Sei sulla pagina 1di 11

INVENTARI FORESTALI E

TELERILEVAMENTO
Dispense di inventari
Anno Accademico 2014/2015
Laurea Magistrale in:
Progettazione e Gestione degli Ecosistemi Agro-Territoriali, Forestali e
del Paesaggio
Docente:
Prof. Federico Magnani

federico.magnani@unibo.it

Sommario
1. PREMESSA...................................................................................................................................................... 3
1.1. Software ................................................................................................................................................. 3
1.2. Dati ......................................................................................................................................................... 3
1.3. Consigli.................................................................................................................................................... 3
2. APPLICAZIONE DI SCHEMI DI CAMPIONAMENTO PER AMBITI TERRITORIALI............................................... 3
2.1 Esercizio 1. Campionamento casuale semplice - CCS .............................................................................. 4
2.2 Esercizio 2. Costruzione di un reticolo di campionamento a maglia quadrata ........................................... 6
2.3 Varianti dellEsercizio 2............................................................................................................................ 7
2.4 Esercizio 3. Campionamento sistematico allineato ................................................................................. 7
2.5 Esercizio 4. Campionamento sistematico non allineato.......................................................................... 9
2.6 Schema riassuntivo ................................................................................................................................ 11

1. PREMESSA
Questa dispensa realizzata per fini didattici. incentrata sulla configurazione delle macchine del
Laboratorio di informatica della Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria, Plesso di Agraria, 1 piano,
Ala Nord.
1.1. Software
Si riferisce a Quantum GIS (QGIS) versione 2.0 e a GRASS GIS (GRASS) 6.4.3. Una introduzione generale
ai due programmi e alle loro principali funzionalit stata fornita nel Corso a libera scelta Laboratorio
di geomatica; siete invitati a fare riferimento alle dispense messe a disposizione nellambito del corso.
1.2. Dati
I dati per poter seguire passo passo questa dispensa saranno resi disponibili, cos come questo stesso
volume, nella directory condivisa con gli studenti Corso GIS (Z:)/MagnaniMezzini. Tale directory di
sola lettura per tutti gli studenti.
1.3. Consigli
Per unottimale fruizione dei servizi e delle esercitazioni, si consiglia di utilizzare sempre la stessa
macchina, onde evitare perdita di dati legati al registro della macchina.
Per evitare la compromissione dei dati originali, si consiglia di copiare i dati contenuti nella directory
Corso GIS (Z:)/MagnaniMezzini/Dati in una nuova cartella personale, sul Desktop o allinterno della
cartella Documenti, che si consiglia di nominare Esercitazioni_GIS (con il _ al posto dello spazio).
Avrete inoltre creato nella vostra cartella personale una directory grassdata, in cui creare le location e
i mapset necessari per lavorare in GRASS. Ricordate sempre di evitare nei nomi di files e cartelle gli
spazi, che creano problemi di lettura con GRASS, sostituendoli se necessario col carattere
sottolineatura ( _ ).

2. APPLICAZIONE DI SCHEMI DI CAMPIONAMENTO PER AMBITI


TERRITORIALI
La zona di interesse (ROI, region of interest) deve essere rappresentata in formato vettoriale (es.
formato shapefile; *.shp). In tale area applicheremo i seguenti schemi di campionamento utilizzando le
funzionalit QGIS:
-

campionamento casuale semplice


campionamento sistematico con maglia quadrata di 200 m
campionamento sistematico con maglia rettangolare 200 m x 500 m
campionamento sistematico non allineato

I file di input iniziale sono nella cartella: File inizio esercitazione


I file creati durante lesercitazione sono in: File creati con esercitazione
Il sistema di riferimento (datum) Monte Mario / Italia Zona 1 EPSG: 3003

2.1 Esercizio 1. Campionamento casuale semplice - CCS


Procedimento:
(1) Lanciare QGIS Desktop
(2) Importare file vettoriale: Isola_di_Gorgona._3003.shp in proiezione Gauss-Boaga (Monte Mario
Zona 1; EPSG: 3003). Questo sistema di riferimento stato il riferimento ufficiale della cartografia
italiana fino al 2012; si riferisce allellissoide Internazionale 1924; proiezione Universale Trasversa di
Mercatore UTM, punto di emanazione Monte Mario; zona 1 la zona Ovest.
(3) Applicare uno schema di campionamento casuale con 30 punti campionati casualmente entro i
confini della ROI.

Comandi:
Vettore Strumenti di Ricerca Punti casuali

Specifiche:
Vettore di input Isola_di_Gorgona;
Numero di punti 30 ;
Shapefile di output con sfoglia: Isola_di_Gorgona_CCS_30punti_GB.shp;
OK;
Visualizzare il file: YES;

Chiudere la finestra delle specifiche: Close

(4) Mettere come etichetta del punto ID con Pulsante destro sul nome del file di punti e Propriet. Un
esempio del risultato sotto-riportato:

Fornire le specifiche ad es. come sotto indicato:

2.2 Esercizio 2. Costruzione di un reticolo di campionamento a maglia


quadrata
In questo caso il campionamento risultante allintersezione delle linee del reticolo distanti tra loro
200 m. Lo schema di campionamento sistematico allineato.
Procedimento:
(1) Selezione ROI: Isola_di_Gorgona_3003.shp
Comandi: Vettore Strumenti di Ricerca Reticolo
Specifiche:
Aggiorna estensioni dal layer (deriva dallo shapefile indicato le Xmin ; Xmax, Ymin e Y max)
Il reticolo viene formato a partire da Xmin Y max
Parametri (in m; perch lunit di misura della cartografia il metro ): 200
Blocca rapporto 1:1 X (se si vuole un reticolo a maglia quadrata; altrimenti immettere valori diversi
per X e Y; es. 200 m e 500 m)
Reticolo di output come linee: (attivare)
Indicare il nome del file di output e salvarlo
OK
Aggiungerlo alla legenda YES
Close

2.3 Varianti dellEsercizio 2


Esercizio 2a Ripetere lEsercizio 2 con maglia rettangolare
Esercizio 2b Ripetere lesercizio 2 facendo in modo che il reticolo inizi dal punto 1 dellESERCIZIO 1
e abbia una maglia quadrata di 50 m
Esercizio 2c Come Esercizio 2b ma che il reticolo copra lintero shapefile (che unintersezione del
reticolo passi dal punto 1 dellEsercizio 1 e abbia una maglia quadrata di 50 m)

2.4 Esercizio 3. Campionamento sistematico allineato


In questo caso il campionamento risultante prevede la formazione di uno shapefile di punti
allintersezione delle linee del reticolo distanti tra loro 200 m.
Lo schema di campionamento sistematico allineato.
Procedimento:
Seelzione ROI: Isola_di_Gorgona_3003.shp
Comandi:
Vettore Strumenti di Ricerca Punti regolari
Specifiche:

Verificare che i punti coincidano con le intersezioni del reticolo attivandone lo strato.
Quanti punti cadono nella ROI?
Procedimento1:
Comandi: Vettore Strumenti di Geoprocessing Intersezione
Specifiche:
Vettore di input: Isola_di_Gorgona_200m_GB.shp
Vettore di intersezione: Isola_di_Gorgona_3003.shp
Output: Isola_di_Gorgona_CSist_200m_GB_intersezione.shp
Contare il numero di punti (tabella attributi n punti = ID+1 = 56) Ogni punto rappresentativo di
unarea di 200 m x 200 m (4 ha). Pu essere considerato un metodo per stimare lestensione della
ROI? (56*0.04 km2 = 2.24 km2). Quale lerrore associato alla stima? Met del passo elevato a
quadrato ( = 100m*100 m = 0.01 km2)
Verificare in rete o con un campionamento sistematico a passo pi fitto (ci vuole un po di tempo: es.
10 m si ha numero punti pari a 22343 SUPERFICIE_ROI = 2.2343 + 0.005 km2 )

2.5 Esercizio 4. Campionamento sistematico non allineato


In questo caso il campionamento risultante prevede la formazione di uno shapefile di punti con un
punto casuale entro ogni quadrato di 200 m * 200 m. Lo schema di campionamento sistematico non
allineato.
Procedimento:
prevede tre passi:
(1) la creazione di un reticolo formato poligono
(2) il campionamento casuale di 1 punto entro ogni quadrato del reticolo
(3) intersezione con la ROI

Passo 1 Creazione del reticolo con poligoni


Selezione ROI: Isola_di_Gorgona_3003.shp
Comandi
Vettore Strumenti di Ricerca Reticolo vettoriale
Creazione reticolo poligono
Nome output: Isola_di_Gorgona_reticolo_poligono_GB.shp

Passo 2 campionamento casuale entro ogni maglia del


reticolo

Selezione ROI: Isola_di_Gorgona_reticolo_poligono_GB.shp (output


Passo 1)

Comandi
Vettore Strumenti di Ricerca Punti casuali

Specifiche:
Vettore di confine: in input Isola_di_Gorgona_reticolo_poligono_GB.shp
campionamento stratificato (poligoni singoli) Numero punti 1
Shapefile in output Isola_di_Gorgona_CSist_non_allineato_200m_GB.shp

Save
OK
Aggiungere alla legenda Yes
Close
Passo 3 Intersezione delloutput del passo 2 con ROI Isola_di_Gorgona_3003.shp
Comandi
Vettore Strumenti di geoprocessing Intersezione

Non rimane altro che foto-interpretare luso del suolo...

2.6 Schema riassuntivo


FILES DEL PROGETTO
Esercitazione_Schema di campionamento.qgs

Isola_di_Gorgona_3003.shp
Isola_di_Gorgona_reticolo_poligono_GB.shp
Isola_di_Gorgona_CSist_RETICOLO_200m_GB.shp
Isola_di_Gorgona_CCS_30punti_GB.shp
Isola_di_Gorgona_CSist_200m_GB.shp
Isola_di_Gorgona_CSist_200m_intersezione_GB.shp
Isola_di_Gorgona_CSist_non_allineato_200m_GB.shp
Isola_di_Gorgona_CSist_non_allineato_200m_intersezione_GB