Sei sulla pagina 1di 1
Circolo Castellammare di Stabia COMUNICATO STAMPA Russo scrive al Sindaco Bobbio e all’Assessore De Angelis

Circolo Castellammare di Stabia

COMUNICATO STAMPA

Russo scrive al Sindaco Bobbio e all’Assessore De Angelis “Inaccettabile il degrado della zona collinare”

Con una nota e un dossier fotografico inviati oggi al Sindaco Bobbio e all’Assessore all’igiene De Angelis il vice capogruppo del Partito Democratico in Consiglio comunale, Salvatore Russo, ha segnalato lo stato di degrado ambientale in cui versa la zona collinare della città.

In particolare, si legge nella nota, il consigliere Russo segnala una situazione incresciosa, già in passato oggetto di interventi di forza maggiore, ma che si protrae ormai da mesi nelle zone collinari della nostra città ossia Viale delle Terme, Via Monaciello (altezza Scuole Medie), Via Partoria, Via Muscogiuri, Via Privati e Via Carcarella.

“Il quartiere – spiega Russo - è interessato da raccolta differenziata porta a porta in quanto, a giorni alterni, vengono ritirati la frazione organica, il cartone e la plastica, l’indifferenziato. L’area, però, risulta praticamente sprovvista di cassonetti utili alla raccolta di vetro e metalli con il risultato che i residenti si trovano nella situazione di dover differenziare questi rifiuti, ma di non poter poi depositarli per mancanza di idonei contenitori. Alcuni poi – prosegue - depositano ad ogni angolo i rifiuti indifferenziati senza curarsi di rispettare minimamente i giorni stabiliti per il prelievo porta a porta, con il risultato che in vari punti del quartiere si formano, per settimane, delle vere e proprie discariche a cielo aperto con grossi cumuli di rifiuti di ogni genere (mobili, sanitari, televisioni, etc

“E’ inaccettabile che in un Paese civile si arrivi a vivere in queste condizioni, colpa anche dell’inciviltà di pochi. Oltre al danno ambientale è forte il pericolo di contagi per l’esplosione della stagione estiva, con cattivi odori e pessime condizioni igieniche che divengono veicolo di pericolose infezioni vista la presenza di ratti e animali randagi che vanno ad alimentarsi presso queste discariche improvvisate.

Occorre provvedere subito dando mandato alla Multiservizi di ripulire le zone interessate e dotare il quartiere di idonei contenitori ove depositare quei rifiuti prodotti e non ritirati e, contestualmente, operare una immediata derattizzazione e disinfezione dell’area, con interventi periodici come, peraltro, l’assessore De Angelis sta egregiamente facendo in altre zone della città.

Per evitare inoltre che periodicamente si ripeta questa spiacevole condizione è necessario dotare l’area di un sistema di videosorveglianza attivo (vista la presenza del solo avviso, in vari punti critici, di “area sottoposta a videosorveglianza”) e di un intervento di pattugliamento, da parte della polizia locale, al fine di attuare una forte attività di deterrenza al deposito illegale e al di fuori degli orari consentiti, di rifiuti di ogni tipo”.