Sei sulla pagina 1di 33

Numero 15 - 2015 - spedizione in a.p. POSTE ITALIANE D.L. 353/2003 (convertito in Legge del 27 febbraio 2004 n.46, art.

1, comma 1 - LO/MI - 1 copia 3

in zona sismica
costruzioni sicure
acciaio
Fondazione
Promozione
A
delettera wP

a
Architetture in acciaio

71
Unazienda giovane, solida e competente che
parte dal progetto, passa per la realizzazione Seriet,
Seriet, dedizione e precisione
p
e termina con la messa in opera.
Fornisce soluzioni complete grazie alle com-
petenze acquisite negli anni nei settori della
carpenteria metallica, serramenti in acciaio,
facciate continue e ventilate.

www.berterocarpenteria.it
Il nostro un Paese sismico, ormai lo sappiamo
molto bene
Per far fronte al rischio sismico c' solo una strada da seguire, quella della
prevenzione.
Dobbiamo occuparci della sicurezza dei nostri edifici e crescere, in questo
senso, dal punto di vista culturale, non pensando sempre che sia un fatto
ineludibile e chiedendoci, piuttosto, se le nostre abitazioni, le nostre scuole
e i luoghi dove lavoriamo e dove sono concentrate le nostre attivit produttive
siano sicuri e in grado di resistere a un terremoto.

Il 70% delledificato italiano non in grado di resistere ai terremoti ed


proprio in considerazione della vulnerabilit del nostro patrimonio che le
scelte dei futuri interventi in edilizia devono tenere conto dellesperienza di
Paesi che hanno saputo affrontare e vincere la sfida ai terremoti: Giappone
e USA, per esempio, dove le costruzioni in genere e quelle antisismiche in
particolare sono realizzate con struttura in acciaio.

La soluzione in acciaio, infatti, in grado di proporre edifici di rapida messa


in opera, economici ed ad alta reddittivit in linea con le richieste di una
committenza che si orienta sempre pi verso costruzioni sicure che siano
al contempo convenienti ed efficienti. Senza dimenticare che gli elementi in
acciaio permettono di ristrutturare e adeguare sismicamente lesistente
rispettando la ricchezza architettonica propria del patrimonio edilizio, senza
stravolgere lidentit degli edifici.

Lappoggio tecnico ed ingegneristico, altamente qualificato, che le aziende


specializzate in costruzioni metalliche sono in grado di fornire ai progettisti,
ai committenti privati e agli uffici tecnici delle Pubbliche Amministrazioni,
sono una chiave importante di cui avvalersi per il successo dellopera finale,
senza alcun imprevisto in termini di costi e tempi, come invece pu avvenire
per realizzazioni in cemento armato e muratura.

La diffusione delle soluzioni in carpenteria metallica, sia nelle nuove costru-


zioni che negli interventi sullesistente, garantisce cos il raggiungimento
degli obiettivi proposti in termini di progressivo innalzamento della qualit del
prodotto edilizio con evidenti benefici sulla sicurezza, nella razionalizzazione
dei costi, e nella riorganizzazione stessa del sistema edilizio, con conseguente
crescita culturale e competitiva del mondo delle costruzioni.

STAHLBAU PICHLER progetta, produce e costru- Simona Martelli


isce in tutta Europa strutture in acciaio e facciate Direttore Generale
Fondazione Promozione Acciaio
continue. La capacit di dar vita alle architetture
pi evolute unendo la creativit italiana con la
precisione tedesca la caratteristica peculiare
dellazienda. La Vela di copertura di Palazzo Italia
allExpo 2015, progettata da Nemesi&Partner ne
rappresenta la perfetta sintesi.
3
www.stahlbaupichler.com
IN QUESTO NUMERO
HANNO CURATO LA REDAZIONE DEL NUMERO
PROF. ANDREA DALLASTA _
UNIVERSIT DI CAMERINO - COMMISSIONE SISMICA PER LE
COSTRUZIONI IN ACCIAIO DI FONDAZIONE PROMOZIONE ACCIAIO

PROF. ALESSANDRO ZONA _


UNIVERSIT DI CAMERINO

EDITORIALE 03
PROGETTARE E COSTRUIRE IN ZONA SISMICA 06
ORIENTARSI VERSO LA SCELTA MIGLIORE 08
DALLA PROGETTAZIONE STATICA ALLA PROGETTAZIONE DINAMICA 10
CARATTERISTICHE DINAMICHE: MASSA E PERIODO PROPRIO 12
DISSIPAZIONE, DUTTILIT E RAPPORTO COSTI-BENEFICI 14
APPROCCI INNOVATIVI 16

IL CONTRIBUTO DELLACCIAIO
PER LA SICUREZZA SISMICA DEGLI EDIFICI 18
I TERREMOTI NON SONO TUTTI UGUALI 20
IL QUADRO NORMATIVO ITALIANO E INTERNAZIONALE 24
CENNI STORICI 26
LEGGE 64 / 1974 26
DAI TERREMOTI IN FRIULI VENEZIA GIULIA ED IRPINIA ALLORDINANZA 3274/2003 27
LE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI 28
EUROCODICI E FUTURI SVILUPPI 28

NUOVE REALIZZAZIONI 32
EDIFICI PER RESIDENZE E UFFICI 34
COSTRUZIONI PER LINDUSTRIA E LE ESPOSIZIONI 38
PONTI E VIADOTTI 40

ESEMPI REALIZZATIVI 42
EDIFICI AD USO RESIDENZIALE 42
EDIFICI AD USO UFFICIO 43
EDIFICI AD USO INDUSTRIALE, COMMERCIALE O ESPOSITIVO 44
EDIFICI AD USO CIVILE: SCUOLE E OSPEDALI 45

IL RECUPERO DELLE COSTRUZIONI ESISTENTI 46


ADEGUAMENTO SISMICO E INNOVAZIONE 48
BENI CULTURALI: TUTELA E VALORIZZAZIONE 52
TERREMOTI E SOSTENIBILIT: IL PRIMATO DELLA COSTRUZIONE IN ACCIAIO 54

ESEMPI REALIZZATIVI 56
Figura 1.1 - Pericolosit
sismica mondiale.

PROGETTARE E COSTRUIRE IN ZONA SISMICA

I terremoti e le azioni che rato soluzioni diverse per stema conoscenze scientifi- vasta categoria di tipologie la sicurezza assoluta" e una costruzioni sono progettate in porto costi-benefici ed una indicazioni precise e le
producono sulle costruzioni realizzare edifici capaci di che, innovazioni tecnologiche che comprendono le strut- probabilit di collasso, pic- modo da "sopravvivere" a ter- consapevole progettazione costruzioni successive, fino
hanno sempre costituito resistere al sisma e la ed osservazione diretta delle ture di calcestruzzo armato, cola ma non nulla, esiste remoti disastrosi, nel senso sismica dovrebbe tener conto al 2009, sono state progettate
un'insidia con la quale i ricerca in tale direzione ha conseguenze dei terremoti di acciaio, di legno e di mu- sempre. La resistenza di una che sono in grado di assicu- non solo dei costi immediati in base a criteri antisismici
costruttori si sono dovuti trovato stimoli continui. sulle costruzioni esistenti, ratura. Parlando di prote- costruzione quindi calibrata rare alle persone la possibi- di realizzazione ma anche dei ampiamente inadeguati.
confrontare. Sebbene i terre- Nonostante ci, bisogna raggiungendo un livello di zione nei confronti dell'azione in modo da contenere la pro- lit di rimanere in vita ed costi attesi nel ciclo di vita Al momento, la riduzione
moti possano avvenire solo ammettere che le nostre maturit che permette di sismica comunque oppor- babilit di collasso durante il uscire dall'edificio. E' quindi per la riparazione dei danni del rischio sismico delle
in alcune zone (Figura 1.1), capacit di descrivere il distinguere tra situazioni tuno sottolineare due suo ciclo di vita al di sotto di normale che gli edifici si dan- dovuti ai terremoti. costruzioni esistenti una
si osserva immediatamente fenomeno terremoto e intrinsecamente pi sicure aspetti. Il primo riguarda il un valore di equilibrio rite- neggino anche pesantemente In ambito nazionale utile questione particolarmente
che tali aree coincidono con prevedere la risposta delle e situazioni pi vulnerabili. concetto di sicurezza. Le nuto accettabile per la so- durante il sisma e che il loro ricordare che criteri di pro- rilevante ed urgente, la cui
quelle dove si sono svilup- costruzioni sono ancora Oggi sappiamo come rag- azioni, le caratteristiche ciet in termini di costi di recupero sia estremamente gettazione antisismica sono soluzione richiede lavvio
pate molte tra le pi impor- limitate. Comunque sia, la giungere livelli accettabili meccaniche dei materiali e costruzione e di perdite costoso e spesso non conve- entrati nella pratica proget- di un programma di preven-
tanti civilt della storia cultura del progetto in zona di sicurezza quando proget- la costruzione nel suo in- attese. La seconda questione niente (demolizione). Sono tuale e costruttiva solo di zione capace di coniugare
(Figura 1.2). I costruttori di sismica ha fatto notevoli tiamo una nuova costruzione sieme non sono note con riguarda l'approccio usuale possibili approcci alternativi recente. Fino agli anni 80 efficacia e sostenibilit
tutte le epoche hanno esplo- passi avanti mettendo a si- e lo sappiamo fare per una precisione per cui non esiste alla progettazione sismica. Le da valutare in termini di rap- si costruito in assenza di economica.

Figura 1.2 Figura 1.2 - Costruzioni storiche in zona sismica (Agrigento, Persepoli, Ikaruga-no-Sato).
7
6
ORIENTARSI
VERSO LA SCELTA MIGLIORE

DALLA PROGETTAZIONE "STATICA"


ALLA PROGETTAZIONE "DINAMICA"

CARATTERISTICHE DINAMICHE:
MASSA E PERIODO PROPRIO

DISSIPAZIONE, DUTTILIT E RAPPORTO


COSTI-BENEFICI

APPROCCI INNOVATIVI

Passerella Expo-Merlata, Milano - Costruttore Metallico: Giugliano Costruzioni Metalliche srl - ph. Lorenzo De Simone
DALLA PROGETTAZIONESTATICA
ALLA PROGETTAZIONE DINAMICA
La progettazione di una costruzione razionale ed efficace in zona
sismica parte ovviamente da una sintesi del problema e dall'individuazione
dei parametri principali che controllano la risposta. A differenza delle azioni
gravitazionali, dirette verticalmente e dovute a peso proprio e sovraccarichi,
l'azione sismica unazione orizzontale di tipo dinamico che produce un
moto di oscillazione della costruzione sufficientemente veloce da rendere
significative le azioni di massa. Le regole e i parametri che controllavano la
progettazione tradizionale, orientata principalmente a soddisfare le richieste
di azioni che agiscono staticamente e sempre verso il basso, non sono pi
utili nel campo della dinamica e l'approccio progettuale si deve basare su
parametri alternativi, individuare e soddisfare requisiti prestazionali diffe-
renti, generando sistemi e forme strutturali nuove.
Mentre l'approccio alla progettazione strutturale, di carattere statico, cer-
cava soluzioni a partire da due caratteristiche fondamentali della struttura,
la rigidezza e la resistenza, una progettazione di carattere dinamico si svi-
luppa sulla base di tre parametri fondamentali: la massa, il periodo proprio
e la dissipazione.

MUDEC, Milano - Costruttore metallico: Stahlbau Pichler srl - ph. Oskar da Riz
CARATTERISTICHE DINAMICHE:
MASSA E PERIODO PROPRIO

Il ruolo giocato dalla massa plessive dell'edificio. A parit mentali che il progettista ha portare azioni pi grandi e
complessiva M semplice: le di massa M, costruzioni con a disposizione per controllare partono svantaggiate rispetto
forze sismiche sono diretta- periodi diversi subiranno la risposta della sua costru- a soluzioni leggere con pe-
mente proporzionali alla azioni di diversa intensit e la zione. Cos come risulta riodi di vibrazione pi lunghi,
massa per cui pi una relazione tra periodo della evidente che questi due ad esempio costruzioni snelle
costruzione pesante, pi costruzione a massima forza parametri siano gi scritti in acciaio.
subir sollecitazioni intense. complessiva descritto dallo nel sistema costruttivo che si Si intuisce a questo punto
Il secondo parametro, invece, spettro elastico di risposta sceglie per l'edificio e che gli che il parametro massa, che
descrive una caratteristica Sa(T) (Figura 2.1). Lo spettro esiti in termini di risposta influenza direttamente le
propria del movimento che si fornisce solitamente un'acce- sismica vengano gi definiti forze e indirettamente il
manifesta: una volta inne- lerazione fittizia (pseudo nei momenti iniziali della periodo, non un parametro
scato un moto di vibrazione accelerazione) che pu es- progettazione e della conce- che riguarda esclusivamente
della costruzione, il tempo sere interpretata come forza zione del sistema strutturale. la questione strutturale. La
impiegato a percorrere per unit di massa (F=Ma). L'ingegneria sismica oggi in massa complessiva dell'edifi-
un'oscillazione completa E' evidente che la sintesi pro- grado di guidare la progetta- cio fortemente influenzata
prende il nome di periodo posta pu risultare brutale zione verso soluzioni che dalle scelte di carattere
proprio T e dipende solo dalle per gli esperti di dinamica forniscono lo stesso livello tecnologico che si effettuano
caratteristiche della costru- strutturale e la valutazione di sicurezza anche utilizzando per la realizzazione dell'invo-
zione. Pi precisamente, il della sicurezza passa attra- sistemi costruttivi diversi ma lucro, degli orizzontamenti,
periodo proprio T, solita- verso analisi pi raffinate del evidente che soluzioni pe- delle coperture. A prescin-
mente espresso in secondi, problema. Resta comunque il santi con periodo breve, ad dere dal sistema strutturale,
dipende dal rapporto tra la fatto che massa e periodo es. costruzioni in muratura una costruzione con pareti di
massa e la rigidezza com- sono i due parametri fonda- con pochi piani, devono sop- chiusura verticale in mattoni

Centro Palatino, Torino - ph. Moreno Maggi / Studio Fuksas

Figura 2.1 - Relazione tra intensit dell'azione sismica e pieni o semipieni subir questo caso, la loro distribu- Non quindi conveniente l'aspetto della sicurezza
periodo della costruzione (spettro di risposta) azioni sismiche pi grandi di zione in buona parte conse- disporre ai piani superiori sismica non un tema confi-
una con un involucro realiz- guenza di una scelta del spazi destinati a biblioteche nato all'interno della conce-
zato con pannelli prefabbri- progettista. Ad esempio, la o soggetti a grande affolla- zione e del dimensionamento
cati leggeri. Oltre alle masse scelta della distribuzione in mento, pi consono utilizzare della struttura ma una
associate al peso proprio altezza delle masse impor- destinazioni d'uso meno im- questione che coinvolge
dell'edificio esistono anche tante perch le masse ai pegnative in termini di massa. la progettazione nel suo
le masse che derivano dalla piani pi alti producono Si conclude quindi che una insieme e tutti i soggetti
destinazione d'uso. Anche in momenti ribaltanti pi elevati. buona progettazione sotto che a questa partecipano.

13
DISSIPAZIONE, DUTTILIT
E RAPPORTO COSTI-BENEFICI

Un aspetto complementare ai In questa logica, tanto pi di pi nel ripristino nel caso riduzione della forza sismica
precedenti ma fondamentale una costruzione capace di di terremoto. Il ventaglio delle di progetto come illustrato
per la sicurezza riguarda la subire danni senza collas- possibilit di scelta estre- nella Figura 2.3. In questo
dissipazione di energia. sare, tanto pi sar capace di mamente ampio, dipende modo il progetto strutturale
Il movimento alla base pu dissipare energia, il suo moto dalla tipologia del sistema in zona sismica si compone
essere interpretato come un sar pi contenuto, le solleci- strutturale e dal progetto di di tre fasi: scelta del fattore
trasferimento di energia tazioni moderate e il costo dettaglio dei singoli compo- di struttura in relazione alla
meccanica dal terreno alla della struttura limitato. nenti. E il progettista che tipologia strutturale e al
costruzione, man mano che Ovviamente, quando arriver dovrebbe guidare il commit- livello di danno accettato in
l'energia entra il moto si il terremoto, ci sar un conto tente verso la scelta migliore. condizioni sismiche, progetto
manifesta con intensit cre- da pagare per rendere nuova- Questo aspetto viene descritto della struttura con le forze
scente, al termine dell'evento mente funzionale la costru- dal fattore di struttura q. Tale sismiche ridotte in base al
il moto si riduce e la costru- zione e questo conto sar fattore parte dal valore unita- fattore di struttura, attua-
zione ritorna in quiete dopo proporzionale al danneggia- rio per le strutture progettate zione di tutte le regole di
che tutta l'energia entrata mento. Il proprietario si trova per non danneggiarsi e dettaglio volte a garantire
stata smaltita o, pi tecnica- quindi di fronte all'alternativa assume valori via via pi che la struttura abbia effetti-
mente, dissipata. L'ampiezza di scegliere se investire di pi grandi in base allefficacia dei vamente la capacit di dissi-
del moto che si manifesta e nella realizzazione di una meccanismi di danneggia- pare lenergia sismica in
le associate sollecitazioni nuova costruzione o mento attivati per dissipare modo coerente con il fattore
sulle costruzioni sono tanto rischiare di spendere molto lenergia. Ci determina una di struttura adottato.
pi limitate quanto pi il
sistema capace di dissipare Vista di cantiere realizzazione sede e stabilimenti aziendali Gruppo Castellini, Cazzago S. Martino (BS) - ph. TTM Laser spa
velocemente l'energia che sta
entrando.
Nell'approccio convenzionale
al problema, suggerito nelle
principali normative interna-
zionali ed in quella nazionale,
la dissipazione di energia de-
riva principalmente dal dan-
neggiamento della
costruzione, danneggiamento
che coinvolge inizialmente
gli elementi non strutturali
(tramezzi, infissi, ecc.) per
arrivare alla plasticizzazione
dei componenti strutturali
nel caso di eventi particolar-
mente intensi (Figura 2.2).

Figura 2.2 - Relazione tra risposta sismica e danneggiamento della costruzione. Figura 2.3 - Riduzione dell'azione di progetto al crescere del fattore di struttura

14 15
APPROCCI INNOVATIVI

Negli ultimi anni stanno trovando applicazione approcci pi razionali


ed efficaci alla questione del controllo dei parametri che definiscono
la risposta sismica. La crescente diffusione di queste soluzioni
stata anche sostenuta dalla recente normativa che ne permette
ladozione senza particolari vincoli burocratici.
In sintesi, la risposta sismica pu essere migliorata adottando due
strategie differenti. La prima interviene sul periodo proprio della
costruzione. Come evidente dallo spettro di risposta (Figura 2.1), se
la costruzione oscilla pi lentamente (periodo pi lungo), le accele-
razioni e le forze sismiche si riducono. Il risultato si pu ottenere
introducendo un sistema flessibile, chiamato isolamento sismico,
tra la fondazione solidale al terreno e la parte superiore della
costruzione. La seconda strategia interviene sulla dissipazione e si
attua introducendo dispositivi speciali, i dissipatori sismici, che prov-
vedono a dissipare lenergia in ingresso, evitando che questa
produca un danneggiamento sulla costruzione. Le due tecniche pos-
sono anche essere combinate per ottimizzare la prestazione com-
plessiva e sono disponibili sul mercato dispositivi di dissipazione e
isolamento basati su tecnologie differenti e pensati per soddisfare
le esigenze pi varie.
Sotto laspetto del rapporto costi-benefici, queste tecniche risultano
sicuramente convenienti in una valutazione complessiva nel ciclo di
vita della costruzioni. In ogni caso, anche i costi iniziali di costruzione
sono spesso confrontabili con quelli di una soluzione tradizionale
perch i maggiori costi dei dispositivi sono in buona parte compen-
sati dalle economie che si possono fare nella struttura, dove le solle-
citazioni sono maggiormente ridotte e non necessario adottare gli
onerosi dettagli costruttivi richiesti dalla progettazione tradizionale.

16 17
Riqualificazione Cascina Merlata, Milano - Costruttore Metallico: Bertero Mario srl
IL CONTRIBUTO DELLACCIAIO
PER LA SICUREZZA SISMICA DEGLI EDIFICI
Un dato di fatto: le costruzioni in acciaio sono ampiamente diffuse in quelle aree geogra- Anche per quanto riguarda il periodo proprio, l'esito in termini di costruzione conse-
fiche dove i terremoti risultano particolarmente intensi e dove la cultura della costruzione guenza diretta delle caratteristiche del materiale. Parlando di una grandezza legata alla
anti-sismica ormai consolidata. In primis, Stati Uniti e Giappone. rigidezza, pu essere utile valutare la rigidezza specifica, intesa come rapporto tra
I motivi di questo successo possono essere individuati facilmente analizzando i tre prin- modulo elastico e peso specifico. Si ottengono circa 250km per la muratura, 1300km
cipali parametri introdotti in precedenza: massa, periodo proprio e capacit dissipativa. per il calcestruzzo e 2600km per l'acciaio. Sebbene i materiali possano essere ordinati
Per quanto riguarda la massa, evidente che tanto maggiore il rapporto tra capacit allo stesso modo in termini di resistenza e rigidezza, si osserva che le differenze sono
resistente del materiale e peso specifico, tanto pi la struttura risulter leggera e subir meno importanti nel caso della rigidezza e, ad esempio, l'acciaio molto pi resistente
azioni sismiche limitate. Il rapporto citato viene solitamente indicato come "resistenza del calcestruzzo ma non pi rigido nella stessa misura. Quello che consegue in termini
specifica" ed uno dei parametri principali con cui si caratterizzano le prestazioni mec- di progetto, che un telaio in acciaio e un telaio in calcestruzzo che presentano la stessa
caniche dei materiali. Per un confronto quantitativo, pu essere utile valutare i rapporti resistenza non presentano la stessa rigidezza e quello in acciaio risulter pi deforma-
che si ottengono per i pi diffusi materiali da costruzione; per le buone murature esistenti bile, a volte troppo, e sar necessario inserire dei controventi. In generale, le strutture
in compressione si ottengono valori attorno a 500m, per il calcestruzzo compresso 1400m, metalliche forniscono costruzioni con periodi propri pi lunghi ai quali sono associate
mentre la carpenteria metallica (tesa o compressa) fornisce valori attorno a 4500m. Non accelerazioni sismiche pi ridotte (vedi spettro di risposta di Figura 2.1)
si tratta solo di questo, nelle costruzioni a destinazione residenziale o per uffici, una parte L'ultima questione riguarda la capacit della costruzione di dissipare energia durante
importante della massa deriva dall'involucro, dai tramezzi e dalle altre componenti di eventi sismici intensi. Questa capacit riconducibile alla deformazione plastica della
finitura. Le tecniche tradizionali come muratura e calcestruzzo armato, realizzate in opera struttura e dipende dalla duttilit del materiale, dalla conformazione dei componenti
con tempi lunghi dettati dalla maturazione dei leganti, si associano solitamente a sistemi strutturali e dalla distribuzione delle resistenze all'interno della struttura. La duttilit
di completamento pesanti, realizzati anche loro in opera con laterizi e malte cementizie. del materiale costituisce una dote iniziale che pu tradursi in duttilit locale dei compo-
Diverso il caso della struttura metallica, prefabbricata e connessa a secco, che si associa nenti e, infine, in duttilit globale della struttura a patto di seguire regole di progettazione
razionalmente e convenientemente a sistemi di completamento analoghi (leggeri, precise e codificate. Un materiale poco duttile, come la muratura, non potr quindi
prefabbricati e connessi a secco). E' quindi tutto il processo costruttivo della costruzione generare una struttura duttile mentre un materiale come l'acciaio, che presenta una
metallica che conduce a strutture generalmente pi leggere e sottoposte ad azioni duttilit elevatissima, pu raggiungere livelli di dissipazione di energia preclusi agli altri
sismiche pi contenute. sistemi strutturali.

T Hotel, Cagliari - Costruttore Metallico Cualbu srl - ph. Francesco Bittichesu / Studio Planarch, Studio Marco Piva
I TERREMOTI NON SONO TUTTI UGUALI

Le scelte strutturali in zona terreno (Figura 4.1) e le infor- sta in un sistema con periodo della costruzione e la proba-
sismica sono strettamente mazioni di interesse possono proprio di vibrazione T. In que- bilit di subire un terremoto
connesse alle caratteristiche essere scomposte, in termini sto caso lintensit pu essere maggiore di quello conside-
del terremoto di progetto qualitativi, in un fattore di associata al valore di accele- rato nel dimensionamento,
previsto nel luogo in cui si scala, che descrive lintensit razione corrispondente al parametri che influenzano
costruisce. E quindi utile dellevento, e nei suoi conte- periodo T=0, e corrispondente lazione di progetto dipen-
definire dei parametri che nuti in frequenza, che descri- alla massima accelerazione dono dal luogo e sono so-
permettano di descrivere vono la variabilit del moto e del terreno, mentre i contenuti stanzialmente tre: la
terremoti sostanzialmente producono effetti differenti su in frequenza influenzano la posizione geografica del
diversi in termini di risposta costruzioni con periodi di forma dello spettro e i mas- luogo in cui si costruisce, le
strutturale e correlare questi vibrazione diversi. Ai fini del simi valori attesi al variare del caratteristiche meccaniche
parametri con informazioni progetto utile descrivere periodo proprio delledificio. degli strati superficiali del
deducibili dal luogo di questi aspetti tramite gli Una volta decisi alcuni aspetti terreno e le caratteristiche
costruzione. spettri di risposta elastici che di carattere generale che ri- morfologiche del terreno.
Un terremoto descritto da forniscono direttamente il guardano la misura della si- In Figura 4.2 sono riportati
una storia di accelerazione del massimo della risposta previ- curezza, come la vita utile i valori di accelerazione

Figura 4.1 - Accelerogramma

Figura 4.2 - Pericolosit sismica nazionale

20 21
Figura 4.3 - Influenza delle caratteristiche del
terreno sull'azione sismica di progetto.

del terreno attesi sul territorio italiano (probabilit di superamento del 10% in 50
anni). E evidente come nel territorio nazionale esistano situazioni fortemente di-
versificate e in alcune aree lazione sismica influenza molto poco le scelte strut-
turali e i costi di costruzione mentre in altre aree laccelerazione piuttosto grande
e condiziona fortemente le scelte progettuali. Una volta inquadrato il problema in
termini geografici, diventa importante la localizzazione di dettaglio e le caratteri-
stiche di deformabilit del terreno. In generale, terreni pi deformabili determinano
azioni sismiche pi intense, soprattutto nel caso di edifici con periodo di vibrazione
lungo. Quanto detto risulta evidente dalla sovrapposizione degli spettri di progetto
per le 5 classi di terreno considerate dalla normativa (Figura 4.3). Anche in questo
caso le situazioni di progetto possono cambiare significativamente da caso a caso
e costruzioni vicine ma fondate su terreni di diversa natura possono essere inte-
ressate da azioni sismiche molto differenti.
Lultimo aspetto riguarda la morfologia superficiale del terreno e la situazione
peggiora passando da una costruzione su terreno pianeggiante ad una su pendio
o su cresta, come descritto dagli spettri di Figura 4.4.

Figura 4.4 - Influenza della morfologia del terreno


sull'azione sismica di progetto.

Sede e Stabilimento MTA, Rolo (RE) - Costruttore Metallico: OCML spa - ph. Marcela Grassi / Giuseppe Falchetti, Nicola Tommaso Bettini
IL QUADRO NORMATIVO ITALIANO
E INTERNAZIONALE
Le normative per le costruzioni in zona sismica costituiscono lo strumento con il
quale i governi cercano di perseguire lobiettivo della garanzia della sicurezza delle
strutture e delle infrastrutture in caso di eventi sismici, obiettivo direttamente con-
nesso con la salvaguardia delle comunit amministrate e la continuit delle attivit
produttive coinvolte. Le normative antisismiche sono in genere costituite da due
componenti distinte: da una parte la classificazione sismica del sito e dallaltra le
regole di progettazione per le strutture. La classificazione sismica ha lobiettivo di
indicare dove si possono manifestare eventi sismici e quale pu essere la loro entit.
Le regole di progettazione spaziano da prescrizioni per la corretta concezione e
organizzazione della struttura fino ai dettagli costruttivi, passando per le raccoman-
dazioni sui pi idonei strumenti di analisi per la previsione del comportamento delle
costruzioni durante i terremoti. Ne consegue che le normative antisismiche derivano
dagli studi sviluppati e dalle esperienze accumulate in due differenti discipline: la
sismologia per la parte legata alla classificazione sismica, lingegneria strutturale
per la parte relativa alle regole di progettazione.

Centro Commerciale "I Ciliegi", Vignola (MO) - Costruttore Metallico: Stahlbau Pichler srl - ph. Oskar da Riz
CENNI STORICI LEGGE 64/1974 DAI TERREMOTI IN FRIULI VENEZIA GIULIA
ED IRPINIA ALLORDINANZA 3274/2003

Antesignani delle normative ossatura in legno, di ferro, di Bisogna attendere alcuni de- di qualche anno la legge n. Gli studi di carattere sismolo- losit, eliminando le zone non (calcestruzzo armato, acciaio,
antisismiche nazionali sono cemento armato o di mura- cenni per un diverso approccio 1086 del 1971 Norme per la gico effettuati allindomani del classificate. E un punto di composte acciaio e calce-
stati alcuni decreti emanati a tura armata, limitando la mu- al problema della sicurezza disciplina delle opere di con- terremoto del Friuli Venezia svolta importante perch struzzo, legno, muratura). Il
partire dal 1600 nel Regno di ratura in mattoni o in blocchi sismica, quando nel 1974 glomerato cementizio armato, Giulia del 1976 e di quello in viene riconosciuto che tutto in forte sintonia con il
Napoli e successivamente di pietra squadrata o listata, viene approvata la legge della normale e precompresso ed a Irpinia del 1980, svolti allin- nessuna area dellItalia pu sistema di normative gi
nello Stato Pontificio in rispo- alle costruzioni di un solo Repubblica Italiana n. 64 struttura metallica che rego- terno del Progetto Geodina- ritenersi non interessata al definito a livello europeo, di
sta a terremoti distruttivi che piano. Per quanto riguarda le Provvedimenti per le costru- lamenta le costruzioni in zone mica del CNR, portarono ad problema sismico. fatto segnando il passaggio
avevano colpito le locali popo- azioni sismiche, la norma zioni con particolari prescri- non sismiche e che presenta un notevole aumento delle Altro aspetto di novit dellor- dalle norme di vecchia conce-
lazioni. Si trattava essenzial- prescriveva di considerare zioni per le zone sismiche. una simile impostazione con conoscenze sulla sismicit dinanza stato quello di pub- zione puramente prescrittive a
mente di indicazioni per la forze statiche orizzontali e Tale legge delega il Ministro delega ai decreti ministeriali del territorio nazionale che blicare le norme tecniche di quelle di nuova concezione di
costruzione di sistemi contro- verticali proporzionali ai pesi. dei Lavori Pubblici: per le indicazioni progettuali consentirono la formulazione progettazione antisismica che impostazione prestazionale.
ventati (sistema baraccato alla Le azioni statiche dovute al n allemanazione di norme da aggiornare periodicamente di una proposta di classifica- comprendono, per la prima In tale ambito gli obiettivi della
beneventana) e di imposizioni peso proprio ed al sovracca- tecniche per le costruzioni in base al progresso delle zione sismica su base proba- volta in un documento unico, progettazione che la norma si
sulle altezze massime degli rico dovevano essere aumen- sia pubbliche che private, conoscenze tecniche e scien- bilistica. Con appositi decreti le diverse tipologie di costru- prefigge vengono dichiarati ed
edifici e gli spessori minimi tate di una percentuale che da effettuarsi con decreto tifiche. In conseguenza del ministeriali, tra il 1981 ed il zioni (edifici, ponti ed opere di i metodi utilizzati allo scopo
delle murature portanti. E il rappresentasse leffetto delle ministeriale, di concerto con il riordino normativo della 1984, il 45% del territorio na- fondazione e di sostegno dei vengono singolarmente
drammatico terremoto di vibrazioni sussultorie. Ministro per l'Interno, sentito il materia edilizia, le disposizioni zionale fu classificato sismico terreni) nei differenti materiali giustificati.
Messina del 1908, uno degli Le azioni dinamiche dovute Consiglio Superiore dei Lavori previste dalla legge n. 64 del (con una suddivisione in tre
eventi pi catastrofici del XX al moto ondulatorio venivano Pubblici, e con la collabora- 1974 sono successivamente categorie) e in tali zone di-
secolo, a spingere lallora invece rappresentate attra- zione del Consiglio Nazionale confluite, con alcune modifi- venne obbligatorio il rispetto
governo del Regno dItalia verso accelerazioni applicate delle Ricerche (CNR); che, nel DPR 6 giugno 2001, delle specifiche norme antisi-
allemanazione delle prime alle masse del fabbricato in n allaggiornamento della n. 380, Testo unico delle di- smiche per le costruzioni.
norme antisismiche italiane due direzioni ortogonali e classificazione sismica sposizioni legislative e regola- Tale classificazione rimasta
(Regio Decreto n. 193 del 18 agenti in entrambi i sensi attraverso appositi decreti mentari in materia edilizia, il in vigore per due decenni fino
Aprile 1909). Per la prima di ciascuna direzione. ministeriali sulla base di cui Capo IV reca Provvedi- a quando, dopo il terremoto
volta si parla di individuazione comprovate motivazioni menti per le costruzioni del 2002 in Puglia e Molise, al
delle zone sismiche in Italia, tecnico-scientifiche. con particolari prescrizioni fine di fornire una risposta
anche se non si trattava altro Uninnovazione di metodo per le zone sismiche, con immediata alla necessit di
che della mappa dei territori molto importante dato che disposizioni specifiche relative aggiornamento della classifi-
colpiti da forti terremoti. fino al 1974 in Italia i comuni alle norme per le costruzioni cazione sismica e delle norme
Di conseguenza la maggior erano stati classificati come in zone sismiche, alla relativa antisismiche, viene emanata
parte delle zone dItalia non sismici e sottoposti a norme vigilanza, nonch alle moda- l'Ordinanza del Presidente del
era classificata come sismica. restrittive per le costruzioni lit di repressione delle Consiglio dei Ministri n.3274
Tra le varie indicazioni fornite solo dopo essere stati forte- violazioni. del 2003. Tale provvedimento
per la progettazione, veniva mente danneggiati dai A tuttoggi tale legge costitui- legislativo ha riclassificato
prescritto che le costruzioni terremoti. sce il punto di partenza per le lintero territorio nazionale in
fossero realizzate con una La legge n. 64 del 1974 segue prescrizioni in zona sismica. quattro zone a diversa perico-
Passerella pedonale sul Canal Grande di Trieste - Costruttore metallico: Officine Bertazzon spa

26 27
LE NORME TECNICHE PER LE EUROCODICI E FUTURI SVILUPPI
COSTRUZIONI

Limpostazione introdotta con e ambientali, la progettazione Gli Eurocodici forniscono delle zione strutturale secondo un
lordinanza stata confermata per azioni sismiche descritta regole unificate per la proget- approccio prestazionale pre-
dallultimo aggiornamento nel capitolo 7 per i diversi ma- tazione e la verifica di sicu- sentato per obiettivi (principi) e
attualmente in vigore, ossia teriali (allacciaio dedicato il rezza delle strutture e dei indicazioni per raggiungere gli
il Decreto Ministeriale del 14 paragrafo 7.5 e alle strutture prodotti da costruzione nel- obiettivi prefissati. Sono suddi-
gennaio 2008 Nuove norme composte acciaio e calce- lambito dellingegneria civile. visi in dieci volumi e si parte
tecniche per le costruzioni struzzo il paragrafo 7.6), infine Sono il frutto della raccolta dallEurocodice 0 che definisce
successivamente affiancato il capitolo 8 rivolto ai pro- delle esperienze nazionali dei i concetti di base per la pro-
dalla Circolare del 2 febbraio blemi specifici delle costru- paesi europei e del contributo gettazione strutturale a garan-
2009, n. 617 contenente Istru- zioni esistenti. A tali regole di di comitati tecnici internazio- zia delle sicurezza delle
zioni per l'applicazione delle progettazione si affianca la nali cos come di organizza- costruzioni, seguito dallEuro-
Nuove norme tecniche per le possibilit di fare riferimento zioni scientifiche, il tutto ad codice 1 che introduce le
costruzioni di cui al decreto alla normativa europea sulle opera del Comitato Europeo di azioni (escluso il sisma) da
ministeriale del 14/01/2008. strutture (Eurocodici), utile Normazione (CEN). Gli Euro- considerare sulle costruzioni.
In tale decreto lazione sismica riferimento per tutti gli aspetti codici forniscono una mole Gli Eurocodici dedicati ai di-
descritta nel capitolo 3 non esplicitamente trattati rilevante di informazioni e versi materiali sono il 2 (calce-
insieme alle azioni antropiche nella normativa italiana. indicazioni per la progetta- struzzo armato), 3 (acciaio),
Ponte ad Ala (TN) - vista generale e dettaglio dell'impalcato in fase di cantiere - Costruttore Metallico: Officine Bertazzon spa

Sede e stabilimenti AS do MAR, Olbia - Costruttore metallico: Profilsider spa Sede SACMI Forni, Casalgrande (RE) - ph. Studio di Ingegneria Monti

28
4 (strutture composte acciaio e valori indicativi riportati. Tali che applicative finanziate nale, segue un processo conti-
calcestruzzo), 5 (legno), 6 (mu- modifiche vengono realizzate allaggiornamento e amplia- nuo di evoluzione e aggiorna-
ratura), 9 (alluminio). Vi sono per ciascuno stato tramite mento delle normative per mento. Al momento sono in
poi lEurocodice 7 dedicato alla lemanazione di documenti di comprendere nuovi soluzioni e corso due azioni che interes-
progettazione geotecnica e applicazione nazionale. nuovi sistemi strutturali. seranno a breve il progettista.
lEurocodice 8 che si occupa Con la pubblicazione nel 2007 Un discorso a parte va fatto La prima riguarda l'evoluzione
della progettazione strutturale della corrente versione degli quando si parla di interventi su della norma nazionale, il
in zona sismica, integrando le Eurocodici iniziata la fase di edifici esistenti costituenti il nuovo testo stato approvato
indicazioni generali presentate implementazione negli stati patrimonio storico e artistico. dal Consiglio Superiore dei
per i singoli materiali negli membri, aprendo la possibilit Viste le specificit della situa- Lavori Pubblici il 14 novembre
altri volumi. ai progettisti delle strutture di zione italiana, si sentiva 2014 ed al momento in corso
Nello specifico, lEurocodice 8 diffondere allinterno dellEu- lesigenza di indicazioni che l'iter per l'approvazione defini-
suddiviso in una parte 1 (re- ropa in modo molto pi age- potessero costituire un aiuto al tiva, che comprende il passag-
gole generali, azioni sismiche vole la propria attivit, a tutto progettista impegnato a lavo- gio alla Conferenza
e regole per gli edifici), 2 vantaggio della libera circola- rare sul patrimonio esistente, Stato-Regioni e la verifica da
(ponti), 3 (valutazione e ade- zione delle idee. Parallela- indicazioni che non era possi- parte dei Ministeri interessati.
guamento degli edifici), 4 mente si registrato un bile reperire in normative extra La bozza approvata non con-
(silos, serbatoi e condotte), 5 interesse verso gli Eurocodici nazionali. In tale situazione, un tiene variazioni significative
(fondazioni, strutture di conte- in ambito internazionale come valido riferimento dato dalle ma fornisce utili approfondi-
nimento ed aspetti geotecnici), standard di riferimento e pos- Linee guida per la valutazione menti e indicazioni, soprattutto
6 (torri, pali e camini). LEuro- sibile alternativa alle norma- e la riduzione del rischio si- per quanto riguarda gli inter-
codice 8 parte 1 presenta tive nordamericane che hanno smico del patrimonio culturale venti sulle costruzioni esi-
quattro capitoli generali a se- tradizionalmente avuto tale con riferimento alle Norme stenti. La seconda azione
guire capitoli specifici per i vari ruolo per diversi decenni, tecniche per le costruzioni di riguarda il processo di revi-
materiali strutturali, dei quali chiaro e lusinghiero dato che cui al decreto del Ministero sione degli Eurocodici, iniziato
il capitolo 6 e il capitolo 7 con- conferma limportanza del delle Infrastrutture e dei tra- nel 2014 su mandato della Co-
tengono le regole specifiche grande sforzo di unificazione sporti del 14 gennaio 2008 munit Europea. La revisione
rispettivamente per le costru- normativo intrapreso e dei ri- pubblicate nel 2011. Nel capi- di tutti gli Eurocodici prevede
zioni in acciaio e composte sultati raggiunti. Tuttavia, no- tolo 6 di tali linee guida, dedi- un percorso piuttosto artico-
acciaio e calcestruzzo. nostante lampio corpo cato ai criteri di intervento per lato e si concluder nel 2019.
Per soddisfare le diverse normativo europeo, le norma- il miglioramento sismico e alle Associazione "La Nostra Famiglia", Bosisio Parini (LC) - ph. Beppe Raso / Studio Paolo Bodega, Studio Maurizio Varratta
esigenze e condizioni locali tive nordamericane e statuni- tecniche di intervento, esplicita
degli stati appartenenti alla tensi in particolare rimangono menzione fatta agli interventi
Comunit Europea, gli Euro- ancora un utile riferimento, basati sulluso di elementi
codici sono organizzati in soprattutto per lacciaio in in acciaio che, come gi
modo da permettere in modo zona sismica vista la consoli- discusso, presentano indubbi
semplice modifiche nelle pre- data tradizione americana vantaggi e potenzialit di
scrizioni tramite lassegna- sullargomento e la maggior impiego.
zione di parametri che rapidit con la quale spesso si Il quadro normativo italiano,
possono essere diversi dai passa dalle numerose ricer- cos come quello internazio-

30 31
NUOVE REALIZZAZIONI

EDIFICI PER RESIDENZE E UFFICI

COSTRUZIONI PER LINDUSTRIA


E LE ESPOSIZIONI

PONTI E VIADOTTI

ESEMPI REALIZZATIVI

Abitazione monofamiliare, Bellegra (RM) - Costruttore Metallico: Greco Lavorazioni Metalliche - ph. Enrico Bianchi
EDIFICI PER RESIDENZE E UFFICI

Figura 6.1 - Schemi tipologici e fattori di struttura


Nelle nuove costruzioni l'edifi- alternative: il sistema struttu- diverse. Oltre agli aspetti ciato fattore di struttura
cio multipiano viene solita- rale in calcestruzzo armato prestazionali, interessante (fattore di riduzione delle
mente concepito sulla base o il sistema strutturale in mettere in evidenza come la azioni di progetto) variano
di un sistema strutturale a acciaio. Come gi discusso, soluzione metallica presenti all'interno di campi piuttosto
telaio, composto da elementi la soluzione metallica in una panoramica di possibilit stretti. Il fattore di struttura
lineari, travi e pilastri, e solai generale pi razionale in zona decisamente pi ampia e fles- varia approssimativamente
dotati di elevata rigidezza nel sismica, anche se molto sibile rispetto alla soluzione in tra 3 e 5. I meccanismi di pla-
piano orizzontale. Progettista, spesso motivazioni legate alla cemento armato. sticizzazione e il conseguente
costruttore e committente si tradizione del costruire e del Le capacit dissipative delle danneggiamento interessano
trovano di fronte a due scelte progettare conducono a scelte costruzioni di c.a. e l'asso- l'estremit delle travi e la

Abitazione privata a Foligno (PG) - Costruttore Metallico: Poly srl

Figura 6.1b

Edificio Autorit Portuale di Ravenna con Controventi a V


Edificio a telaio per il
terminal Lido di Venezia
Costruttore Metallico:
Officine Bertazzon spa

Vista di controventi eccentrici - Sede e Stabilimento URSA, Bondeno (FE) - Costruttore Metallico: Stahlbau Pichler srl - ph. Archliving srl

Edificio residenziale a Santa Maria Nuova (AN) con controventi a instabilit impedita

base dei setti, restituendo fattori di struttura molto tante avere fattori di riduzione e il sistema progettato per buona rigidezza. In caso di tengono anche i controventi sistemi sismo-resistenti a plica le operazioni di sostitu-
una costruzione che richiede bassi, tra 1 e 2, associati ad grandi. Tra l'altro, un fattore non danneggiarsi durante il terremoto si plasticizzano i con diagonali ad instabilit telaio. I fattori di riduzione va- zione che diventano pi one-
interventi di ripristino diffusi accelerazioni sismiche di di struttura piccolo significa terremoto. Gli altri sistemi soli diagonali e la loro sosti- impedita o BRB (Buckling- riano tra 4 e 6.5. I due sistemi rose nel caso dei telai dove il
sui telai e sui piani. progetto molto grandi? Nelle danneggiamento limitato in codificati sono tutti organiz- tuzione poco costosa e ve- Restrained Braces). In questo sono morfologicamente di- danno pu risultare diffuso
Nella costruzione di acciaio costruzioni in acciaio, a volte, caso di sisma e facilita la zati secondo uno schema di loce. Un livello superiore di caso i diagonali sono dei veri versi, i controventi eccentrici su ampie porzioni dell'edifi-
si possono adottare sistemi s. Se la costruzione leg- rifunzionalizzazione della orizzontamenti rigidi che tra- dissipazione si pu ottenere e propri dispositivi di dissipa- sono progettati in modo da cio. A seguire alcune realiz-
sismo-resistenti tipologica- gera, la forza sismica pu es- costruzione. sferiscono le azioni orizzon- con i controventi concentrici zione, capaci di fornire pre- concentrare la plasticizza- zazioni con tipologie strut-
mente diversi, ai quali sono sere contenuta anche per Un excursus tipologico dei tali a pochi elementi verticali con diagonali tese, in questo stazioni superiori e pi zione e il danneggiamento su turali diverse che mettono in
associati fattori di struttura accelerazioni elevate. In sistemi sismo-resistenti in di controvento dotati di capa- caso il fattore di struttura controllabili. Le prestazioni piccole porzioni della trave, evidenza come la soluzione
che variano tra 1 e 6.5 e molte situazioni i requisiti mi- acciaio potrebbe iniziare dai cit dissipative pi o meno pari a 4. Come in precedenza, pi elevate in termini di fat- chiamate link, mentre nei ottimale possa variare da
danneggiamenti che spesso nimi di rigidezza e resistenza sistemi con fattore di strut- elevate (vedi Figura 6.1). la dissipazione si concentra tore di struttura, sempre che telai il danneggiamento caso a caso, in relazione alla
si concentrano su pochi ele- vengono dalle verifiche in tura q=1, progettati senza I controventi con diagonali a sui soli diagonali, semplifi- siano effettivamente utili avviene all'estremit delle sismicit locale, al sistema
menti facilmente ripristina- presenza di vento e l'azione nessuno sconto sulle azioni V, dritta o rovescia, presen- cando le operazioni di ripri- nell'economia generale del travi ed diffuso su campate costruttivo nel suo complesso
bili. Pu venire da chiedersi: sismica diventa un'azione se- sismiche. In questo caso non tano una duttilit limitata stino. Alla stessa famiglia di progetto, si ottengono con i e piani. Il danneggiamento e alla funzione della costru-
interessante progettare con condaria e non pi impor- ci sono vincoli alla morfologia (q=2-2.5) ma possiedono una controventi reticolari appar- controventi eccentrici e con i delle travi ovviamente com- zione.

36 37
COSTRUZIONI
PER LINDUSTRIA E LE ESPOSIZIONI

modesta, la grande maggio-


ranza delle costruzioni a desti-
nazione produttiva siano
realizzate in acciaio e il c.a.
trovi applicazione negli inse-
diamenti produttivi minori
mentre in Italia, dove la peri-
Figura 7.1 Figura 7.2 Figura 7.3a
colosit sismica medio-alta,
Esiste un settore del mondo la possibilit di ampliamento, che di regola prevedono siano privilegiate le costruzioni
delle costruzioni dove le la possibilit di ricolloca- chiusure verticali e coperture in cemento armato (precom-
strutture in acciaio hanno mento. Tutti aspetti dove le in pannelli prefabbricati presso) e, in parte, anche in
sempre dimostrato di poter specificit della costruzione leggeri, in lamiera con strati muratura (Figura 7.4).
fornire ottime prestazioni: il in acciaio possono essere di coibentazione interna, per Per completare il panorama
settore degli ambienti per la valorizzate, come confer- cui la considerazione sulla utile anche ricordare che le
produzione o per le esposi- mano alcuni esempi illustri. leggerezza si estende alla normative nazionali hanno in
zioni. Si tratta di due ambiti Un esempio fornito dalla costruzione nel suo insieme. passato privilegiato le indica-
funzionali che devono rispon- soluzione studiata da Renzo Per quanto riguarda le scelte zioni per la progettazione si-
dere a richieste simili di uti- Piano per il Renault centre progettuali, facile trovarsi di smica degli edifici multipiano,
lizzo dello spazio e impiegano (Figura 7.1), sviluppata con fronte a priorit invertite ri- rispetto alle costruzioni pre-
di conseguenza tipologie particolare attenzione alle spetto agli edifici multipiano. fabbricate di tipo industriale.
Figura 7.3b - Leggerezza del sistema acciaio - ph. Profilsider spa (a), Daniele Domenicali (b)
strutturali analoghe. La questioni che riguardano la Le masse sono cos ridotte Leffetto combinato di elevata
necessit primaria quella modularit e la possibilit di che lazione sismica diventa pericolosit sismica del
di coprire spazi ampi senza ampliamento, o le officine secondaria rispetto allazione territorio e la diffusa elevata
pilastri intermedi con coper- Jakem di Santiago Calatrava orizzontale dovuta al vento, vulnerabilit delle costruzioni
ture a quote generalmente (Figura 7.2) dove la copertura proporzionale allampiezza prefabbricate in c.a.p. deter-
superiori a quelle degli inter- realizzata con elementi delle superfici. Il progetto mina attualmente un significa- Figura 7.4 - Diffusione
piani delle costruzioni resi- leggeri e piegabili che otti- viene spesso sviluppato tivo livello di rischio sismico dei sistemi costruttivi
dei nostri insediamenti indu- per edifici industriali
denziali. Le grandi luci sono il mizzano il trasporto e la senza far ricorso a fattori di
campo di utilizzo dove mate- posa in opera. riduzione dellazione sismica, striali, come del resto portato
riali con elevata resistenza, Se si analizza la questione e i vantaggi che si riscontrano allevidenza dal terremoto
come lacciaio, possono della prestazione sismica adottando una costruzione in dellEmilia del 2012.
essere sfruttati in modo sulla base dei tre parametri acciaio per queste tipologie Nelle nuove costruzioni,
ottimale, spesso mediante fondamentali individuati in strutturali vengono enfatizzati lacciaio sta trovando una
ladozione di sistemi retico- precedenza, massa, periodo nelle zone sismiche. diffusione crescente anche nel
lari. Ma non solo una que- proprio e duttilit, imme- Il panorama nazionale delle mercato nazionale e la sua ri-
stione di fattibilit. Nel diato osservare la sostanziale costruzioni esistenti restituisce dotta sensibilit alle azioni si-
mondo della produzione e assenza del primo (Figure purtroppo un quadro piuttosto smiche sta promuovendo
delle esposizioni giocano un 7.3), almeno per quanto irrazionale. Studi recenti con- la ricerca di soluzioni pi
ruolo fondamentale anche riguarda gli elementi struttu- fermano come nella maggior flessibili e di maggior qualit
altri aspetti: la velocit di rali. Queste strutture appar- parte dellEuropa, soggetta ad architettonica, di cui si
esecuzione, la modularit e tengono a sistemi costruttivi una sismicit mediamente riportano alcuni esempi.

39
PONTI E VIADOTTI
La progettazione dei ponti in Italia ha attraversato un processo di cambiamento
piuttosto radicale negli ultimi 15-20 anni. Se si osservano i ponti di realizzazione pi
recente, si nota una ricorrente diversit di sistema costruttivo e schema statico
rispetto ai loro predecessori. Sono sostanzialmente due le cause di questa evolu-
zione: la razionalizzazione del sistema costruttivo e l'avvento di nuovi criteri e nuove
norme per la progettazione sismica.
Per lungo tempo la soluzione costruttiva pi diffusa per la realizzazione di ponti e
viadotti si basata sull'adozione di travi prefabbricate in c.a.p., semplicemente ap-
poggiate su sottostrutture disposte a breve distanza a causa della limitata capacit
del sistema nel realizzare luci importanti. Una scelta pi che altro determinata dal
mercato delle costruzioni, tradizionalmente orientato in Italia verso la produzione
di calcestruzzo e dei suoi derivati, dall'esperienza delle imprese e dalla cultura dei
progettisti. Queste soluzioni sono caratterizzate da pesi elevati e fondazioni impe-
gnative, sottostrutture invadenti, particolarmente penalizzanti nel caso di attraver-
samenti fluviali e scarsa durabilit.
Sotto l'aspetto sismico, evidente che un impalcato pesante in c.a.p. determina
azioni sismiche particolarmente impegnative. Oltre a questo aspetto utile ricordare
che le progettazioni di quel periodo sono state sviluppate in base a una conoscenza
del problema sismico non adeguata che ha prodotto risultati inefficaci nel fronteg-
giare eventuali terremoti. In particolare, il sistema di vincolo tra impalcato e sotto-
strutture non veniva progettato con forze adeguate e gran parte delle realizzazioni
utilizzava un sistema di vincolo (catena cinematica) che trasferisce l'azione sismica
di tutto l'impalcato ad un solo componente delle sottostrutture. La vulnerabilit
sismica dei ponti e viadotti esistenti ha trovato ampia conferma nei terremoti pi
recenti.
Il processo evolutivo della progettazione dei ponti ha determinato una trasforma-
zione del sistema costruttivo dell'impalcato e si orientato verso la soluzione con
travi affiancate in acciaio completate in opera con una soletta collaborante superiore
e schema statico a trave appoggiata. Questa la soluzione oggi pi diffusa per le
luci piccole e medie (40m-80m), mentre il campo delle luci maggiori sempre stato
di dominio dell'acciaio. L'evoluzione verso queste tipologie, gi ampiamente diffuse
nel resto d'Europa, stata inizialmente stimolata da motivazioni tecniche ed
economiche e si rafforzata a partire del 2003 con l'introduzione di norme specifi-
che per la progettazione sismica dei ponti che promuovevano indirettamente l'uti-
lizzo di sistemi costruttivi di questo tipo. Un impalcato acciaio-calcestruzzo presenta
azioni gravitazionali e masse sismiche molto pi piccole di quelle di un impalcato
convenzionale, producendo un'evidente economia nel dimensionamento di sotto-
strutture e fondazioni. Molto spesso i ponti vengono protetti dal sisma mediante un
sistema di appoggi deformabili e capaci di dissipare energia (isolamento sismico
alla base) che richiede l'adozione di dispositivi speciali (isolatori) per la realizzazione
del collegamento impalcato-sottostruttura. Anche in questo caso, la tipologia a
struttura composta contribuisce all'economia complessiva, poich richiede un
numero ridotto di travi affiancate, spesso solo due, e conseguentemente pochi
dispositivi di appoggio. A differenza di altri settori del mondo delle costruzioni, in
questo caso si assistito ad una trasformazione piuttosto veloce dove diverse
motivazioni, non esclusivamente legate all'ingegneria antisismica, hanno contribuito
ad indirizzare le realizzazione verso soluzioni non solo pi economiche e sicure ma
anche pi durevoli e di minor impatto ambientale.

Ponte ciclopedonale Parco San Giuliano, Mestre (VE) - Costruttore Metallico: MBM spa, CMP srl - ph. Daniele Badolato / Antonio di Mambro & Associates, Redesco Progetti
ESEMPI REALIZZATIVI
EDIFICI AD USO RESIDENZIALE

RESIDENZE VIA PIAVE a Marina di Grosseto (GR) EDIFICIO RESIDENZIALE MONOFAMILIARE a Lucignano (AR)

ph. Poly
ph. FPA

Ledificio, che ospita 36 unit abitative, costituito da 7 livelli compreso il sottotetto ed un Al confine tra i territori senesi e aretini, ledificio costituito da due piani fuori terra riprende
piano interrato che funge da garage. Gli appartamenti hanno una distribuzione interna esteticamente i colori e i materiali rurali del territorio. Le strutture portanti, totalmente
molto semplice e presentano tre vani, organizzati in soggiorno-cucina e camere, e di- antisismiche, sono in carpenteria metallica, con un graticcio di profili aperti HE e IPE a
spongono sempre di un accesso alle terrazze. Queste, diverse nelle dimensioni, sono stu- costituire i tralicci e coperture realizzate con capriate in travi reticolari ottenute da profili
diate per ombreggiare le numerose aperture degli appartamenti. angolari. Controventi in acciaio, insieme alla leggerezza ed alla resistenza delle strutture
Le strutture portanti sono caratterizzate da una maglia in travi e colonne in acciaio in portanti metalliche, garantiscono la sicurezza degli abitanti in caso di terremoti. Contor-
profili aperti ad H e I, con solai in lamiera grecata e getto collaborante di completamento. nata da un ampio giardino labitazione rivestita in laterizio, con finiture di pregio in tra-
Lossatura in acciaio ha permesso ampia libert progettuale consentendo inoltre di otte- vertino ed elementi lignei con colorazione rovere.
nere un edificio leggero, con massa ridotta; completano ledificio controventi di parete e
di piano realizzati con profili in acciaio. Per garantire unadeguata protezione dalla corro- Committente Privato Progettista Architettonico Massimo Monaci Progettista Strutturale Giovanni Corti
Costruttore Metallico Poly srl Sistema costruttivo Poly House
sivit dellambiente salino dove sorge la palazzina, le strutture, pur essendo lasciate a
vista come elemento architettonico, sono state zincate a caldo.

Committente STE.GI di Rosso D. & C. sas Progettista Architettonico Giuseppe Chigiotti Progettista Strut-
turale Massimo Bucciantini, Fabiano Baglioni, Leonardo Cherubini Impresa Piccola Soc. Coop. Produzione
e Lavoro Union Coop Teverola Costruttore Metallico CMT srl

EDIFICI AD USO UFFICIO

ABITAZIONE MONOFAMILIARE a Foligno (PG) EDIFICIO TENDENZA - COMPLESSO NET CENTER a Padova
ph. Poly

ph. Stahlbau Pichler


Situata in un comune classificato con sismicit 1, labitazione stata realizzata con strut- Il complesso NET Center sorge su una piastra di circa 15.000 mq ed formato da una
tura portante in travi e pilastri di acciaio in profili IPE e HE e reticolari costituite da profili torre di 20 piani fuori terra, contornata da edifici con diverse destinazioni duso: ricettivo,
angolari. Lossatura in acciaio, giuntata mediante bulloni ed opportunamente controven- commerciale e direzionale. Palazzo Tendenza caratterizzato da un disegno lineare ed
tata, garanzia di sicurezza nei confronti delle azioni sismiche grazie alla massima resi- lungo 140 m, largo 30 e alto 17 metri. Ledificio multipiano ha una struttura portante in
stenza e duttilit strutturale. Esternamente ledificio rivestito da pannelli prefabbricati, acciaio con facciate vetrate e frangisole in lamiera stirata di colore argenteo. La particolare
ancorati meccanicamente alla struttura principale in acciaio. Per assecondare le richieste forma a C del volume, con un lato delimitato da una facciata vetrata trasparente, resti-
architettoniche in linea anche con la tradizione umbra, i sottogronda ed i portici sono stati tuisce ai fruitori delledificio la sensazione di un luogo aperto, luminoso ed elegante. La
realizzati con travi in rovere e pianelle in cotto, recuperate dalla demolizione di un vecchio struttura in carpenteria metallica, di tipo intelaiato, protetta dalle azioni sismiche me-
fabbricato. diante controventi a croce in acciaio.

Committente Privato Progettista Architettonico Stefano Trabalza Progettista Strutturale Giovanni Corti, Committente Progetto Acciaio srl e NET srl Progettista Architettonico Aurelio Galfetti con Carola Barchi e
Alessandro Pinzuti Costruttore Metallico Poly srl Sistema costruttivo Poly House AU Studio Architetturaurbanistica Progettista Strutturale SPC srl Impresa Edilbasso spa Costruttore Metal-
lico Stahlbau Pichler srl Carpenterie Leggere e Serramenti Somec spa

EDIFICIO RESIDENZIALE MONOFAMILIARE a Bellusco (MB) NUOVO HEADQUARTER PROFILTUBI a Reggiolo (RE)
ph. Cogi

ph. Stahlbau Pichler


Labitazione monofamiliare di 15x8 m in pianta impiega un innovativo sistema costruttivo, Realizzata in seguito alla demolizione della preesistente struttura, danneggiata dal sisma
basato sullutilizzo di profili sottili formati a freddo in acciaio (CFS). Leccellente integra- del 2012, la palazzina uffici dellazienda produttrice di profili cavi in acciaio un esempio
bilit tra strutture portanti e materiali impiegati nelledilizia stratificata a secco ha per- lampante di come una struttura portante in acciaio possa consentire di realizzare in tempi
messo la realizzazione in tempi ridotti di un edificio dalle alte prestazioni ed rapidi (5 mesi) un edificio di due piani per 1.200 mq di superficie, sismoresistente e al-
energeticamente efficiente; la leggerezza intrinseca delle strutture garantisce inoltre una lavanguardia. Gli elementi, dal peso complessivo di 73 tonnellate, sono stati progettati e
massa sismica contenuta. Utilizzando profili in classe 4, ledificio stato progettato al li- preassemblati in officina dal costruttore, con tecnologia stratificata a secco in acciaio; la
mite elastico, con un fattore di struttura q prossimo allunit. I moduli di parete sono dotati prefabbricabilit dei moduli ha permesso un rapido montaggio in situ e scarsa ingerenza
di controventi realizzati mediante piatti in acciaio per le azioni orizzontali e di controventi sul cantiere. Completano e donano vivacit allopera rivestimenti in gres porcellanato, la-
a traliccio per le azioni longitudinali. La rigidezza degli impalcati garantita dai pannelli miere metalliche e lastre Aquapanel.
e dalle lamiere grecate, entrambi collegati allossatura portante in acciaio.

Committente Privato Progettista Architettonico Emanuele Tanzi Progettista Strutturale Marco Redaelli Committente Profiltubi spa Progetto Ing. Andrea Lombardini General Contractor e Costruttore Metallico
Costruttore Metallico Cogi srl Sistema costruttivo steelMAX Stahlbau Pichler srl
EDIFICI AD USO INDUSTRIALE, COMMERCIALE O ESPOSITIVO EDIFICI AD USO CIVILE: SCUOLE E OSPEDALI

SEDE STONE ISLAND a Ravarino (MO) SCUOLA PRIMARIAEDMONDO DE AMICIS a Fabbrico (RE)

ph. Premetal
ph. Niccol Barone

Il progetto ha previsto la parziale demolizione e ricostruzione di un fabbricato industriale Quarantacinque giorni per realizzare ex novo una struttura in classe energetica A di 1.600
interessato dal sisma del 2012. La struttura prefabbricata in cemento armato aveva mq in grado di ospitare 425 alunni in 19 classi: i numeri record dellintervento, dettato
manifestato infatti criticit tali da rendere preferibile la demolizione e ricostruzione di un dal danneggiamento e dalla totale inagibilit del precedente edificio scolastico, trovano
nuovo edificio in acciaio con tecnologie stratificate a secco: una prefabbricazione leggera nellacciaio e nelledilizia prefabbricata a secco il comun denominatore. Il telaio strutturale
che riduce al minimo la massa e quindi l'azione sismica di progetto. Lacciaio ha inoltre si sviluppa con moduli prevalenti di 6,95x6,95 m, realizzati con telai metallici incernierati
consentito ampia libert nella definizione dei volumi: l'edificio costituito da due corpi al piede. Ai telai sono state assegnate le azioni orizzontali derivanti dal vento e dal sisma.
distinti che si compenetrano, il primo corpo di fabbrica adibito a laboratorio mentre il La continuit dei moduli assicurata da un sistema di controvento di copertura a croci di
secondo corpo ha funzione di magazzino. Il laboratorio, a pianta trapezoidale, costitituito S.Andrea (piano rigido). Sia in parete che in copertura sono state impiegate soluzioni a
da travi principali IPE 500 che sostengono profili IPE 180 a sbalzo; il lato ovest caratte- secco con pannelli metallici coibentati sp. 15 cm ed ulteriori integrazioni in grado di ga-
rizzato da una vetrata a tuttaltezza con brise-soleil, mentre il lato est, anchesso vetrato, rantire gli elevati standard prestazionali sia a livello termico che acustico. La pianta del-
ospita gli accessi principali e di servizio. Il magazzino, in carpenteria metallica, presenta ledificio permette la massima flessibilit anche per un futuro riutilizzo: libera da vincoli
un soppalco sorretto da una reticolare in acciaio con solaio in lamiera grecata e getto consente ampliamenti in entrambe le direzioni.
collaborante; colonne tubolari completano le strutture.
Committente Sportswear Company spa - Stone Island Progettista Architettonico Associati Techne (Giuseppe Committente Regione Emilia Romagna Progettista Architettonico KREJ Engineering srl; EVO3 (consulenza
Gualdi, Maurizio Carrisi, Stefano Testi, Silvia Zanetti) Progettista Strutturale Mech Studio srl Impresa A&C alla progettazione) Progettista Strutturale Premetal spa, Studio Artecno Costruttore Metallico Premetal spa
Costruzioni spa Costruttore Metallico PTL srl

STABILIMENTO E SEDE URSA ITALIA a Bondeno (FE) SCUOLA PER LINFANZIA CIP&CIOP a Molinella (BO)
ph. Archliving

ph. Andrea Barocci


Realizzato a seguito del crollo di un preesistente capannone prefabbricato in c.a. durante Il nuovo asilo nasce da una valutazione tecnico-economica svolta sulla preesistente scuola
il sisma del 2012, il nuovo edificio stato concepito con la volont di minimizzare gli spo- per linfanzia: edificato nel 1975, il complesso ha riportato danni durante il sisma che ha
stamenti degli impianti e di recuperare quanto pi possibile le infrastrutture non lesionate, colpito Emilia Romagna e Lombardia nel 2012 ed stato dichiarato inagibile. Dopo unana-
considerato che il complesso era stato realizzato nel 2000. Il progetto ha quindi previsto il lisi dellesistente, la soluzione pi ottimale stata quella di abbattere il vecchio edificio e
riutilizzo delle fondazioni esistenti e linserimento di un volume in acciaio dalla pianta realizzarne uno nuovo, con struttura portante in carpenteria metallica. Lasilo CIP&CIOP
identica a quella del precedente. La nuova sede aziendale concepita con un sistema in- costituito da due corpi distinti, separati da appositi giunti tecnici di isolamento; Il corpo
telaiato di travi e pilastri in acciaio in grado di resistere alle azioni gravitazionali; controventi A costituito da un livello interrato pi uno fuori terra, con colonne e travi in acciaio e
di tipo eccentrico in acciaio assorbono invece le azioni sismiche. La tecnologia a secco in tamponamenti in muratura, il corpo B un volume monopiano con graticcio strutturale
acciaio utilizzata conferisce prestazioni eccellenti anche in termini di comfort termico, in- in acciaio, con pannelli fotovoltaici e solari termici in copertura ed uno spazio libero senza
sonorizzazione e protezione passiva al fuoco. Il risultato quindi non un comune capan- appoggi intermedi di 900 mq di superficie. Gli accorgimenti strutturali adottati hanno per-
none, ma un'idea di industria tradotta nella scelta accurata dei materiali, nel gioco dei messo al complesso di passare dalla classe duso III alla IV.
volumi e nella volont di trasporre l'anima in acciaio all'esterno. Committente Amministrazione Comunale della Citt di Molinella (BO) Progettista Architettonico Arch. Nico-
Committente Ursa Italia srl Progettista Architettonico Archliving srl Arch. Mario Loffredo Progettista Strut- letta Bonetti Progettista Strutturale Ing. Andrea Barocci Impresa ITI Impresa Generale spa Costruttore
turale Archliving srl Ing. Gianluca Loffredo General Contractor e Costruttore Metallico Stahlbau Pichler srl Metallico SECH Costruzioni Metalliche spa

CENTRO COMMERCIALE VULCANO BUONO a Nola (NA) CENTRO SERVIZI E LABORATORI OSPEDALE di Udine
ph. Moreno Maggi

ph. Daniele Domenicali


Con una forma che richiama il Vesuvio, il centro sorge in una zona caratterizzata da si- Esempio interessante di impiego innovativo di strutture miste in acciaio e calcestruzzo in
smicit medio-alta; 150.000 mq di superficie coperta ospitano un ipermercato, spazi com- zona sismica, ledificio sorge su una pianta rettangolare di 64 per 72 m ed articolato su
merciali, cinema ed attivit di ristoro. Data la particolarit dellopera, di grandi dimensioni quattro livelli pi un piano tecnico. Ledificio, inizialmente concepito interamente in strut-
e con un vasto spazio aperto centrale, per la progettazione antisismica stato eseguito tura tradizionale, stato poi realizzato in struttura composta, consentendo la riduzione
uno specifico calcolo del coefficiente di fondazione tenendo conto dei fenomeni di ampli- degli ingombri strutturali. Lossatura formata da nuclei di controvento in c.a. e da telai
ficazione locale. La scelta di ricorrere ad una struttura in acciaio stata fondamentale per che sostengono i carichi verticali realizzati con elementi misti acciaio-cls. Per costruire
non appesantire un edificio di cos vaste dimensioni, enfatizzandone invece la leggerezza gli impalcati sono state impiegate travi SFB costituite da profili H ai quali sono saldati,

ph. Studio Suraci


e favorendone inoltre lilluminazione naturale. Le strutture si compongono di travi com- sotto lala inferiore, piatti sporgenti a sbalzo che sostengono i pannelli di solaio. Lutilizzo
poste saldate, profili aperti, angolari. Particolari le strutture delle piazzette, che ospitano di tecniche e soluzioni innovative ha permesso un abbattimento dei tempi di costruzione
i diversi locali, in profili tubolari circolari in acciaio di 610 mm, da cui partono dei qua- in cantiere del 25% rispetto ad altre tecnologie costruttive.
dripodi anchessi in acciaio che sostengono le solette di copertura. Committente Azienda Ospedaliero-Universitaria "Santa Maria della Misericordia"(concedente); ATON per il
progetto srl (concessionaria) Progetto Generale e Progetto Facciate Archest srl Progetto Layout Architet-
Committente Interporto Campano spa Progettista Architettonico Renzo Piano Building Workshop Proget- tonico L+ Partners Progetto Strutturale Studio d'Ingegneria Suraci Impresa ATI Rizzani de Eccher spa,
tista Strutturale Favero & Milan Ingegneria srl Impresa Grandi Lavori Fincosit spa (mandataria) Costruttore Siram spa, CPL Concordia, AR.CO. Lavori Costruttore Metallico Simsteel Strutture Metalliche spa Costrut-
Metallico Giugliano Costruzioni Metalliche srl tore Facciate Vetrate Vega Systems srl
IL RECUPERO
DELLE COSTRUZIONI ESISTENTI

ADEGUAMENTO SISMICO E INNOVAZIONE

BENI CULTURALI:
TUTELA E VALORIZZAZIONE

TERREMOTI E SOSTENIBILIT:
IL PRIMATO DELLA COSTRUZIONE IN ACCIAIO

ESEMPI REALIZZATIVI

Biblioteca di Nembro (BG) - Costruttore Metallico: MAP spa - ph. Pietro Savorelli / Archea Associati
ADEGUAMENTO SISMICO E INNOVAZIONE

Gli interventi sullesistente co- sismica del costruito quale effetti collaterali dovuti modo quando lintervento sismico i provvedimenti adot- eseguire lavori di migliora- La progettazione degli inter-
stituiscono un tema di sempre emergenza sociale ed econo- allincremento del carico e urgente oppure quanto non tati permettono di garantire mento in caso di cambio di venti di adeguamento
pi sentita importanza di mica che minaccia sia la vita delle masse sulle strutture possibile una interruzione una maggiore sicurezza, ad destinazione duso, per elimi- richiede una preliminare
fronte allinvecchiare del pa- degli abitanti che le attivit esistenti; prolungata delluso della esempio tramite il rinforzo di nare errori di progettazione analisi di vulnerabilit della
trimonio delle costruzioni e produttive. Per questi motivi la n dimensioni contenute costruzione; alcuni elementi strutturali e/o esecuzione, quando lin- costruzione esistente e la
delle infrastrutture realizzate ricerca di soluzioni efficaci e degli elementi strutturali, n reversibilit degli inter- maggiormente vulnerabili, tervento di consolidamento definizione degli obiettivi
durante i decenni della forte competitive per ridurre la come conseguenza naturale venti, caratteristica delle senza modificare in modo eseguito su edifici monumen- progettuali, fissando le pre-
crescita economica e demo- vulnerabilit delle costruzioni dellelevata efficienza strut- strutture in acciaio basata sui significativo lo schema statico tali non adatti a lavori di pi stazioni richieste in caso di
grafica del secolo scorso. Tra esistenti nei confronti dei turale dellacciaio, una collegamenti a secco smon- della costruzione e senza ampio respiro. azioni sismiche: limitazione
questi compare predominante terremoti e le loro applicazioni caratteristica che consente tabili, importante soprattutto raggiungere le prestazioni Ladeguamento sismico del danneggiamento degli im-
il problema della sicurezza sul campo hanno assunto di semplificare la sostitu- per gli interventi sulledilizia richieste dalla normativa per invece obbligatorio nei casi di pianti e del contenuto (con-
sismica delle costruzioni ruoli di crescente centralit zione e/o lintegrazione di storica. le nuove costruzioni. sopraelevazione o amplia- trollo delle accelerazioni
esistenti, realizzate secondo nel settore delle costruzioni. opere esistenti con elementi Per tali motivi la carpenteria Lintervento di adeguamento mento di un fabbricato con assolute), limitazione del dan-
criteri antisismici obsoleti In tale ambito lacciaio gioca rinforzanti; metallica una soluzione che sismico, invece, prevede che aumento della volumetria e neggiamento degli elementi
oppure senza considerare un ruolo indubbiamente n pregio estetico degli ele- molto ben si presta agli inter- la struttura sia in grado di delle superfici, aumento dei non strutturali (controllo degli
lazione sismica perch al fondamentale grazie alle menti in acciaio, fondamen- venti strutturali volti alla resistere agli stessi carichi di carichi dovuto a un cambio di spostamenti relativi), sicu-
momento del progetto larea seguenti peculiarit: tale quando la sinergia riduzione della vulnerabilit progetto richiesti per le nuove destinazione duso, modifica rezza nei confronti della rot-
nella quale sarebbero state n leggerezza degli elementi strutturale tra materiali sismica delle costruzioni esi- costruzioni. Ci potrebbe sostanziale del sistema strut- tura (controllo delle solle-
realizzate non ricadeva tra strutturali, resa possibile da vecchi e nuovi si coniuga stenti, comunemente realiz- comportare la massiccia turale a seguito di interventi citazioni e delle deformazioni),
quelle classificate sismiche. un elevato rapporto peso/ con il valore architettonico zate in muratura o in alterazione del sistema strut- di rinnovamento rispetto protezione a seguito di un
Oggi ben noto come lintero resistenza, una caratteristica che nasce dal contrasto tra calcestruzzo armato. turale e la modifica radicale alloriginale o, in generale, evento sismico e sostituzione
territorio italiano sia soggetto che, a sua volta, consente di caratteristiche disomogenee; Nellambito di tali interventi, della risposta delledificio alle quando la ristrutturazione degli elementi danneggiati,
a rischio sismico e i recenti semplificare il trasporto e la n rapidit di costruzione, occorre distinguere tra mi- sollecitazioni sismiche. comporta unalterazione del fattibilit e rapporto tra costi e
eventi hanno purtroppo posa in opera delle strutture una caratteristica sempre glioramento e adeguamento La normativa nazionale comportamento statico benefici. Successivamente si
evidenziato la vulnerabilit e di ridurre al minimo gli auspicabile, ma in particolar sismico. Nel miglioramento specifica che possibile complessivo. procede con la definizione

Figura 10.1 - Interventi Ex Fornace Morandi,


locali di rinforzo condo- Padova - Costruttore
minio Giuliani, LAquila Metallico: CSM snc -
Opere di riparazione ph. Paolo Mazzi F38F /
e rafforzamento locale Bruno Stocco Architetto
edificio con esito E
a seguito dellevento
sismico del 6 aprile
2009 rinforzi struttu-
rali con metodo CAM
su struttura in c.a.

49
Leccellenza
FEM
accessibile.
Nativo Non-Lineare hsh.info
Calcolo strutturale ad elementi finiti al vero secondo NTC 2008, EC2 e EC3
Nessun limite pratico al calcolo strutturale
Padiglioni a Montecarlo

Ponte Ostiense a Roma

Recupero di Teatrino Grassi, Venezia - ph. ORCH - Orsenigo_Chemollo / Tadao Ando Architects & Associates - Equilibri srl

della strategia di intervento dissipativi, utilizzati con suc- pure tramite sistemi viscoela- vento esterni alla struttura
che pu prevedere un incre- cesso in molti recenti inter- stici che sfruttano le propriet esistente. Adottando questa
mento di duttilit, dissipa- venti di adeguamento sismico dissipative di gomme ad alta soluzione si possono ottenere
zione, resistenza e rigidezza. di strutture esistenti. I contro- capacit di smorzamento. numerosi vantaggi: non si in-
Per raggiungere tali incre- venti possono essere inseriti Dato che spesso ci si trova di terrompe lutilizzo della strut-
menti di prestazioni strutturali allinterno dei telai della strut- fronte a strutture esistenti con tura esistente in quanto tutte
si pu in generale procedere tura esistente con circoscritti ridotta duttilit, un punto cri- le operazioni di costruzione e Stage analysis e risposta
tramite interventi sugli ele- interventi di demolizione e ri- tico nella progettazione di tali montaggio non coinvolgono gli topografica
menti strutturali oppure tra- costruzione delle tampona- sistemi di controventi dissipa- spazi interni, le fondazioni esi- step by step in montaggio
mite linserimento di dispositi- ture esterne e dei divisori tivi quella di garantire latti- stenti non sono gravate da ca-
vi extra-strutturali. Una terza interni, eventualmente affian- vazione della dissipazione per richi aggiuntivi in condizioni
via prevede la riduzione del- cati da rinforzi locali nelle travi spostamenti laterali ridotti. statiche e sismiche, pi Committente Progettazione Impresa di Progettazione di dettaglio
lenergia sismica in ingresso e nei pilastri. Ci determina Ci determina, nel caso dei semplice controllare il com- principale strutturale costruzione e del montaggio
tramite isolamento sismico. una interruzione nella frui- controventi ad instabilit impe- portamento sismico in quanto Socit des Bains de Mer Setec - Paris Cimolai - Pordenone Cimolai - Pordenone
Grazie alle sue peculiarit zione delle costruzioni oggetto dita, lutilizzo di elementi sacri- il progetto non vincolato alla Monaco
prima discusse, lacciaio pu delladeguamento sismico li- ficali piuttosto corti, quindi solo distribuzione degli spazi in- Progettazione Impresa principale
essere utilizzato con successo mitata nel tempo e negli spazi un tratto del controvento sar terni e meno influenzato dalla architettonica ATI Richelmi (Monaco)
sia per interventi locali di rin- convolti. La dissipazione pu danneggiato ed eventualmente planimetria delledificio, Affine R. Martinet - Paris Acieroid (Barcelona)
forzo degli elementi strutturali avvenire ad esempio tramite sostituito in caso di azione si- possibile integrare nei disposi-
(Figura 10.1) che per la realiz- sistemi elastoplastici ad insta- smica di elevata entit. tivi esterni funzioni accessorie,
zazioni di dispositivi che af- bilit impedita che si basano Una soluzione alternativa che quali scale di sicurezza o pia-
fiancano la struttura esisten- sul comportamento isteretico preveda dissipatori elastopla- nerottoli di collegamento, o Distributore esclusivo HSH srl - Tel. 049 663888
te. Tra queste ultime soluzioni dellacciaio quando si supera stici o viscoelastici quella elementi di caratterizzazione per lItalia del codice Fax 049 8758747
si annoverano i controventi la forza di snervamento, op- che sfrutta sistemi di contro- architettonica. di calcolo Straus7 www.hsh.info - straus7@hsh.info
BENI CULTURALI:
Figura 11.1 - Presidi metallici in quota messi in opera nel Campanile dei Frari (Venezia) in occasione degli interventi di consolidamento statico del
TUTELA E VALORIZZAZIONE 2003-2005. - Figura 11.2 - Cordolature intralicciate di coronamento (Fermo, Palazzo Straboni). - Figura 11.3 - Irrigidimenti membranali con travi
rompitratta e irrigidimenti in copertura (Comune Poggio San Marcello, AN). - Figura 11.4 - Intervento per il riuso delle ex concerie di Fabriano. -
Figura 11.5 - Interventi di rinforzo solaio in legno (Abbadia di Fiastra, MC).

Figura 11.1 Figura 11.2 Figura 11.3 Figura 11.4 Figura 11.5

Gli edifici esistenti con valenza struire sovrapponendo alle vi- materiali ed i sistemi costrut- dimostrato non solo lincapa- zione esistente per mezzo di masse significative e garan- esistente in muratura, la sosti- mantenendo la permeabilit
storico-monumentale costitui- cissitudini politico-culturali e tivi del bene architettonico. cit di preservare la costru- piastre di contrasto ed ele- tendo la massima flessibilit tuzione di elementi lignei (travi visiva necessaria per godere
scono uno straordinario patri- naturali, i risultati di studi ar- I sistemi di rinforzo possono zione ma anche la dannosit menti di contatto. Sistemi di ti- nei confronti degli spostamenti e capriate) con elementi simili degli apparati della costru-
monio per lItalia e necessitano chivistici ed iconografici, e essere concepiti impiegando delluso di questi materiali ranti realizzati con acciai ad verticali che devono essere la- in acciaio, per quanto discuti- zione storica (Figura 11.4).
di essere salvaguardati come quelli di analisi geometrico-ar- materiali tradizionali posti in spesso incompatibili anche dal alte prestazioni sono per que- sciati liberi per non alterare gli bile dal punto di vista mate- Quinto punto di attenzione ri-
documenti delle radici culturali chitettoniche e materico-strut- opera con tecniche affini a punto di vista chimico-fisico. sto molto usati proprio nella stati tensionali dovuti alle rico, assolutamente compa- guarda la riconoscibilit del-
del paese e valorizzati affinch turali. Prima di scegliere i quelle originali o con tecniche Linserimento di elementi in predisposizione di presidi atti a azioni gravitazionali (Fig.11.2). tibile dal punto di vista costrut- lintervento. Particolarmente
possano essere inseriti in un materiali necessario conce- innovative, o impiegando ele- calcestruzzo armato, infatti, contrastare le spinte di archi e Altro esempio significativo la tivo e meccanico-strutturale. significativi sono i sistemi di
circuito economico di crescita. pire lintervento mirando a menti strutturali realizzati con oltre che aumentare le masse volte in edifici di assoluto inte- possibilit di progettare nel Quarto aspetto positivo, al integrazione di elementi lignei
Il deterioramento dei materiali ridurre o eliminare puntual- materiali moderni in affianca- delle costruzioni, introduce evi- resse storico (Figura 11.1) ed dettaglio sistemi di irrigidi- quale si gi fatto cenno, capaci di garantire la conser-
e la concezione statica legata mente le vulnerabilit ricono- mento o in sostituzione di ele- denti discontinuit strutturali, archeologico. mento di piano, da porre in lottimo rapporto prestazionale vazione materica degli ele-
alle sole azioni gravitazionali sciute, lasciando inalterati i menti degradati, per rinforzare capaci di mettere in discus- Secondo aspetto vincente la opera a secco e capaci di inte- tra caratteristiche meccaniche menti strutturali originali
rendono le costruzioni storiche meccanismi non interessati, la struttura indebolita o per in- sione gli equilibri necessari a possibilit di realizzare sistemi grare anche elementi rompi- e massa, fondamentale nel li- rispettando appieno il criterio
estremamente vulnerabili nei rispettando lautenticit del tegrare la struttura esistente in garantire la staticit di sistemi per assolvere a compiti speci- tratta, atti a garantire mitare linerzia dei sistemi. Ci della riconoscibilit dellinter-
confronti dellazione sismica e bene, limitando al massimo le modo da eliminare le vulnera- basati sul comportamento at- fici senza alterare i meccani- lefficienza membranale inter- rende particolarmente adatto vento (Figura 11.5).
richiedono interventi in grado sostituzioni e conservando i bilit intrinseche del sistema tritivo del materiale. Alla luce smi resistenti virtuosi del ferendo al minimo con il re- luso dellacciaio nella valoriz- Infine la compatibilit chimico-
di preservarne lintegrit. Affin- materiali originali con un com- tradizionale. di ci, lacciaio, gi storica- sistema esistente (criterio del gime tensionale dovuto ai zazione degli edifici storici: la fisica del materiale, un tempo
ch non si abbia la perdita del pleto controllo visivo dei presidi Ci premesso, la scelta dei mente usato, rimane il mate- minimo intervento). Ad esem- carichi verticali con minimi ag- possibilit di progettare si- discussa per la facile ossidabi-
valore culturale del bene archi- posti in opera. Lintervento materiali e delle tecniche di in- riale pi affidabile negli pio, possono essere realizzate gravi di massa e garantendo la stemi con massa ridotta (in al- lit caratterizzata da aumento
tettonico, e perch questo dovr essere non invasivo, tervento devono essere le pi interventi di restauro struttu- cordolature di coronamento conservazione degli orizzonta- cuni casi compensabile con la di volume e colature, oggi
possa essere consegnato ai ovvero reversibile, affinch adatte alla conservazione del rale in quanto possiede tutte le degli edifici per conferire alla menti e coperture esistenti sostituzione di elementi non superata dallimpiego di ele-
posteri, gli interventi devono possa essere manutenuto e valore culturale del bene. In un caratteristiche atte a garantire muratura il necessario incate- (Figura 11.3). strutturali) e comportamento menti zincati o in acciaio inos-
essere concepiti ed eseguiti sostituito nel momento in cui trascorso non molto lontano la piena compatibilit con ledi- namento sommitale, favo- Terzo aspetto positivo la si- specializzato per fronteggiare sidabile che possono essere
nella logica del restauro. si rendano disponibili nuovi luso del cemento portland e ficio storico. rendo lancoraggio di elementi militudine tra sistemi di oriz- azioni specifiche (soppalchi, usati occasionalmente per ri-
La scelta delle tecniche di in- materiali o tecnologie ancor del calcestruzzo strutturale ha Il primo punto a favore delluso esistenti (es. capriate in legno) zontamento e copertura in passerelle, scale) permette sarcire lesioni nei paramenti
tervento questione assai meno invasive di quelle usate; fatto pensare a sistemi compa- di elementi in acciaio sicura- affinch non si sfilino dagli al- legno e in acciaio; se sostituire linserimento di sistemi strut- murari, realizzare lammorsa-
complessa ed subordinata lintervento dovr essere rea- tibili con gli edifici storici, mente la quasi completa loggiamenti e nel contempo un solaio in legno con uno in turali in grado di amplificare la mento tra paramenti privi di
alla profonda conoscenza del lizzato valutando le compatibi- realizzati in massima parte reversibilit dei sistemi che costituiscano un vincolo nei calcestruzzo armato opera- fruibilit del bene senza alte- elementi di ingranamento o
bene in cui le questioni stori- lit meccanico-strutturali e in muratura, fino a che eventi vengono posti in opera prefab- confronti del ribaltamento zione alquanto invasiva e dan- rarne il comportamento si- come elementi di ancoraggio
che ed evolutive sono da rico- quelle chimico-fisiche con i clamorosi e tragici hanno bricati ed ancorati alla costru- delle pareti, senza aggiungere nosa per una costruzione smico complessivo e di strutture in acciaio esterne.
TERREMOTI E SOSTENIBILIT:
IL PRIMATO DELLA COSTRUZIONE IN ACCIAIO

In termini generali, evidente costi iniziali di costruzione sismico e, pi in generale, in acciaio rispetto ad altre so- secco (Figura 12.1). caso di danneggiamento acciaio rispetto ad altri sistemi
che i terremoti producono mentre riduce drasticamente della sua influenza sui costi luzioni, in termini di sostenibi- Pi articolate e complesse le (esposizione). Il quadro com- costruttivi. Si riportano ad
perdite economiche e sociali le perdite quantificabili nel attesi nell'arco di vita dell'edi- lit, un fatto ormai ricono- considerazioni relative alle co- plessivo pu essere sintetiz- esempio alcuni risultati di uno
particolarmente rilevanti. caso di terremoto. Questo ficio. Studi che prendono in sciuto e gi oggetto del nu- struzioni esistenti, per le quali zato in termini di costo annuo studio di confronto tra edifici in
E' altrettanto consolidato il evento viene comunque perce- esame sia le possibili perdite mero monografico di Architet- sono in fase di studio metodi di atteso per metro quadro e c.a. e edifici in acciaio proget-
fatto che la prevenzione, intesa pito come improbabile, anche dirette (es. riparazione dei ture in Acciaio dedicato alla valutazione del rischio finaliz- convertito, in un'interpreta- tato con diversi livelli di capa-
come l'insieme delle azioni se cos non nell'arco di vita di danni) che quelle indirette (es. sostenibilit. E' interessante zati ad una classificazione si- zione orientata alla sostenibi- cit resistente nei confronti del
necessarie a ridurre il rischio una costruzione, e il problema interruzione delle funzioni), sottolineare che questo pri- smica analoga a quella lit ambientale, in consumo di sisma; i costi di riparazione
sismico, costi meno delle per- ignorato. A questo aspetto, di valutando i costi in termini di mato confermato anche nel- energetica, ormai ampia- energia atteso per anno, per sono espressi in equivalente
dite, dirette e indirette, da af- carattere culturale e relativo consumo di risorse e di im- lo specifico delle costruzioni in mente diffusa. La valutazione metro quadro. Si pu ottenere consumo di energia e la situa-
frontare in caso di terremoto. alle nuove costruzioni, si patto ambientale. Il mondo zona sismica: ad esempio si del rischio passa attraversa in definitiva una grandezza zione si riferisce ad un terre-
Nonostante questo, la preven- somma il problema delle delle costruzioni si sta veloce- riporta il confronto tra con- una stima dei danni media- omogenea a quella utilizzata moto con periodo medio di
zione incontra spesso resi- costruzioni esistenti, per le mente muovendo verso nuovi sumo di energia richiesto per mente attesi nel ciclo di vita, per la classificazione energe- ritorno di 100 anni (Figura
stenze nella sua applicazione quali un'azione di prevenzione criteri per orientare le scelte due costruzioni con le stesse tenendo conto della probabi- tica dalla quale far scaturire 12.2). Si rileva quindi che le
per motivi legati alla perce- completa e immediata non nell'ambito delle nuove caratteristiche funzionali e di lit che un evento sismico di unanaloga classificazione generali considerazioni sulle
zione del rischio che condu- sarebbe economicamente costruzioni e per individuare resistenza al sisma, la prima unassegnata intensit si veri- sismica. Anche in questo caso, migliori caratteristiche di
cono spesso a scelte sostenibile. priorit e strategie di inter- realizzata con una struttura in fichi durante la vita utile della a parit di altre condizioni (pe- sostenibilit ambientale delle
irrazionali. Costruire una Le considerazioni precedenti vento per quello che riguarda c.a. e elementi di completa- costruzione (pericolosit), ricolosit sismica e destina- costruzioni in acciaio conser-
nuova costruzione con presta- hanno determinato una cre- il patrimonio esistente. mento tradizionali e la seconda delle specifiche caratteristiche zione d'uso), il costo atteso per vano la loro validit anche nello
zioni sismiche migliori ri- scente attenzione per tutti gli Per quanto riguarda le nuove con struttura in acciaio ed ele- di resistenza della costruzione perdite causate dal sisma specifico del comportamento
chiede solitamente un studi orientati ad una valuta- costruzioni, le migliori presta- menti di completamento pre- (vulnerabilit), dei costi diretti risulta solitamente inferiore nei confronti delle azioni
incremento, lieve ma certo, dei zione pi razionale del rischio zioni della costruzione fabbricati con connessioni a e indiretti da sostenere nel nel caso di una costruzione in sismiche.

Figura 12.1 - Confronto Figura 12.2 - Confronto


consumo di energia costi di riparazione per
per costruzione edifici edifici in acciaio e c.a.
in acciaio e c.a.

54 55
ESEMPI REALIZZATIVI

ADEGUAMENTO DI UN EDIFICIO STORICO ALLE ADEGUAMENTO SISMICO DI UN EDIFICIO

ph. SPA-BA
ph. Studio Amati

ATTUALI NORME ANTISISMICHE: INDUSTRIALE IN ACCIAIO ESISTENTE, ALLE NUOVE


Istituto scolastico Giovanni Falcone a Gallarate (VA) NORME ANTISISMICHE:
Listituto professionale rappresenta un caso studio di notevole importanza nel-
Stabilimento Benelli Armi a Urbino (PG)
lambito della progettazione antisismica: sebbene allepoca del progetto non fos- Lintervento di adeguamento sismico dello stabilimento avvenuto contempo-
sero ancora entrate in vigore le Norme Tecniche, si deciso di sposare i requisiti raneamente alla sostituzione delle coperture esistenti, gravemente lesionate a
antisismici da esse previsti, nellottica di una maggiore sicurezza del complesso seguito delle eccezionali precipitazioni nevose del febbraio 2012.
scolastico. Listituto costituito da due corpi, uno di nuova realizzazione e uno Protagonista assoluto dell'intervento stato lacciaio: attraverso lutilizzo di gru
realizzato a partire da una preesistenza abbandonata e gravemente lesionata. posizionate allinterno delledificio, sono stati realizzati nuovi pilastri, travi e co-
Ledificio esistente di 49 m x 28 m in pianta, doveva essere mantenuto, per richie- pertura in carpenteria metallica di 7.000 mq di superficie, progettati per resistere
sta della Soprintendenza, nellaspetto originario ed era dunque necessario con- a carichi nevosi fino a 270 kg/mq. In concomitanza con i lavori di sostituzione delle
servare le strutture interne ed esterne e mantenerne le proporzioni. Lunica coperture si provveduto alladeguamento sismico, utilizzando pilastri reticolari
soluzione in grado di poter rispettare contemporaneamente tutte le condizioni si in acciaio, trattati con zincatura a caldo per la protezione dalla corrosione. Luti-
dimostrata la carpenteria metallica, che ha permesso di realizzare una nuova lizzo di soluzioni in carpenteria metallica ha permesso di ridurre a 5 mesi le tem-
struttura portante che prescindesse da quella esistente, senza alterarne laspetto. pistiche dintervento e di non interrompere le attivit lavorative allinterno dello
In particolare gli interventi hanno previsto la fasciatura dei pilastri mediante la- stabilimento.
miere in acciaio, la realizzazione di capitelli di collegamento con le travi allaltezza
dei piani e la realizzazione di nuovi piani tramite un reticolo di travi in acciaio vin-
colate a nuovi setti in c.a. Anche il nuovo corpo, in continuit architettonica e strut-
turale con il preesistente, stato realizzato in acciaio.

Committente Comune di Gallarate (VA) Coordinamento Generale e Progettista Architettonico Stu- Committente Benelli Armi spa - Beretta Holding spa Progettista Ing. Fausto Ceni Costruttore
dio Amati srl Progettista Strutturale Consorzio Leonardo Ingegneri Riuniti spa Costruttore Metal- Metallico SPA-BA srl, CMP srl Trattamenti Anticorrosivi Nord Zinc spa
lico MAP spa

ADEGUAMENTO DI UN EDIFICIO INDUSTRIALE MESSA IN SICUREZZA CON LACCIAIO DI UN EDIFICIO


ph. EFFEBI

ph. Paolo Lambertini


ESISTENTE ALLE ATTUALI NORME ANTISISMICHE: PREFABBRICATO IN C.A. DANNEGGIATO IN SEGUITO
Stabilimento HERA a Imola (BO) AD EVENTO SISMICO:
Il fabbricato, di dimensioni 60x70 m, stato edificato nel 1974 secondo le norme
Uffici Magneti Marelli a Crevalcore (BO)
vigenti allepoca (non antisismiche), con struttura prefabbricata in c.a.. A seguito Il complesso industriale con annessa palazzina uffici stato edificato nel biennio
del cambio di destinazione duso, da capannone industriale ad edificio uso uffici 1973-1974 e, nel corso degli anni, non ha subito variazioni sostanziali. Ledificio
e data center, la propriet ha commissionato i lavori di rafforzamento strutturale ad uso uffici a seguito dei due principali eventi sismici del 2012 ha riportato danni
per ladeguamento sismico e la messa in sicurezza. Dopo diverse valutazioni si strutturali: danneggiamenti in corrispondenza dei corpi scala, lesioni sui tampo-
deciso di intervenire incrementando la capacit di dissipazione della struttura, namenti esterni dovuti a compressione contro pilastri, lesioni sul 70% dei tramezzi
attraverso linserimento di dispositivi in acciaio di smorzamento di tipo fluido vi- murari, lesione sulla testata di un pilastro al piano primo, lesioni sulle pannella-
scoso, inseriti allestremit delle diagonali metalliche di controvento disposte in ture esterne, fenomeni di martellamento sulle pannellature esterne adiacenti la

ph. EFFEBI
entrambe le direzioni del fabbricato. Inoltre stata eseguita la mutua connessione passerella di collegamento con ledificio produttivo. Lintervento di ripristino e
cinematica di tutti gli elementi prefabbricati, inizialmente solo in appoggio (ap- adeguamento della palazzina ha preservato lesistente considerando che il pro-
poggi dei tegoli sulle travi e delle travi su pilastri). Lintervento ha previsto anche getto originario prevedeva la rispondenza alle sole azioni verticali. Per contrastare
linserimento di specifici puntoni metallici in direzione ortogonale alle travi prin- le azioni sismiche, la struttura stata affiancata da un esoscheletro in acciaio,
cipali al fine di ottenere una struttura a telaio bidirezionale, allinterno della quale fondato su micropali e sismoresistente al 100% come richiesto esplicitamente
in alcune maglie sono stati disposti gli elementi dissipativi che assorbono com- dal Committente e ben al di sopra del 60% consentito dal D.Lgs 06/06/2012. Nel
plessivamente oltre l80% dellenergia cinetica trasmessa alla struttura dal sisma. dettaglio, gli elementi sismoresistenti sono costituiti da tralicci in acciaio di tipo
Gli interventi di adeguamento in acciaio hanno permesso di incrementare note- dissipativo, realizzati mediante profili cavi circolari e concepiti come un unico
volmente gli standard di sicurezza senza interferire con le attivit lavorative e ri- gruppo saldato, trasportato in cantiere dopo trattamento di zincatura a caldo e
spettando le tempistiche dettate dalla Committenza. verniciatura in officina, e gi pronto per lalloggiamento sui tirafondi. Lintervento
ha anche contribuito a rivalorizzare ledificio connotandolo architettonicamente.

Committente HERA spa Progettista Architettonico a2 Studio Gasparri e Ricci Bitti Architetti Asso- Committente Magneti Marelli spa Powertrain Progettazione Geotenica e Strutturale TELEIOS srl
ciati Progettista Strutturale Ing. Franco Baroni - Studio Ceccoli Associati Costruttore Metallico - Ing. Marco Franceschini, Ing. Pierpaolo Semproli, Ing. Alessandro Secci e Ing. Massimiliano
56 EFFEBI srl Mundadori Costruttore Metallico EFFEBI srl 57
Tubi per strutture APPROFONDIMENTI E
CMM uno dei principali centri servizi presenti RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
in Europa in grado di tagliare tubi con impianti
laser.
r Oltre al taglio, CMM esegue sgolature,
forature e tagli speciali di preparazione alle fasi
di saldatu
t ra e assemblaggio. CM MM in grado
di lavora
are tubi tondi con diametrit fino a 508
mm, tubi rettangolari e travi con lunghezza fino
a 15 mt , in acciaio inox e al carbo
r nio.

Bozorgnia Y., Bertero V.V. (2004) Earthquake Engineering: from Engineering


Seismology to Performance-Based Engineering. CRC Press. ISBN 978-0849314391. _
Braconi A. et al. (2013) Prefabricated steel structures for low-rise buildings in seismic
areas (Precasteel), Final Report EUR 25871 EN, European Commission, Directorate-
General for Research and Innovation. ISBN 978-92-79-29011-4. DOI: 10.2777/5499. _
Braga F., Buttarazzi F., Dall'Asta A., Salvatore W. (2014)
Protezione sismica di edifici esistenti in c.a. con controventi dissipativi in acciaio.
Fondazione Promozione Acciaio - Dario Flaccovio Editore. ISBN 978-8857904542. _
Bruneau M., Sabelli S.E., Uang C.M. (2011) Ductile design of steel
structures, 2nd edition. McGraw Hill. ISBN 978-0071623957. _
DallAsta A., Landolfo R., Salvatore W. (2012) Edifici monopiano in acciaio ad uso
industriale. Fondazione Promozione Acciaio - Dario Flaccovio Editore.
ISBN 978-8877588678. _
Doglioni F., Mazzotti P. (2007) Codice di pratica per gli interventi di miglioramento
sismico nel restauro del patrimonio architettonico. Regione Marche, Beni Culturali e
Programmi di Recupero. ISBN 978-88902669-0-4. _
Elghazouli A.Y. (2009) Seismic design of buildings to Eurocode 8.
Spon Press. ISBN 978-0415447621. _
European Committee for Standardization (2004) Eurocode 8: Design of structures for
earthquake resistance - Part 1: General rules, seismic actions and rules for buildings.
EN 1998-1. _
Feese C., Li Y., Bulleit W. (2014) Assessment of Seismic Damage of Buildings and
Related Environmental Impacts. ASCE Journal of Performance of Constructed
Facilities, paper 04014106, DOI: 10.1061/(ASCE)CF.1943-5509.0000584. _
Architetture in Acciaio #8 Speciale Sostenibilit,
Fondazione Promozione Acciaio - Delettera WP. _
Figura 11.1 Il cantiere di consolidamento del campanile dei Frari
Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Venezia e Laguna. _
Figura 11.4 Restauro e riuso delle ex concerie di Fabriano (AN) Arch. Paolo Schicchi. _

CMM S.r.l.
Via
a Marchionale 72 - 46046 Medole (MN)
Tel.
e 0376 898150 Fax
x 0376 868335 Web
e www.cmmlaser.it
R

A
NUMERO 15
AUTUNNO 2015
a
Architetture in acciaio LA RIVISTA ITALIANA DELLARCHITETTURA E DELLE COSTRUZIONI IN ACCIAIO

SFOGLIA LA RIVISTA
SUL TABLET O SU PROMOZIONEACCIAIO.IT
sistema costruttivo a secco ad alte prestazioni

COSTRUZIONI SICURE
IN ZONA SISMICA

A
a
NUMERO SPECIALE

FREE

delettera wP
ARCHITETTURA E INGEGNERIA WEB+PAPER

Proprietario della testata Editore

via Vivaio 11 - 20122 Milano via Tadino 25 - 20124 Milano


tel +39 02 86313020 - fax +39 02 86313031 tel + 39 02 29528788
info@promozioneacciaio.it vendite@delettera.it
www.promozioneacciaio.it
DIRETTORE RESPONSABILE
C.F. E P. IVA 04733080966
ISCRITTA NEL REGISTRO DELLE PERSONE GIURIDICHE SIMONA MAURA MARTELLI
DELLA PREFETTURA DI MILANO AL NR. 663 PAG. 1042 VO. 3
CCIAA MILANO REA NR. 1806716
PUBBLICIT
MARKETING@DELETTERA.IT
COMITATO EDITORIALE
TEL. +39 02 36584134
MONICA ANTINORI, MARCO CLOZZA,
DAVIDE DOLCINI, SIMONA MAURA MARTELLI,
CARMELA MOCCIA, GLORIA RONCHI vietata la riproduzione, la traduzione e ladattamento, anche parziale del materiale pubblicato senza autorizzazione
di DELETTERA WP e di Fondazione Promozione Acciaio. Le considerazioni espresse negli articoli sono dei singoli autori,
COMITATO SCIENTIFICO dei quali si rispetta la libert di giudizio, lasciandoli responsabili dei loro scritti. Lautore garantisce la paternit dei con-
tenuti inviati allEditore manlevandolo da ogni eventuale richiesta di risarcimento danni proveniente da terzi che doves-
MONICA ANTINORI, RAFFAELE LANDOLFO, sero rivendicare diritti su tali contenuti. La rivista non responsabile delle spedizioni non richieste.
EMIDIO NIGRO, SANDRO PUSTORINO,
WALTER SALVATORE Iscrizione al Tribunale di Milano in data 03/05/2011 n. 223 del registro. Riservatezza: Art. 7 D.Lgs 196/03. Titolare del
trattamento dei dati personali raccolti nelle banche dati per uso redazionale relativo ai progetti Fondazione Promozione
Acciaio. I dati potranno essere rettificati o cancellati dietro presentazione di richiesta scritta.
HANNO CURATO LA REDAZIONE DI QUESTO Facile da movimentare e rapido da assemblare
NUMERO Trimestrale - Spedizione in abbonamento postale Poste Italiane spa - D. L. 353/2003 (convertito in Legge 27/02/2004 n
ANDREA DALLASTA, ALESSANDRO ZONA
46) art. 1, comma 1, LO/MI. Prezzo copia: 3 euro Abbonamento annuale: 10 euro Versatile nelle sopraelevazioni, ampliamenti, recuperi e nuove costruzioni
Testato nei confronti dellazione sismica e certificato secondo le normative vigenti
REDAZIONE Certificato per la resistenza al fuoco, prestazione strutturale ed acustica
delettera wP PUBBLICA ANCHE:
VIA VIVAIO 11 - 20122 MILANO
TEL +39 02 86313020 - FAX +39 02 86313031
cityproject.it Eco-sostenibile, riciclabile al 100%
SEGRETERIA@PROMOZIONEACCIAIO.IT recuperoeconservazione.it Compatibile con i sistemi tradizionali ed a secco
STRUCTURALWEB.IT Integrabile con impiantistica tradizionale ed innovativa
STAMPA
GRAFICA METELLIANA
Costi e tempi di costruzione definiti e certi
CAVA DEI TIRRENI

Il presente documento frutto del In copertina


lavoro della Commissione Sismica BIBLIOTECA DI FIORANO MODENESE
per le Costruzioni in Acciaio [progetto: Buonomo Veglia srl]
ph. Andrea Martiradonna

20867 Caponago (MB) Italy via delle Gerole 32 tel +39 02 95746270 fax +39 02 95744994
www.cogi.info www.steelmax.it