Sei sulla pagina 1di 18

FIELD PROJECT

CLEACC 11

INDICE
Introduzione
Storia
Gestione Caratteristica
Produzione e Co-Produzione Cinematografica
Distribuzione
Ingresso in Borsa
Mission
Governance
Bilancio
Conto Economico

Pag.

1
1

2
4
5
5
6

8
9
10
12

Bibliografia e Sitografia

Pag.

13

Allegato: Organigramma
Allegato: Intervista a Giuseppe Pasetti

Pag.

14
15

Riclassificazione Conto Economico


Riclassificazione Situazione Patrimoniale
Indici di Bilancio
Conclusioni

FIELD PROJECT

CLEACC 11

INTRODUZIONE
Lazienda che abbiamo scelto di analizzare Leone Film Group, casa di produzione
cinematografica con sede legale a Roma. Abbiamo optato per unazienda di questo tipo
per tener fede alla nostra passione per il cinema e, soprattutto, per quello di qualit. Il
presente lavoro il risultato di una ricerca svolta soffermandoci sui dati economici, sul
bilancio, ma anche sulle scelte artistiche e sui loro metodi operativi e decisionali per
fornire una visione esaustiva e globale dellazienda. Affinch questo fosse possibile
siamo partiti da unintervista telefonica con Giuseppe Pasetti, Chief Financial Officer di
Leone Film Group. In seguito abbiamo attinto a varie fonti, da articoli di giornale, ad
interviste, da alcune letture saggistiche, fino ai dati messi a disposizione online dalla
azienda stessa. I dati economici sono stati riordinati in modo da fornire unimmagine
chiara dello stato attuale della societ, mentre le interviste e le altre fonti sono confluite
indirettamente nella parte relativa allattivit artistica e manageriale.

STORIA
Leone Film Group, come si pu evincere dal nome, stata fondata da uno dei nomi pi
importanti del nostro cinema, Sergio Leone, nellanno 1989.
Sergio Leone (1929-1989) stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico
italiano. nato e cresciuto a Roma e il cinema ha fatto parte della sua vita sin da giovane.
Debutta dietro la macchina da presa con il primo lungometraggio Il colosso di Rodi;
film che riesce a rendere spettacolare e gli permette di avvicinarsi al modello dei kolossal
di Hollywood. Leone fu tra i pionieri del genere che pi di tutti consacr lItalia negli
anni 60: il Western, noto anche con il nome di spaghetti-western. Il film che subito lo
port al successo fu Per un pugno di dollari, il
rifacimento in chiave western di La sfida del Samurai
(Yojimbo) di Akira Kurosawa.
Sergio Leone, inoltre, lavorando a questo film ha
lanciato nel firmamento delle star Clint Eastwood e
assieme ai due film seguenti, Per qualche dollaro in
pi (1965) e Il buono, il brutto, il cattivo (1966), ha
completato quella che conosciuta come la "trilogia del
dollaro". Tutti e tre i film si avvalsero della
collaborazione di un grande artista come Ennio
Morricone, reso ancor pi noto grazie a queste opere.
Nel 1984 usc quello che considerato lultimo grande
capolavoro del regista C'era una volta in America, a
Credit: Embassy International Picture 1984
cui Leone lavor per circa 10 anni. Ebbe un enorme
successo in tutto il mondo, eccetto negli Stati Uniti in quanto fu distribuita una versione
ridotta, completamente rimontata che fece un flop al botteghino. La versione originale,
proposta anni dopo, riscosse il successo meritato. Dalla morte del regista, lazienda
guidata dai figli Andrea e Raffaella Leone e da oltre un decennio, attiva nel settore
cinematografico con film ad alto budget in un costante processo di crescita ed espansione.
Nel 2013, lazienda stata quotata in borsa: Alla base della nostra volont di essere in
borsa cera lidea che la nostra realt medio-piccola a carattere familiare potesse crescere
dice Raffaella Leone: Volevamo creare una struttura pi industriale, pur mantenendo il
nostro asset di gruppo guidato da una famiglia cresciuta dentro al cinema.

FIELD PROJECT

CLEACC 11

GESTIONE CARATTERISTICA
Il Gruppo segue due differenti linee operative (Business Unit) nella propria attivit, in
modo da consentire un approccio pi facile alle varie opportunit di mercato e fornire ai
partner commerciali soluzioni personalizzate. Da qualche anno il Gruppo attivo
nellintera filiera di sfruttamento dei film, a partire dalla produzione sino alla
distribuzione attraverso diversi canali. La societ Leone Film (prima Andrea Leone Film)
nasce come una casa di distribuzione. La produzione sempre stata fatta ma in maniera
meno strutturata. Da due anni, grazie allacquisizione di una societ dedicata a questo
segmento, la Lotus Production S.r.l, avvenuta il 18 novembre 2014, la produzione
cresciuta moltissimo.
Il gruppo organizzato in tre settori operativi di affari (Business Unit), identificati in base
alla natura dei prodotti e servizi forniti: produzione e co-produzione cinematografica,
distribuzione e commercializzazione di diritti cinematografici non di propriet e il settore
legato al marketing, alla comunicazione e al product placement. Tuttavia, si hanno
solamente due Business Unit attive: Produzione e Distribuzione, poich la societ del
gruppo che controllava il Product Placement, Pacmedia S.r.l., al momento non
operativa. La produzione dei film, destinati unicamente al mercato italiano, realizzata
sia dalla Societ Capogruppo sia dalla controllata Lotus, il cui amministratore delegato
rientra nel consiglio di amministrazione della Leone Film Group. Per quel che riguarda
la produzione internazionale, vi la compartecipazione di terzi.
Al contrario, la distribuzione dei film acquisiti, e di quelli gi di propriet o in
lavorazione, realizzata solamente dalla societ Capogruppo attraverso la messa in
commercio degli stessi attraverso tutti i canali di distribuzione (Theatrical, Home Video,
Free-Tv, Pay Tv, Pay-per View, Home Video, SVoD, VoD e altri canali digitali).
Pacmedia S.r.l., creata per sviluppare le attivit di Product Placement e Brand Integration
rimasta inattiva nel corso del 2015 in quanto lintenzione della Capogruppo stata
quella di focalizzarsi prevalentemente verso le attivit di produzione e distribuzione. Dai
rapporti aziendali non si prevede, nel breve periodo, uno sviluppo di questa Business
Unit, n da parte della Capogruppo n attraverso la controllata.

PRODUZIONE E CO-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA


Per il mercato italiano la produzione cinematografica realizzata in via autonoma da parte
della Capogruppo o della sua controllata Lotus. La produzione di film destinati al mercato
internazionale, invece, realizzata in regime di co-produzione con altri co-produttori
internazionali. La produzione si articola in diverse fasi, la prima in assoluto la selezione
dei soggetti che possono costituire la trama per un film. In azienda presente un team
interno che lavora sulle proposte dei contenuti. Dopo aver individuato il soggetto viene
ricercato e nominato uno sceneggiatore per la stesura del trattamento e successivamente
della sceneggiatura. In alternativa, la Societ pu acquistare la sceneggiatura del film
dallautore della stessa o da terzi. Inizia poi la fase di Pre-Produzione, viene incaricato un
regista e vengono ricercati gli attori e i professionisti del settore (direttori della fotografia,
operatori, scenografi, fonici, truccatori, costumisti). Pu succedere che alcune figure si
sovrappongano; non raro che venga stipulato un accordo con un regista prima di avere
un suo soggetto e molto spesso accade che un regista abbia dei fidati collaboratori che
promuove personalmente per lincarico. Vanno inoltre trovate le location, collaborando
con commissioni o Societ di settore, ad esempio Cinecitt Studio S.p.A., con la quale si
stretto un accordo di collaborazione nel febbraio 2016. A questo punto viene definito
2

FIELD PROJECT

CLEACC 11

un preventivo di spesa, comprendente un dettagliato report per ogni elemento della


produzione cinematografica, dallaspetto artistico allaspetto logistico, dal catering ai
trasporti, dal casting per le comparse alla retribuzione forfettaria di queste ultime.
Dopodich si vanno a ricercare finanziamenti pubblici o privati volti a sostenere parte dei
costi. Una volta riusciti ad avere il necessario per avviare la produzione, si entra nel vero
e proprio cuore del cinema.
La Societ presidia attraverso propri incaricati ogni momento della produzione esecutiva,
in particolare attraverso il responsabile della produzione, al fine di assicurare il rispetto
dei costi preventivati. A tale fine il responsabile di produzione, o produttore esecutivo,
predispone prima dellinizio delle riprese un piano nel quale sono indicati tempi e costi
di realizzazione del film. Il piano aggiornato settimanalmente e inoltrato al management
della Societ, al fine di fornire una rappresentazione aggiornata dellandamento delle
riprese del film e degli eventuali scostamenti economici rispetto al piano iniziale. La
produzione ha solitamente una durata di qualche mese e, in caso di contrattempi o
previsioni errate, viene riorganizzata in corso dopera. Con la post-produzione si avvia la
fase conclusiva del ciclo produttivo di un film. Durante questa fase viene effettuato il
montaggio, il mixaggio, laggiunta degli effetti speciali,
la colonna sonora e, in alcuni casi, il doppiaggio. Ultimata
tale fase viene avviata lattivit di promozione del film.
Questultima di estrema importanza per il successo del
prodotto cinematografico ed i costi raggiungono in media
il 15% dei complessivi di produzione. Essendosi
consolidata recentemente la Business Unit Produzione,
non difficile osservare la totalit delle produzioni e
analizzare in dettaglio il loro andamento.
Nel corso dellesercizio 2015, Lotus Production S.r.l. ha
prodotto La Pazza Gioia, di Paolo Virz, uscito nelle
sale nel mese di maggio 2016. Per il genere commedia
sono stati prodotti Il Professor Cenerentolo, di
Leonardo Pieraccioni; Miami Beach, dei Fratelli
Vanzina, e Quel Bravo Ragazzo, di Herbert Ballerina,
uscito nelle sale nel mese di ottobre 2016. Particolare
menzione va a Perfetti Sconosciuti, di Paolo Genovese, che uscito nelle sale il 28
febbraio 2016 attestandosi immediatamente campione dincassi e totalizzando 17,4
milioni di euro, al 20 ottobre 2016. La Pazza Gioia e Perfetti Sconosciuti hanno
realizzato in totale quasi 24 milioni di euro e sono stati consacrati tra i migliori film degli
ultimi anni nel panorama italiano, totalizzando assieme 9 nomination e 2 David di
Donatello, 10 Nastri dArgento, il Primo Premio per la miglior sceneggiatura
allinternazionale Tribeca Film Festival di New York e numerosissimi altri
riconoscimenti italiani ed esteri. giusto parlare anche della produzione internazionale
di John Wick 2 in uscita in Italia il 23 Marzo 2017, primo caso dellapplicazione del
Tax Credit1 ai film stranieri, parzialmente realizzati in Italia in produzione esecutiva da
imprese residenti. Questo avviene per agevolare le produzioni internazionali e per
spingere il settore. La Leone Film Group sta chiudendo accordi che permetteranno di
offrire ai produttori stranieri un servizio integrato inclusivo di know how nel settore,
infrastrutture di altissimo livello e vantaggi fiscali. Il film uscir in Italia nel primo
trimestre del 2017.
Infine, stata avviata la produzione di una serie TV tratta dal film Immaturi di Paolo
Genovese. Con essa Leone Film Group entra nella produzione di opere a prioritario
1

La legge finanziaria per il 2008, legge 244/2007, ha istituito delle agevolazioni fiscali (Tax Credit) per il settore
cinematografico.

FIELD PROJECT

CLEACC 11

sfruttamento televisivo. Oltre a Immaturi, basata sul film di Genovese, ci sono altre due
serie in uscita. La prima Colt nata da unidea di Sergio Leone che avrebbe voluto
farne un film western e che verr girata da Stefano Sollima, regista che negli ultimi anni
ha gettato le basi per delle serie televisive di spessore con raggio di distribuzione
internazionale. Laltra Beati Paoli, diretta da Giuseppe Tornatore. Si tratta appunto di
serie TV internazionali, molto diverse dalle fiction a cui siamo abituati in Italia, e in alcuni
casi, possono essere girate direttamente in lingua inglese.
Il gruppo Rai e Leone Film Group hanno recentemente siglato un accordo di
collaborazione che include la distribuzione cinematografica e lo studio di possibili
produzione di serie tv.

DISTRIBUZIONE
Lo sfruttamento dei diritti di distribuzione dei film avviene attraverso la messa in
commercio degli stessi attraverso i canali Theatrical, Home Video, Televisivo (Free-TV
e Pay TV) e New Media. La Distribuzione segue diverse fasi: inizialmente il film viene
destinato al Canale Theatrical (Cinema) dove rimane in media per 3 mesi. Tale fase
rappresenta un momento importante dellintero ciclo di sfruttamento di un film poich
dal successo riscosso presso le sale cinematografiche dipende, in taluni casi, anche la
remunerazione dello sfruttamento del film attraverso altri canali. Molto importante, come
gi descritto, diventa la promozione realizzata sia internamente sia con commissioni
esterne pubblicitarie. Terminata la proiezione del film nelle sale cinematografiche, il film
viene commercializzato nel Canale Home entertainment (o Home Video), nei supporti
DVD, Blu Ray.
Dopo circa 8 mesi dalluscita Theatrical il film inizia ad essere commercializzato anche
nei canali SVoD (Subscription Video on Demand) e VoD (Video on Demand)
genericamente denominati Pay per View. Tale tipo di commercializzazione ha una durata
che pu arrivare a 18 mesi. Dopo un anno circa dalluscita Theatrical il film viene veduto
alle Pay-TV che lo sfruttano per un periodo che varia dai 6 ai 12 mesi. I contratti con le
Pay-TV, generalmente, prevedono la possibilit per la televisione di mandare in onda il
film un numero illimitato di volte nel periodo previsto dal contratto. Al termine di questo
primo periodo di Pay-TV il film passa al canale delle Free Tv, in modo particolare Rai,
Mediaset, Dmax, Cielo e La 7. La distribuzione del film nel canale libero generalmente
prevede un periodo di sfruttamento del film pi ampio rispetto a quelli dei canali
precedenti. Durante il periodo di sfruttamento del film, al contrario della Pay-TV, la
televisione limitata nella programmazione del prodotto nel palinsesto ad un numero
massimo di volte, prefissato nel contratto. E necessario capire che produzione e
distribuzione sono sinergiche ma non sempre vengono svolte dalla stessa societ. Nella
maggioranza dei casi Leone Film Group, acquisisce i diritti di distribuzione per 20-25
anni, solitamente per produzioni estere. Nellultimo anno sono stati acquisiti diritti di
DreamWorks, Lionsgate, Summit, Weinstein, Red Granite, Imagine, Voltage, IM Global,
Bloom, Film Nation, Sierra e STX. Leone Film Group si accaparrata anche grandi titoli,
gi in lizza per le candidature a prestigiosi premi internazionali, tra i quali La La Land,
diretto da Damien Chazelle per Lionsgate, oppure La Ragazza del Treno, diretto da
Tate Taylor per Dreamworks.
Seguito liter dello sfruttamento della distribuzione, generalmente dopo circa 3 anni, il
titolo viene inserito nella Library. Essa contiene oltre 500 titoli, in prevalenza
lungometraggi ed in minima parte serie televisive e documentari. Di questa Library,
unitamente alle nuove uscite, viene concessa la pubblicazione su alcuni sistemi digitali
SVoD o VoD che, nellultimo periodo, hanno ampliato notevolmente il mercato. Leone

FIELD PROJECT

CLEACC 11

Film Group ha siglato accordi con Netflix, Telecom (TimVision), iTunes, Chili, Wuaky,
Sky (NowTV), Mediaset (Infinity) e Amazon, al quale viene affidata anche una parte
della distribuzione Home Video. Tra i titoli nella Library sono presenti anche tutti i film
di Sergio Leone che hanno una vendita non molto cospicua ma comunque costante.
Lazienda si occupa anche del loro restauro, operazione mediamente costosa, che
consente di dare una rinfrescata al prodotto.
Leone Film Group ha distribuito autonomamente 11 film nel 2016, 13 film nel 2015 e 9
del 2014. La societ intraprende anche numerose collaborazioni per co-distribuire i film,
in particolare con 01 Distribution, Lucky Red, Adler, Eagle, The Space Movie, Universal
Theatres e Medusa. Il canale della distribuzione Theatrical in Italia gestito da un numero
ridotto di operatori (i primi 7 rappresentano l82% delle presenze e l83% degli incassi).
Recentissima inoltre la notizia che Rai Cinema distribuir sul territorio italiano alcuni
film internazionali di Leone Film Group, tra i quali Suburbicon per la regia di George
Clooney e Soldado, film americano diretto da Stefano Sollima, con Benicio Del Toro
e Josh Brolin.

INGRESSO IN BORSA
La quotazione in borsa parte del naturale processo di crescita della societ commenta
Pasetti. Negli Stati Uniti, dove il cinema una vera e propria industria, oramai divenuta
prassi. La societ ha debuttato nel mercato Aim di Borsa Italiana il 18 dicembre 2013 con
la sigla LFG. Il prezzo di partenza stato fissato a 4,852 euro per azione e una
capitalizzazione di 64,12 milioni di euro.
Andrea e Raffaella hanno mantenuto il 75% delle azioni della societ, mettendo sul
mercato il restante 25%. Leone Film Group la prima matricola dell'Aim ad aver aperto
il collocamento anche ai piccoli risparmiatori.
Nel settembre 2016 un importante partner entra in Societ con un cospicuo numero di
azioni, Maite Carpio, sposata con Paolo Bulgari, presidente del noto marchio di lusso. La
giornalista e regista, madrilena di origine, stata autrice di vari documentari di successo
e ha deciso di entrare in Leone Film Group per rafforzare le produzioni televisive.
Attualmente le quote azionarie societarie sono ripartite in questo modo: Antonio Belardi
con il 4,49%, Maite Bulgari con il 10,64%, a Raffaella Leone il 30,72% e ad Andrea
Leone il 30,77%. Il restante 23,38% sono quote di mercato.

MISSION
La mission di Leone Film Group chiara, lo stata fin dalla fondazione dellazienda
avvenuta nel 1989 ed indissolubilmente legata allimmagine e al nome del suo
fondatore, Sergio Leone, in Italia e nel mondo.
Da un lato, infatti, lazienda si impegna a produrre film e serie televisive di qualit, a
lavorare con registi affermati nel panorama italiano, come Tornatore, Sollima e Virz che
rappresentano tutti, in maniera differente, la parte migliore del nostro cinema. Inoltre,
come ha pi volte dichiarato Raffaella Leone necessario che lazienda produca film e
serie che possano essere esportati allestero, Perfetti Sconosciuti (2016) e Beati Paoli (la
serie TV di Tornatore in uscita lanno prossimo) sono lesempio perfetto del
concretizzarsi di questa visione.
Dallaltro lato lattenzione rivolta alla distribuzione in Italia di alcuni tra i maggiori
blockbuster statunitensi, intrecciando relazioni sempre pi solide con autori del calibro di
Martin Scorsese o Quentin Tarantino. Qualit e non quantit: ogni film prodotto e/o
distribuito scelto con cura in azienda. Per continuare in questa direzione il brand deve
crescere, ed per questo che vengono siglati accordi con alcune case indipendenti
5

FIELD PROJECT

CLEACC 11

americane come Lionsgate e Westein per la distribuzione. Parlando con Giuseppe Pasetti,
CFO dellazienda, abbiamo avuto la chiara impressione di come questazienda
rappresenti una realt unica per dinamismo e competenza nel panorama italiano.
Rivolgendo in seguito la nostra attenzione sulla situazione attuale del cinema italiano, la
prima parola che viene in mente crisi. Nella nostra intervista con Giuseppe Pasetti
emersa una distinzione molto importante quando usiamo questo concetto; gli incassi dei
film italiani, infatti, sono stati stabili negli anni e, dal 2014 al 2015 sono aumentati del
10,78%. Le persone sono sempre andate al cinema, anche negli ultimi anni. Un esempio
lampante di come sul cinema si investa dato da uno degli ultimi decreti legge approvati
dal ministro Franceschini nel 2016, la cosiddetta legge cinema che garantisce
finanziamenti al settore pari ad un minimo di 400 milioni di euro annui. Come ha spiegato
il Governo non si tratta di alcuna nuova tassa ma un virtuoso meccanismo di
autofinanziamento della filiera produttiva che viene incentivata a investire e innovare
e che fa scomparire lattuale incertezza annuale sui fondi destinati al cinema.
La crisi che, invece, ha colpito il settore riguardava i contenuti, la capacit di produrre
film di qualit, siano essi di genere o dautore. Leone riuscita a proporre contenuti in
grado di promuovere limmagine del nostro cinema, sia lavorando con registi affermati,
ma anche investendo nel restauro di pellicole come Cera Una Volta in America (in
collaborazione con la cineteca di Bologna) e di tutta la libreria di Sergio Leone.
A livello di fatturato Leone Film Group non la maggiore casa di produzione e
distribuzione cinematografica: possiamo dire, infatti, che si colloca dietro le 4 major (20th
Century Fox, Walt Disney, Warner Bros and Universal). In ogni caso rivendica, con
orgoglio, la propria condizione di casa indipendente e, allinterno di questo settore, di
gran lunga la pi sviluppata. Nessuna delle altre case indipendenti, infatti, pu vantare
cos tanti accordi con partner stranieri e la stessa presenza sul mercato che ha Leone Film
Group. Un dato che dipinge bene la situazione riguarda il 2015: se infatti Leone si fosse
occupata direttamente della distribuzione dei propri film, al botteghino sarebbe stata
seconda solo a Medusa.
Una realt cos virtuosa resa possibile da quattro fattori distintivi della Societ: in primis
una elevata qualit della library che abbiamo gi analizzato, in secundis un modello di
business innovativo, caratterizzato da una sinergia costante tra produzione e distribuzione
che consente di massimizzare i rendimenti con un impiego di capitali ridotto. Il terzo
tratto distintivo quello delle elevate performance economico finanziarie, con flussi di
cassa stabile e una struttura dei costi snella e flessibile. Il quarto fattore riguarda la
struttura manageriale, caratterizzata dalla prolungata esperienza di chi siede nel consiglio
di Amministrazione oltre ad un grande impegno da parte del management.

GOVERNANCE
La Societ Leone Film Group amministrata da un Consiglio di amministrazione
composto da sei membri, fra i quali uno con la qualifica di amministratore indipendente.
conferita inoltre ampia delega a due amministratori delegati.
Allinterno del CDA siedono
1) Andrea Leone, Presidente e Amministratore Delegato
2) Raffaella Leone, Amministratore Delegato
3) Maite Bulgari, Amministratore e Vice Presidente
4) Francesco Polimanti, Amministratore
5) Francesco Puntillo, Amministratore indipendente
6) Belardi Antonio detto Marco, Amministratore

FIELD PROJECT

CLEACC 11

CONTO ECONOMICO ABBREVIATO AL 30/06/2016


C. NEGATIVE DI REDDITO
(Euro migliaia)
Materie prime e merci
Costi servizi
Produz.
cinematografica
Distr.ne.
cinematografica
Compensi a terzi
Compensi
amministratori
Altri
Costi personale
Salari e stipendi
Oneri Sociali
TFR

Altri costi operativi


Spese di rappresentanza
Viaggi vitto e alloggio
Spese di assicurazione
Imposte sanzioni/multe
Erogazioni liberali
Contr. garante editoria
Oneri bancari
Carburante/lubrificante
Beni strumentali
Noleggi leasing
operativi
Altri

Totale
Utile netto
Imposte sullutile
Totale a pareggio

Ricavi di vendite e prest. servizi


Voce
Produz. Distrib.
Diritti
12.437
3.103
cinematogr.
Vendita diritti
0
2.599
Diritti
0
3.246
televisivi
Diritti
67
560
home/video
Diritti Pay
662
3.711
TV/PPV
Diritti
0
256
Digitali
Altri diritti
35
59

355
3.307
6.232
822
554

10.996

81
4.467
1.357
2

211
980
128
158
7
46
86
116
5
2.064

5.827

Contributi Tax credit


Proventi finanziari
Costi capitalizzati prod. interna
Altri proventi

26.734

3.776
178
906
1.391

3.964

163

Ammortamenti/Svalutazioni
Amm.attivit materiali
9.111
Amm.attivit
29
immateriali
Oneri finanziari
Interessi passivi su C/C
Altri interessi passivi
Att. e Pass. su IAS 39
Altri oneri finanziari

C. POSITIVE DI REDDITO
(Euro migliaia)

193
222
82
385

9.140

882

31.164
1.420
421
32.985

Totale

32.985

Totale a pareggio

32.985

FIELD PROJECT

CLEACC 11

RICLASSIFICAZIONE CONTO ECONOMICO


CONTO ECONOMICO
(Euro migliaia)
Voci

30/06/2016

31/12/2015

31/12/2014

Ricavi di vendite e prestazioni di servizi


Altri proventi
Contributi (Tax Credit)2

26.734
1.391
3.776

36.762
2.071
0

22.737
1.551
0

Totale ricavi di vendita e prestazione di servizi

31.901

38.833

24.288

355

353

21

10.996

24.708

8.125

5.827
3.964
9.140
0

4.817
3.308
14.818
0

488
1.104
10.870
99

(+) 906

(+) 13.522

(+)185

-29.376

-34.482

-20.522

2.525

4.351

3.766

(+) 178

(+) 1.119

(+)1.049

Totale proventi netti di gestione patrimoniale

+178

+1.119

+1.049

REDDITO OPERATIVO (RO)

2.703

5.470

4.815

882

937

693

-882

-937

-693

1.821

4.533

4.122

+16

+40

1.821

4.549

4.162

401

956

1.564

1.420

3.592

2.598

Acquisto di materie prime, materiali di consumo e


merci
Costi per servizi
Costi del personale
Altri costi operativi
Ammortamenti e svalutazioni
Ripristini di valore/(Svalutaz.) di att. non correnti
(+) Costi interni di produzione cinematografica
capitalizzati
Totale Costo del venduto
REDDITO OPERATIVO DI GESTIONE
CARATTERISTICA (ROGC)
Proventi finanziari

Oneri finanziari
Totale proventi e oneri finanziari
REDDITO LORDO DI COMPETENZA (RLC)
Totale saldo gestione straordinaria
REDDITO ANTE IMPOSTE (RAI)
Totale imposte sullutile
REDDITO NETTO (RN)

In campo cinematografico incerta la riclassificazione della Tax Credit, poich sono contributi pubblici
forniti allazienda a seconda delle produzioni e successi che essa ottiene.

FIELD PROJECT

CLEACC 11

RICLASSIFICAZIONE SITUAZIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA


ATTIVIT
(Euro in migliaia)

PATRIMONIO NETTO E PASSIVIT


(Euro in migliaia)

31/06
2016

31/12
2015

31/12
2014

Attivit correnti
Liquidit immediate
Cassa + altre disponibilit
liquide
Attivit finanziarie correnti
Altre attivit correnti
Liquidit differite
Crediti tributari
Crediti verso controllanti
Crediti commerciali
Disponibilit
Rimanenze di magazzino

20.092

5.628

827

144

208

660

4.193

2.273

3.203

1.590
0
30.978

1.948
0
26.340

892
0
11.957

653

653

660

31/06
2016
Passivit correnti

31/12
2015

31/12
2014

20.388

15.780

4.471

25.783

15.471

11.505

1.320
8.866

264
8.148

559
3.891

56.357

39.663

20.426

Passivit non correnti


Passivit finanziarie non
correnti
22.796 14.397

276

Debiti commerciali
Passivit finanziarie
correnti
Debiti finanziari correnti
verso controllate
Debiti tributari
Altre passivit correnti

PASSIVO CORRENTE
ATTIVO CORRENTE
57.651
Attivit non correnti
Immobilizzazioni materiali
Immobili, impianti e
macchinari
Immobilizzazioni immateriali
Diritti di distribuzione
cinematografica
Costi di produzione
cinematografica in corso di
lavorazione
Avviamento
Altre attivit immateriali

37.050

18.199

340

353

386

41.300

37.340

26.906

7.448
5.684
27

6.880
5.684
34

1.237
5.684
19

Fondi rischi e oneri


Benefici per i dipendenti
Passiv imposte differite
PASSIVO
CONSOLIDATO

0
207
1.311

0
208
1.311

0
151
2.175

24.314

15.916

2.602

TOTALE PASSIVIT
(mezzi di terzi)

80.671

55.579

23.028

211
42
(255)
6.289
20.991
0
4.116
31.394

211
42
(110)
6.265
18.381
0
4.442
29.231

211
40
(0)
6.265
18.381
0
3.112
28.009

1.420

3.567

2.600

32.814

32.799

30.609

113.485

88.378

53.637

Capitale netto
Immobilizzazioni finanziarie
(partecipazioni)
Investimenti in
partecipazioni collegate
Crediti finanziari verso societ
collegate
Attivit per imposte anticipate
ATTIVO FISSO NETTO

TOTALE ATTIVT

0
1.036
55.835

0
1.035
51.327

6
1.200
35.438

113.485

88.377

53.637

Capitale
Riserva legale
Riserva azioni proprie
Riserva trans. IFRS
Altre riserve
Riserva di conversione
Utili (perdite) a nuovo
Totale capitale e riserve
Utile (perdita)
dellesercizio
Utile (perdita) conto
economico complessivo
CAPITALE NETTO
TOTALE PASSIVIT
E CAPITALE NETTO

FIELD PROJECT

CLEACC 11

INDICI DI BILANCIO
Per la redazione del bilancio e dei relativi indici di andamento, abbiamo tenuto conto degli
anni 2014, 2015 e 2016, consultando rispettivamente il documento del 31/12/2014,
31/12/2015 e 30/06/2016. Questa scelta dovuta a due considerazioni. In primis, abbiamo
voluto riferirci ad un periodo che riguardasse il dott. Pasetti Giuseppe, il quale stato da noi
intervistato e che ci ha fornito degli spunti interessanti per integrare, con i dati numerici, fatti
riportati in prima persona. In secundis, si notato come la Leone Film Group, nellanno
corrente, abbia ottenuto innumerevoli successi al botteghino, nozione confermataci anche
dal dott. Pasetti. Successi che ci sembrava doveroso considerare sia per mostrare la crescita
constante di questa Societ, sia per evidenziare come organizzazioni operanti nel mondo
artistico/culturale si basino proprio sulla riuscita di alcuni elementi, riuscita che non pu
essere prevista (legge del nobody knows) con certezza ma ricercata attraverso specifici
modus operandi, che richiedono a loro volta buoni investimenti e salute da parte
dellazienda. Va precisato che questi indici andrebbero valutati alla luce dei valori medi del
settore e tenendo conto di tutti i documenti storici; per semplicit didattica, concentreremo
sul confronto tra dati pubblicati dalla stessa societ.

C
C
D

E
F
G
G

30/06/16
INDICI DI LIQUIDITA'
AC
57.651
PC
56.357
QUOZIENTE DI DISPONIBILITA' (AC/PC)
1,02
LI
20.092
LD
36.905
QUOZIENTE DI LIQUIDITA' [(LI+LD)/PC]
1,01
INDICI DI SOLIDITA
AFN
55.835
CN
32.814
AN
113.485
CT
80.671
RAPPORTO DI INDEBITAMENTO (AN/CN)
3,46
RAPPORTO DI INDEBITAMENTO [(CT/CN)+1]
3,46
GRADO DI COPERTURA DELLE
IMMOBILIZZAZIONI (CN/AFN)
0,59
INDICI DI REDDITIVITA
RO
2.703
V
31.901
ROS (RO/V)
8%
TR (V/AN)
0,28
RONA (ROS*TR)
2%
RONA verifica (RO/AN)
2%
RN
1.420,00
TI (RN/RO)
0,53
ROE (RONA*GI*TI)
4%
ROE (RN/CN)
4%
OF
882,00
i (OF/CT)
0,0109
RLC
1.821
ROE* (RLC/CN)
6%
ROE* (RONA + [(RONA-i)*(CT/CN)])
6%

10

31/12/15

31/12/14

37.050
39.663
0,93
5.628
30.769
0,92

18.119
20.426
0,89
827
16.712
0,86

51.327
32.799
88.377
55.579
2,69
2,69

35.438
30.609
53.637
23.028
1,75
1,75

0,64

0,86

5.470
38.833
14%
0,44
6%
6%
3.592,00
0,66
11%
11%
937,00
0,0169
4.549
14%
14%

4.815
24.288
20%
0,45
9%
9%
2.598,00
0,54
8%
8%
693,00
0,0301
4.162
14%
13%

FIELD PROJECT

CLEACC 11
INDICI DI LIQUIDITA

A. Quoziente di disponibilit: dai dati rilevati dal bilancio del 31/12/2014 e del
31/12/2015 notiamo che il quoziente di liquidit si attesta di poco sotto allunit, per
cui possiamo dedurre che lazienda abbia lievi difficolt a far fronte ai debiti in
scadenza. Interessante, invece, soffermarsi sul margine di crescita di tale indice da
un anno allaltro, margine in ulteriore aumento se paragonato con il dato ottenuto dal
bilancio semestrale del 30/06/2016, maggiore del valore di riferimento unitario.
Tuttavia, il paragone pi corretto potr essere fatto in data 31/12/2016, alla presenza
del bilancio annuale.
B. Quoziente di liquidit: il quoziente di liquidit restituisce valori molto simili al
quoziente di disponibilit, fattore positivo in quanto testimone del fatto che le
rimanenze sono piuttosto basse. Questo dato coerente con il tipo di azienda studiata,
in quanto le rimanenze (si legge dal documento di bilancio del 31/12/2015, ma
generalizzabile alloperato aziendale) Ammontano a Euro 653 mila (660 nel 2014,
653 nel primo semestre del 2016) e si riferiscono ai lavori in corso per opere filmiche
la cui produzione esecutiva effettuata dalla Lotus Production S.r.l per conto dei
propri committenti..
INDICI DI SOLIDITA

C. Rapporto di indebitamento: di norma bene che i mezzi di terzi non siano pi del
doppio rispetto al capitale dellazienda, condizione che si verifica nellanno 2014 ma
che viene meno nel 2015 e che sembra aumentare anche nel 2016, come mostra il
bilancio semestrale. Se, nei bilanci annuali, il valore del R.I. rimane sotto il valore di
3, che abbiamo tenuto come limite, laumento del 2016 supera anche questo tetto,
assestandosi intorno a 3,46. Questo incremento spiegabile alla luce dei dati relativi
alle attivit totali e al capitale netto dellazienda: se il primo ha avuto una crescita di
circa il 28% rispetto allesercizio precedente, il capitale netto non ha avuto variazioni
significative confrontandolo con il 2016. Si pu avanzare lipotesi che lalto valore
della attivit totali sia dovuto, in buona parte, allacquisto di Costi di produzione in
corso di lavorazione (Euro 1.807 mila come capitalizzazione della quota di propriet
della serie televisiva Immaturi ed altri progetti in corso della controllata Lotus
Production S.r.l e Euro 5.461 mila per gli acconti della Capogruppo per film che
inizieranno lo sfruttamento economico tra il secondo semestre 2016 e lanno 2017) e
di Diritti di distribuzione cinematografica, pari a Euro 3.960 mila. Questi costi,
essendo definibili come costi sunk e upfront, sostenuti cio prima che effettivamente
producano un risultato economico. Il confronto tra indici di indebitamento sar
quindi pi accurato considerando il documento del 31/12/2016.
D. Grado di copertura delle immobilizzazioni: in linea con il R.I., anche il grado di
copertura delle immobilizzazioni tende a peggiorare con lavanzare del tempo; il
valore di riferimento dovrebbe essere lunit, mentre i risultati ottenuti evidenziano
una difficolt a coprire lattivo fisso netto; anche questo dato si evince dallaumento
di un parametro, lA.F.N. (circa del 45% nel 2015 e del 56% nel 2016), contro una
variazione minima del CN.
INIDICI DI REDDITIVITA

E. ROS: valore che descrive il margine trattenuto dallazienda su ogni vendita, in calo
con lavanzare degli anni. Alla netta crescita dei ricavi di vendita (ricordiamo che il
valore del 2016 su base semestrale) si accompagna un altrettanto chiaro aumento
dei costi del venduto, mentre i provenienti di gestione patrimoniale non danno luogo
a variazioni significative. Questo fornisce la spiegazione del perch il ROS sia in
diminuzione; forte crescita del denominatore (V) a scapito di quella del numeratore.
11

FIELD PROJECT

CLEACC 11

F. T.R.: il valore del tasso di rotazione basso, coerentemente con il settore di


partenenza dellazienda.
G. RONA: anche il valore del RONA in diminuzione, dato sempre giustificabile dalla
lieve variazione del RO a fronte di una forte crescita del AN. Questo dato viene
utilizzato per confrontare lorganizzazione con le altre realt presenti nello stesso
settore
H. ROE: questo dato esprime in massima sintesi i risultati dellimpresa, indicando la
redditivit dellinvestimento effettuato come capitale di rischio (CN). Viene
utilizzato per paragonare aziende diverse, in modo da valutare se conveniente
investire in questa realt o meno. Andrebbe perci paragonato con i ROE di altre
societ del settore e, pi in generale, con altre possibilit di investimento. Per
esempio, si presuppone che il valore del ROE sia maggiore della rendita scaturita
dallacquisto di B.O.T. o B.T.P.; (il tasso medio dei B.T.P. di 10 anni nel 2014 era
del 3%, nel 2015 del 1.70%. In questottica, il ROE in crescita un dato molto
rassicurante.

CONCLUSIONI
Tirando le somme di questa esperienza possiamo affermare di essere molto soddisfatti
del lavoro svolto e di essere cresciuti a livello personale: stato davvero interessante
raccogliere il materiale e mettersi in contatto con una realt di tale importanza. Ci siamo
infatti stupiti della disponibilit del CFO, Giuseppe Pasetti, nel dedicarci un'ora del suo
tempo per una lunga discussione sull'azienda e sul mercato cinematografico italiano.
Quello che ci ha stupiti la redditivit dell'azienda che pare non risentire affatto del
cosiddetto "morbo di Beaumol": questa infatti ha un ROS che varia tra il 14% e il 20%,
valore raro da trovare in una casa indipendente che investe soprattutto sulla qualit.
Ammettiamo che la prima volta che abbiamo scorso la Library dei titoli siamo stati forse
un po' delusi dalla presenza di alcuni film evidentemente di minor spessore artistico, ma
questo sicuramente un compromesso che non pu venir meno, anche in virt
dell'esigenza di diversificare la propria offerta. Vorremmo infine mettere in evidenza di
come Leone Film Group sappia sfruttare a proprio favore la legge del "Nobody Knows":
Il CFO ci ha confermato che ultimamente sono arrivati molti successi insperati e questo
li rende molto orgogliosi. Speriamo di trasmettere a chi legge questo Field Project lo
stesso entusiasmo che abbiamo avuto durante la sua stesura e speriamo che venga
apprezzato.

IL GRUPPO: SEI UOMINI E UN BILANCIO


3031198
3031960
3016048
3026088
3016685
3022805

Bertoldi Roverotto Riccardo


Fanchini Alessandro
Frizzi Oscar
Menegari Federico
Regoli Gianluca
Zara Francesco

12

FIELD PROJECT

CLEACC 11

BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA

DUBINI P., MONTANARI F., CIRRINCIONE A., Economia aziendale e delle istituzioni
culturali, Segrate, Le Dispense del Pellicano, 2016

MOSCATI I., Sergio Leone. Quando il cinema era grande, Torino, Lindau, 2014

BIONDI A., La famiglia Bulgari entra in Leone Film Group, Il Sole 24 Ore, 24 Settembre
2016

Leone Film Group, www.leonefilmgroup.com

Leone Film Group, Bilancio consolidato intermedio abbreviato al 30 giugno 2016,


www.leonefilmgroup.com/wp-content/uploads/2013/12/LFG-Bilancio-ConsolidatoSemestrale-2016.pdf

Leone Film Group, Bilancio desercizio e consolidato al 31 Dicembre 2015,


www.leonefilmgroup.com/wp-content/uploads/2013/12/LFG-Bilancio-Consolidato-edEsercizio-2015-.pdf

Leone Film Group, Bilancio desercizio e consolidato al 31 Dicembre 2014,


www.leonefilmgroup.com/wp-content/uploads/2013/12/Bilancio-Consolidato-edEsercizio-2014.pdf

Leone Film Group, Piano Strategico 2016, www.leonefilmgroup.com/wpcontent/uploads/2016/03/Piano-Strategico-2016-2018.pdf

Leone Film Group, 2015 2017 Strategy Plan, www.leonefilmgroup.com/wpcontent/uploads/2015/01/LFG_2015-2017_strategy_and_plan.pdf

Leone Film Group, Documento di ammissione, www.leonefilmgroup.com/wpcontent/uploads/2013/12/GOP-12243283_1-Documento-di-ammissione-Leone-16-1213.pdf

MEF Dipartimento del tesoro, Principali tassi di interesse anno 2014,


http://www.dt.mef.gov.it/export/sites/sitodt/modules/documenti_it/debito_pubblico/dati_st
atistici/Principali_tassi_di_interesse_2015.pdf

MEF Dipartimento del tesoro, Principali tassi di interesse anno 2015,


http://www.dt.mef.gov.it/export/sites/sitodt/modules/documenti_it/debito_pubblico/dati_st
atistici/Principali_tassi_di_interesse_2015.pdf

Borsa
Italiana,
Leone
Film
Group,
italia/scheda/IT0004973696.html?lang=it

Prima Online, Redazione, Siglata una partnership tra Rai e Leone Film Group per la
distribuzione cinematografica e lo studio di possibili produzione di serie tv,
www.primaonline.it/2016/09/23/244884/siglata-una-partnership-tra-rai-e-leone-filmgroup-per-la-distribuzione-cinematografica-e-lo-studio-di-possibili-produzione-di-serietv/

ScreenDaily, NIOLA G., AFM interview: Italian heavyweight Leone Film Group,
www.screendaily.com/news/afm-interview-italian-heavyweight-leone-filmgroup/5111084.article#

Huffington Post, RENDA C., Leone Film Group si quota in borsa. Intervista ad Andrea,
figlio
di
Sergio
Leone.
"Mio
padre
sarebbe
fiero",
www.huffingtonpost.it/2013/12/17/leone-film-group-quota-in-borsa_n_4460439.html#
13

www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/aim-

FIELD PROJECT

CLEACC 11

ALLEGATI:
ORGANIGRAMMA

14

FIELD PROJECT

CLEACC 11

INTERVISTA A GIUSEPPE PASETTI


Buongiorno Dr. Pasetti, innanzitutto la ringraziamo per il tempo che ci ha concesso, ci presentiamo, siamo un
gruppo di ragazzi dell'Universit Bocconi appassionati di cinema e come le avevamo riferito vorremmo porle
qualche domanda riguardo al settore cinematografico e all'azienda in cui lei da poco riveste la carica di CFO.
Come giudica la sua esperienza in Leone per adesso? Che tipo di background ha lei?
Dopo aver lavorato nellambito dellInvestement Banking per molti anni, mi sono dedicato al Venture Capital e
Private Equity per un periodo importante della mia carriera. Ho creato nel 2012 una societ di investimenti e di
consulenza (Wing Capital, ndr) che mi ha fatto avvicinare al mondo del cinema. Ho cominciato la mia esperienza
in LEONE Film Group circa un anno fa. Mi sono trovato di fronte una situazione interessante, diversa da quella
di altre realt nel settore. Ho trovato un ambiente molto interessante. Leone, infatti, una delle realt pi vivaci
nel settore, capace di crescere rapidamente, con un management di alto livello e una visione internazionale molto
ampia. Lunica che ha saputo intraprendere sia la produzione, commedie italiane per la maggior parte, sia uno
sbocco internazionale, in particolare con la distribuzione di prodotti italiani.
Quali sono gli obiettivi dell'azienda nel medio-lungo termine?
Nel prossimo periodo sar fondamentale per lazienda cercare di crescere in entrambi i suoi filoni principali,
ovvero distribuzione e produzione. Con una particolare attenzione a questultima grazie allinternazionalizzazione
di molti progetti.
A proposito di questo, spesso il cinema italiano e la parola "crisi" sembrano essere un binomio inscindibile, dal
punto di vista di Leone questo pu considerarsi un falso mito?
Io non penso si possa parlare di crisi, il numero di persone che vanno al cinema, ad esempio si mantenuto costante
negli ultimi anni. Certo vi sono essere dei picchi nei box office, come ad esempio Avatar nel 2010 o i film di
Zalone, questo perch un mercato guidato offerta. In termini di biglietti, la media molto stabile negli ultimi 10
anni. La crisi che dobbiamo superare riguarda la produzione, quella di riuscire a creare dei prodotti nuovi e buoni.
Io credo che Leone sotto questo punto di vista stia lavorando molto bene.
Siamo curiosi riguardo una cosa: per Leone corretto affermare che la produzione pi importante della
distribuzione o sono entrambi egualmente importanti?
I due filoni sono ugualmente importanti e, in alcuni casi, sono diventati sinergici. La storia della societ la fa
nascere come una casa di distribuzione. La produzione sempre stata fatta ma in maniera meno strutturata. Da un
paio danni grazie allacquisizione di una societ dedicata a questo segmento (Lotus Production Srl, acquisita il
18 novembre 2014, ndr), cresciuta moltissimo e puntiamo ad espanderla ancora nel prossimo periodo.
Scorrendo il vostro sito non abbiamo potuto fare a meno di notare che Leone ha siglato accordi e partnership con
numerosi importantissimi azienda sia per la produzione sia per la distribuzione, cosa pu dirci a riguardo?
Quelli di Leone sono agganci importanti e unici allinterno del mercato italiano, garantiscono infatti abbiamo un
flusso costante di accordi, in modo particolare con Lionsgate. Inoltre si hanno vari prodotti che normalmente
andiamo a comprare. Ad esempio Rai Cinema garantisce che i nostri diritti siano vendibili, accordi sia a monte sia
a valle, che possano far girare i prodotti allinterno del mercato.
Vorremmo sapere anche, se possibile, se queste partnership vanno ad influenzare nel momento decisionale il vostro
modus operandi e i vostri processi produttivi.
Leone una casa indipendente. Per quanto riguarda la produzione dipende dal momento in cui entrano nel film,
da quel momento in poi sono da considerare partner a tutti gli effetti.
Leone una casa indipendente ma, da qualche anno, quotata nella Borsa di Milano, questo ha portato a
conseguenze significative?
La quotazione in borsa parte del naturale processo di crescita della nostra societ. Avere il supporto della borsa
se si vuole crescere fondamentale. Un esempio su tutti, grazie alla quotazione in borsa possiamo fare acquisizioni
pagandole con le nostre azioni.
Per capire meglio dove si colloca Leone in un'ideale "gerarchia dimensionale", quali sono le case di produzione e
distribuzione pi grandi di Leone? Com' strutturato il panorama italiano?
Nel panorama italiano ci sono sicuramente 4 major pi grandi di noi. Va detto per che, tra le case indipendenti,
Leone di gran lunga la pi grande. Noi non distribuiamo i nostri prodotti nei cinema ma ci affidiamo ai partner,
ad esempio Rai, Medusa, Eagle, Lucky Red,... Un risultato di cui andiamo molto fieri quello dellanno passato,
abbiamo visto che se ci fossimo occupati della distribuzione dei nostri film saremmo stati secondi, dietro solo a
Medusa che comunque aveva dalla sua lultimo film di Zalone. Questo non pu che renderci orgogliosi.
In questo panorama, di recente, quali film hanno avuto un successo maggiore rispetto alle aspettative e quali invece
le hanno deluse?

15

FIELD PROJECT

CLEACC 11

Parlando di distribuzione si pu menzionare un film che fuori in questo momento posso dire che La ragazza del
treno sta andando molto meglio delle nostre previsioni (anche se noi solitamente tendiamo ad essere abbastanza
conservativi). Per ora lincasso al box office pari a 4,7 Mln di euro, ben al di sopra dei 3 Mln previsti. Un film
recente che ha reso meno delle aspettative stato invece Water Horizon. Per quanto riguarda la produzione non
posso che citare 2 grandissimi successi tutti italiani di cui andiamo molto fieri, Perfetti Sconosciuti di Paolo
Genovese e La Pazza Gioia di Paolo Virz che hanno reso entrambi ben oltre le aspettative.
Ha appena nominato questi due piccoli gioielli del cinema italiano contemporaneo. Parlando di questi due film,
speravate che almeno uno di questi potesse rappresentare l'Italia ai prossimi Oscar?
Tra i due forse Perfetti Sconosciuti quello che avrebbe avuto pi possibilit di essere nominato e lo avrebbe
senza dubbio meritato. La scelta della commissione caduta su Fuocoammare che, per quanto sia un prodotto
senza dubbio valido, ha meno possibilit perch, essendo un documentario, pi particolare, pi di nicchia.
corretto dire che Leone, guardando il vostro catalogo, preferisce puntare su registi affermati piuttosto che
investire in giovani talenti emergenti?
A mio avviso servono tutte e due queste componenti, servono i campioni ma allo stesso tempo servono i nuovi
talenti, sono fondamentali entrambi. Hanno costi diversi ma giusto lavorare con entrambe le categorie.
In Italia in questo momento stanno uscendo Serie TV che rompono col passato "fictionistico" italiano come Young
Pope o Gomorra e anche voi state lavorando a Serie TV di questo genere. questo il momento di investire in serie
TV del genere in Italia?
Oltre a Immaturi basata sul film di Genovese, abbiamo due serie in uscita su cui puntiamo molto, ovvero Colt
nata da unidea di Sergio Leone che avrebbe voluto farne un film western e verr girato da Stefano Sollima. Laltra
Beati Paoli, diretta da Giuseppe Tornatore. Si tratta di serie TV internazionali diverse dalle fiction a cui siamo
abituati in Italia, sono serie fatte per essere esportate in tutto il mondo. Sono prodotti diversi con costi totalmente
diversi e in alcuni possono essere girate direttamente in lingua inglese.
Parliamo un momento di una particolare scelta di distribuzione: come mai la scelta di distribuire "The Hateful
Eight", ultimo capolavoro di Quentin Tarantino, in 70 millimetri?
The Hateful Eight stato distribuito in 70mm perch stato girato in quel modo e per la volont del regista. Noi
abbiamo cercato di assecondare questo desiderio facendolo vedere in questo formato dove possibile. Naturalmente
per 4 sale in Italia non fanno la differenza sul box office.
Una cosa che pu fare davvero la differenza pu essere invece la pirateria, argomento molto discusso. Quanto
questo influisce nel settore?
La pirateria influisce tantissimo ed come se fosse un concorrente occulto. Un fenomeno difficile da combattere
che sicuramente ruba i guadagni del nostro lavoro. Manca purtroppo la volont di combatterla, di fare leggi
efficaci. Se non ci fosse andremmo tutti molto meglio, il sistema funzionerebbe meglio.
Come giudicate le nuove piattaforme in voga in questo momento come Netflix, NowTV o Infinity, sono utili per
voi?
Sono strumenti che possono arginare il danno fatto dalla pirateria in quanto fornire i prodotti a prezzi contenuti
riduce lincentivo a scaricare copie illegali. Noi lo vediamo come un nuovo cliente con cui confrontarci, abbiamo
gi venduto contenuti e sicuramente arriveremo a proporre qualche altro nostro prodotto. Per quanto riguarda i
social siamo attivi soprattutto per la promozione.
Per quanto invece riguarda le ricerche di mercato, le svolgete all'interno dell'azienda? Cercate di assecondare i
gusti del pubblico o puntate sul qualit senza compromessi?
Nella nostra azienda c un team interno che lavora sulle proposte dei contenuti. Naturalmente si interfaccia col
pubblico e cerca di capire se un prodotto potr piacere o no. La ricerca di mercato migliore conoscendo i prodotti
passati.
La Leone, infatti, offre comunque prodotti diversi. La scelta di diversificazione necessaria e influente?
assolutamente vero che noi cerchiamo di diversificare la nostra offerta, seguiamo i trend del mercato. Abbiamo
un team che studia cosa potrebbe piacere ma rivendichiamo in ogni caso la nostra identit
Un'ultima domanda: sappiamo che state restaurando i film di Sergio Leone, fondatore dell'azienda, un'operazione
costosa?
Noi possediamo i diritti dei film di Sergio Leone. Il loro restauro unoperazione mediamente costosa, non la
nostra principale fonte di guadagni ovviamente, consente per di dare una rinfrescata al prodotto. C molta
domanda e, essendo gli unici dal lato dellofferta, ci sembrava doveroso fare questa operazione.
Dr. Pasetti la ringraziamo di nuovo, stato chiarissimo ed stata per noi una bella esperienza, se vuole le invieremo
una copia del nostro field project sperando che le piaccia.
Buona giornata, arrivederci.

16