Sei sulla pagina 1di 7

LEGGE TREU

Con legge 24 giugno 1997, n. 196 e conseguente Decreto Ministeriale del 25 Marzo
1998, n 142 viene regolamentato listituto dei Tirocini.
Finalit
Al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro nellambito dei processi
formativi e di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del
mondo del lavoro.
I rapporti che i datori di lavoro privati e pubblici intrattengono con i soggetti da essi
ospitati non costituiscono rapporti di lavoro.
Ricorso alla pratica dei Tirocini
N la legge 196/1997 n il DM 142/1998 descrivono le situazioni in cui lavviamento di
un tirocinio vietato, ma data la natura temporanea dellistituto riteniamo che possa ricondursi
a quello dei lavori a tempo temporaneo, qui sotto riportata[senza fonte]:
Vietata la fornitura di lavoro temporaneo (indi anche tirocini)
a) Qualifiche di esiguo contenuto professionale
b) Sostituzione di lavoratori che esercitano il diritto di sciopero
c) Presso unit produttive nella quali si sia proceduto, entro i 12 mesi precedenti, a
licenziamenti collettivi che abbiano riguardato lavoratori adibiti alle mansioni
cui si riferisce la fornitura.
d) Presso unit produttive nelle quali sia operante una sospensione dei rapporti o
una riduzione dellorario, che interessino lavoratori adibiti alle mansione cui si
riferisce la fornitura
e) A favore di imprese che non dimostrano alla Direzione provinciale del lavoro di
aver effettuato la valutazione dei rischi ai sensi dellarticola 4 del Decreto
Legislativo 19/1994, n.626.
f) Per le lavorazioni che richiedono sorveglianza medica speciale e per lavori
particolarmente pericolosi.
Numero massimo di tirocinanti cos determinato:
a) Aziende con < 5 dipendenti a tempo indeterminato : 1 tirocinante
b) Dipendenti indeterminati tra 6 e 19: 2 tirocinanti
c) Con > 20 dipendenti indeterminati: tirocinanti 10% dei dipendenti con contratto
a tempo indeterm.
Soggetti promotori:
a)
b)
c)
d)
e)

Agenzie per limpiego, ovvero strutture aventi analoghi compiti e funzioni


Universit e analoghi (rilascianti titoli accademici riconosciuti legalmente)
Provveditorati agli studi
Istituzioni scolastiche o analoghi (rilascianti titoli di studio con valore legale)
Centri pubblici (o a partecipazione pubblica) di formazione
professionale/orientamento
f) Comunit terapeutiche, enti ausiliari e cooperative sociali (iscritti negli specifici
albi regionali)
g) Servizi di inserimento per disabili gestiti da enti pubblici delegati dalla regione

h) Istituzioni formative private non aventi scopo di lucro (sotto specifica


autorizzazione regionale)

Oneri :

I soggetti promotori sono tenuti ad assicurare i tirocinanti contro gli infortuni sul
lavoro presso lINAIL. (lonere dellassicurazione viene indicato nella
convenzione di tirocinio pu ricadere a discrezione delle parti sul soggetto
promotore altres il soggetto ospitante)
Disporre un tutor aziendale (soggetto ospitante)
Disporre un responsabile didattico-organizzativo (soggetto promotore)

Convenzione:
I soggetti promotori sono tenuti a trasmettere copia della convenzione e di ciascun
progetto alla regione, alla struttura territoriale del Ministero del Lavoro e della
previdenza sociale (INPS), nonch alle rappresentanze sindacali .
I tirocini sono svolti sulla base di apposite convenzioni stipulate tra i soggetti
promotori e i datori di lavoro pubblici e privati. Alla convenzione, che pu riguardare
pi tirocini, deve essere allegato un progetto formativo e di orientamento per ciascun
tirocinio, contenente:
-

Obiettivi e modalit di svolgimento


Nominativi del tutore incaricato dal soggetto promotore e del responsabile
aziendale
Estremi identificativi delle assicurazione stipulata ai tirocinanti presso lINAIL
Durata e periodo di svolgimento
Settore aziendale di inserimento

Lesperienza pu svolgersi in pi settori operativi di una stessa azienda, come


presso una pluralit di aziende.

Durata massima:
a) 4 mesi se studenti scuola secondaria
b) 6 mesi se lavoratori inoccupati o disoccupati (compresi quelli in lista di mobilit)
c) 6 mesi se allievi degli istituti professionali di Stato, corsi di formazione
professionale
d) 12 mesi se studenti universitari , dottorati di ricerca, specializzazioni postsecondari (entro i 18mesi dal titolo)
e) 12 mesi se soggetti svantaggiati ai sensi del comma 1 art.4 legge 8 novembre
1991, n.381
f) 24 mesi se soggetti portatori di handicap
Proroghe:
Ammesse entro i limiti massimi di durata.

Legge Fornero -> Accordo quadro tra Governo, Regioni e Province Autonome
di Trento e Bolzano, siglato il 24 gennaio 2013, che nel rispetto della
competenza regionale della materia, ha tracciato le Linee-guida in materia
di tirocini, recepite dalla Regione del Veneto con DGR n. 1324 del
23/07/2013.
Finalit
Al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro nellambito dei processi formativi e
di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro. I
rapporti che i datori di lavoro privati e pubblici intrattengono con i soggetti da essi ospitati non
costituiscono rapporti di lavoro.

Novit:

La presente legge stata stipulata con lobiettivo di realizzare un


mercato del lavoro inclusivo e dinamico, in grado di contribuire alla creazione di
occupazione, in quantit e qualit alla crescita sociale ed economica e alla riduzione
permanente del tasso di disoccupazione. A tal fine si propone di redistribuire in modo
pi equo le tutele dellimpiego, contrastando da un parte luso improprio degli
elementi di flessibilit in entrata e dallaltro adeguando e modernizzando le rigidit in
uscita, che rendevano proibitivo il ricorso alla disciplina del licenziamento, riducendo
laleatoriet sui costi ed accelerando il procedimenti giudiziari.
Al fine di evitare luso improprio dei tirocini viene richiesto che In particolare per
quanto riguarda i tirocini, oggetto del nostro studio, essi vengono distinti in tre classi
per tipologia di tirocinio, associando per ciascuna di esse caratteristiche precise per
quel che riguarda le categorie di soggetti promotori, tirocinanti, nonch la durata
massima ammissibile per il rapporto.1

Requisiti:
Con la presente legge e decreto regionale viene fatto esplicitamente riferimento e
viene richiesto nella convenzione, che il soggetto ospitante dichiari sotto la propria
responsabilit che il tirocinante non verr impiegato nella sostituzione di lavoratori
aventi diritto di conservazione del posto (congedo maternit, sciopero, ..) o di non aver
effettuato licenziamenti di lavoratori con mansioni equivalenti negli scorsi 12 mesi (o
in corso), in aggiunta di essere in regola con la normativa D.Lgs. 81/2008 Testo Unico
in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. in ogni caso vietato il ricorso al
tirocinio per mansioni elementari, caratterizzate da compiti generici e ripetitivi.
Alternativamente: Vietati gli stage per mansioni a bassa specializzazione (per le quali non
necessario un periodo formativo). N possono essere presi stagisti per risolvere problemi di
organico nei periodi di grande attivit lavorativa (lo stage non pu sostituire un contratto a
termine) o per sostituzione di lavoratori in malattia, maternit, ferie. Infine, non possono

1 Come precedentemente i tirocini curriculari e professionalizzanti non sono interessati della


riforma.

prendere stagisti le aziende che hanno effettuato licenziamenti nei 12 mesi precedenti o che
abbiano in corso procedure di cassa integrazione (per mansioni analoghe e nella stessa unit
produttiva).

Numero massimo di tirocinanti cos determinato:


a) Aziende con < 5 dipendenti a tempo indeterminato : 1 tirocinante
b) Dipendenti indeterminati tra 6 e 19: 2 tirocinanti
c) Con > 20 dipendenti indeterminati: tirocinanti 10% dei dipendenti con contratto
a tempo indeterm.

** Liberi professionisti e piccoli imprenditori senza dipendenti (1 tirocinante)

Soggetti Ospitanti:
Possono ospitare tirocini tutti i datori di lavoro pubblici e privati, i liberi professionisti e
i piccoli imprenditori anche senza dipendenti con sede operativa in Veneto a
condizione che siano in regola con la normativa di cui al D.lgs. 81/08 (Testo Unico in
materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro), e (L.68/99 (Norme per il diritto al lavoro
dei disabili) e con lapplicazione dei contratti e accordi collettivi di lavoro.)

Soggetti promotori:
Non vengono modificati, ma vengono qualificati le categorie classificate per ciascun
soggetto promotore. Gli istituti di formazione (pubblici e privati) possono promuovere
tirocini estivi esclusivamente in riguardo a propri studenti, e tirocini formativi o di
inserimento lavorativo a ex-allievi, questultimi non sono promuovibili da parte di
scuole secondarie. Le altre categorie possibili di soggetti promotori sono Servizi per
lImpiego delle Provincie, Organismi iscritti nellelenco regionale degli operatori
accreditati ai Servizi per il Lavoro, USL, Cooperative sociali.
Durata
a)
b)
c)
d)

Tirocini formativi/orientamento 6 mesi


Tirocini di inserimento/reinserimento 6 mesi
Tirocini estivi 3 mesi
Eccezione per tirocini inserimento/reinserimento di soggetti svantaggiati:
1. Disabili2: 24mesi
2. Soggetti in condizione di svantaggio3 : 12mesi
3. Categorie particolari di persone svantaggiate 4: 9mesi

2 Soggetti iscritti allelenco provinciale disabili come previsto dalla legge 68/1999.
3 Soggetti appartenenti alle categorie definite nella legge 381/91, nonch soggetti in
situazioni di fragilit sociale evidenziate nellart. 22 L. 328/2000, per i quali un servizio
pubblico definisca lopportunit di un tirocinio con funziona anche riabilitativa.

Proroghe: Non esiste un limite alle proroghe, salvo il rispetto della durata massima
complessiva prevista per la tipologia di tirocinio.

Ripetibilit

Ciascun tirocinante pu svolgere un unico tirocinio presso lo stesso soggetto ospitante


(salvo nel caso il primo rapporto fosse un tirocinio curriculare o estivi di orientamento)
o ai tirocini per soggetti svantaggiati.
Non altres vietato per un tirocinanti di effettuare pi di un tirocinio qualora il
soggetto ospitante non sia lo stesso.
Convenzione
Il progetto formativo non subisce modifiche da quanto precedentemente richiesto
nella legge Treu, ad eccezione del dovere notificare anche le eventuali facilitazioni
previste (buoni pasto, rimborso spese, ecc..) nonch limporto dellindennit di
partecipazione.
Indennit di partecipazione
Sostanziale modifica lobbligo da parte dellazienda ospitante di corrispondere
unindennit di partecipazione al tirocinante non inferiore ai 400 i lordi mensili,
riducibili a 300, qualora si preveda la corresponsione di buoni pasto o lerogazione
del servizio mensa. Nei tirocini in cui si preveda orario part-time limporto minimo
ridotto del 50%.

Il tirocinio non consistendo in un rapporto di lavoro, lindennit non ha natura


retributiva, inoltre il rapporto non comporta alcun diritto/dovere del rapporto di
lavoro subordinato. Non sono previste indennit per ferie, malattia, maternit.
art.7 (DGR 1324/2013) Il tirocinio sospeso in caso di astensione obbligatoria
per maternit, nonch di lunga assenza per infortunio o malattia, intendendosi
per tale quella che si protrae per una durata pari o superiore ad un terzo del
tirocinio. Il periodo di sospensione non concorre al computo della durata
complessiva del tirocinio. Salva la possibilit di recidere il contratto in modo
unilaterale senza onere alcuno.
Non previsto lobbligo di corrispondere lindennit di partecipazione nel caso i
tirocinanti siano percettori di trattamenti di sostegno al reddito, in quanto
fruitori di ammortizzatori sociali, nonch qualora il tirocinio abbia funziona
riabilitativa per soggetti disabili o in condizione di svantaggio.
La partecipazione al tirocinio e la percezione dellindennit di partecipazione
non comportano la perdita dello stato di disoccupazione eventualmente
posseduto dal tirocinante.
(Art.14 Dgr.1324/2013)

4 Soggetti non rientranti nella categoria (soggetti in condizione di svantaggio), ma


compresi nella definizione di soggetti svantaggiati ai sensi del regolamento
comunitario 800/2008 ed individuati nellambito di progetti, programmi o misure di
politiche del lavoro o della formazione promossi dalla Regione o dalle Province.

i Limporto massimo determinato da indicazioni regionali, quello riportato riguarda la


regione Veneto.