Sei sulla pagina 1di 31

GIUNTI SALDATI

SALDATURA A PRESSIONE

00920/02
Pagina:

FCA ITALY -- GROUP MATERIALS LABS (CRF) - METALS

FCA ITALY -- GROUP MATERIALS LABS (CRF) - METALS


Ente Supervisore

Mod.

Ente Autore

TFO
7

Mod.

pressione.

Classe

La presente norma riguarda le direttive per la progettazione dei giunti saldati mediante saldatura a

Edizione

D'AIUTO FABIO - FABIO.DAIUTO@CRF.IT


Supervisore

FINALIT DELLA NORMA

Data

Lug. '83

A
=

Apr. '85
Ott. '90

A
-

Nov. '90
20.11.00

17.06.02
14.01.05
04.05.07

08.03.10

20.09.11

12.03.12

Descrizione della modifica

Edizione 1 - Nuova.

Edizione 2

Modificato pagine: 2, 4, 5, 13, 14 (prospetto 3), 15,16.


- Modificate le pagine da 13 a 21 con l'introduzione delle
Specifiche tecniche inerenti alla saldatura delle lamiere
prerivestite.

(AF)
(SP)

(AF)

06-FEB-2015

Edizione 2 - Effettuate modifiche redazionali al prospetto 5. (AF)


Edizione 3 - Aggiunto prospetto 6 (spessori equivalenti per acciai
prerivestiti).
Edizione 4 - Modificato prospetto 5 e prospetto 6
Edizione 5 - Aggiunto indicazioni a prospetto 5 e prospetto 6
Edizione 6 - Ristrutturata completamente.Aggiunto sommario, nota al
6.2.1.2 e allegato 1.
Edizione 7 - Rivisitata, aggiunto saldatura a scarica capacitiva (CDW) e
indicazione a disegno per punti in vista
Rivisitata, modificato prospetto 7, aggiunto prospetto 7/1 ed
esempi per misurare correttamente la dimensione delle alette di
saldatura
Modificato prospetto 7/1 dimensione sovrapposizione
lamiere e paragr. 6.2.5 Tolleranza passo di saldatura
Aggiunto passo tra i punti per leghe di alluminio.

(AF)
(AF)
(CG)
(AF)
(DC)

(DC)
(DC)
(DC)

IN CASO DI STAMPA LA COPIA E' DA RITENERSI NON CONTROLLATA, PERTANTO, E' NECESSARIO VERIFICARE L'AGGIORNAMENTO NELL'APPOSITO SITO WEB

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A. - NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

CUCCO MASSIMO - MASSIMO.CUCCO@CRF.IT


Autore

Data:

1 di 30
06-FEB-2015

00920/02

2
Pag.
Modif.

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

SOMMARIO
1
DEFINIZIONE E CRITERI DI SCELTA
1.1
Saldatura elettrica per resistenza a sovrapposizione
1.1.1 Saldatura a punti
1.1.2 Saldatura a rulli.
1.1.3 Saldatura a proiezione
1.1.4 Saldatura a scarica capacitiva
1.2
Saldature di testa.
1.2.1 Saldatura a scintillio
1.2.2 Saldatura a resistenza
1.2.3 Saldatura ad attrito
1.2.3.1 Esempi di configurazioni possibili per la saldatura ad attrito
2
CLASSIFICAZIONE FUNZIONALE DEL GIUNTO SALDATO
3
INDICAZIONE A DISEGNO
4
RESISTENZA AL TAGLIO PER PUNTO DI SALDATURA
5
COMBINAZIONI DI MATERIALI AMMESSE
5.1
Leghe di Alluminio (Al)
5.2
Acciai non induribili per riprecipitazione (austenitici e semiaustenitici esclusi)
5.3
Altri materiali
6
PRESCRIZIONE DIMENSIONALI
6.1
Diametro del nocciolo
6.2
Saldatura elettrica per resistenza a sovrapposizione - Prescrizioni dimensionali
diverse dal diametro del nocciolo
6.2.1
6.2.2
6.2.3
6.2.4
6.2.5
6.2.6
6.2.7
6.2.8
6.2.8.1
6.2.8.2
6.2.8.3
6.3
6.3.1
6.3.1.1
6.3.1.2
6.3.1.3

Spessore totale del giunto


Numero dei particolari da unire
Spessore dei singoli pezzi da unire
Requisiti di resistenza a taglio
Tolleranze per il passo di saldatura
Tolleranze sulle deviazioni dell'asse di saldatura
Indicazione a disegno dei punti di saldatura
Accoppiamento alette
Limite minimo sezioni di saldatura
Giunzioni con passaggio del mezzo di saldatura
Posizione del punto di saldatura sottosquadra, ad esempio nascosto da aletta
Saldatura di testa
Saldatura a resistenza, a scintillio e ad attrito
Rapporto diametro / spessore
Asportazione della bavatura ricalcata
Tolleranze dimensionali

Allegato 1 - Zone tipiche dove possono essere utilizzati rapporti di spessore fuori norma e
i materiali che li compongono

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

3
3
4
4
5
6
6
6
6
7
8
11
11
12
13
13
13
14
14
14

14
14
15
16
17
17
18
19
21
21
22
23
23
23
23
23
24

25

Pag.
3
Modif.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

1
DEFINIZIONE E CRITERI DI SCELTA
La saldatura a pressione avviene mediante pressione locale con fusione della zona premuta. La saldatura a
pressione si suddivide in:
a punti
Elettrica per resistenza
a rulli (a trazione continua)
a sovrapposizione
a proiezione
a scarica capacitiva (CDW)

a scintillio
a resistenza
ad attrito (frizione e inerzia)

Di testa

1.1
Saldatura elettrica per resistenza a sovrapposizione
Questo genere di saldatura adatto per giunzioni a sovrapposizione; a tale scopo i materiali da unire
devono essere saldabili ed il pi possibile simili tra di loro (per la saldabilit vedere tab. dei singoli
materiali).
Si devono evitare, per quanto possibile, le unioni tra materiali che presentano una differenza del
2

carico di rottura maggiore o uguale a 200 N/mm , specialmente se il materiale a carico di rottura pi
basso risulta anche il pi sottile.

opposta al passaggio di corrente elettrica attraverso le superfici di contatto dei pezzi da saldare.
La saldatura elettrica a resistenza per punti viene eseguita mediante elettrodi del tipo a barra.
La saldatura elettrica a rulli (a tratti o continua) viene effettuata mediante elettrodi del tipo a rullo.
La saldatura elettrica a proiezione viene effettuata mediante elettrodi del tipo a piastra.
La saldatura per pressione consigliata nel caso che vi sia la possibilit di eseguirla a regola d'arte,
ossia:
- buona accessibilit elettrodo
- buon parallelismo tra le parti da unire
- buon contatto dei lembi da unire
- buona ortogonalit elettrodi con le superfici da unire
In caso contrario adottare la saldatura per fusione.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

II particolare deve essere pressato tra gli elettrodi; il calore generato dalla resistenza ohmica

00920/02

4
Pag.
Modif.

1.1.1
Saldatura a punti
Per questo tipo di saldatura gli elettrodi sono generalmente costituiti da puntine forzate alle estremit
dei bracci della pinza, che ha il duplice scopo di applicare il carico sulle lamiere e di condurre la
corrente nella zona di contatto.
Dopo breve tempo la saldatura viene effettuata lasciando sulle lamiere l'impronta della estremit degli
elettrodi.
Il costo dell'impianto per saldatura a punti generalmente superiore a quelli per saldature ad arco e a

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

gas, tuttavia i tempi di lavorazione sono inferiori e manca il costo del materiale d'apporto.

1.1.2
Saldatura a rulli
I principi su cui si basa il processo sono praticamente gli stessi descritti per la saldatura a punti; la
pressione dei rulli consente il flusso di corrente tra le due zone di contatto tangenziale delle loro
circonferenze sul piano costituito dalle lamiere.
L'avanzamento relativo pu essere ottenuto dallo spostamento dei rulli sulla lamiera che rimane ferma
o viceversa.

La saldatura a rulli a tratti viene impiegata quando si vuole ottenere un preciso passo tra i punti.
REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

Pag.
5
Modif.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

1.1.3
Saldatura a proiezione
In questo tipo di saldatura le zone di metallo da portare a fusione vengono gi individuate in fase di
progetto, prevedendo su uno dei due particolari da unire all'altro, una o pi protuberanze che vengono
in genere ottenute per stampaggio.

Al momento della saldature essendo i rilievi gli unici punti di contatto tra le superfici da saldare, essi
vengono interessati dal percorso della corrente che li porta rapidamente a fusione.
In questo modo viene a formarsi il giunto ed ad annullarsi il distanziamento tra le superfici dei due
REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

In questo caso la distanza tra i punti viene ottenuta regolando il tempo di interruzione della corrente in
funzione della velocit costante di rotazione dei rulli oppure facendo fermare l'avanzamento dei rulli o
della lamiera in corrispondenza della zona da saldare.
Il primo metodo consigliato per saldature su lamiere di spessore fino a 3 mm, il secondo per lamiere
di spessore maggiore.
Nella saldatura a rulli continua la corrente fluisce invece quasi senza interruzione attraverso gli
elettrodi, per cui, essendo la velocit relativa di spostamento elettrodi-lamiere costante, si viene a
generare una fila di punti sovrapposti sulle lamiere.
La saldatura a rulli continua pu garantire quindi la tenuta di liquidi e di gas.

00920/02

6
Pag.
Modif.

elementi. Normalmente le protuberanze vengono previste sul particolare avente lo spessore


maggiore, mentre, nel caso della saldatura di due metalli dissimili, esse vengono previste
sull'elemento che presenta una pi elevata conduttivit elettrica.
Grazie alla sua possibilit di predeterminare le zone di fusione, la saldatura a proiezione viene
impiegata soprattutto per piccoli particolari come staffette, dadi, viti ove la saldatura a punti si rivela

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

irrealizzabile.
1.1.4
Saldatura a scarica capacitiva
Questo tipo di saldatura conosciuta anche come saldatura a scarica di condensatore oppure
saldatura CDW (capacitor discharge welding).
E un processo del tutto simile alla saldatura a proiezione; le zone da portare a fusione e la loro
dimensione vengono individuate in fase di progetto, prevedendo su uno dei due particolari da unire
una o pi bugne (generalmente ottenute per stampaggio).
Generalmente le bugne vengono ricavate sulla lamiera pi spessa o su quella che presenta la miglior
conduttivit elettrica.
Come per la saldatura a proiezione, essendo le bugne gli unici punti di contatto tra le due superfici da
unire, durante la fase di saldatura solo queste zone vengono interessate dal passaggio di corrente
elettrica e la resistenza ohmica, opposta al passaggio di corrente, genera il calore che le porta
rapidamente a fusione.
In questo modo si forma la giunzione e viene ad annullarsi il distanziamento tra le superfici dei due
elementi.
La differenza tra questo tipo di saldatura e la saldatura a proiezione consiste essenzialmente in:
- Nella saldatura a proiezione la corrente elettrica generata da un trasformatore alimentato
direttamente dalla rete, mentre nella saldatura a scarica capacitiva il trasformatore
alimentato da condensatori che accumulano lenergia di rete nelle fasi di intervallo tra le
saldature; questo consente lutilizzo di potenze di rete minori per ottenere scariche di corrente
durante la saldatura notevolmente maggiori.
- I tempi di saldatura (tempi di passaggio della corrente) sono generalmente 20 volte inferiori
rispetto alla saldatura a proiezione.
Questo tipo di saldatura pu essere impiegato per la giunzione di particolari di piccole dimensioni
(staffe, collarini, piastre, ecc), ma anche di particolari di medie dimensioni, in cui su una superficie
pressoch lineare vengono richiesti numerosi punti di giunzione, in quanto questo tipo di
procedimento consente di saldarli contemporaneamente.
Questa tecnologia pu essere utilizzata per giunzioni dove sono richieste caratteristiche estetiche: in
questo caso le bugne devono essere previste sul particolare non in vista.
1.1.4.1
Materiali
La saldatura a scarica capacitiva utilizzata per assemblare due lamiere dacciaio sia rivestite in zinco
che non, di spessore uguale oppure differente.
Lo spessore minimo saldabile 0,5 mm
La saldatura di altri tipi di materiali e/o rivestimenti deve essere valutata sperimentalmente caso per
caso, a cura E.D. Engineering Materials.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

FCA Italy S.P.A.

Pag.
7
Modif.

00920/02

1.1.4.2
Bavature da tranciatura
Nel caso di tranciatura delle lamiere in prossimit delle bugne, le bavature sono ammesse solamente
nella direzione opposta al rilievo delle bugne stesse, al fine di evitare anomali passaggi di corrente
elettrica durante la saldatura.

Fig. 1 Direzione ammessa delle bave di tranciatura


1.1.4.3
Stato delle superfici
Le superfici delle zone di saldatura devono essere previste pulite, esenti da ossido, vernici, grassi, olii,
ed altri prodotti che possano compromettere la qualit della giunzione.

. BUGNA CIRCOLARE
la pi utilizzata, per giunzioni di particolari di piccole dimensioni (piastrine, collarini, ecc)

. BUGNA ANULARE
utilizzata quando sono richieste caratteristiche di resistenza meccanica maggiori; sono impiegate in
sostituzione di punti di saldatura a resistenza.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

1.1.4.4
Tipi di bugne
La forma delle bugne pu essere variata in funzione del tipo di giunto e delle caratteristiche
meccaniche richieste. Essenzialmente sono tre i tipi bugna realizzabili:

00920/02

8
Pag.
Modif.

Bugne anulari possono essere ricavate anche per lavorazione meccanica, ad esempio per creare un
risalto su un tubo da saldare di testa su una piastra

tubo
piastra

bugna

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

BUGNA OBLUNGA

1.2
Saldature di testa
Le saldature di testa vengono impiegate per unire frontalmente tra loro barre, tubi o piatti. 1.2.1
Saldatura a scintillio
I due pezzi da saldare vengono montati sulle ganasce della saldatrice, le quali, oltre a essere
conduttrici di corrente, servono a bloccare le parti da unire ed a farle avanzare durante la corsa di
scintillamento e di ricalcatura, mantenendole rigorosamente allineate. Quando le aree da saldare
vengono poste a leggero contatto, inizia lo scintillamento, le parti si riscaldano e la zona di contatto
diventa plastica; viene allora applicata ai pezzi la pressione di forgiatura che determina l'espulsione
dell'ossido formatosi durante la fase di scintillamento e la ricalcatura dell'estremit.
Durante la fase di scintillamento e di ricalcatura si ha una perdita di metallo di cui bisogna tenere
conto nella preparazione dei pezzi da unire.
La saldatura a scintillio viene impiegata su materiale a buona resistivit quali gli acciai ( al carbonio e
legati), le leghe di nichel e leghe leggere

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

Pag.
9
Modif.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

1.2.2
Saldatura a resistenza
Questo tipo di saldatura simile a quella a scintillio ad eccezione della pressione che viene esercitata
per tutto il tempo di saldatura e la fusione avviene per effetto joule.
1.2.3
Saldatura ad attrito
La saldatura ad attrito viene impiegata attualmente per saldare di testa barre e tubi tondi in materiali
metallici, anche diversi tra loro, posti sullo stesso asse.
In questo processo l'energia meccanica viene trasformata per attrito in energia termica che riscalda
convenientemente le due superfici da saldare fino a consentire l'unione sotto un'azione di mutua
compressione. Come indicato in figura, si ottiene una saldatura per attrito ponendo in movimento

Il riscaldamento, la saldatura ed il raffreddamento avvengono nel giro di pochi secondi. La formazione


del cordone di saldatura comporta la sua rimozione per lavorazione meccanica nei casi in cui tale
presenza non compatibile col funzionamento e l'estetica del pezzo. Bisogna tener presente che con
questo metodo, a saldatura effettuata, avviene un accorciamento del pezzo da 3 B 10 mm e la zona
influenzata dal calore abbastanza ristretta per cui le caratteristiche meccaniche non decadano
notevolmente.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

relativo le due superfici da unire e comprimendole.

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

00920/02
10
Pag.
Modif.

1.2.3.1

Esempi di configurazioni possibili per la saldatura ad attrito

Il tipo di materiale indicato sui disegni seguenti dato solo a titolo esemplificativo..

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

FCA Italy S.P.A.


Pag.
11
Modif.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

00920/02

Con le soluzioni "g" ed "h" si ha la possibilit


di ottenere battute pulite senza l'asportazione
del cordone di saldatura.

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

00920/02
12
Pag.
Modif.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

Pag.
13
Modif.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

1 Fase : Bloccaggio elementi nelle ganasce autocentranti


a

2 Fase : Inizio rotazione elemento montato sul mandrino


a

3 Fase : Riscaldo elementi ottenuto per frizione mediante accostamento degli elementi (CARICO
ASSIALE DI ATTRITO)
a

4 Fase : Disinserimento del moto e frenata rapida del mandrino


a

5 Fase : Forgiatura finale per ottenere la saldatura degli elementi (carico specifico 10 B 12 kg/mm
ottenuto mediante apparecchiatura idraulica) CARICO ASSIALE DI FORGIATURA

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

Esempio di attrezzatura per saldatura ad attrito

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

00920/02
14
Pag.
Modif.

CLASSIFICAZIONE FUNZIONALE DEL GIUNTO SALDATO

Vedere Norma 00920.

INDICAZIONE A DISEGNO

Vedere Norma 00920.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

Pag.
15
Modif.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

4
RESISTENZA AL TAGLIO PER PUNTO DI SALDATURA
Salvo altrimenti specificato, a titolo puramente indicativo, i valori minimi di resistenza al taglio per
punto di saldatura sono riportati nei prospetti 1 e 2.
Prospetto 1 - Resistenza minima al taglio richiesto per punto di saldatura
Alluminio, magnesio e relative leghe *
Carico di rottura del materiale

Spessore

delle lamiere

150 N/mm

Minimo

**

> 150 250 N/mm

Minimo

> 250 400 N/mm

Minimo

> 400 N/mm

Minimo

Resistenza minima al taglio per punto di saldatura (N)

0,30

90

140

290

340

0,40

230

320

450

500

0,45

290

390

520

570

0,50

360

450

610

640

0,55

430

540

700

730

0,60

500

660

790

840

0,70

610

790

880

980

0,80

750

950

1070

1180

0,90

880

1160

1250

1380

1,00

1020

1360

1410

1560

1,10

1180

1590

1680

1840

1,20

1340

1810

1950

2110

1,40

1540

2150

2340

2510

1,60

1790

2580

2770

3040

1,80

2040

2930

3270

3740

2,00

2380

3470

3880

4650

2,20

2700

3950

4540

5690

2,50

3060

4260

5310

6760

2,80

3330

4540

6070

8070

3,20

3560

4760

7370

9620

4,00

11070

14510

4,50

13610

16900

5,00

14700

18300

6,00

29030

33340

(*) La resistenza del materiale dovr essere basata sul suo carico di rottura minimo garantito
(**) Vedere prospetto 5.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

equivalente

00920/02

16
Pag.
Modif.

Prospetto 2 - Resistenza minima al taglio richiesta per punto di saldatura - Acciai *


Carico di rottura del materiale

Spessore
equivalente
delle lamiere

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

**

270 400 N/mm

Minimo

> 400 650 N/mm

Minimo

> 650 N/mm

Minimo

Resistenza minima al taglio per punto di saldatura (N)

0,30

680

910

1250

0,40

980

1340

1810

0,45

1130

1540

2220

0,50

1270

1770

2400

0,55

1500

2040

2770

0,60

1810

2400

3290

0,70

2110

2880

3880

0,80

2560

3520

4740

0,90

3130

4170

5690

1,00

3700

4830

6620

1,10

4560

5830

8140

1,20

5400

6830

9640

1,40

6620

8030

11570

1,60

7980

9570

14020

1,80

9430

11500

16920

2,00

11140

13630

20000

2,20

13090

15940

23090

2,50

14970

18140

25950

2,80

17210

20620

28870

3,20

19500

22980

32110

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

FCA Italy S.P.A.

Pag.
17
Modif.

00920/02

5
COMBINAZIONI DI MATERIALI AMMESSE
5.1
Leghe di Alluminio (Al)
Le leghe di Al si possono saldare nelle varie combinazioni ad eccezione dei seguenti casi:
- Leghe placcate;
- Leghe ad alta resistenza non placcate in contatto diretto tra loro (1060, 2014, 2024, 2219, 7075).
E' comunque necessario verificare la saldabilit dei singoli materiali sulle tabelle specifiche.
5.2
Acciai non induribili per riprecipitazione (austenitici e semiaustenitici esclusi)
Si possono saldare in tutte le combinazioni purch il tenore di carbonio sia minore o uguale a 0,20%;
per tenori di C maggiore di 0,20% si possono saldare adottando particolari accorgimenti progettativi e
tecnologici.
(*) La resistenza del materiale dovr essere basata sul suo carico di rottura minimo garantito.
(**) Vedere prospetto 5.

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

5.3
Altri materiali
Si possono saldare fra loro, previo consiglio del Laboratorio e previo preventive prove. La resistenza
al taglio per punto di saldatura non deve, ad ogni modo, essere inferiore a quanto prescritto nei
prospetti 1 e 2.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

00920/02

18
Pag.
Modif.

6
PRESCRIZIONE DIMENSIONALI 6.1
Diametro del nocciolo
Per tutti i metalli il diametro nominale da indicare a disegno deve essere conforme alle prescrizioni del
prospetto 3 e garantisce il valore di resistenza minima al taglio di cui ai prospetti 1 e 2. Il valore
minimo di resistenza al taglio in funzione dello spessore delle lamiere riportato nei prospetti 1 e 2.
Prospetto 3 - Diametro nominale (* ) del nocciolo per tutti i metalli

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

Acciai con tenore di C 0,2% (** )


Spessore equivalente
delle lamiere (S)
(mm)

Diametro del nocciolo


(mm)

S1

4X

1 < S 3,5

5X

3,5 < S 5

5,5 X

S>5

6X

Leghe leggere
spessore equivalente
delle lamiere (S)
(mm)

Diametro del nocciolo


(mm)

S3

4X

S>3

5X

6.2
Saldatura elettrica per resistenza a sovrapposizione - Prescrizioni dimensionali diverse dal
diametro del nocciolo.
6.2.1
Spessore totale del giunto
E' preferibile che lo spessore totale del giunto non superi i 5 mm per le leghe leggere e i 10 mm per le
altre leghe metalliche.
I casi che esulano da queste prescrizioni dovranno essere concordati con le tecnologie.
(*)
(**)

Le tolleranze sul diametro nominale sono definite dal capitolato 9.50171.


Per acciai con tenore di C maggiore a 0,2% si dovranno adottare particolari accorgime

6.2.2
Numero dei particolari da unire
Il numero raccomandato di particolari che possono essere uniti per formare un giunto :
2 = per le leghe di Magnesio
2 = per Alluminio e sue leghe
2 = per gli acciai non prerivestiti (saldatura in classe funzionale 1)
2 = per gli acciai prerivestiti in zinco (saldatura in classe funzionale 1 - 2)
3 = per acciai non prerivestiti (saldatura in classe funzionale 2 - 3)
3 = per acciai prerivestiti in zinco (saldatura in classe funzionale 3)
Eccezioni e combinazioni particolari, dovute alla presenza nello stesso giunto di lamiere sia rivestite
sia nude, sono rappresentate nel prospetto 4.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

Pag.
19
Modif.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

Prospetto 4 - Situazione di saldatura su lamiere mono/bizincate in funzione del tipo di

L'eventuale impiego di lamiere con prerivestimento diverso dallo zincato a fuoco o elettrolitico, sar da
concordare tra Progettazione e Tecnologie.
6.2.3 Spessore dei singoli pezzi da unire
Gli spessori dei pezzi da unire devono essere, possibilmente, poco differenti tra loro.
Qualora si debbano unire pi di due particolari, si deve evitare per quanto possibile, che la parte pi
sottile si trovi allesterno.
In una giunzione tra sezioni di spessori diversi o tra leghe di diversa resistenza, i requisiti di resistenza
minima al taglio devono essere basati sullo spessore della lamiera pi sottile o sulla resistenza del
materiale pi debole, scegliendo il valore minore.
I requisiti del diametro minimo del nocciolo, e di resistenza al taglio del punto di saldatura dovranno
essere determinati in base allo spessore equivalente delle lamiere unite secondo il prospetto 5 per gli
acciai non prerivestiti, e secondo il prospetto 6 per gli acciai prerivestiti in zinco su entrambe le
superfici.
Accoppiamenti i cui rapporti di spessore non soddisfano i valori indicati nei prospetti 5 e 6, entro certi
limiti possono essere saldati, ma solo adottando cicli di saldatura pi complessi e dopo verifiche da
parte dellEnte gestore della norma e delle Tecnologie, ( * vedere nota a pagina 17).
I punti di saldatura in vista, ovvero punti di saldatura visibili al cliente finale, dove sono richieste
caratteristiche estetiche, non coperti da finizioni, soggetti a demerito estetico secondo la metodologia
ICP, possono essere effettuati solamente per rapporti di spessore che soddisfino i requisiti dei
prospetti 5 e 6.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

giunzione

00920/02

20
Pag.
Modif.

Prospetto 5 - Criteri di determinazione dello spessore equivalente per la saldatura


di

lamiere

di

spessore

uguale

diverso

rapporti

fra

spessori

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

ammessi (ACCIAI NON PRERIVESTITI)

Prospetto 6 - Criteri di determinazione dello spessore equivalente per la saldatura


di 2 o 3 lamiere di spessore uguale o diverso e rapporti fra spessori
ammessi (ACCIAI PRERIVESTITI IN ZINCO SU ENTRAMBE LE SUPERFICI)

(*) Nota: Rapporti di spessore differenti rispetto ai prospetti menzionati devono esse il pi possibile evitati;
nell'allegato 1 sono riportate le zone tipiche dove possono essere utilizzati rapporti di spessore fuori
norma e i materiali che li compongono.
Anche la sola variazione del materiale rispetto a quanto riportato in tale allegato necessita una verifica
della saldabilit.
REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

Pag.
21
Modif.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

6.2.4
Requisiti di resistenza a taglio
Quando vengono saldate insieme 3 lamiere, i requisiti di resistenza al taglio e i requisiti del nocciolo
della saldatura si applicano separatamente tra ogni coppia di lamiere.
6.2.5
Tolleranza per il passo di saldatura
Il passo di saldatura prescritto a disegno, senza indicazione di tolleranza, dovr rispettare lo
scostamento di 2 mm.
6.2.6
Tolleranze sulle deviazioni dell'asse di saldatura
Si sottolinea che non possibile abbassare il valore di B (distanza minima dal bordo, ved. prospetto 7)
salvo casi particolari da concordarsi tra Progettazione e Tecnologie.
Per quanto si riferisce ai punti di saldatura su alette di giunzione, il rispetto della quota B, (distanza
minima dal bordo di cui al prospetto 7) e della quota C (distanza minima dall'asse del punto di

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

saldatura alla superficie del semilavorato) condizionato dall'altezza dell'aletta.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

00920/02

22
Pag.
Modif.

6.2.7
Indicazione a disegno dei punti di saldatura
a) I punti di saldatura, quando non esistano particolari esigenze di esattezza di posizione, devono
essere indicati a disegno con l'indicazione grafica dei punti, alla quale devono essere associate
apposite note riferite alle aree interessate dalla saldatura.
Queste note devono indicare il numero dei punti, il diametro nominale dei medesimi e, per
evitare dannose concentrazioni o dispersione dei punti, la distribuzione richiesta.
Gli scostamenti ammessi, rispetto alla posizione grafica dei punti sono da concordare, di volta
in volta, tra Progettazione, Tecnologie e Qualit.
Qualora, numero, diametro, classe funzionale e distribuzione dei punti non siano rilevabili dal
grafico, dovranno essere definite da specifiche annotazioni a disegno.
Esempi:
SDPE N 10 punti 6 distribuiti sulla superficie come schematizzato a disegno
SDPE N 20 punti 6 con passo costante su una fila.

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

b) I punti di saldatura che necessitano di particolari vincoli di posizione devono essere


opportunamente quotati ed individuati a disegno con il simbolo I3T ~\ (tolleranza di posizione
norma 01376) indicando il valore della tolleranza richiesta.
Esempio:

c) I punti di saldatura soggetti a vincoli di posizione devono essere definiti in anticipo rispetto alla
progettazione delle attrezzature in collaborazione con le tecnologie interessate.
In ogni caso non sono ammesse esecuzioni con numero di punti di saldatura inferiore a quello
prescritto.
d) I punti di saldatura in vista devono essere indicati a disegno mediante la scritta per esteso
punto di saldatura estetico

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

Pag.
23
Modif.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

Prospetto 7 LEGHE LEGGERE (Al e Mg): Passo, raggio superficie di contatto dellelettrodo,
distanza dal bordo, dallingombro e sovrapposizione lamiere
Spessore
equivalente
Raggio
raccomandato
della
superficie di
contatto
dell'elettrodo

lamiera
(*)

Distanza

Distanza

Sovrapposizione
lamiere

(min)

dal bordo

dal profilo
ingombro

(min)

(min)

(min)

(**)

mm

mm

mm

mm

mm

mm

< 0,3

> 0,3 0,4

> 0,4 0,5

50

> 0,5 0,6

50

> 0,6 0,7

75

> 0,7 0,8

75

> 0,8 1

80

25

15

> 1 1,2

80

30

15

> 1,2 1,3

80

> 1,3 1,5

100

> 1,5 1,7

100

38

15

> 1,7 2

150

38

15

> 2 2,3

40

15

> 2,3 2,7

> 2,7 3

Valori da verificare

Valori da verificare

Valori da verificare

(*) Spessore equivalente della lamiera: ved. Prospetti 5 e 6.


(**) La sovrapposizione minima deve essere misurata dal bordo della lamiera alla tangente raggio di curvatura
dellingombro.
I valori indicati nel Prospetto 7 di Distanza dal bordo, Distanza dal profilo ingombro e Sovrapposizione lamiere
includono i valori di tolleranza intrinseci dei processi di stampaggio, sec. Norma 00237, di assemblaggio e di
saldatura.
Nel processo di saldatura, se non diversamente indicato a disegno,deve essere considerata una tolleranza generica
di posizionamento punto di 2 mm.
Nel processo di saldatura delle Parti Mobili la tolleranza specifica di posizionamento punto di 1 mm dovr essere
indicata a disegno. Dove non indicato dovr essere considerata una tolleranza generica di 2 mm.
Nel caso in cui il profilo ingombro abbia un angolo < 90, i valori minimi indicati nel Prospetto possono essere ottenuti
con lutilizzo di opportune pinze/elettrodi, in accordo con Tecnologie di Lastratura.
Nelle pagine seguenti sono riportati alcuni esempi, a due e tre spessori, con differenti angoli dei profili ingombro, per
acciai e leghe leggere.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

della

Passo
tra i
punti

24
Pag.
Modif.

00920/02

Prospetto 7/1 ACCIAI: Passo, diametro elettrodo, distanza dal bordo, dallingombro e
sovrapposizione lamiere

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

Spessore
equivalente
della
lamiera
(*)

Passo tra i punti


(min)

Acciai
NON
PRERIVESTITI

Acciai NON PRE-RIVESTITI e PRE-RIVESTITI (zincati a fuoco o elettrolitico)

Acciai
Diametro della
PREsuperficie di
RIVESTITI
contatto
(zincati a
dell'elettrodo
fuoco o
(faccia piana)
elettrolitico)

mm

mm

mm

< 0,3

> 0,3 0,4

> 0,4 0,5

> 0,5 0,6

10

> 0,6 0,7

11

13

> 0,7 0,8

13

15

> 0,8 1

14

17

> 1 1,1

16

19

> 1,1 1,2

18

21

> 1,2 1,3

19

23

> 1,3 1,5

22

26

1,51 1,7

26

31

> 1,7 2

29

35

> 2 2,3

32

38

> 2,3 2,7

35

42

> 2,7 3

40

48

Distanza
dal bordo
(min)

Distanza
dal profilo
ingombro
(min)

Sovrapposizione
lamiere
(min)
(**)

Porte (VANO CRISTALLO E FILO


CINTURA)
Angolo profilo ingombro > 100
Distanza
dal bordo
(min)

Distanza
dal profilo
ingombro
(min)

Sovrapposizione
lamiere
(min)
(**)

mm

mm

mm

mm

mm

mm

mm

14

10

16

(*) Spessore equivalente della lamiera: ved. Prospetti 5 e 6.


(**) La sovrapposizione minima deve essere misurata dal bordo della lamiera alla tangente raggio di curvatura
dellingombro.
I valori indicati nel Prospetto 7/1 di Distanza dal bordo, Distanza dal profilo ingombro e Sovrapposizione lamiere
includono i valori di tolleranza intrinseci dei processi di stampaggio, sec. Norma 00237, di assemblaggio e di
saldatura.
Nel processo di saldatura, se non diversamente indicato a disegno,deve essere considerata una tolleranza generica
di posizionamento punto di 2 mm.
Nel processo di saldatura delle Porte (VANO CRISTALLO E FILO CINTURA) la tolleranza specifica di
posizionamento punto di 1 mm dovr essere indicata a disegno. Dove non indicato dovr essere considerata una
tolleranza generica di 2 mm.
Nel caso in cui il profilo ingombro abbia un angolo < 90, i valori minimi indicati nel Prospetto possono essere ottenuti
con lutilizzo di opportune pinze/elettrodi, in accordo con Tecnologie di Lastratura.
Nelle pagine seguenti sono riportati alcuni esempi, a due e tre spessori, con differenti angoli dei profili ingombro, per
acciai e leghe leggere.
In caso di particolari criticit di accesso/ingombri, per ottimizzare le dimensioni delle alette di saldatura, utilizzare le
matematiche degli elettrodi allegate alla presente norma.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

Pag.
25
Modif.

ACCIAI
ANGOLO INGOMBRO 90
ACCIAI
ANGOLO INGOMBRO < 90

2 LAMIERE
2 LAMIERE

B
S

ACCIAI
ANGOLO INGOMBRO 90
3 LAMIERE
ACCIAI
ANGOLO INGOMBRO 90
3 LAMIERE

C
C

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

15
C

B
S

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

00920/02
26
Pag.
Modif.

ACCIAI
ANGOLO INGOMBRO > 90
ACCIAI
ANGOLO INGOMBRO > 90

2 LAMIERE
3 LAMIERE

B
B

S
S

LEGHE LEGGERE
LEGHE LEGGERE

ANGOLO INGOMBRO 90
ANGOLO INGOMBRO > 90

C
C

16

16

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

Pag.
27
Modif.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

MATEMATICHE ELETTRODI DA UTILIZZARE PER SPESSORE


EQUIVALENTE DELLE LAMIERE
1,50 mm

1,51 mm

6.2.8
Accoppiamento alette
In tutti i casi dove esistono dubbi circa il perfetto accoppiamento dei piani di giunzione ad elementi
stampati occorre definire l'elemento da considerare master e riportare sul disegno dell'elemento in
accoppiamento, con riferimento ai piani interessati, la seguente nota:
SI RICHIEDE ACCOPPIAMENTO PRATICO CON ELEMENTO MART.:........DIS.:.............

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

MATEMATICA ELETTRODO
NON ASSIALE

28
Pag.
Modif.

00920/02
6.2.8.1

Limite minimo sezioni di saldatura


Per giunzioni con sezioni di tipo a "U" occorre di norma rispettare gli ingombri mezzi di saldatura come
da prospetto 8.

I punti di saldatura aventi da un lato un ingombro minimo, come da figura, devono avere il lato

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

opposto (relativo al piano del punto) libero per non compromettere l'agibilit del mezzo di saldatura.
Nota (*)
I valori di "A" e "B", riportati nel prospetto 8, sono validi per C minore o uguale a 250 mm.

Prospetto 8 - Area ingombro minimo mezzi di saldatura in sezioni a "U"

Spessore
equivalente della
lamiera

Leghe leggere (Al e MG)

Acciai non prerivestiti e leghe


resistenti a caldo

Acciai prerivestiti in zinco a fuoco o


elettrolitico

(*)
A

mm

mm

mm

mm

0,3

38

65

10

42

70

12

> 0,3 0,4

38

65

10

42

70

12

> 0,4 0,5

38

65

10

42

70

12

> 0,5 0,6

42

70

10

42

70

12

> 0,6 0,7

42

70

10

45

75

12

> 0,7 0,8

42

70

10

45

75

12

> 0,8 1

45

75

10

45

75

12

mm

> 1 1,1

mm

mm

Y0

Allo

Allo

Allo

45

75

10

45

75

12

studio

studio

studio

45

75

10

45

75

12

> 1,2 1,3

45

75

10

45

75

12

> 1,3 1,5

45

75

10

45

75

12

> 1,5 1,7

45

75

12

50

85

12

> 1,7 2

45

75

12

50

85

12

> 2 2,3

50

85

12

50

85

12

> 2,3 2,7

50

85

15

50

85

17

> 2,7 3

50

85

15

50

85

17

> 1,1 1,2

(*) -Nel caso di tre lamiere si fa riferimento alla lamiera di spessore intermedio (spessore equivalente, vedere prospetto 5).

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

Pag.
29
Modif.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

6.2.8.2
Giunzioni con passaggio del mezzo di saldatura
Le giunzioni con passaggio del mezzo di saldatura (pinza - elettrodo) attraverso asola sono da
concordare tra Progettazione e Tecnologie.

6.2.8.3
Posizione del punto di saldatura sottosquadra, ad esempio nascosto da aletta
Tali soluzioni sono da limitare a giunzioni con spessore equivalente minore o uguale a 1,5 mm per
lamiere zincate e minore o uguale a 2 mm per lamiere non pretrattate.
Esempio:

Qualora dal lato opposto al sottosquadra corrisponda una sezione ad "U" (vedere 6.2.8.1) la quota
"A" del prospetto 8 dovr essere maggiorata di 5 mm.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

Esempio:

00920/02

30
Pag.
Modif.

6.3
Saldatura di testa

6.3.1
Saldatura a resistenza, a scintillio e ad attrito

6.3.1.1
Rapporto diametro / spessore
Il rapporto diametro esterno/spessore dei tubi da saldare di testa non deve superare normalmente il
valore di 25 : 1.

6.3.1.2
Asportazione della bavatura ricalcata
Quando indicato a disegno, la bavatura ricalcata intorno alla zona saldata deve essere asportata

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

mediante lavorazione di macchina o rettifica fino ad una distanza minore o uguale a 0,8 mm dalla
superficie originale del semilavorato. In nessun caso si deve asportare metallo al di sotto della
superficie originale del semilavorato.

6.3.1.3
Tolleranze dimensionali
a) Tubi - I tubi da saldare non devono presentare eccentricit tra il diametro esterno e diametro
interno superiore a 0,10 mm (lettura totale del comparatore).
Il disallineamento delle superfici da saldare, misurato in prossimit del piano di saldatura, deve
essere minore o uguale a 0,20 mm oppure minore o uguale al 10% dello spessore della parte
nominale scegliendo il valore maggiore.
Il disallineamento sul pezzo finito deve essere minore o uguale a 0,8 mm.
b) Piatti (solo per saldatura a scintillio) - Il dislivello tra le lamiere non deve superare il 10% dello
spessore del semilavorato, misurato in prossimit del piano di saldatura.
c) Barre - Il disallineamento tra le barre deve essere minore o uguale al 5% del diametro (o della
dimensione sezionale maggiore), misurato in prossimit del piano di saldatura.
d) Disassamento angolare dei giunti saldati - Deve essere minore o uguale a 0,13 mm per ogni
25,4 mm di lunghezza.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

Pag.
31
Modif.

FCA Italy S.P.A.

00920/02

Allegato 1 - Zone tipiche dove possono essere utilizzati rapporti di spessore fuori norma e i
materiali che li compongono

C.S. AUTOTELAIO
COMPONENTE

MATERIALE

SPESSORE (mm)

Scatolamento Puntone superiore

FEP04

0,8

Cruscotto superiore

FEE340

1,2

Montante superiore attacco sospensione

BH220

1.8

COMPONENTE

MATERIALE

SPESSORE (mm)

Cruscotto superiore

FEE340

1,2

Montante superiore attacco sospensione

BH220

1,8

Cappello attacco sospensione

FEE340

2,5

MATERIALE

SPESSORE (mm)

DP800

FE1500 HOT RIV

FEP05

0,7

MATERIALE

SPESSORE (mm)

DP600

1,5

FE1500 HOT RIV

FEP05

0,75

MATERIALE

SPESSORE (mm)

Longherina montante parabrezza

DP600

1,5

Rinforzo montante parabrezza

DP600

1,8

Fiancata esterna

FEP05

0,75

Scatolamento montante
Rinforzo montante
Esterno fianco

COMPONENTE
Scatolamento montante
Rinforzo montante
Esterno fianco

COMPONENTE

C.S. OSSATURA PORTA


COMPONENTE

MATERIALE

SPESSORE (mm)

Ossatura porta

FEP05

0,75

Rinforzo cerniere

FEP13

1,8

Traversa est. cintura

FEE340

COMPONENTE

MATERIALE

SPESSORE (mm)

Ossatura porta

FEP05

0,75

Rinforzo cerniere

FEP13

1,8

FE1500 HOT RIV

1,5

Traversa anti intrusione

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI FCA Italy S.p.A.-NORMAZIONE

RISERVATO
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO' ESSERE RIPRODOTTO N PORTATO A CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA
FIAT GROUP AUTOMOBILES S.p.A. IN CASO DI CONTENZIOSO LUNICO RIFERIMENTO VALIDO E LEDIZIONE ITALIANA.. NEL CASO IN CUI
LEDIZIONE ITALIANA SIA ASSENTE O NON AGGIORNATA IL RIFERIMENTO VALIDO E RAPPRESENTATO DALLEDIZIONE INGLESE.

C.S. FIANCATA
COMPONENTE