You are on page 1of 39

CIRCOLARE DEL LAVORO

n. 08 del 25/02/2017

In evidenza:
- Proroga CIGS: le istruzioni operative del MLPS
- Rinnovo pensioni e prestazioni assistenziali per l'anno 2017
- Infortuni domestici: versamento del premio 2017
- Licenziato perch il collega striscia il badge
- Domestici: licenziamento per GMO in maternit
- Certificazione Unica 2017
- CU 2017: dati anagrafici
- CU 2017: il bonus 80 euro

1
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
QUESTA SETTIMANA SU FISCAL FOCUS

QUESTA SETTIMANA SUL QUOTIDIANO FISCAL FOCUS ............................................... 3


PRASSI E GIURISPRUDENZA DELLA SETTIMANA............................................................ 4
INPRATICA LAVORO ....................................................................................................... 6
PROROGA CIGS: LE ISTRUZIONI OPERATIVE DEL MLPS 7

FOCUS LAVORO .............................................................................................................. 9


RINNOVO PENSIONI E PRESTAZIONI ASSISTENZIALI PER L'ANNO 2017 10

STUDIO LAVORO ........................................................................................................... 12


INFORTUNI DOMESTICI: VERSAMENTO DEL PREMIO 2017 13
PENSIONE 2017: I REQUISITI ANAGRAFICI E CONTRIBUTIVI 15

GIUSTIZIA & LAVORO.................................................................................................... 17


LICENZIATO PERCH IL COLLEGA STRISCIA IL BADGE 18

CASI LAVORO ............................................................................................................... 19


APE: TRATTAMENTO IN 12 RATE (SENZA TREDICESIMA) 20
DOMESTICI: LICENZIAMENTO PER GMO IN MATERNIT 22

LAVORO & PREVIDENZA ............................................................................................... 24


CERTIFICAZIONE UNICA 2017 25
CU2017: PRESENTAZIONE SCHEDA 8, 5 E 2 PER MILLE DELLIRPEF 26
CU 2017: DATI ANAGRAFICI 28
CU 2017: COMPILAZIONE DEL QUADRO CT 30
CU 2017: IL BONUS 80 EURO 31

FLASH LAVORO ............................................................................................................ 33


TFR DI GENNAIO: FISSATO IL COEFFICIENTE DI RIVALUTAZIONE 34

LAGENDA DEL PROFESSIONISTA & CCNL DELLA SETTIMANA ..................................... 37


CCNL CEMENTO - PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA 38
SCADENZE DAL 27.02.2017 AL 05.02.2017 39

2
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Questa settimana sul Quotidiano Fiscal Focus
luned 20 febbraio 2017

CF DEL CONIUGE NELLA CU: ANCHE PER


QUEST'ANNO FACOLTATIVO?
CU 2017: COMPILAZIONE DEL QUADRO CT
MOD. OT24: A BREVE LA DOMANDA PER LA
RIDUZIONE DEI PREMI
marted 21 febbraio 2017

SINP: OBBLIGO DI COMUNICAZIONE PROROGATO AL 12/10


LAVORATORI EXTRAUE SPECIALIZZATI: LE ISTRUZIONI DEL
MINISTERO DELLINTERNO
DOMANDE DI INTEGRAZIONE SALARIALE: TICKET ESTESO
ANCHE ALLA CIGS

mercoled 22 febbraio 2017

CU2017: PRESENTAZIONE SCHEDA 8, 5 E 2 PER MILLE


DELLIRPEF
DISABILI: ASSUNZIONE OBBLIGATORIA SOLO DAL 2018
PREVINDAI: LA DICHIARAZIONE CONTRIBUTIVA SI FA ONLINE
PRIVACY: STOP A CONTROLLI INDISCRIMINATI SU E-MAIL E
SMARTPHONE AZIENDALI

gioved 23 marzo 2017

CU2017: COME COMPILARE IL FRONTESPIZIO


LPU: CHIARIMENTI SULLASSICURAZIONE INAIL PER GLI
AMMESSI ALLA PROVA
TFR: ADEGUATO IL COEFFICIENTE DI GENNAIO IN BASE
ALLINDICE ISTAT

venerd 24 febbraio 2017

LUL TELEMATICO: PROROGATO AL 1 GENNAIO 2018


PREMI DI RISULTATO: INCENTIVI ANCHE PER LE PMI IN CASO
DI ACCORDO TERRITORIALE
LAVORI USURANTI: PUBBLICATO IL MODULO AP45
sabato 25 febbraio 2017

AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE: UN ANNO IN PI PER


STIPULARE CONTRATTI DI CO.CO.CO.
CU 2017: IL CASO NON RESIDENTI SCHUMACKER

Seguici anche su: http://www.fiscal-focus.it/lavoro/,87

3
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
PRASSI E Prassi e giurisprudenza della settimana
GIURISPRUDENZA INPS, Circolare n. 31 del 21 febbraio 2017
DELLA Convenzione tra lINPS e la Confsal Federazione Italiana Sindacati
SETTIMANA Autonomi Lavoratori Stranieri (CONFSAL F.I.S.A.L.S.) per la
riscossione dei contributi associativi degli imprenditori agricoli e dei
coltivatori diretti, ai sensi dellart.11 della legge 12 marzo 1968, n.334.
Istruzioni operative e contabili. Variazioni al piano dei conti.
INPS, Circolare n. 32 del 21 febbraio 2017
Convenzione tra lINPS e la Confsal Federazione Italiana Sindacati
Autonomi Lavoratori Stranieri (CONFSAL F.I.S.A.L.S.) per la
riscossione dei contributi associativi delle aziende assuntrici di
manodopera e dei piccoli coloni e compartecipanti familiari (P.C.C.F.),
ai sensi dellarticolo 11 della legge 12 marzo 1968, n.334. Istruzioni
operative e contabili. Variazioni al piano dei conti
INPS, Circolare n. 33 del 21 febbraio 2017
Convenzione tra lINPS e la Confederazione Indipendente Sindacati
Europei (CSE) per la riscossione dei contributi associativi delle
aziende assuntrici di manodopera e dei piccoli coloni e
compartecipanti familiari (P.C.C.F.), ai sensi dellarticolo 11 della
legge 12 marzo 1968, n.334. Istruzioni operative e contabili. Variazioni
al piano dei conti.
INPS, Circolare n. 34 del 21 febbraio 2017
Convenzione tra lINPS e la Confederazione Indipendente Sindacati
Europei (CSE) per la riscossione dei contributi associativi degli
imprenditori agricoli e dei coltivatori diretti, ai sensi dellart.11 della
legge 12 marzo 1968, n.334. Istruzioni operative e contabili. Variazioni
al piano dei conti
INPS, Circolare n. 35 del 21 febbraio 2017
Convenzione tra lINPS e la Federazione Nazionale Autonoma
Lavoratori (FNAL) per la riscossione dei contributi associativi degli
imprenditori agricoli e dei coltivatori diretti, ai sensi dellart.11 della
legge 12 marzo 1968, n.334. Istruzioni operative e contabili. Variazioni
al piano dei conti.
INPS, Circolare n. 36 del 21 febbraio 2017
Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, dellassegno
ordinario e dellassegno emergenziale per il Fondo del Credito,
dellassegno emergenziale per il Fondo del credito cooperativo,
dellindennit di disoccupazione NASpI, dellindennit di
disoccupazione agricola e dellassegno per le attivit socialmente utili
relativi allanno 2017. Precisazioni sullindennit di mobilit ordinaria
e i trattamenti di disoccupazione speciale.
INPS, Circolare n. 37 del 22 febbraio 2017
Fondo di previdenza del clero secolare e dei ministri di culto delle
confessioni religiose diverse dalla cattolica. Aggiornamento del
contributo a carico degli iscritti.
INPS, Messaggio n. 738 del 20 febbraio 2017
Obbligo dellutilizzo del ticket per le domande di integrazione salariale
straordinaria.
INPS, Messaggio n. 767 del 21 febbraio 2017
4
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Sospensione delle ritenute IRPEF a seguito degli eventi sismici a far
data dal 24 agosto 2016 Decreto legge 17 ottobre 2016 n.189,
convertito nella legge 15 dicembre 2016, n. 229, come modificato dal
decreto legge 9 febbraio 2017, n. 8.
INPS, Messaggio n. 794 del 23 febbraio 2017
Presentazione delle domande di riconoscimento dello svolgimento di
lavori particolarmente faticosi e pesanti entro il 1 marzo ed il 1
maggio 2017 per i lavoratori che maturano i requisiti agevolati per
laccesso al trattamento pensionistico rispettivamente entro il 31
dicembre 2017 e dal 1 gennaio al 31 dicembre 2018. Decreto
legislativo 21 aprile 2011, n. 67, come modificato dalla legge 11
dicembre 2016, n. 232.
INPS, Messaggio n. 804 del 23 febbraio 2017
Messaggio Hermes n. 457 del 30 gennaio 2017 Assegnazione
dirigenti.
INPS, Comunicato stampa del 22 febbraio 2017
Il CIV dellINPS non approva il bilancio di previsione 2017.
INPS, Comunicato stampa del 23 febbraio 2017
OSSERVATORI STATISTICI. Aggiornamento Osservatorio Cassa
Integrazione Guadagni.
INPS, Comunicato stampa del 23 febbraio 2017
OSSERVATORIO SUL PRECARIATO. Pubblicati i dati di dicembre 2016.
Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, Sentenza n. 10842/2016
Il licenziamento la giusta sanzione per il dipendente che d il badge
al collega per coprire il ritardo nel prendere servizio. Il prestatore
dopera che cede a terzi la tessera marcatempo, strettamente
personale, compie una grave violazione del dovere di diligenza ed di
cattivo esempio per i colleghi. Leventuale ritardo nel prendere servizio
deve essere comunicato al datore di lavoro, anzich mettere in piedi il
meccanismo per alterare il controllo delle presenze.
MLPS, Comunicato stampa del 20 febbraio 2017
Disponibile nella sezione "Modulistica" di questo sito, il modello di
domanda per lerogazione agli enti pubblici della Regione Calabria del
contributo ex art. 1, comma 163, della legge 11 dicembre 2016, n. 232
per la stabilizzazione di LSU e LPU. Gli enti interessati alla
procedura dovranno trasmettere la domanda entro il 20 marzo
2017, unicamente tramite posta
elettronica certificata all'indirizzo: lsulpucalabria.2017@pec.lavoro.g
ov.it.
Fondazione Studi CdL, Parere del 20 febbraio 2017
Detassazione premi di risultato per le PMI.

5
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
InPratica Lavoro

Focus Lavoro

Studio Lavoro

Giustizia & Lavoro

Casi Lavoro

Lavoro & Previdenza

Flash lavoro
Lagenda del Professionista
& CCNL della settimana

6
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
InPratica n.8 del 20.02.2017

Proroga CIGS: le istruzioni operative del MLPS


A cura di Daniele Bonaddio

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la Circolare n. 3 del 13 febbraio 2017, ha fornito le
opportune indicazioni operative - per le imprese che abbiano concluso e sottoscritto accordi in sede
governativa entro il 31 luglio 2015 - per la presentazione delle domande per l'accesso alla prosecuzione
dei trattamenti di integrazione salariale straordinaria (CIGS), oltre i limiti di cui agli artt. 4, comma 1, e 22,
commi 1, 3 e 4, del D.Lgs. n. 148/2015, nonch i criteri per la reiterazione della riduzione contributiva di
cui all'art. 6, comma 4, del D.L. n. 510/1996, convertito, con modificazioni, dalla L. n. 608/1996.
Vediamo dunque dettagliatamente quali sono le condizioni e modalit di presentazione della domanda,
nonch gli adempimenti che limpresa beneficiaria deve porre in essere per accedere alla proroga.
Da notare che la modulistica sar prossimamente disponibile nell'apposita sezione sul sito del MLPS.

Tavola sinottica
Entro 45 giorni dalla data di pubblicazione in G.U. del D.L. n. 98189 del
29.12.2016 possibile inviare via PEC allindirizzo
dgammortizzatorisociali.div4@pec.lavoro.gov.it il format di domanda
ADEMPIMENTO denominato ModuloIstanza-ProlungamentoCIGS (di prossima
pubblicazione sul sito del Ministero del Lavoro) - in caso lazienda volesse
prorogare la CIGS.

Le imprese che abbiano concluso e sottoscritto accordi in sede governativa


entro il 31 luglio 2015, riguardanti casi di rilevante interesse strategico per
leconomia nazionale e tali che, per le ricadute occupazionali, condizionino
le possibilit di sviluppo economico territoriale, e il cui piano industriale
abbia previsto lutilizzo di trattamenti straordinari di integrazione salariale
NORMATIVA oltre i limiti previsti dalla vigente legge (articoli 4, comma 1, e 22, commi 1,
3 e 4, del D.Lgs. n. 148/2015), oppure lutilizzo del contratto di solidariet,
possono accedere, rispettivamente, alla prosecuzione della CIGS per la
durata e alle condizioni certificate dalla Commissione e secondo i criteri
definiti dal Decreto n. 98189 del 29.12.2016.

Il piano industriale deve presentare condizioni per un rapido


riassorbimento del personale che stato sospeso o impiegato a
orario ridotto;
il piano industriale deve rappresentare, altres, limpegno a
realizzare, nel corso della prosecuzione del trattamento di
CONDIZIONI
integrazione salariale, ulteriori interventi, compresa la formazione e
riqualificazione del personale sospeso o impiegato a orario ridotto,
tali da assicurare la rioccupazione del personale interessato;
limpresa deve essere di rilevante interesse strategico per
leconomia nazionale, per lattivit svolta, per il numero dei

7
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
lavoratori occupati o per le caratteristiche del territorio in cui ha
sede, tali da condizionare le possibilit di sviluppo economico del
territorio in cui opera;
deve essere stato sottoscritto un accordo in sede governativa entro
il 31 luglio 2015, il cui piano industriale sottostante abbia previsto
lutilizzo di trattamenti di integrazione salariale straordinaria oltre i
limiti di cui agli articoli 4, comma 1, e 22, commi 1, 3 e 4, del Decreto
Legislativo n. 148 del 2015.
La domanda di autorizzazione della CIGS deve essere presentata, via Pec,
MODALIT DI allindirizzo dgammortizzatorisociali.div4@pec.lavoro.gov.it, entro 45gg
PRESENTAZIONE dalla data di pubblicazione in G.U. del D.I. n. 98189/2016 e con lutilizzo
DELLA DOMANDA dellallegato modulo ModuloIstanza-ProlungamentoCIGS, reperibile nella
sezione modulistica sul sito del MLPS (www. lavoro.gov.it).

Spetta allUfficio competente della Direzione Generale degli


ISTRUTTORIA
ammortizzatori sociali e degli incentivi alloccupazione effettuare
AMMINISTRATIVA E
listruttoria sulle domande presentate, verificando le condizioni di
DECRETO DI
ammissibilit e i requisiti richiesti e trasmette una relazione tecnica alla
AUTORIZZAZIONE
Commissione.
EROGAZIONE In caso di accoglimento della domanda, il trattamento di integrazione
TRATTAMENTO E salariale autorizzato con il pagamento diretto ai lavoratori dellindennit
CONTRIBUTI da parte dellINPS.
ADDIZIONALE
possibile chiedere la riduzione del 35% della contribuzione a carico del
datore di lavoro dovuta per i lavoratori interessati alla riduzione dellorario
di lavoro in misura superiore al 20%. Lo sgravio contributivo riguarda il
periodo di solidariet previsto nellaccordo in sede governativa eccedente i
REITERAZIONE
24 mesi gi oggetto di decontribuzione.
DELLA RIDUZIONE
La domanda in bollo deve essere presentata esclusivamente tramite PEC,
CONTRIBUTIVA
entro e non oltre 30 giorni dallentrata in vigore del menzionato D.L. n.
98189/2016 all'indirizzo sgravicds@pec.lavoro.gov.it, con indicazione del
codice pratica relativo allistanza di integrazione salariale per contratto di
solidariet, presentata con la procedura denominata CIGS on-line
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Circolare n. 3 del 13
febbraio 2017;
D.Lgs. n. 148/2015;
NORMATIVA E art. 6, comma 4, del D.L. n. 510/1996, convertito, con modificazioni,
PRASSI dalla L. n. 608/1996;
D.L. n. 98189 del 29.12.2016;
art. 2, co. 1, lett. d) del D.Lgs. n. 185/2016;
D.L. n. 185/2008, convertito, con modificazioni, dalla L. n. 2/2009.

TORNA ALLINIZIO

8
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
InPratica Lavoro

Focus Lavoro

Studio Lavoro

Giustizia & Lavoro

Casi Lavoro

Lavoro & Previdenza

Flash lavoro
Lagenda del Professionista
& CCNL della settimana

9
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Focus Lavoro n. 8 del 21.02.2017

Rinnovo pensioni e prestazioni assistenziali per l'anno 2017


Circolare INPS n. 8/2017

A cura di Marta Bregolato

Il 17.01.2017 l'INPS ha pubblicato la propria Circolare n. 8 avente per oggetto Rinnovo delle pensioni e delle
prestazioni assistenziali per l'anno 2017.
La Circolare illustra i criteri e le modalit applicative della rivalutazione delle pensioni e delle prestazioni
assistenziali, e l'impostazione dei relativi pagamenti per l'anno 2017; stabilisce gli importi minimi, i limiti di
reddito, i conguagli e le rivalutazioni automatiche.

Premessa
La Circolare rappresenta un vademecum completo in materia di pensioni del settore privato erogate
dall'INPS, aggiornate al 2017.
In allegato alla Circolare sono pubblicati anche altri due documenti:
1. Decreto Ministero dell'Economia e delle Finanze del 17.11.2016, recante Perequazione
automatica delle pensioni per l'anno 2016 e valore definitivo anno 2015 - pubblicato in Gazzetta
Ufficiale n. 274 del 23.11.2016;
2. Comunicato dell'Istituto Nazionale di Statistica Dipartimento per la produzione statistica
Direzione Centrale per le statistiche sociali e il censimento della popolazione, prot. n. 19131 del
19.10.2016, recante Adeguamento automatico dei trattamenti pensionistici di guerra anno
2017;
3. rinnovo 2017 Tabelle; perequazione provvisoria, Pensioni e limiti di reddito 0,0%, limiti di reddito
INVCIV totali 0,0% e Indennit INVCIV 1,35%. Valori definitivi 2016 allo 0,0%.

Contenuto
La Circolare rappresenta la raccolta aggiornata di tutti gli importi di pensione e di tutti i limiti di reddito
previsti per l'erogazione delle integrazioni al trattamento minimo, delle maggiorazioni sociali, delle
pensioni sociali, del cumulo pensione/reddito per le pensioni ai superstiti, degli assegni dinvalidit e di
tutte le indennit degli invalici civili per l'anno 2017.
Prima di dedicarci alle diverse Tabelle riepilogative evidenziamo che il Decreto del Ministero
dell'Economia e delle Finanze del 17.11.2016, all'art. 1 ha precisato che la percentuale di variazione per
il calcolo della perequazione delle pensioni per l'anno 2015 determinata in misura pari a + 0,0 dal 1
gennaio 2016; di fatto quindi nessun aggiornamento interverr con riferimento all'anno 2016.
Ricordiamo che il termine perequazione significa proprio aggiornamento delle pensioni in relazione
all'indice Istat. Si tratta in sostanza di un meccanismo attraverso il quale l'importo delle prestazioni
medesime viene adeguato all'aumento del costo della vita, come indicato dall'Istat. Il fine quello di
proteggere il potere di acquisto del trattamento pensionistico qualsiasi esso sia.
Tale previsione consolidata anche per l'anno 2017, infatti il successivo art. 2 stabilisce che la
percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni per l'anno 2016 determinata

10
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
in misura pari a +0,0 dal 1 gennaio 2017, salvo conguaglio da effettuarsi in sede di perequazione per
l'anno successivo.
L'importo delle pensioni, pertanto, nel 2017 non subir variazioni perch il costo della vita non ha di
fatto subito variazioni, anzi negativa (siamo in deflazione).

Ai sensi dell'art. 1 commi 287 e 288 della Legge di Stabilit 2016 (Legge 28.12.2015 n. 208 pubblicata
in Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30.12.2015, Supplemento Ordinario n. 70), l'importo delle pensioni non
subir ritocchi in negativo in quanto in caso di inflazione decrescente le pensioni rimarranno invariate.

TORNA ALLINIZIO

11
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
InPratica Lavoro

Focus Lavoro

Studio Lavoro

Giustizia & Lavoro

Casi Lavoro

Lavoro & Previdenza

Flash lavoro
Lagenda del Professionista
& CCNL della settimana

12
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Studio lavoro n. 15 del 22.02.2017

Ai gentili Clienti
Loro sedi

Infortuni domestici: versamento del premio 2017


Gentile Cliente,
con la stesura del presente documento informativo intendiamo informarLa che ancora possibile
sottoscrivere lassicurazione INAIL contro gli infortuni domestici. La polizza, pari ad 12,91, riguarda sia
donne che uomini, con unet compresa tra 18 anni e 65 anni, che si occupano a tempo pieno, gratuitamente
e senza subordinazione, delle mansioni di cura della casa.

Premessa
Con lavvento del nuovo anno lINAIL ricorda che entro la fine del mese corrente bisogna rinnovare
lassicurazione obbligatoria contro gli infortuni domestici. La polizza del costo di 12,91 annui, interessa donne
e uomini, tra i 18 anni e 65 anni, che si occupano soltanto della cura della casa, gratuitamente e senza
subordinazione.
Rimangono invece esclusi dal pagamento del citato importo, coloro che svolgono altra attivit che
comporti liscrizione a forme obbligatorie di previdenza sociale.

I soggetti assicurabili
Lobbligo assicurativo rivolto esclusivamente ai seguenti soggetti:
coloro che, avendo gi compiuto 18 anni, lavorano unicamente in casa per la cura dei membri
della famiglia (ad esempio, ragazzi o ragazze maggiorenni in attesa di prima occupazione);
i pensionati, di entrambi i sessi, entro i 65 anni;
i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia;
gli studenti che dimorano nella citt di residenza o in localit diversa, che si occupano anche
dell'ambiente in cui abitano;
i lavoratori in Cassa Integrazione Guadagni (CIG);
i lavoratori in mobilit;
i lavoratori stagionali, temporanei e a tempo determinato.

NOTA BENE Rimangono invece esclusi dallobbligo assicurativo:


chi ha meno di 18 anni o pi di 65 anni;
i lavoratori socialmente utili (Lsu);
i titolari di una borsa lavoro;

13
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
gli iscritti a un corso di formazione e/o a un tirocinio;
i lavoratori part-time.

Sul punto, appare opportuno ricordarLe che l'assicurazione obbligatoria anche solo per i periodi in cui
non svolta altra attivit lavorativa. Tuttavia, il premio assicurativo non frazionabile e la quota va comunque
versata per intero, anche se la copertura assicurativa valida soltanto nei periodi in cui non svolta altra attivit
lavorativa.

Distinti saluti

TORNA ALLINIZIO

Lo Studio ringrazia per lattenzione riservatagli e rimane a disposizione per ogni ulteriore chiarimento,
riservandosi la facolt di tenervi costantemente aggiornati sulle novit e relativi adempimenti di Vostro
interesse

14
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Studio lavoro n. 16 del 22.02.2017

Ai gentili Clienti
Loro sedi

Pensione 2017: i requisiti anagrafici e contributivi


Gentile Cliente,
con la stesura del presente documento informativo intendiamo informarLa che, per lanno 2017,
restano invariati i requisiti di accesso per accedere ai trattamenti pensionistici rispetto allo scorso anno.
Infatti, per collocarsi a riposo con la pensione di vecchiaia serviranno, oltre ai 20 anni di contributi,
ben 67 anni e 7 mesi di et per i lavoratori/lavoratrici del settore pubblico. Mentre le lavoratrici dipendenti
dovranno aspettare 2 anni in meno (65 anni e 7 mesi).
Per quanto riguarda invece la pensione anticipata, serviranno come lo scorso anno - 42 anni e 10
mesi di contributi. Requisito, questo che si abbassa di un anno per le donne (41 anni e 10 mesi).

Premessa
Le ricordiamo che il D.L. (Lavoro-Economia) del 16 dicembre 2014 ha certificato lo slittamento dei
requisiti per collocarsi a riposo.

Tale Decreto, in particolare, ha disposto che:


A decorrere dal 1 gennaio 2016, i requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici di cui all'art. 12,
commi 12-bis e 12-quater, fermo restando quanto previsto dall'ultimo periodo del predetto comma 12-
quater, del Decreto-Legge 30 luglio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla Legge 30 luglio 2010,
n. 122, e successive modificazioni e integrazioni, sono ulteriormente incrementati di 4 mesi e i valori di
somma di et anagrafica e di anzianit contributiva di cui alla Tabella B allegata alla Legge 23 agosto
2004, n.243, e successive modificazioni, sono ulteriormente incrementati di 0,3 unit.

REQUSITI PENSIONISTICI

Dal 1 gennaio 2016

4 mesi di contributi in pi per la pensione anticipata;


4 mesi di et anagrafica in pi per la pensione di vecchiaia;
0,3 unit in pi per la pensione con il sistema delle c.d. quote.

15
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
ATTENZIONE Per questanno, quindi, restano confermati gli aumenti verificatesi lo scorso anno.

Distinti saluti

TORNA ALLINIZIO

Lo Studio ringrazia per lattenzione riservatagli e rimane a disposizione per ogni ulteriore chiarimento,
riservandosi la facolt di tenervi costantemente aggiornati sulle novit e relativi adempimenti di Vostro
interesse

16
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
InPratica Lavoro

Focus Lavoro

Studio Lavoro

Giustizia & Lavoro

Casi Lavoro

Lavoro & Previdenza

Flash lavoro
Lagenda del Professionista
& CCNL della settimana

17
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Giustizia & Lavoro n. 8 del 23.02.2017

Licenziato perch il collega striscia il badge


Se il gesto motivato da un imprevisto il licenziamento si evita avvisando lazienda del ritardo

A cura di Paola Mauro

Il licenziamento la giusta sanzione per il dipendente che d il badge al collega per coprire il ritardo nel prendere
servizio. Il prestatore dopera che cede a terzi la tessera marcatempo, strettamente personale, compie una grave
violazione del dovere di diligenza ed di cattivo esempio per i colleghi. Leventuale ritardo nel prendere servizio
deve essere comunicato al datore di lavoro, anzich mettere in piedi il meccanismo per alterare il controllo delle
presenze. quanto emerge da una recente pronuncia della Sezione Lavoro della Corte di Cassazione.

Premessa
Il licenziamento la giusta sanzione per il dipendente che d il badge al collega per coprire il ritardo nel
prendere servizio. Il prestatore dopera che cede a terzi la tessera marcatempo, strettamente personale,
compie una grave violazione del dovere di diligenza ed di cattivo esempio per i colleghi. Leventuale
ritardo nel prendere servizio deve essere comunicato al datore di lavoro, anzich mettere in piedi il
meccanismo per alterare il controllo delle presenze.

quanto emerge dalla sentenza n. 10842/2016 Sezione Lavoro della Corte di Cassazione.

TORNA ALLINIZIO

18
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
InPratica Lavoro

Focus Lavoro

Studio Lavoro

Giustizia & Lavoro

Casi Lavoro

Lavoro & Previdenza

Flash lavoro
Lagenda del Professionista
& CCNL della settimana

19
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Casi Lavoro n. 13 del 24.02.2017

Ape: trattamento in 12 rate (senza tredicesima)

A cura del Centro Studi Fiscal Focus

Domanda
La Legge di Bilancio 2017, n. 232 del 11.12.2106 pubblicata in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 297 del
21.12.2016, Supplemento Ordinario n. 57 ha disciplinato all'articolo 1 commi da 166 a 186 l'Anticipo
Pensionistico con l'obiettivo di incentivare la flessibilit in uscita dei dipendenti prossimi alla maturazione del
diritto alla pensione (fino ad un massimo di 3 anni e 7 mesi di anticipo).

Sono un lavoratore dipendente del settore privato; sto valutando, mancandomi solo 2 anni e 5 mesi per il
raggiungimento del diritto alla pensione, di uscire anticipatamente beneficiando dell'Anticipo Pensionistico.
Vorrei sapere se tale prestazione prevede la corresponsione della 13.ma mensilit.

Risposta
L'articolo 1 commi da 166 a 186 della Legge di Bilancio, nell'ambito del cosiddetto Pacchetto Previdenza,
introduce e disciplina l'Anticipo Pensionistico.

Trattasi di un provvedimento di natura sperimentale il cui accesso previsto dal 01.05.2017 al 31.12.2018,
che consente ai lavoratori del settore pubblico e privato, in possesso dei requisiti di uscire anticipatamente
dal mercato del lavoro.

In particolare l'Anticipo Pensionistico prevede tre fattispecie, ovvero l'Ape Volontaria (accessibile attraverso
un finanziamento bancario rimborsabile in 20 anni); l'Ape Sociale (il cui costo a totale carico dello Stato) e
l'Ape Aziendale (il cui costo e a totale carico del datore di lavoro).

Per tutte e tre le tipologie i requisiti necessari sono:


almeno 63 anni di et;

almeno 20 anni di contributi versati;

assegno INPS corrispondente ad almeno 1,4 volte l'assegno sociale;

anticipo massimo rispetto alla maturazione del diritto alla pensione di 3 anni e 7 mesi.

Non pu accedere all'Ape il soggetto gi titolare di un trattamento pensionistico diretto.

L'articolo 166 della Legge di Bilancio 2017 infatti prevede che: ... a decorrere dal 1^ maggio 2017, in via
sperimentale fino al 31 dicembre 2018, istituito l'Anticipo Finanziario a garanzia pensionistica (APE). L'APE
un prestito corrisposto a quote mensili per dodici mensilit a un soggetto in possesso dei requisiti di cui al
20
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
comma 167 del presente articolo fino alla maturazione del diritto alla pensione di vecchiaia di cui all'articolo 24,
commi 6 e 7, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla Legge 22 dicembre,
n. 214.

La restituzione del prestito avviene a partire dalla maturazione del diritto alla pensione di vecchiaia, con rate di
ammortamento mensili per una durata di venti anni.

Il prestito coperto da una polizza assicurativa obbligatoria per il rischio premorienza....

Come si evince quindi dal precedente comma 166 la corresponsione sar effettuata per dodici mensilit e fino
al raggiungimento della maturazione del diritto alla pensione.

Trattandosi di 12 mensilit resta esclusa di fatto la sua erogazione in occasione della 13.ma mensilit.

Tale impostazione dovrebbe trovare conferma nei Decreti Attuativi di cui si attende l'approvazione entro la fine
del corrente mese o al pi tardi nei primi giorni del mese di marzo.

Rispetto a questa impostazione la norma prevede per un elemento incoerente, ovvero, quando il lavoratore
raggiunge il diritto alla pensione (anni 63 e 7 mesi) e comincer quindi la restituzione dell'Anticipo
Pensionistico lo far attraverso n. 260 rate mensili, nell'arco di 20 anni, mediante trattenuta diretta di ciascun
rateo dall'assegno di pensione, con inizio dall'erogazione del primo assegno pensionistico.

Cos facendo il rimborso avverr quindi anche in occasione della corresponsione della 13.ma (260 rate: 20
anni = 13 mensilit annue).

La motivazione sottostante all'erogazione in 12 mensilit che l'Anticipo Pensionistico di fatto non


rappresenta una prestazione pensionistica ma un prestito da rimborsare con le modalit sopra descritte, cos
come si evince dallo stesso comma 166 dell'articolo 1.

Lo stesso meccanismo di erogazione in 12 mensilit vale anche nel caso di Ape Sociale laddove l'anticipo non
si concretizza attraverso un prestito bancario da restituire ma attraverso l'intervento dello Stato.

TORNA ALLINIZIO

21
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Casi Lavoro n. 14 del 24.02.2017

Domestici: licenziamento per GMO in maternit

A cura di Daniele Bonaddio

Domanda
Una lavoratrice domestica con mansioni di badante comunica lastensione obbligatoria dal lavoro per
maternit anticipata, con relativa documentazione medica. La lavoratrice in questione stata ricoverata
presso una struttura ospedaliera per lunga degenza, e vi rimarr a tempo indeterminato visto laggravamento
dello stato di salute. In questo particolare caso, la lavoratrice soggetta alla tutela prevista per le lavoratrici
madri oppure possibile licenziarla per giustificato motivo oggettivo?

Risposta
Presa visione del quesito posto, si afferma innanzitutto che la specialit della disciplina del lavoro domestico
in caso di maternit stato nel tempo allineata a quella prevista per la generalit delle lavoratrici dipendenti.
Quindi durante il periodo di astensione obbligatoria previsto dalla legge avr diritto:
alla conservazione del posto;
allastensione dal lavoro;
ad unindennit sostituiva della retribuzione.

vietato adibire al lavoro le lavoratrici nei due mesi precedenti la data presunta del parto e nei
tre mesi successivi al parto. Il divieto anticipato a tre mesi dalla data presunta del parto quando
le lavoratrici sono occupate in lavori che, in relazione all'avanzato stato di gravidanza, siano da
ritenersi gravosi o pregiudizievoli.

Pu inoltre essere disposta l'interdizione dal lavoro delle lavoratrici in stato di gravidanza anche in un
momento precedente nei seguenti casi:
nel caso di gravi complicanze della gravidanza o di preesistenti forme morbose che si presume
possano essere aggravate dallo stato di gravidanza;
quando le condizioni di lavoro o ambientali siano ritenute pregiudizievoli alla salute della donna e
del bambino;
quando la lavoratrice non possa essere spostata ad altre mansioni, non pregiudizievoli.

Venendo pi specificatamente al quesito posto, dallinizio delle gestazioni fino al momento dellastensione
obbligatoria dal lavoro, la lavoratrice pu essere licenziata solo per mancanze gravi che non consentono la
prosecuzione del rapporto di lavoro nemmeno in via provvisoria.
Inoltre, lart. 54, co. 3. lett. b) del D.Lgs. n. 151/2015 consente il licenziamento in caso di maternit per
cessazione dellattivit aziendale; dunque, anche nel caso di specie non possibile disconoscere tale
possibilit nel lavoro domestico quando la prestazione lavorativa non trova pi ragion dessere.
22
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Si pensi per esempio allipotesi in cui le prestazioni della lavoratrice domestica siano esclusivamente quelle
di assistenza alla persona autosufficiente e non, e che questa persona si trova nellimpossibilit di ricevere le
cure e lassistenza dedotta dal contratto a causa di un radicale cambiamento del quadro clinico o del decesso
della persona.

TORNA ALLINIZIO

23
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
InPratica Lavoro

Focus Lavoro

Studio Lavoro

Giustizia & Lavoro

Casi Lavoro

Lavoro & Previdenza

Flash lavoro
Lagenda del Professionista
& CCNL della settimana

24
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Lavoro & Previdenza n. 35 del 20.07.2017

Certificazione Unica 2017


Tutte le novit su modello e scadenze
A cura di Daniele Bonaddio

Entro il 7 marzo i sostituti dimposta sono chiamati ad elaborare e trasmettere allAgenzia delle Entrate le
Certificazioni Uniche relative al periodo dimposta 2016. Si tratta di un adempimento gi in vigore da due anni, ma
che anche questanno presenta profili di novit da gestire, anche in relazione alle misure introdotte dalla Legge di
Stabilit 2016. Agli addetti ai lavori richiesta la massima precisione nella compilazione, trattandosi di uno
strumento indispensabile alla redazione del 730 precompilato: eventuali omissioni o errori sono pesantemente
sanzionati.

Premessa
Anche con riferimento al periodo dimposta 2016, i sostituti dimposta sono obbligati ad elaborare le
Certificazioni Uniche (CU), che contengono:
- i dati relativi ai redditi erogati, alle ritenute operate e allinquadramento contributivo del rapporto
di lavoro;
- i compensi e le provvigioni erogate e le relative ritenute con riferimento ai lavoratori autonomi.
Si tratta di un adempimento propedeutico alla predisposizione, da parte dellAgenzia delle Entrate, delle
dichiarazioni 730 precompilate: ne deriva che la trasmissione tardiva o omessa, cos come lesposizione
di dati errati, determinano lirrogazione di pensati sanzioni.

Va ricordato che la legge obbliga alladempimento anche:


le Amministrazioni dello Stato che hanno effettuato ritenute alla fonte sui redditi a norma degli
articoli 23, 24, 25, 25-bis e 29 del citato decreto n. 600 del 1973;
i soggetti che hanno corrisposto contributi previdenziali e assistenziali dovuti allINPS, ex
INPDAP e/o INAIL, e/o che nel periodo dimposta 2016 hanno corrisposto compensi soggetti a
ritenuta alla fonte, contributi previdenziali dovuti allINPS o premi assicurativi dovuti allINAIL.

TORNA ALLINIZIO

25
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Lavoro & Previdenza n. 36 del 21.02.2017

CU2017: presentazione scheda 8, 5 e 2 per mille dellIrpef


Tempo fino al 30 settembre 2017 per presentare in busta chiusa la scelta del contribuente
A cura di Daniele Bonaddio

Si avvicina sempre di pi limportante adempimento per i sostituti dimposta tenuti alla consegna al contribuente
della Certificazione Unica 2017 (modello sintetico), fissata per venerd 31 marzo p.v. Appresa la notizia che
anche per questanno il modello si sdoppia oltre al modello sintetico vi anche un modello ordinario da
presentare telematicamente allAgenzia delle Entrate entro il 7 marzo 2017 appare opportuno ricordare che
anche per il 2017 possibile scegliere la destinazione dell8, del 5 e del 2 per mille dellIrpef, i cui dati sono
contenuti nel modello sintetico.
In particolare, il contribuente pu utilizzare una scheda unica per destinare:
lotto per mille del gettito IRPEF allo Stato oppure ad una Istituzione religiosa;
il cinque per mille della propria IRPEF a determinate finalit;
il due per mille della propria IRPEF in favore di un partito politico.
Da notare che, da questanno, la scheda si arricchisce di un nuovo campo, ossia lIstituto buddista italiano soka
gakkai (IBISG).
Inoltre, non bisogna dimenticare che le scelte non sono in alcun modo alternative fra loro e possono pertanto
essere tutte espresse. Tali scelte non determinano maggiori imposte dovute. In tal caso, bisogna apporre la firma
nellapposito quadro.
Dunque, ladempimento ripropone fondamentalmente i principi visti gli scorsi anni, compresa la fattispecie dei
contribuenti esonerati dalla presentazione della dichiarazione, i quali esprimono la scelta utilizzando lapposita
scheda, acclusa nella certificazione, che il sostituto dimposta tenuto a rilasciare debitamente compilata nella
parte relativa al periodo dimposta nonch ai dati del sostituto e del contribuente.
Premessa

Come per lo scorso anno, ciascun contribuente pu utilizzare una scheda unica per la scelta della
destinazione dell8, del 5 e del 2 per mille dellIrpef (contenuto nel modello sintetico). In particolare, il
contribuente pu destinare:
lotto per mille del gettito IRPEF allo Stato oppure ad una Istituzione religiosa;
il cinque per mille della propria IRPEF a determinate finalit;
il due per mille della propria IRPEF in favore di un partito politico.

Da questanno, la scheda per la scelta della destinazione dell8 per mille si arricchisce di
un nuova campo, ossia lIstituto buddista italiano soka gakkai (IBISG).

26
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Sul punto non bisogna dimenticare che le scelte della destinazione dellotto, del cinque e del due per
mille dellIRPEF non sono in alcun modo alternative fra loro e possono pertanto essere tutte espresse.
Tali scelte non determinano maggiori imposte dovute. In tal caso, bisogna apporre la firma nellapposito
quadro (vedi sotto).

I contribuenti esonerati dalla presentazione della dichiarazione, esprimono la scelta


utilizzando lapposita scheda, acclusa alla presente certificazione, che il sostituto
dimposta tenuto a rilasciare debitamente compilata nella parte relativa al periodo
dimposta nonch ai dati del sostituto e del contribuente.

TORNA ALLINIZIO

27
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Lavoro & Previdenza n. 37 del 22.02.2017

CU 2017: dati anagrafici


A cura del Centro Studi Fiscal Focus

In vista della scadenza del 7 marzo 2017, termine entro il quale il sostituto dimposta deve consegnare il modello
ordinario allAgenzia delle Entrate, appare opportuno riepilogare con degli esempi pratici le modalit di
compilazione della parte relativa ai Dati anagrafici. Ampio spazio verr dedicato alla sezione riservata ai
percipienti esteri che conferma il campo 43, il quale va barrato in presenza di soggetti di cui allart. 24, comma
3-bis del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, testo unico delle imposte sui redditi (non residenti Schumacker).

Premessa

La Parte Dati anagrafici della Comunicazione Unica 2017 (modello sintetico) suddivisa in quattro
sezioni:
Dati relativi al datore di lavoro, ente pensionistico o altro sostituto dimposta che rilascia la
certificazione;
Dati relativi al dipendente, pensionato o altro percettore delle somme;
Dati relativi al rappresentante;
Riservato al percipiente estero, che viene compilata nellipotesi in cui il percipiente di redditi
di lavoro autonomo, provvigioni o altri redditi, sia un non residente.

28
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
TORNA ALLINIZIO

29
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Lavoro & Previdenza n. 38 del xx.xx.2017

CU 2017: compilazione del quadro CT


A cura di Daniele Bonaddio

Con lapprossimarsi della scadenza per linvio della nuova Certificazione Unica che, lo ricordiamo, anche
per questanno si divide in modello ordinario e sintetico, appare opportuno capire quando va compilato
il quadro CT, che serve per comunicare allAgenzia delle Entrate i dati necessari alla trasmissione del
modello 730/4. Fino al 2014, i sostituti dimposta hanno utilizzato per la comunicazione da inviare entro
il 31 marzo, il modello CSO, Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod.
730-4, approvato con provvedimento dellAgenzia delle Entrate (prot. n. 23840 del 22 febbraio 2013).
Dal 2015, invece, per effetto delle modifiche apportate dal Decreto Semplificazioni fiscali (art. 2, comma
2 del D.Lgs. n. 175/2014), sono stati disposti:
una nuova scadenza del 7 marzo (anzich del 31 marzo) per la comunicazione telematica da
parte dei sostituti dimposta, tenuti ad effettuare le operazioni di conguaglio da assistenza fiscale,
dellutenza telematica da utilizzare ovvero lintermediario presso il quale inviare i modelli 730-4;
linvio delle informazioni per la ricezione telematica dei dati contenuti nei modelli 730-
4 unitamente alla nuova Certificazione Unica che il sostituto dimposta deve inviare
telematicamente allAgenzia delle Entrate entro il medesimo termine (7 marzo).

Premessa
Come per lo scorso anno, il flusso telematico della Certificazione Unica 2017, oltre a Frontespizio e
Certificazioni di lavoro dipendente/assimilati e lavoro autonomo, contiene il Quadro CT (nel modello
ordinario) nel quale il sostituto dimposta deve indicare lutenza telematica (propria o di un
intermediario) presso la quale ricevere i modelli 730-4.
Secondo la normativa, il CAF o professionista abilitato che svolge lattivit di assistenza fiscale deve
comunicare allAgenzia delle Entrate il mod. 730-4. Sar compito poi dellAmministrazione Finanziaria
provvedere a comunicare gli stessi prospetti al sostituto dimposta. Per poter consentire lo scambio dei
dati tra Agenzia e sostituto dimposta, questi ultimi devono comunicare lutenza telematica o
lintermediario presso il quale lAgenzia deve inviare i modelli 730-4, utilizzando il modello predisposto
ad hoc.

Dunque, risulta fondamentale capire chi tenuto alla compilazione di tale quadro e chi ne invece
esonerato.

TORNA ALLINIZIO

30
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Lavoro & Previdenza n. 39 del 24.02.2017

CU 2017: il bonus 80 euro


A cura di Daniele Bonaddio

Come per lo scorso anno, i sostituti dimposta dovranno tenere conto dei dati da indicare nella Sezione
Detrazione e crediti della Certificazione Unica 2017, ai fini di dare evidenza dellerogazione nel 2016 del c.d.
Bonus 80 euro (art. 1 del D.L. n. 66/2014), reso strutturale dallart. 1, c. 12-15 della Legge di Stabilit 2015 (L. n.
190/2014). I campi da compilare, contenuti nella sottosezione Credito bonus Irpef, vanno dal 391 al 399 nei
quali richiesta di fornire evidenza:
del codice del bonus;
del bonus erogato o non erogato;
del bonus recuperato;
ed infine, del codice fiscale del sostituto.
Con il presente elaborato, dunque, oltre a riepilogare sinteticamente la norma che disciplina lerogazione del
bonus Irpef, si illustra mediante un esempio pratico come va compilata la sottosezione Credito bonus Irpef
laddove il contribuente abbia ricevuto lagevolazione nel periodo dimposta 2016.

Premessa

Qualora un contribuente abbia ricevuto nel periodo dimposta il bonus Irpef (art. 1 del D.L. n. 66/2014),
il sostituto dimposta tenuto a compilare i seguenti punti della sottosezione Credito bonus Irpef:

Punto 391 Codice del bonus


Punto 392 Bonus erogato
Punto 393 Bonus non erogato
Punto 394 Bonus recuperato

Nel caso di precedenti rapporti di lavoro, al fine della compilazione della presente sezione,
il sostituto dimposta che rilascia la Certificazione Unica deve tenere conto dei dati
riportati nelle certificazioni uniche relative ai precedenti rapporti; in questo ultimo caso
nei campi da 395 a 397 devono essere indicati tali dati di dettaglio, riportando nel campo
399 il codice fiscale del precedente sostituto dimposta.

31
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
TORNA ALLINIZIO

32
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
InPratica Lavoro

Focus Lavoro

Studio Lavoro

Giustizia & Lavoro

Casi Lavoro

Lavoro & Previdenza

Flash lavoro
Lagenda del Professionista
& CCNL della settimana

33
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Flash Lavoro n. 4 del 23.02.2017

TFR di gennaio: fissato il coefficiente di rivalutazione


A cura del Centro Studi Fiscal Focus

L'Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) ha comunicato che lindice ISTAT del costo della vita per il
mese di gennaio, con esclusione del prezzo dei tabacchi lavorati, pari a 100,6. Di conseguenza, per
la determinazione del TFR maturato nel periodo compreso tra il 15 gennaio 2017 e il 14 febbraio
2017, il coefficiente di rivalutazione della quota accantonata a titolo di trattamento di fine rapporto al
31 dicembre 2016, pari a 0,349327%.

Il TFR Il coefficiente di rivalutazione del Trattamento di Fine Rapporto (TFR) viene


calcolato mensilmente per permettere di rivalutare le somme accantonate al
31 dicembre dell'anno precedente, sia per il caso di cessazione dei rapporti
di lavoro che per i conteggi da operare in sede di chiusura del bilancio annuale
o infrannuale.

Lart. 2120 del Codice Civile stabilisce che, alla fine di ogni anno la quota
TFR accantonata va rivalutata.

Rivalutazione Come recita lart. 2120 del C.c. al quarto e al quinto comma, il Fondo TFR
del TFR alimentato dagli accantonamenti annuali deve essere rivalutato, al 31
dicembre di ogni anno o al momento della cessazione del rapporto di lavoro
se antecedente alla fine dellanno, di un importo derivante da un tasso di
rivalutazione costituito:
da un coefficiente fisso pari a 1,5%;
dal 75% dell'aumento dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie
di operai ed impiegati, accertato dall'ISTAT, rispetto al mese di
dicembre dell'anno precedente.

La rivalutazione si applica al fondo risultante al 31 dicembre dellanno


precedente e non anche alla quota accantonata nel corrente anno.

Rapporto che Con il comma 5 dellart. 2120 del Codice civile viene disposto che qualora un
nasce in corso rapporto di lavoro dovesse iniziare e cessare nel corso dello stesso anno
solare, la quota del TFR accantonata non viene rivalutata.
danno

34
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Rapporto di lavoro che si costituisce e cessa nel corso dello stesso

La quota del TFR accantonata non viene rivalutata

Rapporto che Nel caso in cui un rapporto di lavoro gi esistente alla fine dellanno
si estingue in precedente termini nel corso dellanno, la quota accantonata al 31 dicembre
dellanno precedente, in questo caso 31 dicembre 2016, viene rivalutata con
corso danno
il coefficiente determinato sullindice ISTAT risultante nel mese di cessazione
del rapporto di lavoro, la cui parte fissa (il coefficiente fisso 1,5%) viene
riproporzionata in dodicesimi al periodo lavorato.

Cessazione rapporto di lavoro nel corso dellanno

Rivalutazione della quota accantonata al 31/12 dellanno


precedente con il coefficiente determinato sullindice ISTAT,
risultante nel mese di cessazione del rapporto.

Rapporto che Qualora il rapporto di lavoro dovesse cessare nel corso del mese, c da
si estingue nel precisare che:
se il rapporto cessa entro giorno 14 del mese, si tiene conto del
corso del
coefficiente di rivalutazione del mese precedente;
mese se il rapporto cessa da giorno 15 in poi (giorno 15 compreso), si
considera il coefficiente di rivalutazione del mese di effettiva
cessazione.

Le frazioni di mese uguali o superiori a quindici giorni si computano come


mese intero.

Il calcolo Per la determinazione del coefficiente di rivalutazione del TFR o delle


anticipazioni, va preso in considerazione lindice dei prezzi al consumo per
le famiglie di operai e impiegati diffuso ogni mese dallISTAT (in questo
caso si fa riferimento a quello senza tabacchi lavorati).

Si calcola la differenza in percentuale tra il mese di dicembre dell'anno


precedente e il mese in cui si effettua la rivalutazione. Poi si calcola il 75%
della differenza, a cui si aggiunge, mensilmente, un tasso fisso di 0,125 (che
su base annua di 1,5). La somma tra il 75% e il tasso fisso il coefficiente
di rivalutazione per il calcolo del TFR.

35
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Supponiamo la cessazione di un rapporto di lavoro il 16 gennaio 2017
In questo caso - data la regola, se il rapporto cessa da giorno 15 in poi, si
tiene conto del coefficiente di rivalutazione del mese di effettiva cessazione
- dobbiamo pertanto calcolare il coefficiente di rivalutazione del mese di
gennaio. Procediamo quindi con i calcoli:

75% della differenza percentuale


0,224327
rispetto al mese di dicembre 2016
Quota fissa 1,5: 12 x 1 = 0,125
COEFFICIENTE DI RIVALUTAZIONE
0,349327%
(somma tra il 75% e il tasso fisso)

Pertanto il coefficiente di gennaio 2017 (15 gennaio 14 febbraio) pari a


0,349327%.
Nella tabella che segue riportiamo gli indici da dicembre 2016 ad oggi:

INDICE
CESSAZIONE DEL
ISTAT
MESE RAPPORTO TFR RIVAL.
(Prezzi al
DAL AL
consumo)

DICEMBRE 2016 15.12.2016 14.01.2017 100,3 1,7953

GENNAIO 15.01.2017 14.02.2017 100,6 0,349327%

FEBBRAIO 15.02.2017 14.03.2017

MARZO 15.03.2017 14.04.2017

APRILE 15.04.2017 14.05.2017


MAGGIO 15.05.2017 14.06.2017
GIUGNO 15.06.2017 14.07.2017
LUGLIO 15.07.2017 14.08.2017
AGOSTO 15.08.2017 14.09.2017
SETTEMBRE 15.09.2017 14.10.2017
OTTOBRE 15.10.2017 14.11.2017

NOVEMBRE 15.11.2017 14.12.2017


DICEMBRE 15.12.2017 14.01.2018

TORNA ALLINIZIO

36
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
InPratica Lavoro

Focus Lavoro

Studio Lavoro

Giustizia & Lavoro

Casi Lavoro

Lavoro & Previdenza

Flash lavoro
Lagenda del Professionista &
CCNL della settimana

37
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Rinnovi e ipotesi di accordo della Contrattazione Collettiva
Nazionale del Lavoro
CCNL Cemento - Piccola e media industria
PARTI Confapi Aniem con Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil.
STIPULANTI

Imprese esercenti la produzione del cemento, calce e


AMBITO suoi derivati, gesso e relativi manufatti , malte e
Verbale di accordo SOGGETTIVO materiali di base per costruzioni, nonch la produzione
24 gennaio 2017 promiscua di cemento, calce, gesso e malte.

DECORRENZA Decorre dal 24 gennaio 2017 e scadr il 31 dicembre


E DURATA 2018.

Con il verbale di accordo 24 gennaio 2017 stato rinnovato il CCNL per le


imprese esercenti la produzione del cemento, calce e suoi derivati, gesso
e relativi manufatti, malte e materiali di base per costruzioni, nonch la
produzione promiscua di cemento, calce, gesso e malte.

L'accordo, che decorre dal 24 gennaio 2017 e scadr il 31 dicembre 2018.

ACCORDO IN SINTESI

Arretrati: l'aumento contrattuale di 40,00 dovuto al 1


dicembre 2016, sar versato con la busta paga di marzo
2017 ( 20,00) con la busta paga di giugno 2017 (
20,00).
Prestazioni di bilateralit: le aziende sono tenute a
versare i contributi all'Organismo paritetico Pmi Confapi
NOVIT ed all'Enfea tramite il modello F24, con i codici di
versamento predisposta dall'Agenzia delle Entrate.
Assistenza integrativa: i lavoratori vengono
obbligatoriamente iscritti ad Altea.
Previdenza integrativa: la contribuzione a carico azienda
destinata al Fondapi viene incrementata dal 1 gennaio
2017 e dal 1 luglio 2017.
DA Aumenti minimi tabellari con decorrenza gennaio 2017,
RICORDARE dicembre 2017 e ottobre 2018

Di seguito si allega laccordo del contratto.

TORNA ALLINIZIO

38
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it
Lagenda del professionista
Scadenze dal 27.02.2017 al 05.02.2017
SABATO
25 FEBBRAIO
(Scadenza
ENPAIA Denuncia e versamento contributi
prorogata a
Luned 27)

MARTED INPS Denuncia mensile retributiva e contributiva (UNIEMENS individuale)


28 FEBBRAIO
INPS EX-ENPALS - Denuncia contributiva mensile unificata

TORNA ALLINIZIO

39
Informati Srl
Via Alemanni 1 - 88040 Pianopoli (CZ)
Tel. 0968.425805 - Fax 0968.425756 - E-mail: info@fiscal-focus.it
P. Iva 03426730796 www.fiscal-focus.it