Sei sulla pagina 1di 27

Formazione Docenti

TEMA 1F
Argomento:
Competenze digitali degli studenti, imprenditorialit e lavoro
Parte Imprenditorialit e lavoro

Data 13 febbraio/27 marzo


Istituto M. di Savoia
Docente Paolo Aghemo
Tutor Maria Grazia Loiacono
Cosa faremo
" 13 febbraio: Competenze digitali degli studenti, imprenditorialit e lavoro;

" 20 febbraio: Internet of Things (IoT);


" 27 febbraio: Registro elettronico, Alfabetizzaziione civica

" 6 marzo:
" 13 marzo:
Ambienti per la didattica integrata e per la
" 27 marzo: collaborazione, Biblioteche digitali, Didattica
attiva e collaborativa
Un curricolo per
limprenditorialit (digitale)
"La Media Education come strumento di potenziamento dei
soggetti, si propone per lo sviluppo di consapevolezza e di pensiero
critico, crea le condizioni perch il bambino si possa difendere da
s.

"In questa prospettiva educare non vuol dire proteggere ma


costruire lautonomia dei soggetti, nel costruire le condizioni
perch il pubblico riceva i messaggi con senso critico.
Un curricolo per
limprenditorialit (digitale)
Si possono individuare almeno tre caratteristiche
pedagogicamente rilevanti di questa svolta digitale che investe tutti
i supporti mediali:

"la portabilit. La miniaturizzazione delle applicazioni informatiche


e la convergenza delle diverse tecnologie verso il digitale sta
producendo una nuova generazione di apparati mobili che
funzionano come vere e proprie centrali multimediali. Uno
smartphone, oggi, telefono, televisione, punto di accesso a
Internet, macchina fotografica, telecamera, riproduttore di file MP3.
Un curricolo per
limprenditorialit (digitale)
"linterattivit. Il flusso della comunicazione non pi
unidirezionale, non prende pi corpo in palinsesti allestiti dalle
emittenti cui gli utenti possano accedere. Esso diventa
multidirezionale, riconosce allutente la possibilit di interrogare i
media secondo le sue esigenze.

"la generativit. Implicita conseguenza dellinterattivit e resa


possibile dalla trasformazione dei media in stazioni multimediali, la
generativit dei Nuovi Media allude alla possibilit che essi
garantiscono allutente di passare dalla posizione di spettatore a
quella di autore.
Un curricolo per
limprenditorialit (digitale)
Due correzioni di rotta rispetto al passato:

"La centratura si sposta dal pensiero critico alla responsabilit:


non basta pi educare uno spettatore che sia attento e critico,
occorre educare un soggetto che sia responsabile, sia quando
naviga contenuti che quando ne produce di propri.
Un curricolo per
limprenditorialit (digitale)

"Laltro slittamento dalla centralit dei media a quella della


cittadinanza. I comportamenti relativi ai media oggi non riguardano
pi solo il momento del consumo, ma costellano la nostra vita
individuale e sociale. La Rete e il telefonino sono migrati nelle
nostre vite, le costituiscono dallinterno, sono parte del nostro
essere cittadini.
Un curricolo per
limprenditorialit (digitale)
Un curricolo per
limprenditorialit (digitale)
"Utilizzare uno strumento in modo sicuro e consapevole significa
in primo luogo conoscerlo tecnicamente, cio avere dimestichezza
con tutte le sue potenzialit e implicazioni.
Un curricolo per
limprenditorialit (digitale)
"Insegnanti e studenti sono chiamati a svolgere un ruolo attivo:
gli insegnanti, da un lato, sono stimolati a sperimentare nuovi
metodi e tecniche di coinvolgimento nella didattica, volte alla
cooperazione e alla collaborazione fra ragazzi, oltre al rispetto
delle aspettative e delle esigenze individuali; gli studenti, dal canto
loro, imparano a stare in classe in modo diverso, diventando pi
aperti al dialogo, alla discussione e allo scambio delle idee,
anche a distanza, sia fra docenti che fra compagni.
Un curricolo per
limprenditorialit (digitale)
"Attraverso questa didattica, pu emergere in classe il mondo dei
ragazzi, il modo in cui essi si rappresentano ed utilizzano i
Nuovi Media, i loro interessi, i loro pensieri, le loro emozioni, tutto
ci insomma che orienta il loro comportamento nellutilizzare tali
strumenti. Aiutandoli a riflettere su tali dimensioni, la Scuola pu
aiutare i ragazzi a essere pi consapevoli e responsabili
nellutilizzo specifico dei vecchi e Nuovi Media, nellesercitare i
propri diritti e doveri in senso pi ampio, nel comportarsi in modo pi
responsabile e quindi pi sicuro, per s e per gli altri.
Un curricolo per
limprenditorialit (digitale)
LAlternanza Scuola-Lavoro
"L'alternanza scuola-lavoro una metodologia didattica che
permette agli studenti che frequentano gli istituti di istruzione
superiore (istituti professionali, istituti tecnici, licei) di svolgere una
parte del proprio percorso formativo presso un'impresa o un
ente.

"Si tratta di uno strumento pensato per rendere flessibili i percorsi


formativi scolastici, capace di combinare lo studio teorico
daula con forme di apprendimento pratico svolte in un
contesto professionale.

Guida completa allAlternanza Scuola-Lavoro


LAlternanza Scuola-Lavoro
"Lalternanza scuola-lavoro costituisce una vera e propria combinazione
di preparazione scolastica e di esperienze assistite sul posto di
lavoro, progettate in collaborazione con il mondo dellimpresa, al fine di
rendere gli studenti in grado di acquisire conoscenze e abilit e
competenze utili allo sviluppo della loro professionalit.

"Presso le imprese i giovani trascorrono periodi di apprendimento in


situazione lavorativa, che non costituiscono rapporto individuale di lavoro.

"Il valore formativo dellalternanza sottolineato dal fatto che la


titolarit dellistituzione scolastica o formativa.
Analogie tra Alternanza scuola-
lavoro e stage
"Comune caratteristica alle esperienze di stage e alternanza scuola-lavoro la
concezione dellimpresa come luogo di apprendimento.

"In entrambi i casi lazienda ospitante vista come ambiente educativo


complementare a quello dellaula e del laboratorio.

"Il tutor aziendale, a cui sono affiancati i giovani in stage o in alternanza,


assolve la funzione e il ruolo che il docente detiene nel contesto scolastico-
formativo. Il tutor diventa un facilitatore di apprendimento, capace di
illustrare il lavoro, supervisionare le attivit affidate, valutare il livello di
competenza raggiunto.
Differenze tra Alternanza
scuola-lavoro e stage

"Lalternanza non uno strumento formativo, ma si configura


piuttosto come una metodologia formativa, una vera e propria
modalit di apprendere, che non ha carattere occasionale ma, al
contrario, viene realizzata in continuit con i programmi didattici
ed progettata e guidata dalle istituzioni scolastiche che ne
detengono la piena responsabilit formativa.
Che vantaggi ha unimpresa?

"Lalternanza scuola-lavoro rappresenta lespressione pi compiuta


dellintegrazione tra istituzioni scolastiche e mondo produttivo,
poich richiede una condivisione totale sia degli obiettivi da
raggiungere (le competenze da sviluppare nei giovani), sia del
progetto formativo vero e proprio.

"Si tratta di un investimento complesso (in termini di sensibilit,


impegno e risorse umane e organizzative dedicate) che risulta
proficuo in un'ottica di medio-lungo periodo.
Che vantaggi ha unimpresa?

Le imprese che partecipano a percorsi di alternanza scuola-lavoro,


hanno lopportunit di:

" contribuire ad avvicinare il mondo della scuola alla realt


economico-produttiva e ai fabbisogni di professionalit e
competenze espressi dal mercato del lavoro del territorio;

" valorizzare la propria capacit formativa, investendo nella


qualificazione dei giovani e stabilendo una vera e propria alleanza
educativa con la scuola;
Che vantaggi ha unimpresa?

" migliorare le relazioni con il territorio circostante, acquisendo


visibilit e ritorno di immagine per l'iniziativa a cui ha collaborato;

" accrescere la propria consapevolezza in termini di


responsabilit sociale dimpresa, valutando le ricadute del proprio
comportamento nei rapporti con i propri stakeholders (personale,
comunit locale, clienti, istituzioni ecc.).
Che vantaggi ha unimpresa?

" migliorare le relazioni con il territorio circostante, acquisendo


visibilit e ritorno di immagine per l'iniziativa a cui ha collaborato;

" accrescere la propria consapevolezza in termini di


responsabilit sociale dimpresa, valutando le ricadute del proprio
comportamento nei rapporti con i propri stakeholders (personale,
comunit locale, clienti, istituzioni ecc.).
Step del percorso Alternanza
Scuola-Lavoro
Step del percorso Alternanza
Scuola-Lavoro
Step del percorso Alternanza
Scuola-Lavoro
Step del percorso Alternanza
Scuola-Lavoro
Step del percorso Alternanza
Scuola-Lavoro
Girls in Tech & Science
" In Europa e negli Stati Uniti le materie Stem sono viste come un modo di
promozione sociale, un mezzo per guadagnare punti in una societ che va verso
l'innovazione continua.

"Il problema che in tutto il mondo la societ scoraggia le ragazze dall'intraprendere


professioni complesse, che rendono difficile la riproduzione, che l'elemento pi
importante nella societ.

"Le ragazze che iniziano a dedicarsi alle materie tecnico-scientifiche lasciano gli studi
soprattutto tra i 16 e i 18 anni.

"Quello che viene chiamato 'soffitto di cristallo' alla carriera scientifica femminile
inizia nell'adolescenza, quando inizia a manifestarsi il gender gap
Girls in Tech & Science
" Nascono ogni mese, soprattutto nel mondo anglosassone, nuovi Science Club for
Girls, o STEM Club for Girls: lo scopo sostenere le ragazze nelle carriere tecno-
scientifiche.

"I pregiudizi sull'attitudine femminile per fisica, matematica, chimica e altre


discipline non sembrano ancora tramontati.

" Secondo il Rapporto su Donne e Scienze realizzato da OpinionWay nel 2015 per la
Fondazione L'Oral, in cinque Paesi europei compresa l'Italia, solo il 10% degli
intervistati ritiene che le donne abbiano particolari attitudini per la scienza e il
67% pensa che non abbiano le capacit necessarie per una carriera scientifica
di alto livello.