Sei sulla pagina 1di 4

> Care amiche ed amici ,

>
> La petizione on-line dal testo sotto riportato su
> www.petizioni24.com/italiaperilbandoanewyork [1],
http://www.peacelink.it/pace/a/44068html aggiornamento come
> giusto e logico, di quanto abbiamo gi portato avanti negli scorsi
> mesi ed anni come "disarmisti esigenti".
> Si comincia, per intanto, come proposto ed annunciato, con i firmatari
> di www.www.petizioni24.com/italiaperilbando [2].
> E' fondamentale mettere in rilievo che la conferenza di New York un
> percorso indipendente da quello del TNP (anche se ne attua gli
> obiettivi enunciati) e che il rischio di guerra nucleare oggi
> gravissimo.
> Queste sono le integrazioni essenziali al testo originario di Giorgio
> Nebbia che derivano dalle precisazioni e dai contributi di Mosca, di
> Baracca e miei.
> Dobbiamo ora chiedere un incontro al governo e lanciare una campagna
> di sottoscrizione per la delegazione che andr a NeW York in giugno
> luglio: c' qualche altra disponibile oltre a Giovanna Pagani e al
> sottoscritto?
> E' interessato anche Adriano Ciccioni, obiettore alle spese militari
> "storico" (il suo gesto gli cost il pignoramento della casa).
> Con Giovanna ci siamo appena visti di persona a Milano ed abbiamo
> cominciato a preparare la spedizione americana...
>
> Alfonso Navarra
>
> PS - aggiungo quanto sotto segnalato da Elio Pagani per informazione
> su come si sta muovendo la Rete italiana disarmo
>
> Da: "Rete Disarmo - Segreteria" <segreteria@disarmo.org>
> Data: 10 feb 2017 10:27
> Oggetto: [ReteDisarmo] Una settimana di azione per la messa al bando
> delle armi nucleari: anche l'Italia partecipi ai negoziati ONU
> A: "Coordinamento Rete Italiana per il Disarmo"
> <coordinamento_RID@googlegroups.com>
> Cc:
>
> http://www.disarmo.org/ican/a/44057.html [3]
>
> Una settimana di azione per la messa al bando delle armi nucleari:
> anche l'Italia partecipi ai negoziati ONU
> Anche in Italia rilanciata la Week of action internazionale a
> sostegno dei negoziati per la messa al bando delle armi nucleari, che
> si svolgeranno nel 2017 in sede ONU.
> Senzatomica e Rete Italiana per il Disarmo chiedono che anche il
> Governo italiano partecipi ad una scelta di coraggio e lungimiranza
> per conto dellumanit presente e futura
>
> Fonte: Senzatomica - Rete Italiana per il Disarmo - 10 febbraio 2017
>
> Presidente della Repubblica
>
> Presidente del Consiglio dei Ministri
>
> Presidente del Senato - Presidente della Camera dei Deputati
>
> (e p.c, deputati e Senatori della Repubblica Italiana)
>
> Da persone preoccupate per il futuro dell'umanit, abbiamo tirato un
> respiro di sollievo apprendendo che il rappresentante del nostro
> governo, nella seduta del 23 dicembre 2016 dellAssemblea generale
> delle Nazioni Unite, ha votato a favore della risoluzione
> A/C.1/71/L.41, approvata a larga maggioranza, che decide di tenere
> nel 2017 una conferenza delle Nazioni Unite per negoziare degli
> strumenti giuridicamente vincolanti per la proibizione delle armi
> nucleari che porti alla loro totale eliminazione.
>
> E stata invece una grande delusione quando, successivamente, un
> membro del governo, rispondendo ad una interrogazione parlamentare (
> Commissione III, Allegato 4, p. 15-16, 2 febbraio 2017), ha detto che
> il voto a favore era stato un errore tecnico-materiale del
> nostro rappresentante dipeso dalle circostanze in cui avvenuta
> la votazione, a tarda ora della notte del 23 dicembre.
>
> Lo stesso membro del governo ha detto che il governo intendeva votare
> contro la risoluzione perch un nostro sostegno avrebbe rischiato
> di erodere la credibilit politica dellapproccio progressivo [al
> disarmo] e del Trattato di Non Proliferazione.
>
> Una motivazione che a noi sembra poco convincente perch larticolo
> VI del Trattato di non Proliferazione nucleare, sottoscritto
> dallItalia, prevede negoziati che portino alla cessazione della
> corsa alle armi nucleari e al pi presto al disarmo nucleare e ad un
> trattato per il generale e completo disarmo sotto stretto controllo
> internazionale.
>
> D'altro canto il nuovo percorso che la Conferenza di New York inaugura
> nel 2017 volto esplicitamente a superare le innegabili impasse che
> hanno fatto registrare le sessioni di revisione del TNP. Si attua il
> suo obiettivo essenziale: quel mondo libero dalle armi di distruzione
> di massa indicato come necessario in primo luogo dalle potenze
> nucleari, ma sempre posposto a questioni di dettaglio collegate, il
> pi delle volte, a controversie geopolitiche.
>
> Come loro sanno, il bando totale delle armi nucleari l'obiettivo di
> reti internazionali pacifiste che hanno i loro nodi anche in Italia ed
> stato chiesto a pi riprese da scienziati, uomini politici,
> intellettuali, persone comuni amanti della pace, e di recente da Papa
> Francesco anche nel discorso del 1 gennaio 2017 per la giornata della
> pace. Questa richiesta bene sottolinearlo - stata presentata
> sistematicamente dalla maggioranza dei Paesi Non Nucleari nelle
> quinquennali Conferenze di Riesame del Trattato, regolarmente
> inascoltata dagli Stati Nucleari: di qui nasce il nuovo percorso
> umanitario verso il disarmo nucleare.
>
> Chiediamo che lItalia, nonostante il deludente ripensamento del
> governo sulla votazione del 23 dicembre 2016, partecipi alle riunioni
> che si terranno, nellambito delle Nazioni Unite, a New York dal 27
> al 31 marzo e dal 15 giugno al 7 luglio 2017 dando un attivo
> contributo, consapevole e convinto, ai negoziati che porteranno alla
> proibizione giuridica degli ordigni nucleari, primo passo per la loro
> effettiva, totale eliminazione .
>
> _In questo contesto, attiriamo la vostra attenzione sullanalisi
> del Comitato degli Scienziati Atomici, comprendente anche 15
> Premi Nobel di varie discipline, il quale dimostra che il mondo
> ritornato (per ragioni in parte diverse) al medesimo livello di
> rischio che nei peggiori momenti della Guerra fredda e che la
> situazione sta peggiorando di anno in anno a partire dallinizio
> degli anni 90._
>
> _E allora chiaro che il processo per evitare una guerra nucleare
> (lApocalisse __che pu essere scatenata persino per incidente o
> per errore__) oramai diventato una corsa contro il cronometro e che
> quindi il mondo non __pu __pi perdere tempo in calcoli politici
> __fondati sull'illusione suicida della deterrenza quale suprema
> garanzia di sicurezza__._
>
> _Per i "disarmisti esigenti" (dall'appello di Stphane Hessel ed
> Albert Jacquard ad "esigere" un disarmo nucleare totale, vai su
> www.petizioni24.com/esigiamo [4]) , Alfonso Navarra - Fermiamo chi
> scherza col fuoco atomico (www.osmdpn.it [5]) Antonia Sani e Giovanna
> Pagani (WILPF Italia) Luigi Mosca (Armes Nuclaires STOP) - Mario
> Agostinelli (Energia Felice) Alex Zanotelli - missionario comboniano,
> Giorgio Nebbia, Angelo Baracca_
>
> _Emilio Chiaberto (Sindaco di Villar Focchardo) - Guido Viale
> (Laudato Si') - Lidia Menapace (ANPI ) - Davide Grassi (Addio Pizzo)
> Umberto Santino (Centro di documentazione siciliano Giuseppe Impastato
> - Alessandro Marescotti (PeaceLink) - Ennio La Malfa (Accademia
> Kronos) - Michele Boato (Ecoistituto del Veneto) - Fabrizio Cracolici
> e Laura Tussi (Progetto "Per non dimenticare" - Citt di Nova
> Milanese e Bolzano) - Francesco Lo Cascio (Scuola di nonviolenza) -
> Luigi Cadelli (MUN Milano) - Giuseppe Luigi Bruzzone (disarmista
> fornariano) - Olivier Turquet (Pressenza) - Joachim Lau (IALANA
> Italia) - Alberto L'Abate (Rete IPRI-CCP) - Giuseppe Marazzi e Massimo
> Aliprandini (LOC) - Luciano Zambelli (LDU) - Vittorio Pallotti
> (CDMPI) - Matteo Soccio (Casa per la pace Vicenza) - Adriano Ciccioni
> (Cittadini del mondo) - Emilio Bibini (Psiche & Natura) - Attilio
> Galimberti (Ordine Francescano Secolare) - Vittorio Agnoletto
> (Costituzione Beni Comuni) - Tiziana Pesce e Claudia Pinelli (ANPI) -
> Elio Pagani (Forum contro la guerra) - Maurizio Benazzi
> (Ecumenici.it) Irene Scaramellini (ricercatrice Archivio Disarmo) -
> Giuseppe Farinella (Centro di documentazione A.P.E.) - Patrizia
> Gentilini (Medici per lambiente) - Massimo Zucchetti
> (Scienziati per il disarmo) - Agnese Ginocchio (cantautrice pacifista)
> - Fortunato Sindoni (cantastorie pacifista) - Pietro Pastena
> (obiettore di coscienza) - Vittorio Bellavite (Noi siamo Chiesa) -
> Tiziano Cardosi (Fucina per la nonviolenza) - Lorenzo Porta (CEDAS) -
> Michele Papagna (Consumietici.it ) - Sergio Segio (Nessuno tocchi
> Caino) - Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria) _
>
> ed altri le cui adesioni andremo inserendo man mano ....

--

Diceva Gandhi:
Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per
sempre.
Non ho nulla di nuovo da insegnare al mondo. La verit e la nonviolenza
sono antiche come le montagne.
Non c' strada che porti alla pace che non sia la pace, l'intelligenza
e la verit.
Io e te siamo una sola cosa: non posso farti male senza ferirmi.
Occhio per occhio... e il mondo diventa cieco.
Ci sono cose per cui sono disposto a morire, ma non ce ne nessuna per
cui sarei disposto ad uccidere.
Per praticare la nonviolenza, bisogna essere intrepidi e avere un
coraggio a tutta prova.
Nessun uomo pu essere attivamente non-violento e non ribellarsi contro
l'ingiustizia dovunque essa si verifichi.

Links:
------
[1] http://www.petizioni24.com/italiaperilbandoanewyork
[2] http://www.www.petizioni24.com/italiaperilbando
[3] http://www.disarmo.org/ican/a/44057.html
[4] http://www.petizioni24.com/esigiamo
[5] http://www.osmdpn.it
[6] http://www.peacelink.it/pace/a/44068.html

Lista Disarmo
Per iscriversi o cancellarsi dalla lista:
http://www.peacelink.it/mailing_admin.html