Sei sulla pagina 1di 1

50 Capitolo secondo

Arezzo, 1963

Considerato tra i momenti fondativi del town-design italiano,


il Corso sperimentale di preparazione urbanistica organiz-
zato nel 1963 ad Arezzo dal Centro studi della fondazione
Olivetti, rappresenta, secondo Mario Ferrari, levento signi-
ficativo di quegli anni, quello che maggiormente attraversa 12 FERRARI M., Il progetto urbano in
diagonalmente gli avvenimenti [] mettendo a confronto Italia: 1940-1990, Firenze 2005, p. 57.
molti degli architetti italiani e rivelandone appartenenze e 13APVU, 1963. Fondazione Olivetti.
Corso di preparazione urbanistica. Pro-
linee di ricerca12. Fortemente voluto da Quaroni e De Carlo, gramma delle attivit del primo incon-
il corso intende contribuire allo sviluppo degli studi sulla tro. (20 marzo-3 aprile). Si tratta di un
pieghevole contenente il Bando con le
pianificazione territoriale e sulla preparazione specifica degli informazioni generali sul corso e le mo-
urbanisti13. I partecipanti, selezionati sulla base delle do- dalit di partecipazione degli aspiranti.
mande pervenute, vengono ospitati a totale carico dellEnte Gli atti del seminario sono stati pubbli-
cati da Antonio Riondino in Il seminario
organizzatore e ad essi viene assicurato anche il rimborso sperimentale urbanistico di Arezzo. Une-
delle spese di viaggio. Il tema proposto la citt e il suo sperienza didattica per lunit disciplina-
re, Bari 2012. Un resoconto dettagliato
territorio: esame delle interrelazioni e delle interazioni tra sulle attivit del corso si trova in un
alcune citt tipiche italiane e le rispettive aree dimmediata altro volume dello stesso autore, Ludo-
vico Quaroni e la didattica , cit 2012,
influenza e di integrazione con lobiettivo di accertare le pp 59-78. Sulla importanza del corso di
reali possibilit di dare vita ad una scuola di urbanistica al Arezzo nel contesto degli studi urbani-
di fuori degli istituti universitari tradizionali14. In questa stici in Italia, si vedano QUARONI L.
et al, Ludovico Quaroni: architetture per
idea di scuola del futuro, che riprende lideologia comuni- cinquantanni, Roma 1985;. FERRARI
taria cara ad Adriano Olivetti, si intrecciano aspetti culturali M., Il progetto urbano in Italia: 1940-
1990, Firenze 2005; MORELLI M.D,
e istanze fisico-sociali dei territori, secondo un palinsesto Architettura italiana anni 60. I concorsi,
interdisciplinare con, alla base, la sociologia, leconomia, i manifesti, le parole, i documenti, Napoli
larte stessa, che avrebbero trovato nella centralit dellurba- 2002, pp. 24-26. Tra il 26 e il 28 otto-
bre 2011, nellambito delle celebrazioni
nistica, il luogo deputato al loro generale compendio15. Del per il centenario della nascita di Ludo-
Consiglio di Direzione, presieduto da Ludovico Quaroni, vico Quaroni si tenuto ad Arezzo il
seminario Arezzo 63, che prendendo
fanno parte il sociologo Riccardo Musatti, il presidente della le mosse dallo storico Corso di perfe-
Fondazione Olivetti Massimo Fichera, Giancarlo De Carlo zionamento in Urbanistica del 1963 ha
(Milano), Ezio Cerutti (Venezia), Edoardo Detti (Firenze). visto la partecipazione dei dottorandi
delle maggiori universit italiane e degli
Tra gli assistenti incaricati di dirigere i workshop ci sono ex allievi del Corso di Arezzo del 1963,
Manfredo Tafuri, Aldo Rossi, Antonio Quistelli; tra i docenti per discutere i problemi dellurbanistica
di oggi. Il seminario stato organizzato
invitati si incontrano i nomi di Carlo Doglio, Italo Insolera, dalla Fondazione A. Olivetti in collabo-
Giuseppe Samon, Giovanni Astengo, Luigi Piccinato. razione con lI.N.U, il MaXXI di Roma
e con il patrocinio della Presidenza della
[] si sta evidentemente costituendo un gruppo forte Repubblica. Si veda il sito della Fonda-
di architetti-urbanisti che, contrapponendosi alla didattica zione Adriano Olivetti, www.fondazio-
muratoriana, basata essenzialmente sulloggetto architetto- neadrianoolivetti.it.
14Si veda Un corso sperimentale, in
nico attento alle logiche interne al progetto come cosa a s, Edilizia Moderna 1963, n. 82-83, nu-
apparentemente distaccato dal contesto ambientale e sociale mero monografico sul tema: Architettu-
ra Italiana, pp. 45-46
costituisce una nuova forma di didattica fondata sul rappor- 15RIONDINO A., Il seminario speri-
to tra loggetto architettonico e la citt, interessata nei suoi mentale., cit. 2012, p. 6.