Sei sulla pagina 1di 2

1 SCHEDA DIVULGATIVA

NON SOLO INFRASTRUTTURA MA ANCHE SERVIZI IN BICI PER LAMBIENTE

SEGNALETICA DEDICATA PER INDIRIZZARE IL CICLISTA


IL BICI PLAN COMUNALE
COME PROGRAMMA STRATEGICO PER
PROMUOVERE LA CICLABILIT URBANA
Segnali di direzione urbano
(sottodimensionati per viablit riservata)
composto da fig. tab II 13/a
e figure art. 125 DPR 495/92)
SCHEDA DIVULGATIVA
1
LA RETE CICLABILE SERVE TUTTI I PUNTI ATTRATTORI

CICLOPARCHEGGI E CICLOSTAZIONI PER ACCOGLIERE IL CICLISTA

CICLONOLEGGI E BIKE SHARING PER CREARE IL CICLISTA

COS IL BICI PLAN? LA RETE COME STRATEGIA DI QUALIT


un piano programma della mobilit ciclistica di medio La rete ciclabile deve avere funzione trasportistica per
periodo che individua i principali percorsi ciclabili da spostamenti casa-lavoro-scuola-attivit sociali e per il
realizzare con la loro tipologia, priorit e gerarchia. tempo libero.
Promuove il marketing delluso della bicicletta, I principali aspetti qualitativi di una rete ciclabile sono:
CONTATTI INFO individua obiettivi, strategie, azioni e forme di Continuit Comfort
FEDERAZIONE Direzione, sede legale e amministrativa Presidenza e segreteria generale info@fiab-onlus.it
Via Borsieri 4/E - 20159 Milano Via Col di Lana, 9/a - 30171 Mestre monitoraggio. Prevede i principali ciclo-servizi come Riconoscibilt Attrattivit
ITALIANA www.fiab-onlus.it
AMICI DELLA
tel./fax 02.69311624 tel./fax 041.921515 parcheggi protetti, ciclonoleggi, intermodalit con il Sicurezza Convenienza
direttore@fiab-onlus.it segreteria@fiab-onlus.it
BICICLETTA presidente@fiab-onlus.it trasporto pubblico.

a cura di Antonio Dalla Venezia, Marco Passigato e Francesco Seneci


SCHEDA DIVULGATIVA
1

BICI PLAN STRUMENTO DI COMUNICAZIONE PER CONTATTARE IL CICLISTA


Marketing e comunicazione sono strumenti strategici per contattare i cittadini ed indurli
con successo a comportamenti mirati

PISTE CICLABILI DOVE E COME? NON SOLO PISTE MA ANCHE MODERAZIONE


Le piste ciclabili sono necessarie quando le direttrici DEL TRAFFICO
individuate si sviluppano necessariamente in Gli interventi di moderazione del traffico, le zone 30, le
affiancamento alle arterie importanti, dove c
incompatibilit tra traffico motorizzato e biciclette, per
piattaforme rialzate, gli attraversamenti ciclo-pedonali
rialzati o protetti con isole salvagente e le situazioni di
LA BICICLETTA
superare i passaggi obbligati come fiumi, mura della
citt e assi infrastrutturali importanti.
messa in sicurezza stradale costituiscono interventi
che realizzano la compatibilit tra traffico motorizzato
PORTA IN GIRO
I percorsi ciclabili devono essere organizzati con una
priorit di sviluppo ed una gerarchia funzionale.
e biciclette a favore della ciclabilit diffusa.
Allinterno dei centri abitati bene che la velocit IL TUO SORRISO
Generalmente la rete composta da un sistema di massima diventi di 30 km/h sia nei nuclei storici, sia
percorsi radiali importanti e da reti locali di quartiere. nelle aree di nuova espansione.

cittdimestre
IL BICI PLAN DEVE PREVEDERE ANCHE LA SOLUZIONE SCHEMATICA
DELLE PRINCIPALI INTERSEZIONI

In Italia come in Europa si vanno consolidando esperienze di comunicazione e di marketing urbano perch
lobiettivo vero non costruire tante piste ciclabili ma attivare mobilit ciclistica

NON SOLO INFRASTRUTTURA MA ANCHE PROMOZIONE PER MOTIVARE IL CICLISTA

AL LAVORO IN BICI A FARE LA SPESA IN BICI ALLUNIVERSIT E A SCUOLA IN BICI

PUNTARE ALLA SICUREZZA


Proporre gadgets come bretelle catarifrangenti, catadriotti, dispositivi di illuminazione
Attivare campagne di promozione per la sicurezza della bici