Sei sulla pagina 1di 8

Il Grand Tour

di
Emanuele Nicolosi

Pianeta Terra, in un futuro distante e remoto nel tempo e nello spazio...

l'umanit si era espansa e allargata nello spazio e nel universo, conquistandolo e colonizzandolo, la
terra venne spopolata da immigrazioni di massa dei terrestri nello Spazio e nei nuovi mondi, che
venivano scoperti ed esplorati, visto che oramai, la terra era divenuto un pianeta povero, arretrato e
ostile, dove la vita era divenuta difficile e aspra, ma comunit di umani, detti "gli Antichi", decisero
di restare nel pianeta Terra, rifiutandosi di andare nello Spazio, regredendo inizialmente alla
preistoria e poi al mondo antico, prendendo e sviluppando una loro storia a se stante, separata e
distinta dal resto della razza umana, che si era frammentata e sparsa nel universo...

la Terra, si chiuse nel suo isolamento, tagliando tutti i contatti e legami con le grandi alleanze
interplanetarie antropiche, se nello spazio, le razze antropiche, crearono nuove, potenti ed evolute
civilt, che andavano oltre ogni immaginazione, che andavano aldil di ogni cosa, la terra,
piombava nel arretratezza, un pianeta dove il progresso si era fermato o inceppato...

passarono i millenni, come le ere e gli eoni cosmici...

millenni dopo.... la Terra era stata dimenticata e abbandonata da un tempo quasi infinito, l'umanit,
si era talmente ramificata e variegata nelle profondit dello spazio, arrivando a dimenticarsi della
loro origine terrestre, arrivando a dimenticarsi del esistenza stessa del pianeta Terra e delle loro
origini terrestri, ricordata solo nei miti e nelle leggende...
nuove civilt, culture e imperi sia umani, che post-umani, si erano creati e formati nelle profondit
dello spazio, dove la razza umana, era ricominciata da capo, piantando i semi di un nuovo inizio, di
nuove civilt e modi di pensare, l'umanit, negli spazi siderali, era cresciuta, diventando grande,
dimenticandosi del loro passato terrestre, civilt antropiche che come marasma biologico, nasceva,
crollavano e rinascevano, con nuovi inizi e nuove cadute, dove la Terra era un ricordo sbiadito e
lontano...

la Terra venne riscoperta da una spedizione interplanetaria della "Alleanza Pan-Planetaria di


Keren-Som", la Terra era divenuto un vasto e immenso museo a cielo aperto, un immensa
esposizione di antichit su scala planetaria...

cosa che fece attirare l'attenzione dei ricchi facoltosi delle nazioni interplanetarie, che per espandere
il loro bagaglio culturale, partivano per la Terra, per studiare, ammirare e conoscere i monumenti
antichi terrestri e le attrazioni storiche-culturali della Terra,

per riscoprire il patrimonio storico-culturale terrestre, cosa che diede il via a un nuovo umanesimo,
che segue un nuovo rinascimento nelle federazioni e alleanze interplanetarie e intergalattiche,
basato sulla riscoperta del retaggio storico-culturale della Terra e degli "Antichi terrestri", della
"Fase planetaria" o "Proto-spaziale" della "Storia antropica", un retaggio storico e culturale vasto e
immenso, che nei popoli planetari, venne dimenticato per secoli e millenni, venendo perduto dalle
potenze e fazioni interplanetarie, che si erano dimenticati del loro passato e origine terrestre,
riducendole a miti o leggende...
negli ambienti ricchi e facoltosi delle borghesie e ambienti alti delle societ planetarie, si diffonde
una moda per le antichit terrestri, una passione e interesse e fascino per l'antica storia e cultura
terrestre, gli stilisti di moda, iniziano a creare abiti che ricalcano gli antichi abiti terrestri del
XXIsecolo, i Desinger, iniziano a realizzare prodotti di Desing che si basano sugli antichi
manufatti terrestri...

cosa, che da il via a una nuova versione del "Grand Tour", con comitive di ricchi facoltosi che
partono dai loro pianeti, per raggiungere la Terra e visitare le "Antichit" terrestri, aggirandosi per
ruderi e rovine di metropoli e cosmopoli terrestri, visitando i monumenti storici della terra, come le
Piramidi, Angkor Wat, la Statua della Libert e il Golden Gate Bridge, anche di citt e metropoli
abbandonate da secoli e millenni e ricoperti dalla vegetazione, per riscoprire l'antico passato
glorioso della Terra, il tempo passato del "Et del oro" terrestre...

gruppi di ricchi benestanti, che vedono nella Terra, la culla della civilt e cultura Antropica,

per, si formato un grande mercato nero di reperti e antichit archeologiche terrestri, che viene
contrastato dalle polizie interPlanetarie.

i pochi terrestri rimasti nella Terra, sono divenuti contadini o pastori, che vivono in comunit rurali,
dove vigono valori conservatori e tradizionalisti, la Terra, nelle sue zone rurali, si frammentata in
comunit Etniche e Tribali, basati sulle comunit di Sangue e sul legame biologico, societ
arcaiche, basate sulla lotta per la sopravvivenza, in una Terra dove la natura ha ripreso il
sopravvento, societ semi-primitive, basate sul Clan o le "Famiglie" a capo dei villaggi, visto che
buona parte della Terra e regredita al Medioevo o a uno stadio Proto-Tecnologico o Pre-
Tecnologico, la popolazione terrestre e ridotta a poche centinaia di abitanti, spesso isolati, distanti o
insulari tra di loro, tutte semi-inselvatiche o semi-imbarbarite, nella Terra, la Natura ha ripreso il
sopravvento, essendo ricoperta da foreste e giungle lussureggianti, dando alla Terra, un atmosfera
tra il selvaggio e un rurale...

la Terra, viene invasa da forze militari interplanetarie, che vogliono usare il pianeta Terra, come
posizione strategica e avamposto militare di livello planetario, in delle tensioni militari, tra le
galassie Antropiche e un alleanza interplanetaria di Post-Umani, i "Geasai", un popolo eterogeneo
che comprende ibridi umani-alieno, TransUmani ed Evoluzioni Biologiche-tecnologiche degli
esseri umani, saliti a un nuovo gradino evolutivo e che minacciano l'egemonia degli umani biologici
nel Universo...

cos, forze militari interplanetarie, crearono avamposti militari nel pianeta Terra, usando quel
pianeta, come snodo strategico planetario, tra le varie galassie, per controllare militarmente delle
rotte mercantili interplanetarie...

la Terra e governata dalla "Repubblica di Gean", che ha esteso il suo governo ed egemonia a grossa
parte della Superficie terrestre, per, impegnata in delle guerre contro le Trib delle foreste e le
Trib delle montagne e le "Alleanze Tribali" e "Comunit Tribali" che si oppongono alla
"Repubblica di Gean", una repubblica Ecologista-Ambientalista, dove le tecnologie avanzate, sono
vietate e proibite, poich reputate come "malefiche" e "Demoniache", dalla "Chiesa di Gea", una
religione che domina la Repubblica di Gean, una religione per cui la Biosfera Terrestre e un Dio
supremo, una "Grande mente" biologica, da pregare e venerare, basato sul unificazione della razza
umana terrestre, vista come gli unici e autentici terrestri, che devono unirsi nel "Tutto-Uno" con la
Biosfera terrestre, una religione che guarda con ostilit e diffidenza, sia ai "Grand Tour" dei
facoltosi "Planetari",gli umani post-Terrestri degli altri pianeti e le forze militari interplanetarie,
vedendoli come "creature demoniache" o come "Esseri blasfemi", dotati delle tecnologie artificiali e
sintetiche, che sono proibite dalla religione Geanica, che impone l'uso di prodotti naturali e
biologici o "generati dalla Terra" o dal "Legame con la Terra"...

la Repubblica di Gean, controllata ed egemonizzata dalla "Chiesa di Gean", che diventata una
Lobby ricca, potente ed egemonica, sta conducendo una campagna di De-Antropizzazione dei
territori terrestri, controllati dalla Repubblica di Gean, per restituire la terra alla natura e condurre
"l'unificazione" del genere umano con il mondo naturale, poich,la Chiesa di Gean, vede le antiche
rovine e artefatti terrestri, come prodotti blasfemi e immorali, risalenti a una civilt antica marcia,
corrotta e decadente,corrotta dal peccato, generato dalle tecnologie e dal progresso scientifico-
tecnologico, dal allontanamento del uomo dalla natura, quindi, come prodotti demoniaci da
distruggere e perseguitare, questo per, causa la distruzione di una parte del patrimonio storico-
culturale terrestre, cosa che causa le proteste dei governi e unioni interplanetarie, che accusano la
repubblica di Gean, di danneggiamento di patrimoni storici-culturali, comuni a tutta "l'Ecumene
Antropica", ovvero, alla comunit eterogenea e multiforme dei popoli ed etnie umane sparse nei
pianeti e nelle galassie...

si mobilitarono anche gruppi e associazioni di amanti e cultori della storia e cultura terrestre, si
mobilitarono per contrastare la campagna di distruzione delle opere storiche-culturali terrestri da
parte della "Chiesa di Gean", si mobilitano anche musei, universit e centri di ricerca
interplanetari...

la "Repubblica di Gean", allora, entr in tensione politica, con "l'Alleanza PanPlanetaria di Keren-
Som", che aveva creato avamposti militari nei territori tribali terrestri, poich, la "Repubblica di
Gean", si era rifiutata di offrire i suoi territori alle forze militari di Keren-Som, la Repubblica di
Gean, vedeva nei popoli ed eserciti Pan-Planetari, una minaccia e pericolo per la "Razza Geanica" o
"Razza Edenica", termine usato dalla "Chiesa di Gea", per indicare i nativi terrestri, i terrestri che
erano rimasti nella terra, senza andare nello spazio, visti come gli unici e autentici esseri umani-
antropici, come gli umani puri, rimasti legati alla Terra e alla Biosfera terrestre, al "grande grembo"
della Terra, vedendo i "Planetarii", gli umani migrati nello spazio, come una razza corrotta,
decaduta e demoniaca, una razza dominata dal peccato e dalla perdizione, che ha rinnegato le sue
origini e radici ancestrali e primordiali, che ha ripudiato il sacro grembo della terra, che ha
calpestato "l'unicit" della Terra, espandendosi in altri pianeti o conducendo campagne di
"Terraformazione" di massa di altri pianeti e sistemi solari, facendo perdere "l'unicit" della Terra,
che da "centro della vita", diventava un comune pianeta tra i tanti.
la "Chiesa di Gean", voleva creare su tutta la Terra, il "Grande Eden", ovvero ricostruire "l'Eden"
ancestrale e primordiale, prima del avvento della razza umana e della civilt umana...

Cos, ebbe inizio una guerra tra la"Repubblica di Gean" e l'alleanza planetaria di Keren-Som, le
forze militari planetarie di Keren-Som, invasero militarmente il pianeta Terra, scontrandosi contro
gli eserciti della Repubblica di Gean, la guerra dur poco, qualche mese, le forze della Repubblica
di Gean, finirono facilmente sconfitte e sbaragliate, le forze militari di Keren-Som erano in
maggioranza numerica e superiorit tecnologica, sconfiggendo e macerando sia la "Repubblica di
Gean", che la "Chiesa di Gean", le forze di Keren-Som, instaurarono sulla terra, un governo
fantoccio e burattino delle alleanze interplanetarie, il "Governo federale PanTerrestre", che per,
controllava solo le zone urbane e qualche villaggio...

con la Repubblica di Gean, i "Grand Tour" erano stati vietati e proibiti dalle autorit geaniche, ma
con la caduta del governo Geanico e l'instaurazione del governo filo-planetario terrestre, la Terra
venne investita da una marea e fiumana di appassionati di cultura terrestre, rendendo i "Grand
Tour", un business redditizio...

per via del lungo isolamento planetario, i popoli terrestri e le trib terrestri, avevano preso una
propria strada e percorso evolutivo, separato e distinto da quello dei popoli planetari antropici,
prendendo una propria strada e ramificazione del cammino evolutivo, diventando una razza a se
stante, separata e divisa dai popoli umani-antropici multiplanetari sparsi nel universo, i popoli
terrestri, avevano proprie culture e linguaggi, lingue del tutto incomprensibili ai "Planetarii", lingue
aliene agli stessi umani "Planetarii", poi, le lingue e popoli terrestri, essendo isolati e insulari tra di
loro, si separarono e si isolarono e frammentarono l'una dal altra, con il fatto che ogni trib
terrestre, aveva una lingua a sua volta incomprensibile per l'altra trib...

gli storici dei sistemi planetari antropici, avevano iniziano a suddividere cos,
la "Storia antropica Planetaria" o "Storia planetaria":
Epoca Ante-Spaziale: la storia umana, antecedente al espansione umana nello spazio, la fase
planetaria o "epoca planetaria" del genere umano, viene chiamata anche "Epoca del isolamento"
dagli storici, che la descrivono, come un epoca di povert e arretratezza scientifico-tecnologico per
la razza umana-antropica
Epoca Proto-Spaziale o Paleo-Spaziale: la razza umana, inizia ad espandersi e allargarsi nello
spazio, conflitto tra "Spazialisti" e "antiSpazialisti", tra espansionisti spaziali e conservatori
Geocentrici o Sciovinisti planetari.
Epoca Spaziale: la razza umana si espande e si afferma appieno nello Spazio, lo spazio diventa la
nuova casa della razza umana
epoca Post-Spaziale: la razza umana, si affermata appieno nello spazio, l'antroposfera e parte
intrisesca dello spazio, lo spazio e "segnato" dalla presenza umana

sulla terra, giunsero spedizioni di antropologi e di linguisti "planetarii", che giunsero per studiare e
conoscere le lingue e culture tribali terrestri, che venivano visti come gli autentici e unici
discendenti delle antiche civilt terrestri decadute, i discendenti del "Epoca Terrestre" o "epoca
planetaria antropica" o del epoca "Paleo-Spaziale" o "Proto-Spaziale" Terrestre, poich, l'umanit,
nella sua continua e perenne espansione antropica nello spazio, si era talmente eterogeneizzata,
ramificata e diversificata, da perdere la loro natura originaria terrestre, umani che si erano
"De-Terrestrializzati", perdendo con il tempo, la loro "natura" e "origine" terrestre, umani de-
antropizzati, che si erano evoluti, seguendo altre strade, percorsi e ramificazioni evolutive,
diventando forme diverse o differenti della razza umana, che espandendosi nello spazio, si era
evoluta in un crogiolo e marasma eterogeneo di tante e innumerevoli razze, popoli e culture...

il regime della "Repubblica di Gean", nella sua propaganda, faceva leva proprio su questo: sulla
difesa, anche armata e militare, dei nativi terrestri, di quei terrestri, che erano rimasti nella Terra,
rifiutandosi di andare nello spazio, che si reputavano gli unici e autentici esseri umani, gli unici e
autentici "Terrestri", che vedevano negli umani che avevano popolato e colonizzato lo spazio, degli
umani "corrotti" e "decaduti", umani che avevano tradito e rinnegato, le loro origini ancestrali, che
aveva tagliato il loro cordone ombelica e legame ancestrale con la "Madre Terra", con la "grande
Gaia", il grembo materno e primigenio della razza umana, gli umani "Planetarii", gli umani che
avevano colonizzato lo spazio, venivano visti dalla "Chiesa Geanica", come dei peccatori, come dei
blasfemi, che avevano ripudiato "l'Eden" primigenio della terra, staccandosi e separandosi dalla
"Biosfera" terrestre, poich, per la "Chiesa Geanica", la razza umana, i "Nativi terrestri", sarebbero
"intriseschi" alla Biosfera terrestre, sarebbero un tutto-Uno con la Biosfera terrestre,
la "Razza Geanica", che sarebbe una "Razza pura" e incontaminata, mentre le razze antropiche
interplanetarie, mescolate e miscelate da societ cosmopolite, multiSpecie e multietniche, si
sarebbero contaminate e miscelate, finendo "corrotte", diventando delle razze "ostili" alla biosfera
terrestre...

ma gli umani della Terra, erano nella maggioranza dei casi, regrediti alla preistoria, rifiutando le
tecnologie avanzate e la societ moderna, andando a vivere in villaggi, nel profondo delle foreste o
delle catene montuose, formando culture tribali ed etniche, isolate le une dalle altre, che vedevano
nelle antiche civilt terrestri, decadute da tempi immemori, o delle creature mistiche-sovrannaturali,
oppure, entit demoniache o mostruose, fatte di cemento, metallo e catrame...
mentre quei popoli, descrivevano i popoli delle stelle", come creature o entit sovrannaturali, popoli
che avevano colonizzato e popolato le stelle, come "coloro che vivono nelle stelle", coloro che
erano andati oltre le stelle, aldil delle stelle...

nello Spazioporto governativo di Ghuri-Zur, giunse Asimei, un ricco e facoltoso benestante di una
ricca famiglia del pianeta Edaneris, famiglia divenuta ricca e potente con una compagnia di
commerci interplanetari, assieme a sua moglie, Edomari e un gruppo di amici, che vedevano quel
"Grand Tour", come un modo per farsi una vacanza pagata da Asimei...

Asimei Zharomir, si trattava di un amante e appassionato della storia e cultura terrestre, che vedeva
quel viaggio, come un mezzo per accrescere e allargare la sua cultura e status sociale, poich, nel
suo pianeta di provenienza, l'avere conoscenze culturali o una "Cultura" sulla storia e antichit
terrestri, veniva considerato uno "Status Symbol", un segno di alto rango sociale, Asimei, voleva
perfezionare i suoi saperi sul passato grandioso della Terra, voleva anche, se ne aveva l'occasione,
portarsi a casa, qualche "Souvenir" della Terra...

lo Spazioporto governativo di Ghuri Zhur, era divenuto molto affollato e trafficato, da qui, partiva
un continuo viavai di astronavi e di persone e di genti, poich, la moda del "grand Tour", nelle classi
di millionari e milliardari delle alleanze interplanetarie, aveva affluito fiumane di gente in quei
posti, la Terra, si stava affermando, come grande meta turistica, attirando fiumane di turisti, dalle
alleanze interplanetarie, turisti che volevano vedere le rovine e antichit terrestri, cosa, che aveva
portato a un "invasione turistica" della Terra, ovunque, si diffondevano Hotel e alberghi e ostelli, di
ogni specie e tipo, da quelli a basso prezzo, per i turisti economici, da pochi soldi, fino ai turisti pi
esigenti, come i ricchi millionari o milliardari, molte compagnie multiplanetarie, avevano iniziato a
costruire Hotel e alberghi per il turismo di Lusso, in numerose zone e angoli della Terra, tramite il
beneplacito del "governo Planetario terrestre", che era stato ridotto a un governo burattino,
fantoccio e corrotto delle alleanze interplanetarie...

Asimei, assieme al suo gruppo, part dallo spazio porto, a bordo di una Esomacchina, un nuovo
modello col motore a idrogeno solido, con cui, seguiti da una guida locale, arrivarono in un piccolo
albergo economico, che si trovava in un villaggio, circondato da foreste e campagne selvagge, dove
la vegetazione regnava sovrana e la natura dominava incontrastata...

ben presto, la Terra stava subendo un invasione pacifica da parte di "Planetarii" da ogni zona e
angolo del "Ecumene Antropico", che volevano ammirare il passato e antichit terrestri...

gli studenti d'arte, provenienti dai governi planetari, giungevano nella Terra, per studiare la storia
del arte terrestre, una storia molto lunga e longeva, le accademie d'arte Digica e Immersiva dei
pianeti antropici, avevano un grande debito storico e culturale, con la storia del arte terrestre e le
antiche scuole d'arte terrestri,

ben presto, questo afflusso di gente verso la Terra, divenne un industria, un "Business", un grosso
giro d'affari, sopratutto per i villaggi contadini-rurali, che iniziarono ad arricchirsi, creando Alberghi
o Ostelli per i visitatori "Planetarii", anche di Bar e osterie, che si erano riempite di Scrittori, Artisti,
poeti, Storici, Archeologi, linguisti e antropologi, Locali che erano divenuti dei "Ritrovi" per gli
stranieri che da ogni pianeta della Via lattea o di altre galassie, giungevano nella Terra...

molti "Digi-Pittori" e "Olopittori", giungevano sulla Terra, per realizzare dipinti o pitture digitali e
olografiche dei paesaggi terrestri, paesaggi vergini e selvaggi, che venivano molto venduti e pagati
nei pianeti antropici...
venivano finanziare numerose spedizioni archeologiche, che riportavano alla luce, grandi
monumenti antichi e grandi palazzi sepolti nel terreno, cosa che portava alla riscoperta di nuove e
antiche civilt terrestri, gli archeologi, scavando nello strato geologico del "Antropocene",
scoprivano di tutto e di pi, uno strato dove le antiche civilt terrestri, avevano lasciato di tutto e di
pi, una vera e propria miniera d'oro...
le notizie dei ritrovamenti archeologici nella terra, venivano seguiti con grande fascino e interesse
nei pianeti antropici...

Asimei e la sua ragazza e i suoi amici, si erano fermati per la notte, in quel piccolo albergo, molto
affollato e trafficato, dove c'erano studenti d'arte, appassionati di archeologia planetarie e antichit
terrestri e non, ma anche semplici appassionati di storia e cultura planetaria terrestre, comuni turisti,
che volevano un viaggio a basso costo nella Terra, ma anche semplici avventurieri, che vedevano
nella Terra, un mondo selvaggio e incontaminato, un luogo dove scampare dalle societ moderne e
urbanizzate delle alleanze interplanetarie, tra molti "Planetarii", si era diffuso una specie di "Mal di
Terra", ovvero, la tendenza a dare un immagine romantica o incantata del pianeta Terra, ad
"innamorarsi" del pianeta Terra, a tal punto, che molti planetarii, che erano giunti nella Terra, si
erano rifiutati di ritornare a casa, decidendo di restare per sempre nella Terra, colpiti e influenzati,
dal atmosfera, che dava quel pianeta, il pianeta primigenio delle "razze antropiche" del universo...

l'indomani mattina, Asimei e la sua compagnia, accompagnati dalla guida locale, partirono per i
territori delle "grandi Rovine", una zona che era sede di una grande Cosmopoli, Asimei part con
una guida locale, che lavorava in sinergia al governo Planetario locale, poich, le comitive
andavano guidate in territori selvaggi, aspri e ostili, territori dove c'erano numerosi animali selvatici
e feroci e dove c'erano trib e popolazioni ostili e diffidenti di pastori e contadini, che vedevano con
ostilit e diffidenza, quegli stranieri venuti dalle stelle, stranieri che parlano altre lingue, sopratutto,
se quei contadini erano popoli dei boschi e delle foreste, abituati a vivere nel pi totale e completo
isolamento, popoli conservatori e tradizionalisti, che non andavano d'accordo con la cultura e
usanze emancipate, aperte e progressiste dei popoli planetari, per esempio, l'omosessualit, come la
Polisessualit o l'abitudine di molti Planetarii, a non provare pudore o imbarazzo per la nudit, non
andava d'accordo con i popoli indigeni e rurali, le cui usanze, erano discendenti delle antiche culture
terrestri, sopratutto versioni decadute e distorte del cristianesimo o delle religioni abramitiche...

Asimei, assieme a Edomari, la consorte di Asimei, si aggiravano con i loro abiti leggeri estivi, per
quelle rovine e ruderi antichi, ricoperte da foreste di alberi millenari, dove si aggiravano animali
selvatici e qualche pastore locale un p scorbutico, che ignorava i linguaggi dei planetari.

Asimei, con il tempo, leggendo ogni tipo e genere di Documentazione olografica e di Digi-testi, era
diventato un quasi esperto di storia e cultura terrestre, sapendone ogni cosa, nei minimi dettagli
iniziando pure a seguire Digi-Riviste di "Archeologia planetaria", che si scaricava dalla rete
"EsaNet", la rete Esanetica interplanetaria, Asimei, sapeva che ora, si trovava sopra i ruderi
appartenenti alla "Cultura Sino-Americana di San Francisco", come la chiamavano gli studiosi di
storia e archeologia terrestre, che teorizzavano l'esistenza in tempi ancestrali e remoti di una cultura
ricca e potente chiamata CinoAmerica, poich, teorizzavano gli studiosi, la Terra era un insieme
delle tante "Culture Terrestri", gli studiosi parlavano spesso di "Cultura Manga-Anime di Tokyo",
"Cultura EuroAsiatica di Mosca-Beijing", "Cultura della grande Mexica" "cultura di Lagos"
"Cultura Arabo-Ummica di Marrakesh-Astana", i nomi di culture, come le loro catalogazioni,
cambiavano e variavano a seconda dei vari studi e teorie storiche-archeologiche...
Asimei, era stupefatto e sbalordito, dal quante culture, popoli ed etnie, potessero esserci in un
pianetino piccolo e striminizito come lo era la Terra...

Asimei, guardava uno degli antichi edifici: sembrava quello che gli studiosi chiamavano "Fast-
Food", un luogo dove gli antichi terrestri, andavano a mangiare, gli storici affermavano che l'antica
societ terrestre, fosse una societ fortemente mercantilista, dove il potere era basato sui
"Mercanti", i capi delle "grandi Compagnie",che avevano un ferreo controllo del potere governativo
e dei commerci e dei "Mercati", che erano le basi delle societ del antica civilt Terrestre...
gli storici, affermano che avvenne una caduta dello strapotere dei mercanti, anche se non si s
chiamaramente, come avvenne quella caduta, lasciandoci solo ipotesi e supposizioni...

Asimei, aggirandosi per quella foresta, era colpito ed estasiato dalla maestosit, mole e potenza
visiva di quegli immensi e titanici palazzi, che sembravano costruiti o realizzati da dei giganti o da
delle creature divine, chiss quante civilt o quanti popoli, erano passati per quel punto, una civilt,
che alla fine, era crollata, giungendo al termine...
una civilt, i cui palazzi, erano immensi, da coprire interi continenti e i palazzi talmente alti da
toccare il cielo, ma sempre piccoli, di fronte al immensit del universo, civilt, quella terrestre-
planetaria, che oramai, era piccola e irrilevante e insignificante, se messa a confronto con le nuove
civilt, ancora pi grandi e vaste, che continuavano a nascere, crollare, crescere e formarsi, nella
vastit e infinit del universo, civilt piccole, che erano sempre rimpiazzate da civilt sempre pi
grandi, sempre pi evolute, sempre pi avanzate, un p come una salita a gradini continua e
costante, dal gradino pi basso, al gradino pi alto, o come il principio darwiniano del evoluzione,
le civilt "deboli", rimpiazzate dalle "civilt forti", popoli planetari, che per secoli, erano arretrati o
primitivi, che si ritrovavano a diventare evoluti e civilizzati, sbaragliando e surclassando, le
precendenti civilt evolute, che regredivano, diventando dei primitivi, come lo erano quei nuovi
popoli, che dal arretratezza, diventavano civilizzati.
Asimei, conosceva la frase di un antico testo del "Epoca Terrestre", un testo religioso, che con il
passare dei millenni e gli eoni cosmici, era finito dimenticato e perduto, ridotto a un testo
d'antiquariato, quel testo, si intitolava "la Bibbia", un testo Mitologico-leggendario del folklore
terrestre o Folklore Proto-antropico o proto-spaziale, come lo definivano gli studiosi di storia e
mitologia terrestre...
ricordava che una frase di quel antico testo diceva "i primi saranno gli ultimi e gli ultimi saranno i
primi", frase consona al marasma e crogiolo di civilt, che si era formata prima nella Terra e poi, nel
resto del universo...

Asimei, trascorse molti mesi, girando il lungo e il largo l'antica Terra, un intero pianeta, che si era
oramai ridotto a un museo delle antichit, a un unico e immenso museo a cielo aperto, a una
esposizione delle antichit a livello planetario, un pianeta che oramai, era fatto solamente di ricordi
e di memorie, un pianeta che viveva e campava solo del suo passato, un pianeta che si era seduto
sugli allori, un pianeta da un grande passato aureo e dorato, ma senza un presente o un futuro, un
pianeta con tanto passato, ma poco futuro, Asimei, girava quella che era la terra, guardando i ruderi
e rovine, di quelle antiche civilt, che avevano plasmato la Terra: l'antico Golden Gate Bridge, la
statua della Libert, la "Torre Eiffel", i ruderi del "Big Ben", divorati dalla vegetazione, divenuto un
ammasso di nidi di uccelli, il palazzo di San Pietro, nei ruderi di Roma, danneggiati e vandalizzati
dalle milizie Geane durante la campagna di "Purificazione Biosferica", da parte del regime Geanico,
il castello diroccato e danneggiato, di un antico sito archeologico, detto "Disneyworld", in una citt
della cultura Sino-Americana, detta "Orlando", che si trovava in un luogo che gli antichi terrestri,
chiamavano "Florida", ma altri ipotizzano "California"...

Asimei, dopo aver trascorso le sue vacanze-studio nella Terra, ripart verso casa sua, tornando sul
suo pianeta, a bordo di un astronave da trasporto passeggeri, dove a bordo di quest'ultima, Asimei,
pensava e ripensava continuamente, a quelle antiche vestigia che ricoprivano la Terra: chiss,
quante altre civilt, sarebbero nate e crollate, nelle varie galassie e sistemi planetari, quante altre
vestigia, di quali grandi civilt, avrebbero mai sparso e disseminato i vari pianeti del universo,
sedimentandosi e stratificandosi, nel arco di secoli e millenni, come era successo per la Terra e le
antiche civilt terrestri...
Asimei, si addorment, attendendo il suo ritorno a casa...

FINE