Sei sulla pagina 1di 15

Lezione 17 - Regimi aperiodici

Teoria e Sviluppo dei Processi Chimici


AA 2016/2017 Pier Luca Maffettone

Contenuto
1.
2.
3.
4.

Introduzione al Chaos
Il modello di Lorenz
Attrattori strani
Vie al Chaos

Riferimenti Bibliografici
1. S. Strogatz Nonlinear Dynamics and Chaos, Perseus Books

Il Modello di Lorenz
Modello molto semplificato della fluidodinamica dellatmosfera

Il modello descrive il flusso bidimensionale di fluido determinato da


una differenza di temperatura tra due superfici

2 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Il Modello di Lorenz
x = ( x + y)
y = rx y xz
z = bz + xy

x proporzionale all'intensit del moto convettivo.


y proporzionale alla differenza di temperatura tra correnti
ascendenti e correnti discendenti.

z proporzionale alla distorsione del profilo verticale di temperatura


dalla linearit.

Significato dei parametri


il numero Prandtl: il rapporto tra la diffusivit della quantit di moto
(viscosit cinematica) e la diffusivit termica.

r il numero Rayleigh: rapporto tra conduzione e convezione.


b un fattore geometrico.

3 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Il Modello di Lorenz
Le caratteristiche importanti di questo modello sono:
un sistema dinamico autonomo (DETERMINISTICO!)
un modello non-lineare
un modello dissipativo - ovvero "i volumi nello spazio delle fasi" si
contraggono nelle dinamiche;

Consideriamo una superficie nello spazio delle fasi S(t) che include un

volume V(t). I punti della superficie sono condizioni iniziali del sistema
dinamico. La superficie evolve nel tempo seguendo la dinamica dei suoi
punti. Il modello dissipativo se il volume incluso nella superficie che
evolve diminuisce nel tempo.

Implicazione: Non esistono soluzioni quasiperiodiche. Perch?


Non esistono repulsori, ne cicli limite repulsori, i cicli limite o sono stabili o
selle.
Le soluzioni stazionarie o sono pozzi o selle
Le soluzioni sono limitate.

4 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Il Modello di Lorenz
Punti di equilibrio:
0,0,0 (nessuna convezione) per qualunque valore dei parametri
per r<1 pozzo,
r=1 biforcazione forcone (simmetria)
per r>1 sella con variet stabile bidimensionale

per r >1 esistono anche le soluzioni xS = yS = b(r 1), zS = r


( + b + 3)
per 1 < r < rH =
linearmente stabili, assumendo
b 1
b 1>0

per r=rH biforcazione di Hopf subcritica, quindi per r<rH esiste un ciclo
sella attorno alla soluzione stazionaria stabile

per r>rH le soluzioni stazionarie stabili diventano selle


se fissiamo =10, b=8/3 (per esempio) a r=13.296 si verifica una
biforcazione omoclina

5 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Diagramma di soluzioni

Che succede per r>rH . Non sembrano esserci attrattori di alcun

genere. Devono esistere traiettorie che sono attratte e poi spinte

lontano (stretching and folding) dalle tre selle in un volume sempre


pi piccolo e senza intersecarsi.

6 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Serie nel tempo


Soluzione da 0,1,0 per =10, r=28, b=8/3

La traiettoria sembra quella di una pallina di flipper

7 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Orbita nello spazio delle fasi

La soluzione aperiodica
La struttura dellattrattore frattale
8 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Dipendenza dalle condizioni iniziali


Due condizioni iniziali 0,1,0 e 0,1.02,0

Due traiettorie che partono vicino si separano esponenzialmente

9 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Orizzonte temporale
Esiste un orizzonte temporale oltre cui impossibile fare una
previsione

in questo caso positivo. Quantifica lorizzonte temporale.

10 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Chaos
Non esiste una definizione di Chaos universalmente accettata
Una possibile definizione proprio collegata alla forte dipendenza
dalle condizioni iniziali:

Chaos un comportamento aperiodico a tempi lunghi in un sistema

deterministico che mostra forte dipendenza dalle condizioni iniziali


La dinamica giace su un attrattore strano (spesso un insieme di
dimensioni frattali)

11 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Diagramma di soluzioni pi completo

12 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Spettri - nello spazio delle frequenze

Soluzione
Periodica

Soluzione quasiperiodica

Soluzione

aperiodica

13 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Alcune strade al Chaos


Cascata armonica
Successione di biforcazioni di raddoppio di periodo
Esempio: Mappa Logistica

14 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Alcune strade al Chaos


Torus Explosion
Collisione di un ciclo sella con un toro stabile

15 /15
TSPC - Lezione 17
Regimi aperiodici
16/12/2016

Potrebbero piacerti anche