Sei sulla pagina 1di 2

SCHEDA 1

LATTACCO ALLOCCIDENTE CRISTIANO NEI SECOLI IX E X

La crisi dellImpero carolingio coincide con lultima ondata di invasioni ad opera di:
- Normanni
- Saraceni
- Ungari

Questo ultimo attacco sferrato a danno dellOccidente cristiano causa una situazione
di disordine sociale e di anarchia politica.

Le invasioni di queste tre popolazioni attraversano tre fasi:


1) Razzie e saccheggi
2) Assimilazione
3) Stabilizzazione

Lo storico francese Charles Duby considera positive queste invasioni perch liberano
dinamismo ed energie nelle popolazioni rurali. I contadini, infatti, per sfuggire le razzie
e i saccheggi, si spostano soprattutto nelle citt, affrancandosi dalla servit della
gleba.

LOccidente sopravvive allurto di questa ondata di invasioni grazie a:


- costruzione di nuove fortificazioni
- uso della cavalleria corazzata
- costituzione delle monarchie nazionali, con cui si tenta di imbrigliare le
tendenze anarchiche tipiche del feudalesimo

I NORMANNI (= uomini del Nord, ossia della Penisola scandinava)


Vivono di pirateria, commercio, guerra.
Si dividono in Vichinghi (provenienti dalla Danimarca e dalla Norvegia) e Vareghi
(provenienti dalla Svezia).
I Vichinghi compiono razzie in Germania, Inghilterra, Francia, Irlanda, prendendo di
mira soprattutto villae e monasteri. Essi, con le loro agili navi, i dragoni, raggiungono
le coste dellIslanda, della Groenlandia e del Vinland (Nord-America), giungendo nel
continente americano cinque secoli prima di Colombo.
Nel 911 d.C. Rollone, re dei Vichinghi, ottiene la contea della Normandia (regione di
Rouen, nel nord-ovest della Francia, che prender il nome da questa popolazione del
Nord) da Carlo III il Semplice. Di qui i Vichinghi seguiranno due direttrici di conquista:
verso lItalia meridionale e verso lInghilterra.
I Vichinghi giungono in Italia dalla Normandia via mare nellXI secolo, quando il loro re,
Rainulfo Drengot ottiene la contea di Aversa, nel casertano.
Nel 1059 Roberto il Guiscardo della dinastia degli Altavilla (Hauteville, in francese) al
Concilio di Melfi ottiene il riconoscimento del ducato delle Puglie. I suoi successori
conquistano Palermo (1072) e la Calabria finch Ruggero II nel 1130 annette
definitivamente la Sicilia ai possedimenti degli Altavilla e fa di Palermo la capitale del
regno. Conquista, inoltre, Amalfi (decretandone il declino come Repubblica marinara),
Napoli e Gaeta.
Il dominio dei Normanni in Italia durer fino al 1186, quando, con unabile politica
matrimoniale, limperatore Federico I Barbarossa combiner il matrimonio del figlio
Enrico VI con lultima discendente del casato degli Altavilla, Costanza, figlia di Ruggero
II. A questa data i domini imperiali e il Meridione dItalia saranno uniti nelle mani
dellimperatore del Sacro Romano Impero Germanico Enrico VI. Il normanno Tancredi
dAltavilla (figlio di ed erede di Ruggero III) cercher ancora per cinque anni di
contrastare la presa di possesso dei domini del Sud da parte di Enrico VI, ma la sua
resistenza sar inutile. Morir nel 1194. Da quellanno comincia la dominazione degli
Svevi in Sicilia.

I Vareghi, invece, al seguito del loro capo Rurik, attraversano il corso dei grandi fiumi
russi; dopo una prima fase di razzie e di commerci, arrivano a fondare importanti
centri urbani come Kiev e Novgorod. Queste citt apriranno traffici commerciali con
lOriente bizantino e col califfato di Bagdad. Saranno convertiti al cattolicesimo.

GLI UNGARI
Popolazione seminomade di origine turco-mongolica, si stabilisce dapprima nelle
steppe ucraine, quindi nella Pannonia (odierna Ungheria).
Attaccano di preferenza la Baviera e la Valle padana. Vengono fermati da Enrico I
lUccellatore nel 933 d.C. e dallimperatore Ottone I nel 955 d.C.
Verranno convertiti al cattolicesimo.

I SARACENI
Con questo nome venivano designati gli arabi mediorientali di religione musulmana.
Alla dinastia degli Omayaddi era successa nellVIII secolo quella degli Abbassidi, i quali
avevano trasferito la capitale a Bagdad nel 750 d.C.
Tra IX e X secolo lemirato di Tunisi strappa la Sicilia ai Bizantini dellImpero dOriente,
dando inizio alla dominazione araba in Italia. I Saraceni utilizzano la foce del Garigliano
e la cittadina di Fraxinetum in Provenza come basi per le loro scorrerie piratesche nel
Mediterraneo.