Sei sulla pagina 1di 4

Dopo che Costantino port le insegne dellimpero da occidente

ad oriente, in direzione contraria al moto del sole e di quella


che avevano gi seguito ai tempi in cui Enea prese in moglie Lavinia,
per pi di cento anni laquila dellimpero
si stabil allestremit orientale dellEuropa,
vicino alle montagne dalle quali era a quel tempo partita;
ed allombra delle sue sacre penne,
essa govern il mondo di mano in mano,
fino a ch, cos cambiando, giunse a me.
Sono stato imperatore, sono Giustiniano,
e per amore, ancora vivo, nei confronti dello Spirito Santo,
eliminai dalle leggi tutto ci che era eccessivo e superfluo.
E prima che cominciassi a dedicarmi a questa opera,
credevo esistesse una sola natura di Cristo, non pi duna,
che Dio non fosse anche uomo, e mi compiacevo di una simile dottrina;
ma San Agapito, che fu
santo pontefice, verso la vera fede
mi indirizz con le sue parole.
Io credetti ai suoi insegnamenti; e ci che allora accettavo
sulla fiducia nella sua autorit, lo vedo ora cos chiaramente
come tu puoi vedere che tra due affermazioni contrapposte, luna sar vera e laltra falsa.
Non appena incominciai a seguire i principi della Chiesa,
a Dio piacque di stimolarmi, con la sua grazia, a compiere
quel grande lavoro, ed ad esso mi dedicai completamente;
affidai il comando dellesercito al mio fedele generale Belisario,
le cui imprese trovarono un cos alto favore del cielo,
che fu evidente che era arrivato per me il momento di occuparmi della pace.
Con queste parole si conclude la mia risposta alla prima parte
della tua domanda; ma largomento
mi costringere a proseguire aggiungendo ancora qualcosa,
cos che tu possa vedere chiaramente quanto ingiustamente
agisca contro le insegne dellimpero
sia chi se ne appropria (i Ghibellini) sia chi vi si oppone (Guelfi).
Considera quanti uomini valorosi hanno reso limpero
degno di rispetto; a cominciare dal tempo in cui Pallante mor
per aiutare Enea a porre le basi della potenza di Roma.
Sai quindi bene che linsegna imperiale si insedi quindi ad Alba
Longa per oltre trecento anni, fino a che i tre fratelli Orazi
non combatterono contro i tre fratelli Curiazi per il suo possesso.

E sai bene ci che fece dal ratto delle Sabine


al suicidio di Lucrezia sotto i sette suoi re,
combattendo e sconfiggendo i popoli circostanti.
Conosci anche le mirabili imprese compiute quando fu portato
dai nobili Romani contro i Galli di Breno, contro Pirro
e contro gli altri principati e le altre repubbliche;
dalle quali Torquato e Quinzio, chiamato Cincinnato per il suo
ciuffo arruffato, ed anche i Deci ed i Fabi,
ottenere quella fama che io onoro molto volentieri.
Esso, lo stendardo imperiale, atterr lorgoglio dei Cartaginesi
che al seguito di Annibale oltrepassarono
le Alpi Occidentali, dalle quali discende il Po.
Sotto di lui trionfarono ancora in giovane et
Scipione lAfricano e Pompeo; ed alle colline sotto le quali
tu sei nato, di Fiesole, risult invece amaro, doloroso.
Successivamente, con lavvicinarsi del tempo in cui a Dio
piacque che tutto il mondo fosse condotto allordine, alla serenit
delle sfere celesti, per la volont del popolo romano linsegna dellaquila fu presa da Cesare.
Le imprese compiute dal fiume Varo fino al Reno,
le poterono vedere anche i fiumi Isre, Loira e Senna,
ad anche ogni valle in cui scorre il fiume Rodano.
Quello che fece dopo che Cesare usc da Ravenna
ed attravers il Rubicone, fu talmente rapido e di tale entit che
sarebbe impossibile stargli dietro con le parole o con gli scritti.
Verso la Spagna rivolse poi il suo esercito,
poi verso Durazzo, ed a Farsal colp Pompeo tanto duramente
che se ne sentirono gli echi fino alle rive del caldo Nilo.
Rivide quindi il porto di Antandro ed il fiume Simoenta, verso i
quali si era mosso, ed anche la tomba di Ettore; ed in seguito,
rimosso Tolomeo a favore di Cleopatra, si allontan dallEgitto.
Da l scese come fosse un fulmine su Giuba;
da cui fece poi rotta verso occidente,
da dove sentiva provenire la voce dei sostenitori di Pompeo.
Le imprese che lo stendardo ottenne con il successivo
portatore, Ottaviano, erede di Cesare, fanno ancora lamentare
nel profondo inferno Bruto e Cassio, e furono dolorose per le citt di Modena e Perugia.
Le piange ancora la triste Cleopatra
che, fuggendo dinnanzi ad esso, con il morso di un serpente
velenoso si dette una morte istantanea ed atroce.

Con Ottaviano corse e si espanse fino al mar Rosso;


con costui stabil nel mondo una pace tale
che vennero serrate le porte del tempio di Giano.
Ma ci che lAquila imperiale, in nome della quale ti sto parlando,
aveva compiuto prima e avrebbe compiuto poi
su tutta la terra, regno dei mortali, che sottostava ad essa
diventa poca cosa e di poca fama, se si guarda a ci
che essa comp quando venne sostenuta dal terzo imperatore,
Tiberio, se si guarda con occhi liberi da pregiudizi e cuore puro;
poich la giustizia divina, che ispira le mie parole,
concesse allinsegna imperiale, quando fu nelle sue mani,
la gloria di poter vendicare lira di Dio, di punire il peccato originale, la colpa di Adamo, con il sacrificio di
Cristo.
Meravigliati dunque di quello che ti dir adesso:
in seguito si rec a Gerusalemme insieme a Tito per vendicare
la vendetta che si era allora compiuta nei confronti del peccato originale.
E quando i Longobardi attaccarono
la Santa Chiesa, protetto dallAquila
Carlo Magno le venne in soccorso, sconfiggendoli.
A questo punto puoi meglio giudicare coloro che
ho prima accusato, i Guelfi ed i Ghibellini, ed anche i loro errori,
che sono la ragione di tutti i vostri mali attuali.
I Guelfi contrappongono allinsegna universale dellImpero i gigli
doro degli Angioini, i Ghibellini invece se ne appropria,
rendendola simbolo di una fazione politica, cos che difficile dire chi dei due commetta lerrore pi
grave.
Compiano i Ghibellini le loro azioni
sotto un altro simbolo, perch ne un cattivo seguace
colui che lo divide, divide lAquila, dalla giustizia;
e non si illuda di poterlo abbattere questo nuovo Carlo, II
dAngi, insieme ai suoi amici Guelfi, ma tema invece i suoi
artigli che domarono in passato sovrani ben pi potenti di lui.
Gi molte volte i figli hanno dovuto piangere, riparare
le colpe dei propri padri, e non ci si illuda che Dio si disposto
a cambiare la propria insegna con i gigli della casa di Francia!
Il cielo di questo piccolo pianeta, Mercurio, adornato
dalle anime sante che in vita si sono impegnati affinch
lonore e la fama sopravvivessero alla loro morte:

e quando i desideri umani sono rivolti verso questo intento,


deviando cos dal sommo Bene, conseguenza inevitabile che
lo slancio del vero Amore, che ci innalza al cielo, abbia meno vigore.
Ma in questa perfetta corrispondenza tra il premio ed il nostro
effettivo merito deriva una parte della nostra felicit, perch
non lo vediamo n superiore n inferiore alla giusta misura.
Con questa consapevolezza, la giustizia divina mitiga
tanto i nostri sentimenti che essi non possono
essere deviati verso nulla di diverso dalla felicit.
Cos come voci di diversa qualit danno vita ad una musica
piacevole; allo stesso modo i diversi gradi di Beatitudine
presenti nel Paradiso producono una armonia concorde di sentimenti tra i diversi suoi cieli.
Ed allinterno di questo prezioso cielo
brilla la luce di Romeo, Rome de Villeneuve, la cui
considerevole e magnifica opera fu male giudicata.
Ma i signori della Provenza che lo perseguitarono non hanno
avuto poi da ridere; si vede quindi come percorra una strada
pericolosa chi reputa di avere ricevuto un danno dal bene compiuto da una altra persona.
Raimondo Berengario ebbe quattro figlie ed ognuna di esse
divenne regina, e questo grazie allopera di
Romeo, che era straniero e di umili origini.
Ma in seguito le calunnie mosse contro Romeo spinsero
Raimondo a chiedere conto della sua amministrazione a questo
uomo giusto, che mostr di aver ottenuto dodici da un dieci iniziale, di avere accresciuto il patrimonio
del suo signore.
Part da l povero ed ormai vecchio;
e se il mondo sapesse la forza danimo che egli mostr
nel vivere di elemosina,
lo loderebbe ancora di pi di quanto gi lo loda.