Sei sulla pagina 1di 80

I

TRUCK
13TR4400
RELEASE 0.0

08/01/2002

MOD. 4400 TRUCK

ISTRUZIONI D'USO
STANDARD OPERATION INSTRUCTIONS
INSTRUCTION POUR L'EMPLOI
BEDIENUNGSANLEITUNG
MODO D'EMPLEO
INSTRUES DE USO

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Gentile Cliente, complimenti per la scelta fatta !


L'apparecchio da Lei scelto fa parte della gamma MOTORSCAN e racchiude
tutta la tecnologia e l'esperienza che il nostro staff ha acquisito in anni di
esperienza.
L'apparecchio da Lei scelto costituisce un utile strumento di lavoro per la
soddisfazione Sua e dei suoi clienti.
La MOTORSCAN lieta di poterLa inserire fra i propri clienti e spera di
soddisfare con questa apparecchiatura, o con apparecchiature future le Sue
esigenze.
La MOTORSCAN si augura che anche l'inserimento al proprio interno del
nuovo sistema qualit ISO 9000 contribuisca alla sempre maggiore soddisfazione
del Cliente.
I nostri rivenditori autorizzati e il nostro " SERVIZIO CLIENTI " saranno lieti di
rispondere ad ogni Vostra domanda.

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Blank page.

Release 0.0

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

INDICE

SICUREZZA
INTRODUZIONE
1.1 DESCRIZIONE DEL PRODOTTO ............................................................................................................ 1
1.2 INTRODUZIONE .................................................................................................................................. 1
DATI TECNICI ........................................................................................................................................... 2

MODI DI FUNZIONAMENTO
FUNZIONAMENTO NORMALE .................................................................................................................... 1
FUNZIONAMENTO A RUOTA INDIPENDENTE.............................................................................................. 1
FUNZIONAMENTO AUTOMATICO .............................................................................................................. 1
FUNZIONAMENTO A TRAZIONE INTEGRALE .............................................................................................. 2
MISURAZIONE OVALIZZAZIONE ......................................................................................................... 2

OPZIONI
CONTROLLO DELLA CONVERGENZA ......................................................................................................... 1
Sensori senza cavo ............................................................................................................................ 2
Trasmettitore Mesra tipo I................................................................................................................. 3
Trasmettitore Mesra tipo II ............................................................................................................... 3
PROTEZIONE FOSSA.................................................................................................................................. 5

UTILIZZO DEL BANCO DI PROVA


AVVERTENZE GENERALI .......................................................................................................................... 1
USO MEDIANTE LA TASTIERA SULLUNITA DI VISUALIZZAZIONE................................................. 1
USO MEDIANTE IL TELECOMANDO A RAGGI INFRAROSSI .......................................................................... 2
Modi di funzionamento ..................................................................................................................... 2
Programmi di prova........................................................................................................................... 3
Immissione pesi................................................................................................................................. 4
Immissione delle pressioni di calcolo................................................................................................ 4
Funzioni di memorizzazione ............................................................................................................. 5
Ripetizione visualizzazione............................................................................................................... 6
Versioni di stampa............................................................................................................................. 7
Cancellazione .................................................................................................................................... 8
Commutazione della visualizzazione sensori supplementari / frenata .............................................. 8
Commutazione dai sensori supplementari PM/PX al dispositivo di controllo forza pedale.............. 9
Interruzione delle immissioni ............................................................................................................ 9
Immissioni per il rimorchio ............................................................................................................. 10

INDICE

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

PROGRAMMI DI PROVA
PROGRAMMA DI PROVA 6: CONTROLLO TACHIMETRO ............................................................................. 1
Programma Semmler ........................................................................................................................ 2
Generalit .................................................................................................................................... 2
Funzionamento ............................................................................................................................ 2
Altri programmi di controllo tachimetro........................................................................................... 3
PROGRAMMA DI PROVA 7: CONTROLLO PRESSIONE ARIA DELLE PRESSIONI DI COMANDO / MISURAZIONE
FRENO AUTOMATICO IN FUNZIONE DEL CARICO (ALB) ........................................................................... 3
Avvertenze generali .......................................................................................................................... 3
Avviamento del controllo assi........................................................................................................... 4
Memorizzazione dei risultati............................................................................................................. 4
Ripetizione visualizzazione............................................................................................................... 5
Cancellazione.................................................................................................................................... 5

AVVERTENZE PER LA VALUTAZIONE


CALCOLO ESTIMATIVO A DUE PUNTI........................................................................................................ 1
Calcolo estimativo BSU.................................................................................................................... 3
Calcolo estimativo freno di stazionamento ....................................................................................... 4
Grafico completo .............................................................................................................................. 4
Slittamento freno di stazionamento?................................................................................................. 4

BREVI ISTRUZIONI
BREVE DESCRIZIONE DI UNA PROVA COMPLETA ...................................................................................... 1
Selezione programma - visibile sullLCD destro (per esempio P1).................................................. 1
Memorizzazione di una misurazione della convergenza................................................................... 2
Immissione della pressione di calcolo per il veicolo completo......................................................... 2
Controllo freni................................................................................................................................... 3
Entrata nel banco di prova ed avviamento dei motorini .............................................................. 3
Aumento della forza frenante fino al disinserimento dei motorini .............................................. 3
Calcolo estimativo BSU SI/NO ....................................................................................................... 3
Memorizzazione dei risultati............................................................................................................. 3
Cancellazione.................................................................................................................................... 4
Immissione pesi........................................................................................................................... 4
Versioni di stampa ............................................................................................................................ 5
IMPORTANTI FUNZIONI SUPPLEMENTARI.................................................................................................. 5
Immissioni per il rimorchio / semirimorchio .................................................................................... 5
Rilevatori automatici per laria compressa PM/PX........................................................................... 6
Rilevatori per laria compressa PM/PX con cablaggio................................................................ 6
Rilevatori per laria compressa PM/PX ad onde radio ................................................................ 6
Ripetizione visualizzazione............................................................................................................... 6
Misurazione ovalizzazione................................................................................................................ 7
Procedure per il calcolo estimativo ................................................................................................... 7
Commutazione visualizzazione sensori supplementari / frenata....................................................... 8

ii

INDICE

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

SICUREZZA

Questa pubblicazione potrebbe contenere imprecisioni tecniche o errori tipografici.


Le correzioni relative saranno incluse nelle nuove edizioni della pubblicazione.
La MOTORSCAN si riserva il diritto di apportare miglioramenti o modiche al prodotto o al programma
descritto nel manuale in qualsiasi momento e senza preavviso.
E' possibile che questo manuale contenga riferimenti o informazioni su prodotti MOTORSCAN
(macchine e programmi) e servizi non ancora annunciati. Tali riferimenti o informazioni non possono
significare in alcun modo che la MOTORSCAN intende annunciare tali prodotti, programmi o servizi.
Richieste di ulteriori copie di questo prodotto o informazioni tecniche sullo stesso vanno indirizzate ad
un rivenditore autorizzato o ad un rappresentante commerciale MOTORSCAN .
Questa pubblicazione non dovr essere riprodotta o distribuita, interamente o in parte, senza preventiva
autorizzazione scritta da parte della MOTORSCAN .
Per commenti ed informazioni relativi a questa pubblicazione rivolgersi a :

MOTORSCAN S.p.A.
Str. Martinella, 28/A
43100 PARMA
Tel. 0521-266211
Fax 0521-266259

SICUREZZA

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

INFORMAZIONI GENERALI
I riferimenti contenuti in questa pubblicazione relativi a prodotti, programmi o servizi MOTORSCAN
non implicano che la MOTORSCAN intenda renderli disponibili in tutti i paesi in cui opera.

Qualsiasi riferimento a programmi su licenza d'uso o ad altri prodotti o servizi MOTORSCAN


contenuto in questa pubblicazione non significa che soltanto tali programmi e/o prodotti possano essere
usati. In sostituzione a quelli forniti dalla MOTORSCAN possono essere usati prodotti, programmi o
servizi funzionalmente equivalenti che non comportino violazione dei diritti di propriet intellettuale o di
altri diritti della MOTORSCAN .
E' responsabilit dell'utente valutare e verificare la possibilit di utilizzare altri programmi e/o prodotti,
fatta eccezione per quelli espressamente indicati dalla MOTORSCAN.
La MOTORSCAN pu avere brevetti o domande di brevetti in corso relativi a quanto trattato nella
presente pubblicazione. La fornitura di questa pubblicazione non implica la concessione di alcuna licenza
su di essi.
Chi desiderasse ricevere informazioni relative a licenze pu rivolgersi per iscritto alla MOTORSCAN
(indirizzo nella pagina precedente).

I termini, contrassegnati in questa pubblicazione da un asterisco (*), sono marchi della MOTORSCAN.
I termini, contrassegnati in questa pubblicazione da un doppio asterisco (**), sono marchi di altre
societ.

SICUREZZA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA PERSONALE

PERICOLO DI ASFISSIA

MOTORI A BENZINA
I gas di scarico degli autoveicoli a benzina contengono monossido di carbonio, un gas incolore e inodore
che se inalato pu provocare gravi problemi fisici.
Occorre avere particolare attenzione se si lavora all'interno di fosse, poich alcuni componenti dei gas di
scarico sono pi pesanti dell'aria e quindi si vanno a depositare sul fondo della fossa.
Fare attenzione anche ai veicoli con impianti a gas.
MOTORI DIESEL
Il gas di scarico emesso da un motore diesel ha una composizione non sempre uguale. Essa pu cambiare
in base a: tipo del motore, di aspirazione, delle condizioni d'uso e della composizione del carburante.
Lo scarico diesel composta da gas (CO, CO2, NO e HC) e da particolato (fuliggine solfati e PAHs).
Le piccole particelle di carbonio che formano la fuliggine restano sospese nell'aria e quindi sono
respirabili. Inoltre sono presenti, anche se in piccole quantit, componenti tossici.
MISURE DI SICUREZZA:
- Provvedere sempre ad una buona ventilazione ed aspirazione (soprattutto nelle fosse).
- In locali chiusi azionare sempre l'impianto di aspirazione.

PERICOLO DI SCHIACCIAMENTO

Se i veicoli non sono correttamente bloccati mediante sistemi meccanici, esiste il rischio di essere
schiacciati contro un banco da lavoro.

SICUREZZA

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

PERICOLO DI FERIMENTO

Sui motori sia fermi che in funzione, esistono parti mobili (cinghie od altro), che possono ferire mani e
braccia.
Tra i vari organi del motore occorre soprattutto fare attenzione ai ventilatori ad azionamento elettrico, in
quanto pu succedere che si inseriscano inaspettatamente anche se il motore spento.
MISURE DI SICUREZZA:
- A motore acceso non introdurre le mani nella zona delle parti in movimento.
- Durante il lavoro in vicinanza di ventilatori ad azionamento elettrico, far prima raffreddare il motore e
sfilare la spina del ventilatore dal motorino.
- Tenere i cavi di collegamento degli apparecchi di prova lontano dalle parti in movimento del motore.
- Vestirsi in modo adeguato e comportarsi in modo da prevenire incidenti;
- Fare in modo che mani e capelli siano lontani da parti in movimento; non indossare cravatte, indumenti
larghi, gioielli da polso ed orologi quando si lavora accanto al motore di un veicolo, specialmente se
questo in moto;
- Maneggiate con cura le lampade portatili che devono essere provviste di protezione metallica;
- Indossare gli occhiali antinfortunistici di protezione, per riparare gli occhi da benzina, polvere e metalli;

PERICOLO DI USTIONE

All'interno del motore, esistono dei componenti (collettore del gas di scarico o altro) che possono
raggiungere temperature molto elevate, come anche alcuni sensori.
Occorre quindi fare attenzione a non toccare questi oggetti.
MISURE DI SICUREZZA:
- Utilizzare dei guanti di protezione.
- Far raffreddare il motore, anche dei riscaldamenti accessori autonomi.
- Non installare cavi di collegamento degli apparecchi di prova sopra o in vicinanza di parti calde
- Non tenere in funzione il motore dopo le verifiche.

SICUREZZA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

PERICOLO DI INCENDIO O ESPLOSIONE

Quando si eseguono dei lavori all'impianto carburante (pompa benzina, iniettori e carburatore, ecc.)
esiste pericolo di incendio o di esplosione a causa dei carburanti utilizzati e/o dei vapori formati da essi.
MISURE DI SICUREZZA:
- Disinserire l'accensione.
- Lasciare raffreddare il motore.
- Non utilizzare fiamme libere o sorgenti di scintille.
- Non fumare.
- Raccogliere il carburante che fuoriesce.
- Azionare gli aspiratori nei locali chiusi.
- Ricordarsi che una marmitta catalitica pu raggiungere temperature molto elevate, in grado di causare
ustioni e principio di incendio; a tal fine fare attenzione che nelle vicinanze della marmitta non vi siano
chiazze di olio, stracci, carta od altri materiali facilmente infiammabili.

LIVELLO SONORO

Durante le misurazioni sul veicolo possono presentarsi, soprattutto ad elevati regimi del motore livelli di
rumore superiore a 90dB.
Se tali sorgenti di rumore agiscono per un periodo prolungato su una persona, possono provocare danni
all'udito.
MISURE DI SICUREZZA:
- L'utente tenuto a proteggere dal rumore, se necessario, i posti di lavoro vicino ai punti in cui si
effettuano le prove.
- L'operatore deve adottare se necessario dei mezzi di protezione individuali.

SICUREZZA

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

TENSIONE PERICOLOSA

Nella distribuzione di energia elettrica civile o industriale, come negli impianti elettrici degli autoveicoli
si presentano tensioni pericolose.
Quando si viene in contatto con strumenti di prova o parti del motore a cui applicata una tensione esiste
il pericolo di una scossa elettrica ad esempio a causa di collegamenti danneggiati (es. morsi di animali sui
cavi di accensione).
Questo vale per il lato primario e secondario dell'impianto di accensione e per i collegamenti degli
apparecchi di prova.
MISURE DI SICUREZZA:
- Collegare gli apparecchi di prova ad una presa che abbia un contatto di protezione e sia correttamente
collegata a terra.
- Impiegare per il collegamento dello strumento di prova esclusivamente i cavi di cui esso corredato,
controllando che l'isolamento non sia danneggiato.
- Verificare che l'apparecchio di prova sia collegato a massa prima dell'accensione dello stesso.
- Quando si eseguono degli interventi sull'impianto elettrico (collegamento di apparecchi di prova,
sostituzioni di parti dell'impianto di accensione) occorre scollegare la tensione di alimentazione (es.
batteria).
- Durante i lavori di controllo e di regolazione con il motore acceso occorre fare attenzione a non toccare
componenti del veicolo sotto tensione
- Eseguire i collegamenti di prova solo con sistemi idonei (cavi di prova, cavi adattatori specifici).
- Non toccare niente con le mani bagnate.
- Accertarsi che ogni collegamento elettrico sia ben saldo e ben isolato;
ATTENZIONE !
In caso di interventi allimpianto elettrico, anche se di scarsa entit, avvalersi esclusivamente
dellintervento di personale professionalmente qualificato.

PERICOLO DI INTOSSICAZIONE

I tubi e i vari componenti plastici che vengono utilizzati nellapparecchio se sottoposti ad alte
temperature (oltre 250 C oppure a causa di incendi) liberano un gas altamente tossico che in caso di
inalazione, pu risultare dannoso per la salute.
MISURE DI SICUREZZA:
- In caso di inalazione rivolgersi immediatamente ad un medico.
- Per l'eliminazione dei residui di combustione utilizzare guanti in neoprene o PVC.
- I residui dell'incendio possono essere neutralizzati con una soluzione di idrossido di calcio. In questo
modo si forma del fluoruro di calcio che pu essere asportato con acqua.

SICUREZZA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

PERICOLO DI CORROSIONE

Acidi e liscive possono provocare corrosioni alla pelle se questa non protetta.
Anche in caso di rottura di un indicatore a cristalli liquidi pu uscire del liquido corrosivo, del quale deve
assolutamente essere evitato il contatto, l'inalazione o l'ingerimento.
MISURE DI SICUREZZA:
- In caso di contatto con la pelle lavare immediatamente con acqua e rivolgersi ad un medico.
- In caso di inalazione o ingerimento rivolgersi immediatamente ad un medico.

NORME PER LUSO SICURO DEI BANCHI DI PROVA


Al fine di garantire la massima sicurezza per gli utenti e gli utilizzatori dei banchi prova freni a rulli e
sospensioni di rende necessario seguire scrupolosamente le norme generali sulla sicurezza nei luoghi di
lavoro, nonch le istruzioni presenti nel manuale operativo della macchina.
Il funzionamento di una macchina comporta comunque tutta una serie di rischi residui, non eliminabili,
per l'operatore.
Il luogo ideale per linstallazione dellapparecchiatura deve essere asciutto, sufficientemente illuminato e
ben aerato. Poich le prove vengono effettuate a motore del veicolo acceso, si rende particolarmente
necessario fare in modo che lambiente sia provvisto di impianto per laspirazione dei gas di scarico. Si
ricorda che inalare ossido di carbonio provoca danni allorganismo.
Occorrono 2 operatori per azioare i comandi dei banchi prova freni a rulli e sospensioni in condizioni di
massima sicurezza e per avere un completo controllo visivo dellarea di operativit: un operatore per i
comandi a consolle, in modo tale da verificare continuamente che non vi siano persone non autorizzate
allinterno dellarea delimitata; un secondo operatore per la conduzione del veicolo in prova.
Provvedere inoltre a:
- delimitare larea dedicata ai banchi prova freni a rulli e sospensioni ed ai veicoli in prova sia in modo
orizzontale (tramite linee giallo/nere tracciate sul pavimento) che verticale (con paletti e catenelle
laterali);
- addestrare adeguatamente ad un uso corretto e sicuro dei banchi il personale addetto, data la
complessit delle operazioni necessarie allutilizzo dei banchi stessi;
- vietare limpiego dei banchi a persone non addestrate e non autorizzate dal responsabile tecnico
dellofficina;
- evitare un pericoloso uso improprio dellapparecchiatura;
- vietare a visitatori, clienti, animali di avvicinarsi in modo pericoloso ai banchi prova freni e
sospensioni.
Il personale addetto alluso del banco prova freni a rulli e prova sospensioni deve avere un abbigliamento
adeguato alle normative sulla sicurezza.

SICUREZZA

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Le azioni ed il comportamento degli operatori devono perseguire la prevenzione di incidenti ritenuti


possibili anche quando questi ultimi vengono considerati remoti o improbabili:
-

il secondo operatore non deve segnalare la direzione di avvicinamento dellauto stando in piedi sui
banchi o comunque in prossimit di essi;
non permettere a nessuno di sostare a meno di 2 metri dalla parte posteriore del veicolo, poich il
veicolo stesso potrebbe essere spinto allindietro, uscendo dai rulli, durante le prove;
non permettere a nessuno di sostare ai lati dello spazio di prova, troppo vicino ai dispositivi di
segnalazione;
accertarsi, prima di effettuare qualsiasi prova, che negli alloggiamenti dei rulli o sulle pedane del
prova sospensioni non si trovino oggetti o attrezzi che potrebbero essere lanciati allesterno al
momento dellaccensione. Per la stessa ragione non appoggiare neanche momentaneamente gli
attrezzi nei pressi dei banchi;
assicurarsi che larea circostante lapparecchiatura sia libera da oggetti, materiali infiammabili o
esplosivi, e che sul pavimento non vi siano chiazze di olio sparso che potrebbero risultare fonte di
pericolo per loperatore;
durante il fermo dei banchi il vano dei rulli deve sempre essere coperto dagli appositi coperchi
di protezione;
non apportare variazioni per nessun motivo a parti dellapparecchiatura o ai collegamenti elettrici per
ottenere nuovi adattamenti che potrebbero invece alterare le condizioni di funzionamento della
macchina;
le eventuali manomissioni dellapparecchiatura non autorizzate dal Costruttore lo sollevano da ogni
responsabilit civile e penale;
si raccomanda di usare accessori e ricambi originali in quanto questa apparecchiatura predisposta
per accettare solo ricambi originali.

Le operazioni di manutenzione devono essere eseguite solamente da personale autorizzato ed


addestrato allo scopo.
Utilizzare i banchi prova freni a rulli e prova sospensioni solo per luso per il quale sono stati concepiti e
costruiti. Ogni altro utilizzo improprio e pertanto pericoloso. Il Costruttore non pu essere considerato
responsabile per danni causati dalluso improprio o irrazionale dellapparecchiatura.
PERICOLO DI TENSIONE PERICOLOSA
I banchi prova sono alimentati da una tensione pericolosa. Accedere alle parti che riportano questa
indicazione solamente dopo avere tolto tensione tramite linterruttore principale.
PERICOLO DI SCHIACCIAMENTO
Se non vengono rispettate le distanze di sicurezza, il veicolo in prova sui rulli pu essere fonte di
schiacciamento degli arti inferiori.
PERICOLO DI INTRAPPOLAMENTO
I banchi di prova sono dotati di diversi organi in movimento. Pertanto, durante il funzionamento, tenere
le mani lontane dalle parti che potrebbero causare lintrappolamento.
PERICOLO DI ABRASIONE
La superficie dei rulli costituita da un materiale granuloso ad alto coefficiente di attrito. Tenere le mani
lontane dai rulli in movimento per evitare pericolose abrasiioni.
NON LUBRIFICARE GLI ORGANI IN MOVIMENTO
Durante il movimento degli organi di trasmissione del banco prova freni a rulli, non effettuare alcuna
lubrificazione delle parti in movimento.
NON SOSTARE SULLE PEDANE IN VIBRAZIONE
Durante il funzionamento delle pedane vibranti del banco prova sospensioni non calpestarle o sostare a
piedi su di esse per non falsare la misura. Inoltre le vibrazioni generate non sono pericolose ma
fastidiose.

SICUREZZA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA DELLO STRUMENTO


Le APPARECCHIATURE MOTORSCAN
scosse elettriche.

garantiscono un alto livello di protezione dai rischi di

E' responsabilit di chi installa l'apparecchio collegarlo ad una presa elettrica correttamente collegata
a terra. Richiedere assistenza tecnica prima di usare un adattatore o una prolunga; questi dispositivi
potrebbero interrompere il circuito di collegamento a terra.
Il collegamento dell'apparecchio ad una presa elettrica non correttamente collegata all' impianto
elettrico dell'edificio potrebbe provocare gravi scosse elettriche.
Per ottenere una protezione costante dai rischi di scosse elettriche, osservare le seguenti indicazioni:
- Collegare l'apparecchio solo a prese elettriche che abbiano la corretta tensione; se non si sicuri di
quale sia la tensione della presa elettrica che si sta utilizzando, rivolgersi all'ente che eroga l'energia
elettrica.
- Se l'apparecchio ha altri cavi oltre a quelli di alimentazione, occorre collegarli ai relativi connettori
prima di collegare i cavi di alimentazione alle prese elettriche; inoltre, prima di rimuoverli, occorre
scollegare i cavi di alimentazione dalle prese.
In caso di manutenzione seguire scrupolosamente le seguenti istruzioni:
- Sostituire sempre i fusibili con altri di eguale valore ( vedi indicazioni sulla targhetta o su questo
manuale).
- Non tentare MAI di aprire il coperchio dell'APPARECCHIATURA: esistono rischi di shock elettrico.
Questo lavoro deve essere svolto solamente da un tecnico qualificato e non prima di avere rimosso il
cavo di alimentazione.
- Si possono verificare situazioni pericolose o scosse elettriche se si effettuano delle azioni diverse da
quelle descritte in questo manuale, in particolare se si tenta di eseguire riparazioni
sull'APPARECCHIATURA.
- In caso l'APPARECCHIATURA non funzionasse correttamente dopo avere operato secondo le
istruzioni d'uso, chiamare un tecnico del servizio assistenza.
- Accertarsi che tutte le parti di ricambio installate, abbiano caratteristiche identiche o equivalenti a
quelle originali; altre parti potrebbero non avere le stesse caratteristiche di sicurezza.
In caso di riparazioni, rivolgersi sempre a personale tecnico qualificato.

SICUREZZA

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

NOTE GENERALI
INSTALLAZIONE

- Proteggere lo SMOKE MODULE dalla pioggia o dall'umidit eccessiva per


evitare danneggiamenti irreparabili dello stesso.

CONSIDERAZIONI OPERATIVE
- Per evitare contaminazione di gas tossici, si consiglia di prevedere l'utilizzo dell'apparecchio in
ambiente sufficientemente aerato, oppure portare il tubo di uscita dei gas di scarico all'esterno,
mediante gli appositi sistemi di aspirazione.

- Non sistemare sull'apparecchiatura degli oggetti che potrebbero cadere negli


organi meccanici.

- Non spostare l'apparecchio trascinandolo per i cavi ad esso collegati.

QUANDO NON SI USA

- Scollegare l'apparecchio dalla presa di corrente quando non viene utilizzato


per lungo tempo.

- Se l'APPARECCHIATURA non viene utilizzato per lungo tempo, si


consiglia di coprirlo con una copertura.

- Accertarsi che tutti i cavi siano lontani da parti calde (oltre 50C) o in movimento.

10

SICUREZZA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

PULIZIA
- Quando necessario opportuno pulire le superfici esterne dell'APPARECCHIATURA: non utilizzare
detergenti a base di alcool, ammoniaca o benzina per la pulizia: usare esclusivamente detergenti neutri
con tele morbide leggermente inumidite.
ATTENZIONE ! Prima di procedere alla pulizia dell'APPARECCHIATURA, scollegare l'apparecchio
dalla rete.

SICUREZZA

11

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

SIMBOLOGIA
Questo paragrafo descrive la simbologia utilizzata sull'APPARECCHIATURA.

SICUREZZA
CORRENTE ALTERNATA
TERRA DI PROTEZIONE

CONSULTARE IL MANUALE DI ISTRUZIONI

ATTENZIONE! RISCHIO DI SCOSSA ELETTRICA

ATTENZIONE ! NON TENTARE DI RIMUOVERE IL COPERCHIO


(operazione riservata a tecnici qualificati)

MARCHIATURA

MARCHIATURA DI CONFORMITA' CE

12

SICUREZZA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

INTRODUZIONE
1.1 DESCRIZIONE DEL PRODOTTO
Lapparecchio 4400 TRUCK un moderno banco di prova freni a rulli per camion.
Possono essere controllati sistemi frenanti per asse.
Il comando a microprocessore integrato consente uninterconnessione intelligente dei risultati di misura,
per cui si dispone di ulteriori informazioni, anche sul comportamento dei freni del veicolo completo.
Allelevata sicurezza di funzionamento provvedono programmi supplementari, quali
- il controllo di tutti i sensori e delle unit di comando allinserimento
- la correzione automatica del punto zero
- il rilevamento di cavi rotti ecc.
Questa descrizione tiene conto anche di possibili opzioni. Potrebbe pertanto verificarsi che alcune
funzioni non possano essere attivate con la versione acquistata.

1.2 INTRODUZIONE
Il banco prova freni MOD. 4400 TRUCK calcola la forza della frenata, la forza esercitata dal piede sul
pedale e del freno di stazionamento separatamente per ogni ruota. I valori sono visualizzati per asse
mentre allo stesso tempo viene visualizzato lo sbilanciamento tra la ruota destra e sinistra.
Il sistema di pesatura MOD. 4407 misura il carico effettivo sull'asse ed in questo modo viene calcolata
l'efficienza reale della frenata.
La deriva MOD. 4415 indica con esattezza lo spostamento laterale della vettura dovuto allerrato
orientamento dei pneumatici su ogni asse. Le forze diagonali dei pneumatici non hanno influenza nel test.
Col tester prova sospensioni viene data la possibilit di esaminare obiettivamente la sospensione
della macchina nel modo pi rapido fino ad ora possibile. Il tester prova sospensioni stato
progettato per comparare il contatto dinamico ruota-strada al contatto statico ruota-strada in
modo tale da ottenere sempre in qualsiasi condizione, il miglior risultato finale.
Il contatto ruota-strada dipende da molti fattori, ma il pi importante la capacit di assorbire le
variazioni repentine del manto stradale. La capacit di assorbire tali variazioni da parte dellautovettura ha
un importante ruolo per l'incolumit dei passeggeri.
Il metodo di controllo usato per esaminare la sospensione, stato ricercato ed stato uniformato
dall'EUSAMA (Fabbricanti di ammortizzatori europei) con la cooperazione dell'"University of Gent"
(Belgio). Questo principio fissa la procedura della prova in modo universale e indipendente della marca
della macchina e tipo.
Il collaudo con il tester prova sospensioni molto semplice. Il veicolo deve essere posizionato sopra le
piattaforme che automaticamente pesano la macchina dopo che il computer mostra se la posizione dei
pneumatici corretta sulle piattaforme. Se la posizione sbagliata il computer visualizzer la direzione in
cui il veicolo deve essere mosso. Se la posizione della macchina corretta, la procedura del collaudo
comincer automaticamente dopodich verr mostrata la differenze in percentuale del contatto ruotastrada tra la ruota sinistra e la destra, nonch lefficienza dei singoli ammortizzatori.

INTRODUZIONE

1.1

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

DATI TECNICI

Carico di prova max.


Velocit di prova
Opzione: velocit di prova per programma
autovetture n. 4
Campo di misurazione forza frenante
Larghezza di prova
Diametro rulli
Lunghezza rulli
Rumorosit LwA
Protezione visualizzazione
Visualizzazione forza frenante

15 t per asse
2,5 km/h
5,0 km/h
40000 N per lato

1000 mm
< 70 dB (A)
(secondo DIN 45635 parte 1)
IP 54
0 - 8000 N
0 - 40000 N

Targhetta caratteristiche
La targhetta caratteristiche, dove sono riportati i dati identificativi, tecnici ed omologativi del 4400
TRUCK collocata sullUNITA DI VISUALIZZAZIONE.
I dati di targa risultano visibili senza la rimozione di coperchi, portelli ecc..

1.2

INTRODUZIONE

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

MODI DI FUNZIONAMENTO
FUNZIONAMENTO NORMALE
Il funzionamento normale rappresenta il programma di prova standard dellAPPARECCHIO e viene
adottato soprattutto per le prove con telecomando. Il funzionamento normale consente di usare tutte le
potenzialit del banco di prova, per esempio:
- Memorizzazione
- Ripetizione visualizzazione
- Stampa
- Immissione pesi ecc.
Nel funzionamento normale i due lati vengono controllati contemporaneamente (cio per assi).

FUNZIONAMENTO A RUOTA INDIPENDENTE


Il funzionamento a ruota indipendente si svolge nello stesso modo del funzionamento normale con la
differenza che qui il controllo pu essere effettuato per ogni lato (per ruota). Si deve tenere presente che
dopo ogni controllo si deve memorizzare (il lato sinistro e quello destro di un asse devono essere
memorizzati con lo stesso numero!).
Il funzionamento a ruota indipendente particolarmente adatto se il veicolo tende a sollevarsi durante la
frenata!

FUNZIONAMENTO AUTOMATICO
Il programma funzionamento automatico particolarmente adatto per le prove senza telecomando,
perch il test viene avviato automaticamente non appena un veicolo si trova nel gruppo rulli. Il
funzionamento automatico viene segnalato mediante laccensione dei LED di slittamento (cursori) se non
c nessun veicolo nel gruppo rulli.
Se si devono memorizzare i valori di misurazione al termine di una prova, si deve azionare il tasto STOP
prima di riavviare i motorini.
Attenzione:
In caso di intervento dei dispositivi di sicurezza del banco di prova, il funzionamento automatico viene
disinserito.

Modi di funzionamento

2.1

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

FUNZIONAMENTO A TRAZIONE INTEGRALE


NellAPPARECCHIO MOD. 4400 TRUCK compreso un programma per trazione integrale. La coppia
sinistra e quella destra dei rulli vengono azionate in senso opposto e vengono misurate solo le forze
frenanti del lato che gira in avanti. Questo programma particolarmente adatto per veicoli a trazione
integrale permanente, perch le falsificazioni dei valori di misurazione, causate dalla sovrapposizione
delle forze, vengono ridotte al minimo e il differenziale autobloccante viene protetto dal sovraccarico. La
memorizzazione avviene come per il funzionamento a ruota indipendente.
Rispettare comunque le indicazioni di prova riportate nel libretto uso e manutenzione del relativo
veicolo!

MISURAZIONE OVALIZZAZIONE
La misurazione dellovalizzazione pu essere attivata per tutti i programmi di prova durante la
misurazione stessa. Le forze frenanti devono essere superiori a 500 N (programma autovetture) o
superiori a 1000 N (tutti gli altri programmi).
La misurazione dellovalizzazione pu essere ripetuta a scelta, mentre le ultime 3 misurazioni vengono
memorizzate.

2.2

Modi di funzionamento

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

OPZIONI
CONTROLLO DELLA CONVERGENZA
Come opzione si pu collegare al 4400 TRUCK la piastra per il controllo della convergenza DERIVA
MEZZI PESANTI MOD. 4415.
Finch nel gruppo rulli non si trova nessun veicolo la misurazione convergenza attivata. Ci viene
segnalato dalla posizione ore 12 della lancetta rossa.
La deviazione viene indicata sia dalla lancetta analogica sia dallLCD sinistro. E valida la seguente
correlazione.
senza segno
- (meno)

==>
==>

Convergenza
Divergenza

Dopo aver attraversato con un asse la piastra per la convergenza si pu memorizzare il relativo valore per
la convergenza con i seguenti tasti:
Memorizzazione convergenza motrice:
- Selezione numero assi
Il numero degli assi viene visualizzato dalla lancetta
verde e dallLCD sullunit di visualizzazione

Si pu memorizzare un valore di convergenza nei seguenti casi:


- la visualizzazione del valore di picco della misurazione convergenza attivata per 10 secondi
- il veicolo posizionato nel gruppo rulli e dalla misurazione convergenza non sono ancora trascorsi
pi di 10 secondi.
Attenzione:
- Un valore di convergenza misurato pu essere memorizzato una sola volta.
- Si possono memorizzare i valori di convergenza solo per la motrice.
- Lavviamento del gruppo rulli cancella il valore di convergenza.
Teoricamente la piastra per la convergenza pu essere posizionata anche accanto al banco di prova freni.
Ci consente unesecuzione molto flessibile della prova, perch loperatore rileva e memorizza dapprima
i valori di convergenza per tutti gli assi della motrice e successivamente vengono eseguite le prove dei
freni della motrice e del rimorchio.
Nella stampa i valori di convergenza rilevati vengono riportati sotto i dati degli assi del freno di servizio.
Dopo che il veicolo entrato nel gruppo rulli limpianto commuta automaticamente al banco di prova
freni (la lancetta rossa torna in posizione zero).
Spiegazioni per il principio di misurazione della piastra per il controllo della convergenza:
La piastra per il controllo della convergenza non sostituisce la misurazione elettronica degli assi, ma
serve soltanto per verificare se tale misurazione deve essere effettuata.
Durante lattraversamento della piastra per il controllo della convergenza viene visualizzato lo
scostamento dal valore prescritto, cio il valore di misurazione deve essere abbastanza basso (< 5
mm/m).
I valori limite possono comunque leggermente variare a causa dei campi di tolleranza specifici del
veicolo ed a causa dei diversi diametri dei pneumatici.

Opzioni

3.1

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Sensori senza cavo


I moduli a onde radio consentono di collegare tutti gli assi prima del test per poter effettuare una prova
rapida e semplice.
Si possono collegare i seguenti sensori:
-

PM
PX1
PX2
PX3
PX4
PX5
PX6
PX7
PD (dispositivo di controllo pressione pedale)

Nel programma 4 per autovetture il dispositivo di controllo pressione pedale viene attivato
automaticamente, mentre negli altri programmi di prova il relativo sensore deve essere preselezionato:
Avvertenza:
Durante la trasmissione il sensore ad onde radio non deve essere troppo distante dallantenna. Il raggio
dazione e la qualit di trasmissione vengono compromessi dai componenti metallici e dai muri.
Funzionamento dei sensori ad onde radio durante la prova freni:
Analisi dello stato dei LED:
=>Batteria in fase di caricamento
=>Batteria carica (mantenimento caricamento)

I sensori si trovano nella stazione di caricamento

Il LED verde si accende per circa 3 secondi

Togliere i sensori dalla stazione di caricamento


Registrazione punto zero - durante questo periodo il
sensore non deve essere ancora sollecitato

Il LED verde lampeggia

Il sensore pronto per il funzionamento


Collegare tutti i sensori desiderati al veicolo

Ridurre il numero PX
Aumentare il numero PX

Prima di ogni inserimento del gruppo rulli selezionare con


il telecomando il numero PX collegato allasse da
controllare. Il PX attuale viene indicato dalla lancetta
verde.
E valida la seguente correlazione:
PX1 = 1 kN (scala interna)
PX2 = 2 kN ecc.

Effettuare il controllo dellasse


Al termine di tutte le prove i sensori ad onde radio
vengono riagganciati alla stazione di caricamento.

3.2

Opzioni

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Trasmettitore Mesra tipo I


Tipo costruttivo:

Cilindro di altezza 20 cm circa

Denominazione

0-10 bar

Campo di
misurazione

Sensori pressione aria


Sensori forza pedale

0 -10 bar
0 -100 kg

Funzione dei tre LED di visualizzazione dei sensori ad onde radio:


LED giallo acceso a luce fissa

Il sensore si trova nella stazione di caricamento e la


batteria viene ricaricata
Il sensore si trova nella stazione di caricamento e la
batteria carica (mantenimento caricamento)

LED giallo lampeggia


LED verde acceso per circa 3 secondi

Il sensore viene prelevato dalla stazione di caricamento


(registrazione punto zero)
Il sensore viene agganciato alla stazione di caricamento
(inizializzazione)
Il sensore pronto per il funzionamento

LED verde lampeggia

Avvertenza importante:
Se il sensore viene prelevato dalla stazione di
caricamento ed entro 90 minuti non viene eseguita
nessuna prova il sensore stesso si disinserisce per
impedire la scarica profonda della batteria (LED verde
si spegne). Per riprendere le misurazioni il sensore
deve essere brevemente agganciato alla stazione di
caricamento.
La batteria scarica, non possibile eseguire le
misurazioni. Il sensore deve essere agganciato alla
stazione di caricamento.

LED rosso lampeggia

Trasmettitore Mesra tipo II


Tipo costruttivo
Denominazione

cilindro di altezza 30 cm circa, separazione possibile tra componente trasmettitore


e gruppo batterie
0-10 bar

Campo di
misurazione

Sensori pressione aria 0 -12,5 bar


Sensori forza pedale
0 -100 kg

Il trasmettitore Mesra ad onde radio (tipo II) dotato di un gruppo batterie sostituibile. La separazione
del gruppo batterie dal componente trasmettitore necessaria per il ciclo di scarica o se il gruppo batterie
deve essere sostituito per guasto.
Il gruppo batterie pu essere separato dal componente principale dellalloggiamento eseguendo circa due
completi giri verso sinistra. Dopo lapertura i due componenti della scatola sono collegati tra loro solo da
un cavo, che pu essere staccato, o dal trasmettitore o dal gruppo batterie. A tal fine si deve scollegare la
spina dal relativo componente della scatola premendo il gancio di bloccaggio e tirando il cavo di
collegamento.
Il rimontaggio viene effettuato in ordine inverso.
Dopo il rimontaggio il trasmettitore completo deve essere agganciato per circa 5 secondi alla stazione di
caricamento, per eseguire linizializzazione., dopodich pronto per il funzionamento.

Opzioni

3.3

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Raccomandazione del produttore per aumentare la durata delle batterie:


Per mantenere la massima capacit di carica delle batterie allinterno del gruppo, si raccomanda di
eseguire un ciclo di scarica ogni 3 o 4 settimane.
A tal fine particolarmente adatto il gruppo batterie separato che viene montato ad intervalli ciclici (per
esempio per il fine settimana) da un trasmettitore allaltro. In questo modo ogni gruppo batterie del kit
viene ciclicamente scaricato e ci aumenta la durata delle batterie stesse.
Esempio: Kit di trasmettitori PM, PX1, PX2, PX3, batteria di riserva.
Al termine della settimana lavorativa il gruppo batterie del trasmettitore ad onde radio PM viene
sostituito con il gruppo batterie di riserva. Il gruppo batterie smontato viene agganciato alla stazione di
caricamento per il ciclo di scarico. Al termine della seconda settimana lavorativa il gruppo batteria del
trasmettitore ad onde radio PX1 viene sostituito con il gruppo batterie precedente. In questo modo entro 4
settimane ogni gruppo batterie sollecitato subisce un intero ciclo di scarica-carica.
Funzioni dei quattro LED di visualizzazione dei sensori ad onde radio.
Tre LED per lo stato di caricamento:
Il gruppo batterie agganciato alla stazione di
caricamento ed completamente scarico
(senza gruppo trasmettitore)
Il sensore agganciato alla stazione di caricamento e la
batteria viene caricata
Il sensore agganciato alla stazione di caricamento e la
batteria allo stato di mantenimento caricamento

LED rosso acceso a luce fissa


LED giallo acceso a luce fissa
LED verde acceso a luce fissa

LED singoli per lo stato di trasmissione


Il sensore viene prelevato dalla stazione di caricamento
(registrazione punto zero)
Il sensore pronto per il funzionamento

LED verde acceso per circa 3 secondi

Avvertenza importante:
Se il sensore viene prelevato dalla stazione di
caricamento ed entro 90 minuti non viene eseguita
nessuna prova, il sensore stesso si disinserisce per
impedire la scarica profonda della batteria (LED verde
si spegne). Per riprendere le misurazioni il sensore
deve essere brevemente agganciato alla stazione di
caricamento.
La batteria scarica, non possibile eseguire le
misurazioni. Il sensore deve essere agganciato alla
stazione di caricamento.

LED verde lampeggia

LED verde invia il segnale SOS

3.4

Opzioni

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

PROTEZIONE FOSSA
Se i componenti meccanici del banco di prova viene montato al lato di una fossa di lavoro, obbligatorio
montare una protezione fossa!
Per il fissaggio del listello sensori sono possibili due versioni:
- Fissaggio a muro (fissaggio fisso sul lato anteriore della fossa)
- Braccio orientabile (montaggio sul lato longitudinale della fossa)
Il bracci orientabile viene usato per le fosse lunghe e pu essere ribaltato, quando il banco di prova freni
non serve, per assicurare il passaggio senza ostacolo allinterno della fossa. Il lato aperto del profilo ad U
deve essere sempre rivolto verso la parete, per proteggere il listello sensori dai danni. Se la protezione
fossa deve essere riattivata, il braccio orientabile deve essere aperto prima del comando di sbloccaggio.
Attenzione:
Non afferrare il listello sensori con degli oggetti, ma aprire il braccio orientabile con locchiello
predisposto!
Per sbloccare la protezione fossa si deve azionare il tasto accanto allarmadio di comando. Se il campo di
protezione stato una volta interrotto, il tasto deve essere azionato unaltra volta dopo leliminazione
dellinterruzione. Lo stato attuale della protezione fossa viene segnalato dalle due spie accanto al tasto.
E valida la seguente correlazione:
Il campo di protezione libero e si possono eseguire le
prove
Non si possono eseguire le prove - per lo sbloccaggio il
campo di protezione deve essere libero e si deve
azionare il tasto

spia verde accesa


spia rossa accesa

Opzioni

3.5

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

3.6

Release 0.0

Opzioni

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

UTILIZZO DEL BANCO DI PROVA


AVVERTENZE GENERALI
Il banco di prova viene inserito mediante linterruttore generale situato sul lato sinistro dellarmadio di
comando. Si svolge quindi la routine dinserimento e contemporaneamente la stampante viene alimentata
con tensione. Durante questo tempo il banco di prova non devessere caricato; cio non si deve trovare
nessun veicolo o nessun altro oggetto sul meccanismo dei rulli! Quando le spie LED si spengono e le
lancette sono nuovamente in posizione zero, il banco di prova pronto per il funzionamento.
Dopo linserimento il banco di prova si trova nel funzionamento normale!
Se il banco di prova comprende anche la piastra per il controllo della convergenza, la lancetta rossa passa
in posizione ore 12 (vedere anche il punto 6).
Per i banchi di prova con protezione fossa, questultima deve essere sbloccata mediante un tasto. Se non
si accende la spia verde, controllare se nel campo di protezione si trovino persone o oggetti. Per i sistemi
con braccio orientabile, controllare anche se questo incastrato nella posizione corretta.
Se dopo la routine dinserimento tutte le spie LED lampeggiano e le lancette non ritornano in posizione
zero, ci significa che stato rilevato un difetto nel sistema, che viene segnalato anche dagli indicatori
LCD se esistenti.
In questo caso controllare dapprima se il meccanismo dei rulli sia effettivamente privo di carico.
Con laiuto del tasto STOP si possono confermare i difetti rilevati dal banco di prova. In questo modo
il banco di prova nuovamente pronto per il funzionamento se il difetto lo consente.

USO MEDIANTE LA TASTIERA SULLUNITA DI VISUALIZZAZIONE


In linea di principio il banco di prova freni pu essere azionato senza telecomando, cio nel
funzionamento automatico (vedere anche 3.3), nel funzionamento normale (3.1) e nel funzionamento a
ruota indipendente (3.2). Il funzionamento normale e quello a ruota indipendente sono possibili solo con
due operatori.

Test ruota indipendente sinistra

Test ruota indipendente destra

Funzionamento normale (sequenza dei due tasti a scelta)

Automatico inserito

Automatico disinserito

Arrestare il gruppo rulli

utilizzo del banco di prova

4.1

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

USO MEDIANTE IL TELECOMANDO A RAGGI INFRAROSSI


Modi di funzionamento

Test a ruota indipendente sinistra

Test a ruota indipendente destra

Funzionamento normale (successione dei due tasti a


scelta)
Veicolo posizionato nel banco di prova:
I tasti Inserimento sinistro e Inserimento destro
vengono simulati, la prova freni inizia nel
funzionamento normale
Veicolo non posizionato al banco di prova:
Automatico inserito

Test a trazione integrale lato sinistro

Test a trazione integrale lato destro

Automatico disinserito

Misurazione ovalizzazione

Arrestare il gruppo rulli

4.2

utilizzo del banco di prova

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Programmi di prova
Dopo linserimento con linterruttore generale, il banco di prova commuta al programma 1.
Si possono selezionare i seguenti programmi (vedere anche il punto 4.):
1 = Autotreno
2 = Autoarticolato
3 = Bus
4 = Autovettura
5 = Veicoli speciali
6 = Semmler / controllo tachimetro
7 = Controllo pressione aria
Programma per pressioni di comando / misurazione freno automatico in funzione
del carico (ALB) allesterno del banco di prova
I programmi di prova si differenziano soprattutto per quanto riguarda la valutazione dei valori di
misurazione.
Se il banco di prova freni allo stato di riposo, il numero del programma attuale viene visualizzato
sullLCD destro (per esempio P3).
Limmissione si svolge nel modo seguente:

Richiamare la selezione programmi di prova

Premere il tasto finch il programma desiderato appare


sullindicatore motorino passo-passo e sullLCD

Confermare limmissione

utilizzo del banco di prova

4.3

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Immissione pesi
I pesi immessi sono prioritari rispetto ai valori misurati. Esempio: La bilancia misura un peso dellasse di
2000 kg. Attraverso il telecomando viene per immesso un peso dellasse di 2200 kg. Il calcolo della
frenata e del peso totale viene quindi effettuato sulla base di un peso dellasse di 2200 kg.
Il valore immesso con la tastiera numerica viene visualizzato sia dal motorino passo-passo che dallLCD
sinistro.

Peso totale a vuoto

Peso totale con carico

Peso dellasse a vuoto (deve essere eseguito


dopo il test, ma prima della memorizzazione dei
dati dellasse!)

Immissione delle pressioni di calcolo


Se non viene immessa nessuna pressione di calcolo, il calcolo estimativo viene eseguito sulla base di 6,5
bar.
Se per determinati assi si vuole adottare una pressione di calcolo diversa, la relativa immissione pu
essere effettuata separatamente per ogni asse.

Immissione pressione di calcolo (valida per


lintero veicolo)
Immissione pressione di calcolo per lasse
(deve essere eseguita dopo il test, ma prima
della memorizzazione dei dati attuali
dellasse!)

4.4

utilizzo del banco di prova

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Funzioni di memorizzazione
La memorizzazione viene sempre eseguita in 3 fasi:
- Selezionare il sistema frenante (freno di servizio o freno di stazionamento)
- Eventualmente correggere il numero dellasse
- Confermare con ENTER.
Premendo il tasto memorizzazione freno di servizio o freno di stazionamento, sullLCD sinistro e sul
motorino passo-passo viene visualizzato il successivo posto di memoria disponibile. Ci significa che per
lo svolgimento normale della prova non necessario immettere lasse con il telecomando.
Esempio:
Il 1o ed il 2o asse del freno di servizio sono gi stati memorizzati. Il test per il 3o asse stato eseguito e
deve ora essere memorizzato. Dopo aver premuto il tasto memorizzazione freno di servizio, sullLCD e
sul motorino passo-passo viene visualizzato (3 kN = asse 3), cio la correlazione per il 3o asse. La
memorizzazione deve essere solo confermata con il tasto ENTER.

Freno di servizio (normale successione di prova)

Freno di servizio (il numero dellasse aumenta di 2)


Esempio: viene controllato dapprima il 3o asse
(visualizzaione 1o asse ==> aumentare di 2 il
numero dellasse!)
Freno di servizio (il numero dellasse viene ridotto
di 1)
Esempio: viene memorizzato unaltra volta lo stesso
asse

Freno di stazionamento (normale successione di


prova)

utilizzo del banco di prova

4.5

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Ripetizione visualizzazione
Per la ripetizione della visualizzazione dei risultati dellasse vengono indicati i dati dellultimo asse
memorizzato dopo aver attivato la relativa funzione. Il numero degli assi pu essere variato come per la
memorizzazione.
La ripetizione visualizzazione pu essere interrotta con il tasto STOP

Freno di servizio (ultimo asse memorizzato)

Freno di servizio (penultimo asse)

Freno di stazionamento (ultimo asse memorizzato)

Peso dellasse a vuoto (solo per lasse attuale)

Peso totale a vuoto

Peso totale con carico

Pressione di calcolo

Ovalizzazione (solo per lasse attualmente controllato)

Frenata freno di servizio a vuoto

Frenata freno di servizio con carico

Frenata freno di stazionamento a vuoto

4.6

utilizzo del banco di prova

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Frenata freno di stazionamento con carico

Versioni di stampa

Stampa standard con valutazione finale della motrice

Stampa standard con valutazione finale del rimorchio


o semirimorchio

Stampa standard con valutazione finale e grafici della


motrice con rimorchio (freno di servizio)

Stampa standard con valutazione finale e grafici della


motrice

Stampa standard con valutazione finale e grafici del


rimorchio o semirimorchio

Grafici degli assi freno di servizio con nastri CEE


della motrice con rimorchio con stampa elenchi
(vedere 0 Calcolo estimativo a due punti)

utilizzo del banco di prova

4.7

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Cancellazione
I valori memorizzati possono essere sempre sovrascritti immettendo per la stessa correlazione un nuovo
valore, ovvero rimemorizzando per lo stesso sistema frenante e lo stesso asse.
La memoria completa viene cancellata anche effettuando una o pi stampe e memorizzando una nuova
misurazione.

Cancellare lultima misurazione

Cancellare la memoria completa

Commutazione della visualizzazione sensori supplementari / frenata


Dopo linserimento del banco di prova e durante lesecuzione delle prove vengono visualizzati sullLCD
i valori di misurazione dei sensori supplementari.
Se si vuole visualizzare la frenata e la differenza forza frenante, si deve immettere la seguente
combinazione dei tasti:

Commutazione dai sensori supplementari alla frenata e


viceversa

Se il veicolo non posizionato nel banco di prova e questultimo allo stato di riposo, i valori di
misurazione che devono essere visualizzati durante la prova, vengono segnalati nel modo seguente dagli
LCD:

LCD
sinistro

LCD
destro

Valore di misurazione
LCD sx

Valore di misurazione
LCD dx

- - - -

P1

PX

PM

- - -

P1

Frenata

Differenza forza frenante

4.8

utilizzo del banco di prova

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Commutazione dai sensori supplementari PM/PX al dispositivo di controllo forza pedale


Alle due entrate per i sensori supplementari si possono collegare o i sensori PM/PX o quelli PD/pressione
idraulica. Per la corretta valutazione necessario immettere con il telecomando la corrispondente
correlazione.

Commutazione da PM/PX a PD/pressione idraulica e


viceversa.

Se il veicolo non posizionato nel banco di prova e questultimo allo stato di riposo, i valori di
misurazione che devono essere visualizzati durante la prova, vengono segnalati nel modo seguente dagli
LCD:

LCD
sinistro

LCD
destro

Valore di misurazione
LCD sinistro

Valore di misurazione
LCD destro

- - P d

P1

Pressione idraulica

Pressione pedale

- P d

P1

Frenata

Differenza forza frenante

Interruzione delle immissioni


Tutte le immissioni e visualizzazioni possono essere interrotte con il tasto STOP.

Interrompere le immissioni o visualizzazioni

utilizzo del banco di prova

4.9

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Immissioni per il rimorchio


Per tutte le immissioni o memorizzazioni riguardanti il rimorchio, si deve dapprima azionare il tasto
rimorchio. Tutte le altre immissioni avvengono come sopra descritto, per esempio:

Immissione peso totale a vuoto del


rimorchio

Memorizzazione freno di stazionamento


del rimorchio

4.10

utilizzo del banco di prova

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

PROGRAMMI DI PROVA
Mediante il telecomando si possono selezionare 7 diversi programmi di prova le cui denominazioni
vengono riportate di seguito:
1 = Autotreno - motrice e motrice con rimorchio
2 = Autoarticolato - motrice e semirimorchio
3 = Bus
4 = Autovettura
5 = Veicoli speciali
6 = Semmler / controllo tachimetro
7 = Controllo pressione aria
Programma per pressioni di comando / misurazione freno automatico in
funzione del carico (ALB) allesterno del banco di prova
I programmi di prova si differenziano soprattutto per quanto riguarda la valutazione dei valori di
misurazione.
Nel programma 4=autovettura il gruppo rulli funziona a velocit doppia ed il banco di prova commuta
automaticamente alla misurazione della pressione pedale e della pressione idraulica.
Di seguito vengono descritti i programmi di prova 6 e 7.

PROGRAMMA DI PROVA 6: CONTROLLO TACHIMETRO


Nel programma di prova 6 i gruppi rulli del banco di prova freni, possono essere inseriti mediante il
telecomando o la tastiera, se il banco di prova non contiene il software Semmler.
Altrimenti il comando del banco di prova viene svolto dal programma Semmler.
Le funzioni di sicurezza (per esempio disinserimento per slittamento) sono comunque attivate.
Il controllo tachimetro Semmler e la procedura per gli altri programmi di controllo tachimetro vengono
descritti dettagliatamente di seguito.
LLCD sinistro e quello destro visualizzano il peso ed il numero del programma di prova. Quando sono
inseriti i motorini, i cursori di slittamento lampeggiano.
Versioni della visualizzazione LCD nel programma di prova 6:
LCD sinistro

LCD destro

Peso

P6

- - - (lampeggio)

Condizione di riposo
Misurazione

P6

Le lancette dei motori passo-passo si trovano in posizione zero.

Programmi di prova

5.1

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Programma Semmler
Generalit
Se il banco di prova non comprende la visualizzazione STL9000, viene creata una comunicazione seriale
con il PC Semmler attraverso unulteriore scheda del calcolatore nellarmadio di comando dellMB8000.
Altrimenti il programma STL9000 ed il software Semmler possono essere installati sul PC.
Per linstallazione del software Semmler si deve indicare linterfaccia (per esempio COM1, COM2,..)
collegata con il comando del 4400 TRUCK
.
Attenzione: Con il telecomando a raggi infrarossi non pi possibile attivare tutte le funzioni del banco
di prova.
Il tasto Stop serve per disinserire il banco di prova in caso di difetto.
Il tasto Stop pu essere attivato sul telecomando e sulla tastiera.
Con il tasto Selezione programma di prova loperatore pu selezionare direttamente un altro
programma di prova.

Funzionamento
Per il funzionamento e le avvertenze di sicurezza riguardanti questo programma, vedere le istruzioni
SEMMLER.
Con i seguenti comandi del telecomando si pu adoperare il menu del controllo tachimetro:
Con questi tasti si possono selezionare nel programma
Semmler i singoli punti del menu.
Corrisponde ai cursori up/down sulla tastiera del PC

Con il tasto Enter si avviano le funzioni.


Corrisponde a [ENTER] sulla tastiera del PC

Con il tasto CL si esce dal menu attuale.


Corrisponde a [ESC] sulla tastiera del PC

Con il tasto STOP il programma Semmler di controllo


tachimetro viene terminato.

5.2

Programmi di prova

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Altri programmi di controllo tachimetro


Se il veicolo posizionato nel banco di prova, il gruppo rulli pu essere inserito o adoperato sia
attraverso la tastiera, sia attraverso i seguenti comandi del telecomando:

Funzionamento normale (successione dei due tasti a scelta)

Veicolo posizionato nel banco di prova:


I tasti Inserimento sinistro e Inserimento destro vengono
simulati.

Con il tasto STOP i motorini vengono disinseriti.

Ad eccezione dei tasti sopra indicati e del tasto di selezione programmi, tutti gli altri tasti del
telecomando sono bloccati.
Avvertenza:
Se entro 5 minuti non c nessuna variazione della forza frenante il comando del banco di prova
disinserisce i motorini.
Attenzione:
Durante il funzionamento dei motorini i due cursori di slittamento lampeggiano.
Il programma di prova 6 viene terminato quando si seleziona un altro programma di prova.

PROGRAMMA DI PROVA 7: CONTROLLO PRESSIONE ARIA DELLE PRESSIONI DI


COMANDO / MISURAZIONE FRENO AUTOMATICO IN FUNZIONE DEL CARICO (ALB)
Avvertenze generali
Con il programma di prova 7 si possono visualizzare per ogni asse i PM e i PX.
I valori massimi dei due valori di misurazione vengono rilevati automaticamente e visualizzati al termine
della misurazione stessa.
Ci consente un controllo facile delladattamento tra motrice e rimorchio.
Il collaudatore ha la possibilit di memorizzare e richiamare i corrispondenti valori, separatamente per
ogni asse.
Durante il controllo della pressione aria non necessario posizionare il camion nel banco di prova, n di
inserire il gruppo rulli.
Avvertenza:
Durante lesecuzione della prova freni nei programmi di prova 1, 2, 3 e 5, si pu premere a fondo il
pedale freno durante la visualizzazione del valore di picco, per eseguire cos la misurazione ALB per
lasse attuale. Dopo la memorizzazione dellasse selezionato i valori ALB rilevati possono essere
richiamati, quando viene richiamato il programma di prova 7.

Programmi di prova

5.3

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Avviamento del controllo assi


Se collegato un sistema a onde radio Mesra il sensore deve essere selezionato con i seguenti comandi
del telecomando:

Ridurre il numero PX
Aumentare il numero PX

Prima di ogni controllo dellasse selezionare con


il telecomando il numero PX collegato allasse da
controllare. Il PX attuale viene indicato dalla
lancetta verde.
E valida la seguente correlazione:
PX1 = 1 kN (scala interna)
PX2 = 2 kN ecc.

Per i rilevatori dellaria compressa con cablaggio la selezione non necessaria perch i sensori di
pressione sono sempre correlati allasse attualmente da controllare.
Azionando il tasto manometro si avvia la misurazione.
Le pressioni misurate vengono visualizzate sullLCD
sinistro e su quello destro.
LCD sinistro: PX
LCD destro: PM
I valori massimi vengono rilevati durante la misurazione.
Con il tasto STOP la misurazione viene interrotta e
vengono visualizzati i valori di picco.

Memorizzazione dei risultati

(non necessario in caso di


corretta successione delle prove!)

Freno di servizio motrice:


Il numero degli assi viene visualizzato sul motorino
passo-passo (lancetta verde) e sullLCD ed aumenta
automaticamente alla successiva memorizzazione.
Ci significa che in caso di corretta successione di
memorizzazione (1o asse, 2o asse ecc.),
limmissione numerica non necessaria.

(non necessario in caso di


corretta successione delle prove!)

Freno di servizio rimorchio o semirimorchio:


Il numero degli assi viene visualizzato sul motorino
passo-passo (lancetta verde) e sullLCD ed aumenta
automaticamente alla successiva memorizzazione.
Ci significa che in caso di corretta successione di
memorizzazione (1o asse, 2o asse ecc.),
limmissione numerica non necessaria.

5.4

Programmi di prova

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Ripetizione visualizzazione
Per la ripetizione della visualizzazione dei risultati dellasse vengono indicati i dati dellultimo asse
memorizzato dopo aver attivato la relativa funzione. Il numero degli assi pu essere variato come per la
memorizzazione.
La ripetizione visualizzazione pu essere interrotta con il tasto STOP

Ripetizione visualizzazione del freno di


servizio motrice

Ripetizione visualizzazione del freno di


servizio rimorchio o semirimorchio

Cancellazione

Cancellare lultima misurazione


memorizzata
Cancellare lintera memoria
Attenzione:
Vengono cancellati anche i dati di
misurazione delle prove effettuate in
precedenza negli altri programmi!

Programmi di prova

5.5

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

5.6

Release 0.0

Programmi di prova

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

AVVERTENZE PER LA VALUTAZIONE


ATTENZIONE:
PER UNA CORRETTA VALUTAZIONE DEI GRAFICI DEGLI ASSI E DEGLI
ELENCHI SI DEVONO RISPETTARE IL TEMPO (CIRCA 5-15 SECONDI) E LE
NORMALI PROCEDURE PER LA PROVA FRENI.
CALCOLO ESTIMATIVO FRENO DI SERVIZIO

Il calcolo estimativo delle forze frenanti viene effettuato soltanto quando i seguenti parametri sono stati
rilevati o immessi:
- Pressione asse PX
- Pressione di calcolo
Il calcolo della frenata totale di una motrice con carico o di un rimorchio / semirimorchio, viene
effettuato soltanto quando stata effettuata la seguente immissione:
Peso totale per motrice o rimorchio / semirimorchio con carico

CALCOLO ESTIMATIVO A DUE PUNTI


Procedura per il calcolo estimativo a due punti del freno di servizio di un veicolo con carico:
Calcolo delle forze frenanti stimate per ogni asse:
Questo calcolo viene effettuato per le forze frenanti del lato sinistro e destro dellasse:
Fmax - F1
m = ----------------------PXmax - PX1

PXmax:
Fmax:
PX1:
F1:
Pcalcol.
Fnuovo

pressione frenante asse max misurata [bar]


forza frenante max misurata
[N]
prima pressione frenante asse misurata
[bar]
prima forza frenante misurata
[N]
pressione di calcolo immessa
[bar]
forza frenante stimata per il lato
sinistro o destro dellasse
[N]

Fnuovo = Fmax + m *( Pcalcol. - PXmax)


Addizione delle forze frenanti totali stimate:
Le forze frenanti del lato sinistro e destro degli assi memorizzati vengono sommate:
Fnuovo (totale)= Fnuovo (assi)

nuovo (totale): Somma di tutte le forze frenanti dellasse


Peso (totale): Peso totale del veicolo
[kg]
Frenata totale
[%]
Znuovo (totale) :

[N]

3. Calcolo della frenata totale in %:


Fnuovo (totale)
Znuovo (totale)= ----------------------------------------Pesot(totale) * 9,81 m/s2

* 100%

La frenata totale pu essere calcolata solo se con il telecomando viene immesso il peso totale con
carico.
Rappresentazione schematica della frenata di una ruota con successivo calcolo estimativo della forza
frenante:

Avvertenze per la valutazione

6.1

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Calcolo estimativo a due punti


Stampa dei valori:
I valori di pressione e della forza frenante per il calcolo estimativo a due punti vengono stampati
nellelenco per ogni asse.
Stampa con 4400 TRUCK:

PX1

PXmax

Pcalcolato

Grafici degli assi freno di servizio con nastri CEE della


motrice con rimorchio con stampa elenchi

Stampa con SCREEN-TEST-LINE 9000:


Punto del menu Visualizza 6 grafici dellasse con nastro CEE
7 grafici dellasse senza nastro CEE
Avvertenza:
Nella fase di configurazione 12 si pu sopprimere la stampa dei grafici dellasse.
Esempio: 4400 TRUCK

6.2

Avvertenze per la valutazione

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK


S T A M P A

ITALIANO

E L E N C H I

Motrice asse 1
F[N]<DIFF.[%]
160
11

Peso dellasse 2620 kg


F[N]->
PM[bar]
PX[bar]
180
0
0

z[%]
1

690
...

630

0.5

0.6

<- Resistenza allo


scorrimento
<- Pressione di intervento con relativa
forza

6400

3.0

2.9

47

<- Valori massimi

...
...
5687

Struttura degli elenchi:


Il 1o rigo contiene sempre i dati rilevati per la resistenza allo scorrimento.
Il 2o rigo contiene sempre la pressione di intervento PX1 con le relative forze frenanti F1. La pressione di
intervento PX1 viene memorizzata se la forza frenante sinistra e quella destra sono superiori alla doppia
resistenza allo scorrimento.
Lultimo rigo contiene la pressione massima frenante dellasse PXmax con le relative forze frenanti Fmax.

Calcolo estimativo BSU


Procedura per il calcolo estimativo BSU del freno di servizio di un veicolo con carico:
Calcolo delle forze frenanti stimate per ogni asse:
Questo calcolo viene effettuato per le forze frenanti del lato sinistro e destro dellasse:
Pcalcol. - 0,4 bar
m = ----------------------PXmax - 0,4bar

PXmax:
Fmax:
Pcalcol:
Fnuovo:

pressione frenante max misurata asse


forza frenante max misurata
pressione di calcolo immessa
forza frenante stimata per il lato
sinistro o destro dellasse

[bar]
[N]
[bar]
[N]

Fnuovo = Fmax * m
Somma delle forze frenanti totali stimate:
Le forze frenanti del lato sinistro e destro degli assi memorizzati vengono sommate:
Fnuovo (totale)= Fnuovo (assi)

Peso (totale): Peso totale del veicolo


Frenata totale
Znuovo (totale) :

Fnuovo (totale): Somma di tutte le forze frenanti dellasse

[N]

[kg]

[%]

Calcolo della frenata totale in %:


Fnuovo (totale)
Znuovo (totale)= ----------------------------------------Pesot(totale) * 9,81 m/s2

* 100%

La frenata totale pu essere calcolata solo se con il telecomando viene immesso il peso totale con
carico.

Avvertenze per la valutazione

6.3

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Rappresentazione schematica della frenata di una ruota con il successivo calcolo estimativo della forza
frenante:

PXmax

Pcalcolato

Calcolo estimativo BSU

Calcolo estimativo freno di stazionamento


Il calcolo estimativo per il freno di stazionamento viene eseguito soltanto quando stato immesso il
seguente parametro:
Peso totale per motrice o rimorchio/semirimorchio con carico
F(totale)= F (assi)

F (totale): Somma di tutte le forze frenanti dellasse


Peso (totale): Peso totale del veicolo
Frenata totale
Znuovo (totale) :

F(totale)
Znuovo (totale)= ----------------------------------------Pesot(totale) * 9,81 m/s2

[N]
[kg]
[%]

* 100%

Grafico completo
La frenata totale della motrice o del rimorchio/semirimorchio (a vuoto e con carico) viene rappresentata
graficamente soltanto quando vengono misurati o immessi i seguenti parametri:
- Peso totale della motrice o del rimorchio/semirimorchio a vuoto
- Peso totale della motrice o del rimorchio/semirimorchio con carico
- Pressione di comando PM
- Pressione di calcolo

Slittamento freno di stazionamento?


Durante il controllo del freno di stazionamento le motrici o i rimorchi/semirimorchi a vuoto, tendono a
slittare anticipatamente in caso di forze frenanti basse. Dopo il calcolo estimativo per il peso totale
ammesso, spesso non viene raggiunto il valore prescritto per la frenata.
Per illustrare questa situazione alloperatore, stata integrata la seguente funzione:
Se durante il controllo dei freni di stazionamento si verificato il disinserimento per slittamento e se
stato immesso il peso totale ammesso per la motrice o il rimorchio, nella stampa appare il seguente
simbolo nella colonna valutazione finale freno di stazionamento:
>>
Se il banco di prova comprende la visualizzazione 4400 TRUCK, il simbolo >> pu essere visualizzato
anche sul monitor.

6.4

Avvertenze per la valutazione

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

BREVI ISTRUZIONI
BREVE DESCRIZIONE DI UNA PROVA COMPLETA
Attenzione:
Prima di iniziare la prova, lutente del MICRO-BRAKE 8000 deve leggere i capitoli seguenti:
-

Dispositivi di sicurezza
Norme di comportamento per un funzionamento sicuro
Modi di lavoro non consentiti

Nel paragrafo SICUREZZA delle presenti istruzioni, i suddetti argomenti vengono trattati in modo
esauriente.

Selezione programma - visibile sullLCD destro (per esempio P1)


1 = Autotreno - motrice e motrice con rimorchio
(appare automaticamente dopo linserimento)
2 = Autoarticolato - motrice e semirimorchio
3 = Bus
4 = Autovettura
5 = Veicoli speciali
6 = Semmler / controllo tachimetro
7 = Controllo pressione aria
Programma per pressioni di comando / misurazione freno automatico in funzione
del carico (ALB) allesterno del banco di prova

I programmi di prova possono essere richiamati con i seguenti comandi del telecomando:

premere

premere finch viene visualizzato il programma


desiderato

confermare con il tasto Enter

Brevi istruzioni

7.1

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Memorizzazione di una misurazione della convergenza


A partire dalla versione V3.4 lutente deve memorizzare direttamente le misurazioni della convergenza
degli assi di una motrice.
Dopo aver attraversato con un asse la piastra per la convergenza, il valore visualizzato pu essere
memorizzato con i seguenti tasti:
Memorizzazione convergenza motrice:
- Selezione numeri degli assi
Il numero dellasse viene indicato sullunit di
visualizzazione con la lancetta verde e sullLCD

Memorizzazione convergenza motrice:


- Selezione numeri degli assi

Attenzione:
- Un valore di convergenza misurato pu essere memorizzato una sola volta.
- Dopo lavviamento del gruppo rulli il valore di convergenza viene cancellato dalla memoria
temporanea.
- Si possono memorizzare i valori di convergenza solo per la motrice.

Immissione della pressione di calcolo per il veicolo completo


Dopo linserimento del banco di prova, il valore viene preimpostato automaticamente a 6,5 bar.
Per tutte le immissioni valido quanto segue:
- Azionare il tasto manometro
- Immettere con i tasti numerici la pressione di calcolo desiderata
- Terminare limmissione con ENTER
- Con STOP si pu interrompere limmissione

Immissione pressione di calcolo (valida per lintero


veicolo)

La virgola decimale viene impostata automaticamente: immissione 65 = 6,5 bar

7.2

Brevi istruzioni

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Controllo freni
Entrata nel banco di prova ed avviamento dei motorini
Premere per circa 1 secondo i due tasti inserimento sinistro e inserimento destro!

Si deve iniziare la frenata solo dopo che i LED di slittamento


si siano spenti.

Se il veicolo posizionato nel gruppo rulli del banco di prova, si pu iniziare un normale controllo dei
freni anche con il tasto automatico.

+ Veicolo nel
gruppo rulli

I tasti inserimento sinistro e inserimento destro vengono


simulati.
Il controllo freni inizia nel funzionamento normale
(inserimento automatico del gruppo rulli sinistro e destro con
un tasto).

Aumento della forza frenante fino al disinserimento dei motorini


Aumentare lentamente la forza frenante finch il banco di prova si disinserisce automaticamente o finch
il controllo viene interrotto mediante lazionamento del tasto STOP. Adesso vengono visualizzati per
circa 8 secondi i valori di picco. Durante questo periodo si pu premere fino allarresto il pedale del freno
per rilevare la pressione massima dellaria.
Attenzione:
In caso di commutazione automatica dal campo di misurazione piccolo a quello grande, indicata dal
brusco movimento in senso antiorario della lancetta sullunit di visualizzazione, non si deve diminuire la
forza esercitata sul pedale del freno.

Calcolo estimativo BSU SI/NO


Dopo linserimento del banco di prova viene attivato automaticamente il carico estimativo BSU, che
viene indicato nellintestazione del verbale stampato.
La commutazione dal calcolo estimativo BSU al calcolo estimativo a due punti spiegata al punto 0, pu
essere eseguita anche dopo la stampa. Successivamente si pu iniziare una nuova stampa senza dover
ripetere la misurazione (vedere anche il punto 9.1 Calcolo estimativo freno di servizio).

Memorizzazione dei risultati


Per esempio freno di servizio motrice:
il numero degli assi viene visualizzato sul motorino
passo-passo (lancetta verde) e sullLCD ed aumenta
automaticamente alla successiva memorizzazione.
Ci significa che in caso di corretta successione di
memorizzazione (1o asse, 2o asse ecc.), limmissione
numerica non necessaria.

(non necessario in caso di


corretta successione delle prove!)

Brevi istruzioni

7.3

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Per esempio freno di stazionamento motrice:


(non necessario in caso di
corretta successione delle prove!)
La prova si svolge in modo identico per tutti gli assi!
Se per il numero degli assi di un sistema frenante viene memorizzato un nuovo risultato della prova, i
risultati precedenti vengono sovrascritti.

Cancellazione
Se si vuole cancellare lultima prova memorizzata si deve premere il seguente tasto del telecomando:

Cancellare lultimo asse memorizzato

Tutte le prove freni finora memorizzate per gli assi controllati vengono cancellate con i pesi immessi
attraverso il telecomando e con la pressione di calcolo mediante questi due comandi dei tasti.

Cancellare lintera memoria

Immissione pesi
Per limmissione dei pesi valido quanto segue:
- Azionare il tasto peso desiderato
- Immettere il peso desiderato con i tasti numerici
- Concludere limmissione con ENTER
- Con STOP limmissione pu essere interrotta
- I pesi immessi sono prioritari rispetto a quelli misurati!

Peso totale a vuoto (pu essere eliminato se c la


bilancia)

Peso totale con carico

7.4

Brevi istruzioni

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Versioni di stampa

Stampa standard con valutazione finale della motrice

Stampa standard con valutazione finale del rimorchio o


semirimorchio

Stampa standard con valutazione finale e grafici della


motrice con rimorchio (freno di servizio)

Stampa standard con valutazione finale e grafici della


motrice

Stampa standard con valutazione finale e grafici del


rimorchio o semirimorchio

Grafici degli assi freno di servizio con nastri CEE della


motrice con rimorchio con stampa elenchi
(vedere 0 Calcolo estimativo a due punti)

IMPORTANTI FUNZIONI SUPPLEMENTARI


Immissioni per il rimorchio / semirimorchio
Se si deve controllare il rimorchio / semirimorchio separatamente o insieme con una motrice importante
premere il tasto rimorchio prima di ogni immissione.
Tutte le immissioni per il rimorchio vengono effettuate in modo identico a quelle per la motrice.

Per esempio memorizzazione freno di stazionamento


rimorchio

Brevi istruzioni

7.5

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Rilevatori automatici per laria compressa PM/PX


Rilevatori per laria compressa PM/PX con cablaggio
Se vengono usati rilevatori per laria compressa PM/PX con cavi di collegamento allarmadio di
comando, i sensori di pressione sono sempre correlati allasse attualmente da controllare.

Rilevatori per laria compressa PM/PX ad onde radio


Se vengono usati rilevatori per laria compressa PM/PX ad onde radio si deve correlare il singolo
rilevatore PX1/PX2 allasse da controllare, prima di inserire il gruppo rulli.
La seguente tabella illustra la procedura di correlazione:
Collegare tutti i sensori desiderati al veicolo

Ridurre il numero PX
Aumentare il numero PX

Prima di inserire il gruppo rulli selezionare con il


telecomando il numero PX collegato allasse da
controllare. Il PX attuale viene indicato dalla lancetta
verde.
E valida la seguente correlazione:
PX1 = 1 kN (scala interna)
PX2 = 2 kN ecc.

Per ulteriori spiegazioni sui rilevatori ad onde radio vedere la pagina 21.

Ripetizione visualizzazione
Per la ripetizione della visualizzazione dei risultati dellasse, vengono indicati i dati dellultimo asse
memorizzato dopo aver attivato la relativa funzione. Il numero degli assi pu essere variato come per la
memorizzazione.

Ripetizione visualizzazione del freno di


servizio motrice

Ripetizione visualizzazione del freno di


stazionamento motrice

Ripetizione visualizzazione del freno di


servizio rimorchio o semirimorchio

Attenzione:
Prima di effettuare ulteriori fasi di prova, si deve uscire dalla ripetizione visualizzazione con il tasto
Stop.

7.6

Brevi istruzioni

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Misurazione ovalizzazione

La misurazione dellovalizzazione dura circa 5 secondi


e viene indicata dallaccensione dei LED di
slittamento.

Attenzione:
Durante la misurazione dellovalizzazione la forza esercitata sul pedale freno deve essere costante!
La misurazione dellovalizzazione pu essere ripetuta a scelta, ma solo le ultime tre misurazioni vengono
memorizzate.

Procedure per il calcolo estimativo


Con le seguenti immissioni del telecomando si pu commutare dal calcolo estimativo BSU preregolato al
calcolo estimativo a due punti.
La regolazione attuale viene visualizzata sullLCD
dellunit di visualizzazione.
BSU 0 - Calcolo estimativo a due punti attivato
BSU 1 -Calcolo estimativo BSU

Premendo questo tasto il valore dellLCD destro viene


modificato.

Premendo questo tasto il valore indicato sullLCD


destro viene trasferito.

Con il tasto STOP limmissione pu essere interrotta.

Avvertenza:
Nel punto 9. Avvertenze per la valutazione i due metodi di calcolo estimativo vengono illustrati
dettagliatamente

Brevi istruzioni

7.7

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

Commutazione visualizzazione sensori supplementari / frenata


Con la seguente combinazione dei tasti si pu commutare tra la visualizzazione dei diversi valori di
misurazione dellLCD.

Commutazione dai sensori supplementari alla


frenata/differenza e viceversa

Commutazione dai PM/PX alla pressione idraulica/PD


e viceversa

Correlazione delle diverse varianti di visualizzazione LCD, per esempio nel programma di prova 1:

LCD sinistro

LCD destro

Valore di misurazione LCD


sinistro

Valore di misurazione LCD


destro

- - - -

P1

PX

PM

- - -

P1

Frenata

Differenza forza frenante

- - P d

P1

Pressione idraulica

Pressione pedale

- P d

P1

Frenata

Differenza forza frenante

Attenzione: le visualizzazioni LCD riportate sopra in grassetto appaiono soltanto quando il veicolo non si
trova nel banco di prova!

7.8

Brevi istruzioni

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

PROVA SPECIFICA PER ITALIA


Elenchiamo qui di seguito le funzioni eseguite dallapparecchio in conformit alle normative del
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
Tester freni:
Valutazione dello squilibrio di frenatura durante il test
Visualizzazione dello squilibrio dinamico per la massima valutazione
Selezione della funzione sforzo pedale o efficienza asse
Definizione dei valori limite per tipo e categoria di veicolo
Verifica del coefficiente di slittamento durante il test 4wd
Controllo funzioni per dati ordine
Stampa:
Nuovo protocollo di stampa in conformit alle normative Ministeriali.
Tabella specifica dei valori limite confrontabili con i valori reali
Temperatura, umidit, pressione aria e ora di inizio/fine del test.
Visualizzazione iniziale del software 4400 TRUCK collegato via RS232 allunit analogico digitale
dellapparecchio.

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

8.1

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

8.1 INSTALLAZIONE
8.1.1 BANCO FRENI 4400 TRUCK

EPROM-Software >V3.9c
Sensore sforzo al pedale via cavo o radio
8 celle di pesatura estensiometriche per pesatura statica, dinamica e calcolo efficienza frenante. (4 per
gruppo)

8.1.2 Telecomando

Versione speciale Italia


Nessun tasto per memoria dati rimorchio.
Speciale targhetta adesiva posta sul retro
con lelenco completo dei programmi disponibili.
No.
1
2
3
4
5
No.
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18

Categoria
M1 (vettura, taxi... <=3.5t)
N1 (merci <=3,5t)
N1 (merci <=3,5t)............prima
M2 (autobus <=3,5t)
M2 (autobus <=3,5t).........prima
Categoria
Cronotachigrafo
Sensori ALB-PM/PX
M2 (3,5t<autobus<=5t)
M2 (3,5t<autobus<=5t).....prima
M3 (autobus > 5 t)
N2 (3,5t< merci <=12t)
N2 (3,5t< merci <=12t)....prima
N3 (merci <=12 t)
N3 (merci <=12 t)............prima
O3 (3,5t<rimorchi<=10t)
O3 (3,5t<rimorchi<=10t) prima
O4 (rimorchi <=10t)
O4 (rimorchi <=10t)........prima

8.1.3 Software 4400 TRUCK


Disco di installazione disco 1/1 per software window 3.11, 95, 98, 2000, NT e stampanti compatibili
MS-WINDOWS (LaserJet, Seikosha, Olivetti, InkJet)
Attenzione:
Il nuovo referto di stampa conforme alle normative Ministeriali pu essere effettuato solamente con una
stampante del PC. Se la stampante collegata direttamente allunit analogico/digitale verr stampato un
referto di stampa non conforme.

8.2

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

8.2 CONFIGURAZIONE
Per il corretto utilizzo del programma necessario selezionare la versione Italiana. Le funzioni relative
alla normativa Ministeriale saranno attive automaticamente.
1.
2.
3.

Girare linterruttore su off e spegnere la macchina


Girare linterruttore su on e accendere la macchina
Loperatore ha 6 secondi di tempo per selezionare
una delle funzioni visualizzate.
4. Cliccare su Config. (configurazione).

4.

8.2.1 Impostazioni specifiche per normativa Italiana

Selezionare fase 10 (versione speciale)


or
Inserire il valore 4

Confermare la versione Italia

Selezionare Fase 6

( lingua )

or
Confermare il valore 8

Confermare la lingua Italiana

Attenzione:
Le fasi che rappresentano i parametri delle forze frenanti, sforzo al pedale, efficienza e squilibrio non
hanno molta importanza in questa procedura , poich stato creato un nuovo programma di interfaccia
che viene selezionato automaticamente dal software in funzione del tipo e della categoria del veicolo
inserito.

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

8.3

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

8.3 VERIFICA DEI VALORI LIMITE


I limiti dei valori ufficiali sono memorizzati nel file stl_i.lim. Tali valori relativi a tutte le categorie e tipi
di veicoli sono visualizzati in una tabella specifica.

Qualora in futuro venissero modificati dei parametri, sar sufficiente editare il file stl-i.lim con
WORDPAD o con un altro programma editor del sistema WINDOWS. Salvare sempre con lopzione
solo testo. La struttura di questo file simile ad un file ini di WINDOWS. Ogni categoria di veicolo ha
un blocco separato di tutti i valori limite. Non cambiare la struttura ed il nome di questo file altrimenti il
software non riesce a trovare i valori di riferimento. Il file test.ini appartiene alla directory di lavoro del
4400 TRUCK.
Esempio: stl-i.lim
[M1]
DynamicBrakeImbalance< 30 %
PedalForceServiceBrake< 500 N
PedalForceParkingBrake< 500 N
HandForceParkingBrake< 400 N
EfficiencyServiceBrake> 50 %
EfficiencyParkingBrake> 16 %
EfficiencyParkingBrakeWithTrailer> 12 %
EfficiencyEmergencyBrake> 25 %
In caso di modifiche, MOTORSCAN deve fornire un aggiornamento dei valori limite seguendo questa
procedura:
1.
2.
3.
4.
5.
6.

Editare il file test.lim .


Cambiare il o i valori limite e salvare il file.
Copiare il file test.lim in una nuova directory .
Preparare un dischetto di aggiornamento specifico autocaricante.
Copiare nellaggiornamento del disco master il file test.lim .
Effettuare le copie richieste per effettuare gli aggiornamenti richiesti.

8.4

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

8.4 VISUALIZZAZIONE BASE BANCO PROVA FRENI


Verifica della versione italiana del
software e del tipo di programma
Normale o Automatico.

Blocchi di
Memoria per le
procedure di
controllo delle
diverse categorie
di veicoli:
1. Autocarri/Bus
2. Rimorchi
3. Veicoli <3.5t

Misura sforzo al
pedale

La visualizzazione base del banco freni visualizza solamente dei blocchi di memoria. Questi blocchi sono
suddivisi in 6 memorie per il freno di servizio, e 4 memorie per il freno di stazionamento. Non esiste
nessunaltra differenza tra le prove delle motrici e dei rimorchi, poich la selezione di questa opzione
avviene automaticamente nella impostazione della categoria del veicolo. Ci significa che non possibile
effettuare un test per autocarro e rimorchio in una unica procedura.

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

8.5

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

VISUALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA IN FUNZIONE DELLA CATEGORIA DEL VEICOLO:

8.6

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

Come effettuare un test combinato motrice e rimorchio ?


1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.

Selezionare la categoria dellautocarro motrice .


Inserire i dati cliente e veicolo.
Iniziare il test e memorizzare le prove di ciascun asse ( freni di servizio e stazionamento).
Il sistema calcola automaticamente lefficienza totale per freno di servizio, soccorso e stazionamento.
Stampare il referto ufficiale e salvare i valori nel database.
Il test della motrice terminato.
Cancellare i valori memorizzati nei blocchi di memoria. ( premere diverse volte tasto CL su
telecomando)
Selezionare la categoria del rimorchio .
Inserire i dati cliente e veicolo.
Iniziare il test e memorizzare le prove di ciascun asse ( freni di servizio e stazionamento).
Il sistema calcola automaticamente lefficienza totale per freno di servizio, soccorso e stazionamento.
Stampare il referto ufficiale e salvare i valori nel database.
Il test del rimorchio terminato.

Come effettuare il test dei veicoli <3.5t (car, taxi, piccoli bus e furgoni)
1.
2.
3.
4.
5.
6.

Selezionare la categoria del veicolo.


Inserire i dati cliente e veicolo.
Avviare il test e memorizzare le prove dellasse anteriore , posteriore e memorizzare i valori dei freni
di servizio.
Avviare il test freni per la prova del freno di stazionamento e memorizzarlo.
Il sistema calcola automaticamente lefficienza totale per freno di servizio, soccorso e stazionamento.
Stampare il referto ufficiale e salvare i valori nel database

Durante il test, possibile visualizzare i valori con grafici :

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

8.7

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

8.5 DATI ADDIZIONALI


Una parte ufficiale del referto di stampa sono i seguenti dati :
Numero di serie e numero di approvazione
Prossima data per la calibrazione del banco
Per linserimento di questi dati, Il tecnico autorizzato deve selezionare il men Opzioni e attivare la
funzione Parola daccesso....
Selezionare la funzione Extras, per inserire il codice segreto necessario.
+

Inserimento :

per inserire i dati delle condizioni ambientali :


Selezionare nel menu Opzioni la funzione Condizioni ambientali...

Se la linea freni non collegata con una stazione meteorologica tramite porta seriale, possibile inserire i
dati 2 volte al giorno.
Una parte del referto di stampa comprende i dati della officina:
Selezionare nel menu Opzioni la funzione Officina.

8.8

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

8.6 INTERFACCIA ORDINI


Selezionare menu Immissione:
Page 1 Ordine:

NUOVO
Collegamento con database per
ricerca cliente eventualmente
gi memorizzato !
Page 2 Vetture:

Per iniziare la procedura ufficiale,


necessario compilare almeno tre
campi.
Selezione della categoria del
veicolo
(N1, M2...)
Selezione del freno a mano ( a
pedale , manuale)
Selezione del freno di soccorso

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

8.9

ITALIANO

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

8.7 STAMPA
Il programma prevede 4 tipi di referti di stampa. Per visualizzare i risultati da stampare su video,
selezionare menu Display e cliccare su menu Stampa. Tutti i referti di stampa sono conformi alle
normative Italiane.
Display.....

Stampa....

In mancanza di collegamento RS232 al PC appare il seguente messaggio :

8.7.1 Stampa standard


-

Risultati di misura di tutte le categorie di veicoli


Valutazione finale per efficienza, squilibrio e freno di soccorso

8.10

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

Release 0.0

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

MOD. 4400 TRUCK

8.11

ITALIANO

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

8.7.2 Stampa speciale per veicoli <3.5 t


-

Referto di stampa ufficiale conforme alla normativa Italiana per centri di revisione
Risultati finali di tutti i veicoli con peso complessivo <3.5 t.
Valutazioni finali dei risultati per efficienza, forze frenanti e tipi di freno di soccorso.

8.7.3 Stampa specifica per veicoli >3.5 t


-

Referto di stampa ufficiale secondo la normativa Italiana.


Risultati finali di tutti i valori di forza frenante, squilibrio, efficienza, peso statico e dinamico,
ovalizzazione in percentuale, freno di soccorso per tutte le categorie di veicolo con peso comp.>3.5 t.
Valutazione finale di tutti i valori di squilibrio, efficienza e freno di soccorso.

8.12

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

REFERTO DEL FRENOMETRO


Versione ZR3.9c A13.8e KR3.9b DS3.9b PC3.9c
Dati del frenometro
Marca e tipo dellapparecchio
N. di omologazione dellapparecchio
N. di serie dellapparecchio
Data di scadenza del controllo periodico

4400 ROLLER
APXXXXX
NNN
12.02.2002

Dati veicolo
Fabbrica e tipo
Targa
Anno di prima immatricolazione
Tara in kg
18000
Condizioni ambientali
Temperatura in C

MERCEDES MB444
Telaio
12/12/96
Massa veicolo in prova in kg
10180

Massa rimorchiabile in kg

Pressione in kPa

Umidit relativa in %

XX1357924

20

100

Tipo impianto frenante


Servizio (idraulico, pneumatico, misto)
Soccorso (idraulico, pneumatico, misto, meccanico)
Stazionamento (idraulico, pneumatico, meccanico)

YYYXXXXNNN

TT

Freno di servizio
1

60

Idraulico
Idraulico
Meccanico

Schema freno di soccorso


(XX, TT, =freno di stazionamento, HH, LL, HT)

RISULTATI

12000

Freno di stazionamento
3

Forza frenante sinistra in N


Forza frenante destra in N
Differenza dinamica in %
Resistenza rullo sinistra in N
Resistenza rullo destra in N
Resistenza rotolamento in %
Pressione pedale/staz. in N
Ovalizzazione sinistra in %
Ovalizzazione destra in %

8580
8890
8
200
330
0,8
699

7140
8470
19
350
430
1,5
548

6600
6030
15
330
420
1,4
447

6880
7400
20
10
20
0,1
213

7450
6860
12
20
40
0,1
368

Peso ruota sinistra in kg


Peso ruota destra in kg
Peso ruota din.sinistra in kg
Peso ruota din.destra in kg

2040
2050
2030
2040

1450
1490
1440
1480

1660
1490
1650
1480

1660
1680
1640
1660

1660
1680
1640
1660

Peso asse in kg
Peso asse dinamico in kg

4090
4070

2940
2920

3150
3130

3340
3300

3340
3300

Efficienza asse in %

43,7

54,5

41,1

44,1

44,2

Efficienza frenante in %
Servizio
Soccorso
Stazionamento
Stazionamento con rimorchio)

Misure
46
17,6
29
13

Squilibrio dinamico di frenatura in %


Servizio
Soccorso (anche se coincidente con il freno di stazion.)
Stazionamento

Misure
19
8
20

Data e ora dellinizio e termina operazioni di misura


Inizio
22/02/2002 - 16:45

Termine

Nome e cognome a stampa del responsabile tecnico


Resp.tecnico

Officina

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

8.13

Limiti
45
22,5
16
12
Limiti
30
30
30
22/02/2002 - 16:50

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

8.7.4 Stampa grafici totale

8.14

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

8.7.5 Stampa grafici assi

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

8.15

ITALIANO

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

8.8
8.8.1 Resistenza al rotolamento
Froll [%] =

Froll max li/re


------------------------------------------ x 100 [%]
9,81 * Wmax (Fmax)

Il programma considera sempre la massima resistenza di rotolamento misurata sulla ruota destra o sulla
ruota sinistra.
Froll max li/re
Wmax (Fmax)
Froll

= resistenza rotolamento [N]


= peso dinamico sullasse allistante di massima forza di frenata
= resistenza rotolamento [%]

8.8.2 Calcolo dello squilibrio dinamico


Lo squilibrio dinamico calcolato durante il test e viene visualizzato al termine della prova.
Metodo di calcolo:
Lo squilibrio massimo di frenatura ottenuto durante il test in relazione alla forza frenate massima di una
delle due ruote.
Esempio:
Differenza massima = 400 N (a 3200 N di forza frenante)
Massima forza = 4000 N
400
Squilibrio Dinamico =
------ x 100 % = 10 %
4000

8.8.3 Calcolo valori di efficienza


Lefficienza totale del freno di servizio sempre calcolata in relazione al peso dinamico del veicolo di
tutti gli assi.
Lefficienza totale del freno di stazionamento sempre calcolata in relazione al peso statico del veicolo
di tutti gli assi.

8.16

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

8.8.4 Risultati finali dopo il test


Esistono due metodi di visualizzazione. Selezionare tramite telecomando le seguenti funzioni :
Settaggio per tipo di visualizzazione:
Sforzo al pedale
Squilibrio ed efficienza di frenatura
Efficienza

Squilibrio
Dinamico

Sforzo Pedale

Led di
visualizzazione per
squilibrio dinamico

8.9 Freno di soccorso


Il tipo di freno di soccorso non pu essere definito tramite telecomando poich deve essere selezionato
nell interfaccia ordini del 4400 TRUCK prima di iniziare il test.
Calcolo del freno di soccorso per i veicoli con vari assi e con peso complessivo >3.5t
Esistono tre tipi di freno di soccorso utilizzati per la valutazione finale di autocarri motrici, rimorchi ed
autobus.
Schema Diagonale
Lefficienza il rapporto tra la somma delle forze frenanti inferiori dellasse o degli assi diagonale ed il
peso dinamico del veicolo.

Schema Parallelo
Lefficienza il rapporto tra la somma delle forze frenanti inferiori dellasse o del gruppo assi paralleli
ed il peso dinamico del veicolo.

Schema per freno di stazionamento


Lefficienza il rapporto tra la somma delle forze frenanti inferiori del o dei vari freni di stazionamento
ed il peso totale statico del veicolo.
Schema di calcolo per freno di soccorso parallelo
|----|
|----|
|----|
|----|
|----|
|----|
|----|
|----|
|----|
|----|
|----|
|----|

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

8.17

|----| assi anteriori


|----|
|----|
|----| assi posteriori
|----|
|----|

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK


Schema di calcolo per freno di soccorso diagonale
|-- --|
|-- --|
|-- --|
|-- --|
|-- --|
|-- --|
|-- --|
|-- --|
|-- --|
|-- --|
|-- --|
|-- --|

Release 0.0

|-- --| assi anteriori


|-- --|
|-- --|

|-- --| assi posteriori


|-- --|
|-- --|
(Gli assi in neretto sono calcolati in riferimento ad un gruppo asse)
NOTA:
Gli schemi di calcolo dei seguenti sistemi di freno di emergenza vengono usati solo per veicoli di
categoria < 3,5t.
XX
TT
P
HH
LL
HT

Ropartizione diagonale
Ripartizione assale anteriore assale posteriore
Nessuna ripartizione tra lassale anteriore e lassale posteriore
Ripartizione assale anteriore e assale posteriore, assale anteriore e assale posteriore
Ripartizione assale anteriore e ruota posteriore, assale anteriore e ruota posteriore
Ripartizione assale anteriore e posteriore, assale

8.10 Controllo dei valori limite


Quando si memorizza una prova del freno di servizio o di stazionamento, tramite telecomando, il sistema
confronta i valori memorizzati con i limiti ufficiali inseriti nel programma.
Nel caso in cui il valore superi il limite di tolleranza, appare automaticamente una finestra di
avvertimento :

Loperatore pu continuare e/o ripetere la prova premendo il tasto STOP o il tasto ENTER del
telecomando.

8.18

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

8.11 Programma di controllo per 4 WD


Stessa procedura come da software precedente !!!
Con soglia del 10% sulla percentuale di velocit calcolata rispetto alla maggiore tra destra e sinistra.
La prova viene effettuata sullo stesso asse tramite due prove separate prendendo come riferimento lo
sforzo al pedale.
La ruota che si muove in senso di marcia viene presa come riferimento per il calcolo dello squilibrio in
riferimento allo sforzo pedale esercitato
La formula di calcolo la seguente :
( Vdx- Vsx) / V max 10%
Al superamento di questa soglia appare un messaggio di allarme che arresta i rulli.
Descrizione allarme:
Nel caso di una differenza di velocit superiore al 10% tra i due rulli, si attivano le seguenti procedure:
Display LCD destro visualizza il messaggio lampeggiante EE.
Nella versione 4400 TRUCK appare un messaggio di allarme.
I motori si arrestano automaticamente Il test terminato.
Premendo il tasto ENTER o STOP del telecomando, si disattivano i messaggi

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

8.19

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

TEST DI CONTROLLO STANDARD


6.1 Definizione dati cliente e veicolo
Aprire linterfaccia ordine ed inserire i dati del veicolo, del cliente e del tipo di circuito frenante.
Attenzione :
Per attivare il test ufficiale necessario selezionare i tre campi relativi alla categoria del veicolo, del
freno di soccorso e di stazionamento.
1. Selezione categoria veicolo

Un altro modo per selezionare la categoria la


selezione del n. di programma.
Premere tasto su telecomando.

Selezionare numero programma.

Confermare con tasto <Enter>


Attenzione:
I dati non sono completi. Occorre selezionare il tipo
di freno di soccorso e di stazionamento!
2.

Selezione del freno di stazionamento manuale, a pedale

3.

Selezione del freno di soccorso

TT, XX, P, LL, HT, HH

Se loperatore non rispetta tali condizioni, non si otterranno i parametri ed i valori limiti per una corretta
valutazione dellefficienza frenante.
Attenzione:
Se lo sforzo al pedale supera il limite ammesso durante il test, i rulli si bloccano immediatamente ed il
risultato finale sar lultimo valore memorizzato prima dellarresto dei rulli.

8.20

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

Release 0.0

MOD. 4400 TRUCK

ITALIANO

6.2 Valutazione dello squilibrio durante il test


Qualora il valore dello squilibrio di frenatura tra le ruote sx e dx superi la soglia minima ammessa, il
colore dei display cambia dal verde in giallo o rosso.
Per evitare un errato settaggio dei valori limite, loperatore pu visualizzare tali soglie durante la
misurazione della resistenza di rotolamento.
Questa finestra appare per 5
Sec.
Se non stato selezionato il tipo
di circuito frenante, per default
verr selezionato il freno di
servizio.
Sul display LCD:
FSEr

Per lavvio della misurazione


senza attendere 5 Secondi,
premere i seguenti tasti :
Selezione del freno di servizio
asse anteriore/posteriore

Premere tasto memoria <freno


servizio>
Sul display LCD:
FSEr
Selezione freno di
stazionamento

Premere tasto memoria <freno


di stazionamento>
Sul display LCD:
FStA

PROVA SPECIFICA PER ITALIA

8.21

ITALIANO

MOD. 4400 TRUCK

Release 0.0

6.3 Visualizzazione risultati efficienza


Efficienza totale freno di servizio

+
Efficienza totale freno di stazionamento

+
Efficienza totale freno di soccorso

+
Per valori fuori tolleranza dai limiti ammessi il diplay LCD lampeggia

6.4 Stampa ufficiale per Italia

Stampa ufficiale per Italia


+

Attenzione:
Gli altri modi di stampa sono sempre attivi.

8.22

PROVA SPECIFICA PER ITALIA