Sei sulla pagina 1di 2

Norme di redazione essenziali

per autori, curatori, traduttori, e redattori di rivista

 Quando consegnare  Programmi e formati elettronici


 Per una ottimale pianificazione, i materiali oggetto  Quali programmi di videoscrittura
di pubblicazione devono pervenire almeno tre me- I testi devono essere redatti solo con programmi di
si prima della data di pubblicazione prevista (per videoscrittura, in nessun caso con programmi di
volumi di non oltre le 200 pagine). impaginazione (QuarkXPress, PageMaker, Pub-
 Per evitare malintesi, si ricorda che una stima dei lisher, ecc.). preferibile il formato Word, in qual-
tempi di lavorazione pu essere fatta solo dopo la siasi versione, o nel formato .rtf.
visione completa della quantit e delle condizioni  Come salvare il file
dei materiali consegnati. Se non si utilizza Word, salvare il file (con lopzio-
 Una volta verificati i materiali ricevuti, si concorde- ne Salva con nome... nel men File) come:
ranno con gli autori o curatori le necessarie fasi di Documento Word, oppure
lavoro (editing, correzione bozze, ecc.), i reciproci RTF (Rich Text Format).
compiti e i relativi tempi.
 Norme di redazione del testo:
 Che cosa consegnare un decalogo essenziale

 Testi 1. I testi possono essere composti con qualsiasi tipo


Vanno consegnate: di carattere (font), con qualsiasi tipo di corpo o di-
a) una versione del testo su dischetto (v. punto 3) e mensione e con qualsiasi tipo di impaginazione:
b) una versione del testo stampata su carta. perch questi parametri verranno comunque modi-
Questultima assolutamente importante per even- ficati in fase di impaginazione.
tuali riscontri e verifiche. 2. Fra i diversi stili disponibili nei programmi di vi-
 Fotografie e disegni deoscrittura utilizzare solo il corsivo per le parti di
Si consiglia di fornire gli originali delle foto (stam- testo che lo richiedono (titoli, termini stranieri o al-
pe su carta, diapositive o fotocolor) o una loro otti- tro). Non usare mai n il neretto o grassetto (tran-
ma riproduzione a stampa. ne eventuali eccezioni concordate) n il sottolinea-
Le immagini consegnate su file devono avere una to (eccetto per il caso trattato al punto 10).
risoluzione di 300 dpi (al 100% della dimensione 3. Non scrivere mai, nemmeno i titoli, in TUTTO
finale impaginata) per fotografie, riproduzioni di MAIUSCOLO.
dipinti e disegni in mezzatinta, e di 1200 dpi per 4. I numeri delle note vanno posti sempre dopo i se-
disegni al tratto. Vanno salvate in formato .tif (pre- gni di punteggiatura e a esponente (mai fra paren-
feribile) o .jpg. Risoluzioni pi basse o altri formati tesi!), come negli esempi:
non garantiscono una buona resa nella stampa. xyxyx.1 xyxyx,2 xyxyx;3 xyxyx:4
 Tabelle 5. Uso delle virgolette:
Tutte le tabelle devono necessariamente essere ri- a) quando viene citato un brano da unopera, que-
composte in fase di impaginazione. Non al mo- sto va riferito racchiuso fra virgolette caporali
mento possibile importare, ad esempio, tabelle in (sostituibili, se non si sanno immettere dalla tastie-
formato Word o Excel nei programmi tipografici ra, con i segni < e >);
di impaginazione. Ci significa che occorre fornire b) quando un termine o unespressione sono og-
le tabelle sia su file sia stampate su carta (come getto di menzione, enfasi o accezione peculiare,
modelloe guida per la compozisione). questi vanno racchiusi fra virgolette doppie.
Questo secondo tipo di virgolette va utilizzato an- Esempi riassuntivi di bibliografia
che allinterno di un brano citato per indicare una
citazione ulteriore.
6. Uso del trattino: secondo le norme tipografiche vi
come comporre:
sono due tipi di trattino: quello breve ( - ), che si
usa per legare due parole in un unico concetto (ad De Carli, Patrizia
esempio: storico-artistico) e quello lungo ( ), che 1975 Sogni di giorno, Feltrinelli, Milano.
si usa per indicare un inciso. Al posto di questulti-
Ziegenfusz, Horst
mo, non facilmente disponibile sulla tastiera, usare
1955 Giorni felici, Einaudi, Torino 1972.
il doppio trattino breve: -- (facilmente sostituibile
in fase di impaginazione dal grafico). Zeppironi, Geppino
7. Quando sul brano citato si ritiene opportuno ap- 1998 Introduzione, in Tremml N., Quelli erano
portare dei tagli, ogni taglio va segnato con tre giorni, Il Mulino, Bologna.
puntini racchiusi tra parentesi: ().
Astolfi, Vincenzo
8. Le citazioni lunghe (di pi di cinque righe) vanno
1990 Il Giorno pariniano, in Orsini N. (a cura
staccate dal testo con una riga bianca, senza virgo-
di), Cento giorni, Laterza, Bari.
lette, composte con un corpo pi piccolo e segna-
late sulla copia stampata. Findanno, Silvestro
9. Per le parole straniere che richiedono particolari 1999 Lultimo giorno, Millennio, 55, dicembre
segni diacritici non reperibili sulla tastiera italiana 1999, pp. 4-15.
(ad esempio: c , a, u, ecc.) procedere cos:
segnare a penna sulla copia stampata il tipo di se- come risulter:
gno; De Carli, Patrizia
evidenziare in modo ben visibile la parola modi- 1975 Sogni di giorno, Feltrinelli, Milano.
ficata;
e infine, se i segni sono molti e frequenti, compi- Ziegenfusz, Horst
lare a parte una lista riassuntiva dei tipi di segni 1955 Giorni felici, Einaudi, Torino 1972.
diacritici utilizzati. Zeppironi, Geppino
10. Per la compilazione delle bibliografie seguire i mo- 1998 Introduzione, in Tremml N., Quelli eran
delli qui a fianco, ovvero procedere secondo que- giorni, Il Mulino, Bologna.
sto ordine:
a) cognome e nome completo dellautore a lettere Astolfi, Vincenzo
sottolineate (che nellimpaginazione finale divente- 1990 Il Giorno pariniano, in Orsini N. (a cura
ranno MAIUSCOLETTO); di), Cento giorni, Laterza, Bari.
b) andare a capo e digitare nello stesso paragrafo: Findanno, Silvestro
c) data delledizione originale; 1999 Lultimo giorno, Millennio, 55, dicembre
d) titolo completo dellopera (sempre in corsivo, 1999, pp. 4-15.
anche per articoli contenuti in rivista o capitoli in
Note
opere collettanee);
e) per i libri: nome delleditore e citt di edizione; 1. Il segno indica limmissione di un segno di tabula-
f ) per le riviste: nome della rivista (fra virgolette zione.
caporali o < e >), numero progressivo della rivista, 2. Nel secondo esempio, la prima data indica ledizione
anno e altre eventuali indicazioni temporali. originale, la seconda ledizione tradotta.

Direzione editoriale e amministrazione Redazione e impaginazione


Enrico Moretti
Marco Moretti, Piero Bongiorno
Via Segantini, 6a
Via Segantini, 6a 24128 Bergamo
24128 Bergamo telefono 035 25 13 00
telefono 035 25 13 00; fax 035 43 29 409 fax 035 43 29 409
e-mail: direzione@morettievitali.it e-mail: redazione@morettievitali.it