Sei sulla pagina 1di 24

Periodico di informazione culturale curato dallAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba

Oltre il confine n4. Rivista telematica a cura dell Associazione Culturale Dal Tramonto allAlba

1 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Editoriale

Editoriale ufologico dei Crop Circle e lanalisi


dettagliata del caso in questione. Sono
stati effettuati rilievi sul campo, foto-
grafie e planimetrie del crop ma an-
che analisi chimiche condotte in labo-
ratorio sui terreni e i campioni di spi-
ghe raccolte e conservate. La seconda
parte della rivista dedicata ai
Siamo arrivati al quarto capito di que- reportage riguardanti gli eventi cultu-
sto importante veicolo divulgativo, rali condotti nellappena trascorsa sta-
prodotto e curato dalla nostra Associa- gione invernale dallAssociazione,
zione. Oltre il Confine, oramai da eventi molto importanti che hanno Copertina: Massimiliano Lo Cicero
due numeri a questo parte cambiato confermato ancora una volta il note-
unicamente nei contenuti ma non nel- vole gradimento e lelevata partecipa- OLTRE IL CONFINE
la sua forma: infatti non pubblichere- zione dei nostri Soci ed utenti. Il pri- Rivista telematica a cura dellAssocia-
mo pi gli articoli redatti dai nostri mo stato una sorta di viaggio a tappe zione Cuturale Dal Tramonto allAlba
Soci, materiale consultabile allintero alla scoperta dei luoghi e delle leggen-
delle pagine e delle sezioni di de del Basso Lodigiano; coordinato dal Anno II N.ro 4
Daltramontoallalba.it; la rivista tele- nostro Socio Stefano Tansini e tenuto-
Direttore testata: Massimiliano Lo Cicero
matica sar il mezzo con cui lAsso- si il 18 dicembre 2005, ha visto la par-
ciazione intende promuovere linfor- tecipazione di molti interessati, con- Progetto grafico: Massimiliano Lo Cicero
mazione sulle indagini intraprese e gli dotti, in unassolata domenica inver-
eventi culturali realizzati. Un connubio nale, nei posti pi magici e misteriosi Collaboratori n.4: Stefano Tansini,
di informazione a cui la Direzione del basso logidiano. Il secondo Stefani Ferrari, Paolo Poli
Editoriale punta oramai da parecchio reportage, curato da Stefania Ferrari, Pubblicit: info@daltramontoallalba.it
tempo. Unaltra decisione molto im- documenta il 4 Meeting Daltra-
portante stata quella di lasciare la montoallalba.it. Sicuramente il mi- Questa rivista telematica non rappresenta una testata
consultazione della rivista fruibile a glior meeting mai realizzato, effettua- giornalistica in quanto viene aggiornata senza alcuna
periodicit. Non pu pertanto considerarsi un prodotto
tutta lutenza web, rinunciando to il 22 Aprile al Castello di editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
allesclusivit indirizzata unicamente Gropparello (Gropparello Piacenza);
agli Associati. Questo perch abbiamo di questo non vi svelo nulla ma vi in- Lo Staff di Dal Tramonto allAlba declina ogni respon-
sabilit, sul contenuto degli articoli redatti dai colla-
compreso limportanza e lefficacia di vito a leggere con attenzione il boratori o sulle foto inviate.
questo nuovo metodo di informazio- reportage, forte di moltissimi scatti Per non appesantire troppo il file, la qualit delle
ne, da subito molto gradito dal grande effettuati in quella favolosa serata. Non immagini stata abbassata, per cui si consiglia una
visualizzazione non oltre al 100%
pubblico. La rivista in questo numero posso che elogiare il lavoro svolto e i
propone una delle pi imponenti in-
dagini mai realizzate dallAssociazio-
ne, indagine durata quasi un anno.
traguardi raggiunti dallAssociazione
in questi ultimi mesi, obiettivi a cui
non saremo sicuramente giunti senza
Sommario
- REPORTAGE SULLEVENTO CULTU-
Condotta in prima persona dal nostro linstancabile lavoro di squadra dei RALE IL BASSO LODIGIANO TRA
Socio Paolo Poli, con la collaborazio- nostri Associati: Lunga vita allAs- STORIA E LEGGENDA a cura di Stefano
ne del ricercatore Fabio Benedet, essa sociazione Culturale Dal Tramonto Tansini
documenta in maniera esaustiva e allAlba!
meticolosa il caso di Crop Circe ri- - REPORTAGE SUL 4 MEETING DAL-
TRAMONTOALLALBA.IT a cura di Ste-
scontrato in un campo di Ranzano
fania Ferrari
(PN) il 1 giugno 2005. Il documento
realizzato vede la stesura di una gene- - INDAGINE CROP CIRCLE DI RAN-
rale panoramica sul fenomeno ZANO a cura di Paolo Poli

2 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Eventi Culturali a cura di Stefano Tansini

Il Basso Lodigiano tra


storia e leggenda
L a nebbiosa campagna del Basso Lodigiano un fertile terreno per
limmaginazione. Latmosfera impareggiabile creata da una foschia on-
nipresente, capace di permeare la pianura anche nelle afose giornate estive, ha
Meta preferita di passeggiate dome-
nicali e scampagnate in bicicletta,
lintera zona dove sorgeva lantico
il dono di evocare incessantemente, incubi e visioni oniriche, paure ancestrali e feudo dei Borromeo un suggestivo e
piacevoli ricordi. A suo modo, un luogo magico, una sorta di camera delle tranquillo scorcio di Pianura Padana,
meraviglie dove eventi, persone, vestigia del passato e aneliti del presente si tipico spaccato della valle dellAdda
tramutano in mito. dove silenzio ed incantevoli scorci si
Quelle che ancora oggi si tramandano sono favole daltri tempi, affascinanti e impongono dominatori.
terribili, popolate di fantasmi e indefinite paure, dettate da un profondo senti- La rilassante atmosfera di questi siti
mento religioso, legittimate dalla memoria di eventi storici plasmati dallo per bugiarda dei trascorsi storici sia
scorrere del tempo e dallimmaginazione. Alcuni racconti sono cos radicati del paese che del suo territorio e un
nelle terre della Bassa e tanto cari alla sua gente da riuscire a valicare leffimero passato nobile e nobilitante si cela
confine che separa limmaginazione dalla fantasia, generando un vago senso di allombra delle antiche mura del bor-
attesa e un indefinito desiderio di vedere concretizzati gli aspetti pi poetici e go, mentre una strana ed indefinibile
magici delle memorie di cui si fanno portatori. atmosfera sembra pervaderne le strade
Una giornata riscaldata dal pallido sole di dicembre, un gruppo di persone ed i campi.
affascinate dalla seduzione del mistero, la curiosit alimentata da sconosciuti A Camairago, la percezione di eventi
scampoli di storia lodigiana e il viaggio attraverso i borghi della Bassa, miracolosi risale ad ere lontane e gi
percorrendo strade che spingono oltre quel confine sottile che separa la nel 200 era vivo il ricordo di uno
razionalit dallinspiegabile, si innalza da una dimensione puramente scomparso edificio di culto ubicato
materiale, sconfinando nei distesi campi dellignoto e dellaccat- nelle vicinanze del centro abitato, una
tivante fascino di tutto ci che mistero. primitiva chiesa presso la quale
Il paese di Camairago la prima sgorgava unantica fonte alla quale
sosta. accorrevano i fedeli per implorare alla
Madonna la guarigione dei propri mali.
Relegato ad una sorta di passato senza
tempo, questo scomparso luogo di
devozione venne
rivestito di con-

Castiglione d'Adda

3 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Eventi Culturali
notati quasi mitici e lo stesso veri- piacevole monotonia di una terra dalla
ficarsi di miracoli per intercessione quale le alture sono bandite. Un luogo
mariana assunse unaurea quasi favo- di grandi spazi, dove difficilmente
listica. Tuttavia, un vago sentore di ostacoli naturali costituiscono un
reverenziale rispetto non abbandon intralcio alla vista e dove nessun luogo
mai chi si trovava a transitare in quei segreto. A ridosso del vicino ter-
luoghi... Poi, nellagosto del 1861, le ritorio cremonese, in prossimit della
antiche leggende tornarono a vivere: sponda occidentale dellAdda, esiste
una nuova fonte inizi a sgorgare in per una localit che, posta ai margini
prossimit dellantica pieve e nuove delle pi trafficate arterie di comu-
miracolose guarigioni ripresero ad nicazione, protetta da un impene-
avvenire. trabile scudo di alberi e dal lento
Difficile crederlo, ma, abbandonando incedere del fiume, ha fatto del proprio
il Santuario della Madonna della isolamento lo strumento principe con
Fontana, limprobabile possibilit che il quale serbare allinterno delle sue
eventi inspiegabili, suffragati anche ataviche mura una favolosa leggenda.
dalla testimonianza offerta dalla Maccastorna un piccolo paese le cui
cronaca, si siano realmente verificati, vicende storiche trovano la loro
idea che solo con fatica abbandona estrema sintesi nellantico castello che
la mente, vanamente ricacciata dal ancora troneggia sullabitato circo- Madonna della Fontana
ricorso alla ragione, e limmagine della stante, un monumento carico di inde-
piccola cappella mariana non riesce a scrivibile fascino, catalizzatore capace provengano ancora dai bui recessi del
fuggire il suo status di ammonimento di alimentare incessantemente un castello, da quella cavit un tempo nota
reale del mistero racchiuso in quei indefinibile senso di mistero e reveren- come Pozzo delle Spade
luoghi. ziale timore, la cui mole e il senso di Forse la leggenda dei macabri ululati
Un mistero accresciuto, piuttosto che sacra vetust che trasuda dalle mura dei dannati per racconto che non
fuggito, dalla consapevolezza che altre secolari, da sole, bastano ad essere pre- impressiona pi al giorno doggi, forse
e ancor pi inimmaginabili testimo- testo per antiche storie, a far ger- si tratta di nullaltro che una particolare
nianze di fede limpronta del piede mogliare spettrali racconti e ad forma di folklore locale, ma una ben
del Cristo conservata nella chiesa arricchire le dicerie del luogo con pi terribile, reale leggenda aleggia sul
parrocchiale di Cavacurta e il sacro re- connotati misteriosi e sovrumani. castello di Maccastorna e sfida aperta-
liquiario di Meleti sono gelosamente Tra le ombre della rocca nascosta mente lumana comprensione.
custodite nel seno di una terra molto unantica cavit, ora chiusa, nella E una storia che affonda le proprie
pi oscura e suggestiva di quanto il quale trovavano sepoltura i cadaveri radici in un passato lontano, fascinoso
sonnolento aspetto esteriore potrebbe delle vittime di sanguinosi ed este- ed inquietante, una storia formata da
far trasparire. nuanti assedi, un cunicolo ricoperto di elementi vari ed eterogenei: fiducia
Le terre del Basso Lodigiano costi- spade e lame taglienti, tali da straziare tradita, il sacro vincolo dellospitalit
tuiscono un territorio pianeggiante orrendamente le carni degli uomini. vilmente calpestato, anime inquiete
dove solo rari fazzoletti di terreno Tra gli anziani contadini del luogo c desiderose di vendetta, lugubri rumori
rialzato contribuiscono a spezzare la chi giura che lugubri e lamentose voci notturni che interrompono il sonno dei

San Fiorano

4 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Eventi Culturali
vivi. Una storia che nessuno, pur sfidando apertamente la realt dei fatti, ammette
come possibile. Una storia che si insinua subdola nella coscienza di chi si
sofferma ad osservare, anche per un solo istante, limponente mole del castello
Immersi nella placida quiete dei campi lodigiani ormai distanti sono
Maccastorna ed il suo castello ancora persiste la fioca immagine mentale di
uno spirito dannato, dello spettrale ululato del vento e degli spasmi disperati di
coloro che nella rocca del Belpavone hanno trovato la morte. Ma osservando il
panorama di una campagna silenziosa, immagine visibile di una ben pi nascosta
dimensione, altre ed incalzanti leggende si rincorrono nella mente di chi, estraneo
a questi luoghi, entra, a poco a poco, in armonia con questa terra e la sua anima.
Il mistero di un bambino scomparso, inghiottito dalle acque melmose di un
canale irriguo e mai pi ritrovato, la favolosa Cerva dOro, mitica creatura
emblema di una natura primigenia ora scomparsa, gli echi lontani di un paese
sommerso dalla furia del vecchio Eridano, la favolosa tradizione di tesori sepolti,
il fascino di cimiteri abbandonati, perduti, riscoperti e, soprattutto, il malsano e
paludoso regno del drago Tarantasio sono un retaggio culturale imponente,
capace di permeare lanimo anche di coloro che non sono originari del Basso
Lodigiano.
Persi tra questi pensieri si avvicina la penultima tappa del viaggio
San Fiorano un tranquillo paese. Immerso nella placida campagna padana
un luogo ai margini della grande urbanizzazione, dove ancora possibile trovare Dr. Stefao Tansini
scorci di verde e luoghi di piacevole riposo, ma il tranquillo paesaggio di oggi con nemiche intenzioni verso labitato
radicalmente diverso dallaspetto severo, a tratti selvaggio, che lintera zona di San Fiorano, ma un qualcosa di
aveva sul finire del Settecento, uno scenario aspro e carico di decadenza di una spaventoso e spettrale li terrorizz a
San Fiorano ormai scomparsa. tal punto da indurli ad una precipitosa
Il semplice dato naturale e paesaggistico non per sufficiente, da solo, a dare fuga: il fantasma di un soldato romano,
ragione della leggenda di un misterioso demone difensore del paese. Come la con gladio sguainato e ghigno demo-
gran parte delle storie e dei racconti che si tramandano nelle terre del Basso niaco, si frappose tra le truppe straniere
Lodigiano, il fumoso racconto di un fantasmaeroe si pone sulla sottile linea di ed il borgo, salvandolo.
confine che separa limmaginario dal reale ed i trascorsi storici di questi luoghi Racconto improbabile, certo.
sono imprescindibili supporti per meglio calarsi nella realt degli eventi Ma abbandonando il paese, il fascino
tramandati di una favola senza tempo, di un aned-
Con toni forse eccessivamente eroici, ancora ricordata tra le genti della Bassa, doto reale che, rivestito di una compo-
una battaglia che vide fronteggiarsi quattromila granatieri francesi ed un nente soprannaturale, trasporta in
manipolo di austriaci. Limmaginazione popolare ha da subito arricchito questo forma mitica piccoli scampoli di una
scampolo di storia quasi sconosciuto con aneddoti ed episodi che, col tempo, storia locale altrimenti condannati a
hanno saputo mutarsi a tal punto da assurgere al rango di vere e proprie cronache scomparire nel nulla, piacevole
leggendarie: sconfitti gli austriaci, una manciata di francesi sbandati si diresse compagno di strada mentre il pallido
sole invernale inizia a scomparire
allorizzonte.
Il viaggio sta giungendo a termine, ma
ancora una storia merita di essere
raccontata.
La storia di una semplice contadina
che, deposti gli i poveri abiti della
gente del borgo ed ingentilitasi con-
volando a nozze con un nobile signore,
mai tent di celare le proprie umili
origini, esaltando i propri umili natali
nel momento di congedarsi dallesi-
stenza materiale.
Limponente scenario della sua vita,
passata e attuale, il maestoso castello
rinascimentale di Castiglione dAdda.
Lei, Eleonora, spirito benevolo che
pacificamente convive con chi ancora
dimora su questa terra unito alle
spoglie mortali, presenza appena
avvertibile tra il frusciare del vento, le
ombre della notte ed il maestoso
Maccastorna silenzio di una struttura secolare.

5 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Eventi Culturali a cura di Stefania Ferrari

4 Meeting Dal tramonto allAlba


Sabato 22 Aprile 2006 Gropparello - Sulle tracce del fantasma di Rosania

E d anche un altro meeting andato, e ormai di controfiletti e quaglie rimane


solo il ricordo.
Rimane il ricordo di una giornata passata in allegria, insieme a persone magnifiche.
soffermammo al bar del castello, o
meglio al loco di ristoro (da non
confondere con il loco di decenza) dove
Rimane il ricordo di un posto splendido in cui larte e la storia ancora la fanno da una gentilissima signora ci propose un
padrone e non sono stati sopraffatti dal mondo moderno. itinerario dei castelli adiacenti per
E per tenere vivo in noi questo ricordo vi scrivo una bella favolina, che gi mi occupare il tempo che ci separava
immagino, in vecchiaia, raccontare ai miei nipotini prima di dormire. dallora x. Ma noi no: volevamo
Cera una volta, unassociazione che si chiamava Dal Tramonto AllAlba, il cui godercela a pieno questa attesa, con
consiglio direttivo, formato da Michele, presidente, Maxim, vice presidente, Laura, ladrenalina che cresceva sempre di pi
segretaria, e Valeria, consigliere, organizzava di tanto in tanto, con grande impegno con il passare del tempo.
e passione, delle gite in luoghi magici, castelli che attraverso i secoli avevano E finalmente in lontananza, tra le
mantenuto il loro splendore, che ancora raccontavano la loro storiaspesso frasche, apparirono i primi due volti noti:
attraverso i loro inquilini millenari. DaKaron e Uriel. E questo ruppe il
Oggi vi racconter di Gropparello, di quello che fu il quarto meeting. ghiaccio: le emozioni fluirono e
La giornata era perfetta, il sole splendeva accompagnato ogni tanto da una leggera crearono la giusta atmosfera per la
brezza che completava lo splendido quadretto di questo paesino collinare. giornata. Poi, come si dice, quando si
Le prime ad arrivare, in largo anticipo lo ammetto, fummo io, Nakta, Fait e Lorena felici il tempo passa in fretta, e con
e gi da parecchio tempo in noi era forte lemozione per il pensiero di rincontrare larrivo di Alpnu, P.P. e P.F. si stava
vecchi amici e di conoscerne di nuovi. In attesa del grande evento quindi ci creando gi un bel gruppetto, e le

6 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Eventi Culturali
discussioni si facevano sempre pi interessanti. Una tra le tante la spiegazione da
parte del caro P.P. dello spiritismo kardeciano, che prese quasi la forma di una
lezione universitaria da come eravamo tutti presi dalle parole delluomo con il
nome cacofonico.
A distrarci ogni tanto solamente urla di bambini. Allinizio non capivamo da dove
queste potevano arrivare, ma soprattutto non capivamo cosa tormentava queste
povere creature. Poi, seguendo il suono, ci affacciammo alla staccionata che dava
sul dirupo che circonda il castello, ed in mezzo ai campi collinari notammo un
folto gruppo di bambini vestiti con casacche ed elmetti in stile medioevale che
simulavano una battaglia di altri tempi, guidati da due uomini, anchessi in vesti
da combattimento, che con questo pretesto insegnavano ai piccoli visitatori la
storia dellassedio al castello. Risolto il mistero delle urla, e mentre si continuavano
discorsi degni di alte cattedre universitarie, arriv anche il consiglio direttivo:
ora di mettersi al lavoro.
Mentre Laura e Valeria accoglievano i partecipanti fornendoli di badge, e mentre
Michele e Maxim si occupavano degli ultimi dettagli, io e P.P., attrezzati di walkie
talkie, ci posizionammo davanti al castello per dirigere le persone al punto
dincontro.
In poco tempo la lista al completo: 49 baldi giovani pronti allavventura.
Il nostro viaggio verso altri tempi questa volta inizi con un aperitivo a base di un
bianco frizzante dei colli piacentini e grana padano, per cercare di calmare lesigente
borbottio dei nostri pancini. Arrivati al ristorante per ci rendemmo subito conto
che quel minimo di attesa aveva un suo perch. Enormi tavolate illuminate quasi
esclusivamente da candele riempivano la loggia dove su un lato padroneggiava
un bellissimo camino, e sparsi qua e l per le pareti si trovavano plafoniere a
forma di scudo e ricoperte di foglie da cui uscivano rumori e suoni di vita daltri
tempi. Sul tavolo, oltre a candelabri rotanti e posate agevoli, la cosa che pi mi
colp furono i bicchieri in ferro, che insieme alle cameriere in stile medievale, con
i loro vestiti bordeaux e i grembiuli e i cappellini bianchi, creavano la giusta
atmosfera del passato. Ma veniamo al men: chi mai potr scordarsi quel
controfiletto di manzo lardellato in guisa di quaglia! Ma anche il resto
ammettiamolo era tutto molto buono: una vera cena da signori del castello. Finiti
la buona carne e il buon vino, calate le tenebre ed apparso il cielo stellato, arriv
finalmente il momento della visita al castello e ai suoi misteri. Imboccammo allora
tutti insieme lo stradellino illuminato da fiaccole che conduce direttamente davanti
al castello, guidati dal proprietario ed abitante (diciamo quello in carne ed ossa)
del castello di Gropparello. Davanti alla facciata illuminata della struttura il silenzio
scese tra di noi, mentre attendevamo che il signor Gianfranco Giorgio Gibelli
illuminasse le nostri menti con storie e misteri. E gi dalla facciata il castello
comincia a raccontare la sua storia. Infatti sopra il ponte levatoio vi un bassorilievo
con una rappresentazione che a prima vista pu sembrare semplice ma che in
realt cela il primo mistero della nostra serata. La raffigurazione mostra un cavaliere
che vince su un drago che, letta in chiave cristiana, potrebbe rappresentare San
Giorgio, quindi la vittoria delluomo sulla bestia. Ma ci sono alcuni particolari
che magari alla prima occhiata non risaltano e che celano un significato nascosto,
come per esempio i 7 spettatori in alto a destra e gli uomini con lo scudo che,
come spieg il signor Gibelli, rilevano radici templari del bassorilievo.
Gi affascinati da questa prima spiegazione superammo il ponte e ci trovammo
allinterno del cortile, dove, come spieg sempre la nostra guida speciale, scorrendo

7 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Eventi Culturali
con lo sguardo tuttintorno si notano i vari passaggi del castello, le varie ere in cui
stato costruito. E dal punto in cui ci trovavamo si vedeva benissimo la torre,
lultimo rifugio per gli abitanti quando i nemici riuscivano a entrare nel castello.
Ed proprio per colpa di questi attacchi, ma soprattutto delle truppe che in questo
castello si rifugiarono durante la seconda guerra mondiale, le quali spesso e
volentieri nel lasciare il luogo portavano con s qualche ricordo, che nel castello
non c pi nessun mobilio originale, il quale stato sostituito dallo stesso padrone
di casa da mobili con altrettanta storia alle spalle, che per non appartengono a
quel luogo.
Questo splendido cortile, fece da cornice anche a quello che tutti noi stavamo
aspettando: la storia di Rosania.
Rosania Fulgosio, nel 1200, era una giovane ragazza che fu costretta a sposarsi
con Pietrone da Cagnano, signore dellomonima rocca, ovvero quello che oggi
conosciuto come il castello di Gropparello. Un giorno successe per che Pietrone
dovette abbandonare la giovane moglie per seguire il suo esercito sul campo di
battaglia. Privo del suo signore per il castello venne ben presto attaccato da
nemici capitanati da Lancillotto Anguissola, che tra le mura del castello trov
Rosania, sua amata di un tempo negatagli solo dalla diversa estrazione sociale.
Solo una notte per coronare quel sogno tanto agognato da entrambi poi Lancillotto
fu richiamato dai suoi doveri di guerra. Pietrone torn al suo castello e venne a
sapere del tradimento, ma non disse nulla: costru in gran segreto una stanza nel
sotterraneo che diventer la futura tomba della sfortunata Rosania. Ancora oggi
non stata trovata quella stanza, forse per questo che lo spirito di Rosania di
tanto in tanto si fa sentire, e a volte anche vedere. Ma per questo racconto dovemmo
attendere ancora un po.
Infatti la nostra visita continu allinterno del salone delle feste. Gi appena entrati
si viene avvolti dallenergia di questa stanza dove si consumavano gli sfarzosi
balli dei tempi andati, e man mano che il padrone di casa spiegava che il soffitto
era puntellato di sferette doro cos che con il riflesso della luce delle candele
creava leffetto di un cielo stellato, che quando gli uomini si riunivano a discutere
di affari le donne si ritiravano sui seggiolini di pietra di fianco alle finestre a
ricamare, si capiva sempre di pi la vita di allora e sembrava proprio di esserci
immersi completamente.
Quasi a volerci risvegliare da questa magia il signor Gibelli ci invit a seguirlo
nella seconda stanza, la sala da pranzo, dove il protagonista assoluto era il camino
interamente di stucco carico di simbologia: lunica cosa originale rimasta del
castello, lunica cosa che ci aiuta a capire un po di pi la storia di questo magico nessuno: inutile dire che anche questa volta
posto. Ma gi tempo di passare alla terza stanza, quella che una volta era la la descrizione della figura combaciava con
camera da letto e che ora stata trasformata in stanza da musica. Colpiscono quella di Rosania.
sicuramente gli antichi strumenti che riempiono questa stanza, come larpa e il Il signor Gibelli continu poi raccontando
magnifico pianoforte a coda, e anchessi vibrano ancora, nel vero senso della che pur non avendo mai visto chiaramente
parola, di tutte le emozioni di cui sono stati protagonisti. la figura della ragazza anche a lui successe
Passando per varie altre piccole stanze, tornammo nel cortile, dove si trovava qualcosa di anomalo. Narr di una notte
lentrata della cantina, ultima tappa del nostro viaggio. Ed proprio qui che, dopo in cui lui e sua moglie furono svegliati da
aver raccontato di come in quella stanza si consumavano i pranzi dei servitori e di rumori provenienti dal solaio come dei
come l si conservavano le carni nella ghiacciaia, il padrone di casa cominci a passi. Subito pensarono ad un animale
raccontarci delle apparizioni di Rosania. entrato in un qualche modo dal tetto, ma
Lui personalmente disse di non averla mai vista, ma raccont di quando una volta per sicurezza il marito si arm di torcia ed
suo suocero, ospite al castello insieme alla moglie, si alz allalba per andare in and a controllare. Naturalmente non not
bagno, e giunto a quella che una volta era la camera da letto di Pietrone e Rosania, niente di anomalo, e quindi torn a
vide come lombra di una donna accanto alla finestra, che pian piano si dissolse. dormire. La notte successiva per gli stessi
Raccontata cos potrebbe sembrare anche ad unallucinazione mattutina o ad uno rumori tornarono a svegliare la coppia, ed
scherzo di luci ed ombre, ma la cosa che pi ci sbalord fu che il suocero descrisse il marito di nuovo torn al piano di sopra
la ragazza che aveva intravistoe la descrizione coincideva perfettamente con a controllare. Nuovamente non trov
quella di Rosania . niente e nessuno, ma questa volta fece caso
Unaltra volta una giornalista and al castello per fare unintervista proprio con il ad una cosa: essendo il soffitto inutilizzato,
signor Gibelli. Siccome la chiacchierata fin verso lora di cena, alla giornalista il pavimento era pieno di polvere e si rese
venne offerto di rimanere ospite della famiglia. La ragazza si trovava sul balcone conto che non vi erano nessun tipo di
quando la signora Gibelli la chiam dicendo che era pronto da mangiare. La ragazza impronte, neanche quelle di un animale.
a quel punto disse: allora dico a sua figlia di venire in casa!. Il problema per Ma ancora le stranezze non sono finite,
era che in quel momento entrambe le figlie del padrone di casa scesero dalle loro infatti il signor Gibelli, nel suo giro di
camere. Quando la giornalista torn a guardare fuori dalla finestra non vide pi perlustrazione, era stato seguito da uno dei

8 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Eventi Culturali
suoi gatti, il quale, mentre il padrone si era fermato sulla porta del solaio, questi era Con il sorriso sulle labbra il padre
entrato tranquillamente nella stanza, ma, raggiunto un angolo di questa, qualcosa, raccont di come la seconda figlia, quel-
che solo lanimale percep, lo spavent, tanto da farlo fuggire gi per le scale la che da tanto attendeva questo
terrorizzato. Neanche quella notte il padrone di casa trov qualcosa, ma i rumori momento, scapp spaventata, mentre la
continuarono ancora per qualche giorno per poi svanire nel nulla come la causa che prima rimase davanti allo specchio
li provocava. affascinata dalla visione che, poco dopo,
Un altro episodio inspiegabile avvenne nella torre dove, spieg il signor Gibelli, si svan.
trova una piccola cappella con un altare e due ceri. Durante un giro di controllo Dopo questa ultima storia arriv il
dopo la chiusura del castello, il signore si rese conto che proveniva una luce da momento dei saluti, e usciti dal
questa cappelletta. Arrivato in cima alle scale si accorse che i ceri erano accesi, suggestivo castello tra mormorii e
sebbene la porta della stanza fosse chiusa. Sul momento pens che qualcuno fosse commenti, naturalmente positivi,
entrato e avesse acceso le candele, quindi le spense e se ne and. La sera successiva ognuno prese la sua strada di ritorno.
per successe la stessa cosa ed allora il padrone, il giorno successivo, decise di E cos, estasiati da questi racconti, si
mettere un pezzetto di legno appoggiato alla porta della cappella per vedere se concluse la nostra fantastica gita
veramente si trattava di uno scherzo di qualcuno, oppure se cera sotto qualcosaltro. attraverso un altro mistero.
Ebbene anche quella sera i ceri erano accesi: come al solito sal le scale e, come Non possono mancare chiaramente i
ormai avrete capito, il pezzettino di legno non si era mosso di un millimetro, e ringraziamenti a Michele, Maxim, Laura
questo era il segno che nessuna persona in carne ed ossa poteva aver acceso quei e Valeria per il grande lavoro di organiz-
ceri. Dopo questa scoperta niente si accese pi da solo in quella stanza. zazione senza il quale non avremmo
Lultima storia che il signore raccont, vedeva come protagoniste le sue due figlie. potuto passare una bellissima giornata e
Come prefazione ci disse che le due ragazze avevano una posizione molto diversa un ancor pi bella serata, e chiaramente
di fronte a tutta la storia di Rosania: una diceva che non le sarebbe piaciuto vederla, ringrazio tutti coloro che hanno
per vari motivi, mentre laltra non vedeva lora che accadesseed stata partecipato con la cui presenza hanno
accontentata. Una mattina, mentre erano entrambe davanti allo specchio, videro reso magico questo meetingin attesa
riflessa, allinterno di questo, una terza figura femminile che, chiaramente, del prossimo!
corrispondeva alla descrizione di Rosania che loro bene conoscevano.

9 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano a cura di Paolo Poli

Indagine Crop Circle di Ranzano


T
ra le pagine dei quotidiani, e, pi spesso, nelle notizie proposte da televisione e radio desecuzione, dando pi, in questo caso,
non raro imbattersi, soprattutto da circa un trentennio ad oggi, nella descrizione di laspetto di unopera fatta non nellintenzione
avvenimenti che riportano linsorgere di un singolare fenomeno dorigine sconosciuta, sulle di assegnarvi un significato, ma solo, essa
cui cause, nel tempo, tanto si studiato quanto dibattuto, e, pur avendo svariati nomi, raggruppa potesse essere un effetto secondario di un
fatti che riportano comunque un unico tipo di manifestazione, i cui fattori scatenanti denotano moto di discesa al suolo di qualche cosa, sia
nel tempo una singolare coerenza, pur rimanendo alloggi, i suoi artefici, ufficialmente ignoti. avente natura fisica o energetica. Dunque, in
Ci, nel tempo recente, ha avuto grande ripercussione in svariati ambiti di ricerca scientifica, questultimo caso, quel quid, che, transitando
per non parlare del continuo aggiornamento di dati che, dai primi anni in cui si iniziarono gli o passando sopra la zona, ne fosse poi sceso
studi, vari ricercatori indipendenti hanno prodotto, analizzando il fenomeno fino ad oggi ; a terra, irrimediabilmente avrebbe potuto
basti citare, primi nel tempo, Busty Taylor, Colin Andrews, George Terence Meaden, Pat segnare le superfici soffici o mobili, come gli
Delgado, George Wingfield, Michael Hesemann, Eltjo H. Haseloff e numerosissimi steli derba e la sabbia, modificando cos la
rappresentanti di vari gruppi ufologici nazionali ed esteri. Chiaramente, come ogni nuova naturale coerenza dinsieme della superficie
disciplina, pure questultima ha avuto dapprima le sue incertezze, i suoi periodi altalenanti, dei campi o dei prati, con lappiattimento e la
ma, nel tempo di poche decine di anni, dalle prime considerazioni che si fecero ad oggi, si sagomatura di alcune parti dessi. Tali
assistito ad una chiara evoluzione sia per ci che concerne i mezzi usati nella ricerca (con la formazioni, se visti dallalto, sono del tutto
predisposizione di diversi laboratori ad essa espressamente dedicati), ed anche, pi da vicino, simili a dei cerchi con un diametro pi o meno
ad una pi attenta disamina delle variabili associate, quali, per esempio, la natura geologica grande, e presentano pi sovente
dei terreni, la presenza di faglie o sorgenti di radioattivit, le eventuali anomalie prodotte da lappiattimento degli steli arborei a partire da
onde elettromagnetiche o da fonti energetiche artificiali daltro genere, la valenza storica dei un unico moto di rotazione centrale, prodotto
luoghi, e cos via. Ad indicare il fenomeno che ci proponiamo di descrivere, il termine pi da qualche fattore sconosciuto (pi facilmente
usato e conosciuto Crop Circles, la cui traduzione, Cerchi nel Grano, rimanda direttamente di origine energetica che non fisico /
alla natura intima dello stesso, nel definire il comporsi di forme particolarmente regolari, di meccanica - vedremo successivamente il
altissimo pregio artistico e di carattere geometrico, la cui creazione ha carattere del tutto perch -) capace di appiattire, ma senza
inusuale, ed avviene di norma in campi riservati a coltivazione estensiva. Dalle prime spezzare o rovinare, gli steli derba e pure le
formazioni rinvenute nel passato, e definite, per la prima volta, col nome di Nidi di Ufo, piantine dapprima rigide, creando poi un
queste presero, a seconda della qualit desecuzione e del tema ideografico l proposto, altri intreccio multistrato dei vari steli, simile alla
termini atti maggiormente a classificarli ed a contraddistinguerli, quali, ad esempio, Agroglifi, trama ed allordito che si trova nei tessuti
Pittogrammi e cos via ; questo, per maggiormente definir le loro parti dinsieme rispetto a degli abiti. Nelle parti interne dei cerchi,
una forma semplice e di base, ed a cos fornire, seppur sottintesa, ora una ipotesi interpretativa questo movimento di rotazione stato
dinsieme, ora un altra. La scienza, o disciplina che studia da vicino questi fenomeni nel loro riscontrato dipartirsi da un unico punto
apparire e comporsi conosciuta come Cerealogia, parola coniata dai primi ricercatori del centrale nella forma, od anche, da diversi
settore, poi accolta dalla maggior parte degli altri studiosi ed appassionati, anche facenti parte punti dislocati allinterno della stessa. Questo
di ambito di studio differente. In tal senso, le prime manifestazioni del fenomeno, a cui studi fenomeno non interess solo i campi coltivati
paralleli si affiancarono nel loro iniziale apparire, risalgono circa ai primi anni Settanta, da e le zone di prato incolto, giacch, per quanto
cui segu una pi ampia divulgazione del fenomeno su riviste specializzate, soprattutto di ci dato sapere, esso fu rinvenuto, sebbene
carattere misterico e ufologico. Si diceva, le formazioni inizialmente scoperte presero il ben pi raramente, pure nei campi coperti
nomignolo di Nidi di Ufo, in quanto che, di norma, la produzione queste strane figure per lo dalla neve, sul ghiaccio dei laghi in inverno e
pi di profilo circolare (create col piegamento di spighe, steli o piantine) avveniva pure su alte rocce in montagna, presso le
immediatamente a seguito di avvistamenti di oggetti volanti non identificati nel cielo (nella spiagge sabbiose isolate e perfino in zone del
classificazione corrente, pi testimoni assistettero allapparizione di dischi diurni [DD] e di tutto disabitate, ma sorvolate da aerei di linea.
luci notturne [LN] ) al di sopra dei campi che poi venivano direttamente interessati dal fenomeno In questi ultimi casi, per, si comprender che
detto, sul cui suolo cera poi il rapido prodursi dei primi Cerchi nel grano. Ecco che, nella gli effetti apprezzabili abbiano avuto minore
disamina delle cause, seppur partendo inizialmente da una mera ipotesi ufologia legata agli impatto visivo, e, certo, pi rischi di
avvistamenti (che poi sar suffragata da numerosi fatti seguenti), queste formazioni furono fraintendimento poich le superfici interessate
immediatamente associate ad una eventuale discesa a terra di ci che, dapprima, si era osservato al moto rotatorio, se sabbiose o aventi natura
evoluire poco prima nellatmosfera, direttamente al di sopra dei luoghi dove avverr subito minerale o rigida, non potevano dare, per la
dopo la piegatura degli steli: dunque, ecco che da l nacque, giustamente, il quesito se il prato loro solidit, un carattere tridimensionale
non avesse potuto fungere, in quei casi, da nido, ossia sede dappoggio, per loggetto volante allosservatore. E in questo spaccato che tali
non identificato, di qualunque natura fosse questultima cosa. A dir la verit, i primi Nidi di prime formazioni destarono linteresse di
ufo appaiono, rispetto ai moderni pittogrammi, molto pi semplici, e non di rado ivi si nota, numerose persone, e, primi fra tutti, gli
nel disegno complessivo, una grande approssimazione della forma e nella modesta precisione ufologi, che hanno nel tempo potuto studiarne

10 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano a cura di Stefano Tansini

accuratamente i dettagli dinsieme. Procedendo nel tempo, da un iniziale interesse sentito per tutto risolutiva al caso, piuttosto che unaltra,
sola curiosit, o visto al pi come stranezza paraufologica, si pass, pi avanti e soprattutto a conti fatti. Nei primi anni, gli studiosi del
verso la met degli anni Settanta, ad una vera e propria presa di coscienza del fatto che la fenomeno si chiesero se mai tali fatti fossero
realizzazione di tale fenomeno presentasse una coerenza riscontrabile nel tempo, di pi grande davvero un esclusivo appannaggio della
importanza di quanto allinizio supposto, e, da parte del grande pubblico, incominci un nostra ra, e, altres, se mai si fossero registrati
interesse pi attento a seguire i risvolti e le notizie che si producevano a partire da questo nel corso della storia eventi analoghi, od
fenomeno. Quando, poi, alcuni piloti di aerei, a bordo di velivoli leggeri di loro propriet, anche, se i popoli avessero mai fatto menzione
sempre pi spesso notarono, durante i transiti condotti sulle distese di campi coltivati a grano a simili accadimenti nel corso del tempo, nelle
nellInghilterra Meridionale, lo stagliarsi di strane formazioni di cerchi, recanti grande bellezza loro opere storiche. Dunque, alla stesura delle
e precisione, questo port nuovamente alla ribalta questi eventi ed anzi aliment discussioni considerazioni sui fatti contemporanei, si
che alloggi non sono mai terminate, anche in sede legale. La simmetria di queste formazioni, associ, in parallelo, pure uno studio
poi, non denotava certo casualit n approssimazione di composizione: lestensione del terreno incentrato sulla ricerca di prove e fatti
investito dal fenomeno faceva sorgere il interrogativo su cosa mai avesse potuto creare, e con accaduti nel passato che potessero
che modalit, una cos grande espressione darte. Dal semplice passaparola tra i piloti, si eventualmente dare maggiori ragguagli su
assistette dunque ad una vera e propria presentazione pubblica degli avvenimenti, tali non questi casi, in cui magari comparissero eventi
riguardarono pi solamente gli addetti ai lavori nel campo dellufologia e delle discipline simili, o paragonabili a quelli pi moderni.
collegate, bens, ora, gli stessi proprietari terrieri, con maggior forza ora reclamarono allo Tra le scoperte fatte, ad esempio dest
stato diritti di rimborso per i danni ricevuti, ora esigettero da parte delle autorit delle spiegazioni meraviglia unantica descrizione registrata nel
per queste manomissioni dei loro campi, opere causate da ignoti; a seguito di un evento 1678, il 22 Agosto, in un manifesto intitolato
quale lapparizione di un Crop Circle, infatti, i danni aumentavano ancor di pi per la folla di The Mowing Devil, ossia, Il Diavolo
curiosi che, in ogni momento, si riversava allinterno delle coltivazioni rompendo le spighe e Mietitore. Il testo, che ha carattere storico,
schiacciando a terra per ampi tratti le coltivazioni, rendendo cos impossibile portare a termine descrive come un possidente terriero avesse
la seguente mietitura. Si parl, dapprima, di poche formazioni di tali esemplari, rinvenuti respinto una richiesta daumento di
occasionalmente; non tardarono, dopo pochi anni, a presentarsi a dozzine, poi a centinaia: ricompensa del bracciante che gli doveva, in
Crop sparpagliati ora non solo nei centri agricoli gi conosciuti, ma in tutta Europa, con quel periodo, mietere il campo. Dalla
diversi casi pure oltremanica. Fu qui possibile notare gi una sostanziale differenza tra negazione ricevuta, questultimo, come
lesecuzione dei primi Nidi di Ufo, rispetto ai successivi casi di Cerchi nel Grano: in risposta, imprec al possidente: Che lo mieta
questi ultimi, una maggior accuratezza desecuzione, una pi vasta superficie di campo il diavolo, allora!. Accadde cos che quella
interessato dal fenomeno, un senso geometrico raffinato e spesso perfino inquietante, poich, stessa notte il campo davena risplendesse
esso, pi simile ad uno strano sistema alfabetico, o ad un linguaggio ideografico, che non come se fosse stato in fiamme ; la mattina, lo
solo una forma geometrica presentante disegni e diagrammi. Sebbene il carattere e la forma stesso, si present mietuto alla perfezione,
dei Crop fosse ricercata, gi gli studi svolti tramite computer evidenziarono che, per sebbene non si sa se proprio per opera del
lesecuzione degli stessi, era spesso indispensabile la conoscenza di leggi matematiche di diavolo, o per qualche altro fattore
vasta portata, altrimenti, non sarebbe stata possibile la creazione delle proporzioni allinterno sconosciuto; da un essere umano, comunque,
dei cerchi nel grano, e di pi, sarebbe stato impossibile mantenere, su tali estensioni, un cos no di certo. Il proprietario terriero, accortosi
raffinato stile geometrico, frutto di un grande ingegno. Presenti poi, spesso, al loro interno, del fatto ed avvicinatosi incredulo ai covoni
chiari rimandi a sistemi matematici come lInsieme di Mandelbrot o rifacentesi ad altri problemi davena presenti nel campo, si descrive come
dalgebra conosciuti. Tutto ci, comunque, sebbene fosse cosa stupefacente, era certo non avesse pi la forza n per sollevarli dal
secondaria, rispetto alla sempre ed onnipresente domanda, sempre pi pressante nella mente terreno, n per portarseli via. Sebbene,
dei ricercatori e dei proprietari terrieri, su chi fosse lesecutore di tali immense opere, e, certamente, si possa notare disparit tra
appunto nellipotesi del chi o del cosa fosse la causa, non si tard certo a definire pi quanto presentato e le moderne
aderente al carattere del fenomeno la prima delle due: pi che un qualcosa, era un manifestazioni da cui ha poi pure avuto
qualcuno, che stava svolgendo quelle stupende forme. Dal nomignolo Nidi di Ufo, ecco seguito la comparsa dei Crop Circle, non
dunque gi la differenziazione con un fenomeno di pi ampia portata, sebbene sempre mostrante possibile negare una certa somiglianza negli
gli strani fenomeni aerei e luminosi che comunque erano presenti nelle testimonianze relative eventi occorsi tra i due casi: sia per laccenno
ai primi fenomeni. Gli studi seguenti, vennero svolti soprattutto grazie a gruppi di ricercatori delle misteriose luci presenti in prossimit del
che, prodigandosi in approfondimenti a carattere scientifico svolti in laboratori, e tramite campo poco prima della miracolosa mietitura,
esami sul campo anche con aerofotogrammetrie, hanno potuto cos dare maggior corpo danalisi e, di seguito, pure per le considerazioni attuali
allintero svolgersi dei singoli casi. Infine, dallinizio degli anni 90, si verificato un ulteriore che si possono fare sulla strana perdita di forza
e sorprendente salto di qualit: allora, non sassistette pi, solamente, allapparizione di nidi fisica che tocc subire al proprietario terriero
di ufo e di cerchi nel grano, bens, a veri e propri pittogrammi, presentando, questo nome, un con lavvicinarsi ai covoni; medesimi effetti,
diverso significato in cui rientrava una ancor pi profonda matrice compositiva degli stessi, questi, registrati pure in numerose persone dal
con la produzione, nelle nuove formazioni, di particolari unioni di glifi e figure collegate tra momento in cui abbiano sostato pi o meno a
loro, forme geometriche intrecciate con una raffinatezza estrema, il tutto a presentare un chiaro lungo allinterno dei Crop, soprattutto se
rimando a dei simboli gi presenti anticamente nella cultura storica del posto, o, addirittura, a recenti per produzione. Pur essendo difficile
dei parallelismi e riferimenti astrali, facilmente riscontrabili nelle figure per il carattere delle definire in ci qualcosa di sicuramente certo,
figure ivi presenti. Il tutto, ad infittire ancora di pi il mistero, nel significato e nel proporsi di come gi abbiamo notato, c stata comunque
tali opere. Fu nel 1991 che comparvero i primi pittogrammi anche in Germania, poi, a seguire, una naturale evoluzione tra i primi Nidi di
in tutta Europa e nei paesi degli Stati Uniti. Questa breve disamina presenta dunque il primo Ufo e le seguenti formazioni di Crop
comporsi, ed il successivo dispiegarsi di tale importante fenomeno, che, in fatto di anomalia, Circle, e, a seguito, con lavvento dei
alloggi uno davvero tra i pi sorprendenti. Pur essendo, tali studi, pi spesso collegati ai Pittogrammi; cos pure, non certo da
settori della paraufologia, davvero difficile propendere per una ipotesi interpretativa del escludere la possibilit che lo stesso

11 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano
fenomeno si sia presentato pure nel passato, notte, cerchi falsi che, nella loro ottica, ricercatori in quasi ormai trentacinque anni
in forma differente, e, sebbene magari avrebbero dovuto cos provare che pure tutti dalle prime ricerche condotte sul caso.
considerato opera del demonio per gli altri Crop erano per forza stati creati da Innanzitutto, un autentico Cerchio nel Grano,
limpossibilit di spiegarlo altrimenti, pur qualcuno con malafede, insomma, o Pittogramma, o Agroglifo che sia a seconda
sempre, almeno nellesempio del Diavolo orchestrando una colossale truffa. delle sue propriet desecuzione, non presenta
Mietitore, stato basato su considerazioni Emblematico il caso di due pensionati, Dave minime porzioni di terreno calpestato, n, su
visive e la constatazione delle esperienze Chorley e Doug Bower, aventi rispet- esso, son presenti orme che indichino la
vissute. Questi, non certo un errore dirlo, tivamente, allepoca dei fatti, et di 62 e 67 precedente presenza e sosta di persone o
sono comunque fatti che rivestono importanza anni, che raccontarono dapprima in radio e attrezzi, macchine o ordigni che si siano
storica. Dunque, come esistono branche poi in televisione di essere gli autori di tutti i intrattenuti al suo interno o nei pressi della
dellufologia che si occupano di studiare, crop circle studiati in quel periodo. A parte formazione, prima del suo rinvenimento; le
approfondire e catalogare la tematica la risibilit di tale affermazione, gli stessi, pi spighe o gli steli, nelle sue parti interne, sono
dellapparizione di oggetti volanti non facilmente sovvenzionati da qualche ente piegate al suolo, non sono n spezzate, n
identificati nel passato storico umano (quali mirante al prodursi dello scandalo presentano danni dovuti a sfregamento, ad
la paleoufologia o la clipeologia), non detto sensazionalistico, hanno per la prima volta appiattimenti fatti con bastoni o allagire di
che potr sorgere, nel tempo odierno, una messo in subbuglio i seri studiosi, poich, forze meccaniche create da ordigni usati
nuova branca di studi che potr identificarsi oltre alla difficolt insita gi nella ricerca e contro gli stessi steli. Ci, poi caratteristica
col temine paleocerealogia, o con altro nome, per i numerosi permessi da trovare per poter facilmente rinvenibile nei cerchi falsi, grazie
per indicare lo studio di fatti simili, ma condurre ogni analisi del terreno, si son dovuti alle scansioni eseguite sui gambi delle piante
presentatisi nel passato. pure scontrare con emulatori che rovinavano con i microscopi, ed allanalisi della superficie
i crop autentici, o ne facevano di falsi, del terreno. Le spighe, o gli steli delle piantine
sebbene, questi ultimi, di qualit talmente nei terreni di coltivo, si presentano tendenti a
bassa da non offrire confronti con quelli formare, a strati intrecciati, delle ampie
spontanei veri. A parte il fatto che il fenomeno spirali, o raggiere, a partire da un unico centro
genuino ha caratteristiche, alloggi, pressoch di rotazione del crop, o, anche, presentano un
irripetibili umanamente nel suo comporsi e appiattimento regolare, coerente e a snodo, a
nella sua realizzazione, appare del tutto partire dai bordi del Crop fino a raggiungere
tragicomica, se non proprio ridicola, la messa con gradualit il suo centro, formando cambi
in scena a cui sovente, pure odiernamente, dati di direzione regolari irriproducibili
settori scientistici negatori accampano nel umanamente con attrezzi, anche con la
produrre cerchi nel grano falsi, da cui, possibilit di adoperare dei dispositivi che
alzando bandiere di vittoria, si afferma, non permettano ad una persona di stare in
senza presunzione, che, se loro hanno posizione sopraelevata rispetto al suolo senza
prodotto un cerchio nel grano fasullo, allora, toccarlo. Chi abbia infatti presente la natura
necessariamente, tutti gli altri Crop devono delle spighe di grano maturo, o anche solo
essere per forza falsi. A questa assurdit, i quella dei comuni steli derba grassa di
fan del telefilm X-Files, potrebbero a ragione campo, sa che, al minimo cenno di tentata
ribattere usando le parole dellagente Fox piegatura, la piantina si spezza, lo stelo
Mulder: <<Proclamata con risolutezza, essendo rigido e diviso in settori, da cui le
lignoranza diviene accettabile come la verit foglie si dispongono a livelli di crescita ; nel
>>. Con il termine scientistico, infatti, si tentativo di piegarle anche solo di pochi gradi,
definisce un certo ambito che, sebbene non i fusti irrimediabilmente si rompono, e, seppur
scientifico, ma appoggiandosi in superficie su si riuscisse a piegarli leggermente perch
Lillustrazione dellantico manifesto illustra, nel
centro della figura, un diavolo che, falce in questultimo, afferma che nulla, al di l della bagnati, essi riacquistano la loro naturale
mano, miete il campo disponendo a cerchi materia e delle leggi scientifiche attuali tensione ed altezza in poche ore dopo
concentrici le spighe cos tagliate. Il foglio del riconosciute, esista: dunque, se un fenomeno lavvenuta prima tentata curvatura manuale.
1678, recante la data del 22 Agosto. sfugge alla comprensione umana e I crop hanno, nel profilo pi esterno, tratti
Ritornando al susseguirsi di fatti risalente agli contingente, sar certo pi facile negarlo, che che suddividono le piantine una per una, tra
anni 90, non tardarono pure a comparire, ammettere la propria ignoranza di non quelle che son piegate e quelle invece verticali
oltre ai cerchi genuini, cerchi di altra natura, conoscerne le cause e motivi. A parte il vizio a formare il muro di bordo degli steli rimasti
ben pi grotteschi e certo meno apprezzabili di concetto, che, ovunque lo si voglia dritti, ci, senza minima sbavatura o rottura
rispetto allaccuratezza dei primi, da cui, fu applicare, non permetterebbe di salvare un bel delle loro foglie ; al pi, si riscontrano delle
chiaro, a seguito, come questi fossero nulla in qualsiasi disciplina, neppure in torsioni sulle stesse, a forma di elica. Sono,
loperato di buontemponi (in inglese chiamati ambito scientifico, si diceva, appare poi tali formazioni, se viste da un punto di visuale
Circlemakers, o creatori di cerchi) che, sconclusionata lipotesi che tutti i cerchi nel sopraelevato rispetto al terreno, di forma
ora per propria iniziativa, ora perch grano siano falsi e falsificabili, anche per le talmente precisa da risultare delle opere di
sovvenzionati da debunkers (ossia, ragioni che qui cercheremo di riassumere in ingegno tecnico, recanti una insolita perizia ;
insabbiatori, persone miranti a screditare in modo generale, rimandando il lettore ad una anche solo ad una prima analisi aerea, essi,
tutto il fenomeno dei Crop Circles, per pi attenta analisi della bibliografia sotto estendendosi a volte su migliaia di metri
cause) non tardarono abusivamente a fare riportata, che, certo, esprime con maggiore quadrati, danno lidea di un lavoro che, se
incursioni nei campi privati, armati con accuratezza e dettaglio ogni singola prova, fosse davvero di natura umana e prodotta al
bastoni e corde, per creare, soprattutto di esperimento ed esperienza prodotta dai suolo, si sarebbe dovuto svolgere per

12 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano
settimane, coordinato da molte persone senza lasciare minime tracce del loro passaggio (ci, un po come le scansioni eseguite su un foglio
in via teorica, poich esperimenti condotti in tal senso hanno dimostrato la non fattibilit di da una stampante laser; del significato di
una simile considerazione). Di pi, nei crop a carattere spontaneo, una vasta serie di anomalie questo reticolo di immagini, per, si
si presenta nei tessuti delle piantine; queste anormalit, sembra siano ascrivibili ad un forte ignorerebbe lo scopo; 5) Lipotesi che vede
irraggiamento di microonde dirette sul campo da una fonte superiore al terreno di parecchi enti naturali coscienti, forze soprannaturali
metri, e, l rivolta sul campo, possa essere causa o mezzo per la creazione di tali forme. Tali non ancora precisate come gli artefici di tali
anomali producono ingrossamenti ed esplosioni interne ai nodi di ogni stelo piegato, durante cerch : anche in questo caso, non si potrebbe
la formazione del Crop. Le stesse anomalie, sono assenti al di fuori dei cerchi. In parallelo a facilmente definire un perch, o almeno una
ci, il fatto che, come detto, sovente si assista a fenomeni del tutto inusuali nei pressi delle facile spiegazione; infine, come sesta ed
adiacenze dei terreni interessati al fenomeno (luci che vorticano sopra i terreni, globi luminosi ultima ipotesi, la somma di due o pi di queste
che stazionano e, discesi dal cielo, risalgono dopo essersi spostati nelle pertinenze dei campi previe considerazioni, come lo sarebbe, per
limitrofi, oggetti volanti non identificati notati da passanti, calo delle energie corporee nelle esempio, per eventualit, il caso di coscienze
persone che sostano nei Crop, malfunzionamento delle attrezzature elettriche o rottura della extraterrestri che, usando sistemi che
macchine fotografiche, ecc.; le prove che presentano anomalie luminose nei cieli, sono state producano come effetto secondario bolle di
raccolte fotograficamente e con numerosi video, nel corso di molti anni di studio, da parte di plasma in prossimit del suolo, possano
ricercatori nazionali ed esteri. In alcune in particolare, alloggi ancora dibattute, si notano dei creare, perfino da una zona esterna alla Terra,
globi luminosi che, passando sui campi di grano, creano inspiegabilmente dei cerchi perfetti, le premesse per lesecuzione di questa
per poi allontanarsi, con la stessa velocit con cui erano l sopraggiunti ). Di pi, il ritrovamento fenomenologia; e cos via. Tuttavia, c da
di placche di metalli preziosi, foggiate ad arte, al di sotto del terreno che ospitava una formazione ricordarsi che non ci son solo speculazioni,
di cerchi nel grano; mosche stranamente appiccicate alle spighe, come fossero state accorpate in questo studio, poich, principalmente, esso
alla superficie esterna degli steli, durante il processo di formazione del crop e il piegamento si basa su prove: prove fotografiche,
dei gambi, che le ha investite allimprovviso; il ritrovamento di animali, come volatili e ricci, testimoniali e soprattutto danalisi statistica
che, evidentemente di passaggio nel campo, e trovatisi nelle zone in cui avveniva il fenomeno, e matematica: questo, ci porta a riferire
sono deceduti a seguito della misteriosa forza sopra detta, e, pure essi, sono stati ritrovati col innanzitutto a questi fatti un operato di una
pelo stirato a direzioni differenti nello stesso verso di piegatura degli steli vicini a loro, a vera e propria intelligenza che sta dietro al
pochi centimetri sul suolo. Nel mentre, ecco che, nei terreni gi caratterizzati dal fenomeno, e fenomeno, e dunque, esso non sia ascrivibile
a volte sorvegliati dai gruppi di ricercatori (senza che l si siano registrati passaggi di persone, al caso; inoltre, la perizia e la coerenza del
giacch i terreni monitorati da centraline e visori per attestare limpossibilit di truffe da parte manifestarsi delle formazioni e dei
di buontemponi), durante tutto ci, il fenomeno ha continuato a ripetersi, con coerenza, senza pittogrammi, ci fa presupporre una causa la
preavviso, con efficacia e perizia, e, cosa pi importante, con una estrema rapidit di esecuzione. cui portata e significato riveste un interesse
Di fatti, dalle numerose testimonianze e dalle prove documentarie, si constatato come i Crop conoscitivo grandissimo, forse uno dei pi
Circle genuini si originino di norma in meno di trenta secondi, seppure, questi, possano avere, grandi del secolo appena trascorso e del
come detto, una forma ineccepibile per stile geometrico, e, di pi, rivestire una portata di momento attuale. Ecco dunque la necessit
migliaia di metri quadrati di spighe piegate al suolo, a rappresentare disegni che, se visti di studiare tutti i possibili significati di queste
dallalto, danno una visione tridimensionale al suo insieme, proprio come gli ologrammi formazioni. Chiaramente, ci, indica, per i
stampati sugli adesivi, che, a seconda del punto di visuale con cui li si guarda, producono Crop Circle autentici, un operato di certo non
allocchio l effetto di cambiar colore e mostrare un senso tridimensionale di profondit. Tutto truffaldino, diversamente dagli abbozzi, ed
ci, ha chiaramente dellincredibile, ma, se dovessimo farci prestare una frase da un famoso anche dai cerchi sospetti, che, con calma e
criminologo del passato, quale fu Cesare Lombroso, positivista e tra laltro studioso di pazienza, alcuni buontemponi, pure sov-
Metapsichica, noi pure, come lui, diremmo, prove alla mano : <<I fatti esistono, ed io, dei venzionati, alla luce del giorno, calpestando
fatti, mi vanto di essere schiavo >> (Cesare Lombroso - Lettera a Ciolfi - Torino, il 25 giugno terreni e rompendo spighe, producono, in
1891). Chi gi conoscesse il tema dei Cerchi nel grano, converr certamente con noi nel dire giorni di lavoro, ripresi dalle telecamere in
come sia difficile, se non impossibile, il fatto di condensare in un articolo anche solo una tutta tranquillit; senza per riuscire, questi,
minima percentuale di tutto quanto fino ad oggi stato prodotto su questo tema, che, allatto a dare forma coerente al tutto, sia per le
pratico, pu solo apprezzarsi con lo studio delle fonti pi serie e genuine, a seguito dello anomalie irriproducibili che per lanalisi
studio di tali manifestazioni che nel tempo si fatto. Quale , infine, la causa scatenante dei matematica anzidetta, condotta poi su gli
Crop, il lettore si domander. In seno alla comunit scientifica, ed ai ricercatori indipendenti, stessi. Se, tali personaggi, fanno ci per dare
sono nate per la verit diverse decine di ipotesi, riassumibili, comunque, in 6 grandi ambiti: 1) sfoggio alla loro teoria che nega la realt dei
Lipotesi di Gaia : secondo cui la Terra, avente una sua propria coscienza, starebbe comunicando Crop, ossia che tutto il fenomeno debba
qualcosa di basilare al genere umano, in un linguaggio simbolico, archetipico, ancestrale, ma, racchiudersi in una burla, e se essi sono i primi
ancor oggi riconoscibile; sul quale, tra laltro, diversi popoli come i nativi americani affermano a creare dei falsi, come ci si pu fidare di chi,
di conoscere il significato e di saperlo tradurre; 2) Lipotesi di una forza naturale alloggi solo per far derisione, non fa che
sconosciuta: secondo cui, per esempio, fulmini dun carattere sconosciuto, o turbini di vento controricerca, di pi negando poi dei fatti
aventi dinamica mai registrata prima, oppure ancora sfere di plasma, forze geomagnetiche e autentici attestati pure dallambito scientifico?
quantaltro, possano produrre tali formazioni; 3) Lipotesi dellinterazione tra lumanit ed Allocchio del ricercatore, apparir tutto ci
altri esseri viventi del cosmo: coscienze non per forza manifestatisi solo con questo fenomeno, ridicolo, senza alcun senso. O, per meglio
ma, esse, tramite una prima manifestazione diretta come questa su scala mondiale, potrebbero dire, il senso c eccome: il tentativo di far
palesare gradualmente la loro presenza, indicandola passo passo, senza creare evidenti traumi rimanere le persone, e gli organi di
sociali e scossoni culturali allumanit; 4) Lipotesi di armi segrete od ordigni satellitari usate informazione, in un percorso mentale chiuso,
segretamente sulla Terra da qualche governo (attualmente, questa teoria, che la pi recente, ignorante, filtrato dal dietro le quinte di certi
stata proposta dal teorico della cospirazione David Icke): queste ipotetiche armi, sarebbero potentati terreni, che, ancorando
atte a creare, con i cerchi nel grano, una sorta di prova per testare la loro potenza ed accuratezza, finanziariamente a s le televisioni, decretano

13 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano
sovente il politically correct o il segreto fino ad oggi, nei continui aggiornamenti e Pordenone, a Ranzano di Fontanafredda, in
pure in questioni del tutto estranee al loro nelle analisi, tra diverse novit e smentite, una zona gi pi volte in passato interessata
stesso ambito e diritto dagire. Insomma, si durante tutto il percorso svolto per studiarne a segnalazioni di presunte presenze aliene. Lo
ribadisce cos il tentativo di far delegare a i vari aspetti. ha reso noto il consulente scientifico del
terzi, sempre e comunque, le proprie idee, col Centro Ufologico Nazionale, Antonio
mantenimento di uno status quo culturale Le nostre indagini Chiumiento. Docente di matematica,
dalle basi ormai logore e vetuste, che, Nella descrizione di questo importante caso, Chiumiento ha rapporti anche con gli
semplicemente, sulle tematiche misteriose dobbiamo soffermarci innanzitutto sui dati ambienti ufologici internazionali e da anni
non ha mai posto il suo sguardo. che hanno descritto, al principio, la presenza raccoglie testimonianze e campioni degli
In questa generale disamina del fenomeno, di una prima formazione e le caratteristiche incontri ravvicinati, alcuni dei quali analizzati
abbiamo dunque presentato una prefazione ai anomale registrate in quei terreni che saranno, dal Dipartimento di chimica dell Universit
fatti che fino ad oggi si son definiti, in seguito, in seguito, protagonisti pure di altri Crop di Pisa. Per Chiumiento, nei casi dei cerchi
abbiamo indicato alcuni importanti punti del Circles. Partendo da ci, in ordine di eventi, scoperti in Friuli sono da escludere conta-
loro prodursi; per capire la dinamica di questi lagenzia di stampa Ansa ha segnalato, il minazioni di natura terrestre. Sono stati i
elementi, e per conoscere le ipotesi giorno 11 maggio 2003, la presenza di un proprietari del campo a segnalare ai Cara-
interpretative, abbiamo poi presentato alcune misterioso disegno su di un campo dorzo binieri, ancora nel maggio scorso, un danno
considerazioni desunte dalla storia e dai casi presso la localit di Ranzano di Fontanafredda alle colture ritenuto inizialmente opera
successi, facilmente rinvenibili dalle fonti che (PN), con la stesura di queste parole : Crop delluomo; poi, a un analisi pi approfondita
citeremo a fine articolo. Ora, qui a seguito, Circe a Ranzano di Fontanafredda: Un e soprattutto grazie ad una visione dallalto
prenderemo in esame un caso recente, disegno composto da vari cerchi, simile a (l utilizzo di velivoli e proibito in quella zona,
avvenuto in Italia, a Pordenone, il quale, quelli noti come crop circle, ritenuti dagli distante solo tre chilometri dalla base Usaf
nellanimo di ricercatori aperti di mente e ufologi probabile opera di alieni. E apparso di Aviano) e apparso chiaro il disegno. Il tutto
senza dar nulla per scontato ci ha appassionato in un campo dorzo della provincia di occupa uno spazio di circa 60 metri per 20.
(Ansa) .
Allapparizione del Crop descritto, il Dr. G. Pattera del Centro Ufologico Nazionale, altres, eseguir a seguito alcune importanti analisi delle spighe,
riscontrando significative anomalie in esse [1].

Qui, un breve articolo di un quotidiano, riportante la fotografia del primo crop apparso a
Fontanafredda.

14 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano
Dalle informazioni riportate dal Dr. Chiumiento, ricercatore ed ufologo, si evince come la la donna - hanno voluto darmi un altro segno.
prima constatazione della forma apparsa nel campo dorzo sia stata fatta dagli stessi proprietari Sono felice - aggiunge - peccato che in questo
terrieri del campo, e, dalle testimonianze degli stessi, emerso che, sopraggiunti allinterno modo il raccolto andr distrutto, quando devo
del crop, le spighe dorzo l apparissero intrecciate con grande precisione e rivolte, in tutti i ancora pagare la semina. I curiosi e gli
cerchi, verso destra, dunque in una direzione destrorsa, tendente al senso orario. Il tutto, si ammalati hanno infatti gi incominciato ad
sarebbe compiuto in una sola notte. La zona toccata dal fenomeno, nella stessa descrizione, si arrivare a frotte, quasi come a un
presentava interessata da una colorazione tendente al colore bronzaceo, come se fosse stata pellegrinaggio. Questa volta i cerchi sono 4
sottoposta ad una sorta di bruciatura da parte di un agente ignoto. La proprietaria, pensando e concentrici, il pi grande dei quali con un
che questa opera fosse da vedere come un danno causato da persone (comunque da ignoti), si diametro di circa 50 metri. Sembrano - ha
rivolta subito ai Carabinieri di zona. Lo stesso Chiumiento, in seguito, affermer di avere spiegato la Rina - il calendario Maja. I signs
riscontrato anomalie nello stesso crop, quali ad esempio il fatto che le spighe piegate, poi sono comparsi la notte del 1 giugno. Ad
rialzate, hanno evidenziato una crescita minore rispetto a quelle rimaste in piedi; la grandezza accorgersene stata la stessa Rina che al
delle stesse spighe e dei chicchi era variabile a seconda del luogo in cui si trovavano, mattino si recata al capitello di
rispettivamente fuori o dentro al cerchio; i nodi degli steli hanno manifestato una grossezza SantAntonio a portare un cero. Lo sapevo
insolita ed erano caratterizzati da una crescita anormale nello stesso fusto; la direzione di - ha detto - che sarebbe successo, gi da due
appiattimento delle spighe, a zig zag, era del tutto paragonabile, per forma, a quella riscontrata giorni. Ne avevo avuto un segnale. - Il
nei crop circles inglesi ritenuti autentici. Ulteriore curiosit, il fatto che il primo crop apparso Gazzettino edizione di Udine, 5 giugno 2005
si sia presentato in una zona gi conosciuta per gli avvistamenti di Ufo, e, questa, sia vicina - .
alla base Usaf di Aviano (PN). Il proprietario del terreno, inoltre, disse di non avere riscontrato
alcuna traccia di passaggio di persone, animali o mezzi meccanici, potendo vedere, appena
egli era giunto sul posto, la composizione di questi cerchi[2]. Quanto detto, stata la prima Qui, larticolo apparso a seguito sul
fase caratterizzante del fenomeno, che ha investito questo luogo. Dopo un po di tempo, Gazzettino in forma cartacea ( recante data
del 9 Giugno 2005 ), ove si riporta la
precisamente ai primi di Giugno nel 2005, il Gazzettino on-line , riporter un articolo su fotografia del nuovo Crop, ed alcune breve
una formazione ancora apparsa nei pressi di Ranzano, precisamente il 1 giugno 2005: I descrizioni .
crop circle, ovvero i cerchi nel grano, sui quali esiste una corposa letteratura, sono di
nuovo comparsi nel campo dorzo della Rina, ovvero Caterina Silot, 52 anni, a Ranzano.
A due anni di distanza dalla prima creazione, le entit intelligenti e aliene - cos le definisce

15 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano
In una importante intervista rivolta dal gruppo sia stata affatto presentata la testimonianza dei proprietari n, pi da vicino, lapparizione
Ansu alla proprietaria del terreno, la stessa, delle sfere da cui la signora e gli altri testimoni hanno poi notato, subito dopo, la formazione
descrive precisamente come, il 1 giugno del crop al suolo, essendo nelle immediate vicinanze. Ma, ora, veniamo a descrivere pi da
2005, mentre pregava presso la cappella che vicino il Crop Circle del 2005. Il Crop Circle di Ranzano si compone di tre cerchi tra loro
si trova sulla strada che porta ai campi, vide separati, con un quarto posto asimmetricamente rispetto allasse di raccordo che tocca il centro
improvvisamente il riflesso di lampi di luce; del pi piccolo e del pi grande cerchio, avendo infatti, il cerchio mediano, il suo centro
essa si gira e, dal campo coltivato ad orzo, lievemente spostato rispetto alla linea secante gli altri due anzidetti ( spostato di 45 cm.
(distante circa una trentina di metri da lei) nota verso Nord). Il centro di tutte e quattro le circonferenze non si trova proprio nel mezzo della
sollevarsi verso il cielo delle sfere color rosa figura che, invece, lievemente spostata rispetto al centro geometrico; questa una particolarit
trasparente grandi circa 12 cm. Il cerchio si in cui per, le circonferenze, risultano organizzate perfettamente. Il primo cerchio, quello pi
e cos prodotto, in prossimit di una strada, piccolo, misura 3,20 metri di diametro, il secondo 6,40 metri di diametro (il doppio del primo)
sebbene non vi siano stati minimi segni di ed il terzo 12 metri di diametro (quasi il doppio del secondo cerchio), luno con laltro aventi,
intrusione da parte di persone. La signora, sul rispettivo bordo esterno, un intervallo di suddivisione di circa 30 cm di spighe a formare
recatasi subito nel campo, infatti vede il un muretto divisorio dei profili, prodotto dalla presenza di steli ritti, a formare appunto
disegno del tutto formato [3]. Nei giorni separazione tra i tre cerchi, sui loro margini. Il cerchio di pi ampio diametro, si collega,
successivi, ecco molte persone, curiosi e tramite un corridoio ben marcato (comunque ideale prolun-gamento di un raggio dal suo
giornalisti accorrere per vedere e fotografare centro), con un altro cerchio, il quarto sopra descritto, che leggermente pi grande del primo
il singolare crop. Gli stessi ricercatori, iniziale che abbiamo trattato, e, questo quarto cerchio, misura 3,70 m. di diametro. Il corridoio
affermeranno che da unattenta analisi del tra il terzo e il quarto cerchio ha larghezza di 90 cm e lunghezza di 2,87 metri. Dalla piccola
centro dei cerchi non siano stati riscontrati strada sterrata - pi vicina al quarto cerchio - al cerchio a lei pi vicino, ci sono in linea daria
fori che avrebbero potuto far pensare allopera circa dieci metri. Il corridoio sopra descritto pressoch parallelo al Nord, per direzione, ed
di burloni e, pur senza poter fotografare la lunico tratto del Crop che presenti steli il cui senso di disposizione univoco e rettilineo
zona dallalto con un aereo (per via del divieto nella piegatura che riprende il verso del percorso dal cerchio di maggiore dimensione, a quello
vigente imposto ai velivoli dalla base militare pi piccolo (il quarto) che a lui si collega. Le fotografie e le spighe cos raccolte, permetteranno
poco distante), vedremo anche noi come, gi di dare maggiore visione sul fatto di come esse spighe non fossero spezzate, ma, la piegatura,
le foto, chiariscano pi caratteristiche interes- sia avvenuta nei pressi dei nodi, e, si diceva, nellipotetico tentativo manuale di piegarli, ci
santi di questo Crop, le cui spighe si presenta- avrebbe rovinato irrimediabilmente la pianta. Cosa importante, le rilevazioni si sono eseguite
no intrecciate allinterno del cerchio, i fusti direttamente il 1 Giugno 2005, subito dopo appresa la notizia da parte di un nostro valido
delle piantine dorzo siano piegati a partire collaboratore, poi, come detto sopra, sappiamo che il Dr. Chiumiento esporr le sue
dai nodi, non siano spezzati n presentino considerazioni in una dichiarazione. Ci, nel riferire che la presa di questi dati non avvenuta
lesioni. In pi, le analisi sopra dette, hanno a seguito dellarrivo di persone che, con il loro transito e col camminare sopra allo strato di
riscontrato la presenza di molti insetti morti, steli piegati all interno del crop, hanno poi danneggiato lo stesso cerchio nel grano, bens,
nella medesima formazione. Non manche- tale ricerca stata svolta a distanza di poche ore dopo lappresa notizia dellapparizione della
ranno, a seguito di queste prime indagini, formazione. Qui a seguito, il rilievo che stato possibile ese-guire, grazie ad una attenta
reperti interessanti sulle analisi di laboratorio disamina delle misure effettuate in loco:
l svolte[4]. Successivamente, lo stesso Dr. Qui, la cartina e le relative misure del crop eseguite con la presa dei dati in loco. In rosso sono presentati i
Chiumento che ha studiato il caso, riferir che profili del Crop Circle, con misure e rilievi del luogo circostante.
un ulteriore testimone, (riscontrato attendibile
separatamente dalla testimonianza della
proprietaria del terreno), riporter una
dichiarazione molto simile: disse di essersi
trovato nelle vicinanze del campo e, poco
dopo, di aver visto provenire dal campo dei
forti bagliori che hanno attirato la sua
attenzione. Successivamente, la persona, nota,
dapprima, uno strano vapore che sale dal
campo, poi assiste alla comparsa di due sfere
di luce volanti, di circa 30-40 centimetri di
diametro e di colore rosato, che sorvolano a
velocit elevata il terreno. Luna diretta verso
Bornass e laltra verso il Consiglio. Dalla
loro scomparsa, il testimone not poi a seguito
il pittogramma [5]. Altro fatto stupefacente,
sar la ricomparsa delle sfere di luce (che
sovente in gergo vengono indicate col nome
di Ball of Light) alcuni giorni dopo, in
presenza di testimoni oculari: Venerd 10
giugno 2005, di sera, verso le 22.00 circa, dei
testimoni raccontano del riapparire delle luci
davanti ad altri spettatori increduli e stupiti
[6]. Queste considerazioni sono importanti,
poich, a seguire, non mancheranno pure
ricerche che negheranno lautenticit del crop
di Ranzano, sebbene, in queste ultime, non

16 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano
Nella figura sotto, poi, pu notarsi la forma netta ed ordinata dei bordi del crop, in tutte le sue Come si pu notare, non ci sono sfrangiature
parti, con i segni ben visibili lasciati dalle prime persone giunte a margine dello stesso, per dei bordi, o stradine secondarie, nei pressi dei
entrarvi; si noter come, anche solo una persona che transiti in un campo di grano, lasci segni profili delle circonferenze nel cerchio nel
netti dati dallo spezzarsi delle piantine, per non parlare delle orme nel terreno, che, comunque, grano, se non quella per entrarvi, che (pi
si calpesta appena son discostati con le gambe gli steli alla loro base. Si vede, inoltre, lintegrit vicina a noi nel centro destra in basso nella
dei margini dello stesso crop, quando altrove, su Internet, invece lo stesso a volte presentato figura), stata solcata dalle persone autrici
gi visibilmente danneggiato dalle persone che sosteranno nei suoi pressi, nelle ore a seguire. di queste fotografie.

Nella foto, si possono notare i principali tre cerchi, e la campagna allintorno, verso Ovest.

Il Corridoio tra il terzo ed il quarto cerchio.

Nella foto seguente, un particolare


presentante i bordi del Crop, in cui si notano
le spighe superiori degli steli, tendere con
piegatura verso linterno della formazione:

Qui, un raffronto visuale con le dimensioni del crop, e le prime persone sopraggiunte a seguito.

A destra ( nella foto ), il quarto cerchio unito al terzo, il pi grande, dal corridoio sopra descritto.

17 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano
Qui sotto, sono presentati i centri di rotazione del crop, che, presenti nella parte centrale dei
cerchi, non presentavano abrasioni del terreno, sprofondamenti o segni di paletti infissi:

Le spighe si presentavano integre.

Qui si nota come le piantine non abbiano


subito rotture, n lacerazioni delle foglie e
delle spighe nella parte esterna; diversamente
dalla crescita normale, longilinea con solo
qualche grado di obliquit a partire dalla base
della piantina, quelle presenti appiattite nel
crop, hanno presentato una piegatura vistosa
(dai 30 ai 45 ed oltre) con ingrossamento
dei nodi, da cui la piegatura dello stelo si
dipartiva.

Il centro di rotazione, con la prima sezione di spighe accavallate sui bordi degli altri steli sottostanti,
interessati anche loro dal movimento rotatorio che proseguiva oltre ( si notino i margini della figura ).

Foto leggermente ingrandita.

In merito alla qualit delle spighe, ci sentiamo


di fare un parallelo con quelle prese
allinterno del crop del 2003, di cui qui
presentiamo alcune fotografie, la cui
piegatura, senza rotture, rispecchia lo stesso
modello esecutivo che si rinverr nel secondo
e pi recente Crop Circle sopra detto:

Una fotografia ritraente un altro centro di rotazione, su un terreno che non ha minimi danni .
Ecco qui spighe (2003) presentanti una piegatura
Come si nota, non vi sono segni di effrazione nel terreno, n ci si vedr con le spighe marcata, avente centro rilevante non nella parte
raccolte. Constatando che non cerano rotture negli steli, nella prova ad essere curvate dello stelo rigido, ma nei nodi, ingrossati rispetto a
manualmente, esse si spezzavano, poich gli steli rigidi. quelli presenti nelle altre spighe.

18 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano
Qui sopra presentata la curiosa morfologia TABELLE DI RAFFRONTO
assunta dalle spighe, nella direzione
serpentiforme che hanno preso nei pressi del Campioni A2: Scansioni Quartex con
centro di appiattimento. Alcune spighe, non risultati in Micro Rem/ora:
sono state solo piegate, per cos dire, in due
dimensioni, ma, pure tridimensionalmente, 16 14 21 16 21 27 19 12 20
a spirale, come la spiga presa presentata pi 14 14 15 18 19 10 13 6 16 13 10
a destra. Da notare come la piegatura sia nei 18 18 13 19 9 17 10 11 10 14 .
nodi, e non nella parte lineare di fusto tra nodo
e nodo, steli che poi sono integri e non =* 15,1 * di media ;
spezzati.
Particolare di una spiga aperta parzialmente a Campioni A3: Scansioni Quartex con
ventaglio, seguente la risultati in Micro Rem/ora:
direzione del movimento di piegatura a spirale.

19 14 12 16 17 13 16 23 19
17 11 20 19 8 11 12 21 13 12 10
20 15 16 10 13 10 19 9 18 14
.=* 14,9 * di media ;

A questa prima analisi, che non ha rimarcato


particolari anomalie dal fondo di radioattivit
Particolare dei nodi e degli steli. Altro particolare, lassenza di rotture pur con
naturale del luogo, seguita una pi stretta
spighe piegate e ritorte. analisi sui componenti ed eventuali fonti di
radioattivit degli stessi campioni, svolta,
questa ricerca, in un laboratorio debitamente
A seguito dellacquisizione di questi primi attrezzato alluopo, presente in provincia di
dati, qui certo accennati per sommi capi data Bergamo, di cui lasciamo gli estratti
limpossibilit di presentare in tutto la mole conclusivi, recante analisi chimica e spettro
di fotografie scattate ed i materiali che si sono di radioemissioni :
potuti studiare, si diceva, a seguito di ci,
diversi campioni di spighe e di terreno, estratti
dal crop del 2005 con carotaggi nel luogo (i Status dati e legenda :
campioni sono stati presi e messi in buste
sigillate ed asettiche, ci per valutare zone Analisi chimica del terreno , cerchio nel
campione per analisi di raffronto tra lesterno grano 2005 Ranzano e Spettrometria per
e linterno del cerchio), questi sono stati poi rilievo di eventuali fonti di radioattivit.
Ingrandimento ravvicinato. sottoposti ad analisi spettrometriche per
valutare eventuale emissione di radioattivit Nei documenti :
e per vedere le percentuali delle sostanze
chimiche ivi presenti, ci, per notare altre poli a1* sta per: terra nel cerchio; ( *
eventuali anomalie, oltre a quelle riscontrate nome opzionale usato dal laboratorio per
sopra e fin qui dette. identificare i reperti del committente =
nome A1).
Qui sotto, i primi dati sulla radioattivit,
misurazione condotta con un Contatore poli a2 sta per: terra a un metro dal
Geiger Muller Modello Quartex Rd 8901 sul cerchio terreno cerchio.
Qui, una delle spighe piegate terreno e sulle spighe interne al cerchio, ed
tridimensionalmente, a spirale, vista nellaltra sul terreno e le spighe campione al di fuori poli a3 sta per: terra a 100 metri dal
foto sopra.
del cerchio, a distanza di molti metri: cerchio ( a3 ) terreno di raffronto.

A1 sta per: campioni di terra e spighe


nel cerchio 2005; ( nome opzionale ). Lanalisi e stata svolta presso un
laboratorio chimico industriale
A2 sta per: campioni di terra e spighe a professionale di Ponte Nossa ( Bergamo ) -
un metro dal bordo del cerchio 2005; nome per le relative informazioni basta
opzionale). richiederle. Queste analisi, non hanno
attinenza con le precedenti condotte sullo
A3 sta per: campioni di terra e spighe spettro della radioattivit e sui Micro Rem
Qui, la fotografia dello stelo ripreso prese a 100 metri dal cerchio 2005; (nome per ora, svolte col Quartex Rd 8901sui
precedentemente, visto sul lato destro, assieme
ad altre spighe.
opzionale) = terreno di raffronto. campioni di terreno e di spighe.

19 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano
Analisi Chimica :

20 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano
Di seguito, la Spettrometria per il rilievo di fonti di radioattivit.

Spettrometria Gamma con cristallo allo Ioduro di Sodio.


Fondo della zona di misura comparato con campione Poli A1.
Picchi, da sinistra verso destra, caratteristici del Bi 214, isotopo naturale della famiglia dellUranio/Torio con marcata presenza,
ultimo a destra ben evidente, di K 40 isotopo del Potassio naturale.
Lo spettro non evidenzia presenza di altri isotopi gamma emettitori.

Comparazione tra i campioni Poli A1 con Poli A2.


Nessuna differenza sostanziale fra i due campioni.

21 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano

Comparazione tra i campioni Poli A3 e Poli A2.


Come per gli altri spettri, si nota esclusivamente presenza di Bi 214 e K 40.

CONCLUSIONI
Come si evince dai risultati, senza fare una disamina tecnica dei rispettivi elementi qui prodotti, conosciuti e visitati, ove taluni compiono,
non si sono trovate delle anomalie per quanto riguarda la radioattivit, rispetto al fondo naturale involontariamente o per propria decisione,
del terreno, e, anche lanalisi chimica condotta, ha permesso di identificare il tipo dello stesso, delle rovine, come abbiamo visto pi da
affinch si potesse capire se, in presenza di radiazioni, eventuali elementi l potessero aver vicino nel caso dei Circlemakers.
prodotto picchi di radioattivit, od altro, in certe zone. Dai dati emersi nel raffronto tra terreno
e spighe prese allinterno del crop, con i campioni presi immediatamente allesterno, e quelli Attenti alle considerazioni generali della
distanti dal terreno interessato alla formazione, non sono state riscontrate vistose differenze faccenda, non ci siamo certo fermati al solo
di radioattivit o di mutamento degli elementi chimici di superficie. In fatto di anomalie della constatare la singolarit del fatto e la validit
radioattivit, infatti, sappiamo che non in tutti i crop autentici esse si sono rivelate, come, fenomenologia di questa opera, ma, abbiamo
daltronde, esse sono del tutto assenti in quelli falsi: e, in questi ultimi, sono comunque assenti atteso per approfondire le cose e trovare gli
le anomalie morfologiche e le prove testimoniali per spontanee e proprie del Crop di Ranzano, aggiornamenti che si sarebbero potuti
con le constatazioni pure fatte in loco sulle piante e la valida forma e caratteristiche dello produrre. Insomma, per le novit o le smentite
stesso. Poi, appena manifestatosi, il crop non presentava danni sul terreno, n riportava segni di notizie, o quantaltro, giacch lo studio
duna manomissione o di un operato di azione fisico meccanica sulle spighe, cosa che poi le serio di un caso non si effettua certo in poche
avrebbe segnate e si sarebbero notate rotte o mancanti di parti. settimane, ma, pi facilmente, in mesi,
conducendo un confronto anche con altri
Le fotografie, sebbene non si siano usati filtri ad infrarossi o dispositivi per segnare altre ricercatori e persone del luogo.
bande dello spettro luminoso, non hanno prodotto apparizione di extra, quali Ball of lights
o elementi simili. Altres, alloggi, non ci dato sapere di analisi condotte con metal detectors Vista la nutrita serie di confronti fatti, dalle
su tale crop, e, per quanto riguarda i valori di elettromagnetismo, pure questi sono risultati ricerche svolte e dalle testimonianze, dati alla
essere nella norma, dalle analisi fatte da altri ricercatori con appositi strumenti. mano possiamo dire che, sebbene il Crop in
questione si rifaccia pi alla realt
Questi dati presentati, hanno certo un valore soprattutto per quanto riguarda il fatto compositiva propria dei crop circles della
dellavvenuta possibilit, per noi, di essere presenti fisicamente in un luogo interessato da seconda loro stagione figurativa, ossia, si
queste manifestazioni, e, di pi, subito dopo il loro primo insorgere, senza dunque trovar allinei alla geometria che, dalla met degli
danni o manipolazioni che sovente, anche solo dopo pochi giorni, si rinvengono nei crop gi anni 90 a seguire, dette poi avvio ai veri e

22 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
Indagine Crop Circle di Ranzano
propri Pittogrammi pi recenti a noi per tempo aventi carattere pi ideografico, dicevamo, pur presentandosi questa formazione semplice nella
composizione, in essa abbiamo trovato, nel Crop di Ranzano, valide prove sulla veracit della sua composizione, ci dovuta ad una causa
ignota, non dunque ascrivibile al semplice operato delle persone dette circlemakers. Riteniamo altres che, in assenza di tutto un corredo di
prove conclusive, sia certo difficile esprimersi in modo assoluto dicendo che siano state Balls of Lights a produrre il cerchio, oppure, un altro
fattore che alloggi si disconosce; altres, sarebbe cosa peggiore e riduttiva ascrivere allopera di circlemakers questa formazione, solo per il
fatto che non sono state trovate anomalie strumentali e chimiche, a seguito della presa di campioni e della loro analisi. Ricordiamo, infatti, che,
oltre al fatto che lassenza di prove non d prova dellassenza, ci sono, in questo evento, dati di prima mano che confermano la non -
intrusione di persone nel campo, prima del comporsi del Crop, limportante testimonianza di parecchi astanti che presero visione di strani luci
sorgere e volarsene via, prima di trovare il crop, e, inoltre, anche limportanza della stessa ricerca svolta, i cui passi sono stati fatti con certa
esperienza a partire da altri casi analoghi passati, da parte del gruppo dei nostri ricercatori. Che dire, dunque, alla fine di questa ricerca, esposta
qui nei suoi aspetti generali che crediamo pi interessanti? Il Crop di Ranzano certo cela ancora molti segreti, non da escludersi che delle
novit appaiano col tempo, a seguito di altre ricerche. Per ora, ci sentiamo di dire che, oltre alla onest morale del fatto, oltre alla sua veracit
dinsieme, esso ci rimanda pi alloperato di potenze ignote, che non al tratto di una semplice opera svolta in un campo da uomini.

Date le considerazioni esposte, possiamo notare, in via dipotesi (questa aderente ai fatti gi prodotti nel corso del tempo) come ci sia una
marcata vicinanza tra la formazione del crop di Ranzano con quelle operate, in altri luoghi, dallazione di enigmatiche sfere di luce, siano esse
mezzi, o prima causa di questo stupendo mistero.

I Crop Circles rimandano tutta la nostra attenzione a qualcosa di veramente grande : con le parole di Charles Fort, famoso ricercatore del
mistero, ci sentiamo di dire: << Uno misura un Cerchio, che inizia Ovunque >> !

RINGRAZIAMENTI
Lautore dellarticolo ringrazia sentitamente il Sig. Fabio Benedet per avere con accuratezza fornito i campioni di spighe e di terreno prelevati
nel luogo interessato dal fenomeno, per aver condotto decisive analisi fotografiche direttamente in loco, raccogliendo diverse testimonianze
sul caso da parte di residenti e di studiosi di Ufologia, in parallelo alla raccolta di articoli e di altri materiali che sono stati la base del nostro
presente articolo ; il Sig. Giovanni Pacitti, realizzatore del disegno tecnico che riproduce in scala e con tanto di misurazioni il Crop Circle
esaminato ( tutti i diritti sul disegno tecnico riportato sono a lui riservati ) e il laboratorio chimico industriale professionale della Societ Ponte
Nossa S.p.a. di Bergamo. Ringraziamo inoltre tutti coloro che si sono prodigati per la realizzazione e stesura di questa indagine.

BIBLIOGRAFIA MINIMA CONSIGLIATA


Michael Hesemann, Il Mistero dei Cerchi nel Grano (1994)
Michael Hesemann, I Nuovi Cerchi nel Grano. Un fenomeno che continua (2002)
Eltjo Haselhoff, La natura complessa dei Cerchi nel Grano (2001)
Adriano Forgione, Scienza, mistica e alchimia dei cerchi nel grano (2003)
Antonio Bonifacio, La voce di Gaia. Le rune dellangelo, il linguaggio cosmico dei cerchi nel grano (2002)

SITI CONSIGLIATI
http://www.cropcirclenews.com
http://www.cropcircleconnector.com/interface2005.htm

NOTE NELLARTICOLO
[1] : http://www.telealtobut.it/aliendre/notizie/ranzano.html

[2] : http://www.cropfiles.it/cerchinelgrano-2003/Ranzano-2Maggio2003.pdf#search=crop%20ranzano

[3] : http://www.cropfiles.it/cropcircles-2005/Ranzano-1giugno2005.html

[4] : http://freeweb.supereva.com/circle/cc05/analisi/Ranzano%20analisi.pdf#search=crop%20ranzano

[5] : http://www.telealtobut.it/aliendre/notizie/ranzano.html

[6] : http://www.ansu.it/Rubriche/Crop_circle/Ranzano_08_06_2005.html

23 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba
24 Oltre il Confine n.4 rivista a cura dellAssociazione Culturale Dal Tramonto allAlba