Sei sulla pagina 1di 6

Le asana e i mudra

I l termine asana, di origine sanscrita, indica le


posizioni corporee dello Yoga. Alcune posture
non prendono il nome di asana, ma di mudra, pur
presentandosi agli occhi dellosservatore come
identiche alle prime. Non affronteremo largo-
mento delle differenze esistenti fra asana e mudra,
in un testo che non vuole essere un trattato sulla
materia, ma ci limiteremo a poche parole di spie-
gazione.
Mudra significa sigillo, nei limiti dellatten-
dibilit di una traduzione dal sanscrito in una
qualsiasi lingua occidentale. Il termine sigillo
sta a indicare latto di sigillare (o evocare) nella
materia uno o pi princpi, e anche il modo in cui
lenergia pu essere indirizzata in un percorso
obbligato, chiudendo alla fine di questo tragitto il
circuito energetico.
Un mudra un atteggiamento posturale che
genera effetti molto profondi sullenergia, oltre a
notevoli cambiamenti psichici. Dal punto di vista
cerebrale, uno studio scientifico accurato sulla
pratica dei mudra condurrebbe a scoperte di gran-
de rilevanza.
Nella psicoanalisi si utilizzano numerose tec-
99
Lo Yoga - Strumento di vita Le asana e i mudra

niche miranti a fare emergere dallinconscio i bloc- La pratica dei mudra pulisce gli strati incon-
chi emotivi e le porzioni di esperienze rimosse ne- sci, sospingendo alla superficie ci che vi si trova,
gli anni; se i risultati sono buoni, lalleggerimento per eliminarlo definitivamente. Il risultato certo,
che ne deriva considerevole. I mudra producono ma i miracoli non sono contemplati. Per un tale ri-
questo effetto in modo naturale. Essi drenano dal sultato occorre quindi praticare molto a lungo, con
profondo alla superficie tutto ci che non pro- gran tenacia e perseveranza. Leffetto paragona-
priamente armonico, liberando tensioni e ansie bile a un colpo di spugna per molte tensioni e
che spesso risiedono da anni negli strati inconsci. blocchi inconsci, e si genera un alleggerimento
Queste tecniche ovviamente non sono nate con emotivo di notevoli proporzioni.
una valenza terapeutica, ma i loro effetti in questo Con un linguaggio pi specificamente tecnico,
campo non devono essere sottovalutati. possiamo definire i mudra come lantico Linguaggio
Noi subiamo, negli anni, un appesantimento Universale della Luce.
emotivo e mentale costante, con esiti spesso per-
manenti. Poich non sopportiamo gli effetti di sof- Il termine asana piuttosto generico. Vi sono po-
ferenze, delusioni e tensioni, da cui non riusciamo sizioni che agiscono su di un particolare principio
a proteggerci, creiamo una specie di sbarramento o una serie di princpi, altre caratterizzate da una
psichico dimenticandole, o cercando di farlo. vastissima gamma di effetti, altre ancora specifica-
Per ottenere questo con successo, creiamo let- mente dedicate a un solo risultato, e altre che sono
teralmente dei mondi paralleli, attraverso i qua- considerate tanto complete da poter, in se stesse,
li interpretiamo la vita, o neghiamo una certa serie riassumere lintera pratica dello Yoga. Le asana so-
di esperienze, o ancora le cancelliamo ricoprendo- no considerate il Linguaggio Universale del Corpo.
le con altre nuove e pi gratificanti. Alcune di esse sono applicabili da tutti, perch
Lintero cumulo delle sensazioni provate, tut- il loro effetto dipende unicamente dallesecuzione
tavia, non scompare. Lenergia emotiva mossa delle stesse. Altre posizioni necessitano invece di
negli anni rimane viva al di sotto della superficie una consapevolezza di base piuttosto elevata.
cosciente. Noi non ricordiamo tutti gli avveni- Possiamo prendere ad esempio siddhasana e
menti che ci hanno segnato, ma loro si ricorda- simahsana, tradotte come la posizione perfetta, o
no benissimo di noi. Con questo intendiamo che degli illuminati, e la postura del leone. Tanto
agiscono da una sfera inconscia, condizionando la prima che la seconda, lungamente praticate,
le nostre percezioni della vita, e spesso favorendo creano indubbie mutazioni fisico-energetiche e
nuove esperienze negative, che noi richiudiamo psichiche, per abbisognano di una comprensione
nuovamente nel cassetto dellinconscio, dove esse del loro significato ultimo e di una maturit inte-
rinforzano ulteriormente la massa di energia con- riore peculiari per condurre lo yogi alla ricercata
dizionante che gi vi risiede. esperienza interiore.

100 101
Lo Yoga - Strumento di vita Le asana e i mudra

Altre posizioni, come bhujangasana, la posizio- comporta un radicale mutamento nelle percezioni
ne del cobra, dhanurasana, la posizione dellar- della vita; una sorta di profonda illuminazione e
co, o shalabasana, la locusta, determinano cam- un potenziale straordinario nella regolazione con-
biamenti dal punto di vista fisico ed energetico, sapevole dei processi fisiologici dellorganismo.
indipendentemente dal grado di consapevolezza Ordinariamente la posizione sulla testa
di chi le pratica. considerata per i suoi effetti fisici, e in particolare
Le asana sono quindi classificabili in posizioni per il grande e benefico afflusso di sangue che es-
dal carattere iniziatico, ossia posture adatte pre- sa concede al cervello, a causa del rovesciamento
valentemente a chi pratica lo Yoga come ricerca della naturale attitudine eretta (inversione dellin-
interiore (e si trova a un buon livello di esperien- flusso di gravit).
za individuale) e posizioni per la purificazione e il Indubbiamente questo vero. Da un lato essa
potenziamento del corpo e dellenergia, applicabili nel irrora lencefalo come ordinariamente non pu
giusto modo da chiunque e gran dispensatrici di accadere, con i buoni esiti che questo comporta,
doni psicofisici. dallaltro alleggerisce tutti gli altri organi, favo-
rendo un decongestionamento complessivo e un
Si deve per sapere che molte posizioni oggi co- miglioramento della circolazione sanguigna.
nosciute sono eseguite in maniera inidonea a pro- Ci bene, per ha ben poco a che vedere con
durre quello per cui sono state create. Oltre a ci, il vero scopo di questasana. Shirsasana studia-
sono insegnate prima del tempo, e quindi non ta per inviare energia sottile al cervello, e non
portano a esiti rilevanti, se non un certo migliora- maggior afflusso di sangue. Le due cose non sono
mento delle condizioni fisiche generali. coincidenti. Vediamo subito perch.
Certamente questo non poco, ma lo Yoga
pu offrire ben altro, praticato sotto la guida com- I centri produttori di energia si trovano nella re-
petente di un vero esperto. gione che va dai genitali al plesso solare. la zona
Prendiamo come esempio una postura che, in cui risiedono i tre chakra che nello Yoga sono
per la sua spettacolarit, divenuta per molti un chiamati Muladhara, Svadhishthana e Manipura.
simbolo dello Yoga: shirsasana, la posizione sul- Questi tre centri, particolarmente il primo e il
la testa. Questa tecnica ha lo scopo di condurre secondo, devono essere preventivamente attivati
lenergia risvegliata dallo yogi sino al centro del attraverso alcune tecniche, affinch possano gene-
capo, per attivare prepotentemente la parte mate- rare una circolazione energetica potente, rispetto
riale e sottile dellipofisi e dellepifisi. a quella utilizzata nella vita comune. Quando tale
I risultati di questa attivazione non sono an- energia attiva, pu essere diretta ai centri sottili
cora stati studiati sufficientemente dalla scienza e materiali del capo, attraverso linversione dei
medica, ma tutti gli yogi sanno che tale risveglio poli ottenuta per mezzo di shirsasana, la posizione

102 103
Lo Yoga - Strumento di vita Le asana e i mudra

capovolta. Se la postura viene effettuata prima di Lo Yoga non nasce per appagare il praticante. Non
avere ottenuto questo risveglio energetico nei una sorta di ginnastica artistica e non tiene in
centri bassi, non esiste alcuna forza rilevante che minima considerazione lidea del diversivo; n si
si diriga verso la massa encefalica, e la pratica per- possono avere scuole di pensiero differenti. Se esi-
de gran parte del suo significato. stono anche in India solo perch alcuni sanno
e altri no.
Questa una dimostrazione tipica di come una Non vi sono due modi per aprire un rubinet-
posizione, pur correttamente eseguita, possa non to dellacqua e lasciar scorrere il liquido, fresco e
condurre agli effetti desiderati, per il semplice vivace. Esiste un solo modo. Da un lato si chiude
fatto che si ignora la preparazione che deve prece- lafflusso, dallaltro si apre. un fatto concreto e
dere quella postura specifica. incontrovertibile.
Nel caso della posizione capovolta, possiamo Cos per lo Yoga. Non esistono varianti alle
anche segnalare un errore frequente, connesso alle posizioni. Se una posizione viene eseguita in modi
gambe. Nella maggioranza dei casi, esse vengono leggermente diversi, per produrre effetti diversi.
tenute tese, sulla linea del busto. Secondo la tradi- Le due applicazioni non sono intercambiabili.
zione iniziatica, questa variante non conferisce gli Tutto dipende naturalmente dal fatto che esista
effetti tipici di shirsasana. una conoscenza di base su ci che produce unasa-
Le gambe devono essere tenute in padmasa- na e sul perch vada quindi utilizzata in un modo
na, cio nella posizione del loto, o in ogni caso o nellaltro. Bisogna sempre ricordarsi che lo Yoga
raccolte su se stesse. Questo semplice aspetto una scienza perfetta e precisa. Il caso non esiste
capace di attivare o inibire interamente gli effetti in questa disciplina. N si possono introdurre mo-
iniziatici dellasana. Ma normalmente, il tenere le difiche alla moda.
gambe tese, o raccolte in loto, viene considerata Non vi sono due Yoga. Ne esiste uno solo, pur
e insegnata come una variante della stessa iden- con numerose differenziazioni, ognuna con uno
tica posizione. In realt, esiste una sola posizione scopo e un significato pratico molto concreti.
corretta, non due.
V i infatti un solo Yoga, che lo si conosca, o Vi sono invece due modi, distinti fra loro, per pra-
no. Il fatto che questa disciplina sia tanto straor- ticare le asana e i mudra. Uno idoneo a chi segue
dinaria da dispensare ogni sorta di beneficio, per- questa via per ottenere una maggiore armonia e
sino quando mal praticata, non significa molto. un senso di benessere generale, laltro adatto a
Le posizioni dello Yoga e i suoi mudra, descritti chi vuole praticare veramente lo Yoga, con lo sco-
nei libri con innumerevoli varianti possibili, sono po di giungere al risveglio energetico e coscienzia-
il risultato di una conoscenza molto parziale della le per cui quella scienza stata creata.
materia. Affermando che esistono questi due metodi,

104 105
Lo Yoga - Strumento di vita Le asana e i mudra

naturalmente, intendiamo che il primo rappresen- fuoco di un braciere. Lo yogi il fabbro e il suo
ta un semplice adeguamento alle condizioni e alle corpo lacciaio della spada che, attraverso unin-
necessit di molte persone, oggi. domita concentrazione, viene modellato e poten-
ziato oltre le possibilit offerte dalla natura. La
La modalit per i principianti consiste nel curare il mente diviene un laser puntato su un unico obiet-
rilassamento delle membra nel loro insieme, salvo tivo: resistere allo sforzo e penetrare con sempre
naturalmente i gruppi muscolari impegnati nella maggiore intensit nel cuore stesso della postura,
pratica. Lassenza di tensione, il relativo non sfor- fino a veder infrangere quei limiti precedentemen-
zo e la ricerca costante di un rilassamento men- te considerati insuperabili.
tale e fisico sono molto importanti. Lallievo deve Questo tipo di pratica si addice a chi ha gi
entrare in rapporto con tutto il corpo, utilizzando sufficiente esperienza, per anche lunico modo
le posture come guida allascolto di se stesso. Na- per accedere ai segreti dello Yoga. Noi consiglia-
turalmente questo non significa praticare in modo mo generalmente un equilibrio fra i due metodi,
lasso. Una certa fatica indispensabile, altrimenti anche per i principianti, e abbiamo potuto vedere
non si ottiene alcun progresso. La meta resta per quali grandi risultati si possano ottenere in tempi
quella dellarmonizzazione generale, fisica, men- relativamente brevi. Una pratica veramente for-
tale ed emotiva. te riservata ai pi esperti. Chi ha saggiato lo
Tutte queste sono le caratteristiche del siste- Yoga in questo modo, non lo abbandona pi.
ma con cui si pratica ordinariamente nei centri di
Yoga moderni. Non sbagliato, soprattutto per Il vero problema piuttosto, risiede nellaccetta-
luomo contemporaneo. Per non Yoga, e non zione della fatica necessaria per ottenere il risul-
pu portare ai benefici dello Yoga, neppure dal tato voluto. Si tratta di una resistenza naturale
punto di vista fisico. allo sforzo consapevole. Se possiamo, tendiamo
a ritrarci. Difficilmente compiamo uno sforzo vo-
Laltro modo implica un uso assai meno cauto lontariamente, se non indispensabile. Eppure,
della propria fisicit. Le posture vengono praticate proprio in questo risiede un segreto capace di con-
con intensit considerevole, tanto in durata che in durci a risultati inimmaginabili, perch costruisce
progressione. Ladepto ricerca sempre il punto li- una personalit in grado di utilizzare la totalit
mite, e permane alle soglie di questo il pi a lungo dellenergia a disposizione, per centrare il bersa-
possibile. Ci vale per qualsiasi tecnica dello Yoga glio, qualunque esso sia.
si stia eseguendo. Partire dal corpo sempre di grande utilit,
In questo modo si suda abbondantemente, an- perch si tratta di uno strumento oggettivo, che
che in un ambiente non molto caldo, e la volont non ci permette di ingannarci dal punto di vista
dellindividuo viene forgiata come una lama nel psicologico, e perch ogni progresso si rende vi-

106 107
Lo Yoga - Strumento di vita Le asana e i mudra

sibile e quindi pu entusiasmarci, aumentando la tempo allasana di cominciare a produrre nellor-


nostra volont. ganismo ci per cui stata creata; e non si parla di
Nello Yoga, educarsi allo sforzo volontario, minuti secondi.
accettando lidea della fatica, dunque molto Se prendiamo una pentola dacqua e la met-
importante, perch fa crescere nel praticante una tiamo sul fuoco, richiesto un certo tempo prima
qualit che potr usare in qualunque campo del- che il liquido contenuto entri in ebollizione. Se
la vita. spegniamo il fuoco anche solo pochi secondi pri-
ma del tempo, il processo si ferma; ma se lasciamo
Non si dovrebbe, salvo nel caso di un principian- che lacqua bolla, allora possiamo assistere a un
te, praticare in una sola seduta molte posizioni, miracolo di alchimia: la trasformazione di una so-
mantenendole per un tempo breve. Al contrario, stanza in unaltra. Il liquido diviene vapore.
dovremmo concentrarci giornalmente su tre o Lo Yoga una potentissima scienza alchemica.
quattro posture al massimo, addestrandoci a te- Lasciando il nostro corpo sul fuoco delle asana e
nerle per un lungo periodo. dei mudra per il tempo necessario, lacqua del-
Le asana e i mudra, complessivamente, sono la nostra energia entra in ebollizione, e accade
state oggetto di severi studi da parte di molti il miracolo della trasformazione: la rarefazione
scienziati, in Oriente e in Occidente. Univocamen- dellenergia e levaporazione di una vibrazione
te, si riscontrato che esse agiscono con grande densa in una sottile.
influenza sullintero sistema psicofisico umano. Cosa questo comporti, e ci che accada in se-
Come abbiamo gi detto, non esiste una sola fun- guito, cosa da provare, piuttosto che da discute-
zione, o un semplice organo, che non ne traggano re o spiegare nella teoria.
beneficio. il vero Yoga. Unit.

Cosa pu produrre una pratica corretta (diciamo


trenta minuti tutti i giorni) nella nostra vita, ad
esempio, nei confronti delle sostanze tossiche che
assimiliamo quotidianamente? Certamente nessu-
no pu dirlo con certezza, se non chi ne fa espe-
rienza diretta per molti anni.
Sicuramente una pratica dello Yoga, come
quella genericamente adottata nei centri di be-
nessere, non potr mai fornire una risposta a
queste domande.
La vera pratica devessere eseguita dando il

108 109