Sei sulla pagina 1di 5

La costruzione del fusto in legno. Parte seconda.

Di Giorgio Bettin

La Rifinitura del Guida Asta


Ci si deve procurare un quadrello di alluminio di cm. 2 x 2 x 40, che va rivestito di carta vetrata a grana grossa. Con
questo si deve scartavetrare lo scasso a V, facendo attenzione che lo spigolo del quadrello sia sempre allineato con lo
scasso. L'operazione molto semplice. Appoggiando ogni tanto l'asta nello scasso, potremo controllare che si appoggi
correttamente lungo tutta la scanalatura.

La Realizzazione del Foro per il Circolare


Ci si deve, innanzitutto, procurare una fresa dello stesso diametro del foro da realizzare, 16 mm o 18 mm, che va
bene sia per l'elastico da 17,5 che per quelli da 18 o 19.

Ora si deve decidere dove praticare il foro. La tradizione vorrebbe che fosse collocato a centro fusto, ma ci sono delle
possibili variazioni.
La prima va applicata nel caso che si voglia montare un doppio circolare, infatti l'installazione di due elastici in un
solo foro pu causare noie durante il caricamento, meglio quindi realizzare una doppia foratura.
La distanza ottimale tra i due fori di 3-4 cm., questi devono essere realizzati con un disassamento di circa 1,5 cm. In
questo modo non si sovrapporranno nel tratto finale, a tutto vantaggio della linearit del percorso della sagola
dell'asta che, proprio nell'ultimo tratto fuori dal fucile, rischia di essere trattenuta dalle gomme che si contraggono
sovrapponendosi. Quindi meglio che i fori siano il pi distanti possibile sul piano verticale.
La seconda variazione possibile quella relativa al posizionamento del singolo foro. Vedo molto spesso la tendenza a
collocarlo nella parte centrale o inferiore del fusto, questo, pur non provocando danni, comporta necessariamente il
mancato allineamento dell'asse di spinta dell' elastico con la direzione dell'asta.
Per ovviare a questo inconveniente, ho cominciato a fare il foro per l'elastico nella parte superiore del fusto,
riscontrando una maggiore pulizia nelle linee del fucile carico.
Tale soluzione non provoca inconvenienti di alcun tipo ed estremamente interessante laddove non si vogliano
realizzare le famose scanalature ai lati del guida asta.
Il doppio foro mostrato in foto giustificato dal fatto di essere stato realizzato per un fusto a "sogliola", quindi con
un'altezza molto limitata, anche cos si nota il lieve disassamento dei fori (8 mm.) il disassamento corretto, potendo
disporre di una maggiore altezza di fusto, sarebbe stato di 15/16 mm.

La Realizzazione dello Scasso per la Scatola di Sgancio


Per la realizzazione dell'incasso, ci si pu avvalere di frese simili a quelle che vengono utilizzate per la foratura del
fusto per installare l'elastico.
Occorre misurare con precisione la larghezza e la lunghezza della scatola di scatto che si intende utilizzare, quella
utilizzata per lo scasso nella foto larga 17,5 mm, e lunga 110 mm. Per realizzare le forature necessarie viene quindi
adoperata una fresa da 18 mm., che non ha la tendenza a scheggiare il legno intorno al foro di uscita, come invece
accade per le punte di trapano.
Segniamo con un chiodo un punto, in asse al fusto, alla distanza minima di 20 cm. dall'estremit posteriore del fusto.

Quindi segniamo il secondo punto da forare in asse ad una distanza pari alla lunghezza dello scatto aumentata di 5
mm. (nel nostro caso 65+5 = 70 mm).
Ora passiamo a praticare i due fori con grande attenzione alla verticalit della punta.
Ora congiungiamo, con matita e righello, le circonferenze dei due fori da entrambi i lati.
Non resta che seguire tale traccia con un seghetto alternativo per congiungere le due forature in un'unico scasso di
forma ellissoidale.

A questo punto necessario rifinire l'interno dello scasso con una piccola raspa e carta vetrata.

La Sagomatura del Fusto


La sagomatura del fusto un processo che inizia a partire dalla scelta dei listelli, in quel momento si deve sapere che
forma si vuole realizzare.
Le sezioni possibili sono fondamentalmente due:
1. Sezione ellissoidale con il lato lungo parallelo al piano orizzontale

2. Sezione ellissoidale con il lato lungo perpendicolare al piano orizzontale


Ovviamente la prima avr un buon brandeggio laterale ma non verticale e viceversa
Poi vi sono tutte le possibili variazioni, relativamente alla sagoma che pu sfinarsi in punta, tipo Jedi o mantenere pi
o meno costante la sezione originale.
Per dare al nostro fusto la forma desiderata, vi sono due strade. La prima prevede di usare una fresatrice od un
pantografo, e la seconda una serie di raspe.
Ovviamente tratter solo la seconda ipotesi, perch non ho alcuna esperienza di macchine utensili.
Io ho sempre riscontrato ottimi risultati utilizzando questa forma per i fucili di lunghezza compresa tra 70 e 96 cm. La
sezione del fusto sar ovviamente ellittica con il lato lungo dell'ellisse parallelo all'asse orizzontale.
Il fusto si pu sagomare disegnandone la forma finale sul legno e poi ritagliandola con un seghetto alternativo.
Due avvertenze fondamentali:
1. Il fusto in corrispondenza delle tacche di aggancio deve essere rastremato, per non imprigionare le dita tra elastici
e legno nel delicato momento del rilascio dell'elastico dopo l'aggancio, cosa che pu provocare lo sgancio dell'archetto
mentre si liberano le dita

2. Ai lati dello scasso, lo spessore del legno non pu essere inferiore ai 7 mm.

A questo punto si deve portare il fusto alla sezione finale prescelta con raspa e carta vetrata.

Giorgio Bettin

***********************************

di prossima pubblicazione

La testata
L'impugnantura
Gli accessori