Sei sulla pagina 1di 13

Al termine dellesercizio lazienda X S.p.A.

presenta il seguente prospetto di bilancio


contabile (valori espressi in ):
STATO PATRIMONIALE
Attivit
Fabbricati ind.li
Macchinari e impianti
Attrezz. varia e minuta
Mobili e macc.da ufficio
Obbligazioni strategiche
Automezzi
Materie prime
Prod. in c/lavorazione
Prodotti finiti
Partecipazioni
Crediti c/clienti
Crediti in sofferenza
Altri crediti
Ratei attivi
Risconti attivi
Banca c/c
Cassa

Passivit
600.000 Capitale sociale
2.250.000 Riserva legale
270.000 Riserva statutaria
300.000 Utile desercizio
30.000 Prestito obbligazionario
300.000 Banche c/finanziamenti
225.000 Debiti v/fornitori
970.000 Altri debiti
900.000 Ratei passivi
175.000 Fondo TFR
2.000.000 F.do rischi su crediti in sofferenza
165.000 F.do amm.to automezzi
375.000 F.do rischi su crediti
1.500 F.do rischi diversi
6.000 F.do oneri fiscali
210.000 F.do amm.to fabbricati industriali
20.000 F.do amm.to attr. varia e minuta
F.do amm.to macc. e impianti
F.do amm.to mob. e macc. ufficio

1.500.000
120.000
60.000
357.500
750.000
1.700.000
1.450.000
450.000
5.000
675.000
150.000
75.000
100.000
75.000
30.000
90.000
150.000
900.000
160.000

Totale ATTIVO

8.797.500 Totale PASSIVO

8.797.500

CONTO ECONOMICO
Costi
Rimanenze iniziali
- Materie prime
- Semilavorati
- Prodotti finiti
Acquisti materie
Salari e stipendi
Contributi
Acc.to t.f.r.
Spese gen.li di produzione.
Spese generali di amm.ne
Spese generali di vendita
Altre spese operative
Ammorta. mat.li e imm.li
Acc.to rischi su crediti
Acc.to rischi diversi
Oneri fin. Bancari
Lavorazioni di terzi
Inter. Passivi su obbl.ni
Oneri fiscali
Totale COSTI
Utile desercizio
Totale a PAREGGIO

Ricavi
1.012.000 Vendita prodotti
300.000 Resi su acquisti
312.000 Lavorazioni c/terzi
400.000 Proventi diversi
1.320.000 Proventi finanziari
1.300.000 Rimanenze finali
570.000 - Materie Prime
92.850 - Prodotti in lavorazione
561.000 - Prodotti finiti
342.100
403.700
38.500
431.500
56.300
27.500
265.000
308.000
70.000
252.100
7.050.550
357.500
7.408.050 Totale RICAVI

4.752.650
82.000
275.000
180.000
23.400
2.095.000
225.000
970.000
900.000

7.408.050

NOTE PER LA RICLASSIFICAZIONE

1)
2)
3)

4)
5)
6)

Ai fini della riclassificazione si tengano presenti le seguenti informazioni:


Le partecipazioni sono di controllo limitatamente a 110.000, il rimanente da
considerare di natura speculativa.
La rata di ammortamento del prestito obbligazionario, da rimborsare entro lanno,
pari a 50.000.
In merito alla destinazione dellutile desercizio, si presume che lAssemblea degli
Azionisti, previo accantonamento a riserva per 50.000 (di cui alla riserva legale
30.000.000 e alla riserva statutaria 20.000), destiner la parte rimanente a
dividendo.
Sulla normale previsione di turn-over del personale, si presume che nellanno
dovranno essere erogate, per trattamento di fine rapporto gi accantonato, 50.000.
La rata di rimborso del finanziamento bancario scadente entro lanno ammonta a
150.000.
Ai fini della riclassificazione del conto economico si tenga conto che i proventi
finanziari sono relativi a dividendi su partecipazioni di controllo.

INTERPRETAZIONE DELLE NOTE DI RICLASSIFICAZIONE

1 Le partecipazioni sono da considerare di controllo


limitatamente a 110.000, il rimanente da ritenere di natura
speculativa.
110.000 devono essere posizionati tra le Immobilizzazioni
finanziarie. La quota speculativa delle partecipazioni (
65.000) va collocata nelle Liquidit immediate.
2 La rata di ammortamento del prestito obbligazionario, da
rimborsare entro lanno, pari a 50.000.
La rata a breve del prestito obbligazionario deve essere
inserita tra le Passivit correnti.
3 In merito alla destinazione dellutile desercizio, si presume
che lAssemblea degli Azionisti, previo accantonamento a
riserva per 50.000 (di cui alla riserva legale 30.000 e alla
riserva statutaria 20.000), destiner la parte rimanente a
dividendo.
Dopo laccantonamento nelle menzionate riserve, lutile andr
portato tra le passivit correnti per 307.500, ossia per la
parte da distribuire come dividendo agli azionisti.
4 Sulla normale previsione di turn-over del personale, si
presume che nellanno dovranno essere erogate, per
trattamento di fine rapporto gi accantonato, 50.000.
La rata a breve del TFR deve essere inserita tra le Passivit
correnti.
5 La rata di rimborso del finanziamento bancario scadente entro
lanno ammonta a 150.000.
La rata a breve del finanziamento bancario deve essere inserita
tra le Passivit correnti.
6 Ai fini della riclassificazione del conto economico si tenga
conto che i proventi finanziari sono relativi a dividendi su
partecipazioni di controllo.
Il relativo importo sar collocato nellArea finanziaria.

STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO

IMPIEGHI
Immobilizzazioni
Materiali:
Fabbricati Industriali
Macchinari e Impianti
Attrezzatura varie e minuta
Mobili e Macchine da Ufficio
Automezzi
- Fondi Ammortamento
Finanziarie:
Obbligazioni strategiche
Partecipazioni di Controllo
Crediti in Sofferenza
- Fondo Rischi Crediti in
Sofferenza
Attivo circolante

2.500.000
2.345.000
600.000
2.250.000
270.000
300.000
300.000
- 1.375.000
155.000
30.000
110.000
165.000
-150.000
4.672.500

Magazzino
Materie Prime
Prodotti in Lavorazione
Prodotti Finiti
Risconti Attivi

2.101.000
225.000
970.000
900.000
6.000

Liquidit differite
Crediti V/Clienti
Altri Crediti
Ratei Attivi
- Fondo rischi su Crediti

2.276.500
2.000.000
375.000
1.500
-100.000

Liquidit immediate
Partecipazioni Speculative
Banca c/c
Cassa

295.000
65.000
210.000
20.000

Totale capitale investito

7.172.500

Capitale investito
caratteristico

7.107.500

FONTI
Mezzi propri
Capitale Sociale
Fondo Riserva Legale
Fondo Riserva Statutario
Fondo Rischi Diversi

1.805.000
1.500.000
150.000
80.000
75.000

Passivit consolidate
Fondo Oneri Fiscali
Prestito Obbligazionario
Banche c/Finanz.
Fondo T.F.R.

2.905.000
30.000
700.000
1.550.000
625.000

Passivit correnti
Debiti V/ Fornitori
Altri Debiti
Ratei Passivi
Rate Prest. Obblig.
Rate su Fin. Bancario
Rate a breve T.F.R.
Utile da distribuire

2.462.500
1.450.000
450.000
5.000
50.000
150.000
50.000
307.500

Tot. cap. di finanziamento

7.172.500

CONTO ECONOMICO RICLASSIFICATO

Vendite
Proventi diversi
Lavorazioni c/terzi
Variazione magazzino prodotti
in corso
Variazioni magazzino prodotti
finiti

4.752.
650
180.00
0
275.00
0
658.00
0
500.00
0

(970
312)
(900
400)

6.365.6
50
Prodotto desercizio
Consumo materie
Rimanenze Iniziali
+ Acquisti Materie
- Resi su Acquisti
- Rimanenze Finali

6.365.
650

300.00
0
1.320.
000
82.000
225.00
0
1.313.0
00

Margine industriale lordo


Costi operativi esterni
Spese generali produzione
Spese generali di
amministrazione
Spese generali di vendita

561.00
0
342.10
0
403.70
0

5.052.
650

Lavorazioni di terzi
Accantonamento fondo rischi
su crediti
Accantonamento fondo rischi
diversi
Altre spese

308.00
0
56.300
27.500
38.500
1.737.1
00

Valore
aggiunto
Spese per il personale
Salari e Stipendi
Contributi
Accantonamento T.F.R.

3.315.
550

1.300.
000
570.00
0
92.850
1.962.8
50

Margine operativo
lordo
Ammortamenti
431.50
0

1.352.
700
431.500

Utile operativo

921.2
00

Area Finanziaria
Proventi Finanziari
Interessi Passivi su
Obbligazioni
Oneri Finanziari Bancari

+
23.400
70.000
- (335.00 on.
265.00
0 fin.)
0

Saldo area finanziaria

311.6
00

Saldo area patrimoniale


Saldo area straordinaria

0
0

Utile al lordo di
imposte
- Oneri Fiscali

609.6
00
252.100

Utile netto

357.5
00

CALCOLO DEGLI INDICI


INDICATORE
FORMULE
CALCOLI
VALORE
INDICI PATRIMONIALI DI COMPOSIZIONE
Indice di Rigidit
AF/CI tot
2.500.000/7.172.500
34,9%
Indice di Elasticit
AC/CI tot
4.672.500/7.172.500
65,1%
Indice di Autonomia Finanziaria
MP/CF
1.805.000/7.172.500
25,2%
Ind. di Indebitamento Complessivo
(Pl+Pb)/CF
5.367.500/7.172.500
74,8%
Indice di Indebitamento Permanente
(MP+Pl)/CF
4.710.000/7.172.500
65,7%
Indice di Indebitamento "a lungo"
Pl/CF
2.905.000/7.172.500
40,5%
Indice di Indebitamento "a breve"
Pb/CF
2.462.500/7.172.500
34,3%
INDICI PATRIMONIALI DI CORRELAZIONE
Margine di Struttura Primario
MP-AF
1.805.000-2.500.000
Quoziente di Struttura Primario
MP/AF
1.805.000/2.500.000
Margine di Struttura Secondario
MP+Pl-AF
4.710.000-2.500.000
Quoziente di Struttura Secondario
(MP+Pl)/AF
4.710.000/2.500.000
CCN o Margine di Disponibilit
AC-Pb
4.672.500-2.462.500
Quoziente di Disponibilit
AC/Pb
4.672.500/2.462.500
Margine di Tesoreria Secondario
Ld+Li-Pb
2.571.500-2.462.500
Quoziente di Tesoreria Secondario
(Ld+Li)/Pb
2.571.500/2.462.500

-695.000
0,7 = 70%
2.210.000
1,9 = 190%
2.210.000
1,9 = 190%
109.000
1,04 = 104%

INDICI DI REDDITIVIT
INDICATORE
FORMULE
CALCOLI
VALORE
R.O.I
RO/CI CAR
921.200/7.107.500
13,0%
R.O.S
RO/VN
921.200/4.752.650
19,4%
Turnover (Pci)
VN/CI CAR
4.752.650/7.107.500
0,7
R.O.E netto
RN/MP
357.500/1.805.000
19,8%
R.O.E. lordo
RL/MP
609.600/1.805.000
33,8%
T.f.
Of/(Pl+Pb)
335.000/5.367.500
6,2%
EFFETTO LEVA (R.O.I. - T.f.)
ROI-Tf
13,0%-6,2%
6,7%
Quoziente di Indebitamento

(Pl+Pb)/MP

5.367.500/1.805.000

3,0

STATO PATRIMONIALE
A BLOCCHI

AF
34,9%

MP
25,2%

Pl
40,5%

AC
65,1%

Pb
34,3%

C.I. 100%

C.F. 100%

COMMENTO
Con riferimento alla composizione patrimoniale degli
impieghi lazienda X si presenta con un elevato grado di
elasticit, imputabile al peso elevato del magazzino e delle
liquidit differite.
Con riferimento alla composizione patrimoniale delle fonti
lazienda presenta una rilevante dipendenza finanziaria sia
dalle fonti a medio-lungo che da quelle a breve termine.
Per quanto concerne la correlazione patrimoniale impieghifonti, si evidenzia che la sincronizzazione tra attivit fisse e
fonti di finanziamento si verifica solo a livello di margine di
struttura secondario. Il finanziamento dellattivo circolante
avviene in parte con il ricorso alle passivit a breve termine, in
parte anche tramite il ricorso a passivit consolidate. Il margine
di tesoreria secondario evidenzia una situazione appena
favorevole, che non esime da precauzioni al fine di prevenire
rischi di illiquidit.
Passando allanalisi della redditivit, segnaliamo che la
redditivit operativa pari a 13,0% imputabile soprattutto al
buon margine di redditivit sulle vendite, capace di compensare
lo scarso turnover del capitale investito nella gestione
caratteristica. Sulla buona redditivit dei mezzi propri esercita
un effetto positivo la leva finanziaria che presenta un valore
pari a 6,7%, che viene ad essere potenziato da un quoziente di
indebitamento che si aggira intorno a 3.
Il giudizio formulato pare tuttavia di nessun rilievo e
fondamento reale a causa dellassenza di informazioni intorno alla
tipologia dattivit svolta, della mancanza di confronti spaziali con
aziende concorrenti e dellinesistenza di comparazioni temporali
tra i diversi esercizi di attivit della societ in questione. In altri
termini, unanalisi condotta sul bilancio di ununica azienda,
considerata in un solo esercizio, non ha un valore significativo ai
fini della formulazione di un giudizio attendibile intorno
allandamento gestionale dellazienda.