Sei sulla pagina 1di 5

1

44 Aa Primavera 2011
Tecno-espressionismo
romano
di Valentina Piscitelli

Quale pu essere oggi il valore aggiunto di una chiesa


parrocchiale? Nel caso dellopera dello studio di architettura
Anselmi & Associati possiamo evidenziare almeno tre pe-
culiarit: il ruolo dellarchitettura come cura per un intorno
urbanisticamente indifferenziato e indifferente al contesto;
il progetto come espressione dellinnovazione tipologica; il pro-
gettista come Magister della sperimentazione architettonica e
innovatore del processo costruttivo in edilizia.
Il progetto risultato vincitore del Concorso a inviti ban-
dito dallOpera Romana per la Preservazione della Fede e la
provvista di nuove Chiese in Roma, organismo che opera quel
servizio di riqualificazione delle periferie che la civica ammi-
nistrazione ha quasi del tutto disatteso; si pensi che il sagra-
to delledificio costituisce ad oggi lunica piazza dellintero
quartiere di Malafede. Sotto laspetto tipologico la chiesa
rivoluzionaria perch realizza la fusione delle piante a schema
longitudinale e a schema centrale in uninterpretazione mai
vista. Le innovazioni dettate dal Concilio Vaticano II preve-
dono, infatti, che i fedeli debbano potersi disporre in modo
omogeneo di fronte al pastore: la pianta un rettangolo di
proporzioni 2x1 dove laltare al centro del lato maggiore del
rettangolo; di fronte, sulla parete est, invece posto lingresso
principale.
LAula liturgica della chiesa, luogo clou del progetto, si svi-
luppa su una superficie di 800 mq ed coperta da una volta
realizzata con struttura in acciaio, controsoffittata allinterno e
rivestita in gres ceramico allesterno. La facciata tamponata
da ampie vetrate e da un rivestimento in travertino. Intorno al
sagrato si configurano gli uffici, i locali del ministero pastorale,
la canonica e la grande sala, che raggiunge nel punto pi alto

2
Aa Primavera 2011 45
V

X V
W X
V V 3

13 metri e pu ospitare fino a 500 successivamente assemblate in can- 1. Vista esterna della chiesa
fedeli. Il campanile, alto 18 metri, tiere senza uso di opere provvisiona- 2. Vista dellintero complesso
ecclesiastico
alle spalle dellAula liturgica la li. Unaltra peculiarit il sistema di
3. Prospetto arcareccio:
cui copertura un vero capolavoro realizzazione delle travi secondarie, a) trasversi reticolari tipo A
strutturale e formale in grado di at- che sono caratterizzate da sezioni b) trasversi reticolari tipo B
tribuire identit e carattere espressi- di estremit ruotate rispetto allasse c) trasverso pieno
vo allintorno. Essa si disegna nello principale: per ottenere le torsioni Sviluppo totale arcareccio 58,131m
4. Vista delle travi principali e secondarie
spazio come raccordo tra un unico necessarie allortogonalit con il pia- assemblate in cantiere
arco parabolico ed una poligonale no mediano degli elementi primari, 5. Render della struttura di copertura
di tre curve poste a circa venti me- sono state impresse delle rotazioni
tri di distanza. Dal collegamento mediante limpiego di martinetti
dei due elementi portanti principali idraulici. Questo sistema avanzato
ne deriva una superficie morbida, di progettazione ha consentito ai
quasi un manto, realizzato grazie al- progettisti e allimpresa, dopo solo
le propriet di malleabilit proprie quasi tre anni di lavori, di realizzare
dellacciaio e allutilizzo di software unopera sostenibile anche sul piano
avanzati. Solo tali strumenti hanno economico.
reso possibile la costruzione delle Il risultato esprime la forza di una
travi principali e secondarie a partire vera e propria scultura che rispetta
da lamiere che sono state modellate ed esalta la natura del materiale con
tridimensionalmente in officina e cui stata modellata: lacciaio.

46 Aa Primavera 2011
Y
[ 5

X
Z

V
W
X
b

\
]
^

Italia - 2010
Loc. Malafede - Roma
Nuovo Complesso Parrocchiale
San Pio da Pietralcina
Chiesa e casa parrocchiale
Committente
Opera Romana per la Preservazione della Fede
e la provvista di nuove Chiese in Roma
Progetto architettonico
Studio di Architettura Anselmi & Associati
(Alesssandro Anselmi, Valentino Anselmi, Valerio Palmieri)
Collaboratori al progetto architettonico
Diego Bisiach, Davide Tinto, Roberta Nocco
Progetto strutturale
7
E.D.IN. srl (Fabio Brancaleoni, dir. tecnico Marcello Colasanti)
Consulenza artistica e progettazione arredi liturgici
6. Sezione in asse colonna 1:
Giovanna De Sanctis Ricciardone - studio Progetto Arte Calvi dellUmbria
a) anima sp=20
Progetto delle vetrate artistiche
b) piattabanda inferiore 400x20
Giorgio Funaro
c) irrigidimenti sp=15
Carpenteria metallica
d) piatto sp=20 in corrispondenza dellanima
Gallese Metalmeccanica Industriale srl
e) piattabanda superiore 400x20
Impresa
IACE spa f) 2 piatti sp=20 in corrispondenza dellanima
g) colonna 609.6x20
Realizzazione in travertino
Societ Travertino Romano spa h) piastra 1100x40
Realizzazione dei vetri e delle strutture metalliche i) tirafondi M27 L=1900
Studio Forme Roma l) dima 1100x10
Foto m) moncone HEM 360 saldato allanima
Studio di Architettura Anselmi & Associati 7. Posizionamento della prima arcata

Aa Primavera 2011 47