Sei sulla pagina 1di 80

Recupero delle curve

fisiologiche della colonna


vertebrale

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


VALUTAZIONE CURVE COLONNA
Il rachide per definizione
linsieme delle vertebre che
compongono quella struttura
di sostegno alla quale si
ancorano, guaine, fasce,
organi, muscoli minuti e
muscoli imponenti che
sostengono, proteggono e
azionano la colonna stessa.
RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved
VALUTAZIONE CURVE COLONNA
La colonna vertebrale presenta
pi curve nella sua struttura di
asse portante; sul piano
sagittale (di lato) si osservano
curve cifotiche e curve
lordotiche, rispettivamente a
convessit posteriore, le prime,
e a convessit anteriore le
seconde.
RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved
VALUTAZIONE CURVE COLONNA
Le cifosi assolvono ad
una funzione statica,
di sostegno e
protezione quindi di
contenimento di
strutture di notevole
importanza;

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


VALUTAZIONE CURVE COLONNA
basti osservare la cifosi cranica,
per lencefalo e cervelletto, la
cifosi dorsale, per gli organi
toracici come cuore e polmoni, la
cifosi sacrale per gli organi pelvici
genitali; . Le cifosi, quindi non
godono di buona mobilit per la
funzione che assolvono.

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


VALUTAZIONE CURVE COLONNA
Le lordosi, invece, hanno una
caratteristica di mobilit e
nascono in ordine cronologico,
prima quella poplitea, poi quella
cervicale, poi quella lombare ed
infine quella podalica dellarco
plantare. Ovviamente le curve che
sono degne di maggiore
attenzione sono le cifosi dorsale e
sacrale e le lordosi cervicale e
lombare.
RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved
VALUTAZIONE CURVE COLONNA
Una struttura, principalmente
verticale, tanto resistente
quanto pi curve contiene.
Nel caso della colonna
vertebrale il numero delle
curve principali tre, ovvero
la lordosi cervicale, la cifosi
dorsale e la lordosi lombare.

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


VALUTAZIONE CURVE COLONNA
Secondo studi di ingegneria, la
resistenza di una struttura data
dal numero di curve al quadrato
pi uno, ovvero R= (NxN) +1,
quindi considerando le tre curve
vertebrali nel caso dellessere
umano la resistenza sar data da
3x3 +1, cio 9+1 quindi 10.

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


VALUTAZIONE CURVE COLONNA
Se per unazione volontaria o meno
viene a mancare una curva, la
colonna vertebrale perde parte della
sua resistenza. Se per esempio viene
a mancare la curva lombare come
quando ci si siede, flettendo lanca,
la resistenza sar data da 2 x 2 +1
ovvero 5! Praticamente la met
della resistenza che si ha in una
posizione di fisiologica triplice curva.

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


VALUTAZIONE CURVE COLONNA
Gli atteggiamenti posturali sbagliati, le
problematiche funzionali, o quelle
strutturali della colonna, possono
portare ad un annullamento di una
curva o ad una esagerazione di unaltra
o entrambi le cose.
Questo comporter delle alterazione
sulluniformit dello stress lungo il
rachide che pu indurre a sofferenze
importanti anche di entit patologiche.

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Colonna e allenamento

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


COLONNA TRATTO LOMBARE
LORDOSI LOMBARE
I valori riportati in letteratura
riferiti alla curva valutata con
inclinometro indicano 34
gradi di media con un range
oscillante dai 21 ai 49 gradi
per soggetti venticinquenni
(YOUDAS 1995)

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


COLONNA TRATTO DORSALE
CIFOSI DORSALE
I gradi della curva toracica
compresa da d1-d12 riferiti
da (LOEBL 1967) indicano
come valori di media da 30 a
37 gradi per individui di et
inferiore ai 40 anni e 41
gradi per sogggetti di et
oltre i 60 anni

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Colonna tratto cervicale
Lordosi cervicale
I gradi della curva cervicale compresa da c1-c7
riferiti da (KAPANDJI 1974) indicano come valori
di media da 32 a 36 gradi

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


CURVE COLONNA

Non essendoci
concordanza tra gli autori
rispetto i gradi della cifosi
e lordosi,a noi non
interessa il dato assoluto
ma quelli relativi

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


CURVE COLONNA

Quello che interessa al


pt il confronto dei
gradi alla prima
valutazione e dopo il
lavoro svolto

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


CURVE FISIOLOGICHE E MAL DI
SCHIENA
I soggetti con mal di schiena
mostrano una riduzione della
lordosi del tratto lombare basso
(Jackson e Mc Manus 1994)
Un appiattimento della schiena
un fattore di rischio per
recidive future (Adams 1999)

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


La valutazione iniziale del cliente
attraverso la visione posturale

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Piano sagittale (di lato)
TESTA: posizionata in asse, non spinta in avanti n troppo indietro;
linea orecchio occhio orizzontale
CURVA CERVICALE: nella norma, leggermente convessa
anteriormente
SCAPOLE: appiattite contro il dorso
COLONNA TORACICA: curva normale leggermente convessa
posteriormente
CINTURA SCAPOLARE: non ruotata
ADDOME: non prominente
BACINO: in posizione neutra e con curvatura lombare normale,
leggermente convessa anteriormente
ANCHE: posizione neutra, n flesse n estese
GINOCCHIA: posizione neutra n flesse n iperestese
CAVIGLIA: posizione neutra, gamba verticale e perpendicolare alla
pianta dei piedi

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Esempio di linea ideale
In questa condizione
ottimale, allesame
posturale il soggetto
presenta una
situazione di
simmetria dei
segmenti corporei e
dei punti di repere.

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Valutazione visiva

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Valutazione visiva

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Valutazione visiva

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Valutazione visiva

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Valutazione visiva

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Valutazione visiva

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Valutazione visiva

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Valutazione visiva

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Valutazione con cirtometro

Riproduzione grafica
Economica
Riproducibile
Comparabile

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


CIRTOMETRO
Il cirtometro serve a misurare
lentit delle curve sagittali del
rachide.
Lo strumento possiede una
anima in metallo che consente di
mantenere la forma delle curve
modellate.

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


MATERIALE PER LA VALUTAZIONE

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


VALUTAZIONE
Lo zero coincider con c7 e
la curva terminer allinizio
della piega interglutea
Le curve ottenute devono
essere riportate su di un
foglio di carta di lunghezza
adeguata,sul quale vengono
misurati i valori angolari della
cifosi dorsali e della lordosi
lombare
RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved
VALUTAZIONE
Si individua il punto di inversione
delle due curve ed i punti di
massima cifosi e lordosi.
Si tracciano le rette dal punto di
inversione al punto di massima
cifosi e al punto di massima
lordosi;poi si tracciano le rette
dagli estremi della cifosi e della
lordosi misurandone col
goniometro gli angoli acuti

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


POSIZIONAMENTO CIRTOMETRO

Durante il
posizionamento del
cirtometro
Il personal trainer deve
porre attenzione alla
postura del cliente,che
deve restare neutra.

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


POSIZIONAMENTO CIRTOMETRO
POSIZIONAMENTO DELLO 0 SU C7

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


PUNTO DI REPERE C7
Test con il rachide cervicale in rotazione: con il
rachide cervicale in posizione neutra, posto il
dito indice sull'apofisi spinosa di C7 e il dito
medio sull'apofisi spinosa di D1 si imprime al
rachide cervicale un movimento di rotazione;
in questo test la vertebra C7 si muove, mentre
la vertebra D1 rimane immobile.

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Tracciatura della curve
Punto 0 c7

Punto di max cifosi

Punto di inversione

Punto di max lordosi

Piega glutea

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


CALCOLO DEGLI ANGOLI

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


PARTICOLARE CALCOLO ANGOLI

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved
CIRTOMETRO IN MASSIMA
FLESSIONE

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


CALCOLO ANGOLO IN FLESSIONE

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


METODO ASSEGNAZIONE PUNTEGGIO
Lordosi limite inferiore 14 limite superiore 32
Grave delordosi
Importante delord. 8
Modica delordosi 14
Curva fisiologica 20
Perfezione teorica 23 0 1 3 5
Curva fisiologica 26
Modica iperlordosi 32
Importante iperl. 38
Grave iperlordosi

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


METODO ASSEGNAZIONE PUNTEGGIO
Cifosi limite inferiore 15 limite superiore 30
Grave ipocifosi
Importante ipocifosi 10
Moderata ipocifosi 15
Curva fisiologica 20
Perfezione teorica 22,5 0 1 3 5
Curva fisiologica 25
Moderata ipercifosi 30
Importante ipercifosi 35
Grave ipercifosi

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


www salutabuy.com
www doctorshop.it
www elettromedicali.it
www tecnomed.it

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


DAL FIT CHECK ALLALLENAMENTO

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


DAL FIT CHECK ALLALLENAMENTO
In un programma fitness
dopo fit check posturale

Punteggio cifosi 5 iper

Si? No?

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Indicazioni generali

PRECISIONE:
Posizione articolare
Allungamento muscolare
Mobilizzazione

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Indicazioni generali
TEMPO: allungamenti
Nel lavoro su Articolazioni,
capsule, legamenti (da 1 a 3,
comunque oltre 1)
Negli esercizi settoriali:
mantenimento della
posizione per 2030 fino ad
1
RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved
Durata della posizione di allungamento secondo alcuni Autori
(da Ginnastica correttiva di F. Tribastone)
Anderson B. (1980) dai 5 ai 30-60 Norris C.M. (997) fino a 30 secondi
secondi
Beaulieu J.E. (1981) dai 30 ai 60 secondi Shellock F.G. e Prentice 30 secondi
W.E. (1985)
Bellucci M. (1996) dai 10 ai 30 secondi
Solveborn S.A. (1983) dai 10 ai 30 secondi
Corbin C.B. e Noble L. almeno 6 secondi
(1980)
Sternad D.(1988) dai 10 ai 20 secondi
Crepaz P. (1990) dai 10 ai 30 secondi
Holt L.E. (1973) dai 5 ai 10 secondi Tribastone F. (1994) dai 30 ai 60 secondi
Humphrey L.D. (1981) dai 30 ai 60 secondi
Weiss U. (1984) dai 5 ai 30 secondi
Lissoni A. (1985) dai 20 a 30 secondi e
pi
Wirhed R. (1985) circa 30 secondi
Manno R. (1989) circa 30 secondi

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Indicazioni generali
Negli esercizi in catena
muscolare: mantenimento
postura da 1 in avanti

Nella MOBILIZZAZIONE
articolare: esecuzione per serie e
ripetizioni, esecuzione
DINAMICA, max 10 in
posizione
RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved
ESEMPI
ESERCIZI DI RIEQUILIBRIO DELLE CURVE

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


MOBILIZZAZIONE BACINO
Antiversione bacino da supino
Aumento la lordosi
lombare

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Retroversione bacino da supino
Annullo la lordosi lombare

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Antiversione bacino Antiversione bacino
seduta su fit ball in piedi alla parete

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Retroversione bacino Retroversione bacino
seduta su fit ball in piedi alla parete

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Retroversione bacino a
carponi in quadrupedia ANTEROVERSIONE

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Estensione lombare da supino
PROGRESSIONE

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Ripristino fisiologica lordosi lombare
Estensione lombare
passiva tramite spessore
dedicato

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Ripristino fisiologica lordosi lombare

Tramite spessore
POSTURAL CARE
gonfiabile in modo
da rendere la
mobilizzazione
progressiva

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


MOBILIZZAZIONE PASSIVA IN
FLESSIONE LOMBARE

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Flessione lombare con pallone

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


MOBILIZZAZIONE TRATTO
DORSALE

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Mobilizzazione dorsale
ESTENSIONE
TRATTO DORSALE

1 TRATTO
D8-D12

inizio-fine

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Mobilizzazione dorsale

ESTENSIONE
TRATTO DORSALE

2 TRATTO D5-D8

inizio-fine

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Mobilizzazione dorsale
ESTENSIONE
TRATTO DORSALE

3 TRATTO
D1-D4
MASSIMA
ESTENSIONE

inizio-fine
RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved
Mobilizzazione dorsale
Estensione
tratto dorsale
variante braccia estese
pettorale, dorsale
Inizio-fine

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Mobilizzazione tratto dorsale
passivo

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Mobilizzazione tratto dorsale

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Mobilizzazione tratto dorsale

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Cervicale
Il rachide cervicale e formato
da due parti
anatomicamente e
funzionalmente ben distinte:
Tratto cervicale superiore (1)
che comprende la prima
vertebra cervicale(atlante) e
la seconda vertebra
cevicale(epistrofeo)
Tratto cervicale inferiore (2)
che va dal piatto inferiore
dellepistrofeo a quello
superiore della prima
vertebra dorsale
Dal kapandji
RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved
MOBILIZZAZIONE CERVICALE FLESSIONE
MOBILIZZAZIONE IN
FLESSIONE TRATTO
CERVICALE ALTO

MOBILIZZAZIONE IN
FLESSIONE TRATTO
CERVICALE BASSO

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


MOBILIZZAZIONE CERVICALE ESTENSIONE
Estensione completa Estensione tratto alto

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved
Ripristino fisiologica lordosi cervicale

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Ripristino entrambe le lordosi della colonna

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Mantenimento della lordosi CERVICALE
durante gli esercizi

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Mantenimento della lordosi lombare
durante gli esercizi

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


Mantenimento della lordosi cervicale
durante gli esercizi

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved


FINE

RCCV 2013 ISSA Italia - all rights reserved