Sei sulla pagina 1di 23

La Collana del Girasole

n. 18

I linfomi
non Hodgkin

Associazione Italiana Malati di Cancro,


parenti e amici
La Collana del Girasole

I linfomi non Hodgkin

18
AIMaC grata a MacMillan Cancer Support (www.macmillan.org.uk)
per aver concesso in esclusiva lutilizzazione di questo libretto e per aver consentito
al Comitato Scientifico di adattarlo ai fini di una migliore comprensione da parte
di pazienti, parenti e amici e di adeguarne il contenuto alla realt del Servizio Sani-
tario Nazionale, alla cultura, alle abitudini e ai rapporti medico-infermiere-paziente
del nostro Paese. Indice
Legenda 5 Introduzione
Per praticit di consultazione a lato del testo sono stati inseriti dei 6 Che cosa sono i linfomi?
riquadri contraddistinti da piccole icone, ognuna delle quali ha il
seguente significato: 7 Il sistema linfatico
richiama lattenzione su alcuni concetti espressi 8 Qual la differenza tra linfoma non Hodgkin e il
nel testo a fianco
linfoma di Hodgkin?
definizione di un termine tecnico 8 Che cosa causa i linfomi non Hodgkin?
9 Quali sono i sintomi dei linfomi non Hodgkin?
rimando ad altri libretti della Collana del Girasole o
ad altre pubblicazioni di AIMaC 10 Come si formula la diagnosi?
11 Ulteriori esami
rimando a siti internet
www 14 La classificazione dei linfomi non Hodgkin
15 Gli stadi dei linfomi non Hodgkin
16 Quali sono i tipi di trattamento usati?
18 La chemioterapia
22 Terapia con anticorpi monoclonali
24 La radioterapia
26 Le terapie per i linfomi non Hodgkin
Revisione critica del testo: M. Balzarotti, F. Ricci, A. Santoro
Humanitas Cancer Center, Istituto Clinico Humanitas Rozzano 28 Follow-up
(MI)
29 Che fare se il linfoma non Hodgkin recidiva?
Traduzione e editing: C. Di Loreto (AIMaC)
29 Il trattamento avr effetti sulla fertilit?
Questa pubblicazione stata realizzata grazie al sostegno ricevuto da Alleanza 31 Chemioterapia ad alte dosi con trapianto
Contro il Cancro (ACC; www.alleanzacontroilcancro.it).
di cellule staminali
Quarta edizione: aprile 2015
Titolo originale dellopera: Understanding non-Hodgkins lymphomas 33 La comunicazione in famiglia
AIMaC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in 34 Come potete aiutare voi stessi
qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie,
registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono
assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC come convenuto con 35 I trattamenti non convenzionali
Macmillan Cancer Support.
Pur garantendo lesattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina
36 Gli studi clinici
ogni responsabilit con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, per le
quali si raccomanda di consultare il medico curante, lunico che possa adottare 37 Sussidi economici e tutela del lavoro
decisioni in merito.

collana del girasole 3


Introduzione
Lobiettivo di questo libretto, che ha carattere puramente in-
formativo, di aiutare i malati di cancro e anche i loro familiari
e amici a saperne di pi sui linfomi non Hodgkin, una famiglia
di tumori maligni del sistema linfatico.
Naturalmente, questo libretto non contiene indicazioni uti-
li a stabilire quale sia il trattamento migliore per il singolo
caso, in quanto lunico a poterlo fare il medico curante
che a conoscenza di tutta la storia clinica del paziente.
I linfomi possono svilupparsi anche nei bambini, non sol-
tanto negli adulti; di conseguenza, questo libretto pu
contenere informazioni utili anche per i genitori che desi-
derano saperne di pi sulla malattia del proprio bambino.

Per ulteriori informazioni disponibile il servizio offerto


dallhelpline di AIMaC, unquipe di professionisti esperti
in grado di rispondere ai bisogni informativi dei malati di
cancro e dei loro familiari, dal luned al venerd dalle 9.00
alle 19.00 - numero verde 840 503579, e-mail info@aimac.it.

4 www.aimac.it collana del girasole 5


Che cosa sono i linfomi? Il sistema linfatico
I linfomi sono tumori
maligni del sistema Il linfoma un tumore maligno del sistema linfatico (v. Il sistema linfatico un elemento del sistema immunita- Sistema immunitario: il
linfatico. Si suddividono pag. 7). Come tutti i tumori, causato da unincontrollata rio, un sistema complesso che include il midollo osseo, le sistema naturale di difesa
in due grandi categorie: dellorganismo contro le
- linfoma di Hodgkin;
moltiplicazione delle cellule. Bench le cellule che costitui- tonsille, il timo, la milza e i linfonodi, collegati tra loro da
infezioni.
- linfomi non Hodgkin. scono le varie parti dellorganismo abbiano aspetto diverso una rete di minuscoli vasi linfatici. Si distinguono (v. figura)
e funzionino anche in modo diverso, nella maggior parte linfonodi superficiali, che si trovano a livello del collo, delle Linfonodi: piccole
I linfomi originano ghiandole a forma di
dai linfonodi, ma il dei casi si riparano e si riproducono nello stesso modo. Di ascelle e dellinguine, e linfonodi profondi, che si trovano
fagiolo localizzate al
30% dei linfomi non norma si dividono in maniera ordinata e controllata, ma nelladdome e nel torace. Il loro numero varia, a seconda collo, sotto le ascelle, nel
Hodgkin pu originare se, per un qualsiasi motivo, questo processo si altera, esse
da organi al di fuori del della localizzazione, da poche unit a qualche decina (ad mediastino, nelladdome
impazziscono e continuano a dividersi senza controllo, e nellinguine (distretti
sistema linfatico. esempio i linfonodi ascellari variano tra 20 e 50).
linfonodali).
formando una massa che si definisce tumore. Attraverso i vasi linfatici circola in tutto il corpo la linfa, un
liquido chiaro che contiene i linfociti. I linfociti svolgono Linfa: liquido chiaro,
trasparente, incolore, che
unimportante funzione di difesa contro le infezioni e le circola nei vasi linfatici e
Linfonodi: piccole ghian- malattie; originano dal midollo osseo sotto forma di cel- che contiene i linfociti.
dole a forma di fagiolo
localizzate al collo, sotto
lule staminali e si distinguono in due tipi principali: i lin-
Cellule normali Cellule tumorali Linfociti: tipo di globuli
le ascelle, nel mediastino fociti B, che raggiungono la maturit nel midollo osseo o bianchi che aiutano
(v. sotto), nelladdome I linfomi si suddividono convenzionalmente in due grandi negli organi linfatici, e i linfociti T, che maturano nel timo. lorganismo a combat-
e nellinguine (distretti categorie: tere contro le infezioni.
linfonodali).
i linfomi di Hodgkin;
Cellule staminali: cellule
Mediastinici: correlato al
mediastino, spazio che
i linfomi non Hodgkin. primitive non specializza-
te che possono trasfor-
occupa la parte mediana Nei linfomi le cellule tumorali crescono dai linfonodi e ten- marsi in qualunque altro
del torace.
dono ad invadere i linfonodi del distretto pi vicino, ma pos- linfonodi linfonodi tipo di cellula del corpo.
del collo
Midollo osseo: materiale sono diffondersi attraverso il sistema linfatico o il sangue, mediastinici Secondo molti ricercatori,
spugnoso che riempie il le cellule staminali
raggiungendo cos, nel primo caso, altri distretti linfonodali,
tessuto osseo e contiene timo potranno rivoluzionare la
anche le cellule staminali nel secondo altri organi. I gruppi di linfonodi e i vasi linfatici medicina, permettendo
(v. pag. 7), che danno sono presenti in tutto lorganismo, quindi la malattia pu svi- ai medici di riparare spe-
origine a tre diversi tipi lupparsi in ogni parte del corpo. I pi colpiti sono, nellordine, cifici tessuti o di ripro-
di cellule del sangue diaframma durre organi.
(globuli rossi; globuli i linfonodi del collo, ascellari, mediastinici, inguinali e ad- linfonodi ascellari
bianchi; piastrine). dominali, ma possono essere interessati anche alcuni organi, fegato
Timo: piccola ghiandola
soprattutto il midollo osseo, il fegato, i polmoni o le ossa. I che si trova dietro lo
milza sterno.
linfomi non Hodgkin rappresentano un gruppo eterogeneo
Maggiori informazioni di tumori che possono svilupparsi nei linfonodi, ma anche linfonodi
addominali
sono disponibili su Il al di fuori di questi; infatti, nel 30% dei casi la malattia pu linfonodi inguinali
linfoma di Hodgkin (La
Collana del Girasole).
insorgere in organi quali lo stomaco, lintestino, la cute e il
sistema nervoso centrale (linfoma cerebrale). La localizzazione dei linfonodi nel nostro corpo

6 www.aimac.it collana del girasole 7


Qual la differenza tra infezione da virus di dellepatite C (HCV), che potrebbe
accrescere il rischio di sviluppare un linfoma non Hodgkin,
La differenza tra
linfoma di Hodgkin e
il linfoma non Hodgkin in particolare del sottogruppo indolente (v. pag. 14).
Celiachia: intolleranza
Le persone sottoposte a chemioterapia e/o radioterapia per
non Hodgkin sta nella
presenza delle cellula di e il linfoma di Hodgkin? unaltra forma di tumore hanno un maggior rischio di svi-
al glutine che causa
linfiammazione
Reed-Sternberg, che il luppare un linfoma non Hodgkin anche a distanza di molti dellintestino tenue.
segno caratteristico del
linfoma di Hodgkin.
Un linfoma non Hodgkin si differenzia dal linfoma di Hodgkin anni, ma va sottolineato che il rischio , comunque, molto
Gemelli omozigoti:
perch privo della cellula di Reed-Sternberg, una cel- basso rispetto ai benefici derivanti dal trattamento. derivano da una singola
lula gigante caratterizzata da due nuclei distinti, che Alcuni batteripossono essere causa del linfoma a tipo MALT cellula uovo fecondata
lelemento distintivo dei linfomi del secondo tipo. da uno spermatozoo.
Diagnosi differenziale: (ad esempio lhelicobacter pylori per il linfoma che interessa Ad un certo momento,
procedimento basato sul La diagnosi differenziale tra i due tipi di linfoma si pone le mucose a livello dello stomaco oppure la chlamydia psit- lembrione si separa in
confronto fra i segni e con lesame istologico, lo studio citofluorimetrico op- due embrioni identici.
sintomi riferiti dal malato
taci per quello a carico dellorbita oculare). Gli individui af-
I gemelli si somiglie-
e riscontrati dagli accer- pure con lanalisi molecolare. fetti da celiachia hanno un rischio pi alto di sviluppare un ranno come due goc-
tamenti per escludere La differenza tra i due tipi di linfoma sostanziale, e clas- particolare linfoma a livello intestinale, il linfoma a cellule T ce dacqua. I gemelli
manifestazioni simili eterozigoti derivano,
che non comprendono
sificare correttamente la malattia molto importante ai fini di tipo enteropatico (EATL). invece, da due cellule
tutti i segni e sintomi della definizione del piano terapeutico. Nel complesso, i linfomi non Hodgkin rimangono tumori ra- uovo fecondate da due
rilevati fino a giungere spermatozoi. I gemelli
alla diagnosi corretta, ri anche nelle categorie a rischio. Non sono malattie infetti-
avranno cos patrimoni
evitando possibili errori di ve e non possono essere trasmessi ad altri individui. Ci si- genetici simili come quelli
valutazione. gnifica che se vi stato diagnosticato, i vostri familiari non di due fratelli, ma diversi
Esame istologico: studio
delle cellule e dei tessuti Che cosa causa i linfomi hanno un rischio aumentato di ammalarsi tranne nel caso di
gemelli omozigoti.
luno dallaltro.

al microscopio.
Studio citofluorime-
non Hodgkin?
trico: tecnica che si basa
sul riconoscimento di Le cause dei linfomi non Hodgkin sono tuttora scono-
antigeni cellulari (v. sotto)
mediante il legame con
anticorpi fluorescenti.
sciute, almeno nella maggior parte dei casi. Sono stati, tut-
tavia, identificati alcuni fattori di rischio o predisponenti,
Quali sono i sintomi dei linfomi
Antigeni cellulari: mole-
cole a struttura proteica.
tra i quali: non Hodgkin? I sintomi dei linfomi
non Hodgkin sono:
debolezza del sistema immunitario: ad esempio nei - gonfiore di un lin-
fonodo del collo, ascel-
Analisi molecolare: soggetti sottoposti a trapianto dorgano e per questo in La malattia si manifesta di solito con un gonfiore indolore lare o inguinale;
studio delle modificazioni terapia con farmaci (immunosoppressori) per prevenire
genetiche nel DNA delle
di un linfonodo superficiale del collo, ascellare o inguinale. I - sudore eccessivo
cellule malate. la crisi di rigetto; nei malati di AIDS; in alcuni rari casi di sintomi pi frequenti sono sudore eccessivo notturno; febbre notturno;
- febbre di origine
malattie che abbassano le difese immunitarie; di origine sconosciuta che insorge la sera e si risolve sponta-
Immunosoppressori: sconosciuta;
farmaci che esercitano infezione da virus di Epstein Barr (EBV), che causa neamente al mattino; dimagrimento (10% in 6 mesi). - perdita di appetito
unazione depressiva o della mononucleosi infettiva, o da virus della leucemia A questi sintomi, (convenzionalmente indicati come sin- e di peso;
di inibizione del sistema - stanchezza;
immunitario. umana a cellule T di tipo 1 (HTLV1) che potrebbe ac- tomi B), si possono aggiungere stanchezza eccessiva, - prurito.
crescere il rischio di sviluppare la malattia in futuro; prurito e anche altre manifestazioni cliniche a seconda

8 www.aimac.it collana del girasole 9


del gruppo di linfonodi interessati dalla malattia. Pi rara- lit di sofisticate tecniche di ago-biopsia, eseguite sotto
mente, in caso di ingrossamento dei linfonodi profondi a guida TC in anestesia locale, ha reso la fase diagnostica
livello del torace, possono comparire tosse o dispnea; se, meno rischiosa e ha ridotto i tempi di attesa del risultato.
Dispnea: difficolt respi- invece, lingrossamento interessa i linfonodi addominali, si Tuttavia, non sempre il materiale prelevato adeguato per
ratoria.
possono accusare dolore e senso di ingombro e, talvolta, si la diagnosi ed necessario procedere a una nuova biopsia
Anemia: calo del nu- pu osservare la presenza di una protuberanza nella pan- di un linfonodo intero.
mero dei globuli rossi nel cia o di gonfiore agli arti inferiori dovuto alla compressione
sangue.
dei linfonodi addominali sui vasi sanguigni.
Piastrine: cellule ema- Se le cellule tumorali sono presenti nel midollo osseo, pos-
tiche che servono alla
coagulazione del sangue.
sono manifestarsi mancanza di fiato e stanchezza legati alla
condizione di anemia, tendenza alle emorragie (sangue Ulteriori esami
dal naso, mestruazioni molto abbondanti, o formazione
di piccole macchie sotto la pelle) legate alla mancanza di Se la biopsia conferma la diagnosi, necessario approfon-
piastrine, e un aumentato rischio di sviluppare infezioni dire gli accertamenti per verificare se la malattia localiz-
per la riduzione dei globuli bianchi. zata oppure diffusa in altre sedi. questo il processo di
Stadiazione (o staging):
Se accusate uno qualsiasi dei suddetti sintomi, recatevi al stadiazione, che rappresenta un momento fondamentale processo che consente di
pi presto dal medico di famiglia per una visita, ma tenete per stabilire lo stadio della malattia e le scelte terapeu- stabilire lestensione e la
tiche, oltre ad influenzare notevolmente la prognosi. diffusione del tumore.
presente che essi possono essere causati da molte altre
condizioni patologiche e che la maggior parte di coloro Gli esami utili per stabilire lo stadio clinico potranno com- Stadio: termine tecnico
che li avvertono non risulter affetta da linfoma. prendere una o pi delle seguenti procedure. usato per descrivere
lestensione del tumore,
Analisi del sangue: servono per controllare la funzionalit sia locale che a distanza.
epatica e renale, per rilevare anche eventuali precedenti
Prognosi: previsione sul
infezioni virali, che possono condizionare la scelta del trat- probabile andamento

Come si formula la diagnosi? tamento, e alcuni parametri utili per valutare le possibilit
di guarigione.
della malattia, formulata
sulla base delle condi-
zioni del malato, dello
Biopsia del midollo osseo: consiste nel prelievo di un stadio del tumore, delle
Solitamente liter diagnostico comincia dal medico di
possibilit terapeutiche
famiglia, che, dopo la visita, pu prescrivere degli accer- campione di midollo osseo, di solito dalla cresta iliaca po- e delle possibili compli-
Ematologo: medico tamenti e, se lo ritiene opportuno, suggerirvi di consultare steriore del bacino, che viene poi inviato in laboratorio per cazioni.
specialista, esperto nel lesame istologico per vedere se contiene cellule tumorali.
trattamento delle malat- un ematologo per una pi approfondita valutazione ed
Midollo osseo: materiale
tie del sangue. eventuale esecuzione di ulteriori indagini. Si esegue in anestesia locale negli adulti, in anestesia ge- spugnoso che riempie il
La certezza della diagnosi si ha con la biopsia, che consiste nerale nei bambini. La procedura richiede pochi minuti e tessuto osseo e contiene
Biopsia: prelievo di un anche le cellule staminali
nel prelievo di un frammento di linfonodo, o dellintera si pu eseguire in reparto o nellambulatorio per pazienti
campione di cellule o di (v. pag. 7), che danno
tessuto che sar esami- ghiandola, e nel successivo esame al microscopio. La pro- esterni. Dopo aver iniettato un anestetico locale per ren- origine a tre diversi tipi
nato al microscopio per cedura si esegue di solito ambulatorialmente in anestesia dere insensibile larea, il medico introduce delicatamente di cellule del sangue
accertare leventuale pre- (globuli rossi; globuli
locale, ma la biopsia dei linfonodi profondi delladdome o attraverso la cute un ago fino a raggiungere losso, quindi bianchi; piastrine).
senza di cellule atipiche.
del torace richiede lanestesia generale. Oggi, la disponibi- con laiuto di unapposita siringa preleva un campione di

10 www.aimac.it collana del girasole 11


sangue midollare (che si trova allinterno dellosso) e di Attraverso il computer possibile visualizzare le parti che
midollo osseo che invia in laboratorio. Quindi ritira lago e assorbono maggiormente il glucosio; sar poi il medico
Si parla ancora comu- applica un cerotto sul punto di iniezione. Durante la biop- nucleare a valutare il significato di questassorbimento.
nemente di tomografia sia si pu avvertire una sensazione di fastidio che dura solo
assiale computerizzata Risonanza magnetica nucleare (RMN): si usa solo in casi
pochi minuti, ma se dovesse persistere anche nei giorni
o TAC, ma laggettivo selezionati. Utilizza i campi magnetici per elaborare immagi-
assiale oggi inappro- successivi, si possono somministrare degli analgesici.
priato, perch le nuove
ni dettagliate delle strutture interne dellorganismo. Per la
tecniche a spirale Radiografia del torace: serve per accertare la presenza di migliore riuscita indispensabile rimanere sdraiati e fermi
consentono di ottenere malattia ai linfonodi localizzati nel torace, ma oggigiorno quanto pi possibile sul lettino che si trova allinterno di un
pi immagini in una
sola scansione, mentre utilizzata soprattutto come esame di controllo. cilindro di metallo. Prima di entrare nel cilindro necessario
la scansione solo sul rimuovere ogni oggetto metallico. I portatori di pacemaker
piano assiale, Tomografia computerizzata (TC): tecnica radiologica che
o altri tipi di clip metalliche chirurgiche non possono sotto-
ossia trasversale, permette di ottenere tante fotografie sequenziali dello stes-
permetteva di produrre porsi alla RMN a causa dei campi magnetici, e se si soffre
so distretto corporeo su piani successivi. Le immagini cos
unimmagine alla volta. di claustrofobia, opportuno informare il medico. Lintera
prodotte sono inviate ad un computer che le elabora per
procedura pu richiedere fino ad unora ed indolore.
dare poi il quadro dettagliato delle strutture interne di un or-
gano. La procedura indolore e richiede circa trenta minuti. Puntura lombare: si richiede solo in casi molto selezionati
Mezzo di contrasto:
Nella maggior parte dei casi si usa un mezzo di contrasto qualora sussista un rischio aumentato di localizzazione
sostanza moderatamente
radioattiva contenente per visualizzare meglio le strutture interne del corpo. La sua delle cellule tumorali nelle meningi. Si esegue ambulato-
iodio (v. sotto), che si somministrazione pu dare una sensazione diffusa di calore riamente. Dopo avervi fatto sedere sul lettino con la schie- Meningi: le tre mem-
somministra sotto forma brane connettivali che
di iniezione in una vena per qualche minuto. Se si soffre di allergie allo iodio o di na incurvata in avanti, il medico introduce delicatamente
avvolgono il cervello e il
del braccio. utilizzata asma, importante informare il medico per prevenire rea- un ago molto sottile tra due vertebre lombari e preleva un midollo; procedendo
in radiologia per la sua zioni piuttosto serie. la tecnica diagnostica pi utilizzata. campione di liquido spinale che sar analizzato in labora- dallesterno verso
propriet di trasparenza ai linterno, sono denomi-
raggi X rispetto ai tessuti La TC emette una quantit di radiazioni talmente modesta torio al microscopio per vedere se contiene cellule tumo-
nate dura madre,
del corpo umano. da non destare preoccupazioni. necessario essere a di- rali. Dopo la procedura indispensabile rimanere a letto aracnoide e pia madre.
Iodio: elemento chimico
giuno da almeno quattro ore prima di sottoporsi alla TC. sdraiati in posizione supina per almeno due ore per preve-
normalmente presente nire la comparsa di un fastidioso mal di testa.
Tomografia ad emissione di positroni (PET): procedura
nella nostra dieta. La puntura lombare in genere ben tollerata, ma talvolta
fondamentale nella fase diagnostica per stabilire la reale
pu provocare una sensazione di formicolio nella parte
Prognosi: previsione sul diffusione del linfoma, dopo il trattamento per verificare
probabile andamento posteriore delle gambe. Nei giorni immediatamente suc-
se eventuali masse residue contengono cellule tumorali,
della malattia, formulata cessivi potrebbe manifestarsi un mal di testa, che con-
sulla base delle condi- come anche per formulare la prognosi, soprattutto nella
zioni del malato, dello trollabile con la somministrazione di analgesici o in qual-
malattia in stadio avanzato.
stadio del tumore, delle che caso di steroidi (cortisone).
possibilit terapeutiche
La PET si basa sulla conoscenza che i tumori consumino
e delle possibili compli- pi glucosio rispetto ai tessuti normali. Durante lesame si Ecocardiogramma: esame che permette al medico di vi-
cazioni. somministra per endovena un composto contenente zuc- sua-lizzare le strutture interne del cuore (pareti, valvole,
Glucosio: uno zucchero.
chero radioattivo, che si diffonde in tal modo in tutto il cavit) e di studiare il funzionamento dellorgano in mo-
corpo. La scansione si esegue dopo circa un paio dore. vimento in modo da rilevare eventuali anomalie. Si basa

12 www.aimac.it collana del girasole 13


sullimpiego degli ultrasuoni. di fondamentale impor- molto lentamente e a volte non richiedono alcuna tera-
tanza, perch diversi chemioterapici possono alterare la pia per molto tempo. Alcuni tipi hanno ottime proba-
funzione cardiaca e una corretta valutazione prima e du- bilit di guarigione completa; altri, invece, tendono a
Ultrasuoni: suoni con rante il trattamento permette allematologo di poter pre- ripresentarsi in futuro e a cronicizzare. Un esempio il
frequenze elevatissime,
non udibili dallorecchio
scrivere la terapia pi indicata. linfoma follicolare;
umano. aggressivi: hanno un alto grado di malignit, crescono
rapidamente, di solito sono accompagnati da sintomi e
richiedono un trattamento in tempi brevi. Nonostante
La classificazione dei linfomi ci, le probabilit di guarigione completa sono pi alte
rispetto a quelle dei linfomi indolenti. Appartengono a
non Hodgkin questo gruppo il linfoma diffuso a grandi cellule B e il
linfoma di Burkitt;
I linfomi non Hodgkin rappresentano un gruppo etero- acuti: si sviluppano molto rapidamente e richiedono un
geneo di malattie dal punto di vista istologico e clinico. trattamento immediato e intensivo. Sono meno fre-
Per tale motivo fondamentale che i medici sappiano a quenti. Si considerano acuti il linfoma di Burkitt e il lin-
Prognosi: previsione sul quale tipo appartiene la vostra malattia, perch da ci foma linfoblastico.
probabile andamento dipendono le decisioni terapeutiche, oltre che la prognosi.
della malattia, formulata
sulla base delle condi- Queste informazioni sono fornite dallo studio al microsco-
zioni del malato, dello pio delle cellule prelevate con la biopsia (v. pag. 11).
stadio del tumore, delle La classificazione pi utilizzata, basata sul tipo cellulare di-
possibilit terapeutiche
e delle possibili compli- stingue tra linfomi non Hodgkin a cellule B o a cellule T. Tra i Gli stadi dei linfomi non Hodgkin
cazioni. primi, pi diffusi nel mondo occidentale, i pi comuni sono
il linfoma diffuso a grandi cellule B e il linfoma follicolare, La stadiazione il processo che consente di stabilire le-
Biopsia: prelievo di un
campione di cellule o di meno comuni sono il linfoma a cellule B della zona mar- stensione e la diffusione di un tumore.
tessuto che sar esami- ginale extranodale tipo MALT, il linfoma mantellare, il lin- I linfomi non Hodgkin sono convenzionalmente classificati
nato al microscopio per foma di Burkitt, il linfoma a grandi cellule B mediastiniche,
accertare leventuale pre-
secondo i seguenti stadi: Stadiazione (o staging):
il linfoma a cellule B della zona marginale nodale, il linfoma processo che consente
senza di cellule atipiche. stadio 1: il tumore interessa un unico distretto lin- di stabilire lestensione e
linfocitico a piccole cellule, il linfoma linfoplasmatico (detto fonodale; la diffusione del tumore,
anche macroglobulinemia di Waldenstrom). Tra i linfomi a quindi la sua aggressivit.
stadio 2: il tumore interessa due o pi distretti linfonodali
cellule T, rari nel mondo occidentale, i pi comuni sono il
dallo stesso lato del diaframma (o sopra, nel torace, nelle Diaframma: lamina
linfoma a cellule T periferiche, i linfomi cutanei (che inclu- muscolare che separa la
ascelle e nel collo, o sotto, nella pelvi o negli inguini);
dono la micosi fungoide e la sindrome di Szary), il linfoma cavit toracica da quella
stadio 3: il tumore localizzato ai linfonodi su entrambi addominale.
anaplastico a grandi cellule, il linfoma linfoblastico.
Secondo una classificazione generale molto diffusa basata i lati del diaframma;
sullandamento clinico, i linfomi non Hodgkin si definiscono: stadio 4: il tumore si diffuso oltre i linfonodi, raggiun-
indolenti: hanno un basso grado di malignit, crescono gendo, ad esempio a fegato, polmoni o ossa.

14 www.aimac.it collana del girasole 15


Allindice numerico si affiancano convenzionalmente an- di trattamento tenendo conto di vari fattori quali i risultati
che le lettere A, B, E, S e X con il seguente significato: degli esami diagnostici; lo stadio della malattia; il tipo e il
A = assenza di sintomi; B = presenza di sintomi specifici sottotipo specifici del linfoma; la sede, le dimensioni e il nu- In molti casi la guari-
Enzima: particolare (perdita di peso del 10% negli ultimi sei mesi, febbre o mero dei linfonodi interessati; leventuale presenza di sin- gione possibile anche
proteina che catalizza, se la malattia si dif-
ossia che accelera, molte sudorazione notturna profusa); E = coinvolgimento di un tomi (febbre, sudorazione notturna o perdita di peso); let fusa ad altri organi.
reazioni chimiche del me- organo non appartenente al sistema linfatico (ad esempio e le condizioni generali del paziente (inclusa la presenza di
tabolismo cellulare. polmone); S = coinvolgimento della milza; X = la massa eventuali altre malattie).
Latticodeidrogenasi tumorale molto voluminosa. Lematologo/oncologo vi spiegher in dettaglio che cosa
(LDH): enzima con- Un ulteriore sistema di classificazione molto diffuso per i prevede il trattamento e le ragioni per cui ritiene che il piano
tenuto in moltissime
cellule di vari organi
linfomi non Hodgkin lIndice Prognostico Internazionale terapeutico che propone sia il pi indicato per il vostro caso.
(cuore, muscoli, fegato, (IPI) che si basa sulla suddivisione in stadi, e anche su altri
reni, polmoni, cervello, criteri quali let, lestensione della malattia al di fuori del Il consenso informato
globuli rossi). I livelli di
LDH risultano aumentati sistema linfonodale e il livello dellenzima lattico-deidro- Prima di procedere a qualunque trattamento il medico ha
se le cellule dellorgano genasi (LDH). il dovere di spiegarvi dettagliatamente lo scopo, le moda-
che lo contiene hanno Una volta completati gli accertamenti diagnostici e il pro- lit e le conseguenze che questo potrebbe avere; quindi, vi
subito un danno.
cesso di stadiazione, loncologo in grado di pianificare il chieder di firmare un apposito modulo di consenso, con
Oncologo: medico trattamento che reputa pi efficace per il singolo caso. il quale autorizzate il personale sanitario ad attuare tutte
specialista, esperto nel
le procedure necessarie. Nessun trattamento pu essere
trattamento dei tumori.
effettuato senza il vostro consenso, e prima di firmare il
Ematologo: medico modulo dovrete avere ricevuto tutte le informazioni neces- Nessun trattamento
specialista, esperto nel
trattamento delle malat-
tie del sangue.
Quali sono i tipi di trattamento sarie su: tipo e durata del trattamento consigliato, vantag-
gi e svantaggi, eventuali alternative terapeutiche possibili,
pu essere attuato
senza il vostro con-

usati?
senso.
rischi o effetti collaterali significativi.
Radioterapista: oncolo-
go specialista in radiote-
Se le informazioni ricevute non sono chiare, non abbiate
rapia. In generale il trattamento dei linfomi ha ottime probabilit timore di chiedere che vi siano ripetute. un vostro diritto
di successo, riuscendo a ottenere la guarigione oppure a chiedere chiarimenti perch importante che abbiate la
Anatomo-patologo:
medico specialista, controllare la malattia per molti anni. consapevolezza di come il trattamento sar effettuato e di
esperto nella diagnosi quali conseguenze avr. In caso di dubbi, potete sempre
delle malattie sulla base chiedere che vi sia lasciato altro tempo per riflettere.
dello studio delle cellule Pianificazione del trattamento
al microscopio. Nella maggior parte degli ospedali, unquipe composta Potrete anche decidere di rifiutare il trattamento. In questo
da vari specialisti - tra cui un oncologo, un ematologo, un caso il medico vi spiegher quali conseguenze potrebbe
Nutrizionista: medico avere tale decisione. Non siete obbligati a fornire alcuna
specialista, esperto nella radioterapista, un radiologo, un medico specialista in me-
valutazione e nel tratta- dicina nucleare e un anatomo-patologo, ed eventualmente spiegazione per la decisione di rifiutare il trattamento, ma
mento di tutti gli aspetti anche un infermiere specializzato nel trattamento dei pa- comunque opportuno condividere con i medici le vostre
collegati alla nutrizione. motivazioni in modo che possano essere discusse e vi pos-
zienti oncologici, un nutrizionista, un dietista, un fisiote-
rapista e uno psicologo si prende cura di elaborare il piano sano offrire ulteriori consigli.

16 www.aimac.it collana del girasole 17


La chemioterapia sa agevolmente alla fine del trattamento, se necessario
praticando una leggera anestesia locale; detto anche
linea centrale;
La chemioterapia consiste nella somministrazione di farmaci
il catetere venoso centrale periferico (PICC): dispositivo
antitumorali che hanno leffetto di inibire la crescita e la di-
simile al CVC, da cui si distingue perch introdotto a
visione delle cellule tumorali fino a provocarne la morte. At-
livello della piega del gomito anzich nel torace. Si ap-
Maggiori informazioni traverso il circolo sanguigno, i farmaci possono raggiungere
sono disponibili su La plica in anestesia locale. Pu essere utilizzato per la tera-
qualunque distretto corporeo. La chemioterapia si sommini-
chemioterapia (La Col- pia e per i prelievi di sangue. Viene rimosso agevolmente
lana del Girasole); stra nella maggior parte dei casi per via endovenosa, ma an-
alla fine del trattamento;
DVD prodotto da AIMaC che per bocca; in taluni casi selezionati, pu essere sommini-
in collaborazione con strata per via intratecale (v. pag 14) iniettando direttamente i il catetere venoso con porta impiantabile (port-a-
AIOM, Associazione Itali- cath): alcuni cateteri terminano in un piccolo dispositivo
ana di Oncologia Medica.
farmaci nel liquido spinale.
possibile somministrare un solo farmaco o pi farmaci, introdotto sotto la cute del torace, che prende il nome di
Maggiori informazioni che sfruttano diversi meccanismi dazione. Di solito si som- porta impiantabile. Si applica in anestesia locale o gene-
sul singolo prodotto rale. Come il CVC e il PICC, pu essere utilizzato per
antitumorale (come si
ministrano pi farmaci nel corso di una seduta o di alcuni
somministra, quali sono giorni; poi segue una pausa di qualche settimana per dare somministrare i farmaci e prelevare campioni di sangue.
gli effetti collaterali pi modo allorganismo di smaltire gli eventuali effetti collatera- rimosso agevolmente alla conclusione del trattamento,
e meno frequenti) e sui se necessario in anestesia locale.
regimi di combinazione
li. Questo schema costituisce un ciclo di trattamento. Le
sono disponibili sui Pro- sedute sono in genere ambulatoriali, ma talvolta potrebbe In taluni casi selezionati, quando stato accertato, tramite
fili Farmacologici, che essere necessaria una breve degenza in ospedale. Il tratta- una puntura lombare (v. pag. 14), che le cellule tumorali
possono essere richiesti
alla segreteria di AIMaC
mento si protrae per alcuni mesi, durante i quali si sotto- sono presenti nel liquido spinale, la chemioterapia pu es-
(numero verde 840 posti a controlli periodici. sere somministrata iniettando direttamente i farmaci nel
503579) oppure scaricati liquido spinale fino alla completa eliminazione delle cellule
dal sito www.aimac.it.
Come si somministra la chemioterapia? tumorali. Questa modalit di somministrazione si definisce
I chemioterapici pi utilizzati per il trattamento dei linfo- intratecale, e si esegue ambulatorialmente. Lematologo/
mi non Hodgkin si somministrano pi spesso per via en- oncologo potrebbe preferirla, in particolare per i pazienti
dovenosa. Ci si pu fare con una semplice flebo, inseren- che, per le caratteristiche della malattia, sono pi a rischio
do un ago nel braccio, ma per evitare leffetto fortemente di recidiva al sistema nervoso centrale, anche in assenza di
irritante di alcune sostanze ai danni delle pareti vascolari cellule tumorali nel liquido spinale a scopo preventivo.
che col tempo potrebbe causare infiammazioni o la chiu-
sura della vena, sono disponibili i seguenti dispositivi: Effetti collaterali
il catetere venoso centrale (CVC): cannula di materiale Le reazioni alla chemioterapia variano da soggetto a sog-
sintetico biocompatibile che sinserisce in anestesia lo- getto, e se anche dovessero essere spiacevoli, di solito pos-
cale in una vena nel torace. Quindi fissata al torace per sono essere facilmente controllate con appositi farmaci.
Le reazioni alla che-
mezzo di punti o con un cerotto per evitare che fuoriesca Limportante non pretendere di fare tutto ci che si svol- mioterapia variano da
dalla vena. Si pu utilizzare per somministrare i farmaci geva prima senza sforzo. Si deve, tuttavia, tenere presente soggetto a soggetto.
e anche per prelevare campioni di sangue. Viene rimos- che le attuali modalit di somministrazione e i numerosi

18 www.aimac.it collana del girasole 19


trattamenti per prevenire gli effetti collaterali hanno reso la gera attivit fisica pu essere molto utile. Gli oncologi e gli
chemioterapia molto pi tollerabile rispetto al passato. ematologi parlano convenzionalmente di fatigue per de-
Gli effetti collaterali dei farmaci pi comunemente utilizzati scrivere il senso di stanchezza e spossatezza che il paziente
nel trattamento del linfoma non Hodgkin sono i seguenti: avverte durante e dopo le terapie antitumorali; Fatigue: termine con il
quale gli oncologi defini-
ridotta resistenza alle infezioni: i chemioterapici distrug- ulcere del cavo orale: alcuni chemioterapici possono irri- scono comunemente la
gono le cellule tumorali, ma al tempo stesso riducono tare la bocca e provocare la comparsa di piccole ulcere. Ef- sensazione di stanchezza
che non passa con il
temporaneamente il numero di linfociti e di neutrofili. Di fettuare regolarmente degli sciacqui pu aiutare a ridurre riposo.
Linfociti e neutrofili: conseguenza, aumenta il rischio di contrarre infezioni. Se il fastidio. Se compare una candidiasi orale (il cosiddetto
tipi di globuli bianchi che la temperatura sale oltre i 38 C o compare un improvviso mughetto) vera e propria, necessario assumere farmaci Mucosa: membrana che
aiutano lorganismo a riveste le cavit viscerali
combattere contro le in- malessere nonostante la temperatura sia normale, rivol- antifungini per bocca per qualche giorno. Sono oggi di- comunicanti, diretta-
fezioni virali e batteriche. getevi immediatamente al medico o recatevi in ospedale. sponibili numerosi prodotti a base di acido ialuronico, che mente o indirettamente,
con lesterno (mucosa
Prima di ogni seduta di chemioterapia si controlla, tramite riparano la mucosa e quindi possono essere utilizzati con
Globuli rossi: cellule orale, mucosa gastrica).
ematiche che traspor- unanalisi del sangue, il valore dei globuli bianchi: se sono beneficio;
tano lossigeno e altre ancora bassi, si somministrano farmaci che ne stimolano la Menopausa: cessazione
sostanze a tutti i tessuti
caduta dei capelli: un effetto collaterale psicologica- delle mestruazioni e,
crescita e, se necessario, si rimanda il trattamento;
dellorganismo. mente molto difficile da accettare causato da alcuni che- quindi, della funzione
anemia: se il livello dei globuli rossi si abbassa, si avver- mioterapici, ma non da tutti. Di solito i capelli cominciano riproduttiva. precoce
Piastrine: cellule ema- quando avviene in et
tiche che servono alla
tono profonda stanchezza e talvolta anche mancanza di a ricrescere nellarco di tre-sei mesi dalla conclusione del ancora giovane; tardiva
coagulazione del sangue. respiro. Sono questi i sintomi dellanemia, che possono trattamento. Nellattesa si pu fare uso di parrucche, fou- quando avviene in et
essere risolti con una terapia che stimola la crescita dei lard o cappelli; avanzata.
Antiemetici: farmaci
globuli rossi o anche con trasfusioni di sangue;
in grado di impedire la infertilit: leffetto permanente pi comune causato da
comparsa della nausea e
tendenza a sviluppare lividi o piccole emorragie: se il alcuni chemioterapici. Nelluomo, pur rimanendo immu-
del vomito. Maggiori informazioni
livello delle piastrine si abbassa, possono comparire li- tata la capacit di raggiungere lorgasmo e leiaculazione, sulla fatigue sono di-
vidi o piccole emorragie (sangue dal naso o dalle gen- la produzione degli spermatozoi si riduce o pu cessare. I sponibili su La fatigue
give, macchie cutanee) di cui ignorate la causa. bene pazienti pi giovani possono precauzionalmente depositare (La Collana del Girasole).
informare loncologo perch verifichi limportanza dei un campione di sperma presso una banca del seme (v. pag. Maggiori informazioni
sanguinamenti e, se necessario, prescriva delle trasfusioni 29). Nella donna, le mestruazioni diventano irregolari o si sui problemi nutrizionali
sono disponibili su La
di piastrine; arrestano durante il trattamento e di solito si ripristinano nutrizione nel malato
alla sua conclusione. Tuttavia, nellet vicina alla meno- oncologico (La Collana
nausea e vomito: si possono prevenire o ridurre considere- del Girasole) e Neopla-
pausa fisiologica, la sospensione del ciclo indotta dalla
volmente con la somministrazione di antiemetici; sia e perdita di peso
chemioterapia pu essere definitiva. In tal caso il medico Che cosa fare? (La
stanchezza: tende ad accentuarsi nel corso del trattamen- pu prescrivere una terapia di sostituzione ormonale che Biblioteca del Girasole).
to e, se le dosi somministrate sono state massicce, potreb- ha il solo scopo di alleviare i disturbi legati alla menopausa Maggiori informazioni
be protrarsi per diversi mesi anche dopo la conclusione (vampate, secchezza della cute e della vagina, diminuzione sono disponibili su La
delle terapie. importante trovare il giusto equilibrio tra del desiderio sessuale), ma non ripristina la fertilit. caduta dei capelli (La
i periodi di riposo e lo svolgimento delle attivit. Una leg- Collana del Girasole).
Alle donne giovani che desiderano una gravidanza si of-

20 www.aimac.it collana del girasole 21


fre la possibilit di raccogliere gli oociti e di conservarli in Alcuni pazienti possono sviluppare, soprattutto dopo la
unapposita banca per uneventuale futura fecondazione prima somministrazione, una reazione allergica, che pu
in vitro. La procedura consiste in una visita ginecologica, manifestarsi sotto forma di sintomi simil-influenzali, ab-
Oociti: noti come cellule nella successiva somministrazione di ormoni per stimolare i bassamento della pressione sanguigna, difficolt respirato-
uovo, sono i gameti
follicoli ovarici e quindi un piccolo intervento per prelevare rie o senso di nausea. Per questo motivo la prima dose in-
femminili, che dopo
fecondazione da parte gli oociti. fusa lentamente nellarco di diverse ore. Prima della terapia
del gamete maschile potrebbero anche esservi somministrati dei farmaci specifici
(spermatozoo) generano Altri effetti collaterali
lembrione.
per ridurre il rischio di reazione allergica. Le somministrazio-
Alcuni chemioterapici possono influire negativamente sul- ni successive non dovrebbero creare problemi.
DNA: acido desossiribo- lattivit cardiaca; altri possono aumentare il rischio di svi-
nucleico, che contiene luppare un secondo tumore in futuro. Il rischio di effetti
tutte le informazioni
Rituximab (Mabthera)
genetiche necessarie per collaterali a lungo termine deve essere soppesato con i Questanticorpo monoclonale trova largo impiego nel trat-
la crescita e lo sviluppo di benefici della chemioterapia in grado di dare una guari- tamento di alcuni tipi di linfoma non Hodgkin a cellule B.
ogni cellula. gione definitiva o una lunga sopravvivenza nella maggio- in grado di legarsi alla proteina CD20 che presente sulla
ranza dei casi. superficie dei linfociti B e in questo modo li distrugge. Si Linfociti: tipo di globuli
somministra per infusione in vena e si pu utilizzare in vari bianchi che aiutano
lorganismo a combat-
Maggiori informazioni Contraccezione e chemioterapia modi, da solo o in combinazione con la chemioterapia (v. tere contro le infezioni.
su come preservare la Durante il trattamento sconsigliabile iniziare una gravi- pag. 18).
fertilit sono disponibili
su Padre dopo il danza, perch i chemioterapici agiscono a livello del DNA Per taluni tipi di linfomi non Hodgkin indolenti rituximab si
cancro (La Biblioteca del cellulare, aumentando il rischio di malformazioni fetali. , somministra talvolta in combinazione con la chemioterapia
Girasole) e Madre dopo pertanto, consigliabile usare un metodo contraccettivo CHOP o con bendamustina (v. pag. 27) come trattamento
il cancro e preservazi-
one della fertilit (La efficace per tutta la durata del trattamento e anche per di prima scelta; in alcuni casi pu essere somministrato an-
Collana del Girasole). alcuni mesi dopo la sua conclusione. La paura di un con- che da solo in cicli da quattro settimane. Se i risultati sono
cepimento non deve in alcun modo indurre a rinunciare buoni, si pu utilizzare anche come terapia di manteni-
Maggiori informazioni
sui singoli anticorpi alla propria vita sessuale. mento per un periodo massimo di due anni.
monoclonali (come si Nei linfomi non Hodgkin aggressivi (v. pag. 15), rituximab
somministrano, quali sono si somministra di solito in associazione con il regime che-
gli effetti collaterali pi
e meno frequenti) sono mioterapico CHOP (v. pag. 27).
disponibili sui Profili
Farmacologici, che pos-
sono essere richiesti alla
Terapia con anticorpi monoclonali Anticorpi monoclonali marcati radioattivamente
segreteria di AIMaC (nu- Ad alcuni anticorpi monoclonali sono attaccate molecole
mero verde 840 503579) Gli anticorpi monoclonali sono molecole biologiche in radioattive che erogano una dose di radiazioni diretta-
oppure scaricati dal sito grado di riconoscere e individuare cellule specifiche mente sulle cellule tumorali. Lanticorpo monoclonale
www.aimac.it. nellorganismo, attaccarsi a queste e quindi distruggerle. marcato radioattivamente che si usa nel trattamento dei
Talvolta gli anticorpi monoclonali sono somministrati in linfomi non Hodgkin ibritumomab tixuetan (Zevalin).
combinazione con una molecola radioattiva, che quindi
eroga lirradiazione direttamente alle cellule tumorali.

22 www.aimac.it collana del girasole 23


La radioterapia municare facilmente con gli operatori. La radioterapia non
dolorosa n rende radioattivi, ma dovrete rimanere im-
mobili fino alla conclusione della sessione di trattamento. La radioterapia non
La radioterapia consiste nelluso di radiazioni ad alta ener- dolorosa, ma dovrete
gia per distruggere le cellule tumorali, cercando al tempo Effetti collaterali rimanere immobili fino
a che la sessione di
Maggiori informazioni stesso di danneggiare il meno possibile le cellule normali. La radioterapia fa sentire spesso piuttosto stanchi. Gli ef- trattamento non sar
sono disponibili su: La Per il linfoma non Hodgkin la radioterapia pu essere at- fetti collaterali possono essere pi o meno fastidiosi in terminata.
radioterapia (La Col- tuata negli stadi iniziali della malattia.
lana del Girasole); DVD funzione della durata del trattamento, dellintensit della
prodotto da AIMaC in La pianificazione del trattamento una fase molto impor- dose di irradiazione erogata e della zona irradiata. Il radio-
collaborazione con AIRO, tante, perch da questa dipende la possibilit di trarre il terapista in grado di fornire indicazioni pi precise sugli
Associazione Italiana di massimo beneficio dalla radioterapia. Una volta stabilita
Radioterapia Oncologica. effetti collaterali e sui rimedi pi efficaci per controllarli.
lindicazione al trattamento, sarete sottoposti alla cosiddet- In generale, gli effetti collaterali, in funzione della zona ir-
ta TC di centratura, che serve al radioterapista per definire radiata, sono i seguenti:
con la massima precisione le dimensioni e lorientamento
La radioterapia consiste addome: disturbi allo stomaco, nausea, vomito o diarrea;
dei campi di irradiazione, come anche per elaborare, in-
nelluso di radiazioni
sieme al fisico sanitario, il piano di cura. Una volta definita testa: caduta dei capelli;
ad alta energia per
distruggere le cellule larea da irradiare, questa delimitata sulla cute tracciando collo: ulcere del cavo orale con irritazione della bocca o
tumorali, riducendo con linchiostro dei segni di demarcazione, che hanno la
quanto pi possibile della gola, talvolta anche modificazioni del gusto, per cui
funzione di renderla facilmente individuabile e di assicu-
il danno per le cellule alcuni cibi potrebbero avere al palato un sapore diverso. A
normali. rare la precisione del trattamento per tutta la sua durata. I
lungo termine pu essere compromessa anche la funzione
segni di demarcazione possono essere rimossi facilmente
della tiroide, per cui necessario verificarla attraverso un Tiroide: ghiandola che
alla conclusione del trattamento. si trova alla base del
semplice esame del sangue da eseguire periodicamente;
TC di centratura: Il ciclo di trattamento si effettua presso il centro di radiote- collo, la cui forma ricorda
mediastino: a lungo termine pu aumentare il rischio di quella di una farfalla,
fase molto importante rapia dellospedale ed ripartito in sessioni giornaliere
della radioterapia in cui poich si compone di
(tranne nel fine settimana). Ogni sessione dura complessi- alterazioni della funzione cardiaca e, nelle donne, di tu- due lobi laterali, destro
si delimita con precisione
la zona da irradiare, pro- vamente circa 30 minuti. La durata del ciclo di radioterapia more della mammella. e sinistro, uniti da una
teggendo dalle radiazioni dipende dal tipo e dallo stadio della malattia: per il linfoma Gli effetti collaterali della radioterapia possono essere pi o zona pi sottile chiamata
gli organi sani vicini. istmo. Produce ormoni
non Hodgkin la durata media tre-quattro settimane. Pri- meno fastidiosi in funzione della durata del trattamento e delle contenenti iodio che
Bunker: sala di tratta- ma di ogni sessione di trattamento, il tecnico di radiologia dosi erogate. Il radioterapista in grado di fornire indicazioni sono importanti per la
mento adeguatamente che esegue lirradiazione vi sistema sul lettino nella giusta pi precise sugli effetti collaterali che pu causare la radiotera- normale funzionalit
schermata in cui si effet- dellorganismo.
posizione. Gli operatori escono, quindi, dal bunker lascian- pia cui sarete sottoposti, e di consigliare i rimedi pi efficaci
tua la radioterapia.
dovi soli per lintera durata della seduta. Il tecnico aziona per controllarli. Mediastino: spazio im-
Acceleratore lineare: la testata dellacceleratore lineare che, ruotando intorno Alcuni effetti collaterali potrebbero comparire a distanza di mediatamente posteriore
apparecchiatura costitui- allo sterno, che divide
al lettino, raggiunge la posizione corretta per dirigere le anni dalla conclusione del trattamento o essere irreversibili (per- il polmone destro dal
ta da un lettino attorno
al quale ruota la testata radiazioni sullarea da trattare. Lerogazione vera e propria manenti), ma ci si verifica raramente e in ogni caso dipende sinistro.
che eroga i raggi X. del fascio di radiazioni dura solo pochi minuti. In caso di sempre dalla zona su cui orientato il fascio di radiazioni.
problemi, un apposito sistema audio-video consente di co-

24 www.aimac.it collana del girasole 25


stanchezza: si tratta delleffetto collaterale pi comune, trolli periodici; in caso contrario, il trattamento pi indicato
che pu comparire durante la radioterapia e persistere per la chemioterapia. La somministrazione generalmente per
alcuni mesi dopo la conclusione del trattamento. La stan- endovena, ma soprattutto nei pazienti anziani possibile
Fatigue: termine con il chezza potrebbe anche essere indotta da un calo di globuli utilizzare chemioterapici in compresse da prendere a casa.
quale gli oncologi defini-
rossi dovuto alleffetto tossico del trattamento sul midollo. I farmaci e gli schemi di trattamento sono vari, ma tutti
scono comunemente la
sensazione di stanchezza In questi casi il problema si pu risolvere nelle forme lievi prevedono lassociazione tra un regime chemioterapico a
che non passa con il con la somministrazione di ferro per bocca, nelle forme pi base di uno o pi farmaci e un anticorpo monoclonale de-
riposo. serie con la trasfusione di componenti del sangue. I medi- nominato rituximab (v. pag. 23). I regimi chemioterapici pi
Antiemetici: farmaci ci usano spesso il termine fatigue per descrivere questo utilizzati sono il CVP (ciclofosfamide, vincristina e predni-
in grado di impedire la senso di spossatezza. importante imparare ad ascoltare il solone), il CHOP (ciclofosfamide, doxorubicina, vincristina
comparsa della nausea e proprio corpo: prendersi il tempo necessario per ogni cosa e prednisolone) e bendamustina. In alcuni casi trovano im-
del vomito.
e riposare molto; piego anche anticorpi monoclonali marcati radioattiva- Prednisolone: far-
mente (v. pag. 23) che distruggono in modo mirato le cel- maco appartenente alla
nausea: si pu controllare efficacemente con la sommini- famiglia dei corticoste-
strazione di antiemetici; lule linfomatose. roidi ossia dei derivati dal
Se il linfoma interessa un solo distretto linfonodale, in ta- cortisone. Nei linfomi,
Maggiori informazioni caduta dei capelli: questeffetto pu riguardare solo larea se somministrato a dosi
sulla fatigue sono di-
luni casi potrebbe essere indicata una radioterapia con ir-
irradiata. Ad esempio, se lirradiazione interessa i linfonodi elevate, uccide le cellule
sponibili su La fatigue radiazione solo sullarea interessata. tumorali.
(La Collana del Girasole). del collo o aree della testa , si possono perdere i capelli sul- Al trattamento segue spesso un periodo di remissione.
la parte posteriore del collo, mentre se coinvolto il torace In caso di recidiva, sono possibili varie opzioni terapeu- Remissione: assenza di
Maggiori informazioni segni che indicano che la
sui problemi nutrizionali possono cadere i peli che crescono sul petto. Nella maggior tiche (una nuova chemioterapia con o senza un anticorpo malattia in atto. Si parla
sono disponibili su La parte dei casi i capelli cominciano a ricrescere nellarco di monoclonale, la radioterapia o la sola somministrazione di in questo caso di remis-
nutrizione nel malato
oncologico (La Collana
sei-dodici mesi dalla conclusione della terapia a seconda un anticorpo monoclonale), che possono portare ancora sione completa; se il vo-
del Girasole) e Neopla- della dose di irradiazione e della durata del trattamento. lume del tumore si riduce
alla remissione. per effetto delle terapie,
sia e perdita di peso
Che cosa fare? (La Tutti gli effetti collaterali della radioterapia scompaiono I linfomi non Hodgkin indolenti possono essere tenuti sot- la persona non accusa
Biblioteca del Girasole). to controllo per molto tempo. A distanza di diversi anni, sintomi, e quindi non
gradualmente alla conclusione del ciclo di trattamento, ma
necessita al momento di
Maggiori informazioni indispensabile informare il radioterapista nel caso in cui possono evolvere verso forme pi aggressive ad alto grado ulteriore trattamento la
sono disponibili su La si protraggano oltre. di malignit. In tal caso, il trattamento lo stesso previsto remissione parziale.
caduta dei capelli (La per i linfomi aggressivi (v. sotto).
Collana del Girasole). Recidiva: ripresa della
malattia dopo una fase
Linfomi non Hodgkin aggressivi di risposta completa o
Nella maggior parte di questi casi (v. pag. 15) la terapia parziale alle terapie.

Le terapie per i linfomi non Hodgkin consiste in una combinazione di chemioterapici, cortico-
steroidi e anticorpi monoclonali. La chemioterapia (v.
Corticosteroidi: farmaci
derivati dal cortisone.
pag. 18), la cui scelta dipende dal tipo di linfoma, spesso
Linfomi non Hodgkin indolenti
molto efficace e riduce le dimensioni del tumore in poco
In tali casi (v. pag. 14), se non sono presenti sintomi, non
tempo. Si somministra per infusione in vena. In genere, il
richiesto un trattamento, ed sufficiente sottoporsi a con-
ciclo di trattamento si protrae per diversi mesi, ma talvolta

26 www.aimac.it collana del girasole 27


la terapia pu essere somministrata una volta alla setti-
mana per periodi pi brevi, di solito tre-quattro mesi. Che fare se il linfoma
I farmaci e gli schemi di trattamento disponibili possono va-
riare in funzione del tipo di malattia. Il regime pi utilizzato
non Hodgkin recidiva?
il CHOP (rituximab, ciclofosfamide, doxorubicina, vin-
In molti casi, il trattamento porta alla guarigione completa,
cristina e prednisolone), normalmente in associazione con
mentre in altri potrebbe non esservi risposta al trattamen-
lanticorpo monoclonale rituximab (v. pag. 23).
to o si potrebbe sviluppare una recidiva, ossia il linfoma
Qualora sussista il rischio di recidiva dopo il trattamento, le
potrebbe ripresentarsi. Nella maggior parte dei casi di lin- Recidiva: ripresa della
Recidiva: ripresa della scelte terapeutiche pi indicate possono essere la chemio-
fomi aggressivi ci avviene nei primi due-tre anni, mentre malattia dopo una fase
malattia dopo una fase
terapia ad alte dosi con trapianto di cellule staminali (v. pag. di risposta completa o
di risposta completa o nei linfomi indolenti pu avvenire anche successivamente. parziale alle terapie.
parziale alle terapie. 31) o la radioterapia, se il linfoma localizzato a un solo sito
In caso di mancata risposta alla terapia o di recidiva,
o se era molto voluminoso prima della chemioterapia.
potrebbe essere ancora possibile attuare un trattamento
in grado di guarire la malattia (che potrebbe consistere
nella chemioterapia ad alte dosi con reinfusione di cellule
staminali (v. pag. 31).
Follow-up Se non pi possibile assicurare la guarigione, il tratta-
mento si pu comunque instaurare allo scopo di ridurre
Concluso il trattamento, lematologo/oncologo vi sot- il volume dei linfonodi e controllare la malattia, consen-
toporr a una rivalutazione della malattia per definire lo tendo in tal modo una buona qualit della vita, spesso per
stato di remissione sulla base di alcuni esami strumentali lunghi periodi.
Remissione: attenuazio- (TC/PET, eventualmente biopsia del midollo osseo o ripe-
ne o scomparsa dei segni tizione di altri esami inizialmente alterati). Se si accerta che
e sintomi di una malattia.
Nel primo caso di parla di la remissione completa, inizier la fase dei controlli pe-
remissione parziale, nel
secondo di remissione
rio-dici che comprenderanno visite mediche e alcuni esami
strumentali (radiografia del torace/ecografia addominale).
Il trattamento avr effetti
completa.
questo ci che i medici definiscono convenzionalmente sulla fertilit?
follow-up. Allinizio i controlli avranno una frequenza
pi ravvicinata (tre-sei mesi), per poi dilatarsi nel tempo Per luomo
(una volta allanno). Le visite di controllo rappresentano il Maggiori informazioni
A causa degli effetti collaterali sconsigliabile la gravidanza sono disponibili su Ses-
momento giusto per condividere le vostre ansie o paure anche quando luomo ad essere sottoposto alla chemio- sualit e cancro (La
con lematologo/oncologo. Tuttavia, se nei periodi di in- terapia. Per prevenire ogni tipo di effetto collaterale causa- Collana del Girasole).
tervallo tra un controllo e laltro si manifestano dei pro- to dai farmaci sulla fertilit maschile, si pu considerare Maggiori informazioni
blemi o compaiono nuovi sintomi, opportuno contattare la possibilit di depositare lo sperma nellapposita banca, sulla banca del seme
lematologo/oncologo al pi presto possibile. per poterlo utilizzare successivamente. Questa procedura sono disponibili su Pa-
dre dopo il cancro (La
si definisce crioconservazione del seme, e consiste nel Collana del Girasole).
prelevare, congelare e conservare pi campioni di sperma

28 www.aimac.it collana del girasole 29


per uneventuale successiva inseminazione artificiale. La anticipare il parto.
crioconservazione del seme effettuata presso i pi im- Sono molte le coppie che hanno avuto bambini perfet-
Per maggiori infor- portanti centri ospedalieri dietro richiesta dellematologo/ tamente sani e normali dopo che uno dei partner stato
mazioni sui centri di oncologo che ha prescritto la chemioterapia. trattato per linfoma di non Hodgkin. Purtroppo, per, al- Sterilit: incapacit di
crioconservazione del concepimento.
fondamentale che tutti i pazienti, soprattutto i pi gio- cuni trattamenti (ad esempio la chemioterapia ad alti dosi
seme: www.aimac.it.
vani, siano informati della possibilit di crioconservare il con reinfusione di cellule staminali) causano sterilit ir-
seme e possano parlarne col proprio medico. reversibile.
In realt si parla di
Che cosa fare se la terapia mi ha reso infertile? trapianto di cellule
Per la donna La diagnosi di infertilit molto difficile da accettare. Non staminali, ma impro-
Spesso, durante la chemioterapia, le mestruazioni si ar- essere in grado di concepire provoca nella donna vissuti
prio, perch le cellule
staminali vengono
restano o diventano irregolari, tuttavia; una volta terminato dolorosi che hanno a che fare con la propria femminili- prelevate e poi reim-
il trattamento, il ciclo pu regolarizzarsi, per cui estrema- t e che difficilmente vengono elaborati proprio perch piantate sotto forma di
Maggiori informazioni su mente importante non sospendere mai luso di metodi tale mutilazione appartiene ad una sfera sostanzialmente
trasfusione in una vena
come preservare la fer- periferica o centrale.
contraccettivi sia durante che dopo la terapia. Quanto pi intima. Pu, invece, essere molto importante cercare di
tilit sono disponibili su
Madre dopo il cancro
la donna vicina alla menopausa naturale, tanto pi alte esprimersi, magari rendendo il partner partecipe dei vostri
e preservazione della sono le probabilit che la chemioterapia blocchi definitiva- sentimenti o ancora cercando un sostegno insieme per af-
fertilit (La Collana del mente il ciclo., anticipando la menopausa.
Girasole). frontare questo difficile momento. Cellule staminali
Nei casi in cui le mestruazioni scompaiono si pu attuare emopoietiche: cellule
una terapia sostitutiva ormonale. Si potr cos prevenire la primitive non specializ-
zate che possono trasfor-
comparsa di sintomi tipici della menopausa quali vampate
marsi in qualunque altro
di calore, secchezza della cute e della vagina. tipo di cellula del corpo.
Oociti: cellule uovo
prodotte ogni mese dalle
Alle donne in et fertile si consiglia lassunzione della pillo- Chemioterapia ad alte dosi con Secondo molti ricerca-
tori, le cellule staminali
ovaie della donna in et
riproduttiva.
la anticoncezionale durante il trattamento, allo scopo di
preservare la funzione ovarica e di evitare gravidanze. Nel reinfusione di cellule staminali potranno rivoluzionare la
medicina, permettendo
caso in cui il linfoma non richieda un trattamento urgente, ai medici di riparare spe-
possibile prelevare gli oociti o il tessuto ovarico e conge- Alcuni pazienti, in caso di mancata risposta alla chemiote- cifici tessuti o di ripro-
durre organi.
larli fino al momento dellutilizzo dopo la guarigione me- rapia o di recidiva dopo la prima chemioterapia, devono
diante una procedura di crioconservazione (v. pag. 29). essere trattati con una chemioterapia a dosi molto alte allo Midollo osseo: materiale
Se la gravidanza ha avuto inizio prima della diagnosi della scopo di aumentare le probabilit di guarigione. Limpiego spugnoso che riempie
il tessuto osseo e che
malattia e si deve affrontare la chemioterapia, molto im- di una chemioterapia ad alte dosi prevede la reinfusione
produce le cellule del
portante valutare con lematologo/oncologo i pro e contro di cellule staminali prelevate da sangue periferico. Le cel- sangue. Contiene anche
del portarla a termine. In taluni casi la chemioterapia pu lule staminali emopoietiche sono le cellule dalle quali si le cellule staminali, che
danno origine a tre
essere rinviata a dopo il parto, ma la decisione condi- formano tutte le altre cellule del sangue. Possono essere diversi tipi di cellule del
Maggiori informazioni zionata dal tipo e dallestensione del tumore, come pure prelevate direttamente dal sangue o dal midollo osseo. La sangue (globuli rossi, o
sono disponibili su Ses- dal tipo di protocollo chemioterapico che si ritiene pi reinfusione delle cellule staminali ha lo scopo di facilitare/ eritrociti; globuli bianchi,
sualit e cancro (La o leucociti; piastrine, o
Collana del Girasole). indicato. Talvolta, la chemioterapia pu essere effettuata accelerare la ripresa delle cellule del sangue riducendo gli trombociti).
nellultima fase della gravidanza, ma in genere si preferisce per proteggervi dagli effetti del trattamento ad alte dosi.

30 www.aimac.it collana del girasole 31


Come si prelevano e si reimpiantano le cellule staminali?
Dopo la chemioterapia si somministrano il fattore di La comunicazione in famiglia
crescita, una proteina che fa moltiplicare le cellule stami-
Fattore di crescita: pro- nali, che quindi passano rapidamente dal midollo osseo al Come per ogni diagnosi di tumore, anche per i linfomi
teina speciale in grado di non Hodgkin importante sostenere il paziente e i suoi
far moltiplicare le cellule sangue. Il fattore di crescita si somministra di solito quo-
staminali. tidianamente sotto forma di iniezioni sottocutanee. familiari in tutte le fasi della malattia. Generalmente non
Le cellule staminali possono essere raccolte quando il con- facile parlare di cancro, soprattutto quando la persona Maggiori informazioni
malata un congiunto o un amico. Rispetto a tale dif- e consigli sul modo
teggio delle cellule ematiche ha raggiunto i valori richiesti. migliore per comunicare
Questa procedura richiede circa 3-4 ore. Dopo avervi fatto ficolt, le reazioni sono varie e individuali. Talvolta si rifiuta con una persona malata
sdraiare su un lettino, linfermiere inserisce un ago per fle- la malattia e ci si comporta come se niente fosse. Spesso di cancro sono disponibili
Trapianto allogenico (o su Non so cosa dire
eterologo): il materiale bo in una vena di ciascun braccio. Il sangue defluisce mol- non parlare rappresenta un modo per proteggere il mala-
(La Collana del Girasole).
da trapiantare proviene
to lentamente dalla vena in una macchina detta centrifuga to e se stessi dai forti sentimenti di angoscia, incertezza,
da un donatore con paura e rabbia, anche se la mancanza di comunicazione
caratteristiche compatibili che, girando, separa le cellule staminali e le raccoglie in
con il ricevente. un apposito contenitore. Il sangue quindi reintrodotto pu rendere ancor pi difficile affrontare la malattia e pu
nellorganismo attraverso la vena dellaltro braccio. contribuire ad accrescere la sensazione di solitudine della
Trapianto autologo
Le cellule staminali cos raccolte sono congelate fino al ter- persona malata. Saper ascoltare un modo per facilitare
(o autotrapianto): il
materiale da trapiantare mine del trattamento, quando possono essere scongelate la comunicazione con la persona malata, lasciandola libera
proviene dallo stesso
e reinfuse nellorganismo con una procedura simile ad una di esprimere solo quanto si sente rispetto alla sua situazio-
ricevente.
trasfusione di sangue. ne, ma fondamentale anche concedersi di manifestare le
Ad alcuni pazienti sono reinfuse le cellule staminali di un proprie emozioni, senza averne timore.
donatore (trapianto allogenico), anzich le proprie (tra- Ai bambini importante comunicare sempre la verit, nel
AIMaC potr fornirvi gli modo pi appropriato alla loro et, evitando cos che sulle
indirizzi e i numeri di pianto autologo). Sono oggi utilizzabili a questo scopo le
telefono (numero verde cellule di un fratello, di un donatore volontario compatibile, situazioni che non capiscono possano sviluppare fantasie di
840 503579). del cordone ombelicale, di familiari compatibili al 50%. gran lunga peggiori della realt. Gli adolescenti vivono una Maggiori informazioni
fase evolutiva molto delicata, caratterizzata da sentimenti e consigli sul modo
I trapianti di midollo osseo e di cellule staminali richiedono migliore per comuni-
procedure complesse, non prive di rischi per il paziente, e contrastanti verso i genitori, rabbia e desiderio di autono- care con i bambini sono
per tale motivo si eseguono solo presso strutture emato- mia che esprimono anche attraverso parole e comporta- disponibili su Che cosa
menti spiacevoli. La malattia del genitore pu portarli a dico ai miei figli? (La
logiche altamente specializzate. Collana del Girasole).
distaccarsi, ma al tempo stesso pu alimentare le angosce,
accentuando bisogni di attenzione e di accudimento.

32 www.aimac.it collana del girasole 33


Come potete aiutare voi stessi I trattamenti non convenzionali
Mantenere un atteggiamento mentale positivo pu aiutare I trattamenti non convenzionali1 possono essere utili per
il fisico ad affrontare meglio le terapie. Sentirsi affaticati e migliorare la qualit della vita e il benessere dei pazienti e,
Essere informati sulla svogliati normale, come lo lalternanza di giornate in a volte, sono in grado di ridurre gli effetti collaterali della
malattia e sui tratta- cui ci si sente abbastanza bene e altre, invece, in cui i mo- chemioterapia. Molti pazienti ritengono che diano loro pi Maggiori informazioni
menti significa ricoprire menti di sconforto prenderanno il sopravvento. In tali casi forza per affrontare i trattamenti e maggiore fiducia nel sono disponibili su I trat-
un ruolo attivo. tamenti non conven-
un aiuto specializzato, a cui troppo spesso non si ricorre beneficio che ne otterranno.
zionali nel malato
Mantenere una proget- per paura di mostrare gli aspetti pi vulnerabili di s, pu Alcune tecniche a mediazione corporea, come la medi- oncologico (La Collana
tualit. essere molto utile. tazione o la visualizzazione di immagini, contribuiscono a del Girasole).
Alcune persone cercano di vivere una vita quanto pi ridurre lansia e possono essere messe in atto sia alla pre-
Mantenere la propria
vita sociale e profes- normale possibile e sentono il desiderio di stabilire nuove senza di un esperto che da soli. Altre, come ad esempio i
sionale. priorit ascoltando maggiormente i propri bisogni: tra- massaggi dolci, richiedono lintervento di familiari o curan-
scorrere pi tempo con i propri cari, fare le vacanze so- ti, e possono essere utili per aiutare la persona malata a
Imparare a volersi bene.
gnate da sempre o dedicarsi ad interessi prima non colti- provare sensazioni benefiche.
Richiedere il sostegno vati. Mantenere la propria vita sociale e professionale pu Il contatto fisico, il semplice sfioramento delle dita possono
psicologico. essere un potente strumento di sostegno per persone che
essere daiuto, ma non si deve vivere come un problema
leventuale bisogno di riposare. Fare un po di esercizio devono affrontare un futuro di incertezze, ansia e dolore,
fisico, purch non troppo impegnativo solleva lo spirito e a livello fisico ed emotivo. Sfiorare qualcuno con dolcezza
aiuta ad allentare la tensione. anche un modo per esprimere amore e solidariet.
A volte il periodo pi difficile rappresentato dal ritorno Alcuni ospedali, ASL e associazioni di volontariato onco-
a casa dopo lospedale, poich uscire da un iter terapeu- logico offrono la possibilit di seguire delle terapie comple-
tico stabilito pu provocare un senso di solitudine e in- mentari, tra le quali massaggi, agopuntura, aromaterapia,
certezza. In tali casi parlare con un professionista esperto tecniche di rilassamento. Queste ultime hanno leffetto di
nellassistenza ai pazienti oncologici pu aiutare ad indi- rilassare la tensione muscolare, ridurre lo stress, mitigare la
viduare le criticit e le risorse disponibili durante la malat- stanchezza e lenire il dolore, migliorare il sonno, recupe-
tia. Pu giovare anche partecipare ai gruppi di sostegno rare il controllo delle emozioni.
Partecipare ai gruppi di psicologico e di auto-mutuo aiuto, in cui si conoscono altre
sostegno psicologico e persone che vivono, o hanno vissuto, la stessa esperienza.
di auto-mutuo aiuto.
Condividere le emozioni e i pensieri in uno spazio protetto 1. Per chiarezza, va spiegato che con il termine trattamenti si definiscono tutte quelle pra-
AIMaC pu fornire gli insieme a persone che ci sono gi passate pu favorire tiche che possono migliorare le condizioni fisiche e la qualit della vita del malato, anche
se non vi certezza sulla loro reale capacit di favorire la guarigione. I trattamenti si di-
indirizzi e i numeri di lespressione di sentimenti che si scelto di non condividere stinguono in:
telefono (numero verde convenzionali: sono quelli utilizzati dai medici (chirurgia, radioterapia e chemioterapia), che
840 503579). con parenti e amici, oltre consentire di apprendere qualche sono stati validati da numerosi studi clinici e la cui efficacia universalmente riconosciuta;
non convenzionali: sono tutti i metodi che non rientrano tra i trattamenti convenzionali e
dritta utilissima per affrontare i problemi quotidiani. che si suddividono in:
a. trattamenti complementari: sono utilizzati come integrazione o, come indica la defini-
zione, complemento ai trattamenti convenzionali;
b. trattamenti alternativi: sono utilizzati in sostituzione dei trattamenti convenzionali.

34 www.aimac.it collana del girasole 35


Gli studi clinici Sussidi economici e tutela del
Gli studi clinici sono sperimentazioni condotte sui pazienti lavoro per i malati di cancro
per varie finalit:
La malattia e le terapie possono comportare una condizio-
testare nuovi trattamenti; ne di disabilit, temporanea o permanente, pi o meno
Maggiori informazioni
sono disponibili su Gli verificare se i trattamenti disponibili, combinati o som- grave con conseguenti limitazioni nella vita di tutti i giorni.
studi clinici sul cancro: ministrati in maniera diversa, sono pi efficaci o causano Per superare queste difficolt numerose leggi dello Stato Maggiori informazioni
informazioni per il sono disponibili su I
malato (La Collana del meno effetti collaterali; prevedono laccesso a vari benefici: ad esempio, il malato
diritti del malato di
Girasole). che presenti un certo grado di invalidit e/o di handicap cancro (La Collana del
confrontare lefficacia dei farmaci utilizzati per il control-
pu richiedere sussidi economici erogati dallINPS o dagli Girasole), che pu essere
lo dei sintomi; richiesto alla segreteria
altri enti o casse di previdenza. Il malato lavoratore pu
di AIMaC (numero verde
vedere quali trattamenti hanno il miglior rapporto costo- usufruire di un periodo di congedo, oppure di permessi 840 503579) oppure
beneficio. orari o giornalieri, senza perdere la retribuzione, sia durante scaricato dal sito www.
che dopo il trattamento, ed ha anche la possibilit di pas- aimac.it.
Gli studi clinici costituiscono lunico modo affidabile per
verificare se il nuovo trattamento (chirurgia, chemiotera- sare dal rapporto di lavoro a tempo pieno a quello a tempo
pia, radioterapia, ecc.) pi efficace di quello o quelli al parziale fino a che le condizioni di salute non consentono di
momento disponibili. riprendere il normale orario di lavoro. La legge prevede per-
Partecipare a uno studio clinico significa avere la possibilit messi/congedi e la priorit nellaccesso al part-time anche
di ricevere il trattamento in sperimentazione o, se si fa parte per il familiare lavoratore che assiste il malato.
del gruppo di controllo, di ricevere il miglior trattamento Per saperne di pi consigliamo la lettura del nostro libretto
convenzionale al momento disponibile. Ovviamente, nes- I diritti del malato di cancro, che spiega come orientarsi
suno pu garantire a priori che il nuovo trattamento, sep- ed avviare le pratiche necessarie per il riconoscimento dei
pur efficace, dia risultati migliori di quello convenzionale. I propri diritti.
partecipanti a uno studio clinico sono sottoposti a controlli
molto rigorosi, comprendenti un numero di esami e visite
mediche anche maggiore di quello previsto normalmente.
Se il trattamento oggetto della sperimentazione si di-
mostra efficace o pi efficace rispetto al trattamento con-
venzionale, i soggetti che hanno partecipato allo studio
saranno tra i primi a trarne beneficio. Di solito, agli studi
clinici partecipano diversi ospedali.

36 www.aimac.it collana del girasole 37


I punti informativi La Collana del Girasole AIMaC pubblica anche:

Sono attivi presso i principali centri di cura per consultare e ritirare il materiale informativo o per parlare 1 Non so cosa dire Profili Farmacologici
con personale qualificato e ricevere chiarimenti. Per gli indirizzi rivolgersi ad AIMaC (840 503579). 2 La chemioterapia 96 schede che forniscono informazioni di carattere
3 La radioterapia generale sui singoli farmaci e prodotti antitumorali,
Avellino Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati illustrandone le modalit di somministrazione e gli
4 Il cancro del colon retto effetti collaterali.
Aviano (PN) Centro di Riferimento Oncologico
5 Il cancro della mammella
Bagheria Villa Santa Teresa Diagnostica Per Immagini e Radioterapia
6 Il cancro della cervice Profili DST
Bari Istituto Tumori Giovanni Paolo II - IRCCS Ospedale Oncologico
7 Il cancro del polmone 50 schede che forniscono informazioni di carattere
Benevento Ospedale Sacro Cuore di Ges Fatebenefratelli
8 Il cancro della prostata generale sulla diagnosi, stadiazione e terapia di
Cagliari AOU Azienda Ospedaliero-Universitaria - Presidio Policlinico Monserrato singole patologie tumorali.
9 Il melanoma
Genova IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST - Istituto
10 Sessualit e cancro
Nazionale per la Ricerca sul Cancro
11 I diritti del malato di cancro
LAquila Presidio Ospedaliero San Salvatore La Biblioteca del Girasole
12 Linfedema
Messina Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Papardo-Piemonte
13 La nutrizione nel malato oncologico
Centro Oncologico di Eccellenza Peloritano - Il test del PSA
14 I trattamenti non convenzionali nel
Milano IRCCS Ospedale S. Raffaele - Il tumore del collo dellutero
malato oncologico
Fondazione IRCCS Istituto Neurologico C. Besta - La Medicina Oncologica Personalizzata:
15 La caduta dei capelli
Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori informazioni per il paziente
16 Il cancro avanzato
Napoli Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale A. Cardarelli - La prevenzione dei tumori occupazionali:
17 Il linfoma di Hodgkin
Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione G.Pascale il Registro di Esposizione ad Agenti
18 I linfomi non Hodgkin
Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II Cancerogeni e Mutageni
19 Il cancro dellovaio
Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Universit degli Studi di Napoli - La ricostruzione del seno:
20 Il cancro dello stomaco
Padova Istituto Oncologico Veneto IRCCS informarsi, capire, parlare
21 Che cosa dico ai miei figli?
Paola Ospedale San Francesco di Paola - Neoplasia e perdita di peso - Che cosa fare?*
22 I tumori cerebrali
Pavia Fondazione Salvatore Maugeri IRCCS - Oltre le nuvole (disponibile solo online)
23 Il cancro del fegato
Perugia Azienda Ospedaliera S. Maria della Misericordia - Padre dopo il cancro
24 Il cancro della laringe
Pozzilli (IS) IRCCS Neuromed - Tumori rari - Come orientarsi
25 La terapia del dolore
Rionero in Vulture (PZ) IRCCS CROB Centro di Riferimento Oncologico di Basilicata
26 Il cancro del rene
Roma Azienda Complesso Ospedaliero San Filippo Neri * pubblicato da F.A.V.O. Federazione nazionale delle Associazioni
27 La fatigue di Volontariato in Oncologia (www.favo.it), di cui AIMaC socio
Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini
28 Il cancro della tiroide
Azienda Ospedaliera SantAndrea
29 Gli studi clinici sul cancro: informazioni AIMaC anche presente su
Istituto Nazionale Tumori Regina Elena
per il malato
Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli
30 Le assicurazioni private per il malato
Policlinico Universitario Campus Bio-Medico
di cancro
Umberto I Policlinico di Roma - Sapienza, Universit di Roma
31 Madre dopo il cancro e preservazione http://forumtumore.aimac.it
Rozzano (MI) Istituto Clinico Humanitas
della fertilit
S. Giovanni Rotondo (FG) IRCCS Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza
32 Il mesotelioma
Terni Azienda Ospedaliera S. Maria
33 Il tumore negli anziani e il ruolo dei
Torino Azienda Ospedaliero-Universitaria Citt della Salute e della Scienza di Torino
caregiver
(Presidio Molinette)
Trieste Azienda Ospedaliero-Universitaria Ospedali Riuniti di Trieste
2 DVD: La chemioterapia - La radioterapia
Verona Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata - Policlinico Borgo Roma

38 www.aimac.it collana del girasole 39


La helpline di AIMaC: unquipe di professionisti esperti in grado
di rispondere ai bisogni informativi dei malati di cancro e dei
loro familiari, dal luned al venerd dalle 9.00 alle 19.00 numero
verde 840 503579, e-mail info@aimac.it

AIMaC una Onlus iscritta nel Registro delle


Associazioni di Volontariato della Regione Lazio.
Offriamo gratuitamente i nostri servizi di informazione
e counseling ai malati di cancro e ai loro cari.

Abbiamo bisogno anche del tuo aiuto e della tua partecipazione.


Se questo libretto ti ha fornito informazioni utili, puoi aiutarci a produrne altri
iscrivendoti ad AIMaC (quota associativa e 20 per i soci ordinari, e 125 per i soci sostenitori)
donando un contributo libero mediante
- assegno non trasferibile intestato a AIMaC
- c/c postale n 20301016 intestato a AIMaC via Barberini, 11 00187 Roma.
IBAN: IT 33 B 07601 03200 000020301016
- bonifico bancario intestato a AIMaC, c/o Cassa di Risparmio di Ravenna
IBAN: IT 78 Y 06270 03200 CC0730081718
- carta di credito attraverso il sito www.aimac.it

Finito di stampare nel mese di aprile 2015


Progetto grafico e stampa: Mediateca S.r.l. I www.mediateca.cc
Impaginazione: Mariateresa Allocco - mariateresa.allocco@gmail.com

40 www.aimac.it
Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici
via Barberini 11 I 00187 Roma I tel +39 064825107 I fax +39 0642011216
840 503 579 numero verde I www.aimac.it I info@aimac.it