Sei sulla pagina 1di 6

Prima prova in itinere

Logica e Algebra

25 Novembre 2016

Esercizio 1

Sia f(A,B,C) una f.b.f. avente la seguente tavola di verit:

A B C f (A,B,C)

0 0 0 0

0 0 1 0

0 1 0 1

0 1 1 1

1 0 0 1

1 0 1 1

1 1 0 0

1 1 1 1

1. Scrivere una f.b.f. equivalente avente la tavola di verit di f(A,B,C) usando solo i connettivi {~, }.
2. Data la f.b.f g(A,B,C)=(A ~B) (A ~C) dimostrare, sia usando lapproccio semantico che mediante
la risoluzione, che g(A,B,C)|-L (AB) C.
3. Dimostrare che ogni formula h(A,B,C) che non sia una tautologia e che soddisfi: g(A,B,C) h(A,B,C)
e f(A,B,C) h(A,B,C) semanticamente equivalente a (AB) C.

Esercizio 2

Sia X = {a, b, c, d, e, f} e sia R X X la relazione con la seguente matrice di incidenza:

0 1 1 0 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 0 0 1
0 0 0 0 0 1

1. Determinare le propriet di R.
2. Trovare la relazione di equivalenza r generata da R e determinarne le r-classi.
3. Dire se esiste la minima relazione dordine T contenente R e in caso affermativo trovare, se esistono
sup{b,c,d}, inf{b,c,d}, gli elementi massimali, minimali, massimi e minimi di X rispetto a T.
4. Dire per quali valori di k>0 la relazione Rk una funzione. Per tali valori, se esistono, calcolare ker
R k.

MOTIVARE OGNI RISPOSTA


Traccia di soluzione
Esercizio 1.
1. f(A,B,C)(ABC)(AB~C)( ~A~BC) (AB)( ~A~BC)(~AB)(A(BC))
~((~AB)~(A(BC))).
2. I modelli di g(A,B,C) sono v1(A)=0, v1(B)= x, v1(C)=y, con x,y{0,1}; v2(A)=1, v2(B)=0,
v2(C)=0. Poich per questi modelli lantecedente di (AB) C falso, allora i modelli di
g(A,B,C), sono modelli di (AB) C e quindi g(A,B,C)|=L (AB) C da cui per il teorema di
completezza per la teoria L abbiamo g(A,B,C)|-L (AB) C.
Per il teorema di correttezza e completezza g(A,B,C)|-L (AB) C equivalente a g(A,B,C)|=L
(AB) C che equivale a dire che {g(A,B,C), ~((AB) C)} insoddisfacibile che per il
teorema di correttezza e completezza per refutazione equivale a {g(A,B,C), ~(AB) C}c|-R .
{g(A,B,C), ~(AB) C}c={{~A,~B},{~A,~C},{A},{B},{~C}}. La clausola risolvente della
prima con la terza {~B} che con la quarta d la clausola vuota.
3. Ogni formula h(A,B,C) che soddisfa: g(A,B,C) h(A,B,C) e f(A,B,C) h(A,B,C) deve avere
sia i modelli di g(A,B,C) sia quelli di f(A,B,C) che sono v1(A)=0, v1(B)= x, v1(A)=y, con
x,y{0,1}; v2(A)=1, v2(B)=0, v2(C)=0; v3(A)=1, v3(B)=0, v3(C)=1; v4(A)=1, v4(B)=1, v4(C)=1.
Lunica assegnazione delle variabili A,B,C, che non modello di una almeno delle formule
g(A,B,C) ed f(A,B,C) w(A)=w(B)= 1,w(C)=0. Pertanto affinch h(A,B,C) non sia una
tautologia deve essere w(f(A,B,C))=0. Quindi lunica assegnazione che non modello di
h(A,B,C) w.
Dunque h(A,B,C)~A~BC(AB) C.

Esercizio 2.

1. Il grafo di incidenza della relazione R il seguente

a d e f

quindi la relazione solamente seriale e antisimmetrica.

2. La relazione di equivalenza r generata da R ha la seguente matrice di incidenza



1 1 1 1 0 0
1 1 1 1 0 0
1 1 1 1 0 0
1 1 1 1 0 0
0 0 0 0 1 1
0 0 0 0 1 1

quindi le r-classi sono ra={a,b,c,d},re={e,f}.

3. Poich la matrice che rappresenta R una matrice triangolare alta la chiusura riflessiva e transitiva di
R rimane rappresentata da una matrice triangolare alta ed quindi antisimmetrica e perci la
minima relazione dordine che contiene R. (dato che la minima relazione riflessiva e transitiva che
contenga R).La matrice di inciedenza di tale chiusura
1 1 1 1 0 0
0 1 0 1 0 0
0 0 1 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 0 1 1
0 0 0 0 0 1

Il diagramma di Hasse
d

b c f

a e

da cui si vede che sup{b,c,d}=d, inf{b,c,d}=a, i minimali sono a,e i massimali f,d; non esistono
massimi e minimi.
4. R non una funzione. R2 ha la seguente matrice di incidenza
0 0 0 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 0 0 1
0 0 0 0 0 1
Inoltre la matrice di incidenza di R3 uguale a quella di R2 per cui per ogni k2 Rk=R2.
Poich in ogni riga della matrice di incidenza di R2 c uno ed un solo 1 R2 (e quindi Rk per k2)
una funzione. Inoltre, ker Rk, k2 la relazione r trovata nel punto 2.
Prima prova in itinere

Logica e Algebra

25 Novembre 2016

Esercizio 1

Sia f(A,B,C) una f.b.f. avente la seguente tavola di verit:

A B C f (A,B,C)

0 0 0 0

0 0 1 1

0 1 0 0

0 1 1 1

1 0 0 1

1 0 1 0

1 1 0 1

1 1 1 1

4. Scrivere una f.b.f. equivalente avente la tavola di verit di f(A,B,C) usando solo i connettivi {~, }.
5. Data la f.b.f g(A,B,C)=(A ~C) (A ~B) dimostrare, sia usando lapproccio semantico che mediante
la risoluzione, che g(A,B,C)|-L (AC) B.
6. Dimostrare che ogni formula h(A,B,C) che non sia una tautologia e che soddisfi: g(A,B,C) h(A,B,C)
e f(A,B,C) h(A,B,C) semanticamente equivalente a (AC) B.

Esercizio 2

Sia X = {a, b, c, d, e, f} e sia R X X la relazione con la seguente matrice di incidenza:

0 1 0 0 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 0 1 0
0 0 0 0 1 0

5. Determinare le propriet di R.
6. Trovare la relazione di equivalenza r generata da R e determinarne le r-classi.
7. Dire se esiste la minima relazione dordine T contenente R e in caso affermativo trovare, se esistono
sup{b,c,d}, inf{b,c,d}, gli elementi massimali, minimali, massimi e minimi di X rispetto a T.
8. Dire per quali valori di k>0 la relazione Rk una funzione. Per tali valori, se esistono, calcolare ker
R k.

MOTIVARE OGNI RISPOSTA


Traccia di soluzione
Esercizio 1.
4. f(A,B,C)(ABC)(A~BC)( ~AB~C) (AC)( ~AB~C)(~AC)(A(CB))
~((~AC)~(A(CB))).
5. I modelli di g(A,B,C) sono v1(A)=0, v1(B)= x, v1(C)=y, con x,y{0,1}; v2(A)=1, v2(B)=0,
v2(C)=0. Poich per questi modelli lantecedente di (AC) B falso, allora i modelli di
g(A,B,C), sono modelli di (AB) C e quindi g(A,B,C)|=L (AC) B da cui per il teorema di
completezza per la teoria L abbiamo g(A,B,C)|-L (AC) B.
Per il teorema di correttezza e completezza g(A,B,C)|-L (AC) B equivalente a g(A,B,C)|=L
(AC) B che equivale a dire che {g(A,B,C), ~((AC) B)} insoddisfacibile che per il
teorema di correttezza e completezza per refutazione equivale a {g(A,B,C), ~((AC) B)}c|-R .
{g(A,B,C), ~((AC) B)}c={{~A,~B},{~A,~C},{A},{C},{~B}}. La clausola risolvente della
seconda con la terza {~C} che con la quarta d la clausola vuota.
6. Ogni formula h(A,B,C) che soddisfa: g(A,B,C) h(A,B,C) e f(A,B,C) h(A,B,C) deve avere
sia i modelli di g(A,B,C) sia quelli di f(A,B,C) che sono v1(A)=0, v1(B)= x, v1(A)=y, con
x,y{0,1}; v2(A)=1, v2(B)=0, v2(C)=0; v3(A)=1, v3(B)=0, v3(C)=1; v4(A)=1, v4(B)=1, v4(C)=1.
Lunica assegnazione delle variabili A,B,C, che non modello di una almeno delle formule
g(A,B,C) ed f(A,B,C) w(A)=w(B)= 1,w(C)=0. Pertanto affinch h(A,B,C) non sia una
tautologia deve essere w(f(A,B,C))=0. Quindi lunica assegnazione che non modello di
h(A,B,C) w. Dunque h(A,B,C)~A~CB(AC) B.

Esercizio 2.

5. Il grafo di incidenza della relazione R il seguente

a d f e

quindi la relazione solamente seriale e antisimmetrica.

6. La relazione di equivalenza r generata da R ha la seguente matrice di incidenza



1 1 1 1 0 0
1 1 1 1 0 0
1 1 1 1 0 0
1 1 1 1 0 0
0 0 0 0 1 1
0 0 0 0 1 1

quindi le r-classi sono ra={a,b,c,d},re={e,f}.


7. La matrice di inciedenza della chiusura riflessiva e transitiva di R la relazione T rappresentata dalla
seguente matrice:
1 1 0 1 0 0
0 1 0 1 0 0
M= 0 0 1 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 0 1 0
0 0 0 0 1 1
Inoltre, dato che T T-1 contenuta nella relazione indentica su X, allora T antisimetrica e perci
la minima relazione dordine che contiene R (dato che la minima relazione riflessiva e transitiva
che contenga R). Il diagramma di Hasse
d

b c e

a f

da cui si vede che sup{b,c,d}=d, mentre linf{b,c,d} non esiste dato che linsieme dei minoranti
{b,c,d} vuoto (non esiste un elemento contemporaneamente minore di b e c), i minimali sono a,f i
massimali e,d; non esistono massimi e minimi.
8. R una funzione. R2 ha la seguente matrice di incidenza
0 0 0 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 1 0 0
0 0 0 0 0 1
0 0 0 0 0 1
Inoltre la matrice di incidenza di R uguale a quella di R2 per cui per ogni k2 Rk=R2.
3

Poich in ogni riga della matrice di incidenza di Rk c uno ed un solo 1, Rk per k2 una funzione.
ker Rk, k2 la relazione r trovata nel punto 2. Mentre per k=1 abbiamo
1 0 0 0 0 0
0 1 1 1 0 0
Ker R= 0 1 1 1 0 0
0 1 1 1 0 0
0 0 0 0 1 1
0 0 0 0 1 1