Sei sulla pagina 1di 1

Pgina 1 de 1

10. Il problema di intendere Dio come idea


. Con Hegel la religione una forma di auto coscienza in forma metafisica.
. La metafisica di Hegel non apre spazio alla dimensione trascendente (come la
ricerca dei trascendentali, come una aggettivazione del trascendente) ma rimane
nella sfera della coscienza, della dimensione del spirito.
. Nel corso di filosofia della storia esplica che la realit metafisica della ragione
dove la ragione si manifesta come oggetto (come mondo), e questa relazione
pu essere chiamata di spirito.
. Dove spirito per Hegel una relazione del spirito con se stesso, dove il mondo
spirituale non quello della natura, ma si pensare a se stesso come oggetto,
per non oggetto fisico (res) realizzato per un processo di creativit, della
creazione del spirito lauto conoscenza attraverso il processo della creazione di
un mondo virtuale, compresso come la manifestazione nella ragione del mondo.
. A soluo de Hegel no que a relao se baseia no sentimento, mas sim no
empregar corretamente os conceitos, no pensar, exatamente como disse Kant.
. Tem uma relao conceitual com Deus, pois ele no pode ser apenas um nome,
uma representao, um Deus de uma tradio especifica, mas Deus para Hegel
um conceito, no um Deus da tradio da religio, um ser adi la da mente
mas sim com Hegel de um conceito que encontramos na conscincia, na auto
conscincia, mas isto no comporta um atesmo, mas sim a possibilidade de
encontrar uma resposta a toda a problemtica que Kant deixou, a saber, como
utilizar corretamente de um conceito.
. (2.1) I concetti hegeliani fondamentali per il suo trattamento della religione:
cio la sua concettualit e il problema di pensare Dio. Il punto centrale per
Hegel il fatto che i nomi non sono concetti e i concetti sono in certo modo
la negazione dei nomi. Un nome indica (come fa il dito indice) e ci riesce
senza avere un concetto in mano.
. Infine, pensare Dio come unidea rimanere nella dinamica astratta della
relazione soggetto e oggetto, ma pensare Dio come un concetto puntare sul
una coscienza che si nega, nel processo dellauto determinazione, con la
dinamica dello spirito che apre la possibilit di creare il concetto.
. Pensare Dio come idea va sempre nella dinamica di una descrizione ostensiva,
questo sta nel prefazio della fenomenologia dello spirito, secondo Hegel non
dice niente.