Sei sulla pagina 1di 3

Al Signor Sindaco del Comune di Isola delle Femmine

Con la presente la CGIL di Palermo, in persona del suo Segretario generale, sig
Michele Palazzotto, contesta la legittimit della determinazione sindacale n 30
del 10.10.2005 avente ad oggetto conferimento di incarico di responsabile del
3 settore Tecnico all'arch. Bilello Roberto Rosalino, con la quale stato
implicitamente revocato l'incarico di Responsabile di settore in precedenza
attribuito alla dipendente Arch Monica Giambruno gi iscritta alla scrivente OS.

In particolare, si deduce l'illeggittimit della suddetta determinazione per


violazione dell'art 22 del vigente Regolamento degli Uffici e Servizi secondo cui
"Gli incarichi di responsabile di settore sono conferiti a tempo determinato, di
durata, comunque non superiore a quella del mandato del sindaco.

Nel caso di mancata indicazione del termine, l'incarico si intende conferito fino
al termine del mandato elettivo del Sindaco..".

Ed infatti, con determinazione sindacale n 26 del 18 giugno 2004, l'Arch


Giambruno era stato confermato, senza espressa indicazione del termine
finale, nella funzione di Responsabile del 3 Settore tecnico.

Appare del tutto evidente che tale conferma da intendersi, ai sensi dell'art 22
del regolamento citato, quale incarico valido ed efficace fino alla scadenza del
mandato del Sindaco.

Ci posto, la revoca anticipata dell'incarico di responsabilit del 3 Settore


adottata nei confronti della Ns iscritta del tutto carente dei presupposti
fattuali legittimanti la revoca anticipata, presupposti espressamente ed in
equivocamente indicati dall'art 22 commi 3 e 4 del citato regolamento nonch
dall'art 9 del CCNL di comparto del 31.03.99.A tal proposito, da evidenziare
che l'unica motivazione desumibile dall'atto oggi contestato data dalla
necessit di "garantire un'alternanza fra funzionari di pari qualifica funzionale,
assicurando la turnazione dei servizi al fine di consentire a ciascun funzionario
la migliore conoscenza possibile delle attivit complessive del settore".

Emerge ictu oculi, dunque, l'assoluta arbitrariet dell'atto revocatorio di che


trattasi la cui unica ragione quella di "emarginare" l'Arch Giambruno la cui
unica responsabilit quella di avere sempre compiuto il proprio dovere con la
massima diligenza e professionalit. A questo punto, la scrivente OS. invita e
diffida il Sindaco di Isola delle Femmine a revocare con effetto immediato la
determinazione n30 del 10.10.2005 gravemente lesiva dei diritti contrattuali
dell'Arch Giambruno, avvertendo sin d'ora che, in difetto di riscontro, si vedr
costretta a sostenere ed assistere l'Arch Giambruno in tutte le iniziative legali
che la stessa intender intraprendere contro Codesta Amministrazione.

1
Il Segretario della CGIL FP Sig Michele Palazzotto Al Signor Sindaco del
Comune di Isola delle Femmine Con la presente la CGIL di Palermo, in persona
del suo Segretario generale, sig Michele Palazzotto, contesta la legittimit della
determinazione sindacale n 30 del 10.10.2005 avente ad oggetto conferimento
di incarico di responsabile del 3 settore Tecnico all'arch. Bilello Roberto
Rosalino, con la quale stato implicitamente revocato l'incarico di
Responsabile di settore in precedenza attribuito alla dipendente Arch Monica
Giambruno gi iscritta alla scrivente OS.In particolare, si deduce l'illeggittimit
della suddetta determinazione per violazione dell'art 22 del vigente
Regolamento degli Uffici e Servizi secondo cui "Gli incarichi di responsabile di
settore sono conferiti a tempo determinato, di durata, comunque non superiore
a quella del mandato del sindaco. Nel caso di mancata indicazione del termine,
l'incarico si intende conferito fino al termine del mandato elettivo del
Sindaco..".

Ed infatti, con determinazione sindacale n 26 del 18 giugno 2004, l'Arch


Giambruno era stato confermato, senza espressa indicazione del termine
finale, nella funzione di Responsabile del 3 Settore tecnico.

Appare del tutto evidente che tale conferma da intendersi, ai sensi dell'art 22
del regolamento citato, quale incarico valido ed efficace fino alla scadenza del
mandato del Sindaco.

Ci posto, la revoca anticipata dell'incarico di responsabilit del 3 Settore


adottata nei confronti della Ns iscritta del tutto carente dei presupposti
fattuali legittimanti la revoca anticipata, presupposti espressamente ed in
equivocamente indicati dall'art 22 commi 3 e 4 del citato regolamento nonch
dall'art 9 del CCNL di comparto del 31.03.99. A tal proposito, da evidenziare
che l'unica motivazione desumibile dall'atto oggi contestato data dalla
necessit di "garantire un'alternanza fra funzionari di pari qualifica funzionale,
assicurando la turnazione dei servizi al fine di consentire a ciascun funzionario
la migliore conoscenza possibile delle attivit complessive del settore".

Emerge ictu oculi, dunque, l'assoluta arbitrariet dell'atto revocatorio di che


trattasi la cui unica ragione quella di "emarginare" l'Arch Giambruno la cui
unica responsabilit quella di avere sempre compiuto il proprio dovere con la
massima diligenza e professionalit.

A questo punto, la scrivente OS. invita e diffida il Sindaco di Isola delle


Femmine a revocare con effetto immediato la determinazione n30 del
10.10.2005 gravemente lesiva dei diritti contrattuali dell'Arch Giambruno,
avvertendo sin d'ora che, in difetto di riscontro, si vedr costretta a sostenere

2
ed assistere l'Arch Giambruno in tutte le iniziative legali che la stessa intender
intraprendere contro Codesta Amministrazione.
Il Segretario della CGIL FP Sig Michele Palazzotto