Sei sulla pagina 1di 64

ECOLOGIA

A.A. 2016-2017

Alicia Acosta

Dipartimento di Scienze, piano 5, stanza n 5.4


acosta@uniroma3.it
Orario lezioni:

luned 11-13
marted 09-11
gioved 09-11
Il Corso

- Lintero corso attribuisce 9 crediti


nellambito del terzo anno della laurea
triennale in Scienze Biologiche

- Propedeuticit: Botanica, Zoologia


Organizzazione del Corso

Lezioni frontali

Seminari

Esercitazioni
Contenuti del Corso

Inquadramento teorico

Aspetti applicativi

Esempi di tecniche e strumenti


utilizzati in ecologia
BIOMI

Foresta tropicale pluviale Biomi mediterranei

Savana Biomi temperati

I biomi. Fattori che condizionano la distribuzione dei biomi.

Deserti Steppa/Prateria Foresta boreale


Biomi, clima e cambiamenti climatici
Ecologia ecosistemica
Il flusso di energia in un ecosistema
Struttura trofica: chi mangia chi allinterno di un ecosistema ?
Produttori primari e secondari in ambienti terrestri e in
ambienti marini

Produzione primaria negli ecosistemi

Produzione secondaria negli ecosistemi


Misura della
produttivit
primaria
La circolazione della materia in un ecosistema

I cicli
biogeochimici
I cicli biogeochimici
Processi che determinano la circolazione del carbonio
I cicli biogeochimici
Processi che determinano
la circolazione dellazoto
Aspetti applicativi dellecologia
Alterazioni dei cicli biogeochimici provocate dalle attivit umane
Ecologia delle comunit
Struttura delle comunit

Strato
arboreo
emergente

Strato
arboreo
superiore

Strato
arboreo
inferiore

Strato arbustivo

sottobosco
Stratificazione della vegetazione e
Stratificazione della fauna
Dinamica delle
comunit
Successioni ecologiche

Esercitazione
Biodiversit
Livelli della diversit
Diversit genetica

Diversit specifica

Diversit di comunit,
di paesaggio
Fattori che Diversit nei
regolano la diversi
diversit ecosistemi
Metodi di analisi delle comunit
Campionamento delle
comunit
Misura della diversit. Calcolo degli indici di
diversit

pi = proporzione del numero


H = - pi ln pi totale di individui della specie i
rispetto a tutti gli individui della
comunit

specie A B C D
Comunit 1 25 25 25 25
Comunit 2 5 5 1 89

Esercitazione
Aspetti applicativi dellecologia
Biodiversit e conservazione
della natura
velocit di estinzione

Introduzione allecologia della conservazione


Biodiversit e specie esotiche

Carpobrotus edulis
S Africa
Agave americana
Opuntia ficus-indica N America (Mexico) Robinia pseudoacacia, specie
N America (Mexico)
nord-americana

Monitoraggio delle
specie esotiche oggi una
delle azioni prioritarie
Testuggine dalle orecchie rosse per la tutela della
del N America (Trachemis
scripta), biodiversit
Esercitazione
Ecologia delle popolazioni

Struttura delle popolazioni

1- Aggregata 2- Uniforme 3- Casuale


Dinamica delle popolazioni

dN=rN
dt

d N/ dt =
r N (K-N/K)
Fattori che influenzano la crescita delle popolazioni.
Meccanismi di regolazione.
Esercitazione
Metodi di analisi delle popolazioni

Campionamento
delle popolazioni
Gestione delle popolazioni animali e Aspetti applicativi
vegetali da parte delluomo
Strategie di controllo e di gestione delle popolazioni si basano principalmente
sullo studio della crescita e della regolazione del numero di individui
Introduzione allecologia del paesaggio

Cartografia Cartografia tematica.


tematica

paesaggio GIS

Dati usati in ecologia del paesaggio


Analisi del paesaggio

Elementi del paesaggio


sconnesso connesso
Struttura del paesaggio

Esercitazione
Dinamica del paesaggio
Impossibile v isualizzare l'immagine.

Aspetti applicativi

Paesaggio e gestione del territorio


Impossibile v isualizzare l'immagine.

Gestione e pianificazione delluso del territorio


Introduzione allecologia urbana
Caratteristiche dellecosistema urbano

Componenti abiotici
Caratteristiche dellecosistema urbano

Componenti biotici

Problemi degli ecosistemi urbani


ROMA

Ficus carica

Martin pescatore
Alcedo atthis
Modalit di valutazione:

Esame finale: prova scritta


Seminari
20 ottobre: Corrado Battisti (Citt Metropolitana di
Roma Capitale, Servizio Aree protette - parchi regionali)
Biodiversit, valori, minacce e risposte

3 novembre: Vito Consoli (Regione Lazio)


Metodi e tecniche di divulgazione naturalistica e ambientale
Comunicare lecologia?
Seminari
10 novembre: Eugenio Donato (Comune di Roma)
Gestione della Qualit dellaria nel territorio di Roma
Capitale: risultati raggiunti e criticit ancora esistenti

novembre-dicembre: Maurizio Cutini (Uniroma 3) Clima,


e cambiamenti climatici.

Massimiliano Scalici (UniRoma 3) Monitoraggio e


bioindicatori
I libri
Smith, T. & Smith R. Elementi di Ecologia, Pearson
Ed, 2007.
Townsend, C., Harper, J. & Begon, M. Lessenziale
di ecologia. Zanichelli, 2000.
Bullini, Pignatti & Virzo De Santo. Ecologia
Generale. Utet, 1998.
Cotgreave P., Forseth I. Introduzione alla Ecologia.
Zanichelli, 2004.
Dodson, S. (ed.). Ecologia, Zanichelli, 2000.
Ricklefs, R. L economia della natura. Zanichelli, 1997.
M. Begon, J. Harper & C. Townsend, Ecologia,
Zanichelli, 1989.
P. Colinvaux, Ecologia, Edises, 1995.
Tyler Miller, G. 2001. Scienze Ambientali. Edises, 2001.
ECOLOGIA ?
ECOLOGIA
definizioni
Ecologia lo studio delle relazioni, della
distribuzione e dell abbondanza degli
organismi nellambiente
LEcologia lo studio scientifico della distribuzione e
dellabbondanza degli organismi e delle interazioni che
ne determinano la distribuzione e labbondanza

Le domande: Dove ?
Quanti ?
Perch?
ECOLOGIA
definizioni

Ecologia* lo studio scientifico delle relazioni


tra gli organismi e lambiente (Smith&Smith)
Relazioni: include quelle con lambiente fisico e con i membri della
propria e di altre specie.
Ambiente: comprende le condizioni fisiche e biologiche.

Ernst Haeckel (1866) * Termine che deriva dal greco OIKOS (casa).
Oekologie: faceva riferimento alle relazioni degli organismi con
lambiente.
Morfologia generale degli organismi libro dove discute lidea di economia della
natura presentata da C. Darwin nel libro Origin of Species (1859).
Grande crescita e diversificazione
E possibile Modo di
vedere oggi gestire la
lecologia come diversit e
un insieme di complessit
diverse dellecologia
discipline moderna

Le diverse discipline della Molti studi includono pi di


ecologia non sono isolate. una disciplina ecologica
COME POSSIAMO
ORGANIZZARE
lECOLOGIA ?
Livelli di organizzazione degli
organismi viventi

individui popolazioni comunit ecosistemi

Gli organismi interagiscono con lambiente nel


contesto dellecosistema.
Sono 2 le componenti a) biotica (vivente), b)
abiotica (fisica e chimica).
BIOMI

Organizzazione del corso di Ecologia


Lecologia come un insieme di discipline

IN BASE AI LIVELLI IN BASE ALLORGANISMO


DI ORGANIZZAZIONE STUDIATO

Ecologia degli ecosistemi Piante (Ecologia vegetale)


Ecologia di comunit Animali (Ecologia animale)
Ecologia di popolazioni

IN BASE ALLAMBIENTE IN BASE ALLAPPLICAZIONE


STUDIATO

Ambienti terrestri (Ecologia Ecologia della conservazione


terrestre) Ecologia del recupero
Ambienti marini (Ecologia ambientale
marina)
Ambienti urbani (Ecologia
urbana)
I BIOMI
BIOSFERA
BIOMI

BIOMI
La biosfera la parte del E un insieme
pianeta in cui esistono
di numerosi
organismi viventi.
ecosistemi

Questi ecosistemi
possono essere
classificati e
raggruppati in BIOMI
La biosfera la parte del E un insieme
pianeta in cui esistono di numerosi
organismi viventi. ecosistemi

BIOMI: Insiemi di ecosistemi classificati sulla


base di caratteristiche comuni a scala globale.

Ampie regioni caratterizzate da ecosistemi simili.


Biomi: principali tipi di ecosistemi presenti sulla Terra
(scala globale), classificati in funzione della struttura
della vegetazione dominante.

Distribuzione
dei principali
biomi
(Odum 1983)
Gli ecosistemi terrestri riflettono
le forme di vita vegetali
dominanti
foreste/boschi: con dominanza di
specie arboree
foresta temperata, foresta tropicale
foresta sempreverde, foresta di
caducifoglie

vegetazione arbustiva: con dominanza


di specie arbustive

vegetazione erbacea: con dominanza


di specie erbacee

Le forme di vita dominanti di un bioma


simile, indipendente dalla regione dove questo
si trova, e non necessariamente le specie sono
imparentate dal punto di vista filogenetico
Distribuzione
dei principali
Biomi (Cambell
& Reece 2004)