Sei sulla pagina 1di 4

Ordinanza Sindacale affidamento Raccolta Rifiuti

ditta AL.TA. s.r.l.


Ricordiamo tutti l'isola ecologica di Isola delle Femmine? Ricordiamo per
caso il costo dell'opera? Ricordiamo quando stata collaudata?
Ricordiamo quante volte stata utilizzata l'opera? Ricordiamo chi era
l'assessore all'ambiente allora? Ricordiamo chi era il responsabile
ambiente allora? Ricordiamo chi era l'azienda che raccoglieva e
smaltiva i rifiuti allora?
Tra tutti quelli che invieranno pi risposte esatte saranno estratti 3 viaggi
premi destinazione Paradiso!
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
ORDINANZA N. 21 DEL 5 MARZO 2010
IL SINDACO
Premesso:
Che questo Comune fa parte del A.T.O. PA1, che gestisce per mezzo della
Societ Servizi Comunali Integrati R.S.U. S.p.A., la raccolta e lo smaltimento
dei rifiuti;
Che, per motivi gestionali interni alla predetta societ, la stessa, cos come
accertato da questufficio tecnico comunale e ripetutamente segnalato, non
provvede da diversi giorni alla raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani di
questo Comune, n per la parte del servizio effettuata porta a porta
allinterno del centro abitato, n allo svuotamento dei contenitori posti nelle
aree esterne allabitato;
Che dalla mancata raccolta consegue che lintero centro abitato risulta invaso
dai sacchetti di spazzatura depositati sui marciapiedi, luogo di regolare
deposito, nonch, nelle aree extraurbane, accumulati allinterno dei contenitori
ed in ampi spazi esterni agli stessi;
Che la situazione sopra descritta sta ingenerando notevoli rischi per la salute
pubblica e per lambiente a seguito dellemissioni di miasmi derivanti dalla
decomposizione dei rifiuti organici, nonch intralcio al traffico veicolare causato
dallo spargimento degli stessi nelle sedi stradali;
Che ripetutamente si proceduto a sollecitare la societ Servizi Comunali
Integrati R.S.U. affinch la stessa desse immediata risoluzione alla situazione
di emergenza creatasi;
Che di detta situazione di emergenza e dei conseguenti rischi per la salute
pubblica ed ambientale stata pi volte informata la Prefettura di Palermo
nonch lAzienda Sanitaria Provinciale Palermo 6;

Che, con prot. n.2824 in data odierna, acquisita a questo pro.gen.le in pari
data al n.3469, la Servizi Comunali Integrati S.p.a. ha comunicato di non
disporre di risorse finanziarie, automezzi idonei e personale in grado di
assicurare il servizio che allo stato fermo;
Che dalla predetta nota si evince che la situazione di emergenza conseguente
alla mancata raccolta dei rifiuti, destinata a protrarsi, per cui
questAmministrazione deve farsi carico di predisporre in proprio idonei ed
urgenti interventi tesi a fronteggiare lemergenza ed a salvaguardare e tutelare
la salute pubblica e lambiente;
Che, a tal uopo, necessario procedere ad affidare il servizio di raccolta e
smaltimento dei rifiuti a ditte operanti nel settore, nonch disporre il
conferimento di detti rifiuti nella discarica di contrada Provengano-Baronia nel
Comune di Partinico;
Che ogni onere conseguente agli affidamenti di che trattasi verr corrisposto
direttamente da questo Comune alle Ditte affidatarie e allEnte gestore della
discarica di contrada Provengano-Baronia nel Comune di Partinico, con rivalsa
sugli importi da corrispondere alla Societ Servizi Comunali Integrati S.p.A.;
Rilevato che lU.T.C., a seguito di appositi contatti ha individuato quali ditte
disponibili a provvedere con decorrenza immediata alla raccolta e smaltimento
dei RR.SS.UU., le ditte Cucchiara s.r.l. con sede in Borgetto, ditta Rubbino
s.n.c. con sede in Terrasini e ditta AL.TA. servizi s.r.l. con sede in Borgetto,
giusto preventivo del 05/03/2010 ricevuto per fax alle ore 14.08, acquisito al
prot. n. 3483 nella stessa data, dietro corresponsione di un compenso
giornaliero di 650 oltre IVA al 10% comprendente servizio di raccolta,
trasporto e conferimento in discarica di contrada Provengano-Baronia sita nel
comune di Partinico (esclusi oneri di conferimento), occorrenti per dare corso
alla raccolta dei rifiuti mediante svuotamento dei contenitori;
Ritenuto che, per quanto sopra esposto, ricorrono i presupposti per ladozione
di un provvedimento contingibile ed urgente teso a prevenire pericoli per
lincolumit pubblica derivanti dallattuale emergenza rifiuti;
Visti gli artt.32 della L.n.833/78, 40 della L.R. n.30/93 e 4 del Decreto
dellAssessorato Regionale alla Sanit del 18.11.1994, che individuano nel
Sindaco
lOrgano competente allemanazione di ordinanze di carattere contingibile ed
urgente in
materia di igiene e sanit pubblica,
Visto lO.A.EE.LL. vigente nella Regione Siciliana;
Visto lart.191 del D.L.vo 152/2006;
ORDINA
Nel permanere dellemergenza rifiuti come sopra descritta di:
1. Intervenire nellattivit di raccolta e smaltimento dei RR.SS.UU.,
sostituendosi alla Societ Servizi Comunali Integrati S.p.A., gestore del servizio
nellambito dellATO PA1, per il periodo di inadempienza contrattuale della
predetta Societ, mediante affidamento del servizio di che trattasi da eseguirsi
con le modalit attualmente in essere e di cui meglio in premessa.
2

2. Affidare alle imprese Cucchiara s.r.l. con sede in Borgetto, Rubbino s.n.c.
con sede in Terrasini e AL.TA. servizi s.r.l. con sede in Borgetto iI servizio di
raccolta dei RR.SS.UU. che verr espletato con i mezzi ed il personale
ritenuti necessari, dietro corresponsione di un compenso giornaliero di 650
oltre IVA per ogni unit di raccolta.
3. Conferire i rifiuti raccolti dalle Imprese sopra indicate presso la discarica
di contrada
Provengano-Baronia sita nel comune di Partinico, impegnandosi a sostenere
direttamente ed immediatamente i costi di smaltimento cos come fissati in
via generale.
4. Dare atto che il servizio come sopra affidato dovr cessare il giorno
successivo a quello in cui la Servizi Comunali Integrati S.p.A. avr dato
comunicazione della propria disponibilit a riprendere il servizio. Ad ogni
buon conto viene fissata quale durata massima del presente affidamento un
periodo di giorni 15.
5. Disporre che il responsabile del settore tecnico provveda ad assumere
adeguato impegno di spesa necessario per il pagamento del costo del
servizio di raccolta per le ditte Cucchiara s.r.l. con sede in Borgetto, ditta
Rubbino s.n.c. con sede in Terrasini e ditta AL.TA. servizi s.r.l. con sede in
Borgetto e di conferimento alla discarica di Partinico contrada ProvenganoBaronia.
6. Disporre, altres, che detto importo sia imputato al capitolo del corrente
Bilancio di previsione in atto previsto per il pagamento del servizio alla
Servizi Comunali Integrati S.p.A., stante che alla stessa non verranno
corrisposti i compensi riferiti ai giorni di mancato servizio. Parimenti
verranno addebitati alla societ Servizi comunali Integrati eventuali maggiori
costi che dovessero derivare dal presente affidamento.
7. Trasmettere la presente Ordinanza, ciascuno per la propria
competenza: o Alle ditte Cucchiara s.r.l. con sede in Borgetto, ditta Rubbino
s.n.c. con sede in Terrasini e ditta AL.TA. servizi s.r.l. con sede in Borgetto;
o Ente Gestore della discarica di Partinico
o Alla Societ Servizi Comunali Integrati S.p.A.
o Al Responsabile del Settore Tecnico
o Al Comandante della P.M.
e, per conoscenza:
Al sig. Prefetto di Palermo, alla Compagnia Carabinieri di Carini, per il tramite
del Comandante della locale Stazione, allAzienda Sanitaria Provinciale 6 di
Palermo Dipartimento di prevenzione medico, al Presidente della Regione,
allAssessorato Regionale dellEnergia e dei servizi di pubblica utilit
Dipartimento Regionale dellacqua e dei rifiuti
IL SINDACO
Prof. Gaspare Portobello
ORDINANZA N.21.pdf (19 kb)
DITTA AL.TA. servizi s.r.l. con sede in Borgetto, Albano e Taormina
Zuccarello
*Zuccarello

*Zuccarello
Portobello
Sicar
discarica
*Zuccarello Portobello Rifiuti Rifiutamoci Raccolta differenziata

rifiuti?

Domande che non hanno trovato risposte se non da parte del


Commissario della SICAR con una richiesta di risarcimento
economico (in corso sono in atto atti ingiuntivi che fanno seguito ad
accordo di transazione mai rispettato da parte del Comune) al Comune
di Isola delle Femmine. Signor Sindaco secondo Lei per il Suo tipo di
gestione e il conseguente danno economico che ha Lei arrecato alla
Cittadinanza non si potrebbe prefigurare un eventuale danno erariale a
Suo carico?
SICAR: Il Comune detiene larea in quale veste? Lutilizzo dellarea di
una ditta per lo stoccaggio dei rifiuti; Chi ha autorizzato luso dellarea
per lo stoccaggio dei rifiuti? Vi sono autorizzazioni di legge per
lutilizzo dellarea per raccolta rifiuti? Le informazioni in nostro
possesso ci dicono che sin dallanno il giudice aveva revocato
lautorizzazione al Comune concessa nellanno 2000. Qualora il
Comune avesse voluto mantenere luso dellarea doveva essere
versato un canone di locazione. Nonostante ci loccupazione dellarea
proseguiva da parte del Comune accettando il canone imposto. Nel
2004 a seguito di un incendio occorso nellarea industriale il giudice
revoca lautorizzazione alluso dellarea. Nellanno 2005 Il comune
veniva diffidato alla restituzione dellarea e al pagamento di una
indennit di circa 50.000 . Dal registro delle notizie di reato
provvedimento 11666/04 stato emesso decreto di sequestro
dellarea per la violazione del Decreto Legislativo 22/97 art 51, come
d'altronde era stato accertato nei luoghi in data agosto 04. Il SINDACO
CI HA SEMPRE DETTO CHE LAREA ERA DETENUTA DAL COMUNE A
TITOLO GRATUITO. LUSO DELLAREA DA PARTE DELLA DITTA
ZUCCARELLO PER LA RACCOLTA RIFIUTI E STATA DISPOSTA DAL
COMUNE. DEPOSITO IMMONDIZIA ED INCENDIO ALLA SICAR.