Sei sulla pagina 1di 9

Passato

prossimo

Costruzione del passato prossimo
Ausiliare (ESSERE/AVERE) + Participio passato

AL usare ESSERE si deve fare concordanza di genere e numero.

AVERE si usa con i verbi transitivi attivi (come ho mangiato) e con alcuni intransitivi (ho
parlato)
ESSERE si usa con
o i verbi intransitivi (sono andato),
o i verbi riflessivi propri e impropri (mi sono lavato, mi sono comprato un libro),
o con i verbi pronominali (mi sono arrabbiato),
o con i verbi impersonali ( successo un incidente),
o nella coniugazione passiva dei verbi transitivi (sono stato salvato)

Gian Piero Ciammariconi

Futuro semplice


io
tu
lei/lui
noi
voi
loro

Parlare (-ARE)
parler
parlerai
parler
parleremo
parlerete
parleranno

Coniugazione

Mettere (-ERE)
metter
metterai
metter
metteremo
metterete
metteranno

Partire (-IRE)
partir
partirai
partir
partiremo
partirete
partiranno

Alcuni verbi irregolari


Essere
sar
sarai
sar
saremo
sarete
saranno

Avere
avr
avrai
avr
avremo
avrete
avranno

Cadere
cadr
cadrai
cadr
cadremo
cadrete
cadranno

Fare
far
farai
far
faremo
farete
faranno

Volere
vorr
vorrai
vorr
vorremo
vorrete
vorranno

Futuro anteriore

Indica eventi che si terranno al futuro e accadranno prima da unaltra azione (anche disposta
nel futuro)

Costruzione del futuro anteriore
Ausiliare (ESSERE/AVERE) al futuro semplice + Participio passato

Partir quando avr finito il turno





2 azione 1azione
(futuro semplice) (futuro anteriore)


Lordine non importante:
Partiremo in vacanza non appena avremo finito gli esami
Non appena avremo finito gli esami, partiremo in vacanza


Gian Piero Ciammariconi

Indicativo imperfetto


io
tu
lei/lui
noi
voi
loro
Essere
ero
eri
era
eravamo
eravate
erano

Parlare (-ARE)
parlavo
parlavi
parlava
parlavamo
parlavate
parlavano

Coniugazione
Mettere (-ERE)
mettevo
mettevi
metteva
mettevamo
mettevate
mettevano
Verbi irregolari

Bere
bevevo
bevevi
beveva
bevevamo
bevevate
bevevano

Dire
dicevo
dicevi
diceva
dicevamo
dicevate
dicevano

Dormire (-IRE)
dormivo
dormivi
dormiva
dormivamo
dormivate
dormivano
Fare
facevo
facevi
faceva
facevamo
facevate
facevano


Uso dellimperfetto:
In generale si usa per indicare unazione o un evento che si svolto nel passato e che
non importante definire nella sua durata. Si usa per le descrizioni, soprattutto con i
verbi essere, sembrare e avere.
o Luisa era molto contenta.
o Avevo molta fame e nel frigo non cera nulla.

Per esprimere azioni ripetute molte volte nel passato o per indicare abitudini.
o Da piccolo, Luca passava sempre le vacanze in montagna.

NON si usa quando la durata dellazione definita o quando si dice quante volte si
fatta una cosa.
o Ho abitato in Irlanda per tre anni.

Quando in una frase si fa riferimento a due o pi eventi successi nel passato, limperfetto
si usa per indicare quando gli eventi si sono svolti, cio, il tempo in cui sono successi.
o Ho conosciuto Liam quando abitavo in Olanda.

Quando 2 azioni si svolgono allo stesso tempo e hanno la stessa durata, sono tutte e due
espresse allimperfetto. Quando la durata diversa, lazione che dura di pi
allimperfetto e laltra al passato prossimo
o Mentre tu studiavi Luciana guardava la TV
o Ho conosciuto Eric quando abitavo in Svizzera.

Gian Piero Ciammariconi

Indicativo trapassato prossimo



Costruzione del trapassato prossimo
Ausiliare (ESSERE/AVERE) al indicativo imperfetto + Participio passato

Uso del trapassato prossimo
Si usa per sottolineare la successione temporale fra 2 fatti che si sono svolti nel passato,
quando pu essere importante definire quale evento si verificato prima quale dopo.
o Esempio: Ero appena uscita dalla doccia quando avete telefonato

1 azione


2 azione

Si usa anche per indicare un passato pi lontano dalla situazione presente perch
successo qualcosa che ha interrotto la continuit del rapporto fra passato e presente.
o Esempio: Bardi, il mio professore di matematica, aveva studiato al Politecnico.

Gian Piero Ciammariconi

I pronomi diretti


In italiano ci sono verbi che si usano con i pronomi diretti e verbi che si usano solo con i
pronomi indiretti. Per capire quale pronome usare, dobbiamo sapere a quale domanda risponde
il verbo:
se risponde alla domanda CHI? o CHE COSA? significa che dobbiamo usare un
pronome diretto;
se risponde alla domanda A CHI? allora dobbiamo usare un pronome indiretto.

ESEMPI:
Il verbo mangiare risponde alla domanda CHE COSA?, questo significa che vuole un
pronome diretto.
Io mangio (che cosa?) una mela. Io la mangio.

Il verbo telefonare risponde alla domanda A CHI?, questo significa che vuole un pronome
indiretto.
Io telefono (A CHI?) a Mario. Io gli telefono



Gian Piero Ciammariconi

PRONOMI INDIRETTI

Pronomi
Personali

Pronomi
Diretti

Pronomi
Indiretti

Pronomi
Combinati

Io
Tu
Lui/Lei
Noi
Voi
Loro

Mi
Ti
Lo/La
Ci
Vi
Li/Le

Mi
Ti
Gli/Le
Ci
Vi
Gli

Me + pronome diretto
Te + pronome diretto
Gli + pronome diretto
Ce + pronome diretto
Ve + pronome diretto
Gli + pronome diretto


I pronomi diretti sostituiscono nomi (oggetto o persona), secondo la domanda chi? o che cosa?
I pronomi indiretti sostituiscono nomi (oggetto o persona), secondo la domanda a chi? o a che
cosa?

Regalo il giornale a Gian Piero


oggetto diretto oggetto indiretto

Questo pu diventare:
-Lo regalo a Gian Piero (Lo sostituisce loggetto diretto)
-Gli regalo il giornale (Gli sostituisce loggetto indiretto)
-Glielo regalo (Glielo = Gli + lo, sostituisce loggetto diretto e lindiretto)

Esempi:
-A te piace il vino? S, mi piace il vino
-A chi hai comprato il libro? Glielo ho comprato al Sr. Rossi
-A chi hai comprati i libri? Glieli ho comprati al Sr. Rossi
-Mi puoi prestare una matita? Te la posso prestare / Posso prestartela

TABELLA DI PRONOMI INDIRETTI COMBINATI

LO
LA
LI
LE
MI
Me lo
Me la
Me li
Me le
TI
Te lo
Te la
Te li
Te le
GLI/LE
Glielo
Gliela
Glieli
Gliele
CI
Ce lo
Ce la
Ce li
Ce le
VI
Ve lo
Ve la
Ve li
Ve le
GLI/LORO
Glielo
Gliela
Glieli
Gliele

Gian Piero Ciammariconi

IMPERSONALE

Costruzione del impersonale:


Verbi Si + verbo in 3 persona singolare
Verbi riflessivi Ci + Si + verbo in 3 persona singolare

Esempi:
-Salgo sul Avila Si sale sul Avila
-Parlate di Anouk Si parla di Anouk
-Vi vestite bene Ci si veste bene (vestirsi, riflessivo)

Importante!

Possessivi
I possessivi diventano anche impersonale. Non si usa mio, tuo, suo, nostro, ecc., ma si usa:
-Proprio (singolare maschile)
-Propria (singolare femminile)
-Propri (plurale maschile)
-Proprie (plurale femminile)
Esempio: -Quando siamo soli abbiamo coraggio per affrontare i nostri problemi Quando si
soli si ha coraggio per affrontare i propri problemi

Aggettivi
Gli aggettivi singolari diventano alla 3 persona plurale quando si converte allimpersonale.
Esempio: Quando mangio, sono felice Quando si mangia, si felici

Impersonale nel passato prossimo


Il passato prossimo sempre usa lausiliare essere. Se il verbo originale usa lausiliare essere (ess.
salire, uscire), si coniuga in 3 persona plurale. Se il verbo originale usa lausiliare avere, si coniuga
in 3 persona singolare.
Verbi con ausiliare Essere
Presente (personale) Salgo sul Avila
Presente (impersonale) Si sale sul Avila
Passato prossimo (personale) Sono salito sul Avila
Passato prossimo (impersonale) Si saliti sul Avila 3 persona plurale

Verbi con ausiliare Avere
Presente (personale) Parlate di Anouk
Presente (impersonale) Si parla di Anouk
Passato prossimo (personale) Avete parlato di Anouk

Passato prossimo (impersonale) Si parlato di Anouk 3 persona singolare



I verbi riflessivi sempre usano lausiliare essere, quindi sempre si coniugano con la 3 persona
plurale.


Gian Piero Ciammariconi

LImperativo

Si usa per esprimere ordini o richieste in forma forte, ma anche per fare auguri, inviti e
raccomandazioni.

Esempi: Chiudete la porta! Rispondi al telefono! Facciamo presto!. Mangiamo. Aspetta.

Formazione dellimperativo:

-ARE
-ERE
-IRE
(lavorare)
(mettere)
(dormire)
Tu
lavora
metti
dormi
Noi
lavoriamo
mettiamo
dormiamo
Voi
lavorate
mettete
dormite

Verbi irregolari:

Essere
Avere
Tu
sii
abbi
Noi
siamo
abbiamo
Voi
siate
abbiate




Andare
Dare
Fare
Bere
Tu
vai/va*
dai/da*
fai/fa*
bevi
Noi
andiamo
diamo
facciamo
beviamo
Voi
andate
date
fate
bevete






Stare
Dire
Sapere
Scegliere
Tu
stai/sta*
di*
sappi
scegli
Noi
stiamo
diciamo
sappiamo
scegliamo
Voi
state
dite
sappiate
scegliete






Salire
Venire
Tenere
Uscire
Tu
sali
vieni
tieni
esci
Noi
saliamo
veniamo
teniamo
usciamo
Voi
salite
venite
tenete
uscite

*Queste forme si possono usare come la prima forma o come la seconda attaccando il
pronome, e si raddoppia la lettera (eccetto gli). Esempi: Dammi, dicci, fagli.

Esempi:
Dare ( a me ) il libro Dammi il libro
Far sapere ( a lei ) la data dellesame Falle sapere la data dellesame

Gian Piero Ciammariconi

Limperativo La forma negativa



La forma negativa uguale eccetto nella seconda persona al singolare. Si usa con il verbo al
indicativo

Esempi:
Finisci Non finire
Lavora Non lavorare
Finiamo Non finiamo
Metti Non mettere
Finite Non finite
Dormi Non dormi

Limperativo Verbi riflessivi



Pettinarsi
Pettinati Non ti pettinare / non pettinarti
Pettiniamoci Non ci pettiniamo
Pettinatevi Non vi pettinate

Mettere
Mettiti Non ti mettere / non metterti
Mettiamoci Non ci mettiamo
Mettetevi Non vi mettete

Gian Piero Ciammariconi