Sei sulla pagina 1di 112
OCUS | SCOPRIRE IL PASSATO, CAPIRE IL PRESENTE CAVALIERI TEUTONICI, TEMPLARI, THUG, SHAOLIN... a : Tieri © ens try sae.) Giroplani e tapparelle POPU AN seer Dee eee 4 . eye oe A rea US regen ney Det et euuiReat) eke i) eeu NYY Cees Geet rare Pee Anni '80 i APPUNTAMENTO CON LA STORIA Presentazione di Annita Garibaldi Jallet zs 260 pp. Re es bn RIGIO VERDE ss ce ed. 2007 formato 15 x 21 ISBN 978-88-85335-91-2 P, € cod. 1971E Ricciotti Garibaldi LA CAMICIA ROSSA NELLA GUERRA BALCANICA CAMPAGNA IN EPIRO 1912 Z = = eee : ‘un volume scritto _ E BO] 5 Py Mil ‘Ter na eres Space Youtore Stor itare Seats Storia dell’Aviazione [az enna Ce Tt] Bc Wace. ISBN 978-88-85335-77-6 Prezzo 15 € cod.1970E Fabio Bonacina Biblloteca LA SALMA NASCOSTA ary MUSSOLINI DOPO PIAZZALE LORETO oo DA CERRO MAGGIORE A PREDAPPIO (1946-1957) + a ito Mussolini ‘7 RCC Mmm Son ss Sento Mussolini dopo piazzole Loreto? See ig oe bm es ica italiana lo cele Cran , jet tear como de Fo opp Sore ea Nal iro, relasao fn colabororone con Comune, Youre Ree eR ACC ricostruisce l'intera vieenda. Te Ren} iS : 4 \. Si prege di citare Focus Storia nelle vostre richieste VACCARI el Questa pagina &dedicataalettoiinviatecile vostre opinion, idee, proposte, riche. Pubblcheremole pit interessant. Alle altr cercheremo comunguedirispondere, Eventual considerazion da parte dela redazione compaiono in corsivo.Vpreghiamo Gifirmarvi sempre. Scrivetea Focus Storia via Carlo Goldoni ooale-mailfocusstoria@gujm it. Oppure mandate un sms.al numero 333/240072 20129 Milano Uttalia non ha un motto?’ “Lasciate ogni speranza ovo Rowetene «a zelday,"UWalial Paese che addoppiaipiacet: | -pairaipea Sicilia’ di Henrietta rl vee sul sito internet di Focus Storia. Se pens ricostruzioni, i ‘1 : dimegio, mandate anche oi vest emi insoliti, a es immagini uniche, isito www focustoriat curiosita ancora 10 noi tapi vot ce ideatore, in regalo una pit sorprendenti... ria del 23 novernbre 1980. Non @ facile stilare una hit-parade di eventi co- si drammatic, ma credo che sia doveroso rendere il giu- sto ricordo a una sciagura cosi terribile che fece mi- gliaia di mor- tie polveriz- 26 dozzine dipaesi Vito carbonara, Nusco (Av) (S)viste alla televisione Mie piacuto moto larticolo sul la storia della t su Focus Sto- rian 20 (pag, s6). Ma voreifare un paio di precisazioni: Raffael- laCarrilTuca-Tuca lo habalato nelg7 mente nel 705i iita- taa scoprirefombelico. Poi Am- bra ha lasciato Non @ la Rai nel 1995 (ne96 era gid approdataal opotestiva Sanremo), Eugenio Spagnuolo Lascossa dell ipinia Leggendo larticolo Glin set- tembre italiani (Focus Storia 1°20, pag, 52) honotato chetra sii episodi pit crammatici det la storia italiana recente non & stato citatoil terremotoiin rp vlan Fine della corsa Su Focus Storia nf 20, alinterno el riquadro a pag. 83, ho letto che fultima edizione della Mile Miglia fu nel 957. In verita la fanno tutt gl anni, anchese ora corrono solo auto storche, ‘Marzi, Ferrara (viosms) La Mile Miglia, dopo fa sospen- sione in seguito alfincidente del 1957 etre edizioni“ridotte’ &f- fettivamente ripartita nel 1977, ‘ma come gara di regolarita r- servata ad auto depoca, ‘elles gallere.costrutatrai mesidiaprieesettembregi7 ‘on fimpiego di non meno di 600 uomini dei repartimili- ‘tar, Fu realizata sul Monte Pasubio per rforir i soldat italiani dsiocatilungotialinea ‘diconfine tra tala e Austria, cercando un traciatoal ipa- 0 dal fuoco de Fartiglesia nemi- @.Irisutato fu turvopera di note- vole ingegneria: tuna mulattiera ree eure Egliindianit Neli'articolo 1 secolo dei mas- sacri a pag. 102 di Focus Sto- rign'20, ne- Felenco della (lark univers ty sui massacri awenutinegi ul {Umi 120 anni manca quello at- ‘tuato contro le popolazion de nativi americanichefece milio- nid mort Cesare delramico, Carrara (Ms) Lo studio dela Clark Universi- tyela cartina si riferiscono solo ‘gl ultimi 100 anni. Ma non ci siamo dimenticati dei peleros- sa: nelfarticolocitiamo i! loro sterminio, awenuto nel 800. Focus Storia 20, quatro in bassoa pag. 7rladataesata ence are Superga dl ‘o4gincuiperonoialdaton del | Tonnoiigmaggio,roniig, | CCampigia (1.26 m)arriva al- le porte del rifugio Achille Pa- pa (1.935 m) su un tracciato 416.300 metr, dei qual rca 2300 lnterno di s2 galerie scavaternel monte StereeAlberto, Voli et Pasubio vi) eat ae MEMORIE Machine (quasi) volanti Giroplani, aereiribat oti pb ae RIVOLUZIONE FRANCESE Alla Bastig Gi ultimiistanti della prigione di A pagina vnumuiimiiimminnlunnnpsnniniin ANTICHITA Laltra culla della civilta Unacitta di smilaannifa scopertain rivela st delle prime civ Coppaviono \@paginadeilettori pa betiv Novia & Scoperte secouo A.C Quandonnon cera, P Loggetto misterioso Curiosario Focus Storia Pittoracconth Parole perdute Domande Risposte Fashback In copertina: Un cavaliereteutonico, ‘monaco-guerriero medigevale — “5 FORIA Grunersjahr Mondadori SpA. Corso Monforte, 54 20122 Milano jando si Meee SPIRITI.. i Pacts Parca} Con questo numero di Focus St@ria potete acquistare il i i YW documentario | cavalieri maledéttj. Un'avvincente rico- Occhio al simbolo! struzione de processo ai Templarighe nel 308 segné la fine Su alcune foto troverai questa cona corre- delordine guerrero pit controverso dela cristianita data da un ink con un riumero atre cite. inserisci ECCEZIONALMENTE A € 5,90 (INVECE DI € 10,90) Findirizzo nel tuo browser e potrai guardareun OLTRE AL PREZZO DELLA RIVISTA videod! approfondimentosulfargomento, RIVOLTE Facciamo un'98 La’protesta dello stomacc dino annifa stroncata nel sangue dal generale Bava Becca, CINEMA Lacorazzata Potémkin Lavera storia delfim reso | immortale da Ugo Fantozzi. | © TEMPI MODERNI Due secoli diclic Dal legno al digitale, cosisievolutala ecru) ‘macchina fotografica eer ee ARTE Maestri allo specchio istodi del Tibet Isegreti de grandipitori Peete svelati dai loro autorit pil pacifca del mondo, eae ore MODE ealtre trib, Unquartodi colonie di Biovani. Ecco PaNINARI (asinistea) € METALLARI idioma ieee amon milena Paninari, punk THIHIIMEMORIE AV egt Tuell Seiad) EUR Cu] __ribaltabili, giroplani eye Pllc Yrs z Tene see it re EWE vate Trabiccolo Prove tecniche di un rudimentale biplano, attorno al 910 in Oregon (Usa). Sempre negi Stati Uniti sulla spiaggia di Kitty Hawk (Carolina de! Nord) Wilbur e Orville Wright erano riusciti a far decollare per la prima volta un aereo, Era i 17 dicembre 1903, quasi) volanti Volo planato ltedesco Otto tlenthal suuno de suoi‘aliant” attomo al 1895, suo; studi sul volo servirono anche aifratel Wright. ee eee ey De oc Someries atteraggo durant cere Berets che compet nso gion rere Prenat ICS Ba Ig novembre 1904 Wilbur Wright stabili il primo record di durata: Che ve ne pare? Flying Doughnut (Ciambella volante’) in mostra nel goe a Curtis Field, vicino a New York a fipartiranno in seguito i primi voli transatlantic. riusci a rimanere in volo per pit di 5 minuti Antiribaltamento Questo modetioa oppiocarrlio avrebbe ovuto evitare incident nla elcata fase = delfatterraggio, ee {I prototipo fu messo a nto attorno al 930. JNMMINNINRIVOLUZIONE FRANCESE VW a? Be? 5 Step ee BA he assalitori verso la meta er luge, portando cannon cee eee err Pree Etta eos Malconci err oer! ois) Pees CeCe pire ua pea: tess! Preece) ne Cas ere ea 4 4ifango edi topi. Quelle eon carci poe ae ed ferrets esc y Saas Buia Non era quasi pit utilizzata. Ma il 14 luglio 1789 la celebre fortezza-prigione rappresentava un simbolo da abbattere NeLisegno, una fase delfattacco alla Bastigia, LLassalto costo 83 mortie ‘3 ferit tra irivoluzionari ‘eun morto e 3 fertitrai difensori. Dopo la presa, ilcomandante della, fortezza, Bernard-René de Launay, fulinciatoe _gettato nel fossato Massiecia ——S pers Pearce peat te | fe ens rene) ce Soild Pro ey Peete Bastglial cittadino lores Cem toy tics Scr Cet Va wg | numero 232i rue Saint-Antoine, a Parigi sorgeva un tempo unode- PP sii editici pitt embiematici detta & Astoria: ia Bastigiia, protagonista della Rivoluzione francese. Da ROCCA A PRIGIONE. Costruita tra il1370, e il 1382 a ridosso delle mura, la Bastiglia nacque come fortezza per difendere la capi- tale dagli attacchi inglesi, ma non ebbe mai un'importanza strategica. Per oltre 250 an- ni questa fla sua funzione, fino a quando il cardinale Richelieu (1585-1642, v Focus Storia 1n*19, pag. 46) la trasformé in prigione. I suoi ‘ospiti’, fra Seicento e Settecento, erano no- Dili colpiti dalle lettres de cachet (ordini di re- clusione senza processo), ministri in disgra- ia, cospiratori contro la corona o persegui- tat religiosi. Ma anche scrittor “dissidenti’ ladri, ruffiani e malati di mente. Tra le mura della Bastiglia soggiorarono petsonaggiillustri: il finanziere Fouquet, Vawenturiero Cagliostro, la Maschera di fer 10 filosofo Voltaire. Ma negli anni la pri- sione and® via via spopolandosi: nel Sette cento superd raramente i so detenuti, Uno degli ultimi reclusi fu il marchese de Sade, che dalf’alto delle torri urlava ai passanti di correre in aiuto dei prigionieri che, diceva, venivano barbaramente uccisi. Per questi ec- cessi venne trasferito in un altro carcere una settimana prima della presa della fortezza Assatto, Allalba del luglio1789, mentre la rivotta dilagava in citta, circa 900 parigini si diressero verso la Bastiglia. Tra loro cera qualche uomo di rango, un discreto numero dicisertore soprattutto gli abitanti del quar- tiere, artigiani e bottegai. Lloro obiettivo era neutralizzare 18 canno- ni della fortezza e impossessarsi delle polve- 11, Furono inviati due delegati per conferire con il governatore delle carceri Bernard-René de Launay che comandava la forza a guardia della Bastiglia (214 uomnin in tuto), Fallitala mediazione, la battaglia si inaspri ameta po- meriggio finché verso le cinque il ponte leva- toio si abbassde i rivoltos irruppero liberan- doi detenuti, 6 in tutto: 4 truffatori, un no- bile incestuoso e un pazzo che sicredeva Giu- lio Cesare! Nei giomi sutcessivi la fortezza fu distrutta eoggi non ne esta pit nulla, @ Giorgio Albertini = HMMLANTICHITA Non cra solo la Mesopotamia: la scoperta di una citta di5 mila L’altra culla della anni fa in Iran riscrive la Storia na Sy ue acy Rand Sey eee eel Perceer i Reet Ul eel Cerna Tete) Porat? SS.) ‘ ee Coa ie eee oe Ce eas Cee ene eres Be Sees Pence Cte Pee erect! ecu eee ere Cee cae Loueeac ad pietre preziose che giungevano dal- Perrone sen eras venivano lavorate in forme raffinatis Ceaser eta 1a patria di Abramo, capostipite del po Peet eel eee Te Ee ey Peeters een ces fronteggiare le grandi sicita era necessario Poet nali per irtigazione. Grazie a queste innova- pre et vere res eet tetra at Cee cern Core eae NCC any Peer neeee een eter ices Ii villaggi degli agricoltori neolitici lenta- peer ae ote rern tess Pent eect cr cts Pro eee ree poet ee eet ent eee eet Se mean ee! con cisterne grandi come piscine olimpio: niche, che garantivano prosperita a una po- polazione che cresceva rapidamente (v Focus Se ae een ery Steere pene eect et prereset eee nistan e il Turkmenistan erano considerati sempliciaree di passaggio, al massimo occu- erect se ronnie eee cs Or ee sce Stent eer hci! Se cnc archeologiche. Sono bastate poche campa- ee care eco Seo eeu eS teat eres eer Pine ct Sears Cos cee td Calcolitico (0 Eta del ram) e 'Et3 del bron- zo, «Oggi stanno venendp alla luce le prove cche durante gli ultimi 3 secoli del terzo mil lennio avanti Cristo Valtopiano iranico era un luogo incredibilmente dinamico, ben di verso da come ce lo siamo sempre immagi- natov ha spiegato Holly Pittman, archeolo- ga dell'Universita della Pennsylvania (Usa) poietic eearee ec cared Rees ecto oie Pree acetone eure Perec een te archeologo deli'Universita di Bologna, che da alcuni anni lavora in rar alla ricerca di anti Peart tos ns Pere arene Be es ee Pa ear ee renee Peete ene eos Pron a ere ooo PI nce ea Ueto Eee seems eee Ct Oe Crete sad Ponce nc Terenas Ucn nee en ts eer eects perte in prossimita del fume Halil, nel Sud. Estdeli'iran, in un punto di passaggio lungo le grandi vie di comunicazione nord-sud ed See eck erent Perea golfo (tra Oman ed Emirati Arabi) come Hili CMe seer Ona ee en cet DEE On Scere) maggior parte di queste civilta nacquero tra Pee ono cn cts Cor Peer Ons Preset te Pear EUR! Cece rt feece acct quando parliamo di popoli vis Se eect @ facile precisare questo con- eunuk ur Harap Jrotee Mohenjo-Daro Leantiche’culle dela vita" deltAsia centrale. Crt neocon CO cue Pe EUnet user ten tcht een Rca eet oct y CO ect taeacn omc ees tigianali specializzate e una stratificazione sociale complessa. Inoltre, anche se cid non eran a eestor Pane eee erm) SE Oe nee tc! See ccc toes pre é presente in quelle che consideriamo andi civilta del passat Pree otro Peat et et etre ECE Sony Poeun erat Bums Cooumers Poss Peer eerie er a eee Cie cee ons ate reel Teka) eee Porc Pca) peeaa nes Cee cd polsat eatin Core c ar utd Peat rent) reer is Secale eee tea tre diverse scrtture cunei- amen) one ery Pe Serna etn eae Preece Sey Barrer! stata trovata da una perso- Cee Croan ited proprio durante gi scavi ere Deer ences er eee Pere Ufficio posta. Una pos- re erry Dears ened iret tetas Notaries em ed Rec ey trovarsi sotto le case alla eee creasy eee Cera cd SS id | COT ET Te [Letraset pidantica battagiia di IR eae ets Perce neu coer coe CLL Sees paU rere PSireener pty Serna confine con rag. Vi sico: Sarat es ere eeu NUR ees crt Sera Pe Pate Tiers eer Crane tay Cetra PS aucas Assedio, Ad Hamoukar, Poem rercee iri Pettey Atari ey Ceri) Ceca Ceri Peer ay Pater ares Pour sy Cee cen peer tee es Perret Breer tats) Pyne) rere a rono in tanti (stata tro- Petra pee et) eae perce third secondo Reichel, in base al Setters Peru enen Ea Liy aS) Pere th Eyer rey eee al ee eed ce valeggiare per dimensioni e ricchezza con la Cee rece intr e eee te Fee at eee ran etre et ee ort Seen eee ents sto edificio religioso del passato a noi noto, Beene ee ees cee ys Pence cet cute ic Spectr Te Sennen rors ee eee eee a ee) aCe Pee rece a w tty cid sta a indicare, comungue, che la religio peters eects te, in quella che forse era la stanza interna Pros ener uy in argillacruda dipinta che potrebberaffigu Pec acer tera! pees etre ery eee acter Pee ere teen dale. «Purtroppo non siamo in grado di dire paren ee are eee ner rs Peet ec arts Poem eat Cn ec ec ee ree eee eset teed ESM restr Te) erent nest oe eer eee cs Ceeeetenrer yet te ene en oer r ters Preven bocce Pope eet cts Peer tecc tieeutca rT eet cer es eit molto attivi, For- Prcenirceey areccetey pore lapislazzuli, conchigli e altri beni pregiat eran er rie eC enc Peres Preeti erreet rey cd Seuss eet ee Peers Preteens sees ti evendutiin Mesopotantia ein Egitto, Dal Pakistan invece giungevano meravigliose Pee reo VOman, «Questi materia preziosi serviva- no per adornare i templie i corredi dei tic- eee oe eet discussi di importanza sociale, contesi da Peet ees eres ere reece see eco si sviluppate siano poi scomparse quasi tut- te contemporaneamente| poco dopo il 2000 teen poet te etc Vidale, «Le cause sono diverse e ancora tut- Porras ah nrur acu aes cesempio, si ipotizza che il croll sia da attri Pree ec orec S one ea colo, Nell'area furono introdotte nuove spe Sea Cerne ee la diffusion ferret) ets ce rent ereereee yes ee eee Sea Peat cmeteseaent Legenda: 2a; bbs cm = dete: 52s CoPERTINA (Rete/Consaso, Cais hb. ofa. Ghsabet ( ate) S thsonan statin, Theta 30 iluators and rit network meta) leuhinas, Te tema 3D lsat andanmers network uw cre DalesAuctirs pag. ¢-sRete/Comrsts (ees. G Abert Realy ar [MACCHINE (QUASI) VOLANT: pag. 67 Cay mages Rech pg 7s ranlseizen pg "pag ogee pnar pag on Sithsonan Inston pa. () Cet images/. Rend) Popper Images onc [ALABASTIGLUN pag 234 Aberin UALTRAGULADELACIVIUTA ag 45 a air (bs) Musto aches hr: ag 7K Cat pag zo argo oR a. Gs, Kea pag 9 Cae pag 19) NOMITA& SCOPERTE: pg. 22 (5) Dukes: Actions ag 225 Cer pg 3 (8) Ne ipa pag. (5) De go ical) Sc, 5) A/G Ne, Utseinaean, QUANDONON ERA: p22), CURIOSARIO: 26. FOCUS STORIA ON-LINE: mechs) Mamet Pao PANO: 3 VAR DRT: 9 pg seg LT ora Gla) Brdgenan Aon IMPRENDIBILE RRAK: og 3639 Ss Ghberin. |SICARIDELCALFFO: 2 ‘gemar/Alar b prac Ton {CUSTOOI DEL TIBET: ig. ae sg. Ne) Fototea Sta lar pac tee a) Bieter / er Ne pe 8 ea So Bldebeg/c Ne pug ca lar, Bere. Ne) amy/anstamages CLISTRANCOLATORI DELLA DEA KALI: ag satis Sindh gS Bd cai Gulucraa cRociaTe 623 Foxe sta lard pag 0 0 lta aca | MOWACI DI GHIACCIO: pg. Np Net pag GRetes/Cotrasta cab gra gag. Gey Retes cna 5 ih 6 ( Fotoeca Stra Gl pag 6 (err. Nr pag. 3d) rch Sg Revtesiconete SAPERNE DI PID pg 728) PITTORACCONTE: og. 727) Ahi A PAROLE PERDUTE: pg (3) itt 0 Blderter/en STRANE STORIE: pi. 7depn0 A Ne DER: fag. 1) Te arte (2) Roge Viel pag. 67 Getty images! i 7a) Com, dea Aina. {FEFIARTAGLIONLFAMOSI:pg. ts) xtc tt Gla a. 79 oS, Aira pag Bo a) Hl (Cha) Pots Eel DUE SECOL DI CLC: ag, (sala NUPFTISCence & Society, NMeMl/Sciece alt) NMP Science Sect ca, neon (a Deg inser he arte, NAS a a Oya Cap i ale immagin al catlogo I Misr (Waxes). [ARTISTIALO SPECCHO: pg. (9) geranAian, ag. 94) Bdgeman Anan () Cris ag sa) Bndgeran Alan Escher Cargany, pg. 96S Scala, ) Bg BigenanAlnar ts) ach pg 3-95, tfotaiar ag 9 (arching voohotaserce tea pteroasian, ()DeAgpsi/Saa, (ari PANINARL, PUNK EALTRE TRBO: 22 (8) Revco. apg. 02 ig ei G Aberin pag. 1034 Spa (lye: gag 1 (3) Fotgramma. (ed) edOhcar pg 1250) 0 NEL PROSSIMO NUMERO: pa 99 (s Fat) Sala, Uber of Congress, diego FLASHBACK: pg ro Roger len dtr 2 eso dg cert etn ‘ar ete sep mea ya em Me LEE) Focus Extra Speciale Cina. Cina: un immenso paese ancora misterioso @ ricco di curiosita. Con Focus Extra scopriral quello che non ti atura, vita sociale, costumi, grandi opere. Ogni pagina sara la tappa di un viaggio imperdibile. In pit Un inedito DVD per cape come é nata la Cina: la storia di Gin Shi Huangai, il suo primo straordinario imperatore. Bccsta Extra Quasi un altro pianeta 1 PRIMO IMPERATORE IN EDICOLA A € 4,50 DVD “IL PRIMO IMPERATORE” A € 9,90 LL SER In collaborazione con = Novita & S e0) ya Be eet) f eg Una carretta. DETTE rea Peroni cacy prereset ic! Pests errant narono certo nelle rifinitu Peas) Pee erry Deen renee Titanic: new forensic disco: veries, di J. H. McCarty e T. ec ten cord POC CceTest Perce ey simili ai chiodi, che avreb- Peororne ects Pe ensutrstiarcas Pree ecs Breiner Pere ee ont) una cinguantina di rivetti Crossan eters to della have che nella notte Pereresineersc et btaed Eeece eee! peers Giro di vite, Dagli archi. er eco rang Sree curity rece Pes ret reruns gava in cattive acque e fa Dene Cece nee i eect rt proper rrs Cees ear nb freee eee Si decise quindi di taglia. re il costo dei materiali uti- Pee eae cat Seer Mester’ rts Coed er Pred Poe eee ee ts Pete Sere eet sensy oUcuu meio Peoecarrc rey Pema ts enes area ecc erty spianata di quanto sarebbe dovuto succedere, a et Era! iene einai recta ae eee nel eres pene eres eres Lage eappas eres Peer eo ariel pe ee Pe peopl eener plan Eee ae A at ae + rer amafit di Carlo eres Perec tes es cs) preety peer ret) Preteen unas eect Peete) Pctanes ribattezzata Herba scotica Cotes freee Pee Peg Berets rey Certs peer on tos (me) Telefonate da principianti ntodella ficial, opo quello di Dante al- interno (v. Focus Storia 119, pag. m8) anche il viag- gio di Mos® sul Sinai potreb- be essere stato solo il frutto 4i allucinazion. Lo ipotizza un professore di psicologia israeliano, Benny Shanon, che ha ritrovato in una pian- ta che cresce nella penisola del Sinai lo stesso principio ative dell ayuahasca,Vestrat- to euforizzante della cortec- cia dell’omonimo albero che 2 tuttora usato presso alcune ‘wibi di indos brasilian in ri 8G ti collettivi coordinati dallo sciamano, ‘Abbagli. La pianta “incr ‘minata” @ la Mimosa hostilis, in ebraico chiamata shita, conosciuta daglt israeliani fin dall‘antichita tanto che con il suo legno fu costruita persino VArca del!'alleanza. ‘Mos® potrebbe dunque averla. uusata in cerimonie ritual, ri- cavandone una serie di deliti che poi sarebbero finiti nella BBibbia: il bastone di Aronne cche diventa serpente, il ro- veto che ardee non brucia, le voci divine, Nessun proble- ma, per il suo popolo altret- tanto narcotizato, avallar- ne gli abbagi. Fey reitodiun ga- leone spagnolo, Bib attondatonetez2 ddaun uragano nelle acquedifrontea Key West, in Florida, eun team dicacciatoridi tesori sommersi Non SPRARESERTEREESS! FSFE RPT Cotton-fioc e stuzzicadenti: due in uno sono gl ingredient unfiimdawentura, rmaloscenariadiuna curiosascoperta, Du- ranteunimmersione sulla carcassa della Sonta Margarita & comparso un oggetto datoletteinoro massicco dalfuso biz- ao: stuzzicadentie bastoncino perla p> lizia delle orecchie. Tesori. 'amese del valorestimato di60 mila euro, andra tenere compagniain ‘un museo a altri og gett prezosiritrovati Sulreittoerimasti infondo al mare per ‘altre3secolie mezzo, laSanta Margherita coldapiccoassieme ‘aunaltranavedela flotta Tier Firme, 2Bvascelsalpati dal ‘Nuovomondoalla volta della Spagna conuncaricoecce- zionale:tonnelate di angento da Messicoe Perl, oroesmeraldi dalla Colombia, pele dalVenezuela.ivalo- ® redicdchea statore- cuperatofinora? ore unmilione dieuro. La fine del piccolo principe ima cerano lenuvole spesse illo bivei 2ggeroronziodiun piccolo reo francese da icognizio- sopra Tolone (Francia) Po! jmprowiso uriesplosione, lealiinfiamme, i pilota che recipita in mare. Una morte come ante, nla Seconda uerra mondiale: un ricogni jorealeato’beccato'daun i cechinotedesco.Masuquel_{ PB Lightning, decollato al- ( alba del 31 lugio wag dauna ase aerea in Corsica,non x era un uomoqualsiasi, bensi “Antoine de Saint-Exupér, fautore de Piccoo principe. LLultimo segreto. Distrazio- ne? incident Suiciio? La ine dello scrttore sempre masta un istero, alimen- ato anche da fatto che solo ‘nel 2004 sono stat rinvenut infondoal marei rest del suo aereo.A dissipare ogni dubbio ‘adesso Horst Rippert. un cexpilota della Luftwaffe, ravazionetedesca, cheha coafessato: «Sonoio chetho abbattutos.Arivelario, 64 anni dopo, Luc Varell(som- ‘mozzatore) eJacques Pradel (Giomalsta),autoridiunlibro Inchiesta sla morte Sint- ExupéryLexaviatore,ormai ‘goenne,seppe sotanto dopo Giaver abbattuto i suo eroe: ‘Ho continuatoa sperare che ‘non fosselu:leggendolo, ‘moltidino\avevano scoperto la passione divolares ‘Maria Leonarda Leone Lay ea | Seared fe leet irs ends Il vetro all -Siusavano vesciche di animali, panniimbevuti dolio Osottilissime lastre dialabastro Dass cetmag. siori problemi legati al- Ja vivibitita delle abitazionié stata la necessita di lasciare filtrare la luce naturale sen- za perdere Iisolamento dagii agentiesterni. £ vero che sin dall'antichita P'uomo cono- sceva 'ossidiana, il vetrona- turale, ma lo utilizzava solo a fini omamentali. Peraltro 20 e lascid libero il campo a _seroversola fine del '300. Al: il vetro rimase un materia-materialialternativi, tre impannate potevano es- le molto costoso anche dopo Come sostitu- serein pergamena, che, attomo all secoloa.C., ti pit poveri del vetro c'era-_..e ricchi, Tra i materia- fu sviluppata in Siria la tec- no le vesciche di animali (la li pit ricchi si annoveraro- nica della soffiatura che ren- pit. usata, quella di maia- no sottli lastre di alabastro, eva pitt pratica la produzio- le) tesee stirate su di un te- utilizzato in epoca romani- ne delle lastre di vetro perle ajo tanto da diventare qua- ca, soprattutto nell'architet- finestre, sinoa quel momen- si trasparenti. In alternati- tra sacra del Centro Italia, toccolate in stampi. Per buo- va, si usavano panni imbe- 0 di muscovite, un cristallo na parte del Medioevo le tec-_vuti di olio(chiamati flamen) composto da silicati appar- niche di produzione del ve- 0 di cera per renderli traslu- tenente al gruppo delle mi- tuo, specialmente a Venezia, cidi, che perd non isolavano che (dal latino micare, “Iucci- furono tenute segrete: insie- termicamente ambiente. Le care"). La muscovite si falda mealla scarsita di materiali, finestre di questo tipo furono in lastre sottilissime (se ne ciéme mantenne altoil prez- dette“impannate” esi diffu- possono sovrapporre 4oo in Viproponiamo, anche inquestonumerodi FocusStora, afore diun ‘oggettodi usocomune masolofinoaqualche tempofal rovatea scoprie dichesitratiaea ; cosaserviva.Aspettiamo Gli oggett sono in lega eae @alluminio, misurano circa postaopere-mait 77cm dilunghezza: uno ha un’impugraturarotonda Focus Storia, via Carlo el diametro di 2,7 cm, Valtro ne ha una allungata Goldoni1,z0%29Milano; che misura 4,s cm. Entrambi sono dotat di un foro focusstoria@gum it laterale di mm. Diche i tratta? ‘Acura dilena Cattaneo vcs Ro ec on Ce) Rater te ‘un centimetro) e oltre a per- mettere il passaggio di una certa quantita di luce funge da ottimo isolante termico. In Russia la muscovite si uti- lizzava sia per le finestre del Je abitazioni che per gli obld delle navi. Tra il "700 ¢ I'800 progre- dirono le tecniche produtti- ve, sino al 1827, quando ap- parvella pressa per vetro, che ne fece crollareil prezzo e au- mentare esponenzialmente la produzione, ® Flippo Neda Se (G@trerocryete) Per ingannare Un fulmine sul raccolto? Che fortuna: niente tasse! Satana, il papa lla Gna del XI secoo, bat eatte | Ncwlrmscien ttezz6 il ipankubl,crunaeavesela una rvarsiiraccoko ‘arastato perlesueproprieta. | cojpitoda un fulmine eraesen- eccitanti. Perilgusto amaro. | rato dalle tasse peri successivi Opid probabilmente perlesve | treanni. Un benevolo gesto di onginiarabe. Ma quando nel | : Auisecooateaatetepa | Gite Nenteafatio a 260- ragglunselecoste delfEuropa, jebreraccontad leautontdecesastichelobot | jatnone ee laronocomeintrugio satanico, | Riconciliazione. | Cinesi peccaminosonetaredeldaw00 | tenevano,comealire cure Gatandredalepropietavole. | antice, cel fulminifoseroun imo. (aleggendanarra | segnotangibile cella cisappro- cheilvetoa bere cafférest®in | azione dvina.Se imperatore vigorefinoallafine delis00, | avesseaccettato denaro da una ‘quando Clemente Vllosospe- | persona punta alia di Dio, se.Famasoperaverardinato | ayrebbeatratoanche sud sé ilogodiGardanoBrunoeper | iasfortuna ltemponecessaro larorma deicostumieccesa- | pernconciarsconla dint scerconicatioaparenty | Frgeann asco uch alrettanco imtransigente. Lo ied poteva Scsaggib e dlsse:"La bevanda ostilita poteva dirsi conclusa. el diavolo®del2i0sa, Sarebbe un pccatlasiame Fesclusva ah infede In viaggio nell’aldila, con Inganneremo Satana i , cohen battezzand cae 300 mila gatti mummificati acrieiniolabil erg __netaltragligi.chearrivaro- : atichiEgziigattinonerano noavarare unprowedimento Semplcfeinia quattrozampe: _perproteggereilfelin. eranolapersonificazione dela Non soloera vetato perlegge dea Bastet,dvintadalcorpodi —farglidel male, maeraanche donna edallatestadigatta, ro- _probitoportarioal dfuor tettrice della casae dela {dei confinidel gna. Chi violava fertita. Questianimalierano _queste dsposizioi era Cosveneatchenehtie, —puntocontamore. le Gurameseuniscavarcheolog- Quandoungatto Sinunanecopol,senertore- motvainoeesdce By ronoaddtura 300ml, tut chelipadrnesiradese AQT7TAP™ muri Unsopracgio A Felin sacri. icutodeimjey—nsearo (gatti’) raggiunse una difusio- dilutto. Come il croissant “made in Austria” divenne francese 3 abriochepiofamasadel -iVienna,nel683.Lacitaque-muradiVienna.Furenoloroa -giarelacaccatadetnemico | & mondo, simbolo della Tannofustretta dassediodagli —_darefallarme, permettendo realizzaronoundolceaforma |S colanonesiancese,noné Ottoman pertentaredipane-alfesercitoaustracodisven- dimezzaiuna,isprandosial |S Sninvencone deipasticerigo- tarenelacaptaleungruppodi tareltentatvoeressterefio smbolopresentesulebandiee |= trae AportaraaPargituir incursordelserctoasedante alfarvodellesecitpolacco _ottomane.Lapastalievtata | § {att nely7o, Maraanconeta scavountunnelsotolemure.alcomandodiGiovanil, che usataperqueldoldsichiamava, |< GAusta guntanelacaptae —Giscavperdrsultaronoun finalmenteruscarespingere _Kpfl ntedescoerescente). pe spesare rel XV otropporumorosiSepattut-_Fataccotutco. quando Mara Artonetz ei Sotto assedio. a qualéallo- foperipanettercheavevanoSberleffo. Dopolafinedelfas- _suoseguito, quasi unseolo do fatongnedel crssant? TRboratone pian interat, seo, cheeradurato due mes, po, liportaronoa Pari. furono ‘Ainventariofuronoi panettieri _vicinoallefondamenta delle _—glistessipanettieriperfesteg-_chiamatlappuntocroissant. 6 Ess) wots FOTOATTVA! Sw aleune foto della fivistatroverat questa | icona coredata da un link caraterizato da un numero a tre cite Inserisiniizo nel Le battaglie “ricreate” Film storici sempre pits spettacolari. Ma é solo merito ‘wobrowsere peti della regia e degli attori? poreunvieo Avolte basta un computer aetna sulargometo eun po difantasia. Tirta (averelewo bene!) video) come hanno fatto (aa: per ricreare sullo schermo 9, una scena girata e poi “la Jo sbarco di migliaia di solda-_vorata” al computer). E vi sve alleati in Normandia, sulla liamo anche i segreti di altri spiaggiadi Omaha, allalbadel film, come 300 e Troy. Perché 6 giugno 1944. Hanno provato I'uso della computer-grafica a farlo gli autoridi Timewatch, pud venire in soccorso, spe- uun programma di Storia della _cialmente quando i budget so: Bbc. Eci sono riusciti no ristretti o quando le sce- Comparse addio. Su www. ne di massa necessiterebbe- focusstora.it raccontiamo (ma ro di un cast davvero epico. @ soprattutto mostriamo in un Anita Rubi ala fantasia, In che epoca vivresti? Litalia non ha un motto: inventane uno , Preistora, Anica tu, che descriva al meglio il nostro Paese. antica grecia Roma, Medioevo 0 ‘Sara valutato dagii internauti: poi, tra i romani Rinascimento? Scegli pit vot, scegieremo il migore. Al suo itu tempo nel deste unabbonamento a focus So architettura sondagao ore. Bello (molto di a pid) dentro er chiama andar per 8 La prima liposuzione? tne efter cristianesimo 9 Fu fatta 3 mila anni condividii tuo scat gi fa, Viaggio trai primi sila video efoto. soresee sermentcela Communty aif, eed eggende ; q chug ese, d preistoria E — tela d Opinion’ erifessioni record met Tisfidiamo ad abbinare politcamente Ie sigle musical pia wore nuance telev famose della tv alla Big tradziont trasmissione giusta. Un quiz alfultimo ricord. sewer on www.prova308.com g EIWK NIRHLUIT. NUOVA PEUGEOT 308 SW. PROVALA E CAPIRAI. ep Tea eve CCC re St aer Islam: la setta degli Or Ta) ieee Bec acta’ BOT Tala 1) CO car) UR CuCte Uc} erica PSS Corr et baluardo cristianoin eR Searcy ces = ay una setta di i eretici. La verita = Pee eS ec a Relat ce) ed. a Facevano voto di castita, poverta e obbedienza. E dipendevano era una volta a Praga un cava eee geet Seo ree een) Ceres ean eed re ee ee en aed ‘in, dove ci sono le migliorbirrere della citta”, I boia prima lo decapitarono, poi lo accon: Pere Ee eects re esce dalla tomba, si mette la testa sotto: Pee aac ei racy birra entra dalla bocca ma esce dal collo re Ce race so ees Smee Ome Se ore ees ere tree ects Cc races Perum RES acca stodivano in segreto il Sacro Graal; si é ag ‘giunto che in realta il Graal non era il alice ell'Ultima cena, come si crede, ma il Sang Pres ect e ec acer ten ronnie! eer en crs si cavalieri furono sterminati per seppellire coe toar tesa hney sconde un loro tesoro. Dee er eee Poteet on te carter stiana, furono davvero sterminati, a inizio "300; e che le accuse mosse nei loro contron: (prima fra tutte quella di eresia) avevano Yaspetto di meri pretest. reece Seamer eu Pere r Once eo ticer ed Ordine dei Poveri compagni di Cristo e del Pee Ce ace ced Cees ace teens Cee ese ee ee eo Pee a coe Toncusad Ce rer ee er etal nobile della Champagne che lascié la patria, Preiser egeiss teasers to, Madre: nessuna, perché il mondo tem- plare non prevedeva il genere femminile. Peon toe utee Dee ee eased SPM S| Celcius kel) Peso m events) ee cd aeons Perr S 2); vetatissimii nce mee Coe Cr Meron erento es eae pret eres tolleratipurchéve- Prone i ected toglersiglistvali- mento, preghier, Pecan) Ca Res eur mee et econ ame Me TL e pitts ros ocr ee) puleee se me CAC ee oy Piero ae rs rt er te en Cee CMe er le ets Pe ree ct pe me Tt el eee rtd Pree i merce asset ere ee versioni (a prima. caalieri doyevano 5 nai am @ cto ane ror entrambe di Salo pelf ovine art. ea Cat penis 2 NYC ea ees Cae er ery area Scar conti prea ea Compagni di strada ia prima deep in Palestina esstevanoatt due orcinicavalleesciiCa- ‘aller de santo Seplcre gi spain (alas Ospedaien ‘Giovani, poi nticome Cavalieri ata).primiave- vanoSolocompit a custoia deiluoghisant’ cio&dpolia urbana Gerusalemme Motto piuimportantfuronoi second chepossedevana ca Stelintutto Medio Oriente (compresoipi grande et Tondo, Krak des Chevaliers, relfattual Sire che allarte dela gueraabbravano uatit diassistenza ospe- dalieraper pelegrin, Natonel 1050, ior Ordneaveva per patron san GovannBatista leper simbolo una crocecon braccia coda dirondine, come quella deo stemma ida ita donigne de fondatoi Soll. Dopolafine dele roia- tela ritrata dal Medio Oren te{1a) gi Osptaliricont= ruarono a guerra alisam da Sol primasiarrocarenoa Rodi (0), poi crearonouna repubblca marinara Mata (1530), chediventé a tempi altemibasee bersagio di una Sanguinosagueranavale culminatanelabattagia di LepantocontoiTurch (sr), leone (798), uneristiano, controcuila loro Regola i usarelearmi 1 Cavalier di Malta cedettero laloroisolasoloa Napo- Le reliquie“dubbie” erano sottoposte al vaglio dei di quei*frati bianchi” che ta 'xLe il XI seco- lo giravano la Francia invocando rigore e pe- nitenza (v. Focus Storia n°10, pag. 88); rasate- gli i capelli stile marine, allungategli la bar ba stile profeta; poi sostituite il cilicio con un’armatura e il breviario con una spada; infine awolgete il tutto in un manto bianco con croce rossa, speditelo in Oriente, date- gli qualche anziano da proteggere e qualche musulmano da ammazzare. Et voila, il tem- plare é servito. Dio 10 wore! Ma che bisogno c’era di uc- cidere musulmani? Intomo al 1120, quando Hugues fondd !Ordine insieme ad altri otto suoi compagni di preghiera e di aventura, i crociate in corso non ce n’era mezza: dalla prima (di cui il nostro era reduce) erano pas- sati 21 anni; alla seconda ne mancavano 25; Gerusalemme era in mano cristiana e persi- rola moschea Al-Aqsa, terzo luogo santo del- TYislam dopo la Mecca e Medina, era stata ri- ciclata in chiesa, Pit di cosiil mondo cristia- rho non poteva pretendere, Infatt pit di cosi non ebbe mai pit, 1a situazione, perd, era pid precaria di quanto sembrasse: i soldati dei principt cro- ciati erano in gran parte rientrati, le stra- de erano insicure e persino dentro Gerusa- Jemme c'erano problemi di polizia. Cosi la (Chiesa ebbe I'idea di creare delle milizie sue, indipendenti dai feudatari d’Europa. si ag- siunga che personaggi carismatici e guerra- fondai stavano gia spianando la via alla se- ‘conda crociata e quindi soffiavano sul fuoco: unoera tale Bernardo, abate di Clairvaux, fu- ‘turo santoe“profeta” dei Templari. Nacquero cosi gli ordini cavallereschi. Quello di Hugues de Payns non fu il primo: nel:120 esistevano gia gli Ospitalieri ei Cava- jeri del Santo Sepolcro (y. riquadroasinistra, Ma san Bemardo voleva gente pit dura eit deva gi altri cavalieri con carrettate di sarca- ‘smo: "Voi bardate di sete rcamate caval: sul- lecorazzeindossate non so quali vel ondeggianti; Aipingete lance, scu e sell; ornate redin e spe- roni di oo, argento e gemme; econ questo sfarzo vilanciate alla mortel Ma sone abbigliamenti da guerier, questo fronzol da donna”, La dove serve Templar in marcia in Terrasanta, | Cavalier del Tempio intervennero anche nei libeazione della penisoa iberica dal dominio musuimano. Templari, ritenuti i massimi espertiin materia Linvettiva era contenuta in un libellointi- ‘olato Lode dela nuova milzia, che oltre ai con- : sigh peril look dava ai Templari un‘assoluzio- ne preventiva peri futuri ammazzamenti: “I ‘ ‘cavalier Cristo uccide in piena coscienza e muo- re tranquilo: morendo si salva, uccidendo tavora per Cristo. Inveroquando eg ccide un malfatto- re non commette un omicidio, ma un maici- dio, eva consideratoilcamefie autoriz- zato di Cristo". Se Vabate di Clair- vauxsi fosse chiamato Khomei- ni, avrebbe definito tutto cid Jihad, “guerra santa’ : Epici. Maa sostenere inuo- : vi cavalieri non c’erano so- lo teologi: «Durante le prime CTociate» osserva Mario Manc- ni, docente di Filologia roman- za a Bologna «nacque la letteratu- ra cavalleresca, destinata poi ad ave- re uno sviluppo simile a quello dei western ‘modern, Fu allora che si diffusero le chan- : sons de geste francesi e le storie del Ciclo bre- S tone, con grande impatto sociale: eroi mitici come Orlando e Lancillotto diventarono mo- 4elii di comportamento, che abbinavano al valore militare doti di fedelta, generosita e senso dellonore». . ‘John Ford di questi“ western” del Medioe- vosi chiamava Chrétien deTroyes: era un francese della Champagne, come \ Hugues de Payns; visse e scrisse nel \ XII secolo, proprio mentre i Templari ‘muovevano i primi passi, Fu luia lancia- re il mito di Perceval, il leggendario cavaliere della Tavola Rotonda vo- tatoalla ricerca del Sacro Graal: tuna figura che nella letteratu- radi settore doveva diventa- eun tormentone. Successone, Anche sull’onéa di questo circo mediatico, 'Ordine templare crebbe in fretta, raggiungendo una potenza straor- dinaria. Alla fine del XII secolo, le fortez- ze dei seguaci di san Bernardo erano spar- se da Caza a Gastun (oggi Baghras, in Tur- chia), La sede centrale era nientemeno che la moschea Al-Aqsa, sulla spianata del- ‘Tex tempio di Salomone (da cut il nome di Templar, cio Cavalie- tidel Tempio). Ele proprieta con cui lOrdine sosteneva le sue spese militari spazia- vvano dalla Francia alla Spa- ‘gna, dai Balcani all'Italia del Sud, A Cipro coprivano addirittura tutta isola, Tanta ricchezza aveva una causa precisa: entrando nell’Or- dine i cavalieri (quasi tutti nobili) pronunciavano un triplice voto di poverta- castita-obbedienza, dove poverta voleva di re versare al “tempio” i rispettivi patimoni eepassare il resto della vita da spiantati. Il pa- pato fece i resto, esentando i seguaci di san Bernardo dalle tasse che altre congregazio- ni pagavano ai vescovi In pi, presto arriva- rono donazioni ai simpatizzanti. Cosi, men- tre i singoli cavalieri campavano come bar- oni, !'Ordine diventd un‘autentica holding finanziaria, BANcHIERI A cavaLto, Di solito nei gialli vale una regola: cherchezla ferme, “cercatela donna”, Ma nel caso dei Templar 'indicazio- ne andrebbe modificata in cherchez Targent Nella loro storia, infati, il denaro fu mol- toele donne poche: se Hugues de Payns ave- ‘vaesordito mollando la moglie, poi la Regola dei suoi eredi raccomand di tenere lontane anche madri e sorelle(v.riquadroapag. 3). +> rae eee ee Pee ral Fie nab Coen popoitrent te Peed eer aia OPrigfearenaptg Reh cue co cum Do oleae vigneti (a Minervino Mire oe eee etd Pus Pe eee , Seas iret Keer ys cere ies ehercos futtorachiesecreateoap- oe een errs ee cee See Ee es eran Bierrenre etn Cre Pee ier corre cares BUR og Cae eae Seen Cees Peet SEO ead SR koa Crd ere Solo l'anno scorso il Vaticano ha pubblicato gli atti ee ner late il voto di castita era difficile (sal ee eet Pio Pec cena tt avidita, avaria, usura Reerremenee na errr ee eee ety Setar acs pee a ee TT ae et ea eens ass yee Geet een ese ee eter ee Cet tee ie eet i ete To eee erg eens tactics cn eet epee erence ete eee een ee ress ad Ascalona (oggi Ashgelon, in Israete) nal eee ore ni irruppe nella forvezza nemica pid muni= Pee ee ae ae CVE CUe ker ielt el Praca ere int Perro Cre oe) Romer aera ener poe et Ce Pe a ee var ae rd ta es es uted conto: ogni cavaliere ec pe eet Nee ee ried errr pierre ey Paes rere Pecans Cr come a ae eee oe ee ae Sas Toi oo Se eens a a ety pcs acer ares eee ot Toa) oer ere rca) Peer ert aces atesta.inltreper~ avevano bisogno ogni Pet is Pos Pence eee ee rica suicida-Inentrambi icdsi messuno tor- ere eee cee eee tia Darbsaq (Turehia) Equal, phuttosto che eer cre ee zo staccare un assegno, Insomma, se la c2- ‘sarono pagando ua riscatto, Nellanimo dei ee reece Page es oe en ee batichiere. Accadde nel 1261, quando gli uP Pee inet sn Cee er eee Coase nee erce er rd aan ere ees Pee eee ee eer ee er ee Pree eet ts reece ec te nnaniziari del papato @dz'2s anche del re an- ‘oni della Sicilia pee ceo Dec eerer eet Joro conto, Sidiceva che, dietrottrigore cri- stiano di facciata, i cavalier!'adorassero un Peat hose cee Sos caer eae rc oR ea bev Reg = saree Buys cae Coen niente reer er eer ees Gece ie Care ta eer ea eee Cert ets eee eae eet ce rer Eee rota < Spe ee ae Deets econ Opera as fiscale concessa ai Templari dal papato; gli kee cae accord oe outa et ee ‘gni; i banchfer italiani, lobby conicorrente della holding del Tempio; ma pit di tutti Fi- eee o ene ae era alla ricerca perenne di denaro e percid ‘prima perseguitd gli ebrei, poi tassé it cle ate oes eas Prat Cp eraseeea ec Macken e Teac Bekele Cerne ce coe ec a eae sec pera eee cr aes roet cate ee ey a ciso che tutti Tmembt del detto Orie nel no- eee cea a ee ee ee ea eee et Perec urs een ge apa Pere sees Pree ceo ear eres pee ere or eee eeaty chs oy Shree tr can per aoe een era RE ce iene Soe eee Beier: eee Sere ee cee eta Hae ter ema Serres thet sre conus Sree Seca Sete tc co roa) In cerca di souvenir Ce an Perro Ces Peete feud anal Seu Cee ts s =F trail centro del potere militare degli Ospitalieri in Terrasanta. re ets Cd Pesce ted re ae Poe ee Cen ied le nove ester Cr ee ee ete Bue FS Fauztine ye Psy rect Geo eeu tele fossato difensivo, er UEreeg ee ede art Cee euro t emis) tic Perey errr ial y: eapteaeasicay ince Bnet ter nc eee ast ‘me Oronte e la cittd di Homs, in Siria Ree ee cone) Colgeeweuer ctr es une y". & Fs ; E respinse sei + an assedi delle armate musulmane pepe oa Comte "ana grande &ppelia ecu prs tegen ae Drees ee ft Pree eeenraars Gi hed ain aH Cntr more accesso al castello eer tc Cee cee ete Poet ead Crema Ce me ee teo ee Meer ere errr ote cet i Saladinoyil primodi una lunga seriediten- rarsia‘Tripoi in Liband)-Baybars.ei suc sue- ee atari pethes pee ohh eta Perot rar eee se ue tener Ee ee toss tee eee omay ott Ren eS en cre o Baybars ebberragione della fortezza, Co- Giorgio Albertini od » del califfo Pregavano c6nilé spalle alla Mecca, violavano la legge coranica e colpivano a sorpresa. Erano i fanatici della setta degli Assassini, chenel Medioevo terrorizzavano |'islam S ‘Arma prediletta La scena diun massacro inuna cronaca del'400. Larma preferita dap 4 ASSASsinv era i pugnale. ZF Per gli Assassini, i musulmani difensori della sharia erano “ottusi partigiani della Legge”. Da finire senza pieta sentirsi dare degli assassini lo- ro non s€ la sarebbero presa. La missione di chi entrava nella setta {slamica dei Nizariti (meglio nota come setta degli Assassini) era proprio quella: liguidare a pugnalate tutti quelli che si oppo- nevanoalla loro dottrina. Peralcuni furonoi primi terroristi della Storia, Di certo verso il 1200 erano incubo di califfie sultant. Disprezzart. Prima di loro, nonostante Caino e Abele, la parola assassino non esi steva nemmeno, Fu il barone francese Sil- vestre de Sacy, nel 188, a ipotizzare che il termine di origine medioevale “assassino”, importato in Europa dai crociati, derivas se da hashishiyyun: in arabo, “mmangiatori di hashish’, Cosi {loro nemici(sunniti) insulta~ ‘vano, accusandoli di darsi al peccato capitale della droga, i membri (sciiti) della setta Punti di vista ‘Alcunisapientiisiamici dibattono in una miniatura del XV secolo. Per gi ‘Assassin la paroladelfimam valeva pid del Corano. islam non & infatti monolitico come vol- teciappare. Gia poco tempo dopo la morte di Maometto (632) i musulmant si ritrovarono spaccati in due: summit! (pi "politic efede- lalla tetera del Corano) da una parte esi (che vedevano nel genero di Maometto, Ali, € nei califfi suoi successor veri depositar del- Vinsegnamento del Profeta) dall’altra. Anco- 1a oggi esistono Paes islamici a maggioran- za sciita (come IIran) e altri prevalentemen: tesunniti come il Pakistan), Verso il Mille, gli stessi sciti etano divi- si tra moderati e radicali, Tra questi ultimi cerano gli ismailiti seguaci dell'imam di seredato Ismail al-Sadiq. Mistici vicinal su fismo (una setta iniziatica basata sulla con- templazione), erano certi che il rispetto let terale della legge coranica fosse meno im- portante di quello verso I'imam, la guida spirituale, e che il libro sacro si potesse leg- gere anche in modo allegorico. Alcuni isma- litierano cosi convinti della verita di questa {dea, da uccidere (e morire) per imporla. Uno di questi si chiamava Hasan ibn Sabbah. Fowpatore. La parabola degli Assassini co mincid nel 1090, alla vigilia della prima cro ciata. Queli'anno Hasan conquist® a fortez za persiana di Alamut (v riquadro a desta), a qui i “Vecchi della montagna”, come fu- rono chiamati i suoi successori, seminarono 51 terrore in Iran e in Siria peraso anni. ILsuo programma era semplice:eliminaret singo- Ii governanti, generali o notabili ostli agli {smailiti, Gi Assassini misero infatti a pun- toil “teorema dellinsostituibilita”: colpire un personaggio assurto a una carica pol tica importante avrebbe inesorabilmen- te stravolto gli equilibria favore del gruppo awersario, Una stfategia po- litica basata sull’omicidio. Hasan fece proseliti con lavelocita del fulmine: parlava alle masse nel- la Joro lingua, aveva un carisma sini- stro (siatribui una quantita di omi- cidi che forse non aveva commesso, pur di accrescere la propria terrifi- ‘ante fama) e molti giovani si misero al suo servizio convint di far rvivere il messaggio originario del Profeta edi garantirsi accesso al paradiso islami- co, Ad Alamut e nelle“fliali” che sorsero anche in Siria gli adept venivano indottsl- Pr -ur ice cuore spirituale Peirce pee ea) ry rete Pte ry erie ea os ete cs ere eee eas Pooucer ee ee tr) Peer pres nati, addestratie initia diversi gradi del- lasetta, a seconda del loro livello i istruzio- ne, di affidabilita edi coraggio. ‘Ben presto presero a farsi chiamare Nizari- 1H (nel 1004 si erano schierati con Nizar, can- dato califfod’Egitto poi “trombato”) ma di- vvennero per tutti "mangiatori di hashish": solo un drogato, si disse, poteva uccidere e farsi uccidere con tanta freddezza. Iratieitt, La tecnica degli Assassini era semplice ma letale, Hasan non inviava eser- citi, ma singoli uomini, al massimo picco- 1i gruppi. Il ida’ (*devoto”) si avvicinava al- la sua vittima confondendosi tra la folla, Poi colpiva all'improvviso, apertamente e alla luce del sole, spesso rischiando di essere uc- ciso.asua volta. Fu cosi che il 16 ottobre 1092 fini il primo fida’i entrato negli annali degli Assassin, BuTahit Arrant: travestitoda sufi, ugnald a morte il visir del suitano sulla sua portantina, prima di essere linciato. ‘Quella dei Nizariti non era una guerra in campoaperto, ma un‘autentica strategia del- la tensione, condotta da fanatici che mol- ti hanno visto come antenati dei kamikaze 44 ogi, con le lame dei colteli al posto del- le cinture esplosive. Ma c’é qualche diffe- renza, e non da poco: mentre i kamikaze del ‘XX secolo partono per missioni suicide, per gli Assassinj darsi la morte volontariamente era um peccato gravissimo (morire in azione, invece, era bene accetto, perché era una for- madi martiio). noltre, alcontrario dei ter- roristi moderi, i Nizariti colpivano di soi- to personaggi altolocati, quelli che potevano reson a etter Ce SEE oreo ee ‘un angusto varco tra ee Ly eT ay Roe Cee Snr ese nel1090, Hasan Pepe: merits Pavers pitas) pee sal Sees een eeu Pen eat | Pure aos rae! rarer as eesti reece uur ery El Peed a eaten eas ee peter enero reece Pigeon) Sear) Pei orn re Say rey er Pata een rt lasua ricca biblioteca Peers 3 Prima decidere le sortidell'islam, senza (quasi) mai coinvolgere civili. ‘Anche per questo arma prediletta dei Niza- ritierail pugnale, considerato uno strumento ‘puro, Gli Assassini non usavano veleni, né ar- ‘mi che uccidessero a distanza, poichél vit ‘ma doveva vedere il proprio assassino in fac- cia. La loroera uma mistica della morte. Exec. Sottola guida di Hasan if (2162-66) la setta sconfind nell’eresia. La svolta avven- neI'8 agosto 1164, nel cortile dela fortezza di ‘Alamut. Allimprovviso~tramandanole cro- nache- la follariunita in preghiera si accor- se di rivolgere le spall alla Mecca, una posi- zione blasfema, Subito dopo, Hasan si fece avanti verso il pulpito, con una spada in ma- ‘no, “Sono in contatto con Yimam nascosto”dis- se, come posseduto, “Mi ha comunicato che i tempo del compromess fnito”. Ri- vvenicd per sé i ruolo di califfo e lancié la sua sfida: “A voi egliha riserato il suo messaggi, per ren- ‘ervi iver dat giogo delta Legge”. I nuovo leader, in nome del mi- sterioso“imam nascosto’, abro- la sharia (ia legge islamica): | {sul seguaci banchettavano di \ giorno durante il Ramadan (i \\ mese di digiuno diumo obbligato- rio peri musulmani), pregavano anche fuori dagliorati prescrit- the senza preoccuparsi di rivol- \ gersi verso la Mecca, annuncian- doquella che chiamarono Nuova Rivelazione. Erano temerari e sfrontati. Dopo un attentato a Saladino gli scrissero: fuori dalla tenda e cercaci” Sbaragliati Cavalier mongol GlAssassini furono travel dalla conauista mongoia della Persia, dopo lass. (GUERRA DI RELIGIONE, La guerra santa dei Nizariti era dunque rivoita contro i musul- ‘mani. Anche se nel 130 i loro pugnali aveva- no ucciso il conte Raimondo I di Tripoli (for se per una mancata fornitura di arm) e nel nageavevano sbudellato (forse su commissio- ne) Corrado, marchese del Monferrato ecan- didato re di Gerusalemme, in cima alla lista neta degli Assassini c‘erano sempre i nemici Getrismailismo. Come il califfo di Baghdad ‘Al-Mustarshid, sorpreso nel 1135 da un com- ‘mando di 2g Assassini partiti da Alamut: gli aprirono il ventre, gli strapparono ilnaso, lo ‘massacrarono con 25 coltellatee lo decapita- ono. Ocome leg vittime, tra cui due sulta- ni eu califfo, rivendicate con orgoglio dal- imam nizarita Muhammad |, Nel mirino delta setta fin} anche Saladi- no (al secolo Yusuf ibm Ayyub Salahal-Din), fl sultano d’Fgitto che nel 171 aveva punta- tosull'unita musuimana e che scampo ad al- ‘meno tre attentati ordinat dal pit temuto tra {leader degli Assassini, Sinan, Netta tecceNpa, Rashid al-DinSinan, at- {Uvo soprattuto fn Siria, si lanciO in un tour- billon di alleanze e controalleanze, moitipli- cando eazioni plateali, Nessun musulma- no in vista si sentiva tranquillo, nemmeno circondato dalle guar- die, La “guerra asimmettica” de- si Assassin{ (piccoli commando contro forze regolari) non permetteva di avere ragione del- lasetta. anche perché i fida'inavevano impa- rato a camuffarsi alla perfezione, diventan- do praticamente invisibii, Quelli che aveva- no ucciso Corrado, per esempio, si erano tra- vestiti da monacie parlavano perfettamente francese, Con Sinan gli Assassini entrarono nel mito, lI“Vecchio della montagna’ diven- ne, nelle cronache arabe, un capo capace di persuadere i fda'incom la droga ed esercitan- do su di loro un fascino mortale. Ma mentre gli Assassin{ entravano nella leggenca, la lo- 10 epopea si awviava al declino. Bane, Prima della meta del Duecentola dottrina della Nuova Rivelazione (rinnega- ta da Hasan Il nel 1210) era annegata in un mare di sangue, La minaccia di morte servi- ‘va ormai solo a taglieggiare ricch cristiani e musulmani, e Khur-Sha, ultimo padrone di ‘Alamut, si era trasformato in un signore del- Ja guerra come tanti altri. La tecnica dell'as- sassinio mirato era finita in soffitta ei Niza~ riti si spostavano in bande, come communi ta- Bliagole. Quando le orde mongoliche del ni- pote df Gengis Khan calarono sulla Persia, verso la meta del secolo, i mistici del pugna~ Je erano diventati sicari prezzolatie assassi- nicon laa minuscola, ° ‘Alo aril ae ea Ue) E IN PRIMA VISIONE ASSOLUTA, DAL 16 LUGLIO OGNI MERCOLEDI ALLE 21.00 Dee ec eT cus eee Paes tec SCL ke eer oc) “5 ecosto. Il primo imperatore della Cina - parte 2° CSOs EL nS Nel cuore del buddismo monaci guerrieri si batterono per secoli i $ INI d or tae-t | ome alae religione pit pacifica del mondo DueBBbDSD di una contraterita uo ee _ Pr rte een ete Peer err sity + Pe ed eF A ae — aicavano pochi anni al1950 lWinvasione|cinese del Tibet Focus Stona n° 20, pag. 16) Cree ty eee ete eee ed eee oe enc ic Seen reece un’antica consuetudine, Norbu, una volta guarito, sfidd a duello un famoso guerrie- een eet oc Peni chant ac re onore perdutoe lo fece ¢ombattendo con un bractio solo e uccidenddiil suo avversario Cee eed Soe ca Rtas rune sese reece ee eer sre ee caer Pune OMe Rte conti renee ee isn Ceetoes ad jevano di sporcarsi le mani con patente paradosso, tollera to tuttavia per oltre 5 secoli nel cuore della Pieces eet etary Prettiest PremecitesiecTmec Ett eed ars Cec Un aniano monaco ietano. est eer i penne nari Permneneiian ie oo Rapivano fanciulli, erano rissosi e non temevano di uccidere. Nonostante cid non erano Eee (et 4] ButuEie etry areca | Deets poems Oe teae Reeser rte Bee U eect cect CO eee e cts rela dottrina buddista e la meditazione per eee ene acces sapevolezza. Vero, Ma esiste un‘altra fac- cia della medaglia. La formazione del siste- Se ee eens tics cr Tec ty fervore e alla disputa dottrinale, segnaro eno eet cae ranel 1947 i monaci dei monasteri di Serae Reting parteciparono in massa a una rivol Se eee Euan trast tuito Thupten Jampel Yieshe Gyantsen, reg. Peeks COC RU acme Poel eee eer te ute, controllavano le attivita commercia- i, avevano propri artigiani e mantenevano Pec cs Ce cue recs tezza buddista. Cosi, probabilmente intor Pb Peeomeek tence ricy ea Ecce Sant er ctu nizzati in confraternite all'interno dei diver- Se UCR meer acu ce See ceca particolare predilezione per quelli pit forti, corpulentie di bell'aspetto. A loro toccavano Pete eC ere cetera eS eee eee Tt Se eu eects Ae ere Te ee eee ic tet aree remote e pericolose, infestate da bandi- Pe mote cM tart Poet oe emi ry arrivarono a costituire il 10 per cento della eee Utd Caius egno di importanza strategica per la sua po: sizione, che perd non possedeva alcuna mi- lizia regolare. «Se volessimo trovare un lon- Peet ch Tec ietert Se ee ee Cie Ree eer a rey Poe eee sy dell'Universita di Bologna. Ce ees nt) Ee aca uee nies Ser eee enc tcs no i capelli, ma li raccoglievano in una cioc ca dietro a ciascun orecchjo, acconciando i in modo da farli sembrafe corna ricurve. Pee eee co ees nei duelii si spalmavano la parte sottostante Perec erst schiando gli avanzi di burrd presenti sul fon- do delle tazze (il tétibetand si prepara con il burro) eil nerofumo depositato sotto le pen-+> er rekon a TBT Selatan eel cl le armi. Ma per tentare di liberare il loro EET] Ero) Ti ke ac] DUE Meee ees err Ceca ear El ee RE u Ce coc Tay eee heer istry Pen reece Pee ccc cnc Dob Dob dai monaci normali era la passio eect Seer Str ae Sta eee eee ete) ear) merc Rn ert nt Ere reentriceenst Pere eee tt Penman escent se rcs studioso degli an- eee Pete cmt e try cero ce erat ata al monastero di Sera, che 4 quel tempi con- nee ese eect earenere eecer arcs Poe ee eee kes cma ares) Pree n starred Ean enetrurcctpc i enaray ‘A diciott'anni giunse per Norbu il mome1 i decidere il suo futuro. fveva tre possibi et etr rer iosi, pregare e meditare, non riusci See ary non intendeva rinunciare ai piaceri della v Pcs ec ttt sino violento, ed era stato pid volte rimpro- verato e severamente punito dai suoi supe riori. D’altra parte restare monaco era molto eee eer Denefici sociali ed economici: i rligiosi go: Cee ec memes scelse quindi di diventare Dob Dob in modo da poter mantenere i voti e hello stesso tem Pees hte c petra pee ee ets i, dunque, le istituzioni monastiche otte- reece teers cheer ere Perce do di trasformare potenziali elementi anti- Orta en doc mee ihcberci ‘Tanto é vero che, dopo i gojanni, i Dob Dob Geert ect Sree eee cones orotic ie Cid non impedi a molti di loro i guada- gnarsi una discutibile fama. Descritti co- migioltraggiosi, aggressivi| rissosi, rozzi e Ses eros ia omosessuali. Si diceva che arrivassero a ra- pret eeertcemerae cca ssa fs eae ee eee ey pingevano cosi: “Anche se Buddha apparisse Coe etd ee eet ees stesserofuoriuscendo, nol Dob Dob non saprem- ees insulto ricevuto da un individuo o da SEO een eee cores Seem ecets che che si affrontass tell Dea es ett mosita o vero odio tra gli sfidanti. Almeno ere et one eenee 5 me al luogo prescelto (di solito ben nascosto] Ce eee etet Al confronto potevano assiste- purché te nessero poi la bocca chiusa: Pero ncu cence See es Cec sey ee he ry famoso per la sua forza ela sua abi ee O Ret een! Coe eee cece ea Cer eee een Peete eer oer Pree! ie Ses ae [7 Sto Seed ce i 4’ uy ee, Carer it rs eee ets do di provocarlo, Se il Dob Dob vittima del Tee ELE eee Se eter tect Reeretetcte Cereus timenti avevano spesso soltanto lo scopo di SEU cee E ket See cet) Decree cern end poteva continuare a combattere. Ota eee ety tibetano ritenne mai in cuor suo i Dob Dob cattivi monaci. Al contrario, Molti di loro Seen iene sents no spesso gli unici a intervenire in aiuto oo morte ete pid er Serre piit famosi Dob Dob, vissuto cored Peer cere Sree. Ce eer ee rere rays cones Rennrad er eto Reet) Soli en he pouch ccd Cee) eect Peat rac Round eters our reerane secolo, Non combattevano solo per ditendersidalarro- Pre o Pare rrr ecu ea crus cusl tec Pepe eared acy ee eure! rien tele. ein pellilunghi ed erano esperti ROiueenc ct rr rts Perens Pee rene’ gliko-kki del XVsecolo, eels eR cers eu ary Bas eter Cee Peet eae Pee eons Sa a Ree Cay morte e per questo scen- Coenen) Ener cr eit aed eis ei eae rears ad ey oer Bry a eee —@-* Re om 9 Glo Ee Ne a OCS CUT ce) eta aud LC CMOney Cer re eer Cr ae a8 eco tes Bsinonimoddeinguen- sino. A diffondere la lorofamadi ile speattu sopratutt oscar hip adows Taylor. |Manoscritto. Dopo aver avoratoa seta contatto eonieaccatore oi Thug” /Sleeman (v. articolo) durante iiviagio di torn cllinda | scrisse il romanzo Confessioni un Thug. lmanesetto |fuabbastanza fortunato da. superarelalunga eterbile £ querantenaaMtala(a z urigazonecon ozo rese quasi invisibile linchiostro), fu: Pubblicato nel 1840 e divenne Inbreve tempo un bestseler {Comparse. Daal Tug hanno ricopert spessi rool da cat romana awentura sher- Tock Holmes, de- tectvebrtanico ereato da Arthur Conan Doyle, nenaincontrati diversi nela sua carrera Lostesso ‘€capitato agii eroi dima Sagan cviromanai fata) sono ambientatinuntngla |citaneasia ma ffolataci strangoator.nterpire- enti anche nda Jones ha ovutosgorinare un nero ovo diassassin tual nel firm Indiana joneseiltempio maledeto oP) (Esa) it tabucco!". Era il se- sgnale che i Thug stavano aspet- tando, Saltarone fuori dai cespu- Ae aiiprendendo ai sorpresa il ric- co Bunda All. Con Y'afuto dei complici, che spomeriggio si erano uniti alla carovana » fingendosi viageiatori, gli legarono mani e 1 pledteto strangolarono. Lo stesso fecero con = Suamoglie, la figlia pit grande ela sua scor- ta, Uccisero in tutto nove persone, ai margi- nidella giungla vicino al viaggio di Chupara (néia orientale), senza lasciar loro il tempo ifiatare, Con altrettanta veloc frugarono { corp, raccolsero il bottinoe in pochi minu- 1i, dopo averidissanguati, fecero scomparire i cadaver’ in una fossa che avevano scavato vicino, Solo la neonata di Bunda All era rima- sta viva: se lavessero adottata avrebbero cor- soiilrischio di farsi scoprire, cos la gettarono sopra gli altri morti ela coprirono di terra, E il truce resoconto di una sera di febbraio del 1823: una deposizione, agli atti della po- lizia inglese in India, resa da alcuni mem- bri della setta indiana che aveva organizza- tol'imboscata, ‘MISTERI DELLA GIUNCLA, Assassini da Guinness (pare che nell'ultimo secolo e mez- zodi ativita abbiano fatto scomparire alme no 50 mila persone, come dire tutti gli abi- tanti di Siena), acerrimi nemici di Sandokan ne romanzi di Emilio Salgariecattiv un po" tontoloniéel film Indiana Joneseil tempioma- ledetto, i Taug sono molto pit reali di quan- to facciano credere le invenzioni letterarie (v ‘iquadroasnista). Ma questi uorini frono davvero gli spietati servi della crudele dea Ka- 1 descrtti dai racconti terrorizzati degli eu- ropei, o si trattd invece di ladnancoli strac- cioni che derubavano i viaggiatori per tira- reacampare? T1governo coloniale inglese, chea meta del XIX secolo controllava gran parte dell’ ndia, propendeva apertamente pet la prima ipote- si, Nessuno perd sapeva dire quando la setta avesse cominciato a raccogliere adepti. Gia nel VII secolo un monaco buddista, Hiouen ‘Thsang, raccontd di essere sfuggito durante {suo pellegrinaggio in india aladr strango- lator. Ma notizie pid precise vengono da al- cuni resoconti di viaggio scriti alla fine det Seicento, che delineano meglio identikit i questa setta che otrvano lero vite a Kal. Per rare la dea di cu si consideravano devoti ser- vitor (v.riquadroa pag. s6), durante le spedi- zioni seguivano un tigoroso rituale, che pre vedeva lastinenza per settegiomni da carne, ‘acchero e burro. Come icalciator in ritio, il ‘giomo prima dell'assalto dovevano tenersial- la larga dallatro sesso, ma almeno potevano consolarsi con un pasto pit sostanzioso. Poi facevano sacrifici propiziator alla dea e con- sacravano i piccone, simbolo della setta, con cui scavavano la fossa per le loro vittime. ‘Una volta individuata la preda, i sotha (i “seduttori”) cercavano di aggregarsialla caro- vana conquistando a fiducia del malcapitato ‘mercante. «Potevano assumere qualsiasitra- vestimento, ma di solito si fingevano acqui- renti di cavallis spiega Leonardo Vittorio Are- na, docente di Filosofie dell'Estremo Oriente all'Universitadi Urbino, «A volte simulavano di avere una malattia per dare 'impressione di essere innocui, oppure si offrivano come guide sui percorsi pit accidentativ. Piantate le tende, quando il mercante si addormentava git strangolatori uscivano al- lo scoperto: saltavano addosso alle loro vitti- mele strozzavano con la sciarpa di seta che portavano stretta invita (il ruhmal), «Questo {gesto racchiudeva forse un significato meta- {sico» spiega Arena. «ll Thug era convinto di “svegliare dal sonno gli ilusi”: la morte, da- tain modo rituale, permetteva alle vittime di interrompere il ciclo infinite dellereincarna- zioni cui li condannava la religione induista, edi ottenere la vita etema». Tuttavia i Thug erano tutt‘altro che bigot- ti, Tra gli adepti c'erano anche musulmani e persino atei. «Cid indica una varieta di at titudini spirituali, con buona pace dell’in- terpretazione semplicistica che vuole i Thug. tutti induisti» dice 'esperto. Intanto perd gli. strangolatoripreferivano tenersi buona Kall a pochi chilometri da Mirzapur (India orien- tale) pagarono Vaffitto ai sacerdoti con una parte dei loro bottinie fecero del locale temn- ploalla dea iloro quarter generale, rceven- do la protezione della truculenta divinita. Parr-rime, Qualunque fosse il loro credo, tutti Thug avevano una doppia vita: un po" come il dottor Jekyll e mister Hyde, nascon- devano i loro assassinii dieto un innocuola- ‘ iba voro da artigiano o mercante. A volte, con macabro senso dell’umorismo, sceglievano ‘mestieri molto vicini alla loro occupazione segreta: fabbricanti di corde e commercian- tid fazzoletti potevano tenere tra le mani le armi dei loro delitti senza destare sospetti ‘Neppure i familiar pit stretti, infatti, dove. vano essere messi al corrente di quell'attivi ta parttime, Pocue cHIACCHIERE, Come oggi per i no- stri sacerdoti, il segreto professionale era fondamentale. Non stupisce quindi che i ‘Thug cercassero di evitare le donne, conside: rate troppo chiacchierone: nel linguaggio ci frato della setta (il ramasi) la parola nari (“pe- ricolo”) significava appunto “donna”, «Ma non si pud generalizzare» sottolinea arena, Alcune mogli erano complici e c’8 chi so- stiene che esistessero intere famiglie crimi- Festa di sangue Sopra una festa Thug inuatilstazioneinglese ‘Sotto, un capo thug con inmanoil piece. simbolo dela seta nali dedite allo strangolamentoy. In com: penso, donne e bambini erano protetti da un tabi, come i lebbrosi, i mutilati, i cie chio chi viaggiava in compagnia di una vac ca, animale sacro in India. Questa la rego- la. Ma si sa, fatta la legge trovato 'inganno: nulla impediva agli assassini di celebrare tuna cerimonia di riparazione una vol- ta tornati al villaggio, dopo avere uc- 4 ciso le “categorie protette”, odi far al lontanare con qualche scusa l'intoc- cabile bovino prima di assassinarne il proprietario. (Queste ecceziont alla regola servivano a eli ‘minare testimoni scomodi, ma anche a im- padronirsi delle loro ricchezze. Per il capo- banda ilfine giustificava sempre i mezzi, Ed era disposto a chiudere un occhio: anche per: chéa lui spettava un decimo del bottino. +> doa leggenda, Kali an srt) ce prim pg quando siscontrd con lidemone Rita. mostro a dal suo sangue ogni la deal fervacon Per battero, 6 con duepezzicistoffa strappati dale sue vestieor- p loro uccdere Riktavi Isenza spargerne i sangue due energumeni strangola- onoildemone e, dopo quel Fi 1cces80, incaico pass ai be | — a nizione. Kalivolevache suoiserilasciasser|compi le vittmeaterraesallon- sero sefiza volar: ma giomo unodilorocisub- ide videla dea nuda che agiavainatiai cadaver. Kal, nvipeita, cecise cn da alraiThugamebbero dovs- DY Jtosenpeireicadaverimac- | | hiandos detsanguedetevi- ime stratiofino altima gocca Sologossisarebbero uricat, permettendo ne contempodiinteromperei clo del reincarazion. pro’eredi Thug. ‘local: illeader del gruppo era il pun- to di riferimento politico e la guida spirituale di ogni banda thug. Inu- tile dirlo, doveva trattarsi di un abi- le strangolatore, “figlio d’arte” da sgenerazioni, anche se il suo compi- top importante era interpretare i segni inviati dalla dea, 1 Thug infatti erano convinti che la divinita si incarnasse negli ani- ‘mali per dispensare preziosi consi sli. Nessuno sarebbe mai entrato in azione dopo aver visto due scia~ calli combattere fra loro, Ma se un cane decideva di fare i suoi bisogni proprio al calar del sole, allora biso- sgnava sbrigarsi: le ricchezze erano si- curamente in arrivo. Forse perché i cani erano molto pid diffusi degli sciacalli, 0 pit probabil- mente grazie al ricco traffico di carovane dei mercanti d’oppio, all'inizio dell Ottocento Vattivitd det Thug si impennd. Gti attacchi di- ventarono cosi frequenti che i commercian- ti di Bombay furono costretti a chiedere I'in- tervento degti ingles. Occasion cHIOTTA, Cosi, intorno al 1830, si strangolatori entrarono nel mirino di Wil- liam Henry Sleeman. Ma c’8 chi dice che in questa sua crociata l'amministratore e poli Ziotto britannico fosse mosso pitt che altro dal razzismo verso la societa indiana, consi- derata inferiore. «Lieccessiva pubblicita da- taalle gesta della setta fu anche un modo pet consolidare e legittimare il dominio colonia- le inglese in indian spiega Arena, ‘gli strangolatori toccava la pena di mor- te, achi aveva partecipato in altro modo agli omicidi Vergastolo. I pentiti ei loro fight ve- nivano mandati in istituti di rieducazione. 1 ‘Thug accoglievanola condanna a morte senza ‘mostrare paura, Sul carto che i accompagna- vvaal patibolo intonavano filastrocche e can- zoni alegre, poi davanti al bia saggiavano il cappio, vi infilavano da soli la testa e si lan- ciavano nel vuoto con un urlo. Bastava una denuncia per essere arrestat, ma molte dela- ioni furono ottenute con il denaro, Sleeman Sy) Mlk saree ove non si fermé di fronte alle condanne somma- rie, alle confessioni frutto della tortura e ad cerrori giudiziari: importante era annienta- rela setta eincamerare per conto del governo britannico i beni confiscati. Ma nella celebra- zione dell'impresa gli inglesi sorvolarono sul fatto che nell'antica lingua india il termine thug significava “truffatore”, non “strangola- tore”, e che molti dei presunti servi di Kali si cerano rivelati delinquenti comuni, poco inte- ressat alla religione, cio all'aspetto che pit aveva colpito la fantasia occidentale. Ligutpant, Nel 1840 il governo inglese elo: ‘gid Sleeman per aver annientatola congrega- zione di assassini, con quasi q mila arresti e pil di 400 esecuzioni, “Ne imangono solo po- ST) eet) Peete) ea reccs che nel 1860 riorganizz® eet Durante la libera uscita erano ospiti contesi PSs ola cn ae (| Col Wey- tesa) ee ode ec CES ee ec rd Pee eee coe ree ae 1 riusci a imporsi-e nel gennaio 1861, Cee rae esau Presence eee ey eo See eect ee Pee era pea oner rc cm eee sto inizialmente da volontari olan- Cen eer Cune eee ees oe ec Seer ie no irlandesi, polacchi, scozzesi, ungheresi, Se ao eet ee he do: c'erano anche un piccolo gruppo di sta- Roemer etc eed Peete eee ree rata d’addio del 1870 in piazza San Pietro, Pe cece Peo ue ee mare Cee Ga aod See eco ng vierano in genere poco piit che adolescent. eae eee eee se De Coislin, per esempio, aveva compiuto Ee oreo! rece reacts “legione straniera” era trasversale: al grido Ceitey sr ee eee og Recon o ie emer econ Pe erect Cees teen ors come le grandi confraternite d'armi di epoca ‘medioevale, annullava le differenze socialie Peer cee ceat Cer cece ncs Peer gee eee Prien rr res Cee cag Pee eee lamento scelto del resto solo per vocazione, ed Pe Ra ert ctacd Paces rare reo ee ec Sees erano amati dalla popolazione civile, verso ee ee eer nen la storiografia post-unitaria che lirappresen- eee eee eee eee Bee eee) Pee eee nee aeons steli romani, quando un gruppo di avvento- Pee eee ceca See eee aes suo fratello. Persino tra gli awversari gi avi Se eee ee pied eet ees ets Peat eer aad Vittorio Ferrari, vedendoli all opera con car- riole e vanghe per fortificare le sponde de! ee eet ee Ce tea ee es laureati, professor, conti, duchi e baroni, ela- Pe eer ee ena a een er rae prio convenire che la fede fa miracol..”. Prem: Se eat eer once ree no, vittoriosi con i garibaldin in scontri mi- ee encase Pe eC Yopinione diffusa, Yesito dello scontro non ere aie ere trocarica degli alleati francesi, che giunsero Sn ea ears vi pontifici non poterono perd contrastare la See rere peace ers : Pees ton Fea Pee ee Ree ad nee ee Soren ert ee eh ed ay eros ae bs eee aecy Pere egc rae eee ‘marie cui qua eA siabbandonarono le trup- Peon erento zuavo pontifico irlandese, pit tardi diventa- eee cee morie il loro atteggiamento solidale verso i Reena ree cd Se ee ee Se een ee sei soldat che sfilavano, in segno di tacita sli- eee re temeceure esr? yee en tera Se ee oe ene econ ee eke VOvest, si sarebbero ritagliati un effimero Cee ee eer ee ies ee ees ee cen red eee ot ate vani garibaldini, accorsi come volontari per Peters h cue eeemnoorenny re hee tts Se ees Pee ee ttc sia disposizione del papa. F il vincolo mo- creme eer Peon ee eas tinud a versare, tramite i nunzi apostol eee eee es Cee aera) vere r see Se eee eee ec ees ts Cee eer een ht eaten tee ee ee fo teocratico ergeva a ricordo di mercena- ri stranieri, Roma redenta lasca ai poster, Ce eee ad Peres per eeic) er ra a PEP Cc) CFs Ce) nel ifendere i valori dello Stato Pontifcio. Con qual che eccezione. Non tutti gli eee ea Cir ats Pe es sfuggire alla gustizia, ey Petey pr pean) Peers ey een ns ‘dopo una fuga in Canada erate Peete proprionellefile deg Zuavi eu! Cr etd pete epee rtry Puree ee aes pected Pe ata) ecru Perry ears coord ped Pere tates ene ed Pee ies pimento del presidente. La eee Pere ur retour! eet) Pee aces) eee Co eet Pies 7 NON E’ LA SOLITA STORIA. i 1 numeri VAI SUL SITO: rindicizzo ¢ www.abbonamenti.i/p402 VIA SMS*: 17509!Anna!Siani!Via Mondadori!1!Milano!20090!Mi!S!S! Entro 24 ore riceverai un SMS di conferma dal Servizio Abbonamenti Mondadori monaci Furono i crociati del Nord. Spietati e potentissimi, erano loro gli “Uomini neri” terrore dei bambini russi e comani eorema: il principale responsabile della 2 guerra mondiale era tede- sco, invase la Polonia, poi entrd in Russia; ma non si chiamava Adolf bensi Hermann, non aveva baffl neri ma un lungo barbone rossiccio, e le croci sui suoi vessilli non etano uncinate ma “patenti", ciod con i bracci allargati alle estremita. Di cognome faceva von Salza, era un nobil ca: detto della Turingia contemporaneo di san Francesco, enon seppe mai di aver provocato un conflitto mondiale, perché mori sette se coli prima che questo scoppiasse. Uomunt neat. 1] teorema di cui sopra ser. elaborato da un ubriaco, invece é assolu- tamente dimostrabile. Per ora basti dire che se Hermann Von Salza fosse rimasto in Turin- gia, nessuno lo ricorderebbe, Invece le mam- ‘me baltiche e russe lo evocano tuttora, la se ra, per zittirei bambini: “Senon dormi chiamo TUomgayro!”. Farebbero cosi anche le mam- +} Piglio germanico ants in armatura oa Cavalere Teutoico duranteiltomeo storia éialtenberg (Germania) ‘Sullo sfondo it castetlo o oman ajuuea ip eno y p= P, ERA LN! CG) 1, | S,iBy) he, Cfo \inome princisbecco N, Chi era egro era sofferente, infermo Indica cid che @ solo Laggettivo, perd, si usava soprattutto in apparentemente A, poesia con il signifcato aitrste”infelice importante. Deriva — Deriva dal latino aegrum (malato) infatsaomerimates | G,| R, | 0, dirame, zincoe stagno inventata nel XVIII secolc E 1 per imitare fore a frase viene tradizional: mente attribuita al re di Francia Enrico IV. L'avrebbe pronunciata (ma prove non ce ne sono) nel 1593, quando si converti al cattolicesimo per poter essere incoronato. Fino al 25 luglio di quell’a no, infatti, era stato un ugo- notto, cio’ un protestante francese. ‘Trono vacante. Il preceden: te sovrano (Enrico Ill di Va- lois) era morto senza lasciare eredi, Ed Enrico, re di Navar 1a, risulté il solo legittimo aspirante al trono, Per essere ncoronato serviva perd la be nedizione del papa. Il gran. duca di Toscana Ferdinando PECTIN | de’ Medici gli suggeri allora LSU ci comvertirsi, e lui accetto.® Wir Shakespeare, la sua ope- ra pill celebre, l’Amleto, veniva anco- ra rappresentata, Anzi, non aveva mai smesso di essere portata sulle scene sin da quando era stata scritta, nel 1600. Da allora almeno un teatro nel mondo V’ha sempre avuta in cartellone. Sparito, Uaveva in programma quel. Vanno anche il Richmond theatre, nei pressi di Londra. La tragedia era stata li Tappresentata regolarmente solo per un ‘giorno, La sera dopo, accadde I'imprevi- sto: l'attore che interpretava Amleto era sparito. Siawicinava il momento di an- Chia a RCO dare in Scena, la sala era piena éil dt rettore del teatro gia temeva di dover annullare io spettacolo. A pochi minu- 1 dal'inizio, Vattore ricomparve. Era uno straccio:colto da un attacco d'an sia al pensiero di esibirsi nuovamente siera messoa bere come una spugna. E losi pteva capire: ’Amieto& opera pit Junga mai scritta da Shakespeare, Dura ore e 45 minutie il protagonista deve ronunciare ben 1.530 vesi: 1,610 pa eda tenerea memoria Recitare o non recitare? In quelle condizioni, dunque, attore non sareb- be mai potuto sare sul palc. La sera STRANE STORIE ie? Non é poi una trag spe tite edia ta andava cancellata, il pubblico imandato a casa e i biglietti rim borsati. Ma la compagnia la pensava diversamente e insistette per fare co: munque lo spettacolo, Fu cosi che quel sera la tragedia ando in scena senza il suo protagonista. Non solo il pubbli ‘co non protestd, ma il giovane Walter Scott, che sarebbe divenuito uno dei pitt celebrati poeti e romanzieri inglesi, era presente e notd qualcosa di curioso: la maggior parte degli spettatori aveva ap- prezzato di pits I'Amleto senza il suo ma- linconico personaggio principale. © Massimo Poldoro Domande & Risposte (Queste pagine sonoaperte a soddsfarele curiositadeiletor, purché | quest siano dinteresse generale, Lerisposte sono preparate dala redazione, nei casi in cui si@ fatto ricorsoaun espero, ilsuo nome 8 incicato. Non siforniscono risposte private. Scrivete a Focus Storia, via Carlo Goldoni, 20129 Milano o alle-mailfocusstoria@gujm.it a me di una regione sto- rica della Grecia: la Beozia, sulla costa nord-orientale del Golfo di Corinto. Per gli anti chi Greci, Beozia voleva di ‘In sella Statuetta interracotta proveniente dalla Beozia nelfantica Grecia (Uilsecolo a. .). re “Terra dei buoi”, poiché i suoi abitanti avevano fama diallevatori di bovint. Ma gia nell'antichita il termine beo- ta significava anche “stupi- do", “grosso’ Lenti. Cli abitanti della Beozia, infat- Ui, erano consi- derati dagli al tri abitanti del- Vantica Grecia poco svegli, forse per as- sociazione con le caratte tistiche del bue, descritto spesso come un animale poco intelligente. E que- sto nonostante in Beo zia siano nati il grande cantore dei miti greci Esiodo (VII-VII seco: Joa. C.), ilgeneralee politico Epaminonda (V-IV secoloa. C.) eil filosofo e storiografo Plutar- co (Isecolod. C.), a Da dove viene il termine “beota”? Atenainedetiedilne- Pioggia di morte earaettn america’ Bombardano Cos eer) eo Crue 3) E vero che Freud aveva problemi psichici? Domanda posta da Marco Colombo di Roma. Secondo Gerald Corey si cata ebiografo d Sigmund Freud,ilfondatore della psica- nals sffiva diversi problemi psicologicn paticolare, paura esagerata della mortee varie FOCUS D&R n°15, Lenciclopedia delle curiosita CChefine ha fatto Favaria? Chifaleostie? Linsalata in busta sicura? Questie tant altri quest e curiosita suscienza, natura, storia, Ein pid, uno speciale dedicatoacanie gatti fobie.Freudera poi un grande utiizzatore di cocaina, tuna droga che prescriveva anche i suoipazient Colpa di Edipo. secondo Corey altri studosi,leongini dei ees della psicanalisi, oer eras problemi del’medico delfan: mat sarebbero da cercarenel complessodiEdipo da uistesso identificato,rimasto nel suocaso irisolto. Freud ammise che da ragazzoaveva avuto pulsoni sessual verso sua madre Secisonoalt'scheletr'nelfar- ‘madiodi Freud non & dato sapere, poiché il medico austria. cobrucidlesuecarte personal, prima dimorirene!1939 per urioverdose di morfina, Mago Merlino era sposato? Domanda posta da Viviana Monga, per e-mail Secondo la tradizione pid antica, ispirata alla Vita ‘Merlini di Goffredo ai Mon- ‘mouth (XII secolo) Merlino, consigliere di Re Arti, eb- be per moglie Gwendoloena © Gwendolyn (in altri testi chiamata Vivienne, Vivian- na, Coviannao Nimue) Nobile, La donna, secondo § Ja leggenda, era figlia di un nobile, da alcuni identifica to con il signore di Comper, in Bretagna, Ma la figura di Gwendoloena coinciderebbe anche con quella della Dama del Lago, personaggio del ci- clo arturianoa cui sono atti buite diverse imprese, com. presa quella di aver sedotto e imprigionato Merlino. Gabbia d’oro, La leggenda narra che Merlino, invaghi- tosi di Gwendoloena al primo sguardo (vdipinto a destra) ne divenne il compagno, ren- er ets elt Universita di Harvard mea trata in guerra, gliamericani Perot eet acy incendiario che potesse een rd Cee) reer) Roca? Gelatina. Lequipe di erent aggiungendo alla ben- oe Sel culil nome) si pote eats Peet sisarebbe potuta dendola partecipe di tutti i suoi incantesimi tranne uno: Ja formula per chiudere un uomo in una gabbia invisi- bile. Anni dopo cedette ¢ gli sveld anche quest'ultimo se- greto, E la donna, per rima- nere per sempre legata a lui, usd I'incantesimo per crea- re una gabbia d’aria che li rinchiudesse e che nessuno avtebbe potuto aprire fino al la fine dei tempi. Pee uy ety sostanza altamente infiamma- eer ie ea Tee eric) Pee eet Cet ea eeeeter utilzzato durante la Guerra de! jetnam (1964-1975) con effetti Peet) Pema ya etre ee uaa al napalm. Nel1g79 fu usato anche dai Reread nn Solo nelg80 una convenzione Petey POTTY 1) fet LN Sillabe Complesse “bab am bal bat bal > ban b ar bas baz bac 4 + Bab-bo Bal-la WINSTON Cesare yaa ented affetto da balbuzie tonica eens rare tes la). Per dominare il difetto Cece nica Bluesea pronunciava una emme Deed eee ey el a Se eer) Eee aa) Paiute) ea) Coes ripeti con me! ‘ logopedista degli Anni | __ ‘Be insegna a un bambino ‘come superarei problemi i dibalbuzie.n primo piano, tun vecchio silabario. ~ fl filo sottile che lega Mosé, Demo stene, Darwin, Manzoni, Churchill euna lunga serie dire, condottieri serittorie scienziati. Ma non él fa- ma, né il denaro: é la balbuzie, Quel distur- bo del linguaggio che porta a incespicare su una sillaba, annaspare su una vocale, sen- Uirsi intrappolati nel silenzio, Linvisibile ne ico della parola al centro di una “battaglia’ millenaria che ha impegnato un esercito co lossale di balbuzient, illustri e sconosciu- U, afutati da legioni di flosofi, medici, chi rurghi, psicoterapeuti e psicoanalisti pronti a sfoderare le armi migliori. Eppure, un ne ico ancora avvolto nel mistero. BALBUZIENTI DA SEMPRE, Di balbuzie si parla fin dalla notte dei tempi. Cli antichi Egiai indicavano il tartagliamento con il ge- roglifico njti (promuncia: nietiet). «E un fe- ‘nomeno preistorico che rimanda al passag- gio dall’homo abilis all’homo sapiens dotato di linguaggio sviluppato» spiega Francesco Bel- lelli, docente di Fisiopatologia della com nicazione all’Universita Federico Il di Napo- Ui, Tra i balbuzienti illustri spiccano il pro- feta Mosé ("Ho la paola impacciata” dice di sé nel sesto capitolo dell'Esodo) che era costret- to a parlare al popolo d'lsraele per bocca del fratello Aronne, 'oratore Demostene che se- condo la leggenda declamava con sassolini in bocca per correggere la sua pronuncia, el fi losofo Aristotele i cut discepoli, come riporta +> Miope e balbuziente Tartaglia, una maschera della commedia delart, oltre essere miope era balbuziente Faridere per gi equiva che crea tartaglando. matematico Niccol® Fontana, dettoi!Tartaglia Ores poeta ey tis per Tis Creer ac) Pea Pasha oreo t pis Presets ewnatd el7 ottobre 1848 al cava- Pee perenne Prete parrot peers) Perr rcs herrea! capace di pronunciare una Pere Preeti lo psichiatra ottocentesco errs erectus er) ener Re Luigi XIII balbettava. lo scrittore cinquecentesco Bernardo Trotto “non solamente imparavao dai suoiragionamten- tiimizabiseretidellecose natural, ma.ancocon Ja lingua balbettavano come egli faceva". Persi- ‘no nell’antica Roma, che imponeva di eccel- Jere nellarte oratoria, la percentuale di bal buzienti(soprannominati babs blaesus) era elevata. Ne soffrirono anche il poeta Virgi- lio, 'imperatore Claudio e Yoratore Cicero- ne, cheera preda dicisidibalbuziee di ma- tismo di ronte apersonalita come i general Cesare e Pompeo. Nomicwout, Anche nel passato chi balbet- tava era bersaglio di lzzi umoristici enomi- sgnoli, come i dialetali cacaglio, petegone, zagaglione, tartaglione,scilinguato, cian- gottone, biscolo,ciancione, farfecchione, biasciottone, Lo dimostrano anche i nomi con eu sono passat alla Storia una lunga se- rie di personaggt illustri che ne furono vit- time: dal re Battos (in greco“balbuaiente") viseuto nel V seco a. C., al console romano Comelio"Balbo” il Gaditano, Dal! imperato re romano Decimo Celio Calvino “Balbine” a quello di Bisanaio Michele Il Balbo" 1a figura del balbuziente si anche incar- nata nella maschera teatrale napoletana de! Tartaglia (con grandi occhiali azcurt, cap pello grigo, vestto verde a righegialle) che Epesso vestiva i panni del giudice o del far- rmacista che snocciolava (si fa per dire) leggt 6 nomi di medicine. El soprannome Tara sla est incollato anche aun vero scienzia: to, il matematico italiano Niccold Fontana, pid noto come Niccold Tartaglia (1499-557) © Pereuarada a bbuzie,nelfarcodei secol sono stat propo- stimtirime=| Ep difantasiosi “NelfEuropa entol rmediciambulant promettevanola gua- ‘igione mettendo sotto Talingua deipazient! “un batuffolo di cotone, ‘vv intinto in un fluido magico’. Atri ¢= ‘grandecome unacino Ma solo se era davanti ‘come capita a molti balbuzienti, parlava be nissimo in cattedra ma aveva difficolta nelle conversazioni informali LeccENDE, Su cause rimedi della balbuzie per secoli fiorirono leggende. Secondo Aristo- tele la balbuzie era causata dalla *malforra- zine della lingua”; peril filosofo inglese Baco- ne, a cavallo fra ’500 e’600, i tuffatori erano tutti Dalbuzienti perch¢ la loro lingua si raf- freddava a causa dell'acqua. Nel XVI secolo, a Padova, Girolamo Mercu: riale nel trattato De artegymnastia eil suo al lievo Fabrizio d’Acquapendente in De bruto rum loquetafurono i primi a intraprendere studi scientifici, raccomandando esercizi di ginnastica (respiratoria e fonetica) per gua Fire, Pil tardi, nel’ Ottocento, fu soprattut to la Francia a dedicarsi alle cure pit effica ci. Manon per scopi umanitari, bensi perché sottraeva soldati alla patria: «Per non com promettere la sicurezza di un posto militare dal 1852 al 1857 ben 10.18 coscriti, cio® 6,32 uuomini su mille, furono riformati per balbu- zie in Francia» ha scritto lo studioso Vincen zo Mastrangeli. «E fu considerato "fatto ece- ionaleeinspiegabile” che su 12 milioni di uo ‘mini vi fossero 4.800 balbuzienti mentre fra 1 milioni di donne appena 530» ‘Anche in Italia si fecero indagini. Emerse tun quadro molto vario: «Nel 1878 i riforma ti per balbuzie furono lo 0, 18% ad Arezz0, 10 (0,19% a Roma, Jo 0,30% a Napoli ma il 2,86% (nove volte di pid) a Torino e addirittura il 6,51% (vertuno volte di pit) a Porto Maurizio, vicino a Imperia» ha rivelato lo studioso, Al- Eper ‘curarla si usavano placche metalliche, tefendo disturbo pro- © ghizndole sortolinguali wocatodallamancanza — edelfugollalegatura Semone devneedleatere Salva eareine,_ nga osorpa: ‘agore ‘mental vio pen- nt maa “suo lunescescen ilpercaloso . _allimboccature dl Gaines ncosoagi *goa)olingsioneaVa. iMtenestichrugld-unapocione ingua: antéalbuziealcuni tut tentatv incertt ‘yaaijohann perch anchese gi bach, interven scivand gswroreicses: " conponeieara To,sperientarono ..capacitgverbalede Tasportazonedele * paziend. al cardinale Richelieu Torigine di queste differenze, perd, efi(proe babilmente un diverso criterio di seleziones della Commissione, molto severa ad Areza06= pit disposta afar saltare la nafa in Ligurlas Pepacocia, Verso a fine dell'Ottocento, la balbuzie usci dal campo della medicina m= litare ed entro in quello della pedagogia fl balbuziente, secondo il presidente dell’ cademia di medi Martin, non aveva bisogno di un medi co, ma di un insegnante, I direttore del- Ospedale per balbuzienti di Parigi, Ni cholas Chervin, sperimentd la tecnica éella“sincinesia’, lassociazione trail ge- stoe la parola: “Oonisilaba si accompagni cd un gesto che lesa assolutamenteparal- lel, fort perl sillabe che vannopro- rnunciate con energia, dolce per quel- leche vanno pronunciate debolmente | ma di cui unicamentel blesoab- bia a chiave euditorenon sawed”. Per valutare Yfficacia del suo me- todo, in Italia urono istituite due commissioni mediche, a Roma e a Torino, Conchusero che “guarie la balbuzie é portare a calma nel pensie- 106, dirimbalzo, nella parola che ni Tespessione” Nuovi studi compiuti tra le ie guerre mondiali si concen. trarono sulle conseguenze di traumi su larga scala, studian: 3 al do il legame tra lesioni fisiche esos Ua ere simile disturbi del linguaggio, 2 Zo ere Altri ancora puntarono Vatten-+> ; 4 3 logopedista combatte meaner ery es) parola grazie a un sassolinie fluidi magici bess Macchinette. Negi a"enereafrenla Sesiannfamedina —jngusefareagien femtdlasrada dela spall? ure machine cep, vatredea agus eb Tamaccunaant-pse.\ stumeno tonsa uzie:natquerocosila. SerredAlas: unaspcie Yorchettasottolingua- di metronomo appica- (€'celfrarceseltard, _toallaparolaanaiché chesollevavalalingua. alla musica. Nel'300 delbalbuzientea"fa-_siresumdla teoria dé strametallca’deltede-sassolinidi Demostene ScoWutzer,checopriva proponenda di mettere lamandiyola,i'erchio inbocca"paliottole di metalico'diFerver — _ gomma”(conakori- deChégoin, destinato: Schiodsoffocamento), a | Uracaroina de Otcetoputtenta sstscormssere men snore sat force babaren | cut can i] Prova a dire “a-a-a” Spal ilabari del I tnuon bambi de 1857 sta, unalogopeista insegna a vincere a balbuze I correggendo la dzione. DEMOSTENE Be aoe Pierre Ee erecta alla balbuzie tenendo Pence Crees Peer Berta Peart od pt professore di declamazio: he, con esercz i respra- Peter Pye aca Anche Charles Darwin era balbuziente.Aveva || ereditato il difetto dal nonno, che era medico zione su nuovi fattori ambiental ed eredita 1i, come 'ordine di nascita (primogenito, ul: timogenito), il mancinismo contrastato e la classe sociale di appartenenza, AVVOLTA NEL MISTERO, Con il proliferare delle ricerche sulle cause della balbuzie si ar- riv® allo scontro tra differenti correnti di pen- siero, Cera chi cercava solo un problema fi sico (gli “organicisti”) echi scavava nella psi- cche (Freud metteva la balbuzie tra le nevrosi i fissazione e pensava che la libido repres sa finisse per “sfogarsi” sull'apparato voca: Je). Chi era certo che il colpevole fosse un di sordine neurologico ereditario (gli “psicoge- nisti") si contrapponeva agli esponenti del balbuzie concentrandosi sui cromesomi 12 e I della parola é ancora avvolto nel mistero. a ts Eels) 4.107) Dal legno al digitale, cosi si é evoluta DU: SECOLI EME eau aceleeliecli cet sD) (ane RC aa i150 Recor apparecchi che aOR Yee) RO IHAUUILRIVOLTE 1 generale Bava Beccaris non piacevano le biciclette. Co- si emané un’ordinanza per ‘mettere fuorilegge tutti ici listi a Milano e dintorni. Al genera- Je non piaceva neppure la Lombardia, perché I ilsentimento monarchico “era frutto di ragionamento”, a differenza del. Piemonte “dove il popolo si immedesimava conte ort della sua dinastia”. Ma soprat- ‘tutto non gli piacevano i socialisti, che “nei pubblicicomizi"lanciavano “le pi ac- ‘ese e inglurose concioni contro il re, con- trole leggi delto Stato, contro Tesercito ela proprieta”. Ma cosa piaceva allora a Ba: vaBeccaris? Loriveld lui stesso nel suo diario, con- servato al Museo del Risorgimento di Prezzi alle stelle e precarieta: non é|'Italia di oggi, ma quella di io anni fa. Quando il generale Bava Beccaris spar6 sulla folla Milano ancora inedito, Amava soprat- tuttoi regolamenti militar. in partico- Tare quel passaggio riferito all'imptego delle truppein servizio di pubblica sicu- tezza, dove si stabliva che “fate einti- ‘mazioni legalie dati tre squid trom, la truppa debba agire prima conlabaionet- ta epoiricorrereal fuoco perdisperdeela - volta”. Detto fatto. Lui al fuoco, anche a quello dei cannoni, ricorse senza indu- i, in quella funesta primavera del 1898, propriotto anni fa Fu il tragico epilogo 44i una lunga serie di errori politic e di scelte economiche fallimentari ‘SquuuteRt, Alla fine dell’600, 'Italiet- ta post-unitaria si trovava ad affronta- redue fenomeni complessi. Da una par- te la rivoluzione industriale, dall'altra la crisi agricola. Lartigianato, specie al Nord, si stava trasformando in indu- stria, Ma I'affannosa rincorsa dell'Ita- lia alla modernizzazione produsse gra- vi squilibri sociali. Come accade oggi con gli effetti della globalizzazione, un senso di precarieta e incertezza si dif- fuse sempre pili, mentre i salari non si adeguavano al crescente costo della vita, Negli ultimi decenni deli’800 un operaio guadagnava in media 18 cente- simi Vora. Un chilo di pane ne costava 40, ciog pitt di due oree mezza dilavoro. Un bracciante del'agricoltura, arretra- ta in gran parte del Paese, portava aca- sameno di 10 lireal mese, con un pote- re d’acquisto giornaliero pari oggi aun euro e mezzo. > Adestrailtesto della eh IL FEROCE MONARCHICO BAVA rst ea, ce Alegria ava dled a fol chp demand poteteascltaresu free monarchic Baal fama colponbo sant sanufocissonec/S°42 aay ie cadu ice sol ac ded amat ci al furor de soldat assassin “Morea villa plebe orida ‘infnita caten dei adr, dopo aver ogi bene usurpato, ‘aor setea di sangue saziatoin quel giorno nefasoe crude Deb, non rider, sabauda marmagiia: sil file ha domatoiribell ‘er fateli hanno wcisoj rate su tuo sangue quel sangue cara, Su piangete mestisime mad, quando oscuradscendela sera efi gettin galea, er oi csi dal pombe fatal Cannori... Reparti di artilieria in piazza Duomo a Milano: controle barricate dei dimestrantiil generale Bava Beccaris usd icannoni ele cariche dei er usarle contro bersagleri(inaltoa sinistra esercito e poizia Fra il 6 e il 10 maggio, durante la rivolta di Di fronteallacrisi, il governo insegui- vaa caro prezzo illusions colonial, Nel 2885 Iltalia aveva gia subito un lutto con il isastro di Dogali, in Eritrea, do- ve una colonna di 500 uomini era sta- taannientata dalle bande del ras Alula. Dieci anni pid tardi la disfatta divenne ancora pit evidente. Furono oltre 7mila i soldat italiani sterminati ad Adua da almeno 80 mila abissini. Un tributo di sangue rilevante che incise sul morale 4 un popolo che cominciava a interro- garsi sui vantaggi del nuovo Stato uni- tarioed era talvoltacostretto a rimpian- gere il“bel tempo andato”, Scandali fi nanziariin cui furono coinvolti uomint di governo e nuovi aumenti dei prezzi accentuarono l'avversione verso laclas- se politica e il desiderio i ristabilire un nuovo ordine sociale. ‘Tumut. La rivolta popolare, passa- taal Storia come la“protesta dello sto- aco”, scoppid agli nici del 898 con as- salti ai negoai, agli uffici municipal, alle case dei ricchi in tutto i Paese. So- Jone centri maggiori la rivolta fu poli- La vergognosa fuga del cardinal Ferrari raitanti episod Joobbligavaa rispettare Vastra di trovarsiincitta Chefunestaronoil _quellappuntamento. durante’ dolorosigiomi rmaggiowé98, Sulle barricate Itram usati ‘come barrcate incorso Venezia, inuna foto ein tun dipinto. Da tet srisse Untestimone, “gettavano fumoiolr” desta, ilgenerale Forenzo Bava Beccars, I regno in fiamme Laprtesta dei stomacocoppidin tutta Italia in maniera spontanea. Nella Cartina, i principali centri della rivolta, la prima questa portataneftalauita Alpini bivaccano attorn = ,alDuomedi Milano. : Molte vittime non furono dichiarate. | parenti temevano di subire tri due operai morirono in corso Vene- zia, mentre in via Torino le vittime fu- Di fronte ai tumulti, alle barricate e alla latitanza delle autorita cittadine, Bava Beccaris rispose nell'unico modo che conosceva: "Mibalené subitoVideadel- la convenienza di proclamare to stato d'as- sedio, unico mezzo per poter procedere con (quellenergia che la gravita dela circostan- 2a ichiedeva”. In un telegramma invia- toa Roma descrisse una citta sul pun- to di cadere in mano ai rivoltosi, rac- contando - per ottenere pit facilmente ila Libera all‘azione - di una fantoma- tica colonna di anarchici europei che dalla Svizzera era pronta a mettersi in marcia su Milano, 11 capo del governo, Di Rudini, si spaventé e concesse il nul- laosta. Bava Beccaris poteva sfoderare il ‘suo pugno di ferro. - Monza, 900: Fattentato mortaleal re ‘Umberto tolsalnaincarrozzatra predecessori del ’68, non avevano la pretesa di cambiare la societa con un mondo adulto sempre meno ca- pace di manifestare coerenza tra paro- Jee fatti afferma Carmen Leccardi, do- cente di Sociologia della cultura all'Uni- versita di Milano-Bicocca. ‘Lange DI aPparire, L'appartenenza aun gruppo era un modo per rendersi visibili, per darsi un'identita gloriosa, pio meno effimera, prima di rasse gnarsi a un'esistenza gia scrita, simi le a quella dei propri genitori. Special- ‘mente per quei giovani che provenivano dalla periferia e dai ceti medio-bassi Ii gusto dell'apparire nei rockabilly fu evidente fin da quando erano solo un sgruppetto di ragazzi che orbit tomo all" Hair for heroes”, il cui pro prietario aveva rilanciatolo stile “iusto banana e basettone” dopo una capati na ispiratrice in Gran Bretagna e Fran- cia. Il secondo pensiero, dopo il look, eta la musica - un rock'n'roll ispirato alle sonorita del grande Elvis Presley, illoro idolo- che guadagné sempre pitt spazio nella programmazione dei pezzi “riempipista” in discoteca ‘Musica e look in quegl’anni erano dunque intrecciati indissolubilmente. «Cid che contraddistinse queste sotto- culture era infatti Velaborazione di un stile esclusivo che si va nel modo di vestire, nel gene- re musicale ascoltato, nei luoghi di incontro e persino {0 condiviso (v.riquadro a pag. 17): insieme, fattori aggre- ‘ganti e mezzi con cui tin: forzare la propria identi- ta» specifica Emanuela Mora, dacente di Socio: logia dei processi cul- turali e comunicativi all‘Universita Cattli- cadi Milano. Isprrazione, Le tendenze neél vestia rio arrivavano spesso dall'Inghilterra, sazioni, bisogni e fMosofle di vita, Non a caso in Italia i mods (dal'inglese mo- dernst, “amante delle novita, del mo derno”) nacquero come gruppo attomno agli Anni ’80 dopo Iuscita del film Q4 drophenia: una storia di mods inglesi al ritmo delle canzoni degli Who, con un sgiovane Sting nei panni del duro. _ ‘Anche i punk erano, almeno allini- io, inscindibili dai Sex Pistols, tan to che il motto del gruppo, “No future”, divenne il loro grido di battaglia. Figli della classe operaia che viveva ai bordi della periferia di Londra, si mettevano {n forte contrapposizione con i pregiu- dizi borghesi e una societa dalla quale i sentivano sfruttati pia: no materiale e morale. La loro non era tuna lotta di rivendicazione operaia, nel- Ja quale in fondo non si ricon ‘ma una lotta “contr Fasitton, Come iSex Pistols, i punk si -vestivana per scioccare chi li osservava, indossando a qualunque ora del gior- no mise sadomaso abbinate acapelli co: Joratie creste, spill e piercing su tutto ‘il corpo, abiti tagliatie“feriti" come lar> Negli Anni’80 a ispirare i giovani erano anche i primi videoclip in tv. Videomusic inizid a trasmettere nel 1984, Mtv tre anni dopo loro anima, zip. catene e persino colla- rida cani, perché “igiovanisonosolocani, cani al servizio del potere”, come recitava pproprio.un brano dei Sex Pistols. E.co- ‘mungue non era affatto lasciato al caso il look della band inglese, che come co- stumista aveva assoldato una stlista ri- voluzionaria: Vivienne Westwood, com- ‘pagna del loro manager musicale. I1suo negozio londinese al 430.4i King’s road divenne il punto di riferimento leggen- dario della moda punk. 1 punk italiani adottarono.l'immagi- nee la musica dei cugini ’oltremani- ‘a, pluttosto che le loro istanze di lotta, atta eccezione peri punkdel“Virus", che a Milano anticiparono l'esperien- zadei centri social, in ttalia, allepoca, si-vedevano soprattutto punk fashion. Lesperienza, fortemente politicizzata, dei primi era in controtendenza rispet- ‘toagitaler gruppi“spettacolari"» sotto~ linea Carmen Leccardi, Pourrica? No, crazie, La politica, tolte le generiche simpatie, non inte- ressava troppo il mondo giovar cche gli scontri che awenivano tra i di vversi gruppi erano mascherati di ideo- logia, ma tispondevano piuttosto a lo- agiche di prestigio tra bande. Ipaninati. pper esempio, venivano bollati come “di destra” perché appartenevano alla pic- cola-media borghesia e colonizzavano ‘Yarea di piazza San Babila ereditata dai sanbabilini, V'ala giovane della destra politica milanese..Ma lo scontro con i “cinesi", quelli cio@ che esibivano un look di sinistra, sirisolveva al massimo -in qualche pestaggio o nell’“esproprio”. ‘a danno dei paninari di scarpe e giub- Dotti grffati, simboli tutt'altro che po- litici_t1loro.costoso. modo ivestie (da un milione i lire a comple- to)-era-infatti un mix origi- nale di indumenti eaccessori di marche italiane, americane efrancesi Consumisti. All‘origine del mo mento milanese non c’era nessun ge- nere musicale, ma un punto di aggre- gazione preferenziale, il bar di piazza Liberty, Fu pero con l'apertura dei pri- ‘mi Burghy (poi McDonald's) che si com- pil'identificazione paninaro-fast food. 1a soyrapposizione ta identita e scelte di consumo fece entrare di diritto questi ‘giovani nelle categorie oggetto di studio del marketing. A fare da grancassa al fenomeno ci pensé la trasmissione televisiva Drive Jn, che tra gag e cameriere maggiora- te lancid il personaggio del Paninaro interpretato dal comico Enzo Braschi. ‘Molti dei termini usati nacquero dalla enna di Antonio Ricci, per poi finire. sulla bocca dei giovani telespettatori di tutta Italia: dai patti del Moncler, che a Roma stazionavanoal McDonald's nuo- vvo di zecca di Piazza di Spagna, fino ai zanarini di Bologna (dal nome del “loro” bar-del-centro}, ‘MADE IN Iraty. A sdoganare il loro sti- le persino oltremanica furono perd i Pet ‘Shop Boys:-il duo inglese sbarcd.a Mi ano nel 1986, adottd la moda dei pani- marie incise persino un disco intitolato. per l'appunto Paninaro, Niente di me- lio che il videoclip della canzone, tra- ‘smessoa rotazione sul canale televisivo. Videornusic, per vedere e confrontare la somiglianza del proprio look con quello dei nuovi idoli. La band che pilirappre- sentd il movimento paninaro furono pe- 19iDuran Duran, il ui brano Wild boys diventd quasi un inno. Silenzio, parlano i paninari.Ma chili capisce? el truzzo non staré mica cippo- nando la mia sftinzia”. “Ma ¢ fuori dicotenna?t ‘Quelio deve camomi- 1512 on fare coloso conla sfytty-Se non avete capito nulla, € probabilechesiatenati ‘dopogiAnni 80, quan doil’paninarese"imper- versava persinointv. Per ‘adurre, bastadire che @lasolta storia di'galir (ligiovane maschio paninaro,lcuinomefu ‘splratodal marchio det suogiubbotto preferito, un galletto appunto) sinaie“o'sytty), testo infastictdltarivo di un'tuzo'(esemplare ‘evidentementefuor moda) ainsinvarele ragazze del gruppo Imboccati.e2 vero che paninan adoravano ivezzeggiativ eabbre- Viazoni eTusostorpiate delfingleseSeivestto very original )edello. spagnola ls cinghios ‘erano giiaborititamarni delleperferie), 8 da dire chelosviluppo de! foro gergoracque da una forte pressione deimass media: forme ‘ergaliprefabbricatefu Tono"imposte’ oltre che