Sei sulla pagina 1di 26

CORSO DI CHIMICA

Lezione del 10 Novembre 2008


LO STATO SOLIDO
Lo Stato Solido
Lo stato solido lo stato di aggregazione della
materia in cui le forze di interazione sono
prevalenti rispetto allenergia cinetica

Allo stato solido la materia possiede un


proprio volume ed una forma propria
Lo Stato solido
I solidi possono essere classificati sia
secondo il tipo di interazione tra le
particelle sia in base alla disposizione
nelle tre dimensioni delle particelle che li
costituiscono
Le interazioni allo stato solido
I solidi possono essere classificati come:

Solidi Ionici

Solidi Covalenti

Solidi Molecolari

Solidi Metallici
La struttura dei solidi
Solidi Cristallini: le molecole o gli atomi che li
costituiscono sono disposti nello spazio
seguendo rigorosamente delle regole definite. I
solidi cristallini sono solidi ordinati
tridimensionalmente

Solidi Amorfi: le molecole o gli atomi che li


costituiscono non sono disposti nello spazio in
modo regolare
Solidi Amorfi
La loro struttura simile alla struttura di una
fase liquida
Le molecole o gli atomi sono disposti in
aggregati ordinati solo per brevi distanze
Le propriet fisiche sono isotrope
Non fondono ad una temperatura definita
Non sono stabili
Vetro
Quarzo
La struttura dei solidi
Solidi Cristallini: le molecole o gli atomi che li
costituiscono sono disposti nello spazio
seguendo rigorosamente delle regole definite.
I solidi cristallini sono solidi ordinati
tridimensionalmente

Solidi Amorfi: le molecole o gli atomi che li


costituiscono non sono disposti nello spazio in
modo regolare
Solidi Amorfi
La loro struttura simile alla struttura di una
fase liquida
Le molecole o gli atomi sono disposti in
aggregati ordinati solo per brevi distanze
Le propriet fisiche sono isotrope
Non fondono ad una temperatura definita
Non sono stabili
Solidi Cristallini
I solidi cristallini sono caratterizzati da una
disposizione tridimensionale di atomi, molecole
o ioni assolutamente ordinata.
Ognuna di queste particelle occupa una
posizione nello spazio che obbedisce a precise
regole geometriche.
Pirite (FeS2)
Pirite (FeS2)
Solidi Ionici
La scoperta della struttura del NaCl fu una
scoperta sconvolgente. Essa costituita da
una matrice di ioni positivi (Na+) immersa in
una matrice di ioni negativi (Cl-) o viceversa.

Il fatto fondamentale che non possibile


identificare ununit molecolare NaCl.
CLORURO DI SODIO NaCl
CLORURO DI SODIO NaCl
Solidi Ionici
 Le Forze che mantengono assieme i cristalli
ionici sono semplici forza coulombiane.

 Poich un reticolo ionico contiene ioni di segno


uguale ed opposto, si instaura un equilibrio tra
forze repulsive ed attrattive

 I cristalli ionici vengono stabilizzati dalla


predominanza di quelle attrattive
NaCl 2
d

2d
Propriet dei Solidi Ionici
Hanno temperature di fusione tra i 400 ed
1000

Sono relativamente duri e fragili

Non conducono la corrente elettrica allo


stato solido

Conducono la corrente elettrica allo stato


fuso
Solidi Covalenti
I solidi covalenti sono dei solidi nei quali
linterazione che origina il solido un
legame covalente che si stabilisce tra tutti
gli atomi del cristallo

Un cristallo di un solido covalente pu


essere considerato come una gigantesca
molecola
Scala di Mohs
TENERI (si scalfiscono con l'unghia)
1. Talco
2. Gesso
SEMI DURI (si rigano con una punta d'acciaio)
3. Calcite
4. Fluorite
5. Apatite
DURI (non si rigano con la punta di acciaio)
6. Ortoclasio
7. Quarzo
8. Topazio
9. Corindone
10. Diamante (Carborundum)
DIAMANTE
GRAFITE
GRAFITE
Diamante vs. Grafite
Il Diamante un solido duro, ma fragile. E
trasparente alla luce ed un isolante (resistivit
10-10 cm-1)

La grafite un solido facilmente sfaldabile


lungo i piani. Assorbe tutta la luce ( nero) e
conduce la corrente elettrica (resistivit lungo i
piani 1,4 x 10-3 cm-1, resistivit
perpendicolare ai piani 10-5 cm-1)