Sei sulla pagina 1di 7

Emittente TV

VIDEO
Canale 286

Canale 678

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Sicilia

66

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
gioved 29 dicembre 2016 Anno XXix N. 297 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit locale: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Nei primi giorni di gennaio incontro associazioni datoriali con la deputazione regionale e nazionale Tante le vertenze da affrontare

Accorpamento CamCom sud-est


le associazioni fanno ricorso al Tar
Chiedono lannullamento del provvedimento dellaccorpamento volontario
E

regione

stato notificato al
commissario dellente camerale, Dario Tornabene
e, per conoscenza al presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta
e allassessore regionale
al Commercio, Lo Bello, il
ricorso al Tar di Catania
inoltrato dal gruppo di associazioni datoriali che si
oppone allaccorpamento volontario. Il ricorso
contro lannullamento
della revoca di accorpamento delle tre camere.

Approvata la legge
che stabilizza
i lavoratori precari

Ieri sera lArs ha approvato il Disegno di Legge con il

quale dopo oltre 20 anni sono


stati stabilizzati tutti i precari
siciliani. Sento la necessit di
ringraziare tutti i componenti della I, II e V commissione
che con grande competenza
capacit e velocit hanno
espresso il loro voto favorevole che ha consentito di
portare questa sera il Aula il
Disegno di Legge e farlo approvare con la stessa velocit - ha affermato lon. Vincenzo Vinciullo, Presidente
della Commissione Bilancio
e Programmazione allARS.
Un testo storico come dicevo
che rappresenta una risposta
certa e concreta ai legittimi
interessi dei lavoratori precari
della Regione e degli Enti locali. Il Disegno di Legge, che
per quanto riguarda i Comuni.
A pagina quattro

In foto, la sede del Tar di Catania.

cronaca

A pagina tre

di Floridia hanno arrestato


in flagranza di reato Sebastianpaolo Castelli.
A pagina cinque

La Polizia
denuncia in citt
sette persone
A

genti della Polizia di


Stato, in servizio alle Volanti della Questura di
Siracusa, hanno denunciato cinque persone per
inosservanza agli obblighi relativi alle misure limitative della libert.

I segretari generali: Cisl, Sanzaro; Cgil, Alosi; e Uil Munaf.

L
a Cgil, Cisl e Uil ieri mattina hanno tratto un consuntivo
del 2016 con uno sguardo a ci che potr riservare il nuo-

vo anno oramai alle porte, in occasione di una conferenza


stampa unitaria che si svolta nel salone Maril Signorelli
della Camera di Commercio di Siracusa.
A pagina due

A pagina cinque

omune di Siracusa
e Caritas insieme per
favorire l'inclusione
sociale per persone
svantaggiate,
con
particolare riferimento ai disagi abitativi.

S
abato scorso a Pachino, i
Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto in
flagranza dei reati di atti.
A pagina cinque

cronaca

Comune di Siracusa e Caritas


insieme per le persone svantaggiate

carabinieri

Picchia la madre Un arresto per


per avere i soldi atti persecutori
Arrestato
e violenza privata
I Carabinieri della Tenenza

Alleanza sindacale
Cgil, Cisl e Uil per
fronteggiare la crisi

Corrado Midolo.

A pagina dodici

Focus 2
La Cgil, Cisl e Uil ieri
mattina hanno tratto un

consuntivo del 2016 con


uno sguardo a ci che
potr riservare il nuovo
anno oramai alle porte,
in occasione di una conferenza stampa unitaria
che si svolta nel salone
Maril Signorelli della
Camera di Commercio
di Siracusa.
Il sindacato un anno
dopo ancora pi unito,
pi forte, pi determinato, verso una nuova
stagione di vertenzialit
unitaria. Era lobiettivo
che le tre organizzazioni sindacali territoriali
Cgil, Cisl e Uil si erano poste 365 giorni fa
e che a distanza di un
anno rilanciano, quasi
come uno slogan perch solo lunione fa la
forza. Tante le vertenze
affrontate,
altrettante
quelle da fronteggiare
per un 2017 che non
appare certo migliore in
termini di auspici, rispetto allanno che ci stiamo
lasciando alle spalle
ma che pu e deve essere affrontato sempre
a testa alta. Ci con le
proprie professionalit
in campo e con decenni
di esperienze sindacali
alle spalle che possono
far guardare al futuro
con meno pessimismo
di quanto oggi non ci
sia, anche e soprattutto
a causa di una provincia
che anzich avanzare
sembra fare sempre pi
passi indietro.
Una provincia che registra sempre pi dati allarmanti - come ribadito,
questa mattina in conferenza stampa, dai tre
segretari generali di Cgil
Cisl Uil, Roberto Alosi,
Paolo Sanzaro e Stefano Munaf, - considerato ad esempio che
Siracusa si trova al 109
posto su 110 province
italiane per qualit della
vita. Solo questo dato,
recentemente espresso
da una serie di agenzie
nazionali, rende perfettamente lidea di dove
siamo arrivati e cosa
occorra per risalire nuovamente la china
Gi, ma cosa occorre
per risalire veramente
la china? Una politica
diversa? Un Governo
pi attento alle questioni
meridionali? Gente pi
innamorata del proprio
territorio, con i fatti e
non solo con le parole?
Le emorragie occupazionali subte nel corso
degli ultimi anni con dati
allarmanti sui disoccupati in provincia a cui si
aggiungono lavoratori
che hanno vissuto di
ammortizzatori sociali,
l'impoverimento relativo
ed assoluto di larghe
fette di popolazione
siracusana, la disperazione palpabile di chi ha
perso il lavoro e la mattanza sociale di giovani
siracusani (quella fuga
auspicata e tanto criticata anche dal ministro
Poletti), non lasciano intravedere nulla di buono
e nulla di nuovo rispetto
al passato. Anche perch a tutto ci occorre
aggiungere la disperazione degli stessi lavoratori che non hanno
pi certezze per via di
stipendi che non arrivano o porte in faccia che
vengono ripetutamente
sbattute con il fardello di

Sicilia 29 dicembre 2016, gioved

29 dicembre 2016, gioved

Il sindacato
un anno dopo
ancora pi unito,
pi forte,
pi determinato,
verso una nuova
stagione
di vertenzialit
unitaria
In foto, i tre segretari:
Paolo Sanzaro (Cisl),
Roberto Alosi (Cgil)
e Stefano Munaf (Uil).

Alleanza sindacale Cgil, Cisl e Uil


per fronteggiare la crisi
Tante le vertenze affrontate, altrettante quelle da fronteggiare
per un 2017 che non appare certo migliore in termini di auspici
intere famiglie sulle spalle, che hanno spesso fatto ricorso a gesti estremi.
Un atto di disperazione,
appunto, ma un grido di
allarme verso appunto
delle istituzioni che al
di l dellascolto, hanno
saputo offrire ben poco.
Anzi nulla. E cos il rinnovato e sempre pi forte
sindacato unitario giunge quasi come unncora
di salvezza ma altro non
pu fare che da sindacato, appunto. E cio da
mediatore, da sensibilizzatore, non certo da risolutore a tutti i mali di un
sistema che non solo
figlio di un mal Governo
ma proprio dal disamore
che si ha verso il proprio
territorio, i propri figli, le
proprie origini. Cosa si
dovrebbe pensare, ad
esempio, delle istituzioni
politiche che da anni ci
rappresentano a tutte le
latitudini ma che poi, al di
l di qualche caso sporadico, non hanno portato
sostanziali risultati per il
nostro territorio in termini
occupazionali e dunque
di crescita economica?
Il nostro territorio hanno aggiunto i tre segretari - precipita sempre
pi in basso con dati
allarmanti sulla disoccupazione, con il triste primato in Sicilia in termini
di infortuni sul lavoro,
certificato dall'INAIL, e
con percentuali negative
sulla qualit della vita. Si
allarga la fascia di povert e si abbassa il livello
di sicurezza nel lavoro e
di vivibilit delle nostre
comunit.
Tante vertenze, come
detto, sono state risolte
ma tante altre rimangono
appese ad un filo, basti
pensare alla situazione
dei lavoratori della Formazione
professionale, i Forestali, Siracusa
Risorse, quelli della ex
Provincia Regionale i cui
stipendi sembrerebbero essersi sbloccati ma
fin quando non si avr
contezza di ci rimarr

sempre pi di un ragionevole dubbio. E poi


ancora i lavoratori della
grande e piccola distribuzione, la dismissione
dell'Eni; persiste e si aggrava la crisi del settore
edilizio, metalmeccanico ed agroalimentare.
E ancora, sono irrisolte
le grandi questioni del
risanamento ambientale
e della bonifica dell'area
industriale, del rilancio
delle infrastrutturazione
materiali e immateriali,
del potenziamento di
un sistema sanitario di
qualit e di un welfare
che guardi con attenzione alle fasce pi deboli
della popolazione.
Siamo, insomma, davanti ad un bivio: scegliere di perseguire
una battaglia sindacale
sempre pi unitaria nel
tentativo di sfruttare e
far emergere le tante e
innumerevoli risorse del
nostro territorio hanno
chiosato Alosi, Sanzaro
e Munaf oppure vivere per inerzia aspettando una manna dal cielo
che non arriver mai
con la conseguenza di
un sempre pi arretramento della nostra provincia che anzich farci
avvicinare al resto della
penisola, ci allontaner ancor di pi in mare
aperto, spinti da pericolose correnti che, con
tutto il rispetto, ci faranno sentire pi africani
di quanto non lo siamo
gi
Oggi chi perde il lavoro non ha perso solo la
dignit di cittadino ma
facile preda dell'abbrutimento ed solo, accerchiato dal diffuso cinismo delle banche, dei
direttori aziendali, delle
borse che brindano ai licenziamenti. Eppure la
nostra provincia hanno continuato i segretari
di Cgil Cisl Uil - possiede tutte le condizioni per
uscire fuori dal perdurare di una crisi socioeconomica di tale pro-

porzione: un'agricoltura
d'eccellenza che tutto il
mondo ci invidia, un insediamento industriale e
metalmeccanico tra i pi
importanti d'Europa, un
patrimonio culturale ed
architettonico di grande
attrazione turistica.
Di fronte a questo scenario CGIL, CISL e UIL,
in un'ottica di alleanze
e condivisione con fette sempre pi ampie di
popolazione,
faranno
sentire con forza e determinazione
sempre
crescenti la loro voce,
innalzando il livello della
mobilitazione unitaria e
del confronto con le istituzioni, le imprese e la
politica fino ad ottenere
risposte certe ed esigibili.
Per Roberto Alosi segretario generale della
Cgil il 2016 stato un
anno abbastanza duro
rispetto alle vertenze
che sono state aperte e
le pochissime vertenze
che sono state chiuse.
Nellagenda per il 2017
ci riportiamo le questioni
irrisolte dellanno corrente in modo particolare
abbiamo una grandissima attenzione sul tema
dellarea industriale, le
mancate bonifiche, il risanamento industriale
rappresenta lelemento
centrale su cui poter costruire anche unazione
diversa di sviluppo del
nostro territorio accanto
a questo abbiamo irrisolta la questione dei
lavoratori dellex provincia che hanno visto in
primo piano la sofferenza di categorie, di ceti
sociali, che fino a questo
momento sembravano
esclusi dalla protesta
sindacale - prosegue
Alosi -. Siamo di fronte
ad un territorio che scricchiola ogni giorno di pi.
Rispetto a tutto questo
pensiamo che occorra
portare a sintesi le varie
questioni concentrando
lattenzione sugli snodi
centrali da cui dipendono

le sofferenze del nostro


territorio, vogliamo farlo
unitariamente con Cgil,
Cisl e Uil, sollecitando la
politica e i decisori politici - dice Alosi - affinch
tutti insieme in un grande sforzo di intelligenza
e di buon senso si possa
provare a fare del 2017
lanno in cui i diritti in
questo territorio possono
nuovamente trovare diritto di cittadinanza.
Sono 365 giorni da
raccontare, 365 giorni
di vertenze, 365 giorni
di situazioni difficili per i
lavoratori e per il mondo
del lavoro - esordisce
Paolo Sanzaro segretario generale Cisl Siracusa-Ragusa -. Un anno
complessivamente negativo che ha visto centinaia e centinaia di lavoratori espulsi dal mondo
del lavoro, disperazione
e difficolt in tantissime famiglie, compreso
i pensionati che stanno
vivendo una situazione
molto difficile dal punto
di vista retributivo e pensionistico con servizi che
vengono tagliati e quindi
le fasce pi deboli sono
quelli poi che pagano il
prezzo maggiore ma i
settori particolarmente
colpiti sono i classici settori, il settore agricolo, il
settore industriale, i lavoratori diretti dellindotto della zona industriale,
che hanno visto di volta
in volta chiudere aziende
e quindi lavoratori messi
in cassa integrazione prima o in mobilit e oggi
addirittura senza alcuna
retribuzione afferma
Paolo Sanzaro -. Sono
lavoratori dei servizi, non
ultime questa vicenda
delle guardie giurate che
ha visto noi protagonisti
a difesa dei diritti acquisiti. Insomma, settori che
in questo anno purtroppo
sono stati violentemente
colpiti da una crisi che
diventata devastante. Allora cosa fare? Beh, c
qualcosa da fare, questo
sindacato unitariamen-

te si sta riorganizzando
per fare fronte comune
e lancia un appello alla
classe dirigente perch
finalmente insieme alle
istituzioni, alle aziende,
insieme a tutte quelle
forze anche alle associazioni di questo territorio si possa fare fronte
comune, creare unalleanza sociale, politica ed
economica in grado di
capovolgere questa tendenza perch il 2017 sia
un anno da raccontare al
contrario e cio 365 giorni di fatti positivi, concreti, a difesa del lavoro e
dei diritti dei lavoratori.
Speriamo che il 2017
sia un anno migliore, le
previsioni non sono positive argomenta Stefano Munaf segretario
generale Uil di SiracusaRagusa-Gela -. Linizio
sicuramente ancora segnato da una riduzione
di posti di lavoro e di
conseguenza un abbassamento della ricchezza
sul nostro territorio. Fatto importante che noi
lanno scorso abbiamo
segnato un momento di
unit che nellanno 2016
si almeno attenuato un
po quella emorragia della riduzione dei posti di
lavoro perch le imprese
tendono di ridurre enormemente e abbassare i
suoi budget di gestione.
Il 2017 si prevede un
anno con le stesse caratteristiche perch la politica di questo territorio
non da segnali positivi,
continua a litigare al suo
interno e perde di vista
quello che serve ai nostri
cittadini: gli investimenti, serve lavoro, serve
una ricchezza superiore.
Siracusa si registra al
109 posto per la qualit della vita, certo, se la
ricchezza si abbassa, la
qualit della vita scende
e di conseguenza non
possiamo andare al di la
del 110 posto. Questo
un fatto estremamente negativo perch ci
sono tutte le condizioni
per poter gestire questa
crisi che sono 7 anni di
crisi continua nel migliore dei mondi, invece si
fa di tutto per non farlo
- continua Munaf -. Ci
sono progetti cantierabili, basta un minimo di
buona volont per farli,
ci sono investimenti che
potrebbero essere, mi
riferisco alle bonifiche, ai
porti turistici e al turismo,
una serie di iniziative
che mettono nelle condizioni il turista di avere
una vivibilit eccezionale, eccellente. Invece
noi facciamo di tutto e
dobbiamo litigare per
non far nulla. E questo
ci porta ad un abbassamento della qualit della
vita. Non pi possibile.
Lunit del sindacato che
stiamo segnando oggi
ancora unaltra tappa e
pure a livello nazionale
per le nostre spinte da
basso si sta facendo unit. Sono stati rinnovati
il contratto del pubblico
impiego, si stanno rinnovando alcuni contratti del
settore privato e questa
unit sta portando qualche frutto - conclude Stefano Munaf -, continuiamo con questa unit, la
conferenza stampa di
oggi segna un punto fermo sullunit perch ora
dobbiamo cominciare a
pensare come operare
nel 2017.

Riscuote consensi
il Presepe vivente
a Belvedere in uno
scenario di grande
suggestione

Larea del vecchio lavatoio, la Saia, a Bel-

vedere, durante le prossime festivit ospiter la prima edizione del presepe vivente.
Liniziativa da un lato continua lattivit di valorizzazione dei quartieri, voluta
dallAmministrazione, e dallaltro quella
di riqualificazione dellarea, avviata dalla
Circoscrizione. Il presepe realizzato grazie
all'associazione Nuovi Orizzonti, che ne
ha curato la parte organizzativa, primo appuntamento luned scorso si potr visitare:
venerd 30 dicembre 2016 e gioved 5 gennaio 2017. Con la prima edizione del pre-

Sicilia 3

sepe vivente si vuole valorizzare al meglio


uno scenario naturale di grande suggestione, il Monte dove la roccia e la vegetazione fanno da cornice al villaggio di capanne
realizzato e costruito nel rispetto della natura. Le visite inizieranno alle 17,30 con un
corteo che prende vita davanti la chiesa di
S. Anna per arrivare al Monte, dove un
sentiero naturale che si snoda tra pareti di
roccia rischiarate dalla fiamma tremula delle torce, porta al villaggio e alla grotta della
Nativit. Diversi i mestieri rappresentati,
dal falegname al fabbro, alle ricamatrici,

SiracusaCity

allo scalpellino, ai pescatori, che con le loro


botteghe arredate e illuminate saranno protagonisti di questo evento. Lungo il tragitto
sar possibile degustare il pane appena
sfornato, la ricotta calda e i legumi.
La manifestazione, oltre a valorizzare il
suggestivo Monte, intende richiamare il
significato autentico del Natale, con la venuta di Ges tra gli uomini per riaffermare il
messaggio di pace e amore nei loro cuori.
Gli organizzatori raccomandano di indossare scarpe comode, adatte al sentiero
naturale.

Accorpamento CamCom sud-est


le associazioni fanno ricorso al Tar
Chiedono di azzerare lattuale
provvedimento di accorpamento
volontario e applicare la legge Madia

stato notificato al commissario


dellente camerale,
Dario
Tornabene
e, per conoscenza
al presidente della
Regione
siciliana,
Rosario Crocetta e
allassessore regionale al Commercio,
Lo Bello, il ricorso al
Tar di Catania inoltrato dal gruppo di
associazioni datoriali
che si oppone allaccorpamento volontario. Il ricorso contro
lannullamento della
revoca di accorpamento delle tre camere di commercio,
adottato dal commissario Tornabene. Un
provvedimento che,
di fatto, ha annullato
la deliberazione della giunta camerale
di Siracusa, con la
quale revocava, appunto, la precedente
deliberazione di accorpamento volontario.
Nei primi giorni di
gennaio, i rappresentanti delle associazioni datoriali
hanno programmato
una riunione con la
deputazione parlamentare nazionale e
regionale siracusana
per fare il punto della
situazione anche alla
luce del fatto che il
governatore Crocetta ha detto a chiare
lettere che intende
approfondire la questione prima di adottare il provvedimento
definitivo.
Per lex vice presidente dellente camerale siracusano,
Pippo Gianninoto
la revoca della delibera illegittima e

il ricorso al tribunale
amministrativo uno
dei passaggi obbligati che abbiamo osservato per riordinare lintera vicenda.
Ma il ricorso al Tar
non altro che uno
dei capitoli scritti o
ancora da scrivere
nella complessa vicenda dellaccorpamento.
Abbiamo inoltrato
unaltra nota al Ministero dello sviluppo
economico - afferma
Gianninoto - destinata anche al governatore della Regione
e allassessore Lo
Bello con la quale
riassumiamo
tut-

ta la vicenda sin da
quando si avviata
la procedura di accorpamento delle tre
camere di commer-

Marted

Rinnovato il contratto per Siracusa risorse

sono stati accreditati nei


conti dei lavoratori
dellex provincia i
cinque stipendi arretrati. Finalmente
la notizia attesa
dai dipendenti e
dalle loro famiglie,
dopo mesi di protesta per lassenza
di risorse e di certezze per il futuro
lavorativo.
Cos dopo settimane di promesse tra
ente e Regione,
laccreditamento
dei 15 milioni di
euro dallassestamento di bilancio
regio- nale, adesso gli stipendi, che
segnano un passo
in avanti per i 533
dipendenti dellente.
Accreditati anche
gli stipendi ai lavoratori della societ
Siracusa
risorse, che attendevano le somme dal

In foto, la sede del Tar di Catania.

cio. Abbiamo messo


in evidenza le irregolarit riscontrate nella
procedura, linchiesta
giudiziaria, le modifi-

che
sopraggiunte
con la nuova legge.
Abbiamo chiesto al
Mise la presenza dei
loro ispettori per dare

Accreditati gli stipendi


ai dipendenti dellex Provincia
mese di giugno. E
per Siracusa risorse arriva anche unaltra novit:
stato approvato
il contratto per la
prosecuzione dei
servizi.
Con una delibera approvata nei
giorni scorsi dal
commissario straordinario
della
Provincia Giovanni
Arnone, nella sua
funzione di sostituto del Consiglio,
stato adottato
latto che era atteso da tempo dai
lavoratori della partecipata. In base a
quanto stabilito dal
contratto la socie-

t si occuper dei
servizi che riguardano la piccola
manutenzione,
il
pronto intervento
e il diserbo delle
strade provinciali,
lintervento
negli
edifici istituzionali, ma anche nelle
scuole e negli spazi a verde, dellassistenza e della
manutenzione informatica, del trasporto extraurbano
di soggetti portatori di handicap, supporto alle attivit di
gestione Tosap e il
controllo e la verifica degli impianti
termici. Limporto
mensile di cir-

ca 270 mila euro.


Come specificato
nellatto di approvazione nonostante il contratto fosse
scaduto dal dicembre dello scorso
anno la societ ha
continuato a svolgere
questanno
i servizi a favore
dellente.
Modificato anche
lo statuto della societ che prevede
la durata fino al
2025 e lampliamento delle attivit
che la societ potrebbe effettuare
nei prossimi anni,
servizi che gli verranno
assegnati
dallente.

corso ai controlli con


assoluta certezza.
Non possibile lesistenza di una sorta
di terra di nessuno
con un rimpallo di
responsabilit come
nel caso del presidente Crocetta che
rinvia la questione
al ministro. Occorre azzerare il provvedimento di accorpamento, deve
convergere tutto secondo le norme della nuova legge che
ha recepito nellambito dei rinnovi di
tutte le altre camere,
le istanze nel nostro
territorio. Non pu
essere unautorit
amministrativa a riprendere in mano
la situazione auspicando che tutto
possa essere risolto
con un confronto sul
territorio. La legge
Madia d un indirizzo diverso rispetto
al passato e procedure ben delineate,
dasta
applicarle,
oltretutto la Camera di Commercio di
Catania in quanto
area metropolitana
pu concorrere da
sola, anzich essere appesantita da
altri enti.
La Camera di Commercio di Siracusa
ha un bilancio sano
e non deve essere punita da un
provvedimento non
troppo
ragionato.
C il recente caso
di Cosenza che
traccia una strada importante, tale
da poter asserire
che Siracusa pu
e deve restare autonoma. Tuttal pi,
sarebbe ipotizzabile
un eventuale accorpamento con Ragusa, territorio con il
quale molte sono le
analogie, anche nel
settore produttivo e
nel tessuto economico locale. Insomma, sensibilizzare
tutta la deputazione
per azzerare lattuale provvedimento di
accorpamento volontario e applicare
la legge Madia.

SiracusaCity 4

Sicilia 29 dicembre 2016, gioved

Aspettando il nuovo bando:


Ora raccolta differenziata

R
iceviamo e pubblichia- Si utilizzi il rifiuto come una risorsa e una ricchezza,
mo una nota di Meetup
Siracusa MoVimento 5
Stelle sul nuovo bando per
la raccolta dei rifiuti.
Come si evince dalla determina dirigenziale n. 304
del 3 Novembre 2016,
del Settore Ambiente del
Comune di Siracusa, la
gara sul servizio rifiuti a
Siracusa sembra essere
giunta ad una conclusione con laggiudicazione
definitiva allassociazione
di imprese Ambiente 2.0 e
Tech Servizi. Ma, ad oggi,
si ancora in attesa che il
TAR di Catania esprima il
proprio parere in merito al
ricorso presentato da IGM
contro Ambiente 2.0, con
il rischio, nel frattempo. di
sparigliare, ancora una volta, tutti i programmi.
Ecco perch si chiede al
sindaco Garozzo, di proseguire con la strada intrapresa anche oltre il 31 dicembre 2016 senza aspettare
il Tar o lipotetico avvio del
nuovo servizio di gestione
dei rifiuti, estendere la raccolta porta a porta anche
alla plastica e al vetro, e investire sulla raccolta dellumido anche in citt.
Il rischio concreto che,
una volta cessata lordinanza e il servizio di raccolta
porta a porta, i cittadini,
che faticosamente in que-

pagando il giusto prezzo per un servizio fondamentale

sti mesi hanno intrapreso


questo percorso virtuoso,
si ritrovino con i sacchi
pieni di carta, i cassonetti
spariti e, pertanto, costretti a gettare di nuovo tutto
nellindifferenziato.
Questa dell'appalto per la
raccolta dei rifiuti una
storia lunghissima, iniziata il 19 Marzo 2015 con
la presentazione di tre offerte: quella dellATI Ambiente 2.0-Tech Servizi,
la IGM e la TEKRA, con
un iter di ben 26 incontri
della Commissione regionale dellUrega che ha
svolto lanalisi delle offerte
pervenute. Per avere un
riassunto completo si consiglia questo video riassuntivo del Prof. La Delfa
https://www.youtube.com/
watch?v=gNlDGD7Yip0
Nel frattempo, a Siracusa
sono rimasti i soliti annosi
problemi, con una raccolta
differenziata ferma al palo,
2,8% nel 2014 e 2,8% nel
2015 (fonte Legambiente,
Ecosistema Urbano), una
totale assenza di informazione da parte dellAmministrazione sul ciclo virtuoso dei rifiuti, e l'incuria del
cittadino medio che regna
sovrana. Tutto questo fino

ai mesi di Giugno-Luglio
del 2016, quando lemergenza regionale, causata
dalla chiusura di diverse
discariche del territorio siciliano, ha messo in crisi
il sistema di raccolta e le
strade della Sicilia si sono
riempite di cumuli di immondizia.
Il Sindaco Garozzo, costretto da una situazione
sempre pi delicata, il 3
Luglio 2016 firm lordinanza che rese obbligatoria la
raccolta differenziata dei
rifiuti su tutto il territorio
comunale. Al fine di non far
rimanere il provvedimento
un insieme di belle parole
e belle intenzioni che, se
fossero restate sulla carta non avrebbero prodotto nessun miglioramento
tangibile della situazione.
venne predisposta la raccolta porta a porta di carta
e cartone a partire dal 31
Agosto 2016, nonostante
che il periodo emergenziale fosse stato gi superato
in quanto, nel frattempo, le
discariche erano state riaperte.
Comunque si dato un
segnale positivo alla cittadinanza, un cenno, seppur
minimo di voler cambiare

rotta. La raccolta porta a


porta di carta e cartone
part, vennero ritirati i cassonetti della carta in giro
per la citt e calendarizzata
la raccolta fino al 31 dicembre 2016, data di scadenza
dellultima proroga a IGM,
immaginando che, dal primo Gennaio del 2017, il
servizio di igiene urbana
a Siracusa venisse gestito
dal nuovo vincitore, la Ambiente 2.0 - Tech Servizi.
Ai siciliani, interessa prima
di tutto che, le citt vengano pulite, che si abbiano
informazioni sulle corrette
metodiche per il conferimento dei rifiuti, che si
smetta di inquinare la terra
riempiendola con la nostra
monnezza, che si utilizzi il
rifiuto come una risorsa e
una ricchezza, pagando il
giusto prezzo per un servizio fondamentale della vita
dei cittadini, e che questo
immenso "business" poco
chiaro diventi economia reale per il territorio
Per concludere, si prega il
Sindaco Garozzo di incentivare con maggiore forza e
vigore la raccolta differenziata in modo tale da dimostrare che Siracusa non ha
bisogno di inceneritori.

29 dicembre 2016, gioved

Approvata la legge che


stabilizza i lavoratori
precari siciliani

Iil eri
sera lArs ha approvato il Disegno di Legge con
quale dopo oltre 20 anni sono stati stabilizzati tutti

i precari siciliani. Sento la necessit di ringraziare


tutti i componenti della I, II e V commissione che
con grande competenza capacit e velocit hanno
espresso il loro voto favorevole che ha consentito di
portare questa sera il Aula il Disegno di Legge e farlo
approvare con la stessa velocit - ha affermato lon.
Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione
Bilancio e Programmazione allARS. Un testo storico come dicevo che rappresenta una risposta certa
e concreta ai legittimi interessi dei lavoratori precari
della Regione e degli Enti locali.
Il Disegno di Legge, che per quanto riguarda i Comuni in dissesto, cio Augusta e Lentini, anticipa al
31 dicembre 2014 i termini per lorario da conferire
ai lavoratori precari, rappresenta, dopo 20 anni, una
risposta concreta e certa, che finalmente dar serenit e dignit a migliaia di persone, che, da anni,
precedenti Governi hanno lasciato in una situazione
di assoluta precariet. Il provvedimento legislativo
riguarda tutti i precari, a qualsiasi titolo, presenti in
Sicilia, dalla Protezione Civile a quelli dei Comuni. In
particolare, per quanto riguarda i precari dei Comuni, bisogna ricordare che sono 85 quelli di Augusta,
47 quelli di Sortino, 29 quelli di Buccheri, 35 quelli di
Siracusa, 27 quelli di Buscemi, 22 quelli di Ferla, 9
+ 13 quelli di Palazzolo e 1 di Lentini.
LAssemblea regionale siciliana ha approvato il
comma 9 dellart.1 con il quale vengono stanziati
2.950.000 euro a favore dei Comuni in dissesto per
il pagamento dei lavoratori precari.
Un risultato importante oltre a quello molto pi complesso e significativo dellapprovazione del ddl che
stabilizza tutti i precari siciliani.
LArs, inoltre, ha approvato lesercizio provvisorio
del bilancio della regione siciliana. Lo comunica
lOn. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione Bilancio e Programmazione allArs e relatore
del Disegno di Legge. Sento la necessit di ringraziare la Commissione Bilancio e lAula per avere velocemente approvato questo disegno di legge.

Il bando, che scadr il prossimo 19 gennaio, dovr aggiudicare lappalto Gianni: Iniziativa di Lions e Consulta delle Famiglie accolta dalla politica locale

Solarino, firmato il bando per la nomina


Via libera alla gara
per il depuratore di Augusta del Difensore civico dei bambini
Presto la realizzazione degli attesi interventi per la depurazione del
Comune di Augusta, finanziati dal
Cipe nel 2012 per oltre 33 milioni
di euro e commissariati, a giugno
dellanno scorso, dal Governo che
ha nominato come commissario
straordinario Vania Contrafatto.
stato, infatti, pubblicato il bando di gara per laffidamento delle
attivit di rilievi topografici, videoispezioni, indagini geognostiche e
strutturali propedeutiche alla progettazione degli interventi, che si
renderanno necessari per superare la procedura di infrazione della
Comunit europea avviata allItalia
per quei comuni, come Augusta,
che continuano e sversare i propri
reflui in mare. Il bando, che scadr il prossimo 19 gennaio, dovr
aggiudicare lappalto di 131.784
euro, che attraverso rilievi e indagini, consentir di conoscere lo
stato attuale dei luoghi e della rete
fognaria esistente, compreso anche un censimento degli scarichi
con sbocco anche sotto il livello del
mare, e delle infrastrutture previsti

Firmato

allinterno di un precedente appalto, gestito dal Comune di Augusta


che - si legge una relazione tecnica di 33 pagine a firma del responsabile del procedimento, Riccardo
Costanza e del direttore delle acque, Giovanni Pizzo e con il visto
del capo della segreteria tecnica,
Attilio Toscano della societ in
house del ministero dellAmbiente,
Sogedis o non sono stati mai realizzati (stazione di sollevamento
P0), ovvero sono stati realizzati in
parte e presentano forti criticit in
merito alla possibile utilizzabilit
(collettore emissario da P0 a limpianto di Punta Cugno), ovvero
sono stati realizzati e vandalizzati.

lo scorso 23 dicembre
il bando per la nomina del difensore civico dei bambini. "Uniniziativa che prende forma dopo
una proposta lanciata alla politica
solarinese nel convegno organizzato dai Lions Club di Floridia Val
dAnapo e dalla Consulta delle famiglie del nostro Comune spiega il capogruppo di opposizione
in Consiglio comunale Michele
Gianni -. Durante il convegno,
moderato dalla presidente della
consulta Giuseppina Romano, si
cercato di capire meglio le funzioni del difensore grazie allaiuto
del neuropsichiatra infantile Francesco Sciuto, che ha raccontato la
sua esperienza di difensore civico
dei bambini a Siracusa. La proposta andata a buon fine trovando linteresse e il coinvolgimento
delle istituzioni. Sono soddisfatto
prosegue - per aver messo in
moto un processo che adesso, finalmente, diventato realt".
Il difensore dei bambini sar autonomo e indipendente dal potere
politico e il suo intervento sar gra-

tuito. Il nuovo istituto di garanzia


sar a disposizione delle famiglie
interessate e accoglier segnalazioni e violazioni dei diritti dei minori intervenendo verso i soggetti
competenti. Intraprender azioni
di promozione conclude Michele Gianni - per migliorare i servizi
sui minori e proporr sinergie tra
lamministrazione e gli enti locali, le scuole e le associazioni che
operano sul territorio.
Il bando rivolto a laureati con documentata esperienza nel campo
delle politiche educative e sociosanitarie, con particolare riferimento alle materie riguardanti let evolutiva e le relazioni familiari.

I Carabinieri allertati da alcune chiamate al numero di emergenza 112

Un arresto in flagranza dei reati di


atti persecutori e violenza privata

Sicilia 5

SiracusaCity

A Pachino denunciati un uomo


ed una donna per reati diversi

La Polizia denuncia
in citt 7 persone
ed una a Lentini

Molestava i vicini per costringerli a ritirare delle querele sporte Agenti della Polizia di Stato, in servizio alle
Volanti della Questura di Siracusa, hanno de-

S
abato scorso a Pachino,
i Carabinieri della locale

Stazione hanno tratto in arresto in flagranza dei reati


di atti persecutori e violenza privata Corrado Midolo,
50 anni, gi noto alle forze
dellordine per i suoi precedenti di polizia.
Erano circa le ore 13 quando i Carabinieri, allertati
da alcune chiamate al numero di emergenza 112,
sono intervenuti presso un
complesso condominiale a
ridosso del centro di Pachino ove era stata segnalata
lennesima lite animata tra
larrestato ed alcuni vicini.
Giunti sul posto i militari
hanno bloccato luomo ed
avviato le attivit info-investigative del caso finalizzate a ricostruire la dinamica
dei fatti. Quello in disamina,
infatti, era solo lultima di
una lunga serie di litigi tra
Midolo ed i condomini dello
stabile in cui lo stesso abita a decorrere dalla scorsa
estate. Fin da subito, infatti,
luomo non si inserito nel
nuovo contesto, litigando
spesso con vicini per futili
motivi, tenendo una condotta di vita non conforme
alle norme di buon vicinato, spesso facendo rumori
molesti a tutte le ore del
giorno e della notte. Inoltre,
alla minima disattenzione di
un vicino che, ad esempio,
passava laspirapolvere nel
primo pomeriggio, luomo
non perdeva occasione

Corrado Midolo

per fare polemica, rimarcando il comportamento,


ingiuriando e minacciando,
arrivando, in una circostanza, anche alle mani. Per
tali motivi diversi condomini avevano gi presentato
denunce nei suoi confronti.
Ma nonostante ci, luomo
non solo ha perseverato nei
suoi comportamenti, ma li
ha ulteriormente aggravati,
ponendo in essere diverse
condotte violente nei confronti dei condomini, minacciandoli ripetutamente
per fargli ritirare le querele
sporte nei suoi confronti,
danneggiando senza alcun
motivo i vasi collocati in una

zona verde comune nonch il portone di ingresso


e le inferriate dello stabile.
Una vera e propria condotta
persecutoria, finalizzata ad
intimorire i vicini per far loro
tollerare il suo stile di vita e
ritirare le querele gi sporte.
Nel corso della mattinata di
sabato, lennesimo episodio molesto: Midolo, senza
alcun motivo, ha iniziato
a fare rumore colpendo a
martellate la ringhiera in ferro delle scale condominiali.
Una vicina, con la quale gi
vi erano pregressi episodi
denunciati ai Carabinieri,
infastidita dal rumore assordante e stanca dellen-

nesimo episodio molesto,


intervenuta rimproverando luomo ed invitandolo a
desistere dai suoi comportamenti. In tutta risposta,
Midolo lha ingiuriata, aggredendola verbalmente al fine
di intimorirla ulteriormente.
Comportamento che ha reiterato anche in presenza dei
Carabinieri che, su segnalazione degli altri condomini,
conoscendo il soggetto e la
complessa dinamica dellintera vicenda, sono prontamente intervenuti sul posto.
Bloccato dai militari, Corrado Midolo stato condotto
in caserma e dichiarato in
stato di arresto. Espletate
le formalit di rito, lo stesso
stato poi tradotto presso la casa circondariale
Cavadonna di Siracusa
a disposizione dellAutorit Giudiziaria. A seguito
delludienza di convalida
dellarresto, il Giudice per
le indagini preliminari, nel
condividere le risultanze
investigative dei militari, ha
convalidato larresto ed ha
applicato nei suoi confronti
la misura cautelare del divieto di avvicinamento alle
persone offese .
Quello in disamina lennesimo episodio di violenza
nato nel contesto domestico: una situazione molto
grave e pericolosa, che i
Carabinieri della Stazione
di Pachino sono riusciti ad
affrontare anche grazie alla
volont delle vittime di rivol-

nunciato cinque persone per inosservanza


agli obblighi relativi alle misure limitative della libert personale cui sono sottoposte. Gli
Agenti hanno, altres, denunciato due donne
L.V. 34 anni e L.C. 26 anni, siracusane, per
il reato di tentato furto aggravato in concorso
in un supermercato.
A Lentini gli Agenti in servizio al Commissariato hanno denunciato un giovane T.A. 22
anni, nato in Albania, per il reato di maltrattamenti in famiglia, fatti avvenuti a Francofonte
da marzo a dicembre del 2016.
A Pachino gli Agenti in servizio al Commissariato hanno denunciato un uomo S.C. 54
anni, domiciliato a Milano e gi noto alle forze dellordine, per il reato di truffa.
Nel settembre 2016, la vittima collegandosi ad un sito di vendite on line decideva di
acquistare unautovettura Audi A4 ed effettuava due pagamenti pari ad euro 450 ma,
successivamente, il venditore faceva perdere ogni traccia. Gli accertamenti esperiti dalla squadra di polizia giudiziaria sulle utenze
telefoniche nonch sulla carta poste pay e
le relative documentazioni, consentivano di
risalire allidentit del soggetto autore della
truffa, in atto ristretto presso una casa circondariale di Cremona per fatti reato similari. Sempre a Pachino nella giornata di ieri,
gli Agenti hanno denunciato R. M. 39 anni,
residente a Pachino e gi nota alle forze di
Polizia, per il reato di inosservanza di provvedimenti dellAutorit. La stessa, infatti, pur
essendo stata formalmente invitata a presentarsi presso il Commissariato per esibire
certificazione medica di malattia della figlia
minore, attestante limpedimento a presenziare ad unudienza dibattimentale presso il
tribunale di Siracusa, non vi ottemperava.

In carcere un ragazzo 25enne di Floridia

Lon. Gennuso, raccoglie lallarme lanciato nei giorni scorsi da Assoporto Augusta

I Carabinieri della Tenenza di


Floridia hanno arrestato in flagranza di reato Sebastianpaolo Castelli, 25 anni, di Floridia,
con precedenti di polizia specifici, per il reato di maltrattamenti in famiglia e tentata
estorsione.
Il ragazzo da tempo malmenava la madre, minacciandola e
distruggendo i mobili e gli oggetti presenti in casa al fine di
intimorire la donna ed ottenere
i soldi per lacquisto delle dosi
di droga. Ieri lultimo episodio
nel quale ha picchiato la manna e ha tentato di estorcerle 50
euro per comprare una dose
di droga. La donna ha subito
chiamato il 112 per chiedere aiuto e, tempestivamente,
sono intervenuti i Carabinieri di
Floridia che sono riusciti a fermare il ragazzo e a riportarlo
alla calma. Il Castelli, dopo le
incombenze di rito, su disposizione dellAG di Siracusa
stato associato presso la casa
circondariale di Cavadonna.

Le Cooperative e le so-

Picchia la madre per avere E arrivato il momento di dire


i soldi per la droga
basta,iclandestiniliportinoaltrove

Sebastianpaolo Castelli

ciet che si occupano di


migranti continuano a fare
soldi in Sicilia. Pi che
dare ospitalit ai profughi,
con il denaro pubblico,
viene offerto ai clandestini
vitto e alloggio, tra laltro
con tante pretese, con
tanti comfort e Wi-fi nelle
strutture dove risiedono.
Il 2016 stato un anno
disastroso per le aziende
portuali che operano ad
Augusta a causa dei continui sbarchi. E arrivato il
momento di dire basta, i
clandestini li portino altrove.
Il deputato allArs del
Gruppo Pid Grande
Sud, on. Pippo Gennuso,
raccoglie lallarme lanciato nei giorni scorsi da Assoporto Augusta. Il porto
commerciale di Augusta
se vero, come vero,
che la rada pi importante e strategica del Sud
del Mediterraneo, con
limpressionante sbarco di
clandestini, ha bloccato le

reali funzioni commerciali


ed imprenditoriali del porto. Le banchine sono occupate, cos come anche
gli ormeggi. Oggi a causa di quella che ritengo
uninvasione da parte del
governo centrale, il porto
megarese anzich portare sviluppo, ha collassato
le attivit imprenditoriali,
mettendo a rischio centinaia di posti di lavoro di
aziende che lavorano nel
settore marittimo. Mi riferisco alla cantieristica, alla
logistica, al bunkeraggio
ed a tutte le altre attivit
inerenti al porto. Gennuso con ironia lancia la
provocazione. Perch i
clandestini non li fanno
sbarcare a Genova, o a
Venezia o Civitavecchia
afferma il parlamentare - . La politica deve fare
la sua parte per salvare
il porto commerciale di
Augusta, che va liberato
e nel contempo bonificato, anche per la presenza
di metalli pesanti generati

dallinquinamento industriale.
Chieder al governo
regionale di farsi carico
di questo problema e di
avanzare ai Ministeri degli
Interni e delle Infrastrutture la proposta avanzata
da Assoporto Augusta,
ampiamente avallata da
Confcommercio Siracusa,
di spostare gli sbarchi dei
migranti o nel pontile della
Nato, se proprio debbono
arrivare nel Siracusano,
o meglio ancora fare attraccare le navi cariche di
clandestini in Calabria, nel
porto di Corigliano. Ci tengo a precisare conclude
Gennuso che qui non c
nessuna forma di razzismo, ma si tratta di tutelare una trentina di aziende
augustane che hanno pagato e continuano a pagare a caro prezzo gli effetti
della crisi economica. La
provincia di Siracusa non
pu permettersi il lusso di
incrementare lesercito dei
disoccupati.

Nel

Siracusano 6

29 DICEMBRE 2016, GIOVED

Sicilia 29 DICEMBRE 2016, GIOVED

Ospedale di Augusta, al via il trasferimento nel nuovo


padiglione del laboratorio analisi, pronto soccorso e radiologia

Il completamento delle operazioni di


trasferimento previsto per la fine di
questo mese di dicembre ed in questa
fase lerogazione dei servizi non subir
alcuna sospensione

Superati gli aspetti orga-

nizzativi e burocratici, nel


rispetto degli impegni assunti con la cittadinanza
megarese, il direttore generale dellAsp di Siracusa
Salvatore Brugaletta rende noto che sono gi state
avviate le operazioni per
il trasferimento del Laboratorio analisi, del Pronto
soccorso e della Radiologia dellospedale Muscatello di Augusta dai vecchi
ai nuovi locali del nuovo
padiglione.
I lavori di parziale completamento del nuovo padiglione sono stati realizzati
con i fondi PO Fesr 20072013 per un importo di 3
milioni e 210 mila euro con
il completo adeguamento
dei locali alle vigenti norme di legge per linsediamento dei suddetti reparti.
Il completamento delle
operazioni di trasferimento previsto per la fine di
questo mese di dicembre
ed in questa fase lerogazione dei servizi non subir alcuna sospensione
con un disagio, si auspica,
ridotto al minimo per gli

utenti, secondo un piano


organizzativo predisposto dal direttore sanitario
dellospedale Alfio Spina.
Il trasferimento dei tre reparti nei nuovi locali consentir, a questo punto,
anche il pieno utilizzo della passerella di collegamento tra i due padiglioni
gi in esercizio.
Il trasferimento del Laboratorio analisi, del Pronto
soccorso e della Radiologia nel nuovo padiglione
dellospedale di Augusta
sottolinea il direttore
generale Salvatore Brugaletta lulteriore dimostrazione, insieme a
quanto gi realizzato sino
ad ora, della ferma volont di questa Direzione
aziendale di portare a
compimento il programma che consegner al
territorio megarese una
struttura ospedaliera pi
adeguata sotto il profilo
impiantistico e strutturale
e dotata di nuovi ed importanti servizi sanitari
secondo il disegno gi
preordinato che vedr lospedale di Augusta polo
di riferimento oncologico

In un paese retrogrado e bigotto


come il nostro dove lapprovazione della legge sulle unioni civili
delle persone glbt ha richiesto 23
anni di battaglie, dove da 30 anni
le donne sono costrette a lottare per non essere scippate della
legge 194, dove il delitto donore
uscito dalla porta per rientrare
dalla finestra sotto la nuova denominazione di femminicidio e relative pene carcerarie molto, troppo
miti. In un paese dove si arriva
perfino ad inventare una fantomatica teoria gender per continuare
a perseguitare impunemente le
persone glbt, in un paese con lo
scandalo facile ma beninteso, solo
di facciata insomma in questo
paese, nessuno (nonostante le
numerose segnalazioni inoltrate
alle FFOO) ha trovato scandalosi
i tariffari delle case chiuse esposte da un negozio di antiquariato
ad altezza di bambino e che da
anni stazionano tranquillamente
in quella vetrina. Analogamente,
nessuno trova scandalosa la mostra che proprio in questi giorni di
(presunta) spiritualit religiosa, e

In foto, uno scorcio dellospedale di Augusta


provinciale e Centro regionale per la diagnosi e cura
delle patologie da esposizione allamianto, tra i punti cardine del piano di riorganizzazione predisposto
dallAzienda.
Il direttore generale ricorda
che dal suo insediamento
ad oggi nellospedale di
Augusta sono stati realizzati i lavori di ristrutturazione e adeguamento delle
sale operatorie del vecchio
padiglione, ladeguamento
alla prevenzione incen-

di (compartimentazione
antincendio, rilevazione
fumi, impianto di allarme
EVAC). Con laccordo
quadro biennale viene
curata la manutenzione,
lammodernamento ed il
mantenimento dei presidi antincendio anche nel
nuovo padiglione.
E stata realizzata la nuova cabina elettrica, installato un nuovo gruppo
elettrogeno ed un gruppo
di continuit e messi in
esercizio gli impianti di ri-

La Rete cav di Raffaella Mauceri comunica quanto segue

Esposta una mostra oscena che


mortifica limmagine della donna

In foto, due dei quandri in esposizione

scaldamento e condizionamento nel nuovo padiglione e nuova centrale di


gas medicali.
Sono stati completati la
segnaletica e parcheggi
ed i lavori di completamento della passerella di
collegamento del vecchio
e del nuovo padiglione
che gi entrata in servizio, stata realizzata la
nuova camera mortuaria
con annessa sala autoptica, sono stati eseguiti numerosi interventi di
manutenzione ordinaria
e straordinaria dei locali
del vecchio padiglione, tra
questi in particolare, nei
servizi Farmacia, Bar e
corridoio antistante, Pronto Soccorso.
Inoltre, stata realizzata
lintegrazione strutturale
ospedale/territorio
secondo il modello Cittadella della Salute con il
trasferimento nel nuovo
padiglione di tutti gli ambulatori territoriali ed
stata migliorata lorganizzazione del lavoro nei reparti con lincremento dei
posti letto disponibili sia in
Chirurgia che nel nuovo
reparto di Neurologia. Di
rilevante importanza, infine, listituzione dellambulatorio di Consulenza
Genetica al Muscatello di
Augusta, di recente inserito nella Rete regionale
della Genetica medica.

proprio a pochi passi dallalbero di


lana fatto dai bambini delle scuole
materne, possibile ammirare" a
grandi e piccoli nella sala di Montevergini. Una disgustosa mostra
pittorica autorizzata dalle autorit
preposte, senza un controllo preventivo e magari in buonafede,
chiss, ma pur sempre disgustosa.
Una mostra oscena che mortifica
limmagine della donna, mostrandola discinta e disponibile oltre misura, alimentando cos una cultura
sessista e troglodita, dimodoch
anche la prossima generazione impari a perpetuare la violenza sulle
donne. Una mostra che un autentico attentato psicologico ai bambini che non possono non esserne
turbati, nella inspiegabile, imperdonabile, inconcepibile indifferenza
generale.
La nostra Rete antiviolenza non ci
sta. E rivolge un appello al Difensore dei bambini affinch faccia rimuovere almeno i quadri pi vergognosi che mostriamo qui di seguito
affinch ogni padre e ogni madre si
rendano conto di cosa stiamo parlando.

Sicilia 7

Nel

Siracusano

Non solo teatro, a Siracusa


vive anche la periferia
La musica made in LEnsemble Euridice, diretta dal M Fausto Campisi, ha voluto cos festeggiare
Siracusa non solo
al Teatro Comunale. il suo primo anno di vita, con laffetto del numeroso pubblico giunto per loccasione
Infatti, nello stesso
momento in cui veniva inaugurato, lo
scorso 26 Dicembre,
dopo 57 anni di lunga
attesa, il Teatro Massimo di Siracusa,
sito in Ortigia, anche
la periferia si animava con un magnifico
concerto di Natale,
offerto dallEnsemble Euridice nella
Parrocchia di Bosco
Minniti.
LEnsemble Euridice,
diretta dal M Fausto Campisi, ha voluto cos festeggiare
il suo primo anno di
vita, con laffetto del
numeroso pubblico
giunto per loccasione.
L'Ensemble Euridice una formazione
musicale, composta
da 35 elementi, co-

stituitasi nell'ottobre
del 2015, su iniziativa di un gruppo
di giovani musicisti
della provincia di
Siracusa.
L'obiettivo comune
quello di valorizzare e diffondere un
repertorio musicale eterogeneo che
spazia dalla musica classica a quella
originale per banda,
dalle sonorit jazz e
swing alle pi celebri
colonne sonore di
film e brani di autori
contemporanei, coniugando l'espressione musicale alla
gradevolezza estetica.
La scelta del nome
Euridice, ispirato
alla mitologia greca, vuole essere un

A Lentini Natale al Museo 2016


con il coro Puerincanto

Il

30 dicembre 2016 alle 18,00 nel Museo


Archeologico Regionale di Lentini avr luogo
"Natale al Museo 2016" con il coro di voci bianche "Puerincanto" diretto dal maestro Ezio Spinoccia. Il coro composto da cinque elementi:
Sara Italia -piano, Marina Miceli-flauto, Debora
Manganaro-violino, Valeria Maria Russo-violino, Il Concerto stato organizzato dal Polo
Regionale di Siracusa per i siti e i musei archeologici-Museo Archeologico Regionale Paolo
Orsi, dai Comuni di Lentini e Carlentini, dalla
Regione Siciliana. Saranno presenti alla manifestazione l'Assessore regionale ai beni culturali e dell'identit siciliana, il Dirigente generale
del dipartimento dei beni Culturali e dell'identit siciliana, il Sindaco di Lentini Saverio Bosco
e di Carlentini Giuseppe Basso, la Dirigente
del Polo Regionale-Museo di Siracusa Maria
Musumeci.
M.G.

omaggio allo storico


Gruppo
strumentale Orfeo, diretto

dal Maestro Nino Cirinn, all'interno del


quale si sono formati

e sono cresciuti gran


parte dei musicisti
che oggi compongo-

no l'Ensemble.
Lo spirito che anima
l'Ensemble Euridice
quello di suonare e
stare insieme secondo gli insegnamenti
del Maestro Nino Cirinn, con lo stesso
incanto per la musica che fu proprio della ninfa Euridice.
Durante il concerto,
infine, lEnsemble ha
voluto ricordare limportanza del ruolo
svolto dal compianto M Nino Cirinn,
Maestro non solo di
musica ma anche di
vita, e 4 ragazzi del
Gruppo Strumentale Orfeo scomparsi prematuramente,
rendendo un omaggio floreale alle famiglie.
Il concerto, come
ormai
consuetudine ad ogni concerto di Capodanno
a Vienna, si poi
concluso tra le note
del Bel Danubio blu
di Strauss e della
marcia di Radetsky,
accompagnata dal
battito di mani del
pubblico, pronto ad
accogliere il gruppo
in altre originali performance.

Nel

Siracusano 8

Bentivogli conclude il consiglio generale


dei metalmeccanici Cisl di Ragusa Siracusa
Il segretario generale nazionale della FIM
Cisl, arrivato a Siracusa insieme al segretario
nazionale Ferdinando Uliano, ribadisce limportanza di un contratto siglato unitariamente e fortemente voluto proprio dalla Cisl

ita don Milani, ribadisce limportanza di


costruire qualcosa per
chi verr dopo, sottolinea limportanza del
recente accordo per
il Contratto nazionale, indica lintegrativo
provinciale di Siracusa
come esempio e scende nelle criticit locali.
un Marco Bentivogli a tutto tondo quello che ha concluso il
Consiglio Generale dei
metalmeccanici Cisl di
Ragusa Siracusa tenuto questa mattina nel
salone di via Arsenale.
Il segretario generale nazionale della
FIM Cisl, arrivato a
Siracusa insieme al
segretario nazionale
Ferdinando Uliano, ribadisce limportanza
di un contratto siglato
unitariamente e fortemente voluto proprio
dalla Cisl.
Oltre 1,6 milioni i lavoratori
interessati.
ha ricordato - Era il
contratto pi difficile
della storia dei metalmeccanici ma proprio

i metalmeccanici hanno saputo scrivere


una pagina importante della nuova storia
di un settore cos strategico per leconomia
del nostro Paese, cos
duramente colpito dalla crisi economica e
dai licenziamenti, oltre
300mila posti di lavoro persi, in un epoca
segnata dalla deflazione.
Il diritto soggettivo pi
importante per tutti i
metalmeccanici, dopo
quello su salute e sicurezza, - ha aggiunto
ancora - diventa quello della formazione a
partire ad esempio
da una campagna
di recupero del gap
di competenze digitali, assieme ad un rinnovato ed aggiornato
diritto allo studio. E
poi, ancora, la partecipazione dei lavoratori
e del sindacato nelle scelte strategiche
aziendali ed il welfare
integrativo che si affianca al salario.
La vicenda Comes, al

29 DICEMBRE 2016, GIOVED

Sicilia 29 DICEMBRE 2016, GIOVED

centro dellintervento
introduttivo del segretario generale territoriale Roberto Getulio,
resta la vertenza pi
delicata. Oltre 150 lavoratori coinvolti e la
necessit di salvaguardare livelli occupazionali e diritti contrattuali.
Una partita delicata
che questo sindacato
intende giocare fino
alla fine ha detto Getulio dopo avere con-

fermato, anche per


questanno, la crescita
degli iscritti alla Fim I
metalmeccanici sono
pi forti grazie al nuovo contratto siglato e
adesso ci concentreremo sullintegrativo
provinciale. Un accordo che, come conferma Bentivogli, ha fatto
scuola e che offre tutele certe a questi lavoratori.
La firma di un contrat-

iniziata, nelle commissio- Il futuro di questi lavoratori sar sicuramente migliore


ni di merito, la discussione
del Disegno di Legge n.1278
sulla stabilizzazione di tutti i
precari siciliani. Lo comunica
lOn. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione
Bilancio e Programmazione
allARS.
Dopo aver raggiunto il pareggio del bilancio, dato da molti
sottovalutato e soprattutto
non saputo spiegare ai siciliani da parte dei componenti
del Parlamento Siciliano, da
oggi comincia la corsa contro il tempo per far s che la
legge venga approvata entro
il 31 dicembre, in modo tale
che dal 1 gennaio Comuni,
Enti e la stessa Regione possano iniziare ad avviare le
procedure di stabilizzazione
che potranno diventare definitive dopo lapprovazione
del bilancio e comunque entro il 31 dicembre 2018, dal
momento che la legge, che
sia chiaro lo consente, fissa
alla fine del 2018 il termine In foto, Ars di Palermo

Vinciullo: Entro il 2018 tutti


i precari saranno stabilizzati

to , di per s, un fatto
importante ha voluto
ribadire il segretario
generale della Ust,
Paolo Sanzaro Esserci riusciti in maniera unitaria lo ancora
di pi. Lo , soprattutto, per un settore
che dalle nostre parti
continua ad essere
competitivo formando
professionalit riconosciute ovunque.

per la proroga/stabilizzazione.
Sia chiaro che tutti gli Enti che
attiveranno le procedure per
la proroga dovranno stabilire il percorso definitivo per la
stabilizzazione del personale
precario.
Sia chiaro che anche i lavoratori precari dei Comuni
in dissesto, nel nostro caso
Augusta e Lentini, saranno
interessati alle procedure di
stabilizzazione e avranno diritto alla stabilizzazione nel
rispetto dellorario di servizio
alla data del 31/12/2015.
Per tutti quei Comuni che
avranno difficolt nel recepire la norma e per tutti quei
lavoratori che non vorranno
rimanere nellEnte di appartenenza prevista la possibilit
di passare nel Resais.
chiaro che, ha concluso
lOn. Vinciullo, con lapprovazione di questo Disegno di
Legge il futuro di questi lavoratori, per decenni sfruttati ed
utilizzati in maniera inappropriata, sar sicuramente diverso e migliore.

Andato di scena
allAntico Mercato
di Ortigia
lo spettacolo
Peppe e Ciccio
D

ue
personaggi
che hanno coinvolto
il pubblico con battute travolgenti ed
un uso della propria
fisicit che mette
in seria difficolt e
talvolta
stravolge
le pi diffuse convinzioni relative al
funzionamento del
corpo umano.
Uno stravolgimento
che investe anche
le solite dinamiche
di
comico-spalla,
mai presenti nel
duo, dove le battute e le situazioni
comiche sono state
palleggiate dalluno
allaltro portando a
rapidi ribaltamenti
ed ad una continua
tensione comica.
Con loro si scoperto Il metodo pi
innovativo per concedersi una vacanza a costo zero!
Riuscire a viaggiare con l'immaginazione
tramite
un passo stata
la geniale idea di
Peppe e Ciccio; un
susseguirsi di situazioni comiche che
hanno
permesso
di visitare il mondo
ma dal punto di vista di due cialtroni
spensierati... I loro
viaggi sono spesso
accompagnati
da
spiacevoli incontri
di un personaggio
misterioso...minkia
lo scozzese.
Durante lo spettacolo si sono cimentati anche nei ruoli
di due attori che
vanno ad interpretare film di qualsiasi
genere.
Lo spunto comico
sono state proprio
le classiche scene
stereotipo di ogni
film. Naturalmente
nulla di serio uscito uscire dalla loro
bocca... Sono state
delle "prime visioni
inedite".
Un ora ed un quarto
di risate che hanno
tenuto incollati alle
sedie grandi e piccini!!

questo il titolo di
una breve rappresentazione teatrale,
che
lAssociazione dei Rosolinesi in
Siracusa del Presidente Corrado Di Stefano, con al fianco la
gentile consorte, signora Corradina, ha
proposto ai suoi iscritti. Egli ha, inizialmente, rivolto un saluto ai
presenti, ha ringraziato gli sponsor e,
soprattutto, ha rivolto
un affettuoso augurio
ai Rosolinesi Argentini di Santa Fe, del
Canada e dell'Associazione Rosolinesi in
Piemonte, con i quali
intercorrono assidui
e fraterni rapporti. A
questo punto ha avuto inizio lo svolgimento della serata, nei
vari momenti in essa
programmati.
Sotto la regia e la partecipazione di Agostino La Fata, il gruppo
teatrale dellANTEAS
di Siracusa ha suggerito una riflessione sul
Natale, che vuole essere un ritorno al suo
valore originale, oggi
in gran parte sopraffatto da consumismo,
sulla pi importante
festa della Cristianit.
Lattenta partecipazione del nutrito numero dei presenti,
associati e loro ospiti,
ha accompagnato la
proposizione del testo e ha creato i presupposti per il seguito
della serata, svoltosi

Tra

le infinite scacciate, impanate, pizze,


etc., ce n' una che non
trova riscontro in nessun altro posto - se non
come variazione della
ricetta di base - ed
appunto per la sua prerogativa squisitamente
popolare e per la raffinatezza del gusto; la
cosiddetta a "'nfigghiulata" di Rosolini. Come
tutti gli altri "pezzi" del
genere, la "'nfigghiulata" parte dalla pasta lievitata che, distesa sullo
spianatoio, attraverso
una sapiente manipolazione, assume la forma
di un disco del diametro
di circa trenta centimetri
e del peso di circa mezzo chilo.
La prima operazione il
battesimo dell'olio puro
d'oliva che viene versato abbondantemente
fino ad all'assorbimento
per quasi tutto lo spessore di circa mezzo
centimetro : La base
quindi della specialit
costituita da un disco

Sicilia 9

Nel

Siracusano

Un Natale diverso: la luce vede le tenebre;


l voglio andare... e viene sulla Terra!

Sotto la regia e la partecipazione di Agostino La Fata, il gruppo teatrale dellANTEAS di Siracusa


ha suggerito una riflessione sul Natale, che vuole essere un ritorno al suo valore originale

In foto, un momento dellevento

allinsegna di una gioiosa conviviale, nella


quale si sono sapientemente
intrecciati
valori legati alla tra-

dizione, rappresentati
da alimentazione e
dialetto. In particolar modo sono stati
compresi i significati

Descritta da Gioacchino Lentini

La nfigghiulata
di Rosolini

d'oro i cui riflessi lasciano intuire prima ancora del riempimento la


ricchezza di ingredienti
che debbono colmarla.
Tutto il disco viene
quindi cosparso di un
sottile stato di ricotta,
preferibilmente "tuma",
e in ogni direzione,

dalla circonferenza al
centro e viceversa si
dissemina una salsetta
di pomidoro piuttosto
piccante accompagnata
da una buona porzione
di cipolla sottilissima e
affettata minutamente,
mentre alcuni spruzzi di finocchio secco

etimologici e culturali
dei termini dialettali
che indicavano il cibo
caratteristico dei Rosolinesi della serata

del 24 Dicembre: a
nfigghiulata e il suo
modo particolare di
confezionamento,
consistente nel modo

di gnutticarla. Si
preso atto che questi
termini
apparentemente di umili origini,
invece, le origini le
hanno pi che nobili,
risalendo alla Lingua
Greca. Forse anche
per questo, oltre che
per la loro intrinseca
bont, i piatti delle vivande sono stati particolarmente apprezzati. stata la volta,
poi, del gruppo musicale Ansemula del
maestro Salvatore Di
Pietro, che ha proposto brani della tradizione locale, la maggior parte dei quali
in tema col Natale,
che i presenti hanno
seguito con evidente
partecipazione. Ha
fatto seguito lestrazione di premi messi
a disposizione dalla
Presidenza e il gioco
della tombola, con i
noti premi che vanno
dallambo al premio
finale. La gradevole
serata si conclusa
con lo scambio degli
auguri per le prossime festivit.

o, meglio, di finocchio
"selvatico" completano
la struttura di base. L'ingrediente pi robusto e
che d un sapore principe a tutta la "'nfigghiulata" la salsiccia di
maiale, preferibilmente
secca e affettata in dischetti di vario spessore.
A seconda dei diversi
gusti e delle diverse
" " (pastori, contadini,
massaie, e ricche signore) si pu aggiungere aglio frantumato,
prezzemolo e notevole
quantit di pepe, o anche della mozzarella
o prosciutto: Quindi si
procede al cosiddetto
"agnutticamento", cio
al riempimento del primo lembo e di quelli
successivi fino a creare una "pizza" a diversi
strati; la "'infigghiulata".
L'
"agnutticamentu"
comincia da un punto
qualunque della circonferenza del disco ripieno. Sulla prima piega
di circa un quarto del
diametro, si depongono

dopo altro versamento


d'olio gli stessi ingredienti di base e quindi
con la stessa tecnica si
procede alla seconda e
terza piegatura. Si ha
cos una riduzione del
disco a quattro strati
o fogli ripieni che danno l'idea di un vigoroso "pasticcio" ricco di
una notevole variet
di ingredienti, ognuno
con un suo particolare
sapore,che nell'insieme creano un sapore
composito di effetto
sorprendente. Le parti
terminali del disco di
pasta gi "ripiena" e
in imbottita, sono piegate in bordi di varia
forma, con i cosiddetti
"pizzicanneddi"
che
oltre ad avere una funzione di contenimento
conferiscono maggiore eleganza alla figura della "'nfigghiulata"
che ormai ha una forma rettangolare, ben
rigonfia,della lunghezza di circa 28 centimetri e della larghezza di
circa 7, con lo spessore

pi marcato al centro e
digradante verso i bordi.
La migliore "'nfigghiulata" deve cuocere in
forni a legna e non pi
di dieci minuti.
Un tale mastodontico
"pasticcio" pu benissimo sostituire un
pranzo o una cena e
se accompagnato da
un vino genuino, quale
possibile trovare anche
a Rosolini,resta un cibo
unico ed insostituibile.
A freddo poi conserva i
suoi molteplici sapori e
pu essere facilmente
affettato trasversalmente in pezzi compatti che
i contadini preferiscono
anche a colazione prima di iniziare le fatiche
dei campi.
Questa pregevole specialit casereccia ora
entrata anche nelle trattorie, nelle rosticcerie e
nelle tavole calde di Rosolini, in uso ancora
nelle campagne dove
essa ebbe origine, tra
i contadini dell'antico
feudo.

Speciale 10

Il Natale una festa

di Luce. Fin da quando, duemila anni fa, la


stella si pose in alto
a rischiarare il cammino di coloro che si
recavano dal fanciullo
di Betlemme, per arrivare ai giorni nostri,
ove le tradizionali luci
natalizie illuminano e
rallegrano lanimo di
coloro che festeggiano il Natale. La Luce
della cometa simboleggiava la Luce del
Mondo, il Salvatore,
il Figlio di Dio, che
veniva sulla terra per
portare la Sua Luce!
Il Vangelo secondo
Giovanni, al capitolo
1:1-5, molto chiaro in tal senso: Nel
principio era la Parola, e la Parola era
con Dio, e la Parola
era Dio. Essa era
nel principio con Dio.
Ogni cosa stata fatta per mezzo di lei; e
senza di lei neppure
una delle cose fatte
stata fatta. In lei era
la vita; e la vita era la
luce degli uomini; e
la luce splende nelle
tenebre, e le tenebre
non l'hanno ricevuta.
La Parola, come simbolicamente Giovanni
chiama Ges Cristo,
era la Vita e la Luce
degli uomini! Ma in
cosa consiste questa
Luce?
Oltre alla luce delle lampadine e delle
decorazioni natalizie,
vi un altro tipo di
luce che il Bambino
di Betlemme ci invita
a ricercare e ad accogliere nella nostra
vita: si tratta della
Luce di Cristo, la Carit.
Possiamo immaginare i gesti, le situazioni
nelle quali la Luce del
Cristo risplendeva durante la Sua esistenza terrena: nel sollevare amorevolmente
la donna dal flusso
di sangue, la figliola
di Jairo, il giovane indemoniato, lo storpio,
il cieco, incrociando
con amore infinito il
loro sguardo smarrito; nel guardare negli
occhi ladultera, per liberarla dai suoi accusatori, nel sostenere
ed insegnare ai Suoi
discepoli ogni giorno, nel sanare lorec-

Sicilia 29 DICEMBRE 2016, GIOVED

29 dicembre 2016, gioved

Sii una luce


Il Natale festa di Luce
La Luce della cometa simboleggiava la Luce del Mondo, il Salvatore,
il Figlio di Dio, che veniva sulla terra per portare la Sua Luce

chio della guardia nel


Gestsemani, la stessa guardia che insieme ad altre lo stava
arrestando per portarlo al patibolo. Ges
ci ha fornito lesempio
di amore perfetto, ed
in ci consiste la Vita

che fanno volontariato verso i poveri,


di coloro che donano
il sangue, dei figli e
dei nipoti che vanno
a trovare i nonni o gli
zii anziani per portare
loro un po di gioia ed
allegria, di coloro che

dallodio, dallincomprensione e dallindifferenza. Tali tristi


sentimenti non sono
altro che le tenebre
di cui parla levangelista, che la Luce
di Cristo dissipa con
la Sua sola presen-

di una persona con


un animo invaso dalle
tenebre? Possiamo
riflettere su un altro
aspetto illuminante
del Natale: si tratta
della festa del Bambino Ges. E dunque
la festa di tutti i bam-

La Parola,
come simbolicamente Giovanni chiama
Ges Cristo,
era la Vita e
la Luce degli
uomini! Ma in
cosa consiste
questa Luce?

e la Luce del mondo.


E possibile per noi
seguire tale esempio
meraviglioso
nella
nostra vita?
A volte possiamo
sentirci
scoraggiati
o inadeguati nel paragonarci al modello
del Salvatore, ma ci
sono oggi tantissimi
esempi di vita che
nella loro semplicit
emulano le gesta della Luce del Mondo.
Parliamo di coloro

lavorando offrono un
servizio di umanit ed
empatia verso coloro
che soffrono, come
gli infermieri, i medici, gli ausiliari, come
chi lavora a contatto con i migranti ed i
poveri nei tanti centri
di accoglienza sparsi
sul territorio, ed a chi
sa
semplicemente
offrire un sorriso ed
uno sguardo di comprensione nel nostro
mondo
martoriato

za. Ricordiamoci a
tal proposito che la
Luce e le tenebre non
possono
coesistere: o lasciamo posta
alluna o accogliamo
le altre. Come potremmo
descrivere
meglio lanimo di chi
ha astio verso il proprio prossimo, che
vede il male in ogni
angolo, che non in
grado di offrire amicizia ed amore verso il
diverso, se non come

bini! Quali sono le caratteristiche dei bambini che pi amiamo?


Essi sono innocenti,
o incapaci di pensare
il male. Essi non prestano attenzione alla
diversit, ma essa li
incuriosisce ed attira. Essi non tramano
alle spalle degli altri.
Essi sanno sorridere
e giocare e condividere! Essi sanno
amare, abbracciare,
includere. Se unom-

Certo,

bra passa a turbare il


loro volto, in un batter
docchio essa viene
dimenticata. Osservare dei bambini che
interagiscono insieme
una delle esperienze pi istruttive che si
possano fare su come
lumanit dovrebbe
cercare di affrontare
la vita e le relazioni.
Per tutte queste ragioni, come ci racconta Luca levangelista
al capitolo 18:16-17,
il Salvatore ebbe a
dire: Ma Ges chiam a s i bambini, e
disse: Lasciate i piccoli fanciulli venire a
me, e non glielo vietate, perch di tali il
regno di Dio. In verit
io vi dico che chiunque non avr ricevuto
il regno di Dio come
un piccolo fanciullo,
non entrer punto in
esso. Per concludere queste semplici
riflessioni sul Natale,
laugurio sincero che
ognuno dovrebbe fare
proprio e condividere
proprio questo: di
essere una luce nelle piccole cose, e di
seguire lesempio del
Salvatore nelle azioni
quotidiane, cercando
di coltivare la stessa
innocenza di un piccolo fanciullo. Molti
si diranno: ma essere
buoni spesso ci porta a permettere agli
altri di approfittare di
noi.
E una corretta riflessione, ma ad essa
manca qualcosa: se
essere buoni ci porta
a rischiare in qualche
circostanza di essere
ingannati, ma generalmente di vivere in
armonia con gli altri,
a cosa ci porta invece NON essere buoni, e dunque essere
cattivi? Ci porta solo
verso la tristezza, la
cupidigia, lorgoglio e
la solitudine. Coltiviamo dunque lo Spirito
del Natale e la Luce
di Cristo, ed Egli col
Suo infinito amore
colmer anche quelle
poche occasioni in cui
potremo essere feriti
o sentici amareggiati.
Pierluca Nudo
Vescovo del rione
di Siracusa della
Chiesa di Ges Cristo dei Santi degli
Ultimi Giorni

quello che
affronteremo fra qualcheora non il Foggia
di Zeman, quello dei
Francescio Mancini,
Pasquale Padalino,
Maurizio Codispoti,
Roberto Rambaudi,
Francesco
Baiano
e Giuseppe Signori,
quel Foggia rivelazione che se di gol
ne riceveva tre, a sua
volta era capace di
farne quattro. Nacque cos Zemanlandia con divertimento
incorporato e assicurato. Purtroppo quel
Foggia non c pi e
al suo posto c quello odierno che naviga
con alterna fortuna
in Lega Pro, riuscendo a farsi staccare di
due punti dal terzetto
di testa composto da
Matera, Lecce e Juve
Stabia che rispetto
ai satanelli, come
emerso anche nellincontro di andata col
Siracusa, dimostrano
di avere una marcia
in pi. Questo non significa che il Foggia
non abbia un gioco
e gli uomini giusti per
attuarlo. A cominciare
da capitan Agnelli, a
Sarno, a Mazzeo e
a Chiric, Giovanni
Stroppa ha un organico di primissimo ordine, come si addice ad
una squadra nata per
il salto in B, per tacere dei propositi della
dirigenza di rafforzare ancora la squadra
con la riapertura delle
liste per dare al tecni-

Sicilia 11

Sport

Con Sottil certo di una prova maiuscola dei suoi

Un pari allo Zaccheria? Tutto oro colato


Senza mettere limiti alla provvidenza
Molto dipender nel Siracusa dalla tenuta del sostituto di Turati, perch il Foggia
punter sul suo attacco-mitraglia per vincere e restare sulla scia del terzetto di testa

Lo stadio Pino Zaccheria di Foggia

co altre chance di affermazione. Tutto ci


sta a significare che
lavversario che trover oggi il Siracusa
non sar per niente in
vena di concessioni,
nonostante lassenza
del brasiliano Alan
Pereira Empereur, e
lotter per assicurarsi i tre punti e mantenersi sulla scia del
terzetto di testa. Tutto
questo Sottil lo sa, ma
non intende assolutamente considerare il
suo Siracusa come

Battuto lo Sport Club Gravina per 61-28

una vittima sacrificale. Certo non sar


un Siracusa al gran
completo mancando
di Turati, sostituito
probabilmente da Filosa, di Longoni e di
Dezai. Assenze pesanti che si ripercuoteranno sicuramente
su una squadra che
specialmente in trasferta soffre terribilmente, ma che da
sole non possono far
pendere lago della
bilancia per i padroni
di casa senza il con-

corso dellabulia che


spesso e volentieri si
impadronisce
degli
azzurri fino a determinarne la sconfitta.
Un fenomeno non
nuovo per un allenatore al quale non
sfugge nulla e che
avr
sicuramente
consigliato qualche
accorgimento in pi
specialmente nel reparto di centrocampo,
ove due elementi per
bloccare sul nascere
le manovre di Chiric,
di Mazzeo e di SaintMaza, potrebbero anche non bastare. Ma
Sottil sapr buttare
nella mischia un certo
Toscano che a Foggia
potrebbe risultare utilissimo, specialmente
in una fase del campionato in cui anche
i pareggi potrebbero
portare acqua al mulino della salvezza. E
un pareggio al Pino
Zaccheria sarebbe
tutto oro colato. Senza mettere ovviamente limiti alla provvidenza.
Armando Galea

I tifosi introducevano e facevano esplodere 7 petardi

Basket, il Cocus Club Siracusa Nuova tegola al Siracusa


brinda con la vittoria il 2016 una multa da 5.000 euro
Il Cocus Club Siracusa chiude

al meglio il 2016 con una vittoria importante nella prima giornata di ritorno del campionato
di serie C Silver contro lo Sport
Club Gravina.
Match iniziato con moltissimi
errori, palle perse ed un continuo rincorrersi da una parte allaltra del campo. Il primo
tempo si chiuso con il risultato di 27-16 per la Cocus con
Di Trapano gravato di 3 falli e
il coach Marletta in cerca di
concentrazione, soluzioni e
pazienza.
Il terzo quarto ha per segnato la svolta del match per gli
aretusei che sono riusciti a mostrare il vero gioco di cui sono
capaci, schemi, tiri ed ottima
difesa. Ad agevolare il tutto
il solito Di Trapano show con
cambi di direzione, accelerazioni e penetrazioni vincenti e
le prodezze di Bonaiuto, Bellofiore e Sorrentino. Questulti-

Il team Cocus club.

mo, protagonista di uno scontro fortuito con un avversario


dove ha avuto la peggio, stato costretto ad abbandonare il
campo dirigendosi in ospedale
per accertamenti.
Ultimo tempo di amministrazione per gli aretusei che sono
riusciti a chiudere il match con

Piove sul bagnato dopo la multa


di 2500 euro con la partita del Catania ne arriva unaltra pi pesante sul Siracusa che fa letteralmente saltare dalla sedia il presidente
Cutrufo. Il giudice sportivo ha sanzionato per 5.000 euro la societ
azzurra perch propri sostenitori
introducevano e facevano esplodere, lanciandoli nel settore occupato dai tifosi ospiti, sette petardi
di notevole potenza, senza conseguenze.
Poco tiene lalibi della provocazione, comunque esistente perch
anche i tifosi peloritani non sono
stati esenti da comportamenti
degni di multa. Ma se persino il
Questore di Siracusa, presente al
derby, ha minacciato di usare la
mano pesante verso la gradinata
il problema esiste.
Con le decine di migliaia di euro
che abbiamo speso per pagare
queste multe avremmo potuto
fare cose molto pi utili. Mi dispiace ma non riesco assolutamente a

intravedere nulla di minimamente


sensato in questi comportamenti,
sbotta il presidente del Siracusa.
Che su goalsicilia.it arriva persino
ad ipotizzare un piano preciso per
danneggiare la societ. Ritengo
che ci sia la netta consapevolezza di arrecarci un danno, a noi ed
a chi impegna molte risorse per
mantenere questo spettacolo. La
reazione della societ non pu
essere che mettersi a disposizione delle autorit competenti per
smascherare questi incivili. Noi
allo stadio non li vogliamo.
Accolgo con grande piacere la
notizia del via libera al mutuo acceso dall'amministrazione comunale per la realizzazione del manto sintetico al Nicola De Simone.
Un impegno che va nel segno del
rinnovamento che la mia societ
non pu che accogliere favorevolmente. Lo ha detto il presidente
del Siracusa, Gaetano Cutrufo
che ha lodato l'impegno dell'amministrazione Garozzo.

SiracusaCity 12

Sicilia 29 dicembre 2016, gioved

Comune di Siracusa e Caritas


insieme per le persone svantaggiate

omune di Siracusa
e Caritas insieme per
favorire l'inclusione
sociale per persone
svantaggiate,
con
particolare riferimento ai disagi abitativi.
Sull'iniziativa stato
approvato un protocollo d'intesa per sviluppare nuove pratiche e servizi inerenti
l'Abitare sociale. I
dettagli
dell'iniziativa sono stati illustrati
nel corso di una conferenza stampa che
si tenuta stamane,
nella Sala stampa
"Archimede" di piazza
Minerva.
Erano presenti l'assessore alle Politiche
sociali e alla Famiglia,
Giovanni Sallicano e
don Marco Tarascio,
responsabile
della
Caritas diocesana.
Labitazione un
sogno di molti sempre pi, un portato
della crisi che stiamo
vivendo, per cui dopo
vari incontri con i responsabili della Caritas,
specialmente
con padre Marco Ta-

Spettacoli

Pronto un budget che si divider tra Comune e Caritas, per il 2017 sono
previsti 40.000 euro: 20mila a carico del comune e 20mila a carico della Caritas
rascio siamo riusciti
ad addivenire ad una
virtuosa sinergia tra
lente pubblico, quindi
il comune e la Caritas
Diocesana e c sembrato necessario mettendo da parte stupidi
egoismi che non rendono assolutamente
possibile intervenire
su questa situazione
- lo afferma lassessore alle Politiche sociali e alla Famiglia,
Giovanni Sallicano -.
Ora, noi non diamo
con questo accordo case popolari, ci
rivolgiamo ad una
platea di cittadini anche della cosiddetta
area grigia, che non
possono
accedere
al mercato privato
nemmeno a quello
calmierato e neanche
possono aspirare ad
una
assegnazione
di case di edilizia residenziale pubblica
perch magari sono
soli, perch non po-

In foto, lincontro di ieri mattina alla sala Archimede.

tranno mai aspirare


ad un punteggio utile
a questi fini e ha una
connotazione diversa
rispetto al passato.
Non vogliamo che lutente sia un soggetto
passivo di questo intervento - dice Sallicano -, deve essere
un soggetto attivo,
deve possibilmente
cercarsi lui labitazione che confacente

co-servizio Comune
Caritas che prevede
la formazione di un
budget che si divider a met tra Comune
e Caritas, per il 2017
sono previsti 40.000
euro, 20mila a carico
del comune e 20mila
a carico della Caritas
che come ente morale si far garante nei
confronti dei proprietari delle case e tra

Sicilia 29 dicembre 2016, gioved

Su Rai 3 L'incredibile vita di Timothy Green; Non hai scelta - Il coraggio di una madre su Rete 4

Il mio vicino del piano di sopra su Rai 1, Il signore dello zoo su Rai 2
Alessandra Amoroso - Vivere a colori su Italia 1, Zelig event su Canale 5
Film su Rai 1 alle
21.15 la serie tv "Il
mio vicino del piano di sopra" Bruno
Gargiulo (Sergio
Rubini) 45 anni,
designer sognatore
e disoccupato decisamente depresso
e Claudia Pessini
(Barbora Bobulova) 35 anni, grintosa, cinica, "workaddicted" ceo di
una multinazionale
abitano nello stesso stabile di lusso
ma non si sopportano. Claudia ha
comprato l'attico e
il superattico che
pero' e' ancora abitato da Bruno.
Film su Rai 2 alle
21.10 "Il signore
dello zoo" Guardiano dello zoo timido e romantico

ai suoi bisogni, deve


impegnarsi a trovare
assieme alle istituzioni e assieme alla
Caritas un percorso
per linclusione sociale, comunque impegnarsi anche nelle necessit, anche
attraverso la Caritas
si manifestano e si
cerca di calmierare
appunto. Tutto questo
ha trovato sfogo nel

laltro consentir anche la fuori uscita dal


fenomeno dei contratti di locazione in
nero, quindi un effetto virtuoso anche in
questo senso - continua Giovanni Sallicano -. Ci sar possibilit secondo i nostri
calcoli di una decina
di famiglie che possano essere favorite
da questo strumento,
non necessario che
uno stesso nucleo o
una stessa persona
debba restare per un
anno, anche possibile che la necessit
sia soltanto per dire
di 6 mesi ecco quindi
la filosofia diversa rispetto le assegnazioni delle vecchie case
popolari e dinamica
e si va incontro alle
necessit, ma queste necessit devono
essere condivise per
cercare di far rientrare almeno nella societ civile le persone
con queste difficolt
di carattere economico e di carattere
sociale.

si fa consigliare
dai suoi amici animali su come riconquistare la sua
bella innamorata
dopo che stato
mollato quando le
ha chiesto di sposarlo.
Commedia su Rai
3 alle 21.10 con
"L'incredibile vita
di Timothy Green"
Jim e Cindy Green
sono felicemente
sposati e sognano
il momento in cui
potranno
finalmente coronare il
sogno di diventare
genitori, immaginando come possa
cambiare la vita e
fantasticando su
come possa crescere il loro bambino. Una sera,
durante un tempo-

rale che sconvolge


l'intera cittadina di
Stanleyville, dove
anche loro vivono,
il piccolo e sconosciuto Timothy
bussa alla loro porta e lo accolgono in
casa. Da quel momento i Green imparano che le cose
piu'
incredibili
possono accadere
quando meno le si
aspetta.
Seconda puntata su Rete 4 alle
21.10 della miniserie "Non hai scelta - Il coraggio di
una madre" Nella
ricerca spasmodica
di Tara, Alice commette azioni che
la fanno diventare
una sospettata. Le
indagini condotte da Pistillo e dai

Cinema a Siracusa Indirizzi utili a Siracusa


AURORA - Belvedere
(0931-711127) ore 18:30 20:30
FLORENCE
PLANET VASQUEZ (0931/414694)
ore 16:00 18:00
POVERI MA RICCHI
ore 18:00 20:00 21:00
NATALE A LONDRA - DIO SALVI LA REGINA
ODEON - Avola
(0957833939) ore 19:30 21:30
LA CENA DI NATALE

suoi uomini cercano di fare luce sui


rapporti familiari
della dottoressa.
Molte
domande
sono senza risposta.
Guardando
alcune foto, Alice intuisce dove
potrebbe
essere
la sua bambina:
nello chalet dove
trascorreva le vacanze estive con la
famiglia.
Show su Canale
5 alle 21.10 con

TAXI: Stazione centrale T. 0931/69722; Via Ticino


T. 0931/64323; Piazza Pancali T. 0931/60980
PRONTO INTERVENTO:
Soccorso pubblico di emergenza 113;
Carabinieri (pronto intervento) 112;
Polizia di Stato (pronto intervento) 495111;
Vigili del fuoco 481901; Polizia stradale 409311;
Guardia di Finanza 66772; Croce Rossa 67214;
Municipio 451111; Prefettura 729111;
Provincia 66780; Tribunale 494266; Enel 803500;
Acquedotto 481311; Soccorso Aci 803116;
Ferrovie dello Stato (informazioni) 892021;
Ospedali 724111; Centro antidroga 757076;
Pronto Soccorso (ospedale provinciale) 68555; Aids
(telefono verde) 167861061;
Ente Comunale assistenza 60258

"Zelig event" Zelig


compie 20 anni in
tv, un record unico: mai nessuna
trasmissione di intrattenimento con
taglio comico
stata cos longeva.
Per questo Zelig
ha deciso di festeggiare un compleanno cos importante
con 4 appuntamenti Zelig Event
che racchiudano il
meglio dei numeri,
degli artisti e della

filosofia di Zelig.
Film su Italia 1
alle 21.10 "Alessandra Amoroso
- Vivere a colori
tour" Alessandra
Amoroso - Vivere a colori tour, il
concerto sold out
dellartista salentina al Mediolanum
Forum di Assago, a
chiudere gli appuntamenti del 2016
con la grande musica di Italia 1.
Film su La7 alle