Sei sulla pagina 1di 8

La Moxa un importante metodo di prevenzione e cura della Medicina Tradizionale Cinese,

basato sul calore prodotto dalla combustione dellerba Artemisia. Il trattamento di Moxa si
consiglia in un ampio raggio di condizioni, tra cui dolori articolari, stati di debolezza e calo
delle difese immunitarie, dermatologia. Tradizionalmente associata allAgopuntura, la Moxa
pu essere applicata con profitto anche nei trattamenti di Massaggio ed in alcuni casi, come
presidio domestico di auto-terapia.
Il Seminario fa parte dei programmi di formazione completa in Agopuntura e Tuina.
Pu essere frequentato anche da allievi esterni, in particolare operatori shiatsu e bionaturali, in
possesso di conoscenze di base di teoria medica cinese, compresa la teoria dei meridiani.

il significato letterale calore di lunga durata: infatti il tempo di applicazione piuttosto


lungo e il materiale utilizzato consente una combustione lenta e prolungata; ma il significato
implicito anche quello di malattia lunga, nel senso che la terapia si adatta specialmente
alla cura di patologie croniche e di vecchia data, e quello di effetto duraturo, persistente nel
tempo.
La terapia di Moxa consiste nell'applicazione del calore prodotto dalla combustione dell'erba
Artemisia a contatto o in prossimit degli agopunti dei Meridiani. Secondo la medicina
tradizionale cinese, i meccanismi d'azione della Moxa si possono riassumere come segue:
1. riscaldamento dei Meridiani e dispersione del freddo, regolazione del Qi e del Sangue: cura
i disturbi legati alla penetrazione del vento freddo, i dolori articolari causati dal freddo
all'interno dei Meridiani che ne blocca la circolazione energetica;
2. riscaldamento degli organi interni, dispersione del freddo e azione analgesica: cura le
sindromi di insufficienza Yang, quando l'eccesso di freddo interno provoca stasi circolatoria
e dolore;
3. effetto antishock e rianimazione;
4. forte tonificazione del Qi e dello Yang: per prolassi, ptosi, alcune forme di metrorragia;
5. regolazione del Qi ribelle: per curare il vomito, la nausea, la tosse, corrispondenti a
movimenti contrari dell'energia del Polmone e dello Stomaco;
6. azione antiedematosa, cicatrizzante e disinfettante: per varie forme di ascessi cutanei
7. azione preventiva e di rafforzamento della difesa immunitaria.

L'erba Artemisia (in cinese Ai) utilizzata per la Moxa da millenni. Raccolte a giugno,
quando sviluppano la caratteristica lanuggine, le foglie vengono essiccate e lavorate per
confezionare piccoli coni o sigari; la combustione avviene senza fiamma e sviluppa un
intenso calore da 500 a 600 a spettro infrarosso. Tra i vantaggi dell'Artemisia c' anche
quello di essere un'erba molto diffusa e poco cara.

Esistono diverse forme di utilizzo dell'erba Artemisia, le pi importanti sono il sigaro, il cono
e l'ago riscaldato.
MOXA:
Deriva dal termine giapponese moe kusa = erba che brucia. Il termine cinese corrispondente
jiu fa. Lartemisia in cinese detta ai e la polvere che se ne ricava airong.

Moxa diretta: da 3 a 7 conetti di moxa


Moxa indiretta: con sigaro di artemisia oppure moxa senza fumo. Su ampie aree (addome,
schiena) si pu usare scatola di moxa

Tecniche di moxibustione:
- Cauterizzazione calda: sigaro di moxa, fermo, provoca vescicolazioni
- beccheggio
- a spirale

Effetti della moxa:


- Espelle le xie qi, in particolare il freddo e lumidit
- Promuove la circolazione di Qi e Xue (soprattutto se si usano conetti con aglio o
zenzero)
- Rinvigorisce il deficit di yang qi
- Rinforza il TR medio

Note pratiche
- Tenere la moxa allasciutto. I sigari tenuti in luoghi umidi possono sfaldarsi durante
luso, perdere pezzi e causare ustioni
- Moxa con diarrea: Si pu fare conetto di moxa con sale su 8 CV. Assicurarsi sempre
che non vi siano segni di calore importanti.
- Si pu usare moxa su Bai Hui per far salire lo Yang
- Usare sempre la moxa sui punti BEI SHU
- Utile in turbe dei sentimenti che provocano freddo o ristagno: Kong (paura) e Si
(rimuginazione)
- Provare la moxa sui lividi: muove il sangue e risolve la stasi
- Provare la moxa su articolazioni a seguito di trauma, per lo stesso motivo

Controindicazioni:
- Calore in tutte le sue forme: lingua rossa, polso rapido, pruriti e dermatiti, avversione
al caldo, iperemia congiuntivale e agitazione, irritabilit, viso rubizzo, feci o
qualunque altro escreto molto maleodorante, ecc. Assoluto divieto se c febbre e
sudorazione.
- Evitare di trattare con la moxa i punti del viso, la zona precordiale, sopra grossi vasi e
tendini e dove la cute forma grosse pieghe
- Evitare il trattamento se vi sono segni di secchezza, oltre che di calore
- Evitare la moza in caso di lesioni cutanee
- Evitare la moxa in caso di grossi cambiamenti atmosferici (fulmini, temporali, ecc.)
- Loperatore che usa la moxa, respirandone ripetutamente i fumi pu essere soggetto ad
aumento del calore interno
- Spegnere i sigari per soffocamento, mai in acqua
- non usare la moxa su zona lombosacrale e addominale in gravidanza. Sempre in
gravidanza, evitare i punti che muovono molto il sangue
- In caso di ustioni: usare pomate a base di ossido di zinco / antibiotici ad uso topico
(gentamicina, tetracicline)

Punti controindicati da tutti gli autori:


- 3 LU, 8 LU
- 7, 8, 9 ST, 17 ST, 32 ST
- 6 GV, 15 -16 GV
- 22 GB
- 6 BL
importante ricordare i punti proibiti del GV. Ricordare sempre che yang ming odia il calore
e che non vi sono punti proibiti, per alcun autore, sui meridiani di Cuore, Fegato e Rene

Coppettazione

Si possono usare coppette di vetro, bamb e, recentemente, di plastica (con soffietto o pistola)

La coppettazione pu essere leggera o forte a seconda della forza di aspirazione


Tecniche:
- coppettazione fissa
- coppettazione mobile (con olio)
- coppettazione intermittente (es su zone curve e poco stabili come il ginocchio). Utile
anche in patologie da vuoto, turbe locali della motricit
- coppettazione con getto a fuoco : si lascia bruciare il batuffolo di cotone nella
coppetta. Si usa in parti declivi del corpo, dove il batuffolo resta sul fondo della
coppetta per gravit
- coppettazione a pressione (senza fuoco, con coppetta e soffietto o aspiratore)
- coppetta con sanguinamento. Il sanguinamento viene suscitato con martelletto o aghi.
Es in distorsioni acute e croniche, per disperdere zone di congestione, per prurito e
nevrastenia. Utile in faringotonsilliti pediatriche, effettuando la tecnica su 14 GV (Da
Zhui).

Effetti:
- Promuove la circolazione di Qi e Xue
- Allevia gonfiori e contratture, dolori da stasi
- Espelle i patogeni, specialmente umidit.

Coppetta di vetro: pi facile da sterilizzare, utile perch si vede arrossamento della pelle del
soggetto durante la coppettazione.
Sterilizzazione: in acqua bollente oppure con alcool oppure con betadine chirurgico e acqua
calda.

Note pratiche:
- Avvertire il paziente del possibile ematoma a seguito delluso di coppette!
- Nei bambini utile la coppettazione su 13 BL e 17 CV in caso di catarri (tan)
- Coppette sono utili nel post trauma: allevia gonfiore, muove le stasi di sangue (evitare
di tenere a lungo il ghiaccio dopo un trauma!)
- Utili in casi di dispepsia, gastralgie, dolori lombari e in tutti i casi di vento -umidit
- Coppetta sui punti liao risolve le stasi di sangue in particolare a livello del TR
inferiore, quindi utile in dismenorrea o con segni di ristagno (es grumi nel mestruo).
Se fatto in prossimit del ciclo mestruale pu aumentare il flusso, avvisare perci la
paziente
- Evitare le coppette in caso di lesioni cutanee e cicatrici, in caso di febbre elevata,
spasmi e convulsioni, allergie
- Non usare le coppette sullombelico, su varici o se ci sono reticoli capillari in evidenza
- Evitare coppettazione forte sulladdome
- Evitare coppettazione in zona lombosacrale e addominale in gravidanza.
- Evitare coppettazione in zone con muscolatura sottile e sul cuoio capelluto

Testi consigliati:

Principi e pratica della Moxa - Roger Newman Turner, Royston H. Low- Ed. Red
La terapia del calore della Medicina Cinese - Federico Silla - Xenia Edizioni

Tecniche di Medicina Tradizionale Cinese Moxa

articolo di Laura Ciminelli Lumen, ottobre-novembre 2008

Il fuoco che guarisce, rigenera, allevia e ristora; il calore dolce e penetrante sprigionato da un'erba
umile e comune, l'Artemisia, che si diffonde nel corpo riattivando e riequilibrando l'energia: ecco
la Moxa, uno strumento terapeutico prezioso e versatile, spesso ingiustamente sottovalutato in
favore dell'Agopuntura, punta di diamante della medicina tradizionale cinese, alla quale
entrambi i metodi appartengono a pieno titolo: Agopuntura e Moxa infatti vanno sempre insieme,
persino nel nome, in cinese non esiste la parola Agopuntura separata dalla parola Moxa. I
principi che informano le due metodiche sono gli stessi: si ricerca il riequilibrio Yin-Yang
dell'organismo attraverso l'azione su particolari punti posti lungo il percorso dei Meridiani
energetici. Ma mentre l'Agopuntura richiede speciali competenze ed abilit manuali, semplici
metodi di Moxa si possono apprendere anche in tempi brevi ed applicare in casa, su se stessi e i
propri cari per curare una lunghissima serie di piccoli e grandi disturbi, tra i quali l'ipertensione,
l'insonnia, i disturbi urinari, la stipsi, i dolori mestruali, i dolori articolari... per i problemi di
stomaco dei bambini, per rafforzare la difesa immunitaria, per tonificare e idratare la pelle del
viso ed eliminare piccole macchie cutanee, per trattare dermatomicosi e verruche e persino per
raddrizzare la posizione podalica del feto in gravidanza.
Allora vediamo un po' pi da vicino la storia e le caratteristiche di questa straordinaria risorsa
della medicina naturale.
.Le origini della terapia di Moxa si perdono nel tempo e sembrano provenire dalla Cina del Nord.
La prima testimonianza scritta si trova nel Chun Qiu Zuo Chuan (Annali di Primavere ed
Autunni, note su Zuo- 581 a.C.). La parola Moxa ci viene dalla lingua giapponese, mentre in
lingua cinese Moxa si dice jiu e si scrive:
Immagine Moxa ideogramma 1

L'ideogramma jiu formato da due componenti, superiore e inferiore:


immagine ideogramma 2)
la componente superiore significa a lungo, di lunga durata
immagine ideogramma 3)

la componente inferiore significa calore, fuoco.


Quindi il significato letterale calore di lunga durata: infatti il tempo di applicazione piuttosto
lungo e il materiale utilizzato consente una combustione lenta e prolungata; ma il significato
implicito anche quello di malattia lunga, nel senso che la terapia si adatta specialmente alla
cura di patologie croniche e di vecchia data, e quello di effetto duraturo, persistente nel tempo.
La terapia di Moxa consiste nell'applicazione del calore prodotto dalla combustione dell'erba
Artemisia a contatto o in prossimit degli agopunti dei Meridiani. Secondo la medicina
tradizionale cinese, i meccanismi d'azione della Moxa si possono riassumere come segue:

1.riscaldamento dei Meridiani e dispersione del freddo, regolazione del Qi e del Sangue: cura i
disturbi legati alla penetrazione del vento freddo, i dolori articolari causati dal freddo all'interno
dei Meridiani che ne blocca la circolazione energetica;

2.riscaldamento degli organi interni, dispersione del freddo e azione analgesica: cura le sindromi
di insufficienza Yang, quando l'eccesso di freddo interno provoca stasi circolatoria e dolore;

3.effetto antishock e rianimazione;

4.forte tonificazione del Qi e dello Yang: per prolassi, ptosi, alcune forme di metrorragia;

5.regolazione del Qi ribelle: per curare il vomito, la nausea, la tosse, corrispondenti a


movimenti contrari dell'energia del Polmone e dello Stomaco;

6.azione antiedematosa, cicatrizzante e disinfettante: per varie forme di ascessi cutanei

7.azione preventiva e di rafforzamento della difesa immunitaria.

L'erba Artemisia (in cinese Ai) utilizzata per la Moxa da millenni. Raccolte a giugno, quando
sviluppano la caratteristica lanuggine, le foglie vengono essiccate e lavorate per confezionare
piccoli coni o sigari; la combustione avviene senza fiamma e sviluppa un intenso calore da 500 a
600 a spettro infrarosso. Tra i vantaggi dell'Artemisia c' anche quello di essere un'erba molto
diffusa e poco cara.
Esistono diverse forme di utilizzo dell'erba Artemisia, le pi importanti sono il sigaro, il cono e
l'ago riscaldato

Immagine Moxa sigaro


1) Il sigaro di Moxa
Il sigaro di Moxa lungo circa 20 cm, si compra in confezioni da 10 coni al costo di circa 5 euro.
Le tecniche di applicazione del sigaro sono diverse: quella pi comune consiste nell'accendere il
sigaro ad una estremit ed avvicinarlo al punto da trattare, ad una distanza di 2-3 c.. Il paziente
deve avvertire il calore e quando questo diventa troppo intenso, deve avvisare il terapista che
provveder ad allontanare un po' il sigaro dalla pelle, questa operazione si ripeter per 3 - 5 minuti
su ogni punto. Una volta finito il trattamento, il sigaro si pu spegnere bagnandolo leggermente in
acqua oppure inserendolo in appositi porta-sigari metallici di forma circolare, il sigaro si spegne
per mancanza d'aria e pu essere riutilizzato.

immagine Moxa 1

2)il cono di Moxa

Il cono di Moxa si confeziona manualmente a partire dall'erba essiccata che si trova in


commercio. Pu essere piccolo, medio o grande a seconda della parte del corpo sulla quale deve
essere applicato. In pratica il cono si posiziona a diretto contatto con la pelle, si accende ad una
estremit e brucia finch il calore avvertito dal paziente non troppo forte, a questo punto il
paziente avvertir il terapista che provveder a togliere il cono ed a sostituirlo con un altro. Di
solito questa operazione si fa a mano, ma si possono anche usare delle pinzette. La terapia pu
prevedere l'applicazione dai 5 coni in s. Questo metodo meno consigliabile del sigaro per i
principianti, perch una disattenzione pu provocare piccole ustioni. Per correre meno rischi si
pu interporre un supporto tra la pelle e il cono di Moxa: le sostanze utilizzate come supporto
sono moltissime, ma le principali sono zenzero, aglio e sale. Le qualit dell'erba penetrano in
profondit unite al calore del fuoco, che ne rafforza l'effetto terapeutico.
Immagine Moxa zenzero
Moxa con supporto interposto
Lo zenzero fresco si trova abbastanza facilmente nei mercati alimentari; secondo la fitoterapia
cinese possiede una natura calda ed un sapore piccante, ha azione riscaldante, diaforetica,
antiemetica e antitossigena. Per potenziare le sue azioni attraverso il calore sprigionato dalla
Moxa, si taglia la radice fresca di zenzero a fettine da 3 a 5 mm; si bucherella poi con uno
stecchino; si pone sul punto da trattare e vi si appoggia sopra il cono di Moxa. Quando il paziente
lamenta il bruciore, si solleva e si riabbassa il tutto, questa operazione si ripete da 18 a 36 volte.
Di solito per ogni punto si utilizzano 5 coni. L'effetto riscaldante dello zenzero si aggiunge a
quello della Moxa ed indicato per trattare tutte le patologie dovute al freddo.
La stessa procedura si segue per l'applicazione della Moxa con aglio. L'aglio ha azione
antiedematosa e antinfettiva, inoltre ammorbidisce e dissolve noduli e indurimenti; indicato in
molti casi di irritazioni della pelle, purch non vi siano escoriazioni: punture di insetti, pustole,
ascessi, verruche; in generale tutti i gonfiori, come noduli mammari, cisti tendinee e lipomi,
sempre in assenza di escoriazioni.
Il sale fino si usa solo sull'ombelico: si riempie l'ombelico di sale e vi si appone sopra il cono.
Chiamato la porta della vita, l'ombelico si tratta per risvegliare da stati di shock e in generale
per stati di estrema debolezza, diarrea acuta, vomito acuto, forti dolori addominali da freddo.
Altre sostanze utilizzabili sono teoricamente tutte le erbe cinesi, quindi estremamente varie e
numerose. Alcuni esempi: la cipolla, utilizzata per stimolare la circolazione e disperdere il freddo;
l'Aconitum Fuzi, forte tonico dello Yang; e molte altre.

3)l'ago riscaldato
Si riscalda l'ago bruciando una piccola porzione di sigaro di artemisia posta nel manico dell'ago.
Esistono apposite confezioni di piccoli cilindri di artemisia atti a questo uso. Coloro che hanno
avuto l'opportunit di visitare i reparti ospedalieri di Agopuntura in Cina, avranno notato la forte
presenza della Moxa: questo metodo infatti utilizzato ampiamente per trattare i dolori localizzati
ed i reumatismi.
Come abbiamo visto da questo breve excursus la Moxa rappresenta una risorsa fondamentale
della medicina tradizionale cinese e trova applicazione in una vasta gamma di patologie. E'
controindicata in caso di forti febbri e in generale nelle patologie dovute al Calore in eccesso. La
Moxa sprigiona un acre odore, questo pu risultare fastidioso specialmente se lo studio arredato
con ampi tendaggi, che possono facilmente assorbirlo. Tuttavia bisogna considerare che il fumo di
Moxa non nocivo per le vie respiratorie ed ha l'effetto di purificare l'ambiente e scacciare
zanzare e insetti, si tratta quindi di un disagio minimo in paragone agli effetti benefici del
trattamento ed in definitiva possiamo dire che in questo caso... il fumo vale la candela!
Trattamento per il rafforzamento dell'energia vitale
Forniamo infine una semplice prescrizione valida in tutti i casi in cui bisogna rafforzare
l'organismo, per esempio dopo una lunga malattia o un'operazione chirurgica, in persone
costituzionalmente deboli, o nell'approssimarsi della stagione invernale, quando pi importante
dotare l'organismo di maggiori difese.
Applicazioni di sigaro di Moxa, da 5 minuti su ogni agopunto:
Guanyuan - Barriera dell'energia ancestrale 4 Meridiano Ren Mai: sulla linea mediana del
tronco, tre pollici sotto l'ombelico
Qihai Mare del Qi - 6 Meridiano Ren Mai: sulla linea mediana del tronco, 1,5 pollici sotto
l'ombelio
Zhongwan Centro dello Stomaco 12 Meridiano Ren Mai: sulla linea mediana del tronco,
quattro pollici sopra l'ombelio
Zusanli Tre distanze della gamba 36 Meridiano dello Stomaco: tre pollici sotto l'angolo
inferiore della rotula, un dito all'esterno della cresta tibiale anteriore
Mingmen Porta della Vita 4 Meridiano Du Mai: sotto l'apofisi spinosa della II vertebra
lombare.