Sei sulla pagina 1di 35

TIPO SCIENTIFICO

Ovvero della conoscenza concreta.


E' questo un tipo decisamente moderno, tipico prodotto della civilt occidentale.
In Occidente, pi che altrove e pi che in qualunque altra epoca, la ricerca della verit si avvale
quasi esclusivamente della mente, determinando una linea di demarcazione netta tra questa e altre
facolt dell'uomo che non sono riconosciute o lo sono solo marginalmente, mi riferisco soprattutto
all'intuizione.
inevitabile per un individuo caratterizzato da questa tipologia, e per l'epoca che stiamo vivendo,
passare per un periodo di materialismo anche esasperato, nel quale non conta nient'altro al di fuori
di ci che si pu esperire tramite i sensi, e ha valore solo quello che la mente, e la scienza, sua
espressione esteriore, spiega dopo rigorosa dimostrazione.
Per questo tipo il piano della mente la sfera della sua principale attivit e riveste un'importanza
preminente.
questo un essere umano il cui compito principale la ricerca della conoscenza concreta ed
oggettiva allesterno, nel mondo dei fenomeni.
LArchetipo rappresentativo di questa tipologia lo scienziato?.
Egli interessato solo all'apparenza delle cose, non si occupa pertanto n di metafisica, n di valori
morali o etici, estetici o di altro genere, n di filosofia.
Utilizza i 5 sensi e i loro prolungamenti, gli strumenti scientifici e tecnologici.
interessato ai fenomeni e a scoprire le leggi del mondo naturale, tanto nel macrocosmo che nel
microcosmo, con una mai appagata sete di sapere.
La sua funzione essenziale quella di descrivere accuratamente i fenomeni, poi di scoprire
attraverso l'osservazione e l'esperimento le loro modalit di esplicazione e le leggi che li regolano,
infine di trovare i mezzi idonei ad utilizzare queste conoscenze a vantaggio dell'uomo, e questa la
tecnologia.
L'essenza spirituale di questo tipo l'analisi.
A questo scopo la mente deve analizzare e sezionare un fenomeno complesso nelle sue parti
costituenti, fino ad arrivare a quelle pi minute per conoscerle e studiarle.
Tipici esempi sono l'anatomia e la chimica.
Successivamente la mente deve compiere la funzione per cos dire opposta, cio sintetica e di
coordinamento, riunendo di nuovo fatti e impressioni.
Analisi e sintesi.
Procedendo oltre, la mente deve essere in grado di risalire dagli effetti alle cause, dai prodotti alle
origini, ai principi, in altre parole alla Mente che ha generato l'Universo.
Dalla materia allo spirito.
La mente deve rivelare ci che nascosto dentro la forma, la Divinit celata dietro le apparenze
fenomeniche.
Deve cio passare dalla mente inferiore, concreta, razionale, alla mente superiore, astratta,
spirituale, sintetica, essendo la prima un riflesso della seconda.
La ricerca, col tempo, far s che l'attenzione si trasferisca dai pensieri concreti alle idee prime, al
livello della ragion pura di Platone.
Un altro compito della mente dominare il piano emotivo attraverso il saggio uso del pensiero.
Quando predominano emotivit e impulsi, lintelletto posto al loro servizio; al contrario,
sentimenti e bisogni istintuali sono eccessivamente sottomessi alla razionalit, questo porta
allisolamento affettivo e alla freddezza.

Correlazioni e corrispondenze:
* la stella a 5 punte
* il triplice Pensatore (allude ai tre aspetti della mente: concreta, astratta, intuitiva)
* la spada che divide
* il dispensatore di Conoscenza
* giorno: venerd
* colori: giallo e indaco
* principio umano: mente
* principio spirituale: conoscenza
* elemento: fuoco
* piano: mentale.

A livello mentale:
* ha grande intelligenza
* possiede una mente scientifica, analitica, discriminante, precisa, accurata
* capace di concentrazione e attenzione prolungate
* concreto
* ha un processo di pensiero dettagliato
* si focalizza sui particolari
* accerta i fatti, cerca la luce
* ha un modo di procedere empirico, induttivo (a differenza del 3 tipo che deduttivo)
* per natura curioso, ama investigare (pu divenire, al livello pi basso, curiosit fine a se
stessa e pettegolezzo): tipico il bambino che smonta un giocattolo per vedere com fatto dentro
* capace di indagare sulle relazioni causa - effetto
* misura, quantifica, enumera, cataloga
* abile nel vagliare i dati
* abile nel concepire teorie
* ha scarse doti intuitive, magnetiche, immaginative.

Quando ad una mente cos si unisce l'immaginazione, abbiamo il genio.


Ma quando c una forte personalit del 6 tipo, abbiamo la formazione di idee fisse che provocano
ossessioni.

A livello emotivo possiamo trovare:


* freddezza
* insensibilit fino alla crudelt
* amore per la verit e per gli oggetti impersonali
* desiderio di conoscenza sopra tutto
* attaccamento a idee e teorie.

Difetti del tipo:


* visione materialistica della vita
* analisi eccessiva (spacca il capello in quattro)
* criticismo distruttivo
* orgoglio mentale e arroganza
* precisione esagerata nei dettagli, pedanteria
* mancanza di comprensione psicologica.

Lindividuo inferiore:
* vede solo il mondo materiale
* anche se poco colto, non d importanza a quello che non si vede che per lui non esiste
* disprezza il mondo dei sentimenti propri e altrui
* reprime le proprie emozioni ed i bisogni sentimentali, fino all'isolamento affettivo
* non ha simpatia per gli altri
* critico fino al cinismo (ricordo che la mente per sua natura separativa, tende a dividere il
reale proprio per la funzione di analisi che le propria)
* non ha sentimenti religiosi, tuttaltro
* tende a disprezzare come fantasticherie senza senso quelle altrui
* chiuso all'intuizione, ha mente ristretta
* pieno di pregiudizi, di limitazioni e di cristallizzazioni
* chiuso all'arte e a tutto quello che poetico o emotivo
* pedante e caustico
* pessimista e distruttivo
* incapace di slanci e di gioia
* ha una casa ordinatissima (maniaco della pulizia), ma fredda e impersonale
* pignolo e pesante, pu essere anche meschino.

Nellindividuo medio troviamo una mescolanza di qualit positive e di aspetti negativi:


* una mente pi sviluppata
* capacit di concentrazione e coerenza
* esattezza e precisione del pensiero
* capacit di osservazione acuta e attenzione prolungata
* analisi minuziosa e paziente
* scrupoloso e ordinato all'eccesso
* c' un inizio di vita emotiva, reso difficile dalla ragione che tende ancora a
soffocare i sentimenti
* per onesto e retto interiormente
* aspira a diventare pi amorevole e sensibile
* sincero e diretto pu essere alquanto crudo nel linguaggio
* cristallizzazione mentale ancora evidente
* immersione nella materia
* sete di conoscenza ancora centrata sulla materia, ma ha alcuni slanci verso il mondo
dell'energia.

Questa tipologia deve rivolgere, ad un certo punto della sua maturazione, la sua attenzione verso il
mondo dello spirito e comprendere che materia e spirito sono in realt i due aspetti dello stesso
principio, le due facce della stessa medaglia.
F. Capra nellinteressante libro "Il Tao della fisica" dimostra come le affermazioni dei mistici di tutti
i tempi non sono in contrasto con le scoperte della fisica, anzi i religiosi avevano gi compreso con
millenni di anticipo rispetto alla scienza occidentale le leggi dellenergia.
Il problema di questa tipologia quello di armonizzare le opposte energie di Eros e Logos, ed
in seguito di giungerne alla sintesi per "illuminare l'amore con l'intelligenza e di riscaldare la
mente con l'amore".

Lindividuo superiore ha pienamente sviluppato:


* comprensione del mistero della vita
* onest e apertura mentale
* imparzialit che lo rende disposto a tralasciare una teoria quando un fatto nuovo la invalida
* nobile disinteresse
* indipendenza interna ed esterna
* dedizione alla verit (per esempio i coniugi Curie, ma tanti altri come loro che hanno
dedicato lintera vita alla ricerca)
* disinteresse per il denaro o il successo, assoluta impersonalit
* intuizione sviluppata
* amore per la Creazione e per tutte le Creature
* compassione e sensibilit.

Professioni collegate:
* ricercatori e uomini di scienza: biologi, chimici, matematici, astronomi eccetera
* filosofi
* critici
* grammatici e storici
* filologi
* professori di scienza e filosofia
* insegnanti, trasmettitori della conoscenza esistente
* medici e chirurghi
* ingegneri
* elettricisti
* inventori.

Nel guarire il perfetto chirurgo, ed i suoi metodi migliori sono appunto la chirurgia e l'elettricit.

I compiti psicosintetici sono:


* controllare e sublimare il suo desiderio di conoscenza
* rivolgere l'attenzione dai particolari all'insieme
* allargare la sua visione
* sviluppare ed integrare gli aspetti emotivi della sua natura
* sviluppare ed integrare gli aspetti creativi della sua natura
* unire intelletto e amore
* sviluppare comprensione e sensibilit
* tenerezza e simpatia
* reverenza
* coltivare l'apprezzamento delle qualit soggettive ( completamente rivolto verso i fatti
oggettivi)
* comprendere i significati interni
* sviluppare la sintesi e l'intuizione
* imparare a disprezzare lastuzia e i raggiri.

La negazione del livello emotivo e della funzione istintiva produce, in casi estremi, una personalit
schizoide (come nel tipo volont) o forme di psicosi schizofrenica.
Per questo tipo il metodo che lo porta sul Sentiero dell'evoluzione la ricerca scientifica condotta
fino alle ultime conclusioni e l'assunzione delle deduzioni che ne conseguono (vedi Eccles,
Zichichi, Einstein e molti altri scienziati che ad un certo punto della loro ricerca hanno ammesso
l'esistenza di un'Intelligenza Superiore che hanno chiamato Dio).
Avviene in questo stadio lunione di cuore e mente.
TIPO VOLONTA

Definiamo la volont come limpulso della coscienza diretto ad un fine o ad un proposito


consapevole, con mezzi deliberatamente scelti.
Essa deriva dall'istinto dautoaffermazione, o meglio quest'ultimo un aspetto inferiore della
volont; un'energia dinamica e propulsiva che tende a manifestarsi, esattamente come tutte le
energie.
Un atto di volont avvia la creazione di qualsiasi cosa, da un piatto culinario ad un Universo, questo
tipo , di fatto, un iniziatore.
Lenergia della volont emerge in azione come potere.
Essa porta con s la capacit di scegliere e di decidere, vale a dire la determinazione.
La Volont inizia, il "fiat" che d il la ad ogni cosa.
il potere di auto-governarsi.
Il potere, purtroppo, ancora inteso come potere sugli altri e non, come dovrebbe essere, potere su
se stessi e potere di fare.
Se osserviamo il mondo che ci circonda vediamo che la gestione del potere ancora un problema
per gli esseri umani.
La volont, per questo tipo, la linea di minor resistenza.
Un 1 tipo sa sempre quello che vuole.
Chi appartiene a questa tipologia ha una forte volont, sia per il bene sia per il male.
Naturalmente, il movente che qualifica la volont, cos da renderla cattiva e volta al male oppure
buona e usata per creare e fare del bene.
La Psicosintesi distingue tra una volont

1. forte
2. saggia
3. buona
4. transpersonale.

Un uomo di questo tipo vuole sempre mettersi in mostra, qualunque posizione occupi.
Prova affetti e sentimenti forti, ma non li manifesta, in generale disprezza i sentimentali e i deboli.
Ama i contrasti violenti, sia di colore sia musicali, gli piacciono i grandi effetti orchestrali.
Pu possedere anche molta forza fisica che ovviamente, se non temperata dalla mitezza, pu
renderlo pericoloso.
LArchetipo rappresentativo di questa tipologia il condottiero.
Personaggi famosi di questo tipo sono:
condottieri come Napoleone I (1769 1821), Kitchener (generale britannico, capo
dell'esercito delle Indie - 1850 - 1916)
riformatori religiosi come Lutero
scrittori come Walt Whitman (poeta statunitense, 1819 1892) e Carlyle (storico e saggista
scozzese, 1795 - 1881).
Le corrispondenze simboliche sono:
* il punto
* la vista, un tipo lungimirante
* lo Spirito
* il lampo
* il colore rosso
* l'unisono (ad esempio il Gregoriano, sempre uguale a se stesso)
* visto anche come il Distruttore, colui che distrugge tutto quello che ormai vecchio
* una Spada che recide e restituisce semplicit alla vita.

Nel momento in cui decide parte senza tentennamenti. per gente forte.
Il potere usato per egoismo esaurisce chi lo esercita ed evoca il dispiegarsi di un potere antagonista
che conduce allautodistruzione.
il Potere dell'Amore di servire con Intelligenza.
L'Amore un aspetto del Volere, la Volont di Bene.
la volont d'amare.
Per amare occorre volere!
un'energia che deve essere utilizzata solo su se stessi, per evolvere, altrimenti crea danni.
Deve esercitarsi: sulle circostanze lasciando liberi gli esseri umani di scegliere, il potere non
dovrebbe mai fare pressione sugli individui.
Le persone di 1 tipo sono capaci di costruire, ma anche di distruggere in un attimo.
L'umanit nel suo complesso non sa ancora maneggiare l'energia di potere in modo avveduto, ed
questo che ha impedito la diffusione della volont di bene sulla Terra.
La forza distruttiva , per, in ultima analisi fonte di liberazione: le azioni di un 1 tipo possono
perci apparire crudeli e impersonali.
Ogni tipologia, e nemmeno questa fa eccezione, si pu esprimere a differenti livelli, in altri termini
portatrice di unenergia fisica, psichica, mentale e spirituale che si manifesta con modalit del
tutto diverse secondo che lindividuo che la incarna sia pi o meno evoluto.
Tanto per fare un esempio un tipo Volont pu essere un tiranno oppure una guida per coloro che gli
stanno intorno, con tutte le gradazioni intermedie, tante quanti sono gli esseri umani appartenenti a
questa tipologia.
Distinguiamo dunque:

Il tipo inferiore:
Ha listinto d'autoaffermazione sviluppato
Vede solo se stesso
Tende ad aggressivit, violenza, lotta e sopraffazione
egocentrico
totalmente insensibile rispetto a quello che pensano gli altri
unilaterale, "quadrato"
un individuo che ama mettersi in mostra, ama i contrasti violenti, sanguigno,
diretto e ha reazioni franche
Vuole sempre avere ragione.
Questo tipo ama troppo se stesso, il suo potere ed il suo isolamento: soffre di orgoglio, e dovr
imparare a tenere conto delle reazioni altrui alle sue azioni e alle sue parole.
Deve imparare il giusto attaccamento (spirituale).

Il tipo medio:
E ambizioso a diversi livelli
autonomo
capace di stare solo
orgoglioso
capace di comandare
capace dautogovernarsi
capace di finalizzare e pianificare
leader nato
Ha senso di responsabilit, dovere, giustizia, man mano che evolve
leale
capace d'autocritica
Ha rispetto per la volont degli altri
insofferente alle coercizioni
Pu isolarsi

Il tipo superiore:
Ha visione chiara
dotato di potere dinamico
Ha senso del tempo
capace di stare da solo
capace dessere distacco
Ha unit d'intento
Libera, non imprigiona
Non sopraff gli altri, ma d loro libert, spiega le cose
Non afferma s, ma gli altri
Cerca di aiutare a creare sulla Terra condizioni migliori.

Possiamo riassumere le Qualit positive del 1 tipo in:


* coraggio, forza, resistenza
* sincerit e totale assenza di paura
* capacit di governare
* fermezza, decisione
* senso di giustizia
* capacit di afferrare vasti problemi
* larghezza di visione.

Caratteristiche negative:
* ambizione, desiderio di dominare gli altri
* arroganza, orgoglio, durezza fino alla crudelt
* ira, ostinazione
* isolamento egoistico
* distruttivit, violenza, rudezza.

Ogni tipologia, come abbiamo visto sopra, si esprime in modi e gradi differenti. Nel percorso
evolutivo che ogni individuo fa nel corso della vita, o di molte vite, deve apprendere quelle qualit e
caratteristiche che gli mancano per divenire un essere umano completo.

Il lavoro psicologico di un 1 tipo consiste nel


* trasmutare la volont personale in volont spirituale ("Sia fatta la Tua Volont")
* integrare la volont con la ricerca dei significati (3 tipo), con l'intelletto (5 tipo), con le
capacit organizzative (7 tipo)
* sviluppare le qualit opposte, come quelle del 2 tipo (amore - saggezza). Questo lavoro
porta alla sintesi della volont con l'amore per divenire un volere che ama o amore che
vuole.
Le qualit da acquisire sono:
* tenerezza, dolcezza, amore
* umilt, tolleranza
* compassione
* tatto, pazienza.

Premesso che si possono trovare personalit di tutti i tipi in qualunque professione, possiamo
definirne alcune esercitate di preferenza da una personalit di questo tipo:
* manager e direttori in tutti settori industriali e non (dal dirigente d'azienda al capoofficina, alla
padrona di casa)
* giudici, ma anche ladri e assassini
* chirurghi
* condottieri e capi militari
* capi di stato e dittatori
* legislatori.

In rapporto alla malattia, questenergia porta alla cristallizzazione, all'indurimento, crea attrito, con
tutte le conseguenze immaginabili sul piano fisico.
La possiamo collegare all'atrofia, alla senilit, al decadimento fisico e alla morte (non
dimentichiamo che questo tipo definito anche il Distruttore).
Il suo meccanismo psichico di difesa l'isolamento: il pensiero deprivato dell'emozione
corrispondente.
Qualora tale meccanismo sipertrofizza, l'emotivit rimossa e l'idea sganciata dalle componenti
affettive, ne emerge una personalit di tipo schizoide.
IL TIPO "Amore, Saggezza"

Definiamo lAmore come la tendenza insita profondamente in ogni forma, in ogni essere, in ogni
creatura, all'unione, al completamento e all'integrazione.
Esso la forza coesiva che tiene insieme gli atomi. il cuore.
la manifestazione della Legge d'Attrazione che nell'essere umano diviene l'amore come
comunemente inteso. Suo simbolo sul piano fisico l'amore sessuale.
A livello istintivo l'istinto gregario che fa s che l'uomo sia un essere sociale.

Definiamo la saggezza come:


* l'intelligenza del cuore,
* la comprensione,
* la preveggenza,
* la calma,
* la serenit.

Le Qualit salienti dellamore sono l'obbedienza e la comprensione.


Il suo simbolo l'Orizzonte, e tutto ci che contiene, un uomo di larghe vedute.
Nel corso della maturazione occorre trasmutare la conoscenza in Saggezza (l'uomo esce dal sentiero
dell'apprendimento ed entra nell'aula della saggezza).
Il percorso di maturazione inizia con uno stato di coscienza che possiamo definire di massa,
successivamente si conquista l'autocoscienza (o amore di s), pi avanti la coscienza di gruppo (o
amore per gli altri), fino alla coscienza divina (o amore per il Tutto).
Le corrispondenze sono:

* il cerchio
* il tuono
* il colore blu
* lottava in musica
* il profumo del Regno Vegetale, perch attrae
* la madre.
Segni zodiacali: Gemelli, Vergine, Pesci.
Questo tipo riflessivo, medita e assimila le nuove idee.
Tutti dobbiamo imparare ad amare.
Come tutte le energie si manifesta a differenti livelli
.
Il livello inferiore si manifesta come desiderio:
* desiderio di essere amati
* di popolarit
* attaccamento eccessivo a qualcosa o a qualcuno che blocca
* saggezza personale
* responsabilit egoistica
* comprensione troppo inclusiva s da bloccare la retta azione
* autocompassione (illusione fondamentale)
* paura per troppa sensibilit
* autosacrificio
* altruismo egoistico
* soddisfazione di s
* servizio egoistico.
Le persone che appartengono a questo tipo sono per la maggior parte degli estroversi (ne troveremo
anche di parzialmente introversi), perch i loro interessi vitali sono tutti rivolti all'esterno, verso gli
altri o verso cose e conoscenze, come vedremo pi avanti.
Spesso non hanno idee proprie, ma in tutte le cose stanno in mezzo, cercando di mediare, unire,
adattare; questo li pu portare a tollerare troppo e divenire cos incostanti, cadere nel lassismo e
nella licenziosit, a non prendere posizione e seguire l'ultimo venuto, tendono difatti a dare ragione
all'ultimo che ha parlato.
Individuo troppo attaccato e identificato, deve imparare la forza di volont dal 1 tipo.
L'identificazione con gli altri gli d per contro capacit di soffrire, di immedesimazione e di amare:
"agonizzare verso la meta, portando il fardello del Mondo e imparare -identificandosi con i suoi
simili - un distacco che col tempo annulla ogni pena".
evidente che importante per questo tipo imparare il distacco e la disidentificazione dall'oggetto
del suo amore, sia esso una persona o una cosa.
In effetti, sacrifica troppo per essere amato (uno dei suoi pi grandi problemi) trascurando di essere
deciso e diretto verso la sua meta.
Amante della conoscenza e della verit assoluta, freddo se privo di amore, inattivo se privo di
potenza.
Quando amore e potere coesistono, abbiamo un Buddha e tutti i grandi istruttori dell'umanit.
A livello fisico il tipo amore ha:

* forti impulsi sessuali (proprio per la tendenza all'unione, vissuta per solo sul lato fisico)
* forte desiderio per il denaro
* oppure per i beni materiali o le propriet di ogni genere
* interesse per le piccole cose, tipo collezionare oggetti, o accumulare tanti oggetti differenti
* abilit nell'affrontare i dettagli di un oggetto (a livello mentale diviene abilit nell'affrontare i
dettagli di un problema o di una situazione)
* pigro e ama le comodit
* passivo e tende a seguire la corrente.

A livello emotivo:

* pu essere molto appassionato e sentimentale: l'amato tende ad essere il suo principale interesse
nella vita (per amato si pu intendere anche un lavoro, un animale, o altro)
* questo genera un forte attaccamento, possessivit, gelosia, in grado pi o meno grande
* ma anche comprensione, compassione, capacit di empatia ed innocuit
* amorevole, calmo, gentile, paziente, non reattivo, sensibile
* facilmente entra in contatto con gli altri
* si identifica con gli altri fino a provarne gli stessi sentimenti
* un sotto - tipo ha bisogno di essere innamorato per riversare su qualcuno i propri sentimenti
sovrabbondanti, mentre l'oggetto dell'amore secondario
* un altro sotto - tipo ha bisogno di essere amato dagli altri, nonostante nasconda questo bisogno
sotto un'esternazione solo esteriore di sentimenti e affetto
* si immedesima nella sofferenza degli altri provando compassione, dall'autocommiserazione,
alla piet per identificazione alla compassione vera e propria.

A livello mentale:

* pu avere un forte desiderio di conoscenza


* che giunge fino allavidit di informazioni (dai semplici pettegolezzi alla Conoscenza con la
"C" maiuscola)
* interessato ai dettagli (vedi sopra)
* colleziona dati, un erudito (la sua mente paragonata ad uno "scoiattolo" che accumula
nocciole e altri semi)
* ha una mente inclusiva che vede tutti gli aspetti di una questione
* ha larghezza di vedute ed equanimit (spesso per non possiede fermezza e determinazione,
doti del 1 tipo)
* ha attitudine alla psicologia
* e alla comprensione profonda degli altri
* quando ha una mente ben sviluppata ha lampi intuitivi.

Il sotto - tipo attivo ama appassionatamente, attaccato e desidera fortemente l'oggetto amato,
poich si sente sempre carente di qualcosa, questo lo rende espansivo, esigente, possessivo, geloso e
anche avido.
Possono diventare dei veri e propri "vampiri" insaziabili.
Il desiderio si estende dalle persone agli oggetti e beni materiali e pu divenire insaziabile.
L'impulso a possedere pu anche sfociare nel collezionismo.
Il sotto - tipo passivo accomodante, plasmabile, suggestionabile, credulone, arrendevole e tende
ad essere d'accordo con l'ultimo che ha parlato.
Non veramente un debole, bens un indeciso, manca di concentrazione e spreca le sue forze nei
dubbi ed in una certa tendenza alla verbosit.
Entrambi sono bonari, innocui e anche simpatici, disponibili al punto che altri possono
approfittarne.

Dalle caratteristiche della personalit possiamo evincere quelle transpersonali:

* amore verso tutte le creature, fino all'amore per Dio e per il Suo Universo
* compassione verso tutto e tutti
* coscienza di gruppo, che superamento dell'individualismo
* desiderio di conoscere
* piena comprensione degli altri che unita all'intelligenza del cuore diviene saggezza.

I due personaggi storici che hanno incarnato al massimo grado queste caratteristiche sono il Buddha
(che ha incarnato laspetto conoscenza delle cause della sofferenza e la compassione) e il Cristo
(aspetto compassione per le sofferenze e amore).

Qualit positive:

* serenit, calma, pazienza


* forza
* accettazione, comprensione, simpatia, compassione
* tatto, tolleranza, mitezza
* capacit di sopportazione
* spirito di cooperazione, generosit
* amore per lo studio e per il vero
* costruttivit, fiducia
* intelligenza chiara, intuito
* sensibilit, comunicativa
* preveggenza.

Caratteristiche negative:
* insensibilit, indifferenza agli altri, egoismo, freddezza
* disprezzo delle altrui limitazioni mentali
* indecisione, procrastinazione, pigrizia
* amore degli agi
* mancanza di volont
* impossibilit di stare solo, ipersensibilit, paura
* eccessiva dedizione allo studio.

La sensibilit eccessiva e non controllata pu indurre autocommiserazione e un atteggiamento


vittimistico nei confronti della vita che possono degenerare in disturbi depressivi.
I disturbi dell'umore e una personalit depressiva rappresentano la patologia pi frequente di questo
tipo.
Un individuo malvagio di questa tipologia sar dedito ad acquisire conoscenza per s solo, del tutto
indifferente alle esigenze umane.
In questo tipo la previsione degenera in sospetto, la calma in freddezza e brutto carattere.

Qualit da acquisire:

* amore, compassione
* altruismo
* volont, fermezza
* attivit, energia, decisione
* entusiasmo
* senso di giustizia.

Professioni nelle quali potremmo trovarlo impegnato:

* educatore, sia come insegnante che come preside


* ambasciatore e diplomatico in genere
* imprenditore, saggio nel gestire l'azienda e i suoi collaboratori
* militare (non metter mai in pericolo i suoi uomini)
* artista, con la sua arte cercher sempre di insegnare
* medico e terapeuta
* assistente sociale
* missionario.

Il metodo usato per guarire quello di studiare a fondo il temperamento del paziente e dessere
padrone del suo male.
Il modo tipico di evolvere di questo tipo di studiare profondamente gli insegnamenti, cos che
diventino parte della coscienza, e non solo conoscenza intellettuale.
TIPO ATTIVO PRATICO

legato allattivit della mente concreta, sua funzione preminente. La sua qualit fondamentale
l'intelligenza attiva o adattabilit, l'attivit intelligente, quella stessa attivit che i fisici hanno
scoperto essere parte integrante della materia. Ogni cosa in natura regolata da leggi, connessioni
logiche e formule matematiche, che dimostrano l'esistenza di unIntelligenza nella Natura, se non
addirittura di un'Intelligenza Superiore, Divina.
Gli individui di questa tipologia hanno come nota fondamentale del loro carattere l'attivit della
mente, il pensiero; hanno gran capacit di manipolare la materia, in tutte le sue forme, hanno
dunque abilit manuali, compresa la capacit di gestire il denaro, che spesso lo scopo principale di
tutti i loro sforzi.

Le funzioni di questo Tipo possono essere riassunte in:

manifestare, incarnare
produrre
inventare, adattare
il potere di evolvere
l'illuminazione mentale
il potere di produrre sintesi sul piano fisico
l'indagine scientifica
l'equilibrio
il tutto con intelligenza.

Corrispondenze:

il triangolo
giorno sabato
colore verde
mente
principio umano: mente inferiore
principio divino: Mente Universale.

Segni zodiacali: Cancro, Bilancia, Capricorno.

Essi sono polarizzati nella mente ed usano quasi esclusivamente tale facolt, a scapito daltre
funzioni, come quelle affettive e volitive: si riconoscono soprattutto per l'abitudine ad usare la
mente sempre e in ogni caso e a ragionare in ogni circostanza, in ogni occasione della vita.

Oltre a questo, l'attivit nel mondo esterno per questa tipologia la linea di minor resistenza, anzi si
pu affermare che l'attivit, mentale o fisica, la loro specifica caratteristica.

Rispetto al denaro:
il tipo attivo soprattutto interessato al processo attraverso il quale si ottiene denaro, al modo
di maneggiarlo negli affari.

A livello fisico:
ha grande attivit, il corpo sempre in azione, praticamente non sta mai fermo
ha resistenza fisica
ha facilit di manipolazione dell'ambiente
scarsa attenzione all'ordine fisico e ai dettagli dell'ambiente
non n molto delicato n molto sensibile al dolore
ha in genere una struttura mesomorfica ( muscoloso).

A livello emotivo:

* i suoi tratti principali sono l'impulso e il desiderio


* estroverso: a tutte le sue emozioni corrispondono reazioni motorie
* efficiente
* generoso
* sconsiderato, inquieto, focoso, impaziente
* non sa attendere il momento opportuno
* rispetto all'immaginazione o alle sottigliezze della sensibilit questa tipologia risulta ottusa,
perplessa, indifferente (tipico il caso dell'uomo d'affari efficiente che d alla sua famiglia tutti gli
agi, ma non sa dare affetto).

A livello mentale:

intelligente e sveglio
ha una mente attiva, versatile, flessibile, fluida, creativa, intraprendente e veloce nel trovare
le soluzioni ai problemi
pieno di risorse
utilizza il ragionamento
pianifica, calcolatore, a volte critico
eclettico, nel tempo capace di approfondire
pratico e con "i piedi per terra"
oppure abile nel comprendere le idee astratte, filosofiche e gli ideali
analitico, ma anche capace di sintesi
ha una mente deduttiva, non empirica (a differenza del 5 tipo che arriva alla verit tramite
l'esperimento)
ha buone abilit verbali, comunicativo, ama parlare avendo fiducia nel potere persuasivo
della parola
in genere adattabile e va d'accordo un po' con tutti i tipi
abile nel cogliere al volo gli affari giusti.
A livello intuitivo:
non a suo agio, avendo scarsa immaginazione.

Le qualit o i difetti dipendono dall'uso che viene fatto della mente e dal livello di maturit
dell'individuo.

La mente concreta pu essere focalizzata sulle cose materiali e usata per realizzare i propri desideri,
oppure rivolta a idee pi elevate e utilizzata per studi di vario genere o per realizzare scopi di ordine
umanitario, sociale, transpersonale.

Le qualit si possono riassumere in:

* abilit nell'azione
* efficienza, rapidit
* capacit di manipolare, inventiva
* ottenimento del massimo risultato con il minimo sforzo (vedi lapplicazioni delle invenzioni al
lavoro in serie, per massimizzare la produttivit)
* capacit di utilizzare e migliorare tutto ci che esiste nel mondo esterno
* realizzazione pratica delle idee.

Le limitazioni, viceversa, sono:

* visione materialistica della vita


* sopravvalutazione del successo mondano
* scarsa propensione per le idee astratte
* attivismo eccessivo ed infruttuoso
* arrivismo che non esita a "passare sui cadaveri"
* manipolazione
* fretta ansiosa
* intrusione aggressiva e inopportuna (persone intriganti che si interessano dei fatti di tutti,
curiosi e invadenti)
* utilizzo di mezzi subdoli, intrighi e imbrogli vari ( il faccendiere e il piccolo criminale).

Lavori possibili per questa tipologia:

* lavoratori manuali di tutti i generi, dal contadino all'artigiano


* lavori domestici
* fabbricazione di arazzi, merletti, tappeti eccetera
* attivit costruttive di ingegneria, architettura
* commercianti e rappresentanti, venditori
* lavoratori sociali
* bancari e operatori di borsa
* avvocati e tutti coloro che lavorano per mezzo della parola (giornalisti, imbonitori)
* filosofi e intellettuali
* se medico, per curare le malattie questa tipologia usa erbe o minerali dello stesso tipo del
paziente che vuol guarire.

I compiti psicosintetici che dovrebbe perseguire sono riassumibili in:

* sviluppo delle qualit di altri tipi, come quelle del tipo amore e del tipo creativo
* riconoscimento dell'esistenza del mondo intangibile, delle qualit psicologiche e della bellezza
* sviluppo dei sentimenti pi elevati
* apprendimento del valore del riposo, della calma, del rilassamento e del silenzio
* elevazione dei moventi delle sue attivit. Detto in altri termini, la motivazione sottesa ad
unazione ci che non solo differenzia le azioni tra loro, ma d pi o meno valore al gesto.

Individuo inferiore:

* attivit e intelligenza usate per scopi egoistici e separativi


* interesse eccessivo per le cose materiali
* sopravvalutazione della forma, della materia, dell'apparenza
* tendenza all'astuzia, all'inganno, allo sfruttamento
* immersione nell'illusione e mentalit materialistica (gli aspetti spirituali e psicologici
dell'esistenza per questo tipo non esistono)
* edonisti che apprezzano molto agi e comodit, essi possono essere molto pigri
* apprezzamento eccessivo dei piaceri dei sensi, soprattutto quelli della gola (questo tipo
collegato al nutrimento).
Individuo superiore:

* uso intelligente delle forme


* visione ampia su soggetti astratti
* tendenza alla sintesi (mentre il 5 tipo ha la tendenza all'analisi)
* attivit ritmica e ordinata in cooperazione col Tutto
* realizzatori, si dedicano a compiti ideali
* i moventi per l'attivit esterna sono di ordine superiore
* sanno "agire senza agire", con il dovuto distacco dai risultati delle loro azioni
* sanno rilassarsi e "affaccendarsi senza fretta", come afferma Assagioli.

Il problema di questo tipo l'esasperato bisogno di controllo che, nell'attuare i progetti che
intraprende, lo pu assillare fino al punto di condurlo a disturbi d'ansia di tipo ossessivo -
compulsivo.

Il suo metodo per evolvere di pensare profondamente per linee filosofiche o Metafisiche, fino a
comprendere che esiste l'Oltre e la necessit inderogabile di percorrere il Sentiero stesso che vi
conduce.
TIPO CREATIVO ARTISTICO

Questa tipologia detta anche dell'Armonia tramite il conflitto, o dell'armonia e della bellezza.
una tipologia ambovertita, vale a dire che alterna momenti di estroversione a momenti di
introversione. I primi tre tipi sono introvertiti, mentre gli ultimi tre sono la loro corrispondenza
estrovertita. Non tutti gli artisti appartengono a questo tipo, cos come non tutti coloro che vi
appartengono sono degli artisti in senso stretto, ma possono essere creativi in vari modi.
Il motivo di ci molto semplice: ognuno di noi in realt un tipo misto; a livello profondo, del S,
si pu appartenere ad un certo tipo, a livello della personalit ad un altro.
La sua caratteristica preminente l'ARMONIA che si pu definire come la giusta proporzione, il
conveniente accordo di pi parti o elementi in un tutto che nell'insieme danno un effetto gradevole.
Questa tipologia padrona della dualit, e sa come unificare forma ed essenza, interno ed esterno,
corpo e anima in uno strumento armonico adatto all'espressione dello spirito.
Pensiamo all'accordo di note, di colori, di linee architettoniche, ma anche di caratteri, di sentimenti,
di pensiero e cos via.
il raggiungimento dell'equilibrio e dell'ordine partendo dal caos.
Quando l'armonia raggiunta, il risultato la bellezza.
Questo traguardo non dato a priori, ma il risultato di un conflitto tra elementi differenti, spesso
discordanti, che devono essere armonizzati (pensiamo alla realizzazione di un quadro, o di una
scultura, la lotta dell'artista con la materia grezza, oppure al raggiungimento dell'armonia in
famiglia, nella coppia, frutto anch'esso del superamento di conflitti e dell'unione d'elementi diversi).
Detto in altri termini, per superare l'inerzia della materia occorre applicare una certa forza che la
modelli, la plasmi, la renda duttile e malleabile (creta, marmo, legno, ma anche il carattere,
eccetera).
L'Armonia che si esprime in Bellezza ed in Potere creativo conquistata con la lotta, lo sforzo ed il
travaglio.
Questo tipo deve affrontare il problema della polarit, il problema degli opposti il tema centrale
della sua vita.
Esiste un conflitto che attiene a tutti gli esseri umani, consapevoli o meno che siano, un conflitto
di base, primigenio, oserei dire, tra due elementi nei quali tutti gli altri confluiscono e dei quali sono
la rappresentazione.
E' l'eterna lotta tra i due poli opposti Materia e Spirito, Terra e Cielo, Vita mondana e
Vita ascetica, che i Greci definirono Eros e Logos, tra l'inerzia della materia e l'energia o attivit
(tamas e rajas con termini orientali).
La prima energia induce all'amore degli agi e dei piaceri, al disgusto di far soffrire che giunge fino
alla vilt morale, all'indolenza, alla tendenza a procrastinare, a lasciar le cose come sono, al riposo,
a non darsi pensiero del domani.
Rajas igneo, impaziente, stimola ad agire.
Queste due opposte tendenze rendono la vita dell'uomo di questa tipologia una continua lotta.

Il problema della dualit


"Ges disse loro: Se fate diventare il due uno e quello che interno come quello che esterno e
l'esterno come l'interno e ci che sopra come quello che sotto e se fate del maschile e del
femminile una cosa sola, cos che il maschile non sia maschile e il femminile non sia femminile, se
mettete pi occhi al posto di un occhio e una mano al posto di un'altra mano e un piede al posto di
un altro piede, un'immagine al posto di un'altra immagine, allora entrerete nel Regno."
Vangelo di Tommaso, 22

L'esperienza fondamentale dell'essere umano sul pianeta Terra la dualit.


Tutti sperimentiamo che all'inspiro segue necessariamente l'espiro, che alla notte segue il giorno,
che un'attivit prolungata invita al riposo, e che dopo la tempesta ritorna sempre il sereno.
Tutto ci che cade nell'ambito dell'esperienza umana ha il suo opposto, in natura ogni cosa si
presenta scisso in una coppia d'opposti.
E' talmente scontato che quasi nessuno si sofferma a riflettervi.
Eppure la dualit, o polarit che dir si voglia, un fattore con il quale l'uomo si deve confrontare in
ogni momento della sua vita, dalla nascita alla morte, altra coppia d'opposti.
Tale fattore causa di grandi sofferenze, oltre che, ovviamente, per la legge di polarit, anche di
molte gioie, fino a quando non superato.
In psicosintesi, la sintesi degli opposti uno dei processi cardine, da qui deriva il suo stesso nome, e
questo processo definito integrazione nella coscienza degli aspetti duali.

Tutta la vita dell'uomo ha come scopo il superamento della dualit ed il raggiungimento dell'unit,
sintesi suprema di tutti gli opposti, attraverso moltissime tappe intermedie o sintesi parziali, basi di
sintesi via via pi vaste.
Uomini saggi di tutti i tempi hanno da sempre affermato che l'unit esiste prima della dualit, gli
opposti coincidono prima di venire divisi.
Afferma per esempio Giordano Bruno (da Assagioli, "Psicosintesi, armonia della vita", Edizioni
Mediterranee, pag. 38): "Chi vuol sapere i grossi segreti di natura riguardi e contempli circa i
minimi ed i massimi dei contrari e opposti. Profonda magia sapere trarre il contrario, dopo aver
trovato il punto d'unione."

Gi quando l'uomo dice "io" si isola subito da tutto ci che percepisce come non- io, o "tu", e cos
gi immerso nella dualit.
Il mondo degli opposti non riguarda solo la coppia io - tu, ma anche interno ed esterno, uomo e
donna, buono e cattivo, giusto e sbagliato, in sintesi bene e male, oppure in una sintesi ancora
maggiore materia e spirito o, come scritto sopra, Eros e Logos.
Senza la presenza contemporanea nella nostra esperienza degli opposti, dalla coppia pi banale alla
pi problematica come quella Materia - Spirito, saremmo tagliati fuori della conoscenza.
Questo perch dietro alla polarit c' l'unit che possiamo anche definire Dio, il quale tutto
comprende, ma nel quale non c' mutamento n trasformazione n evoluzione, perch l'Unit non
soggetta al tempo e allo spazio.
In pratica un non senso per la coscienza umana che poggia saldamente sui due pilastri gemelli di
tempo e spazio.
Possiamo parlarne, ma molto difficile immaginarlo, tanto vero che coloro che sono definiti Santi
o Illuminati, con termine orientale, una volta giunti sulla Soglia dell'Inconoscibile, non hanno pi
parole per descrivere l'esperienza, ma solo immagini simboliche, analogie che la mente afferra per
un attimo e che subito dopo scompaiono nel gran mare delle impressioni esterne ed interne.
La conoscenza per noi sarebbe impossibile senza questa scissione dell'Unit in miriadi di termini
opposti, senza in altre parole la divisione in un soggetto che conosce e in un oggetto che
conosciuto.
Nell'Unit non c' conoscenza, ma solo Essere, come si sperimenta in stati di meditazione molto
profondi nei quali annullato il senso dello scorrere del tempo.
O nella fase finale dell'esercizio che in Psicosintesi denominato di "disidentificazione", nel quale
si afferma e si sperimenta l'auto-coscienza: il soggetto s'identifica totalmente non gi con i contenuti
abituali della coscienza, sensazioni, emozioni e pensieri, ma con l'Io, centro di pura auto-coscienza,
fisso ed immutabile.
L'essere umano dunque non potrebbe accedere alla conoscenza di se stesso e del mondo senza la
continua tensione verso qualcosa d'altro da s.

Tensione che crea il desiderio il quale a sua volta porta l'uomo a fare esperienze, e con l'esperienza
egli conosce per presa diretta e sperimentando evolve.
Ecco allora che la dualit diviene un fattore importantissimo per l'essere umano, fonte s di conflitti
e sofferenze, oltre che di gioie e raggiungimenti, ma anche di grandi possibilit evolutive.
Un'altra osservazione s'impone: come l'alternanza dei due poli crea il ritmo, modello di base di tutto
ci che esiste, pensiamo al ritmo circadiano, sonno - veglia, inspiro - espiro, solo per citarne alcuni,
la tensione tra i due poli che crea movimento, trasformazione e, in ultima analisi la vita cos come
la conosciamo, ricca e complessa, bella e affascinante, un'avventura tutta da vivere.
Un polo vive dell'altro polo. Se ne distruggiamo uno sparisce anche l'altro.
Se annullo il polo positivo della batteria scompare la batteria stessa, se non volessi pi inspirare
morirei in pochi secondi, e cos via.
Quindi, non si tratta di annullarne uno a favore dell'altro, ma tenerli entrambi e mantenerli in
tensione tra loro.
Come afferma ancora Assagioli ("Psicosintesi", op. cit. pag. 39): "Occorre mantenerli entrambi;
occorre che permanga una "tensione" fra essi, ma una tensione creativa."
Entrambi importanti, come abbiamo visto, entrambi utili per acquisire conoscenza, entrambi belli
per ci che esprimono, occorre imparare a conviverci, a metterli in rapporto reciproco, in ultima
analisi ad amarli e cos facendo ad integrarli dentro di s, a sintetizzarli in un principio superiore
che li comprenda e trascenda.
Per far diventare il due l'uno, quello che esterno come quello che interno, il maschile femminile
e il femminile maschile, vale a dire per entrare nel Regno.

Eros e Logos
Innanzi tutto occorre considerare che tutta la vita, compresi noi stessi, energia in vari stadi o gradi
di "vibrazione".
Questo assunto stato ben dimostrato dai fisici moderni, ma gi gli antichi Saggi, Mistici e
Veggenti avevano affermato qualcosa di molto simile.
L'energia definita in vari modi, secondo la cultura; la dizione d'energia vitale mi sembra che renda
bene la sua caratteristica fondamentale, vale a dire quella di rendere possibile la vita in ogni forma
si manifesti.
Quindi, tutto energia e noi siamo letteralmente immersi in un mare d'energia.
Quest'ultima per pu trovarsi allo stato libero, disordinato, scorrere liberamente, senza limiti n
scopo, oppure essere incanalata, arginata e ordinata secondo un fine intelligente.
Energia vitale allo stato potenziale, ricco di possibilit non ancora manifeste, quindi, oppure la
stessa energia in-formata, vale a dire resa in una forma che allo stesso tempo la contiene e la
manifesta.
Ad un estremo troviamo la forza dirompente di un fiume in piena o di un lampo, all'altro estremo le
canalature di un acquedotto che portano l'acqua in tutte le case o il funzionamento di un
apparecchio elettrico che produce lavoro.
Al livello umano mi viene da pensare, per analogia, alla vita dissoluta di un Casanova o alla furia
devastatrice di un'ira incontrollata, e per contro all'impegno di una Madre Teresa di Calcutta o alla
forza creativa di un Michelangelo.

Eros: personificazione della passione amorosa nella mitologia classica, dio greco dell'amore, figlio
d'Afrodite ed Ares, rappresentato alato e munito d'arco e frecce. La componente sessuale dell'amore.
In psicoanalisi il termine indica le pulsioni di vita.

Logos: termine che nella filosofia classica ha due significati, pensiero e parola, che tuttavia si
raccolgono in uno. Il primo , infatti, come un discorrere interiore secondo ragione, la seconda
l'espressione o manifestazione del pensiero, che in questo esprimersi si concreta. Esso indica, oltre
all'attivit del pensiero, anche un principio metafisico, vale a dire l'ordine razionale del mondo.
Nel Vangelo di Giovanni indica la seconda persona della Trinit, il Cristo, o Verbo.
In sintesi si possono riassumere i due termini elencandone le caratteristiche nell'elenco che segue.
EROS LOGOS
Forza vitale Principio ordinatore
Forza propulsiva Principio formatore d'ordine superiore
Forza creativa Principio regolatore
Energia in movimento libero, disordinato Legge morale, essenza
Energia densa, ricca di potenzialit Idea, visione
Energia densa, ricca di potenzialit Maschile, il padre
Femminile, la madre Agente attivo, autonomo
Soggetto passivo, accogliente Intelletto, mente logica
Istinto, irrazionalit, impulso Spirito, cielo
Corpo, materia, terra Coscienza consapevole
Privo d'iniziativa, reattivo Impegnato, rigoroso, ascetico
Va umida, mistica o ionica Via secca, razionale o dorica
Il Logos utilizza la forza propulsiva dell'Eros, la ordina e la incanala secondo appunto un principio
logoico.
Il Logos si contrappone ad Eros: il principio direttivo, ordinatore, tende a raccogliere e incanalare
l'energia tumultuosa d'Eros avviandola verso una meta prevista.
Il Logos legge, ordine, armonia, Luce.
Essi non sono mai allo stato puro e assolutamente separato, altrimenti Eros sarebbe solo forza cieca
e indisciplinata, viceversa Logos staticit e rigidit senza vita.

Tornando al nostro tipo, egli ha una personalit sognatrice, immaginativa, poco pratica, tende a
sfuggire alla realt concreta per rifugiarsi in un suo mondo fantastico.
Spesso non ha il senso del denaro, n del possesso di beni materiali, capriccioso e sventato (genio
e sregolatezza).
raffinato, versatile, generoso ed idealista.
Sotto la superficie per vive conflitti profondi e spesso laceranti, prova grande sofferenza.
Utilizzando la sua capacit di sintesi e d'armonia, sar capace di unire passato e futuro, e questa
proprio una delle sue missioni spirituali: creare un ponte tra passato e avvenire.
Segni zodiacali: Toro, Scorpione, Sagittario.

Le paia d'opposti ai differenti livelli dell'essere umano:

* A livello fisico: forze dense e sottili (retta alimentazione, retta respirazione eccetera).
* A livello emotivo: i ben noti dualismi.
* A livello mentale: lotta tra gli opposti pensieri.

Corrispondenze e analogie:

* la croce
* l'uomo, colui che collega ci che sta in alto con ci che sta in basso, il Cielo e la Terra, o Spirito
e Materia
* livello intuitivo
* giorno mercoled
* colori: crema, giallo, indaco
* visione e percezione spirituale
* il Regno Umano dominato da questa energia, anche se i singoli esseri umani non
appartengono ad esso specificamente (per questo il nostro problema quello del conflitto, tra parti
di noi, tra uomini, tra gruppi e tra nazioni)
* potere di acquisire la conoscenza mediante la scelta discriminante.

A livello fisico:
* apprezza la bellezza in tutte le sue manifestazioni
* possiede il senso del colore
* ha buon gusto e senso estetico
* vive impulsi sessuali intensi.

A livello emotivo:

* oscilla tra ottimismo e pessimismo


* oscilla tra stati d'animo opposti: allegria e depressione, attivit frenetica e inerzia (che negli
artisti pu essere un periodo di gestazione e riflessione profonda), euforia e scoraggiamento
* manca di equilibrio interiore
* ha affetti forti
* un introverso dotato di immaginazione
* sensibile alle impressioni esterne
* sensibile alle influenze altrui
* disturbato dalle discordie e dalla bruttezza
* pu avere doti di telepatia e precognizione (estroversi passivi).

A livello mentale:

* tende ad armonizzare, includere, unificare


* tende a raggiungere la perfezione
* poich ama la bellezza tende a criticare, anche aspramente, coloro che non ne sono all'altezza e
che ai suoi occhi sono "stupidi" o volgari.

A livello transpersonale:

* ha buona intuizione che sempre alla ricerca del significato nascosto dietro le apparenze
* arriva all'illuminazione e all'ispirazione spirituale
* ha vasta comprensione umana
* prova solidariet
* ha una viva percezione dei contrasti
* ha senso dell'umorismo
* vive la "divina" insoddisfazione che lo spinge a cercare
* e infine ha la capacit di interpretare i simboli.

Individuo inferiore:
In esso sono curiosamente presenti gli estremi dovuti appunto alla compresenza di attivit e di
inerzia:

* lotta confusa
* attivismo esasperato
* egocentrismo e capricciosit
* impazienza e focosit
* spirito combattivo
* sensualit esasperata rivolta al sesso
* continui momenti di crisi
* identificazione con la parte e non con il tutto
* visione parziale delle cose
* eccessiva sensibilit con ci che attiene al non - s
* amore del piacere e delle comodit
* ambizione materiale
* percezione della disarmonia e sofferenza relativa
* codardia morale
* tendenza a procrastinare a domani
* indolenza
* un individuo che non conclude nulla
* spinta a costruire forme di qualunque genere, fosse pure la capanna del selvaggio.

Individuo medio:

* alternanza di attivit ed inerzia


* attrazione per il bello ed il puro
* sensualit incontrollata
* ira furiosa alternata a calma completa
* conversazione brillante alternata a silenzio cupo e ostinato
* attaccamento al passato e entusiasmo per il nuovo
* ammirazione per i potenti
* vita anarcoide, senza regole
* ambizione e allo stesso tempo senso di fallimento
* ribellione e lealt
* puntiglio e coraggio
* stravaganza e idealismo
* percezione e attrazione per il mondo spirituale e allo stesso tempo per la vita dei sensi
* rifugge dallo sforzo e allo stesso tempo capace di grandi sacrifici
* amore per il bello
* amore per la natura e gli animali
* capacit di percepire il mondo interiore altrui
* sensibilit.

Questi individui sono un bel miscuglio di caratteristiche positive e negative, in continuo conflitto
con se stessi e preda di frequenti crisi interiori.
Questa lotta proprio quello che li porta al progresso, a patto che riescano ad armonizzare gli
opposti presenti in loro in una sintesi pi alta.

Individuo superiore:

* raggiunge l'armonia, l'equilibrio e l'unit della personalit


* l'eroe
* capace di vivere nei mondi interiori da cui trae ispirazione
* e nei mondi esterni dove d forma concreta a ci che ha "visto"
* ha retto giudizio
* ragione pura
* la sua intuizione risvegliata
* ha l'impulso per creare forme di bellezza.

Qualit da acquisire:

* serenit
* fiducia
* purezza
* autodominio
* ordine e accuratezza
* equilibrio morale e mentale
* creativit superiore.

Personaggi noti di questo tipo:

* Maurice Maeterlink (1862 - 1949, scrittore simbolista belga, Nobel nel 1911, ha scritto, tra
l'altro, la fiaba teatrale "L'uccello azzurro", "La vita delle formiche", "La Saggezza e il Destino")
* Gioachino Rossini (1792 - 1868)
* Shakespeare
* Leonardo da Vinci
* Hermann Keyserling (1880 - 1946, filosofo tedesco, autore del "Diario di viaggio di un
filosofo").

La patologia tipica di questo tipo, proprio per il gioco dell'alternanza dei periodi di vivacit ed
esultanza incontrollata con altri di scoraggiamento e disperazione, la sindrome bipolare maniaco -
depressiva.
Nell'arte del guarire i suoi metodi migliori sono il massaggio e il magnetismo.
Per accostarsi al Sentiero evolutivo il metodo quello dell'autocontrollo, che consente l'equilibrio
fra le forze contrastanti della natura.
TIPO DEVOZIONALE

La qualit psicologica fondamentale di questo tipo l'idealismo che si manifesta come devozione
ad un ideale.
La devozione pu essere considerata una forma d'amore, ma ha una qualit pi dinamica,
aggressiva, tende verso l'oggetto ideale, un'aspirazione, mentre l'amore inclusivo e soprattutto
lascia laltro libero di essere ci che vuole. Questo tipo si rivolge sempre a qualcosa che sta al di
fuori di s, crea un dualismo tra s e la cosa amata la quale diviene un idolo degno di ammirazione
incondizionata, ammirazione che pu giungere a venerazione vera e propria e allimmolazione per
essa.
A differenza dellamore, la devozione idealizza aspetti dellaltro che corrispondono al proprio ideale
e pu anche esercitare una pressione inconscia affinch laltro sia come si desidera.
Tende quindi a materializzare l'ideale, a volte con qualunque mezzo ("il fine giustifica i mezzi":
esempio di questo l'Inquisizione che torturava e uccideva per "salvare" l'anima).

Ha dato la sua impronta alla civilt occidentale come noi la conosciamo: tutte le persecuzioni, le
stragi, le ingiustizie, tutte le imposizioni in nome di un ideale, l'attuale terrorismo, sono da
ascriversi a questa tipologia.
Possiamo affermare che questenergia, applicata a se stessi, opera la liberazione dalla forma,
applicata agli altri tutta la crudelt dell'Era dei Pesci.
Simbolo principale di questEra stata la croce.
Su di essa si appende la forma, in altri termini l'anima deve essere spietata nei confronti della forma
e dei suoi problemi, ma comprendere il dolore del mondo e non fare nulla coscientemente per
accrescerlo.
In generale possiamo affermare che a questo tipo appartengono tutti coloro che perseguono un
ideale e si sacrificano per esso, e tutti coloro che hanno la necessit innata di crearsi degli idoli da
adorare e da seguire.
la tipologia degli individui ortodossi di qualunque credo, dei fanatici di tutte le culture, di tutti
coloro che sono devoti a qualcosa o a qualcuno, persi nei propri ideali, nel proprio lavoro, nel
proprio compito eccetera.

Lideale, che pu ovviamente essere alto e nobile, d vita ad unidea che, col tempo, pu
trasformarsi in un idolo.L'ideale pu essere rappresentato da una persona a cui questo tipo devoto,
oppure da un'idea, da un progetto, da una filosofia, da una religione e cos via.
L'ideale pu essere vero e degno di rispetto, oppure completamente falso o addirittura negativo e
pericoloso.
In ogni caso questi tipi tentano di convertire gli altri al loro ideale, e difatti il loro problema si
configura come l'imparare a dissociare se stessi dalla propria visione, dai propri amati ideali, dal
proprio compito per quanto giusto sia, dalla devozione per il maestro, liberarsi in altre parole dalla
schiavit della forma e di stare quietamente al centro.
Sono, spesso, "pi realisti del re". Gli individui appartenenti a questa tipologia dovrebbero, in altri
termini, allargare la propria visione ed avere il giusto senso delle proporzioni, comprendere che il
proprio punto di vista solo uno dei moltissimi punti di vista, non certo l'unico.

Essendo un tipo intensamente emotivo, molto sensibile alle idee altrui che si riferiscono a lui e al
proprio ideale, soprattutto se contraddetto, nel qual caso reagisce anche violentemente, ed
sensibile, inoltre, alle proprie reazioni individuali. Ha sentimenti appassionati e spinti all'estremo;
difatti, chi polarizzato emotivamente ed appartiene a questa tipologia, ha reazioni emotive sempre
un tantino sopra le righe, si appassiona e vive intensamente ogni emozione e ogni sentimento.
Caratterizza, sulla scala evolutiva e parlando in generale, l'aspirazione spirituale di chi per la prima
volta si rivolge al mondo dello Spirito.
Questo tipo contribuisce allo sviluppo ed al progresso spirituale dell'umanit. Difatti, la sua essenza
spirituale l'anelito profondo di tutte le cose create ad elevarsi verso Dio, a ricercare la perfezione
seguendo un modello ideale.
Questa tipologia anche legata al Servizio spontaneo, compreso com del fatto che l'uomo non
vive solo per se stesso, e che l'amore trova la sua estrinsecazione nel servizio spontaneamente
prestato agli altri e all'umanit.
la spinta verso il bene di Gruppo.

Esiste un sotto tipo passivo, dalle caratteristiche decisamente femminili e passive. Lo ritroviamo nei
monasteri e nei conventi. Tipico il caso del mistico, che esprime il suo amore per Dio ritirandosi dal
mondo, e persegue lunione col Divino nella forma del matrimonio mistico.
Oppure del seguace di qualunque leader. Il suo estremo lasceta che si mortifica per raggiungere
lunione con lo spirito, a scapito del corpo.

Abbiamo poi un sotto tipo attivo, con qualit di combattivit e aggressivit maschili. Lo ritroviamo
tra preti, predicatori, oratori e pionieri nei pi disparati campi del sapere. Il tipo ideale del Servitore
combattivo in ambito occidentale il Cavaliere e soprattutto il Cavaliere del Graal. La sua parodia
Don Chisciotte.
Tra le religioni possiamo ascrivere a questa tipologia il Cristianesimo e l'Islam che nei secoli si sono
combattute a sangue.
Il simile respinge il simile. Nell'architettura, troviamo lo stile gotico con la sua spinta verso l'alto,
interpretabile come laspirazione dell'anima umana verso il Divino.
Il suo metodo tipico di guarire mediante la fede e la preghiera.

Uomini appartenenti al tipo:

grandi Santi (San Paolo, che ha dato il via alla Chiesa che difatti del 6 tipo)
mistici (S. Giovanni Della Croce per esempio)
martiri
eroi religiosi
eroi politici
riformatori
scienziati
artisti (poeta Tennyson)

tutti con la tendenza a idealizzare ci che fanno e ad essere devoti ad un'idea.Essi sono carismatici,
dei trascinatori, scuotono le persone dalla loro inerzia e suscitano in esse sentimenti simili ai loro.

Grandi oratori possono appartenere a questa tipologia.


Concetti legati al tipo superiore su cui riflettere:

colui che vede ci che giusto


colui che odia le forme
il guerriero in marcia
colui che sostiene la Verit
colui che spezza le pietre
il dominatore implacabile.
Corrispondenze e analogie:

la stella a 6 punte
giorno: marted
colori: rosso e rosa argenteo
principio umano: desiderio - mente
centro del plesso solare
piano emotivo e del desiderio (livello dove avvengono le grandi battaglie dell'uomo).

Difetti del tipo:

corta e ristretta visione


capacit di vedere solo il proprio punto di vista
scarsa visione d'insieme
mancanza del senso delle proporzioni
visione unilaterale e rigida
scarsa comprensione degli altri
ostinazione
egli crede fermamente di essere nel giusto
fanatismo
atteggiamento intensamente personale
gelosia
facilmente viene deluso
mancanza di senso dell'umorismo (l'emotivit non ha il senso dell'umorismo)
attaccamenti emotivi tenaci
attacchi contro chi la pensa diversamente
criticismo
impulsivit e durezza
grandi esplosioni di violenza se viene deluso
crudelt
egocentrismo ( la scimmia che "salva" il pesce che secondo lei sta affogando).

Virt da acquisire:

forza
purezza
sincerit con se stessi
tolleranza
equilibrio e buon senso
amore disinteressato e altruismo
larghezza di vedute
distacco e impersonalit.

Qualit positive:
coraggio e spirito di sacrificio che possono giungere fino all'eroismo, per una persona, per
una causa, per un'idea politica o religiosa che sia
sincerit qualunque sia la sua causa
non accetta compromessi con se stesso o con gli altri
grandi capacit di sopportazione
dolcezza e gentilezza
prontezza di aiuto
sostenitore di quella che per lui la verit
entusiasmo e fervore
assenza di paura (disposto a morire per il suo ideale)
idealismo intelligente e costruttivo
capacit di sublimazione
intuizione attiva
misticismo, nel senso di unione con il S
puro amore verso Dio.

Il suo metodo di sviluppo peculiare la spinta a crescere suscitata dalla forza attrattiva di un
principio superiore.Sulla terra vediamo questa spinta verso lalto nel Regno Vegetale: le piante si
rivolgono verso il sole (eliotropismo).Il poeta indiano Tagore ha espresso l'elevazione raccolta e
diritta del cipresso con queste parole: "Questi grandi alberi sono preghiera".Nell'uomo tale spinta a
crescere si pu condensare nell'aspirazione verso il modello ideale.Il modo di accostarsi al Sentiero
di crescita evolutiva con la preghiera e la meditazione, mirante all'unione con Dio.

Compiti psicosintetici:

* trasformare la sua devozione in vero amore.

Vediamo la differenza: un tipo amore, se viene deluso da una persona tende a scusarla e la ama
ugualmente.

Il tipo idealistico si ribella violentemente contro di essa e si sente tradito.

Permeare la sua devozione di saggezza.


Diventare pi impersonale ed obiettivo.
Acquisire il vero metodo scientifico.
Sviluppare la tolleranza e l'umilt intellettuale.
Sublimare il desiderio e l'aspirazione.
Indirizzarli verso obiettivi pi alti e mete pi elevate.

Poich crede intensamente di essere nel "giusto", non vede la necessit di fermarsi a migliorare se
stesso, mentre ritiene al contrario che vi sia molto da migliorare nel mondo e negli altri (tipico
atteggiamento emotivo), pu soffrire di delirio paranoide (vede nell'altro un persecutore).Questa
tipologia pu avere anche disturbi legati al plesso solare (centro delle emozioni) e allacqua, ovvero
ai liquidi del corpo.
TIPO ORGANIZZATIVO

Possiamo definire lorganizzazione mettere in ordine la materia. una tipologia importante perch
attualmente sono molto diffusi i suoi rappresentanti in tutti i campi dell'attivit umana.
Stanno decadendo i grandi ideali che hanno permeato gli ultimi 2000 anni, ideali che hanno
suscitato devozione nella maggior parte degli esseri umani e stanno comparendo individui dotati di
un forte senso dell'organizzazione.
La ritroviamo nella forte regolamentazione della vita individuale e collettiva, nella tendenza ormai
consolidata alla standardizzazione nell'industria, nei servizi e negli affari, in una parola nella
globalizzazione.

6 e 7 tipo sono uno lopposto dellaltro.


Il primo tende all'ascesa, al superamento del mondo fisico, al distacco dai sensi e sente molto la
dualit tra s e la divinit. Questa tipologia sublima le energie personali in energie spirituali.
Il 7, al contrario, portato alla sintesi, all'unificazione, alla manifestazione sul piano materiale
dello spirito. Questa tipologia trasforma le energie superiori in realizzazioni concrete.
Tale compito, specifico di questo tipo (creare il ponte tra lo spirito e la materia), verr in essere nel
ciclo di civilt della Nuova Era che sta iniziando.
Alcuni per fanno resistenza ai cambiamenti irreversibili in atto: due gruppi di individui in
particolare.

1. Persone di mezza et ed anziani per i quali i cambiamenti sono difficili e che vivono forti
nostalgie per i "bei tempi andati".
2. I tipi idealistici, attaccati tenacemente agli ideali che hanno cari. Non sono capaci di vedere che
lo spirito pu manifestarsi in molte forme differenti, e non comprendono che molte vie possono
portare allo stesso scopo. Dal momento che sono spesso anche degli individualisti, faticano a
cooperare all'interno di un gruppo.

La funzione organizzativa la ritroviamo in tutti i regni di natura: dall'organizzazione di un cristallo,


alla meravigliosa struttura di un fiore, alla perfezione di una farfalla o di un qualunque essere
vivente.
Questa tipologia si esprime soprattutto nell'azione ed del tutto estroversa e oggettiva.
L'essere umano un creatore che costruisce con il potere del pensiero, crea cio forme pensiero che
poi concretizza sul piano materiale.
Questo tipo ha come nota dominante la manifestazione oggettiva attraverso un'attivit organizzata:
agisce pertanto sui piani mentale e fisico e pu essere assimilato al tipo mentale - sensoriale definito
da Jung.
La sua attivit di pensiero si esplica nel progettare in modo accurato fin nei minimi dettagli un
progetto, un'azienda, un ufficio, un ospedale, uno spettacolo, una casa o anche un armadio, nel
tracciare modelli precisi di ci che intende realizzare e nel porre in essere tutto questo.
Ordina e mette insieme i materiali adeguati e organizza le persone che cooperano in un gruppo per
raggiungere lo scopo prefissato.
Ha, in altri termini, la tendenza innata a concretizzare sul piano fisico l'idea, ad organizzare, a
plasmare e modellare la materia.
Quando si esprime completamente, egli dimostra volont, scopo, una mente chiara, abilit
costruttiva e attivit pratica. L'energia sessuale collegata a questa tipologia dal momento che l'atto
sessuale ha il fine specifico di creare forme, o corpi viventi tramite cui un S si esprime.
Questo tipo promuove l'ordine:

1. tra i vari elementi personali e spirituali che costituiscono un essere umano (psicosintesi
individuale);
2. nei rapporti tra i vari uomini e gruppi: organizzazione politica e sociale, psicosintesi di gruppo,
nazionale, umano.

La produttivit in qualsiasi campo una manifestazione di questa tipologia. sinonimo di ordine


inteso come ritmo, come attivit organizzata.
Gioisce se crea ordine dal caos.
Nella Natura l'ordine infatti si esprime come ritmo, l'ordinata alternanza di giorno e notte, le
stagioni, le fasi lunari e cos via.

Le corrispondenze e le analogia simboliche sono:

il creatore della forma


il divino lavoratore alchemico
la forza che orienta
il potere di creare
il potere di cooperare
il potere di pensare (il potere mentale)
il potere di vivificare
giorno: luned
colori: bianco e violetto
elemento: terra (io manifestato)
regno della natura: minerale.

La disciplina un altro tratto tipico di questa tipologia, disciplina anche interna che quella qualit
che porta l'individuo a integrare (organizzare in un tutto coerente) le differenti parti della sua
personalit.Possiamo avere una disciplina fisica, adatta a regolare le funzioni del corpo.Una
disciplina emotiva, con gli esercizi del distacco, disidentificazione, trasformazione e sublimazione,
adatti a gestire l'emotivit.Una disciplina mentale che comprende la concentrazione, la meditazione
e la contemplazione.Una disciplina del vivere che "imposta" dalle regole della vita quotidiana,
civile e collettiva, e dai grandi ritmi cosmici (nascita - morte, le fasi della vita, le stagioni,
l'alternanza di attivit e passivit e cos via). Un individuo di questa tipologia impone ritmo alla sua
vita, a livello esteriore dapprima, col tempo anche a livello della sua vita interiore.Alterna periodi di
attivit con periodi di apparente inerzia, seguendo quasi inconsciamente i cicli della natura e delle
sue energie interne, che hanno un movimento di flusso e riflusso. Questa tipologia anche definita
del Cerimoniale o del Rituale, poich cosa il rituale se non una forma di attivit che ha un
andamento ritmico?Ogni attivit di questo genere nasconde in fondo l'essenza del rituale: i rituali
che ognuno di noi effettua ogni giorno, come "il rito del caff" il mattino, l'andata e ritorno dal
lavoro, i pasti a orari pi o meno fissi, certi riti annuali come le vacanze estive, "il rito serale" prima
di dormire e tantissimi altri dei quali siamo per lo pi inconsapevoli.

Esempi di manifestazioni esterne del tipo, a livello sociale e collettivo:


riti delle Chiese
funzioni e simboli della vera Massoneria
etichetta dei cinesi e dei giapponesi
cerimonia del t in Giappone.

Professioni collegate a questo tipo:

sacerdote
cerimoniere di corte
stratega dell'esercito
infermiera
scultore
disegnatore e pittore
uomo d'affari
abile organizzatore in ogni campo
se guaritore il suo metodo poggia sulla precisa e perfetta esecuzione d'una cura ortodossa.

Qualit positive:

capacit di concretizzare
capacit di manipolare le energie della materia
ordine
interesse per il lavoro produttivo
organizzazione
azione coordinata
cura dei dettagli mirante ad uno scopo
capacit economiche e finanziarie
perseveranza
volont e forza
mente chiara
disciplina
cortesia
sicurezza di s
capacit nelle costruzioni meccaniche e tecniche
capacit di interpretare i simboli.

Difetti del tipo:

eccessiva importanza data all'aspetto formale


materialismo
eccessiva meticolosit che diviene
pedanteria
tendenza a perdere di vista l'essenziale per vedere solo l'organizzazione esteriore, formale
superstizione, cio la tendenza ad attribuire significati soprannaturali ad avvenimenti o segni
banali
credenza nei presagi, nella buona o cattiva sorte e cos via
tendenza a dare importanza all'esteriorit dei rituali che divengono dei "gusci" vuoti,
svuotati di significato
troppo legato alle abitudini
eccessiva sicurezza in se stesso
orgoglio
ristrettezza mentale
aridit emotiva
mancanza di tatto nei rapporti con gli altri
formalistico e anche bigotto nella religione (privo per di fanatismo e zelo apostolico,
caratteristiche del tipo devozionale).

Qualit da acquisire (compiti psicosintetici):

realizzazione dell'unit
larghezza di idee
tolleranza
amore
adattabilit.

La sua mania per l'organizzazione e l'ordine possono sfociare in disturbi di tipo ossessivo -
compulsivo, in rigidit e formalismo eccessivi.
BLU SCURO

Rappresenta la completa calma. La contemplazione di questo colore ha un effetto pacificante sul


sistema nervoso centrale. La pressione arteriosa, la frequenza del polso e il respiro sono ridotti. Il
corpo si prepara a rilassarsi e a riprendersi, cos nella malattia e nellesaurimento la necessit di
questo colore aumenta; psicologicamente aumenta anche la tendenza ad essere sensibile, facilmente
ferito, urtato. Fisiologicamente rappresenta la tranquillit, psicologicamente la soddisfazione di
essere in pace, accompagnata da gratificazione. Rappresenta i legami che ognuno sviluppa intorno a
s, lunificazione e il senso di appartenenza. Il blu la lealt, profondit di sentimenti. E un
requisito per lempatia, lesperienza estetica e lacutezza meditativa. E il colore del mare calmo,
corrisponde simbolicamente allacqua calma, al temperamento quieto, alla femminilit. La sua
percezione sensoriale la dolcezza, il suo contenuto emotivo la tenerezza. Il suo organo la pelle.
Ha considerevole profondit e pienezza e rappresenta gioia e soddisfazione. E la soddisfazione
piena di benedizioni dei pi alti ideali dellumanit, dellunit, ununione con la dea della terra.
Rappresenta leternit, la tradizione, e i valori durevoli e tende a perpetuare nel passato.

VERDE-BLU

Il verde rivela elasticit della volont, che permette ad uno di persistere malgrado le opposizioni e le
difficolt,perch persistendo, si potr assolvere il compito prefisso e cos migliorare la propria
autostima.
Il verde del test contiene una certa quantit di blu ed il colore della tensione elastica. Esprime
volont di operare, perseveranza e la tenacia. E espressione di fermezza, di costanza e di resistenza
ai mutamenti. Indica costanza dei punti di vista, costante autocoscienza e pone alto valore sullio in
tutte le forme di possesso e di autoaffermazione, poich il possesso considerato come un aumento,
una crescita sia della sicurezza che dellautostima. La persona vuole aumentare la fede nel proprio
valore, sia con lautoaffermazione che aggrappandosi fortemente ad una qualsiasi immagine
idealizzata che ha di s con il riconoscimento che si aspetta dagli altri in deferenza alle doti
possedute; la maggiore ricchezza, la superiorit delle doti fisiche, di educazione o culturali. Il verde
corrisponde alla sequoia dalle profonde radici, orgogliosa immutabile, che domina gli alberi meno
alti, temperamento austero e autocritico. La sua precisione sensoria restrizione, il suo contenuto
emotivo lorgoglio, i suoi muscoli lisci involontari. Lulcera gastrica e le difficolt digestive sono
associate con fastidi circa perdite di posizione o fallimenti personali. Il verde indica controllo nei
riguardi degli altri, potere di dominare gli eventi, manovrarli o dirigerli. La persona che sceglie il
verde vuole che le sue opinioni prevalgano, vuole sentirsi giustificato come rappresentante di
principi fondamentali e immutabili; si pone su un piedistallo e tende a moralizzare e a dare lezioni
agli altri. Chi sceglie il verde vuole fare impressione, chi lo rifiuta vuole la stessa cosa ma
indebolito dalla resistenza che ha incontrato e sente di essere inferiore nella statura morale per
mancanza di considerazione; questo determina una pressione fisica nella cassa toracica o disturbi
cardiaci per esempio . Verde rifiutato quindi ansia di liberarsi dalle tensioni imposte dal mancato
riconoscimento. Il fallimento lo porta ad adottare un atteggiamento critico, caustico verso gli altri.

ROSSO-ARANCIO

Il rosso indica la forza di volont, che desidera lazione,lefficienza e la soddisfazione che viene
dallaver modellato qualcosa secondo la propria volont.

Rosso con sfumatura arancione, condizione fisiologica di consumo di energie. Accelera il polso,
altera la pressione arteriosa, e aumenta la frequenza respiratoria. E espressione della forza vitale,
dellattivit nervosa e ghiandolare e significa desiderio. Il rosso la necessit di ottenere risultati, di
ottenere successo, desiderio famelico di tutte quelle cose che offrono unintensit di vita e pienezza
di esperienze. E impulso, volont di vincere e tutte le forme di vitalit e potere, dalla potenza
sessuale alla trasformazione rivoluzionaria. E limpulso verso lagire attivo, verso lo sport, la lotta,
la competizione, lerotismo, la produttivit audace. E limpatto, la forza della volont, distinto dal
verde che lelasticit della volont. Corrisponde simbolicamente al sangue, alla conquista,al
temperamento sanguigno, alla mascolinit. La sua percezione sensoria lappetito,il suo contenuto
emotivo il desiderio, i suoi organi sono i muscoli striati e volontari, il sistema nervoso simpatico, e
gli organi della riproduzione. Cos lesaurimento fisico e nervoso, i disordini cardiaci e la perdita
della potenza o del desiderio sessuale sono accompagnati dal rifiuto del rosso. In termini temporali
il rosso il momento presente.
Corrisponde all'elemento fuoco, importante per tutte le forme viventi per il calore che regala e per i
processi digestivi che avvengono ad ogni livello. Ha un'azione stimolante ed eccitante per i nervi e
per il sangue; stimola i nervi sensitivi: vista, udito, odorato, gusto e tatto; attiva la circolazione del
sangue e il sistema nervoso simpatico ed molto energetico per il fegato. Il rosso simboleggia il
fuoco, la salute, il sangue caldo, il temperamento collerico, il pericolo, la rabbia e d all'uomo una
sensazione di potenza. Usare troppo rosso, o il rosso troppo spesso pu causare esaurimento e
febbri; mentre in combinazione con il blu, si equilibria. Ha effetti benefici su: deperimento fisico,
asma bronchiale, polmonite, problemi del sangue e stai depressivi. E' controindicato per gli
individui con i capelli rossi, nei casi di ipertensione, in presenza di infiammazioni e per persone con
disturbi emotivi. Si sconsiglia l'uso di questo colore in presenza di qualsiasi disturbo mentale ed
emozionale

GIALLO BRILLANTE

Il giallo indica la gioia spontanea dellazione, la capacit di proiettarsi, di attendere un qualche


risultato dalleffettuazione del compito assegnato; oltre a ci la capacit di guardare a nuovi
interessanti lavori che possano completare quello attuale.
E il pi vivo dei colori e il suo effetto di luce di allegria. Poich il rosso appare pi denso e
pesante del giallo esso pi stimolante; il giallo pi leggero e meno pesante del rosso. Esso pi
suggestivo che stimolante. Il giallo aumenta la pressione del sangue, la frequenza delle pulsazioni e
della respirazione in modo molto simile al rosso, tuttavia notevolmente meno stabile in questa sua
azione. Le caratteristiche del giallo sono: brillantezza, riflessivit, qualit radianti, allegria pi
apparente che sostanziale. Il giallo esprime laffettivit non inibita, un aprirsi o rilassarsi. Opposto
al verde in cui la contrazione indotta dalla tensione pu anche dar luogo ad un crampo o spasmo, il
giallo rappresenta il rilassamento e la dilatazione. Rilassarsi significa liberarsi da pesi, problemi,
fastidi e restrizioni. Il giallo corrisponde al caldo piacevole del sole,allalone intorno al sacro calice,
allo spirito felice ed alla felicit. La sua percezione sensoria acutezza, il suo contenuto emotivo
il volo dellanimo pieno di speranza e di ottimismo, i suoi organi sono il sistema nervoso simpatico
e parasimpatico. Lindividuo giallo pu essere un turbine dellindustria ma la sua attivit si
manifesta a sprazzi, non c la coerenza e il disegno pianificatore del rosso. Se il giallo scelto
come primo colore, c il desiderio di rilassarsi, la speranza o lattesa di una maggiore felicit,
minore o maggiore conflitto da cui necessario liberarsi. Questa speranza di felicit in tutte le sue
forme, dallavventura sessuale allilluminante indagine filosofica, sempre diretta verso il futuro; il
giallo spinge in avanti, verso il nuovo, il moderno, verso ci che si deve ancora sviluppare e non
ancora ben formato. Dove giallo accentuato c anche della superficialit, il mutamento per amore
del mutamento e una richiesta pressante di esperienze alternative. Come il verde il giallo vuole
ottenere importanza ed unalta stima da parte degli altri, ma diversamente dal verde, che
orgoglioso e auto controllato, il giallo non ha mai riposo spingendosi sempre avanti nel suo
affannoso inseguire le ambizioni (attenzione invidia). Il verde la perseveranza, il giallo il
mutamento. Il verde tensione il giallo distensione. Tra i 2 poli c un conflitto che nasce dalla
loro incompatibilit. Il verde dellambizione, della stima di s e richiesta di prestigio in guerra con
la richiesta ottimistica del giallo dellesperienza felice e dellavventura. Dove predomina il verde i
muscoli involontari sono costantemente sotto sforzo, con disturbi patologici nello stomaco,
nellintestino, nel cuore e sistema circolatorio; quando il grado tensione diventa insopportabile, il
verde rifiutato ed il giallo favorito.

GRIGIO

E n chiaro, n scuro, n colorato libero da ogni stimolo o tendenza psicologica, neutro, n


soggetto, n oggetto, n interiore n esteriore, n tensione, n rilassamento. Non e un territorio
occupato, ma un confine, un confine come terra di nessuno, come una zona di separazione tra
zone contrastanti. Chi lo sceglie come primo colore preferito vuole recintarsi da ogni cosa, vuole
restare non coinvolto e non avere responsabilit, proteggersi da influenze esterne, trattando ci che
egli deve compiere in modo meccanico e superficiale, senza alcun coinvolgimento.

VIOLA

Rappresentativo dellidentificazione, tende a mescolare la conquista impulsiva del rosso con il


gentile cedere del blu e genera un colore nuovo. Una specie di unione mistica, un alto grado di
intimit sensibile, che porta ad una completa fusione tra oggetto e soggetto, cosicch ogni cosa
pensata e desiderata pu diventare realt; un incantesimo, un sogno reso realt, uno stato magico
in cui i desideri sono soddisfatti, cosicch la persona che sceglie viola vuole raggiungere uno stato
magico. Non solo vuole essere conquistata, ma allo stesso tempo vuole piacere ed affascinare gli
altri, esercitare un alto grado di fascino su di essi, perch sebbene sia unidentificazione magica la
distinzione tra soggetto e oggetto esiste ancora. Il viola pu significare identificazione in quanto
fusione intima, erotica, e pu portare ad una comprensione intuitiva e sensibile o anche ad una
forma di irresponsabilit i quanto ondeggia in modo irresoluto. Le persone immature o che vedono
il mondo ancora in modo un po magico, donne in gravidanza, persone con disfunzioni tiroidee o
popolazioni iraniane, indiane, africane, brasiliane o persone con tendenze omosessuali (che
esprimono la loro insicurezza emotiva) possono esprimere la preferenza per il colore viola.

MARRONE

Una vitalit estroversa smorzata del rosso, resa pi tranquilla tale da curarsi, il marrone ha ceduto
limpulso creativo e la forza vitale del rosso. La vitalit non pi efficiente ma passiva, recettiva,
sensoria. Il marrone rappresenta la sensazione applicata ai sensi; sensuale con riferimento diretto
al corpo, in senso fisico. Se il marrone nella zona indifferente lo stato sensorio e le condizioni
fisiche del corpo sono tenute in giusto peso; unattenzione non esagerata al proprio corpo che
riflette un individuo sano. Quando c disagio fisico il marrone viene preferito, indicando che
maggiore importanza viene attribuita al disagio fisico e alla ricerca delle condizioni per alleviare
questo disagio. Coloro che si sentono infelici, disadattati,instabili, non integrati, che non hanno un
focolare proprio,con poca prospettiva di sicurezza e gioia davanti a loro scelgono il marrone come
primo colore. Il caso dei profughi della seconda guerra mondiale, sensibili anche sul piano fisico. Il
marrone indica limportanza posta sulle radici, sulla compagnia di persone del proprio livello e sulla
sicurezza familiare.

NERO

E la negazione del colore stesso, rappresenta lassoluto, confine oltre cui la vita cessa,esprime
lidea del nulla, dellestinzione. Il nero il NO opposto al SI del bianco. Il bianco la pagina
vergine su cui scrivere la storia, il nero la fine, oltre la quale non c pi nulla. Se bianco e nero o
giallo vivo e nero si trovano uniti in un gruppo di preferenze significa comportamento estremo
delluno o dellaltro. Il nero come negazione stessa, rappresenta la rinuncia, lultima resa o
labbandono.