Sei sulla pagina 1di 9

DALLA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE AL

CONGRESSO DI VIENNA

Il settecento e la rivoluzione industriale


Il XVIII secolo conobbe una serie di innovazioni in campo culturale e politico che influirono
pesantemente sullevoluzione del mondo occidentale.
RIVOLUZIONI
Industriale Il 700 fu un secolo di ripresa demografica ed economica. Nuove scoperte tecnologiche portarono, verso la fine del secolo, alla scoperta del sistema di produzione industriale, che comport profondi cambiamenti nella societ
Culturale

Nato in Francia e diffusosi in tutta Europa, il movimento dellIlluminismo propugnava la diffusione della ragione contro la superstizione e lignoranza, e sosteneva ideali
come la tolleranza religiosa, i diritti civili e luguaglianza fra gli uomini

Politiche

Sotto linflusso dellilluminismo, nella seconda met del secolo avvennero due importanti rivoluzioni in America e in Francia. La prima port alla nascita degli Stati Uniti dAmerica, con una costituzione che seguiva i principi illuministici; la seconda fu un
evento pi effimero, che per gett i semi per i cambiamenti politici europei del secolo successivo

La Rivoluzione Industriale
Partita dallInghilterra, dove lattivit commerciale concentrava forti capitali nelle mani di
una nuova classe borghese, la rivoluzione del sistema produttivo fu conseguenza di nuove
scoperte tecnologiche che portarono alla costruzione di nuove macchine di produzione, le
quali sfruttavano nuovi sistemi come la macchina a vapore.
LIlluminismo
Con questo nome si designa il movimento culturale che, partendo dalla Francia, si diffuse rapidamente in tutta Europa rivoluzionando il modo di concepire la politica, la cultura, leconomia. Fu chiamato cos perch i suoi appartenenti ritenevano di illuminare il mondo dalle tenebre della superstizione tramite la luce della ragione.
Lilluminismo incontr laspra opposizione della Chiesa, ma sedusse molti sovrani europei,
che ne abbracciarono le tesi chiamando a corti alcuni intellettuali illuministi e dando vita al
cosiddetto assolutismo illuminato.
Era questo un sistema in cui il re aveva potere assoluto, ma lo esercitava in modo moderato
secondo i dettami della nuova filosofia. I principali sovrani illuminati in Europa furono Maria Teresa e Giuseppe II dAustria, Federico II di Prussia, Caterina II di Russia e in Italia Carlo III di Napoli.

2PARTE SECONDA PROVA DESAME

Tra i pi celebri intellettuali illuministi italiani citiamo Cesare Beccaria e Pietro Verri, che
si batterono per la riforma del sistema giudiziario, richiedendo labolizione della tortura e della pena di morte.
IN SINTESI - LE POTENZE EUROPEE NEL SETTECENTO
Francia

Sotto il regno di Luigi XIV (Re Sole) era diventata la maggiore potenza europea. Era
una monarchia assoluta, che rifiut sempre i principi illuministici

Inghilterra

Era lo stato pi allavanguardia dal punto di vista politico, con la sua monarchia parlamentare in cui il potere del Re era bilanciato da quello di un Parlamento eletto dai
cittadini

Impero
Asburgico

Era quanto restava dellImpero, una volta che la Germania era stata resa indipendente dopo la Guerra dei Trentanni. Perci il suo centro divenne lAustria e rivolse la sua
espansione verso sud (Italia e Balcani)

Spagna

Uscita indebolita dalla Guerra dei Trentanni, nel corso del secolo perse ulteriormente importanza, vedendosi sottrarre molti territori, soprattutto in Italia

Ducato di
Prussia

Era uno degli stati creati in Germania con la Pace di Vestfalia. Nel 700 la monarchia
illuminata dei suoi sovrani lo rese uno degli stati pi moderni e potenti dEuropa, grazie anche alladozione di una nuova tecnica militare

Russia

Agli inizi del secolo lo zar Pietro il Grande promosse la modernizzazione del paese,
che da uno stato di marginalit nella vita europea entr nel novero delle grandi potenza

LItalia nel Settecento


Nel corso del XVIII secolo le potenze europee entrarono spesso in conflitto fra di loro, e gli
stati italiani furono oggetto di contesa e merce di scambio nelle trattative di pace.
Nel 1713, con il trattato di Rastdadt, si sanc il dominio austriaco sulla penisola. Gli Asburgo ottenevano la Lombardia, la Sardegna e il Regno di Napoli.
Successivamente, con una serie di scambi, la Sardegna fu assegnata alla dinastia dei Savoia
che si stava espandendo in Piemonte e il Regno di Napoli ai Borboni, dando vita a una situazione che si manterr immutata (salvo piccole parentesi) fino allunit dItalia.
2.4La Rivoluzione americana
Nel XVIII secolo il Nord America era cos governato:
Spagna: aveva colonizzato il New Mexico, il Texas e la California
Francia: aveva possedimento lungo il fiume Mississippi
Inghilterra e Olanda: avevano colonie lungo la costa orientale
Il resto del continente era ancora in mano alle popolazioni amerindie indipendenti
Le colonie inglesi gi a partire dal 600 erano diventate le pi popolose, a causa della forte
emigrazione. In particolare, molti calvinisti (i cosiddetti padri pellegrini) vi si erano trasferiti ai tempi della rivoluzione di Cronwell per sfuggire alle persecuzioni religiose.
Alla met del 700 lInghilterra aveva 13 colonie, il cui governo era un misto di dipendenza
dalla corona inglese e di autonomia locale. Vi erano infatti:
Governatori nominati dallInghilterra
Assemblee rappresentative elette dai coloni

STORIA3

Nel 1763 lInghilterra, con la cosiddetta Guerra dei Sette Anni, conquist anche il Canada
e le colonie francesi del Mississippi. Per rimediare per ai costi della guerra, decise di limitare lautonomia delle 13 colonie e imporre una nuova serie di tasse e monopoli. Ci port
alla ribellione delle colonie e alla guerra con la madrepatria.
IN SINTESI - LA RIVOLUZIONE AMERICANA
1773

Ribelli americani distrussero un carico di t nel porto di Boston, provocando la dura reazione inglese

1775

In un congresso a Filadelfia, i delegati delle colonie formarono un esercito federale e ne affidarono il comando a George Washington

1776

Il 4 luglio fu approvata la Dichiarazione di Indipendenza

1781

Dopo anni di guerra, lesercito indipendentista sconfisse gli Inglesi a Yorktown, costringendoli alla pace

Alla fine della guerra, con la Pace di Versailles, lInghilterra riconobbe lindipendenza delle
13 colonie, mantenne il dominio sul Canada e dovette cedere la Florida alla Spagna.
Questultima clausola fu il risultato dellappoggio economico che alcune potenze europee, fra cui Spagna e Francia, avevano dato agli indipendentisti, allo scopo di indebolire la potenza inglese.

Ottenuta lindipendenza, nel 1787 i 13 stati elessero i membri della Covenzione Costituzionale, con il compito di elaborare lorganizzazione del nuovo organismo statale. Nel 1788 fu
cos promulgata e approvata la Costituzione degli Stati Uniti. Nel 1789 fu eletto Presidente
G. Washington.
Essa, ispirandosi ai principi dellilluminismo, era fra le pi moderne e avanzate del mondo,
basandosi su un sistema repubblicano caratterizzato da un forte equilibrio fra i poteri.
Gli Stati Uniti erano una federazione di stati, indipendenti per molti aspetti, ma vincolati
dallosservanza di alcune regole comune e dallobbedienza a poteri federali scelti tramite elezione.
COSTITUZIONE DEGLI STATI UNITI
Congresso

Assemblea dotata del potere legislativo, i cui membri sono eletti dai singoli stati
secondo modalit proprie. Elabora le leggi e controlla loperato del Presidente,
che pu mettere stato di accusa se ritiene che si comporti in modo non conforme
alla Costituzione.
divisa in 2 camere:
Camera dei Rappresentanti: ha competenza in materia finanziaria
Senato: controlla la politica estera

Presidente della
Repubblica

Eletto ogni 4 anni, detiene il potere esecutivo: comanda le forze armate, nomina
i giudici della Corte Suprema e pu bloccare le leggi emesse dal Congresso

Corte Suprema

Ha il potere giudiziario ed formata da giudici scelti dal Presidente dietro approvazione del Senato

La Rivoluzione francese
La Francia, nella seconda met del 700, bench fosse una delle maggiori potenze europee,
al suo interno era scossa da forti contrasti sociali, politici ed economici.

4PARTE SECONDA PROVA DESAME


CONTRASTI INTERNI
Divisione in
classi

la societ era ancora rigidamente divisa in 3 ordini, secondo il modello feudale:


I primi due ordini godevano di molti privilegi, mentre il Terzo Stato non aveva neanche accesso alle decisioni politiche. Vi appartenevano per i membri del nuovo ceto
borghese che rivestiva un peso sempre pi importante nella vita economica e culturale del paese e reclamava di essere coinvolto nella vita pubblica

Assolutismo
regio

bench fosse la patria dellilluminismo, la Francia era ancora governata da un sistema di monarchia assoluta che scontentava i borghesi votatisi alle nuove idee e anche
alcuni nobili che propugnavano un sistema parlamentare allinglese

Crisi
economica

la carestia della seconda met del 700 e le tasse sempre pi onerose imposte per riparare al debito contratto con le numerose guerre provocarono un forte malcontento, soprattutto nelle classi pi povere che si ritrovarono ad affrontare una grave disoccupazione e un forte stato di povert

Nel 1789 il re Luigi XVI convoc gli Stati Generali, unassemblea dei rappresentanti degli
ordini che funzionava come una sorta di parlamento, ma con valore puramente consultativo.
Loccasione fu colta dalla classe borghese per ribellarsi allautorit regia, con lappoggio della plebe urbana e dei contadini.
IN SINTESI - EVENTI DEL 1789
20 giugno

I rappresentanti del Terzo Stato si autoproclamarono Assemblea Nazionale e si rinchiusero nella cosiddetta Sala della Pallacorda per scrivere una Costituzione che limitasse i poteri del Re e i privilegi di nobilt e clero (giuramento della Pallacorda)

14 luglio

Il Re raccolse le truppe per reprimere lassemblea, ma in sua difesa insorse la popolazione di Parigi. Levento simbolico fu lassalto e la presa della Bastiglia, la fortezza che fungeva da prigione ed era perci il simbolo del potere regio. (La presa della
Bastiglia fu il primo importante avvenimento della Rivoluzione francese).

4 agosto

Mentre nelle campagne insorgevano i contadini contro i privilegi dei proprietari terrieri, lAssemblea decret che tutti i privilegi erano aboliti e stabil luguaglianza fiscale fra i cittadini

26 agosto

LAssemblea promulg la Dichiarazione dei Diritti dellUomo e del Cittadino: un


documento in cui era proclamata luguaglianza fra i cittadini e i loro fondamentali diritti in materia di libert e inviolabilit personale

Nel 1791 fu promulgata la nuova costituzione, che il re suo malgrado dovette accettare. Essa
faceva della Francia una monarchia costituzionale.
COSTITUZIONE DEL 1791
Re

Aveva il potere esecutivo, ma perdeva iquello legislativo e il diritto di


nominare i funzionari della giustizia e delle amministrazioni locali. Poteva per bloccare una legge votata dallAssemblea

Assemblea Legislativa

Era un parlamento eletto dai cittadini pi abbienti, dotato del potere legislativo

Amministrazioni locali

La Francia fu divisa in 83 dipartimenti governati da amministrazioni locali indipendenti ed elettive

STORIA5

La Costituzione del 1791 introduceva importanti novit, come labolizione dei privilegi nobiliari, la cessazione dellassolutismo, la libert di stampa. Ma era comunque frutto di un compromesso: manteneva al potere il re e concedeva il diritto di voto soltanto ai cittadini con un
alto reddito annuo.
Ci contrastava con lenorme appoggio che le masse popolari avevano dato alla rivoluzione.
Questo accese un forte dibattito allinterno dei circoli che si andavano formando in seno allAssemblea, simili ai partiti politici di oggi. I principali erano:
Girondini: volevano frenare le rivendicazioni della plebe
Montagnardi: propugnavano unalleanza con il popolo parigino. Fra loro i pi estremisti
erano i cosiddetti Giacobini, guidati da Robespierre (soprannominato lincorruttibile).
Pianura: incerti e indecisi
La guerra rivoluzionaria e il Terrore (1792-1794)
La Rivoluzione Francese aveva spaventato i maggiori sovrani europei, timorosi che il movimento si diffondesse anche nei loro paesi.
Lo stesso Luigi XVI nel 1791, dopo la promulgazione della Costituzione, aveva tentato la fuga allestero per organizzare una guerra e imporre di nuovo il potere assoluto; ma era stato raggiunto e costretto a
restare in Francia.

Davanti alle minacce delle potenze straniere, nel 1792 lAssemblea vot la dichiarazione di
guerra allAustria e alla Prussia: la Francia avrebbe organizzato un esercito popolare per
difendere la rivoluzione.
Luigi XVI tent di esercitare il suo diritto di veto per bloccare la decisione, ma nel corso di
uninsurrezione popolare fu arrestato processato per congiura contro la patria.
il 20 agosto 1793 fu ghigliottinato pubblicamente.
La Francia diventava cos una Repubblica. In attesa che fosse varata una nuova costituzione,
il potere passava temporaneamente allAssemblea Legislativa.
Questa si trov davanti ai seguenti problemi:
guerra con le potenze europee: lesercito prussiano invase il paese da nord, per tentare
di restaurare il potere monarchico, ma fu sconfitto dallesercito popolare francese nella
battaglia di Valmy
rivolte interne: scontenti dalla politica fiscale del nuovo governo e dalla leva militare obbligatoria, molte regioni della Francia si ribellarono, con lappoggio del clero che si era
visto colpito in molti privilegi. Le rivolte furono represse nel sangue: la pi celebre quella della Vandea.
Nel momento di pericolo comune, assunsero il predominio nellAssemblea i Giacobini di
Robespierre, che di fatto istituirono una dittatura allo scopo di salvaguardare la rivoluzione.
Il dominio dei giacobini si esercitava attraverso i seguenti organi:
Comitato di Salute Pubblica, un organo di governo composto da 9 membri
Tribunale Rivoluzionario, un tribunale speciale destinato a scovare e reprimere le presunte congiure contro la Rivoluzione
Questultimo divenne tristemente famoso per lopera di repressione esercitata nei confronti non solo dei
nobili, ma anche dei rivoluzionari dissidenti. Robespierre applic consapevolmente il Terrore come tat-

6PARTE SECONDA PROVA DESAME


tica politica: migliaia di francesi furono arrestati con laccusa, spesso infondata, di tramare con le potenze straniere per abbattere la Repubblica; molti di loro venivano condannati a morte dopo processi fasulli e ghigliottinati pubblicamente.

Soprattutto questultimo aspetto cre un largo malcontento, che port alla congiura contro
Robespierre e gli altri capi giacobini. Arrestati di notte, furono condannati senza processo e
ghigliottinati a loro volta (27 luglio 1794). Al loro posto il potere fu preso da moderati che
elaborarono una nuova costituzione approvata nel 1795.
IN SINTESI - EVENTI 1791-1795
1791

Approvata la Costituzione (monarchia parlamentare); Luigi XVI tenta la fuga ma viene catturato

1792

Dichiarazione di guerra allAustria e alla Prussia; invasione prussiana e vittoria a Valmy

1793

Processo ed esecuzione di Luigi XVI; proclamazione della Repubblica; governo provvisorio


dei Giacobini; periodo del Terrore

1794

Congiura antigiacobina; cattura e morte di Robespierre

1795

Promulgazione della nuova Costituzione

Napoleone
La Costituzione del 1795 riprese molti elementi di quella del 1791, salvo il suo carattere repubblicano: il potere esecutivo era infatti affidato a un consiglio di 5 membri chiamato direttorio.
COSTITUZIONE DEL 1795
Parlamento
Direttorio

Ha il potere legislativo ed diviso in 2 camere: Consiglio degli Anziani e Consiglio dei Cinquecento
Composto da 5 membri, ha il potere esecutivo

Il nuovo governo si dedic al progetto di esportare la rivoluzione.


La Francia rivoluzionaria, gi attaccata dai regni europei che temevano il diffondersi delle
nuove idee nei loro confini, pass al contrattacco con una politica espansionistica che mirava a creare in Europa delle repubbliche sul modello francese.
In questo progetto si distinse il giovane generale di origine italiana Napoleone Bonaparte
(Ajaccio in Corsica 15 agosto 1769 Isola di SantElena, 5 maggio 1821).
Nel 1796 gli fu affidata la guida di un esercito allo scopo di passare le Alpi e invadere lItalia. La Campagna dItalia (1796-1797) si concluse con la Pace di Campoformio che riconosceva ai francesi il dominio sulla Lombardia e sullEmilia Romagna.
Negli anni seguenti lassetto politico italiano fu dunque rivoluzionato, con la creazione di numerose repubbliche ispirate al modello francese (cd. repubbliche giacobine). Queste nacquero in parte per linvasione francese, in parte per iniziativa autonoma, con lappoggio francese, di alcuni intellettuali locali simpatizzanti per i rivoluzionari.

STORIA7
REPUBBLICHE GIACOBINE
Repubblica Era costituita dai territori direttamente conquistati da Napoleone: Lombardia ed EmiCisalpina lia Romagna
Repubblica Fu creata con lintervento francese in sostegno di alcuni ribelli. Il Papa dovette fuggiRomana
re in Toscana, ma fin prigioniero dei francesi
Repubblica
Ligure
Repubblica Nacque nel momento in cui il Re di Napoli fall nel tentativo di invadere la RepubbliPartenopea ca Romana per restaurare il potere del Papa. Sconfitto, sub a sua volta linvasione francese che instaur la repubblica. Ebbe comunque vita breve, perch pochi mesi dopo un
esercito di contadini guidato dal cardinale Ruffo riconquist Napoli e permise ai Borbone di salire nuovamente sul trono
Diversa fu la sorte dello stato di Venezia. Fino ad allora indipendente, fu utilizzato da Napoleone come
merce di scambio nel trattato di Campoformio e ceduto agli Austriaci. Ci provoc lindignazione di
molti italiani, che iniziarono a vedere in Napoleone un dittatore e non un liberatore.

Nel 1798 Napoleone comp una leggendaria spedizione in Egitto per strappare la regione agli
Ottomani.
Il successo della spedizione aument il suo prestigio, cos che nel novembre 1799 organizz
un colpo di stato con il quale prese il potere instaurando di fatto una dittatura. Divenne Primo Console nel brumaio 1799, al ritorno dalla spedizione in Egitto.
COSTITUZIONE DEL 1799
Consoli

Erano 3, ma uno di loro, cio Napoleone, figurava come Primo Console e gli altri due
avevano solo un ruolo secondario. Deteneva il potere esecutivo e una forte influenza
su quello legislativo

Consigli

Erano 3 camere che detenevano un potere legislativo molto limitato, sottoposto al


controllo del Primo Console

La via verso la tirannia era spianata. Essa si comp in diverse tappe negli anni successivi:
1802: Napoleone con un plebiscito si fece nominare Primo Console a vita, con molti pi
poteri, compreso quello di nominare il suo successore;
1804: nel corso di una cerimonia nella cattedrale di Notre Dame, si fece incoronare Imperatore dei Francesi, con pieni poteri.
Nel frattempo, continuavano le guerre di espansione, che vedevano limpero napoleonico
espandersi in Europa, nonostante il tentativo di Prussia, Austria e Inghilterra di contrastarlo.
Nel 1812 Napoleone comandava, direttamente o indirettamente:
Francia, che aveva inglobato Belgio, Paesi Bassi e Piemonte
Stato della Chiesa direttamente governato dalla Francia
Spagna
Regno dItalia (nord Italia)
Regno di Napoli
Germania riunita in una confederazione asservita alla Francia

8PARTE SECONDA PROVA DESAME

Nel 1812 Napoleone tent senza successo di invadere la Russia. La sconfitta segn linizio
del suo declino: ormai lintera Europa era coalizzata contro il suo dominio.
1813: fu sconfitto a Lipsia da una coalizione di Russia, Prussia, Inghilterra e Austria. Costretto ad abdicare, fu esiliato nellisola dElba;
1814: fuggito dallisola, torn in Francia dove riorganizz un esercito e cerc di ripristinare il suo potere. Ma fu nuovamente sconfitto a Waterloo e confinato per sempre nellisola di SantElena nellOceano Atlantico, dove mor il 5 maggio 1821.
IN SINTESI - ASCESA E CADUTA DI NAPOLEONE
1796-1797 Campagna dItalia: conquista e rende repubblicana quasi tutta la penisola
1798

Campagna dEgitto

1799

Colpo di Stato: si fa nominare Primo Console

1802

Assume il titolo di Primo Console a vita, con pieni poteri

1804

incoronato Imperatore dei Francesi

1805-1812 Campagne militari in Europa: conquista la Spagna, il Regno di Napoli, la Germania


1812

Fallimentare campagna di Russia

1813

Battaglia di Lipsia: sconfitto e costretto allesilio allisola dElba

1814

Battaglia di Waterloo: sconfitto, esiliato definitivamente allisola di SantElena

1821

Muore in esilio il 5 maggio

Di seguito alcuni esercizi delle banche dati inerenti gli argomenti trattati in questo capitolo.
A

In quale anno venne 1798


votata la Dichiarazione
dIndipendenza americana?

1766

1848

Come si chiamava la Maria Giuseppimoglie di Napoleone na di Savoia


Bonaparte?

Maria Luisa
dAustria

Maria Teresa di M a r i a Te r e s a
Borbone
dAsburgo

In quale anno si svolse 1805


la Battaglia delle Piramidi, in cui napoleone
fu sconfitto dai Mamelucchi?

1790

1800

1798

In quale anno venne 1783


firmato il Trattato di
Versailles con cui il Governo inglese riconobbe lindipendenza degli
Stati Uniti?

1800

1750

1756

1740

STORIA9

Indica laffermazione La denominazioesatta.


ne sanculotti
deriva dai banchi
che si occupavano nella Convenzione

La denominazione sanculotti
deriva dal dipartimento di provenienza

La denominazione sanculotti
deriva dal luogo
di riunione dei
partecipanti

La denominazione sanculotti
deriva dai pantaloni delle classi
umili

Nella seconda met Inghilterra


del Settecento, in ,
ebbe inizio la Rivoluzione Industriale.
Completa laffermazione.

Francia

America

Germania

A quale alternativa Maximilien- Rolegato il termine Go- bespierre


verno dei Cento giorni?

Napoleone Bona- Carlo Alberto


parte

Indica lunica afferma- Inizi nel XVI Inizi negli Stati Viet il lavoro
zione che si lega alla Ri- secolo
Uniti
alle donne
voluzione Industriale.

La giornata di lavoro era di 16 ore

In quale ambito oper


il gruppo sociale, composto dai ceti borghesi,
chiamato Terzo Stato?

Guerra dIndipendenza italiana

10

A seguito di quale scon- Quella di Waterfitta Napoleone venne loo


esiliato nellisola di
SantElena?

C o n g r e s s o d i Rivoluzione fran- Guerre napoleoVienna


cese
niche

Quella di Lipsia

Giovanni Giolitti

Quella di Trafal- Quella di Austergar


litz

Soluzioni: 1.B., 2.B, 3.D, 4.A, 5.D, 6.A,7.B, 8.D, 9.B, 10.A