Sei sulla pagina 1di 29

La redazione de il Notiziario 2004

rinnovamento il 23/08/2009 h. 21:29:37

Gruppo

insieme

per

il

Il SINDACO DI ISOLA DELLE FEMMINE GASPARE PORTO BELLO NOMINA GLI


ESPERTI
Il sindaco Portobello, dopo pochi giorni dallinsediamento, ha nominato i Suoi
esperti che lo collaboreranno nelespletamento delle funzioni amministrative.
Di solito, gli Esperti sono professionisti che operano nellamministrazione per la
realizzazione di progetti e programmi per lo sviluppo locale. Il Sindaco si
avvale della Loro collaborazione, o perch allinterno del personale dipendente
non si riscontra quella specifica professionalit, oppure perch in dipendenti
sono talmente oberati di lavoro che non possono seguire ulteriori pratiche.
Gli Esperti nominati dal Sindaco Portobello, con Sua delibera n 20 e 21 del 06
Luglio 2009, sono il geom Impastato Giovanni ed il tecnico Antonio Catania.
Entrambi hanno accettato lincarico a titolo gratuito. I nostri Amministratori
dovrebbero prendere esempio da questi nostri concittadini che lavorano per lo
sviluppo del nostro paes4e a titolo gratuito, mentre Loro, appena insediati,
hanno ripristinato la loro indennit di carica.

Il geom Impastato stato nominato con il seguente incarico supportare


lamministrazione e gli uffici comunali in materia di vivibilit umana, arredo
urbano, piani strategici territoriali.

Il tecnico Catania stato nominato con il seguente incarico: Informatizzare la


rete comunale.

IL geom Impastato, Assessore uscente della precedente Amministrazione


Portobello, che nella competizione elettorale Giugno 2009 non stato
candidato, stato nominato Esperto del Sindaco con gli stessi incarichi che
ricopriva precedentemente ed in pi con lulteriore compito di occuparsi dei
piani strategici territoriali. Perch il geom Impastato che ha riscosso tanta
fiducia e stima da parte del Sindaco Portobello non stato candidato?
Eppure il geom Impastato stato nominato Assessore nella giunta Portobello
anno 2006/2009, con la convinzione che dovesse rilanciare loperato
dellAmministrazione, anche se lo stesso aveva subito la sconfitta elettorale del
2004 come candidato delle lista Nuova Torre con candidato Sindaco V.zo Di
Maggio.
Problematica molto complessa. Giochi di alleanze politiche e compromessi per
garantirsi il successo elettorale. Sappiamo benissimo che il geom Impastato,
per la Sua attivit professionale, molto vicino ad imprenditori edili locali.

Forse la chiave di lettura della strategia poltica di Portobello va letta in questa


ottica: il geometra lanello di congiunzione dellAmministrazione con gli
interessi degli imprenditori edili locali e non solo. Riteniamo che la collettivit
isolana ha bisogno di aree a verde pubblico, di parcheggi, di edifici per le
attivit pubbliche, come previsto dal nuovo Piano regolatore Generale
approvato. Speriamo che i piani strategici sul territorio siano indirizzati alla
realizzazione di opere di interesse pubblico e non consistano nelledificare per
civile abitazione gli ultimi appezzamenti di terreno per linteresse di pochi.
Il tecnico signor Catania, nella passata amministrazione 2004/2009, era stato
nominato Esperto del Sindaco da Portobello con unindennit di Euri 1.500,00
mensili, con il compito di realizzare il progetto di informatizzazione dellattivit
della Pubblica Amministrazione. Il progetto non stato realizzato, a quanto
sembra, per mancanza di fondi, per il signor Catania per un lungo periodo ha
percepito lindennit di rapporto. Alla scadenza contrattuale del 2008, il
Sindaco Portobello non ha ritenuto opportuno rinnovare il contratto, forse
perch sotto campagna elettorale. Nella nuova amministrazione Portobello, il
signor Catania ritrova la sua nomina di Esperto del Sindaco con ,lo stesso
progetto di prima. Evviva la fiducia ritrovata! Sullaspetto del trattamento
economico a titolo gratuito abbiamo forti perplessit , ma aspettiamo
lapprovazione
del
Bilancio
di
Previsione
anno
2009.
Facciamo i complimenti ai signori Impastato e Catania per lattaccamento alla
causa PORTOBELLIANA e porgiamo sinceri auguri di buon lavoro sempre
nellinteresse della collettivit isolana

Inserito da Pino Ciampolillo il 19/09/2007 h. 23:46:36


Isola delle Femmine: Chiesto il Commissariamento del corpo della
polizia
municipale
LA

PUBBLICA

AMMINISTRAZIONE

DI

ISOLA

DELLE

FEMMINE

A tutto il corpo della Polizia Municipale la nostra solidariet la nostra stima e il


rispetto per l'attivit che svolgono a tutela della nostra comunit. Non sempre
riconosciute e valorizzate da chi di competenza.
Al Signor Croce Antonino Comandante della Polizia Municipale di Isola delle
Femmine, la nostra personale solidariet stima e apprezzamento per il suo
operato.
Management School: "cos come ti ho creato ti posso distruggere"
"ti spiezzo in due" prima ti nomino un CONSULENTE e poi Ti DIMISSIONO

........si reputa assolutamente necessario che il corpo di polizia municipale


venga commissariato...........

Riceviamo
e
con
rincrescimento
pubblichiamo.
Rincrescimento
in
quanto
il
contenuto

lo
specchio
di
una
situazione.......meritevole di una attenta responsabile e necessaria presa di
posizione.
Mi rendo conto di infrangere il nostro credo "i panni sporchi si lavano in
famiglia".
La necessit di riflettere, di analizzare di non lasciarsi trascinare da una sia pur
giustificata spontanea reazione ci ha indotto alla pubblicazione, di questo
indecoroso stato di fatto, che fotografa una parte importante della nostra
realt di Isola delle Femmine che certamente i Cittadini Isolani non meritano.
http://isolapulita.blogspot.it

La discussione consiliare sui fatti accaduti in data 22 Agosto ad alcuni


componenti del corpo di polizia municipale impone una seria e ponderata
riflessione
sulla
situazione
in
cui
versa
in
atto
il
corpo.
Va, innanzitutto, evidenziato che i problemi che in atto si manifestano, lungi
dall'essere contingenti, si perpetuano da molti moltissimi anni e, in passato,
hanno sempre comportato una propensione degli addetti a transitare in altri
ruoli. L'organico in atto esistente, paradossalmente, invece frutto di scelte
precise da parte di molti degli attuali addetti, atteggiamento che ha fatto
illudere su una diversa motivazioni da parte di coloro che hanno richiesto di
essere inquadrati all'interno del corpo.
Detta situazione psicologica, di appartenenza ad un gruppo su cui gravano
compiti di notevole ampiezza e complessit da svolgersi in situazioni anche
difficili sia per i turni che per la rappresentanza rivestita nei confronti della
collettivit, avrebbe dovuto servire a dare compattezza al corpo con reciproca
solidariet.
Ci
non
si

assolutamente
verificato,
anzi.
In atto la situiazione tra il comando e gli agenti, tra gli styessi agenti e tra il
comando e l'Amministrazione risulta di assoluto contrasto, come dimostrano gli
innumerevoli provvedimenti avviati e, spesso, non portati a compimento in
funzione di una pacificazione generale, o archiviati per vizi procedurali.
Numerosi rilievi, peraltro, risultano avanzati da cittadini, Amministratori e
soprattutto dal locale comando della locale stazione dei carabinieri.
Anche
il
raporto
con
l'utenza,
infine,
risulta
poco
sereno.
Al comando, nel suo complesso ma soprattutto agli agenti, infatti, non
assolutamente riconosciuto quel rispetto che, in via di assoluta generalit ed

istintivamente, riconosciuto alle altre forze di polizia operanti nel territorio,


Carbinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza.
Ci sicuramente imputabile ad aspetti propri dei corpi di Polizia Municipale,
quantomeno in tutto il territorio regionale, ma in sede locale ampliato a
dismisura dai comportamenti tenuti in servizio da numerosi appartenenti al
corpo, comportamenti che non risultano assolutamente in linea con l'attivit,
innanzitutto, educatrice che gli agenti dovrebbero tenere.
A ci aggiungasi che sul campo non viene affettuata alcuna attivit di controllo
ed indirizzo da parte del comando, stante che, tranne il Vice comandante che
effettua i normali turni di servizio, il comandante, logico punto di riferimento,
quasi mai presente sul territorio.
A peggiorare la situazione i comportamenti e le direttive del comandante
vengono quasi costantemente contestate dal personale a vario titolo.
La situazione di perenne contestanzione ha di fatto ad oggi paralizzato il corpo,
per cui si rende necessaria una svolta radicale che potrebbe essere attuata
mediante l'immediata stipula di una convenzione con i Comuni facenti parte
dell'Unione dei Comuni delle Torri tra Mare e Monti per la gestione dei servizi di
polizia municipale.
Detta convenzione, che tra l'altro imporrebbe ai singoli componenti i corpi di
polizia municipale di operare in tutti i comuni dell'Unione e specialmente fuori
dal territorio di appartenenza ogiginaria, potrebbe comportare un
miglioramento nel servizio ed un maggiore rispetto da parte delle rispettive
cittadinanze.
In alternativa, o nelle more della stipula di detta convenzione, si reputa
assolutamente necessario che il corpo di polizia municipale venga
commissariato, provvedendo alla nomina di un coordinatore esterno, tratto
possibilmente dagli orrganici dei carabinieri o della polizia di Stato in
quiescenza.
Il direttore Generale 17.settembre 2007 prot 10388

PER LA RINASCITA DI ISOLA DELLE FEMMINE


Inserito da Pino Ciampolillo il 14/08/2007 h. 00:34:43
ARRESTI A TORRETTA TRA GLI
PROFESSIONISTI
DELLA

ARRESTATI
PUBBLICA

ANCHE FUNZIONARI E
AMMINISTRAZIONE.

I nomi degli arrestati. Tra gli arrestati, Calogero Caruso, 70 anni, ritenuto il
capo della "famiglia" di Torretta e che era libero per decisione del Tribunale del
riesame dopo essere stato arrestato una prima volta due anni fa. Gli altri

provvedimenti giudiziari riguardano Rosario Bordonaro, 55 anni, impiegato


dell'Ufficio tecnico del Comune di Torretta; Gaspare Caravello, 41 anni; Antonio
Di Maggio, 35 anni; Benedetto Dragotta, 58 anni, funzionario del Comune di
Torretta; Salvatore Ferranti, 36 anni; Matteo La Barbera, 34 anni, e Pietro La
Barbera, 32 anni, figli del vecchio boss Michelangelo La Barbera; Andrea
Licata, 47 anni, architetto libero professionista; Stefano Mannino, 58 anni;
Rosario Mignano, 43 anni, imprenditore; Francesco Sirchia, 69 anni; Francesco
Spinelli, 49 anni, imprenditore. Altre cinque persone sono indagate, e per una
di queste il gip non ha accolto la richiesta di misura cautelare proposta dalla
Procura.
I politici cambiano spesso, ma i dirigenti degli uffici tecnici restano e Cosa
Nostra li utilizza per suoi interessi.
Rimuovere SINDACI e CONSIGLIERI comunali in odore di mafia. Bisogna
intervenire anche sugli apparati burocratici compromessi , commissariandoli e
se necessario licenziare i responsabili.
Accertate infiltrazioni mafiose nelle pubbliche amministrazioni oltre a tagliare
sindaci e consigli comunali, intervenire anche sui burocrati dirigenti, avviando
procedimenti che portino al licenziamento immediato, senza attendere la
condanna.
Queste
le
proposte
avanzate
dalla
Commissione
antimafia.
SANATORIE LOTTIZZAZIONI VARIANTI PIANI VOLUMETRICI IL COMUNE IN
MANO AI BOSS. Ancora una volta si scopre che, come nella maggior parte dei
casi, i dipendenti tratti in arresto operavano nel settore dei lavori pubblici e
dell'urbanistica.
UN AFFARE DA 10.000.000MILIONI DI EURO LA COSTRUZIONE DI 21 VILLINI.
SI CERCA IL REFERENTE ALL'INTERNO DEL COMUNE ARCHITETTO DISCRETA
ANZIANITA' ALL'UFFICIO TECNICO DI TORRETTA SI ERA NELL'ANNO 2003 IL
PIANO DI LOTTIZZAZIONE VENNE ESAMINATO ED APPROVATO DAL
CONSIGLIO COMUNALE.
NATURALMENTE LA DELIBERA NON RAPPRESENTAVA LICENZA A COSTRUIRE.
IL 2004 LA POLIZIA MUNICIPALE OPERANDO UN SOPRALLUOGO TROVA OPERE
E MANUFATTI, MA LA CONCESSIONE NON C'ERA.
CASO STRANO IL SEQUESTRO PENALE NON SCATTO'. ED E' PROPRIO IN
QUESTO PERIODO CHE LA PRATICA SUBISCE UNA IMPROVVISA
ACCELLERAZIONE E IL PIANO DI LOTTIZZAZIONE ERA GIA' TRASMESSO
ALL'ASSESSORATO.
NEL MESE DI GIUGNO VENNE PRESENTATA LA RICHIESTA DI SANATORIA. e IL
GIORNO DOPO FU APPROVATA.

NONOSTANTE
LA
MANCANZA
DI
DOCUMENTI
E
COSI'
FUNZIONAVA
AL
COMUNE
DI
(FONTE:Repubblica del giorno 10 agosto 2007)

NULLAOSTA.
TORRETTA.

QUALCUNO SI CHIEDE DEL PERCHE' RIPETERE CIO' CHE GIA' RIPORTATO DA


ALTRI ORGANI DI STAMPA.
NOI AUSPICHIAMO CHE LE APPARENTI SIMILITUDINI CON LA SITUAZIONE
CHE VIVIAMO AD ISOLA DELLE FEMMINE SULLE MATERIE URBANISTICHE DI
LICENZE UFFICIO TECNICO SANATORIA LOTTIZZAZIONI PIANI VOLUMETRICI
NORME DI non SALVAGUARDIA NORME DI non RISPETTO, DETTE
SIMILITUDINI DICEVAMO SIA SOLO FRUTTO DELLA NOSTRA FANTASIA.
LA SITUAZIONE REALE NON PROMETTE MOLTO DI BUONO! DALDRONDE GIA'
NEL 2000 IN UN'AESPOSIZIONE AL CONSIGLIO COMUNALE LA RESPONSABILE
DELL'U.T.C. PARLAVA DI UNA SITUAZIONE DI ABUSIVISMO ELEVATO E DI
UNA GESTIONE DEL TERRITORIO POCO ATTENTA AI BISOGNI DEI CITTADINI.
PURTROPPO GLI AVVENIMENTI DI QUESTI ULTIMI GIORNI STANNO VEDENDO
ISOLA DELLE FEMMINE AL CENTRO DI UNA MARTELLANTE CAMPAGNA
MEDIATICA.
LE PRIME RICOSTRUZIONI METTEVANO IN COLLEGAMENTO IL GIALLO DELLA
SCOMPARSA DEI MAIORANA PADRE E FIGLIO CON LA COSTRUZIONE DEL
COMPLESSO RESIDENZIALE LA CALLIOPE PER COME E' STATA GESTITA
L'INTERA PRATICA DA PARTE DEGLI UFFICI COMUNALI DI ISOLA DELLE
FEMMINE.
DI QUI L'INVITO ALL'INTERA CITTADINANZA A VIGILARE SULLA GESTIONE
DEL NOSTRO TERRITORIO MENTRE ALL'AMMINISTRAZIONE RIVOLGIAMO
LAPPELLO AD ESSERE TRASPARENTE NEI COMPORTAMENTI E NELLA
PRODUZIONE DI ATTI ATTRAVERSO LA PARTECIPAZIONE E L'INFORMAZIONE
DELL'INTERA COMUNITA'.
Si ipotizza che l'architetto Andrea Licata ha avuto incarichi ad Isola, inoltre
risulta essere progettista di vari immobili a Isola di cui non si conoscono i
commissionanti.
L'impressione che si stiano ricomponendo tanti piccoli tasselli di un grande
mosaico di interessi e di affari riguardanti il nostro territorio.
Di
cognome
faccio
PILATO
Hobby:
MI
LAVO
LE
MANI
qui si tratta di due persone che per dieci lunghissimi anni hanno CONDIVISO

CON ME E CON TUTTO IL GRUPPO Isola per Tutti gioie, sofferenze, tonfi e
trionfi, lacrime e sorrisi, attacchi, cene, riunioni notturne e diurne, sfoghi
delusioni, crisi politiche e umane tutte affrontate e risolte mi riferisco al mio ex
amico gi Sindaco
.con Marinella e Mariolina formava linossidabile trio delle tre Marie del
NOSTRO AFFIATATISSIMO GRUPPO.
tornando al passato la prima grande crisi politica labbiamo vissuta nel lontano
1996 quando lallora consigliere Dionisi, risentito con tutti noi, perch non
lavevamo eletto decise di staccarsi dalla maggioranza e NESSUNO DI NOI
DICO NESSUNO TI HA FATTO MANCARE SOSTEGNO E INCORAGGIAMENTO
ANZI SIAMO STATI VIGILI E AGGRESSIVI PER PROTEGGERE IL NOSTRO CARO
SINDACO.
QUESTO E NIENTE CARO . IO E TUTTI GLI ALTRI CI SIAMO
PRESTATI A FARTI DA SCUDO DURANTE QUEGLI INFUOCATI CONSIGLI
COMUNALI DURANTE LA PROCESSIONE DELLA PATRONA PER MANTENERE IN
SECONDA FILA GLI AMICI DELLA NUOVA TORRE..(scusate ma non cera
gi la MADONNA a fare da scudo alle VOSTRE ipocrisie e ai VOSTRI
PERSONALISSIMI
USI
DELLA
SACRA
PROCESSIONE?)
..RICORDI CHI TI E
DELLARCH ALBERT?...

STATO

VICINO

IN

QUELLANTIPATICA VICENDA

RICORDO ANCORA LO SQUALLIDO TENTATIVO DI SCIOGLIMENTO PER


INFILTRAZIONE MAFIOSA DA PARTE DI ALCUNI AVVERSARI POLITICI CHE HA
PORTATO AL SACRIFICIO POLITICO DI UN NOSTRO COMUNE AMICO, CHE TI
HA TOLTO IL SONO PER TANTE NOTTI
Pensiamo che ce ne sia a sufficienza per dire che i due si conoscevano, non
solo ma traspare molto chiaramente che avevano frequentazioni quotidiane e
non solo, visto che era a conoscenza della insonnia di cui ha sofferto il
in
alcuni
difficili
momenti
del
suo
impegno
nel
sociale.
Traspare molto chiaramente dal racconto del Professore la sua volontaria
predisposizione ad offrire la sua spalla al fine di raccogliere le lacrime
dellamico ............., che veniva comunque ricompensato con cene e
divertimenti.
Veniamo a conoscenza che avevano le stesse passioni politiche e ne
condividevano gli obiettivi, la scaltrezza del . fu insuperabile quando
riusc a convincere il Professore dell'efficacia della tattica IL FINE CHE
GIUSTIFICA
I
MEZZI
Mirabile
la
sua
condotta!

Loccasione della processione suggell la condivisione della tattica il fine


giustifica i mezzi. Il .. fu protetto da uno scudo umano dagli attacchi
che provenivano dagli avversari politici.
Dai disegni riportati nei diari del Professore apprendiamo che molto interesse
aveva suscitato in loro la pianificazione del territorio dal punto di vista
urbanistico.
Erano

soliti

disegnare

le

vie

del

paese

suddividendole

per

comparti.

I loro acerrimi nemici politici con ogni mezzo tentarono di scalfire la loro
impenetrabile onorabilit, non ci riuscirono nemmeno quando tentarono di far
sciogliere anticipatamente il consiglio per infiltrazioni mafiose. Il nostro
problema a questo punto sono le dichiarazioni rese dal Nostro professore che
accusa il Suo ex amico di non aver fatto niente per quattordici anni.
Non solo !
Come si dice?
A Si, ho trovato!
Autocontradicendosi!
Cio uno che si contraddice da solo!
Io sono nuovo.Io sono sindaco dal 2004 io non cero..io non ho
visto.io non ho sentito
Se lei cera , stiamo parlando nella veste di amministratore, quando si parlava
dellaffair Calliope , chi ha fatto in modo che arrivasse comunque il
commissario ad acta per la definizione del terreno da verde agricolo ad area da
edificare?
Tirando su un bel p di soldoni, non Le pare?
Detto tra noi parlano tra i 15.000.000 e 20.000.000milioni di EURO (penso! Ne
sa parlare Lei? Noi No! Certo che un buon BUSSINESS per ciunque!)
Se lei cera, forse informato che il mese di Settembre dellanno 2003 il
Consiglio comunale allunanimit decide di impugnare latto di delibera n 48 del
Commissario ad Acta dr. Megna ritenuto dai consiglieri tutti ILLEGITTIMO.
Se non cera allora (il 2003) e quindi non ha poturo far nulla, quando invece c
stato il 2004 cosa ha fatto a tal proposito?

Veda lavarsi le mani alquanto facile.


Sporcarsele per ripulire ci che si sporcato diventa arduo ma umanamente
rigenerante.
Comitato cittadino Isola Pulita
Inserito da Pino Ciampolillo il 08/08/2007 h. 01:19:43
Sommario giorno 6 e giorno 7 agosto 2007
Intervista Rubino I perch delle dimissioni
Scomparsa di Antonio Maiorana e suo figlio
Giorno 7 Agosto
Servizio scomparsa amministratore Calliope
Intervista Portobello (eppur si punzecchiano)
Appello alla legalit
Affair Calliope

CHIESTE LE DIMISSIONI DEL SINDACO PORTOBELLO E DELLA SUA GIUNTA.


DOPO CHE L'OPPOSIZIONE SI E' ASSUNTA L'ONERE DI APPROVARE
IL BILANCIO IL PIANO REGOLATORE DEL PORTO IL PIANO REGOLATORE
GENERALE e..e..e...... DOPO CHE IL GRUPPO "ISOLA PER TUTTI" HA PERSO LA
MAGGIORANZA NONOSTANTE LA POLITICA CLIENTELARE DELL'ATTUALE
ESECUTIVO;
NONOSTANTE LA MESSA IN PALIO DI POLTRONE E POLTRONCINE;
NONOSTANTE LICENZE E QUANT'ALTRO;NONOSTANTE LA GESTIONE DELLE
RISORSE A COME VOGLIO IO;
NONOSTANTE L'AUMENTO DELLE DISPONIBILITA' FINANZIARIE PER SINDACO
E ASSESSORI;
NONOSTANTE LA VICENDA PER LA COSTRUZIONE DEI CINQUANTA
APPARTAMENTI DELLA COOPERATIVA DELLA CALLIOPE SU UN TERRENO LA
CUI DESTINAZIONE D'USO ERA VERDE AGRICOLO( e su cui in maniera
scientifica stato pianificato l'intervento del Commissario ad Acta per il cambio
di destinazione d'uso);

NONOSTANTE LE RETICENZE SULLA ITALCEMENTI, A UN CERTO PUNTO NON


SI CAPIVA PIU' DOVE VOLEVATE METTERE LA NUOVA TORRE;
NONOSTANTE LE MANCATE RISPOSTE SULLA SEGNALAZIONE DELL'ARPA SUI
PREOCCUPANTI DATI DI INQUINAMENTO ATMOSFERICO AD ISOLA DELLE
FEMMINE(Lei medesimo se ne fatto portovace anche se su un palcoscenico
lontano da Isola ovvero a Capaci puch lontano da orecchie indiscrete);
NONOSTANTE IL SUO FREGARSENE DELLE SOLLECITAZIONI CHE LE SONO
PERVENUTE
DAI
RESIDENTI
DELLA
LOTTIZZAZIONE
LO
BIANCO
SULL'INQUINAMENTO ACUSTICO PRODOTTO DALLA CEMENTERIA ( vero sono
solo palermitani come dice Lei. A pensare che una volta dicevate sono solo
Pescatori, per significare che non bisogna stare dietro a questi personaggi.
Quindi per Lei ma non solo per Lei mi rendo conto. Quindi diciamo per la sua
BAND: chiunque osi esprimere il suo pensiero a seconda delle circostanze
diventa o Estraneo o Pescatore);
Un solo suggerimento ci sentiamo di farVi: RicordateVi Signori che non si pu
parlare di Isola delle Femmine se non parlando dei Pescatori.
I PESCATORI RAPPRESENTANO LA STORIA DI ISOLA DELLE FEMMINE UNA
STORIA CHE VA SALVAGUARDATA E DIFESA IN MANIERA STRENUA E DECISA
E NON SOLTANTO A cunbenienza
NONOSTANTE LA DELIBERA DI GIUNTA 69 AD HOC PER ASSUMERE I DUE
CONSULENTI AVENTI CON IL COMUNE UN RAPPORTO DI LAVORO
PROFESSIONALE EDIN CONTEMPORANEA SVOLGONO IN PROPRIO ATTIVITA'
PROFESSIONALE (vedasi partita IVA e iscrizione Albi per poter rilasciare
regolari fatture);
NONOSTANTE LE SPESE AFFRONTATE
CONSULENTI DEL SINDACO;

PER

L'ENORME

NUMERO

DEI

NONOSTANTE L'ABUSO DI POTERE ESERCITATO NELL'EMETTERE ATTI DI


GETIONE AMMINISTRATIVA (potremmo fare l'esempio della determina n 18);
NONOSTANTE LA REVOCA DELLA LICENZA DELLA CANTIERIZZAZIONE DEL
RADDOPPIO FERROVIARIO;
NONOSTANTE LA CONCESSIONE REVOCA E RICONCESSIONE DELLA LICENZA
SARACEN;

NONOSTANTE LA DELIBERA PER IL RINNOVO DELLE CONCESSIONI DELLE


AREE CIMITERIALI.
NONOSTANTE LA POCA CHIAREZZA SULLA GESTIONE DEI LOCULI
CIMITERIALI (purtroppo ne abbiamo fatto esperienza solo recentemente nostro
malgrado.
PER LEI SIGNOR SINDACO NON VI ERA UN POSTO LIBERO!
MA DICIAMO VERO!
Creda Signor Sindaco , non se ne vuole fare assolutamente una speculazione
politica,
ma
pensiamo
che
a
tutto
vi

un
LIMITE.
Sarebbe importante se ognuno di noi riconoscesse il proprio limite.
GRAZIE
e
scusi
non
interpreti
questo
come
rabbia.
NOI
ABBIAMO
VISSUTA
QUESTA
VICENDA
COME
SOFFERENZA.
UNA SOFFERENZA CHE HA FERITO LE NOSTRE INTELLIGENZE E I NOSTRI
CUORI);
NONOSTANTE
LE
RETICENZE
SULL'ANTENNA
WIND
SHEAR;
NONOSTANTE
GARE
E
APPALTI
ROCCAMBOLESCHE....:
PROBABILMENTE SIGNORI AMMINISTRATORI DOVRESTE CHIEDERVI: "TUTTI
QUESTI NONOSTANTE QUALE IMMAGINE HANNO CREATO DI NOI NEI
CITTADINI"
ANTONIO DE CURTIS IN ARTE TOTO' AVREBBE RISPOSTO: "MA QUESTI SI
SON FATTI I CACCHIII LORO"
TUTTO CIO' GENTILISSIMI SIGNORI HA PORTATO LE PERSONE I CITTADINI DI
ISOLA DELLE FEMMINE A FORMARSI UN'OPINIONE SUL VOSTRO OPERATO ED
IN PARTE (ma solo in parte) IL RISCONTRO SIGNORI AMMINISTRATORI
SIGNOR
AIELLO, SIGNOR
PROF
PORTOBELLO, SIGNOR
IMPASTATO,
SIGNOR
LO
PICCOLO, SIGNOR
BELLONE,SIGNORA
CUTINO,
SIGNOR
GIUCASTRO, DOTTOR
CUTINO, DOTTOR
RISO, DOTTOR
LUCIDO,DOTTORESSA RISO;
IN UN NOSTRO SONDAGGIO DI CIRCA UN MESE SI LEGGE CHE SU
SETTECENTOCINQUANTASEI PERSONE CHE HANNO ESPRESSO UN GIUDIZIO
SULL'ESECUTIVO PORTOBELLO, 713 DICASI SETTECENTO TREDICI PERSONE
DANNO
UN
GIUDIZIO
DEL
TUTTO
NEGATIVO.
FORSE A ISOLA E' TORNATA LA POLITICA SIGNOR SINDACO PORTOBELLO
QUINDI IL CONFRONTO QUINDI LA DEMOCRAZIA QUINDI LA EGALITA' QUINDI
A TRASPARENZAECCO PERCHE' DICIAMO LA PASSERELLA E' FINITA
DIMISSIONI
SUBITO
SENZA
SE
E
SENZA
MA!
Comitato Cittadino Isola Pulita

ULTIMISSIME
Antonio Maiorana e il figlio Stefano si erano allontanati venerd dal cantiere
dell'uomoI familiari hanno dato l'allarme. Il veicolo era nel parcheggio del
Falcone-Borsellino Palermo, scomparsi un imprenditore e il figlio L'auto stata
ritrovata vicino all'aeroporto Antonio Maiorana
PALERMO - Denunciata a Palermo la scomparsa di un imprenditore edile,
Antonio Maiorana e del figlio Stefano. L'uomo, 47 anni, stava svolgendo lavori
in una cooperativa immobiliare a Isola delle Femmine (LA CALLIOPE). A
presentare la denuncia ai carabinieri sono stati i familiari. Maiorana venerd
scorso si allontanato dal cantiere con il figlio dicendo che sarebbe ritornati
dopo un breve tempo. Ma i due non hanno pi dato notizie. L'autovettura
stata ritrovata dai carabinieri regolarmente chiusa a chiave, nel parcheggio
dell'aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo.
Al momento non si esclude alcuna ipotesi. I familiari di Maiorana sono gi stati
interrogati dai carabinieri. Gli inquirenti hanno effettuato ricerche su liste
d'imbarco passeggeri e nell'intera zona senza alcun esito e stanno passando al
setaccio ogni elemento legato all'imprenditore e al proprio figlio, uno studente
universitario che saltuariamente aiutava il padre nella sua attivit.
Dagli accertamenti dei carabinieri sia l'imprenditore che il figlio scomparso
sono incensurati. Nel 1980 Antonio Maiorana era stato in societ con Francesco
Paolo Alamia. I due avevano costituito la Progea S.C.R.L., impresa edile.
Alamia, che stato anche assessore comunale a Palermo, era tra i soci della
immobiliare Inim insieme a Filippo Alberto Rapisarda.
Gli investigatori, coordinati dal pm Gaetano Paci, sarebbero portati ad
escludere che la scomparsa sia da mettere in collegamento con la criminalit
organizzata. Scartato anche qualunque problema economico o dissapore
familiare.
(6 agosto 2007)
http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/cronaca/rapiti-palermo/rapitipalermo/rapiti-palermo.html
ISOLA 7 AGOSTO 2007
MENTRE IL SINDACO PROF PORTOBELLO PARLA PARLA PARLA PARLA DI
P.R.G., I FATTI DI CRONACA RIPORTANO ISOLA DELLE FEMMINE AL CENTRO
DI AZIONI DAI RISVOLTI INQUIETANITI PER LE INFILTRAZIONI NELLA VITA
POLITICA
AMMINISTRATIVA
CHE
POTREBBERO
PREFIGURARSI.
La polemica ancora una volta sulla destinazione duso delle aree cio stabilire

quali aree destinare a pubblica utilit , dove possono o meno costruire o


destinare
a
verde,
a
parcheggio..e
ci
va
benissimo.
La nostra riflessione ci porta a dire ma queste regole esistevano gi anche
prima delladozione del Piano regolatore ( 2007) perch non sono state
rispettate?
La domanda seguente pu essere: fino a che punto non siano strumentali tutte
queste polemiche, forse e per non vedere la barca in fase di affondamento?
Con la misteriosa scomparsa del socio dellazienda edile s.r.l. la Calliope ,
ritorna, in maniera alquanto preoccupante per la vita democratica delle
istituzioni, la polemica che ha animato il Consiglio Comunale di Isola delle
Femmine qualche anno addietro.
Noi sappiamo, che la provvisoria chiusura di ogni polemica fu la nomina di un
commissario ad acta, che riusc a trasformare un terreno da verde agricolo
senza nessuna possibilit di edificazione, in area edificabile di edilizia
cooperativistico.
Il business fu abbastanza rilevante si parl per le cifre di allora di circa
25.000.000.000miliardi!
Di qui linteresse della magistratura e le preoccupazioni che legittimamente e in
maniera responsabile devono essere seriamente attenzionate da parte della
pubblica amministrazione dai cittadini e dalle organizzazioni sindacali
imprenditoriali e commerciali.
LAFFAIR GALLIOPE s.r.l.. E SA.BA. S.r.l.
LOTTO DI TERRENO DISTINTO IN CATASTO AL FOGLIO 3 PARTICELLE 179,178
43, 36, 54 ,515, 516, 517, 518, 177, 181, 142, 315 E 179 IN QUOTA PARTE
(mq 1.047,38) RICADE ENTRO LA FASCIA DEI 500 METRI DI DISTANZA DALLA
BATTIGIA
DEL
MARE.
Comune
di
Isola
delle
Femmine.
Ling Gioacchino Lascari ha provveduto alla esecuzioni delle misurazioni per
conto della Callliope s.r.l.e SA.BA. s.r.l.
Lo Cicero Maria Antonia rappresentante della Immobiliare Calliope s.r.l.
Con prot 1837 Comune Isola viene presentata istanza per programma
costruttivo di 76 alloggi.
In data 29.12.2000 viene protocollato con il n 15410 una nuova istanza per la
costruzione di 72 alloggi.
In data b1.2.2001 viene respinta da
lapprovazione del Programma costruttivo.

parte

del

Consiglio

Comunale

In data 16.9.2002 la SA.BA. s.r.l. e la Calliope s.r.l. ripresentano la richiesta di


costruzione di per realizzare 72 alloggi il protocolo del comune di Isola il n
10337;

In data 18.4.2003 con prot comune di Isola n 5629 le imprese Il programma di


Costruzione redatti dallIng Lascari Gioacchino prevede la realizzazione di 52
alloggi;
Nella seduta del 27.5.03 della Commissione Edilizia del Comune di Isola si
esprime parere negativo sul progetto;
In data 17.7.03 la Commissione Edilizia Comunale di isola esprime parere
favorevole per 50 alloggi vista anche la perizia giurata del progettista in data
16.7.03 e nota prot 10476 17.7.03

DESTINAZIONE DUSO INIZIALE VERDE AGRICOLO superficie estesa mq.


13.627 volume pari a 28.414,14 densit territoriale mc/mq 2,08.
DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO AD ACTA (DR. MARIO MANTEGNA) N 48
DEL 24.9.2003 CHE APPROVA LA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLU.T.C.
ARCH GIANBRUNO
Comitato Cittadino Isola Pulita
Inserito da Pino Ciampolillo il 02/08/2007 h. 23:57:24
ISOLA DELLE FEMMINE L'INCOMPATIBILITA' DEL P.R.G.
Isola delle Femmine 2 agosto 2007
Consiglio Comunale con allordine del giorno : Adozione Piano Regolatore.
Adottato il P.R.G. con soli 6 voti a favore su quindici consiglieri eletti dalla
Cittadinanza
LE REGOLE PER IL GRUPPO POLITICO ISOLA PER TUTTI SONO SUPERFLUE.
Se noi cittadini di Isola delle Femmine serbavamo ancora dei dubbi
sullaffidabilit politica del Gruppo di potere Isola per Tutti, con il
comportamento che hanno tenuto durante la seduta del consiglio comunale DI
IERI
,
TUTTI
I
NOSTRI
DUBBI
DIVENTANO
CERTEZZE:
SIGNORI SIETE POLITICAMENTE INAFFIDABILI.
Voi che con il mandato elettorale ricevuto avevate la RESPONSABILITA non
solo di fissare delle regole di convivenza civile ma AVERE LA CAPACITA di farle
condividere seppure nella diversit di posizioni.
AVETE FALLITO.
LA DIMOSTRAZIONE:

AVETE FRANTUMATO UN PAESE PERSINO TRA I DIPENDENTI C'E'


CONTRAPPOSIZIONE
DEMOTIVAZIONE
DISAFFEZIONE
IL PIANO REGOLATORE STRUMENTO INDISPENSABILE DELLAMMISTRAZIONE
DEL TERRITORIO, CHE FISSA REGOLE CHE DA CERTEZZE DI DIRITTI E
DOVERI IN MATERIA URBANISTICA E DI SERVIZI ALLA COMUNITA, CHE
DOVREBBE
ESSERE
UNO
STRUMENTO
PER
IL
BENE
PUBBLICO!
EBBENE QUESTO STRUMENTO DI PUBBLICA UTILIT
SU QUINDICI CONSIGLIERI ELETTI
SOLAMENTE OTTO CONSIGLIERI.

HANNO

PARTECIPATO

AL

VOTO

COSA DOBBIAMO PENSARE?


FORSE CHI DEI CONSIGLIERI O PRESIDENTI CHE NON HA VOTATO E
RIMASTO NON APPAGATO DEL :
Do ut des: frase latina, dal significato letterale: io do affinch tu dia e senso
traslato scambiamoci queste cose in maniera ben definita. ...
Daldronde fin dallo scorso 26 luglio scrivevamo: A questo punto ci resta solo
da capire quale sar il gruppo politico all'interno del Consiglio Comunale che
rovescer la situazione con una possibile ritirata, perche' all'interno del proprio
GRUPPO DI SOSTEGNO non sono state soddisfatte del tutto le richieste
avanzate.
La nostra ipotesi trova una sua spiegazione nel comportamento alquanto
remissivo del gruppo politico "ISOLA PER TUTTI". (l'impressione che se ne
ricava
"lavorate,
lavorate
alla
fine
saremo
noi
a........)
http://isolapulita.blogspot.com/2007/07/isola-delle-femmine-25.html#links
Resta in noi la convinzione che non ci pu essere posto per siffati
personaggi
animati
solo
da
interessi
di
parte.
Loro il gruppo ISOLA PER TUTTI hanno motivato la loro uscita dallaula con il
loro ESSERE INCOMPATIBILI !
NIENTE DI PIU FALSO:
1)SE DI INCOMPATIBILITA DOBBIAMO PARLARE FORSE QUALCHE
CONSIGLIERA SAREBBE DOVUTA USCIRE? (Almeno ci risulta da nostra
documentazione)
2)In data 11 maggio 2006 il Presidente del Consiglio con una Sua nota a tutti i
Consiglieri comunali chiedeva di accertare e quindi comunicare per iscritto,

eventuali cause di incompatibilit per la trattazione dellargomento adozione


P.R.G.
Dopo una approfondita ricerca sembra che nessun Consigliere Comunale a far
data dal 11.5.06 abbia comunicato il proprio stato di incompatibilit.
QUINDI SINO A QUALCHE MINUTO PRIMA DELLA SEDUTA CONSIGLIARE DI
IERI ufficialmente TUTTI SAPEVAMO CHE TUTTI i consiglieri ERANO
COMPATIBILI
CON
LARGOMENTO
IN
DISCUSSIONE!
ABBIAMO CAPITO BENE!
Se ci risulta vero Signori Consiglieri Signor Presidente e Signor Sindaco, forse
avete il CIVICO dovere morale di spiegare politicamente la Vostra posizione al
Consiglio Comunale e alla Cittadinanza Tutta.

n.b. stiamo raccogliendo documentazione al fine di avanzare una


richiesta dei possibili erariali arrecati dai consiglieri da siffati comportamenti.
Una osservazione procedurale che ci sovviene nel leggere il comunicato del
Comitato Cittadino Spontaneo e precisamente ci riferiamo sia alla posizione del
PROGETTISTA del Piano del P.R.G. Arch Aliqu (sempre assente) e la posizione
dellArch
DArpa
Sandro
(sempre
presente
fisicamente).
Losservazione semplice e banale :
Perch
nessuno
dei
Soggetti
interessati
il
Progettista
o
il CONSULENTE TECNICO DEL SINDACO PORTOBELLO ARCH. DARPA Sandro
ha informato il Consiglio Comunale che in fase di adozione del P.R.G.
preliminarmente occorrevano lacquisizione delle Tavole con le nuove
zonizzazioni
approvate
cos
come
recita
lart
3
L.R.
71/78?
Comitato Cittadino Isola Pulita
http://isolapulita.splinder.com/
COMITATO CITTADINO SPONTANEO
PER UN PIANO REGOLATORE DI SVILUPPO E PER LA REALIZZAZIONE DEL 3
PIANO

COMUNICATO STAMPA

Ieri sera
il P.R.G.

il

Consiglio

comunale

di

Isola

delle

Femmine

ha

adottato

Ieri sera il Consiglio comunale di Isola delle Femmine ha adottato


il P.R.G. sulla scorta degli emendamenti presentati dai Gruppi consiliari.
Emendamenti mai rappresentati graficamente nelle tavole daggiornamento
delle nuove zonizzazioni , da parte del progettista incaricato Arch. Angelo
ALIQUO, mai presente nelle sedute consiliari tenutesi per la trattazione degli
emendamenti.
A questo punto, ladozione del Piano priva di contenuti essenziali ed i cittadini
devono aspettare molto per vedere la pubblicazione del P.R.G. ieri adottato dal
Consiglio comunale, perch il progettista pu accettare o rigettare gli
emendamenti votati in Consiglio ed il P.R.G. deve ritornare nuovamente in
Consiglio per la riadozione!
Basta leggere lart.3 della Legge Regionale n. 71 del 27/12/1978 che recita :
Il progetto di P.R.G. e quello di Piano Particolareggiato devono
essere depositati, non oltre il decimo giorno dalla data della
deliberazione di adozione, presso la Segreteria comunale, a libera visione del
pubblico, per 20 giorni consecutivi.
La rielaborazione del P.R.G. del Comune di Isola stata disposta
dallAssessorato Regionale al Territorio ed Ambiente nel 1999 e, ad oggi,
appare chiaro che nulla stato fatto.
Bisogna aspettare altri 8 anni per avere il nuovo P.R.G. ?
A chi giova ?
G. Ferrante V. Dionisi
COMITATO CITTADINO Isola Pulita
Inserito da Pino Ciampolillo il 27/07/2007 h. 11:46:58
Isola delle Femmine Il Piano Regolatore Generale finalmente alla stretta
finale Il Piano Regolatore Generale discusso ed emendato dal Consiglio
Comunale in una seduta fiume Isola delle Femmine 25.7.2007
Bliblioteca Comunale Adunata del Consiglio Comunale
Ordine del Giorno Piano Regolatore Generale

Presentazione e discussione degli emendamenti presentati dai gruppi consiliari


rappresentati in Consiglio A proposito dell'emendamento atto a reperire
un'area da destinare a strutture scolastiche, Il Sindaco Professor Portobello in

mancanza dell'Assessore alla Famiglia ha ritenuto opportuno lanciare un


appello al pubblico presente in aula (in maggioranza aderenti a Isola Pulita ed
inoltre "palermitani".
(Signor Sindaco , che non siano proprio i "palermitani" a far scendere l'indice di
popolarit della Sua Giunta? I numeri del nostro sondaggio sono veramente
impietosi. Qualcosa dovr pur dirLe. O no?)
Al fine di non vedere in futuro le strutture scolastiche DESERTE (aggiungiamo
noi forse, probabilmente, anzi per essere sinceri ed in considerazione di quanto
gi successo: SONO SOLO SOGNI! Qualche artifizio e la destinazione d'uso pu
cambiare)
"ADESSO POTETE FARE FIGLI"
RUSH FINALE AL CONSIGLIO COMUNALE SU PIANO REGOLATORE
Presentati discussi e votati gli emendamenti dei consiglieri comunali
Do ut des: frase latina, dal significato letterale: io do affinch tu dia e senso
traslato scambiamoci queste cose in maniera ben definita.
Il TOUR DE FORCE per i consiglieri comunali inizia marted mattino alle ore 10
si decide di andare avanti ad oltranza sino allo stremo delle forze.
Complimenti!
Dopodich
permetteteci
metodologica e comportamentale.

qualche

piccola

osservazione

L'Arch D'arpa esordisce col dire che il misterioso PROGETTISTA del Piano
regolatore, come sempre, non parteciper ai lavori, i consiglieri possono
presentare gli emendamenti e dal suo studio il PROGETTISTA provvedera' a
calare gli emendamenti se questi non hanno sforato i parametri previsti.
C' da ipotizzare che una parte del lavoro dei consiglieri forse non potr essere
utilizzato dal PROGETTISTA perch non compatibili con i parametri.
Abbiamo capito Bene? Perch cos fosse, alla Comunit ne deriverebbe un
danno economico in quanto comunque e giustamente i gettoni presenza
dovrano essere liquidati.
Ci chiediamo comunque quale pu essere la legittimit dell'egregio lavoro fatto
dai consiglieri vista l'assenza del PROGETTISTA. (Non vorremo aver capito
male ma vi sono sentenza in merito).
Non vorremo ricordare male. L'ultima volta che i consiglieri sono stati
confortati e SUPPORTATI dalla presenza del PROGETTISTA in aula, ebbe a fare
una dichiarazione ".....il progetto redatto era mancante di tutte le costruzioni e
variazioni
urbanistiche
intervenute
negli
ultimi
due
anni
...".

Qualche consigliere ebbe a rammentare l'esempio costruzioni " Cooperativa la


Calliope
Se ci dovesse risultare vero, ci chiediamo quale era per i Consiglieri Comunali
la conoscenza della Situazione Reale del Territorio?
Si vero il Paese piccolo e si fa in fretta a girarlo ed ossservare ci che in
realt mancava al Piano elaborato dal Progettista.
Quindi i Consiglieri hanno avuto modo di notare se a Isola delle Femmine vi
dell'abusivismo edilizio? Del resto gi negli anni scorsi era stato denuciato ci
dall'U.T.C.
Ci chiedevamo se nella elaborazione progettazione e pianificazione del nuovo
Piano Regolatore Generale si previsto o immaginato (non diciamo studiato)
quello che nei prossimi anni sar il flusso migratorio (la sua composizione
sociale, economica e culturale) non solo verso il nostro paese ma in tutto il
comprensorio.
Considerato ormai la occupazione selvaggia e totale che si operata del
territorio.
Allora, la domanda, che si pone come qualitativamente e quantitativamente
possiamo affrontare il futuro.
Quale puo' essere l'elemento distintivo che porter a scegliere Isola delle
Femmine come residenza?
Il dilemma alla Catalana potrebbe essere:
VOGLIAMO ABITARE IL TERRITORIO oppure FARCI ABITARE DAL
TERRITORIO?
Di fronte a queste semplici considerazioni sentiamo gi le obiezioni:
ma di cosa parlate?
Scusateci! E' vero Voi Signori siete al: Do ut des.
Comunque noi stiamo lavorando!
VALE LA PENA INIZIARE AD INFORMARE I CITTADINI SUI PERCORSI
TORTUOSI DEL PIANO REGOLATORE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Il P.R.G. viene adottato dal Consiglio Comunale, il 1994 ed PROGETTISTA era
Ing. Enrico Mangiardi,. Si deve attendere il 1997 affinch Il Consiglio Comunale
approvi le prescrizioni esecutive (Piani Particolareggiati zone B D E) e li
trasmetta
allAssessorato
Regionale
Territorio
ed
Ambiente.
Il 1999 Il Sindaco di allora con una sua ordinanza rende efficace ope legis

(per il dettato della legge) il P.R.G. redatto dallIng. Enrico Mangiardi per
decorrenza dei termini (pi di 270 giorni dalla trasmissione allAssessorato
Regionale Territorio ed Ambiente ai sensi dellart. 4 comma 1 L.R. n. 71/78).
ED E PROPRIO IN QUESTO PERIODO DI VALIDITA DI QUESTO P.R.G. CHE
VENGONO RILASCIATE CONCESSIONI EDILIZIE PER EDIFICARE IMMOBILI SU
AREE DA non edificabili AD AREE edificabili.
Nello stesso anno 1999 perviene al Comune di Isola delle Femmine il voto del
Comitato Regionale Urbanistico con il quale viene restituito il P.R.G. reso
esecutivo per la rielaborazione totale secondo le indicazioni riportate in detto
documento.
Lallora progettista LIng. Enrico Mangiardi si dichiara disponibile a provvedere
alla rielaborazione del P.R.G., secondo le direttive del C.R.U., senaltro onere
(senza soldi) per il Comune. La Giunta si affida ad un legale per accertare se la
bocciatura del P.R.G. fosse imputabile allIng. Enrico Mangiardi e quindi
avviare nei confronti di tale progettista unazione risarcitoria. Lesito
dellaccertamento non lo si conosce, forse pu spiegarcelo qualcuno, visto la
esosa parcella pagata al professionista.
N.B. : ad oggi non si conosce lesito di tale accertamento.
Il Consiglio Comunale investito dal suo Presidente per discutere sulla
restituzione del P.R.G. da parte dellAssessorato Regionale Territorio ed
Ambiente, impegna il Sindaco e Giunta a conferire incarico ad un legale per
impugnare il voto del C.R.U..
Il Sindaco e la Giunta disattendono volutamente lindirizzo del Consiglio
Comunale, e pensano bene di conferire un nuovo incarico allArch. Angelo
Aliqu per la rielaborazione del P.R.G. con una spesa a carico del Comune.
LArch. Angelo Aliqu, dopo ben 16 mesi dallincarico e quindi in difformit a
quanto previsto nellart. 3 del disciplinare dincarico, trasmette al Comune lo
schema di massima del P.R.G..
Signori qualcuno pu dirci del motivo di tanto ritardo? Forse si era in attesa di
completare lacquisto di tutte le aree agricole al fine di farle diventare
edificabili, con qualche artifizio degno della migliore scuola di ingegneria
urbanistica?

Nellanno 2003 Il Consiglio Comunale approva lo schema di massima del P.R.G.


inviando al progettista Arch. Angelo Aliqu, per le valutazioni di competenza,
tutti
gli
emendamenti
presentati
dai
gruppi
consiliari.
Sui mezzi di informazioni il Sindaco pro-tempore dichiara : lo schema di

massima del P.R.G. tra due mesi, dal 12.08.2003, dovrebbe tornare in aula per
lapprovazione definitiva in virt degli emendamenti presentati. Tale
dichiarazione non stata mai seguita dai fatti.
Dichiara inoltre : Contiamo di arrivare alla definizione delliter entro il
31.12.2003.
N.B. : Siamo al 2006 e siamo in alto mare. Perch ? Forse per proteggere gli
speculatori ?
E giusto far sapere ai cittadini di Isola delle Femmine che, grazie al
comportamento ostativo del Presidente del C.C., i Consiglieri non hanno mai
potuto vedere lo schema di massima del P.R.G. e lesito degli emendamenti
presentati, mentre al Presidente del C.C. venivano rilasciate dal Sindaco e dal
Capo dellUfficio Tecnico i seguenti atti pi o meno illegittimi :
-autorizzazione
edilizia
in
sanatoria
per
una
piscina
abusiva;
-concessione edilizia (al padre) per completamento di un fabbricato abusivo nei
150 metri dalla battigia (nel rilievo aerofotogrammetrico del 1977 il fabbricato
non esiste);
-concessione edilizia per la costruzione di un villino bifamiliare in lotto
intercluso ove gi aveva realizzato una villa unifamiliare e piscina con unaltra
concessione edilizia.
ALLA FACCIA DELLA TRASPARENZA
Ecco per sommi capi gli antefatti del Piano regolatore di Isola delle Femmine
Comitato Cittadino Isola Pulita
Inserito da Pino Ciampolillo il 25/07/2007 h. 15:16:54
ISOLA DELLE FEMMINE DICE NO ALL'ANTENNA RADAR WIND SHEAR
AL VIA LA PETIZIONE CONTRO L'INSTALLAZIONE DELL'ANTENNA WIND SHERA
ALTAMENTE
INQUINATE
PER
LE
EMISSIONI
DELLE
ONDE
ELETTROMAGNETICHE CHE SI ESTENDONO PER UN RAGGIO A 360 GRADI
CON UN'ESTENSIONE DI CIRA 2 KM.

ISOLA DELLE FEMMINE DICE NO ALL'ANTENNA RADAR WIND SHEAR


AL VIA LA PETIZIONE PER DIRE NO SENZA SI! E SENZA MA!
I CITTTADINI DI ISOLA NON VOGLIONO L'ANTENNA CHE EMANA RADIAZIONI
ELETTROMAGNETICHE PER UN RAGGIO DI 2 Km.

BERTOLINO SCOPERTA LA PIU' GRANDE DISCARICA D'EUROPA


ANCHE a ISOLA delle FEMMINE inquinamento elettromagnetico delle antenne.
IL GIORNO 20 di DEL MESE DI DICEMBRE DEL 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE
DI ISOLA DELLE FEMMINE IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE AMBIENTE
DR CUTINO INFORMA CHE LENAV HA PRESENTATO UN PROGETTO PER
LINSTALLAZIONE, NELLEX CASERMA NATO, DI UN RADAR ANTENNA WIND
SHEAR PER LA RILEVAZIONE DEI VENTI.
LA COSTRUZIONE ALLENTRATA DEL NOSTRO PAESE CONSISTENTE DI UN
TRALICCIO ALTO OLTRE I 30 METRI ESSENDO UN RADAR AD ALTISSIMA
FREQUENZA SPRIGIONA ONDE ELETTROMAGNETICHE CON UN RAGGIO DI 360
GRADI CHEATTRAVERSEREBBE TUTTO IL PAESE AD UNALTEZZA DI 20 METRI
E PER UN RAGGIO DI QUASI 2 KM.
LE EMISSIONI ELETTROMAGNETICHE CHE SONO ALTAMENTE INQUINANTI E
CHE INVESTIREBBERO LA GRAN PARTE DEL PAESE E DEI CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE. SAREBBE PREGIUDIZIEVOLE ALLA PUBBLICA INCOLUMITA.

DANNOSA ALLA SALUTE UMANA.


NON ALLANTENNA SI ALLA SALUTE.
LAREA SU CUI SI INTENDE INSTALLARE LANTENNA FA PARTE DI UN VASTO
PROGETTO PER LA COSTITUZIONE DELLA PIU' GRANDE CITTA' DELLA
SCIENZA D'EUROPA PER LO STUDIO E LA TUTELA DELLA FLORA E DELLA
FAUNA DEL MEDITERANEO.
LINTERA AREA E STATA RICONOSCIUTA DALLA COMUNITA' EUROPEA DI
GRANDE IMPORTANZA DI TUTELA AMBIENTALE (Capo Gallo, Riserva marina,
Fondali Di Isola delle Femmine..)
CE DA PRECISARE CHE ESSENDO ALLINTERNO DEI 150 METRI DAL MARE VI
UN VINCOLO DI INEDIFICABILITA.

IL
CONSIGLIO
COMUNALE
LA
SCORSA
SETTIMANA
HA
VOTATO
ALLUNANIMITA UNA MOZIONE IN CUI SI ESPRIMEVA LA DECISIONE DI UN
NETTO RIFIUTO AL PROGETTO DELLINSTALLAZIONE DELLANTENNA A ISOLA
DELLE FEMMINE.
ALLA CONFERENZA TENUTASI A PALAZZO DORLEANS IL SINDACO
PORTOBELLO DOVEVA FARSI PORTAVOCE DELLA FERMA VOLONTA DEL
CONSIGLIO COMUNALE.

NO ALLANTENNA SENZA SI E SENZA MA!


LA NOSTRA IMPRESSIONE CHE ABBIA PREVALSO LA POSIZIONE:
POSSIAMO PARLARNE!
INTANTO INCARICHIAMO UN CONSULENTEBla Bla Bla Bla Bla
Bla....................
I CITTADINI DI ISOLA SI SONO ORGANIZZATI ED HANNO PROMOSSO UNA
PETIZIONE POPOLARE CHE E PARTITA DOMENICA CON UNA PRIMA RACCOLTA
DI FIRME IN PIAZZA E CHE CONTINUERA NEI PROSSIMI GIORNI.
VI E LA NECESSITA DI COSTITUIRE UN COMITATO CITTADINO CHE
ATTRAVERSO LO STRUMENTO DELLA PARTECIPAZIONE ESPRIMA IL SUO NO
ALLANTENNA ED UN SI ALLA SALUTE.
Dopo linquinamento della scaosa estate (dicono dellALGA TOSSICA);
Dopo linquinamento acustico, inquinamento dell'aria della Italcementi; dopo il
ritrovamento di alcune discariche a cielo aperto nel nostro paese, per non
parlare delle tante aree (sino ad oggi se ne contano almeno 17) abbandonate e
che
fungono
anchesse
da
discariche
pubbliche;
per non parlare dellimmondizia che inonda ogni angolo del nostro paese.
Linquinamento da onde elettromagnetiche a Isola delle Femmine sta
diventando di portata sempre maggiore, infatti le antenne sui tetti del nostro
paese sono aumentate e continuano ad aumentare; di conseguenza sono
aumentati i pericoli per la salute dei cittadini, tanto da essere ormai una
aggressione quasi selvaggia.
In Paese siamo ormai assediati da antenne di radiofonia mobile, i vari gestori
hanno installato ormai NOVE antenne ed in itinere da installare vi il progetto
dell'antenna per la rilevazione dello scirocco da posizionare alla ex caserma
NATO.

La corsa alle installazioni di antenne continua e sembra non voler rallentare.


Oggi il problema si pone per una antenna che dovr essere posta sul sito della
ex caserma NATO.
Come sempre non appena trapela qualche notizia, ai cittadini preoccupati delle
conseguenze
di
IMPATTO
Ambientale
e
di
INQUINAMENTO
ELETTROMAGNETICO, NULLA VIENE ACCENNATO E ANZI SI TENTA O DI
NEGARE E QUANDO NON SI RIESCE SI MINIMIZZA LE CONSEGUENZE SULLA
SALUTE UMANA .

Sulla Scorta di quanto avvenuto a Partinico pensiamo sia importante riunirsi in


comitato con lintento di intraprendere una battaglia di legalit e di salute
come hanno dimostrato i CITTADINI di Partinico supportati dalla campagna
informativa portata avanti sul sito www.libera-mente.it.
Pensiamo sia giunto il momento che la parte attiva dei Cittadini Isolani debba
chiedere alle autorit preposte al presidio del Territorio ed alla salute umana:
-Costante e precisa informazione alla cittadinanza in materia di installazione,
(non vorremmo sentirci dire troppo tardi, non pi possibile tornare
indietro);
-sistemi di monitoraggio sulla distribuzione dei campi elettrici in paese per
verificare se vi sono dei punti in cui si superano i limiti stabiliti per legge;
-elaborazione di un programma territoriale periodico delle Installazioni;
-integrazione alle norme tecniche di attuazione del Piano regolatore Generale
per la realizzazione degli impianti di telefonia cellulare.
Comitato Cittadino Isola Pulita

Isola 13 luglio prot 8144


Alla Presidente del Consiglio Comunale
Isola delle Femmine
Al Capo Gruppo Insieme Isola delle Femmine
Al Capo Gruppo Isola per Tutti
Al Capo Gruppo Isola Democratica
Oggetto: Richiesta audizione in Consiglio Comunale, del 16.7.07, in
merito al progetto di installazione dellantenna radar wind-shear
Il sottoscritto Giuseppe Ciampolillo nella qualit di rappresentante legale del
Comitato Cittadino Isola Pulita sezione Legambiente, chiede di essere
convocato in audizione presso il Consiglio Comunale per intervenire in merito al
posizionamento dellantenna radar wind-shear su territorio del Comune di
Isola
delle
Femmine.
Si rappresenta che tale richiesta determinata dal fatto che questo Consiglio

Comunale ha gi espresso parere negativo per il posizionamento di codesta


struttura.

Comitato Cittadino Isola Pulita


Inserito da Pino Ciampolillo il 24/07/2007 h. 02:06:48
ISOLA DELLE FEMMINE IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA IL PIANO
REGOLATORE DEL PORTO 14 ANNI CI SON VOLUTI PER APPROVARE IL PIANO
REGOLATORE DEL PORTO DI ISOLA DELLE FEMMINE ED INTANTO I
PESCATORI AD ISOLA DELLE FEMMINE SONO IN RIVOLTA PER
L'INSTALLAZIONE DEL DISTRIBUTORE DI CARBURANTI NEL PORTO.
LA
SCORSA
SETTIMANA
IL
CONSIGLIO
COMUNALE
HA
VOTATO
ALL'UNANIMITA' IL PIANO DI ADOZIONE DEL PIANO REGOLATORE DEL
PORTO.
LE DICHIARAZIONI ESPRESSE DAL SINDACO PORTOBELLO COME QUELLE
ESPRESSE DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO RISO NAPOLEONE, SONO STATE
IMPRONTATE ALLA GIOIA E AL SENSO DI RESPONSABILITA' DEL CONSIGLIO
COMUNALE
"Una tappa fondamentale per il nostro Paese.....decisione importante sia per
area portuale sia per l'area al di sotto dei 150 metri......" Gaspare Portobello
"Voglio ringraziare in primis il Sindaco Gaspare Portobello che ha lavorato
tanto affinch il Piano Regolatore del Porto arrivasse in Consiglio" Riso
Napoleone
"Come sostengo sempre io, da tanto tempo, quando si parla di interessi in
comune, non ci sono gruppi di appartenenza che tengano" Riso Napoleone
Ascoltando l'intervista forse hanno detto qualcosa di pi, ma senz'altro meno
importante delle frasi da noi riportate.
Ci rendiamo conto che non c' da essere allegri di fronte a questa incapacit di
fare un minimo di analisi del perch solo adesso e dopo ben oltre 14
(quattordici) anni si giunti ad approvare il Piano Regolatore del Porto. Signor
Sindaco e Signor Presidente del Consiglio forse non vi siete resi conto che il
raggruppamento politico che vi aveva portato alla "vittoria" delle ultime
elezioni amministrative, si "sfasciato": l'accordo non ha retto.
Tutto ci ha determinato un diverso assetto politico all'interno del Consiglio
Comunale. La stessa compattezza all'interno del gruppo "Isola per Tutti"
periodicamente messa in discussione con velate minacce di abbandoni o
dimissioni.

(vedasi: la cantierizzazione del raddoppio ferroviario, Saracen, vicenda


Italcementi, Il Consulente Minagra, la svendita dell'area ex NATO alla
Provincia, le continue dichiarazioni del Sindaco sull'antenna Radar Windshear........)

NEL SENO DEL CONSIGLIO COMUNALE, MA SOPRATTUTO NELLA


CITTADINANZA SI STA DETERMINANDO UNA NUOVA SITUAZIONE
POLITICA.
TROPPE SONO STATE LE PROVE DELLA VOSTRA INCAPACITA' AD
AMMINISTRARE.
(molto indicativo pu essere il segnale che ci viene dal nostro artigianale
sondaggio, OK! tante sono le variabili di cui tener conto, ma una cosa certa il
numero elevatissimo di voti negativi all'azione di governo della Giunta
PORTOBELLO)
Quando il Presidente del Consiglio parla che di fronte agli interessi comuni non
vi sono gruppi di appartenenza che tengono vero!
Bisognerebbe capire da chi sono formati questi gruppi di appartenenza : per
esempio possono essere di famiglia oppure di amici oppure da chi mi
garantisce nel mio potere.
IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CI ANNUNCIA CHE DOMANI VI SARA'
IL CONSIGLIO COMUNALE CON UNA SEDUTA FIUME SULLA
ESPOSIZIONE E VOTAZIONE DEGLI EMENDAMENTI PRESENTATI DAI
GRUPPI CONSILIARI.
NELL'AUGURARE Buon LAVORO ALL'INTERO CONSIGLIO COMUNALE NON
POSSIAMO NON FAR PRESENTE, I NOSTRI DUBBI E LE NOSTRE SPERANZE.
Come tutti sappiamo il Piano Regolatore Generale detta le regole di come deve
essere organizzato il Territorio.
LA NOSTRA DOMANDA E' SEMPLICE E PROBABILMENTE BANALE (alcuni dicono
che nella banalit si nasconde l'importanza di ci che si vuole esprimere).
Quali garanzie hanno i cittadini sulle nuove regole che verranno introdotte?
Saranno rispettate?
Quali garanzie avremo noi cittadini dell'area che domani, Voi Consiglieri
Comunali, destinerete a pubblico parcheggio, non venga costruita una bella
casa o villa o concessionaria d'auto?
RIDETE!
E' STUPIDA COME DOMANDA?

NO!
E' SUCCESSO!
CHI VI HA PRECEDUTI NELL'INCARICO DI CONSIGLIERE APPROVANDO
L'ATTUALE PIANO REGOLATORE E RELATIVI PIANI PARTICOLAREGGIATI
AVEVA INDIVIDUATO QUALL'AREA A PARCHEGGIO E NON A CIVILE
ABITAZIONE O CONCESSIONARIA D'AUTO.
NATURALMENTE E' SOLTANTO UN ESEMPIO, INTANTO SULL'ARGOMENTO
STIAMO LAVORANDO AD UN CORPOSO DOSSIER SU COME E' STATO GESTITO
IL TERRITORIO NEGLI ULTIMI ANNI.
Il Comitato Cittadino Isola Pulita
Inserito da Pino Ciampolillo il 22/07/2007 h. 23:32:25
Isola delle Femmine. Le consulenze dalle uova doro

LA PRATICA DELLE CONSULENZE COME PRATICA DI SOTTOGERNO PER


LO SPRECO DI PUBBLICHE RISORSE ECONOMICHE
sabato 21 luglio 2007, di pino ciampolillo - 26 letture
ISOLA DELLE FEMMINE IL COSTO DELLE CONSULENZE
ISOLA DELLE FEMMINE LE CONSULENZE DALLE UOVA DORO Il Comitato
Cittadino Isola Pulita sezione Legambiente: affinch prevalga anche nella
pubblica amministrazione di Isola delle Femmine, la pratica della
TRASPARENZA e della LEGALITA.

LE CONSULENZE DALLE UOVA DORO


Alla Procura della Repubblica del Tribunale di Palermo
c.a. dott. FORTI MARIA
OGGETTO: esposto denuncia riguardante situazione Comune Isola delle
Femmine
In data 31/5/2006 con determina 55, il Consulente Esterno, nonch
caposettore U.T.C. Arch DArpa, affida il Servizio dei controlli biochimici
dellacqua potabile e degli scarichi reflui dellimpianto di depurazione alla
Societ Cooperativa Ambiente Igiene e Sicurezza con sede in Palermo Via
Salgari 69/d per un importo di Euri 8.500,000;

In data 7/8/06 con delibera di Giunta Municipale n 89 viene nominato


Consulente per lacqua potabile e per gli scarichi reflui oltre che per lAmbiente
in senso lato il Dottor Vincenzo MINAGRA residente in Via Salgari 69/d
Palermo, prima a titolo gratuito (forse, chi sa!) ma nei fatti a spese della
Comunit, vedasi DETERMINA n 1 del 4/1/07 a firma del Capo U.T.C. Arch
DArpa (euri 3.500,000).
SE NE DEDUCE CHE IL CONSULENTE , CONTROLLA E VERIFICA A PAGAMENTO,
LE ANALISI DELLA SUA SOCIETA COOPERATIVA AMBIENTE IGIENE E
SICUREZZA,
ANALISI
A
SUA
VOLTA
A
PAGAMENTO.
Lo stesso dottor Vincenzo MINAGRA Palermo Via Salgari 39/d nominato
componente del NUCLEO DI VALUTAZIONE DEI FUNZIONARI E DIPENDENTI
DEL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE. Infatti con determina n 107 si
liquidano le indennit di risultato dei Funzionari del Comune di Isola, stabilite
dal NUCLEO DI VALUTAZIONE, tra le quali quella dellArch DArpa ( sempre lui
Capo U.T.C. inquadrato come consulente e viene retribuito mensilmente dietro
presentazione fattura).
Inoltre con delibera di Giunta n 5/2007 e parere tecnico favorevole del
Consulente/dipendente Capo U.T.C. Arch Darpa, viene rinnovato lincarico al
Dottor Vincenzo MINAGRA Palermo Via Salgari 69/d, questa volta,
occasionale, ..per mantenere i valori dellacqua potabile e degli scarichi
reflui. Detto incarico giustificato in premessa nella Delibera di Giunta n 5
8/1/07 per il fatto che la Ditta Ambiente e Sicurezza di Via Salgari 69/d
Palermo
ha
effettuato
dei
campionamenti
fuori
norma.
Il Dottor MINAGRA Vincenzo perci consulente e titolare della ditta dei
campionamenti, Controllore e controllato, EGLI MINAGRA Vincenzo valuta il
Capo dellU.T.C. Arch DArpa, che a sua volta affida lincarico al Dottor
Vincenzo MINAGRA come consulente, ed affida alla Ditta per fare le analisi,
facile suppore la distrazione della Giunta Minicipale.
MA NON FINISCE QUI..
Determina n 9 dell8/3/07 il Sindaco Prof Portobello, stante sempre lappalto
con la Societ Cooperativa Ambiente e Sicurezza (Palermo Via Salgari 69/d)
per le analisi dellacqua potabile e degli scarichi reflui; incarica e nomina
Consulente del Sindaco Euri 14.400,00 annui, il Dottor Vincenzo MINAGRA
residente in Palermo Via Salgari 69/d , per lacqua, la depurazione etc
Ma il Dottor Vincenzo MINAGRA non solo il Consulente del Sindaco, ma si
occupa della Ditta Ambiente e Sicurezza che fa le analisi dellacqua e dei reflui;
componente del NUCLEO DI VALUTAZIONE dei FUNZIONARI E DIPENDENTI
DEL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE, ed inoltre con DELIBERA n 57 del
18/5/07 la Giunta approva un PROGETTO per la PROMOZIONE DELLA

PICCOLA PESCA ARTIGIANALE nel Comune di Isola delle Femmine del costo di
Euri 90.000,00. Achi viene affidato il PROGETTO? Sempre alla Societ
Cooperativa Ambiente e sicurezza del Dottor Vincenzo MINAGRA con sede in
Palermo via Salgari 69/d.
Per le ragioni su esposte si DENUNCIA allAutorit Giudiziaria questi
innumerevoli atti illegittimi che mirano unicamente al favoreggiamento
reciproco di taluni soggetti che lucrano sul Comune in dispregio ad ogni regola
di legalit, trasparenza e democrazia. Inoltre, oltre al danno erariale per il
Comune anche la beffa, nonostante negli atti di affidamento vengono decantati
i risultati ottenuti, il Comune di Isola delle femmine, con il Consulente per
lacqua e i reflui e la ditta che cura le analisi si ritrova per la prima volta dopo
tanti anni (almeno 15 anni) con il mare inquinato per colpa del
malfunzionamento dellimpianto di pretrattamento, i cui reflui dovevano essere
controllati dal CONSULENTE MINAGRA dottor Vincenzo.
Si allegano: 1) determina resp. U.T.C. 55 31.5.06; 2) delibera G.M. 89 7/8/06;
3) determina direttore generale 107 16.11.06; 4) determina responsabile
U.T.C. 1 4.1.07; 5) delibera G.M. 5 8.1.07 6) determina Sindaco 9 8.3.07; 7)
determina responsabile U.T.C. 51 17.5.07 8) determina direttore generale 190
18.5.07;
9) delibera G.M. 57 18.5.07; 10) copia quotidiano La repubblica 26.5.07.
Mi pregio, segnalare la volont di questo movimento politico di essere
informato sul prosieguo di quanto emerger nel corso dellindagine.
Isola delle femmine
Stefano Bologna coordinatore