Sei sulla pagina 1di 112
GERTRUDE BELL Ee tec eee a] SES [rol SRP e eee Toe vivevano le genti een Peet Been ALLO STADIO Alinizio non feat glispalti, oggi gli stadi sono piccole citta Nek SC Vr ce) Gli“scandali” della Bibbia SET Mee UCiam lt) le al Pree ele PRI Ses) 2 sg r\:11 8 INTRECCI TRA EROSERELIGIONE ene ry veww.prova308.com i Questa pagina é dedicata ai lettor.Iviatecile vostr opinioni, idee, proposte, citche. Pubblicneremole pidinteressant. llealtrecercheremo comungue di rispondere. Eventualiconsiderazion da parte dellaredazione compaionoin corsivo.Vipreghiamo difirmarvi sempre. Scrvete a Focus Storia, via Carlo Goldani1-20129 Milano coalfe-mailfocusstoria@gujm.it. Oppure mandate un sms al numero 333/240072 ‘Alorigine dei Templari Hoalcune precsazionidafaresut- Fartcolodedicatoa Templar Fo- cus Storia n° 2, pag. 30). n par ticolare sullorigine del fondatore delfordine, Hugues de Payns: in Francianon@maiesstitoun pae- seouna ontrada, nella Champa- ‘ne, con questo nome. Negi at Udell storico Gugieimo di Tro (130-186) sitrova la descrione (latino) dela nascitadeOrdine dela Mla det Tempio di Gerusa- lemmeessi parla deifondatoriche “fuerunt vii venerabiis Hugo de Paganis et Gaufidus de Sancto ‘Aldemaro™ a stessa forma lati nasi trva i testi portoghesie spagnoliein quel dello storico Hippolyte Heyot (1700). Le pa- role di Guglielmo di Tr furono tradote in volgarefrancese nel 1200 @ Hugo de Pagans dvenne Hues de Palen deez Trois. Pa ganis (nome di faigh) divenne Paiens (nome i viaggio). Qual @ alo, la terra d orgie di Hu {gues de Pays? Basta poco per a- pero, Pagani la localita connes- sacol nome della famiglia, si tro- vain Campania, non lontana da Salemo, presso Nocera dei Paga- 1. Lo pub leggere neiscrtti di Filberto Campanile (1600), d/An- tonino dAmico (1600), di Berar do Giustinan fine 1600) edi un certo Giovanni Batista di Crolla- lanza 1800). © questi stricisono wos na dei lettori bugiardi, maismentiti pe- 18, 0 qualcuno ci sta sot- traendo, ancora una vol ta, una parte della nostra storia Michele Metin Posso dire innanzitutto che Payns non é uninvenzione anti- italiana degli lant transalpi- ni, Sitratea di un piccolo comu- ne (Circa 900 abitanti, 17 kn di superficie) del dipartimento det ‘Aube, nella regione della Cham- pagne-Ardenne, @ circa 10 km dda Troyes. Pid preciso- mente:a 48°23 dila- titudine nord ea 3? 58 di longitudine est. Ch il fonda tore dei Templari sia nato fio nella localita di Pagani, oi, @ una disputa annosa. Co- munque fa maggioranza degli storici modemi ritiene che Hu- _gues de Payns sia nato proprioa ayns. Cosa che fra Valtro sem- bra logica, visto chei primi Tem- plarierano quasi tutti francesi e che i loro ispirator (i Cistercen- si) avevano i conventi in Borgo gna, non nel Cilento. Secche della memoria vostro articolo “Glin settem- bre italian" (Focus Stora 20, pag. s2\voreiagetungereepiso- ho dela tragedia awenuta nelle acque della Meloria (Lil gno- vembre dl 1g. L per sero la vita 46 para- cadutisti della Fo- ‘gore e6 aviator ingles dela Raf. loro velivoloGes- s04siinabissdsu- bitodopoil dec, ribald Ogg proprio a Palaz- 20 Stocco si possono viitare | ites armament borboni- eerie eer Inoltre@i paese che ha da- _ toinatalia uno dei maggior| dialettal del Meridione, ‘Michele Pane. € quivisse an- ‘che Felice Costanzo, maestroeinsegnan- techetraisuoialie- viebbe anche Giulio ‘Andreotti.Come po- tete leggere on-line su adamilabarona. blogspot.com. ‘wan, Adami (C2) E nelle concitate fas i recupero ci fuunaltro morto, Sulla vicenda lein- dagini sono sempre sta- te controver- s2.Ma qualche anno fa, nelfanniversario dela batta- glia i E-Alamein, Carlo Azegtio Ciampi promosse i caduti dela ‘Meloriaa grado superore. Emanuele Chiech, ‘Montero Asta (i) ‘su Focus Stora 21 (pag, 12) dite che durante la presa della Basti- sala mediazione ta rappresen- ‘anti del popolo e Bernard-René ddeLaunay fall Affattol Si arivo a unaccordo: seil popolonon aves- sesparato, e Launay non avreb- be usato i cannoni, Ma si senti uno sparo ela battaglia inizid, (ms non frmato) Visto che qualcuno spard, la trattative fu rott,e le media- zione poté dirsi fallita. Inostri errori Focus tora ,ftoa sinistra pag ¢6:non strata d due ‘monaci Dab Dob, ra di gueri Anu, trian minovtaria el Gappone settentional ECONOMIA Un pieno di (vecchie) tasse Matt storic ietro aleodiateaccise sullabenzina [ANTICHITA Crocevia dipopoli Chieranoe come vivevano isin iz so0.annita 6 16 18 manned and anne anny 24 NOVECENTO Giochi distrada I nostri nonni sidivertivano on poco. Ecco come fare oggi Horo giochi. MEMORIE Trisnonni in vacanza Lefoto-ricordo deituristii cent’annifa ra Progetto alc copatin: Massimo Rea In copertina: Adamo ed Eva inumielaborazione fotografica GrunersJahe/ Mondadori SpA. Corso Monforte, 54 20122 Milano EBesitfo nie at) MISTICHE 40 iad Prosttutione sac cece coe eas Porter! nts} Scandalosa Bibbid Cer aspettereste da un fibro Satta Lae Eevee eed Voor piety oro pg gE P 4 yaad ) Con questo numeropotete io al si ! haptic ber ogee ig Occhio al simbolo! é ‘struzione awvincente come un fil ‘Sualcune foto troverai questa icona corre- sui luoghii dei Var ierad data da un link con un numero atrecifte.Inserisci ae a i Tindirizzo nel tuo browser epotra guardare un 10/90 OFTREAL PRELEO t mathe ek ces) PASSIONI _ 56 70 kas Ntantrismo indiano ee od fecedel sessounmodo _pil curiose in materia di i ee evar] eon Ac 64 yp et Secu Cisne Perens (perenne ar one) cea ae ences % ealtrelenti Dai monocoliai cee Soca oe pes HMI MEMORIE Trisnonni sae’ IN VaCaNZa-@ turismo erano in pochi: ecco le loro foto-ricordo pid curiose... Con ogni mezzo ‘desta ga in portantina sul pend elves (906), Sopra escrsonein barca nella Mammoth Cave, nel Kentucky (Usa), ss ilpid vasto sistema di grotte al mondo (1891). Foto di gruppo Sicita, yg: un gruppo Aivisitatorposa davanti aires del tempio 4 Giunone Lacinia rela Valle deiTempl, resso Agrigento. Tutto permesso ‘Alcuni viaggiatori“scalano* Te piramidialinizio del secolo scorso. Alora monumentinonerano tutelatiedera possibile arrampicarvsi sopra Souvenir 1900: due turiste europe sifanno scherzosamente fotografare sedute sulle gambe di due statue, in Egitto, Nell’800 si diffuse la moda dellalpinismo: il primo fal oTg ely eae la] della montagna nacque nel 1857, in Inghilterra Cc Cc) Te) Eau Cee cd eee SEL SOc cs te ¢ + Era glaciale Ingitaallecasate det niagara giacciate inuna foto difine ‘Boo. turismo negi: Usa sidiffuse con Findustrializzazione, Alta quota “Trekking” sui ghiacciai i Chamonix (Francia) nel 1867:le donne sono abbiglate con gonne lunghe, cappelin eparasole. won basta | eos ST NegtiUsa la natura divenne presto un’attrazione: il : loro primoyparco nazionale fu istituito nel 1872 ; \.aYellowstone pielcae es ry Cece) peter sequoia gigante caduta nella contea di Calaveras, te aed prertaroh Re td eee ue eer Cet any Nel 1841 l'inglese Thomas Cook inventé i viaggi organizzati con un’escursione in treno da Londra a Loughborough: 17 km Ascensioni sistema usato nel 1g10 (efino a poco tempo fa) per portare visitatori {Golo maschi) al Monastéro della Santa Trinita, sul picchiroccios delle ‘Meteore (Grecia). POLE Tle ee a Pee ee Rad 10 perfetto per i grandi viaggiatori il suo movimento di precisione indica le ore del mondo. II suo quadrante ee ec oa ir Pere trasterisce Fora del secondo fuso orario alle lancette central aa ri x -s PORSCHE DESIGN WORLDTIMER P’6750 Cr eet re INE CONOMIA UN 1 1864 il neonato Regno a'ttalia aggiunse alle gia sgravose imposte dirette su terrent, fabricate rediti, una nuova tassa sulla birrae sulle cosid- dette “acque gazzose” ra la prima anti- patica accisa italiana -dallatino accsia, aa sua volta derivato da acidere, ossia ta- sliare nel senso di “decurtare” -che tas- sava la produzione e il consumo dei be- ni, Ben presto questa imposta indiretta fuestesaalla produzione di tuttocié che Terremoto del Friuli aseradel 6 maggio s76i1 ifu devastato da un ‘Tterremoto diintensita paria6.4 Importata cement rae on Ca om ai el 1933: la prima accisa sulla benzina fu introdotta ‘durante il fascismo, tentd dicompensare con una nuova accisasuicarburanti, dig lire. acisidurbfinoal 6 novembre. Ogni litro di benzina ci costa oltre 27 centesimi PIENO Di conteneva aol, alo zucchero e ai maci nati, Eliminate da questi ultimi, le acc se sono sopravvissute fino a oggi sui ta Dacchi e sui liquori. Ma soprattutto sui carburant: il prezzo al lito della benzi- na verde, per esempio, & costituito per oltre il ox da imposte e accise, tra cui quelle nate per coprire spese straordi- narie scaturite da eventi di decenni fa, emai rimosse, Buowa tea. La piil“antica”é'accisa {ntrodotta negli Anni "30 per finanzia Terremoto dell'rpinia (Gomila milardidilrese siinciude anchela zoradi Napoli) costarono ‘numerosi scandal politic percoru- zione e alte 75 ire per ognilitro dibenzina. Disas tr 0 del Vajont ‘ranole 22:39 del gottobre 1963 quando 260 milioni di ‘metri cubi di roccia staccatisi dal ‘Monte Toc franarono nel lagoarti- ficiale del Vajont sollevando union- ata che scavalcé la digae si rivers avallefacendo circa siaggiunseroro lire prezzo dellabenzina re la conquista dell’Etiopia. «ln realt quel balzello non dava un gettito con- sistente, visto che in quegli anni sulle strade italiane i veicoli a motore erano [poco piti di 200 mila» spiega Giuseppe De Luca, docente di Storia del sistent finanziari all'Universita di Milano, Cid non impedi di ricorrere a questo siste- ma di tassazione, che aveva avuto tan- to successo all'estero, Gia nel693 il parlamento inglese ave- va approvato un‘accisa sulla birra per f- Missione in Libano elnge2gilisraelianiinvasero iMLbano nel tentativo di sradicarela presenza armata pale- stinese earrivarono fino a Beirut. Si ‘mobili una forzadi interposizione interazionale di cui faceva parte ‘anche italia con sig uomini (Focus Alluvione di Firenze alba del 4 novembre 1966 il fiume Arno usci dagli argina Frece, allione proce Somorsegran ‘anrialpatr- monioaristico ealleattivita produttive (si perserowemila ease ‘posti di lavoro). Alcontributo dei angel et fango’ ivolontar guntica tutta ala per recuperarei paver danneggat siaggunse- roale old acisa sulabenzina nanziare la propria armata nella guer- racivile, La Scoaia fecealtrettanto, col- pendo con una tassa di due ottavi di penny ogni pinta di acquavite. Oltreo- ceano, sempre nel Seicento, il Canada francese faceva pagare un'accisa del 50% su ogni pelle di castoro esportata, Tassa SULLA TassA, A far detestare le accise é soprattuto il loro meccanismo di funzionamento, Nel caso della benzi- na, peresempio, ilprezzo alconsumosi ottiene sommando le acise (che in ta- Missione in Bosnia elcicem- brea, conciusalaguer- fachedahon aveva sconvlto laexlugostavia, laNato siafiancd aliefore Onuin uroperazione di peacekeeping in Bosnia-Eregovina.Lamissione (finanziata anche da una nova accsasuicarburanti diz ire) dur fino al2004 enela Repubblica bosniaca siavicendarono intutto 2omilataan TASS ‘2/0 | Terremoto del Belice ale 29¢domercans gennaio 968.alle2320 ilunedis,sediciviolente scosse diterremotocolpironola Sci Lavalle del Bee, tra Agrigento, TrapaniePalermo,fudistrutta,| vittimefurono3s1e {danni accertatitra 20081250 milardi dilre, Negi anni si stanziarono oltre 6rmillardidi euro oggi (esi aggiunse- rovolirediaccisa) perla ricostruzione, Storia: sono le accise che paghiamo ancora oggi per fatti passati VECCHIE « . . a ia hanno un valore fisso, non rivaluta- to nel tempo) al prezzo industriale: ed @ su questo totale che viene poi applicata va, Vmposta su valore aggiunto intro dota nel nostro Paese nel 1972. «Le acc se su benzina e altri carburanti, quindt, assicurano allo Stato un doppio gettito fi scale e anche per questo non vengono eli- inate» conclude De Luca. Mac’é chi sta peggio di noi: in Danimarcac’éun’accisa sulcioccolatoeun‘altra sul gelato. © Coo Rao € 0,02 4 Contratto auto- Pip / ferro-tranvieri ee eae nationale sottoscritto da sindacati eaziende, nel icembre 2003 au- toferotraner proclamaronoscio- et spontan’ che paalzaronoil traficodelegrandi citaper diversi giomi. Leproteste Portarono, in Novembre 2004, allafrna ciun ‘iuove contrato, in partefinaniatoda tuna ruovaacisa, ee eee ar Pee acid Cd Corte a bien. wolta balla foschia di una calda siornata estiva, una vasta isola si staglia allorizzonte: le navi gre- eure yeni Ee ent eet chen Ce Ee ce eee CEL meer eee meenenn Seer etter De REG cen Eee? Poe eee on ee PCR O ec aerecstsee oer Tee ros Det = Pafcolae duns G_metopa del tempio eet ee pee x i Ce ec | Siculi erano mercenari: nel 408 a. C., al servizio di Cartagine, distrussero lacitta greca dilmera ‘commercianti che navigavano verso occiden- te: qualcuno, attraversando lo stretto brac- cio di mare che separa Sicilia e Calabria, era venuto anche dalla penisola italiana e si era poi accorto di aver trovato una terra ospita- le, ideale per stabilirvisi. Tutti questi popo- Ii si incontrarono dunque nel crocevia della ‘Trinacria antica. ‘Ta1aNcOLARE. A chiamarla cosi per la sua forma (da treis, “tre”, e akra, *promontori*) erano stati { Greci, notoriamente fissati per Ja geometria. [primi abitanti a rendersi con- to dei vantaggi i quell'isola cosi fertile erano Popolata Nellacatin. le are ‘ceupate dal tre popol pi antichi della Sicilia (Sicui, ElimieSicani e da coloni cartaginesie ged, con gl insediamenti principal. erates) et estonia fees ont peep Parnes Earners stati invece i Sicani, seguiti da Siculi ed Eli- ‘mi. Ai quali siaggiunsero prestoi popoli che qui fondarono colonie e centri di scambio, Lo storico greco Tucidide (V secolo a. C.) racconta che iSicanierano approdat! in Sic lia provenendo dalla Spagna, da dove li ave vano scacciati i Liguri I!oro nome, infat, deriverebbe da quello dell'anticofiume iber: coSikanos, Ma diversi studiosi modern non sono d’accordo, «Contrariamente a quanto affermano gli scrittoriantichi, sono convin- to cheil popolosicano, cosicome quell sicu- Io, si sia formato direttamente in Sicilian di- ceVincenzo La Rosa, docente di rcheologia e antichita egee all'UniversitA di Catania. «Cio awwenne quando le genti che gia dal II mil- lennio a. C, abitavano il terrtori centrale & sud-occidentale dell'sola, prima del 1000. C. furono costretea confrontarsi con i popo liche arrivavano dal mare. Puallora che sire- sero conto dj avere una lingua comune e gli stessi usi e costumi, Capirono cioé di essere diventati un unico popolo: iicani» IMMIGRAZIONE DA NoRD, La “nascita” dei Sicani dovette precedere di poco ’arrivo da Calabria, Campania e Puglia di tibi di po- ‘poli italiciabili nel avorare il bronzoealleva- re icavalli. Dopo aver attraversato su zattere lo stretto di Messina, i nuovi arivati si uni- rono agli indigeni come il ievito com la fari- na. E la Storia sfomé un altro popolo, simi- le eppure diverso dai Sicani: Siculi, Secondo la leggenda, i Siculi avrebbero ereditatoillo- ronome dal principe Siculo, figtio di talo, re del Bruzio (una regione delt'talia preroma. na che corrispondeva pit! o meno all'attuale Calabria). Da i erano partite, dopo un lun- go peregrinare nel meridione della penisola, erano approdati in Sicilia, Si stabilirono nel- la cosiddetta Sikelia (Ia zona centro-orienta le dell'isola) dopo che i Sicani “duri e puri", che non volevano saperne di mischiarsi con altre gent, si erano spostati a sud, nell'area ribattezzata Sikania (nel territorio tra Gela e Agrigento), non si sa se costretti con la forza ‘osloggiati dalle erazioni dell Etna. a Creta, ditrovare ‘un modo pe farle passare qualche ora incompagnia di quel prestante esemplare Tradimento. Dedalo le fabbricd cosi una muccadi legno dentro alla quale sistemarsiper Potersi accoppiare Coniltoro.Lincontro diede isuoifrutt, Pasifae parton ‘Manctarons DI miczio. Pil o meno nel- lo stesso periodo, anche gli Elimi si erano ri- tagliati una fettina del triangolo, nella parte occidentale dell'isola: non affibbiarono en nesimo nomea quella terra solo perché a lo- ro preserza era troppo esigua. Secondo la leg- genda, li aveva guidati fin I il principe Eli [[llre sicano che mise in pentola il sovrano di Creta enonavesse. Minotaur, un =< B Ocostruitoquella —mostrometa Eaiiadiisee Tuceadilegno, _uomoemeta Dedaloimticoin- tor Minosee ventoréearchteto rtrovatosi tenes sarebbe comuto come evtatounsaccodi —igiastro rane Eppurenon —=masoloin Seppedredinoa _sensofigurato Pasig mogiedi —~chieseasua Minosse regicreta, vokaa Decalo Ladonraaveva visto dicostruce untorobanco sulla” unlabrinto spaggiae,cobpita — dentrocui fatasuabelezza, nasconderela favevachiesioa —_provadeltra sballaportadico- Dedalo,profugo -dimento.Edove,per_caloperreclamare! evitae pettegolezz, ‘inchiuse anchelo stessoinventore Drigionero Il resica- no, decisoa salvare Dedalo,ording alle cheper® (secondo filed bli Mi tunaversionedel —_nosseconla scusa di mito) ruscafuggire unbagnocald. Poi, eatrovarerifugo —_fingendosimottoad aCamio,inSclia —dolorato,restulil (pressofodiema —_corpoaisoldaticre Agrigento), alla tesl. raclea Minca cortedelresicano_(nelfAgigentino) i Cocalo. chiamerebbe cos! Bollito. Minosse _proprioperonorare Nonsiarrese:rin- _inomedelre retese traccié Dedaloebus- finito“cotto’. Ospiti bellicosi I profilo di un guerrero reco, da. uno dei tempi diSelinunte. Le citta-stato della Magna Grecia erano spesso in guerra fra loro. mo, fratellastro di Enea, sfuggito alla caduta di Troia. Una versione ‘meno romantica vuole che il nome di questo popo: Jo derivi da élymos (che in greco significa “miglio”, la qua- 1ita pid scadente del grano), unnomi- ‘gnolo che i coloni Greci attri Duirono a questo gruppet- to periferico, del quale non aveva- no grande stima e che ritenevano tal- mente rozzo da do-r>| ror Gites del 700. Qui gi antich ia) Ceres Le isole Eolie furono colonizzate dagli Ausoni giunti dalla Calabria. II loro re era il mitico ver mangiare miglio, perché non aveva a di- sposizione cereali pid nobili. «Probabilmente gli Elimi erano genti ari- vate in Sicilia dalYOrfente o dall'italia meri- dionales spiega La Rosa. «l Sicani li avevano lasciati tranquillie loro erano diventa- tuna piccola comunita. Ma non credo {sia mai esistito un terrtorio elimo com- patto». Cli Elimi infatti costruirono solo F tre grandi centri: Erice, Segestaed Entel- ‘a (oggi tutti in provincia di Trapani), do- ve abitarono finché i Romani non sottomi- serola Sicilia, nel Il secolo. C. IsoLa TRarricara, La Sicilia antica diven- ne rapidamente multietnica, come una me- tropoli di ogg. isola era calpestata da pied greci, cartaginesi, dell’Epiro (una regione tra Grecia e Albania) oltre che latini, Gli studiosi non sanno dire con esattezza quando queste genti entrarono in contatto con i primi abi- tanti della Sicilia, ma stando alla leggenda di Dedalo (x rquadroapag.21)i rapport iniziaro- ‘no molto presto. Fin dal XII secolo a. C. i Mi- cenei solcavano le acque del Mediterraneo pet commerciare e nell'VIl secolo a. C. i Feni- iavevano gid fondato sullisola le loro basi di import-export. Verso il VII se- colo a. C., infine, altri Creci giunse- ro in cerca di nuovi mercati e terre da colonizzare I siciliant “doc” erano ormai ospiti {nccasa loro: i capi fecero fortificare i villaggi con alte mura, molte fami glie misero al sicuro i propri averi {in nascondigli segret, lontani dal- celia Una coppa con animal incisi M1 secolo aC.) eun cavalire (ott): entrambi sono opera dei cul le abitazioni, ma nulla poté fermare la colo: nizzazione. Le popolazioni locali non ama- vano quegli invasori, ma furono conquista- te dalla loro cultura. U1 risultato fu che nel V secolo a. C. gli antichi sicliani erano ormai pi greci che italici, Persino i Siculi, pitt com- battivi e numerosi dei Sicani, si erano dovu ti sottomettere: purcontinuandoa parlarela loro lingua, simile al dialetto campano del- Yepoca, scrivevano utilizzando i segni del Yalfabeto greco. E sfoggiando corazze, cin turoni in bronzo, lance spade, combatteva- no come mercenari nelle guerre fratricide del coloni greci, facendo impallidire le spade da parata che iloro vicini Sicaniesibivano inno- ‘cuamente per sflare in mezzo al villaggio net siomi di festa. GHIANDE E PECORINO, La veritaé che ai Si- cani la guerra importava poco. Piit che sui bottini, per vivere facevano affidamento sui ‘prodotti della loro terra, accontentandosi del lo strettonecessario. Le prlibatezze della pa- sticceria siciliana, portate dagli Arabi mille anni dopo, eranoallora impensabili: il meni si limitava a zuppe di cereali, olio d’oliva, shiande, selvaggina e formaggi prodotti con fllatte di pecora. Ci volle la lungimiranza dei pores Greci per riconoscere in queli'isola fertilissi- ‘ma quello che i Romani definiranno pid tar- scherzo? Ora si pud Spopolano sul Web le vecchie pellicole di Hollywood ridicolizzate con finti doppiaggi | video pili divertenti sono sul nostro sito. se Clark Gable nell'ulti- prio tuba in napoletano con ‘ma scena di Viacol vento Kate Winslet sul Titanic e ‘invece dell'immortale "Fran- Russell Crowe inveisce in si- camente me ne infischio" aves- ciliano stretto nel Gladiatore. se risposto come nel fumet- A essere presi in giro, infatti, toa destra? Rifare i doppiag- sono soprattutto i ko- gd flm famosi stopiando lossal a tema stoico. ( jy rnin 4 dlaloght det grandi attri Oggi sul web iam | CP 2"Os (spesso in dialetto) @ il nuovo parodia” sono diven- fregayl ec assatempo degli internau-tati un cult: sul no- [ATTENZIONE: FOTO ATTIVAY Sa 200/050 44 i, Bastano un microfono e stro sito vi segnalia. Sualcne foto del vista troverai questa un computer. ‘mo quelli pit divertentie vi icona corredata da unlink caratterizzato Parodie, Cosi, Brad Pitt mostriamo come anche voi da un numero a tree. InsriscFindizzo | in Troy finisce per parlare in potrestecimentarvi. © ‘el tuo browser epotralguardare un video abruzzese, Leonardo DiCa- Anita Rabin approfondimento sllargomento, di Storia Cosa dietro allo scandalo a lucirosse che ha travolto Max Mosley? E quante bugie i raccontano durante ie guerre? antica grecia Sono solo alcuni dei nuovitemi affrontati blo Sul nostro blog. Viena discuterne. - ‘accia da Dante Gliscienziati hanno Ficostrit loo volt Noi ne cerchiamo iso. sia, Partecipa alfinizat- va di Focus Storia per far romani rivivere i grandi die. 8 ative = Diec sige telvisive “Gistianesimo ss Rivivi il passato che sono passate alla visi Puoi essere un invest Storia. Tisfidiamo evisione sgatoreacacciadipi- b arriconoscerle e architettura duistio un costruttore ad abbinarle alla trasmissione giusta, rt <—} 4ipiramidinelfantico Feito. Grazie a leggende record ‘multimedia or-tine. multimed aaa en Motto d'ttalia Preistoria "Non &un Paese per cvamento GIOCHI sgiovani*:vi piace i motto dice Viti? Un gioco per rivivere leimprese dela setta {slamica medioevale deg Hashishiyyun, con Ses votatelo. Oppure Bastano una ee mandateci il vostro. stampante, cola eforbici, el gioco & fatto! tradizioni AEE rrigtioce sara premiato. east = 3 arenas TRIVIAL PURSUIT PORTATILE. DIVERTIMENTO BESTIALE! Quando si é estinto il Triceratopo? CIN. ‘ IN EDIC OLA CON Py c © roe at cre aie (agtiee fe Or raat Cm seat Cael meee ont ire ot Oa (ai reTor aI AGc uD nu lclt eet) * ; percelebrarlo pag. 70 eee j ee coer Droste Ceuta eeu el cy een retary processione e un ee ee lel CRA AA RXR See Per gli antichi il sesso ivinita superdotate, orge per propiziare la frtliti del cam ndonnaiolo, un pi, ree regine che si accoppia- fedrage, un gpa no pubblicamente, riti segre SR iy é tia sfondo sessuale: la vita di pii sacer- insidiandoninfe, dees. \~ dot, devote sacerdotesse e gente comune 4ellantichita non era certo improntataal- Ja castita. Cli antichi consideravano sa- ‘ra Punione sessuale, tanto da riservarle un ruoo di primo pia- p nelle loro religion Forse per ‘emaschilsta come quella ‘greca, Non sold: come gnireumano, éilgarante delatertiitaelesuescap- patellemostrano a forza ‘iproduttiva dla natura. ‘Nobili natal. Vantare vuriascendenzadivna, poi, era un modo di nobiitare la propria dinasti. Cosi, i miti narrano diinnume- revolimortalchesierano unitea Zeus, conquistate dalla sua fantasia erotica come piogsia foro era cadutosu Danaeeconlei er eee ‘gemelli: Castoree Polluce, coe eet Per eee ee RC ee sec) crag PYETVE TALS EDD a PLANS NA era una forma di potere: dava discendenza e propiziava la fertilita Madre Terr. 1 Sumer de It millennio ché, come scrisse il geografo greco Stra- one (Isecolod.C.), “lanatura suggerisce Ss La prostituzione sacra veniva praticata anche da giovani uomini i non avevanoil Viagra offtivano agi di wn E amuleti per migliorare le prestazioni + dei loro mariti:statuete di terra é cotta che rffiguravano uori- 6 SS evidentissimo riferimen- * to, tralegambe, alla lo- ro fanzione . ‘AL LoRo Posto. «l ~ radicamento del ses- so nei ritual religio- si contribuiva a ren- derlo una pratica di cui non ci si doveva vergogna- re» continua Melotti. «Ma non dobbiamo mitizzare la liberta sessuale degli antichi. Cli uomini potevano divertir- si, male donne dovevano at- tenersi a una vita pit! mor gerata e con meno soddisfa- zioni sessuali. Ne sapeva qualcosa la dea egiaia della natura, Isde. Do- poaver rimesso insieme ipez- 7i del marito Osiide, dio del- Yagricoltura dilaniato per in- vidia dal fratello Set, si era accorta che il pene di lui exaandato perdutonel Ni- lo, Le terre d'Egitto, rese fertili dalle piene del fiume grazie al potere del fallodivi- no, godettero cosi di quel regalo {naspettato, Ma anche Ise trovd il modo di consolarsi, facendosene tuna copia in oo, Le iusetalmen- te bene che, da morto, Osiride conce- picon lei figlio Horus Quello che lo sfortunato dio egizio aveva perso, Priapo, una divinita molto caraai Greci e ai Romani, l’aveva in ec- cesso, Secondo una delle ante eggende chele riguardano, era mato da una scap- oto dunsitoce | Sata dl signoredlFOhmpo, Ze, ee esey tear con la bellissima Afrodite. La mogiie Soy feronoa tad, Era, si era vendicata toccando ‘sottolinearne la il pancione della sua rivale. Risultato: Sensualta, il bimbo era venuto al mondo con una Assatanato evidente deformita al’altezza dell'in- ‘guine. Afrodite non la prese bene. AD- andond il pargolo su una montagna, dove lo trovarono alcuni pastori. «Pria- po@una tipica divinita della fecondi {Gs rappresentala forza generatrice, controllata e incontrollabile, del mon- do naturale. I suo membro smisurato segno di questa incontenibilita» spie- {ga Melotti, «el mondo romano diven- ne un dio-portafortuna. Il suo fallo pro- ‘teggeva la fertilita della casae, indiret tamente, la sua fortuna economica: pi figli, pid lavoro, pid sold Inv atro 1 raui, Anche in Grecia il fal- Jo compariva spesso in pubblico, meno quanto ogg sivede disegnato sui mui, Durante le procession! in suo onore, le “falloforie”, gi uomini portavano in gi- zo1un grosso pene di legno di fico salu- tato con entusiasmo dala folla, I simu Jacro faceva il suo ingresso tionfalean- che nelle feste pubbliche celebrate dal Vilsecolo a. . in onore di un'altradivi- nita greca nota perla sua passionalita: Dioniso (il Bacco romano), diodelvinoe de agricoltura (x. riquadro qui soto). In onore di Dioniso non si mobilita- vano solo fai: un greco che di notte in ‘mezzo a un bosco si fosse imbattuto in un corteo di donne mezze svestite edi uuomini sconvolti dalla frenesia della ‘musica e della danza (oltre che dall'ele- vato tasso alcolico) non si sa- rebbe sorpreso piil di tan- Tees ko tatuette co me questa in bronzo del cy ie Cea Su Ceo Ss) rey eee ete ery ue iE Errore akc Pee pei diac di 0 statueta di baccante: non 8 antica, ma éelfottocento e simboleggia lo spirto belle delle baccanti Gli Etruschi mettevano statuette erotiche anche nelle tombe. Per rendere pitt piacevole il viaggio del defunto nell'al no le loro case e traslocavano in un san- tuario a 4o km dalla ctta. Nessuno sa cosa facessero, ma una volta di ritorno erano diventate donne. «ll ritodell'orsa segnavail passaggio al’eta adulta» spie- ga Guarisco, e’orsa era un simbolo: un animale selvatico, in parte simile all'uo- mo, Le ragazze dovevano liberarsi degli aspetti pit selvagat della loro sessualita per potersi sposarer. Evidentemente gli antichi preferivano la pratica alla teoria 4ei corsi prematrimoniali di oggt. Tan- twche 'iniziazione al sesso @ stata spes- so legata alla prostituzione sacra. Divine prostirurs, Le donne sume- ze, intomo al 2300 a. C., si prostituiva- no nel nome di Inanna, dea della fe- conditAe dellamore, amante prefe- rita di anu, pa- dre di tutti sii dai su- ‘meri. In Fenicia {nvece i ruolo di divina maitresse toc cava ad Astarte: a Tio ea Sidone tutte Je ragazze in eta da marito venivano ar- ruolate nel tempio della dea della ferti- 1ita e messe a disposizione dei pellegri- ‘iin cambio di pochi sol, Lo stesso ac- cadeva alle babilonesi, costrette una vol- ta nella vita a offrirsi a pagamento nei ‘templi della dea Ishtar, Se ne stavano la sedute nel recinto sacto, in attesa che {i devoto di tuo pagasse un obolo in ‘cambio della loro verginitd. Luomo do- vveva pronunciare la frase rituale “Invo- ‘copertela dea Myjitta” (un altro dei nomi della divinita) dopodiché poteva appar- tarsi nel tempio con Ia prescelta. Fatto dlsuo dovere, la donna deponeva sull'al- {are i soldi ricevut e se ne tornava a ca- sa, Anche aLocr (nell‘odiema Calabria) lefigliedelle00 famiglie aristocratiche discendenti dai fondatori della cittaave- vvano T'onore di concedersi servendo la dea Aftodite (, secondolcuni, Atena). Ed era cosi che anche loro diventavano donne adulte, pronteal matrimonio. ‘adn certi casi la prostituzione rituale costituiva un rito di passaggion spiega ‘Marxiano Melotti, «Segnava il distac- co tra una condizione prematrimoniale di asessualita, in cut Ia ragazza era an- cora inserita nel proprio sistema fami- sliare, ela condizione di sessualitaatt- ‘va, in cui, divenuta sposa, si preparava a essere madren. ‘Sesso VENDESI, Se la “vendita” della -verginita poteva avvenire una volta so- Ja, Ta ferodulia (che in greco significa “schiavit sacra”) era invece un servizio ‘permanente, spessovnico mezzo diso- stentamento peri luoghi sacri, Intorno all'VIN secoloa. C., anche i popotitali- cl aprirono uno di questi“templi i tol- leranza” nel santuario di Venere Erici- na, in Sicilia. Non si sa se, come credeva la gente, le oro secrezioni avessero vir ti curative, ma di certo le ierédule era- ‘oconsiderate le crocerossine dell'amo- re per i pellegrini che tra le loro braccia assaporavano lebbrezza di congiunger- si, con un po’ di fantasia, alla dea della fertilita, «La ierodulfa era tipica dei san tuari mediterranei vicini a portie scali ‘marittimi» spiega Paolo Xella. «A que- sta pratica si sottoponevano in genere le donne libere: i prostituivanoa favore tevano autorizzare dopo, neparfd leriunionisacre: _comediunintole- ‘quindistop ainti _rabileoffesa al pu- Segreti che, proprio dore: “Dopo cheil perchécondotti vino ebbe infiam- lontano allo ‘mato gli cnimi, sguardo pubblico, ele tenebre, eg efano potenzial-' _uomini mescolati ‘mentesediziosi.L0 alledonne, equel- storicoTitoivio, ledigiovane etd tunpaiodisecol _coni pid vecci, del tempio, cui donavano le offerte dei pellegrini». Molti dei quali, verosimil- mente, marinai di passaggio. Non andava meglio alle sacerdotesse i Bastet, protettrice egizia della casa e della fetiita, che durante una danza ri- ‘wale dovevano sollevarsi la gonna, mo- strando quel che c’era sotto. E neppure alle vergini vestalilatine che, a meno di essere violentate (e poi sepolte vive per punizione), non potevano avere rappor- ti sessuali con nessuno durante i 30 an- ni passati al servizio di Vesta, protettri- ce del focolare. Vereragionidella _tiafuggirepernion Tepressionevoluta —finireimprigionati dalSenatoromano _o(pilifacilmente) furonoprevalen- uccisi 0.) AccopPlaMENTI PuBBLICI. In con- fronto le sacerdotesse sumere, babilo- nes e assire erano privilegiate: usava- no il tempio come pied-a-tere. In pri- ‘mavera, durante i rito della ferogamia (nozzesacre” in greco) nella citta-Sta- tosumera i Uril re ela sacerdotessa di Inanna si davano da fare per garantire 1a ferilita al popolo e alla terra. 1 ito rievocava I'untone della prima coppia divina, che aveva dato origine al mon- do: la sacerdotessa impersonava la dea e trasferiva al sovrano e quindi alla cit- {2)il suo potere divino. Con lo stesso spirito I'imperatore ro- mano Marco Aurelio Antonino, nel It secolo d. C., sposd una vergine vesta- Je, commettendo un grave sacrilegio. Convinto di incarnare il dio sole siiaco EL-Cabal (per questo si faceva chiama- re Eliogabalo), era sicuro che da quella unione sarebbero nati semidai, 1fattilo smentirono; non ebbe fig, dimostran- o cosi che quando un womo i vanta di essere un dio a letto, non @detto che si trattidiPriapo. ® ‘Maria Leonarda Leone a + Scaindalosag ee POEL Mentre ail bagno, Betsabea viene notata ey See seniors 460i campavo su quel bro": una frase sorprendente quando si scopre che “qullixo”@la Bib- biaechea pronunciarlaé Alex De Large, il protagonista tutto sesso e violenza di Arancia meccanica, Nel film, con cui nel gyi Stanley Kubrick scanda lizad il monde, i protagonista@costret toa leggere i versetti biblici durante il tuattamento di redenzione a cui & sot toposto in prigione, Ma invece di farne una fonte di ispirazione morale, i giova- ne si trastullaconle parti “incuseledan- to di santa ragione si inflano nel ltto con ledamigetdlleloromogl. Che cosa, nel libro sacro della religione ebraicae cri- stiana, pud aver eccitato tanto la mente del sadico personaggio di Kubrick? ‘Aoont costo. Incesti, stupri,prosti- tuzione e trasgressioni sessuali in ef: fetti sono piuttosto numerose nell'An- tico Testamento, «Ma la carnaliti nella cultura biblicanon ha niente che fare com il desiderio sessuale, fatta eccezio ne peri Cantico dei cantici(. rquadroa ag. so). E piuttosto collocata in un con- testo politico e strettamente connessa alla feriiti spiega David Biale, docen- te di Storia ebraica all'Universita del 1a California, «Nella societd ebraica la fertilita era una preoccupazione fonda. ‘mentale ei sowertimenti dei codicises- suali awvenivano continuamente nella lotta per assicurarsi una discendenza. Basti pensare alla storia delle figlie del vecchio Lot. “La maggiore diss alla mino- re: "‘Nosto padre vecchi,e non c® pi nes- suno sulla terra per mettersi con ni, come si usain tutta la tera. Vieni, amo da bere del vino a nostro padre e crichiamoci con lui, perchépossamo conservarelarazza dinasto padre” (Genes rg:3-32). Cosi e due don- ne, appena scampate alla distruzione 4i Sodoma e Gomorra e convinte di es- sere sole al mondo con il padre, trova rono Iescamotage per continuare la lo- rostipe: l'incesto, ‘Maui estreM. Le figlie di Lot non sono le uniche nella Bibbia disposte a chiudere un occhio sulla liceta di rap- porti familiari troppo streti, in nome della sopravvivenza della specie, Tamar arti a prostituirsi con il proprio suo- ceto pur di rimanere incinta (Genes, 38) Giuda, da parte sua, aveva cercatodifa- re le cose in regola: prima aveva accon-+> ie eM kee Real eet Geers pera titer tico dei cantici,scritto intornoal Vsecolo idee tern tradizione al rea ec) Peon PCr! etre Seay eae ats erty peered ee ad Baas eae) iversi possono avere Pecan erotica (molto esplicito earls terali, come quella che segue di Guido Ceronet Senda Versioni. Eccone un nee ea Mr R ie tal Sie ae ee Peart err Molestie sessuali pine ear tae aoe ry Baers eer Pa eM eer Se ee peer care pre tad Pete pee Prec PoIren ruc) ilsimbolo delfamore Linc frutto al mio palato./ eee error Peer @ amore @ ao Dal nome di Onan, che fu fulminato da Dio perché spargeva il suo sentito alle nozze della giovane con il f- glio maggiore Er, che perd era morto; oi aveva rimediato con il secondo figlio, (Onan, che tuttavia aveva preferito “spar- gere il proprio seme" (cio’, secondo al- cune interpretazioni, praticare il coitus interruptus) piuttosto che avere un figlio the portasse il nome del fratello morto; infine anche il figlio minore, raggiunta la maggiore eta, aveva mancato di sosti- tuire il fratello nell’adempimento degli obblight familiari, Tamar, tuttaltro che demoralizzata, si era a quel punto trave- ta da prostituta, aveva sedottol'igna- ro suocero e allargato cosi la famiglia. Un sotterfugio discutibile, visto che i rapporti tra nuora e suocero erano con- sideratiincestuosi (Levitic, 18:15), ma co: ‘mungue lecito per riparare alle mancan- zedei fighi di Giuda Sesso BIBLIco, Intraprendente fu an: jova moabita che, per evitare una vita di stenti, segut il consi- glio della suocera Noemi esi buttd tra le braccia di un vecchio signore, pure un po’ alticcio, Conosciutolo mentre spigo- mpi e scoperto che si tratta- va di un lontano parente (quindi in di- ritto di prenderla in moglie) lo sedus. se con disinvoltura, “Boaz mangid e bev- vee, conil cuoreallegro, ene andd a dormire alfestremita del mucchio di covoni. Allora lei venne pian piano, gl alzb ta coperta dal- ena di Ruth che si avvicina a Boaz é evidentemente erotica; i testo usa ripe- ‘tutamente espressioni come “giacere” e “co the hanno entrambe conno: tazioni sessuali» spiega Biale, interpre- tando il passo. «Ruth scopre le“gambe” i Boaz: gambe che sono un occasio- nale eufemnismo biblico per “genital.” ‘Scoprire i genitali é una violazione ses- suale, riparata in questo caso dal suc- cessivo gesto di Iui che stende sopra la donna il suo mantello: un’espressione, questa, che simboleggia il matrimonio, Insomma svelare i genitali era una tra sgressione ma “ricopritli" col matrimo- nio rendeva in qualche modo lecita I'at- tivita sessuales, Esuperant, Non andarono a buon fine invece le pruriginose avances del- Ja moglie di Putifarre, un ricco signore d’Egitto, la quale tentd di sedurre Giu- In camporella eee pire pare ees seppe, I'umile ma aitante schiavo del marito: respinta, lo accus} ingiusta- ‘mente di averle tentato violenza (Genesi, 39:6-20), meritandosi per questo un po- sto trai “falsatori di parola” nell'Inferno dantesco. «Ma la vivacita erotica, di cui spesso le donne si rendevano protagoni- ste, diventava una metafora dell'esube- ranza politica di una nazione giovane, appena venuta al mondow spiega Biale. E Janascita di Israele passo perla differen- +> ise 5] fer Re crea ees coe pert errno} Ce ear eee RU RC ee Ter eepreer aces ee eer Fatteggiamento diGesi di rear hc Prescot ete ent Prer ere ee | Pre ee a et legge neiVangeli,eranospes- _riconducibili al tema del sesso, Peete me ee TO Ar eC me eae posizione in materia dieros? Nuovo Testamento.sLa sua at corer tar ziazione dagli altri popoli: sll sessoe la di Ruth, donnastraniera del popolodei 3), dopola violenza chiese la mano della snseguente linea di discendenza diven- Moabiti, nemici storicidi Israele: lare- dimostrd nero elementi determinanti per decide- ale con lo straniero sem- rechi faceva legittimamente partedella _brerebbe quasi orchestrata da Dioa van- ce. Di tutt'altro awiso furono invece i nazione e chi no» precisa lesperto. taggio dei fini politici d'Israele. fratelidi Dina, che per rimediare all'af- ‘MeRcE DI scaMBio. Ma anche sul Di ben altro tono la storia di Dina, fi- _fronto pretesero la circoncisione di tutti sentitissimo tabi dei rapporti tra figli glia di Glacobbe (Genesi34): “Sichem,figlio gli lvei. Ma si trattava in realta di uno di sraele eforestieri non siera sempre _diCamor!'Iweo, principe del Paese,lavide la stratagemma per sterminarli, proprio si rigidi. Secondo la genealogia che raplesiunialeiviolentandola". Sichem era _approfittando del fatto che la circonci conclude il Libro di Ruth, lo stesso re Da- un ivveo e, nonostante fosse un partner _sione li aveva messi temporaneamente vide sarebbe stato il frutto dell'azzardo _proibito secondo il Deuteronomio (7:1- i organo che aveva com- per realizzarsila venuta del Re een ery eat uot eee et cere ei Ce Pree eet Sete Peer ats Pee cut Bee enor ae ert legge, che prevedeva lalapida- zone: sfida "chi @ senza pec- Pe ace) Peer) cetera ce oem Prey meee Pn) Brera ete) CEC ene continua Caciti. sMa questo eter ey esigenze teologiche proprie Peace Peet) curried tect toy Pt are ety eeu id Peeters Ree sty eo orn eis en eee Poesy pretare in modo allegorico, co rt entrarononelfetica cristiana Poet Pee Mere) ey SUEY TS amie tet eT Pe erica! outset) pemp re tis oo) Salomone ad adorare altri déi, segnando cosi il declino di Israele piuto il reato diventd lo cui la vittima fu vendicata, Bact PERICOLost, Neppure gli eroi biblici si pud dire che avessero un “cur- riculum’ chia. Re Salomo- tutto era inizi to da suo padre, re Davide, che non fu “ome ‘Una quando si invaghi di Betsaby sera Davide, alzatosi dal suo letto, re sulla terrazza del pal vide una donna c Davide mando a prenderta; tei ne da lu ed el sun ei" (2Samuele 2+4). Il bagno delle donne doveva esse reuna tentazione irresistibile per ima- schi, come dimostra anche l'episodio dei due vecc! ighirono della sgiovane Susanna intenta alle sue ablu- ioni. “Ecco, leporte del giardino sono chiu se, nessuno ci vede e noi bruciam di passi efaceva Ecco ne per te; acconsent eda ano Ma se idue non riuscirono a fare breccia nel!'incrollabile virth di Susan- le andd a segno con Betsabea ben sapendo che era la moglie de passava c uccidere in battaglia pe potersi sposa ere legittimamente i figl concepito nel Es Scia di corruzione eer tes moi.) Porton eo Me | peta) La Bibbia narra anche di un levita che fece violentare una concubina al suo posto Boccone amano, L'adulterio e Yomi- cidio) con cui esordi l'amore di Davide per Betsabea fu solo I'inizio di una serie ditrasgressioni perpetrate dalla sua stir- pe. Per esempio da Amnon, il primoge- nito di Davide, che violent® la sorellastra ‘Tamar “della quale si appassiond a tal pun: to da diventame malato” (2Samuele, 13:2). ‘Un giomo Amnon fingendosi sofferen- te “disse a Tamar: ‘Portamt il cibo in camera elo prenderé dalle tue mani’. Tamar pese le fttelle che avevafatteele portdincamera ad ‘Amnon suo fratello, Ma mente gleleporgeva perché mangiase, elitafferreledisse:"Vieni ‘aunirtia me, sorella mia’. Lei gli ispse:‘No, fratello mio, non farmiviolenza;questonon si fain Israel; non commettere una tale infa- rma |. Ma egl non volledarleascoltoe, es- sendo pi forte dei, la vilent®e si uni ate” (samuele,13:10-14). A vendicare lo stupro ful fratello di Tamar, Absalom, che uc- cise Amnon scatenando I'ira dello stesso Davidee accendendo una rivolta. Invruvrre vie, Fu in una pausa della battaglia che Absalom si infild nella ca~ mera da letto di Davide per spassarse lacomle concubine. Faceva cos il volere i Dio che attraverso il profeta Natan~ aveva gia tuonato contro Davide: “Pren- ere tue mogl sotto tuoi occhi per darle a tun altro, che si unira lor alla luce di que- sto sole” (2Samuele, 12:n). Un atto di for- za, quello di Absalom, che usurpava il potere familiare e politico del ree che si ‘rasformd in uno show sul tetto della ca sa, “allavistadi tutta israel” (2Samuel 2). Mail disegno divino, pur tra piroette ‘morali, si tealizz®: dal reato sessuale di Davide con Betsabea nasceri Salomone, uno dei pit grandi re d’Israele. «Di nuo- vo le trasgressioni erotiche si rivelaro- 1no positive peril futuro politico di Israe- le: Dio sembrerebbe aver usato due e due misure pur di promuovere il dest no del popolo eletto» conclude Bale. © ‘Anita Rubi eT UL EVE Tr| ¢ divenne vergine Cai peta eer Pec rere Bec fi iets Re ae ot a Pee Ee cnr re) Peace T Costantinopol enero) pererioe oe Peta frale divers ected Prt Pere Pierro! rears Een) ec Reece fica anche re poets Bercy peor vazione preci red eer eer cena Paes erry Peers Pome tolineare era Er oa perilparto.La per rr) oc) eet] Pam tg Peer cerned perl Sara, moglie er een Py eel Perpetua. La vergnita di Ma- eu pais errs ilvalore morale Een coe Peers Trai primi poems dopoil parto) 4iMaria Pes pti ea tur) rifaceva aPla ie) Petri) Beret ry che aveva at Say Beet influenza i pri- peck ceed rrr) Postti nita di Atena e ed eros ee Purezza. (f0,) Bae Un libro che affronta la bellezza, dalla tradizione dlassica all'attualita. Con consigli su come migliorare autostima, il proprio rapporto con gli altri e indicazioni Pratiche per essere soddisfatti del proprio aspetto. eee ory Pe Rca Cetera! lI tantrismo indiano fece del sesso un modo per TETAS Taco e cn ete} Piacere sacro polazione che nel I millennio a. C. abitava la valle del flume Indo, nel- Vattuale Pakistan. La cultura ma- triarcale di questa gente, dedi- taalcultodella dea-madre, da- , Vaal “sesso debole” un. tuolo primario, tanto nella vita profana che in quella religiosa, co- classiche. Conrrapposre. «Negli stessi anni in cui nelle province mediorientali dellimpero ro- ‘mano sbocciavano le sette pagane, ebraiche cristiane pia spirituali, nelle regioni del Nord dell'India si ebbero i primi accenni di ratiche tantriche: siamo intorno al I seco- lod. C. A ispirarle furono le tradizioni esta- tiche degli sciamani e le discipline ascetiche ello yoga» spiega Leonardo Vittorio Arena, +> Alcuni riti del tantrismo prevedevano anche la presenza delle devadasi, le prostitute sacre dell’induismo Amore di gruppo Decorazoniiisprazione tantrica: questa dottrina riteneva che i oto, anche di gruppo, fosse una via alfestasispirtuale roa oni ey docente di Filosofia orientale all’Universita i Urbino, «l rituali si innestarono poi sul- Je grandi tradizioni religiose, principalmen- teinduiste e buddiste. Tra il VIleil XI secolo cifuun periodo di splendore, pot inizid il de- lino dovuto anche alla dif- fusione della religione isla- mica, che perseguitd e al- lontand molti seguaci del tantrismo». A creare scan- dalo erano la trasgressivita dei riti e Vimmagine fem- mainile che gli adepti pro- muovevano, idea cio’ di una donna non sottomes al’uomo, con il diritto di provare, durante ilrito ses- suale, un pieno soddisfaci- ‘mento del proprio piacere fisico. E proprio il @ sempre stato il motivo di fascinazio ne di questa dottrina. Lwmzuazione, Per diventare adepti occor- revano riti di iniziazione e la lettura dei Tan- ta, testi sacri composti perlo pid tra I'Ville {1XV secolo, spesso di difficile comprensione, perché la dottrina doveva essere conosciuta solo dagli iniziati che ne entravano in con- tatto con Iaiuto di un guru (“colui che disper- deVoscurita”, cio? un maestro spirituale). La pratica si articolava in rituali segreti, eserci- tati lontano dal villaggio o in abitazioni vvate per evitare le censure della casta sacerdo- tale indi dei bramini. I1“coito sacro” era uno i questi. Consisteva in un’unione sessuale, consacrata dalla presenza di un guru, duran- te la quale gli adepti potevano vivere 'espe- rienza mistica della liberazione dal peso del- "Io", interagire con le energie del cosmo € permettere all'anima di raggiungere la per- fezione spirituale ‘A differenza di molte filosofie occidentali che negavano la camalita e il desiderio, in- fatti, il tantrismo ha sempre considerato il corpo un mezzo attraverso cui entrare in con- tatto con la dimensione spirituale. Ese 'er0- tismo poteva condurre alla procreazione e al piacere, poteva anche essere una disciplina ‘meditativa che induceva all’estasi. In questo caso il rapporto sessuale diventava un'espe- rienza mistica in cui il soddisfacimento ma- hile diventava marginale. Al punto che, nei rituali, alla donna era concesso avere pitt orgasmi, mentre l'uomo doveva ritardarlo il pitt possibile e, attraverso il controllo del re- spiro e del tono muscolare, arrivare a postic! e di gore. Oa negarlo del tutto Anoi questo pud sembrare quasi una tura, ma il gesto nasconde una ragione reli- ondola dottrina, conte- per W Ty interno di uno dei tempi fomceeee ty pes Pre eee at neva la coscienza, mentre 'ovulo femminile la forza creativa, L’energia sessuale contenu. perma non doveva essere dispersa, ma unitsi alle emanazioni orgasmiche del- la donna: solo cosi si poteva trascendere la realta vivendo l'esperienza mistica dell’unio- ne delle due forze che simulava la creazione dell universo, I rrrvatt, «Se oggi il tantrismo & diventa- to sinonimo di sesso spirituale” (v.riquadroa destra), va detto che solo i7% dei Tantra face- +> Tantrismo all'occidentale egliAnni in Europailsuomomen- todigiora. i meritofu della New Age, uno tile divita cheispirandosia spiritualita, esoterismo, medicine alternative ere Bicni oriental rpropose la dottrina come una n ‘moda. Battezzandola Neotantrismo. Femminismo. Afare breccia nella fantasia degi CccidentalifuTesatazione delfuguaglianza sociale lacentralta'femminista™ della donna. Ma tutto idea di una sessua- lita capace di condurre gi amanti vers estas Questa mistc el sesso un nemico da combattere(v.articolo pag. 72) Poco fedeli. unico sma 8 che questain- ne non éfedele studioso dei rapport fra tantrismoe New Age, i Neotantrismo ha confuso ilcammino verso sacro conuna generica ricerca del piacere sessuale “Fu John Woodroffe, a fine '800, a far conoscere il tantrismo in Occidente. Traducendone i testi sacri Uniti alla natura Scena di sesso con un cavalo. scolpitanelfarenaria. Per Finduismo, frotism era simbol dfusione cosmica. Pachiderma riverito Elefant, simbolo difertita nelinduismo. Adestra igure sacre del Budéismo, una religione aperta a tantrismo, varriferimento esplicito alla sessualita. Mol- to pit spesso il riferimento era velato, subli- ‘mato, oin certetradizioni, come l tantrismo siapponese, assente» spiega Arena. «Mol- ti testi, come accate di frequente nella tra dizione sanscrita, alludevano alla sessuali- 1a in forma metaforica e proponevano ritua~ Walternativia base di afrodisiaci, senza mai nominare il coito sacro, pur dando sempre grande valore alla sessuali- 18 come in tutta la tradizio- neindiana». I rituali si suddividevano in due gruppi: quelli della “mano sinistra’, che accet- tavano anche gli elementi pid estremi della dottrina, come il coito in pubblico al- lapresenza di un maestro, e quelli della “mano destra’, che conciliavano gli elemen- ti pit radicali con Yortodos- sia imposta dai bramini, che contestarono sempre questa dottrina consi- derandola estranea alla tradizione induista. La casta dei guerrieriinvece adottd il princi pio della doppia morale: privatamente aderi ‘vaalla dottrina e pubblicamente la scontessa- va. Il pancha-makara,o ituale delle 5 M, ap- parteneva per esempio ai riti della mano si- nistra. nome fa riferimento a un Tantra in cui scritto: “Gliadeptdel tantra della manosi- ristra(o tantra rosso, nd) bevono vino (mada), mangiano carne (mamnsa),pesce (matsya) € un cereale afodisiaco (muda) esiuniscono sessual- mente (maithuna)” Fawrastost. Le tipologie di union sessuali erano assai varie: le pratiche pit tra sgressive prevedevanoanche 7 fi sesso di gruppo e rituali in cui il guru iniziava la cop- pia unendosi alla moglie del- Yadepto. O il marito celebrava {Irito con due donne: la propria, | collocata alla sua destra, e una giovane “consacrata” seduta allasuasinistra, Mairituali pid discussi erano i chakra- puja (adorazione in circolo o rito comunitario) che oltre al coito sacro includevano lo scambio di coppia. A dispetto del nome, il pubblico in queste occasioni non si disponeva in cerchio, maa ferro di cavallo, in modo che nessuno voltasse le spalleal seg so della dea, rappresentata da un calice pie no ai vino consacrato. La scelta del partner perle donne era affidata al caso. Uno dei mo- diera questo: le donne si toglievano ciascuna un capo di abbigliamento (o un gioiello) de- ponendolo alla rinfusa sull'altare della dea. 1 Estasi mistica Scene di accoppiamenti sulle ‘mura di un tempio di Khajuraho, ilsesso qui rappresenta tuna forma di meditazione. maestro spirituale attingeva poi dal cumulo lun oggetto, consegnando a ciascun parteci- ante maschio il segno di riconoscimento di quella che sarebbe stata la sua partner, Marsrai spinrruaut. Il guru, inquestaco- me in altrecelebrazioni, era una figura chia- ve. Era lui ad avviare i membri della coppia al percorso di liberazione e a vigilare perché non ‘moglie solo se ottiene il consenso della. precedente. In altri ancora, I'uomo de- ve dimostrare di poter mantenere pi di ‘una moglies. PACINE BOLLENTI, La sensualita del- le Mille euna notte non & dunque un’ec- cezione. Lislam, del resto, vanta una delle pia vaste produzioni di opere ero- tiche al mondo. Dai trattati di anato- ria illustrati in ogni dettaglio alla let- teratura d’awwentura, dalla poesia ero- tica al romanzo pornografico, fino ai manuali per giovani sovrani con la de- scrizione minuziosa delle pratiche pitt spinte, Queste opere sono oggi conside- rate oscene in molti Paes! islamici. Ep- pure mostrano la sessualita del mondo musulmano per come, probabilmente, eranella realta. SIP Islam vuol dire “sottomissione a Dio”: percié nei trattati antichi il Mille e una notte Treminiature che llustranoiracconti dele Mile e una notte, consierati trai ‘pi sensual dela letteratura mondiale ‘emess per scritto verso il Mile. Cosi, nelle Milleeunanotte, c’éun’an- ticipazione dell opera Cosi fan tute, crea- tanel1790 da Mozart e dal libertino Lo- renzo Da Ponte: per dimostrare al calif fo la vera natura delle donne, il fratello loconvince ad appostarsi segretamente nell’harem, Rimasta sola, la califfa in- ‘vita una ventina di prestanti schiavi per soddisfare i propri appetiti sessuali,la- sciando esterrefatto il marito, Nel Giar- dino profumato, invece, Muhammad an- Nafzawi, dotto tunisino del XIII secolo, traccia il ritratto dell'uomo che secondo tui place davvero alla donna: “Ecoluiche ha un memibro grosso, forte, vigooso e dur, lento a eiaculare e, dopo che ha emesso il e- ‘me, subito pronto a una nuova eezione”. rest, Nell'erotismomusulmano, in- fine, non manca nemmeno Yomoses- sualita, nonostante le condanne uff ciali. “Non c® niente di meglio di quattro palleche sbattono fan vento” cantava Abu ‘Nuwas (750-810), poeta alla corte di Ha- run al-Rashid. E il suggerimento pa- temo rivolto da Kay Ka'us Iskandar al figlio Gilanshah nel Libro dei consigi é: “Non limitarela tua preferenza aun sesso so lo: puoitrarepiacere da entrambi, senza che nessuno ti prenda in antipatia”. I potere seduttivo dei giovani efebi funotato gid dal Profeta, che esortava a ‘guardarsi “dai figli dei ricci, la cui belle- 28 fonte di danno pil grande delle vergii” ‘Forse é proprio per questo cheii rappor- titra persone dello stesso sesso furono poi severamente proibiti dal diritto isla- ‘mico» sostiene I'antropologo australia no jim Wafer, autore di uno studio sul- Vomosessualita nella storia islamica. Nel Corano si parla di liwat (sodomia) a ‘proposito della storia di Lot (v.articoloa pag. 48): come punizione, Dio fece “pio- ver su di essipietre di argillainfocata”(Co- ano, 1: 7-83). La giurisprudenza isla- ‘mica prese alla lettera questo passo del testo sacro: chi commetteva il reato di sodomia veniva lapidato a morte. Una tradizione che ancora sopravvive in al- ccuni Paesiislamici: nel i998 in Afgha- nistan, vicino alla itt di Kandahar, di fronte a una folla urlante, un carro ar- ‘mato fece crollare un rauro su tre uomi- ni accusati di essere omosessuali.. No- nostante cid, Vomosessualita é diffusa nei Paes! islamici come altrove. «E chia- roche omosessualita é praticata ovun- ‘que, anche se non la si ammette» dice Paolo Branca, La rigida separazione tra { sessi fa anzi si che com la puberta ira- gazzi si“arrangino” fra loro. «in tutte le societa dove il gruppo prevale sull'indi- ‘vido le apparenze sono sempre da sal- vaguardare, Quella chea noi sembra so- 1o fpocrisia, nel'slam & sempre servi taa mantenere l'ordine, evitando tra- sgressioni platealiv. ‘Mascumtistt, Quel che@ certo &chela donna, nonostante Sheherazade, nella sessualita islamica é stata sempre se- sgregata, Secondo la tedesca Erdmute Heller el tunisino Hassouna Mosbahi, autori di uno studio sulla sessualta nel- coito da tergo, che é passivo, fu condannato Ja cultura araba (Dietro{l velo, Laterza), fu cosi fin dai primi passi della religio ne musulmana. L'avvento del Dio uni- co avrebbe soppresso il culto delle divi- nita femminili dell’Arabia preisiami- ca al-Lat, al-’Uzza e Manat, sancendo {i trionfo del maschio sulla femmina e la fine della donna in quanto simbolo dell‘amore, della vitae della fertiita. A questo “tramonto del femminino” cor- rispose un progressivo svilimento del- la condizione sociale della donna, vi- sta solo come strumento di procreazio- ne € di piacere al servizio dell’uomo, Non solo: secondo la sociologa algeri- na Fatma Mernissi sla donna divenne simbolo delt'irragionevolezza e del di- sordine, discepola del diavolo, E V'ecci- tazione che provoca divenne un incu- bo, impedendo all'uomo di controllar- si», Ecco perché, nel Corano, si legge cche “gli uomini sono prepost alle donne”: iimaschi devono tenere sotto controllo. Je femmine affinché non siano vittime della loro stessa irragionevolezza enon, portino, con leloro grazie, 'uomo sulla strada della depravazione. A meno che lui non lo voglia. ® Michele Maino ey famicae alcuni giuristi eed secs eet coer eentecn en ere tnt Te pagina. destra)un eer Pesce PEW Ole: Psat) ue Ca Peau s lebrava 'O-kee-pa, un Petr onl Pee eos trale,O-kee-hee-de, _glilfalo ericacciarlo Prot ur Om acon yO) TiC Gene emt b te Pascual Pre ou ee aaarad ee ee ared os fa sesso e religione hanno i millenni e nelle civilta pitt nC aoe apeeae ae cca aperta. Eccone alcune. whe Bao \eoenes einaltrecitta che, SEM et ee et lagel- Par Pater apparsanella Russia Biaeernbu a a ee ete pestis Pret eo c peers Perc rere eran est Crecente Prec Pees pcre pee adeptieche oc Beer eae yk eeu aed oer} Prana! eon) rn Popolazione. Ne! Siete } re eas ida CoCo ee tatoperleromane 7 Fispettabii, venivano deposte ey a rate Be care Beer rite meet ana eer ead Peele i aes err) CEU Ey Pur pec ony Melanesia Occidenta- peti) rer eee Cee) een Croats Se ned ee See errr ones Passat) Posizionesiastata Invece imposta perché rete earns re aera en enero reno cece Bert) Sunes Coo err Ree AE ons ays lateness Caen wary Td elf'annosifesteg- cultural (Sansori), ha Pea ues a Nr Ear! Petes ee comme TS Te Se om csc 1rd Cet eee aa aC eT errey Ce ere ees Pr UC mule] Perey oc Marind-Anim, esste- vano societa segrete che praticavano culti Coen Ene ay ered Vietate perche le oge ere Py ery Pe Mute) Peta ry Pour e esr Parl Preree Taniey cel is ey ers ete Pou tcy Poe SEY 7] Aaa NAG iRERED H t Per i primi cristiani fare sesso non era peccato. ere) cessi", “condotte sfrenate”, EY) Pe ec ee Lcd eae roa a psa ve party condito di sesso atin: Peco me eres ta nientemeno che da santAgostino, ¢ vec Prerrnencc ies tec n ete et talora trasformavano in baccanali la ceri Can ‘monia cristiana dell'agape, cio’ il banchet- patos to che la Chiesa primitiva teneva nei luoghi Pret hat eee cece realta di stegolatezze isolate, dovute spes: soa infiltrazioni di “ospiti” esterni e dalle teen es ‘causa loro se a tradizione tel'antica “Festa dellamore” perse via via terreno, per essere er eta tee eee ad eres Oe ee ze, che perd mostra come, alivello popola ae ee enti ert rad eer os cauto e dffidente, che le gerarchie ecclesia stiche hanno poi ostentato per secoli. Greenery Oeste tse mtg eno ee ee ents trovata a vivere la Chiesa degliimiziv dice pa- Ma poii padri della Chiesa cambiarono le regole ee reece toe ent ee logia del matrimonio e della famiglia a Ro ‘ma, Lingrediente dell'intransigenza arr: vba posteriori e da due direzioni diverse: da Rene ee ta eee eee yey erecta ett Sree cts ay siudaico per la purezza rituale (per esempio i sacerdoti ebrei di servizio al tempio dove- vano osservare un periodo di astinenza) Sec es simo originario non aveva del sesso un’opi Se Re ees Le enone ee eee ey trastare le “fronde” nemiche della corpo reita, e proprio in questa prospettiva il oR Rees ere Reet ie forza la natura pienamente umana di Cri See Cor rele correnti ascetiche, che con i padri del Aeserto e la loro radicale esperienza di pri- eter eee ralmente sesso), iniziavano a introdurre Renee oer ene es Peace Ree ten eee OC ery trimonio e della procreazione. Per i Roma. Dee erent st eager nc? Sees ee Ceo Laffitte, vicepresidente della Pontificia ac- ere a een en eee ents ea er eee cry assoluta alla divinita», ‘Astinenza, dunque, come pane quotidia- PO e acne ec mers Renee ea Reet en cle tee meth na, il quale arrivo al punto di castrarsi do- Pe eee eee hee’ Un rimedio per ogni tentazione Usergpeteeticeso ssuale?Se ben pochi furono tanto radicalida adottarelasoluzionefinale” iOrigene v.aticolo) per imbriglar giistnti cara slivominidi Chiesa in due millennilefanno provate ‘uate, o quasi. Grande suc cesso ebbe Fabluzionein acque geide, antenata della proverbiale"docciafreddat suo estimatore fu san Ber nado di Chiaravalle, che uno stagno subito dopo aver trovatopiacente una donna incontrata per strada ‘Tormenti. Pit fantasio: sliantichi eremit:larione, peresempio, combatteva Feccitazione battendos!in- cessantementeil petto, AF ‘monio bruciacchiandosila pelle, mentre Pacone~ che a settant’annisuonati sa ‘mentava ancora dinon ave- ‘e"un giomo di pace" calle tazioni-—neimomentidi sconforto meditava di farsi mordereilpene da un se pente (ma poiregolarmente Soprassedeva).SantAngela daFolignosiaccostava invece éeicarboniardenti allepartiintime.Aplacare irichiami della natura so correvano poi mortifcazioni Corporali~ clio, frustate digtuni~ma anchediete mi- rate'scientificamente™ allo scopo: san Tommaso dAqui- no raccomandava dievitare ‘uti prodottianimaliein particolareleuova, cuattr- buiva un effettoeccitante i rimedio pit vo restava per in bulazione maschile,racca- aquadroa pag. 69)-asipr- tava perforando iimembro con un ane dite che. trainfevioie sofferenze procuravalimpotenza Il primo a ficcare il naso in camera da letto fu san Perret re en ee eae Tae ae ed Per ea Teter Peeters) ee nT epee a mee et ty ents esempio di coerenza, facendo si che a par- eran en eet ari PRO ne Preto ook. eee sono celibato dei preti ribadendo che quell gia sposati dovevano evitare, da quel Tomen: em erect i apriva cosi una stagione confusa e destina- taa durare secoli: tra aperte violazioni del- eee eee tones Petr ee ered nel Medioevo il prete celibe doveva versa Se Peer ete es er s Peer eeen Onta sured pee eee Peete et ete etd Peer neg rie so dalla vita dei consacrati duro per secoli Pott Debora t ears ecu Poe bec eesti trac Pas Ie ng Pree eno IS Pree Terrence pemreeee rr ges esa hes Peery Peroinmanc Geta cree wt roomier irene cui) Peers ne eC ate Poe beets cere ct Py enn cece Pie teeettet: ust antes vo nato. Ma siccomella razza umana de- Reset Puree ere on nee in aa a ee eae Codice di diritto canonico fino a pochi de- cenni or sono) poiché sublima e “redime” Poteet uke Penne ncaa cui siricava un certo bene”, Fuori da questa Pent eee perc etek nan ecrg eC ea ae een tleae] unione fisica solo nei imiti necessari a gene- rae fgli”scriveva il santo “e poiché non pote- te averne in altra maniera, abbassatevi a que- Sere ren eee Coreen eet ee ee ees eke gnia di un leone, al quale aveva tolto una spina dalla zampa - il santo dalmata con- divideva con Agostino una vocazione tar diva e un passato di licenze. Dopo lacon- one eetrt dato da donne, anche se solo in pete ae) error es Bollenti prima ¢ innocen Ree ett eee es Penn tees PEM cela ee ‘affigurata in un dipinto inglese del 1885, ceed sino quello vissuto nell intimita coniugale: eo Tree eM erat cote salmente ricorda molto da vicino I’antica De eS Coe kas ees guito a Roma, il matrimonio era infatti vi nee n cerca rarsi una legittima discendenza e non pre- vedeva alcun piaceresquello si doveva cer- carlo con 1a porne, la prostituta, triviale +> Godersela con tutti i crismi Cane,auandoequanto i pateva fare sesso se- ‘condola Chiesa? Sermonie trattati di moralist epensa- tori cattlici del passatonon Sono avari di suggeriment ligesuita spagnolo Thomas Sanchez (1550-1610), ne! suo! Consilia moralia, giudic ‘non peccaminosoritirarsi dalfamplesso prima delfeia- culazione da parte di"uno dei due” coniugi(aen siritenevacheanche a ‘donna producesseliquido seminale).Contiola dsfun- zione eretileTeccesiastico spagnolo prescriveva tre ‘messe; quantoal..quanto, Sanchez riteneva che marito ‘emoglienon dovesserosu- Derareigrapportial mese, ‘Nei particolari. Pid cor cilante, de seco dopo, fusantAtfonso Maria de confessoriraccomandava dinon considerare peccato tna pestazione dium s guita da una notturna, ma Che pure sintertogava sulla liceita di un quarto coito nellastessanotte,Iteologo Pierre-Jean-Corneille De breyne (1786-867) si preoc- upd invece de preliminar definendo semplice colpa venialecarezze e palpeggia- ‘menti,ma peccato mortale losconvenente baci... sulla boccal Stessa sentenza per lamasturbazione ernminile Praticata per machina, ‘ovvero mediante oggett assai diffusa nei conventi ‘Auster. Severit,ifine, Coninarcisismi: nel800 i mov attuale Repubblica Ceca) doveil conte Schlk fe ceconiareiprimi taller, nei. tu uccidi un uomo morto,, Monte Rosa Questocrénimo Crome altura")non centra conilcolore rosa che prenderebbe al tramonto il masici delle Api Pennine culminante nei 634 ‘metridella Punta Dufoure compreso fraValle cAosa, Piemonte Svizzera, Ghiaccal nome sale invece alpreatino ruisaeallesue variant, che indicava la presenea diun ghaccao, er la tradizione furono le ultime parole pronun: ciate da Francesco Ferrucci, comandante delle milizie repubblicane di Firenze, pri- ‘ma di essere ucciso il 3 agosto 1530, dopo la battaglia di Ga- vinana (Pistoia). 0 “vile” in questione era Fabrizio Mara~ maldo, mercenario al servizio di Catlo ¥, che trafisse, vio- Jando ogni regola, il fiorenti- normal prigioniero. La frase divenne proverbiale nell Otto- cento, eda llora maramaldo sinonimo di furfante. Dubbi. Recentemente, pe- 1, questa ricostruzione é sta~ ta messa in dubbio: secondo le fonti pit antiche Ferrucet sarebbe caduto combatten- do, probabilmente senza ave- re iltempo di pronunciare al- ccuna frase storica, ® pan 8 Bv2}e 0203 [PEIN V_ UN MOTORE DI RICERCA DEDICATO ALL'HI-TECH NRC TAUNeee ri hU COMM Oral aU Ai ree ON (O\YULLN ANCORA PIU APPROFONDIMENTI SUI NUOVI TREND CONSIGLI TECNICI IN TEMPO REALE ETUTTO SUO PADRE. Lastesainteligencaoistesi interes lo stesso squardoattento a tutto cid che &tenologiae este, ‘ma con quella marcia in pid che solo la nuova generazione pud avere. Ese cerchi appassionati di tecnologia come te ciono anche un forum. SU eet Oe etc ee cece oe heen eeu eee Ce ed aa lessandro Magno, il ccondottiero che con- quistd un impero che an- davadalla Grecia all Egitto eall'india settentrionale, mori a33anniilz0 giugno el 323 a. C, Lalone leg- gendario che da sempre awolge la sua figura non ha aiutato perd a chiarire Je cause della sua diparti- ta, awenuta a Babilonia (netY'attuae iraq) Fine di un mito. se- condo gli storici greci Plutarco e Artiano, Ales- sandro aveva sofferto di intermittenti attacchi febbrili gia dalla fine i maggio. Cid non gli im- pedi di mantenere la sua routine, facendo sacrifi- «i agli dai e presiedendo rlunioni con i suoi luo- ‘gotenent per prepara- rela conquista e la circumnavigazio- ne della peniso- la araba. Poi, alrimprowi- 50, peggio- 1 tanto da non riu- ceo Alessandro Magno infin di vita: a ueciderlo fuforse un veleno preparato dal suo ex precettore il flosofo Aristotele, wonton Un avvelenatore davvero insospettabile La sua vita fuleggendaria. Lasua morte é da sempre awolta nel mistero: Alessandro Magno fu ucciso? E da chi? scire pid a parlaree da spi- rare dill a poco: un decor- so che farebbe pensare a ‘um attacco di malaria. Altre fonti perd, come Diodoro Siculo, Giustino gli ignoti autori del Ro- ‘manzo di Alessandro, rife- riscono che il condottiero macedone fu avvelenato. I sintomi che lo portarono alla morte sarebbero co- minciati con un forte do- lore al fegato, che conti- ‘nud senza interruzione fi no alla morte, senza che vi fossero attacchi di feb- bre perdite di coscienza, Tradimento, secondo questa versione, Alessan- dro sarebbe stato vittima i una cospirazione ordi- ta da Antipatro, reggente i Macedonia, in violen- to contrasto con Olimpia. de, madre di Alessandro, A preparare la pozione fatale sarebbe stato, perd, un in- sospettabile: il flosofo Ari stotele, che di Alessandro era stato precettore, ma che aveva dovuto sopporta- relacondannaamorte del nipote Callistene, storico 4i corte del conquistatore, incolpevolmente coinvol- to in una congiura, Alcu- ni storici, antichi e mo- derni, fanno tuttavia no- tare che Alessandro ama- va bere grandi quantita del forte vino dell'epo- casenza diluirlo: forse lil fegato, ® Daniele Venturi [sions 85] ‘Domande & Ris] (Queste pagine sono apertea soddisfare le curiosta dei lettori, purché ‘quest siano dlinteresse generale. Lerispostesono preparate dalla ‘edazione; nei casin cui si fatto ricorsoa un esperto il suo nome €indicato. Non sforniscono risposte private. Scrivetea Focus Stora, via Carlo Goldoni, 20129 Milano oalle-mai focusstoria@gujm.it E davvero Galileo Galilei I'inventore del telescopio? No, anche se questa é l'opi nione diffusa. Galileo spie- ga come siano andate le co: senell'opera Sidereus Nuncius, del 3610. All'inizio del 1609, Utelescopio realizzato nel 1789 dalfastronomo Wiliam Herschel. Aveva un diametro ddi,2metr ed era lungo v2 FOCUS D&R n°16 | Lenciclopeia dll curiosita Fa male bere facqua di rmare?E vero che fino al Settecento le donne non pportavano le mutande? Cos uno spy-phone? ‘np: un dossier sulla seduzione! (6 TEs) ‘mente si trovava a Venezia, scrisse: “Giunse alle mie oec- chieche un certo fiammingoave- ‘va fabbricato uno strumento ot- tico mediante i quale li oggetti lontanisi vedevano distintamen- te come se fossero vicini". Era Yottico Hans Lippershey, na~ +to.a Wesel (oggi in Germania) e poi trasferitosi a Middel- burg, nell'odierna Olanda. Fai da te, Incuriosito, Ca- lileo si mise all’opera per co- struirsi propri strumenti: il primo aveva un potere di in- grandimento di 3 volte, ilse- condo (pronto nell'agosto del 1605) di Sel terzo (della fine dello stesso anno) di 20. Con quest’ultimo inizid a osser- vare il cielo facendo incredt. bili scoperte, tra cui icrateri della Luna e i quattro satell ti principali di Giove. Che differenza c’étra sepolcro, ein Soase cripta, sarcofago emausoleo? sovrano, eoggiscomparso, era Non cera (enon cé) un solomo- do peressere sepott. In passa- to, pidillustre eral caroestinto, pid sfarzosoerailluogo che ne conteneva le spogiie, chiamato sgenericamente sepolcro.Cera- ro per® anche icenotafi, monu- ‘mentifunebrierettisolo a scopo commemorativoe chenon con- tenevano aloun cadavere (che in molte vita veniva bruciato) Nelfantichita, nel Mecioevo , pidraramente, nelfetd moder- considerato una dele Sette me: na,lasalma potevaesseredepo- _raviglie del mando antic. stainunsarcofago,unabaradi Nel Medioevo, infine, sai, ve- legnoracchiusainunconteni- _scoviereiniziarono a essere se- toredipietra, spessoriccamen- _poltiinuna cripta,cio8in una tedecorat. Cappella mortuaria sotterranea, Tradizioni, elultimadimoraé _allinternodelle chiese particolarmente gran diosa siamo invece di frontea un mausoleo. 1 termine deriva dalfedi- ficiofunebre dire Mau- solo, satrapo diAlcar- asso (attualeTurchia)