Sei sulla pagina 1di 26

29/10/14

Psicologia generale
Marialuisa Martelli

Metodi di Ricerca

1. Il metodo scientifico

!Il metodo scientifico: processo fondato sulla


raccolta attenta delle prove attraverso
descrizioni e misurazioni precise, sulla
ricerca di leggi di carattere generale
attraverso osservazioni controllate e risultati
ripetibili.

1
29/10/14

Scopi delle scienze


comportamentali
! Descrizione del comportamento

! Predizione del comportamento

! Scoprire le cause del comportamento

! Spiegare il comportamento

Tre forme di ricerca scientifica in


psicologia
! Osservazioni naturalistiche e cliniche:
!Nel loro ambiente, nel corso di un trattamento o di una
diagnosi
!Alla base delle scienze biologiche e sociali (Darwin)
! Studi correlazionali
!Sempre osservativo ma relazione tra misurazioni
! Ricerche sperimentali
! Relazioni causali tra gli eventi

2
29/10/14

Il metodo scientifico ideale costituito da sei tappe:

Definizione di teoria

! Un insieme di affermazioni che descrive e spiega fatti noti, che propone


relazioni tra variabili e fa nuove previsioni.

! Un gruppo di asserzioni esplicative sul comportamento che possono


essere provate attraverso la ricerca empirica.

! Una buona teoria una che genera ipotesi verificabili (comprovate o


falsificate)

3
29/10/14

Labilit del principio di


falsificabilit di Popper

La teoria

! Organizza e spiega dati esistenti

! Porta a nuove intuizioni che producono nuovi esperimenti

! viene convalidata quando nuovi dati sono consistenti con la teoria

! Deve essere rivista quando nuovi dati rivelano debolezze

! Deve essere rimpiazzata quando arrivano nuove teorie che


spiegano meglio i dati.

4
29/10/14

Metodo scientifico

! Lo psicologo cerca di rispondere a quesiti sul comportamento


e sulla mente utilizzando il metodo scientifico

! Lessenza del metodo scientifico eche tutte le proposizioni


devono essere supportate da prove empiriche
! Unidea deve essere studiata in condizioni che ne permettono
il rigetto o il supporto
! La ricerca deve essere effettuata in modo tale da poter essere
osservata, valutata e replicata da altri

Metodo scientifico

! Tre concetti chiave


! Oggettivit: sperimentatori diversi nelle stesse circostanze devono
compiere le stesse osservazioni
! Variabili: categorie a cui possono essere associati valori diversi
! Rapporto tra variabili dipendenti e indipendenti
! Manipolazione delle variabili dipendenti, errore statistico
! Controllo: eliminare influenze di variabili non di interesse sistematiche e
non sistematiche

5
29/10/14

! La psicologia generale studia i processi cognitivi e il comportamento


degli esseri umani (e degli animali), cercando di spiegarlo tramite il
ricorso al metodo scientifico,

! Questo ci garantisce spiegazioni non influenzate da interpretazioni


proprie delle psicologia ingenua

! Psicologia ingenua:
!Non si fonda su controlli scientifici di tipo oggettivo ma
sull'esperienza personale

! Ad esempio:
!un bambino corre in una stanza perlustrando ogni
angolo e nascondiglio.

!Possibile interpretazione basata sul senso


comune:
!un comportamento di questo tipo (esplorazione)
potrebbe essere immediatamente associato ad una
situazione (perdita di un oggetto).

6
29/10/14

! Osservando il comportamento del bambino, linterpretazione ingenua


potrebbe essere:

! CONFERMATA se subito dopo avere scoperto il suo giocattolo preferito, il


bambino si ferma e smette di cercare
! RESPINTA se entra un amico e ci rendiamo conto che stavano facendo un altro
tipo di gioco

! Le spiegazioni che noi diamo spesso degli eventi della vita appartengono
alla psicologia ingenua (folk psychology), e possono portare a conclusioni
erronee in quanto sono spiegazioni che non si basano sulla verifica delle
ipotesi

! Per garantire tale oggettivit si utilizza in psicologia principalmente il metodo


sperimentale

Metodi di ricerca non sperimentali

!Metodo correlazionale
!Metodo descrittivo
!Metodo clinico
!Metodo dellinchiesta

7
29/10/14

Studi descrittivi

! Descrivere il comportamento di un singolo individuo o di un gruppo


senza analizzare sistematicamente le relazioni tra particolari variabili
! E.g. Goodall
! E.g. studi di Margaret Mead

!Metodo clinico: o metodo del caso singolo, in cui si cerca di


aiutare la persona a risolvere i propri problemi attraverso la raccolta
di informazioni tramite il colloquio clinico e la somministrazione di test
e questionari.

Alcuni dei primi dati sugli effetti


dei danni nelle aree frontali del
cervello si trovano nello studio
dellincidente subito da Phineas
Gage (Harlow, 1868): lobotomia
frontale accidentale.

Il ruolo delle aree orbito-fromtali nel crimine

8
29/10/14

!Metodo dellinchiesta: in cui vengono


sperimentate tecniche specifiche per creare
domande e codificare le risposte (sondaggi
attraverso il web)
!Domande standardizzate

Studi di correlazione

! Lo sperimentatore non manipola variabili ma misura due o piu


variabili per scoprire la forza della relazione

! Possono individuare relazioni regolari tra variabili ma non rapporti


causa-effetto
! E.g. Baumrind: stile educativo (autoritario, permissivo,autorevole,
indifferente) e sviluppo psicologico.
! E.g. relazione tra autostima e voti alti allUniversit

9
29/10/14

!Coefficiente di correlazione: indice statistico che pu


variare da -1,00 a +1,00 e che indica la direzione e il
grado di correlazione.
!Correlazione positiva: al crescere di una variabile
corrisponde laumento dei valori dellaltra variabile.
!Correlazione negativa: laumento di una variabile
associato alla diminuzione dellaltra variabile.

10
29/10/14

Gli studi correlazionali

Correlazione positiva

Correlazione negativa

Assenza di correlazione

Relazioni spurie

11
29/10/14

Esperimento
! Due osservazioni.
! Sperimentale non si identifica con scientifico
! La matematica, la filologia e la storia sono discipline che applicano il metodo scientifico,
senza per questo essere sperimentali.
! Si possono d'altra parte fare esperimenti di nessun valore scientifico, perch per esempio
sono viziati da errori concettuali o strumentali.
! Osservazioni, indagini sul campo portano egualmente a risultati di valore scientifico
assoluto, senza che perci si sia proceduto ad alcun esperimento.
! Sperimentale non si identifica con empirico
! Il termine empirico denota il ricorso all'esperienza, mentre il termine sperimentale denota
il ricorso ad un particolare tipo d'esperienza - quella raggiunta con il controllo delle
variabili.
! Tutte le ricerche sperimentali sono empiriche, ma non tutte le ricerche empiriche sono
sperimentali: l'osservazione e l'indagine sul campo sono ricerche empiriche (attuate
ricorrendo all'esperienza) che tuttavia non sono sperimentali (attuate con il controllo delle
variabili).
! La loro scientificit dipende dalla correttezza del metodo impiegato e dall'analisi motivata
dei risultati, non dal controllo delle variabili.

Esperimento

! Il metodo sperimentale ha in psicologia un ambito di


applicazione limitato, perch nello studio dei fatti mentali
spesso difficile identificare la variabile dipendente, e d'altro
canto risulta impossibile tenere sotto controllo tutte le variabili
indipendenti, che sono in numero teoricamente illimitato.

! Il metodo sperimentale viene per lo + impiegato in psicofisica,


nello studio della percezione, dell'apprendimento e del
pensiero, e anche di certi fenomeni dinterazione sociale
come percezione della personalit altrui, collaborazione etc..

12
29/10/14

Studi sperimentali
! Per saggiare lipotesi di una relazione causa-effetto tra due
variabili: indipendente (manipolata dallo sperimentatore) e
dipendente (misurata)
! Lindividuazione di una grandezza controllata (manipolata)
dallo sperimentatore, la cosiddetta variabile indipendente
(esempio listruzione di ripetere e non ripetere)
! Lindividuazione di una grandezza da misurare, la
cosiddetta variabile dipendente, e che varia al variare della
variabile indipendente
! in questa maniera sar possibile evidenziare una
CAUSALITA fra le variabili

Gli studi sperimentali


! IDENTIFICARE IL PROBLEMA E FORMULARE IPOTESI SULLE
RELAZIONI CAUSA-EFFETTO FRA LE VARIABILI
! ASPETTATIVA DI UNA IMMAGINE FAVORISCE LINDIVIDUAZIONE DELLA
STESSA ALLINTERNO DEL SIRD

! PROGETTARE ESPERIMENTO
! MANIPOLAZIONE VARIABILE INDIPENDENTE

! CONDURRE ESPERIMENTO
! GRUPPO SPERIMENTALE E DI CONTROLLO

! VALUTARE LE IPOTESI VEDENDO I DATI


! ANALISI DEI DATI STATISTICI

! COMUNICARE I RISULTATI
! PUBBLICARE RISULTATI SU RIVISTA SCIENTIFICA (PEER REVIEW) E/O A CONVEGNI

13
29/10/14

!Oggetti tricolori che rivelano


immagine tridimensionale
!SIRD (single image random dot
stereogram) o stereogrammi.
Alcuni le vedono altri no, alcuni
sono veloci altri lenti
!Esempio:
!Correlazioni
!Sperimentazione (indizio visivo)

14
29/10/14

Gli studi sperimentali


! IDENTIFICARE IL PROBLEMA E FORMULARE IPOTESI SULLE
RELAZIONI CAUSA-EFFETTO FRA LE VARIABILI
! ASPETTATIVA DI UNA IMMAGINE FAVORISCE LINDIVIDUAZIONE DELLA
STESSA ALLINTERNO DEL SIRD

! PROGETTARE ESPERIMENTO
! MANIPOLAZIONE VARIABILE INDIPENDENTE

! CONDURRE ESPERIMENTO
! GRUPPO SPERIMENTALE E DI CONTROLLO

! VALUTARE LE IPOTESI VEDENDO I DATI


! ANALISI DEI DATI STATISTICI

! COMUNICARE I RISULTATI
! PUBBLICARE RISULTATI SU RIVISTA SCIENTIFICA (PEER REVIEW) E/O A CONVEGNI

Gli studi sperimentali

! Es. I maschi sono pi bravi delle femmine in compiti matematici:

! SOGGETTI SPERIMENTALI: 50 maschi e 50 femmine


! MATERIALE: test composto da varie prove
! COMPITO DEL SOGGETTO: eseguire pi prove possibili entro 10
minuti
! VARIABILE DIPENDENTE: ACCURATEZZA
! VARIABILE INDIPENDENTE: ?????

15
29/10/14

Come possiamo stabilire se la variabile


indipendente influenza la variabile
dipendente?
metodi statistici

Esperimento - controllo

! A proposito del metodo sperimentale, bisogna distinguere tra gruppo


sperimentale e gruppo di controllo.
! Gruppo sperimentale: soggetti che si trovano in una situazione
sperimentale in cui la variabile scelta dal ricercatore viene
manipolata secondo il progetto dell'indagine (aspettativa visiva
presente)
! Gruppo di controllo: soggetti in una situazione identica a quella
dei soggetti del gruppo sperimentale, salvo che per essi non vi
alcuna manipolazione della variabile indipendente (aspettativa
visiva assente)

16
29/10/14

Esperimento - controllo

! A proposito del metodo sperimentale, bisogna distinguere tra gruppo


sperimentale e gruppo di controllo.
! Gruppo sperimentale: soggetti che si trovano in una situazione
sperimentale in cui la variabile scelta dal ricercatore viene
manipolata secondo il progetto dell'indagine (aspettativa visiva
presente)
! Gruppo di controllo: soggetti in una situazione identica a quella
dei soggetti del gruppo sperimentale, salvo che per essi non vi
alcuna manipolazione della variabile indipendente (aspettativa
visiva assente)

Aspettativa (VAR. INDIPENDENTE) e riconoscimento


immagine (VAR. DIPENDENTE)

Esperimento - controllo

! Se i due gruppi danno risultati differenti allora la manipolazione ha


avuto un effetto e la variabile indipendente realmente una variabile
decisiva del fenomeno allo studio.

! Se i due gruppi danno risultati simili allora la manipolazione non ha


avuto effetto perch
! (a) la variabile scelta come indipendente non una variabile decisiva del
fenomeno
! (b) l'aspetto del fenomeno scelto come variabile non una variabile
! (c) l'esperimento contiene un errore, di progettazione o di esecuzione

17
29/10/14

Gli studi sperimentali


! IDENTIFICARE IL PROBLEMA E FORMULARE IPOTESI SULLE
RELAZIONI CAUSA-EFFETTO FRA LE VARIABILI
! ASPETTATIVA DI UNA IMMAGINE FAVORISCE LINDIVIDUAZIONE DELLA
STESSA ALLINTERNO DEL SIRD

! PROGETTARE ESPERIMENTO
! MANIPOLAZIONE VARIABILE INDIPENDENTE

! CONDURRE ESPERIMENTO
! GRUPPO SPERIMENTALE E DI CONTROLLO

! VALUTARE LE IPOTESI VEDENDO I DATI


! ANALISI DEI DATI STATISTICI

! COMUNICARE I RISULTATI
! PUBBLICARE RISULTATI SU RIVISTA SCIENTIFICA (PEER REVIEW) E/O A CONVEGNI

GRUPPO SPERIMENTALE

PAROLA

PAROLA

300ms

3000 ms

CONTESTO: 20 SIRD. PREMERE UN BOTTONE QUANDO IDENTIFICAVANO


OGGETTO NASCOSTO. FACILITAZIONE VERBALE: casa

VARIABILE INDIPENDENTE: PRESENZA O NO ASPETTATIVA


(DISEGNO DELLA CASA)

18
29/10/14

GRUPPO CONTROLLO

PAROLA

PAROLA

300ms

3000 ms

PAROLA

PAROLA

300ms

3000 ms

CONTESTO: 20 SIRD. PREMERE UN BOTTONE QUANDO IDENTIFICAVANO


OGGETTO NASCOSTO. FACILITAZIONE VERBALE: casa

VARIABILE INDIPENDENTE: PRESENZA O NO DEL DISEGNO DELLA CASA


VARIABILE DIPENDENTE: VELOCITA DI RISPOSTA (TR)

19
29/10/14

20 STEREOGRAMMI

GRUPPO SPERIMENTALE GRUPPO DI CONTROLLO


(10 SOGGETTI) (10 SOGGETTI)

500 MS. 750 MS.

20 SOGGETTI
40 STEREOGRAMMI (20 CON PRESENZA E 20 CON ASSENZA)

PRESENZA ASPETTATIVA ASSENZA DI ASPETTATIVA

500 MS. 750 MS.

20
29/10/14

SELEZIONE DEI
PARTECIPANTI
! ASSEGNAZIONE CASUALE DEI PARTECIPANTI (es. valutare
efficacia del tipo di lezione, A e B, in due gruppi (sperimentale alle 8
del mattino; controllo alle 16.00).
! Le differenze dei partecipanti si annullano

Vizi sistematici

! Vizi di campionamento campione viziato


! Problema di assegnazione ai gruppi
! Scelta del campione

! Vizi di misurazione
! Affidabilita
! Validita

! Vizi prodotti dalle aspettative


! Del soggetto: Esperimenti in singolo cieco
! Dello speriementatore: Esperimenti in doppio cieco

21
29/10/14

Variabili confondenti

! Effetto placebo

Variabili confondenti

! Effetto placebo

! Effetto dello sperimentatore


(aspettativa, effetto Rosenthal)

22
29/10/14

Gli studi sperimentali


! IDENTIFICARE IL PROBLEMA E FORMULARE IPOTESI SULLE
RELAZIONI CAUSA-EFFETTO FRA LE VARIABILI
! ASPETTATIVA DI UNA IMMAGINE FAVORISCE LINDIVIDUAZIONE DELLA
STESSA ALLINTERNO DEL SIRD

! PROGETTARE ESPERIMENTO
! MANIPOLAZIONE VARIABILE INDIPENDENTE: SIRD (aspettativa visiva
presente / aspettativa visiva assente.

! CONDURRE ESPERIMENTO
! GRUPPO SPERIMENTALE E DI CONTROLLO: DEFINIZIONI OPERAZIONALI;
SELEZIONE PARTECIPANTI.

! VALUTARE LE IPOTESI VEDENDO I DATI


! ANALISI DEI DATI STATISTICI

! COMUNICARE I RISULTATI
! PUBBLICARE RISULTATI SU RIVISTA SCIENTIFICA (PEER REVIEW) E/O A CONVEGNI

Come possiamo stabilire se la variabile


indipendente influenza la variabile
dipendente?
metodi statistici
Attendibilit (riproducibilit)
Validit (appropriatezza della misura)

23
29/10/14

Metodi statistici

! I dati devono essere elaborati ed interpretati per individuare relazioni


significative
! Metodi statistici descrittivi
! Rappresentazione di insiemi di dati
! Metodi dinferenza statistica
! Stabilire il grado di certezza con cui si possono trarre specifiche
inferenze

Metodi descrittivi

! Se i dati originali consistono in misure numeriche possibile


rappresentarli utilizzando
! Misure di tendenza centrale : Media e mediana
! Variabilit: deviazione standard

! Se lesperimento di correlazione per stimare forza e direzione della


correlazione
! Grafico di dispersione
! Coefficiente di correlazione

24
29/10/14

Metodi di inferenza statistica

! I dati contengono sempre variabilit dovuta al caso


! P.e. Differenze iniziali nei gruppi

! Dobbiamo calcolare la probabilit p che lipotesi di ricerca sia


errata: cio che la VI non influenzi la VD
! Pi bassa e p pi alto il grado di certezza del ricercatore nel
concludere che la sua ipotesi era valida
! Convenzione: i risultati sono statisticamente significativi se la
probabilit che lipotesi sia errata inferiore al 5%.

Confronto medie dei gruppi

Risultati: media maschi 81; media femmine 78


Tipo di variazioni: tra i gruppi ed entro i gruppi
Rapporto critico

25
29/10/14

Scale di misura

Tempo di decisione
nella scelta di
localit

maschi Naziona Scala di


femmine lit turisti gradimento

PROVIAMO NOI

26