Sei sulla pagina 1di 65

La Chiave Suprema.

Workbook.
Il libro degli esercizi del metodo supremo.
per ottenere ci che vuoi dalla vita.
Che cos la Chiave Suprema Workbook.
La Chiave Suprema uno straordinario metodo di
autoevoluzione e autorealizzazione. Scritto nel 1912
da Charles Haanel, eccezionale figura di
imprenditore, filosofo e profondo conoscitore della
Scienza della Mente, di cui uno dei principali
esponenti, ha contribuito al miglioramento della vita
di intere generazioni e ancora oggi uno degli
strumenti pi utilizzati da milioni di persone in tutto il
mondo. La notoriet del metodo continua anzi a
crescere, dopo la riscoperta avvenuta nel 2008
grazie alla divulgazione in chiave moderna della
Legge dellAttrazione da parte di Rhonda Byrne con il
suo documentario (e poi libro) The Secret.
Leccezionalit del metodo un riuscito mix tra teoria
e pratica. Haanel illustra il solido impianto teorico
della Scienza della Mente e della Legge
dellAttrazione in modo pro-gressivo, con lezioni
settimanali. Passo per passo, un mattone dopo
laltro, il lettore comprende e impara a costruire
ledificio della creazione della propria realt
attraverso la comprensione e la creazione del
pensiero corretto.
Haanel spiega nel dettaglio come funziona la Legge
dellAttrazione, come essa in connessione con
ognuno di noi attraverso il pensiero, come attivare il
corretto pensiero, come funziona la mente e come
realizzare la natura spirituale delluniverso nella
realt. Lo fa alternando lo stile possente e distaccato
del miglior metafisico alla divulgazione pratica, con
lattenzione rivolta verso le esigenze pratiche di
miglioramento di ogni individuo (miglior tenore di
vita, migliore crescita sociale, migliore salute,
benessere, capacit creativa, relazioni, eccetera).
Alla fine di ogni settimana propone un esercizio
pratico per lavorare attivamente e concretamente
nello sviluppo del proprio potere.
Ed qui che interviene La Chiave Suprema
Workbook.
Oggi, infatti, dopo un secolo di sviluppo delle
pratiche e delle tecniche mentali possediamo
strumenti pi avanzati, veloci e dettagliati per
lavorare su noi stessi. Sono questi gli strumenti che ti
mettiamo a disposizione in questo libro che non
pecchiamo di umilt nel definire unico e innovativo,
per le ragioni che scoprirai subito.
Mantenendo integro limpianto della Chiave Suprema
e la sua struttura a lezioni progressive, insieme
allesercizio originale ti proporremo, settimana dopo
settimana, ulteriori esercizi mirati che
completeranno, rafforzeranno e svilupperanno
ulteriormente la pratica della Chiave Suprema. La
Chiave Suprema Workbook ti propone perci un
intero libro di esercizi pratici per sviluppare,
accrescere, potenziare la Chiave Suprema, ovvero il
metodo supremo per realizzare la Legge
dellAttrazione nella tua vita.

Al completamento delle ventiquattro settimane di cui


si compone il metodo avrai a tua disposizione un
ampio ventaglio di tecniche da utilizzare in ogni
ambito della tua vita per diversi aspetti legati al tuo
miglioramento e alla realizzazione degli obiettivi
esposti nel metodo.
Ovvero qualunque cosa tu voglia.
La struttura di questo libro.
La Chiave Suprema Workbook segue fedelmente la
struttura a lezioni settimanali.
Ogni settimana cos composta:.
1. Lintroduzione alla settimana. Il testo introduttivo
originale alla lezione della settimana (con audio).
2. I punti chiave. La lezione teorica della settimana
riassunta in dieci punti chiave.
3. Credenze fortificanti della settimana. Dieci
credenze positive tratte dalla lezione della settimana
da imprimere a livello subconscio grazie a una
tecnica specifica, lintegrazione emisferica.
4. Lesercizio originale. Lesercizio che Haanel
propone alla fine di ogni lezione della Chiave
Suprema (con audio).
5. Esercizi inediti. Ogni settimana ti proponiamo degli
esercizi inediti per potenziare lesercizio e per
ampliare le tecniche utili per lavorare al meglio su di
te con il metodo, creando un percorso progressivo.
Audio, immagini e video, quando necessari, ti danno
indicazioni dettagliate sullesecuzione della tecnica.
6. Piano dazione. A conclusione di ogni settimana ti
proponiamo un piano dazione, cio alcuni
suggerimenti da mettere in pratica per rinforzare gli
esercizi e la pratica.
Percorso interno.
Come detto, gli esercizi inediti seguono la struttura a
lezioni progressive della Chiave Suprema. Essi
seguono inoltre un percorso di autoevoluzione
progressiva indicativamente strutturato in tre parti.
Prima parte (lezioni 1-12). Lavorerai in particolare
sullattivazione della Legge dellAttrazione e sulle
tecniche per lo sviluppo e il rafforzamento della
comunicazione conscio-subconscio. Inizierai inoltre,
fin da subito, a comprendere lo straordinario potere
del superconscio.
Seconda parte (lezioni 13-22). Lavorerai in
particolare sul lasciar andare stress, paure, ansie,
dubbi, eccetera, potenziando la fiducia nella Legge
dellAttrazione e nel raggiungimento dei tuoi obiettivi
e ripulendo in maniera progressiva il tuo sistema
dalle memorie e dai programmi sabotanti.
Progredendo nelle lezioni, imparerai a comprendere e
a comunicare in modo sempre pi raffinato con il
superconscio.
Terza parte (lezioni 23-24). Le ultime due lezioni
sono dedicate allestensione delle tecniche e dei
princpi appresi non solo a te stesso ma anche agli
altri, a chi ti vicino, alla societ, allumanit, al
pianeta Terra e allintero universo. Gratitudine,
generosit e condivisione sono gli elementi supremi
di realizzazione (poich non ci pu essere completa
felicit individuale se non c felicit globale) della
Chiave Suprema.
Processo di comprensione e trasformazione di s.

A partire dalla seconda settimana, fino alla settimana


20, a conclusione di ogni lezione ti proporremo un
percorso parallelo di comprensione e
trasformazione di te stesso. Passo per passo,
utilizzando un esempio concreto legato al
raggiungimento di tuoi obiettivi, apprenderai non
solo come utilizzare le tecniche, ma come porti le
domande per lavorare su te stesso e i tuoi obiettivi e
come utilizzare le tecniche per lobiettivo specifico.
Utilizza questa sezione come modello o matrice per
auto-trattare tutti gli obiettivi (o gli stress e le
emozioni negative) che vuoi raggiungere.
Utilizzo del workbook senza aver letto La Chiave
Suprema.
Con lintroduzione originale e il riepilogo per punti di
ogni lezione della Chiave Suprema, non vincolante
aver letto o conoscere lintero metodo per utilizzare
questo libro. Certo per, e ti accorgerai procedendo
con le settimane, la lettura della Chiave Suprema
un suggerimento che non solo ti facciamo in senso
didattico, ma in senso pi ampiamente di vita: in
questo libro trovi gli strumenti pratici e le sintesi
teoriche, ma lampiezza del discorso, del
ragionamento e del valore pu essere interamente
fatta propria solo con la lettura integrale. Il respiro di
Haanel un respiro cosmico, ogni sua parola rintocca
delle vibrazioni dellinfinito: impossibile ridurlo a
sintesi. Come disse Tolstoj di Guerra e Pace: Per
riassumere Guerra e Pace dovrei riscrivere Guerra e
Pace . Cos per La Chiave Suprema.
Area51 Publishing ha pubblicato La Chiave Suprema
in edizione digitale, sia in ebook che in audiolibro.
Puoi fare riferimento alla nostra edizione se vuoi
leggere La Chiave Suprema integralmente.
Autoapprendimento multimediale.
Dicevamo di non peccare di umilt definendo questo
libro unico e innovativo. La struttura del libro, la sua
praticit, il numero di esercizi che ti proponiamo
hanno ben pochi raffronti sul mercato.
Il digitale ci offre inoltre grande flessibilit in senso
multimediale. Infatti il testo e gli esercizi del libro
sono corredati da strumenti integrati - immagini,
audio e video - propedeutici allautoapprendimento.
Se leggi lebook con un tablet o un computer li puoi
facilmente consultare on line, se invece utilizzi un ereader in bianco e nero (Kindle, Kobo, Sony..) puoi
ugualmente usufruire dei contenuti multimediali
scaricandoli off line sul tuo computer.
E non finita qui. Insieme allintegrazione
multimediale La Chiave Suprema Workbook ti offre
un altro esclusivo strumento di apprendimento: La
Meeting Room.
Integrazione emisferica.
Il nostro cervello composto da due distinti emisferi
cerebrali (destro e sinistro, connessi dal corpo
calloso), ognuno dei quali tende a specializzarsi e a
presiedere a differenti funzioni. Ogni emisfero
gestisce inoltre differenti tipi di informazioni. Tra le
specializzazioni dellemisfero sinistro sono compresi
luso della logica e della ragione, il ragionamento in
parti e la divisione, il pensiero sequenziale e
individuale; tra le specia-lizzazioni dellemisfero

destro sono compresi le emozioni, le intuizioni e la


creativit, il pensiero per immagini, i processi di
sintesi e lapproccio distico. Tutti gli esercizi proposti
in questo libro favoriscono lintegrazione emisferica,
la comunicazione incrociata tra i due emisferi
cerebrali, con il risultato di potenziare i risultati e gli
effetti su di te.
3. Integrazione sensoriale.
Tutti noi, anche se non lo sappiamo, nella nostra
interazione con la realt tendiamo a privilegiare un
sistema rappresentativo o sensoriale. In altre parole,
anche se riceviamo informazioni con tutti e cinque i
sensi, tendiamo a privilegiare una modalit
sensoriale. In genere le modalit predominanti sono
tre: visiva, auditiva o kinestesica (YAK).
Tutti gli esercizi qui proposti (eccetto quando non
siano esplicitamente pensati per una sola modalit
sensoriale) implicano lutilizzo di tutte e tre le
modalit sensoriali, al fine di facilitarti lesecuzione e
di farti ottenere i migliori e pi rapidi risultati,
qualunque sia la tua modalit sensoriale
predominante.
Le tre menti.
La tecnologia della mente della Chiave Suprema
straordinariamente efficace perch comprende,
spiega e agisce in modo concreto su come funziona
realmente la mente. La mente (la mente di ognuno di
noi) funziona secondo tre modalit (o tre linguaggi):
conscia, subconscia e superconscia.
La mente conscia quella che stai usando adesso
per leggere queste parole. quella che ti fa fare
ragionamenti, che ti fa pianificare la giornata di oggi,
distingue il presente e il futuro e i compiti che devi
distribuire nel tempo, riflette sul passato, fa progetti
per i giorni e gli anni a venire. la sede del tuo
pensiero logico, la mente che ti fa fare delle scelte,
che ti spinge allazione, eccetera.
Poi c la mente subconscia (la modalit subconscia
della mente). Che quella che fa tutto il resto.
La mente subconscia presiede e gestisce tutte le
funzioni che chiamiamo automatiche o involontarie.
la mente subconscia che si occupa del ritmo
cardiaco, della circolazione sanguigna, della
respirazione quando non cosciente, dei processi
digestivi, della trasmissione elettrica cervellomuscolo, delle reazioni e regolazioni ormonali,
dellequi-librio cellulare, etc.
La nostra vita biologica essenzialmente regolata
dal subconscio.
la mente subconscia che regola le nostre reazioni
istintive, che attiva schemi elaborati principalmente
per la nostra protezione. Probabilmente la mente
subconscia il pi portentoso sistema di protezione
che abbiamo. Prima agisce, poi pensa. Anzi, non
pensa (a pensare ci pensa la mente conscia), agisce
e basta.
Puoi immaginare la mente subconscia come un
immenso serbatoio estremamente reattivo che
incamera e processa tutte le informazioni che riceve
con un unico obiettivo: proteggerci.
il nostro angelo custode biologico.

La mente subconscia estremamente pi potente di


quella conscia.
La mente conscia individua, identifica, seleziona,
separa, struttura temporalmente, organizza in modo
compiuto e razionalmente logico. La mente conscia
riconosce il problema, il disagio, lobiettivo.
La mente subconscia il serbatoio dazione, il
portentoso contenitore e reattore. Essa si occupa
della nostra protezione ed pronta a innescare
meccanismi istantanei per una nuova reazione nel
momento in cui riceve linput corretto. il deposito
di memorie, dicono gli hawaiani. L risiedono le
paure, gli stress, le abitudini errate, etc. che ci
condizionano, ci bloccano, ci fanno vivere nella
paura, nellansia, nel disagio. Sono le memorie che
attraverso il processo di ripulitura andremo appunto
a ripulire.
A presiedere questo processo ce la mente
superconscia.
Qui entriamo in un territorio inesplorato,
sperimentale, che non pu essere dimostrato dagli
strumenti di misurazione attualmente in uso ma che
pu essere sperimentato con la propria azione, cio
con lutilizzo delle tecnologie mentali come quelle
della Chiave Suprema, e per questo motivo un
territorio tecnicamente scientifico.
Charles Haanel parla di Mente Universale. I fisici
quantistici parlano di Campo Zero. Si tratta della
dimensione assoluta, della dimensione di Zero Limiti,
dellinfinita mente in cui risiede ogni potenzialit,
di una dimensione super, superiore, ulteriore, in
cui per non siamo separati, ma con cui siamo
costantemente interconnessi, di cui siamo sempre
parte, grazie appunto alla mente superconscia.
La mente superconscia, o superconscio, quindi
quella parte della nostra mente che sempre
interconnessa con lo Zero infinito, con la condizione
di vuoto-purezza che costituisce la natura spirituale
delluniverso.
La mente superconscia la presa di corrente con
linfinito, lantenna ricevente, il canale individuale
(per questo ogni mente ha un superconscio)
interconnesso con il campo misterioso e forse
inconoscibile in cui opera il tutto, e di cui tutto
parte. Una superconduzione e supercondizione di
potenzialit infinita, la condizione totale, la cornice
suprema di ogni condizione di realt.
La mente superconscia allinea perci la mente
conscia e subconscia a qualcosa che sta fuori dalla
mente individuale, ma di cui la mente individuale,
con la sua parte superconscia, parte: lintegrazione
tra le tre funzioni della mente nel supremo evento
dellispirazione (cos come dellilluminazione,
dellestasi mistica, della scintilla damore e della
bellezza) allinea e integra la mente individuale alla
mente universale, di cui essa sempre parte ma che
in quellistante, come un accordo di pianoforte,
risuona in armonia.
Lo schema del funzionamento della mente procede
in questo modo, secondo una figura triangolare di
questo tipo:.

Il processo di ripulitura delle memorie e dei


programmi sabotanti, e in generale lazione delle
tecniche qui presentate funziona in questo modo.
1. La mente conscia individua lo stress (anche se pu
non sapere, a livello conscio, la ragione dello stress),
e attiva il processo, lintegrazione tra consciosubconscio-super- conscio.
2. A presiedere il processo il superconscio, attivato
dallintenzione conscia, che si allinea con il
subconscio e ripulisce dal subconscio tutte le
memorie negative per quel processo (ci possono
essere pi memorie da ripulire per uno stesso disagio
o stress, perci il processo va ripetuto pi volte).
Lintegrazione conscio-subconscio-superconscio
attiva e realizza il processo di ripulitura, le memorie
vengono ripulite e la mente entra nello stato Zero, lo
stato di ispirazione, la connessione con lIntelligenza
Divina. Il processo stesso la connessione con
lIntelligenza Divina e la ripulitura dalle memorie, dal
predominio del subconscio, ci apre allabbraccio della
nostra natura divina, condizione di realizzazione e
pura felicit.
Insistiamo su questo aspetto del processo perch
come il respiro delluniverso e il movimento
dellacqua sono sempre attivi, cos per lazione
della mente: conscio, subconscio e superconscio
sono le modalit di funzionamento della mente e
quindi sono sempre presenti e attive. Sta in noi,
conoscendo i meccanismi di funzionamento della
mente, individuare le memorie sabotanti e
indirizzarci allispirazione - o viceversa.
Come processo, lo schema del funzionamento della
mente potrebbe perci pi effica cernente essere
illustrato come un sistema non triangolare ma
circolare.
Per approfondire largomento della connessione tra la
nostra mente e luniverso ti rimandiamo ad altri testi
che troverai in bibliografia. Ritengo personalmente
che ap-profondire sia la conoscenza essenziale del
nostro tempo, ci che ti permette sempre di pi di
fare quel salto evolutivo che sta aprendo allumanit
le porte di una nuova, pi elevata, dimensione di
vita.
Consigli pratici.
Prima di iniziare, ci permettiamo di darti alcuni
consigli pratici per rendere pi efficace lo studio e la
pratica.
Non saltare le settimane.
Non fare esercizi della settimana successiva senza
prima aver completato e assimilato gli esercizi della
settimana precedente. Ricorda che questo un
percorso progressivo che non implica soltanto una
comprensione intellettuale (conscia), ma soprattutto
una realizzazione esperienziale (subconscia),
pertanto saltare da una settimana allaltra,
soprattutto senza seguire il percorso, ha un unico
semplice effetto: gli esercizi non funzionano.
Esegui gli esercizi ogni giorno per tutta la settimana.
Esegui gli esercizi della settimana a tua scelta. La
numerazione degli esercizi puramente indicativa.
Esegui un esercizio alla volta, in sequenza, per
iniziare a prendere confidenza con tutti gli esercizi

della settimana, poi, nei giorni successivi, esegui gli


esercizi a tuo piacimento e gradimento.
La scansione settimanale puramente indicativa.
Anzi, ti accorgerai che ogni settimana piena di
esercizi e di lavoro e difficilmente riuscirai a
completare una settimana del corso in una settimana
reale. Non preoccuparti. Limportante non il tempo,
ma lassimilazione della lezione e delle tecniche. Pu
accadere che per completare alcune lezioni
occorrano due o tre settimane o anche uno o due
mesi. Non preoccuparti, va bene cos, il tempo non lo
decidi tu consapevolmente ma il tuo sistema.
Ognuno di noi ha esigenze specifiche e ha bisogno di
maggiore o minore tempo a sua discrezione. Ricorda
che imparare le tecniche come imparare a suonare
uno strumento musicale: una maratona, non uno
sprint. Pi le utilizzerai pi diventerai non solo pi
bravo, ma capace di combinarle, sperimentarle e
crearne tu stesso in modo autonomo.
Abbi sempre fiducia nella tua riuscita. Ci saranno dei
momenti in cui ti scoraggerai. normale. Ti
sembrer forse di non riuscire a fare passi in avanti
o, nonostante ogni sforzo, di ritornare sempre al
punto di partenza. Non cos. Una volta che prosegui
nel lavoro, nulla sar pi come prima, perch nella
vita non si torna mai indietro. La Legge della Vita
progredire sempre, e i risultati arriveranno senza
ombra di dubbio. Prosegui con fiducia utilizzando le
tecniche di ripulitura dello stress che troverai
progredendo con la pratica.
Quello che conta veramente che non molli mai.
Se passa del tempo e sospendi o interrompi la
pratica, non preoccuparti, e nel caso volessi
riprenderla non ricominciare da capo. Riprendi
esattamente nella settimana in cui ti sei fermato. Se
ti sei fermato alla decima settimana e per alcune
settimane o mesi (o perfino un anno) non sei andato
oltre, ricomincia dalla decima settimana, e cos via.
Riprendi da dove sei rimasto. Il tuo sistema sa
esattamente dove sei arrivato, e se hai completato
quella settimana significa che va bene cos.
Segui il percorso non come una sfida, ma come un
gioco. Cerca di essere il pi rilassato, fiducioso e
sorridente possibile. Hai la certezza che questo
metodo ha beneficiato a milioni di persone prima di
te, perci.. goditi il viaggio.

Settimana 1. Introduzione alla Chiave


Suprema.
Introduzione alla settimana 1.
Ho il privilegio di presentare la prima settimana del
Sistema della Chiave Suprema. Vuoi pi potere nella
vita? Cerca la consapevolezza del potere. Vuoi una
salute migliore? Raggiungi la consapevolezza della
salute. Vuoi felicit? Acquisisci la consapevolezza
della felicit. Vivi lo spirito di queste cose, finch non
diventano tue di diritto e lo saranno per sempre. Le
cose del mondo sono governate da un potere insito
nelluomo. Non cercare di acquisire quel potere: lo

possiedi gi. Devi invece comprenderlo, usarlo,


controllarlo. Perch tu vuoi evolvere, reggendo il
mondo davanti a te.
Procedendo con decisione nel tuo impegno e
acquisendo slancio, un giorno dopo giorno laltro, ti
accorgerai che il mondo non unaccozzaglia di
materia inerte, semmai una cosa viva! Palpita
insieme ai cuori palpitanti di tutta lumanit. un
evento pieno di vita e di bellezza.
evidente che serve apertura mentale per lavorare
con questo genere di argomenti. Ma chi ci riesce
investito di una nuova forza, ogni giorno la sua
fiducia e il suo potere aumenteranno, realizzer ogni
speranza e i suoi sogni si potranno avverare. La vita
avr un significato pi profondo, pi pieno e pi
chiaro rispetto al passato.
I punti chiave.
1. La mente creativa. Le condizioni, lambiente
circostante e qualsiasi esperienza di vita sono il
risultato del nostro atteggiamento mentale abituale o
predominante. Quello che pensiamo influenza
necessariamente il nostro atteggiamento mentale.
Quindi dal nostro modo di pensare dipendono il
potere, il possesso e il nostro successo.
2. Non puoi esercitare il potere se non lo possiedi gi.
Lunico modo per acquisirlo in modo completo
diventare consapevole del tuo potere. Ma non ce la
puoi fare se non impari che qualsiasi potere proviene
da dentro di te.
3. La mente governa la nostra sfera interiore. Non
appena scopriamo il nostro mondo troveremo la
soluzione per ogni problema, la causa di ogni effetto.
un mondo posto sotto il nostro controllo, cos come
le leggi del potere e del possesso. Il mondo esteriore
rispecchia quello interiore. Nella realt interiore
dimorano saggezza e potere infiniti e illimitate
riserve di ogni necessit. Sono in attesa di essere
rivelate, sviluppate e manifestate. Una volta
riconosciute, prenderanno forma anche
esternamente.
4. Larmonia interiore si traduce allesterno in
condizioni armoniose e in scenari gradevoli. Essa il
fondamento della salute e lelemento necessario per
ogni risultato positivo, ogni forma di grandezza e
ogni tipo di successo. Le circostanze del mondo
interno sono riflesse in quello esterno. Ci che nel
mondo esterno ci viene incontro, lo possediamo gi
nel mondo interiore.
5. Siamo connessi al mondo esterno tramite la mente
conscia. Il suo organo il cervello e il sistema
nervoso cerebro-spinale ci mette in comunicazione
con tutte le parti del corpo. Quando la mente conscia
pensa con giudizio e afferra la verit, e quando i
pensieri delegati al corpo tramite il sistema cerebrospinale sono positivi, gli stimoli saranno gradevoli e
armoniosi. Possiamo introdurre forza fisica, vitalit e
ogni altra energia costruttiva nellorganismo, ma la
stessa mente conscia pu far entrare anche stress,
limitazioni, malattie, carenze e ogni forma di
disarmonia. Tramite la mente conscia, se pensiamo
in modo sbagliato, possiamo entrare in contatto con
qualsiasi forza distruttrice.

6. La mente subconscia, invece, ci collega al mondo


interiore e lorgano di questa mente il plesso
solare. Gioia, paura, amore, emozione, respirazione,
immaginazione e ogni altra sensazione soggettiva
sono presiedute dal sistema nervoso simpatico. Ed
il subconscio che ci collega alla Mente Universale,
mettendoci in contatto con le infinite forze
costruttrici delluniverso.
7. Ecco il grande segreto della vita: laccordo tra
questi due centri sommato alla comprensione delle
loro funzioni. Una volta che possediamo questa
verit, possiamo portare la mente conscia e quella
subconscia a collaborare fra loro, unendo finalmente
la sfera del finito a quella dellinfinito. Il futuro
sotto il nostro totale controllo, non schiavo di
nessuna forza esterna.
8. Esiste un unico principio che pervade luniverso,
ne occupa tutto lo spazio ed fondamentalmente
identico dovunque. Quel principio, o Coscienza,
potentissimo, assolutamente saggio e onnipresente,
contiene in s tutti i pensieri e tutte le cose.
interamente in tutto. Quando la Coscienza che
pervade () luniverso pensa, i suoi pensieri
diventano cose oggettive. Dato che onnipresente,
si trova anche in ogni persona attraverso la terza
funzione della mente, il superconscio, quella parte
della nostra mente che in continua connessione
con lInfinito. Ogni individuo quindi una
manifestazione di quella Coscienza onnipotente,
onnisciente e onnipresente. La coscienza che si
mette in moto nelle tue cellule cerebrali la stessa
che opera nelle cellule di qualsiasi altro individuo.
Ogni persona rappresenta soltanto
lindividualizzazione della Mente Cosmica o
Universale. La somma di tutti gli attributi
contenuta nella Mente Universale, che onnipotente,
onnisciente e onnipresente; perci quegli attributi
devono essere sempre presenti, perlomeno allo stato
potenziale, in ogni individuo.
9. Quando pensiamo, il pensiero per sua natura si
manifesta in una forma oggettiva (o condizione)
corrispondente alla sua origine. Qualsiasi pensiero
una causa e la condizione il suo effetto.
essenziale perci che tu tenga sotto controllo i
pensieri cos da realizzare solo delle condizioni
positive. Purtroppo la maggior parte delle persone
ignora il mondo interiore, malgrado sia proprio la
realt interna a influenzare quella esterna. Essa
creativa e creatrice: ci che vedi attorno a te lhai
creato tu.
10. Se segui diligentemente questo metodo, esso ti
condurr alla realizzazione del potere. Sar tuo non
appena comprenderai il rapporto fra il mondo
esterno e quello interno. Il mondo esterno leffetto
di quello interno, e per cambiare un effetto devi
andare a modificare la causa che lha generato.
Credenze fortificanti.
Ogni settimana dai dieci punti chiave della lezione
traiamo dieci credenze fortificanti che puoi fare tue
direttamente con la tecnica di integrazione
emisferica che ti illustriamo di seguito. Con questa
tecnica, non solo ti resteranno impressi a livello

conscio i punti chiave della lezione di Haanel ma


farai tue le credenze relative a livello subconscio, e le
porterai nella tua vita.
1. La mia mente creativa.
2. Io possiedo gi in me ogni potere.
3. Con la mia mente governo ogni parte della mia
sfera interiore.
4. Il mio mondo interiore rispecchia il mio mondo
esteriore.
5. La mia armonia interiore si rispecchia nella mia
armonia esteriore.
6. La mia mente conscia e la mia mente subconscia
sono alleate e agiscono in modo armonioso per ogni
mio bene.
7. Io possiedo una mente superconscia. La mia
mente superconscia sempre connessa con la Mente
Universale.
8. Io sono la Mente Universale.
9. Il mio pensiero la causa di ogni mia condizione
esterna.
10. Con il mio pensiero realizzo solo condizioni
positive.
Integrazione emisferica delle credenze fortificanti.
Utilizzerai questa tecnica per tutte le credenze
fortificanti di tutte le settimane. Questa tecnica
favorisce Vintegrazione tra i due emisferi cerebrali.
Con questa potente tecnica porti i due emisferi
cerebrali a un perfetto bilanciamento e cos facendo
ti metterai in comunicazione con il subconscio,
imprimendo in esso le affermazioni positive.
Seduto o in piedi, tenendo il mento fermo, parallelo
al pavimento, unisci le punte delle dita delle due
mani.
Mantenendo le mani unite in questo modo, guarda
verso destra per circa 10 secondi.
Continuando a tenere le mani unite in questo modo
sposta lo sguardo verso sinistra per altri dieci
secondi.
Chiudi gli occhi e mantenendo le mani unite in
questo modo immagina una X che esce dal centro
della tua fronte e si espande fino ad avvolgere
completamente i tuoi due emisferi cerebrali.
Mantenendo le mani unite e gli occhi chiusi ripeti
mentalmente la prima affermazione. Fallo per 4
volte: la prima volta mentre, sempre tenendo gli
occhi chiusi, da dietro le palpebre ruoti gentilmente e
delicatamente e i bulbi oculari allins; la seconda
volta ruotando gentilmente e delicatamente i bulbi
oculari a destra; la terza volta ruotando gentilmente
e delicatamente i bulbi oculari verso il basso; la
quarta volta ruotando gentilmente e delicatamente i
bulbi oculari verso sinistra.
Continua poi ripetere mentalmente laffermazione
con gli occhi chiusi e fermi, che guardano in avanti,
fino a quando non avvertirai un cambiamento
mentale, fisico o emozionale, segno che la credenza
fortificante si impressa a livello subconscio.
Quando senti che il processo completo riapri gli
occhi.
Ripeti lesercizio almeno una volta per tutte le
affermazioni.
Domande frequenti.

1. Non riesco a visualizzare la X, cosa devo fare?


Nelle prossime settimane esercizi specifici
contribuiranno a migliorare le tue capacit di
visualizzazione. importante per che ti renda conto
di una cosa: non ce un modo perfetto per
visualizzare. E anche se non ti sembra di riuscire a
visualizzare, in realt lo stai facendo. Per questo non
abbiamo inserito immagini relative alla X, cos come
non inseriremo nessuna immagine per gli esercizi di
visualizzazione. Il tuo sistema perfettamente
ottimizzato per te, sa esattamente ci di cui tu hai
bisogno, e tu sei sempre la misura di te stesso. Se
non sei convinto di riuscire a visualizzare la X,
immagina di visualizzarla e di riuscirci. Se proprio ti
sembra di non riuscire neppure a immaginare, non
importa: pensa a una X che progressivamente si
allarga, e quando hai la sensazione che il processo
sia concluso, concluso.
2. Mi fanno male i bulbi oculari quando con gli occhi
chiusi li muovo in una o in tutte le direzioni. Cosa
significa?
Significa che stai forzando troppo. Non forzare,
limportante imprimere una direzione al movimento
oculare. Il movimento devessere leggerissimo.
3. Che cosa significa sentire un cambiamento
mentale, fisico o emozionale?
Anche in questo caso, essendo ognuno di noi un
individuo unico, il cambiamento della credenza pu
avvenire in centinaia, migliaia di modi diversi. Alcuni
percepiscono cambiamenti mentali, per esempio
sentono i loro pensieri che si rilassano, oppure
vedono una serie di immagini che poi si
acquietano, altri ancora percepiscono formicolii, o
hanno sensazioni di calore o di freddo, altri ancora
attivano profondi respiri e sentono una forte
sensazione di rilassamento, altri percepiscono
sensazioni positive che li pervadono, altri
sbadigliano, altri sentono il battito cardiaco che
accelera o sentono pulsare il plesso solare o la zona
intestinale. Alcuni perfino non sentono niente.
Semplicemente, dopo un po, si stancano di stare con
gli occhi chiusi e di ripetere laffermazione, e
spontaneamente riaprono gli occhi. Anche quello il
segnale di cambiamento. So che difficile,
soprattutto allinizio, credere che funzioni. Questo il
valore dellesercizio e della sperimentazione. Se molli
subito, ovvio che non funziona. Continua con
fiducia: tuttal pi ti sarai preso qualche minuto per
te di rilassamento e benessere. Scoprirai per ben
presto che con queste tecniche vai ben oltre il
rilassamento, e che funzionano.
4. Come posso essere sicuro che le affermazioni
positive si sono effettivamente impresse nel
subconscio?
Questo tipo di esercizio al 99% funziona con ununica
esecuzione. Per avere la certezza (ricorda che il
dubbio sempre conscio), soprattutto in questa fase
iniziale del percorso, puoi ripeterlo una seconda e
una terza volta. Oltre una terza volta il tuo
subconscio ha sicuramente impresso in s
laffermazione.

5. Ho fatto gli esercizi e sul momento mi pare che


funzionino, ma dopo un po di tempo ho di nuovo dei
dubbi. Cosa posso fare?
Come ho appena detto, il dubbio un potentissimo
str umento della mente conscia, e anchesso va
compreso e gestito. Lavoreremo, soprattutto dalla
met del corso in poi, specificatamente sulla
gestione e il rilascio di stress, incertezze, dubbi e
paure in merito al successo del metodo. Puoi per gi
interpretare il dubbio come un potente stimolo a
continuare la sperimentazione. Questo il primo
passo, continua nel percorso della Chiave Suprema e
imparerai presto a comprendere il significato delle
ricadute e a gestirle. Come terapia utile puoi
sempre, ogni volta che cadi nel dubbio, unire le
punta delle dita, chiudere semplicemente gli occhi e
ripetere mentalmente laffermazione di cui dubiti fino
ad avere nuovamente la sensazione di essere in pace
con essa. E non dimenticare una cosa fondamentale:
non basta una sola credenza per risolvere ogni cosa.
Queste affermazioni impresse a livello subconscio
faranno il loro lavoro di costruzione delle
fondamenta, sarai per tu, esplorando te stesso e
scoprendo te stesso, credenza dopo credenza, a
costruire ledificio della tua nuova vita e della tua
nuova realt.
Lesercizio originale.
Veniamo alla pratica della prima settimana. Cerca
una stanza dove nessuno pu disturbarti. Siediti
comodamente ma tenendo la schiena dritta e senza
rilasciare il corpo. Per un arco di tempo dai quindici ai
trenta minuti resta perfettamente immobile e lascia
che i pensieri scorrano liberi. Ripeti lesercizio per
tutta la settimana finch non assumerai il pieno
controllo del tuo corpo.
Per molte persone un esercizio difficile, mentre per
altri una passeggiata: assoluta- mente
fondamentale conquistare il perfetto controllo
corporeo prima di proseguire con le lezioni e gli
esercizi del nostro metodo. La prossima settimana ti
dir cosa fare per compiere il passo successivo,
intanto esercitati a padroneggiare il tuo corpo, come
ti ho indicato.
Esercizi inediti.
Con gli esercizi della prima settimana attiverai il
sistema conscio-subconscio-superconscio.
Imprimerai cio, a livello conscio e subconscio, la
consapevolezza di far parte di un sistema menteuniverso integrato e perfettamente armonioso grazie
al quale si innescano e attivano tutti i processi di
cambiamento e trasformazione che dal pensiero
creano la realt.
Esercizio 1.
La profonda percezione di s.
Questa tecnica serve ad attivare la tua
consapevolezza profonda di essere un campo di
energia allinterno di un campo di energia pi vasto.
Puoi perci eseguirlo una volta sola oppure replicarlo
ogni volta che hai voglia di rivivere questa
meravigliosa esperienza. Lesercizio dura circa 20
minuti.

Lideale eseguire lesercizio ascoltando la voce che


ti guida in tempo reale. La soluzione migliore
ascoltare lesercizio in cuffia.
Siediti comodamente. Chiudi gli occhi. Inspira ed
espira dalle narici in modo naturale e silenzioso.
(30 secondi).
Continua a inspirare ed espirare. Fino a quando non
ti senti rilassato.
(30 secondi).
Porta ora la tua attenzione alla tua mano destra e
semplicemente percepiscila. Percepisci la tua mano
destra.
(30 secondi).
Porta ora la tua attenzione alla tua mano sinistra e
semplicemente percepiscila. Percepisci la tua mano
sinistra.
(15 secondi).
Percepisci ora entrambe le mani simultaneamente.
(10 secondi).
Percepisci entrambi i polsi simultaneamente.
(Dora in poi sono necessari solo 5 secondi per ogni
parte del corpo).
Percepisci le parti inferiori delle braccia.
I gomiti.
Le parti superiori delle braccia.
Percepisci entrambe le braccia simultaneamente,
dalla punta delle dita alle spalle.
La parte superiore della schiena.
La parte mediana e inferiore della schiena.
Tutta la schiena.
Percepisci i lati della zona superiore del tuo corpo,
dalle ascelle ai fianchi.
II petto.
La zona addominale.
La zona pelvica. La parte inferiore della spina
dorsale. Il bacino. La zona sacrale. Il coccige.
Stai andando benissimo.
Percepisci la zona superiore dei fianchi.
La zona superiore delle gambe.
Le ginocchia.
La zona inferiore delle gambe.
Le caviglie.
I talloni.
Le piante dei piedi.
II dorso dei piedi.
Le dita pi grandi dei piedi, gli alluci.
Le seconde dita dei piedi, gli filici.
Le terze dita dei piedi, i trillici.
Le quarte dita dei piedi, i pondoli.
Le dita pi piccole dei piedi, i minoli.
Tutte le dita dei piedi simultaneamente.
Percepisci simultaneamente le gambe, le braccia e il
busto.
(10 secondi).
Percepisci ora la gola.
Il mento.
La mascella.
Lrecchio destro.
Lrecchio sinistro.
Il labbro inferiore.
Il labbro superiore.
La linea tra le labbra.

La narice destra.
La narice sinistra.
La punta del naso.
Tutto il naso.
La palpebra destra.
La palpebra sinistra.
Locchio destro.
Locchio sinistro.
Il sopracciglio destro.
Il sopracciglio sinistro.
Lo spazio tra le sopracciglia.
(10 secondi).
Percepisci ora la fronte.
La nuca.
La cima della testa.
Tutta la testa.
(20 secondi).
Percepisci ora tutto il tuo corpo.
(30 secondi).
Percepisci ora larea che avvolge il tuo corpo,
distante circa un metro dal tuo corpo e che lo
avvolge interamente, come in un bozzolo di energia.
Lenergia della tua percezione. (10 secondi).
Stai andando benissimo.
(10 secondi).
Lascia ora che la tua percezione si allontani
ulteriormente dal corpo.
(6 secondi. Dora in poi mantieni le singole percezioni
per 6 secondi).
La tua percezione si espande e riempie la stanza.
Espandi la percezione di te stesso oltre la stanza e
percepisci tutto ledificio.
Espandi la percezione di te stesso oltre ledificio, e
percepisci larea intorno alledificio. Espandi la
percezione di te stesso ancora di pi verso lalto.
Percepisci tutta la citt. Percepisci larea intorno alla
tua citt, la campagna.
Le citt circostanti.
La tua regione.
Il tuo stato.
Gli stati vicini.
Tutto il continente.
Lintero emisfero occidentale.
Tutta la Terra.
La Terra ruota silenziosamente intorno al suo asse.
Espandi ancora di pi la tua percezione. La Terra
diventa sempre pi piccola. La Luna ti passa accanto.
Man mano che la tua percezione si espande, la Luna
diventa sempre pi piccola.
Il Sole ti passa accanto. Diventa sempre pi piccolo.
La tua percezione si espande ancora. Pervade il
sistema solare e continua a espandersi. Il sistema
solare diventa piccolo come una stella. La tua
percezione si espande in tutta la galassia.
La galassia diventa una spirale sempre pi piccola.
La tua percezione continua a espandersi. Cresce e si
espande nelluniverso. Miliardi di stelle ti passano
accanto e diventano sempre pi piccole.
Tutto avvolto nella tua percezione.
La tua percezione si espande ancora: lintero
universo ha ora la dimensione di una galassia. Di una
stella luminosa. Diventa sempre pi piccolo.

Lintero universo un puntino di luce racchiuso nella


tua percezione.
Quel puntino di luce si spegne.
Tutto silenzio intorno a te. La tua percezione
contempla lintero, silenzioso creato.
(15 secondi).
La tua percezione lintero creato.
(1 minuto).
Adesso ritorna a percepire te stesso seduto nella
stanza.
(20 secondi).
Ritorna a percepire il tuo corpo.
(20 secondi).
Percepisci ogni parte del tuo corpo.
(30 secondi).
Ritorna a percepire linspirazione e lespirazione dalle
narici, in modo naturale e silenzioso.
(30 secondi).
Resta comodamente seduto mentre inizi a muovere
le parti del corpo e a riprenderne coscienza.
(40 secondi).
Non avere fretta, prenditi tutto il tempo di cui hai
bisogno. Distendi le braccia e le gambe, stiracchiati,
sbadiglia. In modo rilassato.
(20 secondi).
Resta comodo, seduto e rilassato.
(20 secondi).
Quando te la senti, non ce fretta, riapri gli occhi.
Resta ancora seduto con gli occhi aperti,
consapevole della tua percezione calma e rilassata,
del tuo corpo e di ci che ti sta intorno.
Hai sperimentato la percezione pi profonda di te.
Hai sperimentato e compreso le potenzialit infinite
della tua percezione.
Hai sperimentato e compreso il significato pi
profondo della Legge di Attrazione: tu sei luniverso e
tutto luniverso in te.
Nota.
Se hai acquistato altri titoli di Area51 Publishing,
come Il Segreto in pratica, Crea la tua ricchezza
con le credenze subconscie o il mio 100 tecniche di
concentrazione avrai gi incontrato questa tecnica.
Viene inserita in molti ebook di evoluzione mentale
di Area51 Publishing perch una meditazione
eccellente, da eseguire anche una sola volta, per
attivare lintegrazione tra il tuo sistema consciosubconscio- superconscio e lambiente che ti
circonda.
Esercizio 2.
Intenzione conscia per lattivazione del processo
conscio-superconscio- subconscio.
Utilizza questo esercizio in abbinamento a quello
classico. Ogni giorno, cerca una stanza dove nessuno
pu disturbarti. Siediti comodamente ma tenendo la
schiena dritta. Chiudi gli occhi. Congiungi le dita
come nella tecnica dellintegrazione emisferica.
Lancia ora mentalmente una forte intenzione
(conscia) di attivare, per tutta la durata
dellesercizio, lazione del superconscio per ripulire
tutti gli stress e le memorie negative (subconscie).
Poi resta fermo, per un arco di tempo dai quindici ai
trenta minuti, lasciando che i pensieri scorrano liberi,

con le dita unite e riprendendo la consapevolezza


che con la mente conscia hai attivato la mente
superconscia e che questa sta ripulendo ogni stress e
memoria negativa della tua mente subconscia.
Lancia questa intenzione generica, cio senza
indirizzarla a un obiettivo specifico. Cos, mentre
imparerai ad assumere il controllo del corpo,
imparerai anche a diventare sempre pi consapevole
e ad assumere il controllo dellattivazione del
meccanismo di trasformazione della mente.
Domande frequenti.
1. Cosa significa lanciare una forte intenzione? Come
devo fare?
molto semplice: significa che consciamente stai
attivando il processo di integrazione consciosuperconscio-subconscio. Proseguendo nella pratica
ti renderai conto che ti baster puntare la mente,
concentrarti su questa consapevolezza per innescare
il processo (proprio come un ipnotista attiva e
interrompe il processo con lo schiocco delle dita).
Allinizio puoi aiutarti ripetendo mentalmente
affermazioni come queste: Io ora attivo il processo
di integrazione tra conscio, subconscio e
superconscio; Io ora attivo il processo superconscio
di ripulitura delle memorie subconscie; Io ora
attivo il superconscio per ripulire tutte le memorie e i
programmi subconsci sabotanti. In seguito per,
quando sarai pi allenato, sar sufficiente puntare
la tua intenzione conscia per attivare il processo.
La migliore definizione di intenzione lha data Wayne
W. Dyer. Eccola: Lintenzione uno scopo preciso o
un obiettivo chiaro accompagnato dalla
determinazione a raggiungere un risultato
desiderato.
Piano dazione.
Con gli esercizi imprimi a livello subconscio le
potenzialit del tuo cambiamento e il tuo sistema
allineato e stabilizzato. Successivamente puoi, anzi
devi, agire con la volont, a livello conscio. Non
pensare mai che conscio e subconscio siano uno in
conflitto laltro. Entrambe le modalit della mente
operano per il tuo bene. Semplicemente parlano linguaggi diversi poich sono deputate a funzioni e
finalit diverse e rivestono ruoli differenti. N la parte
conscia della mente pu essere declassata a livello di
servo della parte subconscia. Poich cos come
puoi continuare a forzarti consciamente ma se non
sei equilibrato a livello subconscio non otterrai
risultati, allo stesso modo se sei in equilibrio a livello
subconscio ma non ti attivi a livello conscio, tutte le
tue potenzialit resteranno inespresse. Devi perci
creare un piano dazione concreto da seguire e
perseguire. Solo cos, con lequilibrio del subconscio
e la chiara determinazione della volont conscia,
raggiungerai ci che desideri.
Per questo ogni settimana ti proponiamo un piano
dazione, cio alcuni suggerimenti da mettere in
pratica per rinforzare gli esercizi e la pratica. Per
imparare a suonare il meraviglioso strumento della
mente, come ogni altro strumento, devi fare pratica
quotidiana, solo questo ti serve. Per rinforzare gli
esercizi della settimana perci fai un piano che

comprenda le azioni che ti suggeriamo e utilizzale


come spunto per creare altre tue azioni personali.
Libera la tua fantasia!
Ogni volta che ti trovi di fronte a un ostacolo, avverti
uno stress, incontri delle difficolt, eccetera, chiudi
gli occhi per un attimo, unisci le dita delle mani e
lancia mentalmente lintenzione di attivare lazione
del superconscio affinch ripulisca tutti gli stress
legati a quella condizione. Non appena hai lanciato
lintenzione riapri gli occhi, separa le dita e lascia che
il sistema che hai attivato agisca per ripulire quella
situazione. Resta consapevole che il sistema in
azione e valuta come ti senti rispetto allo stress e
come si evolve la situazione, o come si risolve, con
laiuto dellazione del sistema conscio- superconsciosubconscio che hai attivato.

quello interiore la mente subconscia o mente


soggettiva. La mente subconscia, oltre al lavoro
mentale, controlla le regolari funzioni vitali a livello
fisico. Dobbiamo possedere una chiara comprensione
delle loro rispettive funzioni sia sul piano mentale
che su quello di alcuni princpi basilari.
3. Siccome agisce attraverso i cinque sensi fisici, la
mente conscia controlla sensazioni e oggetti della
vita materiale. Possiede la facolt di selezione, ci
mette in condizione di scegliere, di ragionare. E il
ragionamento (sia esso induttivo, deduttivo, analitico
o sillogistico) pu raggiungere livelli di sviluppo
molto marcati. Nella mente conscia risiede anche la
volont, con tutte le sue energie.
4. La mente conscia indirizza la mente subconscia.
Cos facendo la mente conscia diventa guardiana
responsabile di quella subconscia. Qui sta la grande
opportunit che pu capovolgere completamente le
condizioni presenti nella tua vita.
5. La principale distinzione tra le due fasi della mente
Settimana 2. Le basi della tua mente.
stata cos descritta: la mente conscia volont e
Introduzione alla settimana 2.
raziocinio. La mente subconscia desiderio e istinto,
Le nostre difficolt sono ampiamente causate
derivante da una volont conscia che si espressa
dallignoranza. Perci dobbiamo innanzitutto scoprire nel passato. Il subconscio trae conclusioni da
le leggi della natura, a cui dobbiamo adattarci.
premesse provenienti da fonti esterne. Se una
Dimportanza fonda- mentale sono la lucidit del
premessa vera, il subconscio arriva a una
pensiero e la visione morale. Tutti i processi, inclusi
conclusione impeccabile, per lintera struttura crolla
quelli del pensiero, hanno sempre stabili
se la premessa ingannevole.
fondamenta.
6. La mente subconscia non si occupa di selezionare
Se vogliamo maggiore gratificazione in questa
le cose; in quel caso si affida alla mente conscia, al
esistenza, dobbligo ottenere una pi spiccata
guardiano della soglia, per restare al riparo da
sensibilit, un giudizio pi acuto, un gusto pi
impressioni sbagliate. La mente subconscia, proprio
delicato, sentimenti morali pi raffinati, pi elevate
perch prende per vero qualunque sugge-rimento, si
aspirazioni, unintelligenza pi sottile. Ecco perch ci mette subito al lavoro nel campo del suo sterminato
gratifica lo studio di quanto di meglio sia mai stato
spettro di azione. La mente conscia pu suggerirle
scritto al mondo.
una verit o una bugia. Nel secondo caso mette in
Molto pi che il progresso materiale o il successo
pericolo lintera persona. Per evitare pericoli, la
economico, sono straordinari gli usi, i poteri e le
mente conscia deve stare in guardia tutte le ore di
possibilit della nostra mente. Il pensiero energia:
veglia. Se il guardiano si fa trovare assopito, o se
pensiero attivo energia attiva, pensiero
come spesso accade il suo senso del giudizio viene
concentrato energia concentrata. Il pensiero
meno, allora la mente subconscia resta scoperta ed
diventa potere quando lo concentriamo su un
vittima di ogni tipo di suggerimenti. In momenti di
obiettivo ben preciso. La capacit di elaborare
panico o di rabbia feroce o in altri momenti
questo potere dipende dal saper riconoscere
deccitazione, ci troviamo di fronte alle condi-.
lEnergia Infinita che alberga in noi e che crea
zioni pi pericolose. La mente subconscia innesca
costante- mente il corpo fisico e la mente.
impulsi di paura, odio, egoismo, avarizia,
UnEnergia sempre pronta a manifestarsi tramite
depressione e altre energie negative.
lessere umano. Luomo e la donna che riconoscono
7. Si ha solitamente un risultato molto nocivo con
questa verit realizzeranno la loro capacit di
effetti che si trascinano per molto tempo. Ecco
plasmare la vita circostante.
perch fondamentale proteggere la mente
Nella seconda settimana esponiamo il metodo
subconscia dalle false impressioni. Questa mente
pratico per raggiungere questo risultato.
interiore ha come strumento di apprendimento
I punti chiave.
lintuito, quindi i suoi processi sono rapidi, scattanti:
1. Le operazioni mentali hanno una doppia origine,
non deve inseguire alcun tipo di ragionamento; non
conscia e subconscia. La mente subconscia come
pu nemmeno usarlo. Non dorme e non si riposa
un benefattore anonimo che lavora per noi, fa
mai, proprio come il cuore o il sangue nel corpo
provviste, donandoci il frutto quando maturo.
umano. ormai appurato che ordinando con
chiaro che lanalisi dei processi di pensiero ci
chiarezza certe finalit, la mente subconscia si mette
conferma limportanza del subconscio, teatro dei pi in moto e ottiene il risultato desiderato.
importanti fenomeni mentali.
8. Ecco la fonte di potere che ci mette in contatto
2. Il potere esteriore la cosiddetta mente conscia o con lOnnipotenza. La mente subconscia la fonte
mente oggettiva, coinvolta negli oggetti materiali;
dei nostri ideali artistici e altruistici, dei princpi e

delle ispirazioni. Tutto ci pu essere ribaltato


colpendo alle fondamenta, con un percorso graduale,
i nostri princpi innati. In poche parole: fisicamente il
subconscio si occupa dei processi vitali, della
salvaguardia della vita e della cura di figli, con il suo
istintivo desiderio di conservazione della vita. Dal
punto di vista mentale il magazzino della memoria.
Qui albergano i meravigliosi messaggeri del
pensiero, che non sono soggetti ai concetti di spazio
e di tempo. Il subconscio la sede delle abitudini,
fonte delliniziativa pratica e delle forze costruttive
della vita.
9. Il solo modo per combattere le impressioni
negative impresse nella nostra mente subconscia
usare una forte contro-suggestione, ripetendola di
continuo finch la mente non costretta ad
assimilarla: cementerai cos nuove abitudini di
pensiero e di vita. Labitudine alberga nel
subconscio. Tutte le azioni meccaniche sono
subconscie, abitudinarie, automatiche. Quando
unabitudine sana non possiamo lamentarci, me se
pericolosa il rimedio consiste nel riconoscere
lonnipotenza della mente subconscia e nel
suggerirle di disfarsi del pericolo. E vista la sua
vicinanza alla nostra sorgente divina, il subconscio
obbedir subito, come richiesto.
10. Dato che il pensiero la sola attivit esercitata
dalla mente, anchesso deve essere creativo.
11. C una grande differenza fra il semplice atto di
pensare e la capacit di orientare il pensiero in modo
conscio. E quando lo facciamo, mettiamo in sintonia
la nostra mente con linfinito e attiviamo la forza pi
potente che ci sia: il potere creativo della Mente
Universale. Anche questo, come tutte le cose,
governato da una legge naturale chiamata Legge di
Attrazione. Secondo questa legge la Mente
unenergia creativa e si pone in correlazione con il
suo oggetto, realizzandolo.
Credenze fortificanti.
1. La mia mente subconscia agisce sempre e
unicamente per il mio bene.
2. La mia mente conscia agisce sempre e
unicamente per il mio bene.
3. Con la mia mente conscia indirizzo la mia mente
subconscia per ogni mio bene.
4. La mia mente conscia il Guardiano della Soglia
della mia mente subconscia.
5. La mia mente conscia sempre attenta a
riconoscere il mio bene.
6. Tengo lontane da me rabbia e paura.
7. Tengo lontani da me gli impulsi di odio, egoismo e
avidit.
8. Proteggo sempre la mia mente subconscia dalle
false impressioni.
9. Con la mia mente conscia trasformo le credenze
sabotanti del mio subconscio in credenze fortificanti.
10. Il mio pensiero creativo e creatore.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.

La scorsa settimana ti ho assegnato un esercizio per


conquistare il controllo sul corpo fisico. Se lhai svolto
con successo, sarai in grado di proseguire il nostro
cammino. Ora vedremo come controllare il pensiero.
Torna sempre nella stessa stanza, sulla sedia e
possibilmente nella posizione che hai assunto la
scorsa settimana. Se non ti piace quella stanza, fai
del tuo meglio per sfruttare le condizioni che hai a
disposizione. Resta ancora perfettamente immobile e
calmo. Poi inibisci tutti i tuoi pensieri: lascia che
scivolino via dalla tua mente, non soffermarti su di
essi. Semplicemente, lasciali andare. Questo
esercizio ti servir per riprendere il controllo su
apprensioni, preoccupazioni e paure, permettendoti
poi di concentrarti solo sui pensieri positivi. Continua
finch non diventi totalmente padrone della tecnica.
Anche se non resisterai per pi di qualche minuto
alla volta, lesercizio molto valido: la
dimostrazione concreta di quanti pensieri tentino di
assaltare il tuo mondo mentale. La prossima
settimana ti insegner un esercizio ancora pi
interessante: prima per devi imparare a
padroneggiare questo.
Esercizi inediti.
Gli esercizi della seconda settimana ti faranno
approfondire la consapevolezza delVinterconnessione
tra conscio e subconscio. Utilizza questi esercizi in
abbinamento o alternandoli a quello classico.
Esercizio 1.
Integrazione conscio-subconscio con il respiro.
Siediti comodamente, in terra o su una sedia,
cercando di mantenere il pi possibile la schiena
diritta.
Chiudi gli occhi. Congiungi le dita come nella tecnica
dellintegrazione emisferica.
Lancia ora mentalmente, come hai imparato la prima
settimana, una forte intenzione (conscia) di attivare,
per tutta la durata dellesercizio, lazione integrata
tra conscio, subconscio e superconscio. Puoi aiutarti
ripetendo mentalmente affermazioni come queste:
Io ora attivo il processo di integrazione tra conscio,
subconscio e superconscio; Io ora attivo la
connessione tra il mio conscio e il mio subconscio. Il
superconscio presiede, controlla e governa questo
processo..
Inizia a respirare normalmente e tranquillamente
dalle narici. Inspira ed espira alcune volte
esclusivamente dalle narici.
Quanto ti senti rilassato, chiudi con il pollice la narice
sinistra e inspira lentamente solo con la narice
destra. Mentre inspiri, ripeti mentalmente la prima
credenza fortificante di questa settimana: La mia
mente subconscia agisce sempre e unicamente per il
mio bene..
Quando hai completato linspirazione, con i polmoni
pieni, chiudi la narice destra e trattieni il respiro
mentre ripeti mentalmente per due volte la
credenza.
Stacca il pollice dalla narice sinistra ed espira solo
dalla narice sinistra, senza ripetere laffermazione
ma indirizzandola mentalmente verso il tuo plesso
solare. Con questa azione hai completato un ciclo.

Completa tre cicli per laffermazione seguendo


questo schema:.
1. Inspirazione: ripeti la credenza mentalmente.
2. Ritenzione del respiro: ripeti la credenza
mentalmente due volte.
3. Espirazione: non ripetere la credenza.
Puoi esercitarti anche con tutte le altre credenze
della settimana.
Esercizio 2.
Integrazione conscio-subconscio con il movimento
del corpo.
In piedi o seduto, allarga le braccia tenendo i palmi
rivolti in avanti.
Chiudi gli occhi e immagina di tenere nella mano
destra la tua mente conscia, e nella mano sinistra la
tua mente subconscia.
Lascia semplicemente che le tue braccia
automaticamente si avvicinino e si ricongiungano
davanti al tuo corpo. Non fare nulla, non pensare a
nulla, non ripetere mentalmente nulla: lascia che le
braccia spontaneamente si avvicinino, fino a unirsi
davanti al tuo corpo, integrando cos la tua mente
conscia e la tua mente subconscia.
Quando le tue mani si uniscono davanti a te
intrecciale e resta in silenzio ad ascoltare le
sensazioni del tuo corpo. Quando senti che il
processo completo, infine, separa le mani e riapri
gli occhi.
Domande frequenti.
1. Come devo immaginare e visualizzare la mente
conscia e la mente subconscia?
Come abbiamo detto nella prima settimana, non ce
un modo unico per visualizzare. Puoi immaginare le
due menti come i due emisferi cerebrali, oppure
come due cervelli, o ancora come due sfere di luce.
Trova la tua immagine e usala.
Piano dazione.
1. Quando in un libro, in un film, in una canzone
incontri affermazioni positive e credenze fortificanti
che vuoi far tue a livello subconscio utilizza con esse
lesercizio dellintegrazione del respiro.
2. Osserva ci che ti fa paura, che ti inquieta, che ti
fa rabbia, che ti mette tristezza, osserva cio le
emozioni e i sentimenti negativi come se fossero
abitudini e memorie incamerate nel subconscio.
Cerca unaffermazione positiva che le trasformi in
emozioni positive e falla tua con lesercizio
dellintegrazione del respiro.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
Iniziamo con questa settimana un percorso
parallelo agli esercizi. Un percorso che ti insegner
passo dopo passo a lavorare sui tuoi obiettivi e stress
e a utilizzarli come indicatore di trasformazione in
positivo della tua vita. Utilizza questo percorso come
modello o ricettario da applicare a tua discrezione
a ogni situazione.
1. Cosa mi stressa e perch?
Prendi un foglio e dividilo in 7 colonne. Fai un elenco
di 10 cose che ti stressano. Scrivile sulla prima
colonna ponendo in alto, come intestazione Cosa mi
stressa. Domandati poi: Perch questa cosa mi
stressa? E nella seconda colonna, in corrispondenza

a ogni voce, segna il motivo ponendo in alto, come


intestazione: Perch mi stressa?. Lascia le altre 5
colonne vuote e conserva il foglio.

Settimana 3. Comprendere le proprie risorse


mentali.
Introduzione alla settimana 3.
Ora sai che lIndividuale pu agire nellUniversale e il
risultato di questa interazione si traduce in un
rapporto di causa ed effetto. Il pensiero la causa, le
esperienze della vita sono gli effetti. Capisci cos
lutilit di smettere di lamentarti per disagi passati o
presenti, perch cambiare dipende da te. Piuttosto
concentrati per realizzare le risorse mentali da cui
provengono le reali forme di potere. Insisti perch
impossibile fallire nel raggiungimento di qualunque
scopo se si comprende il proprio potere e si lotta con
costanza. Le forze mentali, nellatto di tramutare i
pensieri in azione, sono sempre pronte a soddisfare
una volont piena di talento.
Lavvio di ogni funzione vitale e di ogni azione nasce
dalla mente cosciente; le azioni abituali diventano
invece automatiche. Infatti il pensiero che le
determina appartiene al regno del subconscio. Un
pensiero deve diventare automatico, in modo che la
mente auto-cosciente sia libera di occuparsi daltro.
Allora le nuove azioni ripetute diventeranno
dapprima abituali, poi saranno automatiche e alla
fine del processo diventeranno subconscie, liberando
la mente conscia da questo peso e lasciandola libera
nello svolgi-mento di altre attivit.
Quando riuscirai a realizzare questo processo, saprai
prenderti cura di qualunque situazione possa
manifestarsi nella tua vita.
I punti chiave.
1. Se il plesso solare, sede (simbolica e secondo
Haanel anche fisiologica) della mente subconscia,
attivo, irradia di energia e vitalit tutto il corpo ed
cos contagioso che la salute di cui gode trasmette
sensazioni piacevoli a tutti coloro che sono intorno.
Appena questattivit viene meno, ecco larrivo di
sensazioni sgradevoli. Il blocco del flusso energetico
provoca il male, sia fisico che mentale che
ambientale. Il male fisico perch lenergia del
Sole non giunge pi nelle parti specifiche del
corpo. Mentale perch la mente conscia non riceve
pi la vitalit da quella subconscia. Ambientale,
perch il collegamento tra la mente subconscia e la
Mente Universale stato interrotto. Il plesso solare
il punto dincontro fra la parte e il tutto. L il Finito
diviene Infinito, lIncreato Creato, lUniversale
Individuale e lInvisibile Visibile. nel plesso solare
che compare la vita, e una persona pu generarne
uninfinita quantit. Essendo un tramite fra tutta la
vita e tutta lintelligenza, un centro onnipotente.
Non c obiettivo che non possa raggiungere.
Conserva in s il potere della mente conscia, sa
tradurre in realt i progetti e le idee come
suggeritole dal cervello.

2. Il pensiero cosciente domina questo centro solare,


fonte di ogni energia.
3. Dobbiamo far risplendere la nostra luce interiore.
Maggiore la nostra emissione di energia e pi
velocemente impareremo a trasformare le condizioni
desiderabili in fonti di piacere e profitto.
4. In che modo possiamo far risplendere la nostra
luce? Il pensiero gradevole espande il plesso solare,
quello sgradevole lo contrae. Se abbiamo pensieri di
coraggio, fiducia, potere e speranza, essi diverranno
realt corrispondenti.
5. Ci che dobbiamo evitare come la peste, il nemico
giurato del plesso solare che va assolutamente
distrutto, la paura. Un nemico semplicemente da
annientare. Lo devi eliminare per sempre: la nuvola
che nasconde il sole e porta solo tenebre e oscurit.
La paura un demone che ti predispone a temere il
passato, il presente e il futuro. Produce la paura di se
stessi, dei propri amici e dei nemici, paura di tutto e
tutti.
6. Una volta distrutta la paura, vedrai come la tua
luce interiore torner a risplendere, le nuvole si
diraderanno e avrai fra le mani la fonte del potere,
dellenergia e della vita.
7. Non avrai pi nulla da temere quando sarai
davvero tuttuno con il Potere Infinito. Grazie al
potere del tuo pensiero supererai ogni condizione
avversa della vita. La paura sar scomparsa,
distrutta, e avrai riconquistato un diritto che ti spetta
per nascita.
8. Siccome laffermazione seguente ha
unimportanza centrale, ripetuta in tre modi
diversi. Se hai un animo religioso la frase : Puoi far
risplendere la tua luce; se sei pi materialista, la
frase : Puoi risvegliare il tuo plesso solare: se sei
pi votato alla scienza, la frase : Puoi
impressionare il tuo subconscio.
9. Ora la messa in pratica che ci interessa. Hai gi
imparato che il subconscio creativo e risponde alla
volont della mente conscia. Quindi, in che modo va
eseguito il condizionamento? Devi solo concentrarti
mentalmente sullobiettivo che vuoi raggiungere.
Cos facendo provochi unimpressione sul tuo
subconscio. Non certo lunico metodo, per molto
semplice ed efficace. Probabilmente il modo pi
diretto che ci sia, senza dubbio quello che d pi
risultati. Sono risultati cos straordinari che molti li
scambiano per miracoli.
10. Non sar necessario da parte tua cercare
dimmaginare il modo con cui il subconscio produrr i
risultati che desideri. Devi semplicemente dire a te
stesso ci che desideri, non come ottenerlo.
Credenze fortificanti.
1. Faccio risplendere la mia luce interiore.
2. La mia emissione di energia positiva cresce di
giorno in giorno.
3. Il mio pensiero positivo cresce di giorno in giorno.
4. Ho sempre pensieri di coraggio, fiducia, potere,
speranza.
5. Combatto e sconfiggo la paura.
6. Con il mio lavoro mentale sconfiggo e distruggo
per sempre la paura.

7. Io risveglio il mio plesso solare.


8. Ogni giorno divento sempre pi consapevole di
essere tuttuno con il Padre infinito.
9. Ho sempre chiaro in mente lobiettivo da
raggiungere.
10. Sono certo che il subconscio produrr i risultati
che desidero.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Veniamo allesercizio di questa settimana. Dovrai
fare uno sforzo ulteriore: non solo restare
perfettamente immobile e inibire il pensiero, ma
dovrai anche rilassarti. Devi lasciarti andare e
permettere ai tuoi muscoli di assumere la loro
postura naturale. Cos facendo scaccerai la pressione
dai nervi, eliminando la tensione. Il rilassamento un
esercizio della volont di cui potrai verificare la
grande utilit. Aiuta per esempio la circolazione
sanguigna. Lagitazione nervosa provoca unattivit
mentale anomala scatenando preoccupazioni, ansie
e paure. Capisci quindi che il rilassamento una
necessit assoluta per permettere alla nostra mente
la completa libert di azione. Ripeti lesercizio con la
massima cura possibile: devi imporre alla tua volont
di rilassare i muscoli e i nervi del corpo, finch non
sei in pace con te stesso e con il mondo. Solo a
rilassamento raggiunto il plesso solare sar attivo e
pronto a funzionare. I suoi risultati ti lasceranno a
bocca aperta.
Esercizi inediti.
Gli esercizi della terza settimana ti aiuteranno a
risvegliare lenergia del tuo plesso solare. Utilizza
questi esercizi in abbinamento o alternandoli a quello
classico.
Esercizio 1.
Il piccolo rilassamento.
Sdraiati sulla schiena, su una coperta, mantenendo
le gambe leggermente divaricate, le scapole
appiattite sul pavimento e le braccia dolcemente
abbandonate a terra lungo i fianchi, con i palmi delle
mani rivolti verso lalto.
Attiva la respirazione controllata con le narici. Le
palpebre possono essere dischiuse o chiuse.
Concentra poi lattenzione della mente sul tuo corpo,
cercando di rilassare, a ogni espirazione, ogni
muscolo. Comincia dalle punte dei piedi e, a ogni
espirazione, cerca di sentire la singola parte
rilassarsi. Risali poi lentamente lungo tutto il corpo,
passando per le gambe, la zona pelvica, laddome, il
torace, le spalle, le ascelle, le braccia, le mani, il
collo, la mandibola, le orecchie, gli zigomi, il naso, le
orecchie, gli occhi. Percepirai forse una specie di
formicolio: il segno che il tuo corpo ha allentato le
tensioni.
Mantieni questa posizione per cinque minuti,
ascoltando il tuo corpo e placando anche la mente,
tenendola concentrata sulle zone da rilassare. Cerca
di non scivolare nel sonno e di mantenere vigile la
tua attenzione.

Quando senti che il processo completo riprendi il


contatto con il tuo corpo e infine riapri gli occhi.
Esercizio 2.
Respirazione dal plesso solare.
Siediti comodamente, in terra o su una sedia,
cercando di mantenere il pi possibile la schiena
diritta.
Chiudi gli occhi. Congiungi le dita come nella tecnica
dellintegrazione emisferica.
Lancia ora mentalmente, come hai imparato la prima
settimana, una forte intenzione (conscia) di attivare,
per tutta la durata dellesercizio, lazione integrata
tra conscio, subconscio e superconscio. Puoi aiutarti
ripetendo mentalmente affermazioni come queste:
Io ora attivo il processo di integrazione tra conscio,
subconscio e superconscio; Io ora attivo la
connessione tra il mio conscio e il mio subconscio. Il
superconscio presiede, controlla e governa questo
processo..
Inizia a respirare normalmente dalle narici. Dopo due
minuti di respirazione, o quando inizi a sentire il
corpo rilassato e la mente calma, separa le mani e
porta gli indici, entrambi sul punto del plesso solare,
indicativamente allaltezza della bocca dello
stomaco. Gli indici devono puntare sul plesso
solare, come due frecce.
Porta ora la tua attenzione sul plesso solare e inizia a
immaginare di respirare da quel punto. Utilizza i due
indici come canali della respirazione.
A ogni inspirazione con le narici, immagina e
visualizza lenergia universale che entra attraverso
gli indici nel plesso solare e lo riempie di luce ed
energia.
A ogni espirazione immagina e visualizza il plesso
solare che irradia energia positiva e meravigliosa
dentro di s e tutto intorno a se fuoriuscendo dai due
indici.
I due indici sono le antenne che connettono il plesso
solare alluniverso e il plesso solare il centro di
trasformazione dellenergia universale in energia
fisica, psichica ed emozionale. In amore.
Prosegui questo esercizio per almeno 10 minuti,
prolungandolo nel corso della settimana fino ad
arrivare a 20 minuti.
Nota.
In questo esercizio non prevista la ritenzione del
respiro. Inspirazione ed espirazione formano un ciclo
completo, una danza dolce e naturale.
Domande frequenti.
1. Dove si trova esattamente il plesso solare? Dove
devo portare correttamente gli indici? Oltre al video
collegato allesercizio ti pu essere utile questa
immagine per fissare in mente la zona del centro
solare. (Essendo un punto fisiologico, facciamo
uneccezione al nostro proposito di non inserire
immagini propedeutiche alla visualizzazione).
Piano dazione.
Esegui lesercizio 2 della settimana 2, Integrazione
conscio-subconscio con il movimento del corpo con
questa variante: immagina di tenere nella mano
destra il tuo cervello e nella mano sinistra il tuo
plesso solare. E prima di lasciare che si attivi il

processo automatico di movimento delle braccia


lancia una chiara intenzione di impressionare con i
tuoi pensieri il tuo plesso solare. Puoi farlo lanciando
una semplice intenzione mentale oppure con la
seguente affermazione da ripetere mentalmente
prima di iniziare lesercizio: Con il mio pensiero
conscio impressiono la mia mente subconscia e
libero e guido il potere del mio plesso solare,
oppure: Intenzionalmente attivo il mio plesso solare
liberando la sua energia per il mio miglior bene.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
2. Che cosa non voglio.
Riprendi il foglio della scorsa settimana su cui hai
segnato cosa ti stressa e perch ti stressa. Scrivi
sullintestazione della terza colonna: Che cosa non
voglio e, in corrispondenza di ogni voce che ti
stressa scrivi che cosa non vuoi che succeda pi per
impedire che quella cosa si verifichi. Lascia le altre 4
colonne vuote e conserva il foglio.
Nota.
Come puoi notare, stiamo procedendo dallevento
stressante a cercare le tue ragioni legate a
quellevento. Se confrontassi analoghe voci
stressanti con altre persone vedresti risultati diversi.
Un esempio.
Cosa mi stressa: stare in coda in auto. uno stress
comune a molte persone.
Perch mi stressa: gi il perch potrebbe essere
molto diverso da persona a persona. Qualcuno
potrebbe rispondersi: Perch odio perdere tempo,
qualcun altro: Perch sono sempre in ritardo,
qualcun altro ancora: Perch mi sento soffocare tra
le auto, Perch odio andare al lavoro, e cos via.
Che cosa non voglio. Con questa domanda compi un
ulteriore passo in avanti, puntando sempre di pi sul
tuo obiettivo, sulla soluzione, e non semplicemente
ripetendo (e rassegnandoti) allo stress. E per il Che
cosa non voglio le risposte sono innumerevoli:
potresti non voler pi guidare la macchina, non voler
vivere sempre la stessa routine quotidiana, non
volere essere vincolato a orari o a un lavoro che non
ti piace, non voler vivere sempre con i minuti contati,
non voler pi vivere in una grande citt, eccetera.
Suggerimento.
Prova, per gioco, a sfidare i tuoi amici o parenti a
stilare un elenco di 5 o 10 cose stressanti che avete
in comune e poi, ognuno sul proprio foglio, riempite
le tre colonne che abbiamo visto fin qui. Poi
confrontate i risultati. E pronto alle sorprese!

Settimana 4. Processo inverso: dalla causa


alleffetto.
Introduzione alla settimana 4.
Eccoci alla quarta settimana, dove ti mostrer come
quello che pensi e che provi emotivamente sia
unindicazione di ci che sei. Il pensiero energia e
lenergia potere. Ogni religione, filosofia e scienza
si concentrano sulla manifestazione di questa
energia invece che sullenergia stessa. Cio

guardano agli effetti e non alle cause. Ecco allora che


nella religione compaiono i concetti di Dio contro il
Demonio, nella filosofia di bene contro il male, nella
scienza di positivo contro il negativo.
Qui ne invertiamo il processo: a noi devono
interessare le cause. E la conferma che siamo nel
giusto sta nel numero di apprezzamenti che ho
ricevuto dai molti allievi che mi dicono che stanno
trovando la causa con cui assicurarsi salute,
armonia, abbondanza e qualunque altra cosa sia loro
necessaria per raggiungere il benessere e la felicit.
La vita espressione. Il nostro compito esprimerci
con armonia e in modo costruttivo. Scacciare la
tristezza, linfelicit, la malattia e la povert nostro
dovere e lo facciamo di continuo.
Ci non vuol dire porsi dei limiti, semmai vuol dire
innalzare lo spirito. Chi ha purificato il proprio
pensiero non si preoccupa dei microbi e chi ha
compreso la Legge dellAb-bondanza si rivolge
direttamente alla fonte di ogni sostentamento. Cos
sar una passeggiata controllare il destino e la
fortuna: saremo come un capitano orgoglioso che
governa la sua nave o come il macchinista che guida
il suo treno in corsa.
I punti chiave.
1. Il tuo Io non il tuo corpo, che soltanto uno
strumento. LIo non nemmeno la tua mente, perch
anche quella uno strumento dellIo. La mente serve
per pensare, ragionare e progettare. Il corpo per
scopi meramente fisici. Piuttosto lIo controlla e
indirizza sia il corpo che la mente, decide cosa
dovranno fare e in che maniera agire.
2. Quando comprenderai la vera natura di questo Io,
ti sentirai padrone di un potere mai conosciuto
prima. Quando dici Io penso lIo che dice alla
mente cosa pensare. Quando dici Io vado sempre
lIo che dice al corpo fisico dove andare. Questo Io ha
una sola vera natura: spirituale. la fonte del vero
potere che raggiunge uomini e donne quando
scoprono la loro vera essenza.
3. Il suo pi grande potere pensare. Eppure solo
pochi ci riescono in maniera costruttiva. I risultati di
tutti gli altri sono sempre trascurabili perch la
maggior parte della gente si perde dietro desideri
egoistici, unattivit molto infantile. Listante in cui
una mente diventa adulta quando capisce che ogni
pensiero egoistico una sconfitta.
4. Una mente allenata sa che il cambiamento sano
quando fa bene a tutti e non solo al singolo. Ci
avviene perch lindividuo una parte
dellUniversale e una parte non pu andare contro
tutte le altre; al contrario, il benessere di ognuna
dimostra il rispetto verso il Tutto. Chi capisce questo
concetto riceve degli autentici vantaggi nella vita.
Non soffre, sa scacciare lozio, ottiene in fretta una
grande concentrazione su qualunque argomento.
Non butta tempo e denaro dietro sogni che non
portano niente di concreto.
5. Se continui a fallire perch non ti sei sforzato
abbastanza. Ma arrivato il momento di farcela: il
successo sar direttamente proporzionale allenergia
impiegata. Uno dei metodi pi efficaci per aumentare

la propria volont dire: Io posso essere ci che


voglio.
6. Ogni volta che ripeti questa affermazione, pensa a
chi e cosa rappresenta questo Io, cerca di
raggiungere la totale comprensione della vera natura
dellIo. Una volta afferrata sarai invincibile, sempre
che i tuoi obiettivi siano in armonia con il principio
delluniverso. Ripeti la frase Io posso essere ci che
voglio giorno e notte, tutte le volte che te ne ricordi
e fallo finch essa non diventer parte di te. Deve
diventare unabitudine.
7. Se non hai davvero intenzione di farlo seriamente
e fino in fondo, non cominciare nemmeno. La
psicologia moderna ci insegna che quando iniziamo
qualcosa e non la completiamo formiamo labitudine
allinsuccesso. Un assoluto, vergognoso in-successo.
Se tentenni, non fare niente. Ma se cominci, allora,
devi andare fino alla fine. Fallo: non permettere a
niente e a nessuno dinterferire nei tuoi propositi.
8. Ecco il segreto del potere, vincere non vuol dire
privarsi delle cose. Non si ottiene il successo con la
rinuncia. Se non si riceve, non si pu dare. Se non si
forti, come si pu aiutare gli altri? LInfinito forza
e potenza, noi che rappresentiamo il Potere Infinito
dobbiamo essere altrettanto forti, cos da renderci
utili al prossimo. importante metterci al servizio
degli altri.
9. Pi diamo, pi riceviamo. LUniversale alla
costante ricerca di forme di espressione utili per
mettersi al servizio degli altri, di un canale in cui
poter convogliare la maggiore attivit possibile,
grazie al quale fare pi bene possibile ed essere
mag-giormente utile allumanit. Noi siamo quel
canale. Calma i sensi, cerca lispirazione, porta la tua
attivit mentale nella forza interiore. Non
dimenticare la tua unit con lOnnipotenza. Le
acque chete rompono i ponti: ammira le vaste
opportunit alle quali il tuo spirito ha accesso, grazie
allOnnipresenza del potere.
10. La cosa importante il Silenzio. Esagerare con il
lavoro, il divertimento o lattivit fisica produce
condizioni di apatia mentale che rendono impossibile
svolgere il lavoro pi importante: la realizzazione del
potere cosciente. importante allora cercare il
Silenzio. Il potere si ottiene con il riposo: nel
Silenzio che possiamo restare immobili, cos da
pensare soltanto, e il pensiero il segreto di ogni
buona riuscita.
Credenze fortificanti.
1. Io sono il io Io. Io sono lIo.
2. Io penso. Io sono.
3. Il mio pi grande potere quello di pensare.
4. Penso sempre pensieri costruttivi.
5. Il mio cambiamento porta bene a tutti.
6. Sono certo che avr successo.
7. Io posso essere ci che voglio essere.
8. I miei obiettivi sono sempre in armonia con il
principio delluniverso.
9. Nessuno pu interferire nei miei propositi. Nulla si
pu frapporre fra me e il mio successo.
10. Pi do pi ricevo.

Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle


credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
La settimana scorsa ti ho chiesto di rilassarti, di
lasciarti andare a livello fisico. Oggi ti chieder di
lasciarti andare a livello mentale. Se come ti avevo
indicato hai fatto la giusta pratica, ora sei
sicuramente padrone del rilassamento fisico. Chi non
sia in grado di farlo consciamente in modo veloce e
completo non pu dirsi padrone di s. Comunque io
dar per scontato che tu abbia eseguito lesercizio
precedente e che sia pronto per il passo successivo:
la libert mentale.
Dopo aver assunto la tua posizione abituale, rilascia
ogni tensione, rilassandoti com-pletamente. Poi
lascia andare mentalmente tutte le emozioni
negative: odio, gelosia, invidia, rabbia,
preoccupazione, tristezza, dolori o dispiaceri di ogni
tipo.
Ti sembrer impossibile, ma puoi farlo. Se ti imponi
mentalmente, sei in grado di farlo, grazie
allintenzione volontaria e alla perseveranza.
Alcuni non ci riescono. Il motivo che permettono a
se stessi di vivere secondo il controllo delle emozioni,
invece che dellintelletto. Ma solo chi guidato dalla
ragione arriva al traguardo. Se al primo colpo fallirai,
non importa, la pratica fa miracoli in questo campo
come in qualunque altro. Devi insistere, devi riuscire
ad allontanare, eliminare e distruggere
completamente quei pensieri negativi: sono un seme
che germina di continuo, producendo ogni tipo di
condizione sabotante.
Esercizi inediti.
Con gli esercizi della quarta settimana lavorerai
soprattutto sul rilassamento mentale e inizierai a
ripulire le emozioni negative. Utilizza questi esercizi
in abbinamento o alternandoli a quello classico.
Esercizio 1.
Consapevolezza rilassata.
Siediti comodamente, con gli occhi aperti o chiusi.
Rilassati in silenzio e rimani l, semplicemente, senza
fare assolutamente niente. Dopo un po ti renderai
conto di alcune cose, sotto forma soprattutto di
sensazioni o di suoni: il vento fa frusciare le foglie, un
cane abbaia, passa una macchina, un uccellino
cinguetta, una brezza fresca ti carezza la guancia,
percepisci un odore di caff, nellappartamento
vicino senti qualche rumore.. Riapri gli occhi e
ripensa allesercizio. Ripensa alle tue percezioni e al
fatto che non hai fatto alcuno sforzo per
sperimentarle. Sono state le sensazioni a venire a te,
non le hai cercate.
Considera il fatto che le percezioni che hai avuto non
dipendevano dal tuo pensiero. Non le avevi pensate.
Le percezioni hanno luogo a prescindere dal
pensiero. Il pensiero si attaccato dopo alla
percezione. Accade perch alla mente viene
spontaneo pensare a qualsiasi cosa giunga alla sua
attenzione, anche se non ce n bisogno.
Questo lattaccamento, laggrapparsi
allesperienza.

Ora ripeti lesercizio con un altro atteggiamento.


Chiudi gli occhi e non preoccuparti di pensare. Lascia
semplicemente scivolare le percezioni che ti
arrivano, senza seguirle con il pensiero, senza
attaccarti a esse.
Mantieni questa consapevolezza rilassata per alcuni
minuti.
Esercizio 2.
Ripulire le emozioni negative.
Fai un elenco delle principali emozioni negative che ti
autolimitano nella vita.
Alcuni esempi: paura, rabbia, invidia, egocentrismo,
narcisismo, insicurezza, ansia, paranoia, pensieri
ossessivi, pensieri compulsivi, dipendenze, senso di
colpa, eccetera.
Fai ora un elenco definitivo delle tue emozioni
negative in ordine di importanza. Dalla pi limitante
alla meno limitante.
importante che tu sia estremamente sincero con te
stesso. Non nasconderti nulla e anzi abbi la certezza
che pi tu sei sincero e prima ammetti a te stesso le
tue emozioni negative prima le ripulirai dalla tua
mente.
Siediti comodamente, in terra o su una sedia,
cercando di mantenere il pi possibile la schiena
diritta.
Chiudi gli occhi. Congiungi le dita come nella tecnica
dellintegrazione emisferica.
Lancia ora mentalmente, come hai imparato la prima
settimana, una forte intenzione (conscia) di attivare,
per tutta la durata dellesercizio, lazione integrata
tra conscio, subconscio e superconscio. Puoi aiutarti
ripetendo mentalmente affermazioni come queste:
Io ora attivo il processo di integrazione tra conscio,
subconscio e superconscio; Io ora attivo la
connessione tra il mio conscio e il mio subconscio. Il
superconscio presiede, controlla e governa questo
processo.
Continuando a mantenere le dita unite, visualizza la
prima emozione negativa. Osservala, ascolta il suono
mentale della emozione, e cerca di localizzare dove
nel tuo corpo percepisci quellemozione negativa.
Inizia mentalmente a ripetere, con la consapevolezza
che il superconscio sta attivando il processo di
ripulitura delle memorie e dei programmi subconsci
legati a quellemo- zione, Ti amo. Ripetilo ancora e
ancora (Ti amo, ti amo, ti amo, ti amo) fino a
quando non senti un cambiamento mentale, fisico o
emozionale, fino a quando non senti che lo stress
dellemozione negativa lasciano spazio a un senso di
pace, o di rilassamento.
Infine, quando senti che il processo completo,
separa le dita e riapri gli occhi.
Nota.
consigliabile non eseguire pi di una ripulitura di
una emozione negativa al giorno. Anzi, utile
ripetere la ripulitura dellemozione negativa pi volte
prima di passare alla successiva. Prenditi anche pi
giorni per ripulire la stessa emozione negativa,
soprattutto se senti che continua a generarti stress.
E ricorda che solo linizio-, le emozioni negative e
gli stress sono come lerbaccia: vanno estirpate

quando rispuntano, fino a quando il tuo prato sar


completamente fiorito che le erbacce non potranno
pi crescere. Estirpare e coltivare, sradicare e far
crescere (e come vedrai, negazioni e affermazioni),
sono perci azioni speculari e complementari per la
tua evoluzione.
Piano dazione.
Esegui la tecnica di ripulitura delle emozioni negative
ogni volta che percepisci quellemozione negativa.
Non necessario unire le dita o chiudere gli occhi:
semplice-mente, ogni volta che percepisci
quellemozione negativa o si verifica un evento che ti
innesca quellemozione, ripeti mentalmente Ti amo,
ti amo, ti amo, ti amo fino a quando entri in pace
con lemozione, la rilasci e la superi.
Nota.
Continuando ad approfondire quanto dicevamo nella
nota precedente, oltre a essere un formidabile e
rapidissimo metodo antistress e di immediato
rilassamento, questo esercizio inizia a farti rendere
conto di quanto si diceva nella Settimana 1, ovvero
di come funziona il sistema delle ricadute. Le
emozioni negative sono una parte di te, intrecciate al
tuo sistema conscio-subconscio come le erbacce
sono intrecciate allo sviluppo di un campo. Le
erbacce continuano a crescere nel campo anche
dopo che sono state estirpate. Questo accade anche
con le erbacce delle emozioni negative: il processo
di ripulitura non avviene una sola volta, ma ogni
volta che ce ne bisogno. Questo significa che una
lotta gi persa? No, perch ti accorgerai che il
processo di ripulitura sar sempre pi affinato, che i
livelli di ripulitura saranno sempre pi sottili e che le
emozioni negative, le erbacce, saranno sempre pi
fragili e sfibrate. Per noi siamo esseri umani e come
esseri umani siamo sia esseri mentali che esseri
emozionali, e viviamo una vita complessa.
Confrontarci con le nostre emozioni negative un
lavoro continuo, perch parte della nostra
evoluzione. Diffida da chi si pone come il guru o il
santo, pretende di aver superato ogni condizione
negativa e promette di venderti dottrine di
perfezione. Sta solo facendo marketing.
Ci che apprendi con questo metodo una serie di
strumenti potenti da utilizzare per lavorare
continuamente su te stesso, a livelli sempre pi
elevati, confrontandoti sempre con le tue emozioni,
con i tuoi limiti e con le tue debolezze. In altre
parole, con la tua umanit. Per migliorare sempre,
giorno dopo giorno, per crescere e cambiare, e
cambiando e migliorando te stesso per cambiare e
rendere migliore il mondo che ti circonda, e lasciarlo
migliore alle generazioni future.
Perci non abbatterti mai, e non mollare mai. Non
cedere di fronte alle cosiddette ricadute. Ognuno di
noi ha a volte limpressione di non farcela, momenti
di scoramento, di fare un passo avanti e due indietro,
di non vedere mai la luce, o limpressione che tutto
quello che fa inutile. Tutti abbiamo cedimenti di
fede. Perfino Ges, forse il pi grande uomo che
sia mai esistito, le ha avute quando si fece prendere

dal buio dei pensieri nellorto dei Getsemani o


quando grid Padre, perch mi hai abbandonato!.
Ma il nostro Padre non ci abbandona mai, perch noi
siamo sempre uno con esso, luniverso, il Bene, Egli
sempre in noi. E ogni ricaduta, se la riconoscerai
come veramente, ovvero una parte del tuo processo
di cambiamento, come una resistenza inevitabile
(perch cambiare implica sempre e comunque uno
sforzo continuo di volont), ti accorgerai che non
mai un ritorno indietro, ma un assestamento per una
nuova spinta in avanti.
Tutto dipende dalla tua perseveranza e dal tuo
lavoro.
Dipende da te.
Questa non una condanna, questa libert.
Ricorda infine, e questa la missione della Chiave
Suprema, che il tuo compito non solo quello di
ripulire le erbacce, di superare e liberarti dalle
emozioni negative e dai limiti del passato, ma di
sviluppare le tue potenzialit latenti, di proiettarti
nella scoperta e nella crescita verso il futuro. Verso i
veri e propri miracoli che, stai certo, accadranno
nella tua vita, come dice Haanel (e lui, come milioni
di altre persone, questi miracoli li ha visti
manifestarsi, perch li ha creati), continuando nel tuo
lavoro quotidiano.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
3. Che cosa voglio.
Riprendi il foglio su cui hai segnato cosa ti stressa,
perch ti stressa e che cosa non vuoi. Scrivi
sullintestazione della quarta colonna: Che cosa
voglio invece e, in corrispondenza di ogni voce che
ti stressa, partendo da che cosa non vuoi, scrivi che
cosa invece vuoi che succeda affinch quella cosa
non si verifichi. Lascia le altre tre colonne vuote e
conserva il foglio.
Nota.
Con il Che cosa voglio invece stai compiendo un
ulteriore passo in avanti. Non ti focalizzi pi su cosa
non vuoi ma su che cosa vuoi, non sullo stress ma
sulla soluzione, non sullostacolo ma sulla direzione,
non sul vecchio te- stesso ma sul nuovo.
Aggiungiamo un tassello al nostro esempio Cosa mi
stressa. Stare in coda in auto.
Perch mi stressa. Perch odio andare al lavoro in
auto.
Che cosa non voglio. Non voglio pi andare al lavoro
in auto.
Che cosa voglio invece. Voglio un lavoro che non
occupi tutta la mia vita. Oppure: Voglio cambiare
lavoro.
Visto? Siamo partiti dallo stress dello stare in coda in
auto e siamo arrivati a capire che il lavoro che mi
stressa perch sta occupando la mia vita.
A questo punto hai definito un nuovo stress, il vero
stress del tuo stare in coda in auto. Utilizzando la
stessa tecnica del foglio a colonne puoi ricominciare
alla voce Cosa mi stressa con la tua nuova
consapevolezza: Il fatto che il mio lavoro occupa
tutta la mia vita. Puoi proseguire inserendo Perch
mi stressa, Che cosa non voglio, Che cosa voglio
invece e.. quali risultati otterrai? Comprenderai

sempre meglio che cosa realmente vuoi,


4. Se iniziassimo a costruire una casa, quanta
focalizzando sempre di pi le soluzioni ai problemi e i attenzione dedicheremmo al progetto? Ai dettagli, ai
tuoi obiettivi. Come realizzarli? Lo scoprirai nelle
materiali pi sicuri e soddisfacenti? Pensa invece con
prossime settimane.
quanta noncuranza costruiamo la nostra Casa
Mentale, immensamente pi importante di quella di
mattoni. Il tenore della nostra vita dipende dai
materiali usati nella costruzione della nostra Casa
Mentale.
Settimana 5. La mente creativa.
5. Come sono fatti questi materiali? Dipende da cosa
Introduzione alla settimana 5.
abbiamo archiviato nei magazzini della nostra mente
Dopo aver studiato attentamente la lezione di questa subconscia. Se ci sono paure, preoccupazioni, affanni
settimana potrai constatare che ogni forma
e ansie allora la trama del tessuto che stiamo
concepibile di forza, oggetto o accadimento deriva
tessendo fatta dello stesso materiale negativo.
da unazione mentale. La mente in azione pensiero un tessuto marcio e ammuffito che alimenta il
creativo. La complessit con cui oggi la gente pensa logorio, gli affanni e lansia. Saremo eternamente
maggiore che in passato. Perch viviamo unera
costretti a rattopparlo per dargli unaria appena
creativa, dove il pensatore riconosciuto e
decente. Se invece abbiamo accumulato pensieri
ricompensato. A differenza della mente, la materia coraggiosi, se siamo stati ottimisti, positivi e
priva di potere, passiva e inerte. La mente forza,
abbiamo immediatamente respinto qualunque tipo di
energia e potere e d forma alla materia. La
pensiero negativo, a quale risultato saremo giunti? A
controlla. Quale che sia la forma assunta dalla
un tessuto mentale di prima qualit con cui tessere
materia, derivata da un pensiero preesistente. Non qualunque abito. Non ci sono pezze da nascondere,
credere che stia parlando di trasformazioni magiche, la tela robusta, dobbiamo andarne fieri.
il pensiero esegue delle leggi naturali, mette in moto 6. Non dimenticare: la fonte di tutta la vita e di tutto
delle forze e rilascia delle energie naturali. Il tuo
il potere proviene da dentro. Le altre persone, gli
comportamento la manifestazione del pensiero, le
amici o i fatti a cui assistiamo possono suggerire
tue azioni si ripercuotono sulle persone che ti sono
bisogni e opportunit ma lintuito, la forza e il potere
vicine e infine sullambiente circostante.
di soddisfare i nostri bisogni si trovano solo dentro di
I pensieri sono creativi, e tu sei in grado di originarli. noi.
Ecco perch puoi creare tutte le cose che desideri.
7. Chi matura questa consapevolezza cambier per
I punti chiave.
sempre. Sar in possesso di un senso di potere finora
1. Almeno il novanta per cento della nostra mente
inimmaginabile. Non sapr pi cosa sono la
subconscia, chi non fa uso di questo potere mentale timidezza, la debolezza o la paura. Sar in stretto
ha dei limiti molto ristretti. Il nostro subconscio sa
contatto con lOnnipotenza. Perch avr scoperto
risolvere qualunque problema, a patto che
improvvisamente di possedere delle sbalorditive
impariamo a indirizzarlo.
facolt latenti di cui era alloscuro.
2. Possiamo avere la capacit di rimuovere
8. un potere che proviene dallinterno. Il solo modo
consciamente tutte le caratteristiche indesiderabili
per riceverlo darlo. Tutti noi siamo il canale
ed esaltare quelle positive. Perch, lo ripeto, questa
attraverso cui il Potere Onnipotente si differenzia
mente che attraversa il nostro corpo fisico ha origine nella forma. Se non diamo, il canale si intasa e non
non solo dalle tendenze ereditarie, ma anche da
possiamo pi ricevere nulla. una cosa che accade
quegli ambienti familiari, professionali e sociali che ci in qualsiasi piano dellesistenza, in ogni settore di
hanno trasmesso un numero infinito di
attivit e in ogni strato sociale della vita.
condizionamenti, di idee, di pregiudizi. Molti aspetti
9. Pi si d, pi si riceve. Lo sportivo che si propone
del nostro carattere li abbiamo assorbiti dagli altri
di diventare pi forte deve aumentare luso della sua
sotto forma di opinioni, suggerimenti o affermazioni. forza: pi d, pi riceve. Limprenditore che desidera
Sono comunque tante le idee partorite dai nostri
arricchirsi deve impiegare il denaro che ha gi: solo
pensieri, eppure la maggior parte sono state
usandolo lo pu accumulare.
assimilate dagli altri, con poco o nessun filtro da
10. Il possesso il risultato dellintenzione mentale
parte nostra.
di raggiungerlo. lo scopo a permetterti di captare
3. Avviene cos: lidea sembra plausibile, il livello
unidea e di formulare i piani per realizzarla. Il
conscio la accoglie passandola al subconscio, dove piacere che proverai durante lo svolgimento sar pari
presa in custodia dal sistema nervoso simpatico, che alla soddisfazione che ne saluter il successo finale.
la ritrasmette per farla assimilare dal corpo fisico. Il Credenze fortificanti.
verbo si fatto carne. In questo modo continuiamo 1. Faccio il miglior uso della mia mente subconscia.
a creare e ricreare noi stessi. Oggi siamo il risultato
2. Creo sempre pensieri e cose positive.
del nostro modo di pensare di ieri, e domani
3. Costruisco la pi perfetta Casa Mentale.
diventeremo ci che stiamo pensando oggi. La Legge 4. Creo un tessuto mentale di prima qualit.
di Attrazione ci restituisce non le cose che vogliamo, 5. Tutta la forza e tutto il potere si trovano dentro di
ma quelle che noi stessi abbiamo creato.
me.
Consciamente o meno.
6. Utilizzo tutta la forza e tutto il potere dentro di me
per realizzare ogni mio bene.

7. Riconosco lo straordinario potere che dentro di


me.
8. Sono un canale straordinario di energia divina.
9. Sono sempre pi consapevole che pi do pi
ricevo.
10. Ho piena fiducia nel mio successo, e con gioia lo
costruisco giorno per giorno.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Adesso, torna nella tua stanza. Siediti come ti ho
insegnato, nella medesima posizione dei precedenti
esercizi e richiama mentalmente un luogo per te
gradevole. Studialo con attenzione, metti a fuoco gli
edifici, i terreni, gli alberi, gli amici, ogni dettaglio.
Allinizio ti verr spontaneo pensare a tutto ci che
brilla sotto il sole tranne che allideale su cui vuoi
concentrarti davvero. Non scoraggiarti. Devi insistere
finch non riesci. Alla fine ci riuscirai, certo, ma
perch ci accada dovrai fare pratica, rigorosamente,
ogni giorno.
Esercizi inediti.
Nella quinta settimana con gli esercizi inizierai ad
attivare e affinare la tua capacit di visualizzazione.
Come abbiamo anticipato nella Settimana 1, la
capacit di visualizzazione uno degli strumenti in
assoluto pi potenti della Chiave Suprema e di tutta
la Scienza della Mente. Per questo motivo
lavoreremo sulla visualizzazione con diversi esercizi
progressivi portandoti a una consapevolezza, a una
comprensione e a una sempre maggiore abilit nel
suo utilizzo. Esegui questi esercizi in abbinamento o
alternandoli a quello classico.
Esercizio 1.
Integrazione con la visualizzazione.
Con questo esercizio propedeutico entrerai in pace
con la tua capacit di visualizzare e maturerai
sempre maggiore consapevolezza nella
visualizzazione.
Siediti comodamente, cercando di mantenere il pi
possibile la schiena diritta. Chiudi gli occhi. Chiudi le
orecchie con i pollici e posa gli indici e i medi sugli
occhi.
Inspira lentamente e profondamente con le narici per
circa un minuto.
Ora a ogni espirazione, pronuncia una parola
dellelenco qui sotto. Mentre la pronunci, massaggia
delicatamente e in modo circolare con i pollici le
orecchie e con gli indici e i medi gli occhi.
Continua a massaggiare sia quando inspiri che
quando espiri.
Pronuncia a ogni espirazione la parola dellelenco
una sola volta. Passa alla parola successiva
dellelenco alla successiva espirazione. Ripeti
lesercizio per tutta la settimana. Cos facendo
entrerai in integrazioni con le parole visive e le
farai tue a livello subconscio.
Elenco delle parole:.
Occhio. Immagine. Immagine mentale. Immagine
luminosa. Immagine perfetta. Guardo. Osservo. Vedo.
Visualizzo. Chiarezza.

Visualizzo con chiarezza. Dettagli.


Visualizzo i dettagli.
Focalizzo. Focalizzo loggetto. Dettaglio. Focalizzo i
dettagli. Visualizzo i dettagli. Visione. Visione
perfetta.
Esercizio 2.
Allenare la visualizzazione.
Con questo esercizio potenzi le istruzioni e alleni la
tua capacit di visualizzare, rendendola sempre pi
efficiente ed efficace. Perch come tutte le cose
anche la visualizzazione una questione di
allenamento ed esercizio: pi ti eserciti pi diventi
bravo.
Chiudi gli occhi e richiama mentalmente, come
suggerisce Haanel, un luogo per te gradevole.
Indicazioni preliminari.
Osserva sempre la scena in prima persona, come in
soggettiva. Se sposti lo sguardo, osserva cosa c
alla tua destra o alla tua sinistra, e cos via.
La cosa importante che ti concentri unicamente
sugli elementi visivi. Se soffia il vento, osservane gli
effetti visibili, per esempio le foglie che si muovono,
oppure finestre che sbattono, eccetera.
Distingui i colori e le forme, e osserva come si
trasformano e diventano pi dettagliati man mano
che ti avvicini.
Sii sempre dettagliato nella descrizione della scena.
Se ci sono delle persone, non visualizzare
genericamente delle persone, ma contale,
distinguine il numero e la fisio-nomia. Se visualizzi un
ambiente chiuso, misurane con lo sguardo il
perimetro e identifica i soprammobili. Se non li
ricordi con esattezza non importa, ci che importa
che tu non resti sul piano astratto, concettuale o
verbale, ma che lasci spaziare locchio della mente.
Primo passaggio: da lontano a vicino.
Per prima cosa immagina di vedere il luogo da
lontano, e progressivamente di avvicinarti. Cammina
in quel luogo per tutto il suo perimetro. Se una
casa, fai il giro della casa, osserva le finestre, il
giardino, la terrazza, eccetera. Se un
appartamento, sali le scale o prendi lascensore
prima di entrare nellappartamento. Concentrati sulla
realt della tua visualizzazione, ovvero sul tuo punto
di vista reale. Se una spiaggia, avvicinati alla
spiaggia, attraversarla, voltati e osserva gli elementi
visivi che ti circondano. Misura le distanze, cerca di
stabilire le posizioni degli oggetti e degli elementi
nellambiente mentre ti avvicini.
Secondo passaggio: dettagli in primo piano.
Concentrati ora sui dettagli. Ripercorri la
visualizzazione portando i dettagli che ricordi in
primo piano e precisandoli sempre meglio con
locchio della mente. Cerca di distinguerne le forme, i
colori, i riflessi, eccetera.
Terzo passaggio: emozione.
Ripercorri la visualizzazione concentrandoti sulle
emozioni che provi. Non cercare di identificarle,
semplicemente riconoscile e porta la tua attenzione
su di esse.
Note.

1. Non importa se non riesci a visualizzare (o a


ricordare) tutti i dettagli. Se non ricordi inventa.
Limportante che ti eserciti a utilizzare locchio
della mente e non il pensiero astratto, concettuale o
verbale. Ti renderai presto conto di avere una buona
confidenza con la visualizzazione e imparerai presto
a riconoscere quali regole la governano.
2. Anche se ti sembra di non riuscire, continua a
esercitarti con fiducia ricordando quanto ti abbiamo
detto fin dalla prima settimana: tu sei la misura di
tutte le tue cose.
I tuoi progressi sono esattamente quelli che servono
al tuo sistema per giungere alla maturazione delle
tue potenzialit. Non ce un modello ideale da
raggiungere, una media da mantenere, n ci sono
degli standard a cui attenersi. Sei solo tu con te
stesso. Ricorda che la visualizzazione (anche perch
richiama risorse mentali che precedono il
ragionamento razionale, risorse che sono
direttamente coinvolte nel processo di integrazione
conscio-subconscio-superconscio) sempre e
comunque la chiave fondamentale per la tua azione
sulla realt. Come dimostra la fisica quantistica, la
realt nella sua essenza costituita da una nuvola
di probabilit e solo la presenza di un osservatore
attua e crea una delle tanti possibili realt. Con la
visualizzazione, in particolare con la visualizzazione
come qui la apprendi, ovvero nella sua completezza
sensoriale, hai perci in mano uno strumento
potentissimo, perch, visualizzando la tua realt, stai
gettando un ponte, una connessione con quella
realt. Stai creando le condizioni perch quella realt
si realizzi. Per questo Haanel dice che non spetta a te
decidere come si realizzer quella realt, ma spetta a
te indicare che quella realt si realizzi. Lo vedremo
comunque meglio nelle prossime settimane.
Esercitarti sulla visualizzazione serve a questo.
Piano dazione.
Per tutta la settimana, ogni volta che entri in un
luogo familiare (al supermercato, per esempio, o al
bar, o nella tua auto, eccetera), fai attenzione ai
dettagli visivi del luogo e cerca di imprimerteli in
mente. Osserva con attenzione larredamento, i
colori, il posi-zionamento degli oggetti, e cerca di
fotografarli, imprimendoli in mente. Quando esci
cerca poi di richiamarli alla mente, visualizzandoli
per qualche istante e catalogandoli per immagini.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
4. Affermazioni positive.
Riprendi il foglio su cui hai segnato cosa ti stressa,
perch ti stressa, che cosa non vuoi e che cosa vuoi.
Scrivi sullintestazione della quinta colonna:
Affermazioni positive e, in corrispondenza di ogni
voce che ti stressa, partendo da che cosa vuoi, cerca
una o pi affermazioni positive che corrispondano a
quello che vuoi. E segnale sulla colonna.
Nota.
Con laffermazione positiva compiamo un ulteriore
passo nel processo di comprensione e
trasformazione dello stress. Non solo ti focalizzi sulla
soluzione, ma identifichi affermativamente cosa vuoi

fare. Affermi cio la tua scelta di realt. Decidi che


cosa gi otterrai.
Aggiungiamo lultimo tassello al nostro esempio Cosa
mi stressa. Stare in coda in auto.
Perch mi stressa. Perch odio andare al lavoro in
auto.
Che cosa non voglio. Non voglio pi andare al lavoro
in auto.
Che cosa voglio invece. Voglio un lavoro che non
occupi tutta la mia vita. Affermazioni positive.
Cerco e trovo un lavoro che mi lascia pi tempo
libero. Cerco e trovo un lavoro che mi renda felice.
Cambio lavoro. Cerco e trovo un lavoro pi vicino
a casa. Cerco e trovo il mio lavoro ideale. Oppure
ancora: Amo il mio lavoro e so che il tempo che
investo un bene. Amo il mio lavoro e il mio lavoro
mi ama. E cos via.
Sei arrivato a un punto importante del processo: hai
appreso dal tuo stress il messaggio che il tuo stress ti
stava inviando. Ora sai che cosa veramente vuoi
essere e hai scelto la tua realt. Nelle prossime
settimane imparerai come imprimere questa realt a
livello subconscio e come farla diventare.. reale.

Settimana 6. Il cervello umano.


Introduzione alla settimana 6.
Siamo arrivati alla sesta settimana. Studiandola,
raggiungerai uneccellente comprensione del pi
straordinario congegno che sia mai esistito. Un
meccanismo con cui puoi creare da te Salute, Forza,
Successo, Prosperit e qualsiasi altra condizione
desideri.
Le necessit ti spingono a fare delle richieste e le
richieste creano lazione, che a sua volta porta ai
risultati concreti. Il nostro processo evolutivo
costantemente allopera per fabbricare il futuro a
partire dal nostro presente. Cos come quello
universale, lo sviluppo individuale devessere
graduale: un livello sempre crescente di capacit e di
volume.
La morale importantissima. Se vogliamo andare
avanti dobbligo metterci in testa che i diritti del
prossimo sono pari ai nostri. Se diventiamo
oppressori morali non avremo successo. La regola da
rispettare quindi: Il bene pi alto per il maggior
numero di persone.
Per ottenere dei risultati dobbiamo essere costanti
nelle nostre aspirazioni, nei desideri e nelle relazioni
armoniose. Il pi grande ostacolo sono le idee fisse
sbagliate. Equilibro e armonia sono invece il solo
modo per essere in sintonia con la verit eterna. Chi
vuole ricevere sapienza deve essere in sintonia con
chi gliela pu infondere.
Il fatto che il pensiero sia un prodotto della Mente
creativa non significa che lUniversale voglia
modificare la sua maniera di agire per venire
incontro ai nostri capricci. Semmai siamo noi a
doverci armonizzare con lUniversale e dopo averlo
fatto possiamo chiedere qualunque cosa ci spetti.

I punti chiave.
1. Come possiamo raggiungere un effetto
desiderato? Con il pensiero. Che effetto pu produrre
il pensiero? Cos come il vento aria in movimento,
allo stesso modo il pensiero mente in movimento.
Tutto dipende dal congegno a cui collegato.
2. Ecco un grande segreto, il fondamentale segreto
di tutto il potere mentale: dipende dal congegno a
cui noi lo colleghiamo. Diamo unocchiata a questo
magistrale congegno. Forse ci aiuter a capire
meglio i vari effetti che sa realizzare. Il congegno a
cui siamo collegati la mente superconscia.
3. Per prima cosa, teniamo conto del grande mondo
mentale in cui viviamo, ci muoviamo ed esistiamo.
onnipotente, onnisciente e onnipresente. Risponde ai
nostri desideri in misura direttamente proporzionale
al nostro intento e alla nostra fede.
4. Gli effetti del mondo esterno sono il risultato
dellazione della dimensione individuale su quella
universale. quel processo che chiamiamo pensiero
e il cervello lorgano attraverso cui si svolge questo
processo.
5. Non c virt naturale che il cervello non sia in
grado di esprimere. Il cervello un microcosmo e, a
seconda delle nostre necessit, pu espandersi e
migliorare. una realt scientifica e nel contempo
una delle meravigliose leggi della natura: se riesci a
capirlo riuscirai facilmente ad afferrare il
meccanismo che permette questi straordinari
risultati.
6. Qualsiasi parte del corpo pu essere sottoposta a
questa influenza mentale, cos da causare
leliminazione di qualsiasi effetto sgradevole.
7. Una perfetta concezione delle leggi della sfera
mentale assicura un grande successo negli affari,
perch accresce il potere di giudizio e consente una
valutazione pi chiara dei fatti.
8. La concentrazione una componente essenziale
(forse la pi importante) per lo sviluppo del potere
mentale. Unattenzione ben indirizzata offre delle
potenzialit talmente stupefacenti da risultare
incredibili ai non esperti. Non c pi alto traguardo
personale per un uomo o una donna del saper
coltivare la propria concentrazione. La nostra
attenzione come una lente di ingrandimento
colpita dai raggi del sole: finch continuiamo a
spostare la lente, i raggi vanno qua e l dando lidea
di non possedere una forza cos particolare. Ma se si
tiene la lente perfettamente immobile e si lascia che
i raggi si concentrino su un punto specifico per un
po di tempo, leffetto sar subito evidente. Cos
accade con la concentrazione.
9. Con la concentrazione si supera ogni ostacolo che
incontriamo sul sentiero dellele-vazione personale.
La pratica il solo modo per acquisire questa
meravigliosa facolt. Esercitarsi conduce alla
perfezione, in questo campo come negli altri.
10. vero che una singola idea pu valere milioni,
ma pu venire in mente solo a chi ricettivo e
preparato a riceverla. Chi cio mantiene una
struttura mentale improntata al successo. Le persone
stanno gradualmente imparando a porsi in sintonia

con la Mente Universale, hanno capito che c unit


fra tutte le cose e imparano i metodi fondamentali
del pensiero. La mente sta cambiando le condizioni e
sta moltiplicando i risultati. Si sta scoprendo che le
circostanze umane e lambiente esterno sono
influenzate dal progresso spirituale e mentale. La
gente comincia a vedere che dalla conoscenza si
ottiene la crescita, dallispirazione si arriva allazione
e dalla percezione si crea lopportunit. Prima di
qualsiasi sbocco di successo si deve tenere in
considerazione la dimensione spirituale. Le
possibilit sono inesauribili; del resto luomo non
altro che un canale.
Credenze fortificanti.
1. Con il mio pensiero raggiungo ogni risultato che
desidero.
2. Il mio pensiero sempre collegato alla mente
superconscia.
3. Io vivo in un grande mondo mentale. Esso
onnipotente, onnisciente e onnipresente.
4. La mia azione individuale si connette alla grande
azione universale.
5. Linfluenza dei miei pensieri ha effetti su ogni
parte del mio corpo.
6. Ogni giorno progredisco verso la perfetta
comprensione delle leggi della mente.
7. Sono capace di concentrarmi e mi concentro.
8. Ogni giorno coltivo e miglioro la mia
concentrazione.
9. Con la concentrazione supero ogni ostacolo che
incontro sul sentiero della mia evoluzione personale.
10. La mia struttura mentale sempre improntata al
successo.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Per allenare la capacit di concentrazione prendi una
foto e siediti nella solita stanza, nella solita
posizione. Guarda la foto, esaminala attentamente
per almeno un quarto dora. Se un ritratto
memorizza lespressione degli occhi della persona
ritratta, la forma dei lineamenti, i vestiti, la
pettinatura. Con la massima cura prendi nota
mentalmente di ogni dettaglio. Adesso coprila e
chiudi gli occhi cercando di visualizzarla. Se i vari
particolari sono rimasti impressi nella tua mente
meriti delle congratulazioni, in caso contrario ripeti
lesercizio fino a quando non ci riesci. Siamo in una
fase di mezzo, dobbiamo preparare il terreno per la
prossima settimana: solo allora getteremo il seme.
Questi esercizi sono straordinari per controllare i tuoi
stati mentali, il tuo atteggiamento e la tua coscienza.
Esercizi inediti.
Nella sesta settimana con gli esercizi continui ad
allenare e affinare la tua capacit di visualizzazione.
Inoltre ti verranno dati alcuni esercizi per rafforzare
la tua concentrazione. Utilizza questi esercizi in
abbinamento o alternandoli a quello classico.
Esercizio 1.
Visualizzazione dei suoni.

Con questo esercizio continui ad allenare la tua


capacit di visualizzazione compiendo per un passo
in avanti. La scorsa settimana ti sei concentrato
esclusivamente sugli aspetti visivi, ora ti
concentrerai invece su quelli uditivi, e la prossima
settimana su quelli kinestesici.
Lesercizio tecnicamente molto semplice ma ti
accorgerai che richiede notevole abilit, da
sviluppare con la pratica. Lavorerai su quella che si
chiama sinestesia, ovvero sulla descrizione e
trasformazione visiva di elementi non visivi.
Seduto comodamente, con gli occhi chiusi o aperti,
indifferente, resta in ascolto per circa due minuti, dei
suoni e dei rumori che ti circondano. Concentrati
unicamente su di essi, lasciando che i pensieri nella
tua mente scivolino via come acqua su vetro. Se i
pensieri ti disturbano, non forzare, cerca non appena
puoi di ritornare a concentrarti unicamente sui suoni
e i rumori che ti circondano.
Dopo due minuti di questo esercizio, isola alcuni
suoni o rumori particolari. Inizia isolandone uno solo,
poi aumenta progressivamente, nelle sessioni
successive, a due, tre, eccetera.
Concentrati sul suono o rumore che hai isolato e
visualizzalo.
Cerca cio di immaginarti come sarebbe se fosse
visibile.
Che forma ha quel suono o rumore? Visualizzalo
come una forma.
Che colore ha quel suono o rumore? Visualizzalo
come un colore.
Di che materiale fatto quel suono o rumore?
Visualizza il materiale, se leggero o pesante, se di
carta o di piombo, e i dettagli di quel materiale. Se lo
visualizzi come marmo, un marmo di un colore
particolare? Se di legno di che legno ? lucido o
opaco? Osserva la superfcie del materiale: ha
increspature? liscia o gibbosa? E cos via.
Continua in questa visualizzazione auditiva fino a
quando non hai risposto a queste domande.
Variante.
Se completi i suoni del tuo ambiente o vuoi
esercitarti in modo diverso, prova a eseguire
lesercizio di visualizzazione auditiva con i cinque
suoni che ti alleghiamo qui.
Esercizio 2.
Imparare a concentrarti: fissare un oggetto.
Semplicemente fissa un oggetto, ogni giorno, due
volte al giorno, per 5 o 10 minuti. Inizia con 5 minuti,
poi aumenta progressivamente, fino a 10 e a 15. Il
computo del tempo deve essere preciso. Usa perci
un timer che indichi la scadenza temporale.
importante che tu non ti distragga per vedere quanto
tempo manca. Semplicemente fissa loggetto e resta
a fissarlo per quel tempo, cercando sempre pi di
centrare tutta la tua energia mentale su
quelloggetto, fino a entrare in quelloggetto
completamente, fino a essere assorbito da
quelloggetto e in quelloggetto.
Esercizio 3.
Imparare a concentrarti: fissare una parola.

Puoi effettuare la stessa concentrazione della tecnica


precedente focalizzando la tua attenzione non su un
oggetto ma su una parola. Anche in questo caso si
tratta di entrare in quella parola, di essere assorbiti
completamente da quella parola. Fissa perci e resta
a fissare per il tempo che ti sei dato (inizia anche in
questo caso con 5 minuti, poi progressivamente
arriva fino a 15), cercando sempre pi di concentrare
e centrare tutta la tua energia mentale su quel
pensiero, quella parola, fino a essere assorbito da
esse, fino a diventare tuttuno con esse.
Alcune parole utili su cui concentrarti propedeutiche:.
Mente.
Subconscio.
Superconscio.
Cuore.
Anima.
Pace.
Amore.
Salute.
Benessere.
Ricchezza.
Felicit.
Note.
1. Come potrai notare tu stesso, concentrazione e
visualizzazione sono facolt fortemente integrate.
Per questo abbiamo iniziato con esercizi di
visualizzazione e ora a essi aggiungiamo esercizi di
concentrazione: per costruire dalle fondamenta
ledificio del tuo potere mentale. Visualizzando ti
concentri, ovvero focalizzi lattenzione su un punto.
Cos facendo rafforzi la tua capacit di
concentrazione. Concentrandoti mantieni ferma la
tua capacit di attenzione e quindi rafforzi anche la
tua capacit di visualizzazione, in modo tale da
permetterti di fare il passaggio ulteriore con la
visualizzazione, ovvero quello di trasformazione e
creazione della realt. Come imparerai pi avanti nel
corso.
2. La visualizzazione, utile ribadirlo, recluta risorse
mentali pi antiche e originarie rispetto a quello
del pensiero verbale, del linguaggio e della
verbalizzazione. Lcchio della mente non si esprime
per concetti, non media razionalmente, ma sfrutta
interamente, olisticamente (e quindi seppur
coscientemente, non in modo puramente logico o
razionale) le nostre risorse mentali,
penetrando pi profondamente nella nostra realt
mentale ed emozionale, e quindi nella nostra pi
profonda e viva esperienza interiore.
Piano dazione.
1. Per tutta la settimana, ogni volta che entri in un
luogo familiare (al supermercato, per esempio, o al
bar, o nella tua auto, eccetera), fai attenzione ai
dettagli uditivi del luogo e cerca di imprimerteli in
mente. Ascolta con attenzione tutto quello che
accade contemporaneamente, dai rumori pi acuti e
vicini a quelli pi distanti e in sottofondo. Cerca di
scattare una fotografia mentale uditiva dei suoni e
rumori.
2. Prova a visualizzare e a mantenere fissa in mente
non una parola ma unintera affermazione: esercitati

una o pi delle credenze fortificanti di questa


settimana.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
5. Concentrazione sulle affermazioni positive.
Riprendi il foglio su cui hai segnato cosa ti stressa,
perch ti stressa, che cosa non vuoi, che cosa vuoi e
laffermazione positiva in merito. Prendi ogni
affermazione positiva, quella che hai segnato sulla
quinta colonna, e utilizza con essa la concentrazione
visiva. Chiudi gli occhi e visualizzala nella tua mente
concentrandoti su di essa, fissandola dentro di te fino
a farla tua con la visualizzazione. Concentrati poi
sulle emozioni, sia quelle positive che quelle
negative, che quelle affermazioni ti mandano.
6. Emozioni negative e positive.
arrivato il momento di completare le nostre
colonne: sulla colonna 6 scrivi Emozioni negative,
sulla colonna 7 scrivi Emozioni positive. E per ogni
affermazione su cui ti sei concentrato visualizzandola
scrivi quali emozioni negative e quali emozioni
positive provi.
Nota.
Abbiamo compiuto un ulteriore passo in avanti:
laffermazione positiva infatti pu legare a s
emozioni sia positive (benessere, senso di libert,
felicit, desiderio, etc.) ma anche stress (esempio
paura di non farcela, sfiducia, scetticismo, etc.). Con
questa tecnica andiamo a isolare le emozioni
positive, fortificanti, ma anche quelle negative,
sabotanti, in modo da trovare gli elementi-chiave su
cui lavorare in maniera pi chirurgica, le prossime
settimane, per ripulirti dagli stress e potenziare
unicamente gli elementi positivi.

In questa settima parte illustrer un metodo per luso


cosciente della Forza Onnipotente.
I punti chiave.
1. Con la visualizzazione si producono le immagini
mentali; ognuna di queste lo schema per creare il
tuo futuro. Cura e tieni sempre pulito lo schema, non
temere e ricorda che nessuno pu importi dei limiti:
nessuno tranne te. Smetti con i limiti materiali, puoi
attingere alle tue risorse dalfinfinito. Costruisci quello
che vuoi per mezzo dellimmaginazione perch le
idee, prima di diventare concrete, devono prendere
forma mentale. Mantieni limmagine impressa nella
mente e gradualmente si avviciner a te. Alla fine
diventerai ci che vuoi essere.
2. Immaginare e poi trasformare in realt un lungo
lavoro psicologico e lunico modo per ottenere dei
reali risultati impegnarti. Questo duro lavoro
mentale uno sforzo che solo in pochi riescono a
fare.
3. Il primo gradino lidealizzazione. un passo
fondamentale: idealizzando si costituisce il progetto
in base al quale tu costruirai. Un progetto solido,
permanente. Larchitetto che progetta un edificio di
trenta piani si prefigura in anticipo ogni dettaglio,
lingegnere quando progetta un ponte analizza nel
dettaglio elementi e forze in gioco delle singole parti.
Si tratta di vedere limpresa finita nella propria
mente ancor prima che venga poggiata la prima
pietra. Allo stesso modo devi raffigurarti
mentalmente ci che vuoi. Stai seminando, ma prima
di gettare qualunque seme vuoi ben sapere di che
raccolto si tratter. Ecco cose lidealizzazione. Se
nutr ancora dei dubbi, torna a sederti e a fare gli
esercizi finch limmagine non diventer nitida.
Allinizio il progetto generale sar vago, ma
lentamente i suoi contorni si definiranno sempre pi,
poi verranno i dettagli, e infine svilupperai il potere
Settimana 7. Utilizzare la Forza Onnipotente.
che ti permetter di formulare progetti concreti. E
Introduzione alla settimana 7.
scoprirai cosa ti aspetta.
Da quando esiste, lessere umano ha creduto in un
4. Il secondo passo la visualizzazione: limmagine
potere invisibile creatore di ogni cosa. Ce chi
che diventa sempre pi completa. Con i dettagli,
personalizza questo potere chiamandolo Dio, altri lo
presto anche i mezzi per manifestarla si
concepiscono in termini di essenza o spirito che
svilupperanno. Ogni passo legato allaltro. Il
colma tutte le cose. Ma il principio non cambia.
pensiero conduce allazione, lazione al metodo, il
Per quel che riguarda lindividuo, ci che visibile
quale a sua volta produrr gli amici, che porteranno
rappresenta il personale, loggettivo: costituito dal la situazione. Cos il terzo passo, quello della
corpo, dal cervello e dai nervi. Il soggettivo invece materializzazione, sar realizzato.
lo spirituale, linvisibile, limpersonale.
5. Ripercorrere spesso limmagine con la mente il
Il personale cosciente; limpersonale non conscio solo modo per conservarla chiara e nitida e la sua
ma ha la stessa tipologia e qualit di tutto il resto
manifestazione sar direttamente proporzionale alla
dellessere umano. Non essendo conscio di s ha
sua chiarezza e precisione. Devi costruirla
preso il nome di subconscio. Il personale (o conscio), accuratamente nel tuo mondo mentale prima che
ha potere di scelta quindi pu trovare una soluzione
possa trasmigrare nel mondo esterno, e per creare
alle difficolt. Limpersonale (o spirituale) essendo
qualcosa di valore devi sempre selezionare il
parte del Tutto non pu esercitare una simile scelta.
materiale adeguato. Non puoi costruire una villa con
In compenso le sue risorse sono infinite: realizza
mattoni di seconda scelta. Milioni di silenziosi
qualsiasi cosa con metodi inimmaginabili.
lavoratori mentali ti forniranno i materiali e li
Sei ancora in tempo per decidere se dipendere dalla forgeranno secondo limmagine che hai in mente.
volont umana, con tutti i suoi limiti e giudizi erronei, Pensaci. Hai un numero infinito.
o dalla meraviglia dellinfinito tramite il tuo
di questi operatori mentali: sono le cellule cerebrali.
subconscio. Se scegli la seconda ipotesi, devi essere Il tuo potere di pensiero essenzialmente illimitato;
in grado di comprenderlo, apprezzarlo e individuarlo. ci significa che anche la tua capacit di creare il

materiale di cui hai bisogno praticamente illimitato.


Oltre a quei milioni di lavoratori mentali, ci sono
miliardi di lavoratori mentali nel tuo organismo,
ricettivi e intelligenti. Sono cellule allopera nella
creazione del corpo umano, posseggono anche
unattivit psichica grazie a cui possono attrarre
verso di s la sostanza necessaria a uno sviluppo
perfetto. La Legge di Attrazione le governa, cos
come fa per ogni forma di vita. Il giglio, la rosa, la
quercia, tutti richiedono un certo materiale che
conferisca a ciascuno di loro la perfetta espressione.
Ma devessere una richiesta muta: il modo pi
sicuro per procurarti ci di cui hai bisogno per il tuo
sviluppo.
6. Crea limmagine mentale. Che sia chiara, distinta,
perfetta. Mantienila: gli strumenti si svilupperanno
poi. Allofferta segue la domanda, man mano
imparerai a fare la cosa giusta al momento giusto e
nel modo giusto. Il Desiderio Sincero ti condurr
allAspettativa Fiduciosa, ma necessaria una
Richiesta Ferma. Queste tre componenti conducono
al successo assicurato. Il Desiderio Sincero il
sentimento, lAspettativa Fiduciosa il pensiero e la
Richiesta Ferma la volont. Come hai imparato, i
sentimenti fortificano il pensiero mentre la volont lo
stabilizza finch la legge della crescita non lo
manifesta.
7. Se hai continuamente pensieri di carenza e di
paura riceverai disagio e circostanze negative. Al
contrario, per realizzare condizioni di abbondanza e
opulenza intrattieni pensieri rivolti al coraggio e al
potere.
8. Il fatto che siamo troppo ansiosi. Siamo in bala
di ansiet, paura, dolore. Premiamo per fare
qualcosa, per cambiare ma siamo come quel
bambino che ha appena seminato un seme e ogni
dieci minuti va a guardare nel terreno se la pianta
gi cresciuta. chiaro che il seme non attecchir mai
in quel modo e chi vive con lansia perenne avr
meno risultati di quel bambino.
9. Il seme piantato lo dobbiamo lasciare in pace. Non
che si debba star seduti con le mani in mano ad
aspettare. Pi lavoreremo e pi spiragli si apriranno.
Lunica cosa che ci serve una mente aperta: essere
pronti ad agire quando arriva il momento.
10. Se riesci a eseguire le mie istruzioni svilupperai
la fede, quel tipo di fede che fondamento delle
cose che si sperano e prova di quelle che non si
vedono. Troverai quella fiducia che porta al
coraggio. Accrescerai la capacit di concentrazione
con cui dividerai i pensieri positivi da quelli negativi.
Credenze fortificanti.
1. Con la visualizzazione creo lo schema del mio
futuro.
2. Non pongo nessun limite alla mia capacit di
visualizzare e creare il mio futuro.
3. Attingo sempre le mie risorse mentali dallinfinito.
4. Divento ci che voglio essere.
5. Visualizzo ci che voglio realizzare in ogni
dettaglio.
6. Sviluppo la fede e il coraggio.
7. La mia fede cresce ogni giorno di pi.

8. Ho la certezza che, creata limmagine mentale,


essa si realizzer.
9. Ho sempre pensieri di abbondanza e prosperit.
10. La mia mente sempre aperta e pronta a
cogliere le opportunit della vita.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Questa settimana voglio che visualizzi un amico,
esattamente come lhai visto lultima volta. Pensa
attentamente alla stanza, ai mobili, ricorda la
conversazione. Ora osserva chiaramente il suo volto,
parlagli. Fai attenzione al cambiamento della sua
espressione, guarda come sorride. Ci riesci? Ora
raccontagli una storia avventurosa, stimola il suo
interesse, controlla il suo sguardo mentre si illumina
per il divertimento. Riesci a fare tutto questo? Se la
risposta s, allora hai una buona immaginazione e
stai facendo ottimi progressi.
Esercizi inediti.
Nella settima settimana con gli esercizi continui ad
allenare e affinare la tua capacit di visualizzazione,
per predisporti a quella che lindicazione che ti d
Charles Haanel con il suo esercizio: visualizzando,
concentrando in modo focalizzato il tuo pensiero,
inizi a cambiare le cose sul piano mentale e,
conseguentemente, sul piano reale. Utilizza questi
esercizi in abbinamento o alternandoli a quello
classico.
Esercizio 1.
Visualizzazione degli odori.
Con questo esercizio continui ad allenare la tua
capacit di visualizzazione compiendo per un passo
in avanti. La scorsa settimana ti sei concentrato
esclusivamente sugli aspetti uditivi, ora ti
concentrerai invece su quelli kinestesici, quelli cio
che vanno a coinvolgere gli organi di senso olfattivo,
gustativo e tattile.
Lesercizio tecnicamente molto semplice ma ti
accorgerai che richiede notevole abilit, da
sviluppare con la pratica. Lavorerai su quella che si
chiama sinestesia, ovvero sulla descrizione e
trasformazione visiva di elementi non visivi.
Seduto comodamente, con gli occhi chiusi o aperti,
indifferente, concentrati esclusi-vamente sugli odori
che percepisci nellaria.
Odorali, annusali.
Come per ludito, cerca di distinguerli, di separarli e
isolarli mentalmente.
Riesci a capire da dove provengono?
Prova a cercare ora di descriverli mentalmente.
Come per ludito, allinizio esercitati in un luogo
familiare chiudendo gli occhi. Poi, progredendo con la
pratica, mettiti alla prova eseguendo la tecnica con
gli occhi aperti, nei luoghi non familiari. Cerca di
concentrarti esclusivamente e volontariamente
sullolfatto distinguendo gli odori e descrivendoli
mentalmente.
Dopo alcuni minuti, isola un odore particolare. un
odore forte quello che senti? un odore buono o
un odore cattivo? Se un profumo, di cosa

composto? Che cosa ti ricorda? Cerca di descriverlo


in modo dettagliato.
Concentrati sullodore che hai isolato e visualizzalo.
Cerca cio di immaginarti come sarebbe se fosse
visibile.
Che forma ha quellodore? Visualizzalo come una
forma.
Che colore ha quellodore? Visualizzalo come un
colore.
Di che materiale fatto quellodore? Visualizza il
materiale, se leggero o pesante, se di carta o di
piombo, e i dettagli di quel materiale. Se lo visualizzi
come marmo, un marmo di un colore particolare?
Se di legno di che legno ? lucido o opaco?
Osserva la superficie del materiale: ha increspature?
liscia o gibbosa? E cos via.
Continua in questa visualizzazione olfattiva fino a
quando non hai risposto a queste domande.
Esercizio 2.
Visualizzazione dei sapori.
Durante il prossimo pasto prova a concentrarti sul
gusto del cibo che stai mangiando. Mangia
lentamente e assapora ogni boccone cercando anche
in questo caso di isolare e distinguere i sapori che
percepisci, il gusto e il retrogusto, e di descriverli.
Se sei solito mangiare quel cibo, cosa lo distingue
ora dalle altre volte che lo hai mangiato? Ci sono
differenze?
Prova a esercitarti sia su un singolo alimento che su
una serie di alimenti, mescolando i sapori e
descrivendoli mentalmente.
Fai la stessa cosa con una bevanda: che sia acqua,
vino, birra o una bibita.
Esercizio 3.
Visualizzare un oggetto toccandolo.
Siediti davanti ad alcuni oggetti (per esempio gli
oggetti che sono vicini a te in questo momento).
Chiudi gli occhi e prova a toccare uno degli oggetti
che ti sono intorno. Accarezzalo lievemente,
percependo gli effetti delle tue dita sulla superficie e
concentrati sulle sensazioni che provi.
Poi prendi loggetto in mano, soppesalo e cerca di
individuare e distinguere mentalmente i vari aspetti
tattili di quelloggetto: la forma, la dimensione, la
temperatura, se denso, liscio o ruvido, morbido o
duro, pesante o leggero e cos via.
Segna su un foglio le sensazioni tattili che hai
provato.
Allinizio non darti un tempo. Dopo due giorni datti il
tempo di 5 minuti: esegui la tecnica per 5 minuti
prima di segnare sul foglio le sensazioni.
Dopo una settimana, riduci il tempo della tecnica a 1
minuto e mezzo, dopo due settimane a 1 minuto.
Esercizio 4.
Visualizzare un concetto.
Questo il primo esercizio VAK, che coinvolge cio
nella visualizzazione ogni dimensione sensoriale:
V(isiva), A(uditiva), K(inestesica).
Sperimenterai questa modalit avanzata di
visualizzazione, che la modalit che dora in poi
utilizzerai sempre, visualizzando un concetto
astratto.

Per ogni concetto che andrai a visualizzare utilizza


questa procedura.
1. Concentrati mentalmente per un minuto o due sul
concetto, visualizzandolo in mente.
2. Procedimento visivo. Domandati: se avesse una
forma, che forma avrebbe? E metti a fuoco la forma
del concetto. Se avesse un colore che colore
sarebbe? E metti a fuoco quel colore colorando la
forma. Prova poi a ruotare quel concetto e cerca di
osservarlo, nella sua forma immaginaria e nel suo
colore immaginario, da diversi punti di vista:
dallalto, dal basso, da ogni lato. Ruotalo, allontanalo,
avvicinalo, eccetera.
3. Procedimento auditivo. Domandati: se avesse un
suono, che suono sarebbe? Cerca poi di ascoltare
quel suono, di metterlo a fuoco nella tua mente e di
rendertelo chiaramente udibile.
4. Procedimento kinestesico. Domandati: se avesse
un odore che odore sarebbe? E cerca di odorare il tuo
concetto. Se avesse un sapore, che sapore avrebbe?
Prova ad assaggiare il concetto e a farti unidea del
suo gusto. Infine prendi in mano quel concetto.
Soppesalo, palpeggialo, accarezzalo. Sentilo bene tra
le tue dita. Che sensazioni ti comunica? Come lo
senti al tuo tocco? caldo o freddo? Che tipo di
consistenza ha? morbido, duro, liscio, ruvido,
denso, rarefatto? Cosa provi quando lo tocchi?
Concentrati infine ancora su quel concetto e chiediti:
dove lo sento nel mio corpo? Dove senti cio
lemozione di quel concetto nel tuo corpo? Cerca di
localizzare quellemozione e di riconoscerla
pienamente in senso emozionale.
Infine riapri gli occhi.
Alcuni concetti fortificanti su cui allenarti.
Giustizia. Onest. Equilibrio. Benessere. Felicit.
Salute. Intelligenza. Volont. Tempo. Causalit.
Casualit. Infinito. Armonia. Amicizia. Fratellanza.
Pace.
Accoglienza. Generosit. Empatia.
Piano dazione.
1. Per tutta la settimana, ogni volta che entri in un
luogo familiare (al supermercato, per esempio, o al
bar, o nella tua auto, eccetera), fai attenzione ai
dettagli olfattivi del luogo e cerca di imprimerteli in
mente. Annusa con attenzione tutto quello che
accade. Cerca di scattare una fotografia mentale
olfattiva degli odori, buoni e cattivi.
2. Quando mangi per tutta la settimana dedica alcuni
bocconi a una concentrazione visiva suprema:
concentrati interamente su di essi e cerca di
percepirne ogni sfumatura di gusto.
3. Fai la stessa cosa quando bevi: che sia acqua,
birra, vino, caff, t o una bibita.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
7. La classifica delle emozioni.
Dalle colonne 6 e 7 del tuo foglio, stila una classifica
di priorit delle emozioni negative e delle emozioni
positive. Sii estremamente sincero con te stesso e
scrivi in ordine decrescente quali sono le emozioni
negative che ti stressano di pi e limitano la tua vita
e, parallelamente quali sono le emozioni positive pi

importanti e che senti pi tue, quelle cio che


possono mettere il turbo alla tua vita.
Domande frequenti.
Cosa significa positivo o negativo? Unemozione che
per qualcuno negativa per qualcun altro positiva.
Per esempio la nostalgia pu essere vissuta come
unemozione negativa ma anche come unemozione
positiva, che avvolge la vita in un bel ricordo.
La risposta molto semplice: negativo ci che ti
stressa. Che tu stesso, cio, senti essere negativo. Se
la nostalgia o altre emozioni (incluso, per esempio, il
desiderio sessuale o lebbrezza) le percepisci in te
come elementi positivi, equilibrati, allora sono
positivi, se invece sei in stress con quelle emozioni,
se non ti senti equilibrato, se non sei contento di
quellmozione, allora negativa.

della crescita finisce per rendere il pensiero


manifesto. Tu pensi quello che vuoi ma il risultato del
tuo pensiero influenzato e obbedisce a una legge
immutabile. Se inseguiamo una precisa linea di
pensiero, questa influenzer il nostro carattere, le
nostre circostanze. Bisogna riporre una grande
attenzione ai metodi con i quali si sostituiscono
abitudini di pensiero costruttivo ad abitudini
sbagliate.
2. Non semplice metterlo in pratica. difficile
controllare le abitudini mentali, ma si pu fare e
lunico modo per riuscirci sostituire, adesso, i
pensieri costruttivi a quelli distruttivi.
3. Se hai avuto pensieri rabbiosi o negativi,
provocando disarmonia nel tuo ambiente, allora
necessario coltivare un atteggiamento mentale che ti
faciliti il pensiero costruttivo.
4. Ti accorgerai di quanto limmaginazione possa
venirti in aiuto. Perch con essa costruirai il tuo
futuro ideale. Immaginare un potere plastico:
Settimana 8. Il pensiero e i suoi risultati.
plasma le realt sensoriali e le tramuta in nuovi
Introduzione alla settimana 8.
ideali. la forma del pensiero che precede ogni
Eccoci arrivati allottava settimana. Ora scoprirai di
azione costruttiva.
poter scegliere liberamente ci che pensi, per
5. Fai attenzione: immaginazione, non fantasia. La
ricorda che il risultato del tuo pensiero comunque
fantasia il sognare a occhi aperti, dispersione, una
governato da una legge immutabile. Non lo trovi
strada che conduce al disastro mentale.
affascinante? Non forse piacevole sapere che le
Limmaginazione costruttiva al contrario lavoro
nostre vite non sono vittime di capricci o di cambi
mentale. C chi la considera la forma pi dura di
dumore di qualcuno? Sono governate da leggi
lavoro, ma se svolta bene gratifica con le maggiori
specifiche e questa stabilit per noi una grande
ricompense. Chi ha vissuto le pi grandi cose in
opportunit, perch sappiamo che rispettando la
questa vita sono stati uomini e donne con la capacit
legge avremo un risultato eccezionale. La Legge fa
di pensare, di immaginare e di realizzare i propri
delluniverso un grandioso canto corale di Armonia.
sogni.
Se non fosse per la Legge, luniverso sarebbe in
6. Una volta compreso davvero che la mente
preda al caos.
lunico principio creativo, che onnipotente,
Lascia che ti riassuma questo semplice concetto: il
onnisciente e onnipresente, e che puoi consciamente
pensiero si trasforma in azione, e se il tuo pensiero metterti in armonia con questa Onnipotenza tramite
armonioso, si diriger verso il bene. Viceversa, se si
il pensiero, allora avrai fatto un grandissimo passo
tratta di un pensiero distruttivo, porter verso il
avanti nella corretta direzione.
male.
7. Come mossa successiva devi porre te stesso in
Bene e male in realt sono solo parole create per
condizione di ricevere questo potere. Dato che
catalogare il risultato dellazione umana. Ossia il
onnipresente, deve trovarsi anche dentro te. Per
rispetto o la violazione della Legge. ancora pi
deve essere sviluppato, rivelato e coltivato. Per far
chiaro guardando le biografie di due filosofi, Ralph
questo devi essere ricettivo. Per acquisire questa
Waldo Emerson e Thomas Carlyle. La vita di Emerson ricettivit devi fare pratica. La Legge di Attrazione ti
era una sinfonia di pace e armonia. Carlyle detestava doner le condizioni, lambiente e.
il male e conduceva uninfelice vita allinsegna della le esperienze di vita in base al tuo atteggiamento
discordia e della disarmonia. Sono stati due grandi
mentale predominante. Non avere pensieri negativi
uomini, entrambi perseguivano lo stesso ideale, ma
dieci ore al giorno e illuderti di realizzare condizioni
uno credeva nel pensiero costruttivo (in armonia con meravigliose dopo dieci minuti di pensiero positivo.
la legge naturale), laltro era invaso dal pensiero
8. Le persone che desiderano una sana vita di
negativo. chiaro che non dobbiamo odiare
abbondanza credono sia sufficiente tenere i muscoli
nemmeno lodio, neppure le cose cattive: lodio
in esercizio o respirare in modo corretto, nutrirsi di
un sentimento corrosivo e chi semina vento,
cibi particolari, bere un certo numero di bicchieri di
raccoglie sempre e soltanto tempesta.
acqua tiepida al giorno, lontani dalle correnti daria.
I punti chiave.
Resteranno delusi. Solo quando una donna o un
1. Il pensiero ha dentro di s un principio vitale e
uomo si risvegliano alla verit e affermano la loro
rappresenta il principio creativo delluniverso. Per
unit con la Vita, sanno di avere improvvisamente
sua natura tende a non separarsi dagli altri pensieri
acquisito uno sguardo luminoso, un passo flessibile e
simili. Dato che lo scopo della vita essenzialmente un vigore giovanile. Solo allora avranno scoperto la
la crescita, tutti i princpi che dipendono
fonte di ogni potere.
dallesistenza devono agire in questo senso. La legge

9. Le persone davvero di successo sanno di dover


mantenere stabili gli ideali che aspirano a sviluppare.
I loro mattoni sono i pensieri, il loro laboratorio
mentale limmaginazione. Queste persone si
affidano alla mente, forza in perenne movimento che
assicura le circostanze necessarie per gettare le basi
del loro successo. E limmaginazione la matrice in
cui prendono forma tutte le grandi cose.
10. Se hai tenuto fede al tuo ideale, saprai cogliere il
segnale non appena le circostanze potranno
materializzare i tuoi progetti. I risultati saranno
direttamente proporzionali alla fedelt dimostrata
verso il tuo ideale. Se sei costante nel coltivarlo, il
successo sar indubbio. Tesserai cos un abito di
spirito sulla trama della tua esistenza, godendo di
una vita incantata lontana da ogni male. In questo
modo diventerai tu stesso una forza positiva in grado
di attrarre ricchezza e armonia.
Credenze fortificanti.
1. Il mio pensiero un principio vitale ed un
principio creativo.
2. Sostituisco, adesso, tutti i pensieri distruttivi con
pensieri costruttivi.
3. Coltivo un atteggiamento mentale che facilita il
pensiero costruttivo.
4. La mia capacit di immaginare infinita.
5. La mia immaginazione sempre costruttiva e
creativa.
6. Penso, immagino e realizzo i miei sogni.
7. Mi pongo nelle condizioni di ricevere il Potere
Infinito.
8. Il mio atteggiamento mentale predominante
sempre positivo.
9. Mi risveglio alla verit e affermo la mia unit con
la Vita.
10. Tengo fede al mio ideale.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Nella lezione scorsa avevi visualizzato unimmagine
mentale. Oggi ti chiedo di visua-lizzare un oggetto.
Percorri mentalmente la sua storia, andando a ritroso
fino alla sua origine. Se lo fai, svilupperai
immaginazione, percezione, sagacia e intuito. Tutte
qualit dellosservazione analitica, quella che sa
vedere al di sotto della superficie.
In pochi sanno che le cose visibili rappresentano solo
gli effetti, ancora pochi riescono a comprendere le
cause che li hanno generati.
Assumi la solita posizione e pensa a una nave da
guerra. Osserva quel grosso mostro galleggiante,
sembra che a bordo non ci sia nessuno. Tutto
silenzioso. Sai che la nave ha il peso e la larghezza di
un palazzo di venti piani. Sai che gran parte
dellimbarcazione si trova al di sotto del livello del
mare e non visibile. Sai che ogni reparto affidato
a ufficiali addestrati e capaci. Sai che centinaia di
uomini a bordo sono pronti a scattare in posizione di
combattimento. Sai che la nave, anche se sembra
indifferente, ha occhi che vedono ogni cosa nel
raggio di chilometri e che nulla pu sfuggire alla sua

vista. Sai che nonostante unapparenza tranquilla, la


nave pronta a sparare un missile di qualche
tonnellata contro il nemico. Vedi, un esempio di
come limmaginazione pu essere sfruttata con uno
sforzo davvero minimo. Come ha fatto questa nave
da guerra ad arrivare fin l? Da dove venuta? Non ti
sar difficile porti queste domande se sei un
osservatore attento.
Immagina il passaggio delle grandi lastre dacciaio
nelle fonderie, osserva migliaia di operai indaffarati
nella loro produzione. Adesso vai ancora pi indietro
e guarda il minerale estratto dalla roccia mentre lo
caricano sui carrelli: osserva mentre lo fondono. Vai
ancora indietro e guarda larchitetto e gli ingegneri
che hanno progettato la nave, fatti trascinare da quel
pensiero ancora pi in l nel tempo, per stabilire
perch quelle persone hanno progettato
limbarcazione. Sei finito davvero lontano: la nave
ora diventata astratta, non esiste pi, solo un
pensiero nella mente dellarchitetto. Chi ha detto di
progettare quella nave? Forse il Segretario alla
difesa. Magari stata progettata prima che si
pensasse a una guerra e che il parlamento decidesse
di farla costruire. Lbpposizione avr protestato, ci
saranno stati discorsi a favore e discorsi contrari.
Quei parlamentari chi rappresentano?
Rappresentano te e me. Il lungo percorso a passo di
gambero del nostro pensiero inizia con la nave da
guerra e finisce con noi stessi. Scopriamo finalmente
che il nostro pensiero responsabile di questa e di
molte altre cose, spesso ignorate. Una seconda
riflessione mette in risalto un altro aspetto: se un.
giorno qualcuno non avesse scoperto la legge in
base a cui una enorme massa di ferro e acciaio pu
galleggiare sullacqua, creare una nave da guerra
sarebbe stato impossibile. Quella legge stabilisce che
un corpo immerso in un fluido subisce una spinta
verticale pari al peso di una massa fluida grande
quanto la zona immersa. Aver scoperto questa
legge stata una rivoluzione: da allora possibile
qualunque tipo di viaggio, commercio e attivit
bellica, tragitti di navi da guerra, portaerei e navi da
crociera.
Quello qui proposto un esercizio estremamente
valido. Allenare il pensiero a guardare al di sotto
della superfcie dona un aspetto diverso a ogni cosa:
ci che sembra insignificante diventa interessante,
ci che sembrava irrilevante ci sembra adesso la sola
cosa davvero esistente.
Esercizi inediti.
Nellottava settimana con gli esercizi lavorerai sulla
visualizzazione per trasformare eventi negativi in
positivi e, sempre con la visualizzazione, inizierai a
creare la realt, modificando eventi passati. Con il
meraviglioso esercizio classico , che rafforzerai
ulteriormente con lesercizio 1, immagini e visualizzi
la creazione di un dato oggetto o strumento,
seguendone con locchio della mente il processo a
ritroso nel tempo fino a raggiungere il momento in
cui quelloggetto o strumento solo un pensiero. Con
lesercizio 2 lavorerai su come trasformare con la
visualizzazione uno stato mentale negativo in uno

stato mentale positivo. Con lesercizio 3 trasformerai


un evento passato. Utilizza questi esercizi in
abbinamento o alternandoli a quello classico.
Esercizio 1.
Dalle cose al pensiero.
Siediti comodamente e chiudi gli occhi.
Visualizza un grande aereo passeggeri; cerca di
osservarlo in tutta la sua maestosa complessit: la
fusoliera, le ali, la cabina di pilotaggio con tutti i suoi
macchinari, i sedili dei passeggeri, i motori, eccetera.
Non importa che la tua visualizzazione sia dettagliata
in senso tecnico: soffermati semplicemente sugli
elementi dellaereo nel modo migliore in cui riesci,
per formarti unidea chiara della sua complessit
come creazione dellingegno umano. Sai che
conterr moltissime persone, sai che decoller a 300
km/ h, sai che gallegger nellaria pur essendo pi
pesante dellaria, sai che complesse leggi fisiche
garantiranno lassoluta stabilit e affidabilit di un
mezzo che pu portarti in poche ore dallaltra parte
del mondo.
Ma come ha fatto questo aereo ad arrivare fin qui? E
soprattutto, da dove venuto?
Immagina di ricreare, procedendo a ritroso, tutti i
passaggi che hanno portato laereo a diventare
quella maestosa creatura dei cieli che ammiri. Non
importa che tu conosca realmente questi passaggi:
cerca semplicemente di immaginarli. Smonta nella
tua mente laereo pezzo per pezzo, procedendo
allindietro fino al momento della sua creazione: i
sedili che vengono costruiti, le lamiere che vengono
montate e che ancora prima vengono create per
mezzo di procedimenti industriali, e che ancora
prima sono progettate con disegni e calcoli
matematici. Osserva i complessi macchinari che
vengono.
montati, i sofisticatissimi strumenti di misurazione di
cui ogni velivolo dotato, e immagina di vedere
questi strumenti quando vengono costruiti, con i fili
che vengono collegati, gli impianti che vengono
testati e sintonizzati, e poi vai ancora pi indietro,
fino a quando immagini quegli strumenti come il
frutto di riunioni di gruppi di scienziati. Gli scienziati
realizzano i prototipi. Risali ancora pi indietro e
immagina quei prototipi in forma di progetto, e prima
ancora in forma di idee, di pensieri creati da menti
intelligenti.
Risali indietro fino al pensiero iniziale, fino al
momento in cui laereo non era altro che un
pensiero. Immaginati quel pensiero iniziale, latto o
quellinsieme di atti che diedero origine alla realt
dellaereo. Resta per qualche secondo a contemplare
la magnificenza di quellinizio e lincredibile,
miracoloso processo che da quel pensiero ha portato
alla creazione della cosa reale.
Hai cos perfettamente compreso, vivendolo in prima
persona, uno dei principi fondamentali della Legge di
Attrazione: i pensieri sono cose.
Esercizio 2.
Riformulazione delPimmagine interiore.
Chiudi gli occhi e immagina di avere di fronte a te
due schermi, uno grande e uno piccolo. Lo schermo

grande occupa quasi interamente il tuo campo


visivo, quello piccolo posizionato in un angolo in
basso dello schermo grande. Su entrambi gli schermi
sono proiettate delle immagini. Sullo schermo grande
proietta il tuo stato negativo mentre sullo schermo
piccolo crea limmagine del tuo stato desiderato.
Ora scambia gli schermi: lo schermo piccolo con le
immagini del tuo stato desiderato si ingrandisce
sempre di pi, mentre lo schermo grande, con le
immagini del tuo stato negativo, si rimpicciolisce
sempre di pi, fino a ridursi alla dimensione di un
piccolo schermo nellangolo in basso del grande
schermo del tuo stato positivo.
Mantieni per qualche secondo questa nuova
visualizzazione. Contempla lo schermo grande del
tuo stato positivo e lo schermo sempre pi
microscopico dello stato negativo. Infine, lascia che il
piccolo schermo negativo scompaia del tutto e resta
per qualche minuto a contemplare il tuo schermo
positivo che ora occupa tutto il tuo campo visivo.
Spiega Jerry Richardson: Questo esercizio mette in
rilievo il fatto che hai tu il controllo delle immagini
nella tua mente, perci sei tu a scegliere quali
debbano essere predominanti. Sei tu che decidi
quale canale deliuniverso scegliere, su quale
frequenza sintonizzarti..
Esercizio 3.
Trasformazione dellevento passato.
Cambia levento della giornata negativi in eventi
positivi. Visualizzandoli. Fallo alla sera. Prima di
addormentarti, rifletti sugli eventi della giornata. Se
un avvenimento o un momento non andato
secondo i tuoi desideri, rivivilo mentalmente
trasformandolo in un evento positivo.
Ripassa ogni episodio della tua giornata che non
andato secondo i tuoi desideri trasformandolo
mentalmente in un evento positivo. Cos facendo,
come spiega Rhonda Byrne, ripulisci la tua
frequenza dallenergia di quella giornata ed emetti
un nuovo segnale e una nuova frequenza per il
giorno dopo, creando intenzionalmente la tua nuova
realt.
Ricorda che per il subconscio il tempo non esiste. Un
evento passato unicamente per la mente conscia.
Per la mente subconscia esiste soltanto il tempo
presente. Un trauma o un evento negativo per la
mente subconscia non mai passato. E attiver
perci sempre quelle reazioni biochimiche che ritiene
adatte alla tua protezione. Questo essenzialmente
il meccanismo della paura e dellansia. Perci,
intervenendo sulla modificazione del passato,
imprimerai a livello subconscio una nuova realt
presente e modificherai di conseguenza le reazioni
subconscie a quellevento. E ricreerai realmente, a
livello subconscio, la realt.
Piano dazione.
1. Esegui velocemente lesercizio dal pensiero alle
cose, ogni giorno domandandoti come nascono e
procedendo a ritroso con Timmaginazione per gli
oggetti pi comuni che ti circondano.

2. Prova a inventare per ogni oggetto che ricostruisci


mentalmente dieci modi in cui si potrebbe usare e
che nessuno ha mai usato.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
8. Trasformare le emozioni negative.
1. Prendi la prima emozione negativa che hai
segnato nella tua classifica e trasformala in uno stato
mentale positivo con lesercizio 1. Prosegui
eseguendo lo stesso esercizio sulle altre emozioni
negative della tua classifica.
2. Prendi la prima emozione negativa che hai
segnato nella tua classifica e cerca di ricordare qual
stata la prima volta che hai provato quellemozione
negativa. Quando hai fatto riemergere levento,
trasformalo in positivo con lesercizio 2. Esegui lo
stesso esercizio con le altre emozioni negative della
classifica.
9. Potenziare le emozioni positive.
Ti ricordi lesercizio 2 della seconda settimana,
Integrazione conscio-subconscio con il movimento
del corpo? ora di riprenderlo e di applicarlo alle
emozioni positive della tua classifica.
1. Prendi la prima emozione positiva della tua
classifica. In piedi o seduto, allarga le braccia
tenendo i palmi rivolti in avanti. Chiudi gli occhi e
immagina di mettere lemozione positiva sia nella
mano destra, la tua mente conscia, sia nella mano
sinistra, la tua mente subconscia.
Poi lascia semplicemente che le tue braccia
automaticamente si avvicinino e si ricon-giungano
davanti al tuo corpo. Non fare nulla, non pensare a
nulla, non ripetere mentalmente nulla: lascia che le
braccia spontaneamente si avvicinino, fino a unirsi
davanti al tuo corpo, integrando cos lemozione
positiva nella tua mente conscia e subconscia.
Quando le tue braccia si sono unite, intreccia le mani
e portale nel tuo corpo, allaltezza del cuore. Facendo
questo immagina di portare lemozione positiva
dentro il tuo corpo. Resta per qualche istante con le
mani intrecciate sul tuo cuore e ascolta le tue
sensazioni. Poi, quando senti che il processo
completato, riapri gli occhi.
Esegui lo stesso esercizio con tutte le emozioni
positive della tua classifica.
2. Prendi la prima emozione positiva della tua
classifica e cerca di ricordare quando stata la prima
volta che lhai provata. Quando hai fatto riemergere
levento, in piedi o seduto, allarga le braccia tenendo
i palmi rivolti in avanti. Chiudi gli occhi e immagina di
mettere quellesperienza positiva al centro davanti a
te. Nella mano destra immagina poi di mettere la
mente conscia e nella sinistra la mente subconscia.
Poi lascia semplicemente che le tue braccia
automaticamente si avvicinino e si ricon-giungano
davanti al tuo corpo. Non fare nulla, non pensare a
nulla, non ripetere mentalmente nulla: lascia che le
braccia spontaneamente si avvicinino, fino a unirsi
davanti al tuo corpo, integrando e inglobando cos la
mente conscia e subconscia nellesperienza positiva
e lesperienza positiva nella mente conscia e
subconscia. Quando le tue braccia si sono unite,
intreccia le mani e portale nel tuo corpo, allaltezza

del cuore. Facendo questo immagina di portare


lesperienza positiva dentro il tuo corpo. Resta per
qualche istante con le mani intrecciate sul tuo cuore
e ascolta le tue sensazioni. Poi, quando senti che il
processo completato, riapri gli occhi.
Esegui lo stesso esercizio con tutte le emozioni
positive della tua classifica.
Domande frequenti.
E se non ricordo la prima volta che ho provato
lemozione positiva o negativa?
Non importa che quello che ricordi sia realmente la
prima volta che hai provato lemozione. Cerca di
ricordare qual stata la prima volta ed esegui gli
esercizi sulla tua esperienza di vita pi lontana che
ricordi legata a quellemozione.

Settimana 9. Le affermazioni e la tua mente.


Introduzione alla settimana 9.
Eccoci arrivati alla nona lezione, grazie alla quale
potrai ricavare gli strumenti adatti per ottenere ci
che pi desideri. Se hai intenzione di modificare
qualcosa della tua vita, innanzitutto su te stesso
che devi intervenire. Probabilmente i desideri, le
ambizioni, le fantasie possono incorrere in molti
ostacoli, ma non temere, i tuoi pi reconditi pensieri
vedranno la loro espressione. assodato, cos come
il fatto che dal seme germoglia la pianta.
Immaginiamo allora di voler cambiare le condizioni.
Come fare? presto detto: con la Legge della
Crescita. Il meccanismo di causa ed effetto valido
sia nel regno del pensiero che in quello delle cose
materiali. Concentrati e immagina la condizione che
desideri, fissala come se fosse gi una realt
esistente. Questo ne indicher il valore. Se la ripeti di
continuo, diverr parte di te. Cos possiamo cambiare
noi stessi, cos facciamo di noi ci che vogliamo.
Il carattere non nasce dalla casualit, al contrario il
risultato di uno sforzo esteso. Se tentenni, se ti fai
vincere dalla timidezza o dallansia, ricorda che due
cose non possono esistere contemporaneamente e
nel medesimo luogo. Accade lo stesso nella sfera
spirituale e mentale, dove il primo passo per il
successo consiste nella sostituzione di pensieri di
paure, carenze, limiti con pensieri di coraggio,
potere, fiducia.
Il metodo pi efficace e spontaneo quello di
scegliere unaffermazione che ti sembra adatta al tuo
problema, cos che il pensiero positivo cancelli quello
negativo, con la stessa forza con cui la luce mette in
fuga le ombre. Il risultato sar assicurato.
Ogni azione figlia del pensiero e le condizioni non
sono altro che il risultato di unazione: hai sempre a
disposizione gli strumenti per costruire te stesso, e
riscuoterai gioie o dolori a seconda del modo in cui
agisci con te stesso.
I punti chiave.
1. Nel mondo esteriore esistono solo tre cose che
fungono da oggetto del desiderio e ciascuna va
ricercata nel mondo interiore. Il trucco per ottenerle

sta nellapplicare il corretto metodo di contatto con


lOnnipotente. Queste tre cose, necessarie e
desiderate da tutta lumanit, sono: la salute, la
prosperit e lamore.
2. La sostanza universale gi ogni Salute, ogni
Prosperit, e ogni Amore e il meccanismo che ci
permette di accedere a questa riserva infinita si
concentra tutto nel nostro modo di pensare. Perci,
pensare correttamente indica entrare al Riparo
dellAltissimo.
3. Una volta capito che la verit il principio vitale
della Mente Universale, non potrai commettere
errori. Se la salute ci che desideri, lavrai grazie
alla natura spirituale del tuo Io, che una parte del
Tutto. La potrai ottenere perch ogni cellula
dellorganismo umano manifesta la verit come tu la
percepisci. Se tu pensi alla malattia, lorganismo la
manifester, se ti concentri sulla perfezione, la
realizzer. Laffermazione Io sono integro, perfetto,
forte, armonioso, amorevole, potente e felice ti far
realizzare condizioni positive. Questo accade perch
laffermazione veritiera e quando la verit si fa
strada ogni errore inevitabilmente destinato a
dissolversi.
4. Se la salute che desideri, sii consapevole che il
tuo Io interiore tuttuno con la Mente Universale,
che a sua volta tutta la sostanza ed onnipotente.
Saperlo ti aiuter nellattivazione della Legge di
Attrazione, che ti far vibrare con le forze del
successo in grado di realizzare condizioni adatte
affinch la tua affermazione diventi reale.
5. Il meccanismo che ti serve la visualizzazione.
Latto di vedere unoperazione fisica, oggettiva,
legata al mondo esterno. La visualizzazione invece
un prodotto dellimmaginazione, assolutamente
soggettivo, appartenente al mondo interiore.
Dunque possiede vitalit, pu crescere. Quella cosa
che hai visualizzato si manifester nella forma. un
meccanismo perfetto, prodotto del Supremo
Architetto che ha fatto bene ogni cosa. A volte
luomo inesperto o inefficiente, ma con la pratica
sa superare qualsiasi problema.
6. Un essere umano la somma dei suoi pensieri.
Come ottenere solo pensieri positivi? In principio
impossibile impedire che i pensieri negativi si
manifestino, per si pu cercare di non concentrarsi
su di essi.
7. Lunica maniera per riuscirci dimenticarli: ossia
sostituirli con qualcosaltro. in questa fase che
subentrano le affermazioni personali fatte su misura.
8. Quando un pensiero negativo fa capolino nella tua
mente, inizia a ripetere la tua affermazione. la luce
che combatte loscurit, il calore che abbatte il
freddo, il bene che scaccia il male. Afferma il bene e
il male scomparir.
9. Se hai bisogno di qualcosa ricorri a questa
affermazione. perfetta. Usala cos come, introducila
nel tuo silenzio interiore finch non sar penetrata
nel subconscio, cos da poterla usare ovunque: in
auto, a casa, in ufficio.
10. Sono sempre a portata di mano, questo il
vantaggio dei metodi spirituali. sufficiente la

consapevolezza dellonnipotenza e desiderare


ardentemente di riceverne i servizi.
Credenze fortificanti.
1. Io sono salute.
2. Io sono prosperit.
3. Io sono Amore.
4. Io sono una parte del Tutto.
5. Io sono integro, perfetto, forte, armonioso,
amorevole, potente e felice.
6. Io sono tuttuno con la Mente Universale.
7. Sono in grado di sostituire i miei pensieri negativi
con pensieri positivi.
8. Mi concentro solo sui pensieri positivi.
9. Affermo il bene e il male scompare.
10. Ogni affermazione positiva penetra nel mio
subconscio e trasforma la realt.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Questa settimana visualizza una pianta. Scegli il fiore
che pi ti piace, portalo dal regno invisibile a quello
visibile. Prendi il suo seme e poggialo sulla terra,
annaffialo, abbine cura, osservalo germogliare.
vivo. in vita e inizia a cercare i suoi mezzi di
sussistenza: guarda come le radici affondano nel
terreno, si espandono ora in ogni traiettoria, sono
cellule vive che si separano, si dividono e presto
saranno milioni. Ogni cellula intelligente e sa cosa
vuole: sa come procurarselo. Osserva lo stelo, cresce
e sale. Guarda come spunta dal terreno, si divide
anche lui, si ramifica con perfezione geometrica,
osserva le prime foglie con i loro piccoli steli che
germogliano, senti che profumo nellaria! la
fragranza del fiore, mentre un dolce venticello culla
questa meravigliosa creazione che hai appena
visualizzato. Quando saprai rendere chiara e limpida
la tua visione, sarai in grado di penetrare lo spirito di
una cosa. Essa diventer sempre pi reale e capirai
come concentrarti. sempre lo stesso metodo,
valido sia per immaginare un albero che per
concentrasi sulla salute, su una proposta daffari o su
qualsiasi altro problema della nostra vita. Ogni
successo si raggiunge grazie alla persistente
concentrazione sulloggetto desiderato.
Esercizi inediti.
Nella nona settimana con lesercizio di Haanel
continui a lavorare sulla visualizzazione, con
lesercizio che ti proponiamo rafforzi in modo
straordinariamente potente la suprema affermazione
Io sono integro, perfetto, forte, armonioso,
amorevole, potente e felice. Puoi alternare questo
esercizio a quello classico.
Esercizio 1.
Integrazione YAK (Visivo-Auditivo-Kinestesica) con
raffermazione.
.
Utilizza laffermazione Io sono integro, perfetto,
forte, armonioso, amorevole, potente e felice.
Mantieni le dita unite come nellintegrazione
emisferica.

Mantenendo il mento parallelo al pavimento ripeti


mentalmente una prima volta laffermazione
guardando in alto.
Ripeti mentalmente una seconda volta
laffermazione guardando in basso.
Ripeti mentalmente una terza volta laffermazione
guardando a destra.
Ripeti mentalmente una quarta volta laffermazione
guardando a sinistra.
Ripeti mentalmente una quinta volta laffermazione
guardando davanti a te.
Chiudi gli occhi, rilassa le mascelle, prendi contatto
con i padiglioni auricolari di ciascun orecchio, in
prossimit dei lobi, in modo che il pollice si trovi
allesterno, mentre lindice e il medio si trovino
allinterno.
Effettua una presa delicata e poi una leggera e molto
graduale trazione verso lesterno.
Mentre mantieni la leggera trazione dei lobi ripeti per
tre volte laffermazione a voce alta.
Cerca di percepire dove, nel tuo corpo, senti
maggiormente lemozione dellaffermazione.
Quando lhai individuato, continuando a tenere gli
occhi chiusi, incrocia le mani e posizionale in quel
punto. Continua a ripetere mentalmente
laffermazione fino a quando non senti di essere
completamente in pace con essa.
Nota.
Se individui un punto che non riesci a raggiungere,
incrocia e poni le tue mani nel punto simmetrico o
speculare (per esempio se sulla schiena sul petto)
che per te facilmente raggiungibile.
Piano dazione.
Ripeti i due esercizi con le credenze fortificanti della
settimana.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
10. Trasformare le emozioni negative.
Ritorna alla prima emozione negativa della tua
classifica. Siediti. Tenendo il mento fermo, parallelo
al pavimento, unisci le punte delle dita delle due
mani.
Lancia mentalmente lintenzione che ora ripulirai
quellmozione negativa da te. Poi ripeti
mentalmente laffermazione Io sono integro,
perfetto, forte, armonioso, amorevole, potente e
felice fino a quando non senti un cambiamento
mentale, fisico o emozionale. Poi riapri gli occhi.
Esegui la stessa tecnica su tutte le emozioni
negative della tua classifica.
Nota.
Ricorda che con lintenzione stai consapevolmente
attivando il processo conscio- superconsciosubconscio di ripulitura dellemozione negativa. Tieni
presente un elemento in pi: tu non sai esattamente
cosa stai ripulendo perch non sai esattamente cosa
quellemozione negativa significhi. Tu sai come si
manifesta e che effetti ha su di te ma non ne conosci
lesatta origine o causa. Questo accade perch,
come ogni sintomo, lemozione negativa un
indicatore di tutta una serie di memorie-programmi
subconsci che si manifestano in quellemozione.
Ripulendo, ogni volta, quellemozione, ripulirai ogni

volta un livello sempre pi profondo o sottile del


radicamento delle tue memorie subconscie. Come
abbiamo detto, lo stress, lansia e le emozioni
negative sono come le erbacce di un campo,
ricrescono, ed necessario che tu continui a ripulirle.
Domande frequenti.
Ma se le erbacce delle emozioni negative ricrescono
continuamente, significa che non finir mai il mio
processo di ripulitura?
Come i pensieri negativi, le emozioni e gli stress si
ripresentano perch sono il frutto dellintero tuo
sistema di vita, cio della tua vita conscia (gli stress
quotidiani), subconscia (gli stress ereditari e i
traumi), sociale (gli stress e le paure della societ) e
di specie (eredit filogenetica e antropologica). Tu sei
il frutto di una lunghissima storia di vita e le erbacce
delle emozioni negative e degli stress tenderanno
sempre a crescere. Cresceranno per sempre meno,
lo noterai, saranno sempre meno invasive e
sabotanti. La tua vita migliorer ma essendo la tua
vita un processo, dovrai continuare a usare gli
strumenti di ripulitura al livello che raggiungerai fino
a quando il tuo campo sar cos fiorente di vita
positiva che nessuna emozione negativa potr
neppure pensare di nascere. Ma quanto tempo ci
potr volere nessuno, nessuno, pu saperlo. Fai
perci diventare questi strumenti unabitudine di
vita, utilizzali quotidianamente quando ne hai
bisogno, e vedrai che straordinari risultati otterrai.

Settimana 10. Una causa ben definita.


Introduzione alla settimana 10.
Se giungerai a una profonda comprensione dei
concetti che ti esporr in questa lezione, avrai
imparato che niente accade senza motivo. Riuscirai a
preparare i tuoi piani in base a conoscenze esatte e a
controllare qualsiasi condizione sfruttando le cause
appropriate. E quando avrai ottenuto il successo
saprai perfettamente perch.
Luomo medio in balia delle sue emozioni e dei suoi
sentimenti, perch non ha alcuna consapevolezza
della legge di causa ed effetto. Per giustificare le sue
azioni si concentra sul suo scopo soltanto e se
fallisce incolpa la sfortuna. Se non si interessa di
musica, la definisce un lusso dispendioso, se trova un
posto come impiegato si lamenta perch
preferirebbe un lavoro allaperto. Se senza amici
definisce la sua individualit troppo brillante per
essere compresa. Non sa comprendere il vero
problema. Non sa che leffetto determinato da una
causa, preferisce consolarsi con mille altre scuse.
sempre sulla difensiva.
Chi invece capisce che da una causa si ottiene
leffetto, pensa impersonalmente: arriva al cuore
delle cose senza lamentarsi delle loro conseguenze,
libero di intraprendere la sua strada.
Analizza il problema con attenzione e obiettivit e
vedrai che leffetto finale sar sempre amore,
approvazione e amicizia da parte del prossimo.

I punti chiave.
1. Labbondanza una legge naturale delluniverso.
Le prove della sua esistenza sono evidenti
dappertutto. La natura generosa, abbondante e
magnanima. Quando crea non bada a spese. Milioni
di piante e animali, alberi, fiori fanno parte di uno
schema riproduttivo inarrestabile che rende palese
quanto sia prodiga la natura. Labbondanza
disponibile per tutti eppure c chi ancora non ha
compreso fino in fondo luniversalit della sostanza e
il fatto che grazie alla mente possiamo ottenere
quello che vogliamo.
2. Cos come la pianta affonda nel regno minerale,
sfiorandolo col mistero della vita, allo stesso modo la
Mente Universale penetra nella mente umana. la
Mente Universale che ci dona qualit nuove e
meravigliose. Ogni individuo di successo,
nellindustria, nel commercio o nellarte, riuscito
grazie a questo processo.
3. Il pensiero il tramite fra il finito e linfinito, fra
lindividuale e luniversale. Sappiamo che esiste una
barriera indistruttibile fra regno organico e
inorganico, e che il solo frangente in cui la materia
pu schiudersi quando ricolma di vita. Appena il
seme penetra nel regno minerale comincia pian
piano ad aprirsi, si sviluppa verso lesterno, migliaia
di dita invisibili plasmano un ambiente adatto per il
nuovo arrivato e la Legge della Crescita si attiva,
finch il giglio non si schiude e neppure Salomone,
con tutta la sua gloria, veste meglio di loro.
4. La legge sostiene che il pensiero una forma
attiva di energia dinamica che ha il potere di
connettersi con il suo oggetto, di portarlo al di l
della sostanza invisibile e di condurlo nel mondo
della realt oggettiva. Attraverso questa legge tutto
si manifesta, essa la Chiave Suprema che ti fa
mettere al riparo dellAltissimo e ti dona il dominio
su tutte le cose. Non appena capirai questa legge,
tu deciderai una cosa ed essa riuscir.
5. Se lo Spirito Universale lanima delluniverso,
allora questultimo rappresenta la condizione che lo
Spirito ha creato per se stesso. Noi siamo Spirito
personificato. E come fa lo Spirito, creiamo le
condizioni per la nostra crescita. Possiamo sfruttare
questo potere creativo non appena comprendiamo le
potenzialit dello Spirito, senza fare confusione con
levoluzione. La creazione latto di richiamare in
esistenza ci che non si trova nella realt oggettiva.
6. La Mente Universale trova i mezzi per realizzare
qualsiasi manifestazione nella realt. Noi dobbiamo
creare lideale, e questo ideale deve essere perfetto.
7. Se un pensiero in armonia con il principio
creativo della natura, allora anche in sintonia con
la Mente Infinita, la quale metter in moto il circuito.
8. possibile per che tu abbia pensieri non in linea
con linfinito: in quel caso il circuito non pu
avvenire. Quando una dinamo produce elettricit e il
circuito viene isolato, non generando pi flusso, cosa
succede? Che la dinamo si ferma.
9. Accade lo stesso per te se non riesci a scacciare i
pensieri negativi. Non essendo in armonia con
linfinito, non possono certo essere polarizzati.

Resterai isolato, di-sturbato da pensieri che a lungo


andare non possono che condurti alla malattia.
10. Il pensiero costruttivo deve essere creativo. Per
il pensiero creativo devessere armonioso e quindi
devi escludere qualsiasi desiderio distruttivo o
competitivo.
Credenze fortificanti.
1. La natura abbondanza. Io sono parte di questa
abbondanza.
2. La Mente Universale penetra nella mia mente
individuale e mi dona qualit nuove e meravigliose.
3. Il mio pensiero il tramite fra il finito e linfinito,
fra lindividuale e luniversale.
4. Ho compreso pienamente la Legge della Crescita.
5. Io sono Spirito personificato.
6. Con il mio pensiero io creo le condizioni della mia
crescita.
7. Io sono il creatore della mia realt.
8. Io creo lideale, la Mente Universale crea le
condizioni.
9. Il mio pensiero in armonia con il principio
creativo della natura, perci in sintonia con la
Mente Infinita.
10. Escludo da me qualsiasi pensiero e desiderio
distruttivo e competitivo.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Lesercizio di questa settimana serve per mettere in
pratica la tua conoscenza. Perch la conoscenza non
si applica da s, sei tu che devi applicarla. Non dal
cielo che piove labbondanza, ma dalla Legge di
Attrazione, dalla sua consapevolezza unita
allintenzione di attivarla per il tuo scopo. E grazie
alla grande Legge del Trasferimento lo scopo si
materializzer. Se sei uomo o una donna daffari, la
Legge di Attrazione potrebbe presentarsi attraverso
canali consueti oppure inediti, ma quando diverr
davvero operativa allora capirai che sono le cose a
cercare te. Dunque. Scegli unarea della parete o di
qualsiasi altro posto che sia vuota, non lontana da te,
e traccia col pensiero una linea nera orizzontale di
quindici centimetri. Prova a visualizzarla con
chiarezza, come se fosse davvero l, magari dipinta
sulla parete. Adesso traccia due linee verticali
facendole partire dalle due estremit della linea che
hai precedentemente costruito. Adesso traccia
unaltra linea orizzontale, in modo da collegare le
due linee verticali: avrai un quadrato. Fissalo,
visualizzalo con precisione. Ecco, ora disegna al suo
interno un cerchio e al centro preciso mettici un
punto. Adesso avvicina questo punto verso di te di
circa venticinque centimetri: ti accorgerai di avere un
cono inserito in una base quadrata. La forma stata
tracciata completamente con un colore nero? Ora
cambialo in rosso, bianco, giallo. Se ci riesci fino in
fondo, hai fatto dei progressi eccezionali e sarai al
pi presto in grado di concentrarti su qualsiasi
ideale.
Esercizi inediti.

Nella decima settimana con lesercizio di Haanel


lavori sulla visualizzazione (attivando con lesercizio
classico il ripasso degli esercizi che abbiamo
sviluppato nelle settimane precedenti), con gli
esercizi che ti proponiamo continui a lavorare su un
altro potente strumento della Scienza della Mente,
che Charles Haanel ha iniziato a trattare nella
settimana 9: le negazioni e le affermazioni. Utilizza
questi esercizi in abbinamento o alternandoli a quello
classico.
Esercizio 1.
Negazioni.
Con le negazioni intervieni direttamente,
consapevolmente, sulle tue credenze per
trasformarle. Con le negazioni hai un altro strumento
potente per cambiare te stesso. Le negazioni
agiscono direttamente sui tre linguaggi della mente:
ispirati dalla verit e dalla spinta al cambiamento
(mente superconscia), agiscono per via conscia (la
negazione, il potere della mia parola) sulle credenze
subconscie.
La tecnica delle negazioni estremamente semplice.
sufficiente ripetere le negazioni pi volte al giorno,
con piena consapevolezza. Utilizza le negazioni su
ogni stress o evento negativo che ti accade e
semplicemente negali. Nega lesistenza del male,
della malattia, della povert, della sfortuna (se ci
credi), nega lesistenza della rabbia, della paura,
eccetera.
Nega anche che questi stress o gli eventi negativi
abbiano reale potere su di te. Nega la loro natura di
realt.
Per potenziare leffetto mentre pronunci la tua
negazione (a voce alta o mentalmente non importa,
ma ogni tanto meglio se lo fai a voce alta,
ascoltando il suono della tua voce) picchiettati con
entrambi gli indici il punto energetico corrispondente
al plesso solare, in modo da rilasciare i contenuti
emozionali delle tue negazioni.
Continua a ripetere la negazione fino a quando,
picchiettando sul punto energetico, non senti un
benefico rilascio emozionale.
Note.
1. Prima di eseguire una negazione ricorda sempre,
come hai imparato fin dalla prima settimana, di
lanciare una forte intenzione (conscia) di attivare,
per tutta la durata dellesercizio, lazione integrata
tra conscio, subconscio e superconscio.
2. Le negazioni sono una tecnica semplice, efficace e
potentissima. Il vero rischio quello di lasciar
perdere troppo in fretta, di non insistere, di non
avere sufficiente fiducia per perseverare nella
ripetizione delle negazioni quando intorno a te la
realt sembra continuare a contraddire la tua parola.
Perci Punico vero segreto continuare nella pratica,
anche se le negazioni non sembrano avere effetto,
inizialmente, o per meglio dire non sembrano avere
un effetto risolutivo. A questo proposito scrive la
grande scienziata della mente Helen Wilmans:
Potrebbero giungere, nella fase di lavoro e di
crescita, dei momenti di confusione e di forte dubbio.
Fanno parte delle resistenze delle credenze attuali, e

verranno dissolte se persevererai con la pratica.


Continuare a persistere, senza cedere mai, lunico
metodo efficace per la riuscita della tecnica.
Esercizio 2.
Affermazioni.
Con la negazione tu uccidi i pensieri di
preoccupazione, e con laffermazione del contrario
costruisci un carattere e un atteggiamento mentale
superiore alla preoccupazione o al fallimento. La
negazione uccider il pensiero dannoso e purificher
la mente, laffermazione ti guarir e render tutti i
futuri attacchi sempre pi deboli. Con questo metodo
possibile annullare ogni pensiero nocivo.
Le negazioni hanno il compito di ripulire la tua mente
dalle erbacce delle credenze errate, lasciandola
limpida come un foglio bianco. Su questo foglio
bianco ora puoi iniziare a scrivere le nuove credenze
positive con le affermazioni.
Con le affermazioni non solo neghi il potere delle
vecchie credenze su di te, ma affermi il tuo pieno
potere su ogni cosa. Tu sei potere e con le
affermazioni tu crei la realt.
Le affermazioni sono pensieri concentrati. Dietro ogni
affermazione si trova unemozione che dona una
forza trainante dirompente.
Le affermazioni non solo impressionano la mente
subconscia a produrre lazione in accordo con la
Volont, ma la proietta al di fuori della mente, nella
spazio, attirando a se altre forze provenienti da
diverse fonti.
La tecnica delle affermazioni estremamente
semplice come quella delle negazioni. sufficiente
ripetere le affermazioni pi volte al giorno, con piena
consapevolezza. Utilizza le affermazioni per
affermare il contrario di ogni stress o evento
negativo che ti accade, affermando semplicemente
lopposto, ovvero il positivo. Afferma in te lesistenza
solo del bene, della salute, della ricchezza, della
fortuna, della serenit, della pace, del coraggio,
eccetera.
Afferma inoltre che queste affermazioni ed eventi
positivi sono lunica cosa realmente esistente nel
mondo. Afferma che sono essi lunica realt.
Per potenziare leffetto mentre pronunci la tua
affermazione (a voce alta o mentalmente non
importa, ma ogni tanto meglio se lo fai a voce alta,
ascoltando il suono della tua voce) picchiettati con
entrambi gli indici il punto energetico corrispondente
al plesso solare, in modo da rilasciare i contenuti
emozionali delle tue negazioni.
Continua a ripetere laffermazione fino a quando,
picchiettando sul punto energetico, non senti un
benefico rilascio emozionale.
Note.
1. Prima di eseguire unaffermazione ricorda sempre,
come hai imparato fin dalla prima settimana, di
lanciare una forte intenzione (conscia) di attivare,
per tutta la durata dellesercizio, lazione integrata
tra conscio, subconscio e superconscio.
2. Come scrive un altro grande scienziato della
mente, Harry Thomas Hamblin, Con luso delle
affermazioni possiamo formare il nostro carattere,

modellare le circostanze, plasmare il destino,


padroneggiare la nostra anima, essere ci che
desideriamo essere, fare tutto ci che desideriamo
fare, raggiungere tutti i nostri ideali. Per questo .
importante essere diligenti nel praticare le
affermazioni, sempre. Non dimenticare mai,
nemmeno per una sola notte o un solo mattino, di
compiere delle serene affermazioni nella totale
quiete. La letargia mentale e fisica deve essere
superata. Si tratta di unazione continua che tu puoi
compiere. Non devi sognare il successo, devi averlo.
Per questo necessario concentrarsi, concentrarsi,
concentrarsi sulle affermazioni.
Piano dazione.
1. Ogni volta che hai uno stress negane resistenza e
afferma il contrario. Se senti rabbia per qualcosa che
ti succede ripeti: Io nego lesistenza in me di ogni
forma di rabbia e afferma: In me esiste solo
comprensione, pace e perdono. E cos via. Ricorda
sempre che cos attivi il superconscio e il conscio per
ripulire tutte le memorie subconscie legate a quello
stress.
2. Esegui lesercizio delle affermazioni sulle dieci
credenze fortificanti della settimana.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
11. Ancoraggio delle emozioni positive.
1. Apprendi la tecnica dell'ancoraggio.
Questa unottima tecnica, mutuata dalla PNL, per
sostituire unemozione negativa con unemozione
positiva e ancorare lemozione positiva a uno
schema corporeo, in modo da poterla richiamare
secondo necessit.
Identifica con chiarezza la tua emozione negativa
(paura, rabbia, indecisione, tristezza, ansia,
eccetera.). Mentre stai vivendo questa emozione,
toccati con la mano sinistra lorecchio destro. Hai
cos creato unncora. Hai ancorato il sentimento
negativo a questo movimento. Toccandoti con la
mano sinistra lorecchio destro crei unassociazione
mentale-emozionale, uno stimolo che induce una
reazione condizionata negativa. Ripeti pi volte
questo movimento e riprova quel sentimento
negativo, facendo scattare pi volte lncora.
Assicurati che lncora produca la reazione negativa
che vuoi eliminare. Se non provi lemozione negativa,
ricomincia da capo: ricrea lemozione negativa e
ncorala di nuovo. Poi riprova a testare lncora per
attivare lemozione negativa.
Pensa ora a qualcosa che ti faccia provare
unemozione positiva. ncora anche questa
emozione, ma con un movimento diverso: toccati il
ginocchio destro con la mano destra. Pensa a
unaltra sensazione positiva e ncorala una seconda
volta, sempre toccandoti il ginocchio destro con la
mano destra. Fallo di nuovo, con una terza
sensazione positiva. Accumula quattro o cinque
sensazioni positive una dopo laltra associando il
movimento, fino a quando non arrivi al punto in cui
quando tocchi il ginocchio destro con la mano destra
percepisci un flusso di sensazioni positive.
Il passo successivo consiste nelleliminare la
sensazione negativa sostituendola con la sensazione

positiva. Puoi ottenere questo effetto innescando le


due ncore. Prova: tocca lorecchio destro con la
mano sinistra e contemporaneamente tocca il
ginocchio destro con la mano destra. Percepisci il
flusso positivo che neutralizza quello negativo e lo
sostituisce, fino a quando rester soltanto il
sentimento positivo.
Una volta attivate le ncore, puoi utilizzare questo
esercizio ogni volta che provi unemo-zione negativa.
Semplicemente attiva le due ncore
contemporaneamente e concentrati sul flusso
positivo fino a quando non neutralizza il sentimento
negativo e si sostituisce completamente a esso.
2. Applica lancoraggio per sostituire le emozioni
negative con quelle positive.
Ritorna alle prime emozioni negative e positive della
tua classifica. Applica la tecnica dellancoraggio
utilizzando la prima emozione negativa e
sostituendola con la prima emozione positiva.
Esegui poi la tecnica su tutte le altre voci della
classifica.

Settimana 11. Ragionamento induttivo e mente


oggettiva.
Introduzione alla settimana 11.
Tutta la nostra vita scandita dalle leggi. Sono
princpi reali e immutabili che non cambiano mai.
Agiscono sempre e ovunque e ogni azione umana
sottost al loro volere. Ecco perch chi governa una
grossa impresa sa stabilire, con assoluta precisione,
la percentuale esatta di persone fra la massa che
risponder a un dato insieme di condizioni. Serve
ricordarsi che da un lato gli effetti sono generati
dalle cause, ma che ogni causa crea degli effetti. E
questi effetti creano altre cause.
Quando si attiva la Legge di Attrazione bene
rammentare che si mette in atto una sequenza di
cause dalle infinite potenzialit. Quante volte hai
sentito dire Mi capitato qualcosa di molto penoso
ma non per causa mia, perch non ho mai avuto un
pensiero che mi possa procurare simili risultati.
Spesso ignoriamo che nella mente i simili si
attraggono: pensieri di un certo tipo attirano
determinate inimicizie e queste sono responsabili a
loro volta delle condizioni che poi ci fanno star male.
I punti chiave.
1. Il metodo semplice. Dobbiamo credere che ci
che desideriamo sia gi stato ottenuto.
2. Ges ha detto Tutto quello che domandate nella
preghiera, abbiate fede di averlo ottenuto e vi sar
accordato. (Marco 11, 24). Nota che non viene posto
alcun limite: Tutto quello che domandate significa
che il tuo unico limite la tua capacit di pensare.
Nota anche come la fede implichi il fatto di avere gi
ottenuto ci che desideri e chiedi nella preghiera. Il
processo della preghiera biblica dunque quello di
visualizzazione, di creazione del pensiero, di fede
nella riuscita e di gratitudine per aver avuto
realizzato il proprio desiderio.

3. Innanzitutto dobbiamo essere certi che il nostro


desiderio sia gi stato esaudito. Cos facendo
pensiamo sul piano dellassoluto, senza considerare
nessun tipo di limitazione, anzi, piantando un seme
che germoglier e si potr cogliere nella realt
esterna.
4. Per ogni generazione si deve trasmettere la verit
con linguaggi nuovi. sempre lo stesso
insegnamento (Abbiate fede di averlo ottenuto e vi
sar accordato) che Ges offre a San Paolo: La fede
fondamento delle cose che si sperano e prova di
quelle che non si vedono..
5. Lo conferma la scienza moderna per quanto
concerne la Legge di Attrazione, ossia la legge per
mezzo della quale il pensiero entra in correlazione
con il suo oggetto. Tutti confermano lo stesso
concetto, anche se con parole diverse.
6. Il potere del pensiero la pi grande scoperta di
tutti i tempi. Lentamente le coscienze si sono rese
conto dellimportanza di questa scoperta, ma alla
fine ce lhanno fatta, e in ogni settore umano gi si
intravedono i risultati.
7. Ti domanderai in cosa consiste il potere creativo
del pensiero. Nel creare idee.
8. Le idee poi si materializzano per mezzo di atti di
appropriazione, invenzione, osservazione, giudizio,
analisi e applicazione nella materia e nella forza.
9. Il pensiero pu fare tutte queste cose perch un
potere creativo e intelligente.
10. Il pensiero svolge il culmine del suo lavoro
quando si getta nelle sue stesse profondit, varcando
i confini di s e raggiungendo la regione della Luce
Eterna, dove ogni cosa esiste, esistita ed esister.
Qui si fonde in un unico splendido equilibrio.
Credenze fortificanti.
1. Ci che desidero gi stato ottenuto.
2. Tutto ci che domando ho fede di averlo gi
ottenuto e per questo mi sar accordato.
3. Sono certo che il mio desiderio gi stato
esaudito.
4. Credo nel potere del mio pensiero.
5. Credo nel potere della mia parola.
6. Il mio pensiero penetra nella Legge dellAttrazione.
7. Il mio pensiero un potere creativo e intelligente.
8. Il mio pensiero crea idee e le mie idee si
realizzano.
9. Il mio pensiero varca i confini del s e raggiunge la
Luce Eterna.
10. Il mio pensiero e la Mente Infinita si fondono in
un unico, splendido equilibrio.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Esercizio della settimana. Concentrati sulla citazione
biblica Tutto ci che domandate nella preghiera,
abbiate fede di averlo ottenuto, e vi sar accordato.
Se osservi attentamente ti accorgerai che non pone
alcun limite alle richiese: Tutto ci che domandate.
Lunico limite la nostra capacit di pensare, essere
in grado di fronteggiare le situazioni, affrontare
lemergenza e rammentare che la fede esiste per

davvero. il fondamento delle speranze e prova


evidente delle cose invisibili.
Esercizi inediti.
Nellundicesima settimana con lesercizio di Haanel ti
concentri sullaffermazione biblica mentre con
lesercizio che ti proponiamo riprendi il lavoro sulla
visualizzazione e prosegui ad apprendere come
utilizzare la visualizzazione per trasformare e creare
la realt con lobiettivo di realizzazione i tuoi
desideri. Utilizza questo esercizio in abbinamento o
alternandolo a quello classico.
Esercizio 1.
YAK al futuro.
Con il VAK al futuro compiamo un ulteriore passo in
avanti nellutilizzo della visualizzazione creativa.
Utilizzerai infatti le tre modalit sensoriali per creare
una visualizzazione completa del futuro legato a un
obiettivo che vuoi raggiungere. Inizierai cos a creare
realmente la tua realt.
Definisci lobiettivo che vuoi raggiungere. Pu essere
qualunque cosa: una tua nuova condizione fisica,
economica, relazionale, esistenziale o spirituale. Pi
lobiettivo chiaro, specifico e circoscritto meglio .
Scrivi il tuo obiettivo su un foglio, poi siediti
comodamente.
^esercizio si svolge in tre fasi.
Puoi tenere gli occhi chiusi o aperti, non importa.
1. Fase visiva.
Visualizza 3 scene differenti e distinte che ti
permetteranno di vedere che nella tua vita hai
raggiunto il tuo obiettivo. Ogni scena deve essere
vissuta in prima persona: sei tu che stai vedendo
cosa ti accade intorno. Comincia dalla prima scena.
Focalizzati sugli elementi visivi che ti permettono di
capire che hai raggiunto il tuo obiettivo. Non stai
immaginando una realt, la stai creando. Se vuoi una
nuova casa osservati entrare e muoverti tra i vari
ambienti. Forse il giorno del trasloco, oppure stai
dando una festa di benvenuto. Sono solo esempi,
creati la tua scena personale e osservala in prima
persona. Fai attenzione ai dettagli: se ci sono
persone intorno a te contale e stabilisci un numero
esatto, se ci sono oggetti descrivili concretamente.
Evita le generalizzazioni e le.
astrazioni, guarda e vivi lesperienza nel dettaglio
focalizzandoti sugli elementi visivi che ti permettono
di riconoscere che hai raggiunto il tuo obiettivo.
Passa poi alla seconda scena e ripeti lo stesso
esercizio.
Passa infine alla terza scena e ripeti lo stesso
esercizio.
Scrivi sul foglio, se vuoi, le parole chiave delle tre
scene che hai visualizzato.
2. Fase auditiva.
Domandati ora: Cosa sentir dire dalle persone che
mi permetter di sapere che ho raggiunto il mio
obiettivo? Possono essere dei complimenti (Ce lhai
fatta), delle espressioni colorite (Bingo!, Sei un
grande!) o altro, quello che vuoi. Questi sono solo
esempi. Immaginati di ascoltare le voci mentre
pronunciano quelle parole, poi ripetile ad alta voce.

Domandati ora: Cosa dir di me stesso quando avr


raggiunto il mio obiettivo? Identifica la frase che
preferisci (Ce lho fatta! Sono un grande! Me lo
merito o tutto ci che vuoi, questi sono solo
esempi), ripetila prima mentalmente poi ad alta
voce.
Scrivi sul foglio, se vuoi, le due frasi.
3. Fase Kinestesica.
Ora concentrati su come ti sentirai quando avrai
raggiunto il tuo obiettivo. Ripensa alla sensazione
principale che hai provato durante le fasi visiva e
auditiva e che forse continui a provare in questo
momento. Chiudi gli occhi (o mantienili chiusi) e
ricorda questa sensazione.
Quando provi questa sensazione:.
1. Dove nel tuo corpo la senti maggiormente?
2. Se la sensazione ha un colore, che colore ?
3. Se la sensazione ha una forma, che forma ha?
4. Se la sensazione ha una temperatura, che
temperatura ?
5. Se la sensazione ha una consistenza, cosa senti
quando la tocchi?
Apri gli occhi e scrivi su un foglio, se vuoi, gli effetti
della sensazione.
Resta infine qualche minuto in silenzio a ripensare
allintero processo appena svolto.
Note.
1. In questo esercizio attivi tutta la tua sfera
sensoriale (VAK, ossia Visiva - Auditiva - Kinestesica)
per creare la tua realt, il tuo futuro intorno a un
obiettivo da raggiungere. Questo esercizio anche
fondamentale per fare esperienza di tutta la tua
sfera sensoriale e per esercitarti nelfindividuare non
che cosa non vuoi, ma che cosa vuoi.
2. Il VAK al futuro potentissimo: ti permette in
modo gentile e semplice di aprire le porte del
subconscio e portare in profondit i tuoi obiettivi,
facilitando cos lattivazione della Legge di
Attrazione, la credenza profonda che ci che pensi
diventa realt. difficile che un VAK al futuro ti lasci
indifferente: innesca meccanismi profondi che
colpiscono ed emozionano.
Piano dazione.
Esercitati con il YAK al futuro su diversi obiettivi:
lavoro, affetti, salute, viaggi, eccetera.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
12. VAK al futuro.
Prendi la quarta colonna del tuo foglio: Che cosa
vuoi. Stila una classifica degli obiettivi che vorresti
raggiungere, dal pi importante o prioritario al meno
importante. Esegui il VAK al futuro sul primo obiettivo
della tua classifica. Esercitati poi su un obiettivo alla
volta della classifica, creando la realt che desideri
con la visualizzazione.

Settimana 12. Il potere della concentrazione.


Introduzione alla settimana 12.
Nel quarto paragrafo di questa dodicesima lezione
troverai questa frase: La prima cosa acquisire

consapevolezza del potere del tuo pensiero. La


seconda tirare fuori il coraggio, la terza avere fede
per agire. Se presti attenzione alle affermazioni che
proporr, scoprirai come ogni affermazione contenga
svariati significati che stimoleranno in te altri
pensieri e presto capirai a fondo il senso della vitale
forma di sapere che stai qui studiando. La
conoscenza non si applica da sola, sta a noi individui
saperla utilizzare tramite la fertilizzazione del nostro
pensiero. La gente spreca le proprie energie nel
modo sbagliato: quanti miracoli si potrebbero
avverare se gli sforzi fossero indirizzati tutti nel verso
giusto! Se hai mai guardato nel mirino di una
macchina fotografica avrai notato che appena metti
a fuoco il soggetto limmagine diventa perfettamente
chiara e comprensibile. lesempio perfetto del
potere della concentrazione. Se non visualizzi
loggetto mentale davanti a te, limmagine che ne
scaturisce confusa, nebulosa, sfocata. Il risultato
dipender sempre dalla tua immagine mentale.
I punti chiave.
1. Qualsiasi scopo nella vita si pu felicemente
raggiungere attraverso la comprensione del potere
creativo del pensiero. un potere che possediamo
tutti. Un essere umano tale perch pensa, il suo
potere di pensiero non ha limiti, ecco perch il suo
potere creativo infinito.
2. Sai che il pensiero ti sta costruendo quella cosa a
cui pensi e la avvicina a te, per hai difficolt a
cancellare la paura e le ansie, quelle forze cio che ti
allontanano dal successo, che ti fanno fare un passo
avanti e due indietro.
3. Lunica soluzione per non regredire persistere e
andare avanti. Il segreto essere vigili.
4. Ci sono tre fasi molto importanti da attraversare:
la prima cosa acquisire consa-pevolezza del potere
del tuo pensiero. La seconda tirare fuori il coraggio,
la terza avere fede per agire.
5. Queste tre fasi sono sufficienti per ottenere
unimpresa fiorente, una casa, degli amici e un
ambiente ideali. Non esistono limiti. Nella sua
onnipotenza il pensiero sa attingere alla banca
infinita della sostanza primaria per darti ci che
desideri. Hai a disposizione risorse infinite.
6. A patto per che il tuo ideale sia ben chiaro e
definito. Cambiare dal giorno alla notte il proprio
ideale significa sprecare le energie e restare a mani
vuote. Il solo risultato sarebbe un cumulo disordinato
e inutile di materiali sprecati. Purtroppo quello che
fa la maggior parte della gente. La causa palese.
Se uno scultore inizia a lavorare il suo blocco di
marmo cambiando idea ogni quarto dora, che
risultati vuoi che ottenga? E perch tu dovresti
attenderti un risultato diverso con la pi malleabile di
tutte le sostanze, la sola vera sostanza?
7. La Legge dice che il pensiero si mette in relazione
con il suo oggetto e genera nel mondo materiale il
corrispondente dellimmagine impressa nella sfera
mentale. chiaro quindi che ogni pensiero deve
contenere la verit, altrimenti la Legge della Crescita
non pu manifestare il bene. Perch solo il bene pu
garantire il potere durevole.

8. La Legge di Attrazione il principio che dona al


pensiero quella forza capace di collegarsi al suo
oggetto. In fondo, la Legge di Attrazione solo uno
dei tanti nomi dellamore, principio eterno e
indispensabile per ogni religione, filosofia e scienza.
Non si scappa alla Legge dellAmore. Amore
percepire ci che dona vitalit al pensiero, percepire
desiderare e il desiderio amore. Quando il
pensiero ricco damore niente lo pu battere.
9. Lintenzione comanda la concentrazione. Dalla
quiete si ottiene il potere. Grazie alla concentrazione
puoi realizzare pensieri intelligenti, un linguaggio
forbito e tante altre forze altrimenti impensabili.
10. Se vuoi venire a contatto con il potere
onnipotente del subconscio, dove nasce il potere del
pensiero, allora devi cercare il silenzio. Se aspiri alla
saggezza o a qualunque altro successo devi guardare
dentro di te, una sorta di disvelamento. Una
persona frettolosa pu credere che il silenzio
necessario a questo processo si ottenga in un attimo
ma necessario il silenzio assoluto per creare il
contatto con la divinit dentro di s. solo in questo
modo che si viene a conoscenza della Legge
Immutabile, attraverso la pratica costante e con la
concentrazione adatta.
Credenze fortificanti.
1. Il mio potere del pensiero non ha limiti.
2. Cancello ogni paura e ogni mia ansia dalla mia
mente.
3. Ogni giorno progredisco nel potere del mio
pensiero.
4. Ho la piena consapevolezza del potere del mio
pensiero.
5. Ho il coraggio per agire.
6. Ho la fede per agire.
7. Ho a disposizione risorse infinite e attingo a quelle
risorse.
8. Mantengo il mio ideale sempre chiaro e definito
nella mia mente.
9. La mia intenzione sempre chiara e definita.
10. Cerco e trovo il silenzio della mente.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Eccoci allesercizio della settimana. Vai nella solita
stanza e siediti sulla solita sedia. Mi raccomando, la
posizione: sempre la stessa. Rilascia i muscoli,
rilassati mentalmente e fisicamente. Non ti sforzare,
fai attenzione che i nervi non siano tesi, mettiti a tuo
agio. Adesso realizza la tua unione con lonnipotenza.
Entra in contatto con il potere, giungi alla profonda
comprensione che tu, pensando, stai agendo sulla
Mente Universale. Renditi conto che la Mente
Universale soddisfer qualsiasi tua richiesta, perch
hai le stesse capacit di qualsiasi altra persona del
passato come del futuro, poich siamo tutti
espressione dellUno. Tutti sono parti della totalit.
Non esistono differenze di genere n di qualit:
soltanto di grado.
Esercizi inediti.

Sei giunto a met del corso. Se lo hai seguito con


attenzione, perseveranza e costanza hai acquisito
molti degli strumenti che ti servono per trovare e
manifestare la Chiave Suprema della tua vita.
La seconda parte del corso la dedicheremo a darti gli
strumenti per affrontare la parte pi difficile del tuo
cammino: superare gli ostacoli, gestire e rilasciare gli
stress e mantenere la fede nella riuscita. Nelle
prossime lezioni ti concentrerai soprattutto su
questo. Utilizza questi esercizi in abbinamento o
alternandoli a quello classico.
Esercizio 1.
Trasformazione della realt.
Questo esercizio una evoluzione del VAK al futuro.
Durante la visualizzazione multisensoriale, infatti,
andrai contemporaneamente a rilasciare le tensioni
che si possono manifestare. La visualizzazione di una
condizione desiderata implica infatti anche
lemersione di stress e paure (paura che non la
situazione non si realizzi, per esempio, o scetticismo
sulla riuscita). Con la trasformazione della realt man
mano che, durante la stessa visualizzazione, questi
stress si manifestano, li ripulirai istantaneamente,
ripulendo altres la visualizzazione e aprendo ancora
meglio i canali della realt.
Definisci lobiettivo che ti vuoi prefiggere. Pu essere
quello che vuoi: un lavoro migliore, un aumento di
stipendio, un ruolo di maggiore responsabilit, il
brillante superamento di una fase di crisi, la
realizzazione di unidea imprenditoriale che hai in
mente, un migliore stato di salute, eccetera. Pi
lobiettivo chiaro, specifico e circoscritto meglio .
Scrivi il tuo obiettivo su un foglio, poi siediti
comodamente.
Puoi tenere gli occhi chiusi o aperti, non importa.
Visualizza una scena che ti permetta di vedere che
nella tua vita hai raggiunto il tuo obiettivo. La scena
deve essere vissuta in prima persona: sei tu che stai
vedendo cosa ti accade intorno. Focalizzati sugli
elementi visivi che ti permettono di capire che hai
raggiunto il tuo obiettivo. Non stai immaginando una
realt, la stai creando. Se vuoi un nuovo lavoro
osservati per esempio (ma solo un suggerimento)
nel primo giorno del tuo nuovo lavoro, mentre prendi
possesso del tuo nuovo ufficio, mentre ti presentano
i nuovi colleghi. Oppure forse stai dando un party per
festeggiare la tua nuova assunzione.
Sono solo esempi, creati la tua scena personale e
osservala in prima persona. Fai attenzione ai
dettagli: se ci sono persone intorno a te contale e
stabilisci un numero esatto, se ci sono oggetti
descrivili concretamente. Evita le generalizzazioni e
le astrazioni, guarda e vivi lesperienza nel dettaglio
focalizzandoti sugli elementi visivi che ti permettono
di riconoscere che hai raggiunto il tuo obiettivo.
Mentre visualizzi la scena inspira ed espira
consapevolmente, in modo controllato ma senza
forzare, dalle narici. A ogni inspirazione energizza le
tensioni che si possono creare nel momento in cui
visualizzi la scena; a ogni espirazione rilascia invece
ogni forma di stress e di tensione. Continua
nellesercizio di rilascio di tensioni con la respirazione

fino a quando non ti senti completamente in pace


con la scena che stai visualizzando.
Passa poi alla seconda scena e ripeti lo stesso
esercizio utilizzando la stessa tecnica respiratoria,
Passa infine alla terza scena e ripeti lo stesso
esercizio utilizzando la stessa tecnica respiratoria.
Scrivi sul foglio, se vuoi, le parole chiave delle tre
scene che hai visualizzato. Domandati ora: Cosa
sentir dire dalle persone che mi permetter di
sapere che ho raggiunto il mio obiettivo? Possono
essere dei complimenti (Ce lhai fatta), delle
espressioni colorite (Bingo!, Sei un grande!) o
altro, quello che vuoi. Questi sono solo esempi.
Immaginati di ascoltare le voci mentre pronunciano
quelle parole, poi ripetile ad alta voce.
Domandati ora: Cosa dir di me stesso quando avr
raggiunto il mio obiettivo? Identifica la frase che
preferisci (Ce lho fatta! Sono un grande! Me lo
merito o tutto ci che vuoi, questi sono solo
esempi), ripetila prima mentalmente poi ad alta
voce.
Scrivi sul foglio, se vuoi, le due frasi.
Ora concentrati su come ti sentirai quando avrai
raggiunto il tuo obiettivo. Ripensa alla sensazione
principale che hai provato durante la visualizzazione
e che forse continui a provare in questo momento.
Chiudi gli occhi (o mantienili chiusi) e ricorda questa
sensazione.
Cerca di individuare in quale punto del tuo corpo la
senti maggiormente. Una volta che lhai individuato,
intreccia le mani e portale in quella zona del corpo.
Inizia a inspirare ed espirare in modo controllato per
rilasciare ogni tensione fino a quando non ti senti
perfettamente in pace rispetto a quella zona del
corpo e fino a quando quella sensazione che provi
non lhai fatto tua.
Apri gli occhi e scrivi su un foglio, se vuoi, gli effetti
della sensazione.
Resta infine qualche minuto in silenzio a ripensare
allintero processo appena svolto.
Esercizio 2.
Crea il tuo giorno.
Ce un momento, al risveglio, in cui tutto sembra
perfetto. Non ce passato, non ce futuro, ce solo un
presente di consapevolezza. Il sonno ha ripulito le
preoccupazioni del giorno prima, i pensieri, le paure..
un momento che spesso dura solo.. un momento.
Poi la mente conscia riapre il fiume di pensieri che
inondano la tua mente e la tua anima di passato,
presente e futuro.
in quel momento, subito dopo il risveglio, in quel
momento in cui sei pura consapevolezza, che puoi
creare il tuo giorno.
Appena sveglio, la prima cosa a cui devi pensare e
su cui concentrarti creare il tuo giorno. Immagina
come sar la tua giornata: immaginati e vediti
gioioso, soddisfatto di te. Ascolta i suoni di quella
gioia mentre ti vedi andare al lavoro, percepisci le
sensazioni di tutto ci che di bello e di buono stai
ricevendo e che tu stesso stai creando. Se hai un
appuntamento importante, visualizzati, ascoltati e

percepisciti mentre quellappuntamento si trasforma


in un successo.
Crea la tua giornata trasformando nella tua mente
ogni potenziale condizione di attrito o stress in una
condizione di positivit e di contentezza. Crea gli
eventi di quel giorno visualizzandoli, ascoltandoli e
percependoli.
Fa di questo esercizio unabitudine. Fallo ogni giorno
della tua vita.
Crea il tuo giorno, ogni giorno.
Piano dazione.
Esercitati con la Trasformazione della realt su
diversi obiettivi: lavoro, affetti, salute, viaggi,
eccetera.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
13. Trasformazione della realt.
Esegui lesercizio di Trasformazione della realt sugli
obiettivi che hai segnato sulla quarta colonna del tuo
foglio. Esercitati su un obiettivo alla volta, creando la
realt che desideri con la visualizzazione.

Settimana 13. I sogni del sognatore


Introduzione alla settimana 13.
La scienza autrice di grandi invenzioni. Ma ce
unaltra scienza, di natura spirituale, che inizia a farsi
strada e comincia gi a dare i suoi frutti. Un tempo
chi si fregiava della scienza spirituale erano i
superstiziosi, i mistici e gli analfabeti, oggi invece si
occupano di tale materia soprattutto persone
interessate alle prove concrete e ai dati evidenti.
Finalmente abbiamo capito che il pensiero un
processo spirituale, che limmaginazione precede
levento e che finalmente giunto il momento dei
sognatori. Come dice Herbert Kaufman: I sognatori
sono gli architetti della grandezza, hanno nellanima
una visione e sanno scorgere il vero tra le ombre del
dubbio, scavalcando le mura del Tempo increato. Le
invenzioni tecnologiche sono risultati della loro
maestria. Fautori dellImpero, hanno combattuto per
ottenere molto pi che troni o corone. La stessa casa
dove abiti poggia su una terra che un giorno stata
scoperta da un sognatore. I quadri alle tue pareti
sono visioni di altri sognatori. Sono degli eletti, dei
pionieri. Decadono i regni, crollano le mura, le onde
spazzano via le fortezze, le nazioni infette cadono dai
rami del Tempo ma solo le cose create dai sognatori
vivono in eterno..
Questa lezione ti spiegher in che modo i sogni si
avverano. Parler della Legge di Causalit grazie alla
quale sognatori, autori, inventori realizzano i loro
desideri, la legge con cui le cose che raffiguri nella
tua mente diventeranno presto tangibili.
I punti chiave.
1. Il pensiero fa avverare condizioni a seconda del
nostro atteggiamento mentale. Per cui, tenendo
presente che la paura una forma di pensiero
dominante, se temiamo il fallimento andremo
incontro a un disastro. Pensare negativo rende inutile
qualsiasi sforzo, il tuo e quello degli altri.

2. Allora, quali pensieri sono necessari per ottenere


ci che realmente desideriamo? Le cose che noi
desideriamo pi di tutte sono la felicit e larmonia.
Se otteniamo la felicit, riceveremo di conseguenza
quanto luniverso ha da darci e renderemo felici
anche gli altri.
3. Ma senza salute, forza, amici e un comodo
benessere non possiamo essere felici.
4. Per il pensiero moderno lessere umano ha diritto
al meglio, perch il Padre e io siamo una cosa sola
e nel Padre va letta la Mente Universale, il
Creatore, la Sostanza Originaria da cui ogni cosa
stata creata.
5. Assumendo la verit di questi concetti, come
possiamo metterli in pratica per raggiungere dei
risultati visibili e tangibili? Per prima cosa dobbiamo
agire, il solo modo se vogliamo ottenere qualcosa.
6. Un atleta pu cercare informazioni o teorie su
come produrre forza allenandosi ma non otterr nulla
se resta fermo.
7. Se non diamo non possiamo ricevere. Latto del
dare semplicemente un processo mentale, i
pensieri sono cause e le condizioni sono gli effetti.
Ecco perch quando produciamo pensieri di
coraggio, salute, aiuto, mettiamo in azione le cause
che poi daranno i loro frutti.
8. Il pensiero unattivit spirituale, dunque
creativo. Attenzione per: se non indirizzato
consciamente e sistematicamente, il pensiero non d
alcun risultato. Il pensiero pigro uno spreco di
energia, il pensiero costruttivo un successo
assicurato.
9. Quando creiamo unimmagine mentale o un ideale
proiettiamo un pensiero nella Sostanza Universale,
che onnipresente, onnipotente e onnisciente.
10. Ma dobbiamo inviare delle informazioni
allonnisciente perch il processo avvenga? Pu il
finito dare consigli allinfinito? Ecco la ragione del
fallimento: riconosciamo che la Sostanza
onnipresente ma ignoriamo che sia pure onnisciente,
dimenticando cio che ha molto pi potere di quello
che pensiamo.
Credenze fortificanti.
1. Penso sempre e solo positivo.
2. Il mio atteggiamento mentale fa sempre avverare
condizioni positive.
3. Desidero, penso e ottengo felicit e armonia.
4. Io penso e ho salute, forza, amici e benessere.
5. Io divento felice.
6. Trasformo il mio pensiero in azione.
7. Il mio pensiero sempre dinamico. Perci il mio
pensiero sempre costruttivo.
8. Pi do, pi ricevo.
9. La Mente Universale conosce tutto e sa ci che
meglio per me.
10. Ho fede nella Mente Universale.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Esercizi inediti.
Per questa settimana Charles Haanel non prevede
alcun esercizio. Con i nostri esercizi nella tredicesima

settimana continuerai invece a lavorare sulla


trasformazione degli stress durante la
visualizzazione. Inoltre con la tecnica della
Mindfulness attiverai un profondo rilassamento
mentale che ti assicurer il rilascio di stress,
emozioni negative e ti aiuter quando ti troverai di
fronte a dubbi e ostacoli.
Esercizio 1.
Scelta della realt.
questa una tecnica molto utile da eseguire dopo la
Tecnica di trasformazione della realt perch ne
consolida e potenzia gli effetti. La cosa migliore da
fare perci utilizzare una delle scene che hai creato
e vissuto durante la fase visiva della Tecnica di
trasformazione della realt.
Individua la scena che preferisci della Tecnica di
trasformazione della realt (oppure, nulla ti vieta, di
crearne una nuova). Inizia a viverla esattamente
come nella tecnica citata in prima persona, al tempo
presente e in modo dettagliato. Non dimenticare di
inspirare ed espirare con le narici energizzando e
rilasciando ogni tensione fino a quando non ti senti
completamente in pace con quella scena e senti che
tutte le residue tensioni si sono dissolte.
Unisci a pugno le due mani con le punte dei pollici
che si toccano.
Portale nel punto del tuo corpo dove senti la
sensazione che genera la visualizzazione (pu essere
lo stesso punto che hai individuato nella Tecnica di
trasformazione della realt o un altro, non importa).
Tenendo uniti i pugni, punta i pollici su quella zona.
Mantieni questa posizione fino a quando non senti un
cambiamento di qualunque tipo: pu essere mentale,
fisico, emozionale, possono essere immagini che ti
passano davanti agli occhi, sensazioni particolari,
formicolii, sbadigli, etc. Oppure pu sembrare che
non accada niente e, semplicemente, dopo un po, ti
stanchi di tenere quella posizione. Va bene anche
cos.
Posiziona ora le punte dei pollici, con i pugni sempre
uniti, al centro della fronte e mantieni questa
posizione fino a quando non senti un secondo
cambiamento.
Posiziona ora le punte dei pollici, con i pugni sempre
uniti, sulla punta della testa, in alto, fino a quando
non senti un nuovo cambiamento.
Mantieni gli occhi chiusi e unisci le punte delle dita
delle due mani come nella tecnica di integrazione
emisferica. Resta in questa posizione in fino a
quando non senti che il processo completo.
Nota.
Se individui un punto che non riesci a raggiungere,
poni le tue mani nel punto simmetrico o speculare
(per esempio se sulla schiena sul petto) che per
te facilmente raggiungibile.
Esercizio 2 Mindfulness.
Siediti comodamente. Attiva la respirazione
controllata con le narici. Le palpebre possono essere
dischiuse o chiuse. Mantieni gli occhi chiusi e unisci
le punte delle dita delle due mani come nella tecnica
di integrazione emisferica.

Inspira ed espira in maniera pi profonda, sempre dal


naso, come se potessi respirare fin dentro la tua
pancia. Resta focalizzato e in ascolto del tuo respiro
per un minuto. Inspira ora lentamente e
profondamente e mantieni per qualche secondo la
ritenzione del respiro. Mentre espiri, lentamente,
sempre dal naso, visualizza il numero 3 e intanto
mentalmente ripeti la parola relax. Questo il
segnale che stai rilassando il corpo. Concentra poi
lattenzione della mente sul tuo corpo, cercando di
rilassare, a ogni espirazione, ogni muscolo. Comincia
dalle punte dei piedi e, a ogni espirazione, cerca di
sentire la singola parte rilassarsi. Risali poi lungo
tutto il corpo, passando per le gambe, la zona
pelvica, laddome, il torace, le spalle, le ascelle, le
braccia, le mani, il collo, la mandibola, le orecchie, gli
zigomi, il naso, le orecchie, gli occhi. Percepirai forse
una specie di formicolio: il segno che il tuo corpo
ha allentato le tensioni.
Ora calma la tua mente. Inspira lentamente e
profondamente e mantieni per qualche secondo la
ritenzione del respiro. Mentre espiri, lentamente,
sempre dal naso, visualizza il numero 2 e intanto
mentalmente ripeti la parola relax. Questo il
segnale di completo rilassamento della mente.
Lascia andare ogni preoccupazione o ogni pensiero e
resta unicamente consapevole di questo momento.
Inspira lentamente e profondamente e mantieni per
qualche secondo la ritenzione del respiro. Mentre
espiri, lentamente, sempre dal naso, mentalmente
pronuncia e ascolta il suono del numero 1
(uuuunooooo) e intanto visualizza un meraviglioso
fiore.
colorato. il segnale che invii a te stesso di aver
raggiunto la piena consapevolezza e di essere
entrato in uno stato di creativit e di piena ricezione
ed espressione del tuo potenziale mentale.
Quando senti che il processo completo riprendi il
contatto con il tuo corpo, separa le mani e riapri gli
occhi.
Piano dazione.
Esercitati con la Scelta della realt su diversi
obiettivi: lavoro, affetti, salute, viaggi, eccetera.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
14. Scelta della realt.
Esegui lesercizio di Scelta della realt sugli obiettivi
che hai segnato sulla quarta colonna del tuo foglio.
Esercitati su un obiettivo alla volta, creando la realt
che desideri con la visualizzazione.

Settimana 14. Il potere creativo del pensiero.


Introduzione alla settimana 14.
Abbiamo visto che il pensiero unattivit spirituale,
dotato dunque di un potere creativo. E tutti i pensieri
sono creativi, senza distinzione, compresi quelli
negativi. Conscio e subconscio sono due fasi
dellattivit mentale, il rapporto che intercorre fra
loro lo stesso che esiste fra il segnavento e
latmosfera. Al minimo accenno daria, la banderuola

oscilla. E cos il pensiero apparentemente pi


insignificante della mente conscia provoca una certa
attivit nel subconscio, la cui intensit dipende dalla
profondit del sentimento che caratterizza quel
pensiero.
Per sottrarre la potenza creativa del tuo pensiero alle
condizioni sfavorevoli devi rinnegare queste ultime:
cos facendo le elimini alla radice. Il cambiamento
non sar istantaneo, del resto come se tagliassi
completamente le radici di una pianta: passer del
tempo prima che questa avvizzisca completamente.
Allo stesso modo latto di ritirare il tuo pensiero dalle
condizioni sfavorevoli pone fine a queste in un tempo
lungo ma efficace.
Avrai notato che questo processo lesatto contrario
di quello che abitualmente seguiamo in queste
lezioni; serve infatti per ottenere un risultato diverso
dai precedenti: non a ottenere qualcosa di positivo,
ma ad annullare qualcosa di negativo. Perch troppe
persone dedicano i propri pensieri a condizioni
insoddisfacenti, rendendo in tal modo pi duratura la
propria negativit.
I punti chiave.
1. LEnergia Universale che d origine alla luce, al
calore, al moto e al colore, non possiede limiti che
invece possiedono i suoi effetti, e su di essi
predominante. una Sostanza Universale fonte di
ogni Intelligenza, Potere e Saggezza. Scoprire questa
fonte equivale per te a comprendere la qualit
profonda della mente. Grazie a essa ti muoverai nella
Sostanza Universale, e la porterai nella tua
esperienza sotto forma di relazioni armoniose.
2. La conoscenza dellEnergia Universale render
lambiente circostante totalmente diverso, dato che
si spalancheranno davanti a te opportunit un tempo
inimmaginabili. E questo grazie a una serie di leggi
che tu ora conosci. La mente creativa e su di essa
si basa un principio meraviglioso che si trova nella
natura delle cose.
3. Lrigine di questo potere tuttavia non
lindividuo, ma si trova nella dimensione universale,
fonte di ogni energia e sostanza. Lindividuo solo
un tramite, il canale di distribuzione di questa
enorme energia, il mezzo utilizzato dalluniversale
per produrre le combinazioni varie che daranno vita
ai vari fenomeni.
4. Ogni parte del nostro corpo fatta di cellule,
alcune lavorano in modo indipendente, altre sono
strettamente legate fra loro. Ci sono cellule che
costruiscono i tessuti e cellule adibite alle secrezioni
necessarie allorganismo. Alcune trasportano
sostanze, altre riparano e ricostruiscono, altre
portano via le scorie e altre ancora scacciano le
intrusioni indesiderate. Un fine comune guida tutte le
cellule. Sono dotate di intelligenza, la cui intensit
varia a seconda del compito che svolgono. Sanno
mantenersi in vita e conservare la propria energia e
procurarsi nutrimento con unaccurata selezione.
Tutte le cellule nascono, si riproducono, muoiono e
vengono riassorbite. La salute dipende dalla loro
continua rigenerazione.

5. chiaro dunque che la mente si trova in ogni


atomo del corpo umano, ma una mente neutra,
che diventa positiva grazie al nostro pensiero. Ecco
la spiegazione scientifica della guarigione metafisica.
6. Un potere invisibile controlla il mondo oggettivo.
Luomo nei secoli ha personificato questo potere con
Dio. Oggi per abbiamo imparato a immaginarlo
come lessenza o il principio che genera tutte le cose
esistenti: la Mente Infinita o Universale.
7. Essendo infinita, la Mente Universale dispone di
illimitate risorse, ed bene rammentare che noi
siamo parte di quella Mente. Quando comprendi
davvero le risorse della mente subconscia, hai la
dimostrazione che c solo una differenza di.
grado fra la Mente Universale e la mente subconscia.
Sono diversi come il mare dalla goccia dacqua. Il
materiale lo stesso, ce solo una differenza di grado.
8. Il pensiero la sola realt. Le condizioni sono
soltanto sue manifestazioni esteriori. Se il pensiero
cambia, cambiano anche le manifestazioni. Perch
devono essere in armonia con il loro Creatore.
9. Appena fatta tua la tecnica del pensiero positivo,
prima di metterla in atto devi valutare bene la
situazione, in modo da concentrarti a dovere e non
permettere a niente e nessuno di interferire con la
tua decisione.
10. Se aspiri a una vita armoniosa, devi sviluppare
un atteggiamento mentale armonioso. Il tuo mondo
esteriore il riflesso del tuo mondo interiore.
Credenze fortificanti.
1. Scopro e comprendo la fonte universale di ogni
potere.
2. Porto lEnergia Universale nella mia vita.
3. Conosco la Legge di Attrazione e la faccio mia.
4. Io sono un canale dellEnergia Universale.
5. La Mente Universale si trova in ogni cellula del mio
corpo.
6. Le mie cellule sono guidate dalla Mente
Universale verso il meglio per me.
7. Le mie cellule sono guidate dalla mia mente
subconscia verso il meglio per me.
8. Credo nel potere invisibile che governa il mondo.
9. Il mio pensiero la sola realt.
10. Aspiro e realizzo una vita armoniosa.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Eccoci allesercizio della settimana. Devi concentrarti
sullArmonia. Mi raccomando, devi dedicare tutta la
tua attenzione con profondit tale da non percepire
altro che Armonia. Si impara facendo, ricordalo. Se ti
limiti a leggere queste parole non imparerai nulla.
Quindi: vai e metti in pratica questo esercizio.
Esercizi inediti.
Questa settimana ti concentrerai su alcune efficaci
tecniche di rilassamento. Usale in ogni occasione per
ripulire la tua mente e il tuo corpo dagli stress e
restare centrato sulla tua visione. Utilizza questi
esercizi in abbinamento o alternandoli a quello
classico.
Esercizio 1.

Concentrazione antistress.
In una qualsiasi posizione confortevole, anche seduto
su una sedia, staccati da tutto ci che hai intorno per
qualche minuto, e concentra la tua attenzione
sullinterno del corpo. Senti il movimento del respiro,
calmo e regolare.
Osserva con gli occhi della mente il centro dietro
lombelico che si espande verso la zona lombare.
Immaginalo come un triangolo giallo che si allarga.
Percepisci il movimento del diaframma che scende e
sale durante linspirazione e lespirazione, creando
un continuo massaggio interno che porta un regolare
flusso energetico al triangolo giallo, facendoli
diventare ogni volta pi luminoso.
Continua con questa concentrazione per 5 minuti.
Esercizio 2.
Concentrazione sul tuo spazio mentale.
Questa tecnica ti permette di creare il tuo spazio
mentale di serenit e positivit. Identifica un luogo o
un momento in cui sei felice. Pu essere un luogo in
cui sei stato,
un momento che hai vissuto, oppure qualcosa che ti
immagini: un luogo in cui vuoi andare, un momento
che vorresti vivere. Anche in questo caso decidi tu
liberamente cosa scegliere.
Poi chiudi gli occhi e visualizza quel luogo o quel
momento. Formati unimmagine mentale e
mantienila per circa un minuto. Se ti sembra che
limmagine ti sfugga non importa: ci che conta
che ti immagini di visualizzare quella condizione.
Cerca poi di sentire i suoni di quel luogo e di quel
momento: i suoni di natura, il vento tra gli alberi, le
onde del mare, il cinguettio di uccellini, oppure il
vociare di persone, le risate di bambini.. quello che
vuoi. Infine soffermati sulle tue emozioni mentre vivi
quel momento. Senti cosa provi e fissa nel cuore e
nella mente quel sentimento.
Quando senti che il processo completo, riapri gli
occhi.
Esercizio 3.
Concentrazione sul respiro.
Siedi nella posizione pi comoda cercando per di
mantenere il busto ben eretto. Chiudi gli occhi.
Inizia a effettuare dalle narici una respirazione
controllata, del ritmo di 1/1. Ossia rendi uguale il
tempo dellinspirazione a quello dellespirazione.
Concentrati sullinspirazione e lespirazione dalle
narici. Per attivare una migliore con-centrazione
rendila lievemente sonora.
Mentre inspiri ripeti mentalmente: Io inspiro.
Mentre espiri ripeti mentalmente: Io espiro.
Continua per circa cinque minuti in questo esercizio.
Poi allunga sia linspirazione che lespirazione,
rallentandole consapevolmente. Cerca di rallentare il
respiro, progressivamente, fino a raddoppiare il
tempo di inspirazione ed espirazione rispetto al
tempo di respiro normale.
Mentre inspiri lentamente ripeti mentalmente,
seguendo il corso del respiro: Io inspiro un lungo
respiro.

Mentre espiri lentamente ripeti mentalmente,


seguendo il corso del respiro: Io espiro un lungo
respiro.
Continua per altri dieci minuti, poi torna a un livello
di respiro normale, per altri cinque minuti. Infine
riapri gli occhi.
Questa tecnica nel complesso dura circa venti
minuti.
Piano dazione.
1. Esegui lesercizio 2 mentre sei in un luogo affollato
e stressante.
2. Esegui lesercizio 3 per tutta la settimana quando
cammini.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
15. Ripulitura di un luogo che ti stressa.
Questa settimana imparerai una splendida tecnica
per ripulire i luoghi in cui ti senti a disagio e che
emettono energia negativa. Prendi la prima
emozione negativa della tua classifica. Senza
pensarci troppo, associa questa emozione negativa a
un luogo o un ambiente legato alla tua esperienza di
vita,
Lancia ora mentalmente, come hai imparato dalla
prima settimana, una forte intenzione (conscia) di
attivare, per tutta la durata dellsercizio, lazione
integrata tra conscio, subconscio e superconscio per
ripulire tutte le emozioni negative e gli stress che ti
legano a quel luogo.
In piedi, cercando di restare il pi eretto possibile,
porta dolcemente le spalle allindietro, raddrizzando
la schiena e spingendo dolcemente le scapole e il
petto in avanti. Allunga la testa verso lalto. Se vuoi,
con gli occhi, senza forzare, guarda dolcemente in
su, verso il cielo e ogni bene, e respira. Inspira
amore, potere, splendore, vita. Fallo lentamente, in
silenzio. Lascia che linspirazione permei ogni atomo
del tuo essere e riempia il tuo Plesso Solare di gioia.
Lascia che il respiro che entra in te ti trasformi e
venga trasformato, quindi abbassa gli occhi, stendi in
fuori le tue braccia in segno di benedizione ed espira
con calma e contentezza, lentamente, ogni gioia per
tutta lumanit.
Ripeti la tecnica pi volte fino a quando non ti senti
completamente in pace con quel luogo ripulito.
Esegui la tecnica per tutte le emozioni negative della
classifica.

finestra e si possono vedere posati sul vetro in cerca


di fuga. Gli insetti si sono accorti che la pianta si
seccata e che quindi diventata inutilizzabile per il
loro sostentamento. La sola via di uscita farsi
crescere delle ali e volare via. Questo esperimento
una dimostrazione di come lonniscienza sia
ovunque, onnipresente, anche nelle creature pi
apparentemente insignificanti.
In questa lezione avanzeremo il nostro discorso sulle
leggi che dominano la nostra vita, focalizzando
lattenzione sul vantaggio che queste possono
significare per noi e su come possono rafforzarci a
seconda degli sforzi che siamo disposti a fare.
Vedremo come il modo migliore per ottenere la
felicit sia collaborare consciamente con le leggi
della natura.
I punti chiave.
1. Chi semina raccoglie: una certezza matematica.
Per ogni sforzo, riceveremo una forza pari a quella
impiegata.
2. Il pensiero deve essere pieno di amore per creare.
Lamore un effetto delle emozioni ma
fondamentale che ogni emozione sia controllata
dallintelletto. Lamore rende il pensiero vitale e
creativo, in grado quindi di riprodursi. La Legge di
Attrazione - o Legge dellAmore - porter il materiale
necessario al pensiero per crescere e maturare.
3. Se nella vita vogliamo abbondanza, dobbiamo
pensare allabbondanza. Le parole sono pensieri che
assumono una forma, ecco perch dobbiamo fare
molta attenzione a quali termini utilizziamo:
indispensabile scegliere parole armoniose e
costruttive, cos che possano produrre risultati
concreti e positivi nella realt oggettiva. Non si
scappa dalle immagini mentali, anche se sono
negative si manifestano nelle parole realizzando poi
condizioni esterne spiacevoli.
4. Pi il nostro pensiero si definisce pi la vita si
manifesta. Per questo motivo bene utilizzare
immagini chiare e limpide, pulite da ogni negativit.
5. Le parole sono un potere invisibile, sono pensieri
che si trasformano in realt oggettiva. Possono
diventare dei luoghi mentali indistruttibili o piccole
case vacillanti che franano al primo soffio di vento.
Possono dilettare vista e udito, contenere in s la
conoscenza tramandataci dalla storia o il nostro
prossimo futuro.
6. Le parole sono dei messaggi viventi e danno vita
ad attivit umane e sovrumane.
7. Esiste una Legge di Compensazione che dice: La
Settimana 15. La legge che governa la nostra
comparsa di una data quantit di energia in
vita.
qualunque luogo provoca la scomparsa della stessa
Introduzione alla settimana 15.
quantit in qualche altro luogo. Ecco: si riceve quel
La biologia ci ha mostrato che anche i parassiti delle che si d. Se decidiamo di compiere una certa azione
piante e tutti gli altri ordini minori traggono
dobbiamo assumercene ogni responsabilit. Il
vantaggio dalle leggi di natura. Un esperimento
subconscio si fida di noi e non potendo ragionare fa
svolto dal dottor Jacques Loch del Rockfeller Institute quello che gli comandiamo. Chiediamo, dunque
lo ha dimostrato.
riceviamo.
Si sistema un vaso di rose davanti a una finestra
8. Perci bene ricorrere allintuito, cos che il
chiusa, finch la pianta non si secca. Si noter che i
pensiero che nutriamo non possieda in s qualcosa di
parassiti, che in precedenza non erano dotati di ali, si negativo.
trasformano in insetti alati. In seguito volano verso la

9. Lintuito una facolt mentale con cui possiamo


inquadrare fatti e condizioni nel lungo periodo: un
telescopio umano. Grazie a esso possiamo prevedere
le difficolt o le possibilit di ogni iniziativa. Lintuito
ci allerta sugli ostacoli, dandoci lopportunit di
capire come superarli. Ci permette di fare dei
progetti, di voltarci.
nella giusta direzione, tenendoci lontani dalle strade
che portano al peggio. indispensabile per il
raggiungimento del successo. Ma serve anche per
conquistare e ottenere qualsiasi cosa in campo
mentale.
10. Lintuito un prodotto del nostro mondo interiore
e si sviluppa nel silenzio tramite la concentrazione.
Credenze fortificanti.
1. Semino il meglio, raccolgo il meglio.
2. Il mio pensiero sempre pieno di amore.
3. Penso sempre e solo allabbondanza. Realizzo
sempre e solo abbondanza.
4. Scelgo e pronuncio sempre parole armoniose e
costruttive.
5. Utilizzo sempre immagini chiare e limpide, pulite
da ogni negativit.
6. Le mie parole sono dei messaggi viventi.
7. So che si riceve solo ci che si d. Perci do molto
e ricevo molto.
8. Sviluppo il mio intuito.
9. Riconosco i messaggi che provengono dal mio
intuito.
10. Mi fido del mio intuito.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Questa settimana devi concentrarti sullintuito.
Mettiti in posizione e pensa. La conoscenza non si
mette in pratica da sola, concentrati su questo,
pensa attentamente al fatto che le nostre azioni non
sono governate dallesperienza ma dalle abitudini. Il
solo modo per mettere in pratica la conoscenza
uno sforzo consapevole e deciso. Concentrati sul
fatto che la conoscenza, se inutilizzata, abbandona la
mente e che il valore del tuo ideale lapplicazione
del principio. Insisti e ripeti questi concetti. Imparerai
ad applicare questo principio al tuo problema
specifico.
Esercizi inediti.
Questa settimana eseguirai un solo esercizio, che ti
insegna a lavorare sulla ricezione, la non aspettativa
e il superamento degli stress. Utilizza questo
esercizio in abbinamento o alternandolo a quello
classico.
Esercizio 1.
Stato di ricezione.
Questa tecnica ti pone in uno stato di ricezione: il tuo
sistema allineato e questa tecnica ti aiuta a
riconnetterti ogni volta con il tuo obiettivo, a
integrarti con esso. perci utilissima anche quando
hai dei momenti di scoraggiamento, sfiducia o
cedimento rispetto al raggiungimento del tuo
obiettivo.

Siediti o resta seduto comodamente e chiudi gli


occhi.
Individua mentalmente o ripetendolo a voce alta,
indifferente, il tuo obiettivo. Ipotiz-ziamo come
esempio che il tuo obiettivo sia guadagnare un
milione di euro. Individua mentalmente il milione di
euro (in qualunque forma: denaro, conto bancario,
etc.) e poi ripetiti mentalmente o a voce alta: Sono
nello stato di ricezione.
Inspira ed espira lentamente e cerca di mantenere la
mente concentrata sul tuo obiettivo e di sentire il tuo
obiettivo che si avvicina a te, che tra te e il tuo
obiettivo si sta attivando una profonda connessione.
Resta concentrato su questo respirando
normalmente e lasciando che i pensieri scivolino via.
Anche se la mente si distrae non preoccuparti,
appena hai la capacit ritorna a posare la tua
attenzione sul tuo obiettivo con calma e lassoluta
certezza che il processo sta realizzandosi anche se
allapparenza sei distratto.
Porta ora gli indici sul vertice della testa.
Cerca di sentire lenergia della tua connessione con il
tuo obiettivo, e lo stato di ricezione dellenergia del
tuo obiettivo, che entra dalle tue dita.
Semplicemente, continua a restare centrato sul tuo
obiettivo mantenendo questa posizione. Puoi sentire
diverse sensazioni oppure niente, non importa,
mantieni questa posizione fino a quando non senti
che il processo completo. Anche se togli le dita solo
perch ti senti stanco o annoiato in quella posizione,
okay.
Porta ora gli indici al centro della fronte e mantienili
in quella posizione fino a quando non percepisci un
altro cambiamento.
Cerca di sentire lenergia della tua connessione con il
tuo obiettivo, e lo stato di ricezione dellenergia del
tuo obiettivo, che entra dalle tue dita.
Semplicemente, continua a restare centrato sul tuo
obiettivo mantenendo questa posizione. Puoi sentire
diverse sensazioni oppure niente, non importa,
mantieni questa posizione fino a quando non senti
che il processo completo. Anche se togli le dita solo
perch ti senti stanco o annoiato in quella posizione,
okay.
Porta ora gli indici pi o meno a met strada tra
lombelico e lestremit inferiore dello sterno.
Esercita una leggera pressione in questo punto e
resta in stato ancora di ricezione.
Cerca di sentire lenergia della tua connessione con il
tuo obiettivo, e lo stato di ricezione dellenergia del
tuo obiettivo, che entra dalle tue dita.
Semplicemente, continua a restare centrato sul tuo
obiettivo mantenendo questa posizione. Puoi sentire
diverse sensazioni oppure niente, non importa,
mantieni questa posizione fino a quando non senti
che il processo completo. Anche se togli le dita solo
perch ti senti stanco o annoiato in quella posizione,
okay.
Quando senti che il processo completo, riapri gli
occhi.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
16. Stato di ricezione.

Prendi la classifica che hai stilato dalla quarta


colonna, Che cosa voglio. Prendi il primo obiettivo
della tua classifica ed esegui su di esso lesercizio
dello stato di ricezione. Hai fatto il VAK al futuro, hai
eseguito la tecnica di trasformazione della realt, poi
quello della scelta della realt, ripulendo il tuo
obiettivo (i tuoi obiettivi) da ogni stress. Ora con
questa tecnica ti poni in collegamento con luniverso
e attivi il sistema conscio- superconscio-subconscio
per avere la massima fiducia nel processo di
ricezione.

riuscito a chiudere gli occhi e visualizzare le rotaie? E


i treni in corsa? Ha anche sentito il fischio della
locomotiva? La sua mente arrivata con
limmaginazione fino a tanto?. S. In modo
dettagliato?. In modo dettagliato..
3. Ecco la legge di causa ed effetto. Il pensiero ha
preceduto e determinato lazione. La tua saggezza
consiste nel capire questo fatto sorprendente: niente
dato per caso, ogni esperienza umana
conseguenza di una concatenazione ordinata e
armonica.
4. La persona di successo una persona idealista
che cerca di superare se stessa, un traguardo dopo
laltro. Alla base della nostra vita ci sono stati
danimo nei quali si sono cristallizzate sottilissime
Settimana 16. Aumentando la comprensione
forze del pensiero.
spirituale.
5. Il pensiero la materia di cui ci serviamo per
Introduzione alla settimana 16.
costruire le immagini della nostra concezione vitale.
Le attivit delluniverso sono soggette a una legge di Nellusarlo determiniamo la sua esistenza.
periodicit: nasciamo, cresciamo, ci riproduciamo e
Chiaramente la condizione necessaria per il
poi invecchiamo. Queste fasi sono governate dalla
compimento del nostro scopo sapere come usare il
Legge del Sette. Si tratta di una legge che scandisce pensiero correttamente.
i giorni della settimana, le fasi lunari, le armonie del
6. Il controllo sul pensiero equivale al controllo sulle
suono, della luce, del calore, del magnetismo,
condizioni, il destino, le circostanze. Come si
dellelettricit e della struttura dellatomo. Governa
controlla il pensiero? Che metodo utilizzare? Pensare.
la vita di nazioni intere e influenza il mondo del
Pensare creare pensiero. Certo, il risultato finale
commercio. La vita crescita, ogni periodo di sette
dipende dalla sua qualit.
anni ci introduce a un nuovo ciclo. I primi sette anni
7. La forma del pensiero influenzata dal tipo di
sono la nostra puerizia, i successivi la nostra
immagini che visualizziamo. Dipende dalla loro
infanzia, che prevede linizio di una responsabilit
chiarezza, dalla forza di quelle immagini. Dipende
individuale. Poi c il ciclo delladolescenza, mentre il dalla loro sostanza, che proviene a sua volta dalla
quarto il raggiungimento della maturit. Il quinto materia di cui fatta la mente. Se la materia
il periodo in cui si mette su famiglia, una casa, una
costellata di pensieri di forza, energia e coraggio, il
propriet. Dai trentacinque ai quarantadue anni la
pensiero avr tutte queste qualit.
volta di un cambiamento che al ciclo successivo
8. La forza creatrice di un pensiero dipende dal
diverr ricostruzione, che prepara lessere umano a
sentimento di cui intriso. Se costruttivo, anche
un altro arco di sette anni. In tanti credono che il
vitale e quindi pu espandersi, svilupparsi, crescere.
mondo oggi si trovi al termine del suo sesto ciclo,
Se .
che il settimo sia alle porte. Il settimo rappresenta la distruttivo, non pu portare che disarmonia, malattia,
ricostruzione, lassestamento. Spesso ci si rivolge a
infermit. Questo aspetto negativo, il cosiddetto
questo ciclo col nome di millennio.
Male, molti lo attribuiscono allEssere Supremo,
Se le cose sembrano non andare per il verso giusto,
quando invece tutto dipende dal proprio modo di
puoi applicare il metodo illustrato in queste lezioni
pensare. Non n male n bene. Semplicemente, .
con la certezza che la legge superiore controlla
La capacit umana di vedere le differenze semmai
anche tutte le altre leggi e che, grazie alla sua
la capacit di manifestare il bene o il male.
comprensione, puoi trasformare qualsiasi ostacolo in 9. Non si tratta di entit vere e proprie - il bene da un
una benedizione.
lato e il male dallaltro - ma sono due parole con cui
I punti chiave.
noi indichiamo le nostre azioni. Azioni che sono
1. Non si deve compiere lerrore di confondere il fine conseguenze dei nostri pensieri. Se pensiamo con
con i mezzi. Bisogna prefissarsi un ideale, i mezzi per positivit e armonia, manifestiamo il bene, se
portarlo avanti arriveranno.
pensiamo con negativit, manifestiamo il male.
2. Il pensiero creativo perch glielo permette il
10. Se lambiente in cui vivi non ti piace e vuoi
potere spirituale. Il potere creatore comprende tre
cambiarlo, non devi che fissare lideale nella tua
fasi: idealizzazione, visualizzazione e
mente fino a quando la visione non diventa oggettiva
materializzazione. In un articolo delYEverybodys
realt. Non pensare a specifici luoghi o persone, non
Magazine, il milionario Henry Morrison Flagler ha
sono valori assoluti. Lambiente di per s contiene
definito il segreto del successo la capacit di vedere luoghi precisi, quanto alle persone, arriveranno a
una cosa nella sua totalit. Il seguente stralcio di un tempo debito.
suo dialogo con un giornalista ti mostrer la sua
Credenze fortificanti.
capacit di idealizzazione, visualizzazione e
1. Mi prefiggo il mio ideale, sono certo che i mezzi
materializzazione. riuscito sul serio a immaginare arriveranno.
il futuro progetto nella sua interezza? Dico, davvero

2. Creo le mie visualizzazioni in modo sempre pi


dettagliato.
3. Creo sempre immagini dettagliate e perfette.
4. Supero sempre me stesso, un traguardo dopo
laltro.
5. Uso sempre il mio pensiero correttamente.
6. Controllando il mio pensiero, controllo le mie
condizioni, le mie circostanze, il mio destino.
7. Ho sempre e solo pensieri di forza, energia e
coraggio.
8. Il male in me non esiste, esiste solo il Bene.
9. Penso sempre e solo al Bene, perci manifesto
sempre e solo Bene.
10. Fisso lideale nella mia mente fino a quando la
visione non diventa oggettiva realt.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Veniamo allesercizio di questa settimana.
Concentrati sul fatto che la felicit uno stato di
coscienza e non dipende dal possesso di beni
materiali. Ogni cosa il risultato di uno stato
mentale positivo. Se aspiri al possesso materiale il
solo strumento che ti serve uno stato mentale
disposto a fornirtelo. Per ottenere quello stato
mentale, devi conoscere la tua natura spirituale, devi
essere consapevole dellunit fra te e la Mente
Universale. Questa consapevolezza render possibile
ogni desiderio possibile. il pensiero corretto o
scientifico. Appena raggiungi questo atteggiamento
mentale, sei gi a buon punto del tuo percorso. Non
sar difficile concepire lideale come un fatto gi
compiuto. La verit ci rende liberi da qualsiasi
limitazione.
Esercizi inediti.
Negli esercizi che ti proponiamo questa settimana
continui a lavorare sul rilassamento (e quindi sulla
fiducia nel processo che hai attivato) e sulla
ricezione, la non aspettativa e il superamento degli
stress. Utilizza questi esercizi in abbinamento o
alternandoli a quello classico.
Esercizio 1.
Concentrazione del respiro profondo.
Chiudi gli occhi. Respira in maniera normale per circa
trenta secondi.
Ora fai in modo di rendere pi controllato il respiro.
Concentrati sullinspirazione e sullespirazione,
sentila risuonare dolcemente. Continua per circa un
minuto.
Fai ora una piccola pausa dopo linspirazione,
trattenendo dolcemente laria. Poi dopo lespirazione
fai unaltra piccola pausa, mantenendo il tuo corpo
vuoto. Mantieni questo ritmo del respiro:
inspirazione, ritenzione, espirazione, sospensione,
continua per circa trenta secondi.
Ora concentrati sul tuo diaframma. Visualizzalo come
unampia zona dietro il tuo ombelico. Metti una mano
su quella zona. Respira soltanto dal diaframma:
sentilo riempirsi con linspirazione, trattieni il respiro
dentro il diaframma con la ritenzione, svuotalo
dolcemente con lespirazione e mantienilo vuoto per

qualche secondo con la sospensione. Linspirazione e


lespirazione diventano sempre pi lente e quiete,
continua per circa trenta secondi.
Ora concentrati sul tuo torace. Inspirando lo riempi,
con la ritenzione lo mantieni aperto, con
lespirazione lo svuoti e con la sospensione lo
mantieni vuoto, continua per circa trenta secondi.
Ora concentrati sulle clavicole. Inspirando le alzi, con
la ritenzione le mantieni alte, con lespirazione le
abbassi e con la sospensione le mantieni basse,
continua per circa trenta secondi.
Ora compi tutto il ciclo del respiro. Con linspirazione
riempi il drafamma, poi espandi il torace, alzi le
clavicole, con la sospensione tieni aperto al massimo
la tua capacit respiratoria, con lespirazione abbassi
le clavicole, svuoti la gabbia toracica e poi il.
diaframma, e con la sospensione tieni vuoto il corpo
per qualche secondo. Continua con lesercizio della
massima espansione e profondit del respiro per
cinque minuti. Ora torna a respirare normalmente e
quando senti che il processo completo apri gli
occhi.
Esercizio 2.
La ricchezza in viaggio.
Questa una tecnica utilissima da eseguire ogni
volta che vuoi sentire e percepire che il tuo obiettivo
si sta avvicinando a te. Utilissima perci per toglierti
a livello subconscio qualsiasi dubbio sul successo
della tua impresa. una tecnica un po pi articolata
delle precedenti e molto, molto potente. Vivila come
un viaggio, come lesperienza del viaggio di
creazione della ricchezza. Ricorda sempre che
quando attivi il processo conscio-supercon- sciosubconscio inneschi meccanismi che sfuggono a
qualsiasi logica e a qualsiasi possibilit di
comprensione conscia. Questa tecnica di aiuta a
lasciare andare ogni resistenza e ad affidarti
incondizionatamente alluniverso.
Visualizza (o immagina di visualizzare) il tuo
obiettivo. Attiva mentalmente una con-nessione con
quelloggetto.
Per prima cosa visualizza la X che hai visualizzato
durante la tecnica di integrazione emisferica che
esce dalla tua fronte e si dirige verso lobiettivo (per
esempio il milione di euro, il tuo nuovo lavoro,
lazienda che vuoi creare..) per andarlo a colpire.
Allo stesso tempo immagina che dal tuo obiettivo
parta unaltra X. Immagina che le due X si incontrino
e si attraversino.
Diventa a questo punto la X che sta andando verso
loggetto. Sei tu la X. Vedi lobiettivo avvicinarsi
sempre di pi perch tu stai avvicinandoti
allobiettivo. Avvicinati sempre di pi fino a entrare
dentro lobiettivo a irradiarti dentro di lui.
Concentrati sulla parte del tuo corpo dove percepisci,
dove senti emozionalmente, il tuo obiettivo.
A questo punto diventa il tuo obiettivo. Nella tua
mente immagina di aprire gli occhi e di essere
quellobiettivo. Vedi te stesso in lontananza. Inizia a
muoverti verso di te, ad avvicinarti (tu sei diventato
il tuo obiettivo) a te stesso. Resta in ascolto del tuo

movimento. Senti il punto del tuo corpo dove senti te


stesso.
Unisci a pugno le due mani con le punte dei pollici
che si toccano. Portale nel punto del tuo corpo dove
senti lemozione del tuo obiettivo. Tenendo uniti i
pugni, punta i pollici su quella zona. Mantieni questa
posizione fino a quando non senti un cambia.
mento di qualunque tipo: pu essere mentale, fisico,
emozionale, possono essere immagini che ti passano
davanti agli occhi, sensazioni particolari, formicolii,
sbadigli, etc. Oppure pu sembrare che non accada
niente e, semplicemente, dopo un po, ti stanchi di
tenere quella posizione. Va bene anche cos.
Posiziona ora le punte dei pollici, con i pugni sempre
uniti, al centro della fronte e mantieni questa
posizione fino a quando non senti un secondo
cambiamento. Posiziona ora le punte dei pollici, con i
pugni sempre uniti, sulla punta della testa, in alto,
fino a quando non senti un nuovo cambiamento.
Mantieni gli occhi chiusi e unisci le punte delle dita
delle due mani come nella tecnica di integrazione
emisferica.
Ricorda che tu sei sempre il tuo obiettivo e ti stai
avvicinando a te stesso.
Visualizza la X che esce dal centro della tua fronte e
si dirige verso te stesso per colpirti. Allo stesso
tempo dal te stesso che stai visualizzando di fronte a
te in terza persona parte unaltra X. Visualizza
nuovamente le due X che si incontrano e si
attraversano. Diventa a questo punto la X che sta
andando verso te stesso. Sei tu la X. Vedi te stesso
avvicinarsi sempre di pi perch tu stai avvicinandoti
a te stesso. Avvicinati sempre di pi fino a entrare
dentro te stesso e a irradiarti dentro di te.
Senti lemozione nel tuo corpo.
Unisci a pugno le due mani con le punte dei pollici
che si toccano.
Portale nel punto del tuo corpo dove senti la
sensazione che genera la visualizzazione. Tenendo
uniti i pugni, punta i pollici su quella zona. Mantieni
questa posizione fino a quando non senti un
cambiamento di qualunque tipo.
Posiziona ora le punte dei pollici, con i pugni sempre
uniti, al centro della fronte e mantieni questa
posizione fino a quando non senti un secondo
cambiamento.
Posiziona ora le punte dei pollici, con i pugni sempre
uniti, sulla punta della testa, in alto, fino a quando
non senti un nuovo cambiamento.
Mantieni gli occhi chiusi e unisci le punte delle dita
delle due mani come nella tecnica di integrazione
emisferica. Resta in questa posizione in fino a
quando non senti che il processo completo.
Continua a restare in questa posizione ringraziando il
tuo obiettivo che sta arrivando a te e che gi tuo.
Infine apri gli occhi.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
17. La ricchezza in viaggio.
Prendi la classifica che hai stilato dalla quarta
colonna, Che cosa voglio. Prendi il primo obiettivo
della tua classifica ed esegui su di esso lesercizio
della ricchezza in viaggio. Hai fatto il VAK al futuro,

hai eseguito la tecnica di trasformazione della realt,


poi quello della scelta della realt, ripulendo il tuo
obiettivo (i tuoi obiettivi) da ogni stress. Con lo stato
di ricezione ti poni in connessione costante con il tuo
obiettivo e con il processo di attivazione e attuazione
della Legge di Attrazione. Ora con questa tecnica ti
poni costantemente nellazione del processo di
realizzazione, partecipando mentalmente e
spiritualmente allo svolgersi dellazione delluniverso.

Settimana 17. Simboli e realt.


Introduzione alla settimana 17.
Il genere di credenza religiosa indica la condizione
culturale del fedele. Chiedi di Dio a un pellerossa e
lui ti indicher il capotrib. Chiedi a un pagano, e ti
indicher il fuoco, lacqua e cos via. Domanda a un
israelita e ti parler del Dio di Mos, dei suoi metodi
coercitivi e severi da cui nacquero i Dieci
Comandamenti. O ti indicher il Dio di Giosu, che
port il suo popolo a battersi, il che condusse a
prigionieri, morte e saccheggi.
Quante statue sono state erette per rappresentare
gli di, quanti idoli ricoperti doro sono stati adorati,
eppure gli individui pi svegli tra la massa hanno
sempre saputo che si trattava di esteriorit, oggetti
su cui i fedeli proiettavano la propria capacit interna
di manifestare i desideri.
Oggi adoriamo un Dio dellAmore. In realt non ci
limitiamo a questo e, come allora, ci costruiamo
nuovi idoli: si chiamano Ricchezza, Costume, Moda,
Convenzioni, Potere. Subiamo il loro fascino e
passiamo il tempo ad adorarli. Ci concentriamo su di
loro e li esteriorizziamo. Il lettore che bene imparer
la diciassettesima lezione non confonder i simboli
con la realt. Sapr distinguere le cause dagli effetti.
E concentrarsi sulla realt della vita: di conseguenza,
i risultati non lo deluderanno mai.
I punti chiave.
1. ssere umano ha il dominio su tutte le cose.
Questo controllo si stabilisce attraverso la Mente. Il
pensiero gestisce ogni singolo principio che gli
sottoposto. Il pi elevato fra i princpi, quello cio che
primeggia per la sua essenza e la sua qualit,
determina le caratteristiche di ogni cosa che
incontra. Non esistono vibrazioni pi potenti di quelle
dellenergia mentale. Il potere fisico insignificante
se paragonato alla forza mentale.
2. La concentrazione continua un flusso di pensiero
incessante che si ottiene con un sistema
perseverante, paziente e ben disciplinato. C troppa
confusione attorno al concetto di concentrazione.
Molti la associano a unidea di sforzo o di fatica,
quando lesatto contrario. Il grande attore si
dimentica di stare interpretando il suo personaggio,
si identifica a tal punto che strabilia il pubblico e lo
convince. Ecco cose la concentrazione. Devi calarti
nei tuoi pensieri e non essere pi consapevole di
altro. Una concentrazione cos intensa conduce
allimmediata intuizione delloggetto su cui ci si

focalizza. La conoscenza scaturisce da una simile


concentrazione. Solo cos si sono scoperti i misteri
del Cielo e della Terra, in tal modo la mente diviene
un grande magnete e il desiderio di conoscere attrae
la conoscenza. Tutte le scoperte sono figlie della
concentrazione unita al desiderio; il desiderio
dotato di una forza straordinaria, insieme carpiscono
qualsiasi segreto al mondo naturale.
3. Grazie alla concentrazione la mente subconscia si
pu risvegliare e mettere in moto, e noi possiamo
piegarla al nostro volere. La concentrazione
permette un controllo dellessere fisico, psichico e
mentale.
4. C un solo ostacolo al successo: la debolezza. Ma
la debolezza si vince con la pratica. Lesercizio
graduale fortifica e d sicurezza.
5. La mente riesce meglio a elevarsi quando realizza
grandi pensieri e sperimenta grandi emozioni.
6. Un solo istante di concentrazione e desiderio
intensi sanno portarti pi lontano di un lungo periodo
di fatiche e sofferenze. Sono in grado di distruggere
le grate di una prigione di impotenza, scetticismo,
autocommiserazione e possono portarti dritto alla
vittoria. Con la continuit dellimpegno mentale si
sviluppa lo spirito di iniziativa. Nel mondo degli affari
si premia la capacit di concentrazione, e si stimola
un carattere determinato. Nelle imprese commerciali
domina il desiderio e lelemento mentale di
primaria importanza. Ogni relazione commerciale
unesternazione del desiderio.
7. Noi esseri umani siamo delle dinamo, e in quanto
tali da soli non sappiamo metterci in moto.
Necessitiamo della mente per poter concentrare
lenergia con costanza ed efficienza, perch la mente
un motore dai poteri inimmaginabili e il pensiero un
potere onnifunzionante. Lnergia fisica nulla se
paragonata allonnipotenza del pensiero, perch dal
pensiero dipendono tutti gli altri poteri naturali e da
esso derivano tutte le forme e gli eventi visibili. La
vibrazione il fenomeno attraverso cui agisce il
pensiero, lei che attira il materiale esterno
necessario a costruire ed edificare.
8. Quanto al potere del pensiero, non ha niente di
misterioso: la concentrazione permette alla
coscienza di focalizzarsi a un livello tale da farla
identificare con loggetto. Come il cibo che una volta
mangiato viene assimilato dal corpo, cos la mente
assimila loggetto della sua attenzione, donandogli
vita. Se ti focalizzi su un tema importante, il tuo
potere intuitivo si attiver e ti giunger un aiuto
sotto forma di informazione che ti porter al
successo.
9. Lintuito non ha bisogno dellesperienza o della
memoria per giungere alle sue conclusioni. Spesso
risolve problemi al di l del potere di ragionamento
ed cos rapido da stupirci. Rivela in maniera
talmente diretta la verit che cerchiamo, da
sembrare frutto di un potere superiore. Lintuito si
pu ampliare e accrescere ma prima va saputo
riconoscere: come un ospite, se lo si accoglie col
sorriso torner volentieri, altrimenti non si far pi
vedere.

10. col silenzio che arriva lintuito. Le persone con


grande capacit riflessiva cercano sempre la
solitudine perch la condizione migliore per
elaborare i problemi della vita. Stessa ragione per cui
un uomo daffari ha generalmente il suo ufficio
privato in cui non essere disturbato. Se non ti puoi
permettere un tuo ufficio, puoi senzaltro trovare un
luogo dove nessuno possa disturbarti per qualche
minuto al giorno, cos da allenare il tuo pensiero.
Credenze fortificanti.
1. Attraverso la mia mente ho il dominio su tutte le
cose.
2. La mia concentrazione continua, paziente e ben
disciplinata.
3. Con la concentrazione risveglio la mia mente
subconscia e realizzo i miei desideri.
4. Con la concentrazione controllo il mio essere
fisico, psichico e mentale.
5. Elimino ogni debolezza dalla mia mente.
6. Realizzo grandi pensieri e sperimento grandi
emozioni.
7. Il mio pensiero attiva vibrazioni sempre pi
armoniose e costruttive.
8. Credo e ho fede nel mio potere intuitivo.
9. Coltivo ogni giorno lintuito.
10. Entro nel silenzio e ascolto lintuito.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Adesso faremo un esercizio cercando di non
associare alla nostra intenzione alcuno sforzo
cosciente. Rilassati come le altre volte, ignora i
pensieri ansiosi sullobiettivo da raggiungere. Lascia
pure che il pensiero si soffermi sul tuo oggetto
desiderato fino a quando non si identifichi totalmente
con questo, sino a quando non sarai cosciente di
nientaltro. Concentrati sul coraggio per eliminare la
paura. Concentrati sullabbondanza per eliminare la
carenza. Concentrati sulla salute per eliminare la
malattia. Concentrati sempre sullideale come fosse
gi realt. il principio vitale che va avanti e innesca
le cause che dirigono la relazione necessaria, che
alla fine si manifester nella forma esteriore.
Esercizi inediti.
Negli esercizi che ti proponiamo questa settimana
continui a lavorare sul rilassamento e quindi sulla
fiducia nel processo che hai attivato, sullauto
controllo e sul superamento degli stress. Utilizza
questi esercizi in abbinamento o alternandoli a quello
classico.
Esercizio 1.
Respirazione controllata.
In questo esercizio, sia linspirazione che
lespirazione vanno eseguite esclusivamente con le
narici.
Siediti, con il busto eretto, il torace ben aperto e le
spalle rilassate, e attiva una respirazione abbastanza
profonda, iniziando con una lenta e completa
espirazione.
Concentra la mente (chiudendo, se necessario, gli
occhi, anche se preferibile tenere le palpebre

leggermente dischiuse) sul ritmo del respiro, che


deve avere la stessa durata sia per linspirazione che
per lespirazione. Per aiutare la concentrazione puoi
rendere il respiro pi rumoroso, chiudendo
leggermente la gola.
Lascia assorbire la mente dal sibilo prodotto dal
respiro, che continua a essere lento, e cerca di
mantenere lo sguardo fermo; in questo modo
comincerai a fermare anche il processo di pensiero.
Resta concentrato sul respiro e sul processo di
acquietamento del pensiero. Se pensieri o immagini
cominciano a inseguirsi e a concatenarsi, non
cercare di fermarli n di seguirli: semplicemente
lasciali andare, scorrere. Abbandonali.
Continua in questo esercizio per il tempo che ti
sembra necessario (anche solo per pochi minuti), e
cerca di ripeterlo spesso nellarco della settimana. Ti
accorgerai che, perseverando nella pratica, acquisirai
sempre maggiore controllo del respiro e della mente.
Esercizio 2.
Concentrazione sul respiro mentre cammini.
Cammina a passi lenti e senza fretta, in un luogo
allaperto, respirando normalmente. Cerca di
misurare la durata del tuo respiro, sia
dellespirazione che dellinspirazione. Conta quanti
passi dura nel complesso lazione completa di un
respiro, una inspirazione e una espirazione. Continua
in questo esercizio per 5 minuti.
Comincia poi ad allungare il tempo dellespirazione di
un passo. Soltanto dellespirazione. Se la tua
inspirazione dura per esempio 5 passi e la tua
espirazione 5 passi, la tua inspirazione ora dura 5
passi e la tua espirazione 6 passi. Continua in questo
esercizio per altri 5 minuti, restando concentrato sul
respiro e sui tuoi passi.
Poi prolunga lespirazione di un altro passo,
mantenendo linspirazione sempre della stessa
lunghezza iniziale. Nel nostro esempio: la tua
inspirazione dura 5 passi mentre la tua espirazione
dura 7 passi.
Dopo altri 5 minuti, riprendi a respirare
normalmente.
Dopo circa 5 minuti di respiro normale, ricomincia a
prolungare i respiri, questa volta allungando anche
linspirazione di un passo. Se la tua inspirazione dura
5 passi e la tua espirazione 5 passi, la tua
inspirazione ora dura 6 passi e la tua espirazione 6
passi. Continua in questo esercizio per altri 5 minuti,
restando concentrato sul respiro e sui tuoi passi.
Poi prolunga lespirazione di un altro passo,
mantenendo linspirazione sempre della stessa
lunghezza iniziale. Nel nostro esempio: la tua
inspirazione dura 5 passi mentre la tua espirazione
dura 7 passi.
Non appena avverti anche la minima stanchezza,
torna alla respirazione normale. Allungare il respiro
non deve risultare faticoso ma tranquillo, naturale e
rilassato. Cerca, giorno dopo giorno, di prolungare
lesercizio di allungamento dellespirazione e
dellinspirazione a tuo piacimento, migliorando
continuamente nella durata del tuo calmo respiro
rispetto al tuo passo.

Esercizio 3.
Affermazione del controllo su te stesso.
Siedi nella posizione pi comoda oppure sdraiati.
Puoi tenere gli occhi chiusi o aperti. Ripeti a voce alta
la seguente frase:.
IO sto affermando il controllo sul Vero Me Stesso.
Ripeti queste parole in modo sincero e positivo
nellarco della giornata, almeno una volta ogni ora e
soprattutto quando ti trovi di fronte a situazioni di
difficolt, di dubbio o esitazione. Ripetile pi volte
anche prima di addormentarti. Ripetile sempre in
sessioni da tre: una prima volta mentalmente,
cercando di visualizzarle mentre le ripeti; una
seconda volta a voce alta, concentrandoti sul suono
di ogni parola; una terza volta ancora mentalmente,
cercando di percepire il loro significato profondo
dentro di te.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
18. La Terapia del Risentimento.
Con questa potente tecnica andrai ancora di pi a
ripulire te stesso da ogni stresso ed elemento
negativo. In questo caso legato a specifiche persone.
Utilizza lesercizio che andrai a svolgere come
prototipo. Puoi cio applicarlo a ogni stress, senso di
risentimento, rabbia, invidia o altro che provi verso le
persone.
Prendi la prima emozione negativa della tua
classifica. Senza pensarci troppo scrivi qual la
prima persona che ti viene in mente che ti comunica
quellmozione.
Esegui poi su quella persona il seguente esercizio di
Terapia del Risentimento.
Siediti tranquillamente e ripeti mentalmente questa
affermazione: Qualsiasi cosa mi sia successa, non
importa quanto cattiva o quanto triste, a livello
conscio e a livello subconscio ora passata.
Pertanto, sono libero e cancello definitivamente
qualunque sentimento negativo che trattengo nei
confronti di [nome della persona]. Assolutamente
nessun sentimento negativo resta in me. Perci
pienamente e liberamente io adesso perdono [nome
della persona] .
Ripeti mentalmente la stessa affermazione nei
confronti di ogni persona contenuta nella tua
classifica. Fallo con una forte intenzione, e cercando
di visualizzare quella persona mentre ripeti
laffermazione. Ripeti laffermazione nei confronti di
quella persona fino a quando non senti dentro di te
un cambiamento, fino a quando non senti di essere
in pace con lei.
Note.
1. saggio non spendere pi di dieci o quindici
minuti al giorno in questo esercizio di ripulitura dalle
memorie subconscie del risentimento. Inizia con i
nomi che sono in cima alla tua lista, poi prosegui il
giorno dopo, e il giorno dopo ancora, fino a quando
non arrivi alla fine della classifica.
2. Probabilmente ti accorgerai che alcuni dei nomi
che hai elencato, in particolare quelli che ti hanno
pi tormentato, spesso ti sono tornati in mente nel
corso degli anni. Possono continuare a farlo anche
dopo che tu hai perdonato quelle persone con la

Terapia del Risentimento. Se accade, ogni volta che


accade, limitati ad affermare, con la forte intenzione
di realizzare la pace definitiva: Dio ti benedica. Pu
accadere che nei confronti di alcune persone tu
debba ripeterlo spesso, perch il tuo subconscio non
vuole rinunciare a una memoria verso cui ha provato
sentimenti profondi. Insisti nella benedizione fino a
quando il tuo subconscio non sar completamente
ripulito da quella memoria. In un tempo
incredibilmente breve - una questione di giorni, di
solito - sarai completamente libero dai vecchi rancori
e risentimenti.
Piano dazione.
Fai una lista di tutte le persone verso cui hai provato
o provi risentimento, da cui sei stato ferito o con cui
sei arrabbiato, partendo dal presente e procedendo
indietro fino a quando la memoria ti conduce. Se lo
farai correttamente, ti accorgerai di risalire fino ai
primissimi anni della tua infanzia. Applica poi per
ogni persona la Terapia del Risentimento.
Note.
La reazione pi comune : Davvero, io non provo
risentimento verso nessuno. Se hai questa reazione,
ignorala, perch non vera. Pensaci su per un po,
poi prendi una matita e un block notes, e inizia a
scrivere i nomi. Prenditi tutto il tempo di cui hai
bisogno. Possono servire anche una settimana o due
per completare la lista, una volta che hai trovato il
filo dellaggrovigliata matassa delle memorie del tuo
subconscio. Dopo aver visto centinaia di queste liste
compilate, posso dire che una lista media arriva a
circa duecento nomi.

Settimana 18. La Legge di Attrazione.


Introduzione alla settimana 18.
Per poter crescere dobbiamo ottenere il necessario
per la nostra crescita, e ci pu avvenire tramite la
Legge di Attrazione. La Legge di Attrazione il
principio che distingue lindividuale dallUniversale.
Pensa cosa sarebbe un uomo se non fosse un padre,
un fratello, se fosse disinteressato alla sfera sociale,
economica, religiosa o politica. Un ego astratto e
teorico, nientaltro. Capisci dunque che una persona
esiste solo se si relaziona con gli altri. La relazione
col prossimo il suo ambiente naturale e non
potrebbe essere diversamente.
Lindividuo non altro che la differenziazione di una
sola e unica Mente Universale che illumina ogni
uomo. Lindividualit di una persona riassume il
modo in cui questa si relaziona agli altri. Lambiente,
cio il relazionarsi col prossimo, governato dalla
Legge di Attrazione. E ora ti dar qualche
informazione in pi sullargomento.
I punti chiave.
1. Il pensiero del mondo sta cambiando. Si tratta di
un cambiamento che silenziosamente si insedia fra
di noi e la sua importanza supera ogni altro
mutamento fin dalla caduta del paganesimo. Questa

rivoluzione in atto agisce su tutti i livelli sociali ed


senza precedenti.
2. Una civilt nuova sta venendo alla luce.
Tramontano vecchie dottrine per fare posto a fede,
servizio e visione. Le scorie di quelle tradizioni si
stanno finalmente allontanando, si deteriora il
materialismo e il pensiero prende il volo, mentre la
verit si fa sempre pi spazio tra la gente. lalba di
una nuova coscienza, di un potere nuovo e di una
nuova manifestazione del nostro s interiore.
3. La fisica sa che la materia si divide in molecole,
queste in atomi e gli atomi in energia. J. A. Fleming
ha detto: Lenergia, nella sua essenza, pu essere
per noi incomprensibile ma lampante che sia la
dimostrazione del diretto funzionamento della Mente
o Volont. Si tratta della mente insita sia nella
materia che nello spirito. E lo spirito dona energia e
riluce in tutto luniverso.
4. Questa Intelligenza raggiunge ogni forma di vita;
la differenza fra una persona e unaltra si pu
leggere in base al livello di manifestazione di questa
intelligenza. grazie a essa che gli animali si trovano
su un gradino esistenziale pi elevato rispetto ai
vegetali, e cos luomo al di sopra degli altri animali.
Lintelligenza maggiormente sviluppata laddove il
singolo individuo riesce a dominare le proprie azioni,
cos da adattarsi consapevolmente al suo ambiente.
5. Questo largomento di cui oggi si occupano le
grandi menti, focalizzare cio lordine esistente nella
Mente Universale. Noi obbediamo a lei tanto quanto
lei obbedisce a noi. Individuare questa Intelligenza
Universale vuol dire anche saper individuare il nostro
s interiore, per poter poi controllare le forme di
intelligenza che ancora non hanno raggiunto la
propria auto-individuazione. Queste non sanno che
flntelligenza Universale in ogni cosa ed pronta ad
agire, non sanno che essa risolve qualunque
richiesta. Ignorando tutte queste cose, sono
prigioniere della legge del loro essere.
6. Il pensiero creativo e si basa su un principio
giusto e legittimo che per non originato
dallindividuo ma dallUniversale, fonte di ogni
energia. Lindividuale un canale con cui questa
energia viene distribuita. Lindividuo il mezzo con
cui lUniversale produce le combinazioni variegate
che danno vita ai fenomeni, un.
processo governato dalla legge della vibrazione. Con
questa legge le frequenze di rapidit di moto della
sostanza originaria creano nuove sostanze, in base a
deter-minate proporzioni numeriche.
7. Il collegamento invisibile con cui lindividuale
comunica con lUniversale il pensiero. la magia
che trasforma luomo in essere pensante, che gli
dona cono-scenza, emozione e azione, tessere
umano ha potuto comunicare con la Mente
Universale con la giusta comprensione, come locchio
dello scienziato, con la giusta strumentazione, ha
saputo scoprire infiniti mondi lontanissimi.
8. Una credenza ha valore se, dopo essere stata
messa alla prova, dimostra di essere un dato di fatto.
A quel punto non si parla pi di credenza ma di Fede
o Verit vivente. Una Verit messa alla prova da

migliaia di persone si dimostra utile per coloro che ci


credono.
9. La Mente Universale, attraverso il principio di
attrazione che si svolge fra un atomo e laltro, si
manifesta sul piano oggettivo a infiniti gradi di
intensit. Grazie a questo principio le cose si
uniscono. Le applicazioni di questo principio sono
svariate e universali ed esso lunico mezzo con cui
realizzare lo scopo dellesistenza. La crescita si
realizza grazie alluso appropriato di questo Principio
Universale.
10. Il pensiero lenergia grazie alla quale entra in
funzione la Legge di Attrazione, che finisce per
manifestarsi sotto forma di ricchezza. La Mente
Universale Mente Statica o Sostanza allo stato di
equilibrio. diversa dalla forma per via del nostro
potere di pensiero. Il pensiero lo stadio dinamico
della mente. Il potere dipende dalla nostra coscienza
del potere stesso. Se non lo usiamo lo perderemo e,
per usarlo, dobbiamo esserne consapevoli.
Credenze fortificanti.
1. Il mio pensiero cambia il pensiero del mondo.
2. Io creo una nuova civilt.
3. Io sono lalba di una nuova coscienza, di un potere
nuovo e di una nuova manife-stazione del s
interiore dellumanit.
4. Ogni atomo di ogni cosa che esiste intriso della
Mente Universale.
5. Io sono la pi alta manifestazione dellIntelligenza
Divina.
6. Io ho una grande mente.
7. Io sono la Grande Mente.
8. Io sono un canale con cui lEnergia Universale si
distribuisce al mondo.
9. Il mio pensiero in costante collegamento con la
Mente Universale.
10. Trasformo il mio pensiero in realt e dimostro al
mondo la realt della Mente Infinita e della Legge di
Attrazione.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Oggi devi concentrarti sul tuo potere creativo. Cerca
lintuito, la percezione, sforzati di trovare un
fondamento logico alla tua fiducia. Pensa a come
fisicamente vive lessere umano, a come si muove e
a come esiste, immerso nellelemento che lo
mantiene in vita: laria da respirare per vivere. Ora
lascia che il pensiero si concentri sullessere umano
spirituale, che vive e si muove grazie a una simile
energia, assai pi sottile, che lo tiene in vita. Come
nel mondo fisico la vita nasce da un seme, lo stesso
accade in quello spirituale. E la qualit di un frutto
non pu superare i fattori ereditari della pianta da cui
generato. Il risultato che otterrai dipende dalla tua
percezione delle leggi che governano il potente
regno della causalit, la pi alta evoluzione della
nostra coscienza.
Esercizi inediti.
Negli esercizi che ti proponiamo nella settimana 18
farai un ulteriore passo in avanti nella ripulitura degli

stress e tu stesso diventerai un potente magnete di


attrazione di ogni bene. Utilizza questi esercizi in
abbinamento o alternandoli a quello classico.
Esercizio 1.
Integrazione emisferica con lo stress e lemozione
negativa.
Con questo esercizio il lavoro di ripulitura con il
processo conscio-superconscio-subconscio si affina
ulteriormente. Con Vintegrazione emisferica non solo
infatti ripulirai il tuo stress o la tua emozione
negativa, li negherai o strapperai le loro erbacce
emotive, ma entrerai in pace con loro. Non allontani,
non eviti, non scacci, bens entri in pace, accogli,
integri, abbracci. Inizi a comprendere, e soprattutto a
far tuo a livello subconscio, che le emozioni negative,
gli stress, le sofferenze (e le malattie) non sono
qualcosa di diverso da te, qualcosaltro da te,
qualcosa che contro di te, ma sei tu stesso, e che
entrare in pace con essi implica laccoglienza, la
gentilezza, il perdono e il lasciar andare. Strumenti
assai pi potenti e risolutivi che il combattere, il
contrastare e lodiare.
Siediti. Tenendo il mento fermo, parallelo al
pavimento, unisci le punte delle dita delle due mani.
Mantenendo le mani unite in questo modo, guarda
verso destra per circa 10 secondi.
Continuando a tenere le mani congiunte in questo
modo sposta lo sguardo verso sinistra per altri dieci
secondi.
Chiudi gli occhi e mantenendo le mani congiunte in
questo modo immagina una X che esce dal centro
della tua fronte e si espande fino ad avvolgere
completamente i tuoi due emisferi cerebrali.
Lancia mentalmente, come hai imparato dalla prima
settimana, una forte intenzione (conscia) di attivare,
per tutta la durata dellesercizio, lazione integrata
tra conscio, subconscio e superconscio. Ripeti
mentalmente questa affermazione: Io ora entro in
piena integrazione emisferica e in pace con questo
stress. Da questo momento sono in pace con questo
stress.
Tenendo gli occhi chiusi, identifica lo stress o
lemozione negativa e mantenendo attiva la tua forte
intenzione di entrare in pace con essi ripeti
mentalmente Ti amo, ti amo ti amo ti amo.. fino a
quando non senti un cambiamento mentale, fisico o
emozionale, fino a quando cio non ti senti
completamente in pace con quello stress o emozione
negativa. Infine separa le dita e apri gli occhi.
Esercizio 2.
Il magnete pi potente
Siediti comodamente cercando di mantenere il busto
eretto il pi possibile ma senza sforzo. Chiudi gli
occhi e inizia a inspirare ed espirare lentamente con
le narici. Rendi il respiro lievemente sonoro e porta la
tua attenzione su di esso, sullinspirazione e poi
sullespirazione. Continua per circa un minuto,
continuando a seguire il tuo respiro dalle narici. Inizia
poi a respirare in modo silenzioso e naturale, senza
pi portare lattenzione al respiro.

Immagina ora di essere un potentissimo magnete. Il


magnete pi potente delluniverso. Percepisci dentro
di te la forza magnetica pi potente delluniverso.
Visualizza la sua potenza, ascolta i suoni della sua
energia, percepiscila nel tuo corpo.
Tu sei quel magnete pulsante che riceve ogni bene
delluniverso. Osserva il movimento del bene
universale che viene verso di te, ascolta i suoni
meravigliosi di questo movimento cosmico di
attrazione, percepisci lenergia nel tuo corpo
magnetico che attrae ogni forma di salute, di
benessere, di ricchezza e di felicit delluniverso.
Luniverso ruota su se stesso, si espande, il
movimento delluniverso genera energia, lenergia
dellattrazione universale che si muove per te, centro
magnetico delluniverso. Sei tu, con la tua mente,
che inneschi lintero meccanismo dellenergia
universale che muove ogni bene e ogni perfezione
verso di te.
Quando senti che il processo completo riprendi
lentamente il controllo del respiro e la
consapevolezza di te stesso. Infine apri gli occhi.
Piano dazione.
Esegui lesercizio 1 ogni volta che per tutta la
settimana (e le settimane prossime) vivi situazioni
stressanti o emozioni negative. Fai la stessa cosa con
persone e luoghi che ti stressano o che ti
comunicano emozioni negative.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
19. Integrazione emisferica con lemozione negativa.
Prendi la prima emozione negativa della tua
classifica. Esegui la tecnica di integrazione
emisferica che hai imparato questa settimana per
entrare in definitiva pace con quellmozione
negativa. Esegui poi lo stesso esercizio con tutte le
emozioni negative della tua classifica.

si tratta di una forza primaria presente nei corpi


viventi e che possiamo, nel rispetto delle leggi che la
governano, riceverne una grande quantit. Con tale
energia vitale esprimiamo il pi alto grado di
efficienza mentale, morale e spirituale possibile.
Vedremo come sviluppare questa forza vitale senza
grandi difficolt. Cos, se metterai in pratica le
informazioni della presente lezione, svilupperai quel
senso di potere che ha da sempre contraddistinto il
genio.
I punti chiave.
1. La ricerca della verit non pi un salto nel buio
ma un processo ben preciso con una sua logica
esecutiva. Indagare la verit vuol dire cercare la
causa ultima delle cose. Ogni esperienza deHuomo
un effetto, ecco perch importante scoprirne la
causa per potere in futuro prevedere e tenere sotto
controllo le future esperienze.
2. Allora il fato smetter di manovrare le nostre
esperienze, non saremo pi figli del caso ma del
destino. Il fato o la sorte saranno diretti da noi come
fa il capitano con la sua nave o il macchinista col suo
treno.
3. Tutte le cose infine si risolvono in un solo
elemento, pertanto non possono opporsi luna
allaltra, poich son sempre correlate fra di loro.
Nella sfera Fisica esistono numerosi contrasti indicati
con nomi diversi. Ogni cosa ha misure, colori,
estremit o sfumature. Da un lato il Polo Nord,
dallaltro il Polo Sud. Un dentro, un fuori. Un visibile,
un invisibile. Ma non si tratta che di espressioni utili a
contrapporre degli estremi. Sono parti diverse della
stessa singola quantit. I due estremi sono relativi
ma non si tratta di entit separate fra loro. Fanno
parte dello stesso tutto.
4. La stessa legge vige nella sfera spirituale. Mente e
materia vengono considerate due entit separate,
eppure a ben guardare il principio uno soltanto: la
Mente. La Mente reale. eterna. La materia in
costante mutamento. Nelle vaste epoche del tempo
cento anni sono poco meno di un giorno. Se ci
Settimana 19. Il tuo cibo mentale.
troviamo in una metropoli e ci guardiamo attorno,
Introduzione alla settimana 19.
vediamo macchine appena fabbricate, luci, telefoni
La paura una forma di pensiero molto potente.
di ultima generazione e tutte le comodit di una
Immobilizza il centro nervoso a scapito della
civilt moderna che solo cento anni fa non
circolazione del sangue. Ci ha delle ripercussioni sul esistevano e che fra altri cento il mondo avr
sistema muscolare e in men che non si dica la paura dimenticato.
possiede il controllo totale dellessere, dal corpo al
5. La stessa legge del cambiamento controlla il regno
cervello ai nervi. E non solo sul piano fisico ma anche animale. Nellarco di poco tempo sono milioni gli
su quello mentale.
animali che vanno e vengono sulla terra. Nel regno
Ce naturalmente un modo per vincere la paura:
vegetale il cambiamento addirittura pi veloce.
diventare consapevoli del potere. Ma questa forza
Apparentemente nel regno inorganico i mutamenti
misteriosa che chiamiamo potere, cosa ? Non lo
sembrano piuttosto pochi: vediamo un promontorio e
sappiamo, come pure non sappiamo cosa sia
pensiamo che sia solido e saldo. Invece a ben
lelettricit. E ci nonostante sappiamo conformarci
guardare ogni continente emerge dalloceano e dove
alle leggi che la governano e di conseguenza
oggi vediamo una montagna un tempo in realt si
riusciamo a utilizzarla, illuminando le nostre case e le trovava un lago.
citt, trattandola come un obbediente servitore.
6. Questo continuo mutamento che ci plasma
Con lelettricit siamo capaci di accendere le nostre
levoluzione della Mente Universale, quel processo
macchine e di ottenere numerosi altri servizi e
meraviglioso grazie al quale ogni cosa muta e
comodit. Con la forza vitale non accade niente di
rinasce. chiaro che la materia non altro che una
diverso. Non si sa ancora cosa , per sappiamo che forma forgiata dalla Mente e non rappresenta che

una semplice condizione. Ecco perch la Mente il


solo principio che agisce sulla sfera fisica, mentale,
morale e spirituale.
7. Di certo saprai che il pensiero si forma
costantemente, incessantemente, nellintento
inesauribile di trovare una espressione. Un pensiero
positivo e costruttivo si riveler nella salute, negli
affari e nellambiente. Il pensiero debole, di
conseguenza, si manifester tramite preoccupazione,
nervosismo e paura sia negli affari che nellambiente
circostante.
8. Una centrale mentale raccoglie la materia prima,
la coltiva e la trasforma in un grandissimo potere che
sovrasta ogni forza della natura, anche la pi
meravigliosa. una centrale che non differisce
affatto dalle centrali elettriche che attivano grandiosi
macchinari che trasformano le materie prime in beni
di comfort della vita moderna. Qual la materia
prima che le centrali mentali raccolgono e
trasformano in unenergia che controlla tutte le
altre? la Mente nella sua forma statica, il Pensiero
nella sua forma dinamica. un potere superiore,
questa materia prima, e grazie a essa luomo ha
saputo sottomettere le forze di natura per le proprie
necessit. Gli ha permesso di scoprire leggi che
annullano tempo e spazio, andando oltre la legge di
gravit.
9. La sostanza di cui tutte le cose sono fatte
infinita. Sappiamo che esistono stelle cos lontane
che la loro luce impiega duemila anni di tempo per
raggiungerci; di simili stelle pieno il firmamento. La
luce (che viaggia a trecentomila chilometri al
secondo) arriva tramite onde, quindi se letere in cui
queste viaggiano non fosse continuo, la luce non ci
raggiungerebbe mai. Perci letere, o materia prima,
presente ovunque nelluniverso. Come si manifesta
nella forma? In fisica una pila si crea collegando due
poli opposti di zinco e di rame e nasce un flusso di
corrente che li unisce, producendo in tal modo
lenergia. Accade la stessa cosa per ogni altra
polarit, la forma dipende dalla frequenza vibratoria
e dalle relazioni reciproche fra gli atomi. Se vogliamo
cambiare la forma di manifestazione, dobbiamo
cambiare la polarit. Questo si chiama principio di
causalit.
10. Ricorda che le apparenze ingannano. La Terra
non piatta n immobile, il Cielo non una cupola, il
Sole non si muove, le stelle non sono piccole luci
sopra le nostre teste e la materia, che un tempo si
credeva ben salda, oggi ha rivelato essere uno stato
continuo di flusso. Si avvicina sempre pi il momento
in cui le modalit del nostro pensiero e delle nostre
azioni si dovranno adattare allaumento di
informazioni sul funzionamento dei princpi eterni.
Credenze fortificanti.
1. Io cerco e trovo la verit.
2. Sono un figlio del destino, non del caso, e il mio
destino meraviglioso.
3. Tutto collegato.
4. Tutto uno.
5. Esiste solo la mente. Esiste solo una Mente.

6. Tutto un processo di cambiamento. Nulla mai


immobile, tutto scorre.
7. Il mutamento il segreto della Mente Universale.
8. Con il mio pensiero io muto e trasformo ogni
condizione esterna.
9. Con il mio pensiero trasformo la Mente in energia
dinamica, creatrice.
10. Il mio pensiero e le mie azioni si regolano sempre
di pi sui princpi eterni.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Nellesercizio di questa lezione lasciati assorbire
dalloggetto del tuo pensiero, fino a che non sarai
incosciente di tutto il resto. Ripeti questo esercizio
per alcuni minuti tutti i giorni. Del resto, se trovi il
tempo di mangiare per nutrire il tuo organismo,
perch non dovresti fare lo stesso per la tua mente?
Esercizi inediti.
Come forse hai notato, Charles Haanel sta
progressivamente avanzando dalla sfera individuale
a quella universale. Dalla consapevolezza,
riconoscimento e realizzazione che non solo il nostro
pensiero un potere e che questo potere un canale
in connessione con la Mente Infinita, ma che questa
Mente Infinita in ogni cosa, pervade e permea ogni
interstizio delluniverso. Stai iniziando a comprendere
(intellettualmente) che tutto uno. Con gli esercizi
delle ultime settimane abbiamo lavorato anche su
questo: sulla comprensione che ogni altro da te non
altro che te stesso. Le persone, soprattutto quelle
verso cui provi stress o che ti hanno fatto torto, gli
eventi infausti, le paure, le malattie, non sono tuoi
nemici, non sono qualcosa che non sei tu, qualcosa
che ti contro, da scacciare, annientare,
sconfiggere, ma sono parte di te, sono te. Accoglierli
invece di scacciarli, salutarli invece di respingerli
(come lAloha hawaiano), entrare in pace con essi
invece che in guerra significa iniziare a prendersi la
responsabilit al 100% che tutto dipende da te. Che
non ce realt fuori di te, ma che tu sei tutta la realt,
e di quella realt che intorno a te e che tu hai
attratto e creato tu sei pienamente responsabile.
Lavorando su di te perci cambi non solo la tua
realt individuale, ma tutto il mondo che ti circonda.
Cambiando te stesso tu puoi cambiare realmente il
mondo.
Su questi princpi, sempre pi olistici e spirituali
(perci anche individuali e materiali) lavoreremo
nelle prossime settimane per incrementare il tuo
potere mentale e la sua efficacia complessiva nella
tua vita.
Nellesercizio di questa settimana apprenderai una
potentissima tecnica che ti permetter di gettare il
peso di ogni stress sul superconscio. Utilizzala in
abbinamento o alternandola allesercizio classico.
Esercizio 1.
Gettare il peso.
Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me,
e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo

infatti dolce e il mio peso leggero. (Matteo 11:2930).


Getta sullEterno il tuo peso, ed egli ti sosterr; egli
non permetter mai che il giusto sia smosso. (Salmi
55:22).
Questa tecnica la conosci gi. Non altro infatti che
quella delfintegrazione emisferica. Quello che
cambia sono la tua consapevolezza e la tua
intenzione.
Se hai eseguito correttamente, con fiducia, costanza
e perseveranza gli esercizi e il percorso di questo
corso, ora sai che cose il superconscio. Sai bene
perci che quella parte della tua mente (forse la
parte pi originaria della tua mente) che in diretta
connessione con la Mente Infinita.
Essendo infinita, essa pu accogliere e risolvere ogni
cosa. Ogni cosa. Perci tu puoi intenzionalmente
affidare, o ancora meglio, gettare il peso di ogni
stress e condizione negativa sulla mente
superconscia affinch essa la riceva e la ripulisca
completamente fino a dissolverla completamente.
Immagina il superconscio come una specie di
supelavatrice infinita, e i tuoi pensieri negativi, stress
o condizioni negative come i panni sporchi. Gettali
nella lavatrice, butta tutto il peso da pulire in essa e..
lascia che lavi.
La tua intenzione perci sar quella di gettare il peso
di quella specifica condizione negativa, stress,
tensione, paura o ansia sul superconscio.
Ecco come fare, utilizzando la tecnica che ben
conosci dellintegrazione emisferica. Seduto o in
piedi. Tenendo il mento fermo, parallelo al
pavimento, unisci le punte delle dita delle mani.
Mantenendo le mani unite in questo modo, guarda
verso destra per circa 10 secondi.
Continuando a tenere le mani congiunte in questo
modo sposta lo sguardo verso sinistra per altri dieci
secondi.
Chiudi gli occhi e mantenendo le mani congiunte in
questo modo immagina una X che esce dal centro
della tua fronte e si espande fino ad avvolgere
completamente i tuoi due emisferi cerebrali.
Lancia mentalmente, come hai imparato dalla prima
settimana, una forte intenzione (conscia) di gettare il
peso dello stress o della condizione negativa sul
superconscio. Ripeti mentalmente questa
affermazione: Getto il peso di [stress specifico] sul
superconscio, e ne sono completamente libero.
Tenendo gli occhi chiusi, identifica lo stress o
lemozione negativa e mantenendo attiva la tua forte
intenzione di gettarne il peso sul superconscio ripeti
mentalmente Ti amo, ti amo ti amo ti amo.. fino a
quando non senti un cambiamento mentale, fisico o
emozionale, fino a quando cio non ti senti libero da
quello stress o emozione negativa. Infine separa le
dita e apri gli occhi.
Note.
Una variante molto utile , gettando il peso,
affermare allo stesso tempo di ricevere il bene
contrario. Utilizza questa formula: Getto il peso di
[stress specifico] sul superconscio, e sono pronto a

ricevere [contrario positivo] che mi spetta per diritto


divino.
Esempio: Getto il peso della paura di perdere il
lavoro sul superconscio, e sono pronto a ricevere
tutta la tranquillit e la serenit per il mio lavoro
[oppure il lavoro migliore per me] che mi spetta per
diritto divino.
Piano dazione.
Esegui la tecnica del gettare il peso non solo su
emozioni, stress e condizioni negative, ma anche su
persone e luoghi che ti stressano e con cui ti trovi a
disagio.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
20. Integrazione emisferica con lemozione negativa.
Prendi la prima emozione negativa della tua
classifica. Gettala sul superconscio con la tecnica che
hai imparato. Esegui poi lo stesso esercizio con tutte
le emozioni negative della tua classifica.

Settimana 20. Lo Spirito delle cose.


Introduzione alla settimana 20.
Il dibattito sulle origini del male, dopo tutti questi
anni, non ha ancora trovato una sua conclusione. I
teologi affermano che Dio Amore e che
Onnipotente, vale a dire che non esiste un luogo al
mondo dove Egli non ci sia. E il Male, Satana,
lInferno dove sono allora? Vediamo un po.
Dio Spirito.
Lo Spirito il Principio Creativo dellUniverso.
Luomo stato creato a immagine e somiglianza di
Dio.
Luomo dunque un essere spirituale.
La sola attivit che uno spirito controlla il potere di
pensare.
Pensare rappresenta un processo creativo.
Tutte le forme sono il risultato di un processo di
pensiero.
Anche la distruzione della forma deve risultare dal
processo di pensiero.
Le rappresentazioni ingannevoli della forma sono il
risultato del potere creativo del pensiero, come
nellipnosi.
Le rappresentazioni apparenti della forma sono
effetti del potere creativo del pensiero, come nello
spiritualismo.
Potere creativo del pensiero e concentrazione danno
vita a ogni genere di invenzione, lavoro organizzativo
e costruttivo.
Chiamiamo un risultato bene quando il potere
creativo si manifestato a benefcio dellumanit.
Chiamiamo un risultato male quando il potere
creativo si manifestato in maniera distruttiva o
malvagia.
Ecco lorigine del bene e del male: non sono che
termini coniati per indicare dei risultati del processo
creativo.
Il pensiero predetermina lazione, lazione
predetermina la condizione.
I punti chiave.

1. Lo spirito di una cosa la cosa stessa. Tu sei il tuo


spirito. Che necessariamente fisso, stabile ed
eterno. Senza lo spirito non saresti niente e si attiva
non appena lo individui dentro di te.
2. Puoi avere a disposizione grandi mezzi materiali:
se per non sai utilizzarli come non averli. La
ricchezza spirituale non differisce da questo
principio: non ha alcun valore se rimane inutilizzata.
La sola condizione del potere spirituale risiede nel
suo utilizzo.
3. Le grandi cose provengono sempre
dallindividuazione. Scettro del potere la coscienza,
messaggero il pensiero. un messaggero che
trasforma la realt invisibile in realt oggettiva.
Pensare lo scopo della vita, il potere il risultato
che ne deriva. Devi impegnarti costantemente a
interagire con il pensiero e con la coscienza.
Altrimenti, cosa speri di ottenere?
4. Tu sei il canale dellattivit dellUniversale, solo
grazie a te lUniversale pu agire. Appena inizi a
capire che lessenza dellUniversale si trova dentro di
te (e che sei tu), ecco che cominci a percepire il tuo
potere: il carburante della tua immaginazione, la
miccia della tua ispirazione, conferisce vitalit al
pensiero e ti permette di metterti in contatto con le
forze invisibili del creato. Grazie al potere potrai
progettare con coraggio e realizzare con somma
maestria.
5. Anche se non riusciamo a individuare il mondo
interiore, esso costituisce comunque il fattore
fondamentale di tutta la nostra esistenza. Una volta
riusciti a individuarlo (negli eventi, nelle persone,
nelle circostanze della nostra vita), troveremo
finalmente quel regno dei cieli che vive in noi. Le
sconfitte sono il risultato dello stesso principio, che
immutabile e la cui azione sempre e comunque
esatta. Siamo noi che possiamo ottenere da esso un
successo o un insuccesso: se pensiamo alle carenze,
ai conflitti, alle restrizioni non otterremo niente di
diverso. Se pensiamo in termini di malattia, povert,
infelicit, i messaggeri dei pensieri riferiranno come
fossero pensieri positivi. Se abbiamo paura di un
disastro in arrivo possiamo rifarci a Giobbe, che
disse: Ci che temo mi accade e quel che mi
spaventa mi raggiunge. Se nutriamo pensieri di
ignoranza, porteremo la nostra ignoranza nel mondo
esterno.
Essere ispirati vuol dire intraprendere strade nuove e
abbandonare le abitudini, perch i risultati
straordinari si ottengono solo con mezzi straordinari.
Il modo per dare avvio a questo splendido sogno
comprendere che lUnit di tutte le cose si trova
dentro di noi. Lispirazione larte di assimilare,
larte di realizzarsi, larte.
di connettere la mente individuale con quella
Universale, larte di divenire un canale per lInfinita
Saggezza, larte di collegare il corretto meccanismo
con la fonte di tutto il potere, larte di visualizzare la
perfezione, larte di dar vita concreta
allonnipresenza dellOnnipotenza. Lispirazione
viene dallinterno e dal silenzio. Dobbiamo rilassare i
nostri sensi, rilasciare i muscoli e cercare la quiete.

Non appena avrai la sufficiente padronanza interiore,


potrai ricevere lispirazione o la saggezza che ti
garantir il conseguimento del tuo scopo.
7. Capire che il potere infinito onnipresente, ossia
presente nellinfinitamente piccolo come
nellinfinitamente grande, ci permette di fare nostra
la sua essenza. Per di pi apprezzarne la natura
spirituale, e quindi indivisibile, ci aiuta a
comprendere la sua ubiquit.
8. Puoi vivere in unabbondanza sempre crescente a
ogni respiro che fai, se respiri volontariamente con
quellintenzione. Dico se a ragion veduta, perch
lintenzione fondamentale. Ricorda che lintenzione
permette lattenzione e se non riponi attenzione in
quel che fai, i tuoi risultati saranno sempre mediocri.
Lofferta equivale alla domanda. Se aspiri a unofferta
maggiore devi potenziare la tua domanda. Cos
facendo lofferta si adeguer e tu disporrai di sempre
maggiori riserve di vita, energia e vitalit.
9. Negli Atti degli Apostoli si legge: in Lui infatti
viviamo, ci muoviamo ed esistiamo. C inoltre
scritto che Lui Spirito, Amore, e ogni volta che
respiriamo inspiriamo amore, vita, spirito. questa
lEnergia Pranica, o Etere Pranico, che ci tiene in vita
e di cui non possiamo fare a meno neppure per un
attimo. Energia Cosmica, la Vita del Plesso Solare.
10. La conoscenza del tuo rapporto con questo
Principio ti garantisce la comprensione scientifica di
una legge grazie a cui evitare malattia, carenza e
limitazioni. Una legge che ti permette di respirare
direttamente lalito della vita. Lalito della vita
una realt subconscia, rappresenta lessenza dellIo
sono. lEssere o Sostanza Universale e la
consapevolezza ci d modo di localizzarlo, in modo
da saper esercitare i poteri di questa grande energia.
Credenze fortificanti.
1. Io sono lo Spirito.
2. Dalla mia ricchezza spirituale deriva la mia
ricchezza materiale.
3. Conosco il segreto del potere spirituale e lo utilizzo
per il mio bene e quello degli altri.
4. Io sono il canale elettivo deUUniversale, solo
attraverso di me lUniversale pu agire.
5. Io sono lUniversale.
6. Ho individuato e compreso il mio mondo interiore.
7. Uso sempre correttamente il grandioso potere del
mio pensiero.
8. Ogni respiro che faccio un respiro di
abbondanza.
9. Il potere infinito nelfinfinitamente piccolo e
neHinfinitamente grande. Nel microcosmo e nel
macrocosmo.
10. Ho fatto mia lessenza delluniversale.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Per lesercizio di oggi, entra nel silenzio e concentrati
su questa massima: in Lui viviamo, ci muoviamo ed
esistiamo perch scientificamente esatta. Tu SEI
perch Lui . E se Lui Onnipresente allora anche
in te. Se Lui ogni cosa, tu sei in Lui! Spirito ma tu

sei sua immagine e somiglianza e lunica


differenza fra il Suo Spirito e te una differenza
gerarchica, di grado, visto che una parte fatta della
stessa sostanza del tutto. Quando sarai consapevole
di tutto questo possiederai il segreto del potere
creativo. Avrai in pugno lorigine del bene e del male,
il segreto del potere di concentrazione, la chiave di
ogni problema, fisico, economico o ambientale.
Esercizi inediti.
Dopo la potentissima tecnica del gettare il peso,
questa settimana ti proponiamo unaltra
potentissima tecnica che attiva lenergia integrata
tra conscio, superconscio e subconscio. Lavorerai
sulla cancellazione di tutte le memorie e i programmi
subconsci legati a uno stress o condizione negativa.
Inoltre continuerai a lavorare sulla fiducia e la non
aspettativa. Utilizza questi esercizi in abbinamento o
alternandoli allesercizio classico.
Esercizio 1.
Cancellare ogni memoria/programma subconscio.
Come hai imparato nelle settimane precedenti,
quando ripulisci i tuoi stress e le emozioni negative a
livello subconscio, non sai esattamente cosa stai
ripulendo. Questa anche la spiegazione del
ripresentarsi dello stress. A quello stress, come in un
frigorifero su cui sono appesi diversi magneti, sono
associate decine, forse centinaia di motivazioni,
memorie, programmi subconsci. Ricorda che da tutta
la vita, per tutta la vita, il tuo subconscio registra
memorie e da quelle memorie, istantaneamente,
genera programmi operativi finalizzati alla tua
protezione. Gli stress e le emozioni negative
(comprese quelle pi accentuate come fobie, ansie
acute, attacchi di panico, etc.), sono effetti di questi
programmi, sono lesecuzione di questi programmi.
Perci la ripulitura devessere continua, fino a
quando le cause (che potranno restare misteriose)
non saranno completamente eradicate. Non
dimenticare nemmeno che gli stress sono effetti di
programmi non solo individuali, legati alla tua
biografia emozionale, ma anche ereditari, legati ai
genitori e ai progenitori, sociali e di specie. Le paure
possono infatti attrarre, proprio come un magnete,
anche le paure sociali, ambientali, sistemiche.
Ora sai che tutto uno, che nel microcosmo si
rispecchia il macrocosmo, e che tu, immerso nel
complesso campo di interazioni mentali del sistema
in cui vivi, sei il risultato delle tue credenze e delle
credenze del mondo che ti circonda.
Ripulendo con questa potente tecnica, mutuata dal
meraviglioso sistema hawaiano noto come
Hooponopono, tutti i programmi e le memorie
subconscie, estendi la ripulitura di queste memorie e
programmi sabotanti dalla tua individualit al tuo
ambiente. Inizi ancora di pi a realizzare che tra te e
il mondo non c differenza, e che tutto uno.
Utilizzerai la tecnica che ormai padroneggi
largamente.
Seduto o in piedi. Tenendo il mento fermo, parallelo
al pavimento, unisci le punte delle dita delle mani.
Mantenendo le mani unite in questo modo, guarda
verso destra per circa 10 secondi.

Continuando a tenere le mani congiunte in questo


modo sposta lo sguardo verso sinistra per altri dieci
secondi.
Chiudi gli occhi e mantenendo le mani congiunte in
questo modo immagina una X che esce dal centro
della tua fronte e si espande fino ad avvolgere
completamente i tuoi due emisferi cerebrali.
Lancia mentalmente, come hai imparato dalla prima
settimana, una forte intenzione (conscia) di ripulire
completamente il tuo subconscio da ogni memoria e
programma sabotante. Ripeti mentalmente questa
affermazione: Ora ripulisco tutte le memorie e i
programmi subconsci legati a [stress specifico] .
Tenendo gli occhi chiusi, identifica lo stress o
lemozione negativa e indirizzando la tua intenzione
al superconscio ripeti mentalmente Grazie, grazie,
grazie, grazie, grazie.., fino a quando non senti un
cambiamento mentale, fisico o emozionale.
Continuando a tenere gli occhi chiusi e le dita unite e
indirizzando la tua intenzione al subconscio ripeti
mentalmente Mi dispiace, mi dispiace, mi dispiace,
mi dispiace.. fino a quando non senti un altro
cambiamento mentale, fisico o emozionale.
Continuando a tenere gli occhi chiusi e le dita unite e
indirizzando la tua intenzione al subconscio ripeti
mentalmente Perdonami, perdonami, perdonami,
perdonami.. fino a quando non senti un altro
cambiamento mentale, fisico o emozionale.
Continuando a tenere gli occhi chiusi e le dita unite e
indirizzando la tua intenzione al superconscio ripeti
mentalmente Ti amo, ti amo, ti amo, ti amo.. fino a
quando non senti un ulteriore cambiamento mentale,
fisico o emozionale, fino a quando cio non ti senti
libero da quello stress o emozione negativa. Infine
separa le dita e apri gli occhi.
Esercizio 2.
Come se lo avessi gi.
Siediti, chiudi gli occhi o tienili aperti. Concentrati su
ci che desideri (un desiderio preciso e circoscritto) e
immagina di averlo gi ottenuto. Concentrati sulle
emozioni che provi allidea di aver gi ricevuto ci
che stai desiderando. Fai tutto il necessario per
creare la sensazione di possedere gi la cosa che
vuoi, e ricorda le sensazioni provate. Cos attrarrai
veramente la cosa che vuoi.
Ogni volta che ti senti in difficolt, gi di corda o che
ti sembra di aver perso la bussola, torna a eseguire
questo esercizio, concentrati sul tuo desiderio,
immaginalo e senti di averlo ottenuto.
Processo di comprensione e trasformazione di s.
20. Cancellare ogni memoria/programma subconscio.
Prendi la prima emozione negativa della tua
classifica. Cancella ogni memoria/programma
subconscio legato a quellmozione con la tecnica
che hai imparato. Esegui poi lo stesso esercizio con
tutte le emozioni negative della tua classifica.
Piano dazione.
Esegui la cancellazione di ogni memoria/programma
subconscio non solo su emozioni, stress e condizioni
negative, ma anche su persone e luoghi che ti
stressano e con cui ti trovi a disagio.

Settimana 21. Pensare in grande.


Introduzione alla settimana 21.
un onore per me presentarti questa ventunesima
lezione. Nel settimo paragrafo leggerai che uno dei
segreti del successo, la garanzia per il trionfo tramite
la Mente Superiore, costituito dal pensare in
grande. Nel paragrafo successivo scoprirai che tutto
quello che conserviamo nella nostra coscienza per un
determinato lasso di tempo si imprime nel
subconscio, diventando cos lo schema che lenergia
creativa manifester nella vita e nellambiente.
Questo il significato del potere straordinario della
preghiera. Luniverso retto da delle leggi, per
esempio quella di causa ed effetto, e sappiamo bene
che la stessa causa produce sempre lo stesso effetto.
Se una preghiera stata esaudita una volta, lo sar
sempre. A patto per di rispettare le giuste
condizioni. una regola indubbia, altrimenti il nostro
universo non sarebbe un cosmo ma soltanto un caos
disordinato e incomprensibile. Quindi leffetto della
preghiera risponde a una legge specifica, non
dissimile da quelle che governano lelettricit o la
gravit. Comprendere questa legge rende la religione
cristiana ben lungi dallessere una superstizione,
dimostra anzi come sia comprensibile anche dal
punto di vista scientifico. Pochi sanno davvero come
pregare. I pi hanno accettato le leggi dellelettricit,
della chimica, della matematica, eppure
inspiegabilmente non capiscono che ce ne sono
altrettante, spirituali, che funzionano con la stessa
precisione ed esattezza.
I punti chiave.
1. Il solo segreto del potere la conoscenza del
potere. La Mente Universale incondizionata, pi ti
avvicini a lei e meno vincoli o limiti dovrai affrontare.
Infatti mentre ci emancipiamo, cominciamo a
realizzare dentro di noi lincondizionato. Diventando
sempre pi liberi.
2. Appena veniamo a conoscenza dellinesauribile
potere del nostro regno interiore iniziamo a utilizzarlo
per sfruttarne le svariate possibilit, perch quando
diventiamo consapevoli di qualcosa, questa si
manifesta nel mondo oggettivo. Ci avviene grazie
alla Mente Infinita, fonte di ogni cosa, che una e
indivisibile, e che si manifesta in ogni individuo,
canale di Energia Eterna. Essere capaci di pensare
vuol dire saper agire sulla Sostanza. Infatti quello che
pensiamo si crea nella realt oggettiva.
3. Ci dimostra come la mente abbia delle qualit
eccezionali. Non ha limiti. Esserne consapevoli ci
trasforma in un cavo sotto tensione: come quando si
collega un cavo normale a uno in cui passa
dellelettricit. Noi siamo il primo, la Mente
Universale il secondo in cui scorre lenergia.
Conduce lenergia necessaria per soddisfare le
esigenze di ciascuno di noi. Quando la mente del
singolo individuo entra in contatto con quella
Universale pu ricevere tutta lenergia di cui ha
bisogno. Ecco cose il mondo interiore. La scienza ne

ammette lesistenza e il potere dipende dalla


consapevolezza di questo mondo.
4. Pensare in grande contrasta e distrugge quei
piccoli ma sgradevoli ostacoli che cercano di
dirottare la nostra realizzazione. Non solo, pensare in
grande ti permette anche di allargare la tua capacit
mentale, avvicinandoti maggiormente alla
condizione di poter realizzare il tuo scopo. uno dei
segreti del successo. Del resto chi ha una mente
eccelsa ottiene risultati grandiosi: dobbiamo avere
pensieri vasti. Non credere che le piccole situazioni
siano pi facilmente risolvibili di quelle grandi. La
mente presente sia nellinfinitamente grande che
nellinfinitamente piccolo. Affidarsi a lei nel modo
corretto pu solo giovarti.
5. Quando ci rendiamo conto di tutto ci, sappiamo
anche come poter attrarre a noi le condizioni
favorevoli alla nostra coscienza, perch qualsiasi
cosa tratteniamo in essa per un dato periodo resta
impressa nel subconscio e grazie allenergia creativa
si manifester allesterno. Questo il processo da cui
nascono le condizioni, perch le nostre vite in fondo
sono il riflesso dei nostri pensieri predominanti, del
nostro atteggiamento mentale. In fondo la scienza
del pensare correttamente la scienza che
comprende in s tutte le altre. Ogni pensiero crea
unimpressione nel cervello,
che crea a sua volta le tendenze mentali da cui
emerger il carattere, labilit e lintento. Questi tre
elementi combinati con lazione determinano le
esperienze della nostra vita.
6. Le esperienze ci vengono incontro grazie alla
Legge di Attrazione, che avvicina a noi le esperienze
corrispondenti al nostro mondo interiore.
Latteggiamento mentale un magnete e siccome i
simili si attraggono questo magnete attrae le
condizioni corrispondenti. Latteggiamento mentale
la nostra personalit, formata di pensieri nati dalla
nostra mente. Se desideriamo un cambiamento
sufficiente cambiare i nostri pensieri! Questi
cambieranno il nostro atteggiamento mentale, che
cambier la nostra personalit, la quale incider sulle
esperienze della nostra vita.
7. Servir ad attrarre nuove cose che si rispecchiano
nelle tue immagini mentali. semplice: imprimi
unimmagine mentale perfetta del desiderio che
preferisci e conservala finch non ottieni un risultato.
Se il desiderio richiede energia, talento, abilit,
coraggio, infondi questi sentimenti nellimmagine.
Sono lemozione che va abbinata al pensiero e la loro
unione creer un potere magnetico eccezionale che
sapr attirare verso te ci che vuoi. Faranno crescere
la tua immagine concretizzandola, la sua crescita il
primo segnale che presto il successo si manifester.
8. Non vergognarti di aspirare a un trionfo, le forze
mentali sono al tuo servizio, obbediscono alla volont
se dotata di intento. Le forze mentali funzionano
come le nostre abitudini. Facciamo una certa cosa, la
ripetiamo, poi la ripetiamo ancora fino a quando non
diventa un gesto automatico. Lo stesso accade se
vogliamo interrompere unabitudine negativa:
evitiamola fino a che non ce ne siamo liberati

completamente. Talvolta capita di non riuscire ma,


senza perdere la speranza, ci riproviamo. La legge
invincibile e premia la costanza dello sforzo, anche
se i successi sono stati forse intermittenti.
9. Non ci sono limiti per la legge. Devi credere nella
tua idea. Rammenta la plasticit della Natura,
concentrati sullideale e consideralo come un fatto
compiuto.
10. La grande battaglia della vita fatta di idee. Su
un fronte c il pensiero creativo, sullaltro quello
distruttivo. Il primo dominato dallideale, mentre il
secondo vittima, abbagliato dalle apparenze.
Combattono su entrambi i fronti uomini di scienza, di
lettere, degli affari. Nella trincea del pensiero
creativo si trascorre il tempo nei laboratori, fra
microscopi o telescopi, vicino a persone di successo
nel campo degli affari e delle scienze. Dallaltra parte
c chi studia la legge e chi confonde teologia e
religione, statisti che non sanno la differenza fra
ragione e forza, ed pieno di individui che guardano
al passato anzich alle novit tecnologiche. Vedono
solo il mondo esteriore e non sanno un bel niente del
mondo interiore. Ogni essere umano si trova nelluno
o nellaltro schieramento. C chi sceglie di andare
avanti e chi si ostina ad arretrare. In un mondo in
movimento restare fermi impossibile ed il
tentativo di immobilit che produce leggi ingiuste e
malessere.
Credenze fortificanti.
1. Io sono giunto alla conoscenza del potere.
2. Io conosco il Segreto del potere.
3. La Mente non ha limiti. Io sono la Mente. Io non ho
limiti.
4. Io penso in grande.
5. Io sono potere e attraggo a me le condizioni pi
meravigliose.
6. Io sono nella Legge di Attrazione.
7. Imprimo limmagine mentale perfetta del desiderio
che preferisco e la conservo finch non ottengo il
risultato del mio desiderio.
8. Aspiro al trionfo.
9. La Legge non ha limiti. Io non ho limiti.
10. Il mio pensiero creativo trionfa.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Questa settimana concentrati sulla Verit. Prova a
realizzare dentro te che la Verit rende liberi e niente
pu ostacolare il tuo successo se sai pensare
correttamente. Renditi conto che esterni sempre le
tue forze interiori. Ricorda che il silenzio soltanto
garantisce il risveglio del concetto di Verit.
LOnnipotenza silenzio assoluto. La concentrazione
che il silenzio ti concede il metodo pi vero per
risvegliare la grandiosa energia potenziale del
mondo interiore.
Esercizi inediti.
Questa settimana imparerai unaltra potentissima
tecnica, che ti condurr ancora pi avanti nella
realizzazione delle forze della tua mente e della
potenza infinita del superconscio. Ti concentrerai poi

sulla gratitudine, azione conscia fondamentale per


realizzare ogni tuo desiderio. Utilizza questi esercizi
in abbinamento o alternandoli allesercizio classico.
Esercizio 1.
Attivare lenergia guaritrice del superconscio.
Sei giunto a un punto avanzato della strada verso la
realizzazione delle potenzialit offerte dalla Chiave
Suprema e dalla tua mente. Ora conosci pienamente
il potere del superconscio. E conosci la straordinaria
potenza della legge della mente: con il conscio attivi
consapevolmente, intenzionalmente uno specifico
processo, il superconscio realizza quel processo
lavorando sulla ripulitura del subconscio. Cos
imprimi le nuove credenze a livello subconscio, e
trasformi e risolvi gli stress e le memorie sabotanti.
Allinizio di questo percorso hai lavorato soprattutto
con il subconscio. Progressivamente hai imparato a
conoscere e utilizzare il superconscio come elemento
attivo e diretto del cambiamento. Con le tecniche del
gettare il peso e della ripulitura delle memorie hai
poi affidato interamente il processo al superconscio
operando a livello conscio (con le affermazioni e le
ripetizioni di parole cariche di potere emozionale allo stesso modo di come avviene nei mantra o nella
preghiera).
Ora un ulteriore passo, il pi alto: attivare
consciamente lenergia del superconscio e lasciare
semplicemente che essa agisca.
In questa tecnica non dovrai fare, perci,
praticamente nulla. Ti baster semplicemente
lanciare lintenzione di attivare lenergia guaritrice
del superconscio per uno specifico obiettivo-stressemozione e lasciare che luniverso attivi tutte le
risorse necessarie per risolvere quello specifico
obiettivo, in quella specifica situazione.
Nel semplicemente racchiusa per tutta la
complessit di questa tecnica avanzata. Tu non puoi
sapere come operer il superconscio e cosa risolver.
Tu sai che il superconscio la parte della tua mente,
la parte di te, in connessione infinita con lInfinito. Il
superconscio perci sa tutto, conosce tutte le risorse
necessarie alla risoluzione del tuo obiettivo, tutte.
Quelle presenti, quelle passate e quell e future
(ricorda che per il subconscio e il superconscio il
tempo non esiste), di ogni tempo e di ogni luogo,
create e non ancora create, scoperte e non ancora
scoperte, di questo e di tutti gli altri infiniti mondi.
Comprendi bene la fede che devi avere per attivare
questa energia e il livello di comprensione e pratica
che devi aver raggiunto per utilizzare questo
strumento.
Comprendi anche quello che dicevamo
nellintroduzione: la necessit di lavorare passo per
passo, settimana (o settimane o mesi) dopo
settimana sulle tecniche e sulla comprensione del
sistema della Chiave Suprema. Se sei saltato
direttamente qui, senza seguire il percorso,
semplicemente la tecnica non funzioner.
La tecnica semplicissima.
Seduto o in piedi. Tenendo il mento fermo, parallelo
al pavimento, unisci le punte delle dita delle mani.

Mantenendo le mani unite in questo modo, guarda


verso destra per circa 10 secondi.
Continuando a tenere le mani congiunte in questo
modo sposta lo sguardo verso sinistra per altri dieci
secondi.
Chiudi gli occhi e mantenendo le mani congiunte in
questo modo immagina una X che esce dal centro
della tua fronte e si espande fino ad avvolgere
completamente i tuoi due emisferi cerebrali.
Lancia mentalmente, come hai imparato dalla prima
settimana, una forte intenzione (conscia) di attivare
lenergia guaritrice delluniverso. Tenendo gli occhi
chiusi, identifica lo stress o lemozione negativa e
indirizzando la tua intenzione al superconscio ripeti
mentalmente questa affermazione: Attivo lenergia
guaritrice del superconscio per risolvere questo
obiettivo [stress specifico].
Poi separa le dita e semplicemente lascia andare.
Lascia che il superconscio attivi la sua energia
guaritrice. E non fare nientaltro.
Domande frequenti.
1. Quando so che il processo completo?
Quando il processo sar completo, lo decider il
superconscio. Prova semplicemente a sentire cosa
succede.
2. Quando posso ripetere il processo?
Ti consiglio inizialmente non pi di una volta al
giorno. Poi sentirai tu quando ripeterlo. Questo
strumento sarai tu a decidere quando utilizzarlo. Pi
avanzerai nella pratica pi, come uno chef, potrai
usare i diversi ingredienti o le diverse ricette per
utilizzarle al meglio quando servono.
Esercizio 2 Gratitudine.
Sii grato per ci che hai.
Sii grato per ci che sei.
Sii grato per ci che avrai.
Sii grato per ci che sarai.
Sii grato per ci che stai diventando..
(Michael Doody).
Lesercizio della gratitudine il pi importante se
vuoi comprendere e mettere in pratica la Legge di
Attrazione. anche lesercizio pi semplice.
Due o tre volte al giorno, per pochi minuti, chiudi gli
occhi e ringrazia. Fai un elenco mentale delle cose
positive che hai vissuto e che hai e ringrazia.
Ringrazia per tutte le cose belle che la giornata ti ha
portato.
Pensa a tutto ci che hai costruito nel corso del
tempo, e ringrazia.
E quando durante la giornata ti accade di avere
pensieri negativi (dettati da accadimenti o
semplicemente dalla catena dei pensieri stessi),
ritorna a contemplare con gratitudine tutto ci che
hai.. e ringrazia.
Ti accorgerai dellincredibile potenza che la
gratitudine ha nelleradicare condizioni mentali e stati
emotivi negativi e nel neutralizzare insicurezze e
instabilit.
Con la pratica dellesercizio della gratitudine diventa
realmente pi facile accogliere la via della serenit,
della fiducia e deHottimismo.

Due o tre volte al giorno, per pochi minuti, chiudi gli


occhi e ringrazia per ci che ancora non hai con la
consapevolezza che presto lo avrai e con la fede di
averlo gi ottenuto.
Ringrazia te stesso e il processo che in azione,
ringrazia luniverso perch sta attivando quei
processi che ti porteranno ogni bene.
Ringrazia per le sensazioni che provi e per la gioia e
la fortuna che hai avuto, grazie a te stesso, di aver
compreso e messo in pratica il miracoloso segreto
creativo della Legge di Attrazione.
Piano dazione.
Attiva lazione guaritrice del superconscio non solo
su emozioni, stress e condizioni negative, ma anche
su persone e luoghi che ti stressano e con cui ti trovi
a disagio.

Settimana 22. Semi spirituali.


Introduzione alla settimana 22.
Questa settimana spiegher perch i pensieri sono
dei semi spirituali. Una volta piantati nel subconscio,
germogliano e crescono. Per quello che producono
talvolta pu non essere di nostro gradimento. I vari
casi di malessere, insoddisfazione, malattia non sono
che effetti della paura, dellansia, dellodio e di
pensieri di questa natura.
In due modalit si svolgono i processi vitali: con la
nutrizione e con leliminazione delle scorie. La vita
intera distinta in queste due fasi, costruttive e
distruttive, e siccome il nutrimento il solo requisito
necessario per la costruzione delle cellule, in teoria
prolungare indefinitamente la vita non un problema
troppo difficoltoso.
Anche se pu sembrare inverosimile, la seconda
attivit, quella distruttiva, la causa di quasi tutte le
malattie. Le tossine si accumulano e saturano i
tessuti intossicando tutto lorganismo. Certo
lintossicazione pu essere minima o generalizzata:
nel primo caso il disturbo localizzabile, nel secondo
limpatto si ripercuote su tutto il sistema.
importante quindi eliminare i pensieri negativi, quei
pensieri che vanno a corrodere i nervi e le ghiandole
che controllano lespulsione delle scorie e delle
tossine. Solo cos si aumenta la distribuzione
dellenergia vitale nel sistema corporeo.
Cibi nutrienti e ricostituenti non danno la vita, si
occupano solo della manifestazione vitale
secondaria. Quanto alla primaria, ne parleremo nel
corso della lezione.
I punti chiave.
1. inestimabile il valore della conoscenza, grazie a
lei possiamo edificare il nostro futuro. Ci rendiamo
conto del suo valore quando comprendiamo che il
nostro carattere, lambiente, le condizioni fisiche
sono il risultato del nostro passato modo di pensare.
2. Se la nostra salute non buona, analizziamo il
nostro modo di pensare. Tieni presente che ogni
pensiero genera unimmagine mentale, un seme che
sprofonda nel subconscio e d vita a una tendenza

che attrae pensieri simili, generando in men che non


si dica un intero raccolto. Se in quei pensieri cera
dello scontento, della debolezza, il suo risultato sar
malattia, sconfitta, decadenza. E adesso
chiediamoci: in questo momento cosa stiamo
pensando? Cosa stiamo seminando? E cosa
raccoglieremo?
3. Se la tua condizione fisica ha necessit di essere
cambiata, devi fare affidamento sulla legge della
visualizzazione. Fissa limmagine mentale della
salute perfetta e mantienila fino a che la coscienza
non lha assimilata. C chi si liberato di malattie
croniche in poche settimane tramite questo metodo
e migliaia di persone si sono liberate di disturbi pi
lievi in pochi giorni, alcuni in pochi minuti.
4. La mente governa il corpo tramite la legge della
vibrazione. Ogni azione mentale una frequenza e
ogni forma una modalit di movimento, una
frequenza vibratoria: per ogni vibrazione gli atomi
del corpo si modificano, tutte le cellule vengono
influenzate e si verifica un mutamento chimico
completo delle cellule vitali. La frequenza vibratoria
non un fenomeno esclusivamente umano, ma
esteso a tutto luniverso. Se si cambia la frequenza,
cambia la natura, la qualit e la forma. La Natura
sottoposta a un continuo mutamento a causa delle
piccole modifiche di frequenze e anche noi possiamo
esercitare questo potere, perch il pensiero
vibrazione. Sei in grado infatti di cambiare la
vibrazione manifestando nel tuo corpo qualsiasi
condizione desideri.
5. evidente il potere della mente sul corpo. Gli
effetti della mente oggettiva sul corpo sono
facilmente identificabili: se ti dicono qualcosa di
divertente, tu ridi, magari fino al mal di pancia, a
dimostrazione di come il pensiero abbia il controllo di
tutti i tuoi muscoli. Viceversa, se qualcuno ti d una
notizia triste i tuoi occhi possono cominciare a
lacrimare, perch il pensiero controlla le ghiandole
del tuo organismo. Oppure se senti qualcosa di
offensivo o che scatena la tua rabbia, ecco che il
sangue ti colora il volto, perch il pensiero governa la
circolazione sanguigna. Tuttavia si tratta di effetti
temporanei, risultati della tua mente oggettiva sul
corpo.
6. Guardiamo invece cosa fa la mente subconscia. Se
ti tagli, migliaia di cellule iniziano istantaneamente il
lavoro di guarigione e in pochi giorni tutto torna
come prima. Se ti fratturi, il medico pu ingessarti
ma chi riesce concretamente a saldare i lembi ossei
la mente subconscia che avvia il processo di
guarigione. Se accidentalmente ingerisci del veleno,
la mente subconscia far dei violenti tentativi per
eliminarlo. Se contrai una malattia infettiva, la mente
subconscia costruir una barriera attorno alla zona
infetta e, grazie ai globuli bianchi, riuscir a
distruggerla. Questi processi della mente subconscia
si verificano a nostra insaputa e finch non
interferiamo tutto va come deve andare. Se per
nutriamo pensieri di paura, queste cellule riparatrici
vengono influenzate dal pensiero negativo,
bloccandosi e divenendo impotenti. una fabbrica di

operai volenterosi pronti a svolgere un compito


importante ma, non appena cominciano la loro
missione, proclamiamo uno sciopero o ribaltiamo le
operazioni, fino a che i lavori non si interrompono del
tutto.
7. La via che porta alla salute si fonda sulla Legge di
Attrazione, fondamento di tutte le scienze, legge che
si attiva col potere mentale dal potere interiore.
una questione di impegno personale e di pratica
continua, perch la sede del potere dentro di noi.
Comportarsi saggiamente vuol dire non perdere
tempo appresso agli effetti esterni. Perch, in realt,
non sono che riflessi del mondo interiore. Se
cerchiamo la causa nel mondo interiore potremo
cambiare leffetto esteriore.
8. Tutte le cellule sono intelligenti e rispondono alle
tue indicazioni. Sono tutte creatrici e danno vita allo
schema che tu fornisci loro. Quando poni di fronte
alla mente subconscia delle immagini perfette, le
energie creative costruiscono un corpo perfetto. Lo
stesso vale per le cellule cerebrali. La qualit del
cervello dipende dallatteggiamento mentale: se
trasmettiamo alla mente subconscia stati mentali
negativi, questi vengono trasferiti nel corpo. Se
desideriamo possedere salute, forza ed energia, il
nostro pensiero principale devessere affine a questi
obiettivi.
9. Ogni elemento del nostro corpo il risultato di una
frequenza vibratoria. Lazione mentale una
frequenza vibratoria. Una frequenza vibratoria pi
elevata controlla una frequenza pi bassa. La
frequenza governata dal carattere delle cellule
cerebrali. Sappiamo come creare queste cellule
cerebrali. Sappiamo come modificare il nostro corpo
e, con la nostra conoscenza pratica del potere della
mente, siamo consapevoli che la nostra capacit di
armonia con la legge naturale non ha limiti.
10. In pochi sanno che si pu essere autosufficienti.
Ci che il paziente pu fare da solo per se stesso, e
le forze che ha il potere di scatenare, sono un terreno
ancora ignoto. Sono forze ben pi grandi di quanto la
gente possa credere.
Credenze fortificanti.
1. La conoscenza che ho acquisito con il mio lavoro
mentale inestimabile.
2. Ho realizzato pienamente che ogni cosa, ogni
effetto, ogni realt, dipendono solo dal mio modo di
pensare.
3. Il mio pensiero subconscio semina solo pensieri
perfetti.
4. La mia frequenza vibratoria positiva si estende a
tutto luniverso.
5. La mia mente ha ogni potere sul corpo.
6. La Legge di Attrazione mi porta ogni salute.
7. Attivo consapevolmente la Legge di Attrazione con
il mio potere mentale.
8. Per cambiare il mondo esteriore, cerco e trovo
sempre la causa nel mondo interiore.
9. Il mio potere mentale agisce fino a livello cellulare.
10. La mia frequenza mentale controlla e indirizza
ogni frequenza del mio corpo, della mia mente, della
mia realt, della mia vita.

Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle


credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Esercizio della settimana. Dovrai concentrarti su
queste rime di Tennyson: Parla con Lui, poich Egli ti
ode, e lo spirito pu incontrare lo spirito. Pi del
respiro Egli vicino, e rasente pi della tua mano e
del tuo piede. Pensa con attenzione che quando si
Parla con Lui si sta a contatto con lOnnipotenza.
Lindividuazione di questa Onnipotenza distrugger
tutte le malattie e le disarmonie, donando salute e
gioia.
Esercizi inediti.
Questa settimana applicherai la potentissima tecnica
dellenergia delluniverso non su uno stress o un
evento negativo ma sul tuo obiettivo. Inoltre
imparerai come, definitivamente, lasciar andare
alluniverso. Utilizza questi esercizi in abbinamento o
alternandoli allesercizio classico.
Esercizio 1.
Attivare lenergia delluniverso per il tuo obiettivo.
La scorsa settimana hai imparato come attivare
lenergia delluniverso per guarire stress ed eventi
negativi. Questa settimana la applicherai in
positivo, cio sui tuoi obiettivi (di lavoro, di salute,
di realizzazione, eccetera).
Ancora non dovrai far altro che attivare
consciamente lenergia del superconscio e lasciare
semplicemente che essa agisca. Ricorda che tu non
puoi sapere come operer il superconscio e cosa
attiver. Tieni sempre bene a mente per che, se hai
seguito le precedenti lezioni, sicuramente esso
attiver le condizioni per la realizzazione del tuo
obiettivo. Il superconscio sa tutto, conosce tutte le
risorse necessarie alla risoluzione del tuo obiettivo,
tutte. Quelle presenti, quelle passate e quelle future,
di ogni tempo e di ogni luogo, create e non ancora
create, scoperte e non ancora scoperte, di questo e
di tutti gli altri infiniti mondi.
Seduto o in piedi. Tenendo il mento fermo, parallelo
al pavimento, unisci le punte delle dita delle mani.
Mantenendo le mani unite in questo modo, guarda
verso destra per circa 10 secondi.
Continuando a tenere le mani congiunte in questo
modo sposta lo sguardo verso sinistra per altri dieci
secondi.
Chiudi gli occhi e mantenendo le mani congiunte in
questo modo immagina una X che esce dal centro
della tua fronte e si espande fino ad avvolgere
completamente i tuoi due emisferi cerebrali.
Lancia mentalmente, come hai imparato dalla prima
settimana, una forte intenzione (conscia) di attivare
lenergia delluniverso per luniverso. Tenendo gli
occhi chiusi, visualizza il tuo obiettivo e lancia una
forte intenzione al superconscio ripetendo
mentalmente questa affermazione: Attivo lenergia
delluniverso per realizzare questo obiettivo [stress
specifico].

Poi separa le dita e semplicemente lascia andare.


Lascia che il superconscio attivi la sua energia. E non
fare nientaltro.
Esercizio 2.
Lascio fare alTuniverso.
Quando hai definito il tuo obiettivo da raggiungere,
quando ti sei costruito limmagine del tuo desiderio e
con gli esercizi hai potenziato la tua profonda
consapevolezza e la.
fede incrollabile nel fatto che il tuo desiderio si
concretizzer, il passo successivo e pi importante
da compiere lasciare che tutto accada, ovvero
lasciar fare alluniverso. O a Dio, se preferisci.
Devi avere piena consapevolezza che non spetta a te
decidere le modalit e i tempi in cui il tuo obiettivo si
concretizzer; luniverso, Dio, un creatore invisibile
e lenergia che attivi con il tuo pensiero mette in
moto processi di cui puoi non avere coscienza e che
di certo non puoi controllare.
Devi avere consapevolezza e piena fiducia nel fatto
che attivando le energie del pensiero e La Legge di
Attrazione hai innescato quei meccanismi, attivato
quei processi. Ora non devi far altro che attendere,
fiducioso, nella loro realizzazione.
Non forzare le cose. Con la forza non si ottiene nulla.
Tentare di fare a modo proprio, forzando le cose, non
serve. Le vie del Signore sono infinite.
Per questo non devi avere aspettative. Ti potr
sembrare paradossale, ma cos che funziona. Una
volta che hai piantato il seme, coltivalo con gli
esercizi mantenendo chiara la tua visione, forte il tuo
ascolto e la tua emozione, fermo il tuo desiderio. Ma
non forzarne la crescita. Avere aspettative come,
dopo aver piantato il seme, smuovergli
continuamente la terra intorno per vedere se ha
piantato radici. Se fai cos, lo uccidi. Questo un
passo fondamentale e non scontato: te lo dico anche
per esperienza diretta. Lascia fare alluniverso. Non
avere aspettative. Coltiva il tuo sogno e lascia fare
alluniverso.
Ripeti perci con gioia e convinzione questa
affermazione:.
Ho piantato il seme e ho fiducia che crescer. Sono
grato per aver ricevuto ci che ho chiesto, e ora
lascio fare alVuniverso.
Piano dazione.
Applica lesercizio 2 in ogni situazione di stress che ti
capita durante la settimana. Lascia semplicemente
andare la situazione di stress, affidala alluniverso,
e abbi piena fiducia che luniverso ha tutti gli
strumenti e conosce ogni soluzione per il tuo
problema o i tuoi problema, e attiver senza dubbio
ogni azione efficace per risolverlo, ora che tu conosci
il Segreto della Legge di Attrazione.

Settimana 23. La legge del successo il


servizio.
Introduzione alla settimana 23.

In questa lezione vedrai come il denaro sia


indissolubilmente legato alla nostra esistenza, che la
legge del successo si basa sul servizio, che pi diamo
e pi riceviamo, ragion per cui il maggior privilegio
consiste nel poter dare agli altri qualcosa di utile.
Come precedentemente spiegato, il pensiero
lattivit creativa che lavora dietro le quinte di ogni
iniziativa costruttiva. Dunque nulla pi utile e
pratico del nostro pensiero.
Il pensiero creativo richiede attenzione e lattenzione
larma numero uno delluomo che raggiunge
lintegrazione con la Mente Universale. Con
lattenzione affiliamo la concentrazione, la quale
sviluppa il Potere Spirituale. Il Potere Spirituale la
forza pi grande di tutte.
Questa la scienza che racchiude tutte le altre,
larte pi importante della vita umana. Farla nostra e
saperla gestire ci garantisce un miglioramento
continuo e infinito. Non la si impara certo in poche
ore o in pochi giorni n in pochi anni. limpresa
della nostra vita: non andare avanti equivale a
tornare indietro.
Non c dubbio che pensare positivo produca un
effetto benefico straordinario. La parola chiave
delluniverso compensazione. In Natura regna
lequilibrio. Se da un lato qualcosa vien fatto uscire,
qualcosaltro deve rientrare. Non si creano dei vuoti,
tutto bilanciato. Se rispetti questa regola al tuo
impegno corrisponder un equivalente beneficio.
I punti chiave.
1. La consapevolezza del denaro un atteggiamento
mentale. la porta spalancata sulle arterie
commerciali. la capacit ricettiva. Il desiderio la
forza che innesca lenergia elettrica, la paura il
grande ostacolo che interrompe il flusso o lo
allontana.
2. La paura il contrario della coscienza del denaro.
la coscienza della povert. La legge, essendo
immutabile, parla chiaro: riceviamo quel che diamo,
se abbiamo paura riceviamo quello che ci terrorizza.
Il denaro strettamente collegato al tessuto della
nostra conoscenza, sa coinvolgere il pensiero delle
menti pi sottili.
3. Le mutevoli forze della vita nascono nei nostri
pensieri e negli ideali. Il problema conservare una
mente sempre aperta alle novit, che sappia
riconoscere le opportunit. Che sia pi interessata
alla strada da percorrere che alla meta da
raggiungere, perch il vero piacere sta nel processo
in atto e non nel possesso finale.
4. Se vuoi puoi riempirti di denaro, prima per devi
domandarti come fare. Se hai abbastanza intuito per
saper riconoscere unopportunit e le favorevoli
condizioni, se sai ravvisare i giusti valori, puoi essere
anche in grado di sfruttarli, ma tieni presente che il
vero successo si guadagna aiutando gli altri. Quel
che fa star bene uno, fa star bene tutti. Nel pensiero
altruista c tutta la forza prorompente che manca al
pensiero egoistico. Le entrate e le uscite devono
restare aperte perch l sta il grande segreto: dare
assolutamente essenziale quanto ricevere.

5. Quando individuiamo il Potere Onnipotente, fonte


di ogni ricchezza, e sintonizziamo la nostra coscienza
sulle frequenze di queste fonti divine, scopriamo
limportanza di dare per ricevere. Dare, in questo
contesto, equivale a servire. Il banchiere d delle
banconote, il commerciante d la sua merce, lo
scrittore il suo pensiero, il lavoratore la sua abilit.
Ognuno di noi d qualcosa e pi d, pi riceve, pi
potr continuare a dare. Il magnate d molto e
ottiene altrettanto. Pensa di continuo, non permette
agli altri di pensare al suo posto, se hai dei progetti
convincenti ti fornir i mezzi che daranno modo a
migliaia di altre persone di trarne un beneficio, cos
in base al tuo e al loro successo, lui misurer il suo.
Rockfeller e Carnegie non si sono arricchiti
prendendo i soldi altrui, semmai hanno guadagnato
denaro per gli altri: grazie a questo hanno costruito il
loro impero.
6. Ti faccio un esempio. C un tale di Chicago che ho
sempre definito un materialista. Lultima volta che ci
ho parlato, non aveva un soldo bench prima gli
affari gli andassero bene. Stavolta invece era al
verde, senza contare la sua et ormai avanzata.
e che le sue buone idee di investimento non erano
pi frequenti come un tempo. Mi disse: Lo so che in
affari il grande successo frutto del Pensiero, chi non
lo sa? Adesso per mi sento a corto di pensieri. Se
questo insegnamento del La-Mente- -tutto si rivela
esatto, devesserci unopportunit anche per uno
come me. Vedr di lavorarci su. Questo qualche
anno fa. Recentemente ho sentito parlare
nuovamente di quel tale. Ho chiesto a un amico,
Ricordi quel tizio di Chicago? Chiss che fine ha
fatto. Al che, il mio amico mi fissa con stupore: Eh?
Quindi non sai nulla del successo straordinario che
ha ottenuto? lui che comanda nel mondo degli
affari adesso. E ha pronunciato il nome di
unazienda che nellultimo anno e mezzo ha visto
lievitare i suoi utili. Hanno sfruttato la sua GRANDE
IDEA e hanno guadagnato quasi un milione di dollari
in appena diciotto mesi. Prima di allora non avevo
mai collegato il successo di quellazienda al mio
conoscente di Chicago. Ho cercato ulteriori
informazioni al riguardo e ho avuto la conferma che
quella storia era vera.
7. Allora, che ne pensi? Io credo che quelluomo sia
riuscito a stabilire il contatto con la Mente Infinita (lo
Spirito) e che poi labbia utilizzato per il suo lavoro.
8. Egli non solo ha attinto alla Riserva Infinita ma ha
usato il Potere Creativo del Pensiero per costruire il
suo Schema Ideale, con il quale ha potuto rendere
tangibili le sue immagini mentali.
9. Chi non accetta lidea di usare il Potere Infinito per
un vantaggio economico e lavorativo, dovrebbe
rammentare che se lInfinito non avesse considerato
fattibile una simile operazione, questa non si sarebbe
verificata. LInfinito sa prendersi cura di S.
10. Anche la spiritualit pratica. Ci dice che lo
Spirito la Cosa Vera, il Tutto, e che la Materia una
sostanza plastica creata secondo le volont dello
Spirito. Non c cosa pi pratica della spiritualit!
Credenze fortificanti.

1. Io sono coscienza della ricchezza.


2. Conservo una mente sempre aperta alle novit.
3. So riconoscere e riconosco le opportunit.
4. Il mio vero piacere sta nel processo in atto e non
nel possesso finale.
5. Il mio vero successo e la mia vera ricchezza si
guadagnano aiutando gli altri.
6. Ho fatto completamente mia la verit che dare
essenziale quanto ricevere.
7. Dare avere.
8. Io sono sempre in connessione con la Mente
Infinita e utilizzo questa connessione per il mio
successo.
9. Attingo alla Riserva Infinita e uso il Potere
Creativo.
Esegui lesercizio di integrazione emisferica delle
credenze fortificanti come illustrato nella Settimana
1.
Lesercizio originale.
Oggi concentrati sul fatto che luomo non un corpo
dotato di spirito ma uno spirito con un corpo, ed
per questo che i desideri non si avverano se non
hanno natura spirituale. Il denaro, per esempio, non
ha nessun valore se non quello di far avverare le
condizioni che desideriamo - a patto, naturalmente,
che siano condizioni armoniose. Le condizioni
necessitano di risorse sufficienti, perci se ci sono
dei problemi economici che le ostacolano, ricorda
sempre che lanima del denaro il servizio. Quando
questo pensiero si plasma, si spalancheranno i
cancelli dellabbondanza e ti accorgerai di quanto i
metodi spirituali siano pratici.
Esercizi inediti.
Non un caso che Charles Haanel, dopo averlo
anticipato in alcune lezioni precedenti, giunga alla
trattazione dellaltruismo nelle ultime settimane del
suo corso. Se lo avesse fatto allinizio del metodo,
avresti potuto storcere il naso. Avresti potuto dire:
Certo, lo so che i soldi non sono tutto, che la vera
felicit nellaiutare gli altri, ma io ho preso questo
corso per diventare ricco e realizzare i miei sogni!.
Ora per sai come funziona il sistema. E sai che il
dare un processo creativo che implica il ricevere,
cos come lespirazione implica lispirazione e come
tutto, nel mondo e nellambiente, avviene per
interscambio e reciprocit.
Ora sai anche che tutto uno, che ci che ti accade
nel mondo frutto dei tuoi pensieri, consci e
subconsci, e ora sei pronto per estendere questa
consapevolezza a tutta la tua realt, cio a tutto il
tuo mondo. Non solo a quello che riguarda te, ma
anche a quello che riguarda le altre persone con cui
sei in relazione e agli eventi generali che accadono
nella tua vita.
Anche quelli, poich tutto uno, riguardano te.
Sei perci pronto ad assumerti con serenit e gioia il
100% delle tue responsabilit, sei pronto a essere
veramente protagonista della tua vita. Ora puoi
avere finalmente gli strumenti mentali per agire su
ogni cosa.
Nella tua nuova realt, dunque, tutto uno.

Si ha la consapevolezza di essere uno con luniverso.


la condizione di illuminazione, di percezione
assoluta dellesistenza di tutto. Indescrivibile a
parole, la si identifica con la consapevolezza della
Coscienza Cosmica. Si potrebbe dire che in questa
condizione di realt non esiste mai nulla di separato
da nientaltro. Tu sei ogni cosa e ogni cosa tu. Tu
sei quello dice la sapienza indiana. Lo scrittore Ren
Daumal intuisce questa condizione quando dice, nel
Monte Analogo: Essere ci che si . Nulla mai
separato da nulla, tutto sempre integrato in tutto.
Non esiste laltro, non esiste altro, esiste solo e
sempre ci che , linterconnessione del tutto con il
tutto.
Esercizio 1.
Negazioni per gli altri.
Come hai imparato, con le negazioni intervieni
direttamente, consapevolmente, sulle credenze per
trasformarle. Le negazioni agiscono direttamente sui
tre linguaggi della mente: ispirati dalla verit e dalla
spinta al cambiamento (mente superconscia),
agiscono per via conscia (la negazione, il potere della
mia parola) sulle credenze subconscie. Con le
negazioni hai un altro strumento potente per
cambiare te stesso, e ora anche il mondo.
Lo ripetiamo: tutto avviene sempre e solo in noi
stessi, cio sempre e solo nella nostra mente. Con le
negazioni (e le affermazioni) per gli altri accade
esattamente lo stesso: nel momento in cui
consciamente lanci lintenzione che, attraverso la
negazione, negherai lesistenza per laltro di dolore,
sofferenza, emozioni negative, eccetera, lazione del
superconscio contemporaneamente ripulir in te tutti
gli elementi che hanno cocreato in te quella realt:
perch qualunque cosa accada nella tua vita, incluse
le cose che accadono alle persone che sono in
relazione con te, tu lhai co-creata, o lhai attratta.
questo il significato supremo della Legge
dellAttrazione: ogni cosa che accade nella tua vita non solo a te stesso, ma nellevento della tua vita tu in qualche modo lhai attratto. Perci agendo su te
stesso agirai sullaltro, e agendo sullaltro agirai su te
stesso. Le negazioni per gli altri richiedono la stessa
tecnica delle negazioni per te stesso (Settimana 10
esercizio 1). Con questa variante.
Prima di iniziare lancia una forte intenzione di negare
per la persona specifica e poi chiudi gli occhi, unisci
le dita come nella tecnica dellintegrazione
emisferica e immagina di essere quella persona.
Resta per qualche secondo centrato su quella
persona, immaginando di diventare lei, e in ascolto
delle sensazioni che provi. Poi esegui le negazioni.
Ricorda che per potenziare leffetto mentre pronunci
la tua negazione (a voce alta o mentalmente non
importa, ma ogni tanto meglio se lo fai a voce alta,
ascoltando il suono della tua voce) picchiettati con
entrambi gli indici il punto energetico corrispondente
al plesso solare, in modo da rilasciare i contenuti
emozionali delle tue negazioni. Continua a ripetere la
negazione fino a quando, picchiettando sul punto
energico, non senti un benefico rilascio emozionale.
Esercizio 2.

Affermazioni per gli altri.


Con le affermazioni per gli altri non solo neghi il
potere delle vecchie credenze su di loro e su di te,
ma affermi il pieno potere della persona su ogni
cosa. Tu sei potere e con le affermazioni tu crei la
realt.
Ricorda che le affermazioni sono pensieri
concentrati. Dietro ogni affermazione si trova
unemozione che dona una forza trainante
dirompente.
Le affermazioni per gli altri richiedono la stessa
tecnica delle affermazioni per te stesso (Settimana
10 esercizio 2). Con la stessa variante dellesercizio
precedente.
Prima di iniziare lancia una forte intenzione di
affermare per la persona specifica e poi chiudi gli
occhi, unisci le dita come nella tecnica
dellintegrazione emisferica e immagina di essere
quella persona. Resta per qualche secondo centrato
su quella persona, immaginando di diventare lei, e in
ascolto delle sensazioni che provi. Poi esegui le
affermazioni.
Per potenziare leffetto mentre pronunci la tua
affermazione (a voce alta o mentalmente non
importa, ma ogni tanto meglio se lo fai a voce alta,
ascoltando il suono della tua.
voce) picchiettati con entrambi gli indici il punto
energetico corrispondente al plesso solare, in modo
da rilasciare i contenuti emozionali delle tue
negazioni.
Continua a ripetere laffermazione fino a quando,
picchiettando sul punto energetico, non senti un
benefico rilascio emozionale.
Piano dazione.
1. Ripeti le negazioni e affermazioni per le brutte
notizie che vedi in tv o leggi sui giornali.
2. Ripeti negazioni e affermazioni quando senti
notizie di qualcuno che sta male o ha dei guai.

Emerson possono guidarti e giungerai a dei livelli di


potere senza limiti.
Questo principio il segreto che gli antichi alchimisti
non sono mai riusciti a trovare. Perch ci spiega
come loro della mente possa diventare prezioso per
la mano e per il cuore.
Lintera ultima lezione.
1. Quando gli scienziati dissero che il Sole il centro
del sistema solare e che la Terra gli ruota intorno,
scoppi un putiferio. Nessuno ci credeva, perch tutti
vedevano il Sole spuntare al mattino e nascondersi
dietro lorizzonte o gettarsi in mare a fine serata.
Bollarono lidea degli scienziati come assurda ma alla
fine levidenza ha conquistato gradualmente tutti.
2. Definiamo la campana un corpo risonante ma
siamo consapevoli che la campana si limita a
diffondere le vibrazioni nellaria. Quando le vibrazioni
raggiungono le sedici al secondo, noi siamo in grado
di percepirle tramite un suono. La mente pu udire
vibrazioni fino a una frequenza di trentottomila al
secondo, ma superata questa soglia per noi ritorna il
silenzio. Il suono non risiede nella campana. Ma nella
nostra mente.
3. Consideriamo il Sole un corpo che emette luce.
Eppure, semplicemente, diffonde energia che
produce nelletere una frequenza di quattrocento
trilioni di vibrazioni al secondo, da cui nascono le
onde luminose. Perci quello che chiamiamo luce
solo una forma di energia. La luce in fondo una
sensazione della mente causata dal moto delle onde
luminose. Allaumentare dello spettro la luce cambia
colore. Noi diciamo che una rosa rossa o lerba
verde o il cielo azzurro, in realt i colori esistono solo
nella nostra mente perch si tratta di sensazioni che
proviamo in base alle frequenze delle onde luminose.
Se scendono sotto i quattrocento trilioni non le
percepiamo come luce ma come calore. Allora, a
cosa credere, alla realt percepita dai nostri sensi o
alle leggi fisiche? Se ci basassimo sui nostri sensi
dovremmo credere che il Sole si muove, che la Terra
piatta e che le stelle sono puntini luminosi invece
che soli grandissimi.
4. Il vero possesso di conoscenze teoriche e pratiche
Settimana 24. Alchimia.
di qualunque sistema metafisico consiste nel
Introduzione alla settimana 24.
conoscere la Verit riguardo noi stessi e il mondo in
Siamo giunti alla lezione conclusiva di questo corso.
cui viviamo. sapere che per vivere in armonia si
Se hai svolto gli esercizi per qualche minuto pi volte deve pensare allarmonia, che per irradiare salute si
al giorno come suggerito avrai scoperto la loro
deve pensare alla salute, che per vivere in
grande potenzialit, e saprai per certo che ora puoi
abbondanza si deve pensare allabbondanza: per
ottenere tutto quello che vuoi. Concorderai col mio
fare tutto questo bisogna rivoluzionare le prove che i
allievo che disse: Il pensiero quasi soverchiante,
nostri sensi ci forniscono giorno per giorno.
cos vasto, preciso, ragionevole e fruibile. Questa
5. Quando avrai compreso che ogni malattia,
conoscenza un dono degli di, la Verit che rende malessere, depressione solo il risultato del pensiero
liberi gli esseri umani. Liberi dalla malattia, dalla
negativo, avrai fatto tua la Verit che rende liberi.
tristezza, dallansia. E non forse meravigliosa
E allora sar possibile smuovere una montagna.
questa legge cos democratica, che tratta tutti allo
Anche se fatta di dubbi, paura, pur sempre una
stesso modo? Se hai inclinazioni religiose, il pi
montagna da affrontare, da rimuovere e (come il
elevato insegnamento religioso ha appena mostrato Vangelo insegna), da gettare nel mare.
la strada e chiunque pu intraprenderla. Se hai
6. Il tuo solo compito convincere te stesso della
inclinazioni scientifiche, la legge agir con certezza
verit di questo concetto. Quando ci riuscirai, la
matematica. Se hai lanimo filosofico, Platone o
verit non sar pi difficile da accettare. E come

abbiamo visto precedentemente, la verit ha in s un


principio vitale che la manifester.
7. Chi sa guarire tramite questi metodi mentali,
conosce questa verit e la applica tutti i giorni, per
s e per gli altri. Sa che salute, vita, opulenza sono
onnipresenti, riempiono tutto lo spazio, e sa che chi
si fa sottomettere dalla malattia non ha capito affatto
questa legge.
8. Perch ogni condizione creata dal pensiero:
malessere e carestia sono prodotti del pensiero,
condizioni create da chi non riconosce la Verit.
Quando si cancella lerrore, scompare anche la
condizione.
9. Per cancellare lerrore si deve entrare nel silenzio
e indagare la Verit. E siccome la mente una, un
metodo che puoi utilizzare sia per te che per
chiunque altro. Se sai come formare unimmagine
mentale delle condizioni che desideri, sei a cavallo
perch il metodo pi veloce e semplice. Altrimenti
c un secondo modo, altrettanto efficace: la
Conversazione. La Conversazione una tecnica di
autoconvincimento, un processo con cui riferire
unasserzione alla mente subconscia.
10. Una delle asserzioni pi difficili da capire, ma
anche una delle pi straordinarie, questa:
qualunque sia la difficolt, in qualsiasi luogo e di
qualsiasi persona, devi solo convincere te stesso che
ci che desideri la Verit.
11. unaffermazione scientifica impeccabile,
perfettamente aderente al sistema me-tafisico
esistente. E non esiste altro modo per raggiungere
obiettivi durevoli.
12. Qualsiasi tipo di concentrazione
(lAutoargomentazione, lAutosuggestione, la formazione di Immagini Mentali) un modo per
avvicinarti alla Verit.
13. Se vuoi aiutare qualcuno, non pensare a lui o a
lei. Basta semplicemente lintenzione di aiutare, che
ti mette in contatto con quella persona. Dopo di che
allontana qualsiasi pensiero negativo. Appena riesci
a fare questo, quella persona sar libera.
14. Se dubiti anche solo per un attimo ricorda che c
una sola realt, lo Spirito, di cui non puoi dubitare
perch non c niente di pi reale e perfetto.
15. I pensieri sono una frequenza vibratoria e se
sono incentrati sulla Verit raggiungono la pi alta
frequenza conosciuta, tale da distruggere qualsiasi
forma di errore, cos come la luce fa scomparire la
tenebra. Se c la Verit, non pu esserci errore. Per
superare qualsiasi forma di debolezza, devi
comprendere la Verit.
16. Ma non a partire dalla realt esteriore si conosce
la Verit. La Verit un valore assoluto: il luogo in cui
cercarla il nostro mondo interiore.
17. Allenare la mente a riconoscerla equivale a
produrre condizioni autentiche e se riusciamo a farlo
i nostri progressi saranno inconfondibili.
18. La verit assoluta che lIo totale e completo,
spirituale e dunque non pu essere che perfetto.
Nessuna sofferenza n malattia risiede in esso. Da
cosa nasce, del resto, il colpo di genio? Non dalle
molecole cerebrali ma dallIo spirituale che tuttuno

con la Mente Universale. Il genio la capacit di


riconoscere questa Unit. Questi successi ottenuti
avranno un effetto per i posteri, come colonne
infuocate che indicano il sentiero a milioni di
persone.
19. Non dallosservazione o dalfallenamento della
ragione o dalla sperimentazione che deriva la Verit.
piuttosto il risultato di una coscienza ben evoluta.
La verit di Cesare si legge nella sua condotta, nelle
gesta, nella sua influenza. La tua vita, le tue azioni e
la tua influenza sugli altri dipendono dalla Verit che
riesci a percepire. La Verit traspare nella condotta.
20. Si vede nel carattere. Il carattere di un individuo
dovrebbe riflettere la sua religione o la sua idea di
Verit e tutto ci, a sua volta, dovrebbe manifestarsi
nel carattere dei suoi beni. Ma chi si lamenta della
propria sfortuna mente a se stesso.
21. Tutto ci che ti circonda, il tuo ambiente, gli
incidenti della vita, tutto preesiste nella tua
personalit subconscia. La causa di ogni ingiustizia
che incontriamo nella vita da ricercare dentro di
noi.
22. Questa la Verit che rende liberi. La
consapevolezza di questa verit ti metter in
condizione di superare qualsiasi ostacolo.
23. Le condizioni che incontri nel mondo esteriore
sono conseguenza delle condizioni della tua sfera
interiore, quindi se conservi nella mente lideale
perfetto, sarai in grado di plasmare le condizioni
ideali del tuo ambiente.
24. Se hai sensazioni incomplete, irregolari,
disarmoniche, queste condizioni si mani-festeranno
nella tua vita. Se invece alleni la tua mente a
percepire lIo spirituale, che totale assoluto e
armonioso, esisteranno solo condizioni salubri e
benefiche.
25. dunque chiaro che pensare la verit vuol dire
creare ci che vero, perch quando si evoca la
verit tutto ci che falso obbligato a dissiparsi.
26. Tutta la mente esistente Mente Universale. Lo
Spirito intelligente, quindi Mente. I due termini
sono in questo caso sinonimi.
27. Una difficolt che potresti lamentare sta nella
comprensione che la Mente non individuale ma
onnipresente. Universale.
28. Fino a oggi luomo ha utilizzato il termine Dio per
indicare questo Principio Creativo Universale,
tuttavia questo termine non ne trasmette
correttamente il significato. Generalmente i pi
intendono questa parola come qualcosa di esterno e
superiore a noi stessi, quando invece vero
lopposto: dentro noi, la nostra stessa vita, lo
Spirito che tiene in vita il corpo. Altrimenti
smetteremmo di esistere. Noi siamo lo Spirito.
29. La sola attivit praticata dallo Spirito pensare.
Quindi il pensiero deve essere creativo, deve
generare qualcosa, come fa lo Spirito. un potere
impersonale e la tua capacit di pensare la
capacit di utilizzarlo. Per te e per i tuoi cari.
30. Quando farai tua questa asserzione, entrerai
finalmente in possesso della Chiave Suprema. Ma
solo chi possiede adeguata saggezza per

comprendere, abbastanza apertura mentale per


ponderare, abbastanza riflessione per conservare il
proprio giudizio, abbastanza energia per compiere gli
sforzi del caso, potr entrare e godere e usufruire di
tutte le meraviglie della Mente Suprema.
Lesercizio originale.
Questa settimana, tenta di realizzare nel tuo intimo
che ci in cui viviamo davvero un mondo
eccezionale, che tu sei un essere eccezionale, che
molti si stanno avvicinando alla conoscenza della
Verit e che al loro risveglio conosceranno le cose
che Dio ha preparato per loro. Come scrive San
Paolo, essi sapranno che occhio non vide, n
orecchio ud, n mai entrarono in cuore di uomo
maggiori bellezze della Terra Promessa. Hanno
attraversato il fiume del giudizio, hanno saputo
discernere il vero dal falso e hanno capito che quanto
sognavano finora, altro non era che leco mentale di
unabbagliante realt.
Esercizi inediti.
Che tutto uno non una cosa semplice da afferrare
e certamente non intuitiva da comprendere. Entra
per, sperimentalmente, in questa idea, e mantienila
fissa in mente. La domanda che dovresti sempre
porti, dora in poi, : aChe cosa in me ha creato
questa condizione?
Qualunque cosa accada nel mondo tu puoi
cambiando te stesso. Perch sai che il mondo non
separato, ma che tutto interconnesso, ogni cosa
manifestazione delle tue credenze, e tutto uno.
Gli esercizi per gli altri di queste ultime due
settimane sono anche la messa in pratica pi elevata
di uno dei massimi princpi della Chiave Suprema,
che dare ricevere. Il lavoro mentale per gli altri,
ricorda, un meraviglioso atto di generosit e di
amore, non darlo per scontato. E quella generosit
che dai, quellamore che effondi, li riceverai, li
attrarrai. Ora perci tocca a te.
bene precisare che non si tratta di una dimensione
e comprensione intellettuale, di una realt teorica: il
cambiamento di conoscenza un cambiamento
reale, e le tecniche mentali, con questa
consapevolezza, agendo sui tre meccanismi di
funzionamento della mente, agiscono anche su
queste modalit di comprensione della realt.
Ognuno di noi pu vivere la vita che vuole. Se vuoi
continuare a credere che tutto separato, che tu non
puoi farci niente rispetto a ci che avviene nel
mondo, che nessuno cambia, che si vittime del
destino e non possibile fare niente, sei libero di
continuare a crederlo. La tua credenza innescher il
tuo sistema di esistenza, e vivrai e agirai secondo
questo sistema.
Se invece vuoi cambiare la tua realt, se inizi a
credere che il tuo cambiamento pu essere
determinante, che tu fai la differenza, che ogni tuo
piccolo o grande gesto agisce sullintero sistema,
sulla rete interdipendente della natura e delle
relazioni umane, allora vivrai e agirai seguendo
questa modalit di interpretazione della realt, e
inizierai a comprendere che qualunque cosa accada,
tu non devi fare altro che lavorare su te stesso.

Tutto inizia e finisce con te. questo il grande gesto


di responsabilit e di amore.
Perch lavorare su se stessi pi facile a dirsi che a
farsi.
Il fatto che pensiamo sempre a noi stessi ma
vogliamo sempre cambiare gli altri. Penso che se gi
pensassimo solo a noi stessi e volessimo cambiare
noi stessi sarebbe un passo epocale nellevoluzione
umana.
Prova a pensare cosa cambierebbe se tutti invece di
domandarsi: Cosha lui che non va? ci
domandassimo Cosho che non va in me?.
Prova a pensare cosa cambierebbe se tutti, ogni
essere di questo pianeta, ogni volta che qualcuno ci
taglia la strada, invece di urlargli contro usassimo
tecniche mentali per ripulire ogni stress e ci
domandassimo Che cose che mi fa arrabbiare, e
poi Perch questa cosa.
mi fa arrabbiare? e usassimo le tecniche mentali per
ripulire questo stress.. Prova a pensare cosa
cambierebbe nei rapporti personali, di coppia, tra
genitori e figli, tra famiglie in un condominio, tra
abitanti di un quartiere, tra citt, tra imprenditori e
lavoratori, nei rapporti con lambiente, nei rapporti
tra stati, nelle relazioni economiche, nelle relazioni
finanziarie..
Comprendi perch questo meraviglioso cambiamento
di prospettiva di livelli di realt costituisce una vera e
propria evoluzione umana?
Esercizio 1.
Cancellare OGNI memoria/programma subconscio.
Come ultimo esercizio di amore totale per gli altri e
per il tuo pianeta riprenderai lesercizio 1 della
Settimana 20, la cancellazione di ogni memoria e
programma subconscio, con la stessa variante dei
due esericzi della settimana scorsa.
Seduto o in piedi. Tenendo il mento fermo, parallelo
al pavimento, unisci le punte delle dita delle mani.
Mantenendo le mani unite in questo modo, guarda
verso destra per circa 10 secondi.
Continuando a tenere le mani congiunte in questo
modo sposta lo sguardo verso sinistra per altri dieci
secondi.
Chiudi gli occhi e mantenendo le mani congiunte in
questo modo immagina una X che esce dal centro
della tua fronte e si espande fino ad avvolgere
completamente i tuoi due emisferi cerebrali.
Lancia mentalmente una forte intenzione (conscia) di
ripulire completamente il subconscio della persona a
cui vuoi indirizzare il tuo aiuto da ogni memoria e
programma sabotante legata a quello specifico
stress. Ripeti mentalmente questa affermazione:
Ora ripulisco tutte le memorie e i programmi
subconsci di [nome della persona] legati a [stress
specifico].
Ora immagina di essere quella persona. Resta per
qualche secondo centrato su quella persona,
immaginando di diventare lei, e in ascolto delle
sensazioni che provi. Tenendo gli occhi chiusi,
identifica lo stress o lemozione negativa e
indirizzando la tua intenzione al superconscio ripeti
mentalmente Grazie, grazie, grazie, grazie,

grazie.., fino a quando non senti un cambiamento


mentale, fisico o emozionale.
Continuando a tenere gli occhi chiusi e le dita unite e
indirizzando la tua intenzione al subconscio ripeti
mentalmente Mi dispiace, mi dispiace, mi dispiace,
mi dispiace.. fino a quando non senti un altro
cambiamento mentale, fisico o emozionale.
Continuando a tenere gli occhi chiusi e le dita unite e
indirizzando la tua intenzione al subconscio ripeti
mentalmente Perdonami, perdonami, perdonami,
perdonami.. fino a quando non senti un altro
cambiamento mentale, fisico o emozionale.
Continuando a tenere gli occhi chiusi e le dita unite e
indirizzando la tua intenzione al superconscio ripeti
mentalmente Ti amo, ti amo, ti amo, ti amo.. fino a
quando non senti un ulteriore cambiamento mentale,
fisico o emozionale, fino a quando cio non ti senti
libero da quello stress o emozione negativa. Infine
separa le dita e apri gli occhi.
Piano dazione.
Esegui questo esercizio di ripulitura di tutte le
memorie e i programmi subconsci ogni volta che
ricevi una notizia negativa che riguardi un familiare,
un amico, una persona che conosci, una persona che
non conosci e allarga il campo agli eventi di cronaca,
alle tensioni economiche e politiche, alle guerre, alla
povert, alle catastrofi naturali eccetera. Anche per
le cose pi lontane da te, quelle per cui immediato
reagire dicendo: Io non posso farci niente, quelle
cose che ti fanno sentire impotente, ora hai uno
strumento potente di azione (e di co-creazione della
realt).
Nota.
Anche prima di attivare fazione di ripulitura sugli
eventi di cronaca, le tensioni economiche e politiche,

le guerre, le catastrofi naturali eccetera prova a


identificarti con essi. Prova a immaginarti di essere
loro.
Conclusione.
Hai completato un ciclo del metodo della Chiave
Suprema.
Diciamo un ciclo perch il percorso evolutivo un
percorso a spirale: circolare verso piani sempre pi
elevati di vita.
Perci, non abbandonare il metodo, ma accoglilo
nella tua vita, e periodicamente compi un altro ciclo.
Ovvero ripeti il metodo.
I nostri consigli sono essenzialmente questi.
Pensa agli esercizi come a delle ricette: tocca a te
ora creare i piatti. Cio utilizzare le migliori ricette
per le situazioni della tua vita e gli obiettivi che ti
vuoi porre.
Scegli alcuni esercizi che ti piacciono di pi e
utilizzali pi spesso, anche come rimedio di
emergenza (insorgere di uno stress, di una paura
improvvisa, eccetera).
Non restare centrato sugli stress ma sugli obiettivi e
le soluzioni: utilizza gli esercizi pi propedeutici al
continuo miglioramento e potenziamento di te.
Ripassa periodicamente il metodo e, quando hai
voglia, fai un altro ciclo completo. Soprattutto usa gli
strumenti che hai appreso tutti i giorni. Sono il
metodo complementare e integrato a tutta la tua vita
e a ogni tua condizione. Usali, usali, usali. Ricorda
perci che questa non la fine, solo linizio.
II meglio deve ancora venire.
Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.