Sei sulla pagina 1di 2

COORDINAMENTO ITALIANO SANITA AREE DISAGIATE E PERIFERICHE

Sede Sociale : Piazza Vittorio Veneto, 11 Porretta Terme


40046 Alto Reno Terme (BO).

C.F. 91393800379
IBAN : IT 05 D 08331 05533 000110655655
E mail: cisadep@gmail.com
Pec: cisadep@pec.it
============================================================================================

Al Presidente della Repubblica Sen. Sergio Mattarella

Al Presidente del Consiglio On. Paolo Gentiloni

Al Ministro della Salute On. Beatrice Lorenzin

Al Ministro dellEconomia e delle Finanze On. Carlo Padoan

p.c.

Sottosegretario Ministero della Salute On. Davide Faraone


Direzione generale della prevenzione sanitaria
Direzione generale della programmazione sanitaria
Direzione generale delle professioni sanitarie e delle risorse umane del SSN
Direzione generale della ricerca e dell'innovazione in sanit
Direzione generale della vigilanza sugli enti e della sicurezza della cure
Direzione generale degli organi collegiali per la tutela della salute
Direzione generale del personale, dell'organizzazione e del bilancio
Conferenza Stato Regioni Servizio Sanit, Lavoro e politiche Sociali
Dipartimento del Tesoro
Ragioneria Generale dello Stato
Dipartimento Finanze
Agenzia delle Entrate
Commissione Affari Sociali Camera Deputati
Presidente Commissione Affari Sociali della Camera On. Mario Marazziti
Commissione Affari Sociali Senato
Presidente Commissione Affari Sociali del Senato Emilia Grazia Debiasi
Commissione Bilancio Camera Deputati
Presidente Commissione Bilancio Camera Deputati Francesco Boccia
Commissione Bilancio Senato
Presidente Commissione Bilancio Senato Giorgio Tonini

Presidente dellIntergruppo Parlamentare per lo Sviluppo della


Montagna e Presidente UNCEM Nazionale On. Enrico Borghi

Porretta Terme, 16 gennaio 2017


COORDINAMENTO ITALIANO SANITA AREE DISAGIATE E PERIFERICHE
Sede Sociale : Piazza Vittorio Veneto, 11 Porretta Terme
40046 Alto Reno Terme (BO).

C.F. 91393800379
IBAN : IT 05 D 08331 05533 000110655655
E mail: cisadep@gmail.com
Pec: cisadep@pec.it
============================================================================================

Illustrissimo Presidente Mattarella,

Egregio Presidente del Consiglio,

Egregi Ministri,

il Cisadep un coordinamento di comitati nati spontaneamemente in varie regioni dItalia per tutelare e difendere il
diritto alla Salute in zone disagiate e periferiche del Paese.

Siamo abitanti dellItalia minore, delle zone interne e rurali, delle piccole isole e delle zone montane, delle periferie
delle aree metropolitane. Siamo stati i primi a soffrire, in questi anni, i tagli alla Sanit e gli accentramenti dei servizi
nei capoluoghi, distanti chilometri dai nostri fragili territori.

Ci siamo resi conto che ci che avveniva nel nostro piccolo o medio Comune e nel nostro ospedale di riferimento, in
realt stava accadendo ovunque in Italia. Abbiamo deciso quindi di unirci per rivolgerci alla politica regionale e
nazione e chiedere con urgenza una nuova riflessione inerente lorganizzazione, la programmazione, la gestione
economica della Sanit da parte delle Regioni in merito alle Aree Particolarmente Disagiate, per assicurare
pienamente, in questi territori svantaggiati in tutta la Repubblica, il Diritto alla Salute sancito dallart. 32 della
Costituzione, con pari condizioni di accesso e con uguaglianza, equit ed universalit.

Il sisma dello scorso anno in centro Italia ha dimostrato quanto siano delicate le nostre realt e quanta cura sia
necessaria per far s che questa preziosa parte dItalia non venga abbandonata. Tagliare servizi nelle aree disagiate e
periferiche significa condannarle al declino e noi ci auguriamo che la politica acquisisca una nuova sensibilit affinch
si occupi con un piano programmatico e di sistema per invertire questa dolorosa tendenza.

In allegato troverete il nostro documento programmatico che approfondisce nel dettaglio le nostre proposte e
richieste.

Saremmo lieti di presentare personalmente le nostre istanze al Ministro Lorenzin augurandoci che voglia incontrarci
per ascoltare la nostra voce.

Restiamo quindi in attesa di riscontro, fiduciosi nella Vostra attenzione.

Con ossequi,