Sei sulla pagina 1di 663

Zi

lift M

IfffP y
'

jy^uv

1
v
yv .'. v . v ,^VW,("
Jvww^^^vjV^WwVWwwWW'^VvW;

V w-vy^

WWWwtfvvM,
^

v*

-an

WyyyvWrVWwVV^wVVwVw

T-

HARVARD LAW SCHOOL


LIBRARY

Digitized by

Google

TRATTATO
DI

DIRITTO CIVILE ITALIANO

Delle leggi in generale.


Della cittadinanza e dei diritti civili.
III. Del domicilio civile e della residenza.
IV. Dellassenza.
V. Della parentela e deiraffinit.
I.

II.

VX

Del matrimonio e della separazione.

Digitized by

Google

ALTRE OPERE PUBBLICATE


DALLAVV. PROF. GIUSEPPE SAREDO.

Principii di diritto costituzionale, 4 volumi in 8* gr.

Parma, 1862, presso P. Grazioli,

tip.

editore L. 10 00

Doveri delluomo, un volume


Parma
00 50
,
30
Doveri del cittadino, un volume

Parma
La libert della difesa nelle cause penali, appunti
.

di diritto costituzionale

...

Du principe des alliances internationales, lettm


politiques M. le Conte de Cavour Chambery 1860

La vita locale in italia, Siena


PROUDHON, LA SUA VITA E LE SUE OPERE,
Torino.

00 50

00

00

IN

TRATTATO
/

I.

II.

III.

CORSO DI STAMPA

DI DIRITTO CIVILE ITALIANO


"

Della filiazione.

Delladozione.
Delta patria potest.

IV. Della tutela e dellemancipazione.


V. Della interdizione e dellinabilitazione.
VI. Atti dello stato civile.

Digitized by

Google

TRATTATO
DI

DIRITTO CIVILE ITALIANO


PER

LAVV. GIUSEPPE SAREBO


Professor#

di

Codice civile nella R. Universit

di

Siena

Scire leges non est verba earurn tenere^


sed vitn ac potestatem.
(Celso, Dig. L. I, lit. Ili, 17)

FIRENZE
TIPOGRAFIA EDITRICE DELLASSOCIAZIONE
Via Vaifonda,

79.

1S69

<
-r

Digitized by

Google

Propriet letteraria.

>}l />/

Digitized

by

Coogle

AVVERTENZA

Chiunque pubblica un
di significare

qual

lo

ha

libro

il

scopo che

dovere
pro-

si

pone. Dir adunque che nello scrivere un

nuovo trattato

ho

di diritto civile

tentare ci che finora non

inteso

mi parve
una

stato ancor fatto in Italia; cio,

sia

spie-

gazione chiara, ordinata e quasi elementare


della nostra legislazione privata,

nel

tempo

Ho

tami della scienza giuridica.


in

una

rimanendo

stesso fedele ai pi severi det-

parola, a

soddisfare

di persone a cui sono difficili

mirato,

quella
i

classe

primi passi

nello studio delle scienze legali. Questo


lo

scopo che mi sono proposto:

il

pubblico

dir se lo ho raggiunto.

Debbo aggiungere una dichiarazione; ed


come insegnante e come scrittore
ho sempre considerato debito mio di preoc-

che

Digitized by

Google

VI

caparmi non
tres

di

gare quindi
e colla

solo

Codice

il

penna,

io

nella infeconda e
testo scritto,

che

di ci

ma

ma

Nello

che devessere.

ci

colla

civile,

al-

spie-

parola

non mi sono mai chiuso


servile 'ammirazione del
esaminato

lho

coscien-

ziosamente, applicandovi la critica, lodando


ci

che mi parve conforme alla

e alla scienza, e

condannando

dicai fosse ad esse

Ho

contrario.

a ogni disposizione legislativa


gioni, ad ogni dottrina

ho concesso
che

ra-

titoli:

non

non a

se

esigenze

alle

chiesto

sue

le

suoi

mia adesione

la

rispondeva

giustizia

ci che giu-

della

ci

mia

coscienza di giurista.

So che vha taluno a cui


lare ai giovani

e vorrebbero che

dalla

facile

ad esaltare

domani

dalle

le

fa paura:

cattedra

fosse bandita ogni libert di

tica, anzitutto,

lidea di par-

come ad uomini

menti.

ufficiale

esame, perch

Ma

si

dimen-

che questi giovani usciranno


nostre

scuole

per

divenire

magistrati, amministratori pubblici, avvocati:

si

dimentica in

secondo

luogo

che,

ottenuta la laurea, essi avranno compiuto


finter corso delle discipline legali che si

Digitized by

Google

VII

richiedono loro, e che, quindi, essi entre-

rebbero nella vita civile ignari dei pi importanti problemi della

scienza giuridica.

Ove questo sistema prevalesse,


e

la

coltura

lincremento della scienza stessa perde-

rebbero

lultimo

che

asilo

rimane,

loro

TUniversit, la quale diverrebbe in tal guisa

una
si

officina di legulei.

cancellino

le

e simiti la China,

gli

ma

allora

ove sinsegna una falsa

astronomia, sapendola

vogliono

sia pure:

parole: istruzione superiore:

falsa,

regolamenti, e

perch

cos

cos

insegnano

autori classici.

Per parte mia, ho sempre, intesoaliver,samente il mio cmpito. Lungi dallimporre

ai

giovani

lettera scritta,

netrarne

li

il

culto pedantesco

spirito;

lo

energicamente

della

ho sempre eccitati a pe-

ho

sempre

perch pensassero

insistito

da

s,

esaminassero testi legislativi e sistemi, giudicassero col loro criterio le

dottrine

del

professore, le accettassero o le combattes

sero,

secondo che la loro coscienza sugge-

riva

loro.

non

senza

orgoglio

posso dichiarare di aver sempre

che

ottenuto

ottimi risultati da questo sistema.

Digitized by

Google

Vili

Che

tale sia lo spirito

da cui deve essere

insegnamento delle leggi lo


hanno sempre compreso i giureconsulti pi
informato

1*

autorevoli che onorano la scienza:


ster citare fra

molti F. Taulier,

mi bail

quale

nella sua Thorie raisonne dii Code Civil


cos significava
di diritto

il

compito del professore

et

comment

expliquer, sans jamais critiquer?

Comment

Le professeur explique

abdiquerce droit sans jeter ceux qui tudient


les perplexits dont ils ont demander
compte celui qui leur doit clart et vrit?
D'ailleurs qui exprimera des ides nouvelles,

dans

qui jettera des apercus ignors dans le do-

maine de

la Science, si ce

nest

lhomme

denseignement et de doctrine? Enfn, la


critique aide
le

le

progrs.

Bien

protge, car elle lclaire.

plus, elle

Belle e vigorose parole, alle quali deve

ha Y onore di salire
comprende in tutta la sua

sottoscrivere chiunque

una cattedra,
gravit

santissimo

il

Quanto

al

ufficio del professore.

Codice civile che sono inca-

ricato di spiegare, nessuno pi

riconosce

di

me

ne

pregi, o saluta pi sinceramente

Digitized by

Google

IX

in esso la legislazione pi progressiva

ropa.

Ma

opera

umana

dEu-

anchesso: e, sotto

molti aspetti, rimasto troppo al disotto

quanto

di

si

avea

diritto di aspettarsi dagli

eminenti giureconsulti cui


Quali siano

che esso contiene,

dobbiamo.

lo

vizi e gli errori

lo dir

mano mano che

le lacune,

ne verr loccasione. Mi ristringo ora ad


accennarne alcuni: e sono, anzitutto, lerronea divisione delle materie, non ordinate

metodicamente dal che viene, per esemche troviamo disperse in molti luoghi
;

pio,

diversi le regole relative alla

stessa

ma-

teria; la ripetizione frequente ed

inutile

di principii o di disposizioni;

una

inesat-

tezza tale di definizioni che

ricorda quanto

ci

quando

avesse ragione Giavoleno,

che omnis

diceva

injure civili periculosa


est: non poche materie omesse, per giudefinitio

dicare limportanza delle quali


dire che

non

si

tenne conto

baster

il

alcuno delle

osservazioni fatte da quel potente ingegno


di Pellegrino

Rossi

lacune

sulle

sviluppo economico della societ

che

lo

moderna

trovava nel Codice Napoleone e in quelli

che

lo presero

a modello;

le

contrad-

Digitized by

Google

numerose

dizioni cos

mancanza

che

pio, nella quistione

del

nota, per

si

come un

contratto,

fu

la

esem-

matrimonio,

dopo essere stato richiamato


test

cade;

cui

in

di logica

che

alla civil

po-

privato

del

suo carattere essenziale, che lo sciogli-

mento per uno


iniqua,

scilgano

linterdizione,

ricerca

della

che

dei motivi

ogni altro contratto;

maritale

lobbligo dellautorizzazione

moglie, condannato dalla giustizia

buon senso,
glietti

cos

paternit;

della

alla

dal

e gi respinto dai progetti

Mi-

Pisanelli;

lerroneo

concetto

d del cos detto diritto di accessione, e le conseguenze che ne derivano;


la proibizione di molti contratti non contrari
che

ci

n allordine pubblico, n

ai

buoni costumi;

lassurdit della rescissione della vendita

dimmobili per lesione;


delle donazioni per

Ma

della rivocazione

Sopravvenienza

sarebbe troppo lunga la

forme che
delle quali

il

nostro

Codice

strano a dirsi!

esige,

il

molte

sono

vecchie per altre legislazioni, fra


baster citare

di figli...

lista delle ri-

le

gi

quali

Codice austriaco, cos in-

giustamente trascurato dai nostri legislatori.

Digitized by

Google

XI

Esaminando adunque
avr molto a lodare;

da censurare:

nostro Codice,

il

ma

non poco

altres

e quando ci occorra, lo ripeto,

parler con piena libert di

segnante in paese

libero,

stretto demiei doveri se

giudizio.

mancherei

In-

al pi

non esercitassi

diritto di giudicare con aperta

il

franchezza

instituzioni e sistemi. N m inquieta il


timore di coloro cui pare che la societ

fondamenta se
un articolo di

sue

dalle

crolli

trovare

imperfetto

un capoverso

di

regolamento.

si

osa

legge

a chi mi

accusasse di ardimento soverchio o trovasse


insufficiente lautorit di quel forte intelletto

che

il

Taulier,

rammenter una sentenza

solenne di uno dei pi eminenti giureconsulti


del nostro secolo, a cui nessuno dar limpu-

tazione di troppo radicalo o rivoluzionario;


parlo di Troplong,

il

quale, nel suo eccel-

lente trattato della Prescrizione scriveva le

seguenti parole, che raccomando


ed ai pusilli
Il est

ai

prudenti

dudevoir de la critique de protester

contre les crreurs du legislateur, surtout

>

lorsquelles blessent le notions

tales

du

fondamen-

droit- (Prescription, 24)

Digitized by

Google

XII

Con

queste parole dellillustre giurecon-

sulto francese

metto termine alle brevi


ho creduto necessarie, af-

spiegazioni, che
finch
spirito

si

sappia

fin

da principio qual

lo

che mi ha guidato nel mio lavoro.


Siena, 3 febbraio 1868.

Giuseppe Saredo.

Digitized

by

Google

LEZIONE
DELLA LEGISLAZIONE

I.

I.

IN

Dello Stato.

popoli che hanno raggiunto

vilimento

GENERALE

costituiscono delle

un

certo grado d'inci-

societ naturali

che

si

dicono Stati : Stato ogni societ governata da un solo


potere sovrano. Popoli di lingua, storia, origini e nazioni diverse possono formare
gli

un

solo Stato; esempio,

Imperi Austriaco, Russo e Ottomano: e una sola

nazione pu essere divisa in diversi Stati, talora per


forza,

come

come

lItalia

gli Stati Uniti

per tanti secoli, o per elezione,

prima della guerra

civile.

Ci che costituisce quindi resistenza e la personalit dello Stato lunit di


'

Governo,

la quale reca

presto o tardi lunit delle leggi.

2.

Del Governo.

Ogni associazione duomini, grande o piccola, pubblica o privata, qualunque sia lo scopo che si propone,

ha bisogno di chi la presieda e la diriga. Elegge dunque nel suo seno uno o piir soci a cui affida la direSaredo. Vol.

I.

Digitized by

Google

LEZIONE

I.

comuni. Ed precisamente ci che fa la grande associazione politica che si


chiama Stato essa elegge, e qualche volta subisce per
zione o

governo degli

il

affari

forza, chi la governa.

eGoverno senza

Stato senza Governo,

due idee

luno implica

inconciliabili;

Ma

il

chi

governa di far

provvedere

agli interessi co-

dovere, la ragione dessere di


gli affari dello Stato, di

Stato sono

laltro.

muni dei governati.


La vera nozione

del governo dunque molto


il mandatario dei
cittadini.
Qualunque sia la forma delle istituzioni politiche di
uno Stato, chi sta a capo della cosa pubblica
per

semplice e chiara: esso

ra

parola

della

servirci
il

Ma
E

servitore della nazione.

che maniera

in

quali sono

suo ?

La maniera

suoi doveri

nei rapporti sociali

giustizia
lesercizio

adempie

ufficio

diversa, secondo le istituzioni vigenti

poche parole:

in

governo

il

suoi doveri ?

presso ciascun popolo;

sumere

spesso usata in Inghilter-

cos

de suoi

si

rias-

guarentire a ciascuno

provvedere

diritti,

possono

Egli deve far regnare la

sicurezza

alla

interna ed esterna dello Stato, e togliere gli ostacoli

che

oppongono

si

dividuale.

leggi e

E questo cmpito

col

lopera dei

al legittimo

vegliare
tribunali,

sviluppo dellattivit

lo

loro

alla

in-

raggiunge col fare le

mediante

esecuzione

degli ufficiali

amministrativi e

della forza pubblica.


I

nomi e

titoli

degli

individui

che siedono

al

governo sono diversi, bench vengano sottosopra a


significare la stessa cosa:

Re, Imperatori, Presidenti,


Ministri
ec sono
,

Duchi

oggi

pi comuni, o lo furono in passato, specialmente in

Principi

Consoli

Dittatori

Digitized by

Google

DELLA LEGISLAZIONE

IN

GENERALE

Europa. Lestensione della loro autorit


con cui
paesi,

sono investiti, varia secondo

ne

gradi di civilt,

eletti dal suffragio

so per

parlare in

il

modo

Qua sono

colla violenza, o col

sovente loro trasmessia

modo

il

con cui

possesso dellautorit, essi ladope-

e ad amministrare lo Stato, o,

rano a dirigere
.

comando

il

Ma qualunque

eredit.

modo

tempi,

occasioni, e simili.

consenso dei governati

hanno acquistato

il

universale delle popolazioni: altro-

hanno occupato

ve

tacito

le

come

per

piu preciso, a far leggi, ad appli-

carle e a farle eseguire.

Delle leggi naturali.

3.

Ma che

Esaminiamole

sintende per leggi?

nei

loro diversi significati.

In ogni Stato troviamo delle famiglie

costituite,

delle propriet divise e distinte, dei rapporti personali

e reali esistenti fra gli individui che lo compongono.

Le famiglie, le propriet e
no bene ordinati, secondo
raggiunto lo Stato;
si

ma

il

nei

rapporti sono pi o

grado di

civilt

loro elementi

me-

che ha

essenziali

rassomigliano e sono identici dappertutto.

la ragione evidente.

Le condizioni

di esistenza,

di riproduzione e di sviluppo delle societ


le stesse in tutte le parti del globo.

propriet nascono,
nel

si

costituiscono

umane sono

La

famiglia e la

si

perfezionano

seno di un popolo, non gi perch cosi piace a


ma perch gli uomini sotto l impulso

chi lo governa,

dei loro bisogni, ammaestrati continuamente dallespeil loro meglio, imparando a loro spese
che reca lor male, e a praticare ci

rienza, cercano
a evitare

ci

che fonte di benessere per loro.

Digitized by

Google

LEZIONE

l.

Non trovano sempre il bene, n lo trovano subito,


n tutti. Ma quando si conformano alle vere condizioni
che la natura ha stabilito per la loro prosperit , essi
si sviluppano e progrediscono: quando le disconosco

no o

le

violano, allora

decadono, o rimangono

zionarii, o progrediscono con lentezza. Cos


la storia di tutti

sta-

insegna

popoli, antichi e moderni; per cui

daHesame delle loro instituzioni e dei loro costumi


si pu spiegare con sicurezza la causa della loro de*
cadenza o della loro prosperit.
Nella stessa maniera adunque

che vi sono delle

condizioni naturali che presiedono alla vita di tutti gli

ve
ne sono che presiedono alla vita dei popoli. Nessuno le
pu annientare o mutare, perch esistono ed agiscono
esseri organici, tanto vegetali quanto animali, cosi

Ma

indipendentemente dalla nostra volont.

le utilizzano:

noi

pos-

per conoscerle e dirigerle a nostro

siamo studiarle

profitto. I governi e

popoli intelligenti le osservano,

essi progrediscono:

e rozzi le ignorano, le offendono

popoli incolti

essi

ne traggono

barbarie e miseria.

Queste condizioni regolatrici della vita dei popoli


si

chiamano leggi naturali. E giustamente, perch sono


natura ha assoggettati gli uomini, e

le leggi a cui la

a cui essi devono ubbidire,


espiazione.

Naturae

sotto pena dinevitabile


ha detto Bacone, nisi parendo

non imperatur, e questa


scienze fisiche

4.

Ma queste

come

verit

si

applica tanto

alle

alle scienze morali.

Delle leggi positive.


leggi naturali le conoscono tutti? Vi

conformano tutti? Lesperienza

ci

si

prova che no. Ligno-

Digitized by

Googl

DELLA LEGISLAZIONE IN GENERALE


ranza, le passioni e

traviano spesso gli

interessi

gli

animi, o impediscono a molti di osservare le leggi che


governano il loro sviluppo, o li spingono ad atti che
sono apertamente contrari alle leggi stesse. In ogni
Stato, adunque, v bisogno che qualcuno guidi gli
ignari, riconduca

traviati,

punisca

colpevoli e ri-

stabilisca lordine naturale turbato.

appartengono

chi

tutti

questi

urtici?

consultano le norme del buon senso e del

bene, ne sono

pi onesti del civile

non sempre
gliori

si

1elezione che aflda quest ufficio ai mi-

talora sono usurpati colla forza, o da una classe

di cittadini a danno dellaltra, o da

Ma ,

Se

pubblico

membri pi illuminati e
consorzio. Ma, come ho gi detto,

incaricati

pi o

piti in

meno

tutti

d Inghilterra

un popolo

straniero.

urtici sono ademdal governo libero dItalia e


come dal governo assoluto della Russia

rettamente, quegli
Stati,

gli
,

e della China.

Malgrado per

la differenza delle

forme di governo,

e malgrado lorigine che pu avere,


in generale, quelli

sono pi illuminati e pi
per cui essi

si

le condizioni

Stato

si

un

fatto

che,

che hanno lindirizzo dello Stato


intelligenti dei

governati

trovano in grado di meglio conoscere

o leggi naturali a cui bisogna che ogni

conformi per prosperare. Valendosi perci del

potere che hanno

essi

raccolgono e scrivono quelle

regole e leggi che lesperienza ha dimostrate


giuste presso altri popoli, o che

manifestate

come

tali.

Le regole

si

utili

sono a poco a poco

cos scritte sono dette

anzi unicamente leggi; ma sono tanto


buone e feconde quanto pi grande la loro

leggi positive,

pi

conformit colle leggi naturali, delle quali non devono


in sostanza essere altro

che lespressione o

la descrizione.

Digitized

by

Google

LEZIONE

I.

Sicch, leggi naturali sono quelle che governano


tutti gli esseri organici

per conseguenza, anche

ed inorganici
gli

uomini

dell

universo, e

e per leggi positive

sintendono le regole scritte dal potere sociale di cia-

scuno Stato

e che sono imperative per tutti gli abi-

tanti dello Stato per cui son fatte.

Doveri morali, doveri

5.

umani possono riguardare, o colui solo

Gli atti

che

gli fa,

giuridici.

o gli altri.

In tutto ci che ci riguarda noi soli, siamo liberi

non

di fare e di

nostro male

fare, di cercare

conseguenza inevitabile degli

abbiamo verso noi

veri che

dividuali, c

il

nostro bene o

dipendono

nostra coscienza.

atti nostri.

stessi

Quindi

il

come

salvo a trovare vantaggio o danno

sono puramente

doin-

unicamente dalla legge della

Che siamo buoni o

cattivi

egoisti o

sensibili, prudenti o dissennati, coraggiosi o codardi,

pu obbligare a
renderne conto a chicchessia, finch non lediamo il diritto altrui. Sono doveri di morale privata e intima,
pei quali non siamo responsabili che in faccia a noi
soli , e alla pubblica opinione
cos nessuno pu esigere da noi che ci mettiamo a beneficare , a istruire
tutto ci riguarda

noi soli; n ci

si

a consigliare., che ci sacrifichiamo per gli altri

dicendo.

simo

La morale

costretti dal

serebbero

comanda

questi atti;
altri

ma

e via
se fos-

ad eseguirli, ces-

virtuosi : un azione buonissima


non morale , perch deve trarre tutto
fatta liberamente. E non c

essere

fatta per forza


il

ci

Governo o da

suo merito dallessere

tirannia

pi

iniqua di quella che

si

della nostra coscienza e della nostra

vuole- occupare

moralit, impo-

Digitized by

Googte

DELLA LEGISLAZIONE IN GENERALE

nendoci ladempimento di doveri che riguardano uni-

camente noi

stessi.

Vi sono per dei doveri obbligatori per tutti; e


sono quelli che abbiamo verso gli altri
per cui la
:

norma suprema
operare in

non impedisca

nostra

della

modo che

la

condotta questa
di
nostra azione non offenda e

la legittima azione altrui

La legge

sociale deve costringerci, anche colla forza, a non violare

fini

simili; perch la libert nostra

diritti dei nostri

deve coesistere con

la loro, e

oltrepassati

dellaltra;

luna determina

quali,

bert e degenera in tirannia. Poco monta,


la libert

sia

un prepotente

offesa

con-

cessa dessere
infatti,

li-

che

da un governo oppressore o da

privato:

resultati sono gli stessi.

governo adunque ha per mandato di forzarci


alladempimento dei doveri che abbiamo verso gli altri, poich senza di ci non sarebbe possibile il retto
e progressivo andamento del civile consorzio. E fra
questi doveri primeggiano il rispetto alla persona alIl

trui, lesecuzione delle obbligazioni

assunte, losser-

vanza delle condizioni essenziali allordine pubblico,


alla giustizia e sicurezza sociale.

Sebbene importi moltissimo che


piano

verso s stessi,

ma

cittadini

adem-

loro doveri etici, tanto quelli, cio, clic hanno

come

quelli clic

hanno verso

che sono puramente morali, tuttavia

quale esiste unicamente per regolare

il

gli altri,

governo,

il

rapporti sociali e

gli uomini , non come individui, ma come citnon pu imporsi che ladempimento dei doveri
vale a dire, di quelli che noi abbiamo il diritto di esigere dai nostri simili, e i nostri simili da noi.
E di questi soltanto si occupano o devono occu-

considera
tadini,

giuridici

parsi le leggi positive.

Digitized by

Google

LEZIONE

6.

I.

Quali sono i diversi


del legislatore.

uffcii

governo, o potere sociale, quando intraprende

Il

uno dei

lopera di legislatore si propone

tre uffici se-

guenti :

di

stabilire le

regole dei rapporti privati dei

cittadini fra loro,

di tracciare le

norme

gover-

rapporti fra

dei

nanti e governati, la costituzione politica dello Stato,


il

riparto degli uffici del potere

sociale, le istituzioni

amministrative, finanziarie, militari, ec.

di colpire con

punitive quelle viola-

sanzioni

zioni dei doveri giuridici, dordine privato o pubblico

che sono

stati regolati e inscritti nei codici.

Provvede
civili

al

primo cmpito colle leggi e i codici


al secondo, con gli statuti o co-

e commerciali:

stituzioni,

colle leggi

politiche e amministrative, coi

trattati pubblici, ec: al terzo,

Con

con

le leggi penali.

le istituzioni giudiziarie esso

provvede

ganizzazione dei magistrati a cui affidato


di vegliare allesecuzione

allor-

incarico

ed allapplicazione delle leggi

e dei codici, di sentenziare sovranamente sui dissensi

che insorgono, e di punire quelli che le hanno violate.


Per, il legislatore, per quanto illuminato e superiore ai

governati,

tutti gli errori

uomo

anchesso, e soggetto a

che lignoranza,

sioni possono far

la

malafede o le pas-

commettere alluomo: quindi

le

sue

leggi portano necessariamente limpronta dellimperfe-

zione umana.
Inoltre,

modo da

una legge devessere sempre ordinata

convenire ai costumi e

al

grado di

in

civilt

Digitized by

Google

DELLA LEGISLAZIONE IN GENERALE


del popolo per cui fatta

cilmente che rare volte


riori al livello

legislatori sono

intellettuale

non partecipare

in

gran parte

da

sue idee, anche er-

alle

Dal che derivano due conseguenze;


fsse e

fa-

tanto supe-

governato

del popolo

ronee.

che le leggi non sono

e ci avviene tanto pi

prima,

la

immutabili, scritte e pr

ma devono essere cormisura dei progressi dello Stato


dei bisogni della popolazione:
e la seconda, che
criterio del legislatore, andando sempre pi perfe-

mulgate una volta per sempre;


rette e migliorate, a

e
il

zionandosi sotto lazione delFesperienza e della cognizione

sempre maggiore che

naturali

che presiedono

egli acquista

sviluppo

allo

delle

delle

leggi

societ

umane, esso pu avvicinare ad esse progressivamente


le leggi positive.

Ed

ecco perch lopera del legislatore incessante,

continua, necessaria in tutti

periodi

della

vita

popoli, e qualunque sia la forma di governo che

dei
li

regge.

7.

Una
ciali

Nozione del

delle verit

diritto.

o delle leggi che le scienze so-

hanno oggimai dedotto con sicurezza dallo studio

delluomo e dalle sue aggregazioni, questa:


che
la sua attivit, quanto pi libera e sciolta , tanto

pi

feconda,

purch non invada

tiene alTattivit altrui.

Questa

il

campo che appar-

verit riconfermata

ogni giorno dallesperienza, ha tracciato


linea di condotta che

leggi positive lattivit individuale:

ma

che

essi

ai

governi la

devono seguire nel regolare colle


per cui

il

proble-

sono sempre incaricati di sciogliere que-

Digitized by

Google

LEZIONE

10

sto:

luomo pu sviluppare

senza impedire

simili.

I.

riconoscere e tracciare

E quanto

entro

i limiti

liberamente

le

quali

sue personalit ,

della personalit

sviluppo

lo

de'suoi

meglio questi limiti sono descritti

e guarentiti, tanto pi feconda e benefica lattivit

hanno

degli individui, perch loro guarentito ci che


diritto di esigere.

La parola
con

si

si

diritto

ha comune

rettitudine

le altre,

quando

la radice

clic

si

atto,

reclama

ha ragione di volerlo, perch non

si

senso

il

una cosa, ad un

afferma nello stesso tempo che ci

retto c

ed

dirittura, e simili: per cui

dice di aver diritto ad

si

esce

dalla cerchia dazione clic spelta alla nostra attivit.

La

sanzione dei diversi diritti la condizione suprema


del benessere

delle persone e del progresso

generale

del civile consorzio.

Ecco perch studiare


che

gnifica

si

vogliono

la

scienza

conoscere

del
tutti

diritto,

quegli

si-

atti

che abbiamo facolt di fare, perch sono retti, cio,

non offendono

E
te

il

le ragioni altrui.

principio

questo:

supremo

del diritto semplicemen-

ne tuoi rapporti 'cotuoi simili agisci in

modo che,

se tutti seguissero

riverebbe

progresso c larmonia sociale

to

il

il

tuo esempio, ne de-

il

Ed

attua-

diritto in tutte quelle parti dellordinamento civile

in cui la libert di ciascuno coesiste colla libert di tutti.


Il

diritto, quindi, vita, armonia, legge co-

stitutiva degli

umani consorzi; e

la

civilt

si

rivela

essenzialmente nel progressivo sviluppo dellautonomia


della

persona, che

il

diritto

incarnato,

il

diritto

vivente:

Digitized by

Google

DELLA LEGISLAZIONE

8.

IN

GENERALE

Diverse significazioni della parola


Diritto.

Questa
diritto

nozione

cos

non per n

semplice ed elementare dei


unica, n la pi accettata.

la parola stessa diritto adoperata in diversi significati.

Lasciando stare le moltiplici definizioni che ne


danno i filosofi e le scuole, nella pratica comune e
nel linguaggio corrente

si

modo

applica in

particolare

la parola diritto,
All'

lo
il

insieme delle leggi di uno Stato o di un popo-

cosi si dice,

diritto
All

come

il

diritto italiano,

il

diritto francese,

romano.
insieme delle leggi di una specie determinata

diritto civile, diritto penale, diritto

internazio-

nale.
Alle facolt e prerogative che la legge riconosce
alle persone,

individue c collettive; per cui diciamo

diritto di propriet,

diritto di

vendere e di comprare,

testare,

diritto

diritto di associarsi,

di

diritti

civili, diritti politici, ec.

Finalmente,

e diciamo

allo studio delle scienze giuridiche:

infatti, studiar diritto ec.

facile

vedere che

tutti

questi significati

hanno

la loro origine nello stesso concetto fondamentale che

considerato nelle sue diverse applicazioni.

9.

Divisione delle scienze giuridiche.

Le

scienze principali che fanno parte dellenciclo-

pedia del diritto e della cui applicazione incaricato


il

legislatore

si

possono ripartire nellordine seguente:

Digitized

by

Google

12

LEZIONE
Diritto civile

I.

scienza dei doveri e dei diritti

che sono obbligatorii pei cittadini nei loro rapporti


privati.

Diritto commerciale

reggono

o scienza dei
o scienza delle

principi!

seguirsi nel procedere dinanzi

per la tutela dei

Diritto penale

pubbliche
i

diritti e

Diritto internazionale

10.

Lo

per prov-

reati.

scienza delle sanzioni


diritti.

Diritto costituzionale e amministrativo

che concernono

giudiziaria

allautorit

che colpiscono la violazione dei


delle istituzioni

norme da

diritti sanciti dalle leggi e

vedere alla repressione dei

governano

che

rapporti industriali e commerciali.

Diritto giudiziario

dello Stato

penali

o scienza

e delle leggi

doveri politici dei cittadini.

scienza delle leggi che

rapporti fra popolo e popolo.

Riassunto di quanto precede.

Stato una societ retta da un

solo potere

sovrano.

Ogni societ soggetta a condizioni e leggi naturali, che ne governano resistenza e lo sviluppo : se
sono osservate, recano sviluppo e progresso; se sono
ignorate o conculcate,

Le

si

ha miseria e barbarie.

norme o precetti,
nome della giustizia e

leggi positive sono

dal potere sovrano, in

formolati
dellinte-

resse generale, obbligatorii per tutto lo Stato, destinati

a comandare, a permettere o a proibire quelli fra gli


atti esterni

che concernono

gis virtus

est

imperare,

rapporti dei cittadini:

retare,

le-

permittere, punire.

(L. 7 de Leg.)

Vi sono due specie di doveri;

gli

uni etici, o morali

Digitized by

Google

DELLA LEGISLAZIONE IN GENERALE

13

Ladcmpiniento dei primi 6 libero,


e non ha altra sanzione che quella della coscienza
gli altri giuridici.

dellagente e quella della pubblica opinione. Ladem-

pimento dei secondi obbligatorio,


cia agli altri,
si

sia

per

gli altri

sia

per noi in

rispetto a noi;

fac-

quindi

pu esigere, anche col concorso della forza pub-

blica.

que

li

lautorit

sociale obbligata a punire chiun-

violasse nella persona e nei beni dei citta dini.

Lufficio del legislatore di guarentire

sempre pi

la libert degli atti legittimi, sia col togliere

sivamente

che tuttora

progres-

inceppano, sia
collo stabilire sanzioni per ogni offesa che si faccia ai
gli

diritti delle

ostacoli

li

persone.

Digitized by

Google

LEZIONE

II.

DELLA FORMAZIONE, DELLA PROMULGAZIONE


E DEI CARATTERI DELLA LEGGE

H. Dei tre poteri dello Stato


e particolarmente del potere legislativo.

La

facolt di far leggi per lo Stato appartiene al

governo.

Ma

si

litiche variano

gi detto pocanzi che le forme po-

secondo

tempi e

potere legislativo affidato qua

paesi;

al

per cui

principe,

unassemblea, altrove a due assemblee, in molti


al Principe

sotto
il

ed

al

Stati

Parlamento, c via discorrendo. Cosi

governi assoluti

si

applica in tutta la sua forza

principio tirannico e funesto,

legis habet

il

ad

vigorem

(1).

Ma

quoti principi placet

nei governi liberi, siano essi

costituzionali o repubblicani, soprattutto ai rappresentanti elettivi della nazione, che viene affidato

luffi-

cio di discutere e di votare le leggi.

Lesistenza di

ti) Principi
ta.

Deus

un corpo

speciale incaricato del po-

leges ipsas subiecit. Princeps, lex

anima

Nov. 103.

Digitized by

Google

DELLA FORMAZIONE, DELLA PROMULGAZIONE,

15

EC.

tere legislativo la conseguenza del principio che do-

mina

nei governi liberi;

sione dei poteri,

principio, cio, della divi-

il

quale trae la sua ragione dessere,

il

il

suo fondamento, non dalla pretesa necessit di un antagonismo, ma da quella assai pi logica e naturale di distinguere c ripartire le attribuzioni della sovranit, di

non accumularle
1.

nelle stesse

mani onde evitare

la confu-

sione e rendere impossibile ogni pericolo di dispotismo.

Qual

, in

ai cittadini

cizio dei loro diritti.

che

governo? Esso

sostanza, lo scopo del

deve 2.guarentire

il

pieno e tranquillo eser-

per raggiungere questo scopo

richiede?

si

Si richiede che si facciano delle leggi, le quali

descrivano e assicurino

diritti

privati e

politici dei

potere

legislativo.

cittadini.

questo

conoscere; che

vono vegliare
savia
dal

ufficio appartiene al

richiede che le leggi

Si

3.
fatte

si

alla loro

del

legislativo, e

che de-

si vigili alla

denaro

pubblico

pagato

promulgate,

gli agenti

esecuzione; che

amministrazione

potere

siano

determinino

votato

cittadino,

dal

per

reffettuazione delle leggi e la guarentigia dei diritti;

provveda

ordinamento e alla direzione della forza pubblica; che si mantengano finalmente


che

si

buone

retto

relazioni internazionali.

questo

nistrativo

scritte

al

ufficio del

che dir

si

richiede finalmente

Si

e promulgate

e puniti

potere esecutivo o ammi-

voglia.

siano

che

le

insorti fra

privati in

reali siano sciolte

leggi

votate,

rigorosamente applicate,

coloro che ardiranno violarle

che

dissensi

quistioni di diritti personali o

secondo

precetti delle leggi

mede-

sime, per sentenza di tribunali.

Digitized by

Google

LEZIONE

16

questo

chiaro che fra questi

unit e diversit.

II.

potere giudiziario.

ufficio del

uffici vi

un tempo

ad

T diversit, perch quelli del potere

non sono quelli del potere esecutivo, n


confondono con quelli del potere giudiziario.
perch questi poteri sono strettamente

legislativo

questi

Ma

si

v unit,

legati fra loro, necessariamente armonici, perch costituiti

in

reciproca indipendenza: luno non

supporre senza

laltro,

perch

Questa, e non altra,

si

si

pu

completano a vicenda.

la divisione naturale

dei

poteri. Quella adottata dai Francesi, e in gran parte

la
da noi, secondo la quale i tre poteri sono:
Corona , il Senato e la Camera elettiva
una divisione assolutamente erronea; e lo anzitutto, perch
di un potere unico, il legislativo, ne fa due; lo ,
inoltre, perch lascia in disparte quello che chiamerei

il

pi importante di tutti, se

gerarchia qualsiasi, cio

11

Elementi

Determinati

il

si

volesse stabilire una

potere giudiziario (1).

costitutivi di
positiva.

una legge

gli uffici dei diversi poteri,

passiamo

ora ad esaminare in che modo li compiono, per quale


procedimento una legge sia preparata, discussa, approvata c promulgata, c per quali norme si provvede
alla

sua applicazione.

una legge, negli Stati


governo costituzionale, e particolarmente nel
Regno d'Italia, sono:
Gli elementi costitutivi di

retti a

(1) Sulle quislioni clic

concernono pi particolarmente

zioni politiche e amministrative si possono consultare

le istitu-

Trincipii di

Diritto costituzionale ,(4 volumi in 8vo grande) pubblicati dallautore di questo trattato.

Digitized by

Google

DELLA FORMAZIONE, DELLA PROMULGAZIONE,

La proposizione o

EC.

17

iniziativa;

La deliberazione e
La sanzione;
La promulgazione

ladozione;

e la pubblicazione.

Esaminiamoli parlitamente.
13.

L esercizio del potere legislativo.

Lart. 3 dello Statuto alberiino (4

dispone che
esercitalo

il

Re

dal

potere

Camera dei deputati


Re ed

al

clic

Senato e

il

la

la

medesimo

proposizione delle leggi

a ciascuna delle due

per uneccezione, relativamente

fatta

marzo 1848)

collettivamente

Camere,

Lart. 10 dello Statuto

dispone egualmente
appartiene

legislativo

c da due

Camere

alle leggi d im-

posizione o di approvazione dei bilanci e dei conti dello


Stato

le

quali devono

essere prima presentate

Camera dei deputati.


La ragione di quest ultima
te

deputati,

come

alla

disposizione eviden-

rappresentanti elettivi della na-

zione, hanno mandato speciale di deliberare sui carichi che nell interesse pubblico simpongono ai cittadini.

Senza questa facolt


si

che dessenza dei governi

renderebbe illusoria

dello Statuto,

liberi,

la guarentigia data daUart.

secondo

il

quale

30

nessun tributo pu

essere imposto o riscosso, se non stato consentito


dalle
dalla

Camere e sanzionato dal Re . I senatori, eletti


Corona, non otTrono quelle condizioni di piena

indipendenza del
in chi

tadino

ma

potere esecutivo

chiamato a votare

deve

pagare

non

che

si

le contribuzioni

richiedono

che

nell interesse del

il

cit-

governo,

in quelle dellutilit e della necessit generale.

Saredo, Vol.

I.

Digitized by

Google

LEZIONE

18

II.

L intervento della Corona


nella proposizione delle leggi.

li.

Nella maggior

parte

degi Stati costituzionali

quando un ministro presenta alle


meno lInghilterra
Camere un progetto di legge, gli mette in capo il
nome del Re, a cui, per una finzione incomprensibile,
si fa risalire la responsabilit dell iniziativa. Ma una
tale

consuetudine evidentemente contraria allo

rito

delle libere istituzioni, e

si

esce

nome

Re, messo

del

di

effetto

in

capo

dere biasimevole; perch

disegno di

al

una qualche

esercitare

in-

e allora questo proce-

il

legislatore devessere

fluenza sullanimo dei deputati

da qualsivoglia preoccupazione che non sia

sciolto

il

nazione, e poter deliberare, approvare o

della

respingere

come

a s,

inesorabile da cui

il

legge, ha per

bene

spi-

medesima
non

dignit

alla

un dilemma

della Corona. V

senza

progetti di legge,

ostacolo o

come stimolo,

il

vedere

dinanzi

nome

inviolato

e irresponsabile del Principe.

menoma

e vi

nome non
messo per forma; e allora non vedo

sit di

prodigarlo cosi, di metterlo innanzi senza

tivo

che

;
,

questo

esercita la

perch, dato

caduto

il

il

influenza
la neces-

mo-

caso che la legge sia respinta, o

che

ministro

l'

ha

presentata

gliene

succeda un altro che presenti una legge affatto opposta,

si

condanna

vano evitare, o
a

il

si fa

nome

del

Re

credere che

seconda del ministro che lo

il

a sfregi che si pote-

Re vuole

fa parlare

e disvuole,

od agire.

Se un ministro vuole presentare delle leggi, agisca a suo

Camera

nome,

nella

sua qualit di

membro

della

di cui fa parte: cosi si pratica in Inghilterra.

Digitized by

Google

DELLA FORMAZIONE^ DELLA PROMULGAZIONE,

EC.

il

dove possiamo prendere lezioni di procedura parlamentare senza averne vergogna, poich sono sancite da
unesperienza secolare.

Discussione e deliberazione.

15.

Riconosciuto e sancito pel Re e per


il

di proporre le

diritto

modo

leggi,

le

due Camere

Statuto regola

lo

il

Ogni progetto
di legge, cos lart. 55, devessere da prima esaminato
dalle giunte che saranno in ciascuna Camera nominate
pei lavori preparatorii: discussa ed approvata da una
di procedere a questo oggetto.

Camera,

proposta trasmessa allaltra per la di-

la

scussione e lapprovazione; poi presentata alla san-

Re

zione del

le

regolamento interno delle due Camere traccia

Il

norme da

seguirsi nellesame e nella discussione e

nella

votazione dei progetti di legge.

tuno

notare

che

si

lamentano

verchie complicazioni

della

per oppor-

generalmente

le

so-

procedura parlamentare;

ed riconosciuta lurgenza di

utili modificazioni.

La discussione che ha luogo

nei

due

rami

del

Parlamento conduce ad uno dei risultati seguenti:


0 la legge approvata da ambe le Camere; e
allora sottoposta senzaltro alla sanzione del Re.

approvata bens dalle

due Camere,

ma

quella

a cui fu presentata posteriormente vi ha apportato qual-

che modificazione: e allora rinviata


perch accetti o rispinga

0
Re

modificazioni

respinta da una delle

Camera,

apportate.

due Camere, oppure

il

sua sanzione; in questi casi lo Statuto


che un progetto di legge respinto da uno dei

rifiuta la

dispone
tre

le

allaltra

poteri

legislativi

non pu pi essere riprodotto

nella stessa sessione .

Digitized by

Google

LEZIONE

30

La sanzione

16.

Re

Il

il

Re appone

Siccome per
del governo

alla

La sanzione

consiste nella firma

legge votata dalle due Camere.

lart. G7 dispone che le leggi e gli atti


non hanno vigore, se non sono muniti

ministro

della firma del

Re

delle leggi.

solo, cos lart. 7 dello Statuto, sanziona

e promulga le leggi

che

II.

cos, la sottoscrizione del

accompagnata dalla controfirma del ministro proponente, o da quello al cui dicastero specialmente

lesecuzione della

affidata

ministro

del

Visto

legge sancita, e dal

guardasigilli,

che vi appone

il

sigillo

dello Stato.

17.

La promulgazione
La legge

la pubblicazione.

approvata c sancita

ma

essa obbli-

No, perch non ancora ufficialmente conosciuta. Essi ignorano se, e quando sia stata
sancita dal Re; quale sia la data della firma regia,
gatoria pei cittadini?

e quindi

dici giorni

che

lepoca da cui cominciano a correre

dopo

quin-

quali entra in vigore. Occorre perci

la legge sia

promulgata

e pubblicata.

La promulgazione delle leggi fatta dal Re, come


capo ad nn tempo dello Stato e del potere esecutivo
dello

Statuto):

(art.

mere

alla legge

il

essa ha per effetto di impri-

carattere di esecutoriet

senza cui

non vincolerebbe i cittadini. principio di diritto che


una legge conosciuta, ma non promulgata n pubblicala , non obbligatoria per chicchessia
cos venne
anche giudicato dalla (tassazione di Francia. E in ci
:

la

dottrina e la giurisprudenza sono concordi.

Digitized by

Googte

DELLA FORMAZIONE , DELLA PROMULGAZIONE,

La forma
seguente

in

capo

titolo della legge

che promulga
sia

decreto

al

il

nome

del

e finalmente lordine che

la legge

munito del

inserito nella

raccolta

Regno

d Italia,

decreti del

21

EC.

promulgazione delle leggi la

della

Re

poi

il

decreto

il

Sigillo dello Stato

delle leggi

ufficiale

mandando

e dei

chiunque spetti

di osservarlo e di farlo osservare .

Lart. 1

dispone che

preliminare

del Titolo

leggi promulgate dal

Re divengono obbligatorie

le

in tutto

Regno nel decimo quinto giorno dopo la loro pubblicazione, salvo che nella legge promulgata sia altrimenti disposto .
Scopo della pubblicazione di mettere i cittadini
in grado di conoscere i doveri che loro impone e i

il

che loro riconosce

diritti

legge

la

e affinch

questo

scopo sia, per quanto possibile, raggiunto, meche la pubblicazione abbia luogo in modo da ve-

stieri

nire presumibilmente a sicura cognizione di tutti.

La

differenza

cazione questa;

adunque fra promulgazione e pubblila promulgazione d alla legge il

suggello definitivo, vestendola di carattere esecutorio

ma

perch questo carattere sia effettivo v ancora un

ostacolo di fatto da eliminare

zione per parte dei cittadini


blicazione

conoscere

la

quale ha

solennemente

;
:

mancanza

la
al

di cogni-

che provvede

appunto

la

per iscopo di

resistenza

fare

disposizioni

le

pub-

la data dellentrata in vigore della legge.

La pubblicazione,

cos lart.

ste nell inserzione della legge

suddetto, consi-

nella raccolta

ufficiale

delle leggi e decreti, e nellannuncio di tale inserzione

nella Gazzetta ufficiale

del

Regno

Cosi la sanzione completa la legge

zione la investe di carattere esecutorio

la

promulga-

e la pubblica-

Digitized by

Google

LEZIONE

''

II.

obbligatoria

zione permette di renderla effettivamente

per

tutti.

Generalmente, le leggi sono pubblicate ad un


tempo nella Raccolta e nella Gazzetta, salvo quando la
soverchia lunghezza renda impossibile pubblicarle an-

che in quest ultima.


legislatore,

Il

10 Stato la data

modo uguale

fissando in

dellentrata delle

felicemente

sciolto

una

difficolt

legp
che

per tutto

in vigore,

ha

trova nella

si

maggior , parte dei codici moderni. noto

che
11 Codice Napoleone, e quasi tutti quelli che lo
hanno
preso a modello, hanno fissato delle date diverse per
infatti

lo Stato, regolate sulle distanze delle singole

dalla capitale. Cosi


citt, e

non

Tom

n 31)

I.

il.

il Demolombe ( Cours (le Code Napolon,


lamentava con molta ragione, racco-

Alcuni giureconsulti (Merlin,

si

I,

p. 27)

sua entrata
a

Lois: Dalloz, idem

hanno esaminata

la qui-

possa eseguire volontariamente una legge

nuova, prima che sia spirato


in vigore. Essi

o non

il

termine fissato per la

rispondono affermativamente,

patto per che le parti

esistente,

una

sistema che venne adottato da noi.

472: Delvincourt, T.
stione se

provincie

gi in vigore in

che nascevano non pochi

nellaltra, dal

inconvenienti che

mandando

una legge era

non deroghino

agiscano in opposizione

legge

alla

con qualche

principio dordine pubblico.

18.

massima die
deve ignorare la

Della

nessuno
legge.

Lignoranza della legge non iscusa nessuno


la

massima che domina

mune,

tale

tutta la teoria del diritto co-

e che vige tanto sotto

governi assoluti quanto

Digitized by

Google

'

DELLA. FORMAZIONE, DELLA PROMULGAZIONE, EC.


.sotto

governi

sunzione

quella che

debbano

conoscere

la

indistintamente

tutti

quando

legge,

cittadini

che
gran maggioranza d'essi o sa leggere appena, o non

sa punto;

o, per lo

la

pensi

si

meno, essendo pochi

sono in grado di conoscere davvero


sta

23

Senza dubbio, pare strana pre-

liberi.

quelli che

Ma

le leggi.

que-

presunzione era necessaria, poich senza di ci

apriva la fonte d incalcolabili complicazioni, e

si

si

ren-

deva impossibile lapplicazione delle leggi; potendo baallora a chi la violasse di allegare in giudizio

stare

che

le

ignorava.

Il

legislatore ha

pubblicazione
gli

la

dunque voluto che

col fatto della

legge debba essere conosciuta da

tutti:

inconvenienti che possono derivare da questa pre-

sunzione sono senza paragone minori di quelli che re-

cherebbe

il

sistema contrario.

daltra parte, la pro-

cedura seguita negli Stati costituzionali per preparare,

d loro una

tale pubblicit

discutere e votare

le leggi,

da mettere gi

avvertenza un numero grandissimo

di cittadini

in

prima ancora che siano pubblicate.


nessuno deve

Se, adunque, la presunzione che


ignorare la legge

pu

dar luogo a obbiezioni negli

Stati retti a governo assoluto, dove le leggi sono ela-

borate

segretamente e pubblicate senza che

il

paese

vi sia preparato dalla conoscenza anteriore dei progetti

e dai pubblici dibattimenti parlamentari, nei Governi


liberi

si

pu dire che

19.
Il

Re,

cospira a far

tutto

presunzione del legislatore

sia

Losservanza

dispone

lart.

davvero una

che

la

realt.

delle leggi.

0 dello Statuto,

pu sospendere losservanza delle

non

leggi, n dispensarne

chicchessia.

Digitized by

Google

LEZIONE

Questo
di

base

il

principio

II.

generale

che

deve servire

alla potest legislativa negli Stati costituzionali,

perch ci che distingue questa forma di Governo dal

Governo assoluto appunto

di collocare la

Corona

condizione che sia la prima custoditrice delle

Siccome queste sono


e dal

fatte col

in tal

leggi.

concorso delle due Camere

He, cosi, ove una delle parti cui affidato

potere legislativo forse in facolt di violarle

il

o di so-

spenderne losservanza, o di dispensarne, ne verrebbe

una perturbazione nello Stato e una confusione negli


uffici supremi dellautorit , che sarebbero causa di pericoli

per

tutti.

ben vero per che questa regola soffre alcune


cos il Re pu far grazia e commutare le
pene (art. 8 dello Statuto): e la grazia come la comeccezioni;

mutazione delle pene non sono altro che


far

la facolt di

cessare tutto o in parte lesecuzione di

tenza pronunciata e applicata in

nome

una sen-

della legge.

Pi

larghi ancora sono gli effetti dellamnistia, perch an-

nullano

radicalmente lapplicazione delle disposizioni

delle leggi riguardo a molti individui.


Il

Re pu anche dispensare dallosservanza

delle

non preveduti dallo Statuto, ma


dal codice civile: cos pu (art. 68), quando

leggi in alcuni casi


indicati

concorrano gravi motivi, dispensare

cittadini

che vo-

gliono contrar matrimonio da alcuni impedimenti:

egualmente dispensarli

(art.

78) da

pu
una delle pubbli-

cazioni.

come

le precedenti altro non sono che


non rigorosamente conformi al diritto costituzionale
alla disposizione non meno savia
che opportuna sancita coll Art. 6 dello Statuto.

queste

eccezioni,

forse

Digtzed by

Google

DELLA FORMAZIONE, DELLA PROMULGAZIONE, EC.

20.

Sussidi per

applicazione

delle leggi.
La legge propriamente detta, per quanto sia esplinon pu essere completa: e

cita e particolareggiata,

lascia di necessit molti punti sui quali

voluto

stabilire

norme

precise

Magistrato o dagli altri pubblici


lesecuzione.

non ha potuto

da

dal

applicarsi

ufficiali

cui affidata

Rimane sempre una moltitudine

di casi im-

misure diverse da prendere, soprattutto in


materie di amministrazione, riguardo al tempo, alle

previsti, di

localit, alle eventualit, agli ufficiali


alla

maniera con cui devono agire.


Queste lacune sono riempite

in

da impiegarsi e

modo

diverso

secondo lindole loro, e secondo limportanza dei

bi-

sogni cui occorre provvedere: lo Statuto ne incarica


il

potere esecutivo,

il

quale agisce in

nome

del Re, a

cui lart. 6 conferisce la facolt esclusiva di nominare


tutte le cariche dello Stato, di fare

decreti

re-

golamenti necessarii per lesecuzione delle leggi.


facolt sono nettamente circodecreti di esecuzione, dice il Cormenin,
non possono essere sotto il Governo costituzionale, che lo sviluppo naturale e necessario della
legge, la quale traccia i principii, ma non regola le
I

limiti di questa

scritti.

non sono

particolarit
p. 222).

( Questions

Quindi

de droit administratif, T. II,

decreti, le ordinanze e

del potere esecutivo,

regolamenti

bench muniti della firma del Re,

sono senza forza, perch incostituzionali,


volta

ogni qual

dispongono su materie che entrano nel dominio


della legge, o contraddicono ad una legge

esclusivo
vigente.

Se fosse altrimenti,

le

norme pi

essenziali

Digitized by

Google

20

LEZIONE

Governo

del

II.

libero, la divisione dei poteri, e tutte le

altre guarentigie del regime parlamentare non sarebbero che un illusione, c si ritornerebbe di fatto alla

riunione di tutti

poteri

mani del Capo dello

nelle

Stato, cio, alla monarchia assoluta.

Da

ci appare quanto importi che si vigili

massima severit
il

campo

21.

si

il

con

la

potere esecutivo non invada

potere legislativo, n che questi, alla

del

sua volta,

a che

arroghi attribuzioni che non

spettano.

gli

Degli

atti incostituzionali e del


di annullarne gli effetti.

Ma, pur troppo, pu presentarsi

caso di un atto
pu avvenire, per

il

incostituzionale del potere esecutivo:

esempio, che con decreto

si

modo

unimposta,

stabilisca

si

un prestito, si determini una pena, o si promulghi una disposizione qualsiasi in aperta opposizione
colla legge, o che entri di diritto nelle attribuzioni del
decreti

potere legislativo. Quali sono allora


dei cittadini ? Quali

doveri e

diziaria ? Quali quelli del


I

cittadini,

doveri e

diritti

diritti dellautorit giu-

Parlamento ?

evidente,

non sono menomamente

obbligati ad ubbidire: la divisione dei poteri, listitu-

zione

un potere

di

la limitazione

legislativo e

delle

facolt del potere esecutivo vennero unicamente stabilite

Se egli

nellinteresse del cittadino.

culcate,
gli

se vede offese le guarentigie

accorda, ha pienamente

obbligato.
cattivo;

Un

non

atto incostituzionale

esiste.

Quindi non

perch ci che non esiste non

Che

se

il

Governo o

le

vede con-

clic lo

Statuto

ragione di non credersi

si
si

non n buono n
pu neppur violare,

viola n

privali lo

si

adempisce.

chiamassero

di-

Digitized by

Google

DELLA FORMAZIONE, DELLA PROMULGAZIONE,


uanzi

per obbligarlo ad ubbidire

ai tribunali

gale, o a punirlo per aver disubbidito,


t

giudiziaria,

oi it

preciso di

la

il

27

EC.

allatto ille-

dovere dellau-

quale ha per mandato

pronunciare secondo le leggi

unico

di

ri-

mandare prosciolto il cittadino convenuto, e dichiarare


puramente e semplicemente che il decreto o la legge
in forza di cui egli venne tratto in tribunale non ha
n forza n esistenza.
Oggimai principio costante di giurisprudenza
negli Stati liberi che i tribunali hanno il diritto di
giudicare della legalit di unordinanza reale di cui

si

domanda

se

loro lapplicazione, in questo senso, che

contraria alla legge, essi possono anzi, devono


tare di prenderla

tevole

per base delle loro decisioni.

una sentenza

in

Cassazione di Parigi (4 Dicembre 1839), in cui


qui esposti

cipii

rifiu-

no-

questo senso della Corte


i

di

prin-

sono formolati con gran vigore.

giusto per aggiungere che allora la Francia aveva un

Governo costituzionale.
Del resto, negli Stati liberi

si

ha una nuova ed

efficacissima guarentigia nella vigilanza del Parlamento,


il

non appena

quale,

gli sia

noto qualche atto incosti-

tuzionale del potere esecutivo, ha


lare

il

il

diritto dinterpel-

ministro che se ne reso colpevole, e cosuoi

voti di sfiducia,

daccusa,

ha

col

mezzi

metterlo
di

ove occorra,

metter fine

in istato

illegalit

alle

alle perturbazioni recate.

Notiamo, a onore del Parlamento, che pi

una

volta fece annullare colla sua vigilanza atti incostituzionali;

a onore della nostra magistratura

giurisprudenza
forza

costante

obbligatoria di sorta:

nel

che

la

sua

non riconoscere loro


e del nostro Governo

che, paragonalo a quello di altri paesi,

stato

assai

Digitized

by

Google

28

LEZIONE

prudente e che sono

stati assai rari

abbia ecceduto

II.

limiti assegnati al

casi

nei

quali

suo potere.

Dei decreti e dei regolamenti.

22.

Determinati cos questi limiti , diciamo brevemente


dei

modi con cui


I

si procede nel completare le leggi.


mezzi di cui dispone il potere esecutivo sono

regolamenti

Alcuni pubblicisti combattono, c non senza


ragioni,

potere

il

decreti, le circolari, le istruzioni.

regolamentare

attribuito

al

forti

Capo

dello Stato, perch vi vedono un'invasione mal dissi-

mulata del potere esecutivo nel campo del potere legiSenza entrare ora in questa discussione, mi

slativo.

quando i regolamenti non escono dalla cerchia tracciata loro , i pericoli temuti diffi-

ristringo a notare che,

cilmente

presentano.

si

Un regolamento, perch sia valido e obbligatorio


come la legge di cui complemento c norma di applicazione, deve riunire le condizioni necessarie non solo

perch n

urti,

n estenda, n diminuisca

della legge stessa,


rali dello

Stato.

ma

armonizzi con

Perch

le disposizioni

le istituzioni

sia poi esecutorio,

Lo
nati

stesso

pu

dirsi dei decreti,

gene-

mestieri

che sia sancito, promulgato e pubblicato come

le leggi.

quali sono ema-

per promulgare e pubblicare leggi c regolamenti,

per prendere tutte quelle misure che sono richieste


all oggetto di effettuarne la migliore
applicazione, e
per nominare
leggi c

ai

pubblici ufficiali, conformemente alle

regolamenti medesimi.

Quando

regolamenti amministrativi adempiono le

condizioni volute per la loro validit, allora sono obbligatorii pei tribunali.

Digitized by

Google

DELLA FORMAZIONE, DELLA PROMULGAZIONE, EC.

23.

29

Circolari ed altre instruzioni


ministeriali.

ministri c gli altri ufficiali superiori della pub-

blica amministrazione, per chiarire

nare

le difficolt clic

gli

dubbi ed elimi.

impiegati possono incontrare

nellapplicazione delle leggi, dei decreti e dei regola-

menti, spediscono loro sovente delle circolari e delle


istruzioni.

Ma queste non hanno nessun rapporto n

colle leggi

n coi regolamenti

sono obbligatorie che per


zate

come norme

zioni. In

n co decreti

gli agenti a cui

faccia ai tribunali ed ai

non hanno per forza

di sorta,

non

privati le circolari

perch

ministri

sono chiamati a interpretare le leggi. Quindi


agire per

sono indiriz-

direttive nella sfera delle loro fun-

si

non
pu

rannullamento delle decisioni amministrative

o giudiziarie che fossero fondate su circolari contrarie


alle leggi

c ai regolamenti in vigore.

Digitized by

Googl

LEZIONE

III.

DELLA RETROATTIVIT DELLA LEGGE

H. Della retroattivit in generale.

La legge,

del codice civile

non ha

cosi lart.
,

2 del

non dispone

clic

titolo

preliminare

per lavvenire

effetto retroattivo . Il legislatore,

essa

con questa

disposizione, non ha fatto che sancire una delle necesessenziali

sit

della

sociale

giustizia

riconosciuta dalle leggi

necessit

gi

romane colla massima che


certum est dare formarli

leges et costitutiones futuri*

negotiis ,

non ad facta preterita revocavi

lart.

2 non che una versione di questo precetto,

il

quale 6 la

norma

(L. VII, de Leg.)

direttiva della legislazione di tutte

le nazioni.

Una legge non pu


se

considerarsi

come obbligatoria

non da quando promulgata, pubblicata ed

trata in vigore.

legge

che non

Pretendere che
si

si

en-

ubbidisca ad una

conosce ancora un assurdo che

nessuno pu sostenere.
legge delloggi regoli

Daltra
gli

atti

parte, volere che


di

ieri

la

un assurdo

Digitized

by

Googte

DELLA RETROATTIVIT DELLA LEGGE.


non meno

31

Finalmente, se una
legge potesse venire tutto ad un tratto a portare camdiffcile a giustificare.

biamenti e innovazioni

in tutto ci

che fu fatto sotto

limpero e la guarentigia delle leggi anteriori, sarebbe


lo

stesso che recare nel civile consorzio

il

disordine,

lanarchia, e togliere alle leggi quel prestigio e quella

forza che

prono

attingono nella

gli atti compiutisi

sicurezza di cui esse cosotto la protezione dei loro

precetti.

Ebbene,
vitabili

non

se

tutte queste perturbazioni sarebbero ine-

principio salutare della non retroattivit

il

come

servisse

legislatore.

di limite inesorabile allautorit del

ragione su cui

la

fonda non gi una

si

generosa Finzione o una concessione del potere

ma

sociale,

scaturisce dalla necessit delle cose.

Ogni nuova legge adunque non dispone che per


sua entrata

lavvenire; sui fatti compiutisi prima della


in

vigore non ha efficacia di sorta. Le sole

consentite sono state determinate,

pietoso

intento

eccezioni

come vedremo,

dal

di volgere la retroattivit a beneficio

dei colpiti dalla legge penale.

25.

Difficolt di applicazione.

Senonch,

malgrado

la

semplicit

di

questi

principii, nota giustamente Zachariae (Droit civil frati-

eais,

30)

sebbene ne paia facilissima lapplicazione

pure danno luogo nella pratica

per questa ragione che


gio dallantica alla

le

alle pi

grandi

regole relative

nuova legislazione sono

difficolt.
al passag-

state,

in

certe materie, specialmente determinate da leggi transitorie .

ci fu fatto

non solo

in

Francia,

ma

anche

in Italia.

Digitized

by

Google

LEZIONE

32

Ma per quanto

III.

transitorie siano minute


rimangono per sempre infiniti casi ai
non hanno provveduto. E la ragione chiara
le leggi

e previdenti,

quali

non solo impossibile prevederli tutti, ma egualmente impossibile sottometterli ad alcune regole precise
con

e invariabili, da applicarsi
soprattutto

una quistione

di

ogni caso che

si

presenti

fare che porre in bilancia

che sono

in conflitto

di

sicurezza.

Si

tratta

apprezzamento; e in

magistrato non ha altro a

il

importanza degli interessi

raffrontando le ragioni dei pri-

vati e quelle delTutilit pubblica, e vedere sino a qual

punto

une devono

le

26

influire sulle altre.

Teoria dei

diritti acquisiti.

V per un limite assoluto pel magistrato, nellapplicazione


leggi

del

egli

principio della non retroattivit delle

non deve ledere

in alcun

modo

diritti

acquisiti.

Levidenza di questo principio troppo luminosa,

perch sia mestieri di dimostrarla. Nondimeno sorgono


alcune difficolt sulla nozione precisa dei diritti acquisiti.

Ma

me

pare che queste difficolt

si

possano

risol-

vere col dire che diritto acquisito tutto ci che era

indubbiamente nostro al momento in cui la


nuova legge comparve. Ed era nostro l. perch non
nostro,

dipendeva pi dalla volont altrui che ci che


dovuto ci fosse tolto; 2. perch questo diritto

ci
ci

era

era

riconosciuto da chi polca contestarlo; 3. perch si era


acquistato nelle forme e nei modi voluti dalla legge
allora vigente.

Ma pu accadere che un

diritto

acquisito

sotto

limpero della legge anteriore venga modificato o an-

Digitized by

Google

DELLA NON RETROATTIVIT DELLA LEGGE.

33

nullato

dalla

legge

posteriore

prima che chi

ha

punto

le

acquistato abbia potuto esercitarlo intieramente.

per chiaro che ci non

ragioni di chi ha

il

diminuisce

diritto. Il fatto

che lo ha generato

quello che determina il tempo e la legge da cui dila conseguenza c 1 applicazione jion possono
pende
cambiarne la sostanza n toglierne l inviolabilit.
Quindi, ogni volta che si tratta di diritti irrevocabili, positivi, incontestati, essi devono produrre
:

tutti

loro effetti, anche sotto

invece

si

tratta

di

la

nuova legge. Quando

aspettative, di speranze, di even'

tuait pi o meno probabili, ma che non investono


alcuno di una facolt piena ed intera , allora la legge
nuova ha tutta la sua forza, c nessuno ha diritto di

reclamare se essa lo priva di

quelle

speranze e di

quelle aspettative su cui contava, grazie alle disposizioni dell e leggi anteriori

27.

da essa abolite o modificate.

Principii regolatori della non retroattivit


delle leggi.

La

difficolt

riconosciuta di tracciare delle

generali per definire


delle

il

norme

concetto della non-retroattivit

leggi non per

tale

che non vi siano alcuni

principii, accettati dalla giurisprudenza e dalla dottrina,


i

quali

vengono ad agevolare

delle quistioni di diritto

la soluzione di

non poche

transitorio che si presentano

pi di frequente.
Cos, principio inconcusso che nel silenzio della

legge nuova su suoi

effetti

retroattivi si deve tenere

per regola che essa non pu n nuocere, n profittare


alle

persone la cui condizione giuridica, quando

legge appare, positivamente stabilita.


Saredo, Vol.

I.

la

La legge nuova
%

Digitized by

Google

LEZIONE

34

III.

riconosce lo stato e la capacit delle persone quale la


trova, c in ci non reagisce mai:

quindi, la validit

del matrimonio, del riconoscimento di

nore

naturali ec.

tigli

domia maritata o dal mi-

Gli atti compiuti dalla

regolato dalla legge anteriore a quella

ec., tutto

che portasse modificazioni.

egualmente
formalo dietro

principio di diritto che

le condizioni e le

norme

un contratto

prescritte dalia-

legge sotto limpero della quale ha avuto luogo

non

pu essere leso, in alcun modo dalla nuova legge, e


che devessere apprezzato, quanto alla sua essenza, le
sue prove cd i suoi elTelti, non secondo la legge del
tempo in cui si eseguisce, ma secondo quella del tempo
in cui fu stretto, perch fin da quel momento ha conferito un diritto a tulli coloro che vi sono intervenuti.
La nuova legge regola i diritti che derivano, non
dalla volont espressa o presunta delluomo,
sole disposizioni della legge

questa

li

ma

dalle

quando anche

anteriore,

avesse dichiarati irrevocabili. (Zacliariae, 30

Demolombe,

40 e 5 )
Ecco intanto alcuni

di

norma per

non

esempi che possono servir

lapplicazione del principio generale del

la

retroattivit.

Una legge che cambia


trarre

le

condizioni det per con-

matrimonio regge tutte

le

persone

clic

vorranno

maritarsi in avvenire; quanto ai matrimoni celebrali


prima, sotto l impero della vecchia legislazione, la
nuova legge non li tocca:
la legge nuova pu ren-

dere immediatamente maggiorenne colui

non

clic

lo

era, e reciprocamente ricollocare sotto tutela quelli che

erano maggiorenni sotto lantica legge:


alti

che

essi

hanno

passati, la

loro

ma

quanto

agli

validit sar ap-

prezzata secondo le regole della legge esistente

al

tempo

Digitized by

Google

DELLA NON RETROATTIVIT DELLA LEGGE.


in

di

cui furono
testare

fatti:

la legge

35

che cambia la capacit

ancora tutti quelli che non hanno

regge

ancora testato, o che, avendo testato, sono ancora


vivi:

testamenti di quelli che sono morti sotto lim-

pero della legge antica sono rispettati:


d trasmettere o di acquistare subisce

la capacit

influenza della

legge nuova, per tutto ci che concerne

succession

le

non ancora aperte


le

successioni

al

momento
aperte

gi

della sua promulgazione-,

sono

legge

dalla

regolate

antica.

Quanto
permute,

agli atti fra vivi,

apprezzata dietro

hanno luogo. E
nimenti

come donazioni, vendite,

la capacit delle parti devessere

finiti,

la

legge esistente

la ragione

al

naturalmente

momento

che questi

atti

dei diritti acquisiti (Mourlon, Rep. sur

C.

le

Ogni volta che una legge dispone per

in cui

sono avve-

consumati, da cui risultano per

le parti

N. 09).
effetto

re-

fuori dei casi e


, non devessere estesa al di
modi espressamente indicali; e ci perch le leggi
retroattive, essendo leggi di eccezione, devono essere
troattivo

di stretta e rigorosa interpretazione.

28

Ma

I)i

alcune eccezioni al principio


della non retroattivit.

alcuni casi,

come

ricca di esempi

della legislazione

la storia

di leggi, alle quali

furono dati

effetti

retroattivi.

in

nelle leggi penali, la retroattivit fu

lodevole perch, nellapplicarla ,


dal pietoso intento di

il

legislatore fu

non aggravare o

mosso

di attenuare la

condizione degli accusati.

Fra quelle che hanno generalmente

effetto

retro-

attivo sono da annoverarsi le leggi interpretative. Sic-

Digitized

by

Googte

,,

LEZIONE

36

come

esse

si

III.

limitano a spiegare

il

senso di una legge

precedente, chiaro che fanno parte integrale di essa;

per cui devessere applicata anche

Ogni legge oscura


di

ai

anteriori.

fatti

nota sagacemente Blondeau

origine a due aspettative conlradittorie

ora, delle

due aspettative dovendosene distruggere una, non si


pu esitare a mantenere quella che il legislatore dichiara
conforme alla sua intenzione. ( Thmis , Tom. VII
Resta per inteso che non si applica pi
pag. 327 )

alle controversie definitivamente sciolte,

o per consenso

delle parti, o per sentenza di tribunale divenuta irre-

vocabile.

da

notarsi che Portalis, nel progetto del Codice

Civile francese, aveva aggiunto allart. 2

seguente:

nanmoins,

prcdente aura son

il

la loi interprtative

effet

du jour de

paragrafo

duneloi

la loi

quelle

explique, sans prjudice des jugements rendus en derider ressort, des transactions, dcisions

arbilrales, et

autres passes en force de chose juge.

baux du Conseil dEtat

discussion du

projet de Code

Civil. )

perch superfluo;

ma

contenant

la

( Procs

ver-

Questo paragrafo fu omesso

esprime esattamente lindole della

forza retroattiva delle leggi dinterpretazione.

La legge nuova si applica parimente ai fatti antequando non fa che proclamare regole di diritto
comune, o principii gi consacrati in modo meno espliriori,

cito o pi

oscuro dalle leggi precedenti; (Domat, Lois

Si deve dire altrettanto secondo


12, 2)
Voet, (ad Pandectas, 17) delle leggi che ne richia-

civiles, C.

mano

una precedente, negletta nellapplicazione, ma non abrogata n derogata. Chi ha contrattato


violandola, e ha danno dalla rimessa in vigore, non
ha da accusare che s medesimo.
in vigore

Digitized by

Google

DELLA NON RETROATTIVIT DELLA LEGGE.

37

Una legge pu, determinata da imperiose

ma

politiche,

con espressa disposizione,

ragioni

reagire

sul

passato.

Ma

non deve procedere in questa via


se non colla massima circospezione , ed evitare per
quanto possibile le perturbazioni mime nse a cui d
luogo la retroattivit delle leggi.
il

legislatore

Disposizioni transitorie per lattuazione


del Codice Civile in Italia.

29.

La maggior parte dei


nero

principii sopra esposti ven-

con

sanciti dalle disposizioni transitorie

quali

le

legislatore ha provveduto alle difficolt

insorte col

passaggio delle vecchie leggi alle nuove

che ebbe

il

luogo per alcuni codici

come

vedremo

presto

il

Gennaio 1866.

l.

Cos venne stabilito che coloro

quali secondo le

leggi anteriori avevano perdutala cittadinanza, possono

riacquistarla, uniformandosi al disposto

nuovo Codice

del

Civile (Disp.

zione del Codice Civile,

con

lo

art. 1):

stesso articolo, effetto

della moglie e dei

se acquistata la

figli

per

si

alla

legge,

retroattivo a beneficio

italiana e del

la cittadinanza estera:

cittadino

a coloro

che, secondo le leggi anteriori avessero perduto

mento dei

13

l'attua-

minori dello straniero che aves-

cittadinanza

che avesse acquistato

art.

dell

transit.

il

godi-

indipendentemente da condan-

diritti civili,

na penale, data facolt di riacquistarli entro lanno


dallattuazione del Codice (art. 2) :
stabilito che

la

condizione di coloro

anteriori al

quali per effetto di condanne

nuovo codice hanno perduto

o lesercizio dei diritti civili

il

godimento

continui ad essere rego-

Digitized by

Google

LEZIONE

38
lata dalle

leggi

non pi ammesse
parlato a

suo

deirattuazione

dalle leggi

che

del

le incapacit

nuove

tempo) cessano di

(delle

retroattivamente

bilito

che

(art.

4)

diritto

civili

quali sar
dal

Codice civile; e in ci la

agisce

III.

ma

anteriori;

giorno

legge

parimente sta-

famiglia che al giorno dellattua-

figli di

zione del nuovo Codice avessero compiuto gli anni ven-

tuno, od avessero contratto matrimonio, sono


dalla patria potest (art. 9)
sta le leggi

si

anteriori, lusufrutto legale

genitori sui beni dei

figli

sciolti

dispone che ove, giuspettante ai

di famiglia dovesse

cessare

debba tuttavia continuare ad essere


goduto dai genitori fino agli anni ventuno, a meno
che il tiglio non sia legalmente o volontariamente
emancipato (art. 11):
le disposizioni del nuovo coagli anni diciotto

dice contenute nel titolo delle successioni sono anche,

per retroattivit, applicabili


maritate, ed
le

ai loro

che

rinuncie

altrimenti, in conformit

se

queste

quanto se

escludano
le

sizioni sono

alle

femmine

gi dotate o

discendenti, e sono prive di effetto

abbiano

le

ammettano

fatte

nellatto

delle leggi

femmine
coi

pure applicabili

dotale,

od

anteriori, tanto

dalla

successione

maschi. Le stesse dispoai professi religiosi,

non

ostante le rinunzie fatte dai medesimi, giusta le leggi


anteriori (art. 22).

Questultima disposizione tanto pi logica e giusta in

quanto che colla legge della soppressione delle

corporazioni religiose

monaci sono

esercizio dei loro diritti civili,

rientrati nel pieno

ritornando sotto lim-

pero della legge comune.


La nuova legge tronca inoltre 1esistenza dei fede-

commessi, dei maggioraselo e delle altre sostituzioni


fedecommessarie ordinati secondo la legge anterio-

Digitized by

Google

DELLA NON RETROATTIVIT DELLA LEGGE.


re (art. 24):

stabilisce

legge

anteriore

prima

dell attuazione

tutte

nuovo codice

assoggetta a collazione secondo


donazioni gi

bilite le

divenute perfette

donazioni

le

del

39

dover essere regolale dalla

le

ma

(art. 27),

norme da

esso sta-

fatte ai discendenti (art. 28)

dichiara parimente dover essere regolati dalla legge


anteriore tutti i carichi che gravano beni immobili a
di

titolo

censi,

enfiteusi,

gli atti

29):

ec., (art.

dallobbligo della trascrizione

esenti

che hanno acqui-

stato data certa, e le sentenze pronunciate prima della

nuova legge.

Delle

altre disposizioni di

portanza basta dire che sono conformi

minore im-

ai principii

me-

glio accertati della giurisprudenza e della dottrina.

Tali

sono

pi notevoli misure legislative prese

le

per risolvere le principali

difficolt cui

pu dar luogo

lattuazione del nuovo codice civile. Sono ispirate dagli stessi principii le disposizioni transitorie

lare

il

passaggio dagli

citare un esempio,
del
i

al

nuovo Codice

altri codici ai

per rego-

nuovi. Cos, per

che regolano lattuazione


Procedura civile, disposto che

in quelle

di

giudizi per cessione di beni, instituiti anteriormente

nuovo Codice

efficacia,

e sono

Civile,

mantengono

altre,

la loro giuridica

proseguiti e definiti a termini

legislazione precedente (art. 3).

limitandomi a constatare che

Ometto

di

le disposizioni

sono generalmente conformi alle pi sane

della

citarne

prese

nonne che

presiedono allapplicazione del principio della non retroattivit delle leggi.

Digitized by

Google

LEZIONE

40

III.

Della retroattivit in materia penale.

30.

Ho

una pietosa disposizione della


principio della non retroattivit

detto che

gi

legge fa uneccezione

ogni volta che

al

si tratti

di recar beneficio alia condizione

degli accusati. Ecco in quali termini


concilia

il

Codice penale

il

principio generale con le eccezioni accenna-

te: Nessun reato pu punirsi con pene che non erano


pronunciate dalla legge prima che fosse commesso.
Se la pena che era imposta dalla legge al tempo del
commesso reato, e quella stabilita dalla legge posteriore
fossero diverse fra loro , sar sempre applicata la pena

pi mite.

Se

nuova legge cancella dalla classe dei

la

reati unazione considerata

come reato

dalla legge ante-

riore, cessano di diritto tutti gli effetti del

e della condanna

Atti di

31.

Il

che

Cod

Peri., art.

procedura e

principio

alla

della

non

di

competenza.

retroattivit

sostanza del diritto

procedimento

3).

quindi

non

applica

si

tutto

ci

che

concerne

la

nendo

tribunali di seguire quelle che sono determi-

procedura c la competenza entra subito in


vigore, troncando il corso delle forme passate, e impoai

nate dalla nuova legge.


Gli autori

chiamano ordinatorium

litis

ci che ap-

partiene alla forma e che soggetto all'azione


diata della

nuova legge;

e decisorium litis

imme-

ci

che

appartiene al fondo, ed ha per essenza dei diritti acquisiti.

Lordine

per cui

le

delle giurisdizioni

cause

di diritto publico;

in corso distruzione

al

comparire

Digitized by

Google

DELLA NON RETROATTIVIT DELLA LEGGE.

41

duna nuova legge devono essere portate dinanzi


giudiziaria

torit

eccezioni;

alcune

competente.

ma

Si

principio

il

fanno per
conserva

lo

lau-

pi

tutta la

sua forza. (Ved. Disp. trans, per lattuazione del Cod.


di Proc. Civ. art.

Ma, come
prove,

al.

e 5)

per lammissibilit delle

scritte o testimoniali,

seguita la legge antica.

zione

s gi detto,

dei contratti e

devessere

consultata e

Parimente, in materia desecudei

giudizi,

la

regola

che

bisogna seguire la legge attuale. Prescrivendo nuove


formalit

per meglio asicurare lesecuzione dei con-

tratti e dei

acquisito,

giudizi,

ma

tende

non lede alcun

diritto

dare pi efficace

prote-

la legge

anzi

zione agli interessi rispettivi delle parti.

Digitized by

Google

LEZIONE

IV.

DELLINTERPRETAZIONE E DELLAPPLICAZIONE

DELLE LEGO!

52.

Il

Nozioni Generali.

legislatore

ha compiuta lopera sua:

divenuta imperativa e obbligatoria.


tivo la mette in attivit
fra

contendenti che

che lhanno

Ma
il

il

volgono a

si

Il

la legge

potere esecu-

potere giudiziario lapplica

o agli accusati

lui,

violata.

quali sono le

norme

generali che deve seguire

giudice nelladempimento del suo ufficio ? Quali sono

le sue attribuzioni nello spiegare


nell interpretarne

la sua condotta,

il

le disposizioni?

quando

sia per la quale non

si

gli si

senso della legge,

quale devessere

presenta una controver-

trova nelle leggi alcuna dispo-

Sono gravi quistioni , di non agevole


, non potendo risolverle tutte,
limitato a tracciare alcune norme, con lart. 3

sizione precisa ?

soluzione.
si

il

legislatore

del titolo preliminare del Codice civile

eccone

il

testo

Digitized by

Google

dellinterpretazione e dellaplpicazione ec.

ellapplicare

altro senso

cato

che quello

delle parole,

la

legge non

pu

si

43

attribuirle

fatto palese dal proprio signifi-

secondo la connessione di esse, e

dalla intenzione del legislatore.

Qualora una controversia non

con una precisa disposizione di legge


alle disposizioni

Ove

il

condo
Il

possa decidere

si

avr riguardo

si

che regolano casi e materie analoghe.

caso rimanga tuttavia dubbio,

decider se-

si

principii generali di diritto.

ha

legislatore con questo articolo

tracciato le

regole generali, o piuttosto, ha dichiarato

da cui devono

direttivi

ispirarsi

principii

magistrati, e che,

resto, scaturiscono dalla natura medesima

del

cose.

delle

evidente che, anche senza dichiarazione alcuna

non possono non essere


che chiamato allarduo ufficio di giu-

del legislatore, questi principii


ignoti a colui

dicare, essendo essi in qualche


leggi.

modo

la legge delle

Scire leges, diremo col diritto romano, non est

eartim verba, sed vini ac potestatem tenere. (L. 17, D.

De

leg. )

La scienza delle leggi infatti non


nudamente i termini, ma

gi nel conoscerne

sederne eziandio

il

per necessario aggiungere che


a questa facolt di

consiste
nel pos-

senso, lo spirito, la forza.


v

un

Non

limite naturale

apprezzamento, e che

il

ministero

dei giudici sopratutto di applicare le leggi con discer-

nimento e fedelt; perch


le

essi

devono giudicare secondo

leggi, e non mai giudicare le leggi

caso in cui

si

tratti di leggi

eccetto

il

incostituzionali e quindi

prive di validit.

Come venne

gi

notato

sforzi del legislatore per far

pocanzi
si

che

nute e precise, nondimeno, grazie


plicit e

malgrado

le leggi siano
all

infinita

gli

mi-

molti-

complicazione delle cose umane, impossibile

Digitized by

Google

LEZIONE

4i

antivedere e regolare tutti

le

IV.

che

casi

si

possono pre-

ha lobbligo
non lasciare insoluta alcuna delle controversie che
lart. 3 apre ai magistrati una

sentare.
di

E siccome

lautorit giudiziaria

sono sottomesse, cosi

via razionale e sicura, per metterli in grado di


pire

sempre e

in ogni caso

Del diniego

3.

di giustizia.

Alcuni codici, conformandosi

romano

ai principii del diritto

dispongono

(L. 2, Cod. de Leg. nov. 115, 1),

che quando

magistrato'

il

adem-

loro mandato.

il

si rifiuti di

giudicare

sotto

pretesto delloscurit o del silenzio della legge, si


agire contro di lui

(Cod. Nap.

come colpevole

Cod. D.

4,

Sic. 4)

pu

di negata giustizia

Bench questa

di-

sposizione non sia stata riprodotta nel codice civile

pure evidente che essa scaturisce dallo

spirito gene-

un simile caso diffavendo i giudici una norma

rale che lo informa. Del resto,


cile assai

che

presenti,

si

che

tracciata dalla legge,

secondo

ben

vero che

diniego di giustizia

procedura

autorizza a pronunciare

li

principii generali del diritto.

civile;

il

al

silenzio del Codice

supplisce in

parte

quale dichiara che

Civile sul

Codice di

il

le

autorit giu-

diziarie e gli ufficiali del pubblico ministero

sono

ci-

vilmente risponsabili quando rifiutino di provvedere


sulle domande delle parti o tralascino di giudicare o
di conchiuderc sopra affari che si trovino

essere decisi (art. 783,

al. 2).

in istato di

Ma ognuno vede che

questa guarentigia insufficiente o incompleta:


renderla pi incompleta ancora
civile

si

dalia Corte cui

aggiunge che lazione

pel diniego di giustizia devessere


spetta di giudicare:

autorizzata

non necessari

Digitized by

Google

dell interpretazione e dellapplicazione ec.

45

mostrare quanto lasci a desiderare una tale disposizione. Ma, se non altro, sancito il principio della
responsabilit dei magistrati.

54.

Delle diverse specie dinterpretazione


giudiziaria e dottrinale.

A propriamente parlare, la legge non sinterpreta


mai che dal legislatore si suppone sempre , fino a
prova contraria, che ha parlato chiaramente. I dissensi
che possono insorgere sul significato di un articolo
di una disposizione , di una frase possono bens dar
luogo a opposte giurisprudenze, ma non si pu dire
che vi sia interpretazione positiva , perch ove questa
:

avesse avuto luogo davvero, non vi sarebbero


sensi, e

una

il

significato

pi. dis-

controverso sarebbe risolto da

dottrina comune.

Nondimeno

nei trattati

ammettono

si

tre

specie

dinterpretazione: linterpretazione autentica, per via


dautorit:
sprudenza:

la giudiziaria,

per mezzo della giuri-

la dottrinale,

per mezzo della dottrina

Siccome per le interpretazioni degli


autori non hanno per se stesse altra forza che quella

o degli

autori.

che esse traggono dallessere sancite c appropriate dai


tribunali, cos alcuni giuristi

hanno giustamente pen-

sato essere assai pi conveniente di non mantenere la


triplice divisione,

ma

di unire linterpretazione dottri-

nale e la giudiziaria sotto la stessa classificazione; per


cui,

invece di tre specie, non se ne hanno in realt

che due.

Per regola generale, quando


interpretazione interdetta.
qual,

Il

la legge esplicita

ogni

giudice deve applicarla

senza aggiungere o togliere

al

testo

preciso.

Digitized by

Google

46

LEZIONE

IV.

Meminisse debet judex ne aliter judicet quatti legibus


proditum est ( Instit de off. J lidie .)
Quando per il

testo insuficente, o
luta, allora
Gli

si

quando manca

la

chiarezza vo-

presenta la necessit dellinterpretazione.

elementi principali di cui dispongono a que-

stoggetto

il

magistrato e

il

sono

giureconsulto

processi verbali delle discussioni a cui ha dato luogo


la

legge

parlamentari che

le relazioni ministeriali e

ne hanno accompagnato

la

presentazione; e finalmente

che guida alla cognizione

la storia della legislazione,

delle origini e dello scopo delle disposizioni della legge


positiva. Si veduta la Corte di Cassazione di

Francia

ri-

solvere una grave controversia sul regime dotale nel

modo

seguente

della

discussione del codice

atteso che risulta dai processi verbali

civile

che

questo codice hanno voluto mantenere


quale esisteva nei paesi di diritto
braio 1810,

aff.

il

autori

gli

scritto, ec... (l. feb-

Devoyon) Una sentenza che

nesse queste motivazioni

di

regime dotale

per chiarire

una

contedisposi-

zione del codice adoprerebbe una interpretazione rigo-

rosamente legale.

sa.

Dell interpretazione estensiva.

In generale, nelle scuole c nei trattati si

rano molte specie

come

giudiziaria

maticale, logica,

interpretazione

e cos

si

ha

storica, ec.

tanto

enume-

scientifica

interpretazione gram-

Unaltra divisione,

pi razionale, distingue linterpretazione in estensiva,


restrittiva

in realt la

della legge

dichiarativa. Queste tre specie abbracciano

maggior parte dei casi in cui, il pensiero


non essendo stato esattamente o pienamente

espresso dalle parole usate, necessario

rendersi ra-

Digitized by

Googl

DELLLNTEUPRETAZIOJfE E DELLAPPLICAZ IONE EC.


gione di questo

pensiero, che tutta

la legge.

47

Non

enim lex est quod scriptum est, sed quod legislator


voluit , quod judicio suo probavit et recepii. (L. de
quibus
si

D. de

leg.)

Di qui b nata la regola che quando

tratta di fissare

il

vero senso di una legge, me-

che

stieri ricercare ci

legislatore

il

si

proposto, e

questo scopo una volta conosciuto, ricondurvi

il

generale delle espressioni di cui

Cotesto

anzi

il

b servita.

si

concetto vero della legge 18, 4. Ben

ges interpretandae sunt quo voluntns

senso

igniti s le-

eorum conservetur.

Venendo ora alle diverse specie d interpretazione,


per estensiva sintende quella che, quando il senso
delle leggi chiaro, autorizza
le

disposizioni anche a lutti

a quelli preveduti dalle

non sono

contemplati

il
i

leggi

da

un

interpretazione fondata sulla

ubi eadem ratio,

ibi

giudice ad applicarne

che sono identici

casi

stesse
testo

anche quando

preciso.

Questa

regola di diritto che

idem jus statuendum. (L. 32, D.


Leg.) consacrano lo
(d

ad L. Fole.). Le LL. 13 e 27

stesso principio.

Con

interpretazione restrittiva

lapplicazione della legge quei casi

si

escludono dal-

quali, sebbene pa-

jano virtualmente compresi nelle sue disposizioni, ed

anche nel suo spirito generale, pure, non essendo preci-

samente contemplati, non

nonna

si

devono applicare. Questa

soprattutto imperativa per le leggi penali.

Linterpretazione dichiarativa b quella che ha per


oggetto di chiarire

il

senso di una disposizione oscura

ed ambigua della legge.

Queste diverse specie dinterpretazione sono dominate da alcune regole principali di legale ermeneutica

che guidano allo


nelle leggi

ma

scoprimento della verit

anche nei contralti

(i

non solo

quali fanno legge

Digitzed by

Googte

LEZIONE

48
pei

IV.

contraenti) e che

possono formolarsi nel

Esaminar bene

contesto intiero

seguente:

ravvicinandone

dellatto,

cos

il

la L.

24, de Leg.

della

modo

legge o

le diverse parti: incivile est,

ni

si tota lege

perspecta

una

aliqua particula ejus proposita, judicare vel respondere


e la

ragione che sovente unespressione coadiuva

telligenza dellaltra:

126, de

rat. (L.

una pars

l' in-

actus alterata saepe decla-

Verb. Sign .)

Investigare la volont del legislatore o del dispo-

nente; c nelle locuzioni ambigue riguardar principal-

mente lo scopo che si proposto (L. 96, de Reg.juris).


Tener conto dei lumi che possono offrire le consuetudini per chiarire la lettera o

il

senso delle dispo-

sizioni della legge o dellatto.

Riguardare ci che pi verosimile, meno iniquo,


pi umano. Semper in dubiis benigniora prueferendo
sunt. ( L 56, ff. de reg. jur.) E pi energicamente
.

la Leg. 10, 1, ff. de reb. dub


in ambiguis rebus Immaniorem sententiam sequi oportet. E finalmente, che
nelle cose oscure debba seguirsi ci che pi verosimile, lo dice il buon senso.
:

Bisogna consultare

lo spirito

generale della legi-

slazione, ricordare chela legge posteriore deve domi-

nare sulla legge anteriore,

la

legge speciale sulla legge

generale, leccezione sulla regola.

devono inoltre ricercare gli antecedenti e le


conseguenze della disposizione espressa della legge.
Si deve finalmente preferire quella interpretazione
Si

per

la

quale la legge o

latto

ha

la

sua applicazione

a quella che lannulla.

Ommettiamo le altre regole dinterpretazione,


come quelle a contrario sensu, a fortiori, per analo-

Digitized by

Google

DELL INTERPRETAZIONE E DELL'APPLICAZIONE EC.


gi,
cos

49

perch o rientrano nelle altre gi indicate, o sono


incerte e dubbie da non potersi accettare intera-

mente senza pericolo.


Ma ci clic bisogna ricordare
lombe, che quando

diremo

col

Demo-

la legge chiara e positiva,

deve

essere applicata, anche se le sue disposizioni paressero

poco conformi

principii generali del diritto, o alla

ai

stesso pu ingannarsi: la legge,


pu essere fondata su ragioni dinteresse
generale a cui ha bisognato sacrificare qualche inteequit.

Il

giudice

daltronde,

resse particolare: infine, e in ogni caso, questa legge,

qualunque

sia, devessere ubbidita

perch

esiste.

DcHinterpretazione restrittiva.

50.

Delle tre specie dinterpretazione sopra indicate


la

pi pericolosa e la pi

Gli

difficile lestensiva.

per questa ragione che nel progetto del Codice civile


francese

si

lando un

de chaque

era creduto di tracciare le norme, formoart.

9 nei termini seguenti:

loi doit

se faire lordre

lapplication

des clioses sur

les quelles elle statue. Les objets qui sont dun ordre

diffrent ne peuvent

On ne
y a

tre dcids par les

mmes

lois.

doit raisonner dun cas lautrc que lorsquil

mme

soppresso;
utili, e

La

motif de dcider

ma

principii

Questo articolo venne

che contiene sono savi ed

meritano di essere ricordati.


dottrina e la

giurisprudenza sono

per con-

cordi nel respingere ogni interpretazione estensiva alle


leggi eccezionali:

il

mali dalla legge 14


contro
casi

il

diritto

Quod

Sarkdo, Vol.

che viene espresso


(d.

de Leg.)

comune non pu
contro,
I.

in termini for-

Ci che introdotto
essere esteso ad altri

rationem juris introducimi est


4

Digitized by

Google

LEZIONE

50

non

est

IV.

producendum ad conscqaentias.

le leggi fiscali, (imposte,

Parimente

dogane, registro, ec.) e tutte

quelle che importano oneri ai cittadini, non possono,


sotto alcun pretesto

essere estese da un

analogia,

d interpetrazione o di

caso allaltro. In Francia, a dir

vero, tende a prevalere una giurisprudenza


e anche in Italia

Ma

la

tribunali

opposta:

fanno tentativi nello stesso senso.

si

sostituzione

magistratura

della

ai

amministrativo

pel contenzioso

prefettorali

ordinaria

e specialmente per le questioni dimposta, fa sperare


il

ritorno alle sane regole del diritto

Le norme concernenti

comune.

interpretazione restrittiva

sono soprattutto applicabili, come venne accennato nel


capitolo precedente, alle leggi che
di

ristringere la libert naturale,

diritti,

la

privazione dei

questo principio chiaramente sancito nellart. 3

Codice Civile:

del titolo preliminare, del

penali e quelle che restringono


diritti,

ad altre leggi, non

Anche

il

si

Le leggi

libero esercizio dei

estendono oltre

generali, o
casi e

tempi

Codice Penale ha unesplicita dichiara-

medesimo

zione del principio


le

il

o formano .eccezione alle regole

in esse espressi

hanno per oggetto

lintroduzione di certe pene, di certe formalit.

esso infatti dispo ne che

pene imposte dalla legge non potranno dal Giu-

dice aumentarsi,

diminuirsi, n commutarsi,

nei casi ed entro

nati: (art. 4)

limiti

dalla

se

non

determi-

legge stessa

Questo principio era gi stato sancito dal diritto

Romano,

colla

sua

concisa

evidenza:

In poenalibus

causis benigne interpretandum est, dice la L.


ff.

de reg. iuris.

155, 2,

questo precetto sviluppato a pi

riprese (7. L. 32 e 42,

ff.

de Poenis ).

Digitized by

Google

dell interpretazione e dellapplicazione ec.

notevole

la

dichiarazione

impone un carattere

diritti.

Lo scopo

che

51

che

legislatore

ristrittivo alle leggi

libero esercizio dei

il

del

limitano

della

legisla-

zione di ogni nazione civile di guarentire a ciascuno

questo esercizio: per cui una legge che lo ristringa


va in qualche guisa contro lo scopo

naturale che dovrebbe proporsi: ed quindi impossibile supporre che


quando ci avviene, non sia esplicitamente dichiarato
dal testo della legge

medesima. Sebbene

sia piuttosto

un principio generale di diritto che un precetto imperativo, pure venne sancito dallart. 17 del Codice civile austriaco,

quale dispone che

il

tutto ci che

conforme agli innati diritti naturali si ha per sussistente


lnch non sia provata una legale restrizione di questi
diritti

la quale

un testo del

di

que facere
57.

dichiarazione la parafrasi esatta

diritto

che dice: libertas


libet,

romano (Leg

4,

D. de

St.

hom.)

quod cui-

est naturai is facultas ejus,

nisi si quid vi aut jure prohibetur.

Interpretazione dichiarativa.

Avviene qualche volta che per loscurit o lambiguit dei termini, o del senso, o dei termini e del senso

insieme, sorgano dei dubbi sullapplicazione che se ne

deve

fare.

Nel primo caso, bisogna seguire la re-

gola tracciata dalla legge 96 (B. de reg. jur.)


quando
i
termini presentano dei dubbi, bisogna attaccarsi al
senso:

in ambiguis orationibus

spectanda est ejus qui eas protulit.

maxime

(L.\, 20, D. de
i

ex.) Nel terzo caso,

termini sono oscuri,

sogna attaccarsi

al

oche

sententia

Nel secondo

applica la regola, in re dubia verbis legis

si

quando

caso,

standum
il

senso

la materia incerta, bi-

senso, poich ci che importa

ri-

cercare la volont del legislatore.

Digitized by

Google

LEZIONE

52

38

IV.

Dei diversi sussidi per linterpretazione


delle leggi.
Fra

gli

elementi di cui

il

magistrato pu valersi

per interpretare la legge abbiamo gi accennato esservi


i

motivi della legge stessa dedotti dai processi verbali

delle discussioni a cui ha dato luogo. Cosi pel Codice

abbiamo

civile

processi verbali delle discussioni av-

venute in Francia, c quelli dei lavori preparatori, delle


relazioni e delle discussioni dei ministri c delle diverse

commissioni incaricate di compilarlo.


Il magistrato ba soprattutto le fonti inesauste della
sapienza dei nostri padri, alle quali pu attingere ogni
volta che

si

tratta di

dilucidare

una disposizione

di

legge, che abbia le sue radici nel diritto romano.

Sono anche preziosi sussidi gli usi e consuetudini,


a cui non di rado il legislatore si riferisce.
Pu trarne anche non poco benefcio dalla giurisprudenza pi autorevolmente

La cognizione

stabilita.

dei trattati internazionali

sergli parimente indispensabile,


torii

pu

es-

essendo essi obbliga-

per quelle parti che concernono persone o cose

straniere nei loro rapporti coi cittadini.

Anche

le leggi

canoniche hanno frequenti casi dap-

plicazione in tutte le quistioni che non sono esplicita-

mente

sciolte dal diritto

comune; o che risalgono a

tempi nei quali quelle leggi erano in vigore.

emanate da un governo strasole imperative per tutto ci che riguarda

Finalmente,
niero sono le

le leggi

lo statuto personale degli individui soggetti a quel

go-

verno medesimo.
Sullutilit di queste

varie

specie di sussidi

per

Digitized by

Googl

DELL INTERPRETAZIONE E DELL APPLICAZIONE EC.

53

lapplicazione e linterpretazione delle leggi

non necessario estendersi lungamente. Dir solo brevemente


della giurisprudenza e degli usi e consuetudini, dell in-

dole della loro autorit.

39.

Della giurisprudenza.

Quando sopra una

venne pronununa serie non interrotta

stessa fattispecie

ciata dallautorit giudiziaria

di sentenze uniformi,

dice che la giurisprudenza si fissata in quel dato senso: e se lautorit


che ha pronunciato la Corte di Cassazione, allora
si pu dire che la sua interpretazione completa quasi

allora

si

romane davano alla giurisprudenza


quando dissero: in ambiguitatibus vero quae ex lege proficiscuntur, rerum perpetuo similiter judicatarum vim legis obtinet auctorila legge.

le leggi

una forza ben pi

decisiva,

tas (L. 38, D. de Leg).

La giurisprudenza non

meno

utile delle leggi

diceva Portalis: e con ragione Bacone pot scrivere

che se

le leggi

sono lncora degli Stati,

sono lncora delle leggi.

gum

giudicati

Judiciaenim anchoraele-

sunt, ut leges reipablicae (De Iust. tiniv. aph. 73).

per cosa

difficile

assai stabilire

limiti entro

quali lautorit della giurisprudenza tale

essere accettata quasi

come un supplemento

da poter

della legge.

Spetta alla sagacit del magistrato e del giurisconsulto


a distinguere quelle fra le sentenze che

vero autorit possono fornire

formando dav-

le basi di

giudiziosa e

sana giurisprudenza.

Sebbene la corte di Cassazione abbia mandato di


mantenere lunit della giurisprudenza, e che quindi
i

suoi soli

giudicati

abbiano agli occhi delle corti o

Digitized by

Google

LEZIONE

54

IV.

dei tribunali lautorit necessaria per essere accettati

come norma

ancora

regolatrice dei punti di diritto

controversi, pure da notarsi clic le sue sentenze sono

solamente applicabili
che

le corti e

alle parti

tribunali

che

hanno provocate;

le

non sono obbligali a confor-

marvisi se non nel caso preveduto dalla legge.

Ed ecco

quale: quando dopo la cassazione di una prima sentenza, la seconda pronunziata daHautoril a cui

fu

rinviata la causa tra le stesse parti che agiscono nella


stessa qualit, sia

impugnata per

posti contro la prima, la Corte

sezioni riunite

per

gli stessi

ove

la

stessi motivi pro-

li

suprema pronuncia a

seconda sentenza venga cassata

motivi per cui fu cassata la prima, lau-

rinviata

torit giudiziaria a cui

la

causa deve con-

formarsi puramente e semplicemente alla decisione della

Corte di Cassazione sul punto di diritto sul quale essa

ha pronunciato

Ma
tiva

che

si

(C. di

Proc. Civ.,

tutti

tribunali e tutti

casi

identici

presentano per lavvenire? No. Essa non ha che

un valore puramente morale:


di

art. 547).

egli a dire che questa decisione sia impera-

anche per

conformarvisi o no,

salvo

magistrati sono padroni


alle

parti

una nuova decisione identica dalla Corte

di

a provocare

Cassazione

nel caso in cui le future sentenze dei tribunali siano

contrarie alla giurisprudenza che questa ha stabilito.


Anzi, neppure la Cassazione medesima obbligata a
mantenere costantemente la giurisprudenza gi adottata
e pu rinvenire su suoi passi, e adottare, se il crede
giusto, una giurisprudenza diversa.

chiaro che se una massima adottata da

bunale, sia pure


tutti,

il

un

tri-

pi elevalo, fosse obbligatoria per

assumerebbe ufficio
autorit legislativa: ed ci che non

allora lautorit giudiziaria

carattere di

Digitized by

Google

dell interpretazione e dellapplicazione ec.


si

deve consentire.

55

fu appunto per evitare questa

Si

confusione di poteri che

Codice Napoleone contiene

il

lart. seguente; il est dfendu aux juges de prononcer,


par voie de disposition gnrale et rglementaire, sur

les causes qui leur sont

suprema

di

Francia

soumises

vigila

(1, art. 5).

con

la

la

Corte

maggiore severit

allesecuzione del disposto di questo articolo.

tribu-

adunque non possono pronunciare che sui processi


che sono loro deferiti, e nei limiti delle conclusioni

nali

prese dinanzi a loro dalle parti. Queste conclusioni

sono

principio e la misura del potere dei giudici in

il

ciascuna causa, e formano

termini di un vero con-

tratto giudiziario, in virt del quale si reputa che le


parti

si

sono messe dac cordo per sottomettere la loro

controversia alla giustizia; per cui devessere limitato,

come

le

convenzioni in

generale, alle

parti

stesse,

alloggetto determinato, e alla causa del processo.


Civ., art. 1123;

517,
39

al.

4,

5.

Mourlon, 93.)
Sebbene il nostro
di

Codice non abbia una disposi-

che limita

diritto

dellautorit

Cod

zione equivalente allart. 5 del Cod. Nap, pure


cipio

C. di Proc. Civ., art.


1130; 1351;
Vedi Demolombe I, 35
Zachariae,

la

facolt

il

prin-

interpretativa

giudiziaria in vigore anche presso di

vuole bens guarentire la sua indipendenza ma


pu permettere che assuma le attribuzioni del
potere legislativo. E, daltra parte, stante lautonomia
delle Corti non si pu negar loro il diritto di giudicare secondo che una pi esatta interpretazione delle
noi. Si

non

si

leggi consiglia loro: nelle leggi,

nei precedenti,

devono

dei loro giudicati:


(JL.

13

C. de seni.

non nelle sentenze o

magistrati cercare la regola

non exemplis sed

legibus judicandum.

V. ini.)

Digitized by

Google

56

LEZIONE

40.

Uno

IV.

Degli usi e consuetudini

degli elementi pi utili per la cognizione delle

antecedenze e delle conseguenze di una

un

legge, e

criterio direttivo prezioso per interpretarne lo spirito,

la consuetudine: optima legum interpres consuetudo


(L. 37.)

il

Codice italiano rimanda sovente agli usi

e consuetudini dei luoghi per regolare quei punti la


cui soluzione non implica nessun principio o interesse

dordine pubblico

(Vedi principalmente

506,

art.

gli

1124, 1232, 1505, 1513, 1600, 1G07-10, 1652, ec.).


Dal che risulta chiaramente che, nel silenzio, nellambiguit o nelloscurit della legge o dei contralti,
le

consuetudini

hanno forza imperativa.

giudice pu fondare le

suetudini,

ma

anche

Quindi,

il

sue decisioni sugli usi e con-

solamente nei casi sopra indicati. Diu-

turna consuetudo pr jure

et lege

pto non descendmt observari

Una consuetudine

in his quae ex scri-

solet. (L.

33 ,

ff.

de L.

I. )

costante forse ci che meglio

dogni altra cosa esprime

voti e

bisogni di

un po-

i legislatori sovente, e con ragione, ne traggono largo partito pel riordinamento delle leggi. Dalsiccome un uso o consuetudine non si pu

polo: e

tronde,

radicare e perpetuare senza

tacito consenso del le-

il

gislatore, non a stupire se finisce

con lavere presso

a poco la forza duna legge e partecipare


autorit. Inveterata

alla

sua

consuetudo pr lege non immerito

custoditnr (L. 32:) e con pi precisione

ancora: ea,

quae longa consuetudine comprobata sunt, ac per annos

plurimos observata, velut tacita civium conventio, non

minus
(L.

quam ea quae

35.) Clic

altro

scripta
infatti

sunt jura, servantur.

una lunga consuetudine

Digitized by

Google

dellinterpretazione e dellapplicazione ce.


se

non una

convenzione

tacita

57

cittadini, rispettata

(lei

del legislatore?

Una consuetudine non


corso

delle

stabilisce

si

circostanze seguenti:

che col con-

che

il

principio

giuridico invocato a titolo d uso o di consuetudine sia


stato applicato, in

modo non equivoco, come regola

legalmente obbligatoria, a pi riprese, e per un lungo


spazio di tempo;
fatta

che questapplicazione

pubblicamente,

afinch

tuto averne cognizione

sia

stata

legislatore abbia po-

il

che non

sia stata

condan-

nata n tacitamente, n espressamente dal legislatore.

(Zachariae, 23:

Toullier, T.

I,

49).

Naturalmente, ogni consuetudine contraria ai co'


stumi, alla libert, allordine o all interesse pubblico,
o nociva, o sragionevole, devessere rispinta, senza che
sia necessaria

interdizione

espressa o tacita del

le-

gislatore.

Senza voler dare una


quali
dei

il

legislatore

lista

completa dei casi nei

rimette agli usi e consuetudini

si

luoghi, possiamo accennare qui

principali.

debbono essere eseguili di buona fede,


ed obbligano non solo a quanto nei medesimi espresso, ma anche a tutte le conseguenze che, secondo
I

contratti

lequit,
Il patto

uso, o la legge ne derivano (art. 1124).

ambiguo

tica nei paesi

interpreta secondo ci che

dove fu stipulato

Nelle materie commerciali

il

cui si

pu proporre

di animali

contratto (1134).

(1505), c

parimente

il

vizi pei

Gli

tempo entro

pu essere proimmpbile tenuto ,

quali

Il

compratore

il

conduttore, a renderlo

(id.)

lazione redibitoria nelle vendite

per licenziare

posta

pra-

interesse degli interessi

regolato dagli usi e dalle consuetudini. (1232.)


usi e consuetudini regolano

si

dell

avvertito nei

Digitized by

Google

LEZIONE

58

IV.

termine stabilito dalle consuetudini dei luoghi per le


denunzie

licenza

di

zione che ne

mancanza

(ir.

legge)

dalla

(1604)
in

(1 598-1 G00.)

Per

la

maggior parte dei carichi

delle case e la

locazione
ripara-

di

nascono pel locatore e pel conduttore


di patti, ed escluse quelle determinate
si

ricorre egualmente alla consuetudine

lo stesso si fa per la durata delle locazioni,

mancanza di scritta (1608-9-10-13).


Da questa enumerazione che potrebbe essere

ac-

cresciuta di molto, risulta abbastanza che la legge

ha

mantenuto agli usi e consuetudini tutta quella forza


che poteva lasciar loro, senza che allinteresse pubblico ne venisse nocumento.
E si pu dire che il codice nuovo si fermato
in quella giusta misura che gli fu tracciata dalla sapienza del legislatore romano.
41.

Del limite assoluto dogni


interpretazione.

Esposte cos le regole generali

che, quando
e dura,

la

dell interpretazione

per sommamente ripetere

giudiziaria, importa

principio conclusione

di

legge chiara, se anche fosse severa

nondimeno nessuna ragione

portunit deve autorizzare

terpretazione

come

quanto stato detto finora

diversa

dalle

il

di equit o di op-

magistrato a darle un
sue disposizioni

in-

precise-

Egli deve ricordare le parole dUlpiano a questo pro-

posito
est

(L.

hoc per quarti durimi est, sed ita lex scripta


12,

ff.

Qui et quib .)

dele, inopportuna,

Se

la

legge cru-

contraria alla giustizia, lincarico

di riformarla o di abolirla spetta al legislatore

quello

del magistrato di applicarla.

Digitized by

Google

dell interpretazione e dellapplicazione ec.

59

Dell interpretazione legislativa.

42.

Linterpretazione legislativa, od autentica, differisce

sommamente

dall interpretazione

che essa fa conoscere

in tutta la

giudiziaria,

sua esattezza

in ci

pen-

il

siero della legge. Mentre linterpretazione giudiziaria


esclusivamente limitata a ciascuna delle cause particolari

quali si applica,

alle

hanno

percli

diritto di pronunciare

il

regolamento

magistrati non

per via generale o di


legislativa o

interpretazione

dautorit devessere obbligatoria per tutti,


altra legge

preta.

pretavi
TI

essa

incorpora

per

via

come ogni
che inter-

legge

ci in virt del principio che ejus est inter-

le geni, cujtis est

condere

legislatore pu sviluppare

teriore,

colla

pu

il

(L.

tilt.

C. de Leg.).

senso della legge an-

modificarlo, per renderne lapplicazione

pi facile, pi conforme allo scopo.


Ilo gi indicato
al

nel cap.

28 leccezione

clic si fa

principio della non retroattivit in favore delle leggi

interpretative, eie ragioni che la giustificano. Qui


limito ad aggiungere che per quanto

data nelle sentenze passate in giudicato o negli


gi

terminati

tardi
altri

dare

sia

contraria a quella

la legge,

conservano tutta

pure,

mi

interpretazione
affari

che viene

tanto le une

come

pi
gli

la loro validit.

Digitized by

Google

LEZIONE

Y.

COME CESSI DI AVER FORZA LA LEGGE POSITIVA.

43.

Le

Del progresso nelle leggi.

societ

umane sono governate da una legge

di

la quale le spinge ad un continuo miglioramento della loro condizione. Questo miglioramento


si compie nello sviluppo economico , intellettivo e mo-

progresso,

rale degli individui.

Ora,

se le societ progrediscono,

pu

il

legislatore

rimanere immobile? Evidentemente, no: egli deve

se-

guire le trasformazioni successive della societ, e ad

ogni progresso che

namento

civile

si

compie nei costumi e nellordi-

deve tener dietro

progresso nelle leggi.


potere legislativo
le leggi

il

siede

come sanzione

fatto solo deHcsistenza di

un
un

cui cmpilo unico di riformare

imperfette, di

nuove per rispondere


sociale c che

Il

in

prepararne e di votarne delle

nuove esigenze della vita


permanenza, come una parte

alle

essenziale e costitutiva del potere sociale, questo solo


fatto

dimostra

la

necessit

della

continuazione

del-

lopera legislativa.

Digtized

by

Googte

AVER FORZA LA LEGGE

COME CESSI

DI

Le

fatte

leggi

per

POSITIVA.

provvedere agli

61

interessi e

bisogni della vita, spesso non raggiungono pi

ai

loro scopo,

perch

il

progressivo movimento morale

il

ed industriale della societ sovente estingue bisogni


che prima esistevano , ed altri ne fa sorgere ai quali
prima il legislatore non poteva provvedere. (Buniva
Belle leggi in generale, pag. 124);

qui la forma-

di

zione di nuove leggi e labrogazione di leggi gi

esi-

stenti.

Un frammento
cisione

di Ulpiano significa

con molta pre-

diversi oggetti dellopera legislativa:

Lex aut

rogatur, idest, fertur: aut abrogatur, idest tollitur: aut

derogatur, idest pars primae tollitur: aut subrogatur,


idest adiicitur aliquid

primae

legi: aut adrogatur, id

mutatur aliquid ex prima lege (Tit. I, 3). Nelluso


comune per non sono rimaste che le due voci abrogazione e deroga, la prima delle quali serve ad- esprimere labolizione totale di una legge preesistente, menest,

tre laltra

di

adoperata per indicare la revoca parziale

una legge che continua ad essere


non derogate.

in vigore

nelle

parti

Chi ha il

44.

Il

diritto di

diritto di

abrogare

abrogare

le leggi o di

le modificazioni richieste dai

tempi o dalle nuove ne-

cessit dellordine sociale spetta

che ha
est

il

naturalmente

diritto di farle: cujus est

abrogare, dicevano

le leggi.
apportar loro

al

potere

condere legem, ejus

giurisconsulli romani. Quindi,

n lautorit giudiziaria, n lautorit esecutiva possono


arrogarsi

il

potere di abbrogare o di modificare una

legge vigente.

bens accaduto

clic

il

potere esecutivo abbia.

Digitized by

Google

62

LEZIONE

V.

con un regolamento, derogalo a qualche disposizione

ma ho

esplicita della legge:

gi detto (art. 21) che

cittadini possono essere obbligati ad ubbidire al rego-

lamento, dovendo
gistrato

essi attenersi alla

legge, n

pu applicare una disposizione che


non aveva

e promulgata da chi

il

eviden-

sia

temente incostituzionale, perch contraria

legge

alla

potere di farlo.

modo

Lart. 5 del titolo preliminare dichiara nel

che

pi preciso
il

al solo

ma-

il

spetta

legislatore

ufficio e

potere di abrogare le leggi.

45.

Carattere dellabrogazione

Ma quand che una legge pu dirsi abrogata?


E qual norma ha il cittadino per saperlo, ogni volta
che labrogazione non

solennemente fatta dal

sia stata

legislatore ?
Larticolo sopra citato contiene

dellabrogazione:

abrogate che da
espressa del

le leggi,

leggi

legislatore, o per

sue disposizioni con


legge regola

legge anteriore
Il

scaturisce

dichiarazione

incompatibilit

materia

perch

delle

nuova

la

regolata

gi

dalla

riconosce

legislatore

abrogazione;

principii generali

per

le precedenti, o

intiera

la

dispone esso, non sono

posteriori

luna,

adunque due specie

dichiarata da lui,

di

laltra,

che

una

vec-

implicitamente daHantinomia fra

chia legge e la nuova, o che resa inevitabile dalle


disposizioni

della

nuova legge,

lintiera materia,

la

regolando

quale,

toglie ogni forza

La prima, enunciata

alla

precedente.

in termini formali,

labroga-

zione espressa; le altre due forme ci danno labro-

gazione tacita

ma

lespressa

come

la

tacita

produ-

Digitized by

Googli

COME CESSI
cono

AVER FORZA LA LEGGE POSITIVA.

DI

63

Per

questa differenza: che


mentre lespressa esclude ogni controversia e si prova
gli

stessi

effetti.

da s medesima,

invece mestieri che sia

la tacita

provata.

infatti principio di diritto che labrogazione ta-

cita di

una legge non

lallega

incarico

suppone:

si

provare

di

spetta a colui che

incompatibilit della

legge nuova con lantica: ed naturale.

Quando una

legge in vigore, non stata abrogata, n vi fu de-

rogato da unaltra legge,


effetto.

essa conserva

cambiamento

il

politiche

di

tutto

il

suo

instituzioni o

di dinastie, n le modificazioni territoriali, n la cala legge dovuta , n altro pubha facolt di farne cessare la forza

duta del potere cui


blico avvenimento

imperativa

ove

contraddizione
caso

intende

col

essa abrogata o vi

disposizioni

la

essa non

nuovo ordine

cui

deroga

si

incompatibilit

in

in

sia

aperta

In

questo

tutte

quelle

di cose.

manifesta

ma

tutte le altre rimangono in vigore.

Prima, per altro,

di

determinarsi per labroga-

somma importanza

zione o la deroga, di

assicurarsi

bene che non esiste mezzo alcuno di conciliazione ;


perch, a meno di una contrariet evidente, si presume sempre che la legge precedente sia stata considerata

come

sotto intesa e completata dalla posteriore.

Posteriores leges ad priores pertinent,


sint. (L.

28

D. de leg.)

manifesta mestieri
constitutiones

alla

riferirsi

tempore posteriores
4.

legge pi recente

dubbio

che

nel

legge pi

recente:

potiores

sunt his

dovendosi presumere che

voluto, non peggiorare,

contrariae

D. de Cost.) ed alla

guae ipsas precesserunt (h.

preferenza

itisi

Quando per lantinomia

ma

bisogna dare la
il

legislatore ha

correggere lopera sua.

Digitized by

Google

LEZIONE

61

Quando avvenga che

si

V.

abbiano dinanzi due dispo-

sizioni inconciliabili, luna delle quali

eseguila insieme allaltra, la nuova

non pu essere

importa

natural-

Ma quando

mente labrogazione dellantica.


non sono opposte che in alcuni punti
,

tanto che

si

opera labrogazione;

va legge sugli

altri

il

leggi

le

in questi sol-

silenzio della nuo-

punti dellanlica, non deve impe-

dirne losservanza.

Le

leggi generali possono essere

citamente da leggi speciali: in


L. 80,

al

derogatur ;

Cod

cos

quod ad spe-

est.

Una legge
o

iure,
la
generi per speciem

et illud potissimum habetur

ciem directum
limitato

de Regulis juris ,

abrogate impli-

loto

un tempo

poi che sia stata fatta per

per unoccasione

determinata e

precisa,

rimane di pien diritto abrogata collo spirare del

mine

stabilito, o col cessare loccasione

che

le

ter-

ha da-

to origine. Cosi la legge (7 aprile 1859) che investiva


il

Re

di tutti

poteri legislativi ed esecutivi,

dovea

essere in vigore per tutta la durata della guerra con


lAustria; e

il

governo avea facolt di emanare dispo-

sizioni per limitare provvisoriamente

stampa e

la libert individuale.

la

libert della

ben vero clic

il

go-

verno us ed abus largamente ed illegalmente dei


poteri conferitigli, anche dopo che, cessata la guerra

con lAustria, era spirato

il

tonnine entro

il

quale

aveva vigore, ed era perci necessariamente


abrogata
ma un principio non perde la sua forza

la legge

perch leso. Molto pi costituzionalmente

si

procedette

maggio 18G6, la cui durata era circoscritta alla fine dellanno, e che venne abro'
gata di fatto colla convocazione del Parlamento e col

nellapplicazione della legge 17

ritorno alle condizioni normali dellordine legale.

Digitized by

Google

COME CESSI

AVER FORZA LA LEGGE POSITIVA.

DI

65

evidente per che labrogazione di una legge


pel cessare del motivo che lha determinala, allora
soltanto ha luogo
tivo

qti

indo positivo

unicamente ha dovuto

sorta

la

che a quel mo-

sua esistenza.

una legge abrogata in


termini formali e p-'cisi venga a rivivere, o se rimanga sempre estinti, quando la legge abrogativa
quislione se

la

fosse abolita a sua volta.

La

meno che

che affermativa, a

risposta non

pu essere

suo ritorno

in vigore
non sia incompatibile con qualche altro principio di
il

comune.

diritto

46

Come

ho luogo labrogazione.

Nella formazione delle leggi


di determinare

che

vogliono abtogarc: sarebbe

si

modo

devitare le antinomie,

trovato invece pi
finale
alla

si dovrebbe aver cura


mente quali sono quelle antiche

netl

modo

<

che sono abri

nuova legge

questo

il

miglior

contlitti, le oscurit. Si

dichiarare con un articolo

ale tutte le disposizioni contrarie


tata; lo che

pi

una vera superfe-

tazione; essendo ev mente che, anche senza una simile

dichiarazione, la v
Si

comprende

he questa dichiarazione

nuta nello Statuto.


assoluta

gli

principio

fondameli

comprende

nfinita di materie,

ne
i

Sredo, Voi.

I.

di

(art.

81)

abrogata,

si

che

una disposizione analoga


quali, regolando

ogni

sancisce

diritto costituzionale.

un

si

sia

una quantit

mn potrebbero enumerare

le sin-

s^ono ad abrogare. Ma quando

gole leggi che essi


tratta di leggi speci

dispone

tra ria
le

altres

sia conte-

ech esso ha forza generale ed

sso

sia et

contenuta nei Codi


i

>

e quando

legge che

legge cede alla nuova.

cliia

.1

si

cosa assai pi pratica e razioB

Digitized

by

Google

LEZIONE
naie che siano

V.

accennate tassativamente

le leggi

o le

disposizioni abrogate.

47.

Autorit degli usi e consuetudini


in materia di abrogazione.
sorta

quistione se

la

usi

gli

consuetudini

possano abrogare una legge ancora vigente:

molto diversa da quella che concerne

interpretativa

quistione

perche altro spiegare o

suppletiva:

'e

la

la loro forza

completare una legge, altro abrogarla o derogarvi.


Il

diritto

romano ha due

traddirsi: nelluno

tudine avrebbe

tal

testi

(L. 32, 4,

ff.

che sembrano conde Leg.) la consue-

forza da vincerla perfino sullauto-

e ne d per

motivo che

nulla

rit

legislativa:

alia

ex causa nos teneant guani quod judicio popoli

leges

receptae sant .... Quid interest suffragio populus vo-

luntatem suam declaret

an rebus

Quare rectissime receptum

ipsis et factis

est ut leges

fragio legislatori , sed etiarn tacito consenso,

per desuetudinem abrogentur.

testo,

Il

?...

non solum

come

suf-

omnium
si

vede,

formale.

Invece

la

consuetudine,

legge 2,

C.,

per quanto

quae
sia

sit.

long.

rispettabile

non pu prevalere contro la ragione e


sono fatti degli sforzi per conciliare i due
tit.

de Leg. 37)

che

la loro

ma

cost.

la

e antica

la legge. Si
testi

(Voet,

Merlin ha giustamente mostrato

antinomia radicale.

Nella nostra legislazione questa quistione risolta


nel senso negativo; e lart.
sitorie

48 delle disposizioni tran-

per lattuazione del Codice Civile dispone espli-

citamente che nelle materie che formano soggetto del

nuovo Codice cessino

di aver forza dal giorno dellat-

Digitized by

Google

COME CESSI

DI

AVER FORZA LA LEGGE POSITIVA.

tuazionc non solo tutte


ciali

ma

dice stesso
articolo

ha

tore
ste

si

anche

gli

le altre

I7

leggi generali o spe-

usi e consuetudini

a cui

il

Co-

espressamente non si riferisca. Da questo


argomenta logicamente che il solo legisla-

facolt di abrogare le consuetudini e che que-

non possono per conseguenza abrogare le leggi.


Nondimeno, sebbene labrogazione non possa ri-

sultare da una consuetudine contraria alle leggi

non

pu tuttavia conchiuderne che gli atti ricevuti in


buona fede, in conformit di una consuetudine vigente,
debbano essere annullali
poich di principio che
si

lerrore

comune

fa

il

delle parti e che annul-

diritto

lare gli atti ricevuti in simili condizioni sarebbe causa


di perturbazioni nellordine sociale.

stiene questa tesi, (Lois

Dalloz, che so-

933) cita un

gran numero

di sentenze clic la confermano.

Dellazione degli avvenimenti politici


in materia di abrogazione.

48.

fatti

che danno origine

alle pi difficili

contro-

versie relative alla validit e allabrogazione delle leggi

sono

ma

cambiamenti di governo, qualunque

sotto cui

si

compiono; accenneremo

sia

la for-

tra questi

il

passaggio dal regime assoluto al regime liberale, la

caduta di un governo c la

sostituzione

lannessione di uno Stato ad un altro

temporanee, e

stioni

di
le

un

altro

occupazioni

simili.

impossibile esaminare per minuto tutte

le qui-

che possono sorgere dal conflitto di leggi che

inevitabile nei casi

cune regole generali

sopra indicati. Vi sono per


la cui applicazione

conforme

al-

ai

principii pi sicuri del diritto pubbico e privato.

Digitized

by

Google

LEZIONE

<58

Cos, fuori

V.

quistione che la cessazione della

(li

dominazione straniera , o la caduta di uri governo assoluto quando vi succeda il governo libero , sono fatti
che mettono immediatamente fine alla forza imperativa di tutte le leggi che sono incompatibili colle

nuovo governo. Rimangono per valide

instituzioni del

obbligazioni e tutti gli

tutte le

atti

intervenuti

fra 1

cittadini sotto lautorit delle leggi abrogate.

Tutte le leggi per che, sebbene poco liberali,

possono per conciliarsi coi

diritti dei cittadini, e

che

regolano interessi puramente individuali, mantengono


la loro

forza,

dogane, c simili

non siano esplicitamente

a che

fino

abrogale. Le stesse leggi

fiscali

restano

in

pi odiose

imposte,

vigore fino a

clic

non

siano abolite.

Ma quando
delle leggi

evidente?

la

che

cui

si

compie

di fatto labrogazione

incompatibilit

chi ha

il

governo libero

col

potere di promulgarla?

Quando a un governo caduto ne succede uno

scelto

dalla popolazione nel suo seno, a questo che spetta


il

potere di far leggi e quindi di abrogarle.

invece

il

Quando

governo che succede a quello distrutto viene

dal di fuori, allora a questo unicamente che spetta

un

tale cmpito.

Senza dubbio, non

facile

cosa procedere con

rigorosa legalit quando hanno luogo quei rivolgimenti


politici

che cambiano le condizioni di esistenza o

governo degli Stati:

ma

il

evidente che una legge, an-

che tirannica e quindi incompatibile col governo libero,


conserva tuttavia

non

si

la

sua forza finch non sia abrogata:

pu ammettere

clic

cada di per se, o sia abro-

gata di pjen diritto al compiersi di avvenimenti che non

erano preveduti. Per evitare adunque

le

controversie

Digitized by

Google

COMG CESSI
c

il

DI

AVER FORZA LA LEGGE POSITIVA.

69

danni a cui pu dar luogo lincertezza e il silenzio,


nuovo governo deve affrettarsi ad abolire quelle

leggi, a provvedere alla loro surrogazione, e a

man-

tenere per quanto possibile inviolato lordine legale.

il).

Ma

Delle riformo costituzionali.


una controversia

sorta

quistione

se

una legge

speciale

Non

tuto.

il

assai

grave

sulla

potere legislativo possa abrogare

con
una disposizione precisa dello Sta-

solo la risposta devessere affermativa

ma

non riesco a comprendere come si sia potuto mettere


in discussione una verit cosi luminosa.
Lo Statuto, si dice, venne emanato dalla Corona,

come

autorit costituente, investita del

esso la

legge

fondamentale

dello

sommo

Stato

potere:

non pu

quindi essere abrogato che da un assemblea straordinaria, con mandato speciale, e investita a sua volta
di

un potere supremo

dalla Corona.

esiste in virt di quello Statuto

Il

Parlamento, che

medesimo, non pu

modificare la legge fondamentale che lo ha creato e


per la cui virt siede e delibera.

La confutazione
farsi.
il

Qualunque

potere

pria,

di

questo

sistema agevole a

che gli ha dato origine,


un corpo vivente di vita pro-

sia laccidente

legislativo

sempre operante,

investilo

sovrana

di facolt

per tutto ci che entra nella cerchia delle sue funzioni;

egli

nulla s impone: egli pu, diremo col Broglio,


deve anzi, quando occorre, toccare ogni cosa;

egli

onnipotente

a lui

interprete costante e riforma-

tore dello Statuto , anzi,


la

costituzione

viva,

addirittura egli stesso

incarnata,

perpetua

forme parlamentari , pag. 367). Ecco

il

(Delle

concetto vero

Digitized by

Google

LEZIONE

7U
del potere

legislativo;

ecco

V.
il

campo

dazione della

sua autorit.
Senza dubbio, una nozione cosi larga dell indole
del governo costituzionale pu far paura agli spiriti
miopi e pusillanimi che non sapranno accettare lidea
di

un Parlamento che

esercita,

come cosa normale,

sovrane di costituente perpetua, che ogni

le funzioni

giorno adempie, per quel tanto che

sua parte

di

azione

riformativa,

gli

compete,

interpretando

la

ap-

punto lo Statuto, modificandolo, come ogni altra legge,

secondo

le varie

Eppure, ove ben

esigenze e

le

migliori

si rifletta, lesercizio

opportunit.

riconosciuto di

questa facolt la migliore guarentigia contro


tativi disordinati e rivoluzionari

che

si

ten-

potrebbero fare

per abolire qualche articolo della legge fondamentale.


Lesperienza

dell Inghilterra ci

prova

la forza di

que-

sta verit.

Digitized by

Google

LEZIONE

VI.

DELLE LEGGI CHE REGOLANO LO STATO E LA CAPACITA

DELLA PERSONA.

SO.

Slato, capacit, persona.

Le

leggi concernono le persone, le cose o gli


bisogna quindi considerarle sotto questo triplice

atti:

aspetto.

Quando

si

parla dello stato

cita delle persone si

(s

tatus ) e della capa

vuole significare quel

complesso
di doveri e di diritti che risultano per luomo naturalmente della convivenza sociale, e che sono regolati
dalla legge. Essere cittadino o straniero, minorenne o
maggiorenne, celibe o maritato,
questi ed altri sono

fatti che costituiscono lo stato e la capacit di una persona, e, per conseguenza, la sua condizione giuridica.
i

persona chiunque ha
faccia

agli

altri e di

facolt

obbligare

gli

di
altri

obbligarsi

in

verso di se:

quindi, essere capace di diritti e di obbligazioni,

Digitized by

Google

LEZIONE

72
tale

il

VI.

carattere essenziale delia personalit civile. (1).

Ti sono persone individue e persone

collettive, o fit-

dette anche enti morali, come

o civili

tizie,

la Provincia,

Comune,

il

lo Stato,

le Universit, gli Ospizii,

le

formano degli esseri astratti o giuridici i quali, come le persone propriamente dette,
possono obligarsi ed obligare, hanno diritti da eserci-

societ, ec: queste

tare, doveri da compiere.

In generale, e fino a prova contraria, tutte

sone
art.

si

suppongono intieramente

273, 762, 1105): e ci

sone individue come alle


vi

ha interesse

la

capaci;

persoli!

per-

le

dagli

(arg.

tanto

applica

si

per-

alle

morali. Spetta a chi

cura di assicurarsi della capacit della

persona con cui contratta.

(1)

nota
Roma

ficava in

nel recitare.
cos vasti

che

letimologia
la

maschera

teatri in cui

onde

a gran distanza,

far

si

del

vocabolo

di cui

che

la

lui

go

le

persona:

il

<

signi-

esso

coprivano

capo

il

rappresentazioni erano

voce degli attori

avviluppava loro

si

attori si

gli

avevano

si

potesse udire

apo con una maschera

com-

pleta, la cui figura rappresentava la parie che ciascun dessi faceva:


c la

maschera era

luogo Remissione

fatta

della

personabal. Di qui

procurava

il

rumore

il

modo che I' apertura dalla quale avea


voce ne re deva il suono pi forte: vox
nome di persona dato alla maschera che
in

della voce. In seguito, la

a indicare la parte di ciascun attore


tata

all

et

e al carattere

di

chi

perch

parola persona
la

serv

maschera era adat-

parlava, e qualche volta era

il

suo stesso ritratto.


Dal teatro questo vocabolo pass nella societ

servi

di-

stinguere un individuo

da un altro, indicandolo pei suoi attributi


La giurisprudenza accob il vocabolo e lo applic nel
medesimo senso, poich un solo uomo potendo rappresentare nel civile consorzio diverse parti o persone
come quelle di cittadino,

caratteristici.

di

marito, di padre

le distinzioni

di famiglia, ec.

era naturale

che

si

facessero

richieste da questi diversi stati (Toullier, I, N. 168

Ortolan, Insl. de Just., pag. 9

Murlon,

I,

97).

Digitized by

Google

DELLE LEGGI CHE R3G0LAN0 LO STATO


I

EC.

rapporti che esistono fra le persone

particolarmente fra lo Stato,

menti di publica

utilit e

Comuni,

terzi,

sottomessi al diritto civile,

73

morali, e
gli

stabili-

sono di lor

natura

e vengono 'regolati

principii generali di questo diritto,

meno

dai

casi in cui

una disposizione espressa dalla legge non abbia collocate queste persone morali in

una situazione ecce-

21U).

zionale (Arg., art. 518, 932, 1060,

Ogni individuo umano che


zioni

lo

pazzo,

lidiota

dunque una persona.

nelle condi-

Il

fanciullo,

sono virtualmente persone,

ma non

sono di fatto, poich non possono obligarsi n

gare.
le

trovi

determinate dalle leggi per assumere doveri ed

esercitare diritti,
il

si

Ove per

condizioni

essi

obli-

vengano ad acquistare o a riavere


sono o

volute,

ritornano

persone nel

senso giuridico della parola.

Fra

le

persone collettive, o morali, o

cune esistono di per s, come


altre

da notarsi a questo riguardo

morale che non


ci

la

al-

Comune;

dottrina professata

sia stato creato dalla legge.

esatto

in

dovuta esclusivamente

come sono diverse

Anzitutto,

alcuni casi, erroneo in molti

perch vi sono molte persone collettive

ciali.

civili,

il

non possa esistere alcun ente

assai generalmente, che

se

lo Stato,

nascono dalla legge o dalla volont dei privati.

alla

volont dei componenti

specie di societ civili e

In secondo luogo, giova osservare, che

cuni casi,

la

la cui esistenza

commermeno al-

costituzione di una persona morale non

ma

che questa la
Sarebbe assurdo
invero pretendere che lesistenza legittima di una persona collettiva debba sempre ed unicamente dipendere

punto lopera della publica autorit,


riconosce e la sancisce

quando

esiste.

dal riconoscimento legale che se ne faccia,

quando

si

Digitized

by

Google

LEZIONE

74

VI.

pensi che molti instituli o altri enti morali sorsero

di

per s, senza alcun concorso della legge positiva,

che non pochi vissero attraverso


menti

politici

pi svariati

rivolgi-

e videro cadere e nascere molti governi

Ter cui una

e Stati diversi.

assoluto, non

tal

meno erronea

La conseguenza che

si

massima, presa
in fatto

che in

dalla

trae

in senso
diritto.

dottrina che

ogni persona collettiva creazione del legislatore


questo, che

Ora
deve

legge pu distruggere ci che ha creato.

la

vi sono dei diritti che nessun

violare; e

il

legislatore

diritto di associarsi e di

cosi delle persone morali,

uno dei pi

pu n

costituire

essenziali del

governo libero; dal che conseguita logicamente che


una societ non pu essere creata n diil quale ha invece per mandato
,

1esistenza di

strutta dal legislatore


di

regolarne

le condizioni, e di

guarentire

il

pacifico

e legittimo esercizio desuoi diritti e desuoi doveri.

Dinanzi

per

alla difficolt di

constatare

il

fatto

della creazione legale delle persone morali, e dinanzi


al gran numero che ne esistono senza aver avuto bisogno di riconoscimento per parte della legge, alcuni

hanno creduto salvare

giurisconsulti

dire

che

Ma non

il

riconoscimento pu

principio

anche

col

tacito.

facil cosa stabilire questo principio con un

testo positivo

di legge.

Zachariac

anche

il

essere

52 )annovera

(I,

le autorit e

la ragione

che

tra le persone morali

pubblici ufficiali dello Stato, per

diritti

da loro acquistati, e

le obli-

gazioni legalmente contrattate in questa loro, qualit

non sono inerenti alla loro persona individua, ma agli


ufficii che essi coprono. La legislazione inglese riconosce positivamente questo carattere ad alcuni pubblici
agenti (Blackstone, Commentaire

L. I, cap. 18).

Digitzed by

Google

DELLE LEGGI CHE REGOLANO LO STATO


Unultima conseguenza da

trarsi,

detto flnqui che, naturalmente,

vidua

EC.

75

da quanto

si

personalit indi-

la

compongono una persona morale


distinta da quella della persona morale medesima.
Possono quindi obligarc ed obligarsi sotto ciascuna
di coloro che

due personalit che rappresentano.


La qualit di persona creata o modificata secondo che un individuo si trova o no nelle condi-

delle

zioni seguenti: se cittadino o straniero:

godimento de suoi
qual misura:
se

diritti civili,

il

maritato, o no:
parente legittimo o natu assente o presente.

maggiorenne o minorenne:

ascendente o discendente:
rale

ha

di

maschile o femminile:

senso

ritti

se

se ne privo, ed in

interdetto o no

di-

doveri delle persone variano secondo queste

differenti qualit.

Del resto, anche

individuo privato , indiritto,

un vero ente modale, perch rivestito di una specie


distingue dall uomo pro, che lo
priamente detto: ed sotto questo aspetto che non
solo egli padre, marito, ec., ma elettore , eleggibile,

di carattere astratto

e via discorrendo.

Giova

inoltre ricordare ci che si disse pocanzi,

che, cio, pi

persona; come

individui possono
gli stati,

comuni,

una sola
mentre un solo

costituire
ec.,

individuo pu rappresentare diverse persone, collesscre nel

tempo stesso padre, pubblico ufficiale, ec.


la personalit civile si d provvisoriamente

Talora
ad

un ente materiale, come

uneredit giacente.

Finalmente, vi sono delle persone le quali, o per una


linzione
enti

legale o in realt

morali come lo Stato,

verni costituzionali,

non muojono mai: e sono gli


Comuni; il sovrano nei go-

corpi politici, magistrature e simili.

Digitized by

Google

LEZIONE

76

Le

leggi

destinate

nel

instituite

VI.

seno

sono

dogni societ

regolare la condizione

loro atti e la condizione delle cose.

persone

delle

Non occorre ag-

giungere che le cose sono sempre considerate nei rap-

hanno

porti che

colle persone.

Degli Statuti personali, e degli

SI.

Statuti reali.
vocabolo Statuto c he, nel linguaggio giuridico

II

degli antichi scrittori,

adoperava per designare le

si

leggi municipali, venne conservato

cazione

due ordini

ai

delle persone

di leggi

e quelli

prime sono dette

che concernono

statuti personali,

Questa distinzione ha

reali.

per farne lappli-

che regolano

il

le

le

diritti

cose: e le

altre, statuti

suo fondamento nella

norme giuridiche che governano le percose: ei suoi effetti sono nettamente deter-

diversit delle

sone e

le

minati dal legislatore,

il

quale dispone;

stato e

lo

delle persone ed i rapporti di famiglia


la capacit
sono regolati dalla legge della nazione a cui appar-

tengono

(art. G).

beni mobili sono

soggetti alla

legge della nazione del proprietario, salve le contrarie


disposizioni della legge del paese nel quale
I

si

trovano.

beni immobili sono soggetti alle leggi del luogo dove

sono

situati (art.

Cos

lart.

7)

6 dichiara

leggi o statuti

personali,

principii fondamentali delle


la

cui azione

tutto ci che concerne la condizione, la

si

estende a

maniera des-

sere, la nazionalit, la qualit di padre, di figlio, di

marito, di
e simili

figlio

legittimo o naturale la maggiore et,

lart. 7 traccia le

tuti reali, cio, la

norme

delle leggi o sta-

condizione dei beni, tanto

mobili

come immobili.

Digitized by

Google

PELLE LEGGI CHE REGOLANO LO STATO

Senonch

che

difficolt

le

si

vente

nell 'applicare la distinzione fra gli

sonali

gli statuti reali

EC.

77

sono presentate sostatuti per-

furono causa che alcuni giu-

risconsulti, sulle traccie di Bartolo,

ne idearono una

terza specie che chiamarono statuti misti: e vi classi-

ficarono tutte le leggi che concernono gli atti, la loro

forma,

la loro forza probante.

con questa triplice ripartizione


aspetti

altri

gli

superate

rappresentano sotto

autori per decidere quali erano

caratteri degli

le difficolt

si

e conflitti gravissimi sorsero nella giuri-

sprudenza c fra

veramente

Ma

Per cui oggi

statuti misti.

sono pressoch abbandonati da tutti, e

si

ritorn alla

divisione pi logica degli statuti personali e reali.

Voet

precisione

Cap. 2, de Statutis) ha definito con

Sez. 4,
i

segni

caratteristici

dei

scrivendo: Illa realia dicuntur quae

dem primo
personas

ratteri

dirigunt,

speciali

aflciunt et qui-

Personalia quae duntaxat

et principali ter.

Svolgendo questa

diversi statuti,

rem

abstracte ab omni materia reali.


si
pu dire che i cadue Statuti sono generalmente i

definizione

dei

seguenti:

Quando una legge ha avuto per iscopo

essenziale e

immediato di determinare la condizione delle persone,

come avviene quando imprime una qualit, (quella di


marito, d'interdetto, ec.) allora una legge personale,
sebbene ne suoi effetti possa produrre qualche disposizione

relativa

ai

beni.

Cosi lipoteca che la legge

figlio

minore sui beni del suo tutore (art. 292,


il godimento legale che il padre e nei
determinati anche la madre hanno sui beni del
fino a che questo abbia raggiunto let maggiore

(art.

228, e scg.):

accorda al

293, 1909.)
casi

zioni,

queste ed altre

bench riguardino

simili

disposi-

beni, pure fanno parte de-

Digitized by

Google

LEZIONE

78

personali, perch

gli statuti

lo stato e

il

diritto delle

VI.
il

loro oggetto essenziale

persone, mentre

sorio: e laccessorio segue

Se adunque

con s

il

il

condi-

la

modo

zione dei beni non vi regolata che in

acces-

principale.

cittadino va allestero, egli vi

porta

sue condizioni di stato e capacit. Cos, non

le

pu contrar matrimonio prima di anni 18,


15, se donna (art. 55) n adottare prima

uomo,

se

di

di 70 anni,

n se abbia discendenti legittimi o legittimali (art. 202)


quando pure nel paese in cui si trova il matrimonio e
ladozione fossero regolati da disposizioni

Quindi,

ove

un atto

di

tribunali

un cittadino

italiani

fatto

diverse

allestero,

giudicare

dovessero

devono

essi

consultare, per determinare la sua capacit, non gi


la

legge del paese in cui ebbero luogo,

ma

la

legge

italiana.

In compenso, le leggi che reggono lo stato e la


capacit dello straniero che viene in Italia sono quelle

non

del suo paese: lart. 6 formale. Esso

zione fra italiano e straniero:

dichiara nel

fa distin-

senso pi

assoluto che lo stato e la capacit delle persone ed

rapporti di famiglia sono regolati dalla legge della na-

zione a cui appartengono: e con questa disposizione,

che sancisce uno dei principi! pi incontestati del diritto

mette un

internazionale,

controversie a cui

il

termine

silenzio del Codice

ha cessato di dar luogo.

giusto tuttavia riconoscere

che due Codici avevano preceduto


zione

di

questo

principio

lAustriaco (art. 3i).

gna la pi

il

il

nostro nella san-

Prussiano

(art.

Nei Codici degli altri

5)

23) e

paesi re-

grande diversit; e alcuni, come quello

dei Paesi Bassi (art. 9) e quello abolito delle


cilie (art.

infinite

alle

Napoleone non

vanno

fino a disporre

che

gli

due Sistranieri

Digitized by

Google

DELLE LECCI CHE REGOLANO LO STATO EC.


entrati

due paesi non possono invocare

nei

79

leggi

le

amhanno

personali della loro patria. Altre legislazioni invece,

mettendo

principio sancito nelle nostre leggi,

il

fatto delle eccezioni nell interesse dei

Trait

lix.

Non

quanto simili

zioni siano contrarie ai precetti pi

internazionale,

giustizia

nazionali (V. Foe-

droit International prive, pag. 45 c seg.)

(le

necessario dimostrare

nocive

ecce-

elementari dellla
ai

buoni rapporti

ed agli interessi ben intesi delle nazioni.


In conseguenza dell art.

hanno lobligo assoluto

magistrati

di rispettare e di

italiani

eseguire le

leggi personali del paese a cui appartiene lo straniero

giudicabile, salvo leccezione


gislazioni:

ed

il

ammessa da

tutte le le-

caso in cui la legge regolatrice dello

stato e della capacit dello straniero contenga

disposizione che sia unaperta


bilit della

cisca disposizioni

come

poligamia.

Vediamo ora
I

Italia

sta

contrarie ai buoni costumi ai prin-

generali del diritto presso le nazioni civili

cipii
la

qualche

violazione dell inviola-

persona, come sarebbe la schiavit, o san-

diritti

alcuni effetti degli statuti personali.

ei rapporti

di famiglia degli stranieri in

sono regolati dalla legge del loro paese.

legge che bisogna consultare quando

que-

si tratti,

per

esempio, di giudicare sullobbligazione degli alimenti:

ed

in

errore Demangeat {Coni, ics lrangers en

France, pag. 361) quando sostiene che trattandosi di

una specie di obligazione imposta dal diritto naturale,


occorre riportarsene

La qualit

ai precetti

del diritto

comune

coniuge immutabilmente fissata dalla


legge sotto limpero della quale il matrimonio venne
di

contratto: la dignit del matrimonio, la stabilit delle


relazioni di famiglia sono

oggimai elementi

costitutivi

Digitized by

Google

LEZIONE

80

legislazione di tulli

della

VI.

popoli inciviliti.

Sono

rimente regolati dalla legge della nazione a cui


partiene
In

diritti e

codeste

pa-

si

ap-

doveri degli sposi.

per

quistioni

presentano

si

alcune

somma gravit. La prima questa l'uno straniero a cui le leggi del suo paese proibiscono
di contrarre matrimonio (per esempio,, un prete spagnuolo),ma clic possiede le condizioni richieste dalle
leggi nostre, pu egli contrarlo in Italia? Dalloz
( Lois 393)
Demol omiie, (Cours de l. C. 99), Hutteau
controversie di

Orignv {de

rispondono

pag. 350)

ltat civil

nega-

tivamente. La giurisprudenza francese e nostrale , su

questa controversia, contradditoria.

credo che

Io

debba dare una soluzione affermativa:


evidente.

Quando

legge ha imposto

la

ai

la

ragione

si

nostri tribu-

nali di rispettare le leggi del paese dello straniero, ha

inteso di provvedere

al

suo vantaggio: e questo

spirito generale delle nostre instituzioni

colo 3 del Codice

ammette

allesercizio dei diritti civili

come

quindi interpretare una legge, c supplire


zio,

il

hominum

lo

infatti larti-

godimento ed
cittadini. Dovendosi

gli stranieri al

caso di applicare

il

al

suo

silen-

principio che pr utilitate

introducta, contro ipsorum comodimi produci

nulla juris ratio pntitur. (L. 25.

ff.

de

leg.)

Ritorcere

danno dello straniero ci che venne introdotto a suo


beneficio un violare una delle norme pi elementari
a

del

diritto.

La seconda controversia che agita la dottrina e i


la donna straniera, la cui legge
patria non esige lautorizzazione maritale, pu essa
agire validamente nel Regno, obligarsi ed obligare?

tribunali questa:

Molti rispondono negativamente, considerando la potest maritale

come una

disposizione dordine publico

Digitized by

Google

DELLE LEGGI CHE REGOLANO LO STATO

EC.

8J

non pu essere violata da alcuna legge personale


degli stranieri. Ma tal ragione non ha valore di sorta:
n la morale, n la societ offesa dal fatto che una
che

donna straniera venuta iu Italia vi

conserva la pie-

nezza dei diritti che la legge del suo paese le concede.

quando

si

separano

diversit delle

non

si

quelle disposizioni essenziali

ordinamento di una nazione

retto e progressivo

al

Tra

civile.

quest

V. autoris

Repert.

ultimo pi

tar di si

rnirit.

sua

prima dottrina.
Pi grave assai
segue

giurisconsulti

vero che

quelle della

quistione se la qualit

la

che possa

un nuovo matrimonio? Quasi

sono

daccordo

nellopinare

rato

con

accompagna

E con ragione.

lo straniero in ogni paese.

impossibile

sostenere

senza erigersi a giudice delle leggi

nale,

il

in

Io

ha per

questa dottrina (28 febbraio 1800), e dichiaDemolombe ( Cours , I, 101) che la qualit di

sposo divorziato

violare

tutti

che

innanzi alla

legge nostra proibitiva; la Cassazione francese

respinta

di

leggi del suo

alle

personale straniero deve cedere

statuto

Yoet,

Cap. 7

le ragioni della

lo straniero in Italia, di guisa

contrattare fra noi


i

Ma

inferiori

conjuge divorziato conformemente


paese

les statuts,

ben

ritratt.

sua conversione sono molto

autori che

gli

giova notare

de Judiciis, Froland, Mra, sur

e Merlin,

pu

si

deve considerare come una

decisero nel senso sopra adattato


Tit.

legisla-

argomento,

su tale

giurisconsulti

ben conchiudere che


di

somma

pensi alla

autorizzazione maritale, alle dissenzioni che

zioni sull

principio fondamentale dello

virt

del quale

lo

qualit di stato e di capacit

il

contrario,

straniere e senza
statuto perso-

straniero porta

seco le

che aveva nel suo paese.

Venendo fra noi, egli presenta, col divorzio pronunciato,


Saredo, Vol.

t.

Digitized by

Google

LEZIONE

82

il

divorzio contrario

loro

nelle

e dichiarare

ol-

nazioni che lo hanno am-

le

E quando

leggi.

che

pubblica morale un

alla

ingiustamente

traggiare

messo

VI.

compiuto e irrevocabile

fallo

uri

si

che

pensi

fra

queste nazioni vi sono l'Inghilterra, lOlanda, alcuni


degli Stati germanici

Polonia,

la

il

Belgio

paesi

meno

cui moralit pubblica e privata per lo

la

uguale

P indissolubilit
del matrimonio, si comprender maggiormente la vio1 ingiustizia di
un simile oltraggio.
lenza e
In virt degli stessi principii .un italiano maritato
che va a stabilirsi in un paese in cui il divorzio
a quella delle nazioni presso cui vige

ammesso

acquista

vi

lettere

di

cittadinanza,

pu

farvi pronunciare la dissoluzione del suo matrimonio


bench la legge sotto la quale lo contrasse non ammetta il divorzio. E se pi tardi riacquista la cittadi-

nanza italiana

conserva

sua

la

qualit

conjuge

di

legalmente divorziato.
Gli

personali

statuti

padre e

figlio

determinano
naturale o

legittimo,

le

qualit

di

Ma

se

adottivo.

un tribunale straniero dichiarasse legittimo

il

figlio

naturale di un cittadino, questa dichiarazione produr-

rebbe essa

purch

effetto nel nostro

invece

contrario (Lois

il

parimente
qualit di

che

lo

a questo principio

le

s,

cosi

di

pensa

398).

che

personale

maggiorenne.

regola

la

ben vero

tribunali mettono generalmente

una

restrizione. Basandosi sul fatto

potrebbe esigere dai cittadini di conoscere

si

leggi di

leggi

pare di

Dalloz

validit.

la

statuto

minorenne e

giurisconsulti e

che non

me

giudizio sia pronunciato con tutte le guaren-

il

che ne costituiscono

tigie

paese? A

tutti

diverse

paesi sullet maggiore e minore


e

contrarie

se ne

conchiude do-

Digitized

by

Google

DELLE LECCI CHE REGOLANO

LI)

ogni qualvolta

versi lave eccezione

il

STATO EC.

SI

cittadino che ha

relazioni daffari cori lo straniero possa aver pregiudizio

Cosi se io ho contrattato con

dalla propria ignoranza.

un austriaco

maggiorenne

credendolo

mentre

se-

sue leggi, non lo , ove egli chieda lannullamento del contratto, fondandosi sulla sua incapacondo

cit,

le

la sua
domanda devessere respinta. E se il
che domanda lannullamento? Se lo domanda
un pregiudizio avuto ha diritto di ottenerlo.
Non necessario dimostrare limmoralit e lin-

cittadino

per

giustizia di

una simile dottrina,

quale, del resto

la

non pi ammissibile dinanzi alle disposizioni chiare


precise delle nostre leggi.

La

dinterdetto

qualit

tal

qualit

risultando da

straniero, non
Stato in

d inabilitato

N ha valore

dallo statuto personale.

una

retta

di

tribunale

del territorio dello

una

pronunciata.

argomento che

sentenza

pu aver forza fuori

cui venne

quistione di

che devessere accettata com.


Pi grave la quistione clic concerne lelfetto
lo stato di un forestiero, condannato a morte nel suo paese e privo di tutti i diritti civili , venendo in Italia esso retto dalle leggi
del suo paese? Quanto alla morte civile, evidente
che, essendo stata abolita dalle nostre leggi, non
stato,

delle leggi penali. Cosi

il

caso di applicarla

ai

Ma che

forestieri.

si

deve de-

cidere quanto ai diritti di cui le nostre leggi applicano


la

privazione a

certi

larmente indicati

condannati e che sono partico-

dallart.

torie per lattuazione del

3 delle disposizioni transi-

Codice

civile ?

Su questa quistione regnano pi grandi dissensi


quel ch peggio una grande oscurit. E la ragione

che coloro che

si

rifugiano

allestero per

sottrarsi

Digitized by

Googte

8i

LEZIONE

VI.

una condanna sono vittime troppo spesso


di condanne politiche. Ondech, sebbene il principio
evidente da applicarsi sia quello dellart. 6, pure si
agli effetti di

come privo dogni

considerare

esita

diritto

civile

uno straniero che forse un uomo intemerato. Qual


soluzione del problema che possa evitare le diffi-

la

d esso luogo ?

colt a cui

A mio

avviso,

il

generale da applicarsi

principio

ammesso

che ogni straniero devessere

al

e allesercizio dei diritti conferitigli dallart.

Lapplicazione e gli

dice civile.
l>enali

entro

circoscrivono

si

territoriale

effetti

limiti

godimento
3 del co-

delle

condanne

della

sovranit

e dar corso a una sentenza pronunciata

da

tribunali esteri lo stesso che riconoscere loro unautorit nel nostro paese.

Ma deve permettersi
commesso un delitto nel

impunit agli stranieri che,

loro paese

e condannati da

legittimi magistrati, si rifugiano presso di

sto

inconveniente pongono rimedio

noi? A que-

trattati di estra-

dizione. Naturalmente, le basi sulle quali sono

gene-

ralmente conchiusi, danno pochissime guarentigie agli


accusati

poich sono sottratti allautorit giudiziaria

Ma ove siano moforme della procedura destradizione, si pu

e consegnati per via amministrativa.


dificate le

condannati con quello della

conciliare

linteresse dei

giustizia.

Resta per inteso

a che

avuto

non
il

sia

l.

che

straniero,

lo

stato giudiziariamente consegnato,

pieno esercizio de suoi

diritti,

fino

ha

e che, quindi,

2.

sono validi gli atti da lui compiuti


che quando
non vi fossero trattati di estradizione lo straniero dovrebbe, per regola generale, essere considerato come
:

se nessuna pena fosse


lui.

Ma per impedire

mai
gli

stata pronunciato contro di

inconvenienti

che ne

po-

Digitized by

Google

DELLE LEGGI
Irebbero derivare,

CIIE
si

REGOLANO LO STATO EC
potrebbe ammettere

che ci avessero interesse, a provare coi


dalle

leggi o da trattati che una

esecutiva pronunciata per

uno dei

85

privati,

modi

stabiliti

sentenza penale ed
reati

comuni gene-

Talmente contemplati nei trattati di estradizione ha tolto


ad
il

uno straniero

lesercizio di quei diritti civili di cui

nostro Codice consente la privazione.

Senza dubbio, con ci non si risolvono tutte le


difficolt che si possono presentare: ma mi pare il
solo mezzo di conciliare le esigenze dellumanit con
quelle della giustizia, salvando nel
ritti

tempo stesso

di-

della sovranit territoriale.

Digitized by

Google

LEZIONE

VII.
SU

DELL IMPERO DELLA LEGGE

I beni immobili.

52.

Leffetto

immediato e diretto dellautonomia

Stato che la sua legge regna in


assoluto

BENI

entro

modo

dello

generale ed

confini del suo territorio, e

che uo-

mini e cose vi sono assoggettati senza restrizione

al

ia regola; e
si parimente veduto quali sono le eccezioni che si
fanno relativamente alle leggi personali. Resta ora a ricercare fin dove si estende limpero della legge sui beni.
Demangeat, nella sua nota al paragrafo 66 del
suo impero. Questa, come

trattato di Foelix,
fetti
1.
i

in

si

veduto,

riassume nel modo seguente

generali dello statuto reale:

quanto

classifica

beni: 2. in quanto

diritti di cui le differenti specie di

loggetto, e in quanto
al

godimento

gli ef-

bisogna applicarlo:

determina

di questi diritti: 3. in

per ragioni di pubblico interesse,

determina

beni possono essere


le

le

persone ammesse

quanto stabilisce,
regole colle quali

Digitized

by

Google

dellimpero della legge sui beni


questi diritti

acquistano,

si

si

#7

conservano e

tras-

si

mettono.
Questi sono

principii

generali:

ma

nellapplica-

zione sono soggetti a non poche modificazioni, sia per

destinazione.

lindole stessa dei beni, sia per la loro

per da osservare anzitutto

della territorialit della legge

che

ha una forza

il

principio

assai

mag-

giore per le cose che per le persone. Cosi, mentre la

regola assoluta di diritto che ogni persona soggetta,

quanto

allo stato e alla capacit

sua nazione, invece

alle leggi della

beni immobili a chiunque appar-

tengono, sono regolati dalla legge del luogo nel quale


si

trovano. Bona immobilia reguntur legibus loci ubi

sita sunt.

Se dobbiamo giudicarne dai processi verbali delle


deliberazioni che hanno preceduto la riforma del Codice Civile, pare che nellaccogliervi questo principio,
il

legislatore vi sia stato

cui laveva

gi sancito

il

determinato dai motivi per

Codice Napoleone;

che vennero formolati da Portalis, secondo


regola per cui

beni

il

motivi
tjuale la

immobili, anche posseduti da

stranieri, sono soggetti alla legge del paese su cui sono


situati,

ha

la

sua ragione dessere nel

nente del sovrano su tutto


sui singoli

beni che lo

il

dominio emidello

territorio

compongono.

marne minent, (cosi

il

Portalis, nelle sue

3 del C. N.

nexprimenl que

sullart.
la

Stato e

Les mots

do-

osservazioni
le droit

qua

puissance publique de rgler la disposition des biens

par des lois civiles, de lever sur ces biens des impts

proportiouns aux bsoins publics et de disposer de ces

mmes

biens pour quelque objet dutilit publique, en

indemnisant

les particuliers

qui les possdcnt.

Aux

ci-

toyens appartieni la proprit, et au souverain lcm-

Digitized by

Google

X8

LEZIONE

pire

telle est

Ics temps.

la

maxime de

VII.

tous les pays

Sarebbe opera lunga e per ora


errori

gli

c non
mento

et

de tous

inutile

contenuti nellargomentazione del

confutare
Portalis:

senza sorpresa che la vedo accettata dal


del Codice

di coordinazione

dovuto

ai

membri

della

com-

commissione

1,118). Mi limito dunque a po-

(voi.

che osservazioni: la prima che la teoria del dominio


eminente dello Stato sui beni, oggimai respinta da tutti
giuristi meglio inspirati dalle moderne dottrine, ha
i

potuto essere valida e lo tuttora nei paesi le cui


slituzioni fanno del governo,

cosa pubblica ,
in

un paese

vi altro

ma

il

in-

non Tamministratore della

padrone delle persone e delle cose:

non , poich il governo non


mandatario dei cittadini, il custode
La seconda osservazione me la suggeri-

libero ci

che

il

dei loro diritti.

sce

il
testo medesimo dellarticolo, il quale ammette
senza restrizione a possedere immobili anche gli stra-

nieri: per cui le parole del Portalis

an citoyen la proau souverain l'empire


non sono che una
frase vuota di senso. Giova finalmente osservare che

priet, et

il

nostro legislatore medesimo

al principio

(art. 8)

che

fa una formale eccezione


da lui sancito nellart. 7, quando dispone
sono regolate dalla legge della

le successioni

persona della cui eredit


tura siano

beni, ed

Dunque, anche

in

si tratta
di qualunque naqualunque paese si trovino.
,

beni immobili posseduti in Italia dallo

straniero sono sottratti, in materia di successione, alla


signoria della legge nazionale.
Si
i

pu dunque affermare che

beni immobili furono sottomessi,

rale,

alla

fantastico

le. v

rei sitae ,

si

la

ragione per

come

dominio eminente,

ma

perch

la

cui

regola gene-

fu, non in omaggio ad

un

natura me-

Digitized by

Googl

dellimpero della legge sui RENI


desima delle cose
gliendo

lo esigeva

ma

N'.I

legislatore

il

acco-

pi savi principii del diritto internazionale, ha

mostrato col fatto che

possesso di simili beni nello

il

Stato non avea altri limiti o restrizioni che quelle im-

comune

poste dal diritto


tadini

55.

od a

che appartengano a

sia

cit-

stranieri.

Distinzione fra beni mobili ed immobili

sorta nella

scienza una

vivissima

discussione

sulla distinzione che si la tra beni mobili ed immobili

e sulla diversit della legislazione che

Savigny

li

riguarda.

Trattato di diritto romano, voi. Vili, 300;

avverso ad ogni distinzione e respinge


guenze che se ne fanno derivare. La ragione

si

appoggia che

le

leggi reali

hanno per oggetto immediato

conse-

le

su cui

principale,

o quelle che

diritto sulle cose

il

re-

golano tutte quelle che sono situate nel dominio del


senza distinguere se

legislatore,

cittadino e straniero.

sia

Code Napolon
trina

v.

I)

Il

titolare del diritto

il

Marcad

Explication du

questa medesima

accetta

dot-

e stabilisce doversi di regola applicare la lex rei

poche eccezioni precisamente determinate.


Ma questa dottrina non venne accolta dal legisla-

sitae, salve

tore patrio,

il

che ha per s

quale sanc invece quella del Foelix.


il

consenso quasi unanime degli autori.


la quale la legge del territorio

La regola secondo

regge
plica

tutti

beni che vi sono

cos

solamente agli immobili e non

il

si

Foelix

si

estende

ai

ap-

mo-

Ci pare invece fuori di dubbio che, quanto ai


mobili, lo statuto personale deve vincerla sullo statuto
bili

reale

Per

la

natura delle cose

porali, sia incorporali

mobili

non hanno, rispetto

sia cor-

agli

immo-

Digitized by

Google

LEZIONE

90

VII.

trovano

Itili,

una sede

essi

dipendono necessariamente dalla persona

dividuo cui spettano


egli
il

luogo

fissa nel

cui essi

in

si

dell in-

e subiscono la destinazione

che

d loro. Presumendosi che ogni individuo riunisca

suo patrimonio nel luogo del suo domicilio, cio,

venne sempre con-

nella sede principale de suoi affari,

siderato che, in diritto,

mobili

trovano nel luogo

si

poco im-

del domicilio di colui

al

quale appartengono

porta se, in fatto, vi

si

trovano o no. In forza duna

Unzione legale sono considerati come seguenti


sona

stato e

come

capacit

la

la per-

soggetti alla legge stessa che regola lo


della

persona:

legge

questa

quella del domicilio (o, pi esattamente, secondo lart. 6


del titolo preliminare del nostro Codice, quella della na-

zione a cui

persona appartiene ): di qui

la

regola;

la

mobilia sequuntur persona^: mobilia ossibus inhaerent.


In altri termini

lo statuto personale

corporali e incorporali
essi, reale, in

questo statuto

un gran numero

T.

di autori,

medesima

dottrina,

I,
i

(Foelix,

Gl ). Qui

quali

tutti

che ebbe

mobili

rimpetto ad

conseguenza della finzione che

trovarsi nel luogo da esso retto

droit intcrnational prive

sata la

governa

il

li

reputa

Trait

de

Foelix cita

hanno profes-

la

sanzione del

nostro Codice.

H. Delle eccezioni fatte alla regola


che mobili seguono la persona.
i

Lart. 7,

zione

dopo aver proclamata

che regge

beni

sce riguardo a questi ultimi

seguenti

la

diversa legisla-

mobili ed immobili
uneccezione,

stabili-

nei termini

salve le contrarie disposizioni della legge

del paese nel quale

si

trovano

Nei processi verbali

Digitized by

Google

dellimpero della legge sui BENI

IH

commissione coordinatrice del Codice civile troviamo spiegato il motivo di questa eccezione. Possono

della

presentarsi dei casi in

trovano
principio

cui le leggi

mobili contengano

questo

accolto in

presso di noi per

Ci

articolo.

ove

si

contrarie

al

paese

del

disposizioni

avverrebbe

legge sulla ricchezza mobile

la

per

quelle sugli stipendi e sulle pensioni pagale dallo Stato:


ci potrebbe
di leggi
si

parimente succedere per

Urgeva dunque provvedere a che

straniere.

evitassero

cui

conflitti

silenzio

il

avrebbe potuto sicuramente dar luogo


veduto col generalizzare

qualunque
al

sia

il

che

principio

paese
i

la disposizione

il

la cui

mobili

legge

della

e vi

prov-

si

principio, in virt del quale,

legge porta uneccezione

seguono

questa

persona,

la

eccezione devessere mantenuta.


Altre eccezioni sono fatte a cotesto principio

sono determinate dalla diversit


mobili stessi

cos esso

circostanze o negli
lazione

non

atti in cui

beni

il

possesso vai titolo

la finzione

mobili,

invoca

quando

si

la

come

massima

vuole figurare

pegno sui me-

evidente che in tutti questi casi ve-

che

fa aderire alla

persona

questi devono esser retti dalla lex rei

(V. lottimo

55.

mobili o esercitare un diritto di

nendo a cessare

voi.

proprietario

in caso di contestazione o di reclami sulla

desimi e simili.

mobili non hanno re-

del

propriet dei medesimi, quando

che

dei beni

riceve applicazione nelle

intima colla persona

avverrebbe

dell indole

commento

dei

signori Astengo ed

sitae

altri,

I, 125).

Dei beni considerati

come patrimonio.

S gi accennato pi innanzi alla eccezione fatta


dallart. 8 del titolo

preliminare al disposto dellart. 7

Digitized by

Google

LEZIONE

!1'2

sui beni mobili ed immobili.

VII.

La

lettura del testo

desimo ne dimostra limportanza:

me-

successioni le-

le

gittime e testamentarie per, sia quanto allordine di

succedere
la

circa la misura dei diritti successorii e

sia

intrinseca validit delle disposizioni, sono

regolate

dalla legge nazionale della persona, della cui eredit


si

qualunque natura siano

tratta, di

lunque paese

trovano

si

beni ed in qua-

Un giurisconsulto

francese (Huc, le Code civil itaCode Napolon, pag. 23) ha creduto di vedere

lieti et le

una contraddizione assai grave

Secondo

e quello dellart. 8.
la

fra

lui,

il

disposto dellart. 7

difficile

comprendere

vera economia dellart. 8 combinato col precedente.

Ma da un

della lettera e dello spirito di

analisi

queste due disposizioni egli condotto a riconoscere

che
si

si

conciliano perfettamente, perch la loro dottrina

pu formolare
mobili,

regolali dalla

modo

in

che riguarda

tutto ci

esplicito e chiaro, dicendo:

individualmente
legge del

considerati,

paese in cui
la

si

procedura di esecuzione,

possono essere soggetti

privilegi a cui

per

zioni di possesso necessarie ad acquistarne

mediante
simi

iono senza eredi o


:

ma

le

la

cui

eredit

trasmissione

successione o per testamento sar


del proprietario.

che

il

le

condi-

dominio

la prescrizione, pel diritto dello Stato di fal-

beni vacanti, e quelli delle

e simili

saranno

trovino, per

Si

tratta

si

fa

tra

in
i

beni considerati
sitas tnris

il

persone che muo-

sono

dei

sostanza di applicare
beni

considerali

abbandonate,

beni mobili per

regolata dalla legge

la

distinzione

individualmente e

come formanti un patrimonio, univerpatrio ha troncato le di-

legislatore

scussioni a cui dava luogo

incertezza

delle disposi -

Digitized by

Google

DELL IMPERO DELLA LERCE SUI BENI


zioni dei Codici,

accettando

risolutamente

tri

le

dottrine

pi liberali del diritto internazionale.

Tre erano

sistemi principali che

si

discutevano

estensione del diritto successorio circa V univer-

sulla

dei beni lasciati da

salit

Secondo

un defunto.

lapplicazione dello

gli uni,

statuto per-

sonale del defunto in materia di successione

ammettersi che

mobili,

pei

ma

deve essere

non pu
rispinta

quanto agli immobili: questi sono esclusivamente e sempre regolati dalla lex rei sitae, senza che occorra fare

distinzione alcuna fra

un immobile

dere a

il

caso in cui

si tratti

di succe,

particolare o alluniversalit della

successione di un individuo.

La maggior

parte dei giurisconsulti francesi pro-

pendono verso questo sistema:


cessioni particolari quanti
situati gli

ammettono

essi

sono

tante suc-

territori in cui sono

immobili provenienti dal defunto: quot

siiti

bona diversis territoriis obnoxia, totidem patrimonio in-

pure di questo av-

telliguntur. Foelix (voi. I, 60) egli

primo principio, dice

in

egli,

materia di con-

viso.

Il

flitti

di leggi, che quelle di ciascuno Stato reggono

beni situati nel suo territorio. Egli

ammette per

forza degli argomenti recati contro questo sistema


tinti

la
at-

in parte nel diritto civile, e in parte nel vantaggio

comune delle nazioni

ma

nessun Codice avendo ancora

disposto in tal senso, bisogna riferirsi ai principii vigenti.

al

singolare che

il

Demangeat

Foelix, ha citato a pi riprese

il

il

quale, nelle note

nostro Codice, non

abbia rettificato questa ultima asserzione

ricordando

il

dellautore,

disposto dellart. 8.

Un secondo sistema vuole

invece che

si

segua

la

legge della situazione per ciascuno dei beni ereditari,


tanto mobili

come immobili.

Digitized by

Google

LEZIONE

94

VII.

finalmente quello che venne adottato

terzo

Il

dal nostro legislatore, e clic

si

fonda sulle considera-

zioni pi elevate e piu razionali di giustizia e di


lit

pubblica e privata; e

imparzialmente,

esponendolo

uti-

Foelix, sebbene ne dissenta,

il

nc

riconosce

forza

la

morale.

Quando,
succedere a

colla
tutti

morte
suoi

di

un individuo,

diritti, a tutto

si

tratta di

suo

il

patri-

monio ( universum patrimonium) questo considerato


come un insieme, ( universit s juris), senza riguardo
o distinzione per gli oggetti particolari che lo compone questa

gono:

universalit rappresenta

il

diritto del

defunto, anche prima dellapprensione fatta dallerede:

nondum

adita hereditas personae vicem sustinet,

redis futuri, ned defuncti (L. 31, 1,

tT.

Lerede succede in seguito in questa


soltanto clic

allora

rappresenta

la

De Her.

formando

continuazione della persona di questultimo,

seguire per

sono

regola

soggetti

tutti

il
i

di lui

he-

insti).

persona del de-

funto. Luniversalit dei beni del defunto


la

non

universalit: ed

si

statuto personale,

beni compresi nella

cosi

deve

a cui

successione.

Questa dottrina riposa inoltre su non poche altre

La successione

ha per base la volont presunta del defunto: ora non avendo egli co-

ragioni.

nosciuto,
del suo

passare

mato.

nazioni

per regola generale, altre leggi che quelle


paese,

intestata

si

deve ammettere che ha inteso

suoi immobili ai parenti che esse

da

hanno

far

chia-

ricordarsi in secondo luogo che tutte

ammettono

le

nel loro territorio lesecuzione dei

testamenti consentiti dallo straniero nel suo paese, se-

condo le forme che vi sono prescritte: questi testamenti


non sono altro che lespressione formale della volont
del defunto, sancita dalla legge civile del suo paese:

Digitized

by

Google

dellimpero della legge sui beni


per cui naturale che

quando

identico,

Che

essa sola che

un elleno

pronuncia e decide.

dire poi degli inconvenienti che risultano dalla

divisione dei
ticolari,

05

dia a questa legge

si

patrimoni

successioni par-

in differenti

dal caos inevitabile che

ne deriva, dai con-

di diritti e dinteressi tra eredi e creditori,

flitti

processi a cui

e dei

apre ladito? Non questa una con-

si

siderazione di suprema importanza?

che

come osserva

inoltre evidente,

che regolano

leggi

stato e

lo

persona, perch c- impossibile

senza

modo

si

le

capacit

della

concepire un patrimonio

persona che

idea della

quale in qualche
lunit
altro

Zaehariae (31)

il

patrimonio non pu essere retto altrimenti che

il

dalle

possegga

lo

con

la

confonde. Per cui. riconoscendo

giuridica del patrimonio?

che sancire un principio del

il

legislatore

non

la

diritto universale pro-

clamato dalla scienza e accettalo come regola essenziale


delle leggi interne di ogni

paese civile.

Giova finalmente osservare che


perfettamente disinteressata
proibizioni,

nella

resto,

quell

cosa pubblica

carichi e le imposte che pesano sull

mobile possono tuttavia produrre


del

la

quistione. perch

il

le

im-

loro e (Tetto, e che,

poco importa allo Stato chi erediti questo o

immobile.

Questi principi prima esposti da Gujaccio (27. consulto),

vennero luminosamente sviluppati dai pi autore-

voli giurisconsulti fra

Hamm;

quali giova citare Mittermajer e

e pi recentemente un dotto magistrato napo-

letano, Viscardi,

riassumeva con vigorosa concisione

principali argomenti in favore della dottrina sancita dal

Codice:

l'

universum

affatto ideale:

desso

obbligazioni, che

si

si

ius, diceva egli,

compone

di

un

un obbietto

tutto di diritti e

sottrae allo sguardo delluomo e non

Digitized by

Google

LEZIONE

96

ha sede unica e
vesse

VII.

diritto ereditario seguir do-

il

diversi statuti dei diversi luoghi ove sono

ereditari,

oggetti

gli

Se

lissa.

V universum ius dovrebbe

uno stato errante

cepirsi in

in tutti

siti

con-

luoghi; anzi,

la

parte incorporale rimarrebbe fuori statuto, perch senza

Ogni rapporto di diritto va governato dalla

sede.

del luogo dove ha la sua sede.

La sede

della succes-

sione quella deH'ultimo domicilio del defunto:

entrano

ivi

in

persona cui

si

ereditarie e di
Il

stintivo

diversi oggetti ere-

come

membra dis-

le

persona giuridica , togliendole

la

il

carattere

di-

questa una falsa idea di


un avanzo del duro albinaggio. Che

individualit

territorialismo ed

indipendenza degli Stati ed

beni
della

qualunque natura esse siano.


statuti debbano regolare

luoghi dove trovansi

sarebbe un fare in brani

serto,

se

successorio

supporre che tanti

quanti sono
ditarii

riguardo

per

natura personale, dovunque sieno site le cose

di sua

considerazione

riportano: quindi lo stato

legge

il

diritto di formalit

buon accordo delle nazioni e la


comune utilit consigliano un lieve sacrificio del potere
territoriale pur compensato dal diritto di reciprocit
stabilito, se non dai trattati, dalla scienza....
Queste riflessioni hanno ornai fruttato nella scuola
meritano

rispetto,

il

labbandono completo del principio di territorialismo,

meno

nei

casi

di

una divergenza assoluta delle idee

governative che tengono

al

benessere di ciascun paese,

come

in fatto di feudi

di

fedecommissi

sela

di dazi, ec. In questi casi le leggi riguardano pi

le

cose che

le persone.

di

maggiora-

Osservazioni sul progetto Mi-

ghetti) .

Nella relazione

al

Re che precede

il

Codice sono

esposte le ragioni che determinarono la sanzione

Digitized by

di

Googl

dellimpero dell\ legge sui beni


questo importante principio.
dottrina

di

97

Egli era codesto un tema

vivamente disputato fra

gli

scrittori

del

giure internazionale, e la giurisprudenza vi

si

gliava intorno con variet di opinioni e di

massime.

Prevalea per
il

il

trava-

concetto certamente razionale,

essere

diritto successorio essenzialmente di famiglia, e quindi

seguace della persona; n, daltro canto,

buon fondamento invocare


territoriale,

avvegnach

il

principio
principio

colai

con

potersi

della sovranit

non

avrebbe

azione e competenza legittima a governare quella parte

intima e inalienabile dogni Stato che tiene aliordinaraento del diritto successorio,

che vuoi dire,

il

al di-

publico interno. Aggiungasi che lapplicabilit di

ritto

codesto principio nuovo va contenuta dai giusti e insorpassabili confini segnati dal finale art. 12,

nettamente sancisce che in niun caso


e le sentenze di

le

un paese straniero e

quale

il

leggi, gli atti


le private

con-

venzioni potranno derogare alle leggi proibitive del Re-

gno, concernenti le persone,

beni e gli atti, n alle

leggi riguardanti lordine pubblico e

Di che la irrepugnabile
in

niun

caso

successorio

buon costume.

concernenti

diritto

il

avrebbero potest di turbare ed incagliare

quelle provvisioni
lare

il

conseguenza che, non mai e


straniere

le leggi

legislative

che intendessero a rego-

beni e la propriet territoriale, siccome meglio

richiedano le alte ragioni del pubblico interesse....


Cosi adoperando

ci

avvisiamo di avere meritato

bene della civilt odierna, inscrivendo arditamente nel


novello Codice italiano un principio altamente progressivo e liberale che porger pure,

osiamo sperarlo, un

imitabile esempio alle altre nazioni che vanno

si

innanzi

nel civile progresso .

stato espresso

Saredo, Voi.

I.

per

il

timore che questa

bella
7

Digitized by

Google

LEZIONE

98

VII.

ed ardita innovazione del nostro Codice possa dar luogo


a qualche inconveniente a

siedano allestero. Poniamo,


tadino

muoia

danno degli
si

disse,

che pos-

italiani

che un nostro concit-

intestato lasciando beni immobili

un

in

paese straniero, le cui leggi stabiliscano un ordine di suc-

cedere diverso dal nostro: potranno

suoi successori

ottenere che la divisione di questi beni sia fatta secondo

legge nazionale della persona

la

tratta ?

Se non vi sono

cui eredit

della

trattati di reciprocit, noi

reso bens servigio agli stranieri,

ma

essi

si

avremo

non avranno

per noi.
Questo stato di cose senza dubbio deplorabile.

fatto altrettanto

Ma

giova osservare che se la disposizione del nostro Co-

dice giusta ed equa

doveva essere sancita, indipen-

dentemente da ogni altra considerazione: che la giustizia qui si accorda con lutilit, perch i vantaggi

da quella

recati sono evidenti e

numerosi

che

concittadini allestero saranno avvantaggiati

disposizione, in quanto

che

essi

assicurati di

nostri

troveranno migliori

condizioni e patti nei loro affari con


quali,

da questa

gli

trovare nelle leggi

stranieri,
italiane

una

protezione efficace dei loro diritti, saranno tanto pi


facilmente disposti a contrattare e ad allargare in Italia
il

cerchio delle loro operazioni

piccol titolo donore per la

finalmente che non

nazione italiana di aver

prima promulgato un principio cosi generoso e cosi


progressivo. E siccome le idee giuste finiscono sempre
con trionfare: cos possiamo essere certi di vedere
il

principio dellunit giuridica del patrimonio in

teria di successione accolto dalla


i

ma-

legislazione di tutti

popoli inciviliti.

Digitized

by

Google

LEZIONE
DELLIMPERO

56.

DELLA

Degli

atti

Vili.

LEGGE SIGLI

ATTI

generale.

in

Quello stesso spirito di giustizia che ha inspiralo


patrio

il

legislatore nel

regolare la condizione delle

persone e dei beni domina in tutta


che nelle
la

norme che ha

la

iscritto

della
(art.

comprendere nel tempo stesso

fatti

dell

uomo

(1).

legge d a cotesta parola

per

gli atti

che

trovo

due diversi

il

testo

significati

934).
Gli atti regolati dagli articoli 9 e

minare

si

giudiziali

le

E prendo

parola atto nel suo duplice e completo significato

facendole

le

sua pienezza an-

tracciate per gli atti.

10 del

possono dividere in due grandi categorie

ed

atti

estragiudiziali

solennit o formalit

primi

forme dei procedimenti,

(4)

comprendono

Fox acics,

le

atti

concernono

competenza,
prova , lesecu-

richieste per la
i

mezzi

di

zione delle sentenze e degli atti, e simili


giudiziali

titolo preli

gli atti estra-

convenzioni espresse, unilate-

dice la L. 19

ff.

de veri, tig., est generale

verbum, sire verbi, sive re quid aga tur.

Digitized by

Google

LEZIONE

100

Vili.

rali o bilaterali, a titolo gratuito

come pure

le altre

rebbero

atti di

gli

che costituiscono
Gli

disposizioni

o a titolo

dell

oneroso,

uomo,

quali

ultima volont, e finalmente

sa-

fatti

quasi-contratti.

atti estragiudiziali

essendo in qualche

modo

la causa, la ragion dessere degli alti giudiziali, e questi

ultimi non essendo che la guarentigia e la sanzione

primi, importa cominciare con lesame di

dei

quelli

che dipendono direttamente dalla libera volont

del-

luomo.

norme

relative agli atti estra-

provvede con

le disposizioni seguenti:

Lart. 9 contiene le
giudiziali, a cui

anzitutto esso dichiara che le forme estrinseche degli


atti tra vivi e

dultima volont debbano essere deter-

minate dalla legge del luogo in cui sono

nondimeno in
guire le forme
sia

comune

fatti.

Lascia

facolt dei disponenti o contraenti di se-

purch questa
Dispone inoltre che la so-

della loro legge nazionale,

a tutte le parti

stanza e gli effetti delle donazioni e disposizioni dul-

tima volont

si

reputino regolate dalla legge nazionale

dei disponenti: e termina collo stabilire che la sostanza

e gli

effetti delle

lati dalla

obbligazioni debbano riputarsi rego-

legge del luogo in cui furano

fatti,

e, se

contraenti stranieri appartengono ad una stessa nazione,


dalla loro legge nazionale.

Tracciando queste norme generali,

il

legislatore

non ha per voluto vincolare la libert dei disponenti


o dei contraenti: e, mentre sincarica di supplire al
loro silenzio, cerca per di salvare

noscendo loro

la facolt

di

loro diritti, rico-

dimostrare, ove occorra,

quali fossero le loro intenzioni circa la legge che do-

vea regolare

gli atti loro.

Determinate

le condizioni

relative agli atti estra-

Digitized

by

Google

DELL'IMPERO DELLA LEG3E sugli atti.

procedura giudiziaria,

di

si

provvede

soluzione

alla

atti

conten-

Ed ecco

in

qual

quistioni che

delle

sono insorte su questa intricata materia.

le

gli

giurisdizione

sia in

ziosa, sia in giurisdizione volontaria.

modo

iOJ

concernono

passa a quelle che

giudiziali, si

Anzitutto

il
principio generale che la competenza e
forme del procedimento sono regolate dalla legge
luogo in cui segue il giudizio: quanto ai mezzi

stabilito

del
di

prova delle obbligazioni,

essi

sono determinati dalle

leggi del luogo in cui latto fu fatto. Affinch le sen-

tenze
civili

pronunciate da

autorit

straniere

in

materie

possano avere esecuzione nel Regno, disposto

che debbano

esecutive nelle forme

codice di Procedura

dal

stabilite

dichiarate

essere

che con convenzioni

civile:

internazionali

si

per

salvo

apporti qualche

modificazione a questo principio, che per general-

mente accettato dalle legislazioni europee. I modi


mente di esecuzione degli atti e delle sentenze
regolati

dalla

legge

del luogo in cui

si

final

sono

procede alla

esecuzione.
Tali sono
ci

principi! generali sanciti dal Codice, in

che concerne tanto

giudiziali:

il

gli atti giudiziali

legislatore

ebbe cura

di loro:

il

secondo,

conservata
esiste altro

gli estra-

armonizzano

due
fra

primo, quello della persona, la cui autono-

mia rimane inviolata, in qualunque


il

come

di guarentire

interessi che, lungi dal contraddirsi,

quello

paese

si

trovi

sovranit dello Stato, che

della

intera in tutto

ci

che essenziale. Non

codice in Europa in cui siano cosi felice-

mente risolte tutte le gravi quistioni che affaticano e


dividono gli scrittori di diritto internazionale privalo,
e

che forniscono

tanti

dissensi

alla

giurisprudenza

straniera.

Digitized by

Google

LEZIONE

102

57.

Vili.

Delle forme estrinseche degli


fra vivi e dultima volont.

atti

fra vivi

quanto

che sia

la

e direttivo della nostra


forma estrinseca tanto degli atti
d ultima volont pu dirsi
proclamazione deUautonomia individuale.

Ci che

si

proposto

essenziale

principio

Il

legge civile circa la

diritto

di quelli

il

legislatore si di sancire

che ha ogni persona di scegliere

legittimi di azione

tutti

quei

il

modi

che crede preferibili, perch sia rag-

giunto lo scopo a cui mira.

La massima che

locus regit

actum

significa in so-

stanza che la persona non legata alla gleba del suo


paese, e che, qualunque sia la regione in cui
si

si

trova, le

riconosce la facolt di emanciparsi dalle leggi patrie,

di contrattare

Col fatto

e disporre

secondo

le leggi del

luogo.

solo che lo straniero venuto

liberamente
che litaliano andato allestero, 1 uno e
hanno implicitamente dichiaralo di conformarsi

in Italia o
laltro

alle leggi del paese in cui si trovano in tutto ci che


non contraddice alla loro capacit personale: quindi,
nel silenzio da loro serbato sulla forma del contratto

o del testamento,

dovendosi supporre che desiderino

anzitutto la validit

dellatto

loro, la

accorda

legge

loro questa protezione efficace, e dichiara che gli effetti dellatto

saraimo

gli stessi,

come

se avesse avuto

luogo nel loro paese.

Questa presunzione della legge essa arbitriaria?

Evidentemente, no: ch anzi fondata

sulla

natura

medesima delle cose.


Poniamo il caso di una convenzione bilaterale: - o
si tratta di uno straniero e di un cittadino ; e in que-

Digitized by

Google

dell impero della legge sugli atti.


sto caso

nulla di pi

niero a conformarsi
tiene

il

alle leggi del

tengono ad una

due individui che appar-

tratta di

si

paese a cui appar-

quale contratta, e che venuto

cittadino coi

a cercare:

103

che obbligare lo stra-

logico

comune, ma che si trovano


dopo aver stabilito che,

patria

allestero, e allora la legge,

nel loro silenzio, latto regolato dalla legge del paese

cui sono spontaneamentp venuti, non pretende per

in

vincolare la loro libert d azione; e riconosce loro

il

forme della legge nazionale.


provveduto alla guarentigia di
interessi e di tutti i diritti. Qualunque sia la

diritto di seguire le

In questa guisa
tutti gli

legge di cui

si

si

sono osservate

le disposizioni nellatto, nei

limiti indicati dallart. 9, esso

produce

torio,

quando anche

suoi effetti sui

sopra un altro terri-

beni mobili ed immobili situati


le leggi di

questo territorio

gessero formalit diverse e pi complicate.


juris

non

medesimo,

testamento

luogo in cui
sia

che

cilio,

il

sia

trovava

si

che

Lutilit,

strata dal

il

forza pel

fatto

si

al-

ritorno

al loro paese:

secondo

le leggi del

disponente, sempre valido,

disponente ritorni

al

paese del proprio domi-

trasporti in altro paese.

anzi

principii sanciti

lo

della sua

persona o delle persone contraenti

della
il

perde nulla

esi-

vinculum

mantiene intera la sua forza per lutti.


Appena occorre aggiungere che latto passato

lestero

Il

la

necessit

dall art.

Voet {Ad

ff.

tit.

dellapplicazione dei

9 stata

De

chiaramente dimo-

Stututis, 12, 13),

il

quale

fonda sulle seguenti ragioni, adottate pure dal Foelix

(74):

1.*

necessit di evitare alle persone che possie-

dono beni in diversi paesi limpiccio e

la difiicolt di

redigere tanti testamenti o tanti contratti quanti sono


gli

immobili

situati

sotto limpero di leggi differenti.

Digitized by

Google

LEZIONE

tOi

o di adempire

solennit

tutte le

situazione dei

Vili.

un medesimo testamento o

in

diversi

prescritte nei

beni: 2.

individuo, sorpreso

all

impossibilit

contratto

luoghi della

nella

quale un

estero da una malattia mortale,

pu trovarsi di adempire le formalit prescritte nel


paese del suo domicilio o nel paese della situazione
dei suoi beni: 3. necessit d impedire che gli atti fatti
di buona fede siano annullati troppo facilmente senza
colpa della parte:

<4.

per la gran mag-

impossibilit

gioranza degli uomini di conoscere le forme prescritte


in ogni localit.

Levidenza di queste ragioni tale che

ma

la

massi-

actum pu dirsi oggimai generalmente


come un principio di diritto internazionale

locus regit

accettata
privato.

plicarla

nelle sue ultime conseguenze: baster

una

la

giurisprudenza francese non esita ad

ap-

citare

della Corte di Cassazione ( 13 gennella quale venne deciso che resistenza


matrimonio legittimo pu essere costatata,

sentenza

naio

1857),

legale del

conformemente allo Statuto di un paese estero (Pensilvania) anche nel caso in cui non vi sia n atto civile, n atto religioso, n atto autentico, e neppure
atto privato,

ma

semplicemente

la notoriet risultante

dalla coabitazione e dalla riputazione in qualit di


rito e

atti

ma-

moglie legittimi.

Ma che regola da seguirsi


che, come la lettera di cambio

di molti contratti,

in

relativamente a certi
,

si

possono comporre

luoghi diversi? Secondo alcuni

la
il luogo in cui accettata quello che determina
forma dellatto, e quindi la sua validit e gli effetti

che ne derivano, anche


la

forma

pei giratarii.

Ma

questa

dot-

principio

che

di ciascuno dei contratti successivi a cui

pu

trina erronea

e deve invece adottarsi

il

Digitized by

Google

dellimpero della legge sugli atti.

105

dar

luogo una cambiale regolato dal luogo in


compiuto.

Sostanza ed

58.

degli

effetti

cui

vivi

atti tra

e dultima volont.
Se dalla forma degli atti passiamo agli effetti ed
sostanza, abbiamo tre quistioni fondamentali da

alla

esaminare:
Qual la legge che regola la sostanza e gli
fetti delle

obbligazioni, quando

delle

ef-

donazioni e dei testamenti?

Qual la legge che regola la sostanza e


i

gli effetti

appartengono a

contratti

diversi paesi?

quando appartengono

Quando

si parla della sostanza di

concetto che
lagente: ora,

si

paese?

allo stesso

un

atto,

il

primo

presenta quello della capacit del-

come

risulsta dallart. 6, chi

regola la

capacit della persona la legge della nazione a cui essa

appartiene. Quindi, per giudicare se le condizioni necessarie alla validit intrinseca di


pite o

no, bisogna consultare

un

alto sono

adem-

la legge nazionale dei

contraenti o dei disponenti.


Si tratta di contrarre
lit

matrimonio? Per

la

forma-

estrinseca dellatto, si segue la legge del paese in

cui ha luogo:

ma

per la sostanza e gli

effetti

sario seguire lo statuto personale degli sposi.

neces-

Un

Ita-

una donna spagnuola:


quali leggi dovranno essere osservate? La legge itaiana, per lo sposo, la legge spagnuola, perla sposa^

liano, poniamo, sposa a Parigi

in tutto

ci che

concerne

le

condizioni det, di pa-

rentela, le condizioni pecuniarie ec. Si osserva invece

Digitized by

Google

LEZIONE

10G

Vili.

francese in quanto riguarda le forme per la

la legge

celebrazione del matrimonio.


Cosi pure per testare
Italia

secondo

ma

per

per

la

forme

le

gli elfetti

un francese pu

testare in

Codice:

dal nostro

suo testamento,

sostanza del

la

sua capacit,

stabilite

dei

la disponibilit

discorrendo, non dovr essere consultata

beni,

e via

c e la

legge

francese.

La
atti

quislione per che ha dato e d luogo a

dissensi quella che concerne la validit

giori

ammette,

dei minori. Si

magdegli

generale, che

in tesi

la

capacit regolata dalla legge nazionale del contraente;

per cui

il

minore

in

Ispagna o in Austria

che ha ven-

tiquattro anni, tale anche in Italia, la cui legge mette

termine

alla

minorit a vent un anno

che se egli contraesse obbligazioni

ne viene quindi

proibite a

nore, con un italiano, sarebbero nulle.

Il

un mi-

principio da

applicarsi che qui curri alio contrahit, vel est, vel debet esse

non ignarus conditionis

ejus.

L 19

pr.

de

ff.

reg. jur).

Ma, ammesso

il

principio,

si

scende a molte

cezioni, dedotte dallinteresse dei cittadini,


dice,

potrebbero essere

nieri.

La maggior

stengono

ec-

quali,

malizia degli

si

stra-

parte dei giurisconsulti francesi so-

conseguenza che quando

in

minore ha

lesi dalla

uno straniero

stretto in Francia dei contratti

con un fran-

cese, ogni qual volta ne possa derivar pregiudizio per

questultimo,

si

debba applicare

allo straniero la

legge

francese sulla capacit. Tale dottrina ha trovato qual-

che adesione anche in

Ma
poggia.

Italia.

evidente che nessuna ragione giuridica lapIl

cittadino che tratta con lo straniero

obbligato

non vi

da nessuno. Prima di decidersi a trattare

Digitized by

Google

DELL IMPERO DELLA LEGGE SUGLI ATTI.

prendere tutte

dovea

peggio per lui

fatto ?

lha

imputet sibi
la sua neottimamente Foelix, non pu creare un

gligenza, dice

in suo favore,

titolo

107

Non

informazioni necessarie.

le

ma

deve

piuttosto recargli pre-

giudizio.

Non

pu negare per altro che la gran variet


legislazioni sulla maggiore et pu essere causa

delle

si

gravi dissidi e inconvenienti.

di

E merita somma

lode

una savia disposizione del Codice di procedura civile di


Prussia,

quale, a metter fine ai dubbi che possono

il

sorgere per questa ragione, porta che ogni individuo,

qualunque sia
maggiore
legge,
dei

la

allet di

come

nazione a cui appartiene, presunto


25 anni (P. I, T. I, art. 6). Nessuna

noto, mette la maggiore et al di sopra

25 anni: la

disposizione

della

legge

prussiana

dunque perfettamente ragionevole e fondata.

Che

la sostanza e gli effetti

ultima volont
zionale del

8,

lart.

il

delle

disposizioni d

debbano essere regolati dalla legge na

disponente un principio gi sancito dalquale sottometteva a questa legge tanto

successioni legittime quanto le testamentarie


llordine di

successori,
Si estese

sia

succedere, sia circa la misura dei

e la intrinseca validit

delle

le

quanto
diritti

disposizioni.

lo stesso principio alle donazioni, per la grande

attinenza

che

vi fra esse e le disposizioni di

ultima

volont.

Le ragioni su cui

si

fondano

chiaramente indicate dal Foelix:


nella

gli articoli

8 e 9 sono

una regola, attinta

natura dello spirito umano, fa supporre che la

volont di

ciascun

della vita civile

si

individuo -che proceda ad un atto


sia

riportata piuttosto ai fatti che

conosce che a quelli che gli sono ignoti. Quindi, ogni


volta

che

si

tratta

del

valore intrinseco di un testa-

Digitized by

Google

LEZIONE

410
in cui la

prima lettera o

vuto, e da cui parte

risposta

la

portante accettazione

Vili.

primo telegramma

il

della

nel luogo dellaccettazione che

si

rice-

o telegrafica

scritta

proposta:

e ci perch

completa, anzi, prende

1 obbligazione.
Si presume, dice giuSavigny, che lautore della proposta si
ha ricevuto

esistenza legale

stamente
recato

il

al

domicilio dellaltra parte, e vi

suo consenso.

il

50.

Della legge che regola la competenza


e la forma dei procedimenti.
Se vi principio di diritto
gli scrittori

tutti

internazionale su cui

daccordo,

siano

sancito dalla legislazione di tutti

che la competenza e

luogo in cui segue

late dal

esempio, dice

il

e che possa

paesi,

dirsi

cotesto;

forma dei giudizi sono rego-

la

Foelix, che

il

giudizio.

Non

si trova

una nazione abbia mai

ac-

cordato un effetto qualunque nel suo territorio alle leggi


straniere, concernenti
la

forma

competenza delle autorit

di procedere dinanzi ad esse

le formalit

azione

la

da osservare per introdurre

dinanzi ai tribunali,

questi devono

come pure

Quindi,

tutte

e dirigere una
le

regole che

seguire per rendere una decisione, non

possono essere se non quelle della legge del territorio


in cui si

deve giudicare

Come conseguenza

la controversia.

e applicazione di questo prin-

cipio bisogna giudicare,

secondo

le leggi di

ciascuna

nazione, se una causa devessere portata dinanzi


giurisdi'ione ordinaria,

eccezionale; in

dinanzi

Inghilterra e agli

alla

una giurisdizione
Stati Uniti, se ra-

zione appartiene alla giurisdizione del diritto comune

o a quella dellequit:

negli, altri paesi, se

si

Digitized by

deve

Google

dellimpero della legge SUGLI ATTI.

consequens ut id sequrtmur quod in regione

crit

10!)

actum

acturn est: aut si non pateat, quid

quoti

sit,

in qua

actum est, frequentatur (L. 34, De reg. jur).

Vedi

pure lart. 1134 del Codice Civile.


Il

Foelix, svolgendo questa dottrina, crede

giudice straniero

il

cui

in

latto fu

che

nel consultare la legge del paese

passato,

non

considera

la

come

gi

una legge avente forza e vigore, n le obbedisce;

segue soltanto come mezzo

la

dinterpretazione

ma
del

contratto su cui sia sorta la controversia (96).

Foelix pu

Lopinione di

valere

in

Francia

ed

altrove;

ma

legge.

termini precisi e imperativi dellart. 9 impon-

gono

al

giudice

italiano di applicare alle convenzioni

stipulate allestero la

solo alla

forma

Tutte

legge

ma

massima locus regit actum non

altres alla sostanza

le disposizioni

naturalmente
la

apertamente contraddetta dalla

in Italia

all ipotesi

che precedono

ed agli
si

effetti.

riferiscono

del silenzio delle parti

che deve regolare

la

sostanza e

gli

circa
effetti

ove per esse lavessero esplicitamente determinata, sono pienamente in diritto di far

delle convenzioni:

prevalere la loro volont: e lultimo

capoverso

del-

9 riconosce nel modo pi formale questo diritto.


Giova per ricordare ancora due principii di diritto generalmente riconosciuti.

lart.

primo che,

Il
i

in

mancanza di convenzioni espresse,


matrimoni compiuti

beni della societ coniugale, nei

allestero,
rito;

sono regolati dalle leggi personali del ma-

e che

il

regime matrimoniale una volta stabilito,


cambia pi per cambiamento

rimane immutabile, n
di

domicilio o di nazionalit.
Il

tera,

secondo, che

o per

le

convenzioni conchiuse per

let-

telegramma divengono perfette nel luogo

Digitized

by

Google

LEZIONE

110
in cui la

prima lettera o

vuto, e da cui parte

risposta

la

nel luogo dellaccettazione che

esistenza legale

stamente
recato

il

al

si

obbligazione.

Savigny

che

rice-

o telegrafica

scritta

e ci perch

proposta:

della

portante accettazione

Vili.

primo telegramma

il

completa, anzi, prende


Si presume, dice giu-

autore della proposta

si

ha ricevuto

domicilio dellaltra parte, e vi

suo consenso.

il

50.

Della legge che regola la competenza


e la forma dei procedimenti.
Se vi principio di diritto
gli scrittori

tutti

internazionale su cui

daccordo,

siano

sancito dalla legislazione di tutti

che

la

competenza e

esempio, dice

il

e che possa dirsi


paesi

cotesto

forma dei giudizi sono rego-

la

luogo in cui segue

late dal

il

giudizio.

Non

si

trova

mai

Foelix, che lina nazione abbia

ac-

cordato un effetto qualunque nel suo territorio alle leggi


straniere, concernenti
la
le

forma

la

competenza delle autorit e

di procedere dinanzi ad esse

formalit

dia

Quindi, tutte

osservare per introdurre e dirigere una

come pure

regole che
devono seguire per rendere una decisione, non
possono essere se non quelle della legge del territorio
azione

dinanzi ai tribunali,

le

questi

in cui si

deve giudicare

Come conseguenza

la controversia.

e applicazione di questo prin-

cipio bisogna giudicare,

secondo

ciascuna

le leggi di

nazione, se una causa devessere portata dinanzi alla


giurisdi'ione ordinaria,

dinanzi

una giurisdizione

zione appartiene alla giurisdizione del diritto

racomune

o a quella dellequit:

si

eccezionale; in

Inghilterra e agli

Stati Uniti, se

negli, altri paesi, se

deve

Digitized by

Googl

dellimpero della legge sugli atti.


seguire dinanzi al foro
(forum

domicilio

del

Hi

convenuto

forum contractus, administrationis,

rei ) o al

Ma rimane sempre fermo


competenza e le forme dei procesono regolate dalla legge del luogo in cui

rei sitae, ecc.


il

del

(Foelix, 126).

principio che la

dimenti
segue

giudizio.

il

colui

quale

il

non solo per omaggio

ci

ma

sovranit dello Stato;

invoca

alla

per la ragione che

altres

giudizio

il

dei

un

tribunali di

paese mostra, cos facendo, che aderisce implicitamente


alle

medesimo e che ha

istituzioni giudiziarie del paese

fiducia in esse.

Ma

lestensione del principio in virt

del quale

forme dei procedimenti e la competenza sono regolate dal luogo in cui segue il giudizio non giunge fino
al punto di entrare nel merito della contestazione, e

le

neppure nella forma dellatto che

le

La forma estrinseca retta, come


prova contraria, dalla

ha dato

origine.

dicemmo,

fino a

massima locus regit actum

la

materia degli atti retta ora dallo stattto personale,

ora dallo

statuto

ora dalla legge

parti,

divennero perfette
ultima

volont

ora

reale,

al

e ora

dalla

autonomia delle

luogo in cui

se sono

dalla

legge

le

convenzioni

donazioni o

atti di

nazionale del dispo-

nente.

Qui
inter
et

si

presenta la distinzione stabilita dagli autori

ea quae

litis

formam concernunt ac ordinationem

ea quae spectant decisoria causae et litis decisionem.


Vi sono, dice Merlin,

due specie

di

formalit giu-

une che appartengono solamente allistrunon sono relative che alle procedure; ragione
giurisconsulti le chiamano ordinatoria litis;
che appartengono alla sostanza medesima della

diziarie, le

zione, e
per cui
le altre

causa, la cui omissione

od assenza neutralizza od an-

Digitized by

Google

LEZIONE

112

nienta l'azione, e che

parole: decisoria

litis

Vili.

giurisconsulti designano colle

Preuve).

(Merlin, Repert.

mezzi di prova delle obbligazioni appartengono

precisamente a questultima classe, perch influiscono


sulla materia

eftcacemente

medesima! della contesta-

zione. Gli autori del Repertoire de Jurisprudence spie-

gano nel modo seguente


questo principio:

Ogni paese ha

forme destinate a

ragioni su cui

le

prova degli

far

le

fonda

si

sue leggi per

atti;

fondate su motivi differenti. Qui la prova

sono

le

e queste leggi

moniale ammessa indistintamente, perch

testi-

legisla-

il

tore ha presunto molto della sincerit dei suoi sudditi;

ristretta

provato che

limili,

certi

in
gli

abitanti

si

perch lesperienza ha

allontanano

spesso dalla

Sicch le leggi relative alla forza probante

verit

puramente
Non c che

degli atti sono fondate su ragioni


particolari a ciascun territorio.

locali, e
la legge

del luogo in cui latto fu fatto che ne possa attestare

La legge

la verit.

del domicilio delle parti

n quella

situazione dei beni han questo potere, perch le ragioni

che hanno determinato


differenti

le loro

disposizioni sono tutte

da quelle che hanno dettato

scritte nel

luogo del contratto

Lasciando per ora da parte


cause per cui

la

le

formalit pre-

lesame

delle

vere

prova testimoniale pi estesa in un


assai diverse da

paese che in un altro, e che sono


quelle che adduce
si

che

il

il

Merlin, ci che giova constatare

principio sancito dallart. 10 oggimai uni-

versalmente riconosciuto, essendo fondato sulla giustizia,


sul

buon senso:

nello stipulare

il

infatti di tutta evidenza

non hanno potuto a meno di


lit

di

un

che

contratto secondo le leggi di

conflitto,

di

prevedere

preoccuparsi

le parti,

un

la

paese,

possibi-

delle

Digitized

prove

by

Google

dell'impero della, legge sugli


che converr

113

atti.

loro addurre in appoggio delle loro ra-

gioni.

esecuzione

Dell

liO

Ma a che varrebbe per un


nuto

una sentenza favorevole

fetti

del

frontiere

circoscritti

alle

Non

mettere un ostacolo

la

insormontabile

sviluppo degli scambi commerciali fra nazione e

nazione ?

evidente che se una sentenza non ha

cacia fuori della

da cui

sia

emanata, un contraente che


assunte in un paese

obbligazioni

un mezzo semplicissimo per evitare

porti

suo domicilio e

il

effi-

giurisdizione dell'autorit giudiziaria

stata

sottrarsi alle

ha

mezzo migliore per incoraggiare

il

fede e per

mala

contraente laver otte-

dello Stato in cui venne pronunciata ?

sarebbe cotesto

allo

stranieri.

a suoi diritti, se gli ef-

dovessero essere

giudizio

sentenze

delle

pronunciate da tribunali

voglia

dato,

la coercizione;

suoi beni fuori di quel paese:

mette al riparo dogni pericolo, e pu essere


impunemente disonesto.
per ovvio il vedere quali sarebbero gli effetti
morali, politici, ed economici di un simile stato di
egli si

cose:
fra

la

mala fede trionfante inasprirebbe i rapporti


il commercio internazionale che

popolo e popolo: e

forma parte della ricchezza privata e delle pubbliche

sarebbe colpito

entrate,

A eliminare
nali,

alle

cotesti

modo di dar valore ed

anche fuori del paese

Ma

a questo principio

nazionale se
sacro,

ed

sue radici.

danni

occorreva trovare

effetto ai giudicati
in cui

dei

il

tribu-

vennero pronunciati.

salutare di giustizia inter-

ne opponeva un altro, non meno grave e

lautonomia

Sredo, Vol.

I.

delle nazioni.

Se uno Stato
8

Digitized by

Google

LEZIONE

14

deve ubbidire

ai giudici

di

Vili.

un altro

non un

Stalo,

rinunciare alle guarentigie della sovranit?

Non

un

riconoscere la sovranit di un altro Stato sulle persone


concittadini?

e sui beni dei nostri

se le leggi che

vennero applicate nella sentenza dei giudici dello Stato


estero contengono disposizioni inique o contrarie al di-

comune,

ritto

alle nostre

instituzioni

darle esecuzione, e metterci

cosi

dovremo

in

noi

apertamente

in

conflitto colle leggi vigenti presso di noi?

Non
dei

due

la

che pure

occorreva

rispettiva

conciliare.

Da

necessit della giustizia universale, le

esi-

principii

un lato,

sulla forza

necessario insistere

genze dei rapporti di buona amicizia, o comitas


reciproca utilitas: dallaltra, la dottrina

della

forinolata da

romane, in virt della


quale extra territorium jus dicenti impune non paretur
Paolo e

sancita

(D. L. 2,

I ),

dalle leggi

dottrina conforme al diritto di tutti gli

Stati, e

che anche regola dellordinamento

territo-

riale in

materia di procedura; come risolvere

le diffi-

colt sorgenti da cos opposti interessi?

Si trovato
liare

gli

dell art.

un mezzo semplicissimo per

uni e gli altri; e ce lo dice


10, secondo

il

quale

le

terzo alinea

pronunciate

dalle autorit straniere avranno esecuzione nel

quando siano dichiarate esecutive


dal Codice di procedura civile.
lit

conci-

il

sentenze

forme

nelle

E anche

Regno,
stabilite

queste forma-

potranno essere omesse o semplificate quando

siano

trattati internazionali,

vi

che dispensino dallosser-

varle o che le restringano.

Ecco brevemente
sulla

le disposizioni del

Codice di Pr. C.

esecuzione delle sentenze pronunciate

nali stranieri:

esse ricevono

la

da trib-

loro forza dalla Corte

dappello nella cui giurisdizione debbono essere eseguite.

/
Digitized by

Google

dellimpero della legge sugli atti.

un giudizio

premesso
esamina

se

l.

di delibazione

sentenza sia stata

la

giudiziaria competente

unautorit

pronunciata,

in cui

regolarmente

citate

pronunziata
2.

115

Corte

la

se

3.* se

parti:

le

da

stala

sia

le

siano state legalmente rappresentate o legalmente

parti

contumaci:

se

i.

contenga

sentenza

la

disposizioni

contrarie

allordine pubblico o al diritto pubblico in-

terno del

Regno

lesecuzione

per

Lo

delle

testimoni,

altri atti

atti

traccia

la

ed

validit degli atti

bens determinata dalla massima


che non possono produrre i loro
non debitamente legalizzati. Per
senza questa formalit non possono essere tra

regit actum,

effetti

scritti

teca

Regno

(C.

Civ. 1935), n produrre

(1990).

o pi

ma

nel

consiste

se

La

inscrizione dipo-

un

legalizzazione di

funzionari del paese in cui latto

testano

autentico

atto

essenzialmente nella dichiarazione con cui uno

la

da un

destinato a

la qualit

firma,

che

delluficiale

lo

rappresentante

produrre

Ma qual

la

seguito

luogo di

il

suoi

dello

Stato in cui latto

effetti.

legge che deve regolare

di

giurisdizione:

questo

modi

di

quella del

luogo stesso in cui lesecuzione si compie, e

attributiva

at-

residenza

ha ricevuto, ed completata e san-

esecuzione degli atti e delle sentenze?

tres

le

necessarii

provvedimenti

giuramenti, intcrrogatorii,

perizie,

allestero

passati
focus

cita

agli

dinstruzione da farsi dal Regno.

Appena occorre notare che

cui,

Codice

stesso

sentenze e dei

autorit giudiziarie straniere per sequestri, esami

delle
di

(911).

da seguirsi onde procedere

regole

che

al-

principio,

sancito dallalinea

quarto dellart.10, oggimai adottalo

dalla legislazione

o dalla giurisprudenza di tutti

paesi.

Digitized

by

Google

LEZIONE

IX.

SANZIONE DELLE LEGGI POSITIVE

61.

Necessit duna sanzione.

Lo scopo che

le leggi

propongono, o devono

si

proporsi, lottimo ordinamento del sociale consorzio.

Hominutn causa, dicono


stitutum est (D. L.
unico

il

benessere

degli interessi individuali

rarsi

diritti e

come

termini,

degli

scopo

uomini: e

non altro che

linteresse pubblico

regola

romane, orane jus con-

2), o in altri

I,

delle leggi

come

le leggi

sic-

risultanza

la

o privati, cosi la legge che

doveri delle persone deve conside.

loggetto precipuo degli sforzi di

un governo

civile.

Or
bilisce

si

vede quanto

un antagonismo

e glinteressi

riassume

privati,

gli altri

sia

assurda la dottrina che

fatale fra linteresse

mentre

la

e che, quindi,

sta.

pubblico

che luno

verit

pu considerarsi come

lunit finale a cui tutti gli altri riescono.

Qui

si

parla,

ben inteso, degli interessi privati che siano legittimi,


i quali soli armonizzano necessariamente coll interesse
pubblico; quanto agli interessi illegittimi,

il

loro an-

Digitized by

Google

SANZIONE DELLE LEGGI POSITIVE.

tagonismo col

117

bene comune non ha bisogno dessere

dimostrato
Se

lo

di provvedere alla tu-

scopo delle leggi

tela dei diritti e dei

doveri degli individui

che non deve essere

consentito

chiaro

a chicchessia di vio-

questo intento raggiunto con una duplice

larle: e

e diversa sanzione,

secondo

la gravit della violazione;

cio, la sanzione civile e la sanzione penale.

La sanzione

civile essenzialmente negativa: essa

consiste in ci, che colpisce di nullit latto illegale, o

ne

restringe

qualche danno
contro

il

tuttavia essa

gli effetti;

al

contraente o

ha

infligge

violate

invece

effetti alla

gli effetti
i

suoi

sanzione penale.

precetto legislativo privo di sanzione non , a

rigor di

parola, una

cittadini

lobbligo di

legge,

perch non

conformarvisi

dazione, che pu talora servir di

ma

con-

essa

positiva:

pene portate dalle leggi a chi

e produce quasi sempre anche

della sanzione civile, la quale estende rare volte

Un

talora

disponente che ha agito

disposto della legge.

La sanzione penale

siste nellapplicazione delle


Je

al

importa pei

una raccoman-

norma

al magistrato,

che, per s stessa, non ha valre positivo di sorta.

Cos lart. 130 che

impone

ai

coniugi la reciproca

fe-

non contiene sanzione alcuna, pel caso in cui


linfedele sia il marito, ma non introduca la concubina

delt

nel domicilio

coniugale (150):

lo stesso

pone lobbligo della coabitazione,

ma

articolo im-

non mette

alla

violazione di questo precetto alcuna pena, salvo che

quando, per esempio, la moglie allontanatasi senza giusta

causa dal domicilio coniugale, ricusi di ritornarvi,


marito

pu

rifiutarle gli alimenti:

lobbligo ai genitori di

lart.

il

138 impone

educare e dinstruire

la prole:

Digitized by

Google

LEZIONE

118

ma

se noi fanno,

IX.

come sono puniti?

Il

Codice

tace.

Il

figlio, dice larl- 220, qualunque sia la sua et, deve


onorare e rispettare i genitori. Ottimo precetto di mo-

rale,

ma

che non

ciascuna delle cui

al

suo posto in un corpo di

disposizioni deve

essere

leggi,

accompa-

gnata da una sanzione.


Si potrebbero moltiplicare gli esempi delle disposizioni

puramente teoriche o morali delle nostre

che non producono

effetti

legali,

perch

leggi,

la loro viola-

questo un difetto
hanno imitato dalle leggi romane

zione non reca conseguenza alcuna.

che

nostri legislatori

e dalle francesi.

Di una distinzione circa gli effettiprodotti


dallinosservanza delle leggi.
Sarebbe un grave errore

il

credere che tutti

gli

o pattuiti contro le disposizioni delle leggi


producano gli stessi risultati; mentre gli uni sono annullati, o puniti, gli altri possono invece conservare la
atti fatti

loro validit.

V' dunque una distinzione da farsi tra gli effeth


che derivano dallinosservanza della legge: e questa
distinzione

ha

il

portanza degli

suo fondamento nellindole o nella imatti,

oppure nella qualit delle persone


I principii oggimai ac-

che dispongono o contraggono.


cettati

su questo punto sono

permesso derogare

alle

seguenti

legge in tutto ci che

non imperativamente regolato dalle sue disposizioni.


Lart. 12 del titolo preliminare, interdicendo che si
deroghi alle leggi proibitive del Regno che riguardino
persone, beni od atti, ha implicitamente riconosciuto
la facolt di

modificare quei precetti del diritto

Digitized by

civile

Google

SANZIONE DELLE LEGGI POSITIVE.

die sono dinteresse meramente privato


ciare a prevalersi di quelle

vori che

la

guarentigie o di quei

antiqui omnes

est juris

ciascuno pu rinunziarvi per s, non lo pu per

altri;

e non valido latto con cui

mento

si

gli

recasse nocu-

ai diritti dei terzi.

Sono dunque

nulli:

i. gli atti

seguiti contro

disposto proibitivo della legge e contro

citamente
'

fa-

licentiam ha-

pr se introducta sunt, renuntiare. Ma

bere his, quae


se

rinun-

di

legge ha introdotti a solo beneficio dei

Regala

privati.

119
e

mancano

pronunciata

la

nullit:

il

quali espli-

2."

quelli

che

delle condizioni essenziali richieste per la loro

validit: 3.

quelli

allordine pubblico o ai

contrarii

buoni costumi.

Ma

le nullit

sono esse tutte egualmente decisive

e radicali ? No: dalla

lettera

nostre leggi e dei principii

sono dedurre

La

le tre

La

nullit

dallo spirito delle

specie seguenti di nullit

nullit assoluta,

che non produce

come

generali di diritto

si

pos-

insanabile, di pieno diritto,

effetto di sorta:

egualmente assoluta e insanabile

che

deve essere pronunciata dal giudice, a richiesta di


chiunque vi sia interessato , ma che pu aver prodotto
effetti

da doversi

La

rispettare.

nullit sanabile, sia col

sia collo spirare del

consenso delle parti,

termine fissato per farlo pronun-

ciare; questa generalmente stabilita a favore di

al-

cuni soli, designati con precisione dalla legge.

Appartengono alla prima classe gli atti che, secondo la giustissima proposta di Zachariae (1 , 37) , devono essere chiamati inesistenti. Cosi, inesistente
un contratto seguito con un fanciullo che non ha ancora

raggiunto

let di

ragione;

il

contratto che

non

Digitized by

Google

LEZIONE

120

ha oggetto, o

IX.

cui oggetto perito:

il

il

contratto sulle

future. Su questi contratti, nulli di pien


hanon solo azione di nullit o di rescissione,

successioni
diritto

ma

si

di ripetizione, o in rivendicazione,

azione

altresi

pag qualche cosa. Un matrimonio rimasto incompleto, perch lufliciale dello stato civile non h
se

si

nome

pronunciato in

parimente un

della legge
inesistente.

atto

lunione degli sposi,

Linesistenza di

un

pu coprire n colla conferma , n colla


sempreprescrizione
il magistrato deve pronunciarla
Gli atti che sono colpiti da nullit assolute, ma
che esistono, sono quelli nei quali venne violata qualche
atto

non

si

disposizione proibitiva della legge, o la cui vita giuri-

dica continua solamente linch


gine non

chiedere la nullit non solo

ma

interesse,

Tutte

le

anche
altre

il

vizio che le diede ori-

conosciuto e condannato.

sia stato

il

coloro

tutti

Possono

che vi hanno

Pubblico Ministero.

nullit,

avendo meno

in vista

un

principio generale di diritto che la p rotezione di alcuni


speciali interessi, sono meno gravi, e non possono es-

sere pronunciate se non dietro la

domanda

di coloro al

cui beneficio vennero stabilite.

63.

dell

Dellazione di nullit
azione di rescissione.

Si confonde

generalmente

lazione di rescissione: e la

lazione di nullit con

mancanza

di precisione nella

Codice concorre ad accre-

terminologia adoperata dal


scere lequivoco.

Non

gi

che

la

distinzione cos profonda

dal diritto romano fra

gore nel nostro diritto:

le

due azioni

ma

vi sono

sia

ammessa

ancora in

vi-

tuttora tali dilTe-

Digitized by

Google

SANZIONE DELLE LEGGI POSITIVE.

121

ogni confusione

da doversi evitare

renze,

fra luna c

laltra.

Chi provoca lazione di nullit di un atto deve provare che questatto


sarie alla

manca

di

prescritta dalla legge, sotto


la

una delle condizioni neces-

sua validit; per esempio,, di una formalit

pena di nullit, come sarebbe

vendita di un immobile per parte di

tata, fatta

Fatta

una donna mari-

senza lautorizzazione del marito (art. 134).

questa prova,

il

giudice

deve

pronunciare la

nullit.

Invece,

2."

rescindibile, colui che intenta

per latto

lazione di rescissione
in

deve

uno dei casi per cui

la

provare:

l.

che

che ha provato una lesione nellatto di cui

Cosi,

il

guito,

si

trova

legge concede questazione:

minore dovr provare

la

si

sua minorit,

lagna.
in

se-

che stato leso: non restituitur tamquam mi-

tamquam loesus.
Chi domanda la rescissione di un atto per causa
di lesione pu essere respinto con lofT erta di un indennit che compensa la lesione: cosi in materia di divisione
e di vendita il convenuto pu troncare la domanda di
nor, sed

rescissione

o impedirne gli

offrendo

effetti

il

supple-

mento del prezzo


ria (art.

(art. 1534) o della porzione eredita1042) dellattore il che devessere esteso per
:

analogia a tutti
rescissione

casi in cui

luogo ad azione di

per lesione.

Nulla di ci

ammesso quando

si

tratta di azioni

di nullit.

Queste distinzioni, che paiono a prima vista di poca


importanza, ne

hanno invece una grandissima, come

si

vedr pi innanzi.

Digitized

by

Google

LEZIONE

1-2-2

Degli

64.

atti

dichiarati nulli dalla legge.

Vi sono alcuni

tamente nulli:
in

modo

IX.

che

atti

altri

la

legge dichiara esplici-

invece, sebbene non siano colpiti

preciso di

nullit,

non per

ci sono validi.

Zachariae distingue per conseguenza codeste nullit in


testuali e in virtuali.

direttamente

Chiama

testuali quelle

significate dalla legge: e

che risultano dalla

violazione

di

che sono

virtuali quelle

un precetto

la

osservazione era indispensabilmente richiesta, sia

conseguenza dei principi! generali di diritto,

mezzo

di

raggiungere uno scopo che

il

sia

cui

come
come

legislatore si

proponeva.
In applicazione di tale distinzione bisogna
tere che vi

non

sia

pu essere

nullit,

pronunciata con termini precisi. La nostra le-

gislazione non riconosce


ci che occorre cercare
rito.

ammet-

anche nel caso in cui

parole sacramentali; per cui

non

Vi sono molte disposizioni

la

ma

lettera,

le quali,

siano sancite con la parola nullo o nullit, pure


la stessa forza.

Sicch, poco

abbia detto: non

pu avere

non produce alcun

cffetto(art.

(art.

monta che
effetto (art.

lo

spi-

sebbene non

il

hanno

legislatore

1119, 1319)

1795) rimane senza effetto

1384) non vi ha contralto (art. 1452): tutte queste

espressioni equivalgono ad una dichiarazione formale di

Lo stesso importano le espressioni che si trovano spesso nelle leggi, quando queste pronunciano che
non si sar ricevuti, non si sar ammessi, che un atto
non suscettibile di...
Tutte queste nullit sono di
quelle che Zachariae classificherebbe fra le testuali,
bench il vocabolo preciso non sia adoperato dalla
nullit.

legge.

Digitized by

Googl

SANZIONE DELLE LEGGI POSITIVE

Vi sono poi

vanza delle condizioni richieste per


Cosi, riscrizione

atto.

di far

conoscere

ipotecaria

sostanza di un

la

avendo per oggetto

posizione del debitore a chiunque

la

voglia contrattare con lui, nulla


fa

iscrizione che

menzione dellammontare del credito

ticolo

cano

1965)
gli

123

che risultano dalla inosser-

le nullit

Cosi avvien di tutti gli

elementi

costitutivi

a cui man-

atti

loro

della

non

iscritto (ar-

validit

in-

trinseca.

Sono parimente

nulli

cuna delle condizioni richieste


seguiti

atti

dallart.

il

atti

e
Fin qui

giudici incom-

ec.

o giudizii validi.

atti

contrarii allordine pubblico


ai

buoni costumi.

le disposizioni delle leggi

che non malagevole avere una


la

po-

una delle ragioni previste dalla legge

non possono produrre

Degli

il

potestatis: per cui,

notari fuori della loro circoscrizione,

65.

gli

carattere richiesto dalla legge: non

major defectus quamdefectus

petenti per

al-

1104: nulli

dinanzi a persone che non avevano

tere di farli, o
est

manchi

contratti a cui

soluzione delle difficolt che

Dove comincia davvero

il

si

campo

sono cosi chiare

norma generale per


possono presentare.
delle controversie

si

nel ricercare le cause di nullit che derivano dalloffesa allordine

ritorna

pubblico ed

sovente

sulla nullit

che contengono simile offesa


le

buoni costumi.

ai

di cui

Il

Codice

colpisce gli atti

(art. 12 del tit. prel.

per

successioni, art. 849: per le donazioni, art. 1065: pei

contratti, art.
zionali, art.

1104, 1122: per


1160):

la

le obbligazioni condi-

quale ripetizione, sia detto di

volo, perfettamente superflua

dopo

il

disposto dellar-

Digitized

by

Google

iU

LEZIONE

ticolo 12

IX.

del titolo preliminare.

ci si spiega in

modo

Ma

in

nessun articolo

preciso cosa sintende per ordine

pubblico e buoni costumi. Bisogna dunque riferirsene


generali della morale e del diritto pubblico.

ai principii

Si

chiesto da molti se non

veniente enumerare almeno in

sarebbe

modo

assai con-

indicativo le cause

che danno luogo a nullit di un atto, perch contrarie


allordine pubblico ed ai buoni costumi:

chiuso generalmente che


sciare alla giurisprudenza

condo

ma

con-

si

conveniente la-

assai pi

cura di determinare se-

la

infinita variet dei casi,

quando un

debba

atto

annullarsi per queste ragioni.


Io

credo per che, circa

colt cos
si

la

doveri morali e
il

stabilita pi

distinzione
i

buoni costumi, una

doveri giuridici;

innanzi fra

secondo

la

licet

honestum

est

diceva

il

diritto

quale,

Non

magistrato non deve occuparsi che dei secondi.

omne qnod

fa-

quando

giustificabile soltanto

illimitata sia

ammetta

romano

(De Reg. Jur. 144). E se deplorabile che in un atto


si faccia offesa alla morale, credo tuttavia che dovrebbe
valido, almeno per la parte che rion vi
ebbe colpa, o lebbe minore. Questo principio ammesso in alcuni casi e particolarmente dallart. 116, pei
matrimoni dichiarati nulli. Ma dovrebbe essere esteso

dichiararsi

tutti gli atti,

compresi

gioco e dalla scommessa,

gli

obblighi

nello stesso

derivanti

dal

modo che

si

responsabili di quelli che derivano dai delitti e quasi


delitti.

Quanto
disapprovare

allordine pubblico
lelasticit di

danno luogo nella pratica


dizioni.

Un

tale inconveniente

vece dordine pubblico,

si

non posso a meno di

queste due parole,


alle pi deplorabili

le

quali

contrad-

sarebbe evitato quando,

in-

dicesse invece diritto pubblico.

Digitized by

Googl

SANZIONE DELLE LECCI POSITIVE.


Citer un

esempio

curioso

La qualit

die lamento.

condo alcuni tribunali

di

delia

coniuge

125

contraddizione

divorziato , se-

francesi, di ostacolo al matri-

monio dello straniero in Francia, perch


una proibizione dordine pubblico

28

tratta di

si

Parigi

30 agosto,

marzo, 1843). No, non una proibizione


dordine pubblico: il matrimonio dunque permesso
1824

Cassazione francese, 28 febbraio 1860

requisitoria di

Dupin

Dalloz

R.

Vedi

P. 1800,

la bella
I.

52).

Potrei moltiplicare gli esempi.

Se invece
pubblico,

di ordine pubblico si parlasse di diritto

avrebbe un

si

c<

cosi le leggi abolitive dei

schi o di altre

mento dei

ncetto chiaro, determinato

diritti civili

duto per condanna

fedecomessi, dei maggiora quelle

sostituzioni,

relative al

godi-

per chiunque non ne sia deca-

penale, alla monogamia, e simili

sono veracemente leggi di diritto pubblico, perch interessano

principii fondamentali del civile consorzio

e le libere instituzioni

avrebbe
le

un

Stato, quali le leggi


cui sia

che

ci

governano.

Il

criterio direttivo per decidere

che costituiscono

leggi

diritto

il

di diritto

magistrato
quali sono

pubblico

dello

puramente privato, a

permesso di derogare. Ma per recare

innova-

zione a eui accenno occorrerebbe naturalmente restrin-

gere dassai

il

campo, ora vastissimo ed

arbitrario,

delle proibizioni dette dordine pubblico.

La disposizione contenuta

nellart.

42 del

Tit.

prel.

non altro che la ripetizione delle dottrine del diritto

romano. Poeta qnae contro leges constitutionesque ,

vel-

contra bonos mores funt, milioni vim habere, indubitati juris est,

Cod.

(De

detto energicamente nel L. 2, T. Ili, 6,

pactis).

geni facit, qui id facit

nel Digesto (L. I, 4): contro le

quod lex prohibet.

Pi

ancora:

Digitized by

Google

LEZIONE

126

IX.

Poeta quae turpem causarli continent non sunt observanda (D. L.

infiniti

potest

(D. L. 38,

De

Sono

paet.).

che sanciscono questo principio

testi

XIY). Ius pubblicata privatorum

II, T.

pactis mutari non

e quasi

portano limpronta della confusione che facevano

tutti

cos spesso

giurisconsulti romani fra la morale e

il

diritto.

Dal complesso delle

principii

nostre leggi e dai

meglio accertati della giurisprudenza nostrale e francese (la quale ultima quasi sempre la guida dei nostri

tribunali)

si

pu considerare come contrario

dine pubblico ogni atto che contraddica


Stato:

tuzioni politiche dello

2.

alla pubblica sicurezza, alle cose

mercio,
le

forme degli

maritate,

atti,

cause

le

minori,

leggi

le

com-

donne

comunicazione

di

fallimenti, e

relative
di

che concernono

gli interdetti,

suscettibili

Pubblico Ministero,

vede

alle

messe fuori

e simili: 3. alle disposizioni

allor-

l. alle insti-

al

Ma ognuno

simili.

dalla diversit dindole e di gravit delle nullit

qui indicate

come

certezza che vi

dordine pubblico, quanta sia

regna, e quale

lelasticit

lin-

della giu-

risprudenza in proposito.

Pi vasta ancora e pi arbitrariamente illimitata


la sfera degli atti contrarii ai buoni costumi; ed

presso a poco impossibile tracciare una linea

che

la

come

le

determini.

Anche
altre,

nullit

le nullit

dordine pubblico sono,

generalmente divise in due classi: quelle la cui

insanabile,

perte; di qui

la

quelle

regola

che

che possono
multa

fieri

essere

co-

prohibentur

quae si fuerint facta obtinent firmitatem. Cosi, linterdizione alla vedova di contrarre un nuovo matrimonio
innanzi che siano scorsi dieci mesi dallo scioglimento

Digitized by

Google

SANZIONE DELLE LEGGI POSITIVE.

primo

del

pubblico,

dordine

zioni

bench

(art. 57),

luogo a contestazioni
turi

come

sanzioni stabilite daHart. 128.


delle

costumi,

Se

guite.

pu

stesso

una distinzione

fra le convenzioni di cui

convenzione non eseguita,

la

che ha

pagato,

in

2. dicimus....
repeti
3.
versatur
repeti
4.

principio:

il

non posse

Quoties autem accipientis

potest (L. 3, e L. 4, 2:

fili.

De

turpitudo
Condict.

Dellazione di nullit.

Ogni volta che

si verifica

uno

dei fatti che

sanzioni stabilite dalla legge

nullit:

si

apre

su di che sono da esaminare

le

cadono
lazione

quistioni

Chi ha diritto di proporre

Lazione di nullit essa personale o reale

Come

parte linfrazione

caus). (Vedi per art. 1804).

ob turp.
5.

seguenti

dalle

conseguenza del contratto,

allora cercano da qual

buoni costumi, e seguono generalmente

sotto le

tribunali

nulla: se invece stata eseguita

et accipientis turpitudo versatur


ubi dantis
1.

di

dirsi

buoni

ai

che una di esse voglia, per esempio, ripetere

tribunali
ai

nasci-

lesecuzione, e quelle che furono gi ese-

dichiarano

parti, e
ci

Lo

derivanti da offesa

alle nullit

si fa

domanda

la

figli

pure
donna con le

la

pubblicazioni di matrimonio.

Quanto

si

che pu dar

quella

sullo stato civile dei

stato civile essendo d'ordine pubblico

lo

produce nullit, e solo colpisce

non

127

classificata fra le disposi-

Le

provano

nullit

le nullit?
?

le nullit?

devono essere sempre pronunciate

dal giudice ?

Quali

effetti

producono

Digitized

by

Google

LEZIONE

128

IX.

La prima condizione per proporre una nullit


si davere un interesse positivo ed attuale a farla
pronunciare: senza interesse non v azione. Ma non
bisogna prendere la parola interesse nel solo senso
l.

pecuniario; vi sono altresi

degli

questo diritto

conferiscono

morali che

interessi

che deriva

cosi lazione

dalla legge Diffamari (Cod. de Ingenuis manumissis),

sebbene non
le

sia

diritto

il

ammissibile in tutta lestensione

romano, pure

come

legislazione la riconosce in principio


a

dar

titolo

per agire

che

evidente che la nostra

lonore

sufficiente

non un bene assai

un inun interesse di famiglia.


che chi promuove lazione

pi prezioso del denaro ? Ci che

si

detto di

teresse donore deve pur dirsi di

La seconda condizione

possa allegare un. pregiudizio risultante dallatto di cui

chiede

la nullit.

giudizio

che

si

Ci che distingue
interesse

dannosi che pu recare


a quelli
il

gi

sofferti.

pregiudizio invece

latto

il

interesse dal pre-

riferisce

impugnato,

L interesse

Le persone capaci
porre

si

il

agli

effetti

pregiudizio,

concerne

il

futuro;

passato.
di obbligarsi

non possono op-

incapacit del minore, dell interdetto, dell ina-

bilitato, o

della

trattato (art.

donna maritata con cui abbiano con-

1107).

Lo

stesso deve dirsi di coloro

che

hanno contrattato con un Sindaco o con una Giunta


non autorizzata dal Consiglio Comunale ( Legge Comunale,

art.

tempo

87, numeri, 3, 4). Tali nullit sono ad un


in quanto sono stabilite unicamente in

relative,

favore di persone incapaci, ed assolute, perch non sono

coperte dal silenzio delle parti che hanno


vocarle.

Proc.
Il

(Solon,

civ.

il

diritto d in-

Trait des mllits, 432

1,217

Pigeau;

Dalloz, Nullit, 36).

Ministero Pubblico

non ha

qualit

per agire

Digitized by

Google

SANZIONE DELLE LEGGI POSITIVE.


contro la nullit di

un

legge gliene conferisca


d

atto se

espressamente

iniziativa privata la

regola

129

non nei casi

potere. Lazione

il

quella del

cui la

in

Ministero

Pubblico leccezione.

Nessuno pu prevalersi
proprio: se chi

dal fatto

una

di

ne

nullit cagionata

ne prova

causa

stato

quod
pu opporre la regola:
quis ex culpa sua damnum sentit, non intelligitur dam num sentire (L. 203, de feg. jur). Se pu invece
trarne vantaggio, si pu invocare contro di lui questaltra regola secondo la quale il fatto altrui non pu
nuocere se non a chi ne lautore: factum cuique suum,
un pregiudizio,

gli si

non adversario, nocere debet (L. 135, de Reg.jur.).

porre

2.
tralti

nullit di cui

il

il

prevalersi.

Lazione di

nullit o di

dei con-

rescissione

essa personale o reale? Se

(art.

le

aveva

autore

loro

rescissione per lesione, non vi

reali

defunto, salve

azioni del

le

determinate dalle leggi: possono quindi op-

tutte le

diritto di

di

hanno

eredi

Gli

restrizioni

tratta di azioni

si

dubbio che

1038 e seg., 1529 e seg).

Ma

se

si

sono
tratta

invece di azioni di nullit per causa derrore, di violenza e di

dolo?

plicare lo stesso

rore, di

Mi pare
principio.

evidente che
Il

debba ap-

si

contratto macchiato der-

violenza o di dolo essendo annullabile, non pu

produrre

effetti validi,

vale a dire,

irrevocabili. Ora, se colui

non ha acquistato, sulla cosa che


contratto, se

non dei

effetti

definitivi,

che ha contrattato con

diritti

ha

fatto

me

oggetto del

revocabili, non pu tra-

smettere certamente dei diritti irrevocabili ai terzi che

hanno contrattato con lui sullo stesso oggetto. Nemo,


dice la

legge romana (de Reg. juris, 54),

ad alium transferre potest,


Saredo, Vol.

1.

quam

plus juris

ipse habet. Lazione di


9

Digitized by

Google

LEZIONE

130

IX.

3.

dunque

nullit

reale e concerne la cosa che ha ser-

vito doggetto al contratto.

Come

provano

si

le nullit?

Chiunque

una cosa in giudizio deve provarla: se ci

non

nullit

ancora

lo

generale,

si

materia di

pi in

presumono

afferma

vero in
nullit. Le

e lonere della prova spetta

a chi afferma ed agisce.

Quando
un
il

tratta di nullit risultanti dal

si

prova non

atto, la

prova

vizio, la

zioni legali che

si

Vi sono

fatta.

vizio

di

prodursi: segnalato

diffcile a

poi delle

presun-

traggono o dalla natura dellatto,

dalla qualit delle persone, o dalle circostanze in cui


latto seguito. Per esempio, gli atti di
4.
a titolo gratuito fatti dal fallito nei dieci

cedenti alla cessazione

del fallimento,

alienazione

giorni

sono

pre-

presunti

frodolenti, e sono quindi nulli relativamente alla massa

comm.

dei creditori (Cod. di

Quando

un

frode,

il

atto,

art.

recar

tratta di

si

sostanziale di

le

555).

prove della

nullit

ammette generalmente che

si

la

dolo, lerrore e la violenza possono provarsi

per testimoni o per presunzioni (Dalloz, Obligations

mi).
Le

sai divise:

devono essere sempre pronunciate


Su questo argomento le opinioni sono as-

nullit

dal giudice ?

ma

tende

giustamente a

secondo la quale un atto


blico e di pien diritto,

ha

pronunciata dal giudice,

prevalere quella

nullo, anche

dordine pub-

effetto, se la nullit

il

non ne

quale non pu pronunciarla,

che sulla domanda delle parti interessate,


casi, di quei pubblici ufficiali

e,

in certi

che ne hanno avuto

in-

carico espresso dalla legge.


V, bens,
sistenti

una distinzione da

e gli alti nulli

in

farsi tra gli atti ine-

un caso come

nellaltro

Digitized

by

si

Google

SANZIONE DELLE LEGGI POSITIVE.

ma

esige la sentenza del tribunale,

renza, che la sentenza

si

13

con questa

diffe-

limita a dichiarar nullo latto

inesistente, e pronuncia invece la nullit dellatto nullo.

Poniamo un matrimonio

un

finto, contratto dinanzi a

privato che abbia usurpato le attribuzioni di ufficiale


dello

non v matrimonio

civile; qui

stato

n c quindi bisogno di annullarlo:

mita a constatare che non ha mai

tribunale

esistito.

si

Ponete

li-

in-

un matrimonio vizioso per incerto o bigamia

vece

esso ha esistito ed esiste finche

annullato:

bia

il

di sorta,

ma

il

tribunale non lab-

gli effetti civili

che produce,

con-

formemente allart. 116 sono validi; il che non avviene


pel matrimonio inesistente.
Perch adunque, ci vuole una sentenza di tribu,

nale, anche per latto inesistente? Per la ragione che

nessuno pu far giustizia a s stesso , e perch il solo


mezzo di terminar regolarmente ogni controversia
di

ricorrere

al

tribunale.

5. Qual leffetto delle nullit?

dice

il

buon senso, non produce

sto necessariamente

il

nuncia senza restrizione


si

pu impedire che

Ci che nullo,

Que-

voto della legge, quando prola nullit di

questatto

possono annientare o impedire

dovuto produrre. Tale

effetto di sorta.

il

un

atto.

Se non

abbia esistito, se ne
gli effetti

che avrebbe

principio generale in

ma-

teria di nullit.

Ma questo

principio esso

assoluto? No.

Le no-

stre leggi gli apportano molte restrizioni, determinate

dallequit
lart.

lato:

e dalla

116 circa

ma
Cosi

vi

giustizia naturale.

gli effetti civili

sono molti

altri fatti

del

Ho

gi

citato

matrimonio annul-

che limitano

il

principio.

un testamento olografo, nullo come testasia un debito, sia

mento, pu valere per constatare,

Digitized by

Google

LEZIONE

132

IX.

un testamento segreto, nullo come


un deposito:
tale, pu valere come testamento olografo (art. 804.):
la polizza o promessa per iscrittura privata, nulla per

mancanza del buono o approvato richiesto dallart. 1325,


pu valere come principio di prova per iscritto:
un atto nullo come autentico pu valere come scrittura privata, quando ne adempie le condizioni.
Si
,

potrebbero moltiplicare

Ma
e

domina

sia

esempi di simil genere.

gli

queste sono eccezioni;


la

materia che

pronunciata, produce

giorno in cui venne seguito


stato in cui

si

principio che prevale

il

la nullit di

un

atto,

retroattivo

effetto

quando
fino

al

essa rimette le cose nello

trovavano prima

tutti gli oneri creati-

tutte le alienazioni consentite da colui

il

cui contratto

annullato, sono distrutte; perch nessuno ha potuto


trasmettere altrui pi diritti di quelli
egli stesso (L. 54, de Reg.jur.

C.

che ne avesse

C. art.

1975, 1796).

Digitized by

Google

LEZIONE
LA LEGISLAZIONE CIVILE

La

U7.

L\

X.

ITALIA PRIMA DEL

MOVO

CODICE.

codificazione delle leggi


la

scuola storica.

Esposti cos i principii generali e direttivi della


nostra legislazione, prima di passare allesame del diritto civile

odierno importa esaminare brevemente quali

ne sono le fonti, per quali vie s mantenuta la tradizione giuridica delle nazione italiana. Operum fastigio spectunctur, latent fondamenta, disse Quintiliano
( lust .

Orat.

Proem). Ma

noi, nel contemplare

edificio della nostra legislazione civile,

dire

che

le

il

recente

possiamo ben

fondamenta non sono meno meravigliose

della sommit.

Uno

degli errori pi frequenti negli scritti consa-

crati alle scienze sociali di

me un

considerare

il

diritto co-

portato arbitrario del legislatore, dalla cui vo-

lont uscirebbe la legge, vivente ed

armata, come Mi-

nerva dal cervello di Giove: e non v compilatore di


Codice il quale non sia tentato di dire dellopera sua.

Digitized by

Google

13

LEZIONE

come Montesquieu

X.

scrisse del suo Spirito delle leggi,

proles sine maire creata.

clic

Ma

ai vanii

segnano che

la

sonori rispondono

fatti

fatti in-

potenza del legislatore pi ristretta

il suo edificio

che esso non creda; che allora solo

quando

solido

gli

d per base

sato; e che le leggi

non

fondamenta del pas-

le

conformi

spirito, alle

allo

tendenze e alle tradizioni di un popolo non attecchiscono,

ma

sono presto o tardi destinate a cadere. Cosi

insegna lesperienza; onde Vico

fondo senso di verit che


dine

naturale n vi

Montesquieu

quanto

il

acconcie

le

ebbe a dire con pro-

cose fuori del loro or-

durano

vi

esagerando forse

aggiungere,

pot

adagiano,

si

al-

concetto, che le leggi devono essere talmente

paese

al

sono

per cui

fatte

che pel pi

raro dei casi se talvolta avviene che quelle di un popolo convengono ad un altro

Su

coleste ragioni

Esprit des Lois,

fondavano

si

e gli altri illustri giurisconsulti

combattere

le dottrine di

Thibaut,

molti scritti, e specialmente

cazione

indirizzata a

idee liberali,

negavano

tutti

solo opera inopportuna,

il

un

particolarmente, nel suo mirabile scritto

port

il

cmpito,

tale

tentarlo

fosse

altresi pericolosa.

cazione del nostro secolo per

prudenza,

da lui in

esposte

popoli che professano

come

ma

3).

nella proposta di codifi-

la possibilit di

e prendevano a stabilire

I,

Hugo, Savigny

germanici, quando, nel

Della

la legislazione e

pi violento

assalto

non

Savigny,

che

stalo fatto alla teoria della codificazione. Egli

tvo-

giurissia

mai

comin-

cia anzitutto con ricercare lorigine del diritto positivo:

e interrogata la storia, questa gli mostra

come presso

ogni nazione la quale abbia una storia non dubbia, il


diritto civile vi rivesta un carattere determinato , affatto

Digitized by

Google

LA LEGISLAZIONE CIVILE EC.


peculiare a quel
lingua,

costumi e

suoi

135

non altrimenti che

popolo,

la

sua

sua costituzione politica-

la

Tutte queste differenti manifestazioni non hanno punto


unesistenza
di

attivit

separata;

ma

sono

altrettante

popolo, in natura

quel

forze ed

indissolubilmente

collegate e che solo alla nostra osservazione appaiono

un

quasi dissociate. Ci che ne forma

niversale credenza del popolo ,

dintimi bisogni,

il

sol tutto lu-

sentimento uniforme

quale esclude ogni idea d un ori-

il

puramente accidentale ed arbitraria.


Partendo da questi principii, il Savignv sottopone
ad un severo esame le codificazioni allora conosciute;
gine

prussiana, laustriaca e

la

lusioni e

la

francese, dimostra le

il-

danni della violenta uniformit, e rivendica


leggi.

Sollevandosi

considerazioni, pone

come assioma

diritti della storia

a filosofiche

delle

poscia
lento

il

svolgimento della scienza, prodotto del

e progressivo

mutamento perpetuo
stumi di un popolo;

dei bisogni, delle idee e dei co-

dichiara

tempo, ed

che

il

legislatore

uomo non

per
aver

eccellenza

il

altro diritto

n altro potere se non di sancire, ove ne

sorga la necessit,
la

sua dottrina con

pi universale,

ch

il

il

il

legislatore

decreti del tempo:

lesempio del

pi durato, ed

diritto
il

conferma

romano,

pi filosofico

il

per-

La rihumanis

pi storico e pi osservatore del tempo.

forma quotidiana del Pretore


necessitatibus era per lui
del lavoro riformatore

di

usti exigente et

immagine viva e parlante


una buona legislazione. E

Schraeder, uno dei suoi pi

illustri seguaci, scriveva

un libro apposta per isvolgere questa idea (V. TEditto


pretorio dei

Romani

adattato alle

nostre circostanze,

mezzo principale di riforma adeguato

e perpetuo

del

diritto nostro).

Digitized by

Google

LEZIONE

136

X.

Non

mio intendimento, n il luogo opportuno, dintraprendere una discussione sui principi


della scuola storica. Ci solo mi basta constatare, che
ora

combattendo

concetto

pericoloso e falso

il

dellonni-

potenza del legislatore, essa ha richiamato

scienze

le

modo

giuridiche al loro uflcio naturale, e ha tracciato in

luminoso

vere condizioni del progresso del diritto.

le

Quanto
per

notava

lazione nel

principio della codificazione delle leggi,

al

giustamente

il

sua re-

nella

Vigliani,

libro del progetto di Codice civile:

t.

il

buon senso dei popoli che dovunque salutarono quale


un insigne beneficio
che loro presentava

promulgazione di un

la

Codice

ordinate, chiare e ridotte allin-

telligenza di tutte le leggi che da tutti

debbono essere

osservate, ha da gran tempo decisa inappellabilmente


la quistione,

e imposto silenzio alle querele degli eru-

che della legislazione fare vorrebbero ancora

diti,

scienza arcana e privilegiata,


piriano....

come

la

lantico diritto pa-

Codici, emanazioni del progresso scientifico

e civile, sono e debbono essere opere progressive, in

quanto raccolgono, sotto


risultati

pi o

forma precettiva,

della dottrina e della civilt di

meno memorabile che

dottrina e la civilt non


dici, secondati dalla

si

li

produce.

arrestano

completo del
ce la d

ultimi

cosi anche

epoca

la

Co-

giurisprudenza e dalla dottrina, ne

seguono il corso, merc le riforme a cui


tempo debbono esser soggettati .

Una prova

gli

quell'

E siccome

di pi del

trionfo oramai

principio della

lInghilterra,

di

tempo

in

decisivo e

codificazione delle leggi

che fu lino a

ogni concessione su questo punto

il

ieri

avversa ad

cui

Parlamento

ora ha dato opera, per mezzo di Commissioni, ad un

riordinamento razionale della sua legislazione.

Digitized by

Google

LA LEGISLAZIONE CIVILE EC.

68.

L
Ma

137

tradizioni del diritto civile italiano.


nazione a

se vi

cui

sicuramente

cesso, quella

principio

il

dellunit

con pienezza di suc-

legislativa potea essere applicato

che

lItalia,

era gi

vi

preparata da tradizioni secolari. Sicch, le perturba-

accompagnano per lo pi il
saggio da una legislazione ad unaltra, dovevano
zioni e

disordini che

meno

scire assai

gravi fra noi che

altro paese. Se,

nuove

instituzioni

civili,

riu-

qualsiasi

estrinseca delle

primo

attuate in Italia col

alla sostanza,

passiamo

1860, noi

del

presso

forma

dalla

difatti,

pas-

vediamo tosto

che, nel loro complesso, le innovazioni recate riguar-

dano piuttosto
gliere

le

senza, n le

fondamenta del

ma

diritto attingeva

ho

diritto

Regno. Ed

provincie del

diverse

consistono nellacco-

particolarit e

progressi della scienza;

non toccano lesche vigeva nelle


naturale.

bisogno di ricordarlo?

io

Questo

le

sue

fondamentali a quella scuola ammirabile

disposizioni

che, sorta in

Roma 25

secoli or sono, andata

sem-

pre svolgendosi sotto lazione delle pi diverse vicende,

ha resistito alle catastrofi pi spaventose che narrino


le

storie

dellumanit, e attraverso

fece raggiar la sua luce

con

tenace

qualche ecclisse,
preferenza sulla

nostra penisola.

Dopo

le

Romano, V.

dimostrazioni di Savigny (Storia del Diritto


I,

p. 11, cap. 13) e dei

pi autorevoli sto-

documenti messi in
luce in questi ultimi anni, nessuno oramai pone pi in
dubbio die le antiche instituzioni civili non solo si
sono costantemente mantenute in vigore, ma non ces-

rici

delle leggi

sarono

il

romane, dopo

loro lento, eppur continuo

progresso, mal*

Digitized by

Google

LEZIONE

138

X.

caduta dellImpero romano, malgrado le disastrose inondazioni dei Barbari. L Italia sempre

grado

la

rimasta latina nel suo diritto come nella sua letteratura,


nelle sue arti

come

ne suoi costumi.

Non

vi paese,

osserva un giurisconsulto tanto pi autorevole che


straniero, che

sia stato

come

lItalia

preda dei Bar-

bari, e non ve n alcuno che abbia serbato cos poche


traccie del

loro

passaggio. Questi rozzi guerrieri del

Settentrione, una volta discesi in Italia,

come una valanga


valli

di

si

fondevano

neve nella tepida atmosfera delle


Chiunque si miGoto Cassiodoro, divien

(Gide, Leg. civ. en Italie ).

schia agli Italiani,

diceva

il

bentosto suddito della legge romana: Juri romano servit

quid quid sociatur Italiae (Varia,

Ma

pieno sviluppo del giure

il

I,

27)

romano

.
si

compiette

pi tardi, quando, sotto lazione di cause molteplici e

diverse,

mente

si

di

statuti:

videro sorgere in Italia

Lombardia
si

legga

Comuni,

special-

e di Toscana. Si consultino

la

loro istoria, e

si

loro

vedr fino a

qual punto incarnarono nelle loro leggi le instituzioni

romane. In queste democrazie, come

in quelle dellan-

non era altro che la partecipazione


di tutti i cittadini allesercizio di un potere pubblico
spesso oppressivo e inquisitoriale. Mentre altrove i feutichit,

la libert

datari!

offrivano,

protezione

vendevano

Comuni

ai

possesso della loro libert,

erano invece

politiche

Nel

nelle repubbliche Italiane

il

mettere

diritto

Comuni

zione romana:

imponevano la loro
mal sicuri nel

nobili che venivano a

ritto di cittadini, e a

della citt.

del Nord, ancora

civile

Italiani

la loro

come

domandare
spada

al

il

di-

servizio

nelle instituzioni

rimasero fedeli alla tradiimpor-

diritto germanico, violentemente

tatovi dai longobardi,

non

vi lasci che debole traccia.

Digitized by

Google

LA LEGISLAZIONE CIVILE EC.


slato argutamente

Comuni

governanti nei nostri

ma

fare,

di

di

osservato

emendare

era

.,

139

come

non

ufficio dei

gi di creare o

e riformare gli

statuti e

le

{ad reformandum, ad corrigendum, ad emendati-

leggi

dm).

C. Carpellini, nel suo

come

dotto

discorso

romano

Statuti

di Siena, nota

vigente

da tempo immemorabile, e come

lavorassero sopra materia

il

diritto

di assai

sugli

vi fosse

riformatori

gran tratto prepa-

provata e riprovata dallesperienza, resa famigliare

rata,

ed

autorevole dalla tradizione , e da lungo tempo innaindole delle genti (pag. 13)

lzala nell

In tutti gli statuti

pi antichi

il

diritto

romano

fondamento dogni legge e dogni giudizio. Sovente riprodotto con testi precisi; sovente involuto
da forme proprie. Chi vuol trovare prove a dovizia

il

dell

una e

specie di documenti

dellaltra

gerne nella storia del Savigny.

menti riferiti

parola

si

mantenne

sostanza,

non

il

potr attin-

si tratti di

per parola, o di

servati soltanto nella

romana

Ma, o

fram-

prjncipii con-

fatto

che la legge

interrotta e vivente, e go-

vern lItalia.

E Roma come Milano, Ravenna come Modena,


come Siena, avrebbero potuto dire del loro

Napoli

che scriveva lantico statuto di Pisa:

ci

diritto

legge di

queste citt

misti alcuni resti

busdam de lege
mettete

che

la

di legge longobarda:

retentis

qui-

.
Invece di longobarde,
germaniche di cui sia rimasto qual-

frammento negli

statuti speciali delle diverse citt

e le

parole

tutte.

Gli statuti senesi ci

mana; e

la

longobarda

le leggi

di diritto

legge romana, a cui sono fram-

dello

pisano

statuto

sono

applicabili a

danno un saggio della parte

barbarico che rest mischiato alla legge rosi

pu

citare

la

legislazione

dei

duelli,

Digitized by

Google

LEZIONE

ito

imperiali,

feudi

diritti

X.

compensazioni pecuniarie per molti

Ma
romano
golare

ben rare eccezioni

tolte

la

fu generale e durevole: e

si

nota

La nuova

fin

dai primordi

attivit

Maremma,

baroni di

dei

delitti e simili

le

(1).

prevalenza del diritto


suo rifiorimento sin-

il

dellundecimo secolo.

commerciale e industriale che

vela trova nella legislazione romana

si ri-

sue regole, le

le

sue guarentigie, la sua protezione. Luso della lingua


latina negli affari s profani che sacri,

che rimasero note,

le fonti scritte

la pratica dei giudizii, labitudine

della terminologia

giuridica dei Romani,

negli atti notarili,

costumi conformi

slazione, tutto cooper non


dicare,
In
pali

ma

altres ad

fatti,

che

si

loro legi-

solo a mantenere e a ra-

estenderne limpero.

prendano ad esame

conoscono, e vi

si

specialmente

alla

si

gli statuti

vedranno

munici-

ricomparire

Roma:

la

patria potest, rigorosa e perpetua, rinforzata, da

un

le instituzioni pi caratteristiche dellantica

Senatus-consulto macedoniano, e dallaltro,


appena temperata dallammissione dei diversi peculii : il
lato, dal

testamento, solenne nella sua forma e assoluto ne suoi


linalienabilit dotale

effetti;
si

ipoteca

col legano;

nazioni fra

con

tutti gli effetti

che vi

privilegiata, proibizione

di do-

coniugi, Senatus-consulto velleiano, ecc.

Sarebbe troppo lunga lenumerazione delle prove dalle


(1)
altri

Ancora, da dirsi

impregnati

clic gli

di diritto

statuti

barbarico

senesi furono

perch vi

pi

degli

dur a lungo

il

duello giudiziario; cosi nei libri della pubblica spesa pel 1248 fatta

menzione

pagamento

di sei campioni, che

combatterono pel Comune contro quelli della Casa dincontro. E cos fassi chiaro,
nota Carpellini (16), che il Comune disbrigava a colpi di spada gli
del

affari suoi,

da pari a pari, coi potenti cittadini, e sosteneva

diritti colle

armi come ogni

suoi

altra persona .

Digitized by

Googl

LA LEGISLAZIONE CIVILE
quali

mi

risulta

la

come

limiter quindi a ricordare

Ut

EC.

romana;

tradizione

continuit della

oltre le disposi-

zioni precise che vennero tolte al diritto


tutte le materie che sono regolate

romano,

da principii

in

giuri-

dici pressoch universali, le sue forinole, ammirabili per

concisione e per evidenza, erano gi


e divenute legge

uscite

dItalia,

dovunque era giunto raggio

della sa-

pienza latina.
II diritto

69

romano

in Italia

Ma

se

parte

tanta

nelle leggi vigenti

prima del 1866-

Italia dovette al

regno del diritto romano

de suoi progressi e della sua

per riconoscere che

giusto

inflessibile

gloria,

persistenza

mantennero vigente
fra noi fu causa di una deplorabile inferiorit in molte
parti della ragione civile. Uno sguardo sommario allo
con cui governi e giurisconsulti

delle

spirito

leggi

che regnavano nei diversi

Penisola prima che

della

guisse

lunificazione

all

civili

Stati

unificazione politica

legislativa

quanto fossimo ancora indietro


nazioni

lo

se-

baster a dimostrare

alla

maggior parte delle

dEuropa, e quale aperta contraddizione

vi fosse fra le libert sancite dalle nostre instituzioni

e le dottrine illiberali di alcuni Codici, appena toccate

d* qualche riforma timida e parziale.


Le leggi che governavano in Italia

il

diritto pri-

vato erano in alcuni Stati codificate, in altri no. Ave-

vano

Codici modellati sul Napoleonico le due

(20

marzo

gli

Stati

(25

1819): gli Stati di

Parma

Sicilie

(10 aprile 1820):

Sardi (20 giugno 1837): gli Stati Estensi,


ottobre 1851). Il Codice Napoleone ofcialmente

tradotto dal francese aveva avuto forza di legge,

an-

Digitized by

Google

LEZIONE

142

che dopo

X.

caduta dell Impero, nella Liguria fino

la

e nel Lucchese, fino a questi ultimi tempi.

Veneto,

Codice

dal 1. gennaio 1816.

fin

Lasciando per ora da parte quest ultimo


a

al 1838,

Il

era andato in vigore nel Regno Lombardo-

Austriaco

inspirato

dottrine diverse da quelle del Codice Napoleonico,

ci

che giova qui ora no tare che

liani,

vari Codici

ita-

modellati sul francese, se ne separarono nel

con-

servare un pi servile ossequio alle pi illiberali

di-

sposizioni del diritto romano.

La Toscana

e gli

Stati

Pontificii,

conservarono lImpero

leggi speciali,

salvo
del

alcune

diritto

ro-

mano, con quelle modificazioni che avea ricevute

da-

municipali, dalle consuetudini, dal

gli statuti

canonico,

dalle

decisioni

diritto

magistrati e dalle

dei

opi-

nioni dei chiosatori.

Ma
come

tanto

provincie

nelle

in quelle

governate dai

Codici

che non ne avevano, noi troviamo

scol-

pita limpronta delle pi antiche instituzioni che, come

ben nota
dio

il

evo,

Gide, dopo aver resistito, durante

invasioni

tutte le

dei

Barbari,

il

me-

avevano

saputo altres resistere, nei tempi moderni, a

tutti

progressi della civilt: anzi, in alcune instituzioni

aggravarono persino

romana.

principii della legge

si

Apriamo, infatti, i Codici e vi troviamo: il matrimonio celebrato dalla Chiesa, e regolato secondo

canoni del

concilio

di

religiosi assimilata alla


stica

devoluta senza

Trento:

morte

lentrata negli ordini

civile: la potest

partecipazione

maschio della

linea paterna:

fino allet di

30 anni del

il

alcuna

dome*

al parente

figlio di famiglia privo

godimento e

dell

ammini-

strazione del suo patrimonio, e ritenuto fino alla sua

emancipazione, dal Senatus-consulto macedoniano,

Digitized

by

in

Google

LA LEGISLAZIONE CIVILE EC.

uno

stato

figlio passibile di

il

diseredazione, e privo della sua

le-

perci di

ha mancato

gittima, se

113

dipendenza:

dincapacit

doveri di figlio,

ai

o se ha

abiurato la fede cattolica; la moglie spogliata del suo

maschi, e,

diritto di successione a profitto degli eredi

con una nuova estensione del Senatus-consulto velle-

una

jano, dichiarata incapace di fare

liberalit

come

queste ed altre disposizioni di-

di costituirsi sicurt;

mostrano abbastanza luminosamente, come, malgrado


la parte innovatrice attinta nel loro modello francese,
pure i Codici Italiani non si allontanarono di molto
dalle tradizioni dellantichit e del medio evo (Vedi
Cod. parm., art. 34, ec.- Cod. delle due Sicilie, art. 67,

'

189, 288, 848, 854, ec. - Cod. Alb., art. 108, 224, 714,

948, 1124, 1212, 1919, 2054, ec.- Codice

737, 942,

74, 119, 140, 842, 911, ecc).

est., art.

Se poi

si

passassero

ad esame le instituzioni an-

cora vigenti negli Stati Pontificii e in Toscana

si

ve-

drebbe con singolare sorpresa fino a che punto lantico


diritto vi avea conservata la sua forza: e le lievi imr
dificazioni che gli erano state apportate, invece di mitigarla,

l'avevano regolata e accresciuta.

ne era rimasto ancora

Napoleonico

si

in

Ma da quanto

vigore nei Codici modellati sul

pu giudicare

ci che

dovevano ancora con-

tenerne le instituzioni pontificie e toscane

serbatesi

fe-

deli alla tradizione pi antica e pi pura.

Tale era lindole,


tali

delle

legislazione

tali

erano

civile

principii

dei varii

fondamen-

Stati

Italiani,

quando sotto limpulso della coscienza pubblica e per


soddisfare una delle pi imperiose esigenze della nazione ricostituita,

si

diede

mano

allardua impresa de-

r unificazione legislativa.

Digitized by

Google

LEZIONE

114

X.

Lavori preparatorii

70.

e pubblicazione del Codice civile.


Era appena terminata la guerra del 1859, e signorava ancora di quali ulteriori avvenimenti sarebbe

quando

cagione,

stata

cominciarono a Torino

si

stesso

il

governo

provvisorio

gli

tempo

studi per la riforma del Codice Albertino; e nel

dellEmilia

dittatoriale

creava una Commissione con lincarico di preparare


zione
forse

prendendo a base

civile,

migliore che

il

Ritornato

si

il

avesse in

potere

al

Codice

parmense,

Italia.

conte Cavour,

il

tempi nella legisla-

miglioramenti richiesti dai nuovi

lopera

ri-

formativa* venne continuata con vigore e furono chia-

mati a prendervi
Toscana,

della

parte

quali,

giurisconsulli
uniti ai

dellEmilia e

Lom-

Piemontesi e

bardi, formarono una Commissione unica, che termin


sollecitamente
nel

suoi

maggio 18G0,

samente

alla

Camera

ne pubblic

lavori,

Progetto

col titolo:

del Codice Albertino.

elettiva

il

frutto

il

di revisione

Questo venne presentato

ufficio,

19 giugno successivo,

due rami del Parlamento elessero


una Giunta con lincarico
ciascuno
di sottoporlo ad esame e di riferirne.
Le due Commissioni si misero allopera: venne
chiesto il concorso dei lumi delle autorit giudiziarie
del Regno, che si affrettarono a comunicare utilissime
ed

al

Senato

il

21

nel proprio seno

osservazioni

(luglio-decembre

Sciolto e riconvocato

il

1860).

Parlamento dopo Punione

delle provincie meridionali al

Regno

dItalia,

il

mini-

stro Cassinis chiese al Senato nella seduta del 21 feb-

braio

1861 e alla

Camera

elettiva,

in quella del

15

Digitized by

Google

LA LEGISLAZIONE CIVILE EC

marzo,

di procedere

missione. Assenti

il

145

nomina di una nuova ComSenato, non la Camera (febbraioalla

aprile 1861).

ministro prepar allora un nuovo

Il

quale, preso a modello


quelle

il

modificazioni

sole

progetto,

il

Codice Napoleone, vi recava

che erano gi
morte di Cavour,

progressive

ma

attuate nei Codici Italiani:

la

portando nuove modificazioni ministeriali, imped che


il

nuovo

progetto

fosse

presentato

al

Parlamento

(aprile-giugno 1861).
L'avv. Miglietti, succeduto allavv. Cassinis, diede

mano con
lavori, e

getto al
tralo in
steriali
al

intelligente

sollecitudine al

1862
Senato. Ma, secondo

il

deplorabile sistema en-

che nel giugno

posto del Miglietti lavv. Conforti,


il

composta

progetto allesame di una Commis-

di magistrati

Cassazione di Napoli,
od

il

dei

pro-

vigore fra noi, una delle solite crisi minicambi nuovamente il Guardasigilli e port

1862 sottopose
sione

compimento

present un nuovo

9 gennaio

il

la

componenti

Corte

la

quale prese ad esame

secondo libro, trasmettendo

le

il

di

primo

sue osservazioni

al

Ministero.

Allavvocato Conforti successe, dopo pochi mesi,


lavvocato Pisanelli: questi

si

ad instituire

affrett

cin-

que Commissioni, a Torino, a Milano, a Firenze, a


Napoli ed a Palermo. La prima, quella di Torino, fu
incaricata di esaminare la difficile materia

scrizione, dei

occorrevano

le

privilegi

e delle ipoteche,

pi urgenti e le

pi

radicali

Commissioni dovevano studiare

Le

altre

ma

quella sola di Napoli condusse a termine

pito.

Quella di Palermo ne esamin

della
sulla

tra-

quale

misure.

l'intero progetto;
il

suo cin-

due primi

libri,

quella di Milano il solo primo, quella di Firenze, nessuno.


*
IO
Saredo Voi.
,

I .

Digitized by

Google

LEZIONE

i6

X.

ministro Pisanelli, valendosi di questi e dei

Il

cedenti

lavori, diede

mano

compilazione

alla

pre-

un

di

nuovo progetto, che present al Senato in due volte,


accompagnandolo da apposite relazioni (15 luglio, 28
novembre 1863). Il Senato nomin una Commissione,
v

condusse

quale

la

termine

suoi

glio 1864.

La

parti; dell

una (primo libro) fu autore

relazione

del

gliati, dellaltra (secondo libro)

e dellultima (terzo libro)

Erano

le cose a

il

lavori

nel

progetto fu divisa
il

lu-

in tre

senatore

Vi-

senatore Deforesta,

il

senatore Vacca.

questo punto, n

si

sa quando

si

sarebbe potuto avere un risultato definitivo, allorch

un

somma

fatto politico di

le difficolt

La

importanza venne a levare

che avevano attraversato

convenzione del

la difficile impresa.

15 settembre 1864, portando la


a tutti che fornisse unec-

capitale a Firenze, parve

cellente occasione per compiere finalmente lunificazione


legislativa. Il ministro Vacca,
crisi ministeriale al

Camera

alla
di

ministro

succeduto dopo una nuova


Pisanelli, present quindi

novembre 1864) un disegno


quale chiedeva che il Governo del Re

elettiva (24

legge, col

fosse autorizzato a pubblicare ed a rendere esecutorie

per decreti reali

in tutto

il

Regno , nello

stato in cui

erano, avanti alluno od allaltro ramo del Parlamento,


dette leggi, fra

Codice civile e

le
il

quali

figuravano in primo luogo

il

Codice di procedura civile, introdu-

cendovi quelle ulteriori modificazioni che fossero ravvisate indispensabili a coordinare queste leggi fra loro

e con altre
reale

le

leggi

dello Stato, e

disposizioni

transitorie

di fare con
e

quelle

decreto

altre

che

fossero necessarie per la completa attuazione delle leggi

medesime.

La Camera

elesse

una Commissione, che ebbe

Digitized

by

Google

LA LEGISLAZIONE CIVILE EC.


relatore

il

Pisanelli, quello fra

nostri giurisconsulti

che pi attivamente cooper ai lavori preparatorii e che


pu dirsi il principale autore del Codice.
Nella relazione (presentata nella seduta del 12 genera dichiarato che la Commissione accet-

naio 1865)
tava in

massima

per le sue

progetto del Ministero, ristringendo

il

facolt

quelle

dalla necessit di

coordinare

quanto al Codice

civile, alle

il

diritti

richieste

Codici fra di loro, e,

concernenti

disposizioni

successoriidei coniuge,

il

testamento olografo,

contratto di enfiteusi e lipoteca legale.


del 22

Nella tornata

approvava

discussione,
al

modificazioni
i

febbraio

1865, dopo lunga

progetto di legge che dava

il

Ministero le facolt necessarie per procedere, colle

norme

tracciate e coi poteri

progetto,

legislativa.

Il

presentato,

nella

che elesse una

concessi,

votato

allunificazione

Camera, venne

dalla

seduta del 23 febbraio,

Commissione,

il

cui

Foresta) nella seduta del 6 marzo,

al

Senato,

relatore (G.

De

conchiudeva per

lapprovazione pura e semplice del progetto. Approvato


dal Senato nella seduta del 29
colla sanzione regia, colla

marzo, diveniva legge


promulgazione e colla pub-

il 2 aprile
successivo. Lo
un decreto regio nominava una Commis-

blicazione, che ebbe luogo


stesso giorno

sione, incaricata di
ler

coordinare

proporre

le modificazioni necessarie

Codici e le leggi, che

il

governo era

autorizzato a pubblicare in conformit della

quel giorno

per decreto ministeriale, in Commissioni

condo

legge di

questa Commissione doveva essere divisa,

la materia;

il

che fu eseguito

il

speciali, se-

6 dello stesso

mese.

Le Commissioni

speciali

quella del Codice civile

si

misero

tenne 55 sedute,

allopera;
delle

quali

Digitized by

Google

LEZIONE

148

X.

furono redatti e pubblicati altrettanti elaborati processi


verbali, e termin
Il

suo

il

giugno,

il

lavoro

adottando quasi

ministro,

Commissione, present

29 maggio

il

tutte

si

approv e mand

Re-

1866 (Pisanelli, Relazione del

li

ordinando che

gno

gennaio

gennaio 1860- Astengo ed


Tale la storia dei
di averci dato
la

I,

pag. 14 c

seg.).

cui

risultato

si fu

altri, Voi.

lavori

il

per non parlare che del Codice

miglior legislazione di diritto privato che

come

sca in Europa: e se,

molte lacune c molte

civile -

da

cipii

avr occasione di vedere,

si

erronee

'cui

informato

pi incontestati delle
si

disposizioni vi

sono conformi

scienze

si

la-

prin-

progressi

ai

sociali, e che, in ogni

ora agevolata la via a quelle migliori

forme che l'esperienza & gli avanzamenti


ranno desiderabili o necessarii.
la

cono-

si

mentano ancora, giusto per riconoscere che

modo,

fra le

il

titolo pre-

avrebbe esecuzione nel

liminare,
l.

del me-

a pubblicare

Codice civile colle disposizioni contenute nel

il

della

relazione del 25

nuovo Codice; e con reale decreto

desimo giorno

1865.

proposte

le

con

Re,

al

ri-

civili rende-

prime riforme che occorrer di fare

vi

riduzione di un terzo almeno del testo, togliendo

le disposizioni inutili,

o superflue,

minute, e spettanti pi

alla scienza

denza che ad un Codice:

sia

sia

perch troppo

ed alla giurispru-

perch contengono

defini-

zioni e descrizioni senza carattere imperativo, o teorie

puramente

dottrinali,

pretazione dei
moltissimi
cazioni

come

contratti.

articoli,

evidenti e

il

titolo relativo allinter-

Potrebbero

quali non sono

poi
altro

eliminarsi

che

necessarie di principii gi

appli-

esposti.

La divisione

stessa del Codice in tre libri poco ra-

zionale e la

disposizione delle materie non sempre

Digitized

by

Googli

LA LEGISLAZIONE CIVILE EC.


regolare:
lerrore
delle

e la

violenza

sono

obbligazioni, mentre

sotto

collocate
il

cos, per esempio, le teoriche circa

il

il

dolo,
titolo

loro luogo naturale era

titolo

preliminare, perch riguardano necessariamente

tutta la

legislazione civile, commerciale e amministra-

il

tiva.

La materia della prescrizione

estesa in tutto

arbitrariamente

Codice, invece di essere regolata da

il

uu titolo unico.

Non parlo

mal compilati,

degli articoli

n delle contraddizioni in cui spesso


petizioni inesplicabili della stessa

cade, delle

si

ntato le nullit relative allordine pubblico ed ai

costumi, che
lart.
altri

sono

pronunciate in

tesi

buoni

generale dal-

12 del Titolo preliminare, e poi ripetute in tanti


articoli del Codice):

materie che

tacio della

dispersione delle

dovrebbero essere unite, perch regolate

dagli stessi principii:

della

ri-

disposizione (ho gi

tacio

delle

inesatte,

definizioni

impropriet dei vocaboli spesso usali in due sensi

distinti,

pi spesso adoperati per dir cosa diversa dal


finalmente di alcuni

loro significato

naturale;

punti, nei quali,

invece di progredire,

Ma questi ed

altri difetti,

taccio

saranno esaminati e posti in luce,


pregi sostanziali del

H desiderio che a
ad una

si

retrocesso.

che nel corso di questi studi

non diminuiscono

nostro Codice, e solo lasciano vivo

tempi pi maturi e quieti

si

proceda

nuova e pi razionale riforma.

Digitized by

Google

LEZIONE
DELLA CITTADINANZA

71.

Il

XI.
IN

romano

diritto civile

GENERALE

il

diritto civile

moderno.
Pare, a

prima vista, che nulla

dare di una nozione del diritto


cosi , se lo

dalle mille

si

civile.

pi

facile a

E senza

dubbio.,

sia

considera in s stesso, fatta astrazione

definizioni

che se ne hanno, e dalle

con-

traddizioni a cui d luogo la storia delle leggi civili. Ma


se

comincia dal

si

romano per venire

diritto

fino

nostro Codice, vediamo tosto quante eliminazioni

al

biso-

gna fare prima di giungere ad un concetto preciso

del

diritto civile.

giurisconsulti

una

triplice

rale,

il

diritto

come

romani,

distinzione;

delle genti c

avevano
il

precetti della filosofia stoica

scepoli

giurisconsulti dellet

diritto

nolo, facevano
il

diritto

civile.

(della quale

aurea del

natu-

Secondo

erano
diritto

di-

ro-

mano), bisogna distinguere nell uomo tre diverse qualit. La prima quella che egli ha comune con gli

Digitized by

Google

DELLA CITTADINANZA

GENERALE.

IN

151

animali, e che fondamento della legge naturale:

altri

jus

naturale est quod natura

nani

jus istmi non

omnia ammalia docili t:


umani generis proprium, sed om-

nium animalium, quae in terra, quae in mare nascuntur:


et

avium quoque commune

Hinc descendit miri

est.

foeminae conjunctio, qttam nos matrimonium adpel-

lamus: hinc liberorurn procreatio, hinc educatio.

- Videa-

mus etenim caetera quoque ammalia, feras etiam, istius


juris peritja ccnseri (L.

I,

3,

IT.

de Just,

et Jur.).

La seconda qualit che si osserva nelluomo


che lo distingue dagli altri animali e costituisce

quella
la

natura umana, dalla quale nasce

comune a

tutti gli

il

diritto delle genti,

uomini, da non confondersi col

internazionale, poich

ritto

jus

di-

gentium romano cor-

risponde a quello che nel linguaggio giuridico odierno


noi

chiameremmo diritto naturale: jus gentium est


humanae utuntur, quod a naturali recedere

quo gentes

facile intelligere licct,

2 e 3,

quia

illud

omnibus animalibus

hominibus inter se comune est (L.

hoc solis
IT.

I,

L-

de Just, et Jur.).

Osservando tnalmente che ciascun popolo ha, oltre


un Governo proprio, anche delle leggi, delle istituzioni e delle
altro,

consuetudini che lo diversitcano da ogni

giurisconsuiti romani trassero da questo terzo

ordine di fatti la
e

il

distinzione

diritto civile;

quell'

insieme

eiascun

di

fra

il

diritto delle genti

con che intesero appunto significare


leggi e

dusi che sono

particolari a

popolo: jus civile est quod ncque in totum a

gentium recedit, ncque per omnia ei servi t.


quum aliquid addimus vel detrahimus juri com-

naturale vel
Itaque,

muni, jus proprium


Just, et

Jur.)

idest civile a/Jicimus (L. 0,

Omnes populi qui

reguntur partivi suo proprio

legibus

partivi

et

IT.

de

moribus

communi omnium

Digitized by

Google

LEZIONE

152

XI.

hominum jure utuntur. Nam quod quisque populus


sibi jus

constituit, id ipsius

proprium

ipse

civitatis est:

vocaturque jus civile , quasi jus proprium ipsius civi-

quod vero naturalis ratio inter omnes homines

tatis;

constituit, id

apud omnes peraeque custoditur, vocaturque


quasi quo jure omnes gentes utantur.

gentium,

jus

(L. 9,

eod).

ff.

L jus

Romani non

civitatis dei

che noi ora chiamiamo

adunque quello

perch abbrac-

diritto civile,

ciava tutto linsieme delle instituzioni tanto pubbliche

come

private, tanto civili

come

penali.

loro concetto

Il

sempre restringendo.
I giurisconsulti dei secoli decimo quinto e decimo
sesto avevano gi cominciato a limitarne il senso, opponendo il diritto civile al diritto canonico nel secolo
decimo settimo si applic il nome di diritto civile al
si

andato

diritto privato, per

ed ora

diritto

il

zione, poich

si

punti, anche dal

distinguerlo dal diritto pubblico:

civile

diritto

esclusivamente

plica

ha subito una nuova

alla

individui, e

colari degli

commerciale; per cui


regola degli

comprende

bracciano lo stato delle persone,


famiglie,

vari

modi

contratti,
di

restri-

distingue dal diritto penale e, in molti,

le

acquistare

la

donazioni,
o di

un ramo del diritto generale


meramente civili.

dello

ap-

leggi che ab-

le

costituzione delle
le

perdere

simili. Sicch l'antico jus civitatis

si

interessi parti-

non

successioni,

la

propriet e

ora pi che

Stato, e

regola

diritti

Digitized by

Google

DELLA CITTADINANZA

GENERALE.

IN

Della distinzione adottata fra


civili e i diritti politici

72.

come

Nelle scuole

153

diritti

come

nei tribunali, nelle leggi

nei libri quasi generalmente adottata la divisione dei


diritti

delluomo

in naturali, civili e politici.

sintenda pei primi ce lo dice

secondo

il

evidentemente

turali
sia

16)

(art.

dei diritti naturali

come una persona, escludendo quindi


17

lart.

disporre che ci che

completa

concerne

con

il

diritti na-

deve considerarsi come sussistente, finch non

dimostrata

Sono

Codice austriaco

riconosciuti dalla ragione, e deve per-

ci considerarsi

la schiavit e la servit: e

cetto, col

il

uomo ha

quale, ciascun

Ci che

la

restrizione legale di questi diritti

diritti civili quelli

il

cui godimento ed esercizio

guarentito a tutti coloro che, sieno cittadini o stranieri,

leggi

si

trovano nelle condizioni

Finalmente

diritti

determinate dalle

politici

tervento diretto o indiretto di chi

li

importando

lin-

possiede nellam-

ministrazione della cosa pubblica, sono esclusivamente


riconosciuti a quelli che o sono nati o sono divenuti

per naturalit cittadini di uno Stato.


Si scorge subito la

differenza

che v fra

plice divisione del diritto adottata dai

la tri-

romani e quella

che entrata nella maggior parte delle legislazioni


moderne. E non senza sorpresa che si vedono le contraddizioni in cui esse caddero. Cos mentre ci si dice
che il diritto civile quello della citt, quello che regola
i

il

rapporti privati dei cittadini,

si

vede che

in realt

solo a cui partecipa anche lo straniero; mentre

ritto politico,

da cui

lo straniero escluso,

il

di-

ora quello

che pu dirsi proprio civile, nel vero senso della parola.

Digitized

by

Google

LEZIONE

151
Il

carattere

XI.

particolare dei

politici

diritti

solve in sostanza nellesercizio degli uffici


giuralo, nelleleggibilit,

e di

impieghi,

blici

nellammissione

il

valore della distinzione che

tra diritto privato e politico, occorre

speciali, e vedere se

siano

la linea

Prendiamo quelli

fra

pi strettamente colle forme

collegano

Governo;

esaminare

il

diritto di associarsi, di

che

si fa

caratteri

talmente distinti e

da potersi notare con precisione


Ora. ci non

ai pub-

e militari.

civili

Per giudicare

si ri-

di elettore

diversi

separa.

li

che

diritti

si

politiche del

riunirsi, di stam-

pare, di eleggere, e simili.

Cos lassociazione?

il

concorso di molti ad uno

scopo comune; ora, come potr negarsi ad un individuo,


sia cittadino o

altri?

straniero,

gli articoli

diritto

il

associarsi con

di

1697 e seguenti del Codice

106 e seguenti del Codice commerciale non


scono essi un diritto comune per
di

associarsi

mente quello
civili

se

il

che se
riunirsi per pro-

commerciali,

il

questa

facolt

estende alle associazioni o riunioni che hanno


litici.

la

Ma

cos la politica? GlInglesi ce ne

miglior definizione;

blici.

Ora,

diritto

necessaria-

di riunirsi? Si osserva, vero,

cosa lecita a tutti lassociarsi e


getti

tutti ?

ammesso, non ne deriva

civile,

costitui-

ci

il

complesso degli

dicono glinglesi, che

non

si

fini po-

hanno

data

affari pub-

gli affari pubblici

della nazione sono gli affari particolari di ciascun

citta-

dino. Per cui, chiunque, cittadino o straniero domiciliato nel

Regno, ha interessi dipendenti dallindirizzo della

cosa pubblica, ha altresi il diritto di adoperarsi con mezzi


legali, per

mantenere o ricondurre

mandatarii del

pubblico nel retto sentiero. Lesercizio dun tale diritto


tende adunque a tutelare interessi strettamente privati.

Digitized by

Google

DELLA CITTADINANZA

IN

GENERALE.

155

Prendiamo la libert di stampa: essa considerata


come una libert politica per. eccellenza. Ebbene, se
si esamina la sua essenza, i suoi modi dazione si vede
tosto che una libert di diritto comune. 1 contratti
obbligazioni fra editori e

e le

carta e di caratteri,

di

compositori, fra
e

il

fra venditori

scrittori,

proprietari di tipografie e
libri

compratori non sono essi regolati dal Codice civile

o dal
tico

fra

amministrazione dei giornali o

commerciale? Doventra allora lelemento

Negli scritti pubblicati. Ma


comune:

diritto

poli-

anche qui regna

se si viola qualche

legge,

il

di-

altrui, v la sanzione penale, pronunciala dalle

ritto

giudiziarie

autorit

delio

Stato,

come

dogni

altra

violazione delle leggi positive ordinarie.

Quello
larmente

Ma qui
ritto di

il

si

per fra

diritti a cui si

carattere di politico

il

d pi

partico-

diritto elettorale.

applica ci che fu detto pi sopra del di-

associazione e di riunione. Si obbietta che lo

straniero

non

ha,

buon andamento
ci

assurdo.

Lo

come

il

della

pubblica amministrazione.

cittadino, tanto interesse al

straniero che ha dei beni nel

Ma
mio

Comune forse esonerato dalle imposte che colpiscono


gli altri abitanti?
No, certo. Se dunque obbligato a
misure di chi siede all indirizzo del Comune
e del Governo, perch gli negherete il diritto di concorrere anchesso nella scelta di coloro che avranno
facolt di farlo pagare ? una puerilit il temere che
per ci solo che straniero, egli possa votar male

subire le

per far

danno

al

paese di cui non cittadino:

interesse la miglior guarentigia

gono per la quistione


delle

il

suo

il suo voto
argomenti val-

che dar

ad uomini esperti ed onesti. Gli stessi

delleleggibilit, per

l'esercizio

funzioni di giurato, e simili.

Digitized by

Google

LEZIONE

15(i

XI.

il pi grande
moderni non hanno conosciuto queste sofi-

pi gran popolo dellantichit ed

Il

dei popoli

stiche distinzioni fra diritto pubblico e diritto privato,


diritti politici e diritti civili.

fondazione di
tutti
ai

Roma, Vjus

Sin dai primi tempi della

agli stranieri,

nemici vinti, purch trasferissero

Roma

che,

ma

luogo

in

a poco a poco fu esteso

quando lImpero

mondo, limperatore Antonino


riportala nella legge 17,

(ff.

cittadini tutti quegli ingenui

ma anche

loro domicilio

il

romano. Ebbe

o nellagro

una reazione;
facilit

accordato con

civitatis era

non solo

suoi effetti

seguito

con

tanta

confondevasi

gi

nel

nella sua costituzione

de stat. homin .) dichiar

che

si

trovavano nel ter-

romano. Giustiniano abol in termini formali ogni


differenza fra dominio Eonitario e Quiritario, chegli
ritorio

chiamava antiquae subtilitatis ludibrium (C. Fr. de


nudo jure quir. toll.). Il Vangelo trionfava sul Portico.
Furono tolte di mezzo le vecchie distinzioni di Latini
iuniani e deditizi, e perfino quelle di cittadino e d incoia: e venne sancito che ad acquistare la condizione
di cittadino

terra

bastava

qualunque

gliendovi la

eleggere per

suo domicilio una

romano, racco-

soggetta allImpero

somma

del suo patrimonio.

lo straniero

divenuto cittadino, mediante ladempimento delle suddette condizioni, godeva non solo di quelli che ora

chiamano

diritti

civili,

come

dominio legittimo, fazione

accesso

foro,

al

dimora

in

Roma,

tres dei diritti politici, vale a dire,

la

per

di

testamento,

e simili

ma

al-

ammissibilit agli

onori, alle dignit, alle magistrature


diritto di suffragi

si

sarebbero diritto di

connubio,

ai

sacerdozi

al

lelezione dei magistrati,

formazione della legge e per decretare che

la

per
guerra

venisse intimata.

Digitized

by

Googte

DELLA CITTADINANZA
Sicch,

coloro

IN

GENERALE.

157

a cui la disposizione

sancita con
3 del Codice pareva atto di unarditezza pericolosa, non hanno rillettulo che, in sostanza, non era
lart.

che una timidissima e incompleta applicazione


ritto

romano.
Se dal grande impero

di

Roma veniamo

repubblica americana vi ritroviamo


stessi
nieri.

principii sulla condizione

Dopo due
sono

sette anni

eleggibili alla

Senato (sez.

al

grande

alla

sanzione

degli

degli

giuridica

stra-

anni di domicilio sono elettori: dopo

tanti (sez. II, art.


bili

la

del di-

camera dei rappresen-

2), dopo nove


Ili,

3).

sono eleggi-

anni,

E non occorre aggiungere

che, cittadini o stranieri, tutti godono in

modo

eguale

della protezione della legge. Sotto questo aspetto,

la

Costituzione degli Stati-Uniti la pi liberale che

si

conosca nel mondo

civile.

Io credo che col progredire delle nostre inslitu-

andr

zioni

gradatamente abolendosi

la

distinzione

fra diritti civili e diritti politici, distinzione

che Da

suo fondamento, non nella natura delle cose,


larbitrio del legislatore, e grazie alla

spesso servono di
spesso

si

quale

freno o di ostacolo agli

urtano, invece di essere,

ma

il

nel-

secondi

altri,

pi

come dovrebbero,

uniti in naturale solidariet.

La

sola distinzione vera e razionale quella

esiste fra

il

diritto pubblico e

il

diritto privato,

che

quando

sintenda per diritto pubblico ci che esso veramente


,

vale a dire, quella parte

della legislazione che

riferisce alla costituzione ed allamministrazione

Stalo: pubblicum jas est, dice

il

rei romanae spectat (L. I,


Romani non tracciarono mai una

tuiti

molto precisa

fra

il

diritto

si

dello

Digesto, quoti ad staTit.

linea

I, 2).

di

pubblico ed

Invero,

separazione
il

privato

Digitized by

Google

LEZIONE

158

lo potevano.

nire,

poich

si

XI.

potr ancora

progresso delle

il

ha per risultato di radicare

meno per

lavve-

libere

instituzioni

sempre pi

negli animi

principio che il governo non altro se non il


mandatario dei cittadini, che lamministrazione della
cosa pubblica un affare d interesse comune, che

il

le leggi ordinatrici del diritto pubblico

tro se non la

guarentigia e la tutela

compongono

diritto privato.

il

dunque, come

73.

quelle

une e

al-

clic

le

altre

gi dissi pi innanzi, perfetto

cordo, perch tendono al

persona

violabilit della

Fra

non sono

di

le

ac-

medesimo

fine,

e dei beni

del cittadino.

che

lin-

Del godimento e dellesercizio


dei

Ogni

diritti civili.

cittadino, dice lart. i. del nostro Codice,

gode dei diritti civili, purch non ne sia decaduto per


condanna penale.
Cosi nettamente affermato

principio: l. che

il

godimento dei

il

un favore accordato

agli uni e

qualit inerente alla persona del

ne presume

possesso

il

diritti

negato agli

fino a

civili

prova contraria:

in

tal

una

cittadino: 2. che

che non si ammette altra prova contraria


di una condanna penale.

Rimangono

non

ma

altri,

se

3. e

all infuori

guisa troncate tutte le

distin-

zioni che nascevano dai Codici passati, le varie cagioni


di perdita dei diritti civili, fra le quali

voti monastici;

hanno parimente termine

remissione

principii del

diritto

antico

di

le controver-

sie vigenti in alcuni Stati sullapplicazione

da

ad alcuni casi,

farsi dei

come

la

diversit di religione e simili. Quindi cessano le distinzioni per

maggiore o minore diminutio capitis, che

Digitized by

vi-

Google

DELLA CITTADINANZA

IN

GENERALE.

159

gevano ancora, se non nella forma, certo nella sostanza:


dottrina delluguaglianza

la

divenuta una ve-

civile

giuridica.

rit

Che nessuno possa perdere


.senza

la qualit di cittadino

sua colpa, o senza sua volont, era un

princi-

pio di

giure romano sancito da molte disposizioni po-

sitive.

Cicerone ce lo attesta a pi riprese, e special-

domo sua:

mente nel discorso pr


a

hoc juris, cos

egli,

majoribus proditum est ut nemo civis Romanus aut

libertatem aut civitatem possit amittere, nisi ipse auctor

(XXIX). Eineccio copia quasi esattamente

factus sit

un brano di questo stesso periodo di Cicerone, quando

che antiquissimum hoc erat juris romani prin-

scrive

neminem

cipimi,
(Ant.

rom.

Ma

il

posse invitimi jura civitatis amittere

XVI,

I,

IO).

nostro Codice andato pi in

una distinzione

profonda fra

nanza e

la

perdere

la cittadinanza,

ma serba

diritti

gli

diritti

come

uni

pu

nostro Stato,

il

pieno

Lart. 3, parificando gli

stranieri

sono ammessi

del

l.

Regno gode ed

al

per elezione:

godimento dei

primo

articolo

secondo

siderati

esercita

possesso della
stinzione

le leggi civili

come morti

producono quindi

che ogni individuo che


i

diritti

collattuazione del Codice. i religiosi


quali

fatto

cittadi-

Italiano

civili.

seguenti effetti:

nel

Un

fa distinzione fra gli stranieri

cittadini divenuti

Le disposizioni
i

nel

civili.

non

gli altri

ha

l:

della

perdita

per rinuncia o per altra causa;

tuttavia, anche

godimento dei

stranieri ai cittadini,

dorigine e

la

perdita dei diritti civili.

al

si

trova

2.

civili;

dambo

che

sessi,

o canoniche, fossero con-

secolo,

rientrarono nel pieno

qualit di cittadini: 3. che la sola di-

ammessa

dalla legge quella che esiste, per

Digitized by

Google

1G0

LEZINE

necessit di cose., fra

il

e lesercizio dei diritti

Ci che importa
capirlo.

Il

possesso

XI.

godimento propriamente detto


civili.

quest ultima distinzione facile

godimento linvestitura, lattribuzione, il


e personale che si ha dei diritti:

naturale

lesercizio

pratica,

la

medesimi. -

lattivazione

individuale dei

donne maritale, gli interdetti, gli inabilitati sono cittadini, hanno bens la
capacit naturale pel godimento dei diritti civili, ma
non la capacit civile, o lhanno solamente in alcuni
diritti

minori,

le

casi: e sono rappresentati dal

tutore, dal

curatore o

dal marito, a cui affidato lesercizio dei diritti loro.


il minore e l interdetto possono essere eredi; ecco
godimento dei diritti; ma non possono accettare

Cos
il

consenso del padre, del tutore o del

leredit senza

il

curatore

226

(art.

ecc.): ecco

lesercizio

del

diritto

delegato dalla legge ad un rappresentante dellincapace.

Demolombe per

giustamente notare (I, 140) che que.


sta distinzione non sempre applicabile, poich per molti
diritti civili

il

fa

godimento assolutamente inseparabile

dallesercizio; cos,

il

essenzialmente

diritti

testamento,

il

personali, n

matrimonio sono
possono eserci-

si

tare per delegazione.


Si
i

pu essere adunque

diritti civili

(minori

pu non essere
tres

esercitare

diritti,

non esercitarne
donne maritate): si

cittadini, e

interdetti,

non solo

cittadini, e

godere,

ma

come appunto accade

al-

dello

straniero maggiorenne c capace.

Ma
si

pel

godimento come per lesercizio dei

tratti di cittadini o di stranieri,

persona.

Fu

detto gi

innanzi

persona, e venne notata la

diritti,

mestieri essere

ci che

s'intende per

distinzione tra persone

siche e persone morali. Resta

ora

fi.

da vedere somma-

Digitized by

Google

DELLA CITTADINANZA
riamente:
let,

quali sono le

l.

sesso

il

diritti; 2.

IN GENERALE.

e la salute apportano

quale

lindole

sia

161

modificazioni che

diverse

dei

allesercizio

giuridica delle

persone

morali.

Influenza dellet, del sesso e della


salute sullesercizio dei diritti civili.

75.

Et

fluenza che

gi stata

let esercita

a pi riprese accennata

lin-

naturalmente sulla condizione

civile della persona.

Onde riassumere

e completare le cose dette, giova

anzitutto osservare che, sebbene

mantenuto tutte

abbia

le

nostro Codice non

il

distinzioni

vigenti

sotto

il

romano fra infante, impubere , pubere, minore


o maggiore, tuttavia sarebbe un errore il credere che

diritto

limitato

si

ad una distinzione

pura e semplice

fra

minori e maggiori.
Anzitutto conservato nella nostra legislazione
principio secondo

il

il

quale nasciturus pr nato habetur

quando de ejus comodo agitar ( fr 7, 26. D. de stat.


hom. I, 5: f. 7 pr. de reb. dub. 34, 5.
arg. dagli articoli 724
764) provveduto, mediante la nomina di
un curatore, alla tutela delle ragioni del nascituro
Per
(ff D. de tut. et cur. 26, 5: C. c. art. 236)
la capacit ai diritti non si acquista, come in diritto

romano,
al.

2)

non dai

nati vivi e vitali (art.

1083, 724

feto di sei

mesi pu essere vitale

(art. 160).

se
Il

La volont
gli atti

del minore non senza efficacia ne-

che lo concernono, quando sotto tutela:


devessere sentito sul luogo

cosi all'et di dieci anni


in

cui egli debba essere allevato (art. 278): all'et

di sedici anni

ha

Saredo, Vol.

i.

diritto di assistere, per senza voto


,

il

Digitized by

Google

LEZIONE

162

deliberativo,

XI.

254

famiglia (art.

consiglio di

al

): a

pu contrarre matrimonio, se maschio,


femmina (art. 55); a diciotto
anni compiuti pu far testamento e donare (art. 763,
4052, 4386); alla stessa et pu essere emancipato;
diciotto anni

e a soli qundici, se

cura ,
minori non

dalla patria potest o dalla tutela passa nella

rimane

cui

in

possono da s

fino

ventun anno.

obbligarsi per contratto,

soli

bligano chi contratta


reggiati ai maggiori

per le

ma

ob-

sono paobbligazioni nascenti da

con loro

(art. 4107):

delitto e da quasi delitto ("1306): ec.

Ma

se

il

cit propria,

ai

minore ha una certa iniziativa e capache va crescendo cogli anni, dai dieci

ventun anno, duopo aggiungere

maggiore, non

acquista

a venticinque anni

trimonio senza

come

cos a

una capacit

maschio non pu

che, divenuto
intiera: e fino

contrarre ma-

consenso dei genitori (art. 63).

pure

Let ha
zioni:

il

il

la

65 anni

sua
si

influenza

in

esonerati da

certe condicerti

uflci,

2097 e C.

di

Comm.

273), dallarresto personale


732).

Sesso

Quanto

al sesso,

la tutela (art.

bato una

romano.

soverchia

devozione

il

(art.

nostro Codice ha ser-

ai principii

del diritto

donna una restrizione


gravissima di diritti civili: essa non pu donare, alienare
beni immobili, ipotecarli, contrarre mutui, cedere o
Il

matrimonio reca

alla

riscuotere capitali, costituirsi sicurt, transigere, stare


in giudizio senza lautorizzazione

1743): non esercita

pu

esercitarla

trice, se

non

in

la patria

maritale

potest

(art.

134,

che quando non

(220): non pu essere tucerti casi determinati (art. 268 330):

il

marito

non pu far da testimonio nei testamenti (art. 788).

poi totalmente e radicalmente esclusa dallesercizio

dei diritti politici.

Digitized by

Google

DELLA CITTADINANZA
Stato della mente

modifica

capacit

la

mente, quando

della

GENERALE.

IN

Anche

lo stato

persona:

163

niente

della

lidiota e

dizione

329), o a cura, ove non

(art. 324,

che di lieve sconcerto intellettuale (art. 339)


ai

sordomuti,

finch il tribunale

non

li

786, 787)
varie

loro stato produce al-

morale, cio,

76.

Un

268)

la

di

altre;

matrimoniale

ricusare di riconoscere un

(art.

agli alti della vita

stato civile (art. 76).

modificazioni

contratto

del

nullit

inabili di diritto,

capacit se ne
- una fisica, limpotenza
perpetua, che pu valere come causa di

queste

manifesta e

figlio (art.

107), e per

(art.

164)

laltra

cattiva fama, che esclude dalla

e dalla facolt

diritti civili

delle

tu-

di adottare (art. 215).

persone morali.

assioma oggimai inconcusso delle scienze sociali

la necessit

dere

Il

Reg. nello

possono aggiungere due

tela

come

qualche differenza nel procedere

civile (art.

si tratti

Quanto

abbia dichiarati abili a provve-

dere alle cose proprie (art. 340).


tres

linter-

ciechi nati, la loro capacit giuridica

ai

essendo considerati

limitata,

de.

il

loro infermit morale assai grave,

la

possono essere assoggettati a tutela mediante

per

gli

uomini di associarsi, onde

allunione delle forze quei fecondi

risultati

chie-

che

sono impossibili ad ottenersi dagli sforzi di un solo.


Era quindi da prevedersi che , nel riordinamento delle
nostre

instituzioni civili

e commerciali,

il

legislatore

avrebbe avuto soprattutto cura di agevolare la formazione delle persone morali che derivano dal contratto
di societ.

Sgraziatamente, se v parte oscura, male

ordinata, precisamente
esistenza e

quella che concerne

la loro

loro diritti-

Digitized by

Google

LEZIONE

164

Secondo

lart.

2,

XI.

comuni,

le provincie, gli

tuti politici, civili ed ecclesiastici,


i

corpi morali legalmente

rati

come persone,

poco, delle nozioni che

ci

isti-

tutti

diritti civili, secondo

come

Non

diritto pubblico.

iscorga a prima vista

non

chi

godono dei

e gli usi osservati

le leggi

ed in generale

riconosciuti, sono conside-

insufficienza, a dir

d questo articolo sul

pen-

siero del legislatore. Se consultiamo poi le relazioni ministeriali e

pilazione,

regnato,

parlamentari che ne hanno preceduta


si

in

la com-

vede tosto quanta incertezza didee


quante contraddizioni

quali inevitabili controversie

Le questioni

si

sia

aperta la via.

si sia

d luogo

principali a cui

abbia

caduti, e

lart.

2,

di cui importa cercare la soluzione, sono le seguenti:

Qual

il

quale

senso,

valore giuridico

il

delle

parole legalmente riconosciuti?

Le

societ civili e commerciali sono esse persone

membri che

morali, distinte dai


tali,

le

compongono, e come

investite del diritto di obbligarsi e dobbligare?

Se dallattenta lettura delle


scussioni relative allart. 2

si

relazioni e delle

pu cavare una

sione qualsiasi, parrebbe questa; che

il

di-

conclu-

carattere di ente

morale e quindi il godimento e lesercizio dei diritti


civili non sono attribuiti se non a quelle associazioni
a cui lo Stato riconosce una personalit giuridica. Ma
quali sono quelle che possiedono
Lart.

tace.

Apro

la

mente riconosciuti
cui debba

requisiti necessari!?

relazione senatoria e vi leggo:

con questa generica espressione


si

corpi morali

legal-

scans di definire lautorit da

emanare lautorizzazione o

la ricognizione,

e la lo^o forma, lasciando luna csa e laltra nel do-

minio delle leggi speciali e degli usi che possono variare secondo le variet della circostanza e delle qualit

Digitized

by

Google

DELLA CITTADINANZA
dei corpi

che
la

morali

mancando

precisione,

IN

GENERALE.

165

Cosi dichiarato esplicitamente

ha cercato di evitare

legislatore

il

chiarezza e

la

di proposito deliberalo al pro-

dovere.

prio

Abbiamo dunque aperto


della legge

zioni

una societ

diritti civili.

commerciali, perch

societ

alle interpreta-

una persona

civile costituisca

con godimento di

soci,

campo

il

possiamo liberamente cercare se

Non

107

lart.

distinta

da

parlo delle

del

Codice di

commercio dichiara in termini precisi che esse

costi-

tuiscono, rispetto ai terzi, enti collettivi, separati, e

dalle persone dei soci

distinti

Ma

da notare un punto gravissimo ; vi sono bens

senza

legale

esistenza

come

le societ

governativa,

lautorizzazione

anonime e

le

accomanditarie per azioni:

che siamo perfino indietro della Francia, ove

(nel

possono costituire

mentre

107

lart.

le

una persona

tutte

dunque, secondo
enti collettivi

La quistione
ciet

ma

liberamente):

lart.

156

si

si

re-

esclusivamente a queste due specie di societ;

stringe

gli

commerciali che non hanno

specie di societ

alcune

civili,

le

il

tutte, e riconosce

abbraccia

distinta

da quella dei

soci.

Codice di commercio,

in

Possono

sorgere de-

senza lautorizzazione governativa.


si

ristringe per conseguenza alle so-

quali

secondo

la lettera dellart.

non possono avere personalit giuridica, se non sono

legalmente riconosciute.

il

chi ?
titolo

trovo che, nella lettera

come

con cui

il

disposizioni
lutto

Ma da

Codice tace. Esamino

Il

e vi

si

regola

E
X

in qual forma ?

del terzo libro

nello spirito

contratto

delle

di societ,

concorre a farmi vedere in esse delle persone

inorali, distinte dalla


articoli

persona dei

soci. Si

leggano

gli

1709, 1710, 1713, 1715, 1716, 1723, 172-i, 1731:

Digitized by

Google

166

LEZIONE

e si vedr che
societ
i

come

diritti e

conflitto

si

XI.

considera sempre la persona civile della

distinta e diversa dalle persone dei soci

possono

doveri della societ

in

trovarsi

con quelli di taluno dei componenti. In faccia

poi ai terzi la personalit giuridica delle societ

una

condizione normale, fonte di obbligazioni valide e legali.


Si

pu dunque affermare che

se lart. 2

ha voluto

negare carattere di persona morale alle societ civili,


costituite senza

governativa, aperta-

autorizzazione

mente contraddetto da

tutto

titolo

il

del Codice. Bisogna per conseguenza

2 e

lelasticit e loscurit, dellart.

del terzo libro

scegliere fra

la lettera e lo spi-

rito del titolo relativo al contratto di societ,


ciliare le espressioni enti

con-

morali legalmente riconosciuti

coi principii generali di diritto, formolati dalla sapienza

romana, ripetuti con inalterabile costanza da tutti i


commentatori, accettati dal Codice Napoleone e da
quelli che lo hanno preso a modello, compreso il nostro, sanciti dalla giurisprudenza
e insegnati da tutti

Che

il

giuristi

italiana e straniera,

degni di questo nome.

romano non abbia mai cessato di


civile un corpo morale, ce lo pro-

diritto

vedere nella societ

vano

numerosissimi

riferire:

mi

testi,

limiter a

che

sarebbe troppo lungo

ricordare

principali; e sono:

Ulpiano, L.
pr
soc. L. 3, 4,
de bon. poss. Paolo, L. 65, 14,
pr soc. Gajo, L.
pr soc. Pomponio, L. 59,
Fiorentino, L. 22,

ff.

de fide jus.

5,

ff.

ff.

ff.

ff.

Quod

ff.

cujusc. unir.

Se poi interroghiamo gli interpreti del diritto romano , li troviamo tutti concordi nel vedere essi pure
in una societ civile un ente morale distinto dai soci
:

tale lopinione di Cujaccio, (Recit. solen. sulla L. 3,


ff.

de bon. poss.) di Fabro, (Rei. ad Pand. sulla L. 65, 14

Digitized by

Google

DELLA CITTADINANZA IN GENERALE.

167

pr soc. e sulla L. 82, od. tit.) di Baldo, (Codpr soc. e sulla L. 2. C. de camp.) e daltri molti.
ff.

Quanto poi
il

agli

scrittori

che hanno commentato

Codice Napoleone, essi sono tutti, ad eccezione di

Toullier,

alla

fedeli

citer fra

tradizione del

Troplong, 58 e seg.

tanti:

fruii, 2064:

Duranton,

langle, 14 e seg.

diritto

romano:

Proudhon,

Usu-

De Champion-

T. 17, n. 334 e 388:

Duvergier,

381 e seg.

nire eRigaud, Trait des droits denreg. T. 3, n.2743


Societ, 182
e molti altri di cui ometto il

Dalloz,

nome per non prolungarne la gi lunga lista.


La giurisprudenza francese costante e concorde
in

questo senso: e la dottrina formolata dalla Cassazione

di

Parigi nella sentenza dell 8 nov. 1836 poi stata

sempre applicata dalla corte stessa, dalle corti e dai


tribunali francesi. Quanto alla giurisprudenza italiana,
trovo energicamente e luminosamente espressa la sua
dottrina in una bella sentenza della Cassazione di To-

rino del 17 gennaio 1867 ( da notarsi la data); e giova


riportar le parole testuali:
*

ente

La

regola, ond

morale e

collettivo,

ad eccezione, quando

si

costante che la societ un


indivisibile, solo
tratti

di

soggetta

associazioni in par-

tecipazione: qualunque altra societ, sia civile o com-

merciale,

dove ha

il

costituisce

suo

una persona fittizia, ha sede


stabilimento, ha volont

principale

propria, ha beni e azioni, e pu

anche essere credi-

la compongono .
impossibile formolare con maggior precisione,
maggior chiarezza e maggior verit le sane dottrine del
diritto sullindole delle societ, siano civili o commerciali: qui non si parla menomamente di autorizza-

trice e debitrice dei soci stessi

che

zioni governative.

Digitized by

Google

LEZIONE

168

Ma,

allora,

legalmente

espressioni

con

liarle

qual

che

solo

voglia

si

sofisma, secondo

modo che

sotto

il

La

diritto

A me

pare che agevole

appropria

beni o ne

sofisma solamente

crede,

governo del

le

dispone

concepibile

diritto divino.

bisogna adempire, perch

di societ sia valido e

adunque una societ

produca

suoi

devessere legalmente riconosciuta.

chi? Da

devono
dei soci

tutti, e in

verso

la societ.

distinto

dai

egregiamente

primo

terzi, dei

Ma

costituita,

tribunali, che

La

societ

obbligazioni

loro, e dei terzi

forma un corpo morale,

Corte

Suprema

di Torino,

lont propria, beni, azioni, e pu essere


debitrice dei soci stessi che la

non interviene
fa

il

come

soci presi individualmente, e,


la

che una

titolo

riconosciuta da

luogo dai

soci fra

quando

alle disposizioni

ladempimento delle

guarentire

le

contratto

il

effetti:

conformata

si

degli articoli suddetti, essa legalmente

(come

cosa,

pericoloso

quale lo Stato crea e distrugge

il

legge, con gli articoli 1697 e seg. determina

condizioni che

verso

alle

E come concicomune, sancite

rinunciare alliniquo e

persone morali, se ne
nel

deve darsi

riconosciuti ?

disposizioni di

le

dal titolo delle societ ?

XI.

senso che

il

volta

dice

ha

vo-

creditrice e

compongono La legge
sola, quando traccia
.

del terzo libro) le condizioni interne

ed esterne la cui riunione richiesta per la costituzione di


rale

ha

un ente morale. Adempiute queste, lente mogodimento dei diritti civili, come ogni altra

il

persona, secondo

il

disposto dellart. 2. Questa

dir

con Troplong, la regola fondamentale in materia di

so-

ciet (58).

La
dallart.

sola

conseguenza speciale che

2 di fare una distinzione fra

si
i

pu

trarre

corpi morali

Digitized by

Google

DELLA CITTADINANZA
ordinarli privati,

ciali,
le

come sono

GENEIULE.

IN

come sono

corpi morali pubblici,

Provincie: in questi

soli

necessario

biano esistenza pubblica e legale

Ma non

torit.

principio che

il

loro esistenza legale

come

Ma

di pien

oserebbe

Chi

effetti di slmile

gli

Comuni debbono

la

riconoscimento della legge, per

al

assistito.

esistenti

Stato.

perch ab-

ammissibile alla cui nascita

quelli soltanto

ha realmente

commerComuni,

concorso dellau-

il

bisogna esagerare

distinzione. Cosi

169

le societ civili e

gli altri

la legge

bisogna considerarli

precisamente come lo

diritto,

sostenere,

esempio, che

per

Comuni

di Firenze, di Milano, di Venezia e di Napoli

devono

la loro

qualit

corpi morali alla legge, e

ili

che questa, dopo averli creati o riconosciuti, pu

di-

struggerli? Si possono dire simili puerilit, per amore

ma

di sottigliezze scolastiche;

sempre che

Comuni devono,

esistenza a s stessi,

conosciuti

maggior parte
cadere ed

al

che

dei

Comuni

nascere

di

Stato

vicende?

italiano,

non

li

sa,

italiani

ha trovati e
infatti, che

hanno

dunque

ardir affermare che lo


esistenza

e personalit

rispetto

ai fatti,

che lo Stato e

circoscrizione ed alle loro


il

esistono di pien diritto, salvo, per questi ultimi,

quelle modificazioni che la legge pu recare

salvo

Si

dalle finzioni, e si entri nella realt: si

dica, con maggior

Comuni

la

attraverso le pi diverse

chi

nato ieri, d

giuridica a chi esisteva venti secoli prima di lui ?

esca

ri-

assistito al

molti e molti Stati, mentre

essi rimasero saldi e viventi


e tempestose

vera e sar

in tesi generale, la loro

la legge

Chi

sono.

quali

la verit

Comuni nuovi.
Riassumo:

Tutte

alla loro

attribuzioni, se vecchi, e

riconoscimento che essa ne

fa,

se

si

tratta di

le societ, conformi alle leggi

Digitized by

Google

LEZIONE

170

hanno

XI.

commerciali, sono corpi morali; e come tali

civili

godimento dei

il

modo

terviene in

diritti civili.

diretto se

corpi morali pubblici

La legge non

non quando

come

si

tali regolati

in-

tratta di

dal diritto

pubblico.
Il

Codice tocca a pi riprese della condizione giu-

ridica dei corpi morali. Distingue


cie e dei

Comuni

in beni

e accenna alle leggi speciali che

riconosce a tutti

beni delle Provin-

duso pubblico c patrimoniali,

governano

li

corpi morali

il

(art. 433):

assoggetta

alle leggi civili, e

(art.

432):

diritto di acquistare

e di possedere, conformemente alle leggi

Stato

dello

beni degli instituti ecclesiastici

ne vieta lalienazione senza

il

per-

messo del Governo: dichiara che senza questo permesso


corpi morali non possono accettare eredit (art. 932),

donazioni (art. 1060): sottopone inoltre le eredit

allobbligo dell inventario (art. 932): limita a 30 anni


la

durata

morali

dell

(art.

usufrutto che

518):

li

Stato) alla prescrizione


Stato, pesuoi

beni

un corpo morale
che per legge

si

come

pu

lasciare ai corpi

soggetti

dichiara
i

(compreso

(art. 426, 428):

(art. 430): esso

lo

Lo
come

privati (art. 2114).

patrimoniali, considerato

non pu alienarli

acquista le successioni

vacanti (art. 721, 750).

Digitized by

Google

LEZIONE

XII

DELLA CITTADINANZA E DEL GODIMENTO


DEI DIRITTI CIVILI

77.

Degli elementi da cui

si

desume

la cittadinanza.

La maggior

europee,

parte delle legislazioni

nel

regolare le condizioni dacquisto, di possesso e di perdita della cittadinanza, contengono disposizioni oscure,

spesso contraddittorie: lo spirito che le domina una


gelosa

come

diffidenza

nel

tanto nel riconoscerne

consentirne la renuncia.

qualit di cittadino

porta seco una

il

godimento
che la
abbondanza

Si direbbe
tale

ne investito, che non si procede


mai con abbastanza cautela nell' impedirne la soverchia
concessione; quando poi a presumere che vi si voglia
rinunciare, una tale enormit che non si ammette

di vantaggi per chi

senza

le

prove

Eppure, se
denti

le pi esplicite e le pi positive.
la cittadinanza fonte di

vantaggi evi-

reca altres carichi non pochi; basta citare

di-

verse imposte personali, e lobbligo della coscrizione.

Per

cui,

una savia

legislazione deve evitare

con

Digitized by

Google

LEZIONE

172

XII.

cura eguale di sollevare troppo alto le barriere tanto


per lacquisto della cittadinanza, quanto per la rinuncia.
Il

principio che deve signoreggiare la materia quello

della libert individuale; e la legge non deve regolare


se non

che

fatti

si

compiono nello Stato ogni qual

volta non vi sia dichiarazione esplicita

volont

della

della persona.

Tali appunto sono le

norme

direttive sancite

nanza, e quindi una patria, a coloro che


in certe date condizioni

di

ma

E non impone

rinunciarvi.

dal

concedere la cittadi-

Codice. Esso largo nel

nostro

trovano

si

salva sempre la facolt

modo

in

imperativo la

qualit di cittadino se non in alcuni casi specialmente

determinati.

suo principale

Il

effetto di regolare lo

stato e la capacit della persona.

sono

Quattro
dinanza:

il

gli

elementi da cui deriva

luogo di nascita

sanguinis):

matrimonio

il

( jure

loci)

la citta-

lorigine

):
( jure nuptiarum

la

( jure

natu-

ralit.

Cittadini per diritto dorigine e per diritto di na-

scita.

4 del Codice unisce in un solo

Lart.

elementi deHorigine e del luogo di nascita.


dino

il

padre cittadino

figlio di

tale, sia egli

il

figlio

sia

due

citta-

il

si

modo che

ci

del figlio legittimo

provvede

lart.

7.

conosce alcuno dei genitori, cittadino


nel

Regno:

per cui

tutti gli esposti

anche recati dallestero, sono

cittadini. Se il
sempre legalmente ignoto, anche
noto di fatto
ma sia nota la madre, il figlio

padre ignoto

quando

si

nato

trovatelli,

ma

naturale?

Se non

per cui e rimane

nato nel Regno o fuori. Qui per non

parla in qualche
figlio

ed

segue

la condizione

essa

imprime

la

materna; e se

cittadinanza

la

madre

anche

al

sia cittadina,
figlio..

Vulgo

Digitized by

Google

DELLA CITTADINANZA E DEL GODIMENTO

diritto,

hom.

(L. 19, 23, 24, de Stat.


et

173

EC.

matrem sequuntur, una massima antica di


ammessa in tutti i Codici. E nel diritto romano

quaesiti

L. 3, cod. de

munte,

orig .) la vediamo espressamente formolata: lex nahaec

turate

nio

est,

matrem

colo 183

assume

ci

il

ut qui nascitur sine legittimo matrimo-

sequatur. In caso di riconoscimento,


dice che

nome

il

figlio

larti-

naturale che ne loggetto

che lo ha

di famiglia del genitore

ri-

conosciuto, o quello del padre, se stato riconosciuto

da ambidue

genitori.

Ne

viene quindi di conseguenza

che ne segue altres la nazionalit.

Quando concorrono

due elementi del luogo

nascita e della condizione dei genitori, agevole

durne

di

de-

conseguenze giuridiche per la qualit di citMa pu avvenire l. che un tiglio nasca nel
da padre che abbia perduta la cittadinanza

le

tadino.

regno

e sia quindi divenuto straniero:

2.

che

il

invece in paese estero, da padre divenuto

figlio

nasca

egualmente

straniero.

Nel primo caso,


tato cittadino,

lart.

5 dispone che

quando anche

tempo dopo che

il

figlio ripu-

il

fosse stato concepito

padre avea gi perduta

molto

la cittadi-

nanza. Nel secondo caso invece riputato straniero.

La presunzione

della legge per determinare la cittadi-

nanza a priori del figlio in questi due


sul luogo di nascita: cittadino, se nato

casi si

fonda

in Italia, stra-

niero, se nato allestero.

Ma
bile?

questa presunzione essa decisiva e irrevoca-

No:

il

figlio

cessato d'essere

nato nello Stato da padre che ha

cittadino

nanza italiana, eleggendo

due condizioni:
dellet

l.

maggiore;

pu rinunciare

2.

alla

la qualit di straniero,

che faccia

la

cittadi-

sotto

sua scelta entro lanno

che ne faccia la dichiarazione

Digitized by

Google

LEZIONE

174

davanti

all uffizialc civile

XII.

della sua residenza, o, se

si

trova in paese estero, dinanzi ai regi agenti diplomatici

e consolari

Se invece

(art. 5).

nato all'estero,

sia

nel suo silenzio, che egli

.dre, divenuto straniero,

segua

ma

gli

di eleggere la qualit di cittadino,

lopportuna dichiarazione;
micilio entro lanno

condizione del pa-

accordata la facolt

purch

l.

regno

2.fissi nel

della sua

dir vero, lobbligo

presume bens,

si

la

ne faccia
il

suo do-

dichiarazione (art. 6).

imposto

dallultimo inciso

armonia collo spirito liberale del Codice; se


un cittadino pu trasferirsi allestero, stabilirvi il suo
poco in

domicilio senza cessar dessere tale, perch

si

priver

il figlio di padre non


cittadino, che
per abbia dichiarato di voler appartenere alla fami-

di questa facolt

glia italiana?

Si vuole

una prova della

zione del dichiarante di voler


cittadino.

Questargomento

seria inten-

usare della
puerile:

il

qualit di

nuovo

dino pu essere di cuore e di sensi italiani,

ma

citta-

avere

interessi e posizione che lo costringano ad abitare allestero.

Dovr quindi

esitare fra

cittadino e la sua posizione?


la giustizia di

gere che facilmente

poich

il

fare

nei registri di

E non

pu eludere

si

suoi sentimenti di

Non vedo

questo dilemma.

il

il

italiano

domicilio

in paese

estero da padre che ha perduta la cittadinanza,

dispone

lart.

che, se egli ha accettato un im-

piego pubblico nel Regno, oppure ha


nellarmata

civile

non importa meno-

mamente lobbligo della residenza.


Onde rendere pi facile al figlio nato
(ult. alin.)

disposto dellart. 6,

proprio

inscrivere

un Comune

la necessit

occorre aggiun-

nazionale

di terra o di

servito o serve

mare, od ha alun cambio,

trimenti soddisfatto alla leva militare (con

Digitized by

Google

DELLA CITTADINANZA E DEL GODIMENTO


facendosi surrogare) senza invocare
qualit

Un

di

straniero, senzaltro

riputato

opportunamente

dice

tal fatto,

175

EC.

esenzione per

la

cittadino.

Pisanelli

il

nella

sua relazione, equivale alla dichiarazione di voler essere cittadino. Chi entra nella milizia

non reclama
che dalla

esenzione di sorta, non pu esservi indotto


coscienza di essere cittadino

pi gravosi doveri.

dei

giacch ne

ugualmente

ademp ie uno

riputato

citta-

dino se, rispondendo alla chiamata della leva, sia stato

riformato per

Le

difetti fisici o esentato

sopra

disposizioni

La

applicano

riferite si

madre abbia perduta

glio naturale, la cui

nanza prima che

per giusti motivi.

egli fosse

nato (art.

1, 6,

legge reputa inoltre cittadino

al

fi-

la cittadi-

7).

il figlio

nato nel

Regno da straniero che vi abbia fissato il suo domicilio da dieci anni non interrotti. Ma il domicilio deve
essere effettivo, tale che riveli l intenzio ne di dimorare
per

residenza

definitivamente nello Stato: per cui la

commercio insufficiente a determinare il


domicilio (art. 8). Ove per, oltre alle ragioni di comragioni

di

mercio, concorressero
zione

egli

altri

elementi a stabilire linten-

straniero di aver

dello

perpetua nel Regno,

potrebbe prevalersi del

Non occorre

dire che

figli

disposto

al figlio

sua

dellart.

nato nel Regno dopo

dieci

domicilio effettivo del padre, riconosciu to

eleggere la qualit di
stabilito dall art. 9.

straniero, nel

Che

dieci anni

salvo a lui

il

il

8.

ed

non sono
anni di
diritto di

tempo e modo

se poi egli fosse nato bens

da straniero domiciliato dal Regno,


di

dimora

cadrebbe,

gi nati allestero

contemplati da questo articolo.

Per

la

fissato

leccezione

allora

ma

non per

lo spazio

compiuti, la legge lo reputa straniero,


diritto di eleggere la qualit di cittadino.

Digitized by

Google

LEZIONE

176

conformandosi

XII.

alle disposizioni contenute nei

due

ca-

poversi dellart. 6.
Cittadini per

matrimonii

diritto di

che

la

donna

lart.

disponendo

lo regola

quale

straniera, la

modi

anche quello che de-

di divenire cittadini italiani v

riva daH/Ms nuptiarum: e

Fra

si

un

marita a

cit-

acquista la cittadinanza, e la conserva anche

tadino,

che perci

vedova, senza

obbligata a serbare

sia

suo domicilio nel Regno. Questo

oggimai

principio di diritto,

il

un

articolo sancisce

generale,

fondato sulle

ragioni dell unit che deve esistere nella domestica associazione.

Ma pu

avvenire che

renda per

glie

come

lei

personale della

la legge

mo-

incancellabile la cittadinanza nativa,

donne inglesi, le quali, anche


maritate con uno straniero, rimangono tuttavia cittadine del Regno Unito. Larl. 9 serba egli in tal caso la
si

verifica

per

le

propria forza? Evidentemente,

si.

Lacquisto della citta-

dinanza per matrimonio ha luogo di pien diritto, e pro-

duce
si

tutti

che la

suoi effetti.

La

ha luogo
una condizione ec-

sola differenza che

donna vien collocata

in

cezionale in faccia alle leggi del suo paese.


cipio formolato

con

lart.

Ma

il

prin-

9 cos assoluto che se an-

che con privata convenzione

fra gli sposi vi si fosse de-

rogato, conserverebbe tuttavia la sua forza,

come quello

che venne determinato da ragioni dordine pubblico.

unapplicazione

dello stesso principio la

dispo-

sizione dellart. 14, in forza del quale la donna citta-

dina che

si

semprech

marita a uno straniero


col fatto del

dinanza del marito.

diviene straniera,

matrimonio acquisti

Quest ultima

la citta-

dichiarazione

con-

cerne la possibilit che vi siano leggi le quali rifiutino


alla

donna straniera maritata con un nazionale

la

qua-

Digitized by

Google

DELLA. CITTADINANZA E DEL GODIMENTO EC.


lit

sero

Ma

cittadina.

ili

mantenuto una

tal

deroga

al diritto

comune

nazioni civili, sono state abrogate; infatti


gli

177

che aves-

le leggi inglesi, le sole

l'art.

delle

16 de-

VII e Vili della regina Vittoria (capo 66)


che qualunque donna maritata o che si

statuti

dispone

mariter c on un individuo naturalizzato inglese, sar


considerata ess a pure

duna inglese

diritti

da

notarsi

come

naturalizzata, e avr tutti

che Vari- 9 non

fa distinzione

fra

donna maggiorenne o minorenne per luna come per


produce gli stessi effetti. Ed
laltra il matrimonio
:

naturale:

il

1386, secondo

lart.

di contratta re

il

quale

minori capaci

matrimonio sono pure capaci

di prestare

loro consenso a tutti gli effetti del matrimonio me-

desimo, purch siano legalmente

turalmente per
nota massima:

assistiti,

donna minorenne

la

importa na-

la facolt e

il

po-

cittadinanza del marito, secondo la

tere di seguire la

uxor

sequitur statum mariti.

naturalit
La cittadipu essere acquistata dallo straniero, anche

Cittadini per diritto di

nanza

colla naturalit concessa per legge o per decreto reale.

produce effetti pi ampi, perch


completamente lo straniero che 1 ha ottenuta
agli altri cittadini del Regno, ammettendolo al godimento ed allesercizio dei diritti politici, come lelet-

Concessa per legge


parifica

torato e leleggibilit, lufficio di

Concessa invece

una guarentigia pi ampia pel


civili,

giurato,

simili.

non reca se non


godimento dei diritti

per decreto reale,

particolarmente

il

diritto

Vincolato, vale a

non essere espulso dallo Stato per misura amministrativa; diritto che dovrebbe essere guarentito a tutti, anche indipendentemente da ogni con-

dire,

il

diritto di

cessione di naturalit.
Saredo, Vol.

1.

42

Digitized by

Google

LEZIONE

-178

XII.

Nella maggior parte degli Stati

costituzionali la

piccola e grande;

piccola

naturalit

distinta

quella che

ottiene per decreto reale, grande, quella

si

in

che viene accordata per legge. Una

pu dunque dire adottata anche

tal

distinzione

si

dalle nostre leggi.

non cominciano per


chi lha ottenuta se non quando il decreto reale
sia registrato dall uffziale dello stato civile del luogo
dove lo straniero intende fissare od ha fissato il suo
domicilio; e finch egli non ha prestato giuramento, diGli effetti

della

naturalit

nanzi allo stesso ufficiale,

dessere fedele

al

Re e

di

osservare lo Statuto e le leggi del Regno: ove la registrazione non sia fatta entro sei mesi dalla data del

decreto, lo straniero decade dal diritto acquistato.

Ma

qual la condizione

moglie e dei

della

figli

dello straniero naturalizzato? Essi, dice lultimo capo-

verso dellart. 10, divengono cittadini, semprech abla residenza nel Regno. Cos la

biano anchessi fissata

potest maritale talmente assoluta, che autorizza il

manto

a decidere della nazionalit della moglie.

vero che

gue

la

marito;

ma

lobbligo

sancito

moglie deve seguire

in tutte le legislazioni, per cui la


il

ben

moglie che non risieda nel Regno non se-

la cittadinanza del

marito rende illusoria questa disposizione: la mo-

glie

dovr sempre

adottare

per

forza la nazionalit

elettiva del marito.

Dai lavori preparatorii

Codice risulta

del

che

questa disposizione diede luogo alle pi vive discussioni: e si

comprende

infatti

che

si

sia esitato, dinanzi

a una facolt cos esorbitante da concedersi al marito ;

ma

si

Le

tradizioni

comprende assai meno come si sia poi concessa.


romane ebbero il sopravvento ; e la donna
sua cit-

fu irrevocabilmente condannata a perdere la

Digitzed

by

Googl

DELLA CITTADINANZA E DEL GODIMENTO


tadinanza nativa per

prendere quella

179

EC.

marito, a

del

meno che non

si separi da lui, rifiutando di seguirlo


sua residenza nel Regno.

nella

Miglior condizione venne fatta

trimenti

nuova
la

ai

figli.

cittadinanza

poteva

al-

Finch sono minori, seguono

la

padre:

del

ma

si

possono

scegliere

qualit di straniero , facendone dichiarazione a nor-

ma

dellart. 5.

Questa,

per altro, non veramente

una concessione molto larga: perch, se anche


tadino dorigine e di nascita

tadinanza italiana
una tal facolt

si

il

cit-

pu rinunciare alla

cit-

11)

(art.

difficile

potrebbe negare

come

vedere

al figlio

dello

stra-

niero naturalizzato.

La moglie, non occorre

dirlo,

rimanendo vedova

pu riprendere la sua cittadinanza nativa, facendo le

opportune dichiarazioni,
sato

un

come

la straniera

che ha spo-

cittadino.

Fra

diversi

modi

di acquistare o perdere la cit-

tadinanza per chi straniero, gli autori annoverano le

modificazioni politiche di territorio; cos gli abitanti di

una provincia straniera annessa


tadini,

al

Regno divengono

cit-

senza che sia necessario ladempimento di condi.

zione alcuna: e cessano di essere tali gli abitanti di una."

Regno che va a far parte di un altro Stito.


Ma questa forma di acquisto o di perdita della
non punto regolata dalla legislazione

provincia del

cittadinanza

comune:
politici

daltra

parte, inesatto

che danno

il

dire che

fatti

luogo a modificazioni territoriali

privino gli abitanti della cittadinanza, poich general-

mente

si

d loro

la facolt

di

scegliere

fra la patria

nuova e la vecchia. Inoltre nella loro vita civile non


v interruzione di sorta.
diritti civili

Siccome poi

il

godimento dei

esteso a tutti, cittadini e stranieri,

ne

Digitized by

Google

LEZIONE

180

XII.

viene che le quistioni che possono insorgere non lianDO


pi quella gravit che avevano sotto

impero

di Co-

dici illiberali.

Condizione giuridica dello straniero

78.

in Italia.
Si accennato a pi
il

riprese alla condizione che

Codice ha fatto allo straniero.

nostro

Importa

ora

significare con precisione quali sono gli effetti dellin-

novazione ardita e generosa


care:

l.

Se

godimento dei

il

fatta dallart. 3,
diritti

civili

ricer-

intero o

ristretto: 2. Se lo straniero

pu acquistare altrimenti

che per naturalit

politici: 3. Quali

doveri a cui
l.

Il

si

diritti

disposto deUarl. 3 esplicito e preciso:

ch lo straniero gode ed esercita

un

sono

cittadino.

assoggetta venendo nello Stato.

Le

diritti civili

sic-

come

sole restrizioni che lo riguardano sono

quelle che derivano dalle leggi del suo paese, relative


tit. prelim.): per cui se
minorenne secondo quelle leggi, bench maggiore
le
esercitare
quei diritti cisecondo
nostre, non potr
vili che sono interdetti allincapace per et. abolito
ogni obbligo di cauzione judicatum solvi per lo stra-

alla sua capacit (lart. 6 del

niero attore. Ove per egli non abbia residenza nel


Regno non pu fare da testimonio nei testamenti (articolo 788): e questa pu dirsi la sola disposizione che
lo colpisce nella

intieramente

sua qualit di straniero. Nel resto

parificato

ai

cittadini:

e nel

godimento

dei diritti civili non ha obbligo di residenza ordinaria


nello

Stato, n necessario che vi sia reciprocit di

trattamento da parte dello Stato a cui appartiene. Egli

uomo: non

gli

si

chiede di pi.

Digitized by

Google

2.

DELLA CITTADINANZA E DEL GODIMENTO EC.

Pu

egli acquistare

diritti politici,

che per legge'? Dallinsieme delle disposizioni


tive vigenti fra noi circa
litici,

il

godimento dei

181

altrimenti
legisla-

diritti

po-

bisogna conchiuderne che no. S gi veduto che

10 stesso

diritto

Vincolato

che

pure

un

diritto

eminentemente civile
venne negato ai forestieri (L.
sulla Pub. Sic. art. 73).
La cittadinanza conferita da
un Comune, come attestato di pubblica gratitudine

verso uno straniero che


11

benemerito verso
non ha che un capuramente norifico, e non produce effetto

Comune

rattere

si

sia reso

stesso per servigii resi,

giuridico di sorta; per cui, se chi lha ricevuta fosse

anche proprietario nel Comune,

anche non

vi pagasse

lievi contribuzioni, tutti questi titoli

sarebbero

insuffi-

cienti3.a conferirgli lelettorato amministrativo e politico.

Ove per

il

non cittadino

sia italiano,

appartenga, cio,

ad altre provincie della penisola, che non fanno parte


del

Regno,

tivo,

altri citta-

egli in parte equiparato agli

dini; vale a dire che

pu essere elettore

purch possieda

le altre

condizioni

amministra%

dalla legge

richieste (Legge com. e prov., art. 17); ed elettore politico,

cio,

purch abbia
che

si

cembre 1860,

la piccola

naturalizzazione,

ottiene per decreto

reale

quella

(Legge 17

di-

art. 1).

doveri a cui

si

assoggetta lo straniero, ve-

nendo nel Regno, sono chiaramente

significati dallar-

ticolo 11 del Titolo preliminare, in forza del quale le

leggi penali, di polizia e di sicurezza pubblica obbli.

gano

tutti

coloro che

si

trovano nel territorio del Re-

nrbem, si dice allo straniero; ambula


justa ritma ejus. Se i cittadini dello Stato ubbidiscono
che anche gli stranieri siano sogleggi,
giusto
alle

getti allo stesso dovere. La qualit di straniero non


gno.

latrasti

Digitized by

Google

LEZIONE

182

XII.

dev'essere motivo di oppressione, n di

privilegio: e

per ci solo che uno venuto nel nostro paese, e gli


ha implicitamente dichiarato che intende a conformarsi
alle leggi

ed agli usi che vi trova.

imposto

Lobbligo
solo per gli

stranieri

anche per quelli


stre leggi, e

ch

si

dove

trovano

ma

nello Stato,

accidentalmente,

protezione delle no-

la

vantaggi che ne derivano: giusto che

i
i

risiedono

si

hanno

solo di passaggio. Essi

ne accettino

imperativo non

dallart. 11

che

che vi

doveri: e

tratta di

non loro

ci

un paese

legge, e dove chiunque

si

poi-

difficile,

retto da libere

instituzioni

dove impera soltanto

larbitrio impossibile,

la

senta ingiustamente leso ha

facile e sicuro accesso ai tribunali

ed alla stampa per

far valere le proprie ragioni.

Questi principii sono evidenti, finch


leggi e regolamenti diretti a reprimere

si

tratta di

atti

che sono

Ma pu avvenire che
novellamente arrivato in un Comune

giudicati universalmente cattivi.

uno straniero
ignori

lesistenza di

arbitrari,

vamente

dettati
locali:

regolamenti di polizia

locale e

da motivi strettamente ed esclusiegli allegare lignoranza? La ri-

pu

e si ammette che, in
pu considerare tutto al pi l ignoranza
come unattenuazione delloffesa commessa, atta a temperare la pena ma che non vi sia motivo di fare ec-

sposta generalmente negativa


tal caso,

si

cezione
si

al principio di diritto in

forza del quale

non

suppone che alcuno ignori la legge.


Mi pare per che si debba fare una distinzione;

che, cio, quando

si tratti di

regolamenti, ordinanze o

disposizioni locali assolutamente speciali, e di cui non


si

possa trovare

esempio in

altri

luoghi,

lignoranza

equivalga in realt allimpossibilit di conoscere;

ora,

Digitized by

Google

DELLA CITTADINANZA E DEL GODIMENTO EC.


impossibilium

nulla est obbtigatio.

183

Rimanendo quindi

sua forza a quel regolamento o a quella

tutta la

sposizione che ha

il

suo fondamento in qualche

gno dindole ordinaria o generale,

di-

biso-

benelicio dellec-

il

sopra indicata devessere esclusivamente

cezione

caso in cui udo straniero

stretto al

appena

ri-

arrivato

commesso una contravvenzione in circostanze


da risultare che, nello stato dei fatti, egli si tro-

avesse
tali

vava nella impossibilit di conoscere


polizia che

ha

Se per
rie
il

per

tutti

diritto

le leggi penali e di polizia


gli stranieri,

si

sono obbligato-

agenti diplomatici

che ebbe altre

dessere nella barbarie dei

costumi, ora lha perduta; e

e dei

regolamento di

trovano nello Stato,

gli

Questa eccezione,

esteri.

volte la sua ragion

tici

che

pubblico ne eccettua

dei governi

il

violato.

gli agenti

tempi

diploma-

potrebbero essere senza inconveniente sottomessi

comune e chiamati innanzi ai tribunali ordicome ogni altro straniero. Ma poich il privilegio
mi limiter a due sole osservazioni; la prima che,

al diritto

nari,

esiste,

per le obbligazioni civili e commerciali ordinarie essi

devono essere considerati responsabili come ogni altro


straniero, salvo
vi si

oppongano:

sempre

che

che
debba

vi siano disposizioni espresse

seconda, che nel dubbio

la

decidere per la loro

si

sottomissione al diritto

comune. Si tratta di eccezioni e di privilegi: poco importa chi ne loggetto

devono essere ristrettivamente

interpretati.

Effetti civili delle

79.

11

condanne

penali.

moderno, come fu gi detto pi


una distinzione profonda fra il pos-

diritto civile

innanzi, ha portato

Digitized

by

Google

LEZIONE

184

sesso dei diritti civili e

Luno

dinanza.

notevole

distinto

a questo

XII.

possesso del diritto di

il

indipendente

proposito la diversit di

zione giuridica che v' fra

il

citta-

dallaltro.
condi-

cittadino e lo straniero,

condannati a pena che porti la perdita dei diritti


vili.

ci-

cittadino subisce tutti gli effetti della condanna

Il

e le diminuzioni di capacit che ne derivano: lo

stra-

bench condannato legalmente dai tribunali del


suo paese, pure, venendo in Italia, conserva il pieno
niero,

possesso desuoi

diritti.

Nella maggior parte delle legislazioni europee

ammessa
pene.

Il

morte

la

suo

condannato con

metteva

ma

in

civile

effetto era

come conseguenza

la societ;

ne apriva

la successione,

una parola fuori della legge. Era

diminutio capitis del diritto romano

sua pienezza; anzi, vera di

morte

civile toglieva al

cit deir/tis

gentium

nato antico,

il

di cui

non era privato

quale perdeva soltanto Yjus

lo

la inanila

perch

la

condannato persino quelle

manum.

del

tutta

in

pi ancora,

era

di alcune

spezzare ogni vincolo

di

il

capa-

condan-

civile ro-

<

Questa feroce finzione di legge che faceva esistere

un

essere

umano

senza diritti era cosi incompatibile

moderna, che fin dai primordi del nostro secolo cominci ad essere combattuta
coi

principii della civilt

dai giurisconsulti pi illuminati.

Il

popolo del Belgio

primo che cancell questa ignominia

dalle

sue leggi, scrivendo ncllart. 13 della sua carta

costi-

fu per

il

tuzionale:

la

morte

civile abolita

n pu essere

ristabilita . In Francia, nel 1831, tale abolizione venne

proposta da una Commissione legislativa:

ma non

fu che

nel 1854 (legge del 31 maggio) che questa riforma


venne finalmente introdotta nella legislazione francese.

Digltized by

Google

DELLA CITTADINANZA E DEL GODIMENTO EC.

Ma

185

andava pi in l
che altrove:- lentrata negli ordini religiosi produceva
gli effetti della morte civile: e quelli che si legarono
da voti monastici non riebbero il possesso dei diritti,
civili che sotto limpero del nuovo Codice, cio, a
partire dal l. gennaio 1866. N pu dirsi ancora abostrano a dirsi,

in Italia,

lita ogni

deroga

al diritto

fessione religiosa.

Cosi

comune
preti

si

per motivi di pro-

non possono

essere

giurati, non avvocati n procuratri, non medici; souo


esenti dalla leva: subiscono finalmente altre restrizioni

e godono di altri privilegi che sono incompatibili col


principio delluguaglianza in faccia alla legge e con le

regole ordinarie di un Governo libero.


Il

nn

Codice civile non contiene sul grave argomento

complesso di disposizioni precise e

ordinate.

limita a dichiarare in termini generali che

tadino gode dei diritti

civili,

pende

duto per condanna

(art. 1) .

veda linesattezza di queste


semplicemente

tivo.

dei diritti

privati,

Dichiarare

espressioni.

il

la

decadenza

nel

civili,

di

serbando

gli

il

pu

l.

es-

nostro Co-

sistema delle diverse diminuzioni

pure in fatto vediamo che

gradazioni tanto

Si
cit-

si

pu terminare. Sebbene

non ammetta

di capacit,

ogni

per

Ora, ci non , perch

sere parziale: 2."


dice

non ne sia decaMa non chi non

hanno i diritti civili finch non


condanna penale* equivale a
duna condanna completo e defini-

che

se ne sia decaduto
dire che leffetto

finch

vi

sono diverse

godimento quanto nellesercizio


alcuni
altri,

dei

quali

si

pu

essere

non solo, (come abbiamo

veduto), per ragioni di et, di sesso o di salute,

ma

anche pel diverso effetto delle condanne penali.


Anzitutto, la condanna
stolo e ai lavori forzati

stessa a

morte,

allerga-

a vita non porta la decadenza

Digitized by

Google

LEZIONE

186
di tutti

diritti,

mento hanno
art.

perch

XII.

condannati almeno

diritto di farlo (C. civ. 763.

testa-

il

Disp.

trans,

condanne che portano soldiritti; cos possono to-

3). Vi sono poi certe

tanto la privazione di alcuni


gliere

il

diritto

indicato dallart.

matrimonio nel caso


moglie aUobbligo

contrarre

di

62:

sottrarre la

dellautorizzazione maritale (art. 135): giustificare la

domanda

di separazione

151): privare della ca-

(art.

pacit di essere tutori (art. 269, 270): di


(art. 725, 764); di

conservare

donazione

la

succedere

(art.

1081).

L interdizione per causa di pena colpisce d incapacit


a contrattare (art. 1107); la perdita dei diritti civili
capacit a fare da testimonio in un testamento (art. 788), e giustifica lestinzione del godimento
di una rendita vitalizia (art. 1801). Il Codice penale poi
priva (art. 423) gli ascendenti di tutti i diritti che in
toglie la

forza della patria potest hanno sulle persone o sui beni


dei

Per

figli

che hanno prostituitiod eccitati alla corruzione.

gli effetti prodotti dal fallimento si consulti lart.

551

del Cod. di com.

poi

da notarsi che

in alcuni dei casi qui citati

la legge porta la privazione del solo esercizio dei diritti civili,

mentre

in altri spoglia altres del

La conclusione

evidente:

lart. l.

assai pi esatto, se avesse detto


il

godimento dei

diritti

sia stato privato per

civili,

godimento.

sarebbe stato

che ogni cittadino ha

salvo

di

quelli di cui

condanna penale

Dichiarando che ciascun cittadino ha

il

godimento

non ne sia decaduto per fatto


proprio, lart. l. raggiunge due fini; esso stabilisce
anzitutto la presunzione legale, che tutti, cittadini o

dei diritti civili, finch

stranieri,

possiedono

contraria, la quale non

loro

diritti,

salvo

la

prova

pu risultare che da condanna

Digitzed

by

Google

DELLA CITTADINANZA E DEL GODIMENTO EC.


impedisce

penale:

contumacia

si

dei diritti

che

in alcuni

casi,

possa evitare assolutamente

come osserva

quale,

della

inoltre

civili

il

Pisanelli, la

un elemento e

talora

la

187

con

la

pena,

privazione
talora

una

guarentigia.

Quali siano

gli effetti civili delle

Codice civile noi

nali, il

pi sopra

accennate,

modo

regolarli
in
1.

dice,*

se

creduto

non nelle circostanze

spettando al

Codice

ordinato e completo.

variet delle legislazioni vigenti

condanne crimipenale di
attesa la,
si

provvisoriamente

opportuno di risolverla

con le disposizioni transitorie

Ma

su questa materia,

per attuazione del Co-

dice 2.
civile.

Negli articoli 3 e 4 troviamo

infatti

contenute le

disposizioni
seguenti:
3.

Fino

alla

promulgazione di un Codice penale

per tutte le provincie del Regno, le condanne alla


pena 4.
di morte, dellergastolo e dei lavori a vita trag-

gono seco la perdita dei diritti politici, della podest

patria

interdizione

maritale, e la

legale

del con-

5.

dannato.

Linterdizione

legale

capacit di amministrare

toglie al condannato la

suoi beni, di alienarli, ipo-

disporne altrimenti che per testamento.


Al condannato interdetto nominato un tutore

tecarli o

per

rappresentarlo, ed amministrare

modo

suoi

beni, nel

stabilito dal Codice civile per gli interdetti giu-

dizialmente.

detti

Le

disposizioni

riguardanti

giudizialmente sono applicabili

beni degli interai

beni del con-

dannato interdetto legalmente: a questo non pu essere


assegnato che un tenue sussidio, a

titolo di alimenti.

Lamnistia, lindulto o la grazia che condona o

Digitized

by

Google

LEZIONE

188

commuta

la

pena,

fa cessare

condannato, eccetto che


in altra

la

XII.

linterdizione legale del

commutazione abbia luogo

pena alla quale sia congiunta per legge

terdizione medesima. (V. C.

proc. peh. art.

834

lin-

e seg.

modificati dalla legge 28 giugno 1866).


6. La condizione di coloro che per effetto di
condanne penali pronunziate prima dellattuazione del

nuovo Codice sono incorsi nella perdita o del


mento o dellesercizio dei diritti civili continua
ad essere regolata dalle leggi anteriori:
cit civili

non pi

ammesse

dallart.

ma

godi-

bens

le incapa-

3 cessarono

di

diritto dal l. gennaio 1866.

Quali

siano

gli

effetti

giuridici

legale in seguito di condanna

pi innanzi, quando

si

penale

dell interdizione

sar

esaminato

tratter dell interdizione in ge-

nerale.

Digitized by

Googl

LEZIONE

XIII.

DELLA PERDITA E DEL RIACQUISTO DELLA CITTADINANZA

Del

80.

diritto di

emigrazione

e dimmigrazione.
Una

delle pi singolari e tenaci reliquie del feu-

dalismo mantenute nei Codici moderni la disposizione


in

nazionale,

modo da

in

senza

separare,

non ne

quale

della

forza

abbia

governative.

incorrere pene speciali; a

ottenuto le pi

Come

gleba con

della

luomo attaccato al territorio


farne parte, e da non potersene

si concilii

meno che

formali autorizzazioni

questa specie di servit

con cui si gettavano nelle


poco devoti ai Governi tiran-

la facilit

vie dellesiglio i cittadini

non cosa agevole a spiegare.

nici,

Quasi
siva,

contrapposto a questa

troviamo nella maggior

disposizione oppres-

parte dei Codici

spirito di

sistematica diffidenza verso gli stranieri.

diritto di

albinaggio,

di

detrazione e simili

cancellate

cordano

il

diritto d ritorsione,

altre

ancora in tutte le

come

il

uno

il

diritto

che non sono


legislazioni moderne, riiniquit,

fossero trattati gli stranieri negli Stati

pi avanzati e civili.

LEZIONE

tao

Governi alzavano

riera che

uscire,

impedisse

come

uno

ai

bar-

per

emigrare

venire, di

il

diritto

e dimmigrare,

dei pi legittimi esercizi della libert individuale,

come un favore da concedersi o

era considerato

negarsi, secondo che motivi politici o

Oggi ancora

nali lo consigliassero.
vili

una

cittadini

frontiere

varco tanto

il

stranieri per entrarvi.

agli

andare e di

di

XIII.

loro

alle

sono tuttora

da

riguardi perso-

meno

gli Stati

ci-

pi intolleranti sul diritto di emi-

grazione.

che vogliono cercare una


alcuni Stati prosperarono pi
meno, devono cercarla nelle age-

filosofo e lo storico

II

cagioni per

delle

rapidamente ed

cui

altri

volezze fatte o negli ostacoli che

emigrare e

di

mano

opposero

si

immigrare, a quella che

libert di

tutta verit che

locomozione.

modo

d'

miglior

il

si

al diritto

gli inglesi chia-

pu dire con

immobilizzare un

popolo, di condannarlo alla miseria ed alla ignoranza,


consiste neHapplicargli

il

sistema chinese. Avviene delle

societ

umane come

dell'acqua:

non

rinnovano,

corrompono. Ne abbiamo un esemil


Governo borbonico

si

si

quando non corrono

pio in casa: la muraglia di cui

circond e chiuse
Sicilie

per tanti anni

non forse

la

Regno delle Due

il

prima causa dei mali che

gliano ancora e delle miserie di cui

trava-

soffrono le pr-

vincie meridionali?

Se interroghiamo poi
che

il

polo appunto quello


italiani
i

loro

nel

la storia nazionale,

troviamo

periodo pi glorioso e pi ricco del nostro po-

emigrare
capitali

tempo

stesso

in cui

si

vedono

negozianti

all'estero, portare per tutta lEuropa

e la
il

loro

attivit,

loro paese.

delle industrie e dei

traffici

ad

arricchire cosi

La decadenza successiva
segue esattamente

Digitized

la ca-

by

Googl

DELLA PERDITA E DEL RIACQUISTO EC.

191

duta di tutte le libert, e anche per conseguenza della


libert di

E non

emigrazione.

sarebbe

diffcile

dimo-

che lemigrazione non solamente una parte

strare

integrale della vita di tutti

mento costitutivo

popoli

ma

che un ele-

umano.

dell incivilimento

che danno
oggimai verit che nessuno pensa
a mettere in dubbio.
Luomo che lascia ogni cosa
caramente diletta per chiedere patria o lavoro a una

Che lemigrazione convenga

paesi

ai

agli stranieri,

asilo

terra straniera,

non pu essere un uomo volgare. Vi

spinto dalla miseria, da motivi politici o religiosi,

sia

desiderio

dal

arricchirsi,

di

egli

pur sempre un
il debole

uomo energico, coraggioso, intraprendente;


emigra

non

su cui vegeta, vi

parte della gleba

fa

Il
paese adunque che riceve
sempre un buon acquisto. E lart. 3
Codice che guarentisce allo straniero il godimento
diritti civili ha saviamente provveduto agli interessi
nostro paese, perch vi chiama gli uomini risoluti,

languisce

vi

muore.

lemigrato fa quasi
del
dei

del
i

quali, portando

loro capitali e la loro attivit, concorreranno effica-

noi

fra

il

loro spirito diniziativa,

cemente allo sviluppo modale ed economico del paese.


Gli Stali

Uniti dovettero

progressi, la loro

loro

la

loro

immensa

origine e

liberale delle loro leggi verso gli stranieri.


di

Roma

devono

prosperit allindole

La

storia

aveva gi insegnato quanto influisca sui


un paese il servire dasilo ai profughi. Le
sociali hanno oggimai confermato anche per gli
ci

destini di

scienze

uomini la
dagli
il

verit

innesti

insegnata

dalla fisiologia, che solo

e dai connubi deriva

il

rinnovamento e

progresso delle razze: e ci tanto vero del

delle

piante

come

del

mondo

mondo

delle nazioni.

Che lemigrazione convenga

ai

paesi

da cui ha

Digitized

by

Google

LEZIONE

192

emigra
porre

fine.

che uno,

con

la

quando

si

che

pensi

da qualche sofferenza cui

vi spinto

altrove.

XIII.

chiaro a tutti,

luogo parr

chi

egli vuole

paese ha dunque un sollievo, ogni volta

11

spinto

miseria, va a cercare fortuna

dalla

E siccome

rare

volte si abbandona la patria

risoluzione di non pi tornarvi, cosi vediamo

quasi sempre avvenire che lemigrante, partito povero,

torna a godere nel suo paese

la

altrove. Egli e ra, a cosi dire,

una passivit nel

ricchezza

acquistata
bilan-

cio sociale; divenuto unattivit.

Quel campo di azione

che non

avea

trovato

in

patria egli seppe andarlo a cercare allestero; e invece


di languire, di peso a s stesso ed

ha saputo

suoi,

lottare e vincere.

Se v paese che ha veduto e vede emigrare


migliaia e

Essi

migliaia

hanno

fondato

gli

suoi abitanti
Stati

lInghilterra.

Uniti; ora

colonizzano

lOceania; e continuano pure lopera loro nelle Indie.

Supponete che una legge assurda ed oppressiva avesse


posto degli ostacoli insuperabili

allemigrazione;

cre-

dete voi che tanta parte del globo sarebbe stata strap-

pata

alla

barbarie?

credete voi

che

la

stessa

In-

immensa di
cui ora gode ? No certo; ma lInghilterra ha veduto
di buonora che lemigrazione un diritto inviolabile,
ghilterra avrebbe raggiunto la prosperit

e,

quel che pi monta, fonte di bene per

voluto prima che

gli altri Stati

tutti.

europei

si

cessero finalmente di questa luminosa verit


Il

nostro

gressi civili,
e la libert di

Codice,

venuto in tanta

luce

Quanto
convin-

di

pro-

uno dei pi avanzati su questo punto;


emigrazione potrebbe dirsi intieramente

guarentita, se non vi fossero le ingiuste retrizioni apportate dallart. 12, delle quali sar parlalo pi innanzi.

Digitized by

Google

DELLA. PERDITA E DEL RIACQUISTO EC.


Egli negli articoli 11 e 14 che
sposizioni

che governano

Determinando

2.

non risulta da

facili a constatare.

cittadinanza se
4.
ciale

non per

non

Intatti,

le di-

uomo

di

cagioni

le

perde la cittadinanza italiana,

esclude ogni presunzione che


positivi,
3.

193

trovano

diritto di ciascun

il

non essere legato alla terra.


1.
per le quali si

si

11

lart.

fatti chiari,

perde la

si

cause e nei modi seguenti

le

Rinunciandovi con dichiarazione davanti

uffi-

dello Stato civile del proprio domicilio e trasfe-

rendo in paese estero la propria residenza.

Ottenendo

Accettando, senza permissione del governo, im-

pieghi civili,

la

cittadinanza estera.

o militari da potenza estera.

Contraendo

(la

donna)

matrimonio con uno

straniero.

la perdita della cittadinanza irrevocabile; per-

ch lart.

17 indica, come vedremo,

diante le quali chi lha

81.

le condizioni

me-

perduta pu riacquistarla.

Della rinuncia

alla cittadinanza

italiana.

Ogni cittadino del Regno

in facolt,

quando

lo

creda conveniente a suoi interessi, di rinunciare alla

cittadinanza italiana. Egli solo giudice delle ragioni


che

possono

passato

il

deterrainarvelo.

Mentre

in Italia

suddito, era quasi

dovunque incancellabile,

e si esigeva

un decreto sovrano per potervi rinunciare, ora

ammesso

gato a
A.

chi

per lo

carattere di cittadino o, pi esattamente di

il

principio che nessuno

pu essere

rimanere perpetuamente legato

al

invece
obbli-

proprio paese.

vuole emigrare e ascriversi a una cittadinanza

straniera non si richiede


Saredo, Vol. 1.

altra

condizione

che la

di-

13

Digitzed

by

Google

LEZIONE

194

da cui

che egli

risulti

vincoli del

suo

XIII.

prova

volont, o una

della sua

chiarazione

paese

come

considera

si

decisiva

sciolto dai

Nessuna autorizzazione

natio.

governativa, giudiziaria o comunale necessaria


rinunciare alla cittadinanza

italiana.

La volont

per
indi-

viduale la sola arbitra assoluta delle risoluzioni del


cittadino.
Il

fa

sistema che

attacca

luomo

alla

gleba, e ne

quasi una dipendenza materiale, era ignoto presso

gli

specialmente Greci e Romani. Quanto

antichi,

Greci,

emigrazione

diritto di

il

la sua pienezza e in tutti

mostrava

si

cialmente nelle colonie, le quali

formavano libera-

si

mente, e godevano della pi .ampia autonomia


alla

ma

madre
a cui

noto

patria, colla quale

cittadino

si

ai

pi

romano emigrasse per preferire una

dunque ostacolo

Cicerone (Orat. pr

damento
,

in faccia

spesso alleate,

Romani,
agevolmente
supponeva con molta facilit che

che lemigrazione era tanto

cittadinanza dei Quiriti.

tria estera alla gloriosa

vera

erano

non furono mai soggette. Quanto

consentita che non

un

ai

in tutta

suoi benetci risultati, spe-

pa-

Non

un diritto che
chiamava il fon-

allesercizio di

Com.

Balbo, 13)
(Vedi pure L. 12, D.

della pi forte libert

de capit. et post.).

adunque

Saviamente

lart.

11 esclude

ogni idea

di consenso governativo per rinunciare alla cittadinanza

italiana:
questo, diceva il
reso alla libert dellindividuo

Pisanelli,

mettendo

la

legge

la cittadinanza del

presso

il

un

appartiene,

pari trattamento

quale

il

un omaggio
am-

Daltra parte,

possa

Regno, senza richiedere

dello Stato a cui esso


sia usato

che lo straniero

ragion

acquistare
il

consenso

vuole che

verso lo Stato

nostro cittadino

ricerca

estero

una nuova

Digitized by

Google

DELLA PERDITA E DEL RIACQUISTO


(Rei. p. 4)

patria.

relatore

il

i95

EC.

Senato,

del

svol-

gendo lo stesso ordine di ragioni, aggiungeva:

vuole liberi

patria libera

figli

non servi

una

della gleba.

Quindi cancellando ogni traccia delle barbare leggi le

Stato

dello

quali

progetto

una grande prigione,

facevano

facolt di abdicare la

libera

lascia

nanza e di abbandonare

il

cittadi-

la patria a coloro cui

un

pre-

potente bisogno, gravi inforlunii e la speranza di sorti

traggano

migliori
gliarli

14)

vivere

sotto

altro

(Vi-

cielo

La nostra legge non riconosce che quattro modi


di

rinuncia alla patria

o con ottenere

civile:

o con
di

o con

cittadinanza:

dinanzi

chiarazione regolare

airulfiziale

farne di-

dello

stato

cittadinanza in paese estero:

la

accettare un ufficio civile o militare al servizio

potenza estera

trimonio

o per la donna

con contrarre

ma

con uno straniero.

modo

Il

intera,

il

pi efficace di tutti, quello che fa prova

primo: quando

infatti

un

cittadino dichiara

dinanzi allufficiale dello stato civile la sua intenzione,


e la fa

registrare, non possibile equivoco od errore

di sorta.

Si espresso

che alcuno vi cercasse


bligazioni

risultanti

propose di chiarir
rendere

che

un mezzo

dalla

bene

impossibile

con ragione

timore che questa forma di

il

dar luogo a frodi, potendo avvenire

rinuncia potesse

il

di

cittadino;

concetto della legge,

malafede.

la

anche

di eludere delle ob-

qualit

Ma

la rinuncia alla

fu

e si

onde

osservato

cittadinanza,

come ogni altro atto civile, non produce effetto ogni


volta

che sia affetta di qualche vizio, come sarebbe

la

simulazione o la frode.

Questa forma
si

contrappone

alle

di rinuncia, che detta espressa,


altre

due,

che sono dette tacite.

Digitzed

by

Google

LEZIONE

196

XIII.

ma

erroneamente. Tacite sarebbero se risultassero

da

atti

che, rivelando implicitamente l'intenzione del

cit-

tadino, non fornissero per


della sua

rinuncia.

prove

formali e positive

veramente

tacita

forma

la

rinuncia indicata dallart. 17, n.* 4 del Codice

leone, secondo

quale la cittadinanza

il

qualunque stabilimento eretto

animo
alle

non pi ritornare

di

presunzioni, a mezzi

nuncia tacita

perde

si

di

Napoper

in paese straniero, con

Qui

ricorre davvero

si

dedurne

indiretti per

la

ri-

Ma il nostro Codice ha
modo insudiciente ed ela-

alla cittadinanza.

giustamente escluso questo


stico; vuole delle

prove

effettive, chiare;

e tali sono

quelle enumerate nei tre capoversi dellart. li. Com*


si

pu chiamar

tacila

una rinuncia che risulta da

fatti

cosi patenti?

Ma

laver fatto la dichiarazione di rinuncia

all ufficiale
i

dello Stato civile

dinanzi

non produce ancora

tutti

suoi effetti, se non accompagnata dal trasferimento

della residenza in paese

elemento che

si

estero.

perch

richiede

straniero. Tale disposizione,

si

Questo
il

il

seeondu

cittadino

detto,

di evitare le frodi a cui si aprirebbe

il

divenga

ha per oggetto
varco se uno.

sua dichiarazione, continuasse tuttavia a

fatta la

risie-

dere nel Regno, con T intensione di esonerarsi da quegli


obblighi che sono inerenti alla qualit di cittadino. Ma
evidente che questa disposizione raggiunger

mente

suo scopo,

il

vendosi considerare

ed per lo

come

meno

diffcil-

superflua, do-

sufficiente lart. 12,

che man-

tiene soggetto alla leva colui che perde la cittadinanza.

Daltra parte, colui che

dinanza

essendo

divenuto

ha rinunciato alla

straniero,

condizione dogni altro straniero: non


negare, a

meno

di

si

gli si

uneccezione odiosa,

citta-

trova nella

pu quindi

la residenza

Digitized

by

Google

DELLA PERDITA E DEL RIACQUISTO EC.


che accordata

Stato,

nello

dunque

lacuna di questa disposizione consiste

occupata

essersi

di

che

nostro paese,

rinunciante dovrebbe

il

le

plicare

non

dinanzi

quella

di

fare nello Stato alla cui

Era cosa assai pi savia apregole stabilite dallart. 17 pel cambiasi

ascritto.

mento di domicilio, ed esigere


zione

in ci;

della sola dichiarazione

civile del

allfficiale

cittadinanza

197

Lerrore o la

tutti.

una doppia dichiara-

considerando come cittadino chiunque non pro-

vasse che, oltre alla rinuncia fatta dinanzi allufficiale

Stato civile,

dello

unaltra

di
in

gi fatto inscrivere nei registri

si

La residenza non prova nulla

nazione.

materia di cittadinanza. Se inoltre

esatto

il

dire

nessuno pu essere cittadino di due patrie, lo


pure il dire che nessuno pu essere senza una terra

che

cui

appartenere.

Comprendo benissimo che

laver

ottenuta la cittadinanza in paese estero basti per rendere straniero

lItaliano

che lha chiesta, senza che

sia necessaria
la sua rinuncia al paese nativo: sappiamo ci che avvenuto di lui, dove trovarlo quando

occorra.
stesso

Ma

la sola

obbligo

della

rinuncia

non

prova nulla; e

vago, cos difficile a constatare che

mamente
lascia

il

lo

residenza in paese estero cosi

non basta meno-

a completare gli effetti della rinuncia. Lart. ii

rinunciante

non pi cittadino,

sospeso fra

ma non

un paese

e laltro:

certo che sia stranierp.

Poniamo

infatti

denza in

un paese estero, senza avervi ottenuta cittaun individuo ex lege ? E si dovr

che egli abbia trasferito

la

sua

resi-

dinanza di sorta: sar

rimanere nellignoranza completa della sua nazionalit,


finch

non

si

sia

fatto

inscrivere

nei

registri di

uno

Stato estero?

La gravit

di

queste

obbiezioni

sar

special-

Digtized

by

Google

LEZIONE

198

XIII.

mente apprezzala ogni volta che si tratter di sapere


se uno , dopo aver rinunciato alla cittadinanza dinanzi
scomparso dal consorzio
o

no.

Mi pare che,

aver pi

per non

italiano,

fra noi domicilio o residenza

dino

ed essere, a cosi dire,

dello Stato civile,

all ufficiale

ancora

certa, sia

in tal caso,

citta-

soluzione

la

migliore sia di constatare se ha acquistato o no la

cit-

tadinanza di un paese estero; enei caso negativo, considerarlo

senzaltro

escludere

come

come ancora

contraria ad

Bisogna

cittadino.

ogni principio di diritto

uno possa essere estraneo ad ogni patria,


ad ogni nazione. E perch nel caso indicato abbiamo
la prova positiva della cittadinanza di cui ha sempre
fatto parte, questa, malgrado la sua rinuncia, e fino
lipotesi che

a prova contraria, dev'essere considerata

come

sua

la

patria naturale e civile.

Della cittadinanza ottenuta

82.

in

paese estero.

Niuno pu essere cittadino


gore nelle leggi di

ne che
di

il

tutti

di

due patrie

comune

precetto generale di diritto

farsi iscrivere nei

e questo

e pubblico in vi-

Conseguenza naturale

paesi.

registri di cittadinanza

uno Stato estero equivale ad una rinuncia espressa

e formale a quella. della nazione a cui si apparteneva.

Lo

vuole posizioni chiare e nette: ciascuno


dubbio padrone di scegliere la nazione di cui

Stato

senza

vuole far parte; ma, fatta


effettiva

ed

intera.

la scelta,

eccezioni

al

questa devessere

Ognuno vede quali confusioni

persone e dinteressi avverrebbero se


precetto

giuridico

nemo duanim civitatum

si

di

facessero delle

sopra ricordato, che

civis esse potest.

Digitized by

Google

DELLA PERDITA E DEL RIACQUISTO EC.

Ma che
in

s'

199

intende per lacquisto della cittadinanza

paese estero?

condizioni

quali

sono necessarie

perch esso produca la perdita della cittadinanza italiana?

Anzitutto importa stabilire un punto capitale:


cittadinanza estera

la

devessere stata non solo chiesta,

ma realmente ottenuta:

11

lart.

Finch

formale.

domanda pende, chi lha chiesta cittadino italiano;


ma appena ottenuta, si tratti di piccola o di grande

la

naturalit

poco monta;

egli

ed entra nella

Stato;

dello

ha cessato di far parte


condizione

giuridica

di

straniero.
Il

significato dello stesso vocabolo ottenere ha

altro effetto;
italiana

un

quello di non privare della cittadinanza

se non colui che ha acquistato la cittadinanza

estera in

modo

e con

forme che manifestino

mente la sua volont. Per cui, se un cittadino


iscritto nei

registri di cittadinanza di

senza sua volont, o senza che

il

efficacesi

trova

uno Stato estero

suo consenso appaia

non perde per ci la sua qualit.


Se questa osservazione non avesse riscontro nei
latti dovrebbe considerarsi
come superflua: ma non

libero e intero, egli

come possono verificarsi circostanze in cui


un Italiano venga ad acquistare senza volerlo la cit-

chi ignori

straniera. Pu avvenire che il Governo di


un paese estero conceda di proprio moto la cittadi-

tadinanza

nanza ad
gii

sia

nei

uno o pi

ricevuti.

Pu

stranieri, in

ricompensa di servi-

altres avvenire

costretto, da imperiose

che un cittadino

necessit politiche

(come

tempi di rivoluzione o di guerra), o da motivi di

maggiore, di chiedere e di accettare la cittadinanza estera, per salvare la persona ed i beni, senza
forza

avere in

animo

di rinunciare alla propria.

Pu

fi-

Digitized by

Google

LEZIONE

200

nalmente

avvenire

impongano

questi
e

si

la qualit di cittadino

casi

che

di

uno Slato

Si potr

dire

che

in

ottenuta la cittadinanza

si sia

estero

straniero

allo

commercio, come fanno

spagnuole.

leggi

le

XIII.

le leggi

per ragioni di

vi risiede

punto

che

estera

perduta la cittadinanza patria ? No certo,

sia

aptutti

per-

ch manca lelemento pi decisivo, la libert del

con-

senso.

Era

stato proposto di completare

dellart.

il

2.

capoverso

col disporre che, oltre alla naturalit

paese estero, fosse necessaria anche la

tenuta in

ot-

ces-

sazione di residenza nello Stato per privare un cittadino

sua qualit.

della

pel

Ma questa

condizione fu eliminata;

motivo evidentissimo che lobbligo di dover mu-

tare la

dimora

mutamento

sarebbe sempre illusorio, potendo

modo

eseguirsi in

affatto

tale

momentaneo,

una vana dimostrazione. Nulla di pi ragionevole. Ma come mai questo motivo non ha prevalso
anche pel primo capoverso, e non si cancellato lobbligo della cessazione della residenza anche per chi
ridursi

ad

dinanzi a un ufficiale dello

rinuncia alla cittadinanza


Stato civile ?

ubi

eadem

Non era

ratio,

ibi

il

caso di applicare la massima:

idem jus

statuendum ? Perch

questa contraddizione ?

83.

Dellaccettazione di uffici pubblici


sotto un governo straniero.

Fra

motivi

che importano

tadinanza v laccettazione di
militari,

sotto

un governo

la perdita

uffici

straniero.

della

cit-

pubblici, civili o
In

questo caso

la perdita non sincorre se non quando tali uffici


vennero accettati senza permissione del governo. Spie-

per

Digilized by

Google

DELLA PERDITA E DEL RIACQUISTO EC.

201

gando questa disposizione, il relatore del Senato osservava che, niuno potendo conciliare i doveri verso il
proprio governo col servizio o

governo straniero

sia

nella milizia, sia in ufficii pubblici, la leg ge a ragione

presume che abbia tacitamente rinunziato


l

italiano

che accetta impiego pubblico

alla

patria

o servizio mi-

litare in estero Stato.

Veramente, non pu

dirsi

che vi

sia rinuncia

cita alla patria cittadinanza nel fatto qui

ch, dinanzi alla patente e precisa

ta-

indicalo, poi-

disposizione

della

legge, colui che la viola sa benissimo a che si espone;

e la sua rinuncia realmente espressa.

Ma

questo punto di lieve importanza, ci che

minare sono

caratteri costitutivi del

fatto

lasciando

giova

esa-

che porta

seco la perdita della cittadinanza.

Perch produca

tutti

suoi

effetti

sono dunque

necessarie le condizioni seguenti:

Che

i.

nente:
tato

si

per cui

un

dimpiego governativo e perma-

tratti

rimane cittadino colui che ha acceto commerciale,


rimane parimente chi avesse

qualsiasi ufficio privato, civile

ed anche comunale;

lo

esercitato per suo conto allestero lufficio di avvocato,


di

lo rimane pure chi ha accet-

medico, di sacerdote:

tato

un pubblico

ufficio

dal

Governo estero, ma solo


Impiego pub-

per un oggetto temporaneo e limitato.


blico difatti significa
e

nessuno presso

chi

di

un
noi,

ufficio

durevole e

regolare;

chiama, pubblico impiegato

adempie un incarico temporaneo ricevuto dal Go-

verno. Ci che la legge ha voluto colpire nellaccettazione di

Governo
risulta

un

ufficio pubblico, civile o militare,

estero, la
ladesione

patria. Gli impieghi,

rinuncia al paese

da un

natio che ne

formale ed evidente ad una nuova


si

danno, per regola, a vita: se

Digilized by

Google

202

LEZIONE

adunque non

tratta

si

XIII.

che di un

ufficio

provvisorio;

un italiano ha consentito, in caso


urgenza, a impugnar le armi per la difesa interna
se per esempio,

esterna del paese estero in cui

risiede,

di dedicarsi alla carriera militare; se


il

d>

ed

senza animo

ha consentito a

concorso- de suoi lumi o dellopera sua ad

un

dare
Go-

verno straniero, senza per consacrarsi interamente

al

di lu servizio, egli conserva in tutta la sua integrit


la

propria

cittadinanza.

se

prestar giuramento al Governo

anche

avesse

per

estero,

mento degli incarichi a lui affidati, questo


cambia punto la sua condizione giuridica.
2.

civili
tati,

caso poi che

Nel

si tratti

di

uffici

dovuto
ladempi-

fatto non

pubblici,

o militari, realmente chiesti e liberamente

allora solo

quando

accet-

producono la perdita della cittadinanza,


non stata preceduta dalla per-

laccettazione

missione del Governo

italiano.

Questa

sere gi ottenuta prima di entrare in

poi

deve

ufficio.

es-

Ove

il cittadino pu sertempo il Governo straLa permissione deve essere data dal Governo
del Re. Gli agenti diplomatici e consolari non hanno
questa facolt. Parali nondimeno che ove, eccedendo
loro poteri, raccordassero, questo sarebbe un titolo
da valutarsi a beneficio del cittadino che lha ot-

questobbligo sia staio adempiuto,


vire per qualsiasi periodo di

niero.

tenuta.

importa sommamente di

Ci che

docchio la distinzione profonda che fa

tener
il

perdere luna, conservando per sempre

il

sempre

Codice tra

cittadinanza e diritti civili, e di ricordare che

si

pu

godimento

degli altri; e che, allopposto, uno

in

parte

diritti civili,

pu perdere tutti
conservando nondimeno la

cittadinanza.

Digitized by

Google

DELLA PERDITA E DEL RIACQUISTO


questa

Leffetto di

nifester

che pochi avranno

ci;

in

dichiarare

un

italiano

si

ma-

interesse a far

decaduto della sua qualit di

anche quando

cittadino, poich,

203

EC.

gravissima distinzione

lo colpisce di alcuna incapacit

sia pronunciata,

non

legale; divenuto stra-

sempre il godimento dei diritti


civili; e la sentenza non far altro che togliergli il
godimento dei diritti politici, ai quali non annesso
alcun risultato pecuniario. Gli adunque nelle quistioni di diritto elettorale e in poche altre che si
niero, egli avr pur

circoscriveranno le

controversie relative alla

perdita

della cittadinanza.

Quando poi queste controversie vengano


sentarsi,

il

della nostra

proceder

legislazione

pronunciare

nel
in

a pre-

magistrato che sia penetrato dello spirito

colui che ha

la perdita

della

un

accettato

un Governo

o militare, da
di un'eccezione

diritto

al

sfcnapre a rilento

qualit di

ufficio

cittadino

pubblico, civile

estero. Anzitutto, si tratta


di

emigrare; e devessere

quindi interpretata restrittivamente. In secondo luogo,

giova riflettere che la distinzione fra impieghi governativi

comunali o

privati,

una reliquia

errori e di vieti pregiudizii, che

disperdendo, perch oggimai


si tratta di

un

conti atto

quale uno presta

la

si

si

di vecchi

va a poco a poco

comincia a capire che

come un

altro, in forza del

sua opera e ne retribuito. Che

la retribuzione venga da un Governo, da un Comune,


da una Societ o da un privato, poco monta: sempre lonesto compenso di un lavoro onestamente fatto.
Ma poich si fa tuttavia una distinzione e si colpisce colla perdita della cittadinanza chi ha accettato

un impiego governativo
sia

dubbio,

allestero,

questo devessere

ogni volta che vi

risolto

favore del

Digitized by

Google

LEZIONE

204

XIII.

cittadino: e tanto pi devesserlo,

quando

elementi di fatto da cui risulti cbe

animo

il

si

abbbiano

cittadino aveva

di continuare a far parte della famiglia italiana.

Queste ragioni parranno forse meno decisive , se


si

tratta

di applicarle

tenza estera:

ma

se

servizio

al

si

militare

esaminano bene,

si

sotto po-

vedr che

conservano la loro forza. La maggior parte dei nomi


che emersero nelle guerre nazionali cominciarono ad
essere conosciuti in paesi stranieri; e non pochi generali italiani, di

patriottismo intemerato, guadagnarono

combattendo sotto bandiera stranon avevano ottenuto autorizzazione alcuna per parte dei governi costituiti allora in Italia;
i

loro primi

gradi

niera. Certo,

e le leggi che colpivano

il

erano cos esplicite, e assai

servizio militare allestero


delle

pi severe

nostre.

Nessuno ha per creduto che quei generali fossero

in-

corsi nella privazione dei diritti civili o nella perdita


.

della cittadinanza.

N giova

il

dire che

combattevano

per la causa liberale; la legge non distingueva e non


distingue: perch distingueremo noi?

La conclusione

evidente;

la

perdita della

citta-

dinanza non devessere pronunciata contro chi ha accettato

un

ufficio civile o militare allestero se

consti in

modo

84.

Si gi

si

Italiani.

in-

Della condiziono della moglie


di chi diviene straniero.

moglie c dei

nanza di

non quando

indubitabile e positivo che la loro

tenzione era di rinunciare alla qualit di

discorso
tgli

della condizione giuridica della

di colui

che rinuncia

alla cittadi-

origine per acquistar quella di altro

paese:

veduto quanto sia arbitraria la disposizione in

Digitized by

Google

DELLA PERDITA E DEL RIACQUISTO

205

EC.

forza della quale negata alla donna ogni personalit


civile, ogni

tanza.

volont in una quistione di tanta impor-

Lart

menti
quegli

alla

stessi

11

ha applicalo

n poteva far

altri"

moglie dellitaliano che diviene straniero


principii che aveva gi sanciti per la

donna straniera il cui marito acquista la cittadinanza


italiana. Il penultimo capoverso dellart. 11 dispone
infatti
che la moglie ed i figli di colui che ha perduto la cittadinanza, divengono stranieri, salvo che
abbiano continuato a tenere la loro residenza nel Regno,
vale a dire, salvo che la moglie abbia conculcato uno
dei doveri pi essenziali che nascono nel matrimonio,
cio,

convivenza dei coniugi.

la

Si detto,

guire
a

un

per

marito.

il

cittadino:

cambi

libero di

questa disposizione,

giustificare

donna andando

che la

a marito, si

Ma

ci

se

questi

non

disponeva

esatto.

Essa

divenire

volle

se-

marit

si

straniero,

termini del contratto. Senza dubbio, egli era

rinunziare alla

cittadinanza italiana, n la

moglie pu o deve impedirglielo. Ma

la giustizia vo-

leva che la moglie avesse facolt di rimanere cittadina,

senza perci essere costretta ad una separazione. Non

nego che quasi sempre essa

avrebbe spontaneamente

adottata la cittadinanza del marito;

ma

ci

doveva av-

venire per elezione, e nop gi per forza. In ogni caso,

ove avesse voluto rimanere


rebbe

vista

moglie o

di

nel

italiana,

duro bivio, o

essa non

si

sa-

di cessar di essere

cessar dessere cittadina.

Checch ne

sia, la

legge, dura o no, ha disposto

altrimenti: la moglie espia le colpe del marito,

quando

questi incorre per fatto proprio nella perdita della

tadinanza: e non potr riacquistarla se non nei

cit-

modi

determinati dallart. 14, di cui parler quanto prima.

Digitized by

Google

206

LEZIONE

85.

XIII.

Della perdita di cittadinanza

per matrimonio.
Il

quarto dei motivi che danno luogo alla perdita

della cittadinanza speciale alla donna; la quale diviene

straniera pel solo

fatto

che contragga matrimonio con

lo straniero.

Le ragioni

fin

qui svolte circa

bero essere riconosciuti alla donna


per fatto proprio la cittadinanza

il

diritti

che dovreb-

m arito perde

cui

italiana non sono


evidentemente applicabili a colei che, per atto di libera volont, segue i destini deUuomo con cui si

unisce.

se potrebbe desiderarsi nei Codici

una certa

latitudine relativamente alla facolt per essa di deter*

minare nel contratto matrimoniale se intende rimanere


italiana o
s gi

divenire

straniera,

veduto quando

tuttavia, poich

(come

parl della straniera che

si

di'

viene cittadina pel matrimonio) una tale facolt


generalmente negata dalla legislazione di tutti gli Stati,
chiaro che la donna italiana deve rassegnarsi a per'
dere la propria cittadinanza; tanto pi che essa non
si

trova nella condizione di chi subisce per forza

destino
le

non

voluto,

ma

sa perfettamente quali

conseguenze dei propri

un

sono

atti.

Delle restrizioni che accompagnano


la rinuncia alla cittadinanza.

86.

Il

legislatore, entrato

nella via delle

riforme

ri-

chieste dal progresso dei tempi, ha cancellato ogni


vincolo servile delluomo alla terra: ha parificato lo

straniero al cittadino nel

godimento dei

diritti civili;

Digitized by

Google

DELLA PERDITA E DEL RIACQUISTO EC.

ma
le

conseguenze dei

tria al

che ha accettati.

principii

dopo aver riconosciuto

paese dove spesso

si

spinti

perdila della cittadinanza nei casi

non esime
dalle

pene

obblighi

dagli
inflitte

dalla pi dura

meno

Napoleone

chi

sposizione.

il

Pu

militare, n

severo, poich

esso non accenna aUobbligo della leva

Si capisce

la

espressi dallart. 11

servizio

del

alleser-

12 dispone che

a chi porti le armi contro la patria.

Lart. 21 del Codice

pene contro

Infatti,

una restrizione assai grave

necessit, egli fa

tutte

chiedere una pa-

diritto di

il

cizio di questo diritto. Infatti lart.

le

207

non ha osato andare pi in l, e applicare

porta le

e solo riserva

armi contro

la

Francia.

sentimento che dett quest'ultima

la fredda ragione

di-

vedervi una contraddi-

zione col diritto che riconosciuto a ciascuno di cercare


una patria straniera ;
pu osservarsi che il cittadino

divenuto straniero, obbligato a subire

nuova
tempo

gli

oneri della

compreso quello del servizio militare in


di guerra e in tempo di pace, e che quindi non
imputabile di un fatto in cui la sua volont pu non
a\er avuto parte alcuna; poich, chi adotta una patria,
ignora quali guerre essa pu fare e con chi:
pu agpatria,

giungersi che

viola

si

un

principio generale di diritto

delle genti, in forza del quale chi combatte

dato nelle

file

di

un

come

sol-

esercito regolare, coperto dalla

bandiera, e se cade prigioniero, deve

godere di

tutti

diritti che proteggono il prigioniero di guerra. Nessuno disconosce la forza di questi argomenti; ma la
i

ragione cede

il

luogo

al

sentimento; e

armi contro la patria sar


esecrazione: per cui
alle

lart.

chi porta le

sempre oggetto

di

aperta

12 risponde, per questo

lato,

esigenze della coscienza pubblica.

Ma non

si

pu

dire altrettanto dellobbligo della

Digitized by

Google

LEZIONE

208

mantenuto

leva,

nanza

XIII.

a carico di chi

italiana; e infatti

ha perduta la

sono assai pochi

contengono una simile disposizione.

cittadi-

Codici

clic

So quel che

si

dice per ispiegarla: e le relazioni Pisanelli e Vigliani

devono mantenere incolumi gli


militari dello Stato:
non si pu permettere

sono esplicite:

si

interessi

che uno, per evitare


cittadinanza.

Ed

tava

della

lart.

mento

gli

oneri della leva, rinunci

alla

motivo che

det-

appunto questo

legge 20

il

marzo 1854

militare.

che

In

consiste

lonere

Nellobbligo che hanno

del

servizio

cittadini di

le

armi per un principio

oggetto positivo;
beni
la

al

Non

per un

persone ed

riparo dogni pericolo: questa, e non altra,

si

le

una

ragione dessere della forza pubblica.

dimposta con cui

mento

alla

si pren-

ma

astratto,

vogliono mttere

militare?

provvedere

difesa interna ed esterna del loro paese.

dono

sul recluta-

il

cittadino

della cosa pubblica e

assicura

paga

specie

buon

il

anda-

benefcii che egli

tragge dal consorzio sociale.

Ma quan do
ed

ai beneficii

averne

gli

mento che
nieri;

di cittadino
ad

oneri? Non una contraddizione? Dal mosi

perch

suoi clletti?
fra

egli rinuncia alla qualit

che ne derivano, perch obbligarlo

straniero

perde la cittadinanza,
la

si

diviene

stra-

nuova qualit non deve produrre


una distinzione arbitraria
si fa
i

Perch

dorigine e straniero divenuto tale per

naturalizzazione?

Non

serio

il

timore che, cancellando

il

disposto

dellart. 12, moltissimi rinuncierebbero alla qualit di

cittadini,

per evitare lonere della leva, e cos

si

met-

terebbero a repentaglio gli interessi militari del Regno.

questa

unaccusa

cos

formidabile e cosi

ignomi-

Digitized

by

Googl

DELLA PERDITA E DEL RIACQUISTO EC.


niosa contro

non doveva essere

teva,

storia di

timi

mezzo
1866

accorrere,

sono

si

attraverso

ma

fuggire la leva,

combattenti.
il

neppure pensata;

secolo, e sopratutto

avvenimenti, protesta

come nel

*209

patriottismo degli italiani che non po-

il

Che

veduti

pericoli

per

perch la

quella

contro di essa.

farsi

migliaja

a
e

degli ul-

giovani

non per

sacrificii,

inscrivere nelle

se vi fosse realmente

1859

Nel

file

dei

qualcheduno

quale, per evitare la leva, rinunciasse alla cittadi-

nanza italiana,
che

si

tratterebbe di cos miserabile

legge

la

sere eseguita: e se si

pu

ora chiara; e deves-

far voto

perch sia rifor-

mata, le sue disposizioni sono imperative, e


cano a chiunque

lunque sia
pene

uomo

perderlo sarebbe ancora un acquisto.

il

Ad ogni modo,

perda

la

motivo: e

il

minacciate

tanto

il

del

cittadinanza

si

appli-

italiana, qua-

violarla fa incorrere

Codice

penale

nelle

ordinario

quanto dalle leggi militari del Regno.


87.

Del riacquisto della cittadinanza.

La

legge,

con le quali

si

agevolando e regolando

pu cessar dessere

condizioni

le

cittadini italiani,

Non po-

ha esplicitamente riconosciuto questo diritto.

dunque, senza una vera contraddizione, punire


lesercizio di un diritto guarentito: se avesse resi irteva

revocabili gli effetti della


se

perdita della

cittadinanza,

avesse sollevata una barriera eterna fra

divenuto straniero e

il

il

cittadino

suo paese natio, essa avrebbe

realmente stabilita una pena contro colui che

si

fosse

prevalso delle disposizioni contenute nellart. 11, specialmente delle due prime, che riconoscono nel modo
pi formale

il diritto di emigrare.
Saredo, Voi. 1.

14

Digitized by

Google

LEZIONE

210

La

facilit

permesso
il

riacquisto

alla

come

non
un atto

ritorno (pag.

ma non

si

Non

esatta.

15)

benignit,

con

cui

che

suo

seno

figli

La

aver

ne consente

afferma nella relazione

materna

di

dopo

la legge,

cittadinanza,

accoglie indulgente

la patria

fanno

senatoria

rinuncia

la

XIII.

adunque con cui

al

frase commovente,

la generosit del

legislatore,

bens la logica del diritto che esige lagevolazione

momento

riacquisto della cittadinanza nativa. Dal


si

respinto

il

tuamente legati
applicato

al cittadino

uomini siano

concetto che gli

divenuto

perpe-

questo non devessere

alla gleba,

allinterno,

n allestero.
straniero:

E ove

tu farai

del

che

pi

dicesse

si

parte

sempre del paese in cui ti trovi


si rimette
samente in vigore quel sistema feudale che si

per

preci-

diceva

di voler cancellare dalle nostre leggi.

Le condizioni
tadinanza

sono

indicate

intende ricoperare
nel

necessarie pel

riacquisto

dallart.

13.

cit-

cittadino che

Il

perduta deve

la qualit

della

l. rientrare

Regno con permissione speciale del Governo; e se


si trova, domandarla egualmente; 2. rinunciare

gi vi

alla cittadinanza straniera, allimpiego, al servizio mi

litare accettati in paese estero; 3.

dichiarare davanti

allufficiale dello stato civile di fissare, e fissi

entro lanno
dizioni

il

suo domicilio nel Regno.

realmente

Queste

devono essere adempite, perch devono

contutte

i
tre numeri dellart. 13 sono cumulativi.
Appena occorre notare che la permissione goverper rientrare c dimorare nel Regno sintende

concorrere;

nativa

che

sia necessaria

solamente per colui

il

quale

si pro-

pone

di riacquistare la cittadinanza, e

fatto

constatato della residenza autorizzata nel Regno

che

egli

vuole

adempire

le

condizioni

dimostrare

richieste

Digitizecl

by

col

per

Google

DELLA PERDITA E DEL RIACQUISTO EC.

211

ridivenire cittadino. Ogni altro cittadino divenuto stra-

niero pu andare e venire, risiedere nel Regno ed uscirne,

senza che vi sia


Vi sono

bisogno di

autorizzazione di sorta.

condizioni

poi alcune

speciali

pel

ria-

cquisto della cittadinanza, che concernono la moglie e


figli

del cittadino divenuto straniero, e la

donna che

maritata con uno straniero.


La moglie di colui che ha perduta la cittadinanza
e la donna che ha sposato uno straniero, ricuperano
si

la

qualit di

siedano

nel

amendue

rimanendo vedove, purch

cittadine,

Regno, o vi rientrino,

casi davanti

volervi fissare

proprio domicilio

il

ri-

dichiarino in

ufficiale dello Stato civile


(art.

di

11, 14). Cosi

pure la cittadina divorziata allestero, o quella il cui


matrimonio venne annullato.
Ma la moglie che, dopo aver seguito il marito di
venuto straniero,
e vi

si

abbandona, rientra sola nel Regno


pu essa godere del beneficio accor-

lo

stabilisce,

datole dallart. 11, secondo

quale

il

rimane cittadina

Regno?

se continua a tenere la sua residenza nel


il

periodo di tempo pi o

lestero

le

questo

toglie

del quesito dipende dal

fileno

diritto?

senso

che

breve passato

si

al-

La soluzione
d

al

vocabolo

contimia. Se lo sinterpreta in senso stretto, che, cio,

donna non debba mai essere uscita dal Regno col


marito, senza dubbio, basta che sia stata fuori un
la

giorno perch essa abbia irrevocabilmente perduta


cittadinanza.

Ma

se,

come

io

consiglierei,

si

la

d a

questo vocabolo un senso pi lato, io credo che luscita

temporanea della moglie dallo Stato non dovrebbe

produrre

effetti cos

allobbedienza che

fatali,

essa

tanto pi quando

dovea

al

marito,

si

pensi

allobbligo

impostole dalla legge (art. 131) di accompagnarlo do-

Digitized by

Google

LEZIONE

212

XIII.

vunque egli vada. Dovr essa espiare ladempimento


di un dovere colla perdita della cittadinanza? Parmi
adunque che dovrebbe intendersi aver continuato a
risiedere nel Regno la moglie che, dopo una breve di-

mora

per

allestero

tornata.

Lo

che perde

accompagnarvi

marito, sia

il

spirito della legge favorevole alla

la cittadinanza

ri-

donna

per matrimonio, o pel fatto

il matrimonio :
adunque non si adotter uninterpretazione
pi pietosa e pi equa che le mantenga la cittadinanza?
Odia sunt restringenda , favores ampliandi; un pre-

del marito; gliela rende appena sciolto

perch

cetto di diritto e di morale.

Quanto

ai figli, negli articoli

modo con

il

cui possono

Geli

determinato

ricuperare la cittadinanza

che avessero perduta nella loro minore

et, pel

fatto

dei genitori. Basta che essi o ne facciano dichiarazione

entro lanno dellet maggiore, e risiedano nel Regno


o accettino qualche ufficio pubblico, civile o militare

abbiano

soddisfatto

modo

qualche

in

della leva. Se per sono rimasti nel

padre ha perduta

la cittadinanza, si

aHobbligo

Regno quando

il

reputa che labbiano

conservata sempre.

Ma quando cominciano
del

riacquisto

lart. 45,
il

gli

risponde

ci

lacquisto e

non ha

effetto se

non dal giorno successivo

quello in cui furono adempiute le condizioni e

malit stabilite

Con questo

riacquisto: la legge

non

si tratti

for-

articolo troncata

ogni controversia sullepoca a cui risale


qualit di cittadino, sia che

il

dellacquisto e

effetti

cittadinanza ?

riacquisto della cittadinanza nei casi precedentemente

espressi,

della

concepito nei termini seguenti:

il

possesso della

di acquisto

fa distinzione

alcuna

come

di

e applica

principio della non retroattivit in tutta la sua pienezza.

Digitized by

Google

LEZIONE

XIV.

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA

Del domicilio in generale.

88

domicilio,

Il

complesso,

il

inteso nel suo

senso

rapporto stabilito

dalla

giuridico

legge

parte

de

la

esercita solamente nel

godimento dei
qualsiasi

luogo del domicilio,

produce

diritti civili

parte dello

Stato;

significa

suoi

poich
effetti

soltanto che

luogo del domicilio quello in cui ordinariamente

accentrano
esercitare

nostri affari e quindi si

propri

diritti.

una finzione delia legge;


cogliere

pi

fra la

maggior
il luogo in cui
essa esercita
suoi diritti. Ci non vuol gi dire che li

persona ed

gli

ha

il

in
il

si

occasione di

domicilio non dunque

Il

questa non fa altro che rac-

si desume un
permanente e notoria di una
determinato, in cui compie gli

generali da cui

elementi

fatto, cio, labitazione

un luogo

persona in
atti

ordinarii della

dellart.

16

vita

Tale

civile.

quando d ce che

il

difatti

il

senso

domicilio civile di

una persona nel luogo in cui ha la sede principale

Col secondo alinea del-

larticolo stesso si definisce la

residenza, col dire che

de

proprii affari ed interessi

Digitized by

Google

214

LEZIONE XIV.

essa nel luogo in cui

la

persona ha la dimora

abi-

tuale.
Il

legislatore

si

presso a poco limitato a ripetere,

con linguaggio pi conciso,

romano

ci

la

nozione che

(Cod. de Ine.) stabilisce che ciascuno ha


cilio

diritto

il

d del domicilio e della residenza. La L.

7.*

suo domi-

il

dove ha collocato la sede della sua vita domesuo patrimonio; o con pi

stica, de'suoi affari o del

precisione, dove

si

stabilito in

modo

cos durevole

che non se ne allontana se non quando un motivo

lo

chiama altrove; quando ne partito, si considera che


sia in viaggio; e quando vi ritorna, si dice di lui che
ha cessato di viaggiare. Eo in loco singulos habere domicilium non ambigitur tibi quis larem, rerumque et
fortunarum suarum summam constituit, unde rtirsus
non sit discessurus , si nihil avocet; unde, cum profectus sit peregrinavi videtur; quod sirediit, peregrinaci
inm destitit.
In questo

stringe tutti

diceva

stesso senso

Giuliano doversi
colui che ne fa

citt

centro di tutte le sue imprese

suoi contratti, vi

giuriscon sulto

il

domiciliato in una

considerare

il

frequenta

pubblica, vi gode, in una parola, di tutti

vi

piazza

la

vantaggi

quando anche di tempo


tempo i suoi affari lobbligassero a dimorare alla
campagna (L. 27, ff. ad munic.).
Gli autori del nostro Codice hanno fatta a s

inerenti al diritto di Municipio,


in

stessi la

domanda che

tori del Codice

gi si era

presentata

Napoleone; se, cio,

micilio non dovesse essere riportato

cedura
luogo

civile, tanto pi
il

domicilio sono

di procedura.

Ma

che

le

il

al

titolo

agli au-

del do-

Codice di pro-

controversie a cui d

quasi sempre relative ad

gli stessi

motivi che decisero

Digitized

by

atti

il

le-

Google

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA


gislatore francese a introdurlo nel

sero

ad

nostri

doveri ai cittadini
il

ha sentito

il

La legge, ha detto

ferisce allesercizio

civile,

dei diritti

suoi diritti e

solo (del

(pag. 19).

primo)

si

o dei

politici

occupa

si

re-

diritti

ci-

al politico,

legge civile

la

che se

Pisanelli nota con ragione,

il

domi-

il

secondo che

domicilio civile suole servir di base

e di esso

il

diritti e nellimporre

bisogno di determinare

suoi doveri. Questo luogo

quale politico o

il

vili. I!

dove ogni cittadino esercita

luogo

deve adempire
cilio,

imitarlo.

Senato, neHattribuire

relatore del

215

Codice civile indus-

il

domicilio serve a determinare la competenza e la giurisdizione,

importa

anche per

molti altri

attengono strettamente alle leggi


lio

determina quale

esso

per la
sia

civili.

fatti

Cos

il

che

si

domici-

punto principale nella materia dellassenza (art. 20)

il

celebrazione

luogo
71):

(art.

il

in

matrimonio

del

cui

si

domicilio

devono fare
dei

quale si apre la tutela dei

(art. 93),

le

minori

quale

pubblicazioni

genitori fissa

figli

competente

Tuffiziale civile

sia

luogo nel

il

(art. 249): Tuffi-

debbono registrare certi atti dello Stato


350 352 e seg.): il luogo ove si apre la
successione (art. 923): esso ha finalmente una stretta
connessione con la materia delle obbligazioni e con
zio in cui si

civile

(art.

quella delle ipoteche (art. 1219, 1261, 1987 e seg., ec.).

La legge
(338) nel
di

sul domicilio, osserver col

suo principio e ne' suoi

ordinamento

primo libro,
delle persone.
in

civile

e doveva

Demolombe

etfetti

una legge

essere collocata nel

consacrato alla classificazine giuridica

Sarebbe stato

inutile dividere

il

paese

diverse circoscrizioni territoriali, se queste non

componessero di

una certa aggregazione

di

si

persone,

chiamate, a cos dire, a essere pi specialmente gover-

Digitized by

Google

2 1(

LEZIOSE XIV.

nate nel distretto di ciascuna di esse

e ad
competenza e

certi diritti, a riconoscere la

esercitarvi

la giurisdi-

zione di diverse autorit amministrative e giudiziarie

che

vi

sono

forma e

instituite.

Questa aggregazione di persone

mezzo

manifesta per

si

domicilio,

del

si

collo

stabilimento di ciascuno in un luogo determinato.


domicilio

Il

adunque

non

zioni,

un luogo,

una realt fondata

che appoggiarsi sui

fa altro

sulla

e sono

fatti;

migliori che ci

naturali e

istinti

gli

fatti

e la legge, regolandone le condi-

natura delle cose;

legano

ad

influenze e gli affetti della famiglia,

le

di

propriet, di lavoro e di abitudini che creano fra noi


il

domicilio una specie di relazione morale.

simum cuique refugium,

Domus

leggi

romane (D. de in jus

(art.

27)

v oc. L. 18).

traduce in precetto

legislativo

tut-

atque receptaculum, dicevano

le

lo Statuto

testo

il

di

Gajo, proclamando appunto linviolabilit' del domicilio.


Chiarita cos la necessit di determinare
cilio civile;
gli

importa ora di ricercare:

l.

domi-

quali ne sono

possono avere pi

2. se si

elementi costitutivi;

il

do-

quali sono le
pu non averne nessuno;
persone che hanno facolt di eleggere esse stesse il loro
3.

micili, o si

domicilio e

come

provi

si

sono le persone di cui

la

il

cambiamento;

4. quali

legge determina essa stessa

il

quali sono

domicilio; 5.

micilio; 6.

su che

si

gli

generali del do-

effetti

fonda la distinzione

fra

domi-

cilio civile e domicilio politico?

Le quistioni qui indicate concernono, non occorre


dirlo

soltanto

il

domicilio ordinario;

temente da questo,
luoghi,

all

interno

ciascuno

come

pu

allestero,

ma,

indipenden-

scegliere

uno o pi

in altri

domicilii

accidentali, per certi affari determinati: di questo do-

micilio elettivo sar parlato pi oltre.

Digitized by

Google

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA

217

Degli elementi costitutivi del domicilio.

89.

Se cosa facile indicare gli elementi generali del


domicilio,

quando

si

si

presentano

tratta

di

non

per

poche

difficolt

venire allapplicazione: la stessa

definizione che ne d lart. 16 , in realt, insufficiente

a spiegare cosa

si

debba intendere per

pale dei propri affari ed interessi

sede princi-

gli annali giu-

diziari continueranno ad essere pieni di decisioni relative alla controversia sui segni distintivi del domicilio.

Si possono

nondimeno indicare alcuni dei

e segni distintivi del

domicilio

caratteri

quali serviranno di

g uida per giungere alla constatazione


del fatto, quando, ben inteso , manchi la prova legale
criterio e di

che risulta dalla dichiarazione fatta dinanzi

allufficiale

dello stato civile.

primo e il pi semplice quello che risulta


dalla dimora notoria di una persona nel luogo stesso
in cui ha il centro dei propri affari; domicilimi ha la
sua radice in due parol significative, domttm, colere;
e qui troviamo letimologia in pieno accordo col fatto
v di pi la rerum ac fortunarum summam; questo
Il

il

domicilio civile nel vero senso della parola.

Anche

lorigine

minazione del

ha

domicilio.

la

sua influenza sulla deter-

Infatti,

prove del luogo in cui uno

quando mancano

abbia stabilito

il

le

suo do-

cambiamento che ne abbia fatto, allora


presume che abbia conservato quello dorigine. La
dichiara che il minore ha per domicilio suo

micilio, o del
si

legge

quello del genitore; venuto a maggiorit, se non consta

che se ne sia costituito uno proprio, presume che abbia

conservato

il

domicilio paterno.

Digitized by

Google

LEZIONE

218

Lo

XIV.

permanente della famiglia

stabilimento

un

in

luogo,

dove

moglie

daffari

o altro egli risieda abitualmente altrove, deve

capo

il

figli

lascia abitualmente la

casa

di

anche se

per

ragioni

come

essere considerato, fino a prova contraria,

mento decisivo

impiego

con-

quale dichiari in essi che domiciliata

la

luogo, quando

tal

genere, emanati da una

qualsiasi

tratti e gli atti, di

persona:

ele-

della fissazione del domicilio.

Altra prova evidente e incontestabile sono

sintende non

in

modo

si tratti in

preciso di domicilio elettivo.

Anche
separato

il

dei diritti elettorali, tanto

lesercizio

come

ministrativi

quando

politici,

am-

persona non ha

la

suo domicilio politico dal domicilio reale

utilissima guida per indicare questultimo.

luogo

Il

mente
lart.

del

pagamento

per

dimora

Lo

ha

lindividuo

sua

la

sua sede.

la

deve

Il

im-

nel quale aveva la sua princi-

senza peso per

determinare in

luogo ove
luogo

principale,
il

alcuni casi

il

domi-

ove non abbia nello Stato

cilio civile dello straniero:

Il

luogo del pagamento e

stesso articolo fornisce un indicazione che non

unabitazione
il

in ter-

stabilisce

allestero, per regola,

Comune

pale abitazione

1864

o lente morale

principale abitazione,

posta in quel

il

special-

domicilio:

del

limposta sui redditi dovuta

Comune ove

nel

cittadino che

luglio

rapporto fra

il

quello del domicilio:

regola

imposte,

mobile, un criterio

determinazione

la

10 della legge

mini precisi
per

delle

di quella sulla ricchezza

gravissimo

si

considera per sua dimora

reddito prodotto.
in

cui

si

fa

nazionale, senza provare in

il

servizio

modo

della

decisivo

il

guardia

domicilio.

Digitized by

Google

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA


per un utile criterio
vi sieno

per conoscerlo

219

quando non

prove contrarie (Demolombe, 345).

Tali sono gli elementi principali che possono gui-

dare

il

Non

necessario che siano tutti riuniti,

bano

Magistrato nella determinazione del domicilio.

essere

n che deb-

loro comaccompagnano che si

considerati per singoli: dal

plesso, dalle circostanze che

pu dedurne

la

li

prova del domicilio

civile

duna per-

sona. Si deve poi tener conto della professione, delle

condizioni

particolari

ciascuno (L. 27,

abitudini

delle

personali di

ad Municip.).
dei Codici contengono disposi-

ff.

La maggior parte

zioni speciali relative al domicilio degli impiegati pub-

delle persone di et

blici e

lavorano abitualmente
piegati,

il

progetto senatorio disponeva infatti che essi

serbassero
biano
agli

il

primo

loro

domicilio, quando non

manifestato unintenzione

operai

contraria:

ab-

quanto

o persone di servizio dimoranti presso la

persona per cui


stato

maggiore che servono o


Quanto agli im-

in casa altrui.

lavorano,

quello stesso

della

il

loro domicilio sarebbe

persona che

Cod. Nap. contiene infatti analoghe

li

impiega.

disposizioni.

Ma

Il
i

due articoli del progetto senatorio furono con ragione


eliminati,

non essendovi ragione per cui dovesse

un eccezione

al

diritto

comune

sia in

farsi

favore sia a

danno di una classe di persone: impiegati, operai e


domestici sono soggetti, in materia di domicilio, alla
stesse regole cui

90.

obbediscono

tutti

gli

altri cittadini.

Della residenza e della dimora.

Le controversie pi gravi che


quistione del

domicilio

si

dibattono nella

sono quelle che vertono sul-

Digitized by

Google

250

LEZIONE

XIV.

lunit o sulla pluralit del domicilio. Si

possono for-

l. si possono avere due o pi domipu non aver domicilio alcuno ?


Ma
prima di procedere oltre , mestieri chiarir bene la

molarsi cosi:

cili

2.

si

distinzione da farsi

ed

tra domicilio,

residenza,

dimora

incoiato.

Ci che sintenda per domicilio, gi stato significato. Il

secondo capoverso

residenza,

dicendo

persona ha

la

meno

implica sempre pi o

non

dellart.

10 ci definisce

la

che essa nel luogo in cui una


il domicilio

sua dimora abituale. Cosi

lo rappresenta, se

la

non

in

residenza; questa invece

mancanza

di

prove per

determinarlo.

Un esempio

spiegher

ordinario

la distinzione.

hanno la sede principale


ma abitano tutto lanno in camalmeno in un Comune diverso da quello
cui hanno la sede degli affari: chiaro che il

Molti negozianti o impiegati


dei loro affari in citt,

pagna,
in

loro domicilio sar nella citt, e la

quando anche
a

vi

residenza fuori,

abbiano la loro famiglia: e ci sino

prova contraria.

La dimora si distingue dalla residenza in questo,


che la residenza implica labitazione abituale e permanente, mentre per dimora sintende

il

fatto di colui

in un dato luogo, per esemquando pure vi venisse abitualmente pi volte lanno, pure ci non basterebbe ancora

che trovasi

di passaggio

pio, in

un albergo:

a darle

il

carattere

ha dunque;

1.

il

d residenza. Nellordine civile si

domicilio; 2. la

residenza; 3.

la

dimora.

Queste
nellart.

distinzioni sono fatte con

90 del

C. di proc. Civ.,

personale e lazione

reale

il

molta esattezza

quale dispone:

lazione

sui beni mobili si propon-

Digitized by

Google

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA


davanti lautorit del luogo in cui

gono

Se

domicilio o residenza.

rsidenza conosciuta

lio

Con queste
possa non

disposizioni la legge

avere

canza di domicilio

casi indicali,

Si agita

come

Che

si

utrobique ita

Labeo iudicat
tur

man-

se

eum

possano avere

si

romano fosse

testi

possibile,

sono precisi ed
la

L. 6, 2,

espliff.

ad

diquem habere domicise instruxerit, ut non ideo micollocasse videatur.


E Paolo:

locis

posse

apud alteros se

nus

prudentibus placuit, dicea

Municip., dtiobus
liarti

gi che

dimora acquisteranno,

quistione

la

in diritto

dubbio di sorta:

Ft'rts

citi:

la

non dice

solo che, in

rivolge al domicilio

si

carattere e gli effetti del domicilio.

il

ancora

domicilii.

non v

essa

lau-

Dellunit di domicilio.

'Jl.

pi

ma

domicilio:

noto,

presunto: e la residenza
nei

propongono davanti

si

giudiziaria del luogo in cui esso dimora

torit

si

221

convenuto ha

convenuto non ha domici-

il

il

qui pluribus locis ex aequo negotie-

nusquam domicilium habere: quosdam autem dicere


pluribus locis

refert

habere;
Il

eum

quod verius est


nostro Codice

incolam esse aut domicilium

ai municip).
ff.
non esplicitamente,

locis (L. 5,

invece,

se

almeno implicitamente ammette lunit giuridica di domicilio;


delle

e cos risulta da tutte le disposizioni

leggi civili,

ma

non solo

anche delle commerciali e delle

penali.

Le ragioni per cui lunit del domicilio consicome una conseguenza dei principii generali di

derata

diritto;

sono linteresse delle persone, la cui condizio-

ne civile
del

intimamente collegata

luogo nel quale esercita

la

alla

determinazione

maggior parte desuoi

Digitized

by

Google

LEZIONE

222

diritti:

conoscere

che

linteresse dei terzi:


il

XIV.

diritto dello Stato di

il

domicilio dei cittadini, per le mille occasioni

presentano in cui necessario sapere dove

si

tracciare

rin-

une persona (imposte, servizio del Giuri,

guardia nazionale, ec.).

non era conveniente

Si chiesto se

un

testo

preciso

del Codice

del

domicilio:

inutile

farlo,

lunit

credettero

con

stabilire

ma

gli autori

osservando con

Toullier che le parole della legge escludono ogni equi-

Che

voco.

dice infatti lart. 16, conforme presso a poco

102 del C. Nap. ? Che

allart.

proprii affari ed interessi

domicilio di una per-

il

sona nel luogo in cui essa ha

* la

sede principale dei

che principale

Ci

uno, e non pu essere che uno.

ben
come

vero

che

il

dubbio

pu sempre sorgere,

gi notai, sulla nozione precisa

della sede prin-

Pu avvenire che una persona risieda alter nativamente in due diverse citt, in ciascuna delle quali
cipale.

ha casa montata; oppure, trattandosi di un negoziante,


pu avere due case di commercio, di eguale impor
tanza in due luo ghi diversi. Come farete a decidere
quale delle due case la principale ? Certamente, lipotesi frequente, specialmente pei commercianti. Ma
non per ci parmi che si debba conchiudere alla pludei domicilii. Nel. dubbio

ralit

che

terio

modo,

si

ci

fornisce

ricorre

il

si

tutti

segni pi innanzi indicati, da cui

fondamento quale veramente


Si

espresso

del domicilio
lievi,

danno

possa

il

timore

cri-

il

ogni

caratteri e

possa dedurre cou-

che lunit

dar luogo

lart.

si

quei

la sede principale.

specialmente del

colt concessa con

ha anzitutto

domicilio dorigine: e in

allesame di

ad

obbligatoria

non

inconvenienti

commercio. Ma

19 di eleggere un

la fa-

domicilio

Digitized by

Google

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA


speciale

per certi affari od

temuti; e quanto

degli inconvenienti
il

atti evita la

223

maggior parte

ai

commercianti

Codice di procedura speciale ha provveduto con gli

90 e 91 col determinare norme speciali d competenza. Si adunque conciliato il principio dellunit


articoli

domicilio colla protezione di tutti

del

gli

interessi che

potevano esigere la pluralit.

Che non
fuori di

si

possa avere pi di un domicilio civile

ma

questione;

non abbia

domicilio

ammetteva non solo

ma

cili,

un

in

senso inverso, pu egli

in

altro ordine d idee

non

di

romano,

diritto

si

avere pi domi-

possibilit di

la

anche quella

avvenire che una persona

alcuno ? In

averne

Ulpiano

alcuno.

27, 2, ad Mtinic.) dichiara bens che questa seconda


ipotesi meno facile della prima; ma credeva che an.
(L.

che quella potesse talora


domicilio
si

esse

rens quo

difficile est

verificarsi:

quemquam; puto

quis domicilio relieto

sine

autern et hoc procedere

naviget vel iter faciat, quoe-

se conferai, atque ubi constituat :

nani hunc

puto sine domicilio esse.

Nel nostro diritto per questa massima intera-

mente abbandonata: e nel


mette la
idea

pluralit dei

modo

domicili,

stesso che
cos

si

non

che alcuno possa essere senza domicilio.

nore ha, fino alla

si

am-

esclude ogni
Il

mi-

maggiore et o aHemancipazione,

il

domicilio dei genitori o del tutore: maggiore o emancipato,


(V.
stre

lo

conserva

finch

non

lo

abbia

cambiato

Pothier, Intr. gen:aux cout. 12). Nessuna delle no-

non aver domicilio;


il vagabondagnon quelli che sono
coloro i quali non hanno do-

leggi allude alla possibilit di

e lo

stesso Codice penale, che punisce

gio,

dichiara

di aver

per

privi di domicilio,

ma

micilio certo

436)

(art.

tali,

La legge

sulla Pubblica Si-

Digitized by

Google

LEZIONE XIV.

curezza determina essa stessa


del

vagabondo

(articoli 74,

le condizioni di domicilio

75 e 76).

Ma pu avvenire realmente che


pi completo

lante, di

il

si

ignori nel modo

domicilio dorigine di uno, o che Pignori

poniamo

stesso:

egli

il

caso

un

di

un merciaiuolo girovago, o

comico

ambu-

altro individuo dello

stesso genere, che vive,

forse

andando di citt in citt; che


mai avuto; essendo probabilmente

non ne ha

nato in un albergo, da genitori vagabondi Qui,

nota

Demolombe, il domicilio dorigine di


poco aiuto. Manca perfino il fatto della residenza per
servire di criterio. Si pu dire che qui si verifica
caso della mancanza di domicilio?
giustamente

il

il

Ho

90

del

felicemente

ri-

gi detto pocanzi, a proposito dellart.

C. di Pr. Civ. che


solta dalla

tere e gli

questa

difficolt

legge, che

prescrizione della
del domicilio

effetti

alla

d
dimora:

il

carat-

chi non

ha sede ferma, non pu dolersi se la legge riempie


una lacuna, e vede il domicilio nella dimora.
Se per avvenisse che anche la dimora fosse cosi
mobile, cos incerta da non essere possibile di coglierla
un istante, allora parmi che bisognerebbe ricorrere
agli articoli 105 e 106 del G. di Pr. Civ. relativi agli
stranieri; tanto per la

citazione

tenza dellautorit giudiziaria.


tesi, si

dovesse fissare

cessione, allora
ritto

il

il

come per

il

compe-

luogo di apertura duna suc-

caso di applicare

romano, secondo

la

ove, nella stessa ipo-

quale

la

il

principio di

successione

si

di-

apre nel

luogo dov la parte maggiore dei beni ereditari (L. 50


pr. L. 52, 3,

ff.

de Judic.).

Ma

se ci fosse difficile a

determinare, e sorgessero controversie, allora, vi

un

solo erede; e le

azioni

devono

portate

al

domicilio dellerede,- o ve ne sono diversi, e allora

si

essere

Digtized by

Google

DEL DO.MIC1LO CIVILE E DELLA RESIDENZA


porteranno invece

al

225

domicilio di uno di essi, a scelta

dellattore.

Pu un

italiano,

rimanendo cittadino, portare

il

suo domicilio allestero, di maniera da non averne pi


alcuno nel Regno ? Senza dubbio: nessun testo di legge
lo vieta: egli sar soggetto alle regole ordinarie della

procedura
92.

in ci

che riguarda

gli stranieri.

Del cambiamento

Nessun articolo

di

eli

domicilio.

legge parla di

domicilio, per la

che non

ammette che alcuno possa esserne o dive-

si

ragione

acquisto o di

perdita di

sopra indicata,

Ma si riconosce il diritto di trasferirlo da


un Comune ad un altro: il trasferimento della residenza in un altro luogo, cos lart. 17, coll intenzione
di fissarvi ia sede principale, produce cambiamento di
nirne privo.

domicilio.

Tale intenzione

si

razione fatta allufizio dello

che
fissa

si
il

abbandona e
domicilio,

mostrarla
Il

prova colla doppia dichiaStato civile del

a quello

o'con

altri

del
fatti

Comune

Comune
in cui si

che valgono a

di-

>.

principio da cui bisogna

muovere

quello gi

accennato, vale a dire, che ciascuno, finch non fac-

prova di domicilio proprio e distinto, si presume


abbia conservato il domicilio dorigine ; per cui il cam-

cia

biamento deve risultare da uno degli elementi indicati


dallart. 17.
Ma chiunque sia maggiore, o emancipato,
o padrone di s, pu cambiare il domicilio, secondo
che glielo consigliano i suoi interessi ed anche i suoi
capricci. Nihil est impedimento, quominus quis, ubi
velit , habeat domicilimi, quod et interdictum non sit

(L. 31, ff. ad Munic.).


Saredo, Vol. 1.

15

Digitized by

Google

226

LEZIONE XIV.

Ma
non

cambiamento ili domicilio non ha effetto se


conforme alle condizioni determinate dalle leggi,

le quali

il

tendono

in

modo

sostanza a constatare in

po-

cambiamento; o, come dice lart. 17,


a dare l prova dell intenzione di chi lo fa. Le condizioni adunque che si richiedono per formare questa
prova sono due: luna che legale e definitiva; vale
sitivo la realt del

Comune che

a dire, la doppia dichiarazione al

si

ab-

bandona e a quello in cui si va a dimorare, e laltra,


pi dubbia, e a cui si ricorre soltanto quando manca
la

prima, che consiste

in

un complesso
cambiare

dimostrino lintenzione di

di fatti

il

quali

luogo del do-

micilio.

La prova

che

dalla doppia dichiarazione

risulta

richiesta dallart. 17 completa e


effetti,

anche quando

la

produce

in aperta opposizione. Ci che la legge


si

sappia dove trovare

ordinaria,

tutti

suoi

residenza e la dimora siano

domanda che

un individuo, qual

sua sede

la

luogo che lo supplisce per tutte le noti-

il

devono essere

ficazioni datti

che

versit fra la

residenza e

gli

il

fatti.

Se dalla

di-

domicilio derivano incon-

devono rivolgersi a danno di colui


ha dato luogo. La forza probante della

venienti, questi

solo che

le

duplice dichiarazione di domicilio non pu essere distrutta

da probabilit o da presunzioni,

ma

solamente

da una dichiarazione posteriore dello stesso carattere.

Due
biamento

osservazioni occorre

sole
di

dichiarazione:

operato di

che

domicilio

la

fatto se

fare circa

sia seguito

con

la

il

cam-

doppia

prima che il cambiamento non


non quando le due dichiarazioni

sono state effettivamente

prima e la seconda
nel primo Comune:
la

il

eseguite:

nellintervallo fra

domicilio rimane sempre fisso


e la seconda che,

ove

il

cam-

Digitized by

Googl

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA


biamento sia fatto da commercianti,
dui o
di

si

ormai costante

tratti di societ, principio

giurisprudenza, che

il

domicilio

227

tratti dindivi-

si

non pu essere

cambiato a pregiudizio dei creditori; e che a rendere

cambiamento operativo ed efficace rimpetto ai terzi,


che venga ad essi notificato, o che, per
meno, si faccia registrare alla segreteria del tribunale di commercio tanto del luogo che abbandona come
il

necessario
lo

di

quello del luogo in cui

trasferisce.

si

danni

che

possono venire dalla inesecuzione di questo obbligo devono pesare su di loro. (Vedi la bella sentenza della
Cassazione di Milano, ora Torino, 25 luglio 1865).
Quali poi siano

le circostanze

che possano servire

guida onde constatare il cambiamento di domicilio


mancanza di dichiarazione regolare, lho detto pi
innanzi, quando ho presi ad esaminare
caratteri e i
segni distintivi del domicilio. Aggiungo solamente che
la legge non subordina il cambiamento del domicilio

di
in

i'

nessuna condizione

dei diritti elettorali

di durata,
(

Legge

neppure pel godimento

elettorale

art. 16,

17.

Legge colminole e provinciale , art. 19).

Quando per

tratta di supplire con lesame dei

dichiarazione richiesta

fatti alla
la

si

legge domanda

principale

dei

si

che

propri

il

affari

dall art.

17,

ci che

trasferimento della sede

da

una sede

allaltra,

due elementi essenziali; lintenzione ed il


non basta a
produrre gli effetti di un cambiamento di domicilio:
per cui, come osserva il Demolombe, due delle regole
risulti dai

fatto: luno isolato e distinto dallaltro

pi importanti del possesso


micilio.
vile

non

e del

Infatti,
si

fatto;

l.

il

si

trovano applicabili

possesso legale,

il

al do-

possesso

ci-

acquista che colla riunione dellintenzione

corpore et

animo, neque per se corpore.

Digitized by

Google

LEZIONE

2-28

neque per se animo (L. 3,

ci

vuole quindi

ci

vuole lintenzione, cio,

la cosa,

al

de adq. vel amitt. poss.)

fatto, o, in generale,

come

colono,

il

come

il

depositario,

contrario, per appropriarselo definitivamente; e

questa lintenzione che caratterizza

lo

stabilimento di

domicilio, lintenzione della persona che adotta

per fissarvisi e dimorarvi.


acquistalo,

si

2.

il

un luogo

possesso, una volta

Il

conserva colla sola intenzione; solo

retinetur (L. 4, C. de adq. vel retin. poss.).

serva

loccupazione,

la volont di avere per s


non gi per un tempo, n

conservarla,

di

precariamente,

ma,

il

XIV.

jf.

domicilio,

distinto e

animo
si

con-

indipendente dalla resi-

denza.

Unultima osservazione da
grandi citt

farsi tutta speciale alle

che quando uno trasferisce la sua dimora

da una sezione allaltra dello stesso


a farne dichiarazione
tare gli

inconvenienti che

diversit delle

nomina

Comune,

far

bene

municipale, onde evi-

potrebbero venirgli per

circoscrizioni giudiziarie,

preture, e delle
la

allufilcio

circoscrizioni

dei consiglieri provinciali

la

cio, delle

elettorali,

tanto per

come per quella

dei deputati.

03.

Delle persone di cui la legge stessa

determina

il

domicilio.

implica un rapporto di
Il possesso di domicilio
per cui chi non capace ed autonomo, non
pu avere realmente un domicilio proprio. E tale la
condizione giuridica della donna maritata, del minore

diritti:

non emancipato e del maggiore interdetto.


La legge stessa s'incarica di determinare
domicilio:

infatti

lari.

18 dispone che

l.

la

il

loro

moglie

Digitized by

Google

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA

non

die

abbia

ne

legalmente

sia

marito: 2.

229

domicilio

il

del

che divenendo vedova lo conserva, finch non


acquistato

emancipato

ha

il

un

che

altro: 3.

domicilio del

il

minore

padre, o della

non

madre

maggiore interdetto ha il dodel tutore. Esaminiamo queste diverse specie

o del tutore: 4.
micilio
di

separata ha

che

il

domicilio di diritto.

La moglie,

l.

civile

marito,

del

dovunque

cosi lart. 131, segue la condizione

ed obbligata

egli creda

opportuno di

accompagnarlo

ad

sua

fissare la

resi-

18 non adunque che una sanzione

pi

completa dellart. 131: e luno e laltro ripetono

una
ad

lienza:

lart.

disposizione precisa delle leggi romane (L.

Municip.

L. 65,

ff.

adottata

da

dagli articoli

tutti

de Judic. L.
Codici.

5,

ff.

ff.

de

rit.

La presunzione

nupt.)

stabilita

18 e 131 assoluta, ed esclude ogni prova

contraria, dedotta sia dall intenzione sia dai fatti. Nes-

suna
glie
la

convenzione col marito pu autorizzare


ad avere un domicilio distinto da

moglie facesse per s

dallart.
di

17,

questa

la

lui.

la

mo-

se anche

doppia dichiarazione richiesta

non produrrebbe per

lei

effetto

sorta.

La

sola eccezione che

fa la

legge quella

che

deriva dalla separazione legale: dinanzi a questo fatto


cede ogni presunzione; e la
micilio distinto
lo

abbia

ancora
la

il

moglie pu avere un doma finch non

da quello del marito:

acquistalo* essa,

come

la

separazione non mette

fine alla

malgrado

la diversit dei domicilii,

questioni

che eccedano

la

vedova,

la

semplice

potest

quando

maritale,
si tratti

di

amministrazione,

moglie separata devessere citata tanto

micilio

conserva

domicilio coniugale. Ben inteso che, siccome

che a quello del marito (C. di pr.

al

proprio do-

civ.

art. 13G).

Digitized

by

Google

230

LEZIONE

XIV.

Sintende per che questobbligo cessa

separazione fu pronunciata contro

caso la moglie

nel quale
all

il

La

tutti

debbono essere

perch allora la diversit di

direttamente,

domicilio produce

la

135):

indicati nel-

atti

gli

434, le citazioni che la riguardano

fatte a lei

quando
(art.

non essendo pi soggetta

autorizzazione materiale per

lart.

marito;

suoi

effetti.

regola per dellunit del domicilio dei coniugi

subisce alcune restrizioni volute dalla necessit

delle

cose.

Anzitutto, quando

il

marito assente, e che la

allora la moglie
la moglie
non legalmente separata tutrice di diritto del marito
interdetto ; in questo caso essa non domiciliata presso

madre assume

la patria

2.

che determina

il

marito

il

ma

potest,

domicilio (art. 40, 220)

il

marito presso di

lei.

Finalmente,

non pu negarsi che la moglie autorizzata a fare un


commercio separato non si trovi per ci solo in facolt
di avere un domicilio proprio per gli atti del suo commercio. ( Codice di commercio articoli 7, 8 e 9).
3.
In diritto romano, la moglie divenuta vedova,
conservava il domicilio del marito e non lo cambiava
se non passando a nuove nozze (L. 22, I, ff. ad Mu,

nicipi).

Non godendo che una


non

civili,

le si

piccola

parte di diritti

supponeva una personalit

propria

e distinta. Larticolo 18 pi equo: dispone bens che


la

vedova conserva

il

stesso

principio

emancipato o divenuto maggiore


conservato
consti

il

ma

domicilio del marito,

non ne abbia acquistato un

finch

cazione dello

pel
si

altro.

quale

solo

lappli-

il

minore

presume che abbia

domicilio dorigine o paterno, finche non

che ne abbia acquistato uno proprio e distinto.


Il minore non emancipato ha il domicilio del

Digitized by

Google

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA


padre,

della

madre

differenza

che passa

Anche

incapaci

gli

o del

che

la legge stessa

il

domicilio;

il

diritto

aveva, di regola,

Municip.

il

L. 3.

ma

ma

17 e 31,

si

gli inca-

non possono cambiarlo.

romano,

di

figlio

il

domicilio del padre (L.

Cod. de Municip.

famiglia
1,

ad

ff.

ma

origin.)

et

poteva avere anche un domicilio proprio


6,

questo

persone capaci in ci:

che lo determina per

paci; 2. che essi lo hanno,

Secondo

23

notarsi la

avere e cambiare domicilio.

fra

hanno

distingue dal domicilio delle


l.

da

tutore.

(LL.

3,

4,

ad MunicipaL).

ff.

Come conseguenza

minore cambia
di domicilio ogni volta che ne cambiano il padre o
la madre. Fu assai discusso se si dovea dare al tutore
facolt di trasferire da un luogo all altro il domicilio del minore
e la gravit di questa osservazione risulta dal timore che un tale cambiamento possa
produrre una modificazione nelle persone che compongono il consiglio di famiglia. Ma i danni che si temono
da questo fatto possono eliminarsi, mediante un accordo col consiglio stesso, sancito per da un decreto
dellart. 18,

il

del tribunale civile (art. 249); al quale la


ferisce

legge con-

potere di giudicare sovranamente della mag-

il

giore o minore opportunit del cambiamento proposto.

Vi sono poi le guarentigie richieste dallart. 347.


naturale minore ha

Il figlio

il

domicilio del geni-

tore che lo ha riconosciuto, salvo le restrizioni recate


dall art.

Se non riconosciuto da nessuno, ha

183.

per domicilio

una persona

si

lospizio

4
il

Il

in

cui stato

incaricata di lui in

ha per domicilio

la

ricoverato; se

modo

definitivo,

casa della persona medesima.

maggiore interdetto ha

il

domicilio

presso

suo tutore; essendo colpito di unincapacit asso-

Digitized by

Google

232

LEZIONE

XIV.

naturale che sia parificato

luta.,

regola

al

minore. E questa

applica non solo allinterdetto giudizialmente

si

per infermit di mente,.

ma

anche aUinterdetto per

condanna penale.
Il

maggiore

(art. 339),

il

inabilitato

sordomuto ed

per sentenza di tribunale


il

cieco che non siano stati

dichiarati abili a provvedere alle cose proprie (art. 340),

possono avere domicilio proprio, come

il

minore eman-

salvo per tutti quegli atti che eccedono la sem-

cipato:

ha rapporto con

plice amministrazione, pei quali chi

loro deve rivolgersi

al

domicilio del curatore.

Unultima osservazione che importa di fare che


il

padre, nel cambiare domicilio, pu bens agire

conto dei

figli

minori,

ma

non

dichiarazione fatta da lui a

mandato, non produttiva di


9i.

per

pei figli maggiori; e la

nome

di questi, senza loro

effetti.

Effetti del domicilio civile

e del domicilio politico.


S gi toccato di alcuni fra gli
della

determinazione

inutile raccoglierli

tutti

principali

effetti

Non sar

domicilio.

del

ed esporli

modo

in

per

ordinato

onde farne vedere limportanza.


del

Anzitutto,

il

tribunale

poich, in

domicilio

si

collega colla competenza

forza

della

sequitur forum rei, egli dinanzi

al

massima actor

tribunale del do-

micilio del convenuto che si devono portare le azioni

puramente

personali. Altrettanto deve dirsi delle azioni

mobiliari,

per la regola

Quanto

alle societ,

il

mobilili

sequuntur personali!.

loro domicilio essendo nel luogo

in cui la sede dellamministrazione,


si

portano

le azioni:

questo che

salvo che vi siano altri stabili-

Digitized by

Google

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA

menti

qual caso

233

con un rappresentante della societ; nel

sociali

giudiziaria

lautorit

del

luogo

in

cui

si

trovi uno di questi stabilimenti competente, tanto

per lazione personale come quella pei mobili


civ. art. 90).

morali, che

le

Lo

si

nel luogo del domicilio del debitore clic salve

eccezioni,

deve

farsi

luogo del

nel

pagamento

il

quello delladottante deve

(C. proc.

stesso deve dirsi delle altre persone

trovino in identiche condizioni.

accettante che si fa

il

1249): in

(art.

ladozione (art. 213)

farsi

trattario o del terzo

domicilio del

Cod
(

protesto cambiario

comm.

259).

art.

domicilio determina

Il

per la registrazione

parimente

competenza

la

degli atti (Legge

tasse di

sulle

registro, articoli 82, 83 e 84).

La

legge sul reclutamento dellesercito prende per

base le divisioni locali, e quindi

.il

scritti (art. 2, 10, ec.): altrettanto

guardia nazionale ordinaria e

domicilio degli

fanno

sulla

in-

le leggi sulla

(Legge

mobile

4 agosto 18GJ, art. 6; - legge 27 febbraio 1859, art. 6).

La

ha unimportanza speelettorale. La regola

quistione del domicilio

ciale per lesercizio del

diritto

che

il

civile,

per cui quando questo

politico si confonde

domicilio

che sia stato

trasferito

si

anche

col

domicilio

presume
Per constatare

trasferisce, si
laltro.

questa identit dei due domicilii non occorre dichiarazione di sorta; non se ne richiede una se non quando
si

vuol

il

separare

diritto di

suo

il

politico dal

civile.

Niuno, dice

10 della legge elettorale, pu esercitare altrove

lart.

domicilio

avere
cui

il

elettore che nel


politico.

suo domicilio

domiciliato

distretto

elettorale del

Ogni individuo

politico

nello

s'

intende

stesso luogo in

riguardo allesercizio dei

diritti ci-

Digitized by

Google

LEZIONE XIV.

234

vili.

Pu

tuttavia trasferirsi

domicilio politico

il

dove

elettorale

qualsiasi altro distretto

tribuzione diretta, o, per riguardo

paghi

si

io

con-

commercianti

ed

dove abbiano uno stabilimento commerciale

industriali,

ai

con che se ne faccia

industriale,

espressa tanto davanti

la

dichiarazione

Sindaco del luogo di attuale

al

domicilio politico, quanto innanzi

Sindaco del luogo

al

dove si vorr trasferirlo . Questa dichiarazione per


non produce alcun effetto, se non fatta sei mesi
prima della revisione delle liste. E lart. 17 dispone
che lelettore
civile,

politico distinto dal

domicilio

cui

il

cambiando questo, non sintender mutare

il

primo, e non sar dispensato dalla doppia dichiarazione prescritta per leffetto di riunire lun domicilio
allaltro.

Una

disposizione speciale, contenuta

18

nellart.

della stessa legge, autorizza gli individui chiamati ad

un impiego ad usare il loro diritto elettorale nel distretto dove adempiono il loro ufficio, senza che siano
dispensati daUobbligo

zione per trasferire

il

dellaccennata doppia

In tutte le

domicilio
sia

la carica.

controversie a cui

politico

dichiara-

loro domicilio politico nel luogo

dove debbono sostenere

alla

pu dar luogo

soluzione

delle

il

quali non

provveduto dalla legge speciale, bisogna ricorrere

i principii

generali che reggono

9a.

Fra

Del domicilio

le obbiezioni addotte

cilio

primeggia quella che

essa

pu opporre

resse

delle

al

persone;

si

domicilio

civile.

elettivo.

contro
trae

movimento

ma

il

lunit di domi-

dagli

ostacoli

che

degli affari e allinte-

questa obbiezione fu confa*

Digitized

by

Google

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA

con due argomenti:

tata

il

primo che

competenza

speciali del Codice di pr. civ. in materia di

forniscono

mezzi

nienti temuti: e

235

le disposizioni

di evitare gran parte degli inconve-

secondo, che

il

19 del Codice C.

lart.

scioglie vittoriosamente le difficolt che possono ancora

restare.
Lart. 19 concepito cos:

micilio speciale per certi

deve

od

affari

risultare da prova scritta

traduzione o riduzione

dellart.

pu eleggere doQuesta elezione

Si

atti.

come

Ili

del

si

vede, la

Codice Napo-

il primo a introdurla nel diritto privato.


Malgrado l'evidente utilit di questa disposizione,
sono tuttavia non pochi giurisconsulti che lavreb-

leone, che fu

vi

bero voluta

eliminare.

essenzialmente

nel

Le

loro

timore

consistono

obbiezioni

possono

che

degli abusi

morte o camdi domicilio:


biamento di domicilio della persona eletta, e di quella
peche elegge:
ignoranza presumibile degli eredi:
ricoli dincertezza per le
citazioni:
campo alle
frodi:
ecc. Ma la Commissione compilatrice del Codice
Albertino mostr con molta evidenza come questi timori sono infondati. Senza dubbio, sono possibili gli

nascere dallelezione

ahusi:

ma

a questa

stregua, qual la disposizione di

legge che potrebbe salvarsi ? Non sono tutte esposte


agli abusi? Ci che importa di vedere se

dellelezione di domicilio sorpassano


sta

non pu

vantaggi

danni; e la rispo-

essere che affermativa: tanto vero che la

legge stessa in alcuni casi limpone. Questa facolt, del


resto, interamente favorevole a coloro che vi si sot-

tomettono:

essa

inoltre

procura una

grande

facilit

nelle transazioni sociali, ravvicinando gli interessi, sem-

plificando e moltiplicando nel

ed aprendo una sorgente

di

tempo stesso
credito

le relazioni,

persone

che

Digitized by

Google

536

LEZIONE

non potrebbero

ottenerlo,

paralizzata se non

XIV.

industria verrebbe

cui

la

somministrare

potessero

loro

ai

creditori quella sicurezza che resulta dallelezione di

domicilio: taluno sapendo di non

suo debitore

nella

convenire

poter

propria provincia, ritiuter

corder che a

certezza che

la

bitore elegger domicilio presso di lui:

vantaggi
la

le

pubblicit

il

suo dei

spese.

Pu avvenire certamente che uno


propria provincia, e che

della

il

che, oltre

il

accennati, ha anche quello di abbreviare

gi

procedura e di ridurre

fuori

ac-

li

onerose;

eccessivamente

condizioni

che non far quando abbia

il

suoi

non

fondi ad una persona responsabile, oppure

sia

condannato

signori:

non provvede

ipoteche

delle

ma

la

essa allinte-

resse dei terzi ?

Per queste ed altre ragioni

la

dice Albertino credette di dover

combatteva

zioni colle quali si

micilio elettivo;
giustificare

lart.

introduzione del do-

medesime

ragioni

le

19 del

per gli equivoci e

Commissione del Corespingere le obbie-

la

Codice

italiano.

valgono

Ad

evitare

deciso di esigere

le incertezze, fu

che lelezione di domicilio debba risultare


scritta.

avere

la

La legge non parlando


prova

scritta,

da prova
forma che deve

della

ciascuno libero die leggere

il

domicilio speciale con qualunque specie di scritto, com-

presa quindi anche una lettera missiva.

quando

il

testo

sia scritto,

firmato

luficio di spedizione dallindividuo

micilio, potrebbe, a

mio parere,

Un telegramma,
consegnato

che elegge

-il

al-

do-

in alcuni casi, servire

egualmente di prova.
Lelezione di domicilio pu distinguersi in tre specie

diverse

2.

quella

che nasce

l.

quella

che imposta dalla

dalla

legge;

convenzione delle parti;

Digitized by

Google

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA


che ha

quella

3.

un

da

origine

237

volontario e

atto

unilaterale.

Dellelezione di domicilio
imposta dalla legge.

96.

Alloggetto

semplificare

di

commerciale e penale,
casi

la

chiaramente determinati

micilio.

procedura

la

civile,

legge ha voluto che in alcuni


si

facesse elezione di do-

parimente imposta pel compimento di

lha

alcuni atti civili.

Cominciando da questi,

troviamo che chi vuole

un matrimonio, deve indicare

opporsi ad

opposizione reiezione di domicilio,

Comune ove

sere eletto nel

territorio

nel cui
(art.

88).

(art.

legge esige che

costitutivo

1987,

sia

n. 2).

nellatto di

quale ha da estribunale civile

inscrizione dellipoteca giunelle note da

unirsi al

Per

altri atti relativi alle

di

ipoteche

domicilio (arti-

1994, 1995, 1999).

Se

passiamo

poi

vediamo che

al

Codice di

procedura civile

legge esige lelezione del domicilio nel

la

quando, cio,

caso

preveduto

tore

non abbia domicilio o residenza nello Stato:

lesige

per

cio (art.

(art.

di

393)

563):

dallart. 134, n. 5,

la citazione
:

precetto

pel

ti-

contenuta lelezione dei domicilio

ugualmente richiesta lelezione

coli

il
il

matrimonio devessere celebrato

- Per operare

diziale la
tolo

il

siede

ai

tribunali di

lat-

commer-

pel ricorso in cassazione (art. 524):

deve precedere lesecuzione forzata

che
per

mobili presso

dinanzi

latto

notificativo sul

pignoramento

terzi (art. 611, n. 4):

pel pro-

cedimento di espropriazione (art. 665, n. 5, 668, ecc.)

Digitized

by

Google

LEZIONE XIV.

238

per quello relativo allapertura delle successioni (articoli 848, 855, n. 2,886, ecc.).

Anche

Codice di commercio esige in alcuni casi

il

come

1elezione di domicilio,

nel bando per la vendita

delle navi (art. 297): senza contare tutti

richiesta dal Codice di proc.

per

civ.

casi in cui

o procedi-

alti

menti commerciali.

Ma non

solamente

che vi pu essere

ciale

anche

il

Codice di

elezione

111,

chi

si

costituisce

domiciliato nel luogo dove

si

contiene disposi-

secondo

l'

l'ar-

non
instruzione e dove

parte
fa

domicilio:

legale di

procedura penale

zioni che la rendono obbligatoria. Cos,


ticolo

commer-

civile o

diritto

in

se

civile,

pende il giudizio, tenuto di eleggere domicilio con


atto da riceversi nella cancelleria. Limputato libero
o scarcerato deve dichiarare il luogo in cui abita (che

pu anche

essergli imposto)

onde ricevere

zioni che lo riguardano (art. 199, 204,


tato che d cauzione e

il

mente eleggere domicilio

le notifica-

213): limpu-

suo fideiussore devono pari-

nel luogo

ove

si fa

instruzione

(art. 222).

Da
sulta in

tutte queste disposizioni dei Codici vigenti

modo

sciuto ed attuato

97.

ri-

evidente che anche la legge ha riconoil

sistema dellelezione di domicilio.

Dellelezione di domicilio convenzionale


e dellelezione volontaria.

Ma

reiezione di domicilio a cui specialmente

ac-

cenna lart. 19 quella che leffetto sia duna convenzione delle parti che intervengono in un atto, sia
di

un

atto

volontario

unilaterale. Lelezione

zionale pu essere espressa,

come quando

convenstipulata

Digitized by

Google

DEL DOMICILIO CIVILE E DELLA RESIDENZA

239

come quando risulta dallaccettazione o ricevimento di un effetto di commercio, nel


quale il traente abbia eletto pel pagamento un domicilio che non sia il suo. La legge, nel silenzio delle
nel contratto, o tacita,

convenzionale di domicilio deduce tre

parti, dallelezione

conseguenze:

lattribuzione

di giurisdizione a

un

tri-

bunale diverso da quello nella cui circoscrizione


tuato

il

domicilio

delle

una persona dimorante

mandato

parti:

designazione

la

di

luogo come investita del

in tal

di ricevere le citazioni relative aHatto

dice di pr. civ. art. 10):

si-

determina

convenzione deve eseguirsi (Cod.

il

luogo

(Co-

in cui la

civ. art. 1249, 1260).

Bisogna per notare che queste conseguenze non sono


sempre inerenti allatto di elezione; perch pu avvenire,

per esempio, che taluno elegga domicilio

citt

senza dire

presso

chi; in tal caso,

bens attributiva di giujrisdizione,


fetto

alcuno circa
Eletto

ma

pu essere cambiato o rivocato senza


desimo:
(Codice

un obbligazione

di pr. civ. art. 160).

principio sono:

una

non produce

ef-

le citazioni.

non
consenso me-

domicilio, per consenso delle

il

in

lelezione

i.

che le

il

parti,

vincola

Le sole eccezioni

amendue
a questo

quella fatta dallart. 1995; 2. quelle

che nascono dal caso in cui 1elezione sia volontaria


o unilaterale, fatta nel solo interesse della persona che
la

cambia o revoca,

salvi

per

sempre

diritti

dei terzi.

La morte
fatto
effetti:

il

fallimento di una delle parli che

hanno

reiezione di domicilio non ne annulla punto gli

come non

rifiuto del

annulla la morte,

mandato, o

un Comune
fu fatta:

li

il

si verifichi

fallimento,

trasferimento di domicilio da

allaltro della

ove

il

persona presso cui lelezione

una

di queste ultime ipotesi,

Digitzed

by

Google

240

LEZIONE XIV.

obbligati

si

eleggere

ili

domicilio presso unaltra

persona dello stesso luogo: per esigere per ladempi-

mento
il

generale

domicilio

del

l'oro

fare

di qucstobbligo bisogna

rinnovamento dellelezione

pr. civ. 140).

Eletto

per un

(art.

caso non

tal

solamente

un altro

presso una

parte di cambiarlo,

revoca di domicilio,

vi

sostituzione

la

un mandatario

di

ad

1757).

Le formalit

richieste per lelezione sia convenzio-

nale, sia volontaria, e gli effetti diversi

che essa produce,

sono specialmente determinati dal Codice


civile, e in alcuni casi dal

Codice civile

Il

deve

(C. C. art. 1090, C. di

luogo stesso, e sotto la medesima giu-

sia nel

risdizione, in

ma

che

parte

domicilio,

persona, in facolta di ciascuna

purch

innanzi al

procedere

della

esigere la prova

di

procedura

Codice di procedura penale.

limila a riconoscere la facolt, e ad

si

scritta.

Esso

contiene

naturalmente

principii generali di diritto da cui questatto rego-

lato: cosi:

l.

diritti

ei doveri che nascono

zione di domicilio non obbligano


2.

obbligano per

(art.

gli eredi e

terzi

dallele-

(art.

1130);

successori delle parti

1127); 3. le convenzioni e gli atti che sui quali

fatta devono essere interpretati restrittivamente, trat-

tandosi di una deroga

alle regole generali sul

domi-

(Codice C. tit. prel. art. 4); 4. sono retti dalla


legge del luogo in cui sono seguiti. (Tit. pr. art. 9).

cilio

Digitized by

Google

LEZIONE XV.
DEGLI ASSENTI IN GENERALE E DELLA PRESUNZIONE
DI

98.

Il

ASSENZA-

Nozione giuridica

dellassenza.

vocabolo assente indica, nel suo senso ordina-

rio,

chiunque lontano da un dato luogo. Nel linguag-

gio

giuridico ha una significazione pi speciale; e serve

ad indicare: l. chi

un

momento

non presente

in cui la

in

un luogo e

in

sua presenza richiesta (Codice

255 - C. di pr. civile art. 849, 868); 2. chi


ha cessato di comparire nel luogo del suo ultimo
domicilio o deHultima sua dimora, senza che se ne
civile,

art.

abbiano notizia.

di

questultima

specie di assenza

20 e seg.).
Due sono adunque gli elementi che costituiscono
giuridicamente lassenza: che una persona abbia cessato di comparire nel luogo del domicilio o della re-

che si occupa

sidenza

il

Codice civile

(art-

che non se ne abbiano pi

(piando concorrono tutti e due che

si

notizie. Egli

procede

alle di-

verse misure regolate dal titolo dellassenza, la quale


Saredo, Vol.

1.

Digitized by

Google

LEZIONE XV.

242

pu essere pi esattamente

dellassenza

speciale

rattere

della vita di

definita:

condizione

la

s'ignora se sia vivo o morto.

di colui di cui

dunque

una persona scomparsa.

Le cause che danno

industria,

artistiche

uomini ad abbandonare

gli

loro paese per recarsi in terra straniera. Talora

odioso

il

luogo in cui

se ne reso
sciare

le

le

il

dolori

sofferto. Gli errori o

paese, dove

si

de-

allindividuo che

costringono sovente a

colpevole, lo

persecuzioni

numero duomini
sono

si

ogni considerazione

proprio

il

nalmente,

anche causa di espatriazione, rendendo

sono

togliendo

litti,

di-

commer-

il

cio, la passione dei viaggi, le peregrinazioni

hanno sempre spinto

sono

origine allassenza

verse e molteplici: la guerra,

provati

Il ca-

lincertezza

sente

disonorato.

sulla via dellesilio

la-

Fi-

un

gran

Queste ed

altre

politiche cacciano

cause per cui avviene che una persona

si trovi

nella condizione di assente.


Si detto

a regolare

la

che

il

diritto

romano non avea

pensato

condizione giuridica degli assenti; e

si

spiegata la cosa col dire che i Romani, profonda


mente attaccati alla loro patria, se ne assentavano radamente (Toullier, v. I, 379. Duranton, I, 374). Ma
questa asserzione inesatta. Le leggi romane contengono sullassenza disposizioni veramente fondamentali.

Cosi tanto nel Digesto

come

nel Codice

(titolo, quib.

ex caus. maj. in int. rest .) e nelle Istituzioni {de act.


troviamo sancito il principio della restituzione in
dellassent che

5)
in-

non ha potuto

tiero,

tanto in favore

agire,

quanto dei presenti, cui lassenza daltre persone

messo nellimpotenza di agire per conservare


loro diritti. Le leggi 6, par. ult. ff. de tut. 3, Cod.

avesse
i

de posti, ree. e 0

jf.

de quii), ex caus. in poss.

eat.

Digitized by

ed

Google

DEGLI ASSENTI IN GENEIIALE EC.

243

altre ancora, volevano che fosse nominato un curatore


allassente,

ogni qual volta

lo esigesse.

Domat (che ha

Napoleone, e quindi

anche

ria) si fonda sul diritto

questione de suoi beni

la

servito di guida al Codice


al

nostro su questa mate-

romano per

n.

13).

Il

Codice

Bavarese,

all'assenza che

crato

il

nomina

esigere la

del curatore allassente (Lois civiles, L.

Tit. 2, sez.

I,

quale non ha

due disposizioni

sole,

I,

consa-

contiene

un articolo (lart. 35) che cosi concepito: Si nomina un curatore agli assenti, per amministrarne
i

beni

fin

che dura lassenza, conformemente

del diritto
del diritto
div. et rep.

ai principii

romano Sono poi notevoli le disposizioni


romano in materia di matrimonio (L. 6, ff. de
.

Nov. 22, cap.

Una decisione

di

7.

Paolo (L. 10,

Nov.

117, cap. 11)

sullincertezza della vita dellassente, autorizzai


dei

due

sessi di questultimo,

de rit. nupt.) fondata

ff.

dopo

senza, a contrarre matrimonio senza

tre
la

figli

anni di as-

necessit del

suo consenso.
Senza dubbio, dai testi sparsi delle leggi romane
si pu cavare un sistema completo di diritti e di
doveri nascenti dallassenza: ma evidente che esse
hanno fornito dei preziosi elementi, di cui il legislatore moderno ha saviamente profittato.
Nel confutare per lerrore professato da molti
giurisconsulti, non si vuol certamente negare agli au-

non

tori del Codice

Napoleone

il

merito di

essere stati

primi a formolare un insieme di disposizioni

degni di lode

e sono

nostri legislatori per averle riprodotte

quasi integralmente.
I

principii

che vennero sanciti nei Codici moderni,

e segnatamente nel nostro, sono

rare la

protezione

dovuta

ai

seguenti: l. assicu-

diritti

degli

assenti e

Digitized by

Google

244

LEZIONE XV.

modo

ammettere

mai

in

assoluto n la vita n la morte dellassente

la-

quella

dei

non

2.

presenti;

sciando a chi allega luna o laltra l'onere della prova;


8

nei primi periodi, prevalendo la presunzione della

3.

dellassente, mettere la cura

de suoi

interessi

ogni altra considerazione: per cui le misure


legge tendono ad

dalla

vita

sopra

ordinate

assicurargli la conservazione

de suoi beni: mentre, negli ultimi periodi, prevalendo

invece
la

la

presunzione della sua morte, la legge

affida

cura de suoi beni alle persone a cui andrebbero

rettamente se egli fosse morto


sparizione o delle sue ultime
disposizioni

quando

la

definitive

circa

giorno della sua

il

4.

notizie;

suoi

beni

didi-

prendere

allora

solo

presunzione della morte predomina in modo

decisivo in quella della sua vita.

Esaminiamo ora questi diversi

periodi.

Primo

99.

A
lunque
data.

sua

periodo:

dir vero,

il

la

non presenza.

fatto dellassenza lo stesso, qua

da

sia lepoca in cui si verifica, e quella

La persona che non


presenza

richiesta

absentem accipere debemus

cui

trova nel luogo in cui

si

eum

la

giuridicamente assente
qui non est eo loco

iu

quo petitur.

ben vero per che, per

produce,

gli effetti di diritto che

lassenza si divide, secondo, le nostre

in quattro periodi distinti, a ciascuno dei

inerenti condizioni diverse: e sono: 1. la


2. lassenza presunta; 3. lassenza

quali

leggi,

sono

non presenza;

dichiarata;

4-.

la

presunzione di morte dellassente.

La non presenza non


materia dellassenza;

ma

entra, a rigor di parola, nell!

ne possiede alcuni caratteri.

Digitized

by

GoogJ

DEGLI ASSENTI IN GENERALE EC.

come sarebbero:

residenza abituali;

mancanza

la

luogo nel quale

del

motivi

ignoranza in cui

mancanza

la

generalmente

sue

di

pu spiegare

si

lontananza della per-

la

notizie.

Quando

viaggio, la durata

an-

proba-

pu tuttavia pensare che la persona


che non voglia o non possa dar noti-

lo scopo, si

bile,

lontana vive, e
di s.

stica

Ma siccome manca

dellassenza,

la

si

periodo,

che

(Vedi specialmente C.
di

la

caratteri-

rimane giuridicamente nel primo

speciali.

2120 C.

condizione

che lincertezza della vita della

persona lontana, cosi

644,

che

ci,

tanto

che signorino le cause del

zie

si

non presente risiede o dimora;

il

sufficienti

come

sona

245

domicilio e dalla

dal

di notizie recenti. Differisce per dallas-

propriamente detta in

senza

con

lontananza

la

non presenza,

Comm. 260

C.

la

quale produce

civ. art. 98,

effetti

162, 221,

di pr. civ. art. 141, 150,

849, 868). V poi una specie di assenza o di non

presenza in diritto penale, la quale d luogo a imperlanti

disposizioni (C. di pr. pen. art. 347,368, 388, 419,

524,

543, 544). Questa,

sebbene abbia alcuni

La

effetti

si

determinare

di

vede, non lassenza

comuni con

civile,

essa.

maggiore che s'incontra nel primo

difficolt

periodo si

come

che contemplata dal Codice

ordinaria, quella

distinguono la non presenza

caratteri

dallassenza

precisi

che

presunta, e

debbono servir di nonna pel passaggio dalluna


allaltra. Nessun testo di legge pu supplirvi:
una
quistione di fatto che pu essere soltanto sciolta dai
che

tribunali,

dietro

come sarebbero
le

lapprezzamento

delle

la professione della

cause del viaggio, e

circostanze,

persona lontana,

simili.

Digitized

by

Google

246

LEZIONE XV.

Secondo periodo:

100

presunzione

la

dassenza.
il primo periodo dellassenza si
presume sempre la vita e la probapersona non presente. Ma quando

Ci che caratterizza
che in essa si

bilit di ritorno della

prolunga, allora cominciano a

sor-

gere delle giuste inquietudini sulla sua sorte. Si

con-

il

suo silenzio

sidera che

relazioni domestiche,

dolce

la

affari,

si

le

carit

natio

del

lamicizia,

loco

sono

gli

troppo

addentro nel cuore e nelle abitudini dellumo, perch


le

modo

spezzi in

assoluto senza

cosi

prepotenti e pi straordinarii, fra

anche

lipotesi della

della sua

motivi

pi

quali si presenta

morte. Qualunque per sia la causa

disparizione,

interruzione de suoi

della

rapporti col paese natio, certo che

la

sua assenza

d luogo a gravi inconvenienti a cui occorre rimediare:


di qui la necessit di prendere quei provvedimenti che

sono

tanto

richiesti

sente,

medesimo

dallinteresse

dellas-

quanto da quello dei presenti.

Le misure

cui d

luogo

la

presunzione

das-

senza sono indicate dallart. 21, concepito nei termini


seguenti:

<

Finch lassenza soltanto presunta,

il

bunale civile dellultimo domicilio o dellultima

tri-

resi-

denza dellassente, se non vi alcun procuratore, pu,


sullistanza degli

o del ministero

interessati,

pubblico,

o degli

eredi presunti,

nominare chi rappresenti


formazione degli inven-

lassente in giudizio, o nella


tarii e

cui egli

dei

conti, e nelle

sia

menti che siano necessari


patrimonio

liquidazioni

interessato, e dare
alla

gli

e divisioni in
altri

provvedi-

conservazione del suo

Digitized by

Google

247

DEGLI ASSENTI IN GENERALE, EC.

Da questo articolo

si

che durante

deduce:

la

semplice presunzione dellassenza, lintervento del

bunale pu,

ma non

tri-

deve essere provocato; 2. che

la

nomina di un curatore ha per oggetto precipuo di prov-

non gi
non
malgrado

vedere agli interessi eventuali dellassente,


a

mai pronunciare

listanza fatta
egli

danna

che

un curatore, e

pu

risulti

anzi,

delle persone indicata nellart. 21,


alla nomina di
quando dallesame dei fatti

rifiutarsi,

in

modo

evidente

necessit

la

della

che questa misura non la prende


non quando lassente non ha lasciato alcun procura-

misura invocata;

tore:

1.

ove per lavesse lasciato,

carattere,

il

o della

Lo

legge

suo intervento cambia


gli atti che non

provvede soltanto per

potessero farsi dal procuratore


(art. 21,

in

forza

spirito della legge, nel secondo periodo, adun-

interessi

gli

di

lui

quelli

degli eredi, della societ

dei

ma

terzi,

con

la

loro

concilia

dei

con

creditori,

medesima, a cui importa che

propriet dei beni non sia giammai in

che

mandato

del

al.).

que favorevole soprattutto allassente:

la

tribunale

il

che

d uffzio;

non neppure obbligato a procedere

non gli

se

3.

persone;

quelli di altre

pu

amministrazione

sia

sospeso, n

negletta:

epperci,

una sorveglianza saviamente organizzata,

vede alla protezione di colui che

si

impotente

prova pro-

teggere s stesso.
Il

bunale

Codice Napoleone non diceva qual fosse

il

tri

competente per deliberare sullistanza della

presunzione di assenza. Lart. 21 ha nettamente dichiarato essere quello dellultimo

domicilio o delluUima

residenza. Nellart. 793 del Codice di proc. civ. sono de-

terminate le formalit da
le

eseguirsi per fare

misure di amministrazione richieste

ordinare

dallart. 21.

La

Digtized

by

Google

248

LEZIONE XV.

legge non dice quali siano


alla

domanda: ma

atti

che possono

chiarazione di

si

constatare

parenti o di

come una

lassenza:
vicini,

un

gli

di-

del

certificato

del questore o del delegato di pubblica sicu-

sindaco,

un processo verbale

rezza,

documenti da aggiungere

capisce che sono buoni tutti

zione di

sigilli,

Absence, 21,

Contro

ed anche,

(argom.

notoriet

dallart.

apposizione o di

di

rimo-

un atto di
(Demolombe,

alloccorrenza,

80 C.

Carr, Lois de

civ.)

proc. civ. quest. 2903)

la

decisione del tribunale v appello: la legge,

la

non contiene su questo punto eccezione alcuna, per cui


sempre nel diritto comune.
Ma chi pu domandare la nomina del curatore ?

si

quali sono le attribuzioni del tribunale nella presun-

zione

dassenza ?

Quali

gli

effetti

della

presunzione

"

dassenza?
0
1

101

Delle persone che possono domandare


la nomina del curatore.
Lart.

ressati

Non

21

riconosce questo diritto

agli eredi presunti

interessate sono indicate


ritto di

al

agli

inte-

pubblico ministero

senza gravi e giuste ragioni che le persone

come

le

prime che hanno

di-

provocare delle misure per provvedere aHam-

ministrazione dei
la legge

allude

formare

la

beni dellassente. Linteresse a cui

dev'essere nato ed

attuale, capace di

base di unazione. Quindi

creditori occu-

primo posto: essi hanno interesse


a che i beni dellassente, che sono la loro garantia,
(art. 1949) non deperiscano, per mancanza damministrazione. Se non possono ancora esigere il pagamento,

pano,

il

si

pu

dire,

il

loro diritto di agire per fondato

sull art.

Digitzed

1948.

by

Googl(

DEGLI ASSENTI IN GENERALE, EC.


Quelli

poi

cui

il

che ricorrano

credito

al

in caso

e,

esecuzione, se

il

contrario, citare

il

suo ultimo domicilio, farvelo con-

dannare, procedere allesecuzione.

presunta non nuoce


questo

"249

baster

esigibile,

ordinarie di

alle vie

loro titolo esecutivo,

presunto assente

gi

sia

fatto dellassenza

alcuna

guisa

in

Il

allesercizio di

diritto.

Fra

persone interessate devono anche annove-

le

rarsi tutti coloro a cui la legge permette di fare degli


atti conservatorii

ha usufrutto:
bri

delle

proprietarii di beni su cui lassente

venditori con patto di riscatto:

societ tanto

chiunque possieda beni


coniuge e

Il

figli

mem-

come commerciali:

civili

con lassente.

indivisi

dellassente

hanno naturalmente
misure con-

interesse per ottenere dal tribunale delle

servatorie.

135

e dei

che

dir vero,

abbiamo

gi gli articoli 46,

47

quali provvedono alla condizione della moglie

figli

essi

del marito o del padre assente:

hanno un interesse diretto

constatare

giuridicamente

la

ma

chiaro

immediato a far

presunzione

dassenza,

onde provvedere a quelle esigenze che possono nascere


0 esser nate.

Dopo

le

persone

interessate, lart. 21 colloca

gli

Ma non sono anchessi interessati? E


non dovevano anzi essere collocati prima dogm altro ?
Senza dubbio, essi sono interessati: ma i loro diritti
sono ancora eventuali. Gli stessi eredi con porzione
legittima non possiedono che delle speranze, poich

eredi presunti.

beni del padre, del figlio e del coniuge assente sono anzitutto
1

il

pegno comune dei creditori. Questi dunque sono


la legge doveva indicare; e si pu aggiun-

primi che

gere che anche nel silenzio della legge, a loro riguardo,


il

loro

diritto

risultava in

modo

evidente dalle di-

Digitized by

Googl

LEZIONE XV.

250

tanto

generali

sposizioni

dremo ricomparire
presunzione della

Codice

del

quello di procedura civile.

Il

come

civile

di

diritto degli eredi lo ve-

quando

alla

dellassente

co-

in tutta la sua forza

vita e del ritorno

mincier a prevalere quello della sua morte.

Ultimo
legge

dalla

viene

nori, gli

il

pubblico

la facolt

che concernono

persone e

Egli

riceve

pubblico sono diversi, secondo

doveri

che

primo caso,

sunta o dichiarata.

Nel

ottenere la nomina

del curatore; nel

le tutele,

mi-

dichia-

assenti

interdetti, gli inabilitati, gli

Qui bisogna intendersi:

rati.

ministero.

dintervenire in tutte le cause

lo stato delle

ministero

del

lassenza

pre-

agisce

egli

per

secondo, le

sue

conclusioni tendono alla tutela delle ragioni dell assente.

Pei presunti assenti, egli ha liniziativa; per gli assenti


dichiarati, egli
li

non interviene se non nelle cause

che

riguardano.

Qualunque per

sia la

che

persona

non

agisce,

bisogna dimenticare che la presunzione di assenza


porta

gravissimi

istanze,

effetti.

deve cercare:

Il

l.

tribunale

nel ricevere

se la persona

imle

realmente

scomparsa e se si trova nella impossibilit riconosciuta


4
provvedere essa stessa ai propri interessi; 2. se

di

suoi beni sono in istato di sofferenza, e se

suoi

domande

sono

compromessi;

fatte.

Sarebbe cosa spiacevole che un assente,

3. la

legittimit

condizione non reclamava in alcun


altrui,

dovesse

vedere al suo ritorno

ingerirsi ne suoi affari,


lati,

delle

modo

diritti

la

cui

lintervento

degli

estranei

suoi segreti di famiglia sve-

senza alcun motivo legittimo.

Digitized

by

Google

DEGLI ASSENTI IN GENERALE, EC.

102.

251

Delle attribuzioni del tribunale


nella presunzione dassenza.

La presunzione

pu

di assenza

due condizioni diverse:

la

sotto

verificarsi

prima, quando lassente non

abbia lasciato procuratore di sorta; la seconda, quando

prima

di

partire lo abbia lasciato.

Quali sono

le at-

tribuzioni del tribunale nei due casi diversi ?

Quando non
il

vi alcun procuratore, dice lart. 21,

tribunale pu nominare chi rappresenti

giudizio,

conti,

o nelle formazioni degli

nelle liquidazioni e nelle divisioni in cui sia

interessato,

dare

tutti

che siano necessari per


trimonio.

Non

la

gli

pu incaricare

altri

provvedimenti

suo pa-

conservazione del
aggiungere che

mestieri di

su questo punto

essendo

del tribunale
egli

lassente in

inventarli e dei

poteri

discrezionali,

curatore di tutte o soltanto

il

di

alcune delle attribuzioni enumerate nellart. 21, e che

pu anche, occorrendo, dare a diverse persone


versi

uffici,

determinando

in ogni

modo

di-

limiti

dei

poteri che accorda alle persone nominate.

Dal testo

sima

dcllart. 21,

delluficio cui

modo

il

come

dalla

natura mede-

curatore chiamato, risulta in

evidente che egli pu solamente far

gli atti

pei

quali ha ricevuto facolt dalla sentenza del tribunale


e,

in generale, tutti

conservazione

del

quelli

ma

le

che sono necessari

patrimonio

dunque qualche cosa


stratore:

dellassente

di pi di

alla

Egli

un semplice ammini-

sue attribuzioni circoscritte nei limiti

determinati dal tribunale, che sono altres quelli voluti


dalla pi rigorosa

punto

di

necessit,

non vanno mai


proprio moto

autorizzarlo a fare di

lino al
atti

di

Digitized by

Google

252

LEZIONE XV.

alienazione,

quando anche

se

ne

trarre un

potesse

vantaggio positivo per lassente.


Il

tribunale pu essere invitato a provvedere non

quando non vi sia procuratore nominato dallasma anche quando lo abbia lasciato, se si presenta
uno dei tre casi seguenti: l. o che il procuratore non
adempia convenientemente il suo mandato; 2. o che
mandato si estingua per una delle cause contemplate
dallart. 1757; 3. o che il mandato del procuratore
sia limitato a certe attribuzioni, per cui egli non possa
solo

sente,

il

fare

tutti gli

si

verifica,

o per certi

quando
affari

per la

richiesti

atti

patrimonio dellassente
il

conservazione

(art. 21): quest

ultima

mandato speciale per un affare,


(art. 1740) o quando

solamente

concepito in termini generali, nel qual caso

prende che

siccome

il

del

ipotesi

gli atti di

amministrazione (art

non

com-

1741):

mandatario non pu alienare, ipotecare,

fare atto che ecceda la ordinaria amministrazione senza

che

il

mandato

siano giudicate
allora
vi sia

si

sia

espresso,

necessarie

cos,

ove

nellinteresse

misure

tali

dell'assente,

ricorre allintervento del tribunale; 4. o che


fra gli

conflitto

interessi

dellassente e

quelli

del mandatario.

Non

il mandato conpu circoscriversi ad alcuni beni,

superfluo rammentare che

ferito dal tribunale

specialmente indicali; e che, ove sia necessario consultare delle carte del presunto

non pu essere

affidato al

se

non

le carte

assente, questo

mandatario,

delegato ad uno dei giudici,

il

ma

incarico

dev essere

quale non pu prendere

assolutamente necessarie.

Digilized

by

Google

DEGLI ASSENTI IN GENERALE, EC.

presunzione

Effetti della

103.

giuridicamente

Riconosciuta
senza, essa

produce alcuni

persone come

alle

ai

effetti,

la

253

di assenza.

presunzione das-

relativamente tanto

beni.

Gli effetti dellassenza, tanto presunta quanto dichiarata circa le persone,


l.

lassenza del

la

madre

seguenti:
patria

della

228, 231); 2. esonera la modallobbligo deUautorizzazione maritale (art. 135);

potest
glie

sono principalmente

padre investe

(art. 46, 220,

il suo solo
consenso basta per autorizzare i figli
matrimonio (art. 63). Se la madre non sia vivente
quando si verifica la presunzione dassenza del padre,
o si trovi nell impossibilit di assumere la patria po-

3.
al

affidata dal consiglio di fami-

test, la

cura dei

glia agli

ascendenti prossimi, nellordine stabilito dal-

lart.

244

(art. 47).

madre

alla

figli

da

notarsi che pel conferimento

della patria potest con tutti

(amministrazione dei beni dei

non

la legge

figli,

fa distinzione fra

suoi

effetti

usufrutto legale, ec.)

assenza presunta e as-

senza dichiarata. Il bisogno a cui urge di provvedere


troppo grave, perch si possa differire. Lart. 220
esplicito: la patria potest esercitata dalla madre
ogni qual volta

Gli -effetti
circa

non possa esercitarla


principali

beni sono

nominato dal

il

padre.

dassenza

della presunzione

seguenti: essa conferisce

tribunale

la

facolt

di

chi

rappresentare

lassente in giudizio, e perci dintentare tutte le azioni

che appartengono allassente,


di tutti

dittorio
sioni del

suoi crediti.
col

promuovendo

il

pagamento

giudizi pronunciati in contrad-

rappresentante dellassente,

pubblico ministero,

producono

sulle conclututti

loro

Digitized

by

Google

254

LEZIONE XV.

effetti

e sono obbligatori! per lassente.

debitori del-

lassente non hanno titolo per rifiutarsi di pagare nelle


mani del suo rappresentante, sotto pretesto che questi
non offre una sufficiente guarentigia. Il solo interesse
dei debitori di non correre il rischio di dover pagare due volte
questo rischio evitato, quando la
:

qualit di chi rappresenta lassente legale e regolare.


il pagamento dev essere fatto
od a persona autorizzata a riceverlo dal

1241 formale:

Lart.

al creditore,

creditore medesimo, dall'autorit giudiziaria ,

legge

possono

Essi

per

opporre

meno

diritti di cui

1.

2.

unautorit incompetente;

mandato.

se sia

se sia stato

3.

se

era investito alla sua partenza,

quelli che richiedono la sua presenza personale:

e quanto alle citazioni, finch


rata, si

continuano

non

che

stato nominato
nominato da
ha ecceduto il suo
Lassenza presunta non toglie allassente

rappresentante dellassente:

un errore un incapace;

alcuno dei

o dalla

lincapacit del

vi sia

a fare al

un curatore,

assenza non

sia dichia-

suo domicilio,
investito

di

meno

un mandato

generale; nel qual caso sono valide le citazioni

a lui

fatte.

La

gestione

gratuita ?

La

impedisce che

degli

interessi

dellassente

legge, su questo punto,


il

tribunale determini un

porzionato alle cure che richiedono

monio

dellassente.

Il

essa

muta. Ma nulla

compenso

beni e al

pro-

patri-

Codice Olandese contiene anzi un

articolo con cui sancito formalmente lobbligo e la


misura della retribuzione: il curatore avr annualmente due e mezzo per cento delle entrate e uno e

mezzo per cento


si

sulle spese (art. 522) . Perch non


potrebbe applicare questo principio, anche sotto lim-

pero del nostro Codice?

Digitized by

Google

DEGLI ASSENTI IN GENERALE, EC.

25SS

Chi ha rappresentalo lassente nella gestione dei


suoi

affari

tenuto,

come ogni

rendimento dei conti. (Codice di

contabile,

altro

pr. civ., articoli 97,

al

319

e seg.). Nei Codici civili di alcuni Stati questobldigo

espressamente formolato (C. della Luigiana,


Cantone di Vaud, art. 35
dellOlanda,

del

Appena occorre aggiungere che

gli assenti

art.

52

art. 521).

non hanno

1.
ipoteca
sui beni deHamministratore

Come

104.
2.

cessa

la

presunzione dassenza.

secondo periodo dellassenza, cio, quello della

11

presunzione, cessa in tre modi:

Colla prova acquistata dalla morte dellassente:

la 3.
successione

allora

sono capaci

che

morte.

si

apre

vantaggio di

di succedergli a

questa

coloro

epoca della

Con

prova acquistata della sua esistenza.


primo come nel secondo di questi due
casi, il tribunale pu mantenere le misure che ha ordinate, ordinarne anche delle altre, finch gli credi
dellassente, se morto, o lassente medesimo, se

Tanto

vivo,

si

la

nel

trovano nellimpossibilit

di

provvedere

al-

l'amministrazione dei loro beni.

Col giudizio di dichiarazione dassenza.

Digitized by

Google

LEZIONE XVI.
DELLA DICHIARAZIONE

DI

ASSENZA.

Terzo periodo:

105.

dichiarazione

la

dassenza.

lassenza una

Nei due primi periodi,

che non modifica punto

di fatto

la

questione

condizione

giuri-

dica della persona lontana: tutte le misure che si


prendono pel non presente e per lassente hanno essen-

zialmente in vista
senza

si

il

loro

stituiscono

cio,

il

dubbio sullesistenza

e sul luogo ove

si

trovi

gravi,

procede

allora si

Ma quando lasdue elementi che la co-

interesse.

prolunga, quando

dell assente

assumono proporzioni
nuove deliberazioni

pi

che

consistono nella dichiarazione dassenza, fatta dallautorit giudiziaria.

Lart.

22 dispone

che

infatti

dopo

tre

anni

continui di assenza presunta, o dopo sei, ove lassente

abbia lasciato un procuratore,

presunti

timi,

ed

que

creda di avere sui beni dellassente

in loro contraddittorio,

eredi

legit-

testamentari, e chiundei

diritti

Digitized by

Google

DELLA DICHIARAZIONE

morte

dipendenti dalla

che lassenza

tribunale
colo

DI

ASSENZA

di lui, possono

dichiarata

sia

257

domandare
.

Questo

al

arti-

contiene adunque due disposizioni distinte: 4. le

condizioni

il

cui

adempimento

necessario

dichiarazione di assenza;

dare la

2.

le

per doman-

persone

che

hanno qualit per domandarla.

I0(i.

Condizioni necessarie per domandare


la dichiarazione dassenza.
La prima delle condizioni che lassenza

sia stat a

continuata senza interruzione: ogni notizia che


avuta dellassente,

dopo che

la

si

fosse

presunzione fosse stata

tempo trascorso, e d
principio ad un nuovo periodo. Bisogna in secondo
luogo fare una distinzione: se lassente ha lasciato una
procura, la dichiarazione dassenza non pu essere
domandata prima che siano scorsi sei anni dalla sua
disparizione o dalle sue ultime notizie: se invece, non
ha lasciato procura alcuna, basta che siano passati tre
anni, perch si possa procedere, onde ottenere che sia
stabilita,

annulla gli

effetti del

pronunciata la dichiarazione dassenza.

Nella
vece

maggior parte dei

scialo.

Ma

gione;

con

procuratore, e dieci,

quando

in.

lha la-

questi termini

vennero abbreviati con

la facilit delle

comunicazioni ora esistente,

non vi quasi parte del


si

Godici, si richiedono

quattro anni di assenza presunta, quando lassente

non ha lasciato

mondo da

cui, volendo,

ra-

non

possano trasmettere notizie: e la prolungazione del

silenzio, al di l di tre
tro,

lascia

anni in un caso, e di sei nellal-

supporre che lassente

si sia

trovato

nell

potenza di romperlo. Quindi la presunzione della


morte, lieve nei

imsua

due primi periodi dellassenza, acquista

Saredo, Yol.

1.

17

Digitized by

Google

LEZIONE XVI.

258

maggiore

gravit, ed esige che

Il

provveda a che

si

gli

non soffrano.

interessi dei presenti

termine fissato per la durata della presunzione,

quando lassente ha lasciato un procuratore, rimane


egualmente di sei anni, anche quando la procura venisse a spirare, per una causa qualunque,, prima di
questo termine. Pi grave e controversa
se,

dato

il

la quistione

caso che lassente, prevedendo di non poter

volendo

ritornare cosi presto, n dare sue notizie, e

impedire a suoi eredi

d ingerirsi ne' suoi affari, orga-

nizzasse lamministrazione de suoi beni per


trenlanni, lasciando

di sua tducia.

Il

venti o

unampia procura ad una persona

termine di

anni

sci

rimarr

allora

10 stesso?

Anzitutto, da osservare che la legge non fa


stinzione alcuna fra

cura
11

sia

il

caso in cui

minore o maggiore dei

caso di applicare la regola

durata della

la

sei anni:

che,

di-

pro-

ed quindi

ove la legge non

distingue, non possiamo distinguere

neppur noi (D. L. 8,


de pub. in rem act.). Ma abbiamo un argomento
ff.
perentorio che ci dimostra come l'intenzione del legislatore fosse appunto di escludere ogni distinzione qualsiasi. Gli

autori del Codice Napoleone

(i

cui articoli 112

e 113 corrispondono presso a poco ai nostri articoli

21

e 22) posero appunto il caso, e chiesero se la procura


veva produrre i suoi effetti per tutto il tempo per

cui

era stata fatta, anche quando

eccedesse di

termine fissalo per poter domandare

Ma

la

molto

do-

il

dichiarazione

negativamente, per la ragione


che non pu dipendere dalla volont di una persona il
dassenza.

fu risposto

paralizzare per un tempo indefinito


ritti

che

si

lesercizio dei

aprono colla sua morte (Locr, Code

di-

civil,

voi. 4, pag. 70).

Digitized by

Googl

DELLA DICHIARAZIONE

DI

ASSENZA

259

Resta per inteso che una simile misura, mostrando


una previsione di lunga assenza, deve essere valutata
tribunale, quando sia chiamato a decidere

dal

sulle

domande.

Delle persone che possono domandare


la dichiarazione dassenza.

107

Quando
curatore

ma

sunti,

ai

si

domandare

tratta di

21).

nomina

un

di

Ed

pre-

tutti gli interessati, a quasiasi titolo,

possono agire: pu agire perfino


(art.

la

beni dellassente, non solo gli eredi

anche

il

pubblico ministero

naturale: si tratta allora di

una misura

che lungi dal nuocere allassente, invece tutta a suo

Ben altrimenti gravi e

favore.

dichiarazione d assenza

della

sono

diversi
:

essa

porta

gli effetti

una vera

modo

espropriazione dellassente, e d luogo in qualche


allapertura della

sua successione.

Si

capisce quindi

che la facolt di chiederla sia circoscritta a persone


cui diritti siano

notoriamente

positivi,

malit da adempirsi siano pi serie e

quelle che

di

si

for-

le

richiedono onde stabilire la semplice

presunzione dassenza.
di

e che

pi complicate

Il

pubblico ministero, invece

sollecitare la dichiarazione dassenza, deve opporre

tutte le

obbiezioni

che

linteresse

pu

dellassente

chiedere.

Secondo

lart.

22 hanno

dichiarazione dassenza:
2.

l.

diritto di
i

domandare

la

presunti eredi legittimi;

gli eredi testamentarii, in contraddittorio dei legit-

timi;

3."

tutti coloro

dellassente dei diritti

quali credano di avere sui beni

dipendenti dalla morte di

Giova osservare che lordine in cui sono


collocati quello

che

si

lui.

dalla

legge

deve seguire; per cui

le per-

Digitized by

Google

260

LEZIONE XVI.

sone indicate nella terza categoria non possono agire


se non

quando

eredi legittimi e poscia

gli

testamen-

abbiano trascurato di farlo. Siccome poi

tarii

diritto

il

non degenera mai in obbligazione, cos uno degli eredi non pu costringere mai

di far dichiarare lassenza

gli altri
Il

dare

la

ad unirsi con lui.

diritto dei presunti credi

legittimi

doman-

di

dichiarazione dassenza non ha bisogno

sere dimostrato:

loro cmpito

il

contraria. Essi

limita

si

di

dunque non agiscono

es-

stabilire

nega lonere della

la loro qualit: spetta a chi lo

prova

in contraddittorio

con chicchessia.
Gli eredi testamentarii, invece, traendo

loro

di-

dalla presunta volont dellassente, sono obbligati

ritti

ad

eredi legittimi. Lo

agire in contraddittorio degli

stesso da dirsi di tutti coloro che, per

promuovere

fondano sui

diritti dipen-

la dichiarazione dassenza, si

denti dalla morte dellassente. Gli uni

trovano

si

allassente

considerati

in faccia agli eredi legittimi

medesimo, del

come

quale

naturali

giusto che la legge

li

come g

come

ultimi

questi

rappresentanti:

collochi

faccia

in

altri

li

in faccia

sono

dunque

agli

altri

in

condizione migliore.

Ma
i

soli

gli eredi

legittimi e

testamentarii non sono

cui diritti dipendano dalla

ve ne sono anche

altri,

come

morte

dallassente:

proprietari

di cui lassente abbia lusufrutto (art. 515):

che abbia stipulato


in caso di

la riversibilit degli

morte del donatario

(art.

e tutti coloro a cui una convenzione abbia


profitto

parti

come

da realizzarsi con
in caso

la

morte

di

cosa

donatore

effetti

1071,

coniuge dellassente pei suoi lucri nuziali

un

della
il

donati

e seg.):

ii

(art. 1398)

accordato

una

delle

duna rendita vitalizia (art. 1789

seg.) e simili.

Digitized by

Goo<^e

DELLA DICHIARAZIONE
Per tanto
i

dipendono

cui diritti

ASSENZA

DI

gli eredi testamentarii

dalla

come

morte

26l
tutti

coloro

non

dellassente

non hanno interpellato gli


eredi legittimi e non hanno constatato che questi perSiccome poi si
sistano a rimanere nell'inazione.
possono agire, se prima

tratta de diritti

coloro a cui

di

mandare
il

lart.

22 conferisce

la dichiarazione di

proprio diritto ad

dal beneficio
i

esclusivamente personali, cosi nessuno

altri:

pu trasmettere

accordato dallart. 1234, di esercitare cio

troviamo

poich ci

e le azioni dei debitori,

diritti

di do-

facolt

la

assenza

loro creditori sono esclusi

appunto nella eccezione indicata dallarticolo medesimo.

Quanto

creditori dell assente, essi

ai

alcuno di far

diritto

dichiarare lassenza: linteresse

condizione sine qua non di ogni azione. Che

la

resse

hanno

creditori per

Anzi, la dichiarazione

dicievole

come

farla dichiarare?

quello che priva

il

loro pegno

la

Daltra parte, frazionando


eredi presunti,

il

probabilit
il

suo

dire

che

quindi diminuid

essere

pagati.

patrimonio fra

creditori vedrebbero

possessore, ne avrebbero molti.

porsi alla

una

loro debitore di

suoi

sparpagliato

il

invece di aver dinanzi a loro un unico

loro credito, e

il

inte-

Alcuno.

dassenza sarebbe loro pregiu-

porzione notevole delle sue entrate, e


sce

non hanno

essi

hanno interesse

domanda

Sarebbe pi giusto

e quindi diritto di op-

di dichiarazione

dassenza,

se

la

nomina degli amministratori dei beni dellassente, nel


periodo
cati in

della

presunzione, non

gli

avesse gi

collo-

posizione di far valere le loro ragioni.

Digitized

by

Google

262

LEZIONE

108.

Delle formalit da seguirsi

per

la

Ricevuta
se

dichiarazione di assenza.

la

domanda,

ammissibile,

vale

il

aveva qualit per agire;


forniti

XVI.

in appoggio

tribunale esamina anzitutto


dire: l. se

2. se

chi l'ha fatta

documenti

gli alti e

domanda sono

della

sufficienti a

darle un^arattere serio. Se queste due condizioni sono

adempiute, ordina che siano assunte informazioni. In


questo procedimento

legge non richiede lintervento

la

del pubblico ministero,

cognizione

degli

atti,

il

quale pu per altro prendere


fare

quelle

creda opportune (C. di pr. civ.

conclusioni

che

art. 347).

Abbiamo dunque un primo giudizio, che prepara gli


ma nonio pregiudica: poich lor-

elementi dellaltro,

dinanza in virt della quale


zioni lascia

il

si

assumono

tribunale interamente

le

informa-

libero nelle sue

ulteriori risoluzioni.

Onde

evitare che allassente possa

venire

danno

misure che si domandano a suo


legge ha voluto che la procedura rela-

dallignoranza delle
riguardo, la
tiva

alla

dichiarazione di

pubblicit.

mento

Lart.

col quale

23
il

assenza

infatti

abbia la massima

dispone che

il

provvedi-

tribunale ordina che siano assunte

i. sia pubblicato alla porta dell ultimo


domicilio o dell ultima residenza dellassente; 2. sia

informazioni:

notificato alle persone in contraddittorio delle quali fu

proposta

la

domanda;

3.

al

procuratore dellassente.

Vuole di pi che un estratto del provvedimento medesimo sia pubblicato due volte colVintervallo di un mese,
nel giornale degli annunzi giudiziarii del distretto e
nel giornale ufficiale del Regno.

Digitzed

by

Google

DELLA DICHIARAZIONE
In che
Il

modo

si

Codice tace, e lascia

del

Era

tribunale.

limiti a

dei fatti

ASSENZA

263

il

tutto sotto la responsabilit

infatti difficile

tracciare

norme o

riguardo: tutto poggiato sul valore


che sono esaminati, per trarne argomento della
questo

realt dellassente.

ha per

DI

deve procedere alle informazioni?

effetto di

La pubblicit voluta

agevolare linchiesta.

Il

dallart.

23

tribunale ha

facolt di prolungare, se lo crede necessario,

termini

necessari per completare le informazioni: le sue decisioni non sono ristrette da alcuna disposizione di legge:
anzi, l art. 24 stabilisce un limite minimo che mon
pu abbreviare.
Assunte le informazioni, e trascorsi sei mesi almeno daHultima pubblicazione, il tribunale, dopo che
ha adempiute le formalit richieste dagli articoli 794 e

seg. del C. di proc. civ.,

dichiarazione

pronunzia sulla domanda di

assenza (art. 24).

lora la procedura finisce

l,

la

rigetta; e al-

salvo, in ogni caso,

T ap-

(il quale ammesso


tanto contro il provvedimento preparatorio che ordina le informazioni, quanto
contro la sentenza che rigetta od ammette la domanda)
o dichiara lassenza, e allora la legge ordina che la

pello,

sentenza

sia

notificata

S' intende che,

pubblicata

continuando

assenza,

23 e 25).
pu ripetere

(art.
si

listanza.

109.

Immissione nel possesso temporaneo


dei beni dellassente.
Gli effetti della dichiarazione di assenza sono dal

Codice divisi in due ordini

distinti,

e classificati

in

due diverse sezioni: gli uni concernono i beni che lassente possedeva il giorno della sua disparizione: gli

Digitized by

Google

264

LEZIONE XVI.

altri

riguardano

ragioni eventuali che possono com-

le

Ma

petere allassente.

come

uni

gli

sono verificarsi se non dopo

gli altri

non

pos-

siano trascorsi

clic

sei

mesi dalla seconda pubblicazione della sentenza che


E con ragione: i risultati

dichiara lassenza (art. 26).


della

dichiarazione

prima che

abbastanza

sono

producano debba

si

timo intervallo, affinch vi

da chi ha ragione di

Ma
procede

non

se

si

un

ul-

possa porre impedimento

farlo.

sorge

alcuna

opposizione,

misure necessarie per

alle

perch

gravi,

essere lasciato

la

allora

immissione

si

nel

possesso temporaneo dei beni dellassente a beneficio


delle persone

che hanno su di essi dei

diritti

dipen-

denti dalla di lui morte.

Anzitutto importa conoscere se abbia lasciato


sposizioni

di

ultima volont: e nel caso

sull istanza di chi

ministero,

per cui fu
l

il

tribunale ne ordina lapertura. Il motivo


disposto

che quest atto debba

precedere

immissione degli eredi presunti nel possesso tempo-

raneo dei beni dellassente, evidente:

il

diritto del-

erede legittimo allora soltanto compare quando non

sono eredi testamentarii. Perch, quindi, concedere

vi

provvisoriamente un possesso a cui


testamento

possono

disposizioni del

le

immediatamente por

ragione perci nell'art. 20 del C. civ.


il

di-

affermativo,

creda avervi diritto, o del pubblico

si

Con

fine ?

prefer seguire

sistema adottato dallart. 84 del C. Alb. anzich quello

del Cod. Nap. (art. 123),

il

quale

fa

precedere invece

limraessione in possesso allapertura del testamento.

La domanda
sere fatta:

di apertura del

testamento pu

l.da chiunque creda avervi interesse;

es2.

dal pubblico ministero. Quanto ai primi, nulla di pi

giusto: chiunque crede che

il

testamento possa conte-

Digitized by

Google

DELLA DICHIARAZIONE
nere

ASSENZA

DI

ha

disposizioni a proprio favore,

nere che sia aperto. Quanto

sua

ragione di

che

gli

agire

eredi

venga a privarli

pubblico ministero, la

al

necessit

sta nella

temendo che

legittimi,

265

diritto di otte-

di tutto o di parte del

impedire

testamento

il

possesso dei

possano trascurare ladempimento di questo do-

beni,

vere; potrebbe avvenire che, ove non vi fosse altri per


fare istanza,

testamento rimanesse chiuso.

il

pu domandare limmissione
temporaneo dei beni dellassente; e sono:

Lart. 26 indica chi


nel possesso
l.

contraddit-

gli eredi testamentarii dellassente, in

con

torio

gli eredi legittimi; 2.

testamentarii,

quelli che

timi, se lassente fosse

ove mancassero eredi

sarebbero stati eredi legit-

morto

tivi

eredi; i.

legatari,

lui,

Si

gi

timi

veduto che

ma

con

ad

quelli.

dal testatore

agire

che lo

eredi testamentarii,
torio

diritti

Se

diritto

il

dipendenti dalla

degli

eredi legit-

che quindi

di essere dimostrato, e

obbligati

chicchessia;

risale

loro rispet-

per quella parte di beni che spetta loro.

non ha bisogno

non sono

donatari e tutti coloro che

avessero sui beni dellassente

morte di

a cui

nel giorno

lultima notizia della sua esistenza; 3.

il

contraddittorio con

in

stesso

non pu

dirsi degli

quali devono agire in contraddit-

testamento nullo, se

sono incapaci,

trano in possesso dei beni

gli eredi

dellassente:

cessario che possano opporsi, se


degli eredi testamentari.

La

il

chiamati

legittimi rien-

dunque

ne-

credono, all'azione

stessa ragione spiega lob-

bligo imposto ai legatari, ai donatari e a tutti coloro

che

abbiano

sui

beni

dellassente

diritti

dipendenti

quando chiedono lammissione nel possesso temporaneo di quei diritti; in con-

dalla

morte

di lui, di agire,

traddittorio con gli eredi legittimi.

Digitized by

Googte

266

LEZIONE XVI.

Ma

quali sono

autorizzandoli

donatari dei quali parla lart. 26,

a far valere

proprii

dalla morte dell assente? Consulto

leggo:

quale

lit col

il

donante

che

effetto

1050, e vi

spoglia attualmente e irre-

si

vocabilmente della cosa donata


rio

Se
immediatamente,
laccetta .

la

chiaro

che

come

il

suo

morte del

donatario ab-

legatario, sui beni dellassente

il

il

da essa

diritto

il

come pu avvenire che

donatore. Or

donata-

in favore del

donazione produce

trasferito al donatario indipendente dalla

bia,

nascenti

diritti
lart.

donazione un atto di spontanea libera-

la

un

diritto

subordinato alla condizione del suo decesso? Di


gola

generale, ci non avviene.

Ma

alcune eccezioni, come sarebbero

le

la

re-

ammette

legge

donazioni in oc-

casione di un matrimonio. Cosi, io posso dare a Tizio,


in

favore del .suo matrimonio, tutti o parte de beni

che lascier

alla

irrevocabile:
diritto

ma

mia morte. La donazione attuale e


Tizio non ha sui miei beni che un

subordinato alla condizione della mia

morte:

muore prima di me, senza figli, la donazione


caduca. - Lo stesso da dirsi dei donatari che

se egli

sar

hanno stipulato il dh'itto


rio muore prima di loro

di

iiversibilit se

(art.

il

donata-

1071, 1072).

Oltre gli eredi legittimi e testamentari,

legatari

i donatari,
lart. 26 parla ancora di altre persone
che possono avere dei diritti eventuali nascenti alla

morte
i

Fra costoro sono da annoverarsi


un oggetto di cui lassente abbia lusu515), e luso (529). Anche i membri duna

dellassente.

proprietarii di

frutto (art.

societ di cui lassente

faccia

con la morte di uno di essi

parte, la quale finisca


(art.

1708

1729), o

si

732) hanno titolo per domandare lapertura del testamento, perch la morte dellassente crea

modifichi (art.

Digitized by

DELLA DICHIARAZIONE

DI

ASSENZA

nuova condizione giuridica per

una

267
di cui

la societ

esso fa parte.

La domanda per linvio nel possesso provvisorio


pu esser fatta insieme alla dichiarazione di assenza,
o separatamente, in forza della sentenza che dichiara
lassenza (Zachariae,

che ha

Lerede

152

fatta la

provare che lerede pi


sia

C. di pr. civ.

domanda non
prossimo,

art.

che vi

eccetto

controversia fra lui ed altri eredi,

794).

obbligato a

quali preten-

dano escluderlo per maggiore prossimit di grado.


Giova per notare che la sentenza che pronuncia linvio nel

renza

possesso temporaneo non importa n prefen profitto a coloro che lhanno ottenuta, n

esclusione a pregiudizio di coloro che non vi furono


Cos, le persone

parte.

della

morte dellassente

le quali,

nella

supposizione

giorno della sua disposi-

nel

zione o delle sue ultime notizie, sarebbero state chia-

mate

alla

sua successione

che ottennero

il

sia in esclusione di coloro

possesso, sia in concorso con essi, pos-

sono, ad onta della sentenza e finch non vale contro


loro

domandare,

prescrizione trentenuaria,

la

veluti

per haereditatis petitionem utilem, linvio in possesso


provvisorio

escludendone quelli che vi sono,

facen-

dosi associare con loro (art. 32). Ben inteso che non

non dal giorno della domanda


giudiziale: giusto che espiino la pena della loro

hanno

diritto ai frutti se

negligenza.
Il

diritto degli eredi legittimi nasce dal

in cui si

ebbero

quello della

per esempio
gli

le

ultime

momento

notizie dellassente, o da

sua disposizione. Ne viene quindi


i

fratelli dell'assente,

eredi presunti devono ottenere e conservare

sesso temporaneo, escludendo

che,

quali erano allora

figli nati

il

pos-

ulteriormente.

Digitized

by

Google

208

LEZIONE

c inscritti allo stato civile

XVI.

come

nati dal

matrimonio
prima

dellassente, senza che sia necessario intentare

contro questi ultimi unazione in negazione di paternit.

Come

disse pi sopra,

si

nella immissione del possesso

che,

momento

al

notizie

della

dellassente,

i beni
da comprendersi
temporaneo sono quelli

disposizione o

componevano

il

ultime

delle

suo

patrimonio.

Si tratti di diritti puri e semplici, o siano subordinati


a

qualche

condizione, essi

trasmissibili.

sione

440.

Sono

sono

gi

noti,

quindi

parimente compresi nella immis-

frutti prodotti dai beni dellassente.

effetti del possesso temporaneo dei beni dellassente.

Indole ed

Secondo

28, limmissione nel possesso tem-

lart.

poraneo attribuisce a coloro

che

la

ottengono ed

ai

loro successori lamministrazione dei beni dellassente,


il
il

diritto di promuoverne in giudizio le ragioni, ed


godimento delle rendite dei beni dellassente nei

limiti stabiliti dalla legge.

Nel Codice Napoleone (art. 125) e in alcuni altri


(alb.

88,

qualificato

ha

Due Sicilie 131) il possesso temporaneo


come un deposito. Ma con ragione lart. 28

eliminato

questa parola,

alcun rapporto fra


Il

perch

non

quale non

quasi

possessori temporanei e depositari.

deposito un contratto essenzialmente

gratuito,

il

pu avere per oggetto che cose mobili

1837): il depositario deve custodirle diligentemente (art. 1843), non se ne pu servire senza il
permesso del deponente (art. 1840), deve restituire i
(art.

frutti (art 1852),

punto comuni

al

ed ha

altri

obblighi

che non sono

possessore dei beni dellassente.

Digitized by

Google

DELLA DICHIARAZIONE

DI

AoSENZA

temporaneo importa

possesso

Il

come, pei suoi successori:

lottiene

2.

zione dei beni dellassente;

zione od anche a tutti

il

269
chi

lamministra-

l.

diritto

beni;

3.

frutti dei

per

tanto

una pordiritto

il

promuovere in giudizio le ragioni dellassente.


Appena dichiarata lassenza e destinate le persone
che hanno il diritto di ottenere il possesso, il curatore
di

deve

provvisorio

lamministrazione

trasmettere loro

dellassente, e render

dei beni

loro conto

della pro-

temporaneo pu agire nei limiti


indicati dalla legge: vale a dire, che pu ammini-

pria.

possessore

Il

strare

carli.

Finch

validi
facolt

dar

beni dellassente,

ma non

amministra,

tutti

alienarli,

gli atti

che

rispetto tanto ai terzi

che

ipote-

fa

allassente.

sono

Le sue

come amministratore sono larghissime: pu


i beni dellassente
anche per pi di un
capitali, ecc. Ma se invece facesse

in affitto

novennio, esigere

atti di alienazione,

questi sono nulli in

faccia allas-

sente; possono tuttavia essere validi fra le parti qua-

non comparisse pi o si avesse notizia


della sua morte, o comparisse soltanto dopo limmislora lassente

sione

definitiva

nel possesso

dei

validit o la loro nullit dipende


Il

suoi beni

la loro

dunque daUavvenire.

possessore temporaneo pu per altro alienare

od ipotecare in
lo faccia

modo

obbligatorio per lassente, purch

con lautorizzazione

giudiziaria: e questa

data ogni qual volta simili disposizioni siano riputate


di convenienza
vi siano debiti

parazioni da
essere

dell assente

da pagare,

cos

urgenti

fare; in questo

autorizzato

sia a fare

pu avvenire che
ed importanti

su immobili dellassente, sia ad alienarli

La vendita

si

fa allora

con

ri-

pu
il possessore
un mutuo con ipoteca

caso,

(art.

1975).

le formalit richieste

per

Digtized by

Google

LEZIONE XVI.

270
le

appartenenti a minori o ad

vendite dimmobili

terdetti (C. di Pr.

stimento del prezzo

in-

796, 816 e seg.). Linve-

art.

civ.

ricavato dalla vendita e dai

con

venti scaduti deve farsi nel termine e

pro-

le cautele

stabilite dal tribunale.

Le ipoteche

estendono a
siano

nella

immobili

assente

sui

quelli

pronunciate

sua qualit di possessore

contro di lui,
dell

si

per che

sentenze

pesano

che

legali e giudiziarie

beni personali del possessore non


dellassente: le

conferiscono su questi

degli

ipoteca

giudiziaria (articoli 1970 e 1975).

Quanto

ai

beni mobili,

il

tribunale ne

pu

ordi-

nare, ove ne sia duopo, la vendita in tutti od in parte,

sintende,

salvo,
(art.

lobbligo

29). Nel decidere

dita,

tribunale

il

impiegarne

di

che

si

consulta

il

prezzo

proceda o no alla
interessi

gli

ven-

dellassente:

quindi egli autorizzer bens la vendita di quei mobili

che non

si

possono conservare,

rappresentano

un

valore

ma

non di quelli

come

speciale,

che

sarebbero

gli oggetti darte, biblioteche, quadri, gioielli,

quali

sono di agevole conservazione. Appena occorre aggiungere che

la

vendita

dei

mobili, fatta dal

possessore

temporaneo senza autorizzazione del tribunale, non


Siccome per in fatto di mobili il possesso

legittima.

buona fede vai titolo (art. 707), cos coloro


hanno acquistato mobili dellassente non possono
sente,

il

salvo, in caso

suo diritto contro

il

di

ritorno

possessore

che

in

frirne levizione.

sof-

dellas-

temporaneo

dei suoi beni.

Gli articoli 30 e 31
delle rendite sui

beni

ci

dicono quale sia la porzione

dellassente che devoluta

possessori temporanei. Gli ascendenti,


il

coniuge dellassente

ritengono

ai

discendenti ed

loro profitto

Digitized by

la

Google

DELLA DICHIARAZIONE
totalit

delle

sono parenti entro


il

Se

il

DI

ASSENZA

271

immessi nel possesso


sesto grado, debbono riservare

rendite.

gli

quinto delle rendite nei primi dieci anni dal giorno

dellassenza; e di seguito, sino

ai

trentanni,

decimo.

il

Se sono parenti in grado pi remoto, od estranei


debbono riservare il terzo delle rendite nei primi
dieci anni, e di

Trascorsi

seguito,

tiene in ogni caso


si

vede,

il

fino ai

Codice

Napoleone,

immessi nel

agli

italiano

si

la qualit delle

Cod.

All),

Come

possesso.

separato

dal

Codice

non prende

norma

solo la durata dellassenza.

90) aveva gi adottato un sistema

(art.

metteva a calcolo

che hanno pur fatto

ci

Codice

ma

persone,

misto, nel quale


ed,

sesto.

il

rendite appar-

quale, nel distribuire le porzioni diverse

il

dei redditi sui beni dell'assente,

Il

trentanni,

trentanni, la totalit delle

due elementi
30 e 31 del

gli articoli

italiano.

Si

lungamente discusso se convenisse o no imimmessi nel possesso lobbligo di un re-

porre agli

soconto periodico della loro amministrazione dei beni


dell assente.

Ma

fu risolta la quistione negativamente,

anzitutto, perch la
lassente
di

non

un resoconto:

in

allassente; se

ritorno del-

un carico costoso come quello

secondo luogo, perch, se

definitivo, si arrecherebbe

fosse

il

rara possibilit del

giustifica

il

conto

un vero pregiudizio

non fosse definitivo,

possessore a lavori e spese inutili

si

obbligherebbe

senza vantaggio

di chicchessia.

La legge non

contiene regola alcuna sullimpiego

delle porzioni del

diceva

reddito

giustamente

sicurarsi che le sue

quando

il

riservato allassente^ Essa,

Pisanclli,

disposizioni

lo fossero, per

non ha modo di

as-

saranno eseguite; e

cautele alluopo

ordinate, le

Digitized

by

Google

LEZIONE XVI.

272

per sempre sul patri-

ricadrebbero

occorrenti

spese

monio dellassente (Relazione, pag.


que ai possessori temporanei piena
dell

impiego

pagare

da

farsi

sar di rendere

degli interessi

(L

possessore pu,

Il

frutti a

immo-

fra

le

le altre,

28).

respon-

nella

fa

di-

immobiliari;

le

agire tanto per le

uno

qualit di attori, sia in

controversa

facolt di agire in giudizio porti

una domanda o

tanto

azioni

delle

La legge non

mobiliari e

possono

sia

quella di convenuti.

sentire a

Toullier,

modo, provocare un

lesercizio
(art.

azioni

possessori

come per

ogni

per coprire la propria

come passive

stinzione

responsabile

diversi effetti della immissione nel possesso

temporaneo v anche

per cui

in

mancanza

della

possessore

796 del G. di P. C.)

sabilit (arg. dallart.

Fra

il

12, D. de negot. gest.

giudizio del tribunale

attive

adoperare

debito pubblico, a far prestiti ipo-

La sanzione penale

tecari, e simili.

dimpiego

428).

possono

libert nella scelta

debiti dellassente, ad acquistare beni

cartelle del

bili,

dun-

lascia

6). Si

la quistione se la

seco

quella di con-

di transigere.

La maggior

parte dei giurisconsulti sostengono la negativa: alcuni

vanno pi

negano perfino che il tribunale possa


;
una transazione. Essi si appoggiano su
un processo, il tribunale esaminando la
quistione sotto tutti i suoi aspetti, e giudicando con
in l

autorizzare

ci,

piena

che

in

cognizione di

causa,

questa

guarentigia

pu

parere sulTiciente per proteggere le ragioni dellassente:


il

che non

avviene nel caso

di semplice

consenso a

una domanda o a una transazione. Io credo col Deraolombe ( Absence , 115) che il possessore pu transigere, quando vi autorizzato: anzi, vado pi in
l; e confesso

che non trovo senza fondamento

la dot-

Digitized

by

Google

DELLA DICHIARAZIONE
secondo

trina

quale

la

ASSENZA

DI

la facolt di

273

agire in giudizio

non

implica quella della transazione. Chi

sa, infatti,

una transazione pu essere determinata da mot ivi

che

come sarebbe,

vantaggiosi pel patrimonio dellassente,

esempio,

per

Abbiamo

timore che

il

si

spese

evitare

di

concorde con quello

possessore,
tana

desiderio

il

presunzione inoltre che

la

dellassente,

voglia nuocere

mune. Perch dunque interdire

inutili?

tornaconto del

il

allon-

allinteresse co-

o rendere

le

difficili

transazioni?

Fra

gli

altri

che derivano

effetti

dallesercizio

delle

ragioni attive e passive dellassente sono da no-

tarsi

seguenti

immesso

nel

condannato personalmente

essere

possesso non pu

alle

salvo

spese,

il

372 del C. di Pr. civ.: - la


cosa giudicata per o contro limmesso nel possesso
parimente tale anche per o contro lassente (C. C.
caso contemplato dallart.

art.

limiti

immessi nel possesso,

fa-

richie-

1752):

(art.

quanto sono incaricati

in

rappresentarlo e di difenderne le ragioni (art. 28)

essendo anzi

essi

responsabili

stessi

delle prescrizioni incorse

verso

gest.).

Reciprocamente,

non era ancora compiuta


sia a profitto

nota con

chiaro,

due

siccome la immissione in
Saredo, Vol.

1.

al

de

possesso.

della im-

sia

contro

Demolombe

(119),

possesso

I,

tieg.

casi la prescri-

momento

dell'assente,

ragione

ff.

non corre a

limmesso nel

suppone, ben inteso, che nei

missione,

18

prescrizione

la

beneficio dellassente contro

zione

lassente

per colpa loro (Toullier,

429, Demolombe, Absence, 429, L.

Si

delle

condizioni

prescrizione non corre contro l'assente a benelicio

degli
di

nei

possessore e colle

sono obbligatorii anche per lassente

ste,
la

eseguiti

35): e tutti gli atti

colt inerenti al

comprende

lui.

che
beni

18

Digitzed by

Google

LEZIONE

27 i

XVI.

stalo in cui si trovano al

nello

momento

in cui pro-

nunciata, nulla cambiato alla situazione gi esistente.

Una giurisprudenza costante ha


stione non

indicata

legge;

dalla

sciolta

cio,

se,

una quidiritto

il

immettere nel

spettante agli eredi presuntivi di farsi

possesso dei beni dellassente sia trasmessibile


propri

quistione stata

eredi: la

loro

ai

con

sciolta, e

ra-

gione, in senso affermativo.


nelle mani dei
Il diritto di agire essendo passato
possessori, naturalmente contro di loro che deve

proporre

le

proprie azioni chiunque ha ragioni da far

valere contro lassente (art. 35). Quando


lerede presuntivo, lassente

dunque

gli

diretti

a questo

reclami,

pronunciate e

per che

in

in lui

possessore

il

un mandatario:

citazioni: contro

eseguiscono

si

tali

le

ha

mandatario che devono essere

le

lui

controversie devessere inteso

debiti

possessori sono diversi,


si

siccome

dividono fra di loro, cosi

si

pub-

il

Quando

blico ministero (C. P. C. art. 346, n. 15).

vece

che sono

condanne. Sintende

beni

in-

ed

pu agire contro

ciascuno di essi in proporzione della parte attiva che

ha ricevuto, perch soltanto entro questi

limiti

che

ciascuno possessore rappresenta lassente.

A ben

chiarire gli obblighi del possessore,

notare che egli

si

trova nelle condizioni di un

con beneficio dinventario,


gare

il

giova

erede

quale 6 solo tenuto a pa-

debiti della successione

entro vires bonorum :

un amministratore
non pu essere obbligato a rispondere che relativamente a questi beni e non mai
al di l delle forze di questi beni (Demolombe, 136
Marcad, sull art. 134 C. N.
Mourlon, 1, 227).
cosi limmesso nel possesso: egli

di beni altrui; quindi

Non necessaria per

ci dichiarazione di

sorta.

Digitized by

Google

DELLA DICHIARAZIONE

Delle misure con cui

Il

procedere a

Nel

verificandosi

il

quale,

Queste misure sono:

immessi

legge per non ha trascu-

la

esse

l.

possesso;

nel

e la

3 la

ove

sia

ipotecare, senza

riserva di

2.

linventario

dei

effetti.

alienare

giudiziale

delle rendite;

amministrare

un padre

beni mo-

dei

beni mobili, con

la proibizione di

lautorizzazione

di

preso

ritorno,

loro

immobili dellassente;

duopo,

una porzione

possessori

con la diligenza di

del

lobbligo della cauzione per gli

impiego del prezzo; 4

27,

probabilit

producono

descrizione dei beni

vendita,

ilei

legge tutela

questa specie di espropriazione

alcune misure, fondate sulla

il

la

275

di lui diritti; e a tutelarli efficacemente ha

bili

ASSENZA

dellassente.

diritti

temporanea dellassente,
rati

DI

6.

5.

o
la

lobbligo

beni dellassente

di famiglia (C. C. articoli 26.

29, 30, 31, 970, 1124, 1743 e seg., 1843, 1975).

Di alcune di queste misure


sopra: resta

che

Secondo
cui la

legge

si

lart.

si

gi

parlato

pi

dica della cauzione e dellinventario.


26, gli eredi, e le altre persone a

concede limmissione nel possesso dei beni

dellassente o lesercizio dei loro diritti sui beni stessi

devono

anzitutto

fornire

una cauzione

che sia determinata dal tribunale. Lart.

somma

nella

27

fa

tutta-

uneccezione;

qualora alcuno dei presunti eredi od

aventi diritto sui

beni dellassente non possa dare cau-

via

tribunale pu ordinare quelle altre cautele che

zione,

il

siimi

convenienti

per

linteresse

dellassente,

avuto

riguardo alla qualit delle persone, alla loro parentela


con lassente ed alle altre circostanze.

Lobbligo

della

cauzione

generale:

si

estende

Digitized by

Google

LEZIONE XVI.

276
quindi

ascendenti e

agli

collaterali e al coniuge.

discendenti

dellassente,

ai

Queste ultime circostanze pos-

sono determinare, se occorre,

lapplicazione dellarti-

ma non bastano a dispnsare daH'obbligo. La


misura della cauzione regolata secondo la qualit
delle persone o l importanza dei beni da guarentire.
colo 27:

La cauzione pu
celleria del tribunale
blico,

portatore,

al

art. 330); 2.

nominale (C. P

valore

con ipoteca; nel qual caso

il

Civ.

cancelliere

termine di cinque giorni far procedere alla

deve nel

inscrizione

relativa

darsi: l. depositando nella can-

denaro o rendite sul debito pubal

(art.

731);

3.

con

un

fideius-

sore (C. C. art. 1904, 1900, 1921, 1922. C. P.


ticolo

329).

messa,

il

Quando

fideiussore,

della

lidoneit

C. ar-

cauzione

am-

con atto ricevuto dal cancelliere,

dichiara di sottomettersi a tutte le obbligazioni rela-

tive.
il

Il

ritardo

nel

dare

la

cauzione non

possessore temporaneo del diritto

dallart.

500

sui

frutti

priva

(Arg.

C. C.).

Ma pu avvenire che limmesso


sia in

grado di dar

rarsi

come non avvenuta

la cauzione.

corda? Tale lopinionp

la

possesso non

nel

Dovr allora conside-

sentenza che glielo ac-

di Merlin,

Rep

T.

XVI,

art.

120, n. 5) e di A. Dalloz (Dict. gen., Absent. n. 184)

di

altri

giurisconsulti.

Ma

lombe (93) che questa dottrina

io
sia

credo

con

Demo-

assolutamente er-

ronea.
Anzitutto, non bisogna dimenticare che la cauzione

un onere, non una condizione della immissione in


il
fondamento dei diritti del possessore
nella sua qualit o nlle ragioni acquistate. ben
vero che la legge parla un linguaggio imperativo: nessuno si ammetter al possesso se non mediante

possesso:

Digitized by

Google

DELLA DICHIARAZIONE
cauzione
taluno

- ma per

277

ASSENZA

DI

ci solo che

ammette

lipotesi

che

possa esserne dispensato, e che conferisce

tribunale un potere discrezionale

(art. 26,

deve conchiudere che

non

la cauzione

al

27) se ne

la condizione

sine qua non della immissione in possesso.

Importa
immissione

in

riflettere

secondo

fatta soprattutto nellinteresse

che lhanno chiesta. Senza dubbio,


si

che questa

luogo

di quelli

la legge vuole

guarantiscano le ragioni dellassente;

che

ma non pu

volere che chi ha ottenuta limmissione sia frustrato


nel godimento di questo vantaggio, per la sua impotenza a fornire una cauzione; impotenza la quale
prova appunto che limmesso nel possesso ha pi bisogno dun altro del soccorso che l immissione nei

beni dellassente deve portargli.

Per conciliare adunque gli interessi dellassente e


immesso nel possesso, panili che debbano

quelli dell

considerarsi

come

le

sufficienti

guarentigie richieste

allusufruttuario dagli articoli 498 e 499.

Unaltra

guarentigia che la legge

dell assente

tela

obbligo

richiede a tu-

inventario dei beni

dell

mobili, e della descrizione dei beni immobili chegli ha


lasciati,

obbligo imposto a coloro che hanno ottenuta

l'immissione

pure

nel

art. 496).

possesso temporaneo

Non

inventari e

tanti

si

facciano

quante sono

le

persone

immesse:

lo stesso atto

ci che

attribuito a

pu contenere
tutti e

dovr rispondere soltanto

lindicazione di

ciascuno,

'della parte

che

gli

(Astengo, pag. 306). Per le formalit relative


tario,

provvede

Chi deve

il

29, vedi

(art.

necessario per che

descrizioni

C. di P. C. (art.

sopportar

le

868 e

spese a

inven-

seg.).

cui d

precedura relativa agli assenti, tanto per

ognuno
toccher

all

la

luogo

la

dichiara-

Digitized by

Google

278

LEZIONE XVI.

zione

Secondo
al

come per limmissione in possesso ?


uni (Merlin, Rep. Tom. XVI, 26) spettano

(lassenza
gli

possessore temporaneo: secondo altri (Molly, Traiti

des Absents, 431, 432) le spese della

chiarazione

sentenza di di-

toccano allassente, e quelle della immis-

sione in possesso a chi lha ottenuta. Io credo invece

La

che debbono essere tutte sopportate dallassente.

condizione del possessore temporaneo attinge un p dei


suoi caratteri al mandato, alla
affari: ora, in

gestione di

tutela, alla

nessuna di queste qualit, chi

ademSe

le

pie vi mette del suo (C. C. art. 281, 1144, 1753).


la legge

avesse voluto imporre

delle spese, Io avrebbe

al

dichiarato,

per lusufruttuario, che

possessore lonere

come

ha

lo

fatto

quelle

obbligato a subire

dellinventario (art. 496).

Quanto
lesercizio

alle regole di condotta dei possessori

dei diritti sui beni dellassente,

non contiene disposizioni precise,


principii

generali del diritto:

ma

per cui

si
il

la

nel

legge

rimette ai

grado

o la

misura della loro risponsabilit dipende dalle circostanze, dai fatti, dalle condizioni speciali delle persone
o dei beni: e di tutto giudice

il

tribunale.

Digitized by

Google

LEZIONE

XVII.

DEI VARI! MODI CON CUI FINISCE LA DICHIARAZIONE


DI ASSENZA-

Qunrto periodo fine del possesso


temporaneo.

H2-

possesso temporaneo pu aver termine in quat-

Il

tro

modi

diversi,

ciascuno dei

quali

produce

effetti

proprii c distinti: l. col ritorno dellassente, e colla

prova della sua esistenza

tempo
la

do

della

(art.

33)

2.

si

sia

(art. 34); 3. quando


prolungata per un perio-

di trentanni (art. 36); 4.

quando siano trascorsi

cento anni dalla nascita dellassente e

ticoli 36, 38).


il

terzo periodo dellassenza, e

la

destinazione definitiva dei

tornino al propretario, sia che


sessori, sia

tempo

le

ultime no-

almeno a tre anni addietro (ar- Verificandosi una di queste condizioni,

lui risalgano

tizie di

che

prova del

morte dellassente

durata dellassenza

cessa

colla

della

si

si

entra nel quarto

beni, sia

che passino a coloro che erano

morte

che

ri-

consolidino nei poseredi

al

dellassente.

Digitized by

Googte

LEZIONE

280

ritorno dellassente

[1

limmissione provvisoria

XVII.

pu aver luogo o durame

o durante limmissione

nitiva nel possesso desuoi beni

gli effetti

sono

defi-

iden-

che fanno immediatamente tornare alle sue


mani la propriet dei beni: ma sono diversi, come vedremo, in quanto che i suoi diritti in faccia ai possessori
tici in ci,

secondo

variano

Lo

definitiva.

che limmissione

stesso

da

dirsi

fu

provvisoria

del caso in cui

si ab-

biano notizie positive della sua esistenza.

Quando adunque

egli ritorna,

della dichiarazione di assenza

cessano gli

effetti

riprende la

egli

piena

e libera amministrazione desuoi beni, e ciascuno

dei

possessori deve fargli nello stesso tempo la restituzione


della parte che gli toccata, e della
dita che gli doveva serbare (art.

che
gli

porzione

31, 33).

di

Ben

ren-

inteso

gli ascendenti, i discendenti ed il coniuge


devono rendere parte alcuna delle rendite, ma

non
solo

la propriet dei beni (art. 30).

Se invece del ritorno personale dellassente, st


hanno notizie positive della sua esistenza, gli effetti
che esse producono sono

gli

con questa

stessi;

diffe-

debbono continuare nell amministrazione


desuoi beni le misure conservatorie richieste nel primo
renza

che

e nel secondo periodo dellassenza, vale a dire,

primi'

che fosse dichiarata.

modi che mettono termine alla dichiara


assenza la prova del tempo della morte del-

Altro dei
zione di

lassente.

Se questa

si

ottiene, la successione si apre

vantaggio di coloro che a quel tempo erano suoi


legittimi o testamentarii; e coloro che

beni, sono obbligati a restituirli

si

hanno goduto

le rendite, a

Finch la morte
suppone che esa debba partire

dellart. 31 (art. 34).

cora incerta,

con

eredi
i

norma

dellassente andal gior-

Digitized by

Google

DEI VARI MODI CON CUI FINISCE KCC.

no in cui egli scomparve, o da quando


ultime notizie: dunque naturale che

281

ebbero

si

le

sue

dia la prefe-

si

renza a coloro che, a quel tempo, erano pi prossimi a


lui.

Ma quando

si

ha

la

prova della data precisa della

sua morte, allora cessano


poich succede
la

la realt.

gli effetti della

Ma

in quali

modi

presunzione

ammette

si

prova della morte? La legge non contiene disposi-

zione apposita: una quistione di fatto> che


sere

che
vr

secondo

risolta
la

circostanze.

le

prova del decesso di chi muore

essere pi completa e formale di

per provare

richiede

America o

in

Asia.

il

decesso

di

pu

chiaro

do-

che

quella

chi

es-

infatti

Parigi

in

morto

si

in

Daltra parte, lordinamento dello

Stato civile diversamente stabilito nei diversi paesi.

Bisogna adunque lasciare


tribunali.

il

tutto allapprezzamento dei

'

Due casi sono allora da considerare: - a coloro


che ottennero l'immissione nel possesso temporaneo
sono

gli eredi pi

vicini

come

allassente,

lo

erano

gi all'epoca della sua disparizione o delle sue ultime

notizie; e allora,

nulla mutato:

revocabilmente e definitivamente

beni

nelle

restano

loro

ir-

mani, o

in quelle dei loro successori: nell'ipotesi contraria,

hanno il diritto di conservare


quella porzione di frutti che toccava loro per disposto
di legge, ma devono restituire i beni e la porzione
possessori

temporanei

eherano obbligati a conservare pel caso del ritorno.

H3.

Immissione nel possesso

definitivo per la continuazione dellassenza.


Quando lassenza fu continuata per lo spazio di
dopo la immissione nel possesso temporaneo,

trentanni

Digitized

by

Google

282

LEZIONE

o se sono

XVII.

cento anni dalla

trascorsi

nascita

dellas-

sente, e le ultime notizie di lui risalgono a tre anni

addietro,
sate,

tribunale,

il

pronuncia

sull istanza delle parti interes-

immissione nel possesso definitivo,

la

dichiara sciolte le cauzioni e cessate le altre cautele

che fossero

mente

imposte

state

(art.

radicale

rivoluzione

la

36).

che

Questa vera-

compie

si

sulla

condizione giuridica dellassente.

Le

che

quistioni

proposito sono molte

mersi cosi:

l.

chi

esaminare

importa

possono

gravi;

e
e

questo

per riassu-

quando pu chiedere

sione definitiva? 2. quali ne sono gli effetti;


lassente;

pei possessori; 5; pei terzi?

4.

Durante
la

il

immis-

3.

per

periodo della dichiarazione di assenza,

presunzione che domina ancora quella della vita

Questa presunzione va successivamente


diminuendo , senza cessar mai
infatti abbiamo veduto che nei primi dieci anni, la porzione delle rendite che i possessori debbono lasciar per lassente
dellassente.

del

quinto,

terzo,

parenti entro

pei

il

sesto grado, e del

remoto: ma dai
diminuendo sempre la probabilit
i primi non sono pi obbligati
decimo, e gli altri solo il sesto.

parenti

pei

grado pi

in

dieci ai trent anni,

della vita dellassente,

che

a lasciare

Trascorsi
in

ogni

il

trentanni, la totalit delle rendite

caso

agli

immessi nel

per sempre in vigore


sente non

sua vita o

la

il

spetta

possesso: la presun-

zione della morte domina su quella della vita.

Resta

principio giuridico che las-

n vivo, n morto; e che chi


sua morte deve provarla.

allega la

Chi pu domandare limmissione nel possesso definitivo?

Le

parti

interessate, dice

dire, tutti coloro che

art.

36: vale a

hanno ottenuto legittimamente

Digitized by

CON CUI FINISCE ECC.

OKI VARI MODI

limmissione provvisoria
venire

non

ottenerla,

ritto di

che

infatti

o coloro

283

che, avendo

Pu

domandata.

lhanno

limmissione

di-

il

provvisoria sia

av-

stata

accordata, per errore o altrimenti, a chi non vi aveva


diritto,

come sarebbe

a parenti

meno prossimi;

e che

parenti di cui

si

ignorava resistenza, o che non

abbiano reclamato,

si

presentino ora per far valere le

altri

ragioni. In questo

loro

caso,

esse

escludono

pos-

sessori temporanei, purch non vi sia prescrizione.

Quando

pu domandare limmissione definitiva?


L3rt. 36 risponde in modo preciso: l. quando lassenza fu continuata per lo spazio di trent anni, dopo
la

si

immissione

mente che

temporanea:

trentanni

si

ritiene

ma

domandata; -

o quando sono

dalla

nascita

2.

per

corrono non solo

dellimmissione,

da quello

in cui fu

general-

dal

giorno

regolarmente

trascorsi cento anni

dellassente, e le ultime

notizie di lui

risalgono almeno a tre anni addietro: in questo caso,

limmissione definitiva pu essere chiesta anche prima

che

siano

spirati

anche appena

sia

pu anzi aver luogo

trentanni;

pronunciata

stata

di essenza: per cui nulla osta a

nitivo sia

ottenuto

senza

immissione temporanea:

uno

la

che

passare

il

pel

dichiarazione

possesso

defi-

periodo della

stesso giudicio

pu

ba-

stare per la dichiarazione di assenza e per la immis-

sione definitiva.
In nessun caso per questa immissione

ha luogo
dopo

di pien diritto, per la sola scadenza dei termini


i

quali

sentenza

pu essere ottenuta. Ci vuole sempre una


del tribunale, il quale pu pronunciarla

subito, o dopo uninchiesta, conforme e quella voluta


dallart. 22.
la

Per

lart.

36 non esige richiesta

di sorta,

quale quindi puramente facoltativa.

Digitized

by

Google

LEZIONE

284

XVII.

immissione sul possesso


definitivo dei beni dellassente

H4. Effetti della

La parola

definitiva, applicata dal

Codice

nostro

e presa dal Napoleonico, realmente inesatta.

Presa nel suo senso grammaticale, essa importe-

rebbe che

gli

immessi nel possesso

irrevocabile e per

ci

lo

modo

sono in

quindi, qualunque

sempre; e che,

cosa avvenga, essi conservano

tutti

beni avuti. Ora

non ; perch possono essere obbligati a restimedesimo, se ritorna od provata

tuirli: l. allassente

sua esistenza (art. 39); 2. a suoi figli e discendenti, per trentanni (art. 40); 3. a suoi altri eredi,

la

nel caso indicato dallart. 41.

La

sola

tiva,

la

uso di
defini-

pu dare

si

perch crea a colui che lha ottenuta una situa-

zione su cui non

e perch

senso che
dei

dell

immissione veramente

spiegazione che

questa parola che

diritti

si

ritorna pi, se lassenza continua,

definitiva
il

rimpetto

sente (art. 37).

Ma non

gli

terzi,
in

lombe (154),
il

difficile

diritto

d ancora

Come

del diritto per propriet.

nalmente

ai

pu dora

possessore

poi

in

tutti

dice benissimo

immessi

loro

dellas-

caratteri

definire o qualificare

degli

questo

dare

immutabili e irrevocabili sui beni

definitivi,

Demodottridiritto

sui generis, che ha del mandato e della propriet.

Quali

siano gli effetti

della

immissione nel pos-

sesso definitivo dei beni dellassente, ce lo dicono gli


articoli
le altre

36 e 37: l. sono sciolte le cauzioni, e cessate


cautele che fossero state imposte; 2. cessa lob-

bligo di lasciare allassente una porzione delle rendite; 3. cessa

pure ogni vigilanza di

amministrazione

Digitized

by

Google

DEI VARI MODI

loro

CON COI FINISCE ECC.

dipendenza dallautorit

c ogni

che ottennero

poraneo, ad

la

285

L co-

giudiziaria;

immissione nel possesso tem-

loro eredi e successori possono

dere a divisioni

definitive e disporre

dei

proce-

fieni

libe-

ramente.

motivo per cui ^i chiedeva la cauzione da chi


immesso nel possesso temporaneo era di guarenIl

era

interessi dellassente. Ora,

tire gli

nascita,
egli sia

debba

la

siano

sua disposizione, o cento

tanni dalla

tren-

dalla sua

morto. Cessa dunque ogni ragione per cui si


mantenere un vincolo indefinito Lo sciogli-

mento della cauzione ha luogo di pien


colo

scorsi
tre

presunzione pi razionale e fondata che

36).

Il

tribunale

diritto

(arti-

non potrebbe pronunciare

immissione nel possesso definitivo

la

dichiarando man-

misure di cautela: bisodue disposizioni siano unite e contempoobblighi che

tenute le cauzioni o le altre

gna

che

ranee,

le

perch non v pi alcuno degli

pesavano sul possessore durante

il

periodo

della di-

chiarazione di assenza.

Lesonero degli immessi nel possesso delinitivo


completo e assoluto: essi sono liberati, non solo per
lavvenire, ma anche pel passato: la prescrizione trentennaria li ha messi al riparo dogni ricerca e dogni
domanda. La cauzione difetti dovea guarentire, non

questo

quellatto

di

gestione,

bens

lobbligo

di

rendere conto, imposto loro. Ora, quest'obbligo, avendo

cominciato con la immissione nel possesso temporaneo,

rimane prescritto coi trentanni che sono scorsi dalla


dichiarazione di assenza.
2.

Con

parimente

la

immissione nel possesso definitivo cessa

non solo lobbligo

di

lasciare 'allassente

una parte delle rendite de suoi beni,

ma

tutti

quelli

Digitized by

Google

LEZIONE

38<

che

3.
gli

XVII.

immessi hanno riserbato per

lui appartengono

loro in totalit.
*

Cessa ogni vigilanza di amministrazione.

teri 4.
del

po

possessore delnitivo sono sciolti da ogni

strizione: n

dingerirsi

giudiziaria ha

lautorit

buono o

nelluso,

diritto

che

cattivo,

re-

alcuno

far

si

dei

beni dellassente.

11

permutare,

possessore definitivo pu alienare, ipotecare,


formalit, come

senza condizioni c senza

potrebbe farlo lassente medesimo,

il

quale non avrebbe,

tornando, alcun diritto di rivendicazione contro

K sorta

la controversia se

di alienare

anche a

mo! ombe (156)


della
1

art

che

legge, porti

39?-

titolo

il

possessore abbia

gratuito

nulla, nel

una

Se dopo

simile

la

testo o

facolui

nello

restrizione.

Che

beni nello

Di quelli che mancano,

De-

spirito

immissione nel possesso

nitivo lassente ritorna, egli ricupera

in cui si trovano

terzi.

credo con

io

il

dice
deii-

stato

posses-

sore non ha obbligo alcuno di render conto. Solamente,

non ancora stato pagato, sar conseguito dallassente, il quale ha pure di-

se

il

prezzo dei beni

alienati

ritto sui beni nei quali

questo

prezzo fosse

stato

in-

vestito.

Gli

immessi

procedere

in

possesso,

divisioni

dice lart. 37, possono

definitive.

Ma questo

presenter di raro, perch la divisione

si

pi quando ha luogo la immissione nel

Siccome nondimeno pu
doveva prevederlo e disporre.
poraneo.

caso

si

opera per

possesso tem-

avvenire,

la legge

Digitzed by

Google

DEI VARI MODI CON CUI FINISCE EOC.

115.

Come pu

287

immissione

finire la

definitiva nei beni dellassente.

Come

s gi detto,

alcuni

sotto

casi in

possessore non definitivo che

possono

presentarsi

dei

cui chi lha ottenuta sia obbligato a restituirla.

primo

Il

effetti

il

poich

aspetti;

dei casi e quello che produce maggiori

ritorno dell assente.

il

quando

prescrittibile:

reclamare

diritti di

infatti

La sua azione impresenta,

si

suo erede? Le

potr

chi

successioni non

si

aprono che colla morte: nulla viventis haereditas

la

prova adunque che lassente vivo annienta


di erede.

tolo
ilei

intende per che

solamente

diritti dellassente

durante

lieUassente

poranea e
finitiva.

il

il

ti-

imprescrittibilit

personale per

pu essere invocata da altri.


La legge fa una grave distinzione fra

la

il

lui,

ritorno

periodo della immissione tem-

il

ritorno avvenuto dopo la immissione de-

Nel primo caso, ha

porzione di frutti indicata

diritto a tutti
dalli

stato in cui si

trovano

(art.

beni, salvo

30

articoli

secondo egli deve contentarsi di ricevere


30), e non

e 31: nel

beni nello

pu esigere

frutti di sorta.

secondo caso

Il

dei

trent

far

intervento dei

discendenti,

loro

quali

dal giorno della

anni

valere

db-itti

lassente secondo le

figli

hanno

per

immissione definitiva, di

che loro competono

norme

dellassente
diritto,

sui beni

stabilite dall art. 39.

del-

senza

essere obbligati a provarne la morte.


Il

terzo caso che mette fine alla

immissione

possesso definitivo la prova del tempo della


dell

nel

morte

assente.

Digitized by

Google

LEZIONE

288

liti.

Dal

la

immissione

principio che

definitiva.
suo

lassente al

beni nello stato in cui

reduce

Diritti dellassente

dopo

riprendere

XVII.

si

ritorno

trovano

deve

(art. 39)

ne viene che anche una cattiva amministrazione


beni stessi non gli d alcuna azione

contro

il

dei

posses-

36 e 37 piena facolt di
disporre liberamente dei beni, compreso Yjus utenti
sore. Questi aveva dagli articoli

et

butendi

136)

(art.

senza

dubbio, un torto

ministrar male la cosa propria

mento a

ma

am-

non d fonda
rem quasi sum

ci

riparazioni di sorta. Is qui

neglexit nulli culpae subiectus est.

Plassman (op. cit. I, 235) e Dalloz (130)


per uneccezione a questo principio, nel caso
il

possessore

dellassente,
getti

si

vendendo statue, quadri, marmi ed altri


che abbiano, per esempio, servito

og-

preziosi

ornamento ad un

castello: allora,

somme

sessore obbligato dalle


si

fanno
in cui

arricchito, degradando la propriet

sarebbe arricchito,

dicono

essi,

per

di cui

il

di

pos-

mezzo

tal

quantum locupletior factus est.


non regge

Io sono per davviso che questa eccezione


e che

legge,

non ha per s n

la lettera,

n lo spirito

della

poich lassente deve contentarsi di ricevere

beni nello stato in cui


alienazioni che fossero
della dichiarazione

di

si

trovano,

state fatte,

assenza,

e subire anche

durante

senza

il

le

periodo

autorizzazione

giudiziaria.

Poniamo

lipotesi contraria; che, cio,

abbia miglioralo

possessore

il

beni: avr diritto ad unindennit?

La risposta non pu esser che negativa:


suppongono essere state fatte da padre

le spese
di

si

famiglia,

Digitized by

Google

DEI VARI MODI CON COI FINISCE ECC.


per proprio interesse
i

se

profitti,

poich

289

possessore ha

il

era giusto che avesse anche

avuto

Ma

oneri.

gli

avesse aggiunto delle costruzioni agli edificii dellas-

sente? Se

avesse

fabbricato

restituire ? In tal caso,

che

Absent.

Rep.

dovr

terreno che

sul

sono

giuristi

daccordo

lutti

possessore avrebbe diritto ad unindennit (Merlin

il

sull art.

lombe, T. 2, 466),

432, Zachariae, I, 301, DemoAbbiamo infatti lart. 503 che,


medesimo la quistione

per analogia, risolve nel senso

straordinarie,

ha

sussista ancora al

utilit

Con le

medesime

restituire

tempo

in cui cessa lusufrutto.

condizioni,

allassente

esigere

quindi

od

rimborso.

il

considerevoli

menti

ma anche

al

dagli articoli

le

pu
che

anzi

ai

possessore

miglioradefinitivo,

possessore temporaneo,

33 e 34.

suo ritorno, o

sopra, rispettare

credo

Io

non solo

gli altri

una retribuzione devono, come

pi

discendenti

suoi

dal

dal

quelli fatti

nei casi indicati

Lassente

fatti

obbligato

possessore

il

questo principio deve applicarsi

rimborsato senza in-

diritto di essere

del valore delle opere fatte, in quanto la loro

teressi

l'usufruttuario, ci dice, avesse eseguito riparazioni

se

aventi diritto

gi

dimostrato

alienazioni fatte a titolo

roso e gratuito dal possessore definitivo: essi

one-

non po-

tranno* farne rescindere alcuna, e gli acquisitori saran-

no considerati

come

proprietarii irrevocabili: larticolo

1459 che proclama nulla la vendita della cosa


e tutte

le

altre disposizioni

della

questa, consacrano virtualmente


la

quale nessuno pu trasferire

la

legge

che,

altrui,

come

massima secondo

altrui

pi

diritti

di

non hanno in questo caso


39 deroga formalmente a

quanti ne abbia egli stesso,

applicazione alcuna: lart.

questa massima.
Sjuudo, Voi.

1.

49

Digitized by

Google

LEZIONE

290

Rispettando

per

XVII.

alienazioni

le

beni alien

ati,

ceda loco
sia

il

diritto: 4. di

ove sia

rei-,

di tutte le

conseguire

beni nei quali

La

stato investito (art. 39).

caso, sar di provare che

il

difficolt,

sue

prezzo dei

praetium

tuttora dovuto:

oppure

2."

legge

la

fatte,

non priva interamente l'assente reduce


ragioni: egli ha

il

nel

suc-

prezzo

secondo

beni acquistati dal posses-

sore furono pagati col prezzo dei beni alienali dellassente:

ques

la

prova

modo

ogni

in

a carico del

sessore (Marcad, sullart. 132 del C. C.fr.

pag. 436

dei

Il diritto

117.

dell

Demolombe, Absence, 170 e

assente

pos-

Plassinan,
seg).

e discendenti

figli

alla restituzione dei beni.

Ma non

solo 1 assente che ha diritto di esiger


immessi nel possesso definitivo la destituzione dei
1
beni
art. 40 riconosce questo diritto anche ai suoi

dagli

figli

ai suoi discendenti, e

Io limita a soli trentanni

dal gi orno della immessione nel possesso definitivo.


Si discusso
di treni anni,

discute

si

durante

il

tuttavia se

quale

il

discendenti

termine

possono

agire sia un semplice termine fisso, o una prescrizione


ordinaria,

sospesa quindi dalla loro minorit, secondo

comune. Alcuni sostengono che un termine


fisso, che nulla pu aumentare: lart. 40 non parla di
prescrizione: la legge non ha voluto che la propriet
il

diritto

dei

beni

dell

assente

(Proudhon, 1,335
I, 513
Demanle,

pi ragione,
lart.

I,

fosse

274,

affermano

il

40 contiene, secondo

dinaria:

indefinitamente

Delvincourt,

50

I,

279).

poco importa, se non

incerta

Duranton,

Altri invece,

con

disposto

del-

una prescrizione

or-

contrario:
essi,

vi

il

la parola

poich

Digitized

by

Google

CON

DEI VARI MODI


la

CUI FINISCE, ECC.

Non regge largomento che

cosa esiste

si

trae dalla

incertezza della propriet- Limmesso nel possesso deproprelario incommutabile ne suoi rap-

finitivo stato

porti coi terzi ai quali

ha potuto vendere validamente.

Daltra parte, quando pure fosse

largomento

fondato

dedotto dalla pretesa incertezza della propriet, esso

non proverebbe nulla;


naria

della

teorica

per

prescrizioni

generale

causa

di

della

sospensione

minorit

133 del

C. Nap.),di

delle

o d interdizione

Questa dottrina ha lappoggio

(art. 2120).
(sullart.

poich la conseguenza ordi-

di

Mallevine

Demolombe ( Absence,

185),

di Zacchariae (1, 157), di Merlin, (Rep . XVI, p. 27, 28),


di Toullier (I, 4531), di Mourlon (I, 480) e di molti

altri.

da notare che

non solo
figli

ai

beneficio dellart.

il

ed

legittimi

figli

adottivi,

40 esteso

ma

anche

ai

naturali riconosciuti, ed ai loro discendenti.


I

40 sui beni dellassente


che i figli o i

diritti guarentiti dallart.

sono regolati

datlart. 39; vale a dire,

discendenti che abbiano ottenuta la restituzione dei beni

devono riceverli nello


a conseguire

venduti,

od

il
i

vantaggio che

ad

ogni

provare

altro
la

stato in cui

la

quali

nei

crede,

la

la

il

trovano,

salvo

non siano

stati

stato

investito.

11

loro, di preferenza

dispensa dallobbligo di

morte dellassente; e

principio generale secondo

sia

accorda

legge

si

quelli che

prezzo di
beni

ci, in

eccezione del

quale chi allega

morte dellassente tenuto

la vita

a provarla.

Digitized

by

Google

LEZIONE

XVIII.

DEGLI EFFETTI DELL ASSENZA CHE SONO COMUNI

A DIVERSI PERIODI.

118.

Indicazione di questi

Abbiamo esaminato
a ciascun

ciali

effetti.

finora gli effetti che sono spe-

periodo dellassenza.

Ma

indipendente-

mente da questi ve ne sono alcuni pi


quali

si

producono tanto durante

il

generali,

periodo della pre-

sunzione dassenza quanto dopo che sia gi stata dichiarata: alcuni

si

estendono perfino al periodo della

immissione nel possesso definitivo dei beni dellassente.

Le

alle varie fasi dellassenza

Qual
diversi

comune

quistioni principali la cui soluzione

la situazione

periodi

sono le seguenti:

legale dellassente durante

dell'assenza?

quali

sono

le conse-

guenze giuridiche che ne derivano?


Quali

sono

gli

effetti

dellassenza

circa

diritti

eventuali che possono competere allassente?


Quali sono gli

effetti

dellassenza sul matrimonia

dellassente?

sulla cura e tutela dei suoi figli?

Digitized

by

Google

DEGLI EFFETTI DELLASSENZA ECC.

293

Della situazione legale dellassente


nei vari periodi dellassenza.

119.

Come
domina

la

fu gi accennato a pi riprese,

il

principio che

materia dellassenza di considerare

la vita

morte dellassente come egualmente incerte. Questo


principio fu luminosamente espresso dagli autori del
Codice civile francese, il cui titolo dellassenza venne

la

quasi letteralmente

tradotto dalla

maggior parte

moderni, e particolarmente dal Codice

codici

dei

italiano.

Le discussioni che ebbero' luogo al Consiglio di Stato

Primo Console volgono


Uno dei principali
autori del Codice Napoleone, Bigot Prameneu, nella
sua Esposizione dei motivi al Corpo legislativo si esprime
francese sotto la presidenza del

intorno

tutte

nel

modo

seguente:

Quando non

stesso.

al principio

un individuo

si

scorso

molto tempo ancora da che


dal suo

allontanato

domicilio, la

presunzione di morte non pu risultare da

quest'as-

periodo :

come vivente.
( Primo
non presenza). Ma se, durante un certo

numero

di

anni,

senza

devessere considerato

sidera allora

tudini

che

si
i

privi

di

delluomo,

sue

notizie,

rapporti di famiglia, di

sono talmente inerenti

di affari

che

la

al

si

con-

amicizia,

cuore ed

alle abi-

loro interruzione assoluta

deve avere delle cause straordinarie, fra cui

si

colloca

anche la possibilit della morte. - Allora sorgono due

presunzioni

contrarie,

Cuna,

della

morte,

mancanza

di notizie: laltra, della vita, pel

ordinario.

La conseguenza

sunzioni contrarie

periodo

lo

giusta di queste

stato

dincertezza

per

la

suo corso

due pre( secondo

presunzione di assenza). Gli anni che pas-

Digitzed by

Google

294

LEZIONE

sano rendono pi forte

ma

XVIII.

morte:
non men vero che sempre pi o meno bilanpresunzione della

la

ciata dalla presunzione della vita:

dichiarazione di assenza).

vono essere calcolate secondo


tezza,

non

gi

periodo:

la

morte

queste

de-

diversi gradi dincer-

esclusivamente

della vita o quella della

La

( terzo

se allo spirare dei diversi

nuove misure,

periodi, occorre prendere

presunzione

sulla

stessa entrata nel quarto periodo (immissione

nel possesso definitivo

beni

dei

implica

dellassente)

bens la preponderanza della presunzione della morte

ma

su quella della vita,


condizione

sempre

lascia

dellassente.

principio

Il

il

dubbio sulla

che

lassente

n morto senza dubbio bizzarro, diceva Boulay De la Meurthc; ma il prodotto della

non

sia vivo

sapienza dei secoli: non

uno migliore
senza nel
della vita

modo

seguente:

sesso definitivo, la

tuire

ancora riusciti a trovarne

diversi periodi dell'as-

Nei primi

la

prevale su quella della morte;

timo, quello in cui

stato

si

possono caratterizzare

Si

presunzione

ma

nellul-

immessione nel pospresunzione della morte ha acquiha

luogo

la

una grandissima probabilit, senza per


una prova qualsiasi.

costi-

Questo punto di diritto non solamente teorico,

ma
sola

vi sono connesse
:

quale

sar

il

gravi

tiva alla successione di

noto, secondo lart.

quistioni.

intorno

citer una

un individuo assente ? Come


non si pu rinunciare ad una

IH 8,

successione non ancora aperta, n


lazione

Ne

valore di una stipulazione rela-

alla

medesima: e

fare alcuna
lart.

1118

stipu-

non

che un riassunto delle disposizioni del diritto romano


(L.

e 7

ff.

de hered. vel act. vend. - L. ult.

ff.

de

Digitized by

Google

295

DEGLI EFFETTI DELLASSENZA ECC.


V

L.

mis etleg. hered.


non n
Il

lart.

n morto:

vivo

18?-

30, C. de Pad.). Ora, lassente


sar

giurisconsulli

caso

il

per evidente che non avendo

visi:

applicare

di

sono assai

francesi
il

di-

nostro Codice

ammessa la presunzione di morte in nessun caso,


come non r ha ammessa il francese, qualunque
stipulazione

faccia

si

dcHa ssente

successione

sulla

debba essere considerata come nulla. E se anche


seguito la morte fosse provata, ci non varrebbe
convalidare

la

proibita, per

stipulazione

che quod ab initio non

la

in
a

massima

temporis convale-

valet. tracia

scere non potest.

Riassumendo,
que

sia

vita o

il

la

della

pu adunque dire che qualun-

periodo dellassenza, chiunque allega la


morte dellassente, deve provarla: e qua-

lunque atto
cita

si

si

faccia, basato

morte o della

vita

sulla

presunzione

dell assente,

espli-

colpito

di nullit.

120.

Degli effetti dell assenza circa i diritti


eventuali che possono competere allassente.
Il

Codice Napoleone,

gli effetti generali

due sezioni;

quando

intitola la

passa a

divide

dellassenza,

prima:

regolare

capitolo in

il

degli

effetti

del-

lassenza , relativamente ai beni che l'assente possedeva


nel giorno della sua disparizione

c la seconda

gli effetti dellassenza relativamente ai diritti eventuali

che possono competere all'assente.

Il

nostro Codice non

ha mantenuta la stessa divisione, e neppure il


della prima sezione; questo per spiegava assai
ramente

la distinzione

gravissima che

fa

la

titolo

chia-

legge fra

Digitized by

Google

LEZIONE

596
i

beni e

sparizione, e le ragioni

posteriormente

XVIII.

allepoca

dellassente

diritti

al

che

sua di-

della

competere

potevano

gli

giorno dellassenza.

Fanno parte della prima classe non solo i beni


il suo
patrimonio, ma anche i diritti
condizionali, nati da un contratto, e che, quijidi,
erano gi suoi fin dallora, perch poteva disporne;

che formavano

e passano

perci agli eredi;

conda classe

diritti

ancora

essa vive

venimento che
ritti

cui

la

li

(art.

42).
l.

al

momento

fa

nascere; o in altri

chiamata

della seprofitto

compie

in cui si

allesistenza

esercitarli

condizione necessaria

diritto di succedere;

quando

per raccogliere una successione di esistere


essa

sapre

gliere

lav-

termini, idi-

subordinata

goderne

non quando

principali di questi diritti sono:

Il

parte

aprono

si

profittarne, se

acquisizione

persona

della

fanno

che non

della persona chiamata

724,

(-13,

un legato

924);

(difatti,

che se sopravvive

2.

il

al testatore

(890),

zioni contemplate dalla legge; 3.


hilit, cio,

patto col quale

il

diritto

il

legatario non lo

il

il

di racco-

acquista

salvo le ecce-

diritto di riversi-

donante ha stipulato

di riprendere gli effetti donati nel caso in cui sopravvi-

vesse

al

donatario (1071, 1072);

4.

idiritti

nascenti

dalle sostituzioni (articoli 895 e leg.); ecc.

Tali sono

diritti

eventuali che

possono compe-

tere allassente, e dei quali lart. 42 regola le condi-

modo

zioni nel

mare un
quel
tro,

seguente:

diritto in

resistenza

se

non

nome

diritto noto .

come

si

di

niuno ammesso a reclapersona di cui

si

ignori

che essa esisteva quando


Questa disposizione non al-

provi

vede, che

lapplicazione

teoria delle prove: chiunque reclama

ordinaria della

un

diritto

deve

Digitized by

Google

DEG EFFETTI DELLASSENZA


bordinato lacquisto (L.

43 completa

lart.

2,

de probal.

ff.

disposto

il

297

ECC.

ladempimento della condizione

provare

su-

a cui

art.

1312).

42, appli-

dell'art.

candolo

al

sioni:

aprendosi una successione, alla quale sia chia-

mata

od

in tutto

stenza

pi frequente,

caso

non

in

consti,

parte una

quello delle succes-

persona della cui

successione

la

esi-

devoluta

sar

coloro coi quali tale persona avrebbe avuto diritto di

concorrere, od a quelli acni spetterebbe

canza, salvo

Fra
quali

gli

a cui d luogo lapplicazione de-

sono

effetti? 3.

rappresentazione?

Qual
4.

le

seguenti: l. In

applicati?

essi

2.

in sua vece

Quali

beni, sia

quali

estensione del

sono

diritti

sente che ricompare sia contro quelli che


colto

sua man-

diritto di rappresentazione .

42 e 43 sono gravissime

circostanze

sono
di

il

le quistioni

gli articoli

in

contro

ne

diritto,

dellas-

hanno

rac-

Esa-

terzi?

miniamole partitamente.
121. Condizione dellassente
a cui vantaggio si apre un diritto.

In quali circostanze ed a qualepoca dellassenza


le disposizioni degli articoli 42, 43 ?
Malgrado qualche incertezza passata dei giurisconsulti
e dei tribunali, oggimai prevale il principio cbe que-

sono applicabili

sti articoli

sono applicabili a

propriamente detta:
senti.

si

fa

lutti

periodi dellassenza

eccezione solo pei non pre-

Tale linterpretaziooe data dagli autori del Co-

dice Napoleone sugli articoli 133 e 136 (corrispondenti


agli articoli

nel

modo

42

43 del nostro): e

lo

conferma Locr

pi esplicito (Esprit du Code Civil, sur l'art.

136). Quindi, tanto nel periodo della presunzione

come

Digitized

by

Google

298

LEZIONE

in quello

come dopo
chi

sente,

la

un

subordinato

diritto

illi

gislativo,

veduta

de prob).

Corpo

le-

ha significato con un esempio lipotesi

pre-

Questa disposizione, diceva

egli,

dall'art. 42.

Un

ragionevolissima.
sente, pretende,
diritto ad

neces-

ff.

al

qui agit (L. 21,

tribuno lluguet, nel suo discorso

Il

dellas-

alla vita o

deve provarlo: semper

dellassente,

probandi incumbit

sitas

tanto prima

di assenza,

imraessione definitiva nei beni

allega

morte

alla

XVIII.

della dichiarazione

individuo

creditore

per esempio, che

di

un

as-

suo debitore

il

una successione apertasi dopo

la di

ha

lui

as-

senza: spetta a lui di provare resistenza di quello

nome

del quale reclama, perch questi,

assenza, non reputato vivo


la

n morto: e

Come

presunzione non pu bastare

che

si

stante

in tal caso

erede, bisogna

presenti in persona; che provi la sua

e soprattutto

la

filiazione,

sua esistenza: che fornisca le prove

della sua capacit

Duranton

532) ha sviluppato

(I,

questa dottrina con maggior precisione ancora:


si

tratta,

cosi

in

la sua

egli, di diritti

Quando

competono ad

che

una

persona dincerta esistenza, e che sono reclamati da


altri,

fondandosi su

ci che

egli

abbia

li

raccolti

trasmessi loro, sebbene nello spirito della legge


sente dichiarato sia presunto morto,

conchiudere che lindividuo non dichiarato assente


presunto vivo. Lo

vazione de suoi

si

presume vivo quanto


riguardo

diritti

ai

terzi,

poich questi non

quanto allacquisto dei

diritti

che ne

pondera su quelli delia

possono

esercitare:

ab-

sua

ma

dipendenti dalla condi-

tempo

hanno luogo,
presunzione della morte pre-

zione della sua esistenza


pi vero dire che la

li

sia

alla conser-

biano anche dei s bordinali alla condizione della

morte,

las-

non se ne debbe

al

in cui

vita, e si applica in

tutta la

Digitized by

Google

DEGLI EFFETTI DELLASSENZA ECC.


sua forza

il

fondamento della sua domanda (C.

il

1312).

art.

fondamento della domanda


reclamano un diritto competente a un
Ora,

299

principio che ogni attore deve provare

di

il

coloro che

individuo,

di-

pende dalla condizione della esistenza di costui e dalla


prova della sua sopravvivenza
il

diritto di cui si

tratta:

al tempo
dunque gli

nacque
devono

in cui

attori

provare che questa condizione adempiuta, poich la

non ne presume l'adempimento (Merlin, sulfr.


Toullier. 477, 478
DelDemolombe, Absence, 203
Mar1, 54
cad, sullart. 135 del C. C. fr.). La giurisprudenza
nostrale e straniera ha oggimai consacrato il principio che gli eredi presenti non sono obbligati a tener
conto di un coerede assente, la cui esistenza non
legge

vincourt,

riconosciuta al

momento

regola

che la

in cui si

apre la successione:

stessa, sia che si

la

sente presunto, o di
a

136 del C. C.

lart.

nome

diritti

notarsi la

frase

apersero

adottata dallarticolo 42

niuno ammesso a reclamare un diritto

persona di cui si ignora l'esistenza


alla

si

reclamati (Dalloz, Absence, 481).

da
*

as-

spetta

dellassente l'obbligo di

provare che questultimo esisteva quando


i

un

tratti di

un assente dichiarato: e che

colui che reclama in

in

Essa

nome

di

equivale

espressione dellart. 135 del Cod. Nap. che dice:

dont Tesistence ne sera pus reconnue. Questa


zione

disposi-

ha dato luogo ad alcune controversie, che sono

felicemente risolte dai commentatori Astengo e compagni nei termini seguenti:

nome

una persona, in
un diritto, devesi proquando quel diritto nato.
La legge non lo dice: quindi

Quando signori
della

quale

si

vare che

essa

Ma come

provarlo?

la esistenza di

reclama

esisteva

Digitized by

Google

LEZIONE

300

bisogna ammettere che

modi

prova

di

XVIII.

ammessi

parte.
il

leggi

tutti

di pro-

linterrogatorio della

Che cosa adunque succeder

Chi vorr invocare

disposto dellart. 42, interrogher laltra parte, sesia

o non sia vero che

che

di ritto

spondere,
stenza,

si

1'

assente esisteva quando nacque

reclama. L interrogato o ricuser di

rispondendo, ammetter

o,

lo negher,

primo caso
nei secondo

il

si

fatto

modo

a colui

stenza

158

122.

al
.

assoluto,

quale

entrambi,

in

e pi

serie. In

nel

ad

sostanza,

la

resistenza dellassente sia pro-

ma

che

importa

di

provata rimpetto

sia

escludere

questa

esi-

(Demolombe, Absence, 200 e seg. Zachariae


Plassman, 1, 327-332
Mourlon, I, 481 e seg ).

Condizioni di chi surroga lassente nel


godimento dei diritti aperti in suo favore.
Quali sono gli

effetti

degli

articoli

42 e 43? La

legge ha stabilite alcune differenze non lievi fra

che lassente possedeva


zione o delle sue

che

cio,

legge:

come sempre,

ricorrer,

si

legge vuole, non che


vata in

come ammesso:

prova voluta dalla

altre prove pi positive

esi-

d ignorarlo. Nel

avr

si

avr per accertato:

terzo caso finalmente

fatto della

il

il

ri-

dichiarer

dedotto

casi si avr la

questi

1,

nostre

dalle

cedura. Fra queste prove vha

con

provare

possa

si

si

al

momento

ultime

notizie,

aprono a suo profitto durante

Finch

dura

la presunzione,

beni

della sua dispari-

la

diritti
la

eventuali

sua assenza.

legge

provvede

dellassente.

buona amministrazione del patrimonio


Non se non dopo tre o sei anni, dopo

inchiesta

pubblicazione,

soltanto

alla

che

li

confida,

titolo

Digitized by

Google

DEGLI EFFETTI DELLASSENZA ECC.

301

temporaneo, asuoi eredi presuntivi; questa immissione

non ha per luogo


sta
si

di pien diritto

ma

in

sente, quelli che sono chiamati a

dev essere chie-

e pronunciata da una sentenza.

tratta di diritti eventuali aperti

Invece,

quando

profitto

dellas-

raccoglierli

sua

in

vece, ne sono investiti di pien diritto, immediatamente,

senza inchiesta o pubblicazione.

temporaneo

Gli immessi nel possesso

sono

sog-

getti a certe condizioni prescritte nellinteresse dellas-

cauzione,

ritorno e cosi danno


una porzione dei frutti, ecc. La
alcuna misura conservato-

previsione del suo

sente e in

serbano

legge invece non richiede


ria

dei

che

diritti

sente dopo

la

si

sono

aperti

favore dellas-

disparizione. Coloro che ne

sua

sono

provvisoriamente investiti in sua vece non sono sotto-

messi n allobbligo della cauzione, n a quella della


riserva;

ma

solo

dellinventario

allobbligo

dei beni

mobili e della descrizione dei beni immobili (art. 43).


Quegli che hanno ottenuto
dei beni dellassente

come beni

loro

li

il

possesso temporaneo

tengono, non gi a proprio

spettanti,

ma

nome

e per

nome
conto

non possono prescriversi per alcun


qualunque epoca ritorni,
anche dopo trenta o quarant anni , pu sempre esiBen diversa la congere la restituzione dei beni.

dellassente; cosi

lasso di tempo: lassente, a

dizione di coloro che ottengono, in luogo dellassente,


i

diritti

eventuali aperti in suo favore dopo la sua di-

sparizione: essi

li

possiedono a proprio nome, per loro

conto personale, in qualit di


loro spettanti. Cosi possono

per prescrizione, secondo

il

lo dichiara in termini formali:


articoli

proprietari,

acquistarne
diritto

42 e 43 non pregiudicano

la

comune.

come

beni

propriet
Lart.

le disposizioni

la petizione di

44

degli
ere-

Digitized

by

Google

LEZIONE

302

dit,

a suoi rappresentanti,

non
lito

XVIII.

che spettassero

gli altri diritti

per

la

prescrizione

La conclusione

allassente od

od aventi causa:

estinguono se non dopo decorso

si

questi

diritti

il

tempo

stabi-

diritti

even-

dunque evidente:

tuali aperti a vantaggio dellassente

sono

devoluti

coloro che sono chiamati a raccogliergli in sua vece:

ma

questa

devoluzione

provvisoria: quelli

non

attribuzione

rottengono

che

sotto la condizione risolutiva del

sono

che

proprietari

ritorno dell'assente.

Nondimeno, questa condizione risolutiva si verifica alprima del tempo sta-

lora solo che l'assente ritorna


bilito

per la previsione.

ritorno, la petizione di

altri

eredit, e

aperte in suo

fossero
a

In

termini,

le

favore, c che

del

spettano

suoi rappresentanti od aventi causa;

bisogna

dunque che

sotto pena di

utile,

sia

ma

decadenza:

esercitato
la

si

a lui.
diritto

il

prescri-

in

non

legge

suo

che

ragioni

di petizione o di rivendicazione' soggetto a


zione;

legge

la

riserva, contro chi di diritto, e pel caso

gli

tempo
fa

in

questo caso eccezione alcuna.

Unultima differenza fra


nel possesso

immessione

gli effetti della

temporaneo dei beni dellassente e

quelli

dellapertura di diritti eventuali in suo favore questa:

che

primi, restituendo

beni amministrati, non

ritengono per s che una porzione dei frutti che hanno


percepiti: invece coloro

che hanno raccolto, in vece

lassente, la successione

tosi in

suo favore, conservano

a lui
quelli

la

totalit

dei

del-

aperfrutti

buona fede. Lart 45 fornon si presenta, o le azioni


competenti non sono promosse in suo nome,
che hanno raccolta la successione, non sono

che hanno percepiti


male:

o qualsiasi altro diritto

in

finche lassente

Digitized by

Google

DEGLI EFFETTI DELLASSENZA ECC.


obligati a restituire

percepiti

frutti

303

buona

in

fede,

quando anche non li avessero ancora consumali. Veramente 1 art. 45 parla soltanto dei frulli di una successione: ma prevedendo specialmente questo caso, non
ha voluto derogare nel resto, a questa regola di

comune, che

ritto

Ha voluto

applica quindi a tutti gli altri

si

stabilir bene

soltanto

romano, secondo

ritto

quale,

il

di-

diritti.

la differenza dal di-

possessore

il

una

di

successione, restituendola, doveva nel tempo stesso rei


frutti che non fossero ancora consumati. Si
non domino, quem dominum crediderit, bona
vel ex alia justa causa acceperit.

stituire

quis a
fide

fundtim emerit,

placuit fructus

quos percepit

dominus supervenerit
ab

eo

sessore sar di
i

fruiti

et

Si posteri

esse

vindicet , de fructibus

percepiti

agere

ancora

esistenti

altres lequivalente di quelli

Ma

ejus

fundum

non potest. Se per il posmala fede, dovr restituire non solo

consumptis

ma

natura,

in

che avr consumati.

mala fede non comincier gi, come nel diritto romano, da quando il possessore sapr di non essere proprietario, quantunque non si sia proposta azione,
la

contro di

lui

(L. 20, 6, 11, de her.

pet .);

bens

giorno -della domanda giudiziale (Comb. articoli


702, 703, 933). Si

secondo

la

quale

tutto ci che

essa

fa

dunque eecezione

ogni

universalit

produce

I,

488 e

scg.

dal

701,

regola,

accresce

di

fructus augent haeredi-

De Molly, 640
Demolombe, 214 e seg.).

totem). (Merlin, Repert. absent, 45

Mourlon,

si

alla

Digitized by

Googte

LEZIONE

304

Diritto di

123.

XVIII.

rappresentazione

circa le ragioni eventuali dellassente.


Quale lestensione del
zione?

Tutti sanno

troversie di luogo
sente,

il

ammesso

sia

presentazione.

Il

cate, disponendo

avea adottata

che

rappresenta-

quesito se, in mancanza dell'as-

a favore dei suoi

nostro Codice

sto diritto (art. 43).

di

diritto

a quali lunghe ed ardenti con-

in

il

rap-

di

diritto

ha saviamente tron.

le

ogni caso rimanga salvo que-

Anche

il

Codice Alberiino

100)

(art.

che del resto avea

questa soluzione,

in suo favore lautorit dei pi eminenti giurisconsulti


e,

ci che importa assai di

pi,

generai

principii

di diritto.

Si chiesto quale sia lestensione

rappresentazione,

se

le

regole

del

diritto di

sancite

dagli arti-

colo 729 e seg. sono applicabili a coloro che sono chia-

mati a rappresentare un assente. La


tiva

risposta afferma-

non pu essere dubbia.


la controversia rimanga viva sotto

Che

comprende;

Napoleone,

si

lutamente

impossibile,

ma

ove

sotto
si

il

nostro

il

combinino

Codice

asso-

gli

43 e 734. Ecco il disposto di questo secondo


colo: non si rappresentano le persone viventi;
coli

cetto che

che

si

tratti di

arti-

arti-

ec-

Ora noto
Codice Napoleone

persone assenti

corrispondente art. 744 del


non contiene questa eccezione. poi da notare che
il nostro art. 734 non apporta
restrizione alcuna al
diritto di rappresentazione quando si tratta di un
il

assente.

*'

Digitized by

Google

DEGLI EFFETTI DELLASSENZA ECC.

in. Diritto dellassente


di

cui
a constare resistenza.

305

venga

Quali sono
i

diritti

dellassente

che ricompare,

(dativamente alle cagioni eventuali


che gli possono com0, in altri termini, gli atti di
amministrazione

petere ?
e di

disposizione

fatti

da quelli

che hanno raccolto

una successione invece dellassente,


possono
nirgli opposti quando
esso ritorna e si
la

dell

essi

ve-

fa restituire
alienazioni e le ipoteche consentite
erede apparente, sono esse valide
circa lerede

successione
?
1.

Le

che ha fatto riconoscere i suoi diritti?


Nel diiitto francese tuttora viva la
controversia.
nostro Codice lha sciolta collart. 933.
Dopo
aver3.dichiarato che leffetto
dellaccettazione
'ero,

2.

Il

risale al

giorno in cui si aperta

la successione, fa

questo

principio le eccezioni seguenti:

pr

Sono sempre

effetto di

salvi

diritti acquistati dai terzi

convenzioni a

titolo

oneroso,

fatte di

buona fede collerede apparente.

dell

Se questi ha alienato

in

buona fede una cosa

eredit, soltanto obbligato

a restituirne il prezzo
o a cedere la sua azione contro il comprache non lo avesse ancora pagato.
Lerede
apparente di buona fede non tenuto

ricevuto,
tore

alla

restituzione dei frutti, se non dal giorno


della
seg., 933 e seg.).
Onde'^are allassente od a suoi rappresentanti od
Denti ausfe, i mezzi di conoscere quali sono
le alie-

lomandf$udiziale (43 e

azioni fatte dei

co
jod.

beni componenti la successione,

larti-

43, con utile innovazione attinta all art. 100 del


Albertino, esige che coloro ai quali, in mancanza
Sabebo, Vol.

i.

20

Digitized by

Google

LEZIONE

306

XVIII.

dellassente, devoluta la successione, facciano procedere

ad un inventario dei mobili ed

alla

descrizione degli

immobili.
105.

Effetti dellassenza

sul matrimonio dellassente.


Linfluenza esercitata dallassenza sul matrimonio

pu essere considerata sotto tre


scioglierlo

se possa annullare

nio del conjuge dellassente:

quando,

alla potest maritale:

aspetti:
il

se possa

secondo matrimo-

se metta termine, e

come

regoli la con-

dizione dei beni, nei rapporti fra marito e moglie.

Esaminando la prima delle tre quistioni indicate,


vediamo tosto che essa non pu avere se non una
soluzione

assolutamente negativa. Lincertezza della

morte dellassente non basta mai per opematrimonio, il quale non si


scioglie che colla morte di uno dei conjugi (art. 148).
Fra i documenti che gli sposi devono presentare alluffivita o della

rare lo scioglimento del

cio dello

stato

sono

civile vi

di

gli atti

morte, o le

sentenze che provino lo scioglimento o la nullit dei


precedenti loro matrimoni (79). Quale di questi documenti potr presentare il conjuge dell assente ? Nessuno. D altra parte, poniamo che la dichiarazione di

assenza sciogliesse

il

sar egli provvisorio o

matrimonio.

monio

sotto

Lo scioglimento

definitivo? Se

accorder ad un conjuge

il

provvisorio, si

diritto di contrarre matri-

una condizione risolutiva

lettera c lo spirito delle nostre leggi

e pi contro la

se definitivo, si

il conjuge asmatrimonio dellassente

priva irevocabilmente e arbitrariamente


sente della sua qualit.

dunque sempre valido


glie

che con

la

Il

indissolubile,

non

si

scio-

morte.

Digitized

by

Googte

DEGLI EFFETTI DELLASSENZA ECC.

Ma pu avvenire che
e che

sia delusa,

trarre

il

la

proibizione

307
della legge

conjuge dellassente riesca a con-

un secondo matrimonio. Sar annullato? A

risponde

ci

secondo capitolo dellart. 113, secondo il


matrimonio contratto dal conjuge dellassente non pu essere impugnato finch dura lassenza .
Questa disposizione ha dato luogo in Francia ed
in Italia alle pi vive controversie. La Commissione
incaricata di proporre le modificazioni di coordinaquale

il

il

mento delle disposizioni

del Codice civile italiano port

che nei vari pro-

la sua attenzione su questo articolo,

getti era concepito in termini presso che uguali a quelli

139 del C. Nap. Esso disponeva infatti che il


matrimonio contratto dal conjuge di un assente non

dellart.

pu essere impugnato

se

non dallassente

stesso, o

da

un suo procuratore speciale, munito della prova della


. Un commissario espresse il timore che

sua esistenza

questa disposizione fosse dostacolo allazione pubblca

che

il

Pubblico Ministero

nellinteresse

parole

sociale;

in caso di bigamia

come

intendesse

propose che

si

di

promuovere,

aggiungessero le

salva sempre lazione del Publico Ministero

Ma

tale

proposta fu declinata

superflua, poich lazione penale indipendente

dall azione civile,

per cui

il

Pubblico Ministero non

potrebbe trovare ostacolo nella disposizione

dellarti-

avendo sempre facolt di agire per reato


di bigamia, la quale, quando venga accertata, ha evidentemente per conseguenza di render nullo il matri.
colo 213,

monio, perch

si

sar constatata lesistenza dell impedi,

mento dirimente di

cui allart. 56 del Codice. In seguito

larticolo fu corretto, eridotto alla

ondech,

in

forma che ora ha:

qualunque modo cessi lassenza,

diritto d impugnare

il

si

apre

il

matrimonio in favore delle per-

Digitized by

Google

308

LEZIONE

sone
l

cui

assente

riconosce

lo

XVIII.

legge.

la

Per

cui,

anche
pure le

se

reduce volesse rimanere inattivo,

persone interessate, e lo

Pubblico

stesso

Ministero,

la nullit; non sarebbero


non coloro che agiscono per motivi privati
pecuniarii. Tale il senso del secondo capoverso
dellart. 113 quale venne finalmente compilato: per cui,
finch dura l'assenza, nessuno ha diritto di chiedere lo
scoglimento del secondo matrimonio, neppure quelli
che lo hanno contratto. Che se lassente viene a morire

avrebbero diritto di provocare

esclusi se

la

sua morte, mettendo termine ad ogni azione civile

o penale, consolida in

modo

illegalmente compiuto.

d'Etat,
slatif'

della

V.

II,

485

Demolombe

definitivo

il

matrimonio

verbaux du Conseil
Huguet, Rapport au Corps legi( Procs

Absence, 177.

Processi verbali

Commissione italiana di coordinazione,


Quali sono

gli effetti

potest maritale?

mantenuto

il

Il

4. 9).

dellassenza del marito sulla

nostro Codice,

come

noto,

sistema dellautorizzazione maritale,

ha
per

donne che eccedono la semplice amministrazione (art. 134). Ma, come vedremo pi innanzi,
ne ha ristretto alquanto gli effetti, sia consentendo
gli atti delle

al

marito la facolt di dare alla moglie lautorizzazione

in generale,

sia

delle circostanze
lart.

135 dispone

aumentando
in

infatti

il

numero

valore

il

non necessaria; e
che quando il marito assente

cui

questa

cessa linterdizione sancita dallart. 134.

da

osservarsi che r art. 135, non

distingue

fra

deve
argomentarsi che il suo dispostosi applica egualmente
nei due periodi dellassenza; infatti, quando ha voluto
distinguere, lo ha fatto (articoli 46, 1441). Daltra
parte, quando il marito assente, come potr la moassenza presunta e assenza

dichiarata,

per

cui

Digitized by

Google

DEGLI EFFETTI DELLASSENZA ECC.

da

glie ottenere

lui lautorizzazione?

ticolo 136 indica tassativamente

309

Siccome poi

lar-

casi nei quali allau-

torizzazione maritale pu supplire la giudiziale, e fra

queste non indicata

n lassenza,

dimpossibilit per parte del marito,

altro

motivo

ne segue che

la

semplice assenza presunta basta a sciogliere su questo

punto

la potest maritale.

Abbiamo

poi

questa opinione un argomento decisivo,


lart.

46,

il

quale deferisce

alla

madre

in favore di

fornitoci dalla

patria po-

quando lassenza sia solamente


presunta; ora, secondo lart. 220, la madre non assume
la patria potest se non quando il padre morto o nella
impossibilit di esercitarla. Perch lassenza presunta
non avr gli stessi effetti della potest maritale? Lanatest pei figli minori,

logia di tutta evidenza.

Resta

da

ora

osservare

quali

dellassenza sui beni dei conjugi.

presunta,
forza.

4.

in

tilolo di

lassenza

diritto

di

gli

dichiarata,

da

famiglia e

>

3.

effetti

conjuge
spetta:

matrimoniali; 2. per

ove occorra, una pensione

determinarsi
lentit

il

esigere ci che gli

delle convenzioni

successione;

alimentaria
della

ha

forza

sono

Finch lassenza

contratto di matrimonio conservala sua

il

Ma quando

dellassente

del

secondo

la

condizione

patrimonio dellassente;

comunione (art. 26, 4441).


Finch dura per la comunione, se lassente il
marito, la moglie adempie validamente tutte le attribuzioni che la legge conferisce al marito (articoli
136 4438 e seg.).

4. lo

scioglimento della

Digitized by

Google

LEZIONE

310

126.

XVIII.

Effetti dellassenza sulla tutela

dei
Venne

figli

gi

avvertito

dallesercizio

che,

minore,

lasci tgli in et

o cura

minori dellassente.

della potest

quando

lassente presunto

ove

madre

loro

la

patria, in

investita

conformit del-

madre,

non

succede cambiamento alcuno nella condizione dei

figli;

220. Cosi,

lart.

lassente

la

solamente, per contrarre matrimonio non hanno bisogno

che dellunico consenso del padre


invece del padre

L assenza

(art. 55).

passare di pien diritto sotto la

fa

li

potest della madre,

la

quale ha quindi su di essi

420 e seguenti.
Ma pu avvenire, quando si verifica la presunzione
di assenza, che la madre non sia vivente:
o che
essa muoia prima che lassenza sia dichiarata:
o
diritti regolati dagli articoli

si

trovi nella impossibilit di esercitare la

test.

Ove

egualmente

abbia luogo uno di questi casi (preveduti

dellart.

ripetizione), allora

da

farsi in tale

allart.

47 e

la

tutela.

di cose,

il

che ne una

dallart. 241,

apre

si

stato

244, secondo

di tutore

patria po-

quale

l'art.

la

Nel regolare

47

tutela,

si

in

il

riferisce

mancanza

nominato dal genitore, deferita allavo pamancanza allavo materno. La sola

terno, ed in sua

differenza che vi fra

che

gli

ascendenti non

il

disposto dei

ricevono la

due
tutela

articoli

dei

figli

minori dell'assente dalla legge, bens dal consiglio di


famiglia.

Ove

deferita ad

poi manchino gli ascendenti, la tutela


un tutore temporaneo, il quale per

soggetto a tutti

doveri che nascono dalla tutela

or-

dinaria e permanente.

<

Digitized by

Google

LEZIONE XIX.
DELLA PARENTELA, DELLAFFINIT E BELLE PRINCIPALI
CONSEGUENZE GIURIDICHE CHE NE DERIVANO.

Motivi del

127.

titolo della

parentela e

dellaffinit.
In nessuno dei Codici moderni che hanno preso .a
modello il Codice Napoleone si trova un titolo analogo
al quarto del primo libro del nostro Codice; perch
in tutte le regole che riguardano la parentela e laffinit, e che determinanano la computazione civile dei
vari gradi, sono state collocate nel titolo delle successioni.

Codice austriaco, con assai maggiore oppor-

Il

tunit, regola questa materia nel primo

capitolo, in

cui tratta dei diritti che si riferiscono alle

qualit e

relazioni personali (articoli 40, 41, 42).


Gli autori del nostro Codice
il

luogo

pi

acconcio

hanno creduto dare

questo

titolo,

collocandolo

prima del matrimonio, e dopo lassenza:


errore; perch anche
certo

numero

di

il

ma

fu

titolo dellassenza implica

quistioni

strettamente

diversi gradi di parentela che legano gli

un
un

connesse coi

immessi nel

possesso temporaneo nei beni dellassente con lassente

medesimo

(articoli 26, 29, 30, 31). In ogni

modo,

il

titolo

quarto sempre stato una lodevole innovazione,

come

quello che raccoglie in pochi articoli ed in luogo

parentela e della

distinto

affinit,

da cui scaturiscono doveri e

principii

regolatori della

diritti speciali.

Digitized

by

Googte

LEZIONE XIX.

312

per evidente che

linnovazione sarebbe stata


completa e pi razionale, se in questo titolo si

pi

fossero

raccolte

regole

tutte le

pi

essenziali

sulla

parentela e suHaflnit, o, per parlare pi esattamente,


sul diritto di famiglia.

per disporvi

cio

con

luogo era veramente

Il

brevit e precisione

acconconse-

le

guenze giuridiche tanto della parentela come dell


poteva

Si

nit.

parentela
e

civile

ladottiva:

fare

si

la

voluta

distinzione

la

naturale,

potevano

parentela

la

sopratutto

affi-

fra

la

legale

riassumere

in

che concernono il diritto e


dovere degli alimenti, regole che ora sono sparse in
mille parti diverse del Codice (articoli 133, 138, UH.
questo titolo le regole

186 e

5, ecc.).

Sarebbe

tare in questo titolo le

il

stato parimente logico traspor-

norme

direttive del diritto

rappresentazione, materia essenzialmente di diritto

mestico come quella che

trae

tutta

la

sua

ragion

dessere dalle leggi ordinative della famiglia civile.

poteva, in una parola, fare

completo della parentela e


Gli autori del Codice
via. Io

fedele

credo

si

nondimeno

piuttosto

di questo titolo

di

do-

Si

Codice

il

deHalfnit.

sono invece fermati a mezza

che

sia utile

alla logica delle

tenermi
testo

non solo

trat-

preciso del titolo; e in questa lezione

ter della parentela e dellaffiqit,

cosa

materie che al

ma

riassumer

al-

tres le principali conseguenze giuridiche che ne deri-

vano, lasciandone lulteriore sviluppo ai titoli speciali nei quali esse sono pi ampiamente regolate.
128.

Della parentela in generale.

Nel linguaggio comune col vocabolo di parentela


sintende non solo la parentela propriamente detta.

Digitized by

Google

DELLA PARENTELA, DELLAFFINIT, ECC.

ma

altres raffinila nei diversi suoi gradi.

313

Ma

nel

lin-

guaggio giuridico sono due cose perfettamente distinte:


la parentela

il

vincolo stabilito, sia dalla natura fra

persone che discendono da una stessa stirpe

le

('arti-

colo 48), sia dal solo effetto della legge, per esempio

210 e seg.). Laffinit


vincolo che lega un conjuge ai parenti

fra ladottante e

invece

il

ladottato (art.

dellaltro conjuge (art. 52).


3.

La parentela

stinti:
4.

la

l.

si

pu dividere in quattro ordini diun tempo naturale e civile:

parentela ad

ed la parentela legittima, quella,

non solo dai vincoli del sangue,

ma

cio,

che deriva

altresi dalla con-

formit alle norme dello stato civile; 2.

la

parentela

esclusivamente civile: quella che deriva dalladozione,


la

parentela imperfettamente legale, che risulta dal

riconoscimento di un

la

figlio

nato fuori del matrimonio;

parentela semplicemente naturale, che un fatto,

non un

diritto, e

genitori e la

che non produce

effetti

prole illegittima che non

legali fra

hanno ricono-

sciuta o che non possono riconoscere.

Linsieme delle persone discendenti da un autore

comune forma

la famiglia: appellatur

L. 195. D. de verb.

sign.

ab ejusdem ultimi genitoris

Ogni

figlio

crea dei
tore,

il

familia, dice la

plurimum personarutn quae


sanguine proficiscuntur.

che contrae un nuovo matrimonio e pro-

forma una nuova famiglia di cui lautronco comune; nondimeno egli continua ad
figli,

essere della famiglia di suo padre, del suo avo, e cosi


di

seguito; di guisa che ogni

compresa
terza, ec.
si

in

famiglia particolare e

una seconda famiglia,

La cerchia

della parentela

si

una

questa

in

allarga,

ma non

rompe.
Il

vocabolo parente viene dal latino parere, gene-

Digitized

by

Google

LEZIONE

314
rare:

Roma,

suo

nel

a poco

1.

mano

si

nell

suo

il

ultimo periodo del diritto ro-

tutte le persone

applica a

le lnstitutiones.

vocabolo perdette

per questo

senso primitivo: e

primitivo, significava

parentum, dicono

gli ascendenti: tutela

A poco

XIX.

senso

unite dal vincolo

del sangue.
diritto

Il

romano

tre specie

distingueva

pa-

di

rentela:

La cognazione,

quale, presa in.

la

2.
generale,
esprimeva la parentela naturale,

un senso

ma

in

un

senso pi ristretto, comprendeva la parentela per parte

donne:

delle

di

diritto

per non dava origine ad alcun

questa

cos la legge delle dodici

famiglia:

non menziona

cognati fra

dere. Solamente pi tardi

su questo punto

mente

Tavole

parenti chiamati a succe-

il

mitig

diritto pretoriano

rigore del diritto quiritario.

il

L agnazione: questa sola costituisce giuridica-

ed distinta da due caratteri essen-

la famiglia,

ziali, la

discendenza per via dei maschi, e la potest

patria: sunt autern agnati , per virilis

sexus personas

cognatione juncti, quasi a patre cognati, velati frater


eodern patre

patrum

Ma

natus fratris filius, neposve ex eo,

et

patrui

ci che

forma

la potest

filius , et
il

itern

nepos ex eo (Gajo, 1, 152).

carattere essenziale dell agnazione

patria: agnato soltanto colpi

che vi

soggetto: chi ne esce, cessa di esserlo. Cos sono agnati


nati da giuste nozze, sono perci

non solo coloro che,


soggetti

alla

patria

ma

potest,

capo introduca nella famiglia


rogazione

zione, emancipando

Gurard

( Essai

225) fa derivare

il

coll

pu spezzare

cos egli
i

suoi

sur

anche coloro cui

il

adozione o collaril

vincolo dellagna-

figli.

le

droit priv des

Romains

vocabolo familia da fami,

parola

Digitized

by

Google

DELLA PARENTELA, DELLAFFINIT, ECO.


che significava schiavo: e

osca,

se esatta,

morte

Alla

bene

indica

ricomincia per s una


sar

ma

capo:

il

zione

Storia

del padre ogni figlio

(U1 piano,

famiglia

patria po-

Romana,

diviene

I, 2, 5).
sui juris, e

di cui, a

non ispezza

ci

L. 195, D. de

315

etimologia,

lestensione della

Roma (Mommsen,

test a

questa

sua

vincoli

volta,

di agna-

verb. signif.). L'agna-

zione pu dunque essere definita : - l insieme delle


persone che sono state o hanno potuto essere sottoal medesimo capo (Laferrire, Histoire du droit,

messe
I,

80. Dalloz, T. 25, p. 27).

La parola famiglia aveva

inoltre varii sensi; essa abbracciava

familiae appellalo
filii

continentur

anche

gli schiavi:

omnes servos comprehendit, sed et


(Ulpiano, L. 195, de verb. signif.).
sia la riunione di tutti parenti ma-

Esprimeva pure,

schi,
sia linsieme delle diverse famiglie, che sarebbero state sotto la potest dello stesso capo, se vivesse ancora, qui ex eadem domo et gente proditi
sunt (Ulpiano, eod. loc.)
sia tutto un corpo di co-

gnazione (Idem)

mente a

Il

vocabolo famiglia serviva

final-

significare

tutti i beni,
tutto il patrimonio
adgnatus proximus familiam habeto ( Legge
Dodici Tavole , tav. V. 4, Ulp. Reg. XXV, ast. 1,

del capo:
delle

Paolo, sent.

e seg.
3.

IV.,

Dalloz,
La

3
Gajo, Inst. comm. I, 155
25 pag. 27, Gurard, 217).
una terza specie di parentela, e,

7, 8,

voi.

gentilit era

per meglio dire, di aggregazione civile. Secondo le DoTavole, in mancanza di agnati passava ai gentili:

dici
si

agnatus nec escit

(o

nec eritf), fune gentilis

liam nancitor (Tav. V, 5).

Gli

storici e

fami-

giuriscon-

sonosi adoperati con molta cura per conoscere


questo diritto di gentilit, che, sebbene caduto in
sulti

disuso

sotto

gli

Imperatori,

pare

nondimeno abbia

Digitized by

Google

310

LEZIONE

XIX.

avuto una certa importanza nei primi periodi


ritto

romano (Eineccio, Ant. rom.

3,

del

St.

p.

Instit.

II, p.

I,

di-

Gurard,

Blondeau,
212 Niebuhr,
rom. V.
T.
125. Laferrire,
78 e seg.).
p.

Nel diritto moderno nessuna di queste distinzioni

romane

tizio

rimasto

mantenuta; e dellordinamento

stata

solo

quel

tanto

le

disposizioni

parentela

principali

essa

il

con

le

Ecco

quali regolata

che

vincolo

agna-

che era necessario

a serbare lunit delle tradizioni o del nome.


lega

la

persone

le

che discendono da un autore comune; la legge per


non riconosce questo vincolo oltre il decimo grado
(ar

t.

48); la prossimit della

parentela

si

stabilisce

numero delle generazioni. Ciascuna generazione forma un grado (art. 49). La serie dei gradi
secondo

forma

il

la linea.

linea retta la serie dei gradi tra

persone che discendono

le

une

dalle

altre:

le

linea

che hanno
une dalle altre.

collaterale la serie dei gradi tra le persone

uno

stipite

comune, senza discendere

le

La linea retta si distingue in discendente ed


La prima lega lo stipite con quelli che ne
la

seconda una

scende

(art.

persona a coloro dai

ascendente.

discendono:

quali

essa

di-

50).

computano altrettanti gradi


quante sono le generazioni, non compreso lo stipite.
Nella linea collaterale, i gradi si computano dalle generazioni, salendo da uno dei parenti fino allo stipite
comune, e da questo discendendo allaltro parente, non
compreso parimente lo stipite (art. 51).
Come si vede, se non venne conservato lordinamento romano nella costituzione della famiglia, e
Nella

linea

retta si

nelle attribuzioni giuridiche

dimeno accettata

del suo

capo,

si

non-

la divisione e la definizione dei gradi

Digitized by

Google

DELLA. PARENTELA, DELLAFFINIT, EGC.

317

e la distinzione rispettiva dei vari elementi che com-

pongono

Tutto

domestica

societ

la

della

titolo

il

parentela e dellaffinit del nostro Codice stato pres-

soch estratto letteralmente dal titolo decimo del libro


trentesimo ottavo del Digesto, a cui bisogna ricorrere
per avere una completa teoria della parentela e della
affinit.

Appena occorre avvertire che


sono computati secondo

dal diritto canonico.

putazione canonica

il

gradi di parentela

diritto civile, diverso in ci

noto,

che nella com-

infatti,

gradi nella linea trasversale sono

diversamente contati: e ve ne sono


persone generate in una delle

tanti,

due

quante sono

linee,

comin-

ciando per dalla persona pi remota, quando

le linee

le

sono ineguali, e non compreso mai lo

stipite.

Della linea retta.

129.

La linea retta, abbiamo veduto, quella che


comprende una serie di persone che discendono luna
dallaltra, e

che

si

suddivide a sua volta

dente ed ascendente.
logia

vus;

5.

gradibus).

passano

romani

designare

discen-

in

una termino-

primi sei

gradi di

pater; 2. avus; 3. proavus; 4. aba-

l.

tutti
I

il

nomi

primi

proavo;

4.

nome

di

majores (L. 10,

usitati nella nostra lingua

quattro gradi: l.
il

trisavolo o

dire, anzi, che questultimo

avevano

atavus; 6. tritams; pi in s, gli ascendenti

portavano

3. il

per

particolare

ascendenti:

per da notarsi che

il

padre;

terzavolo:

nome

numero

il

D .de
oltre-

2. lavo;

si

pu

assai poco usato.

degli

raddoppiandosi ad ogni grado: due

7,

non

al

ascende

nti

va

primo, quattro

Digitized by

Google

LEZIONE XIX.

320

loro discendenti; 2. gli

denti; 3.

misurare

grado

il

loro discen-

parentela che lega fra loro due

di

comune

ascendenti che

tare

zie

loro discendenti. Per

bisogna cercare nella linea

collaterali

degli

le

zii,

prozi) le prozie, e

elta

a loro

il

utti,

primo
compu-

gradi che dalluno di essi salgono Uno a quel-

lascendente, e quelli che da lui discendono sino all'al-

computare i gradi che v


dobbiamo risalire da luno di
essi al padre e discendere all'altro; e troviamo due
gradi: il primo, che ascende da un fratello al padre;
Cosi, per

tro, e addizionarli.

sono

il

due

tra

fratelli

secondo che discende dal padre

fra

uno

zio e

il

suo, avete

il

di

terzo grado di pa-

padre

primo grado: risalite a C, avo suo, e padre

e di D,

fratello

il

Risalite da A, stipite, a B,

rentela trasversale.

di

Cosi

allaltro fratello.

nipote abbiamo

secondo grado; scendete a D,

avete

il

dello

zio

stipite,

ed eccovi

il

terzo

grado. Fra due cugini germani, vi sono quattro gradi

due che dalluno di essi salgono allavo comune, e due


che da questo scendono allaltro cugino.
Il primo posto fra i collaterali appartiene dunque
ai fratelli e alle sorelle

ed

ai loro

parole fratelli e sorelle

sono

loro che nascono

stesso

madre,

ma

anche

dallo
figli

fratelli e sorelle

padre
che

germani; sono

Colle

non solo co-

stessa

dalla

che hanno comune

genitore: con questa differenza,

mano

discendenti.

significali

primi

fratelli

un

solo

si

chisk-

e sorelle

consaguinei, quelli che nascono dallo stesso padre,

non dalla stessa madre;

comune solamente
recano alcuni

la

uterini

quelli

ma

hanno

madre. Queste diverse condizioni

effetti legali;

l.

nella tutela; le sorelle

germane non maritate possono essere


telli

che

tutrici

dei fra-

e sorelle minori (art. 2G8); 2. nella parte di suc-

Digitized by

Googl

DELLA PARENTELA, DELLAFFINIT, ECC.

Come

anche esso, perch rappresenta una generanon compreso nella computazione dei

un grado

tuttavia

zione,

ascendente e discendente. Sicch, ove

gradi della linea


si

computassero complessivamente
nella tavola precedente,

tenuti

diversi gradi, con-

avrebbero nel totale

si

gradi, essendo sette le generazioni ivi contem-

sette

scendendo

plate,

per

negli

retta

il

proavo

dal

effetti

esclude

il

Siccome

pronipote.

al

che produce

pi prossimo

sione, ec.),
la

319

vede, lo stipite, sebbene in realt formi

si

parentela in linea

la

pi remoto

(succes-

discendenti precedono gli ascendenti, cosi

computazione distinta dei gradi una necessit.

Non

si

pu per

sufficienza della

altro a

meno

nostra lingua, la

di deplorare

in-

qua,le ci obbliga

nome di nipote tanto


figlio, come il figlio nato

chiamare collo stesso

il

che discende

dal fra-

dal

figlio

tello.

Non

applicate
terni si

necessario

avvertire che tutte

alla linea degli

applicano

cui la linea retta ascendentale,


si

le

regole

ascendenti e discendenti pa-

altres alla linea dei

come

materni; per

gi fu accennato,

accresce del doppio in ogni grado.

130.

Della linea collaterale.

La linea collaterale

la serie

dei

gradi tra

le

hanno uno stipite comune senza discenune dalle altre. In questa linea i gradi si computano dalle generazioni, salendo da uno dei parenti
fino allo stipite comune, e da questo discendendo fino

persone che

dere

le

allaltro

parente,

non compreso parimente

lo

stipite

(articoli 50, 51).


I

parenti collaterali sono: l.

fratelli e le sorelle e

Digitized by

Googl

LEZIONE XIX.

3'2'2

primo posto

Il

fra

parole fratelli e sorelle sono


loro che nascono

madre,

ma

anche

dallo
i

padre

stesso

fratelli e sorelle

non solo codalla

che hanno comune

figli

Colle

discendenti.

significati

genitore: con questa differenza,

mano

dunque

collaterali appartiene

e alle sorelle ed ai loro

ai fratelli

che

germani; sono

primi

stessa

un

solo

si

chia-

fratelli e sorelle

ma

consanguinei, quelli che nascono dallo stesso padre,

non dalla stessa madre; e uterini quelli che hanno


comune solamente la madre. Queste diverse condizioni
recano alcuni

effetti legali:

l.

nella tutela; le sorelle

germane non maritate possono essere


telli

dei fra-

tutrici

e sorelle minori (art. 268); 2. nella parte di suc-

cessione dei genitori: la quota dei fratelli consanguinei

ed uterini

minore

quella

di

dei

fratelli

germani

(articolo 740).

Le

sorelle sono generalmente

denominazione

comprese sotto la
a meno che non risulti chia-

di fratelli,

ramente, sia dallinsieme della frase nella quale venne

impiegata

la

documento,

parola fratelli,

sia

finalmente

disposizione da interpretarsi che

sorelle (L. 35, de Pactis.

L. 93, de Leg. 3.

Pothier

da

sia

dalla

stessa

famil. ercisc.

Donat.

fratelli

gradibus ) vi

romano

erano

(L.

nomi

diversi parenti collaterali


;

deno-

la

sorelle.

Nel diritto

patruus

V. Soeur).

per non sono mai compresi sotto

minazione di

et des test.

Gap. 7 reg. 21 Merlin, Questions de droit,


I

della

vollero escluse le

si

L. 38,

des

altro

qualsiasi

natura

I,

6 e

7.

materno

nome

di

de

ff.

indicare

lo zio paterno si

terna, imtestera, la zia materna.


il

L.

per

particolari

avunculus, lo zio

portavano volgarmente

7,

chiamava

amita, la zia paI

cugini germani

consobrini

ma.

Digitized by

Google

per

DELLA. PARENTELA, DELLAFFINIT, ECC.

323

due

fratelli

maggiore esattezza,

eugini

figli

(li

erano detti fratres patrueles , sorores patrueles,

due

di

sorelle,

consobrinae,

consobrini,

cugini

cugini

di fratello e sorella amitini, qmitinae.

Nessuna di

queste denominazioni passata nel nostro

linguaggio

figli

giuridico.

48 riduce

Lart.

parentela, che

decimo grado

al

18

legge toscana

la

gli

Napoleone c

Codice

il

moderni estendono fino

agosto 1814,

della

effetti

Codici

gli altri

dodicesimo.

al

che

noto

successioni,

sulle

aveva gi fissato questo limite, nel suo art. 26. Esten-

dendo

troppo

oltre

gli

parentela,

della

effetti

temuto di aprir ladito a complicazioni, a

materia di

ad incertezze, specialmente in

awiso per

A mio
cese;

era

preferibile

quale non devolve

il

non quando mancano parenti

se

Per

me

al

punto di vista tanto

nomico, ogni passaggio


un fatto cosi
finch vi

sono parenti

cui taluno

dodicesimo grado.

giuridico

come

allo

per alcuni

Dellaffinit.

il

vincolo tra un c oniuge

un

con

Laffinit

effetti,

nei

grado

coniuge,

alfine

non cessa per

la

morte,

anche senza prole, del coniuge dal quale


vocli

eco-

Stato

doversi evitare,

qualit sia incontestata.

la cui

parente

coniuge.

fran-

successioni,

parenti dellaltro coniuge. Nella linea e nel

dellaltro

successioni,

sistema
le

successione

di

Laffinit, dice lart. 52,


e

in

poco desiderabile, da

131.

in

il

allo Stato

si

pericoli, e

casi

deriva,

sal-

specialmente deter-

minati dalla legge.

Le disposizioni contenute
gono molte questioni alle

in questo articolo sciol-

quali avea

dato origine

il

Digitized

by

Google

LEZIONE XIX.

324

Codice Napoleone, che


se

non relativamente

al

non si occupava dell affinila


matrimonio civile ed allobbligo

Le principali

d prestazione degli alimenti (161 e seg.).

sono:

un coniuge siano

se gli affini di

dellaltro:

colo che non sia quello del matrimonio:

altres

affini

da

se laffinit possa derivare

allro vin-

se e

quando

finisce laffinit.

Che

un coniuge debbano

gli affini di

altres

affini

dal diritto

era

dell altro,

romano

(L. 4 ,

ff.

principio

de

grad.

ritenersi

per

accettato

gi
et

ad

fin.):

Pothier (du mariage, T. 3, p. 362), Domai ( Lois ciChap. 3) hanno sviluppato questo principio, fon-

viles,

dandosi su ci; che

il

matrimonio, facendo degli sposi

quasi una sola persona, una et eadem caro,

necessariamente ciascun coniuge alla

associa

dello

parentela

matrimonio solo ehe ha risultato


raffiniti: conjungendae adfin itati s causa fit et nuptiis
(L. eod). Ci sintende per in diritto civile: perch
le leggi canoniche riconoscono due specie di affinit;
allro. Infatti, dal

luna,

risultante dal

concubinato

(della

parlato pi oltre), e laltra, chiamata


esisteva fra la persona battezzata e

suoi

quale sar

spirituale,

che

padrino e

madrina.

Secondo

le

nostre leggi adunque

laffinit

sivamente limitata al vincolo fra un


renti dellaltro conjuge:

ma

gli affini del

gli affini

del

marito: adfinitas

pa-

marito non

divengono quelli della moglie, n quelli della


divengono

esclu-

conjuge e

moglie

adfinitatem

non generai. Un individuo pu dunque sposare la cognata di suo fratello; un padre sposar la suocera di
suo

figlio, ecc.

La seconda controversia troncata


quella che

sorse

dal

silenzio del

dallart.

52

Codice Napoleone

Digitized

by

Googte

DELLA PARENTELA, DELLAFFINIT, ECC.


possa

sulla quistione se lalTmit

che

matrimonio:

col

nascere

ma quando

la

legge

conjuge, dicono giustamente gli autori

elimina con ci

notalo,

non

di chi

non

monio
uno

nullo.

Il

la

lo sia

come nel concubicome nel matri-

produrre o non produrre

affinit

non

che la legge per eccezione

matrimonio nullo

buona fede,

di

legalmente,

di quelli effetti civili

attribuisce al

parla

del C. C. an-

evidentemente perfino lidea

sia assolutamente tale,

nato, o di chi

325

altrimenti

in cui sia intervenuta

perch questa, siccome pu esservi

sia

per un coniuge e non per un altro, sarebbe assurdo che


si

scindesse la qualit di affine

sia

perch

talvolta pi un onere che un vantaggio,

con questa

teorica

fine perch,

alla

non interessando

al

momento

sima, non sussistendo

sia in-

se siavi o

impedimenti

darebbe vita

in cui si

affinit

darebbe

mala fede;

di sapere

per altro che per gli

laffinit

monio,

un premio

si

no

al

matri-

alla

mede-

matrimonio dichiarato
come se non avesse
sussistito, non vi sarebbe alcun plausibile motivo
per fargli creare un impedimento cos grave.
Fin quando dura l' affinit? Nel diritto romano
durava solo quanto il matrimonio. Il diritto canonico
invece la fece vivere anche dopo che il matrimonio
nullo, ed anzi,

piu

il

considerandosi

mai

fosse sciolto.

Il

nostro

52

art.

diritto canonico: per cui la

adott

morte

il

sistema del

del conjuge da cui

deriva, anche avvenuta senza lasciar prole, continua a

produrre

suoi

effetti,

determinati dalla legge,


nella

circostanza

salvo alcuni casi specialmente

come

indicata

lobbligo degli alimenti

dallart.

52 e

il

diritto di

ricusazione di un giudice, nel caso contemplato dallo


art.

116 del Codice di procedura

Le regole

civile.

della parentela sulla linea retta e sulla

Digitized by

Google

326

LEZIONE

trasversale

applicano

si

non ne derivino
tra

li

chiamano

fanno

suocero,

parte

patrigno,

Secondo

il

gradus autern

matrigia,

privigm. Il
mogli di due

diritto

adfinitatis nulli

sunt.

TU

eod. 4,

D).

nostre leggi invece ciascuno affine ad un

le

conjuge nella linea e nel

grado in cui parente


essendovi generazioni

ben vero che non

laltro.

nella linea parentale,

non

si

di affinit: e in ci la legge

Ma

tamente.

il

nostro

cos

matrigna,

il

la

art.

si

nuova

tra loro in

consangui-

primo grado

parimente

lo

di

hanno propriamente gradi


romana si esprime esat52 computa i gradi di

figliastro affine in

cognati sono affini

al-

d a questa parola

appunto sui gradi di

fondandosi

affinit,

genert,

figliastra,

glos: le

persone nel senso ordinario che

neit:

socrus;

vitricus;

quelli

retta

(TU. D. de gradibus et ad/init.).


romano, laffinit non hs gradi:

fratelli, janitrices

Secondo

cognata,

lev ir: la

linea

suocera

socer;

gener; nuora, nurus;

nella

noverca; figliastro, privignus.

cognato

sebbene

allafinit,

medesime conseguenze. Cosi

le

che

affini

XIX-

altresi

col

colla

suocero; due

secondo

grado;

e via

dicendo.
132.

Effetti giuridici della parentela

e deirafQnit.
La parentela

hanno sempre prodotto


non poche conseguenze giu-

e laffinit

sotto tutte le legislazioni


ridiche, che ora

ed

gazioni

si

risolvono in diritti, ora in

oneri, ora

esaminar brevemente
condo

'

in

privilegi.

Imporla

obbli-

quindi

le principali, distinguendole,

che derivano dalle leggi

commerciali, dalle leggi

civili,

dalle

se-

leggi

penali e dalle leggi ammini-

strative.

Digitzed by

Google

DELLA. PARENTELA, DELLAFFINIT, ECC.

le

327

doveri risultanti dalla parentela secondo

I diritti e

leggi civili.

pi

Il

importante dei

che deri-

diritti

vano dalla parentela e dairalnit quello della successione: cos lart. 721 devolve la successione legittima
ai

discendenti legittimi, agli ascendenti, ai collaterali,

naturali ed al conjuge nellordine ulteriormente

ai figli

determinato. Altri .articoli (729 e seg., 736 e seg., 743

753 e seg.

e seg.,
diritti

764 e seg. 805 e seg.)

regolano

doveri rispettivi che la parentela e

laffinit

impongono ai successori ed ai testatori. Fra gli altri diritti


che crea la parentela, abbiamo la patria potest (art. 220
con

e seg.)
(art.

al

tutti

suoi

matrimonio

matrimonio
104 e

(art.

(art.

82 e

(art.

seg.):

di correzione

effetti: diritto

222): usufrutto legale

sentire al

(art.

63 e

228): diritto di con-

seg.): di fare opposizione

seg,):' di

domandarne

sunzione e la dichiarazione dassenza, e di


la

domandare

immessione nel possesso temporaneo dei beni del


20 e seg.) l interdizione di un infermo

lassente (art.
di

la nullit

diritto di far pronunciare la pre-

il

mente

ticolo
effetti

essere

(art.

339).

anche

320)

inabilitazione del

La parentela
sull

pronunciato

prodigo (ar-

e laffinit producono

personale,

arresto

contro

il

il

loro

quale non pu

debitore a profitto del

conjuge, degli ascendenti, discendenti dei fratelli e delle


sorelle, degli affini nello stesso

(2098), n

Fra
rentela e
tarsi:

seg.

l.

grado, delli

simultaneamente contro

gli obblighi

dalla

affinit in

quello

186, 187,

degli

zii

e nipoti

due conjugi (2099).

principali che

nascono dalla pa-

materia civile sono da no-

alimenti

(articoli

133, 139 e

193, 211, 752, 1415, 1956); la legge

riparo della pignorazione gli alimenti

stessa

mette

(C. di

proc. civ. articoli 586, 592); 2. lobbligo di ac-

al

cettar la tutela e la cura, e di far parte del consiglio

Digitzed by

Google

'

328

LEZIONE XIX.

di famiglia o di tutela (art. 2-41'e seg.);

3. la respon-

che pesa sui genitori pel fatto dei

sabilit

figli minori

1453).

(art.

Ma

gli effetti della

soprattutto

parentela e dellaffinit appaiouo

proibizioni

nelle

incompatibilit

nelle

che ne derivano. Per non parlare che di quelle


lite

matrimonio,
civile

gradi

fra

di pa-

ostacolo

pu citare

2.

del

dilicata

mettono

che

naturale

facolt di contrarre matrimonio. Si


la

pi

la

55 e seg. enumerano

tutte. Gli articoli

rentela

importante,

pi

la

stabi-

materia

dal Codice civile, basta accennare la

alla

anche

disposizione dellart. 7 del decreto sullordinamento


stato

dello
tolo

(emanato

civile,

libro

del

lufficiale

dello

stato

quale

3. nei
gli atti

esso, o

quali

linea retta, in

complemento

Codice

12 del l.

non pu
suoi parenti ed
civile

qualunque grado, o

del

ti-

secondo

civile)

il

ricevere
affini

in

in linea collaterale

secondo intervengono come dichiaranti.

fino al

Effetti della

merciali.

gli affini

parentela risultanti dalle leggi

Secondo

sono essere

il

del fallito

com-

Codice di commercio, non

eletti a sindaci del

sino

al

fallimento

pos-

parenti

quarto grado (art

569):

sono comuni allarresto personale per debiti commerciali

regole sancite dagli

le

Cod. civ. circa

le

Effetti

leggi

2098 e 2099

articoli

del

parenti e gli affini (art. 732).

parentela e

della

giudiziarie.

La

dell affinit

legge

secondo

decemhre

1865

sullordinamento giudiziario, nel suo art. 15 dispone

che non

possano far parte contemporaneamente come

giudici della stessa sezione nelle corti e nei tribunali


i

parenti e gli affini sino al quarto grado inclusivamente:


il

Codice di procedura

zione

di

giudice,

civile

quando

autorizza

vi siano

certi

la

ricusa-

vincoli

Digitized by

di

Google

DELLA PARENTELA, DELLAFFINIT, ECC.

116 e seg). Lo stesso Codice (art.

colo

non possano essere uditi

che

e gli

affini in
4.

linea retta da

329

una delle parli

parentela e di affinit fra esse e

come

dispone

236,)

testimoni

una delle

(arti-

parenti

parti, o

co-

il

ancorch separato, salvo che nelle quistioni di

njuge,

o di separazione personale tra

stato,

analoghe contiene

sizioni

Codice di procedura pe-

il

286).

nale (art.
"

conjugi: dispo-

secondo

Effetti della parentela e dell'affinit

le

Anche in diritto penale la parentela e


affinit producono effetti speciali, i quali consistono
per lo piu in un aggravamento di pena a carico di
colui che commettendo un reato a danno di persona
leggi

penali.

lui da vincoli rispettabili e sacri dimostra


maggiore perversit danimo. Il parricidio e lin-

legata a

una

sono contemplati e puniti dagli

fanticidio
526,
e

532 del Cod.

531,

5.

pen.

it.;

articoli 523,

prostituzione

ola corruzione eccitata da parenti od affini: gli


coli

puniscono

481 e seg.

423

glarticoli 422,

424 colpiscono con pene pi gravi la

lincesto,

arti-

l'adulterio e la

506 e seg. contengono pene severe


tendenti ad impedire o a distruggere la prova

bigamia; gli articoli


pei reati

dello stato

un

di

infante, ed

il

reato di esposizione ed

abbandono dellinfante e seg. finalmente

gli articoli

514;

puniscono quelle violazioni speciali dellordine interno


delle

famiglie che, per la loro gravit,

tere di

leggi
e

Effetti della, parentela e dell'affinit

provinciale 20

gli

genero:

marzo 1865

secondo

le

La legge comunale

stabilisce

che non pos-

contemporaneamente consiglieri nello stesso

sano essere

il

carat-

beato.

politiche e amministrative.

Comune

assumono

ascendenti,
i

fratelli

discendenti,

il

suocero

od

invece possono contemporanea-

Digitized by

Google

LEZIONE

330
essere

inentte

membri

giunta municipale
sulle opere

(lart.

crea

pie

tibilit (articoli 6,

XIX.

ma non

della

27): la legge 3 agosto

1862

del

consiglio,

anch essa un identica

incompa-

28). Nel diritto elettorale, la paren-

d luogo ad alcuni vantaggi, poich le


figli, dalle mogli e dalle

tela e laffinit

imposte pagate dai genitori, dai

madri concorrono

formare o a completare il censo


elettori (Legge com.

richiesto dalla legge per essere

prov.

articoli 21

novembre 1860,
Tali sono

22:

Legge

elettorale

17

art. 11).

principali effetti prodotti dalla paren-

tela e dallaffinit, effetti,

come

si

vede, che

si

pi sovente in oneri che in vantaggi; per

risolvono
cui,

ogni

qual volta sorga dubbio sulla qualit di parente o


affine, e la

porti

seco

di

soluzione del dubbio in senso affermativo


della

obbligazioni,

il

restrizioni di

diritto,

oppure delle

pi savio principio da seguirsi, quello

che consiglia di preferire

la negativa.

Digitized

by

Google

LEZIONE XX.
DEL MATRIMONIO

IN

GENERALE

E DELLE PROMESSE DI MATRIMONIO-

Nozione e carattere del matrimonio.

133-

Grave, delicato ed importante sopra ogni altro

argomento del diritto civile quello del matrimo- Fonte della famiglia, prima origine del civile

nio.

consiglio
dell

sono

uomo

le giuste

nozze, ossia la stabile unione

donna collanimo

e della

cenda, di procrear

figli

aiutarsi a vi-

di

Questa prima

educarli.

e di

secondo

societ costituisce,

la

espressione del filosofo

romano, principium urbis et quasi seminarium reipublicae

(Cicerone,

dal diritto di

della
la

de

natura,

offic.
il

I,

cap.

quale, dando

18).
all

Essa deriva

uomo

procreazione' con quello della socialit,

legge dello stabile

congiungimento dei due

Fu quindi sapienza coeva


prohibere

vago,

listinto
gli

al

dette
sessi.

genere umano concubitu

dare jura maritis

(Hor.

Epist.

ad

Pisones. v. 398). Alla semplicit del diritto naturale


legislatori di tutti

popoli aggiunsero

norme

positive.

Digitized by

Google

LEZIONE XX.

332

intese, quali ad accertare la celebrazione delle

con forme pi o meno


secondo

la

diversit

nozze

quali a conformarle

solenni,

dei tempi e dei

dei luoghi,

co-

stumi, alla decenza, alla morale ed al pubblico bene,


e quali a

come

determinarsi

gli

comune,

prole

tra essi e la

ad ordinare la famiglia

effetti

cos

tra

conjugi

cio a costituire e

Con queste parole leloquente giurisconsulto che


present al Senato la relazione sul progetto del primo
libro del Codice civile, incomincia a trattare del

svolgimento che

trimonio: e tutto lo

dato a questo

sentava

ai

Napoleone,

indegno

non

pagine

sapienti

autori del Codice

degli

argomento

gravissimo

di stare accanto alle

maha

Vigliani

il

colle quali

uno

Portai is,

pre-

il

legislatori francesi lesposizione dei motivi

del titolo del matrimonio.

Considerato nella sua

indole,

nelle

sue vicende

storiche, e nelle forme colle quali fu celebrato presso


i

vediamo predominare nel matri-

diversi popoli, noi

monio

tre elementi

principali:

lelemento

naturale;

lelemento civile; lelemento religioso. L'ordine naturale,

osserva giustamente

il

immutabile, sovrasta

due

Yigliani,
al

ora separati,

secondo

la

Nei teocratici e dovunque


l

come predominante ed

civile ed al religioso.

trovano nella storia dei popoli

si

impero,

il

ora

diversa forma
il

Questi

congiunti,

dei

governi.

sacerdozio and unito

solo potere sociale regola

il

al-

matrimonio

nelle sue relazioni colla societ e colla religione. Ci

avvenne senza eccezione presso


i

quali usavano

sacre

loro

popoli dellantichit,

della

potest

governanti. Presso tutti

civile fu distinto

tratto

d'investire

matrimoniale, prima del

delle cose

per lelemento

dal religioso, e la validit

del

cristianesimo,

conanzi,

Digilized by

Google

DEL MATRIMONIO IN GENERALE, ECC.

prima del secolo decimo

come indipendente
religiose.

degli

cerimonie

celebrazione di

dalla

Queste furono sempre lasciate

e spontanea

libera

333

sempre considerata

sesto, fu

volont

alla

sposi: nessun legislatore

avvis mai di costringerli

ad invocare

si

le

benedizioni

del cielo. Presso gli Israeliti medesimi,

il

matrimonio

modo

fra

si

compieva

amici

eccetto

in

preghiere

le

A Roma,

assistenti.

quasi

privato,

giosa conosciuta

del

padre

famiglia

di

la confarreazione, sola

matrimonio,

del

le

remota,

ma

nozze dei pontefici

degli

forma

bens

era

solenne ed usitata nei matrimoni dei


tichit piu

parenti ed

cerimonia religiosa,

vi interveniva alcuna

patrizi

reli-

la

pi

nellan-

non era prescritta se non per

e dei flamini,

mentre

le

forme

coemptio e tisus e pi tardi la conventio in manti davanti al pretore erano frequentate

dalle

lari

(Heineccii, Antiquit. rom. L.

seg.

classi

Terrasson, Hist. de la jurisp. rom.

tempi poi meno lontani


affatto in

disuso

la moltiplicit

dei suoi riti;

Sotto

assai singolari.
simili nozze, al

quasi

perduto

fosse

la

forma

confarreazione

la

alcuni

regno

il

03). Nei

I,

era

che cagionava

dispendio

pel

di

dei

popo1, 2 e

Tit. X,

I,

quali

andata
e

per

erano

Tiberio, luso

di

Annal 4, 16) si era


Qualunque per
della celebrazione del matrimonio,
dire di Tacito

in tutte

famiglie.

le

unico giudice delle controversie che ne potevano sor-

gerne era

il

potere

civile.

La

storia poi di tutti

popoli concorde nel dimostrarci che se le diverse religioni

sono intervenute

in

questo come negli

altri atti

non lhanno per


puramente spirituale ci
prima volta dalla chiesa cattolica, nel

della vita sociale, (nascite e morti)

mai mutato

in unistituzione

fu fatto per la

concilio di Trento.

Digitized

by

Google

LEZIONE XX.

334

di tutti

fuori
i

dubbio che

di

il

matrimonio,

spogliato^

prestigi di cui le religioni, limmaginazion c

ha per carattere
essenziale e costitutivo il contratto. Sia pure che non
si debba confondere
con ogni altro contratto; che
abbia indole ed effetti speciali; che le leggi lo abbiano
sempre considerato come uninstituzione sociale; ma
il carattere di contratto pur sempre inerente al mail

sentimento

lhanno

circondato,

trimonio, poich ne vuole tutte le condizioni; capacit,

consenso,
tutti

liceit,

scopo.

popoli primitivi

serv sempre

la

E
il

prova che presso

la storia ci

carattere di

sua forza, anche nei

contratto

con-

e nei

sim-

riti

accompagnava la celebrazione del matrimonio. Qui sotto forma di vendita, la sotto forma
di permuta, altrove sotto forma di associazione, dovunque e sempre si vide nel matrimonio ci che v, un
boli

con cui

si

contratto.

La chiesa
sacramento

cattolica stessa, rivendicando a s

matrimonio, non

il

disconobbe

la

sit essenziale del contratto, nei suoi principali

che sono

la libert del

opportunamente
lazione, anche

lo nota

il

consenso e
il

la

come
neces-

elementi

capacit.

Come

Vigliani nella sua dotta re-

concilio di

Trento

fece

una distin-

zione profonda fra lelemento contrattuale e lelemento

sacramentale del
tardi dal

matrimonio, distinzione
Papa Benedetto XIV.

E come poteva

che un
maggior prova
pu annullare ogni

matrimonio, vi vede altra cosa

lessenza del

contratto?

sancita pi

essere altrimenti? Chi, esaminando,

Non

esso annullabile per la

delle stesse ragioni per le quali si

come la violenza,
ben vero che il

altro contralto,

il

a contrarre?

legislatore

dolo, l'incapacit

non

lia

accettato pel matrimonio tutto le cause di risoluzione


4

Digitized by

Google

DEL MATRIMONIO

ma

dei contratti;

GENERALE, ECC.

IN

335

questa un inconseguenza, non una

ragione in contrario. Vediamo intanto die nella sezione

seconda del

titolo del

matrimonio,

il

condizioni necessarie per contrarlo

Codice parla delle


e tutte

regole

le

da seguirsi per celebrarlo e provarlo non sono presso^


ch altro se non lapplicazione delle regole generali
per la formazione dei contratti e per la prova di essi.
Che sia un contratto come ogni altro lo forma
parimente il fatto che pu essere stretto fra ogni
ordine di cittadini, fra cittadini e stranieri, qualunque
sia

loro culto, la loro condizione,

il

a loro professione,

non riconosce altri impedimenti se non quelli


che essa stessa ha determinati. Non vi fra noi che

la legge

un

ordine

solo

come

in diritto

di matrimoni: non pi concubinato


romano: non, come in Germania, ma-

trimonii morganatici

che

vi

solamente quel contratto

stringe fra due persone di sesso diverso, libe-

si

ramente risolute

consortium omnis vitac,

di unirsi in

individua consuetudo

1,

ff.

ritu nupt.

Instit.

de patria pot.).
154

Dei sistemi

legislativi sul

gi vigenti in

Ho

gi detto poc anzi

primitivi,

gnato da

il

matrimonio

Italia.

come presso

tutti

popoli

matrimonio, sebbene pi o meno accompa-

riti

o da

solennit,

pure

conserva

sempre

un carattere essenzialmente sociale: e che nellEuropa


moderna fu il concilio di Trento che gli impose il carattere di sacramento. Ma come non fu prima, cos
neppure dopo
uniforme
canoni

giunse ad ottenere una

si

quegli Stati

legislazione

medesimi che accettarono

del concilio di Trento

li

applicarono in

modo

diverso.
Sredo, Vol.

I.

22

Digitized

by

Google

LEZIONE XX.

336

Sarebbe un cmpito alieno dallindole di


lintraprendere

studi

la storia dei

conflitti

dato luogo lapplicazione successiva in tutto


religioso

principio

cattolico del

nelle

questi

a cui ha

mondo

il

leggi civili in

materia di matrimonio. Mi limiter a ricordare


per

la Francia,

dopo

prima,

la

come

sua rivoluzione

la

del 1789, abbia emancipato dalla chiesa cattolica que-

importante instituzione sociale, e come in tutti

sta

che furono soggetti dalla conquista

paesi

impero napoleonico, essa mise


matrimonio

Dopo

in

vigore

il

primo

al

sistema del

civile.

1815, la reazione politica

le ristorazioni del

essendo stata accompagnata dalla religiosa, fu ripristisistema del matrimonio religioso quasi dovun-

nato

il

que,

meno

dItalia

la

Francia ed

il

affrettarono

si

tieramente in vigore le

Belgio: e

rimettere

dottrine

diversi Governi

pi

sancite dal

Tridentino. Secondo alcuni Codici,

meno

in-

concilio

matrimonio, per

il

essere valido, doveva puramente e semplicemente es-

celebrato giusta le regole e colle solennit pre-

sere

scritte dalla chiesa cattolica. Gli Stati Sardi, la Toscana,


gli Stati Pontifci e

bilito

aneli essi

il

il

Ducato di Modena avevano

diritto

Parma vigeva un sistema


non erano
il

validi se

concilio di

religioso

stato civile

non

Trento;

dovesse

ma

rista-

Napoli ed a

in forza del

quale

matrimoni celebrati secondo


si
prescriveva che al rito

precedere dinanzi

una promessa

canonico.
misto,

di

allufficiale dello

matrimonio,

la

quale

ri-

ceveva perfezione e forza civile dalla registrazione del


successivo matrimonio religioso.
Nella

Lombardia e

nella Venezia, ricadute

lAustria, veniva ristabilito nel 1815

pino: e

il

il

sotto

sistema Giusep-

Codice universale austriaco regolava tutta

Digitized

la

by

Google

DEL MATRIMONIO IN GENERALE, ECC.

materia nei rapporti

ma

laici;

quanto

impedimenti

agli

canoniche, e affidava
di celebrare

il

si

ministri

ai

37

e la sottoponeva ai giudici

civili,

atteneva alle

leggi

culto dincarico

del

matrimonio.

Tale era lo stato di cose che trov

in Italia lera

nuova iniziata col 1859 e compiuta col 1866. Fra le


molte riforme che le leggi civili richiedevano non
ultima era

quella che richiamasse al potere civile

Ma non

matrimonio.

lunghe resistenze che

fu senza

giunse finalmente a sancire nel


sottraendo

che,

cipio

alla

Codice civile

chiesa

il

il

si

prin-

matrimonio, ne

il

facesse ci che davvero, un istituzione civile.

conseguenze della sua

accettando tutte le

logico

forma,
sia,

come vedremo, non os essere

legislatore per,

Il

prima

fra le quali

un gran passo venne

poco

imitato

fatto; e,

nostre

nelle

francamente sancito

il

divorzio.

il

leggi,

diritti e

Codice civile ha
separazione fra

nessuno dei 2147

coli vi fatta distinzione di sorta

con esempio finora


il

principio della

lo Stato e la chiesa; poich in

ri-

Comunque

arti-

chierici

fra laici e

doveri degli uni sono parificati a quelli

degli altri.

Non

a credere

nostre

nelle

leggi

per che la riforma

civili sul

matrimonio

introdotta
sia

passata

senza resistenza: nei due rami del Parlamento,


nella stampa, venne ardentemente combattuta
tico Senato

accettata

proposte,
altri

subalpino era gi stata

dalla

respinta,

come

nellan-

bench

elettiva. E non mancarono


maggior parte sullesempio di

Camera

fondate

la

popoli, colle quali

si

tent di

tratto puramente civile altri


dover brevemente accennare.
I

principali fra

sostituire al con-

sistemi

che credo di

sistemi proposti consistevano

Digitized

by

Google

338

LEZIONE XX.

o nel rendere obbligatorio

sieme

secondo

al civile,

il

matrimonio religioso

il

in-

culto delle parti contraenti:

nel lasciare la facolt alle parti di scegliere quella

forma

di celebrazione civile o religiosa,

che

preferis-

sero, salvo, quando scegliessero la religiosa, l'obbligo


di far inscrivere

dello

civile:

stato

matrimonio

il

religioso, secondo

o
i

celebrato nei registri

mantenere

nel

singoli culti,

matrimonio

il

riservando per

co-

loro che dichiarino di non professare religione alcuna


il

matrimonio

nevano senz

civile.

altro

Yerano poi

che

Lasciando da

quali propo-

mantenuto puramente

fosse

semplicemente nelle nostre leggi


canonico.

altri

parte

limpero del

questultimo

diritto

sistema,

non venne seriamente discusso in alcuno dei


rami del Parlamento, esaminer brevemente gli altri
tre, i quali, come sarebbe facile dimostrare, sono in-

perch

compatibili coi principii generali del diritto civile.

135.

nuova

Dei sistemi proposti per la


legislazione:
sistema misto.

Quello fra

diversi

sistemi

che

pi

fu

valida-

mente propugnato il primo, secondo il quale la legge


dovrebbe rendere obbligatorio il matrimonio religioso
insieme

al civile..

imporre
ligioso,
taneit
il

al
il

Ma con

cittadino

qual diritto lo Stato poteva

ladempimento di un dovere

re-

quale tragge tutta la sua forza dalla spon-

con cui

eseguito?

Come poteva

egli invadere

campo che appartiene ad un ordine didee

teressi a cui

straniero, e nei quali c

petenza assoluta, ammessa perfino dai

e d'in-

di

unincom-

pi

decisi so-

stenitori della chiesa cattolica?

Ci che lo Stato doveva fare, e ci che fece,

Digitized by

si

Google

339

DEL MATRIMONIO IN GENERALE, ECC.


fu di

riconoscere

il

principio

religiosa,

della libert

chiunque

rifiutando di stabilire sanzioni penali contro

contragga

matrimonio religioso prima del

il

civile,

almeno, contro chi lo contragga senza aver fatto con-

che

stare

nessun

ostacolo

opponga. Nel

civile vi si

che le nostre leggi sono assai pi liberali delle

cedano

pen.

religiosa

matrimonio

del

avuto luogo la celebrazione

abbia

fran-

che pro-

ministri del culto

celebrazione

alla

prima che
(C.

puniscono

le quali

sesi,

civile

199, 200).
Ma la decisione presa dal nostro legislatore venne
art.

fr.

vivamente censurata: e

non essere vero che


Le minaccie della

detto

si

contenga un omaggio

essa

alla libert.

legge penale sono, invece,

indispensabili per la salva-

decenza.

dei buoni costumi e della pubblica

guardia

Rifiutando di stabilire

una sanzione penale, analoga

alla

francese, si avr troppo spesso lesempio duomini senza

scrupolo e senza evidenza, che cercano di addormentare,


con

una benedizione religiosa,

ignare delle fanciulle popolane.


regolari soggetti

coscienze

le

Accanto

ad austeri doveri

si

ai

un concubinato ipocrita, che un insulto non


religione

che

alla

uno di questi
il

societ.

Ogni volta che

fatti, si tratta

timide e

matrimonii

vedrebbe sorgere

meno

si

uomo

quale, dominato da pregiudizi di nascila o di

chezza, consente bens a


colla

onorare

non avrebbe mai osato inalPerch, in questa


matrimonio religioso? Appunto,

condizione di moglie.

ipotesi,

articoli

si

ricorre
,

al

giuridicamente,

199 e 200 del

utilissimo,

non meno

tenuto accu-

ma

nascosto,

zarla

perch non

ric-

una povera donna

formalit del matrimonio religioso,

ratamente
alla

alla

produce

quasi sempre di un

C. pen. fr.
a

un matrimonio.

Gli

sono dunque un freno

tutela della

buona fede

delle

Digitized by

Google

340

LEZIOSE XX.

come

parti,

della chiesa e della societ: essi impedi-

ranno lo scandalo che


per

la

lo stesso

matrimonio

Chiesa e nullo per lo Stato

o che

si

sia valido

abbia un

marito di due mogli, o una moglie di due mariti, in

conseguenza di due matrimoni, luno religioso e

laltro

civile.

queste

solita sagacia
il

relatore,

obbiezioni
il

Vigliani:

diceva

gravit dei motivi

della

credeva applicabile in

ove

il

per colla sua


la Commissione di cui era
non disconosceva certo la

rispondeva

egli,

legge

Italia.

francese:

ma non

la

Osservava anzitutto, che

grande interesse dei contraenti e della famiglia

non valesse ad evitare il temuto conflitto, poco sarebbe


da confidare nella efficacia delle leggi penali; che colui

il

quale comincia dal rito religioso, sar dal sen-

timento morale condotto a compiere


il

medesimo sentimento

largamente diffuso
tigia

che

religioso,

in Italia,

che

latto civile;

che

si

riconosce

porge una buona guaren-

le prescrizioni della legge civile

saranno-adem-

piute: che invero, la Chiesa cattolica, combattendo

matrimonio
civili

civile, si

a cui le parti

cramento,

non

curino di aggiungere

che non del caso contrario;

nello stato delle cose, sarebbe per lo


Io stabilire

il

preoccup piuttosto dei matrimoni


il

sa-

che, perci,

meno prematuro

per un male ipotetico sanzioni penali che

offenderebbero la libert religiosa; che infine, quando


lesperienza venisse a dimostrare che si abusasse della

ignoranza o semplicit dei cittadini per indurli a non

curare losservanza delle forme

civili del

matrimoni,

e ne risultasse grave perturbazione nello stato


famiglie,

delle

sar facile allora recarvi riparo con severe

coercizioni, le quali non potrebbero

grua sede nel Codice

civile.

mai trovare con-

La legge, conchiude

il

Digitized by

Google

DEL MATRIMONIO IN GENERALE, KCC.


valente giurisconsulto, si

lelemento

laica:

civile

del

341

occupa esclusivamente

matrimonio;

non indifferente

essa non

materia di

in

del-

atea,

religione,

un
Royer Gollard.
si temono dal mapu aggiungere che essi hanno

ma incompetente, secondo

la giusta espressione di

celebre pubblicista francese,

Quanto
trimonio

agli

inconvenienti che

religioso, si

una doppia sanzione civile;

donna ingannata;

per la

il

risarcimento dei danni

come vedremo pi

e,

lattribuzione degli effetti civili del


tivo a

beneficio del conjuge che sia

e dei figli.

innanzi,

matrimonio putastato di buona fede

Questo doppio freno assai pi efficace della

sanzione minacciata dalla legge penale.

136.

Sistema del matrimonio

Il

fra

gli

facoltativo.

sistema che trov pure molto appoggio, anche

uomini pi autorevoli del partito liberale,


matrimonio facoltativo, secondo il quale si
la forma civile del matrimonio accanto

quello del

stabilirebbe
alla

di

religiosa, lasciando in libera facolt dei contraenti

luna o laltra, cosicch

scegliere a loro talento

matrimonio religioso
effetti

del civile,

strato

presso

legale

sia

quando

sia

produca

il

tutti gli

stato dichiarato o regi-

lufficiale dello stato civile.

Quanto

alle

controversie che potrebbero insorgere, esse sarebbero

esclusivamente devolute

Bisogna

riconoscere

tribunali ordinari.

ai

che

razionale, e che concilia in

assai

conveniente

ma

ha un difetto radicale che lo vied che mantiene sempre, pi o meno, la confu-

diversi interessi:
zia;

questo sistema assai

modo

sione fra Chiesa e Stato. Questa

che gli

si

pu

fare:

ma

la sola obbiezione

aggiungo che,

in;

compenso.

Digitized by

Google

342

LEZIONE XX.

avrebbe avuto vantaggi che mancano affatto

al sistema
matrimonio puramente civile. Cosi, per esempio,
israelitica ammette il divorzio: ma il
matrimonio contratto da due israeliti, secondo il Co-

del
la

religione

Non questo, per essi, un


passo retrogrado nella loro condizione giuridica ? Que-

dice civile, indissolubile.

sto

argomento perderebbe ogni forza, qualora il legisammesso anchegli il divorzio, conseguenza

latore avesse
logica

necessaria

dellistituzione

matrimonio

del

civile.
I

Altri sistemi.

137.

Un ultimo
monio

religioso

secondo
chiarino

monio

proponeva di mantenere
obbligatorio per

tutti,

il

Ma

riservando per coloro che diil

chiaro che questo sistema

civile,

matri-

avrebbe

matrimonio religioso e del

inconvenienti del

matrimonio

matri-

da celebrarsi

non professare religione alcuna

civile.

tutti gli

come

singoli culti,
di

che appena occorre combat-

sistema,

quello che

tere,

*senza

avere

vantaggi di essi;

chiaro soprattutto che sarebbe fonte inesausta di coninutile discuterlo pi a

e di scandali. , quindi,

flitti

lungo.

Neppure
quali
sul

da discutersi
quale

proposta di coloro

la

chiedevano che nessuna

matrimonio,

innovazione

regolato

dal

si facesse

concilio

di

Trento.

Concludiamo:
nizzato

dal

il

Codice,

religiose, astenendosi

matrimonio
rispettando

civile,

quale orga-

tutte le convinzioni

da ogni precetto relativo

allan-

ticipazione o alla posticipazione della solennit civile

o ecclesiastica, ha sciolto felicemente

il

problema

dei

Digitized by

Googtc

DEL .MATRIMONIO IN GENERALE. ECC.


rapporti fra Chiesa e Stato nei

343

vero senso della reci-

proca indipendenza e della libert.

Esposti cosi

relativi alla

principii generali

ma-

gravissima del matrimonio, passo allesame delle

teria

disposizioni della legge che lo riguardano.

Delle promesse di matrimonio.

138.

La promessa scambievole di futuro matrimonio,


lart.
53, non produce obbligazione legale di

cos

contrarlo,
pel

di

eseguire ci

che

caso di non adempimento della

Scopo

consenso

del

libert

un atto cosi grave


successivo

che

cipio

non
si

ambedue

che

progetto,

fa

coloro che

per

come

il

si

risolvono ad

matrimonio. E larticolo

che dare una maggior forza

volle
gli

quando non erano che un

articoli,

e che

autorevoli

loro utilit vanne

la
Il

contestata

Buniva, specialmente, nesuoi

primo

Studi sul progetto

del

domandando che
negava non solo

fossero

eliminati

la loro

opportunit,

articoli,

al prin-

Bisogna per riconoscere

sancire.

con poderosi argomenti.


gravi

medesima

vennero vivamente censurati da

giurisconsulti,

civile,

convenuto

fosse

si

di questa disposizione di sancire la piena

del

libro

Codice

questi

ma

due

quella

eziandio del contralto degli sponsali.

A che mira

nese; forse a

esso? chiede

costringere a

il

giurisconsulto tori-

celebrare

il

matrimonio

promette? Ma ai factum nemo compellj potest:


perci qualunque efficacia vogliasi dare agli sponsali,
non raggiungeranno mai, in caso di rivocata deliberazione duna delle parti, lo scopo anzidetto. Se ne cercher il motivo nellobbligo che inducono nel risarci-

che

si

mento del danno nel caso di mancata fede?

Ma

cotesto

Digitized by

Google

LEZIONE XX.

344

un generale principio che trova

sua sede opportuna

la

mas-

in altra parte del Codice; esso si avvalora dalla

sima che

convenzioni hanno

le

legge fra le

forza di

parti .

Ma dove

il

Codice sancisce una

stizia colla disposizione dellart. 54,

manifesta

ingiu-

secondo la quale,

se la promessa fu fatta per atto pubblico, o per iscrit-

tura privata da chi sia maggiore d'et,


autorizzato dalle

persone

concorso

il

o dal minore
quali

delle

necessario per la celebrazione del matrimonio, oppure

consta dalle publicazioni ordinate


stato civile,

il

dello

dairuilziale

promettente che ricusi di eseguirla senza

giusto motivo, obligato a risarcire laltra parte delle

spese fatte per causa

promesso

del

questo articolo, nota giustamente


ora nega,

casi simili affatto

ora

il

matrimonio. Con
Buniva,

pi semplice e pi

due

articoli,

in

accorda allo

razionale cancellare affatto

riferirsene

due

sposo

Non era cosa

ingannato la debita riparazione dei danni.

intieramente

questi

principii

ai

generali di diritto in materia di obbligazioni, salvo


ristringere,

come

si

fatto,

il

tempo per

domanda

la

dindennit ad un anno dal giorno della promessa?

Questa opinione venne sostenuta con molla


cia di argomenti dalla

interpellate

neva

sui

progetti

applicare

di

regola

generale

alla

per

Codice civile;

dichiarare che

il

eseguire senza giusta


all

si

propo-

promessa di matrimonio la
di una
l inadempimento

la rifusione di

tutti

perci che la legge non dovesse

credeva

risarcire

di

quando vennero

cui

obbligazione porta seco


si

effica-

magistratura e particolarmente

dalla corte di Cassazione di Milano,

promittente,

causa

altra parte le

la

il

sua

spese

quale

danni,

limitarsi
rifiuta

di

promessa, debba

fatte

in

considera-

Digitized

by

Google

DEL MATRIMONIO IN GENERALE, ECC.


zione del progettato matrimonio,
tutti quelli altri

la

il

La forza

di

Si e-

troppo leggermente

danno effettivamente

sofferto

sca da chi non allega giusta causa del


glio

anche di

Corte di Cassazione di Milano,

le capricciose pretese, e le penali

ma

345

risarcirla

danni che poteva aver patito

scludano pure, diceva


pulate:

ma

considerazioni

queste

soprattutto evidente, quando

si

si

sti-

risarci-

mutato consi-

pensi alla

apparir

funesta

in-

fluenza che il rifiuto di adempire una promessa di


matrimonio pu esercitare sulla condizione e sullav-

venire di una fanciulla.

Digitized

by

Google

LEZIONE XXI.
DELLE QUALIT E CONDIZIONI CHE

SI

RICHIEDONO

PER CONTRARRE MATRIMONIO

139.

Della capaciti in generale.

Se vha principio di diritto comune che non

am-

mette controversia questo che ciascuno presunto


capace a tutti gli atti della vita civile, fino a prova
:

La

dunque la regola: l'incaLa legge lo ripete a pi riprese;


segnatamente negli articoli 723, 762, 1052, 1105

contraria.

capacit

pacit leccezione.

nellart. 139 del Codice di procedove dichiarato in termini precisi che la


capacit si presume fino a prova contriaria .
Applicando questo principio al matrimonio, ne
segue che nazionali o stranieri, sono capaci di contrarre matrimonio, salvo che la legge li escluda in

del Codice civile,

dura

civile,

modo

formale,

necessarie, sia

dimento

sia

perch non possiedano le condizioni

perch

si

trovino

stabilito dalla legge

Quali

sono

le

dinanzi a

un impe-

medesima.

condizioni di

cui necessario

la-

Digitized

by

Google

DELLE QUALIT E CONDIZIONI, ECC.


1.

riempimento,
2.

per

3.
matrimonio?
Le
4.

5.

6.

chi

347

contrarre un

vuole

principali si

possono

Let delle parti contraenti

legittimo

ridurre a sei:

Libert di stato di ambedue:

Il

loro consenso:

Il

consenso delle persone alla cui autorit sono

soggette dalla natura o dalla legge:

La mancanza

Losservanza di tutte

di qualsiasi altro

impedimento
che

formalit

le

si

ri-

chiedono per la celebrazione regolare del matrimonio.


Fra le condizioni richieste non annoverata la
capacit

fsica,

sebbene

la

legge

dia

impotenza

all

alcuni effetti speciali; cos, secondo lart.

107, lim-

perpetua, quando sia anteriore


pu essere proposta come causa di
conjuge: e lart. 164 apre unazione
al marito
per negare la paternit di un figlio. Ma,
come ognun vede, limpotenza non produce i suoi
effetti se non posteriormente al matrimonio; e certo
quando si tratta di condizioni richieste per essere
ammessi a contrarre matrimonio, sarebbe cosa singolare che si creassero impedimenti che la legge non
ha pensato, n poteva pensare ad imporrre, non fosse
altro, per non dar luogo a scandali vituperosi o ad

potenza

manifesta e

matrimonio,

al

nullit dallaltro

ignobili controversie.
Il
l

matrimonio,

checch se ne dica, sopratutto

unione di due persone che intendono vivere insieme

sta

a loro

il

decidere se la

notoria

matrimonio.

Lestrema vecchiezza

impotenza di un

conjuge motivo sufficiente per dissuadere

laltro dal

equivale pur essa

allimpotenza: eppure nessun testo di legge ne fa un

impedimento

al

matrimonio.

matrimoni in extremis.

Lo

stesso

pu

dirsi dei

quindi evidente che limpo-

Digitized by

Google

LEZIONE XXI.

348

non ha

tenza

dimpedimento

preventiva, n pu servire
matrimonio: essa non ha che unef-

efficacia
al

posteriore,

ficacia

nei

casi

dagli

indicati

articoli

107 e 164.
i

140

Dellet richiesta per contrarre

matrimonio

Non possono contrarre matrimonio, dice lart. 55,


luomo prima che abbia compiuto gli anni diciotto,
la donna prima che abbia compiuto gli anni quindici

Il

matrimonio, come

sui generis,
contratto:

ma

si

veduto, un contratto

soggetto alle condizioni d ogni altro

per cui fra

le

condizioni

poterlo stringere v in primo luogo

necessarie
l

et.

La

per

legge,

fissando a 21 anno let maggiore e la capacit a tutti

ha avuto per oggetto di sanuna verit di fatto, che, cio, prima di ventun
non guari presumibile che un uomo o una
donna abbiano piena coscienza di s medesimi. Essi
non possono alienare un prato che valga cento lire,
n obbligarsi per fidejussione e ipoteca, per lammontare della medesima somma. La legge li protegge congli atti della vita civile,

cire

anno

tro loro stessi, e

sperienza in cui
a

soffrire,

li

guenze. La stessa
la

premunisce contro lo stato dinepresume; n vuole che essi abbiano

li

anche per

la pi

piccola

somma,

le

conse-

emancipazione non conferisce loro

facolt di alienare.

Per qual singolare contraddizione questa presund incapacit di cui siamo colpiti prima dei

zione

ventun anno relativamente alla disposizione dei nostri


beni, cessa di aver forza,

della nostra persona ?

quando

Come

si tratta di

disporre

spiegare questo fatto ab-

Digitized

by

Google

DELLE QUALIT E CONDIZIONI, ECC.


bastanza

incapace di

diciott anni

contralto
chiari nel
di

349

presuma un giovane a
comprendere la forza di un

strano, che la legge

relativo a un prato di cento lire, e lo ditempo stesso capace di apprezzare la gravit

un contratto che decide

nel

modo

pi irrevocabile

sua vita ?

di tutta la

Evidentemente, abbiamo

che non

facile giustificare.

qui una

contraddizione

Se anche avvenisse che

un minore fosse leso o s ingannasse in un contratto


relativo a suoi beni ognuno vede che il danno non
sar irreparabile, n
influenza

eserciter sul suo avvenire

decisiva: e, daltra parte, anche

una

maggiori

det sono soggetti a stringere cattivi contratti, a fare

cattive speculazioni.

una

'fanciulla

lasciati

tratto

Ma quando un

quindicenne

si

giovine diciottenne o

sono ingannati, o

si

ingannare in un atto cosi grave come

matrimonio,

di

durano tutto

il

tempo

le

conseguenze

il

sono
con-

dellinganno

della loro vita: e ogni

ogni ora le espiano crudelmente. Se

il

giorno,

legislatore aveva

da stabilire una presunzione in materia di capacit,


doveva applicarla ad ogni altra specie di contratto
del minore, e non gi al contratto di matrimonio.
Invece ha fatto tutto

il

contrario.

So quello che si pu dire; - il minorenne, per contrar matrimonio, ha bisogno del consenso degli ascendenti o del consiglio di famiglia: in questo suo dovere
v una guarentigia che
e prudente.
tutti

il

suo contratto sar razionale

- Questo argomento sarebbe

coloro di cui gli necessario

nesse

non

solo

criterio illuminato e

timenti e

se in

serio,

consenso

si

suppo-

una sollecitudine disinteressata ed

affettuosa pel suo avvenire ed

un

il

il

suo bene,

competente circa

uno sguardo profetico

ma
i

altres

suoi sen-

nel futuro: ora,

non

Digitized

by

Google

LEZIONE XXI.

350

due condizioni

credo che queste

quente presso coloro

verifichino di fre-

si

cui consenso richiesto.

il

Non credo andar lontano dal vero affermando, che


nove su dieci dei motivi pei quali si vedono cosi sovente dei matrimoni andare assai male, si debbano
ricercare nella precocit degli anni in cui si vennero
contratti.

giuridica

E se v riforma che sia richiesta dalla logica


come dall interesse ben inteso dei cittadini
altro
il matrimonio, come ogni

quella dellart. 55;

contratto che implica la capacit delle parti, non

vrebbe essere consentito che


cio,

suppone

si

uomo

do-

maggiore, quando,

allet

capace di obbligarsi e di ob-

bligare con cognizione di causa.

motivo per cui

Il

si

adott

gi dal Codice Napoleone

per

maschi e

15

di

il

le

stabilito

limite det

che

si

per

allet

di 18

all'epoca nella quale formato quello

sviluppo

e morale dell individuo che necessario per

matrimonio. Ma
alle

la forza di

anni

femmine corrisponde
fini

fisico

del

questo motivo cade dinanzi

considerazioni assai pi gravi e pi decisive che

dovevano guidare
gere che

mantenere

il

legislatore.

Appena occorre aggiun-

proposte fatte da alcuni giurisconsulti di

le

le disposizioni del

diritto

diritto canonico, che consentivano

anni per

uomini e a 12 per

gli

Tit. de nuptiis

princ.) non

quanto

si

dissi

pr incip.

Tit.

il

le

romano, e del
matrimonio a 14
( Imtit

femmine,

quib.

mod.

potevano prendere sul serio.

circa la soverchia precocit

fui.

finit.

Ma dopo

ammessa dal

Codice non ho mestieri di dimostrare quanto sarebbe


assurda, anzi immorale, una simile disposizione.

ben vero che

questa disposizione pu prevalere


una dispensa regia, la quale pu
matrimonio luomo che ha compiuto

di fatto, mediante

ammettere

al

Digitized by

Google

DELLE QUALIT E CONDIZIONI, ECC.

351

donna che ha compiuto gli


anni dodici (art.
08). Per ottenere questa dispensa
occorrono motivi gravi, che la legge non determina,
e il cui apprezzamento lasciato al capo dello Stato.
anni quattordici, e la

gli

Vi sono
e,

norme

alcune

in proposito,

per identit di motivi,

formolale da una circolare del

nero
zia e

giustizia,

che,

risulta

per

le

spensa lo stato di

che ven-

ministro

di gra-

10 maggio 1824, da cui


donne, motivo principale di di-

data

in

vigenti in Francia

applicabili in Italia,

del

gravidanza; e che,

per l'uomo,

tutte le domande di dispensa, quando


qualche anno pi giovane della donna con
vuole contrarre matrimonio; e ci, perch let

sono respinte
esso di
cui

superiore della

donna autorizza a credere che

vi sia

seduzione.

stata

Ho

non determina, in
gi
senso inverso, nessun limite det per contrarre matrimonio. La pi estrema vecchiezza non un impedimento. A Roma la legge Papia Poppea vietava il
matrimonio all uomo maggiore degli anni CO e alla
donna maggiore di 50. Un solo Codice moderno ne ha
seguito lesempio, cio, il Codice Russo, secondo il
quale, chiunque ha compiuto i DO anni non pu
contrarre matrimonio (Tit. I, Cap. 1, seg. lart. 3) .
Ma chi vede nel matrimonio sopratutto unassociazione,
non pu approvare una proibizione che non ha nessun
detto

che

la

legge

fondamento giuridico n razionale.

UI.

Della libert di stato dei contraenti.

Sotto qualunque aspetto

domestico,

si

si

consideri

il

consorzio

arriva prontamente alla convinzione che

allora solo ordinato


Saredo, Vol.

1.

secondo

le leggi

naturali della
23

Digitized by

Google

LEZIONE XXI.

352

umana quando

societ

fondato

sull unit.

dico

abbiamo lassociazione

unit, perch nel matrimonio

due persone che, unite, rappresentano lumanit.


La monogamia, adunque, la regola normale del

di

matrimonio, tanto per ragioni

come per

fisiologiche,

ragioni morali, giuridiche ed economiche.

Lo

per

fisiologiche: l. perch

ragioni

la

ri-

produzione degli esseri umani sottomessa ad una legge


di eguaglianza, in

forza

della

lievissima diversit, gli uomini e le

numero eguale:

2.

bench distinta

sessi,

perch
in

la

perch

figli

tolta

costituzione dei

due

alcune condizioni organiche,

nel suo insieme per soggetta alle


3.

qualche
donne nascono in

quale,

medesime leggi;

che nascono da matrimoni poligamici

non possono non risentire

dissolutezza

gli effetti della

paterna.

Se consideriamo poi la monogamia sotto laspetto


morale, abbondano le ragioni che dimostrano la sua
evidente superiorit sulla poligamia. Leducazione dei
figli,

il

rispetto reciproco

impossibile

gamia:
della

fra

inconciliabile

vincoli

domestici

consorti,
col

sono

ma

dallaltra.

colla

Una

violenza da una

della

snaturati,

famiglia mantenuto, non con

affetti,

tutto

sistema

lordine

lautorit

parte,

la

reso
poli-

degli

schiavit

societ presso cui la famiglia abbia per

base la poligamia non pu realizzare alcun progresso


morale.
Considerata sotto

laspetto giuridico,

la

monoga-

mia parimenti la sola che la scienza possa accettare.


Cos il matrimonio? Un contratto sui generis, il quale
ha per suo elemento costitutivo fondamentale la parit di diritti e di doveri che impone ai due contraenti;

come

la fedelt, lassistenza, la

convivenza,

ecc.

Digitized by

Google

delle qualit e condizioni, ecc.

353

N questi doveri vengono dalla legge; essi hanno il


Daltra
loro fondamento nella natura medesima.
parte, fra due che contraggono una societ si presume

eguaglianza di capacit, eguaglianza di oneri e di vantaggi; la societ domestica non

diversa dalle altre: e se

sta alla fedelt del marito.

compra

la

compratore.

zione del

che

Nei paesi in cui

il

il

diritto

marito

si comprende che questa, ridotta


non potesse considerarsi come eguale

Ma

nei

paesi civili, ove prima condi-

contratto coniugale

monogamia

la

sotto questo aspetto,

moglie,

allo stato di cosa,

al

marito acquista

il

moglie, questa a sua volta lo acqui-

alla fedelt della

sola

pu

il

dirsi

consenso, chiaro

rigorosamente con-

forme ai principii essenziali del diritto.


Quanto agli effetti economici della monogamia,
non occorrono molti argomenti per dimostrarli: basta
esaminare i paesi nei quali la poligamia in vigore,
e paragonarli a quelli che la respingono, per vedere
da qual parte la ricchezza e lo sviluppo economico.
E si comprende. La prima delle forze produttrici

luomo stesso: or

uomo

qual forza

degradato dai vizi del

da

aspettarsi

serraglio,

da un

ignorante, ino

peros, privo di ogni virile abitudine?

La monogamia, adunque, la sola che possa dirsi


veramente conforme all ordinamento naturale degli
umani consorzi essa fu sempre in vigore presso i
popoli che entrarono risolutamente nella via del progresso.

mane

la

La Grecia respinse

la

poligamia:

le leggi ro-

vietarono sempre: e oggimai, tolta la Turchia,

ove pure va disparendo, non v paese in Europa che


non abbia messa la monogamia a fondamento della
societ domestica e civile.
Il

nostro Codice, naturalmente,

non poteva non

Digitized by

Google

LEZIONE XXL

354

mantenere ci che gi esisteva nelle leggi e pi ancora


nei costumi; e lart. 56 dispone che non possa contrarre matrimonio chi sia vincolato da un matrimonio
Fra

precedente.

presentazione a

documenti di cui necessaria la


civile per parte di

lufficiale dello stato

chi vuole contrarre matrimonio, v altres la prova

che non
art.

vuole
il

da un matrimonio precedente

sia vincolati

si

(78).

riconosciuto al coniuge della persona che

contrarre un altro matrimonio

il

dovere, di fare opposizione (art. 85),

qualunque tempo

in

pen.

it.

(art.

488) e

la
il

aggiungere

cittadini,

anzi,

impugnarne
11 Codice

Cod. pen. tose. (art. 296) sta-

bilirono pene pel reato di bigamia.


rio

diritto,
d

validit (art. 113).

qualunque
fossero anche musulmani,
che,

Appena

sia la
tutti

necessa-

religione dei

sono egualmente

soggetti alle leggi civili e penali, e che in nessun caso


la

poligamia autorizzata.

Il

precetto,

che

non pu

contrarre altre nozze chi vincolato da un matrimonio precedente, assoluto e imperativo per tutti.
Il

semplice matrimonio religioso,

precedentemente

dopo lattuazione del Codice civile)


un ostacolo ad altre nozze, nel senso indicato
dallart. 56? Evidentemente, no
da clic il matrimonio
venne spogliato dogni carattere religioso, chiaro che
quello solo valido che sia stato contratto secondo
contratto, (sinlcnde,

esso

buona fede da una


per essa: ma non
potrebbe in nessun caso servir dostacolo ad un madue sposi,
trimonio civile. Ben inteso, che quando
bench cittadini, andarono a contrarre il matrimonio
religioso in un paese nel quale questa sola forma
ammessa, rientrando nello Stato, sono validamente maritati in forza dellart. 9 del titolo preliminare del Codice, e degli articoli 100 c 367 del Codice stesso.
le leggi civili.

Pu, quando vi

delle parti, produrre effetti

sia

civili

Digitized by

Googl

DELLE QUALIT E CONDIZIONI, ECC.

Ut Del consenso

355

dei futuri sposi.


v

matrimonio un contratto: esso quindi regonorme stesse dogni altro contratto. Prima

11

dalle

lato

fra le

sue condizioni perci la volont (art. 1108 e


duorum in idem placitum consensus (L. 1,

seg.) cio,
2,

de Pactis).

ff.

senso

consensus

sed

debba essere

sicuramente

il

se v contratto nel quale

con-

il

libero, razionale e spontaneo, quello

matrimonio. Nuptias non concubitus

facit,

dicevano energicamente

le leggi

romane (L. 30, ff. de reg. jur.) Con che non si vosolamente dire che non necessaria la coabita-

luto

zione
il

non
il

per costituire la validit del matrimonio,

ma

che

concubitus stesso non produce effetto alcuno, quando


v

consenso delle due parti per

il

significarne

carattere.

Quale

conseguenza

quindi stabilire: l.

di

questo

principio

deve

si

che ciascuno dei due futuri sposi

non solo al matrimonio, ma almatrimonio con quella persona determinata:

consenta liberamente
tres al
2.

che sia in grado di poter consentire; in

altri termini,

che per let e la capacit intellettuale e morale possa

validamente obbligarsi ed obbligare. Non possono perci

contrarre

autorizzati,

matrimonio, a meno che non


maschi che siano minori di 25

soggetti alla patria potest, o di 21


a tutela.

siano

vi

anni, se

anno, se soggetti

Nessuna autorizzazione pu conferirne

allin-

terdetto per infermit di mente, la facolt di contrarre

matrimonio. Quanto

ai

sordomuti e

ai

cieconati,

essi

possono contrarlo, purch siano in grado di provare


la libert

del loro consenso.

Fra coloro cui

la legge

nega

la facolt di

contrarre

Digitzed

by

Google

356

LEZIONE XXL

matrimonio abbiamo veduto che v e l interdetto pelinfermit di mente (art. 61). Anticamente, linterdizione non produceva ostacolo al matrimonio, poich,
essendo per

Ma

non

nuovo

nel

fondamento

pronunciata per causa di prodiga-

lo piu

questa

lit,

toglieva la

acconsentire.

di

facolt

ha unicamente per

diritto linterdizione

infermit di mente che,

tale

oltre alles-

sere abituale, renda un individuo incapace di provve-

dere

ai

propri interessi (art. 324).

La nostra legge adunque dispone

che linter-

l.

dizione giudiziaria sia dimpedimento assoluto al

trimonio;

2.

mente promossa,

si

debba sospendere

celebrazione

la

del matrimonio, finch lautorit giudiziaria

definitivamente

pronunciato (art.

opposizione

fare

ma-

che ove listanza dinterdizione sia sola-

al

matrimonio,

mente

3.

61);

quando

non abbia

che

si

pu

fondata

sia

uno degli sposi (art. 83)


4. che per questo stesso motivo pu essere impugnato
il matrimonio, quando vi concorrano le condizioni insullinfermit di

di

dicate dallart. 112.

Quali siano poi

caratteri

essenziali della

man-

canza di consenso, sar veduto pi innanzi.


445.

Del consenso
i

Ci
contratto

mente

di coloro a cui
contraenti sono soggetti.

che distingue
si

il

matrimonio da ogni altro

importanza

de suoi

in gioco gli interessi dei contraenti

della

effetti,

tanto alle persone quanto ai beni:

famiglia di

ma

relativa-

non solo sono


altres

cui fanno parte, e quelli pi

quelli

gravi

ancora dei figli che ne nasceranno. Ecco perch disapprovai la legge per aver fissato a soli 18 anni per luomo

Digitized by

Google

DELLE QUALIT E CONDIZIONI, ECC.

357

e a 15 per la donna l'et in cui si pu procedere ad

un atto tanto grave,

che implica tanta responsa-

bilit.

temperare

contraenti,

si

gli

hanno ottenuto
sono

effetti

di questa immaturit dei

disposto che

aver luogo, quando

matrimonio non possa

il

sono minori, se non

contraenti

consenso di coloro alla cui autorit

il

stati assoggettati dalla

63 e seg.).
Quando esistono

natura o dalla legge

(ar-

ticolo

genitori,

la

minorit pel ma-

25 anni compiuti per


per cui, appena
abbia o non abhia ascendenti,

trimonio dura sino

allet di

per le donne:

gli uomini, e di 21

maggiore det, la figlia,


assolutamente libera di contrarre matrimonio, senza
che le sia mestieri di consenso alcuno; mentre il
figlio, se ha i due genitori, o un solo vivente, obbligato ad ottenerne il consenso. Abbiamo qui una
singolare contraddizione; mentre il matrimonio gli
permesso allet di 18 anni, si cade in un eccesso
opposto, interdicendogli di contrarlo liberamente prima
dei 25 anni. Non era cosa pi logica differire questa
facolt fino a ventun anno, e dichiarar poi uomini e
donne capaci per questo, come gi lo sono per ogni
altro atto della vita civile?

Uno

degli autori del Co-

dice, giustificando questa contraddizione,


egli

si

francese;

ma un

simile argomento non

diocre valore. Se
cosi

grave,

lautorit

perch non

diceva che

sullesempio del Codice

appoggiava sopratutto

ha che un me-

dellesempio

si

mantenuto

francese
il

sistema

degli atti rispettosi? Pure, venne saviamente abolito.

Ci
della
si

che

minorit

rende
del

pi

singolare

figlio

fino ai

veduto, che la figlia

il
prolungamento
25 anni si , come

diviene maggiore, anche pel

Digitized

by

Google

LEZIONE XXI.

358

matrimonio,

allet di

21 anno.

Qual la ragione di

questa diversit?

Ce

lo

dicono

Codice Napoleone:

gli

commentatori del

perch

il

rifiuto degli ascen-

autori
l.

potrebbe essere irreparabile

denti

per

le

figlie gi

maggiori di 21 anno, poich la loro giovinezza


spesso cagione di un collocamento vantaggioso, di cui

non troverebbero pi laccasione in et pi avanzata;


2. perch per una famiglia il matrimonio della figlia
ha meno importanza di quello del figlio, atteso che
questi ne conserva e ne perpetua il nome: 3. perch,
in generale, la ragione si sviluppa pi rapidamente
nelluomo che nella donna.

La

puerilit

di

simili

argomenti

cosi chiara

che non credo dover insistere molto per dimostrarla:


quanto al primo, che
mi limiter quindi a notare;

se la base della necessit del consenso dei genitori al

matrimonio dei figli la presunzione della loro chiaroveggenza e del loro interesse per la prole, assurdo
il credere che la figlia abbia, meno del figlio, bisogno
di profittarne; dovendosi

nostri costumi,

il

figlio

presumere che, coi


sempre pi esperienza

invece

abbia

figlia
quanto al secondo, che pei genitori
essere distinzioni, ma che devono preoccuparsi tanto dei maschi come delle femmine, in faccia a cui hanno uguali diritti e uguali
doveri; essendo cosa immorale ed iniqua fondar pre-

della

onesti non vi devono

ferenze

antipatia

sullaccidente

del

sesso:

non si pu a meno di sorridere,


pensi che questa donna, di cui si annuncia

quanto

al terzo,

quando

si

la precocit

dello

poi colpita,

col

sviluppo

matrimonio

morale,
una presun-

intellettuale e

stesso, da

zione dinettitudine e dincapacit, che la fa discendere


al

grado, se non di minore, certo d inabilitata.

Digitized

by

Google

DELLE QUALIT E CONDIZIONI. ECC.

Checch

mantenere

ne

sia,

359

legge ha creduto

la

la distinzione; e solo

quando siano sotto tutela.


Esaminiamo ora quali

ha parilicato

sono

consenso necessario, e quali

dover

di

gli sposi,

persone

le

le ipotesi

che

il

cui

possono

si

verificare.

Anzitutto, stanno naturalmente

genitori;

il

fi-

glio che contrae

matrimonio deve ottenere il loro consenso. Ma se vi sia dissenso fra loro? In tal caso
abbiamo due ipotesi
o il padre rifiuta e se anche
la madre consenta, il matrimonio non pu aver luogo
:

o la madre

rifiuta,

lont prevale, e

il

ma

il

padre consente,

dissenso della

madre

sua vo-

la

considerato

Lopinione della madre non

come non avvenuto.


come si vede, forza

alcuna; e

il

consultarla

ha,

per

una semplice formalit: con che rispetto alla materna dignit, ognuno lo vede.
Se uno dei genitori morto o nell impossibilit

parte del

figlio,

di manifestare la sua volont, allora basta


dellaltro.

Limpossibilit a

essere determinata: o

cui allude

il

consenso

63 pu

lart.

per infermit

dallinterdizione

di mente; o dalla interdizione legale: o

dallassenza,

presunta o dichiarata. La stessa non-presenza di


un genitore pu, in alcuni casi, essere considerata
come motivo sufficiente per rendere valido il consenso
sia

dell altro.

Trattandosi del matrimonio di un

che non ha compiuti


oltre

il

gli

anni

figlio

ventuno,

si

adottivo,

richiede,

consenso dei genitori, anche quello delladotche quello dei genitori naturali gli

tante. S intende

necessario fino allet di 25 anni (articoli 62, 211, 212).

Se

il

padre

la

madre

fossero morti, o nella

impossibilit di manifestare la loro volont,

minori

Digitized by

Google

LEZIONE

360

senza

nio

consenso degli avi e delle

il

lavo o lavola della

basta
del

il

medesima

se

quello

gi bastava

disparere fra due linee

Il

avole;

sono discordi,

linea

come

consenso dellavo,

padre.

XXI.

possono contrarre matrimo-

degli anni ventuno non

equivale a con-

senso (art. 64). Sebbene la legge non parli che davi


e davole, sintende che, in
i

mancanza loro, sottentrano

bisavoli e le bisavole.

A
notare:

schiarimento
l.

che se v

senso basta;
disuguale,
consentire

2.

come
al

disposto

del

un

un avola e

matrimonio

prossimo, cio, allavola;


denti delle due linee,

ma

un

bisavolo,

il

ma
il

suo conin

che se esistono
grado diverso,

se in una

4.

linea v lavo, e nellaltro lavola, a


il

pi

ascen-

prevale

egualmente lautorit del parente pi prossimo;


uguale, prevale

grado

diritto di

allascendente

spetta
3.

in

63 da

dell art.

solo ascendente,

che se ne esistono due,

che

grado

consenso dellavo.

Unosservazione che importa fare che, in materia


di matrimonio, nessuna delle
sullaltra:

in

materia di

due

tutela,

linee

ha preferenza

linea

la

generalmente preferita alla materna

paterna

(art. 244).

Se non esistono genitori, n adottanti, n avi,


n avole, o se niuno dessi nella possibilit di
manifestare la propria volont, i minori degli anni

uno non possono contrarre matrimonio, senza il


(art. 65). Da questo
articolo risulta: l. che se il tglio o la figlia che
vuole contrarre matrimonio maggiore di 21 anno,
non ha bisogno del consenso di alcuno; 2. che se
minore, ha bisogno del consiglio di famiglia o di tutela; 3. ove si tratti di minore adottato, e vivesse
vent

consenso del consiglio di famiglia

tuttavia

ladottante,

il

consenso

di

questultimo

Digtized

by

Googte

DELLE QUALIT E CONDIZIONI, ECC.


sufficiente ad autorizzare

361

matrimonio delladottato,
nel caso preveduto dallart. 65, e non necessario
il

ricorrere al consiglio di famiglia : la parentela naturale


surrogata dalla parentela civile.

Tutte

mancanza

capaci

tanti

fin qui esposte sono applicabili


purch siano legalmente riconosciuti

regole

le

ai figli naturali,

(art. 66). In

di

di genitori

consentire,

consiglio

di tutela.

naturali

in

Per

materia

fra

vole questa; che i


denti che surrogano

la

figli

naturali non

e la madre,

quel genitore che

naturali

minori

tutela: e tanto

ha

Come
a qual

di

il

genitori od

ai

devessere dato

il

al.).

consenso degli ascendenti?

legge

ammette due modi

o personalmente, dinanzi
o per atto autentico,

si

il

parimente esprimere
sione e residenza, e

che danno
Il

tela

il

tanto

dello

consenso, quanto dellaltro

Decreto sullordin. dello Stato

esso

all'uffiziale

contenga la indicazione precisa


quale

figli

sempre dal consiglio di


pi ne dipendono, quando non sono

dello Stato civile;


.

dipendono

momento ? La

pu essere dato

padre

il

parentela a cui

fatto (art. 749), per cui,

riconosciuti (articoli 66, 2.

la loro volont; invece

ascendenti che

altri

vincolo

il

lo

pi note-

legittimi

d luogo limitato

riconoscimento

dal
figli

alcune

hanno degli ascengenitori, quando questi sono

hanno

poich

dei

sono

vi

legittim; e la

figli

figli

morti o non possono manifestare


i

dato

condizione

matrimonio

di

differenze da quella dei

viventi o di adot-

consenso

il

il

il

nome

civile,

quale

il

sposo al

(art. 81,

70). Latto

cognome,

la

deve

profes-

grado di parentela delle persone

consenso.

consenso poi del consiglio di famiglia o di tu-

deve constare da una deliberazione contenente

le

Digitized

by

Googte

LEZIONE

362

XXI.

Ove l'ascendente

indicazioni anzidette (art. 81).

provato

ci devessere
tivi

produzione dei rela-

colla

l.

modo

documenti,, quando essa consti gi in

come

nell

un

atto

dallart.

legale,

assenza dichiarata, nella interdizione pronun-

ciata, giudiziaria

di

trovi

si

impossibilit di manifestare la propria volont;

nella

o legale, e simili

notoriet redatto

di

80 del

quando
modi

C. C.,

ancora altrimenti

nei

produzione

2. colla

nelle

forme indicate
non consti

limpossibilit

come

legali,

di

nei casi

assenza presunta, di malattia mentale, e simili. (Ordin.


civ.

stat.

70).

dello

Lufficiale

alle pubblicazioni, se

ascendenti, o del

stato civile

non

gli

consiglio

procedere

non pu

consta del consenso degli


di

famiglia, o di tutela,

nei casi in cui tal consenso necessario (art. 74).

Del

444.

Ma pu
o

il

rifiuto di

avvenire che

consenso.

genitori

consiglio di famiglia o di tutela

consenso

gli

ascendenti,

rifiutino

loro

il

La loro

nei casi in cui necessario.

deci-

sione essa irrevocabile?


Il

non

Codice Napoleone

lassoggetta ad

indagine; per cui, ove non fosse


voli motivi,
,

il

loro

rifiuto

Non

danno forse irreparabile.


il

quale apre

la via

ad una

lart.

67,

alla

il

Corte

al figlio

al

riparazione

figlio

cosi

il

nostro

minore che
possibile.

maggiore det

di Appello

alcuna

fondato su ragione-

pu essere causa

contro

il

si

far

di

creda leso

Infatti,

pu

rifiuto

un

di

Codice:

secondo
richiamo
consenso

degli ascendenti, o del consiglio di famiglia o di tutela

nellinteresse della figlia e del figlio

pu

fare

minore det

richiamo sia dai parenti o dagli

affini,

si

sia

V
Digitized

by

Google

DELLE QUALIT E CONDIZIONI, ECC.

363

dal Pubblico Ministero. Notiamo di passaggio linfelicit


singolare (a dir poco) della

capoversi
al figlio

dellart. 67,

maggiore

richiamo contro
del

consiglio

redazione dei due primi

secondo

dissenso degli altri

il

famiglia o di

di

parrebbe che

quali

di et sia riconosciuto

diritto di

il

ascendenti, o

sario.

pensiero

Il

guente:

l.

il

non ancora 25, ha


dei genitori;

2.

nistero possono,

richiamo

alla

genitori,

degli

che ha

diritto di

altri

Ad

Appello

contro

il

se-

ma

anno,
il

dissenso

Pubblico Mi-

il

nellinteresse del figlio


il

minore, fare
dissenso

dei

ascendenti, del consiglio di fami-

ogni

stificare la stravagante
Il

compiuto 21
richiamo contro

parenti, gli affini e

Corte

glia o di tutela.

neces-

del legislatore in realt,

figlio

che

dissenso

tutela;

non ha nessun valore giuridico, perch non

modo,

ancora da giu-

resta

redazione dellart. 67.

ricorso aperto alla Corte dAppello ha dunque

questo vantaggio: che se

il

rifiuto di

consenso non

fondato su cagioni legittime, non dostacolo


trimonio. La legge non accenna
casi nei

quali

arbitrario

il

rifiuto

giusto e a

il

al

ma-

ai

quelli in cui

sono quistioni di fatto che

poteva

la sola autorit

pu apprezzare. Lart. 67 dispone che il


provvedimento della Corte non debba contener motivi:
ma che possa solo farvisi menzione del consenso che
giudiziaria

fosse dato

dinanzi alla Corte stessa. Questa dispensa

dallobbhgo della motivazione non mi pare abbastanza


spiegata: uneccezione al diritto comune, che nessun

pubblico o

interesse

privato

richiede,

e che

poteva

essere risparmiata. Pi razionale assai la procedura

determinata

in

porta a udienza
parti ed

il

simili
fissa,

controversie:
e la Corte

cos la causa si

provvede, sentite le

Pubblico Ministero, a porte chiuse. Non

Digitized by

Google

LEZIONE XXI.

iti

ammesso

lintervento del procuratore, n

procedimento conserva un

fensori. Il

quasi, domestico

di

altri

di-

direi

carattere,

e se non^vi fosse linutile intervento

del Ministero Pubblico, questo carattere sarebbe

ancora

meglio spiccato.
Il

centra
cui

legge

ammetta

consenso per parto delle

persone
richiamo

adunque che

rimedio

solo

rifiuto di

il

contraenti sono

futuri

giudiziaria:

allautorit

sistema

il

la

soggetti

il

dei cos

detti atti

Questa stata
ma, dir col Saliceti, non
scienza, n pel galateo. Bel

rispettosi fu, e con ragione, eliminato.

una scoperta
fu

tutta francese;

conquista

rispetto

si

n per

la

quello di far invadere,

da pubblico

uffi-

accompagnato da testimonii, il domicilio dei g-,


per chiedere loro un consenso, nella stessa
guisa che il creditore manderebbe un usciere a far
sequestrare al suo creditore E prima di quella scan-

ciale,

nitori,

dalosa' scena giudiziaria, credete voi che

abbia pi

volte e

mente

il

volte:

ma

il

figlio

non

ricercato, e fatto ricercar privata-

consenso paterno"? Certo che lo tent iterate

non

vi fu

verso dintendersi tra

il

pensar

duna vita che sorge rigogliosa e quello duna presso


a spegnersi.

Il

pubblico ufficiale non

meglio, e solo perpetuer

la

far intender

li

memoria

di quel

che ave-

vasi ad obliare, romper vincoli di carit e di sangue,

dove maggiormente era mestieri


rifiuto giusto, gli sposi

fami, ove la
chi

posterit

lor diede la

( Rivista

diceva

Il
il

vita

di

diverranno

voglia

avr

in

raffermarli.

Se

il

storicamente in-

aver 'pensiero di essi:

cambio

tolto lonore.

tei Codice civile francese, 163).

solo effetto che

pu sperarsi da

tale sistema,

dar
matrimonio

Pisanelli nella sua relazione, consiste nel

tempo ed agio

ai

figli

di

riflettere

sul

Digitized by

Google

DELLE QUALIT E CONDIZIONI, ECC.


contro

che essi vogliono contrarre


nitori.

Ma

questo beneficio,

anche ottenuto in
alla

certezza

di

qualche
vedere

365

parere dei

il

ge-

quale ben dubbio,

il

raro

caso,

spesso

non equivale

avvilita

lautorit

Ognuno deve sentire quanto sia poco


conveniente lobbligo che impone la legge di chiedere
un consiglio, quando essa stessa d il diritto di spregiarlo. Daltronde, se i genitori possono mutare di
parere e consentire ad un matrimonio che prima
disapprovavano, ci pu ripromettersi dai buoni uffici
od amiche, ma non mai dalla
di persone congiunte
intimazione di un atto rispettoso fatta da un pubblico
dei genitori.

ufficiale,

stessa

intimazione

qualche cosa

di

sempre

racchiude

che

odioso

ed

irritante.

in

Non

anderebbe pure lontano dal vero nel supporre che


vente l'atto rispettoso
alla

riconciliazione tra

Tale

il

se
si

so-'

pu formare un grave ostacolo


genitori

giudizio che

ed

figli

pi autorevli giurisconsulti

portarono sugli atti rispettosi, che con ragione vennero


cancellati dal nostro Codice.

Digitized

by

Google

LEZIONE XXII.
DELLE CONDIZIONI SPECIALI PER CONTRARRE MATRIMONIO

154.

Distinzione frale condizioni generali


e le condizioni speciali.

Le condizioni

fin

ora esaminate hanno un carattere

essenzialmente positivo

esse consistono sopratutto nel

possesso di certi requisiti che sono indispensabili onde


costituire la capacit personale e lidoneit al contratto

di matrimonio.

Vi sono per altre condizioni, egualmente importanti,

ma

di carattere pi

speciale e che consistono nellas-

senza di certi ostacoli,

determinati

che

dalla legge;

sono, quindi, sopratutto negative.

Quando

la legge fissa let pel

dellunit conjugale, del

matrimonio, lobligo

consenso degli sposi

delle

impone delle condizioni


generali che costituiscono, si pu dire, lessenza medesima del contratto matrimoniale. Ma quando dichiara
persone da

gli

cui

impedimenti

dipendono,

a questo contratto,

entra

nel

campo

delle eccezioni e delle specialit; per cui sarebbe giusto


di dire

che

le condizioni

generali

formano

le

regole

Digitized

by

Googte

DELLE CONDIZIONI SPECIALI ECC.

367

fondamentali e ordinarie del contratto di matrimonio,

mentre

le condizioni speciali

ne contengono

le restri-

zioni.

La pi importante
si

fra le condizioni

speciali

che

richiedono per contrarre validamente matrimonio

linesistenza di quei vincoli di parentela e di affinit

die sono indicati dalla legge


I/essere

stato

(art.

volontario, eseguito, tentato o

58, 59, 60).

come

condannato

domicidio

reo

mancato

danno

di

un

conjuge un impedimento alla contrattazione del marimordo con laltro conjuge (art. 62).
l

La donna vedova ha poi un obbligo speciale: essa


non pu passare a seconde nozze, prima che siano
scorsi dieci mesi dopo lo scoglimento del primo matrimonio

(art. 57).

Queste, e non altre,

che

la

Non

essere parenti ad

sono

richiede per

legge

affini

le

condizioni negative

contrarre matrimonio:
entro

un dato grado - non

aver commesso contro un conjuge il reato indicato


dallart. 62: non trovarsi (la donna) nel periodo di
La legge non accenna ad altro quallart. 57
siasi impedimento: e siccome, quando si tratta di

cui

leggi che ristringono

formano eccezione
principio

il

libero

che non

casi e tempi in esse espressi

cosi non

si

esercizio dei

alle regole generali

inconcusso

(tit.

pu assolutamente

si

od

diritti,

altre leggi,

estendono oltre

prelim. C. C. art. 4),


esigere,

da chi vuol*

contrarre matrimonio, altra condizione, positiva o negativa,

all

infuori di quelle che la legge ha

espressa-

mente determinate.

Saredo, Vol.

i.

Digitized by

Google

LEZIONE

368

XXII.

Dellimpedimento risultante dalla

H6.

parentela e

dallaflnit.

matrimonio, secondo

Il

l.

tra

tutti

naturali, e gli

nel

medesimo grado:

la zia

il

6. tra

suoi discendenti;

sona:

7.

4.

tante; 8. tra ladottato e

tra

ladottante

il

tra lo zio

figli
i

3.

gli

affini

nipote,

e la

tra
i

adottivi della stessa per-

figli

sopravvenuti alladot-

conjuge delladottante, e

il

conjuge

dell adottalo.

niamo questi diversi impedimenti.


La parentela, abbiamo veduto,
unisce le persone discendenti da uno
(art. 48).

tra

ladottante, ladottato e

tra

tra ladottato e

legittimi

linea: 2. tra fra-

o naturali;

5.

nipote:

discendenti,

medesima

affini della

e sorelle legittimi

telli

nostre leggi, vietato,

le

ascendenti

gli

il

Esami-

vincolo che

stesso

stipite

Essa legittima o naturale, secondo che

ri-

sulta o no da un matrimonio legittimo. La legge colpisce di proibizione assoluta il matrimonio in linea


retta; e

quanto

assolutamente

alla collaterale, lo proibisce

fratello

tra

e sorella,

ma

non meno

con minore

severit, fra zii e nipoti.

In
dissi,

generale,

matrimoni

fra parenti,

trattando della parentela, sono

sotto lutti

gli aspetti;

moralmente

possono produrre che cattivi

effetti.

come

gi

da condannarsi,
fisicamente

le

non

restrizioni

hanno bisogno di essere giustificate.


Moralmente essi hanno per risultato di snaturare,
a cos dire, il carattere dei rapporti che esistono tra
le famiglie: e si cosi ben compreso questo risultato
che nemmeno fra i popoli pi selvaggi si contraggono di quei matrimoni che noi chiamiamo incestuosi.
della legge non

Digitized

by

Google

DELLE CONDIZIONI SPECIALI ECC.


Dappertutto

le leggi civili o

369

le istituzioni religiose, e

presso alcuni popoli le ripugnanze istintive hanno fatto

respingere le unioni tra parenti: e

si

compreso che

in matrimoyiis naturale jus et pudor inspiciendus est


(L. 14, 2,

ff.

de

nupt.)

rit.

Fisicamente poi oggimai

che

la scienza

ha dimostrato

matrimonii consanguinei non sono meno da con-

Lincrociamento delle razze

dannarsi.

come per

gli animali,

condizione

la

per luomo

essenziale della

conservazione e del buon andamento della specie.

ma-

trimoni fra parenti sono una causa, ben riconosciuta,


di degradazione

della

specie

gran numero di medici, e


e

il

evidente che

Mmoire

lu

le

Du danger

rapport sanitaire

V Acadmie

des

16 juin 1862).
La legge, adunque, con linterdire

de

Sciences

le

affatto

trimonio fra alcuni parenti, e col renderlo


alcuni altri, ha provveduto non
rali

sordo-

conseguenze imme-

diate dei matrimoni consanguinei. (F. Devay,

des mariages consanguins sous

Boudin,

il

cretinismo, la pazzia, la scrofola e molte

altre infermit morali e fisiche, sono

Paris

un

di

raccolti in

statistici

fatti

modo

diversi paesi, provano in

mutismo

umana. Gli studi

meno

il

ma-

difficile fra

alle ragioni

mo-

che alle ragioni fisiche del civile consorzio.

La
retta:

interdizione

quindi

assoluta

fra

parenti in linea

non v matrimonio possibile fra un


un discendente, di qualsiasi grado. Un
sciamava Portalis. La proi-

ascendente

tale incesto

farebbe orrore

bizione colpisce tutti

gli

legittimi o naturali

essa colpisce parimente gli affini

della

medesima
Non meno

ascendenti e discendenti, siano

linea.

assoluta

linterdizione tra

sorelle, e si estende tanto ai fratelli legittimi

fratelli e

come

ai

Digitized by

Google

LEZIONE

370
naturali.

Una

XXII.

non ha bisogno dessere

tale interdizione

giustificata.

Meno assoluto
matrimonio

tra gli

zio la nipote, tra

il

zioni

ammettono

come

la nostra, le

impedimento Che

affini nel

nipote

Alcune

zia.

salvo che

interdicono,

(art. 68). Alla

lo

altre

si sia otte-

stessa condi-

limpedimento

essere tolto

al

tra

legisla-

che esiste

fra

e nipoti.

zi

Ladozione dicevano,
la

la

senzaltro le nozze tra cognati

nuta una dispensa dal Re


zione pu

oppone

si

medesimo grado,

giurisconsulti

romani,

imita

natura: e gli articoli 210, 211, 212 stabiliscono

modo formale

in

vincoli che legano l'adottato alladol

dunque evidente che gli stessi motivi pei


matrimonio interdetto tra parenti legittimi e
producessero i loro effetti anche fra paremi

tanle: era

cui

il

naturali

legati dalla parentela civile.

La legge accenna

pi riprese

che risulta dalla parentela naturale.


stione, e si agita tuttavia fra

all

impedimento

sorta la

qui-

giurisconsulti, se que-

sta specie di parentela, perch possa essere dostacolo

matrimonio, debba constatare da

effettivo al

noscimento
secondo
risulti

autentico e volontario o da

gli articoli

un

rico-

una sentenza

181 e 192, o se invece basta che

da qualsiasi prova ?

Due

sistemi sono in presenza: secondo

parentela naturale,

legalmente,

Ci che lo prova
di dichiarare

qualunque modo

si

modi

le

al

sia

alcuni,

la

stabilita,

matrimonio.

che venne proposto a pi riprese

con articolo

mette soltanto
casi e nei

in

o altrimenti, fa ostacolo

prove

apposito

della

che la legge am-

filiazione

in essa stabiliti;

naturale nei

(Commissione per

legge sul matrimonio civile, del 1850:

la

Corti dappello

Digitized by

Google

DELLE CONDIZIONI SPECIALI ECC.

371

di Genova e di Lucca, osservazioni sul progetto Cassinis):

ma

questo articolo non fu messo. La legge adunque


non ha voluto organizzare alcun mezzo di prova, per
lasciare ai magistrali un potere discrezionale. Se avesse
inteso ristringere gli effetti

della proibizione alla pa-

rentela naturale legalmente stabilita lo avrebbe dichia-

ma ha

rato:

che

taciuto e

il

silenzio tanto pi decisivo,

Codice hanno

gli autori del

dichiarazione contraria.

Per

reputata
fa

sebbene

inesistente in ogni altra

legalmente

materia, pure essa

(Marcad,

sullart.

Cod. Napol. -

161 del

Demolombe, du Mariage, 107 - Mourlon,


Assai pi razionale

il

questo

fatto,

pure legalmente,

Or bene

la

prova della

dicendo

speciale di constain realt esistente,

la

prova

finch

esista,

che

gli

filiazione naturale

danno dei

figli

impedire - cos
e pericolose.

non

propria.
stata re-

ammessa,

illegittimi.

la ricerca della paternit, la legge

nelle famiglie,

quando

modo

nessunaltra pu essere

dalle leggi:

sia a vantaggio, sia a

527).

bench

reputa che non

mediante

sia constatato

golata

si

fatto,

I,

sistema opposto ;

legge ha organizzato un

un

stabilita

di cui la giustizia riconosca la sufficienza e

la validit.

tare

una

la parentela

sia

ostacolo al matrimonio, nel caso in cui

da prove

la

di (are

rifiutato

cui,

naturale che non legalmente costatata

Inter-

ha voluto

ci detto - che si porti la turbazione


con indagini sovente scandalose, incerte

Ove

fosse lecito seguire altre regole nella

prova della paternit naturale in occasione del matrimonio ne verrebbe lassurdo che lo stato di una stessa
persona sarebbe,
giacch

fosse considerato
d

cosi dire, diviso e scisso in

potrebbe avvenire,

impedirgli

il

come

figlio

due :

per esempio, che un tale


naturale di uno, alleffetto

matrimonio colla

figlia

legittima

di

Digtized

by

Googte

LEZIONE

372

mentre

questi,

in tutti

rebbe trattato come


di genitori ignoti:

ton,

147.

che assolutamente

commento

(Astengo,

bile.

rapporti sociali

sa-

legittimo daltra persona, o

figlio

il

XXII.

altri

gli

inammissi-

59 - Duran-

allarticolo

160).

li,

Dellimpedimento risultante da un reato


contro uno dei coniugi.

Nel nostro Codice troviamo un impedimento


non ha riscontro se non nelle leggi austriache.

condo
reo

lart.

62, chi fu in giudizio

complice

di

omicidio

che
Se-

criminale convinto

commesso,

volontario,

mancato o tentato sulla persona di uno dei conjugi.


non pu unirsi in matrimonio collaltro conjuge. Se
sia stata soltanto

pronunciata sentenza di accusa,

vero ordinata la cattura,

monio, sino a che


ritto

romano, n

di quelli che lo

sizione analoga.
Jul.

De

adult.

interdice

il

il

deve sospendere

giudizio sia terminato.

Il

romano

diritto

Cod.

Legg. un.
fra

il

(D. L.
1,

ov-

matri-

11,

de

rapitore

di-

il

ad

rapt.

leg.

virg .)

e la rapita,

nessun testo accenna ad impedimenti

che sorgano dallomicidio di un conjuge.

Furono

leggi ecclesiastiche che introdussero qualche

mento (Decret.

il

il Codice Napoleone, n
alcun altro
hanno imitato contengono una dispo-

matrimonio

fra gli adulteri:

si

L. III.

tit.

33, de Convers.

le

impedi-

inf. cap.

Le sole leggi austriache, come si detto, hanno ammesso un impedimento


conforme a quello dellart 62; il quale non , a dir
Nuytz, de

Matr. sct.

tit.

14).

vero, che la riproduzione del concetto sancito dall

colo 37

dellappendice

nellimpero austriaco

seconda

l8

della

arti

legge emanata

ottobre 1856.

Digitized by

Google

DELLE CONDIZIONI SPECIALI ECC.


proposto

era

Si

(ed

373

Codice

alcuni progetti del

contenevano gi gli articoli) di considerare ladulterio

Ma

come un impedimento a futuro matrimonio.


deciso

ragione

sprezzo
si

respingere

fu con

lasciando

proposta,

la

immoralit di simili unioni Quando invecq

un

di

tratti

di

opinione la cura di colpire col suo di*

pubblica

alla

delitto di

sangue, chiaro che

si

ji-

chiedono disposizioni pi severe. Ecco in quali termini


spiegava lintroduzione di questo articolo

il

dotto re-

Commissione senatoria:
impedimento parve doversi ammettere
motivi evidenti di morale decenza, ed quello

latore della

Un

per

altro

volontario, introdotto dalla santit delle

dellomtetdto

canoniche, e generalmente ricevuto presso

leggi
poli

civili

questo
nel

(?)

Egli ben vero che

limpedimento;

condanna

si

e se

che ne segue del

scopre
reato

il

Per

il

concorso

sufficienti a

di

la

qualunque matrimograzia o di breve

circostanze attenuanti parvero

giustificare lutilit e

la

convenienza del

nozze contaminate dal sangue

divieto di

reato, giace

scuopre,

si

casi di prescrizione, di

pel

po-

colpevole lo porr nella

impossibilit di fatto di contrarre

pena

applicazione di

impedimento non potr che essere assai rara

foro esterno, poich, se non

occulto

nio.

da notarsi linnovazione recata dallart. 62 alle

Secondo queste,
alle nozze quando si
quando coloro che in-

disposizioni delle leggi ecclesiastiche.

era dimpedimento

lomicidio

verificavano

due condizioni:

l.

tendavano contrarre matrimonio avessero cospirato di


concerto

contro

la

vita

del

conjuge,

onde

togliere

nozze: era per necessario che lomicistato consumato; il tentativo non bastava,

lostacolo alle

dio fosse

perch

le

leggi

parlavano

di

omicidio

commesso;

Digitized

by

Google

374
2."

LEZIONE

quando concorresse

XXII.

ladulterio con l'omicidio (Nuytz,

op. cit., sez. 10, tit. 14, art. 1). L ari. 62 pi severo;
esso punisce con linterdizione di contrarre matrimonio
non solo il reato commesso, ma anche quello che sia
mancato o solamente tentato.

Dellimpedimento risultante dalla


vedovanza della donna.

148.

Se limpedimento creato
si

dallart.

62 non ha,

veduto, molti riscontri nelle leggi antiche

non

derne,

si

dallart. 57,

il

pu dire altrettanto
quale interdice

le

di quello

come
mo-

sancito

nozze alla

seconde

donna vedova, se non sono decorsi dieci mesi dallo


scoglimento o dall annullamento del matrimonio precedente, salvo il caso che l annullamento abbia avuto
luogo per l impotenza del marito (art. 107) ; questo
divieto per cessa dal giorno che la

donna abbia par-

torito.

Fra

adducono a spiegazione di
questo impedimento primeggia quello che si trae dallofi

che

motivi

si

un simile matrimonio reca alla pubblica monon essendo conveniente che la donna mostri

fesa che
ralit:

tanta

dopo

passare a seconde nozze,

impazienza di
la

morte

del

dire lo scandalo

rebbero

alla

primo marito,

che ne

donna

il

la

subito

legge deve inter-

deriverebbe: poich tutti

rimprovero

che

fa-

Virgilio fa ri-

volgere a Didone. cineres nut manes nihil curare sepultos.

il

solo che

spirito

necessit

di

ha valore giuridico di
veramente fondato, e che risulta

per non

Questo motivo
sorta:

dallo

come
evitare

dalla
le

lettera

della

incertezze

legge,

sulla

la

paternit.

Digitized

by

Google

DELLE CONDIZIONI SPECIALI ECC.


Questo, e non altro, era

nato

romano

legislatore

il

375

motivo che aveva determi-

il

a sancire

una simile

proibi-

zione. Etsi talis sit maritus (leggesi al parag. 1 della

L. II d.

non

De

quem more maiorum Inger


non posse eam nuptu intra legittimum

his qui not. inf.)

oportet,

tempus collocari; praetor enim ad id tempus se

retulit,

quo vir elugeretur, qui

tup.ba-

solet elugeri,

tionem sanguinis. Identico


minato

il

nostro

legislatore a

propter

motivo che ha determatrimonio


il

il

vietare

della vedova prima che dieci mesi siano decorsi dalla

morte del marito.


ben vero che la violazione di un tale divieto
nou produce nullit di matrimonio: per quanto siano
gravi gli interessi che la legge ha voluto proteggere,
non si trova per tale offesa all ordine pubblico o
alla pubblica moralit

da doversi considerare

come un impedimento

dirimente.

veduto con opportune

il

diritto

Basta che sia prov-

disposizioni

far

si

che un

simile matrimonio non possa aver luogo: ma una volta


compiuto non si pu annullare. Non vi sarebbe, invero,

proporzione

zione fatta

al

alcuna

fra

la gravit

precetto della legge e la

della viola-

punizione con

cui sarebbe colpita.

Le disposizioni, dalla legge per impedire alla


donna vedova di passare a seconde nozze prima che
mesi dalla vedovanza sono, le une

.siano trascorsi dieci

preventive, le altre repressive.

Fra

le

misure preventive primeggia lobbligo im-

posto aUuflciale dello

stato

civile di

esigere dalla

documenti necessarii per constatare che sono


decorsi dieci mesi dalla morte del marito o dallo
annullamento del matrimonio precedente, a norma
dellart. 57, a meno che il motivo deHannullamenlo

vedova

Digitized by

Google

376

LEZIONE

sia stata la

caso

espresso
civ.

stat.

XXII.

impotenza manifesta e perpetua, come nel

107

dall art.

art.

(Regol.

Inoltre,

72).

la dispensa dalle

dello

sullord.

che domandi

vedova

la

presen-

obbligata a

pubblicazioni

un atto di notoriet col quale cinque testimoni dichiarino dinanzi al pretore che essa non si

tare

trova nel

caso indicato dall art. 57

contravenzione di
se

tratti di

si

marito morto,

il

prossimi di

diritto di farvi opposizione ai

il

ascendenti e a tutti

lei

marito; se invece

il

anche

matrimonii aveva avuto luogo.


le

cato di

il

diritto

quale

a colui col

Queste,

misure preventive colle quali


rendere impossibili

primo

parenti del

matrimonio fu anullato,

di farne opposizione spetta

sono

78).

(C. C., art.

matrimonio fatto inquesto divieto, lart. 86 riconosce

quando

Finalmente,

il

e non altre,
legge ha cer-

la

matrimoni contro

di-

il

vieto dellart. 57.

Ma
posti,

il

avviene

se

matrimonio

che,

malgrado

dello stato

donna colpevole,

incorrono nella multa di


dersi sino a 1000

laltro

che abbia

civile

gli

pu-

fosse compiuto, la legge

si

nisce la violazione fatta con diverse


cos l. la

ostacoli sup-

misure repressive
coniuge e

celebrato

lire 300,

il

luffiziale

matrimonio

che possono esten-

2. la donna, di pi, incorre

nella

decadenza da ogni donazione, lucro dotale e successione


che

gli

provengano dal primo marito

(art.

127).

La

legge romana era assai pi radicale, poich dichiarava

infame tanto

la

donna che passava

nel caso indicato dallart. 57 quanto


(L. 3, 5, C. de sec. nupt.
vi riportato

un

a Sulpicio). Gli

C.

15, ex

seconde nozze

a
il

di lei

qtiib.

rescritto dellimperatore

marito

caus. inf.:

Gordiano

appunto per provvedere alla sicura

applicazione delle disposizioni della legge che, secondo

Digitized

by

Googte

DELLE CONDIZIONI SPECIALI ECC.


100 del

art.

stato civile,

decreto citato

377

ordinamento dello

davanti al quale una vedova


matrimonio deve informare pronta-

ufficiale

abbia contratto

mente

sull

Pretore.

il

Del matrimonio di persne vincolate

U9.

da ordini

sacri.

Una quistione che occupa vivamente

giuristi

questa: se chi vincolato da voti religiosi possa contrarre matrimonio.


cilla fra

mente

il

la

si

La giurisprudenza francese vatende per a prevalere

no;

il

negativa;

Cassazione

la

forte-

costante nel

dichiararne contrarii alla legge questi matrimonii.


In
tanto

Italia la

dinanzi

quistione

ai

mensa maggiorit

stata

come

tribunali

vivamente agitata

nella stampa. Lim-

dei giuristi si dichiarata favorevole

al

principio che ubi lex voluit, dixit : e che non avendo

il

Codice considerato

pedimento

al

vincoli

religiosi

come un

matrimonio, era cosa contraria

ai

pi elementari della interpretazione delle leggi


ler trarre dal silenzio del legislatore

una

im-

canoni
il

vo-

cos arbitra-

E oggimai lautorit giudiziagiuristi meno una sentenza isolata

ria restrizione di diritti.

ria concorde coi

del tribunale di Genova, emendata da un altra bella,

dotta e vigorosa sentenza della corte d'appello, dovuta


alla

penna di quel valente giurisconsulto che

il

primo

presidente Alessandro Pinelli, tutte le controversie insorte furono sciolte nel senso affermativo.

Prima ancora dellattuazione del Codice, avevano


avuto luogo

le

pi vive discussioni su cotesta quistione

Nel primo progetto di Codice erano dichiarati incapaci


al matrimonio quelli che avessero ottenuto gli ordini
/

Digitized

by

Google

378

LEZIONE

maggiori.

Questa

appoggiata

dagli

pi vigorosi

XXII.

uni e combattuta

di Codice civile Miglietti,

faceva

non

della

il

il

del

dopo aver chiesto

alcuna causa

diritti a

Buniva,

libro

qualit di chierico

nasceva da

Fra

dagli altri.

dogni restrizione di

avversarii

danno del clero giova annoverare


ne suoi eccellenti studi sul primo
si

vivamente

stata

era

disposizione

quale,

progetto

perche

il

unincapacit che

naturale o civile,

cosi

prosegue:

Se

sfugge

indagine che

o no,

potere civile. Instituendola,


individuali pei

atti

una pienissima
alcuno. Egli
unirsi

sia prete

cittadino

il

al

sindacare

entra

egli

ogni

uomo

libert, e

non deve renderne conto


unincapacit alla facolt

la

lunione matrimoniale di

pubblica

opinione

nei

la

fede

catto-

Ci potr essere un possente ritegno ad un

viduo che

si

di

un

Non ci arresta il rillesso che


un sacerdote riprovata dalla
paesi, come lItalia, dove la

grande maggioranza dei cittadini segue


lica.

ad

quale una diretta conse-

guenza della personalit umana; quindi commette


vero abuso di potere.

gode

colpisce di

matrimonio,

in

quali

indi-

trovi iniziato negli ordini sacri, per non

contrarre questo vincolo;

ma non

potr

mai

essere

un motivo valevole al legislatore per respingerlo da


un contratto a cui come uomo e come cittadino ha
un incontestato diritto. La riprovazione di quest limone sar una circostanza certamente ben grave, che
egli

dovr pesare con maturit

cmpito del

Ben
le

contingenze

altre

ununione

quali

senza che
colpirla

di

si

legislatore

si

sia

di

potrebbero

giuridica.

la

pel

indifferente.

accennare, per

universalmente

voglia imporre al legislatore


nullit

ma

consiglio;

assolutamente

condannata,
il

carico di

pubblica

opinione

Digitized

by

Google

DELLE CONDIZIONI GENERALI ECC.


contro

come

il

379

matrimonio dei preti cosi generale e potente


asserisce;

si

in

caso, senza

tal

soccorso di

legge,

impedir nel

non

ed allora non pu essere magistero del legislatore

il

o tale

crearla fittiziamente e lasciarsi cosi trascinare

violazione
diritti
I

dal

degli

primitivi ed

individuali,

dei cittadini

alla

inalterabili

sani principii di diritto, esposti con tanta forza

giurisconsulto di cui

valente

ricevettero

torinese,

per cui, in

puramente

sanzione

la

ogni restrizione

quale cancell
e

pi dei casi simili unioni

materia

si

onora

del

matrimonio

di

semplicemente

lAteneo

legislatore,

relativa ai
essi

assoggettati

il

sacerdoti;

rimasero
al

diritto

comune.

Non per

a credere

senza ostacoli. Gi

cancellato

due

il

che

la quistione fosse sciolta

secondo progetto

articoli

coi

quali

Cassinis avea

sinterdiceva

il

matrimonio dei chierici e quello di cristiani con non


cristiani;
stessa via.

progetti

seguirono

la

senatoria che esamin

il

Miglietti e Pisanelli

La Commissione

non tocc di alcuno di questi due


impedimenti. La Commissione, diceva il Vigliani,
nella sua relazione, riconosceva che nello stabilire le
condizioni necessarie per contrarre il matrimonio, le
quali si dicono impedimenti, il progetto saviamente
progetto Pisanelli

si

attenne a quelli soltanto che hanno la loro ragione

nellinteresse
societ,

ossia

civile,

nel

bene

coscienza dei credenti gli impedimenti


pri di

della

che sono pro-

questo o di quel culto religioso.,.

Ma

la forza di

queste ragioni

vincere gli avversarii


sione

pubblico

nel bene privato delle famiglie, lasciando alla

ebbe luogo

in

non valse a con-

e una lunga e vivissima discus-

Senato,

quando

si

tratt

della

Digitized

by

Google

LEZIONE

380
legge per

XXII.

unificazione legislativa del Regno, e quindi

per la promulgazione del Codice civile.


Alcuni membri del Senato volevano

che

fosse

aggiunto nel Codice un articolo, diretto a impedire

il

matrimonio dalle persone insignite dagli ordini sacri.


fra cui il senatore F. Sclopis, chiedevano che
di grazia e giustizia, (G. Vacca) facesse
il ministro

Altri,

su questo punto una dichiarazione formale e precisa.

Ma

il

ministro

rifiut ad una cosa ed allaltra, creCodice non dovesse uscire dalla cerchia

si

dendo che
puramente

diziaria la

cura di

del Codice

civile,

il

civile

e lasciando allinterpretazione giu-

provvedere e supplire

mancava

di franchezza.

piu

zionale e

conforme

vero, era

il

Non era cosa molto pi


dignit

alla

per eliminare dal Codice ogni


ai

principii

ai

della

conflitti

di

capitale

abbandonare

come

appoggiava

quella

in

E,

incertezze ed

alle

giurisprudenza una

diritto,

si

coscienza?

di

ra-

legislatore

del

elemento religioso,

libert

della

perch

daltra parte,

in Francia.

infelicissima,

dichiarare solennemente le ragioni su cui

omaggio

silenzio

al

come appunto avvenne

Questa risposta, a dire

quistione

cosi

concerne

che

la

capacit legale dei cittadini? Era cosa prudente e ad-

dicevole a chi fa leggi

il

rifiutarsi di

dare una guida

sicura a chi deve interpretarle e applicarle ? Ci veleva


molto ad aggiungere ad un articolo la dichiarazione

seguente:
all

infuori

denti?

la legge

di

non riconosce

quelli

indicati

negli

altri

impedimenti

artieoi

prece-

Checch ne

sia,

il

Senato, respinse

ogni

emenda-

mento che implicasse un divieto al matrimonio dei


religiosi dambo i sessi; per cui nel silenzio della
legge, e dopo il voto esplicito del Senato, essi rien-

Digitized by

Google

DELLE CONDIZIONI SPECIALI ECC.


trano puramente e semplicemente sotto

comune.

diritto

Una sanzione pi
la

381

limpero del

danno

questo

esplicita di

principio ce

<

processi verbali della Commissione di coor-

dinazione. Nella tornata del 20 aprile 1865


discussione

la

proposta

venne in
Mancini di

dellonorevole

dichiarare che oltre agli

impedimenti matrimoniali

non possano ammetter-

dalla legge civile,

stabiliti

sene

altri riconosciuti dai

dini

delle

complesso delle disposizioni del Codice sulla materia del matrimonio rende soverchia qualunque di-

chiarazione in proposito, la Commissione delibera di

varie religioni

canoni o dalle
:

ma

passar oltre alla detta proposta

il

Non conoscevano sicuramente questo


guaggio quei magistrati

consuetu-

considerando che

quali torsero

esplicito lin-

il

Codice

si

da

trovarvi un impedimento dedotto da vincoli religiosi:

eppure

precetto pi elementare in fatto dinterpreta-

il

zione delle leggi di studiare


latore; e
la

le intenzioni del legis-

processi verbali dei lavori preparatori per

redazione delle leggi sono sempre

stati

considerati

come una guida autorevole e sicura. Qui la Commissiona, come nota giustamente lAstengo, affermava ci
che era

stato detto e

sottinteso

allora,

fino

che

la

legge civile nulla avesse a fare in queste materie colle


leggi ecclesiastiche, e risolveva la quistione nel senso

che

preti e

religiosi

possano contrarre matrimonio

civile (1).

(t)

si

articoli di un ott'mo giorVi Legge (1866) che sostenne questa mede-

Sono da leggersi alcuni vigorosi

nale di giurisprudenza,

sima

tesi

con molta forza, e confut pienamente

volle mettere in

nuovo diritto

sofismi

coi quali

dubbio uno dei principii pi evidenti del nostro

civile.

Digitized by

Google

LEZIONE

382

XXII.

Possiamo dunque considerare eome sciolta

fra no

una controversia che, iu Francia, agita ancora magistrati e giurisconsulti, sebbene il pensiero del legislatore vi sia stato ben espresso non meno che da noi:
gli
autori del Codice Napoleone stabilirono formalmente che, dinanzi alla legge civile, le obbligazioni
puramente ecclesiastiche e spirituali non hanno alcuna

forza obbligatoria, perch la legge stessa vi proclama,


la libert di

coscienza e di culto. La giustizia secolare,

non

dicevano

essi,

israeliti,

n ha tre legislazioni diverse, accomodate

riconosce

protestanti o

cattolici,

ciascuno dei tre culti: essa non riconosce che dei

fran-

una legge comune a tutti. Gli ufficiali dello


non hanno dunque diritto, quando uno si

cesi, e

stato civile

presenta loro per contrarre matrimonio,


delle sue credenze religiose,
tuali

che avesse assunti


della

la violazione

una

libert

d'informarsi

n degli impegni

di

desidera contrarre matrimonio

spiri-

tale inquisizione sarebbe

coscienza.

prete che

Il

rinuncia senza dubbio