecidos.
Desaparecidos in spagnolo significa persone scomparse e si riferisce a tutti coloro
che, uomini e donne, anziani e bambini, in diversi paesi dellAmerica Latina non solo in Cile,
furono sequestrati dai regimi militari, torturati, mutilati, uccisi e infine gettati nel nulla. Le
vittime venivano rinchiuse in luoghi segreti, in prigioni e campi di concentramento, seviziate
anche per mesi, spesso drogate,caricate su aerei militari e gettate ad affogare nelloceano
durante gli ormai tristemente famosi "voli della morte". Centinaia di bambini, assieme ai loro
genitori, vennero rapiti, oppure furono fatti nascere nei centri di detenzione dove venivano
condotte le ragazze incinte, le quali partorivano durante i giorni della prigionia.
Questi figli appena nati furono letteralmente rapiti dalle famiglie dei militari, altri abbandonati
in istituti o uccisi, tanti venduti a coppie sterili vicine al regime . Esistevano delle vere e
proprie liste di bambini rubati. Venivano registrati come figli legittimi dagli stessi membri
delle forze repressive e privati in questo modo della loro vera identit.
Non si pu parlare di adozione perch non esiste nessun vincolo legale tra la famiglia ed il
bambino o la bambina; una vera e propria violazione che ha negato al neonato una
crescita psicologica naturale ma soprattutto gli ha tolto la sua vera
identit.
Tipico del fenomeno dei desaparecidos fu la segretezza con cui operarono le forze
governative; gli arresti ed i sequestri avvenivano spesso di notte ed in genere senza
testimoni, cos come segreto rimaneva tutto ci che seguiva all'arresto: le autorit non
fornivano ai familiari la notizia degli avvenuti arresti (anzi spesso alle madri, alle mogli, alle
nonne che si affannavano a cercare a il marito, il figlio, il nipote rispondevano, deridendole,
che forse potevano essere scappati con un 'altra donna) e gli stessi capi di imputazione
erano solitamente molto vaghi; della maggioranza dei desaparecidos non si seppe
effettivamente mai nulla e solo dopo la caduta del regime militare ed il ripristino della
democrazia, fu possibile conoscere che molti di loro furono detenuti, torturati, uccisi e il loro
corpo occultato. Ritrovare i corpi nascosti stato molto difficile perch i militari e i diversi
organismi di sicurezza e repressione che operarono in Cile non hanno voluto fornire le
1
informazioni e hanno nascosto ci che avvenuto in tutti questi
anni.
La denuncia e la scoperta degli orrori durante il regime militare si deve anche alla coraggiosa
azione delle madri dei desaparecidos che, con la loro protesta pacifica, sfidando l'omert del
regime, riuscirono a far conoscere all'opinione pubblica mondiale il dramma del paese. Esse,
dal 30 aprile 1977, giorno in cui le tre fondatrici storiche dell'associazione cominciarono la
loro protesta, si ritrovano nelle piazze del paese e pacificamente marciano, camminano per
manifestare la propria rabbia, il proprio dolore e la loro voglia di giustizia.
La sparizione forzata un fenomeno che si verificato anche in altri paesi ed in altri
momenti storici. Oggi, richiamandosi al principio della difesa universale dei Diritti dell'Uomo,
riconosciuta "crimine contro l'umanit" e i presunti autori di questi gravi delitti , come
appunto Pinochet, non godono di immunit per le loro azioni, neanche se si tratta di capi di
Stato o ex capi di Stato e sono perci punibili dal Tribunale Penale Internazionale.