Sei sulla pagina 1di 14

Un nuovo mare

Lorso


Risonanza

Si sarebbe aspettata un altro tipo di guida


Invece aveva incontrato un orso

Perch un orso?

Si considerava una persona dinamica e veloce


Agile, creativa, sveglia
Un orso invece grosso, pesante, lento
In inverno cade in letargo, mangia e dorme
E molle, coperto di pelo

Eppure, una risonanza

Perch mai un orso, cosa aveva a che fare con lei?


Non era certa di volerlo scoprire
Non le piaceva

Eppure eccolo

Come ogni notte, la aspettava nel sogno


Mare

Con espressione paziente, la osservava dalla spiaggia

Le grosse zampe si spostavano a fatica sulla sabbia


Le onde e il sale rendevano lucido il pelo scuro
Lo dividevano in piccoli ciuffi aguzzi
Gli si avvicin

Al contrario dellorso, lei non toccava la sabbia


Non era neppure certa di avere un corpo
Non lo avvertiva in nessuna forma

Prov a parlare, ma non emise alcun suono


Lunico rumore che si udiva era quello del mare
Un rumore immenso, un rombo continuo, fortissimo

Nonostante apparisse calmo


Era il rumore di un mare agitato
Scosso da una violenta tempesta

Da dove veniva quel rumore?

La superficie appariva calma


Doveva provenire da sotto
Dal fondo, forse

Dalla parte sommersa


Richiamo

Non era saggio, eppure prese ad avanzare


La veste chiara fluttuava intorno

Dove stava andando?


Gi - Sotto lacqua
Sotto la superficie - Un richiamo

Andava a scoprire un segreto

Sent lo stomaco stringersi un poco


Uninquietudine remota, forse unemozione

Avanz ancora
E fu completamente immersa
Buio

Inaspettatamente, lorso la segu

Non nuotava come lei, sorretto dallacqua


Camminava sul fondo
Avanzava a passi lenti e regolari
Saldo sulle quattro zampe

Osservandolo, allimprovviso
Si accorse di avere acquistato peso

Ora il corpo lattirava verso il fondo


La mancanza daria le bruciava nel petto

Ebbe paura
Voleva tornare in superficie
Ma non riusciva a muoversi

Poteva solo continuare a scendere


Nel buio
Quando i piedi toccarono il fondo
Scopr di poter respirare

Lorso le stava di fronte

La studiava con espressione misteriosa


Forse con gentilezza

Un interesse delicato
Soglia

Poi lorso prosegu, passandole accanto

Raggiunse una scogliera sommersa


Lo vide insinuarsi in un passaggio tra le rocce
E sparire

Lo segu
Era entrato in un uno stretto buco buio
Lacqua vi formava un vortice
E spariva oltre le rocce

Esit
Non vedeva nulla oltre lapertura
Solo nero

Ma una sensazione di abbandono la pervase


Cosa rimaneva, qui in fondo al mare?

Il mondo di sopra era lontano


Un ricordo
Cosaveva da perdere?

Si abbandon alla corrente


Venne risucchiata tra le rocce
Oltre la soglia
Oltre

Nel vortice
Le prospettive si invertivano
Si scambiavano

Sopra e sotto
La superficie e il fondale

Dove stava andando?


Da dove era venuta?
Perch aveva seguito lorso?

Non ricordava
Nulla
Ma poi il vortice termin
Si ritrov nel mare
Oltre la scogliera

Accanto a lei cera lorso

Nuotava, anzi fluttuava


Aveva perso tutta la pesantezza
Il pelo lo contornava
Elegante

Nella strana luce del mondo sommerso


Gli occhi rilucevano
Dove andr ora?
Ovunque tu voglia

Non sapeva se si fosse risposta da sola


O fosse stato lorso

Questo un nuovo mare


La frase la svegli
Si ritrov nel suo letto

Sent il ricordo del sogno avvolgerla


Inafferrabile come acqua

Ampio e delicato, infinito


Il sogno intorno
Respirava

Come sul fondo del mare


Respirava il suono calmo e agitato
Il vortice e la scogliera scura
Lorso, respirava il ricordo dellorso

La guida che non avrebbe scelto


E laveva condotta altrove

Dentro? Fuori?
In un nuovo mare
Questo un nuovo mare