Sei sulla pagina 1di 153

Informazioni su questo libro

Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google
nellambito del progetto volto a rendere disponibili online i libri di tutto il mondo.
Ha sopravvissuto abbastanza per non essere pi protetto dai diritti di copyright e diventare di pubblico dominio. Un libro di pubblico dominio
un libro che non mai stato protetto dal copyright o i cui termini legali di copyright sono scaduti. La classificazione di un libro come di pubblico
dominio pu variare da paese a paese. I libri di pubblico dominio sono lanello di congiunzione con il passato, rappresentano un patrimonio storico,
culturale e di conoscenza spesso difficile da scoprire.
Commenti, note e altre annotazioni a margine presenti nel volume originale compariranno in questo file, come testimonianza del lungo viaggio
percorso dal libro, dalleditore originale alla biblioteca, per giungere fino a te.
Linee guide per lutilizzo
Google orgoglioso di essere il partner delle biblioteche per digitalizzare i materiali di pubblico dominio e renderli universalmente disponibili.
I libri di pubblico dominio appartengono al pubblico e noi ne siamo solamente i custodi. Tuttavia questo lavoro oneroso, pertanto, per poter
continuare ad offrire questo servizio abbiamo preso alcune iniziative per impedire lutilizzo illecito da parte di soggetti commerciali, compresa
limposizione di restrizioni sullinvio di query automatizzate.
Inoltre ti chiediamo di:
+ Non fare un uso commerciale di questi file Abbiamo concepito Google Ricerca Libri per luso da parte dei singoli utenti privati e ti chiediamo
di utilizzare questi file per uso personale e non a fini commerciali.
+ Non inviare query automatizzate Non inviare a Google query automatizzate di alcun tipo. Se stai effettuando delle ricerche nel campo della
traduzione automatica, del riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) o in altri campi dove necessiti di utilizzare grandi quantit di testo, ti
invitiamo a contattarci. Incoraggiamo luso dei materiali di pubblico dominio per questi scopi e potremmo esserti di aiuto.
+ Conserva la filigrana La "filigrana" (watermark) di Google che compare in ciascun file essenziale per informare gli utenti su questo progetto
e aiutarli a trovare materiali aggiuntivi tramite Google Ricerca Libri. Non rimuoverla.
+ Fanne un uso legale Indipendentemente dallutilizzo che ne farai, ricordati che tua responsabilit accertati di farne un uso legale. Non
dare per scontato che, poich un libro di pubblico dominio per gli utenti degli Stati Uniti, sia di pubblico dominio anche per gli utenti di
altri paesi. I criteri che stabiliscono se un libro protetto da copyright variano da Paese a Paese e non possiamo offrire indicazioni se un
determinato uso del libro consentito. Non dare per scontato che poich un libro compare in Google Ricerca Libri ci significhi che pu
essere utilizzato in qualsiasi modo e in qualsiasi Paese del mondo. Le sanzioni per le violazioni del copyright possono essere molto severe.
Informazioni su Google Ricerca Libri
La missione di Google organizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e fruibili. Google Ricerca Libri aiuta
i lettori a scoprire i libri di tutto il mondo e consente ad autori ed editori di raggiungere un pubblico pi ampio. Puoi effettuare una ricerca sul Web
nellintero testo di questo libro da http://books.google.com

MENTEM ALIT ET EXCOLIT

IIIIIIIIIWI
.|
.' JillrhI,
K.K. HOFBIBLIOTHEK
USTERR. NATIONALBIBLIOTHEK

42. v. 32.

,f

MANUALE TEORICO PRATICO


DELLE

ASSICURAZIONI
MARITTIME

MANUALE.
TEORICO-PBATI G0

DELLE ASSICURAZIUNI
III,IIRIIIEII'
AD USO

DEGLI ASSICURATORI E DEGLI ASSICURATI

IDA P. POR.AMPI!

VENEZIA,
, COI TIPI DELLA VED. GATTEI E COMP.
Culle Dnlu l S. Canlilno N. 56:9.

i845

'
w

'

.
u
Ja

.
_

..

.
~

0...4

,'

'

n
,

. .

l
.

a.

,AI LEGGITGRI.

' Il bisogno di. un Manuale o Prontuario perle as


sicurazioni Marittime era generalmente sentito at

tesa la variet che in questo genere di contrat


tazioni esiste nelle varie Piazze del Mondo com
merciale.

A questo bisogno provvide il Veneto Giurecon

sulto Francesco Foramiti col Manuale che si


presenta al Pubblico, il quale sponendo in brevi
cenni lo scopo delle assicurazioni marittime, l in
dole dei contratti, le cose che formano l oggetto

delle assicurazioni; e passando poscia a discorrere


delle Societ che a tali assicurazioni si prestano,
dei rischiche dipendono dalla qualit dei mari pei
quali hanno luogo le navigazioni, o dei porti di
approdo, oerse poscia i Modelli delle varie Po

lizze di assicurazioni delle principali Piazze Com

merciali del Mondo corredate di opportune anno


tazioni e delle Tabelle indicanti i. generi che van
n0 soggetti a deduzioni nel caso di avarie.

Vi pose in ne un bene adatto Dizionario delle

vociprincipali usate in questa materia e che serve

a compimento dell istruzione teorica e' pratica in


questo oggetto.

questo il libro utile ai Negozianti, agli


Avvocati, ai Giudici e che riempie un vuoto, che
era riconosciuto in questo ramo di legislazione,
vuoto cui avea pi d ogni altro diritto il Fora

miti di riempiere, egli che die in luce tante accla


mate opere nelle altre parti della scienza Legale.

GLI EDITORI.

PROSPETTO DELLE MATERIE .


CONTENUTE NELIOPERA

CAPITOLO Palmo - Delle assicurazioni marittime in


generale . . . . . . . . . .
. pag.
Art. I. Scopo delle assicurazioni marittime . . a
Art. II. Indole del contratto di assicurazione ma
rittima. . . . . . . . . . . . . . a ivi
Art. III. Delle cose che formano l oggetto dell as
sicurazione

i.

7)

Assicurazioni sopra navi e noli . . . . . a7


Assicurazioni sopra paghe e propriet del capitano
e dell equipaggio . . . . . . . . . . v
Assicurazioni dei denari dati a cambio marittimo a
Assicurazioni contrarie alle leggi d introduzione e
di esportazione degli Stati, ov esse vengono
conchiuse. . . . . . . . . . . . . 79

12.
ivi

16

' Assicurazioni contrarie alle leggi d introduzione


e di esportazione degli Stati Esteri . . . 9
CAPITOLO SECONDO - Delle Compagnie, ossia Societ,
di assicurazioni marittime. . . . . . . 77
Art. I. Utilit delle Compagnie di assicurazioni ma
pel commercio
. .le Coinpiagr.zie . di. a5
a
Art. rittime
11. Principii
soprai quali

ivi
18

. ivi

sicurazioni marittime fondano le loro specula


Z1lonl

_ .

."

7,

19

Art. III. Termine medio dei premii che le Compagnie


'
di assicurazioni marittime esigono dall assicu
ral0...............n

21

Art. IV. Termine medio dei rischi che le Compagnie


di assicurazioni marittime sottoscrivono . . a

22

CAmoLo TERZO -_ Dei rischi risguardanti la navi


gaztone..............

Art. I. Rischi della navigazione dipendenti dalla


qualit dei mari, e delle stagioni favorevoli o
sfavorevoli in cui sintraprendono i viaggi . e
Art. II. Rischi relativi ai porti di carico e di scarico a

ivi

38

Art. III. Rischi dipendenti dalla qualit degli oggetti


' assicufati

,. . 5 . .. ' . .
'. pag. 4a
Art. IV. Rischi dipendenti dalle circostanze .

' ,, _43

CAPITOLO QuARTO - Polizze di assicurazioni marittime

delle varie piazze commerciali del globo, ed


osservazioni relative .

. ,,

Polizza di assicurazione di Alessandria (Egitto)


,,
,,
Amburgo

,,
,,
Amsterdam .
,,
,,
Anversa . . . f.
a

a i

Baltimora

Bombay .

a,

a .

a,

a>

n
a

Bord

46

,, ivi
,, 48
,, 58
,, 161
77

64

.'

. , .

'

a7

. , .

7o

. _

IVI

. _ .

71

_ Boston, .
_Cadice

a _ 165

a.

Calcutta .

Filadeltt ,.

'

ti

a _ 72

,,

,,

Genova .

,,

[Iavre

9,
n

7
77

Lisbona
Livorno .

. p a,
a i 79

a,

Londra .

,,
,,
,,

,,
,,
,,

Lubecca . . . . , ,, 84
Madras . . . . . ,_,_ ivi
Marsiglia (Nuova po

,,

,,

Marsiglia (Antica po

Maurizio

,,

,,

Nantes

ivi

Napoli

. , .

97

lizza) .

lizza)

,,

73

p,

ivi

a,

.. ., .

8o

85

,,

89

93

,,

,',

Nuova-Orleans , .

98

,,

,,

Nuova-Yorch .

,,

ivi

99

,, 1o1

,,

_ ,,

7)

77

Odessa

.'

Parigi

Iouen

a _1o7

, Stocolma

l l I.

,,
,,
Trieste , . . . . . o 1 14
a,
, n
Venezia. . . . ,. ,, 123
APPENDICE. - Spiegazionemerordine alfabetico, del- ,/(
le voci principali usitate in materia di assicu

razioni marittime

a 125

(tkiilwb IL
DELLE ASSICURAZIONI MARITTIME
IN GENERALE

ARTICOLO

I;

Scopo delle assicurazioni marittinge.

Le assicurazioni marittime hanno per iscopo il risarci


mento dei danni alle persone che esponendo le loro pro
priet sul mare, vogliono, mediante l assicurazionqguaren
tire le loro navi o le loro merci dai rischi ai quali sono
esposte durante un viaggio determinato, ovvero durante un
tempo presso.
Egli facile il vedere limmenso vantaggio che deriva
alla navigazione ed al inimercio dalla pratica delle assicu
razioni marittime. Senza il soccorso ch esse offrono, si tro
verebbero pochissimi individui disposti ad esporre i loro
beni alle vicende di lunghi e disastrosi viaggi di mare, ma
la loro merc, lincertezza cangiasi in certezza, ed il capi
tale del negoziante i cui navigli sono sparsi in quelPele
mento indo, pertanto assicurato. Egli pu combinare i
suoi progetti, e formare i suoi piani come se non fossero

soggetti a verun fatale accidente. Le vicende di naufragio


o di perdita, in conseguenza di avvenimenti impreveduti,
non entrano pi nei suoi calcoli, egli acquista una esen
zione per gli effetti di simili infortuni, e si abbandona ad
' intraprese e speculazioni con quella condenza e quellar
dore che la sola sicurezza pu inspirare.

ARTICOLO II.
Dell indole del contratto di assicurazione marittima.
L assicurazione marittima un contratto col quale una
parte si obbliga, mediante una somma convenuta, di rispon
2.

io
dere verso l altra delle perdite e danni che potessero farle
soifrire i sinistri di mare sopra cose esposte ai pericoli della
navigazione. I rischi di guerra sono compresi nei sinistri
di mare a carico degli assicuratori, qualora non vi sia con
venzione contraria.
La somma che viene data, ossia il costo dell assicurazione
chiamasi premio od anche prima, e si regola a tanto per
cento. Il premio semplice o legato: semplice, allor
quando l assicurazione fatta per un solo viaggio da un
luogo ad un altro. Allorquando l assicurazione fattaper
l andata e pel ritorno, il premio legato perch l andata
e il ritorno vanno congiunti assieme e rfon formano che
un medesimo viaggio.

Se lassicurazione fatta per un tempo limitato, come


sarebbe ad anno, ec., il premio tuttavia semplice, perch
viene ssato ad una stessa misura per tutto il tempo che
corre l assicurazione e qualunque siasi il viaggio che sin
traprende, ed esso non dovuto che per questo tempo li
mitato, dopo il quale il rischio cessa di essere a carico de
gli assicuratori.
'
La misura del premio dipende assolutamente dalla con
venzione libera delle parti, avuto riguardo ai tempi, ai luo
ghi, alla continuazione del rischio, alle circostanze ed al modo
con cui si ravvisauo gli avvenimenti. Se gli assicuratori,
nel caso di sopravvenienza di guerra, che rispondono di
questo rischio senza reticenza, non hanno convenuto a loro

favore un aumento di premio primitivo, e se la conven


zione fatta in tempo di pace, il premio si paga senza au
mento bench la guerra sopravvenga, e delpari senza di
minuzione quantunque ritorni la pace, se il premio stesso
convenuto in tempo di guerra. Se poi laumento di pre
mio non fosse stato espresso e rimanesse a determinarsi,
allora la misura del premio viene determinata da arbitri.
L atto formale, ossia l instrumentoin iscrittura che sta
bilisce le condizioni convenute tra l assicuratore e'1assicu
rato, chiamasi polizza di assicurazione.
Bella maggior parte delle piazze marittime si hanno mo
delli stampati delle polizze di assicurazione, queste formole
sono erette secondo gli usi di ciascun paese. Cos dicesi po
lizza di Londra, di Parigi, di Trieste, di Venezia per indi
care che lassicurazione fatta alle condizioni di quella

piazza.
_

In una polizza di assicurazione sonovi due cose da con

11

siderarsi: le condizioni generali stampate, e quelle partico


lari che si' scrivono a mano in calce delle prime e che
derogano qualche volta a queste. La seconda parte della

polizzachiamasi liblello della polizza.

Questa specie di atto debb essere particolarmente dettato


dalla lealt, poich vi dovere e .interesse damhe le parti
di non agire con dissimulazione. Qualunque reticenza o
falsa dichiarazione per parte dell assicurato, qualunque dif
ferenza tra il contratto di assicurazione e la polizza di ca
rico, che diminuisse l, opinione del rischio o ne cangiasse
il soggetto, annullano l assicurazione anche nel caso in cui
la reticenza, la falsa dichiarazione o la dierenza non avessero
inuenza sopra il danno o sulla perdita dell oggetto as
sicurato.

,
Per lo contrario, lassicurazione fatta in un epoca nella
quale era ormai avvenuto il sinistro o il buon arrivo,
valida se il fatto era ignoto alle parti contraenti ., ma vi

presunzione legale che fosse conosciuto, se facendo il com


puto di tre quarti di niiriametro (una lega e mezza, quat
tro miglia e mezza comuni per ora) risulta che dal luogo
dellarrivo o della perdita della nave, oppure dal luogo donde
la' prima notizia giunta, questa notizia poteva essere por
tata, prima della rma del contratto, nel luogo in cui il
contratto stesso di assicurazione si stipulato.
Peraltro vi sonomolte polizze di assicurazione nelle quali,
con una clausola a stampa, le parti rinunzianol reciproca
mente alla presunzione della lega e mezza perora, la qual
cosa permessa dalla legge, ed ci che chiamasi impro
priamente assicurazione sopra buone,e cattive notizie. Ein
vero, non bisogna prendere alla lettera questa espressione
della legge, perciocch non pu essere permesso di assol
vere dalla frode quella parte che ha stipulato simile con
tratto aleatorio pssia di sorte, dopo diaver ricevuto la nuova
del sinistro o del buon arrivo, ma si deve intendere sol
tanto che le parti hanno rinunziato alla presunzione che
di pieno diritto si deduce dal ravvicinamentodei tempi e
delle distanze, senza esame di buona o di mala fede reale

de contraenti.
.
.
..Allorch provato, non gi da questa presunzione vaga,
ma da prove speciali, che l una delle parti conosceva il fatto
chessn guarentiva, o di cui essa facevasi assicurare, vi
luogo a procedura correzionale, ed anche, se questa prova
fatta contro l assicurato, egli paga alt assicuratore un pre

12

mio doppio, e se, al contrario, la prova fatta contro Pas


sicuratore, questi paga allassicui'ato una somma doppia del
premio convenuto f(Codice di commercio art. 368). In ambi
i casi il contratto iventa nullo per frode provata ed a.
che presunta, se non stato rinunziato alla persuasione.
ARTIC OLO III

Delle cose che jbrmano l oggetto dell assicurazione.


Tutto ci che va esposto al rischio di perdersi o di es
sere danneggiato pu divenire oggetto di assicurazione pur
ch le leggi nol vietiuo. Per ci che riguarda le merci,
come oggetto principale di assicurazioni marittime, non fa
duopo di alcuna prova per dimostrare ch esse sono suscet
tive di danno e di risarcimento, mentre cosa evidente che

colla perdita cessa la loro esistenza pel precedente pro


prietario. Rapporto adunque alle merci necessario di os
servare soltanto le circostanze nelle quali esse pei le spe
ciali prescrizioni legali dei diversi Stati cessano di essere
oggetti di assicurazioni.
Assicurazioni sopra navi e noli.

Le assicurazioni sul corpo della nave e sopra i noli ri


chiedono molta attenzione, perch in questo si pu facil
mente incorrere in isbagli ed inganni che nelle assicurazioni
si possono evitare. Il valore di una nave non si facile a
determinarsi, e lassicuratore costretto di abbandonarsi
alla onest dell assicurato. Uesperienza prova bene spesso
quanto in generale si operi a capriccio nel valutare il corpo,
mentre non di rado avviene che di una nave medesima, un
carato di nave venga apprezzato un terzo pi o meno del

Paltro. Questa valutazione sproporzionata daltronde fa


cilissima a motivo che un proprietario comprende nel va
lore della nave tutte le spese di allestimento, le provvigioni
e la porzione di paghe dellequipaggio pagate in anticipa
zione, ed inoltre fa anche assicurare tutto il nolo. Il danno che

da tali assicurazioni risulta ha dato luogho alle varie disposizio


ni di legge emanate in tale proposito negli Stati commerciali.
, In Amburgo l. assicurazione tanto della nave che dei no
li illimitatissima. Si pu far assicurare la nave per intie

ro, l alboratura, le sarcbie e le costiere, le ancore, i cor

O
daggi

13

i cannoni ,, le provvigioni da guerra e da bocca, le

page date in antecipazione all equipaggio,i premii ed i premii


dei premii, ed anche il nolo. Sntende per che nelle assicura
zioni della nave non deve comprendersi lapprovvigionamento
e le paghe antecipate, quando si a assicurare oltrela na
ve anche il nolo lordo.

In Isvezia la Ordinanza di assicurazione permette le as


sicurazioni del corpo della nave e dei. noli in modo illimi-
tato quasi come quella di Amburgo.
.
.
In Amsterdam la vecchia Ordinanza di assicurazione

proibisce di assicurare sopra corpo ed armi pi di due


terzi del valore e proibisce aiiatto le assicurazioni di noli,
di munizioni da guerra e da bocca e generalmente di tut
to co eh consumabile. In seguito fu ssata ad un otta
vo la porzione per cui il proprietario doveva rimanere e

sposto. La nuova Ordinanza di assicurazioni di Amsterdam

permette l assicurazionesiell intiero corpo, dellalboratura,


delle sarchie e delle costiere, delle ancore, dei cordaggi ,
delle armi, delle provvigioni da guerra e da bocca unita
mente ai premii e le paghe antecipate, e lascia pure in ar
bitrio del proprietario di farne la stima nella polizza, ma
non per pin del vero valore.

In Middelburgo l Ordinanza di assicurazioni del 1600


proibisce di assicurare sopra corpo, armi e munizioni da
guerra oltre l met del valore, e proibisce egualmente le
assicurazioni del nolo , delle ultime spedizioni e delle cose,
soggette a consumo, Si lascia nonostante la libert di as
sicurare tutto per l intiero, anche i cannoni, le provvigio
ni da guerra e da bocca, ec.
.
In Rotterdam l Ordinanza vuole che 1 assicurato stesso
porti un ottavo del rischio sopra la nave. L assicurazione
sopra noli e sopra paghe illimitatissima.

In ,Francia si permettono le assicurazioni sopra corpo


ed attrezzi, sopra vittovaglie, munizioni da guerra, paghe
antecipate
e sopra
altre sottola
spese fatte
no armement.
alla partenza,
tut
i to
ci viene
compreso
parola
A1 econ
trario non possono assicurarsi noli da farsi. Secondo le
leggi francesi l assicurazione di utili sperabili generalmen
te proibita. Il Codice di commerciofrancese ( art. 347 ),
senza distinguere lutile sperahile del nolo, dichiara espres
samente perinvalide tutte le assicurazioni fatte sopra noli
delle mercanzie esistenti a bordo della nave.
.

In Danimarca l Ordinanza del 174o ' compilata per la

14
Compagnia di assicurazione di Copenhagen permette le as
sicurazioni di navigli, loro cavolame, cordaggi, ancore, schi, '
fo, vele ed altri attrezzi di nave pel loro iutiero, valore,
vieta per d imputarvi il consumo di palle, polvere, viveri,
paghe e simili. Non vi fatta menzionedi noli. Il diritto
Danese di Cristiano V vuole che il proprietario della nave
o delle'merci debba portare un decimo del rischio. . f
In Prussia, secondo la legge, possono essere comprese

nella valutazione del corpo della nave, tutte le'spese di al


lestimento e di uimenti, le provvigioni, le paghe autecipa

tee si pu assicurare il valore totale che tali cose aveva


no al momento della partenza. Assicurandosi per separa

tamente i noli nou.si pu far sicurt, sopra il corpo, mag


giore di quel valore cli esso coi suoi attrezzi'aveva al pun
to della partenza, detratte le spese di allestimento.
In Ispagna Fordinanza, in ci che ha rapporto alle as
sicurazioni delle Indie e per le Indie, vuole _che non si fac
ciano assicurare pei viaggi dalla Spagna alle Indie e vi
ceoersa n inoli, n llartiglieria, n glinstrumenti. Sono
bens in uso le assicurazioni sul rischio del deterioramento
della nave.'_Pu essere assicurato il corpo pel viaggio di an
data per due terzi di valore, ma pel viaggio di ritorno non
pu farsi la sicurt senza la permissione del priore e del
console. In quanto agli altri viaggi pu essere assicurato
il corpo co suoi attrezziper quattro quinti del valore, ma
non per pi, nemmeno in caso che ci fosse una condizio
ne espressa nella polizza. Le assicurazioni dei noli non pos
sono aver luogo.

In Italia l assicurazione del corpo della nave e dei no


li era permessa senza limiti avanti l introduzione del Go
dicedi commercio francese.

In Inghilterra: Sembra che nei tempi passati fosse in


valso l uso di assicurare la nave colle spese d ultime spe
dizioni ed il nolo netto. Al d d oggi le sicurt di nolo
netto sembrano essere andate in disuso. Siccome non vi e
sistono leggi limitative e regolamenti intorno alle assicura
zionj di nave e di noli, cos le parti sono in piena libert
di assicurar il loro interesse come loropiace.

Assicurazioni sopra paghe e propriet del capitano.


e dell equipaggio.
Ali oggetto di por riparo al pregiudizio che ne risulte
rebbe alla navigazione, se i marinai abbandonassero i navi

|5

gli prima di terminare il viaggio, Stata da per tutto in


trodotta l usanza di pagare a_i medesimi soltanto una por
zione del loro salario in antecipazione, ed ilrimanente a
viaggio compiuto. Le stesse leggi marittime contengono al
cune prescrizioni in tale proposito. Per esempio, in Am
burgo si deve dare ai marinai. due mesi di paga antecipa.
ta al momento che siprendono al servigio, ed in Inghil
terra i capitani ed i proprietarii .di nave devono pagare ol
tre mare ai loro marinai pi della met della paga gi sca

duta al momento in cui fanno tale pagamento, e l altra


met subito dopo il loro ritorno negli stati Britannici.
I marinai non possono far assicurare la porzione di pa
ga che loro spetta a viaggio compiuto; sopra tal punto sono
uniformi tutte le leggi di aaisicurazione1 le quali premettendo
che l interesse dei marinai sia inseparabilmente congiunto
alla conservazione della nave, ebbero con ci la saggia mira

di renderli pi attenti di quello che in fatti sarebbero, se


la loro paga fosse in qualunque evento coperta da sicurt.
Non possono nemmeno .essere assicurate le merci od altra
cosa qualunque che il marinaio ricevesse in isconto ed a
titolo di salario.

La proibizione di assicurare le paghe non si estende alla


provvigione edaltri utili accordati al capitano (Codice di
commercio francese art. 344 e 345 ).
Nei viaggi lunghi in cui non viene data in antecipazione
che una piccola porzione della paga con patto, che il rima
mente sia pagato al ripatriare della nave, sarebbe cosa giusta
di lasciare ai marinai libera lassicurazione delle paghe gi

guadagnate nellandata, ma non per ancepagabili, per quel


tanto che in caso di sinistro non hanno diritto di pre
tendere.
'
Assicurazioni dei danari dati a cambio marittimo.

Tutte le leggi permettono al mutuante di far assicurare


il danaro dato a cambio marittimo. Per motivi per facili
a vedersi7 il mutuatario non pu far assicurare che quel
valore delloggetto ipotecatofil quale sorpassa la somma
statagli somministrata, ma lo pu bens in queluoghi ove
il mutuante franco d avaria sopra il capitale. Nelle, pre
scrizioni di legge su tale rapporto non occorre altra diffe
renza, se non che.inalcunilluoghi, come in Amburgfed
in Amsterdam si pu far assicurare il capitale ed il_ premio,

16

come in Francia ed in Ispagna il capitale senza il premio.


Le leggi di assicurazione di Prussia permettono di far assicu
rare il capitale cogl interessi mercantili ed il premio di sicur
t. In Italia pu essere assicurato non solo il capitale ed il
premio marittimo, ma eziandio la probit dello stesso mutua
tario che ha preso il danaro in forza di questa specie di cam
bio. In diverse piazze d Italia permesso di prestare danaro a
cambio marittimo a persone che non hanno verun interesse
sopra la nave, ma afnch tali assicurazioni sieno valide,
d uopo che si facciano in via di scommessa, ed in vero queste
non sono che scommesse. A Genova non si fanno simili as
sicurazioni.
Assicurazioni contrarie alle leggi dintroduzione e di

esportazione degli Stati ov esse vengono conchiuse.


Tutte le assicurazioni fatte sopra intraprese contrarie alle
leggi dello Stato nel quale vengono conchiuse, sono gene
ralmente invalide. Lo Stato che permettesse le assicurazioni
sopra gli affari da lui dichiarati illeciti, sarebbe iu contrad
dizione con s medesimo, il governo darebbe' con ci oc
casione alla violazione delle sue prescrizioni, permettendo
che il trasgressore potesse addossare ad un altro i danni
che fossero le conseguenze di un tentativo andato a vuoto.

Questo principio comune a tutti gli Stati, i quali stabiliscono


come regola generale che la pi ampia promessa di un as
sicuratore non possa estendersi al caso di un commercio chia
mato illecito dalle leggi dello Stato ove lassicurazione ha

avuto luogo.
.
_
Negli Stati, come Amburgo, Lubecca e Brema, ove la poli
tica e lavidia hanno giudicato conveniente le proibizioni
sulle introduzioni ed esportazioni di diverse merci, o del
tutto proibita od soltanto concessa sotto condizione. Spe
cialmente il commercio dei generi coloniali ha rese necessa
rie diverse restrizioni e limitazioni.

'
Jssicurazioni contrarie alle leggi (Pintroduzione
' e di esportazione degli StatiEsteri.
Tutti gli Stati concordemente escludono come inammissibili
le assicurazioni conchiuse per intraprese contrarie alle pro
prie leggi, concordano per nel permettere il commercio e le
assicurazioni che sono contrarie soltanto alle leggi degli Stati

17

esteri. Il fondamentodi tale massima si che le leggi di un


paese non possono essere obbligatorie per un altro.
L0rdinanza di assicurazione di Amburgo non proib
sce in verun modo l assicurazione di merci che sono di con
trabbando nel luogo della loro destinazione. Non v ha dub

bio che un assicuratore sopra merci proibite, oche per tali


sono state dichiarate nella polizza, non pu dispensarsi dal

risarcire il danno, qualora tali merci fossero conscate. Sa


rebhe peraltro molto conveniente che' nella polizza fosse
determinato se Passicuratore si assume il rischio soltanto,

no alloscarico a terra delle merci, oppure no a che sieno


riposte nei magazzini del ricevente.

' In Inghilterra si favorisce il commercio di contrabbando


pegli altri Stati a segno di dare non solo piena validit alle as
sicurazioni sopra intraprese che con false cartedi bordo
tendono alla frode,lma perno di riconoscereper legittime
quelle assicurazioni contrarie ai proprii trattati commerciali

delPInghilterra cogli altri Stati,sottointendesi peraltro che deb


bessere indicata all assicuratore la qualit della negoziazione.
Le leggi francesi ed alcune altre nulla dicono per verit
di preciso circa le assicurazioni di tale commercio contra
rio ai trattati, ma sembra che tali contratti sarebbero ap
provati, e particolarmente contro Plnghilterra, come per
una specie di rappresaglia.
"

U.

oaeaaouo tu.
DELLE COMPAGNIE, OSSIA SOCIET
DI ASSICURAZIONI MARITTIME.

ARTICOLO I.
Dell utilit delle coinpagniewii dssicurazioni
marittime pel commercio.

Le assicurazioni marittime vengono esercitate ora da


compagnie ossia societ, talvolta da particolari, i rischi es
seudo, nell uno e nellaltro caso, ripartiti fra un certo un
mero di persone. Le compagnie o societ che si dedicano
a questa specie d affari hanno, d ordinario, ,un capitale sot
toscritto assai considerevole ed un numero di proprietarii
assai grande per poter,.senza dicoll, somministrare una
somma ingente qualsiasi, e ad ogni momento in cui esser

potesse chiamata, pel rimborso di una perdita. Le compa


gnie o societ di tal sorte non restringono i loro rischi a
piccole somme, vale a dire non ricusano molte volte di as

sicurare una somma molto grande sopra un naviglio. Le- '


stensione dei loro capitali le pone al caso di sopportare fa
cilmente una grande perdita, ed i loro premii essendo pro

porzionali ai loro rischi, gli utili che ne ricavano dipen


dono a un dipresso da" simili accidenti.

Ella cosa manifesta che iprivati non potrebbero agire

_ in questa guisa, qualora non possedessero grandi capitali,


ed oltre a ci il caricarsi di rischi considerevoli rendere
l affare tanto azzardoso che un piccolissimo numero di per
sone vorrebbero impegnarvisiln vece dunque di assicurare
una somma importante, come, per esempio, di un milione di
franchi sopra un solo naviglio, un sottoscrittore privato ed un
assicuratore solo non potrebbe probabilmente nei casi, ordi
narii caricarsi di un rischio eccedente 5o0o ovvero 12,oo0

franchi, di maniera che, quantunquefsiiiatti obblighi possano,


riuniti assieme, montare alla somma di r,5oo,ooo difranchi essi
Saranno ripartiti sopra 4o a 1oo navigli, c supponendo uno

19
o due navigli perduti, la perdita non intaccherebbe il suo ca
pitale, e diminuireb'be soltanto il suo ntile. Laonde nel mentre
che una sola convenzione puessere richiesta facendo assicu
rare un naviglio da una compagnia, dieci o dodici convenzioni

separate possono esser demandate facendo fare la medesima


cosa dai comitati di assicuratori o Lloyds e da particolari.

Condotta in questo modo prudente, l assicurazione un ge


nere di speculazione altrettanto sicura che qualunque altra
nella quale si volesse prendere impegni.
Se non che, indipendentemente da ogni altra considera
zione, una compagnia offre sempre pi. sicurezza e gua
rentigia che un assicuratore privato. E in vero, in primo
luogo, si conosce meglio la posizione di una compagnia che
quella di un assicuratore, ed in caso di disastro, una com
pagnia paga pifacilmente una grossa somma che un as
sicuratore, il quale pu bens possederla e forse al di l,
ma i di cui capitali sono sovente impegnati nei suoi affari. In
secondo luogo, una compagnia sottoscrivegeneralmente pi
rischi che un assicuratore, e questi rischi trovansi per
questa sola ragione pi ripartiti. Per questa medesima ra
gione le compagnie di. assicurazioni marittime debbono es-
sere considerate come di grande utilit sotto l aspetto com
merciale.
ARTICOLO II

Principii sopra i quali le compagnie di assicurazioni


marittime, fondano le loro speculazioni.
Bench sia impossibile di prevedere le circostanze che
producono gli avvenimenti che perci chiamansi accidentali,
tuttavia si trova ch essi obbediscono a certe leggi. I nayi

gli, per esempio, arenati, aifondati o in altra guisa periti


o danneggiati sono a un dipresso eguali di numero in pe
riodi di tempi eguali, ed allorquando l esperienza abbrac
cia uno spazio assai vasto assai facile, dopo le osserva
zioni fatte, di calcolare la somma che una persona dovrebbe
pagare per guarentirsi dai rischi che la sua propriet pu

soffrire esponendola alle vicende della navigazione. Se si ha,


per esempio, osservato che sopra una quarantena di navigli
ordinarii impiegati ad un commercio dato, uno ne perisce
annualmente, la probabilit della perdita sar evidentemente
eguale ad un quarantesimo. Se una persona dunque desi

20

dera di assicurare un naviglio impiegato in questo commer

cio, essa deve pagare un premio eguale alla quarantesima


parte della somma che assicura, non compresa una somma
addizionale che l assicuratore pu esigereper indennit delle
sue cure, e per dargli un utile conveniente. Se il premio eccede
questa somma, l assicurato pagato troppo, se il premio
inferiore, egli. non pagato abbastanza.
' ' _
Giova peraltro avvertire che non si pu avere molta
ducia in questa sorte di calcoli, a meno che non sieno de
dotti da una lata induzione e sopra una scala assai vasta.
Suppongasi, per esempio, che nel corso di un anno, un na
viglio solo sia perito in un mare nel quale navigano ordi
nariamente circa cento navigli all anno: questa sarebbe una

lievissima ragione per conchiudere che la probabilit media


del naufragio o della perdita' in quellanno fosse nella pro
porzione di uno a cento, perciocche potrebbe darsi che
nemmeno uno dei navigli avesse soiferto simile disastro nel
corso di varii anni precedenti a quel dato anno. Masup
ponendo esser noto che nel termine medio di dieci anni un

naviglio solo abbia naufragato annualmente, vi sarebbe una


grandissima presunzione per istabilire che uno a cento
la proporzione reale della probabilit del naufragio, e se il
medesimo risultamento si avesse avuto pel corso di quin
dici o ventanni,'si potrebbe riguardarlo, almeno per lap
prezzamento del rischio, come indicante il grado preciso
della probabilit.
.
Onde stabilire una polizza di assicurazione sopra una
giusta base, vale a dire in modo che i premii pagati dall
assicurato sieno esattamente proporzionali ai rischi incorsi
dall assicuratore ed alle varie spese necessarie cui l assicu
ratore stesso esposto compreso l ordinario suo utile,
necessario dunque, come abbiamo detto, che l esperienza
dei rischi sia fatta sopra una scala assai vasta. Tuttavia dal
le osservazioni sul passato, e dai rapporti regolari che ven
gono fatti relativamente agli avvenimenti marittimi di tutti

i paraggi e di tutte le altre circostanze che riguardano la


qualit dei navigli, le irregolarit dei porti, delle rade, e
delle stagioni favorevoli osfavorevoli alla navigazione, 60.,
le compagnie di assicurazione hanno ssatoi limiti dei pre

mii ch.esigono da coloro che vogliono assicurare le loro


propriet esposte alle vicende del mare, ed hannopure sta

bilito il termine mediodei rischi clfessc sottoscrivono.

11

A RTIC oLo 1n._


Termine medio dei premii che le compagnie di
i assicurazione marittima esigono dallhssicurato.
Le compagnie di assicurazione hanno adottato un termi
ne medio pei premii di tutti i rischi che assicurano, ilqua
le d ordinario luno per cento, e per vero dire non 01
trepassa la misura di equit, perciocch se fosse pi tenue,
le risorse degli assicuratori diminuirebbero di troppo e la

loro solvibilit verrebbe a soirire. D altro canto' il vantag


gio che l assicurato ritrarrebbe da un premio pi basso,
minimo e non avrebbe inuenza sopra i suoi affari, perch
il prezzo delle mercanze non si alza o si abbassa se non
in conseguenza di una sensibile differenza nella misura del
premio. Non cos la cosa riguardo alt assicuratore, un
lievissiuio aumento del premio,e spesso suiciebte per fon
dare la prosperit del suo stabilimento eper dare eccellen
ti guarentigie agli assicurati.

Ci va a dovere nei tempi di lunga pace, per cui, riguar


doalle assicurazioni marittime sono diminuiti i rischi degli
assicuratori e la solvibilit delle compagnie assicuratrici
bene conosciuta e bene stabilita, ma queste medesime cir
costanze renderebbero

assai disastrosa una improvvisa di

chiarazione di guerra, e non v ha dubbio che gli assicu


ratori i quali corrono il rischio della guerra e di cattura
o di,spoglio, .nelle condizioni ordinarie delle loro polizze,
non potrebbero soddisfare ai loro obblighi se la guerra ve
nisse dichiarata.
.
_
Il titolo Xdel Codice di commercio declina, con ragione,
questa responsabilit. La legge, riguardando gli assicurato
ri marittimi come i protettori del commercio, suppone che
il premio usuale in tempo di pace sia suliiciente pei_ ri
schi ,ordinarii della navigazione in tempo di pace, e che
una indennit sia dovuta agli assicuratori stessi nei casi di
dichiarazione di guerra durante il viaggio, anch possano
soddisfare alle nuove. esigenze dell assicurato. E in vero

non si pu presumere che 1 uno e mezzo per cento per


qualunque rischio possa indennizzare un assicuratore nei
casi di guerra e di cattura. Non tampoco, ragionevole

di supporre .che i sottoscrittori, iquali hanno assunto l


obbligo di coprire indistintamente i rischi, vogliano disco

noscere_ i loro impegni nel caso di una rotturara po

9.2.

tenze. Simili crisi trarrebberoseco la perdita di tutti quegli


assicuratori che guarentissero il rischio della guerra senza

un indennit proporzionale.

'

Il solo mezzo di assicurare per una guerra da dichiararsi,

quello di domandare per timore di guerra luno oppure 1 u.


no e mezzo per cento, e se la guerra dichiarata, il 1o,
'15, od anche il 3o per centosecondo i rischi presunti cui
ptrdare occasione questa guerra. Per tal guisa il premio
weramente proporzionato al rischio. Questi sonoi principii

che lecompagnie debbono adottare nelle loro speculazioni,


e l assicurato deve meno invaghirsi della tenuit del pre
mio che della sicurezza e della solvibilit, che gli assicura
tori gli offrono.
a

ARTIGULO IV
Termine dei rischi che le compagnie di assicurazioni
marittime sottoscrivono.

L esperienza acquistata nelle' assicurazioni marittime pel


corso di tanti anni di pace ha cangiatoalcuni principii che,
in orilgine, erano stati dedotti da un piccolo numero di fatti

solamente. Si quindi trovato, in opposizione agli antichi


principii, ch era d uopo prima di tutto basare il capitale
ed il massimo, vale a dire la maggior somma che una com

pagnia sottoscrive sopra un naviglio, a seconda dellimpor


tanza e della suddivisione degli affari in ciascheduna locali

t, tenendo poscia per fermo che questo massimo non deb


ba sorpassare di molto il doppio dell assicurazione niedia
della piazza nella quale si opera.
In Francia il termine medio dei rischi sottoscritti in as
sicurazioni marittime da a5 a 3o,ooo franchi. Questo ter
mine medio cos piccolo risulta dalla divisione degli affari,
dalla circostanza che poche case di negozianti intraprendo
no per loro conto grandi operazioni, e perch la maggior
parte dei navigli caricano a colletta, cio a piccole parti di
mercanze che ciascuno dei speditori manda ai suoi corri
spondenti. Si aggiunge che i pi grandi hastimenti di com
mercio non valgono pi di 125 a 15o,ooo franchi, e che
nessuna compagnia prende mai pi del terzo di questo va- '
lore, e bisogna inoltre che il naviglio sia di prima classe.

Uassicurazione media essendo da 25,oo0 a 3o,oo0, le com


pagnie possono dunque prendere senza pericolo ,da 50,000 a

a3

6o,ooo di massimo. Ma oltrepassando questa cifra, _le vi


cende di perdite dei diversi rischi non sarebbero pi in re
lazione coi valori troppo ineguali di questi medesimi rischi. ,
Laonde con un massimo di 6o,ooo franchi, il rischio me
dio sar di 22,ooo franchi, la perdita media di quelle sof

ferte in pi eserciziprdinarii sar di 7 a 8,ooo franchi, di


5 a 6,ooo franchi nelle annate buone, e di 9 a 11,oo0
franchi nelle annate cattive. Inalzando il massimo oltre il
doppio del termine medio, le perdite potrebbero cadere ac
cidentalmente sopra grosse somme assicurateed il termine
medio delle perdite aumenter in

una proporzione assai

maggiore del termine medio delle assicurazioni sottoscritte,


e le compagnienon troveranno pi compensazione nei pre
mii di piccole somnie per coprire le perdite cagonate dal
pagamento dei grandi ricchi. Il termine medio non sar
pi in relazione con un massimo cos alto, perch non,
trovando, se non di rado, l occasione di assicurare rischi
oltrepassanti 60,ooo franchi, ne risulter che il termine me
dio di 32,o0o aumenter di poco, e che le vicende ad in
correre sopra rischi elevati saranno tanto pi a ,temersi,
quanto pi si allontaneranno dal doppio dell assicurazione
media delle diverse piazze.
Le compagnie di assicurazioni debbono evitare questo sco
glio e non alidarsi mai ad un piccolo numero di grosse
somme eccedenti il doppio del termine medio dell assicu
razione.

QIICDEM Illll;
DEI RISCHI RISGUABDANTI LA NAVIGAZIONE

ARTICOLO I
Hischi della navigazione dipendenti dalla qualit dei
mari, e dalle stagionifavorevoli o sfavorevoli in cui sin
traprendono i viaggi.
mm: BIANCO E GLACIALE.

Buona stagione. ,Da giugno in settembre - Cattiva sta


gione. Da settembre in giugno. La navigazione impra
ticabile da ottobre in marzo.
'
Epoche favorevoli di partenza per Pandata. Aprile, mag

gio e giugno. - Epoche favorevoli di partenza pel ri


torno. Giugno, luglio e agosto.
.
Osservazione. Le compagnie non sottoscrivono. mai a
premio legato per questi mari, ed escludono sempre le as
sicurazioni ad anno o a mese.
BALTICO, sono, auxrs a crracrrl
Buona stagione. Daprile in settembre. Essa non comincia
che in maggio al golfo di Finlandia, ed in .giugno al golfo
di Botnia.-- Cattiva stagione. Da ottobre in marzo.

Pel

golfo di Finlandia da ottobre in aprile, pel golfo di Botnia


da ottobre in maggio.
Epochejavorevoli di partenza per Pandata. Da aprile

in agosto. -- Epoche favorevoli di partenza pel rit0rn0


Da aprile, maggio o giugno secondo il punto di.partenza,
tino al mese di settembre.
Osservazioni. Vi una grande differenza da farsi tra le
assicurazioni sopra navigli che vanno al Baltico, e quelle
che hanno per oggetto il ritorno da questo mare. Nel pri
mo caso le perdite o avarie qualsiensi sono assai rare, i
carichi, sono leggieri e rappresentano tuttavia grande valore.

La navigazione del viaggio di. andata, specialmente nell ul


tima stagione, incomparabilmente pi favorevole che quella

di ritorno, essa quasi sempre favorita dai venti e dura per


conseguenza minor tempo.

a5

Nelle assicurazioni di ritorno, le perdite sono in gene


rale frequentissime alcagione della natura dei carichi, del
loro gran peso e del loro poco valore. Specialmente nell? ulti
ma stagionei rischi sono assai grandi :' loscurit quasi conti
_ nua. ed i navigli sono continuamente esposti ad essere gettati
alla costa. Gli avviciuamenti del capo Skagen sono pericolo

sissimi, perch inavigli sovente dopo aver tentato in vano di


doppiare sono costretti a dar fondo. Laonde gli assicuratori
non debbono assicurare i ritorni dal Baltico nella cattiva sta
gione, se non sopra navigli di prima classe, e tosto che si ha

riconosciuto che i navigli sono mediocri, debb essere riget


tato il rischio, a meno che non si tratti di guarentire il
solo rischio della perdita totale.
,
_ I rischi di questi. mari debbono essere egualmente e

sclusi dalle assicurazioni sia annuali, sia mensili, sia eziandio


a premio legato, qualora, in questo ultimo caso, non si,con
venga un aumento di premio per ogni settimana di ritardo

pel ritorno dopo la met di agosto.

'

MARI DEL NORD, COSTE DI NORVEGIA.

Buona stagione. Daprile in settembre. -- Cattiva sta

gione. Da ottobre in marzo.


Epoche favorevoli di partenza per Pandata e pel ri
torno. Daprile in settembre. '
MNICA E PASSO D,I CALIS

Buona stagione. Daprile in settembre. - Cattiva stagio


ne. Da ottobre in marzo.
' _.
Osservazioni. La traversata, ossia tragitto, della Manica
debb"esser presa sempre in considerazione nel calcolo delle
vicende. dei viaggi che si fanno entro i mari del Nord o

del Baltico e quelli che sono al di l del capo Lands-End


e quellidella costa di Bretagna, specialmente quando si tratta
di attraversare questo canale_venendo dall Ovest. I navigli

che vanno dai porti francesi verso l Oceano, possono sceglie


re alla loro partenza il tempo faiorevole per attraversare la
Manica, ed i venti dalla parte dell, Est che favoriscono meglio

il lor corso, sono precisamente quelli accompagnati dal pi


bel tempo.

Ma i navigli che vengono dallOvest non possono naturalmen


te aspeltare che il tempo sia per loro favorevole, sehanno un ven
to dalla parte dell0vest, sono soggetti generalmente anche alle
nebbie e pioggie che rendono iluogbi da pigliar terra e Pin

a6

gresso della Manica pericolosissimi. Se all opposto il naviglio


ha un vento d Est, esso ha ordinariamente buon tempo, ma
questo vento contrario al suo corso e prolunga di molto il

suo soggiorno in questi paraggi si poco sicuri. I venti del


Nord e quelli del Sud adducono pure gravi inconvenienti in
quanto che possono far accostare di troppo i navigli alle
spiaggie. I venti del Nord sopratutto sono spaventosi, perch
spingono i navigli verso la costa di Francia ch seminata
di scogli.
CANAL SAN,-GIORGIO OIIAIIE D IRLANDA.

Buona stagione. Daprile in settembre. - Cattiva stagio


ne. Da ottobre in marzo.
0sservazioni._ La navigazione del canal San-Giorgio
diicile e pericolosa nella cattiva stagione, il mare essendo
continuamente coperto da nebbie, i capitani inesperti cor
rono sempre il rischio di perdersi, ma il pi grande peri
colo di questa navigazione svanisce, allorquando fatta con
buonissimi navigli comandati da capitani che abbiano una
certa cognizione de luoghi:
'

Le assicurazioni sopra corpo di navigli che partono da


Liverpool, non debbono essere sottoscritte in inverno che
colla maggior circospezione, perch questi navigli portano
sempre sale di rocca, carico pesantissimo che li tormenta
moltissimo e li espone a grandi pericoli.
ADRIATICO o GOLFO DI VENEZIA ED ISOLE-IONIB.

Buona stagione. D aprile in settembre. - Cattiva stagio


.ne. Da ottobre in marzo.

'

Osservazione. Il maggior pericolo di questo mare con


siste nel suo poco spazio, nei numerosi scogli che lo an
cheggiano, nelle poche risorse ch esso offre ai navigli che
avessero bisogno di, trovare un rifugio contro il terribile
borea che vi frequentissimo nella cattiva stagione e che

spinge i navigli alla costa.


O

ABCIPELAGO, cosrn rftcrrro, m smu a nr ciano.

Buona stagione. Daprile in settembre.- Cattiva stagio


ne. Da ottobre in marzo.
Osservazioni. Gli scogli sono in grandissimo numero
nell Arcipelago, laonde la navigazione vi assai diliicile ,
specialmente nella stagione dei cattivi tempi. La costa di
, Egitto molto pericolosa, perch otite poche risorse ed il

27

mare vi ' poco profondo. La costa della :Siria buona ab


bastanza, lo stesso' dicasi di quella di Cipro. Tutti questi
paraggi divengono pi pericolosi nella cattiva stagione.
Sono pure da prendersi in grande considerazione le vi
cende della pirateria cui questi paraggi si trovano esposti,
massimamente nell Arcipelago.
i

ma Nano, DI MABMORA r. n AzOF. STRETTI DEI DABDANELLI


E Dt.COSTANIIROPOLI.

Buonastagione. Daprile in settembre. -Cattiva stagio


ne. Da ottobre in marzo.
_

Osservazioni. Nella cattiva stagione questi paraggi sono


pericolosissimi, e lo sono sempre se i marinai non ne so
no pratici, laonde il capitano debb esser preso in grande
considerazione. Questa navigazione massimamente perico

losa, a cagione delle lunghe traversate e, dei perigli delle


parti di mare pei quali bisogna passare.

Nei mesi di novembre, di decembre e di gennaio, vi vor


rebbe un gran premio per compensare le vicende di un ri-.
schio nel Mar Nero.
'I rischi di questi paraggi debbono sempre essere esclusi
dalle assicurazioni annuali o mensili ed anche a premio le
gato.
AZOBE.

Buona stagione. Da maggio in settembre. - Cattiva sta


gione. Da ottobre in aprile.
,
' _
Osservazione. Questa navigazione non mai senza pe
ricolo, e nella cattiva stagione ne ha molti. Le burrasche
sono frequentissime, e quando imperversano non si pu
essere al sicuro nelle rade aperte.
SENEGAL.

Buona stagione. Da marzoin ottobre. -- Cattiva stagione.


Da ottobre in marzo.

.
Epoche favorevoli di partenza per Fondata. Agosto,
settembre, ottobre, novembre e decembre.- Epoche fa
vorevoli di partenza pel ritorno. Febbraio, marzo, aprile
e settembre.
.
Osservazioni. La costa del Senegal abbastanza buona,
ma l imboccatura del ume di questo nome molto peri
colosa a cagione di una barra ch soggetta a cangiare di

a8

luogo, e perch inavigli che pescano pi di otto piedi


d'acqua non possano pi liberarsi impunemente.
. _
I rischi del Senegal hanno dato piperdite che vantaggi

agli assicuratori, perch non calcolano abbastanza i rischi


sfavorevoli, eperch i navigli che partono dai loro paraggi
nella buona stagione giungonoil pi delle volte al Senegal

nella stagione cattiva e reciprocamente.


,
Siccome inavigli che frequentano il Senegal pescano or
dinariamente pi di otto piedi d acqua, cosi sono costretti

di dar fondo fuori della barra per alleviarsi nell arrivo, e


per' completare il loro carico prima di partire. Queste ope
razioni riescono pericolose in una rada ove il mare il

pi delle volte assai agitato. ,Allorquando il naviglio passa


la ,barra, esso non pesca pi di otto piedi, e ad onta di
questa piccola profondit gli accade spesso di toccar fondo,

il che produce frequenti avarie.

Il trasporto delle mercanzie nei paliscalmi o schi ed il


passaggio della barra, hanno sovente risultamenti disgustosi
pegli assicuratori, sopratutto pei viaggi di ritorno, in cui
ilcarico si compone in gran parte di gomma, articolo as
sai suscettivo di avariarsi.

Gli assicuratori non devono sottoscrivere rischi del Se

negal a premio legato, e devono per conseguenza escluderli


dalle assicurazionipsia annuali sia mensili.
COSTE DELLA GuINEA

Buona stagione. Da ottobre in marzo. - Cattiva stagio- l


ne. D aprile in settembre.

Ep0che favorevoli di partenz

per Pandata. Agosto,

settembre e ottobre. - Epoche f vorevoli di partenza pel


ritorno. Febbraio. marzo e aprile.
Osservazione. Questa navigazione pericolosa, avuto ri
guardo allo stato delle coste che in molti luoghi sono basse
e generalmente non buone, a cagione della rapidit ed ir

regolarit delle correnti e sopratutto a causa dei tornados


(venti impetuosi Aggiungasi che in tutti i viaggi tra queste
coste ed i nostri paraggi si prova sempre l eetto di una
cattiva stagione.
ISOLE RODRIGO, MAUDIzlo, BORSONE.

Buona stagione-Da maggio in ottobre. Cattiva stagio


ne., Da ,ottobre in aprile.
'
Epoche favorevoli di partenza per Pandata. Da marzo

29
in luglio; - Epoche favorevoli pel ritorno; Agosto, set
tembre e ottobre.

_
,
Osservazione. Questa navigazione stata sempre funesta
agli assicuratori, basta. un solo oragano per distruggere
tutti i loro calcoli, di utile, se,non hanno avuto la pru
denza di ben dividere i loro rischi a ne di.non trovarsi

soverchiamente impegnati sopra il medesimo punto. Laonde


bene questo il caso pegli assicuratori 'di usare di tutta la

loro circospezione e prudenza. Eglino non debbono sottoscri


vere siatti rischi ad anno n amese, questi rischi, diciamo,

iiriterminabili7 di cui impossibile di valutar le vicende e che


niscono sempre col ingoiare dieci volte il premio.

L assicuratore, deve sempre inserire nella polizza, se questa


clausola non vi, tosse, chegli non rispondedella perdita delle
ancore, catene, gomene eddmbarcazioni sopra le rade di
.

Borbone7 Maurizio e Rodrigo.


nasce: nel. caro DI BUONE-SPERANzA.

Bona stagione. Da ottobre, ma specialmente da feb

braio in marzo 4- Cattiva stagione. Daprile in settembre.


L invernata ha luogo da maggio in agosto 5 allora la baia

della Tavola (de la Table) che bagna la citt del Capo


non ' sicura, ed i navigli si ritirano a Simons-Bajanella,
Falsa-Baia.
. ,

Epoche favorevoli di partenza per l andata. Luglio,


novembre e decembre. I mesi pi scabrosi per la partenza
sono pi favorevoli quanto alle circostanze probabili del
l arrivo nei paraggi del Capo. - Epoche favorevoli di par
tenza pel ritorno. Febbraio, marzo e aprile. Settembre
meno favorevole che questi ultimigma migliore chegli
altri mesi non nominati.

Osservazione. Questa navigazione intrapresa da buoni


navigli, non realmente pericolosa se non nella .cattiva sta
gione. Questa cattiva stagione debb essere. singolarmente
presa in considerazione pei navigli che fanno scala al Ca
po, sia nell andata sia nel,ritorno dalle Grand Indie. '

cosu DEL nALABAn ,


Buona stagione. Da decembre in marzo.- Cattiva stagio
ne. Dalla met di aprile in novembre.
_ , '
Epoche favorevoli di partenza per Pandata. Da set
tembre in gennaio.- Epochefavorevoli di partenza pel ii

torno. Da decembre in marzo.

3o

Osservazione. Se il naviglio andar dovesse nel goljb Per


sico, bisognerebbe diminuire la somma dellassicurazione, ed
aumentare il premio. Per la navigazione del Mar Bosso,
ch pericolosissima a cagione deisuoi scogli, dei suoi han
chi e degli oragani assai frequenti, massimo della somma

assicurata debb essere ridottoal terzo di quello per la Co


sta di Malabar, ma se il naviglio non andasse che a Moca,
il massimo sarebbe allora dei 3/4 di quello_ per la costa di
Malabar. Nel tempo dei venti periodici di Sud - Ovest, questi
venti sono spaventosi sulla costa del Malabar.
COSTA DEL COBOMANDEL,

Buona stagione. Febbraio, marzo, giugno, luglio, agosto


e settembre. - Cattiva stagione. Ottobre, novembre, decem
bre, gennaio, febbraio, aprile e maggio.
Epoche favorevoli di partenza per l andata. Novem
bre, decembre e gennaio. _ Epoche favorevoli di partenza
pel ritorno. Da gennaio in aprile.
Osservazioni. Pei viaggi intermedi che i navigli fanno
nelle Indie, tra le coste di Coromandel,o qualunque altro
punto e Borbone, il massimo della somma assicurata deve
limitarsi assai, perch sempre fdiiicile di determinare il
momento reale del rischio.
'
Sonovi spesso venti impetuosi ed anche tifoni ossia bu-
fere sulla costa di Coromandel in ottobre, novembre, luglio
ed agosto. Questa costa, nei venti periodici di Nord-Est
(da ottobre in maggio) talmente bersagliata, e la scossa
delle onde contro terra talmente forte alla spiaggia, clr

quasi impossibile di sbarcare le mercanze senza gettar l


ancora. l navigli alfaticano molto nell ancoraggio, perdono
le ancore e sono esposti ad essere spinti alla costa.
BENGALA, SU MATRA.

Buona stagione. Da decembre in aprile. Sopra tutte que


ste coste, il febbraio il pibel mese dellanno. -- Cattiva
stagione. D aprile in novembre. ,
'

Epoche favorevoli di partenza per l andata. Da set


tembre in decembre. -- Epoche favorevoli di partenza pel
ritorno. Da decembre in marzo.
'
Osservazioni. Quantunque il servizio dei piloti sia buo
nissimo, tuttavia i luoghi da pigliar terra sono si cattivi e
pericolosi, il ume Dugly si cattivo pei suoi banchi disab

bia e per le sue correnti straordinarie, ed iventi periodi

31

ci tanto impetuosi nei loro cangiamenti che la gita no a


Calcutta sovente funesta ai navigli. Il ume pure straor
dinariamente pericoloso, .il perch l assicuratore deve fare un
aumento di premio, ed eccettuare il rischio sopra le an
core, gomene e catene. Uimpeto' dei venti di ottobre e no
vembre a temersi, come altresiquelli del mese di giugno.
Per lacosta di Sumatra,e specialmente quando il navi

glio destinato a far carico ,di pepe il termine medio della


somma d assicurazione debb essere di molto diminuito, per
ch fa duopo, andare in pi porti e_ trattare con popoli
rozzi sopra una costa piena di scogli e durante' una stagione
in cui i turbini improvvisi sono impetuosi. Se poi il, navi
glio spedito direttamente per Padango e Sinapore, al
lora lassicuratore pu usare maggior facilit, perch il
rischio minore.

'

'

GIAVA.

Buona stagione. Daprile in ottobre, venti periodici


Sud-Est. -- Cattiva stagione. Da ottobre in aprile, venti
periodici Nord-Ovest.
.

Epoche jvorevoli di partenza per Pandata. Daprile


in decembre, bencb l arrivo abbia luogo durante il vento
periodico Nord-Ovest quando si parte a quesfepoche, ma
il passaggiodel Capo debb essere considerato come la parte

pi importante diq'uesta navigazione, e le epoche ssate


sono quelle che promettono il pi facile passaggio. - Epo
che favorevoli di partenza pel ritorno. Da declembre in
marzo. Febbraio il miglior mese.

Osservazioni. [viaggia Batavia soli non sono perico


losi pel porto e per pigliar terra, ma in generale le rade di
Giava sono poco sicure nei venti periodici di Nord-Ovest, e
l impeto del vento 'o per dir meglio i turbini, che durano
qualche volta un giorno e due giorni, sono fortissimi e
gettano spesso il naviglio allacosta. Lo stretto di Malacca
debb essere considerato un po pi' pericoloso della costa
di Giava. Tutti questi viaggi di trasporto sono pericolosis
simi, tanto per gli accidenti di mare in mezzo di arcipela

ghi poco conosciuti quanto pel carattere di tutti quei popoli.


MARI DELLA cmtvs, FILIPPINE.
Bnona stagione. Da novembre o decembre in marzood
aprile, vento periodico Nord-Est. - Cattiva ' stagione. Da

aprile iiiottobre, vento periodico Sud-Ovest.

32

Epoche favorevoli di partenza per l andata. Da agosto


in decembre. - Epoche favorevoli di partenza pel ritorno.
Da novembre in marzo.'
'
Osservazioni. Questa navigazione, che non per senza
pericoli, diventa una delle pi incerte quando intrapresa
da navigli mediocri e mal comandati. ln generale gli assicura
tori non l'anno grande attenzione ai viaggi della China intra
presi contro vento periodico, laonde un naviglio che, col vento
periodico favorevole, in quindici giorni si recherebbe dallo

stretto della Sonda in China, e vice-versa, impiega spesso due


mesi contro vento, per giungere al luogo di destinazione, sia

bordeggiando nel mare di China, s buon carnminatore, ed


allora esposto a fare molte avarie per la dillicolt di vincere i
forti venti contrari, sia prolungando la costa di Palavan piena
di scogli di banchi poco conosciuti, sia facendo il giro, per
cosi dire, di tutta la, Malesia per trovare i venti favorevoli,
quindi che un viaggio il quale ba pi del doppio di rischio

nonl sovente fatto ad un premio pi alto.


Un naviglio che andando in China, parte tlall Europa dopo
il 15 giugno, corre rischio di dover fare il suo viaggio a
contro vento periodico. Per ritornare col vento periodico,

d uopo che non parta prima di novembre e' non dopo mag
gio. Un quarto per cento di pi del premio ordinario del

viaggio per ogni scalo nei mari dell India e quelli della Ma
lesia e la China non nnindennit troppo grande, percioc
ch ogni scalo un vero viaggio, e taluno che venga intra
, preso contro vento periodico potrebbe durare quanto un
viaggio da Europa a Ilio-Janeiro.
Ponro JAcnsoN e renna m vnnrmten.
La buona. stagione dalla costa di Nuova-Olanda no al tro
pico, da ottobre in maggio 5 la cattiva, da maggio in set
tembre.

Bisogna far attenzione che per andarvi dall Europa si per

lungo tempo in un alta latitudine esposta a burrasche. Per ri


tornare il viaggio assai pi lungo e pi pericoloso.
VIAGGIO ma m COSTA ovesT nerlrfsnemca, LB r|urrme,
_ LA cnnu, riiNnu r. BECIPEOCAMENTE.
Pei viaggi della Costa Ovest delPAmerica direttamente

alle Filippine, China e Conchinchina, non partendo pi

tardi che alla ne di febbraio, e non pi presto che alla


ne di agosto, un buon naviglio giunge ancora in buona .

35
stagione, vale a dire mentre durano i venti di Nord-Ovest
da novembre in aprile. Ma se giunge alle Filippine nel
vento periodico di Sud-Ovest, avr un estrema diicolt di
andare all Ovest, ed il suo viaggio pu durare due lo tre
mesi di pi, perch trovasi costretto di dirigersi verso il
Sud e fare un lungo giro. Gli assicuratori hanno sempre
a pagar moitoin questi viaggi interminabili. dunque ico

sa importante di conoscere lastagione_'della partenza dalla


costa di America.
'
.
_
,
.,

Il viaggio dalle Manille, China e Conchinchirza alla costa


della California e del Messico almeno di quattro mesi,
e non si deve,intraprenderlo, per uscire da questi parag
gi, se non durante il vento periodico di Sud-Ovest, da

marzo in ottobre, perch durante. iLvento periodico di


Nord-Est, da ottohrein marzo, la navigazione molto ar,
dua. Questa la considerazione che si deve avere riguardo
alle assicurazioni proposte per questi paesi. i
' ,

Se il viaggio si dovesse fare per la costa Sud dellAme-a


rica, vale a dire pel Chili o pel Per, sarebbe allopposto,
ed il viaggio si dovrebbe intraprendere durante il vento pe
riodico di Nord-Est, perch bisognerebbe coi venti di Sud
Ovest cercare gli stretti di Giava onde recarsi .verso il Sud
e passare al Sud della Nuova-Olanda e della Nuova-Zelanda.

Si sa che questi due viaggi sono almeno di quattro a cin


que mesi di mare coi venti periodici favorevoli, e di sei o
sette mesi coi venti periodici contrarii, laondegli assicura
tori debbono aver in considerazione questi tempi;

,Quanto ai viaggi intermedii dellIndia ed ai viaggi degli


stretti e ilelliso1e della Malesia e Polinesia, gli assicuratori
non debbono assicurarli facilmente.

I viaggi nella Malesia, sia dalla China e.dalle Filippine a


Senapore e Batavia o,le llloluche andata e ritorno, sono
sempre di sei mesi, se non lo sono di otto a dieci mesi.
Quelli tra Senapore, Batavia e la China sono ;un po meno
lunghi per la natura dei carichi, e,perch inavigli parten
do con unresto di vento periodico, ritornano nel comin

ciare dellaltro. Questi viaggi quando non sono fattia con


tro vento, sono poco pericolosi, ma lo sono doppiamente
se si fanno con vento contrario.
'
I viaggi dalle Manille alle isole Solo ed alle llfoluche dura
no da otto a dieci mesi, quelli per lArcipelago durapcfsol
tanto sei mesi perch non tanto lontano, la pirateria co
l da temersi. Quelli di Borneo, sono assai pericolosi pel

34
carattere degli abitanti. La diiclt dei soccorsi e la dif.
colt di salvar qualche cosa fanno si che la misura del pre
mio non equivale al rischio che si pu incorrere.
Se venisse offerto all assicurazione un viaggio direttamen
te per Otaiti, per le isole Sandwich o per qualunque altro
Arcipelago alvoggetto di deporvi un carico o passaggieri,
il rischio del viaggiosarehbe minore e si potrebbe assicu
rarlo; ma i rischi di navigazione interna frammezzo a que-v

ste isole sono troppo grandi per acconsentire allassicra


zione.

MARI DEL son, cniL, cosu ovnsr DELIAMERICA.


Il viaggio di andata debh essere specicato prima di tut
to, perciocch si deve doppiare il capo Horn prima di ara
rivare alla costa. Parleremo dunque di tutti i punti in ge
nerale, poscia di ciascheduno dei medesimi in particolare.
Epoche favorevoli di partenza per l andata. Da ago
sto in decemhre. - Epoche jvorevoli di partenza pel ri-Q
torno. Da novembre in marzo.
Osservazioni. Per questa navigazione vi il capo Horn

che dehbesser preso in maggior considerazione. Laonde,


quantunque le stagioni al Per non sieno le stesse che al
Chili, tuttavia sono le epoche di partenza che abhiamos- .
sate che debbono, inspirre maggior ducia. Dfaltronde accade
ben di rado che i navigli si rechino direttamente al Per.

Assicurando i ritorni da questi paraggi se il rischio di


guerra guarentito, non bisogna perdere di vista che i na

vigli impiegano molto tempo a lare le scale, e che i rischi


possono per conseguenza prolungarsi di troppo.

Chilo. ll porto di questisola il pi. pericoloso pel suo


ingresso, 'San-Carlos di C/zilo. La cattiva stagione dura

da aprile no in otlotire-inverno. Viene poscia Valdivia pi


al Nord la cui rada poco sicura ed scarsa d acqua nel
porto interno pei grandi navigli. La baja della Concezione
grande e spaziosa, Pncoraggio protetto dall isola della
Quiriquina, indi Valparaso, rada estranea, esposta nei mesi
di giugno,luglio ed agosto ai venti del Nord-Ovest, i
quali, a cagione del mare chealzano, fanno spesso perire
qualcuno dei navigli sulla rada, nel rimanente questo il

punto pi pericoloso della costa, trovansi a Valparaiso tutti


i soccorsi necessarii per riparare le avarie.
Coquimbo.
Rada sicura
ed esente
da cattivo tempo,
gli
operai,
come falegnami
e calafati
vi mancanoidel
tutto. Ca

35
piapo, Enasco, rade foranee, senza cattivi tempi 5 verun

soccorso.
_

Yquiqua, Arica, Ilo, Islay, Pisco, Corillos. Bade estra

nee, ma sicure, il tempo sempre buono, poco o verun


soccorso. Sempre il pigliar terra difcile per le mercanzie
trasportate da scialuppe del naviglio,

Callao. Il porto di Lima, capitale del Per, sicurissi


mo pel tempo sempre buono e la sua posizione. Ila arse
nale e soccorsi dogni genere.

Huaco, Ganta, Pasmayo, Pagasmayo, rade foranee, sen


za cattivi tempi, ma niun soccorso per riparare le avarie.

La baja di Las-Galinas sicura, ma non vi sono soc


corsi. Il porto di Payta sicuro, qualche soccorso.

Finahnente il tempo sempre buono da Coqnimbo no


a Payta. Ecco ci che costituisce la costa del Per. Tutti
gli scali, andando al Nord, si fanno con facilit, perch il
Vento sempre alle spalle ma quando bisogna ritornare
da uno dei. punti Nord ad un porto un poco pi verso

Sud, allora un vero viaggio di quindici, venti, trenta,


quaranta ed anche cinquanta giorni, secondo clfessi sono
pi o meno lontani l uno dall altro. Quindi sivede che

non si possono accordare alla medesima misura le scale an


dando al Nord, come ritornando al Sud, sia al Chili, sia
al Per.
'
'
Guyaquil. Si trova a ventiotto leghe dallisola dellbl

rrtortajado o Santa Chiara ch allingresso del golfo di


questo nome. Vi sono quattordici _leghe di golfo che biso
gna. passare tra la costa del Per. ed i banchi che avvici
nano l isola di Pana. Questo passaggio non difcile quan
do lo si conosce, ma bisogna conoscerlofAlPisola Pana si
prende un pilota che conduce a Guyaquil, aquattordici le
ghe di distanza nel umediquesto nome. Il rischio di Guya

luil, tanto per Pandata quanto per l uscita, dunque mag


giore che quelli della costa del Per, senza esseretuttavia

molto pericoloso. A Guyaquil si trovano operai e tutti i


materiali necessarii. Uinvernata comincia in dicembre.
Da Guyaquil a Panama vi sono varii piccoli porti o ra
de, ma che non sono frequentati dai navigli di Europa. Que

Sta la costa del Coco.


'
Panama allestremit del golfo di questo _nome ch
ancheggiatoda molte isole, Pancoraggio sicuro, e vi si
trovano soccorsi.

Dopo Panama viene Costarica, costa poco frequentata,

3G
ove peraltro parecchi navigli francesi ed inglesi vanno per
provvedere zuccheri, cuoi, pelli, endaco e riso. SanAnna
uno dei porti.di questa costa. La rada abbastanza si
cura nella buona stagione. Viene poscia tutta la costa di
Nicaragna e di Guateniala, le cui rade di Iiealejo e San
sonatasono pochissimo sicure sopra tutto durante linver
nata. Pi al Nord il golfo di Guantepegna; ma sopra que
sta parte di costa non vi sono soccorsi.
'
I porti del Jllessico, propriamente detto, cominciano ad
Jlcapulco, ed qu'esto uno dei principali ove vanno i na
vigli di Europa, sicurissimo ed affatto chiuso, si pu tro
vare qualche soccorso.

Pi al Nord-Est la rada di San-Blas, sulla quale non si


pu rimanere in ottobre, stagione dellinvernata. Era altrevolte
un porto militare della Spagna: vi sono operai e materiali.
' A._llingresso del golfo di Cortes giace Masatlam, rada fo

ranea, il cui ancoraggio abbastanza sicuro, ma il luogo


dello sbarco lontano. L invernata si fa sentire meno che

a San-Blas. '

' '

Guaymassi trova sulla medesima costa pi innanzi nel


golfo, ed' in questo porto i navigli dellIndia vanno ad in
vernare.

Dallaltro lato, sulla penisola, sonori varie rade, tutte senza


rifugio. Yengono in Seguito tutti i porti della Bassa ed Alta
California, i cui ingressi sono pi o meno difcoltosi, edi
navigli che li percorrono sono esposti a grandi pericoli.
_
La navigazione della costa Nord-Ovest dellAmerica pe
ricolosissima specialmente pei navigli che vanno a farvi il
commercio delle pelliccerie.
RIO DELLA PLATA, BuENOS-YRES, MONTEVDEO.

Buona stagione. Da marzo in luglio, inverno. - Cat


tiva slagione. Da agosto in marzo, estate.
Osservazioni. Questa navigazione pericolosissima pei
navigli che pescano pi di 15 piedi (Pacqua, e pei capitani
che non conoscono il ume, ma la natura dei carichi per

mette di correrne i rischi, perch tosto che sieno termina


ti i rischi del ume, i rischi maggiori cessano; Lo scalo di
Monterideo presenta pure un rischio, massimamente pei
grandi navigli i quali sono costretti di rimaner ancorati a
grande distanza da terra, a cagione della poca profondit del

porto. in aprile limpeto dei venti ' violentissimo.

. 37

cosa rara che non si perdano pi' di n. _a 15 navigli


all'anno sulla costa di Montevideo da Castillos-Grandes

no al capo Saul-Antonio, ed ecconele cause: 1.0 La co


sta bassissimaele nebbie sono densissimc e moltocomu
ni, 2.0 La forza' e la direzione irregolare delle correnti get
tano sovente i navigli sopra banchi il cui avvicinamento

indicato soltanto dalla qualit delfondo, non gi dalla quan


tit.
Inoltre
1 impeto
dei venti di Sud-Est violentissimo e
battelin
anco.
j
MABJi DELLE AN.TILLE.

Buona stagione. Da novembre in giugno. - Cattiva sta


gione. Da luglio in ottobre.

.u

'

Epoche favorevoli di partenza per Pandala. Da novem


bre in aprile.
_

Epoche favorevoli di partenza pel ritorno._Da febbraio


in giugno.

Osservazioni. Gli assicuratori non devono dare gran la


titudine alla somma che assicurano, se non quando si tratta

delle isole della Martinica,.della Guadalupa e di San-Tom


maso. In generale devono avere molta circospezione pei ri
torni _delle isole di Cuba e di Haiti e non confondere il

mare delle Antille col golfo del Messico che fu l oggetto di

un articolo distinto.

'

Le assicurazioni a premii legati debbono evitarsi, perch

i navigli sono a dover prolungare i soggiorni nelle Antille,


e gli oragani terribili che vi regnano nella cattiva stagione
fan loro correre troppo spesso il rischio di una perdita to
tale. Non devonsi per mai assicurare le stazioni sulla rada

di San-Pietro (Martinica),durante la cattiva stagione dal 15 lu


glio al 15 ottobre
copro mar. MESSICO.

Buona stagione. Da aprile in luglio. _ Cattiva stagio


ne. Da agosto in marzo.

'

Epoche favorevoli di partenza per Fondata. Da feb


braio in maggio. Quanto ai porti meridionali del golfo del
Messico, siccome essi sono al salvo ordinariamente dagli ora
gani dei mesi di agosto, settembre, ottobre e novembre, cos
ia partenza dai paraggi del Mediterraneo per quei porti pro
mette una navigazione abbastanza felice.
'
Epoche. favorevoli di partenza pel ritorno. Da marzo

38

iiiluglio. La_ partenza dai porti situati-al Sud del golfo


pu effettuarsi con qualche vantaggio no in settembre.
Osservazioni. La navigazione del golfodel Messico del

le .pi pericolose, a cagione degli effetti delle correnti,


della difcolt di prender,terra sopra le sue coste general
mente basse e coperte di laguna, degli scogli che vi si tro

vano in parecchi punti, dell ingresso pericoloso dei porti, del


poco rifugio che _vi trovano navigli che vi danno fondo,
degli oragani che dominano da agosto in novembre, e dei ven
.ti impetuosi dal Nord al Nord-Ovest che si ripetono spesso _
durante lanno.

Dietro questeconsiderazioni gli assicuratori devono esser


molto prudenti nel, sottoscrivere rischi relativi a questi pa
raggi, perch' vi una grande distinzione da farsi, non so
lamente tra i navigli, ma eziandio tra i capitani.
Il golfo del Messico debb esser semplve escluso dalle as

sicurazioni a termine, ed i navigli che vi si recano non deb

bono essere assicurati per landata e ritorno, perch ilmo


mento del soggiorno il pi pericoloso pelhssicuratore.
ARTICO LO II.

Dei rischi relativi ai porti di carico e di scarico.


Vi una cosa importante da osservarsi nella sottoscrizio

nedi un rischio: cio se i porti che il naviglio deve fre


quentarenon presentino pericoli straordinarii. Un tal porto
ha una barra che ne rende difficile laccesso, tal altro non
ha che una rada e lo sbarco da eseguirsi col mezzo di pa

liscalmi, quello non sicuro col tal vento, quellaltro espo


ne i navigli ai maggiori pericoli in una data stagione, Ecco
una nomenclatura alfabetica dei porti che offrono maggiori
pericoli e che sono molto frequentati dai navigli mercantili.

ALESSANDRIA (Egitto), ha due porti, luno dei quali pe


ricolosissimo, ed precisamente il solo che possa essere fre

quentato daglistranieri.

'

'

"

Amnuneo, due leghe al di sopra dellimboccatura del


l Elba, ha un accesso difcile e pericoloso a cagione dei
banchi che ostrniscono tanto la navigazione del ume, quan

to la sua imboccatura.

ARCANGELO. Porto il quale non ha che 11 piedi di pro


fondit, e che un banco di sabbia rende pericoloso.

BAJoNA. Un naviglio che pesca pi di 12' piedi d'acqua vi

39

entra difficilmente a cagione di una barra fortissima e nello


stesso tempo soggetta a variaredi posizione.

Bruno. Ha egualmente una barra mobile che ne rende


l ingresso difficilissimo.e pericoloso peinavigli di pi di_ 2oo
tonnellate.

'

Bonroene son MEB. Accesso diiicile e pericoloso.


Boniione. Isola affatto priva di porti, la quale non ha
che rade poco sicure che non presentano verun rifugio, di '
modo che il minimo turbine improvviso o la marea costrin

gono a prendere il largo, e tanto pi pericolosa in quanto


che l impeto spaventoso del vento vi fa perire quasi ogni

anno molti navigli.


' '
, '
Bnnms. Porto di un accesso diicilissimo che i navigli di
una certa capacit non possono approssimare. L ingresso
del Weser pericolosissimo.
BnEsT. Porto magnico, ma l ingresso della rada peri
colosissimo e' seminato di scogli.

'

Bnmvos-Arnrs, a cinquantaquattro leghe al di sopra del


limboccatura 'de_l _Iiio della Plata, di un accesso diiiicile
peiCAEN,
naviglidi che
pescanodiicile
pi dia cagione
la piedi degli
dacqua.
<
'
un accesso
scogii ' deliCal
vados che ancheggiano la costa e che sono a or dacqua.
CALcuTTA, a trenta leghe delrimboccatura dellHongly
(uno dei rami del Gange) di un accesso pericoloso, non
solamente a cagionedelle diiiicolt che presenta la naviga
zione del ume, ma eziandio a cagione dei banchi di sab

bia mobile che costituiscono Pimboccatura di questo ume.


Nel mese di agosto 1833, epoca della cattiva stagione, sei
navigli inglesi vi perirono totalmente in un solo colpo di
vento che cagion inoltre molte avarie.
CALIFORNIA (Costa di). Pericolosa pei nebbioni, pei venti
dOvest nell inverno e per la profondit delmare presso
questa costa.

Caro m Buona-Serenza. Accesso percolosoiveggasi ci


che si detto nel capitolo precedente intorno ai pericoli di
questi, paraggi).

.
Dosooenoua, ha banchi di sabbia che ostruiscono Pin
gresso della rada e rendono queslo porto di un accesso dif

ficile.
'
GRANVILLE. Porto di un accesso difcilissimo e che non
ha rifugi di sorte alcuna e che spesso rimane in secco. Nel
12 gennaio 1831 diversi navigli hanno perito nel porto stes
so, in mezzo ad una burrasca di Sud-Ovest.

4.
, GUADALuPA. Isola esposta a spaventosi uragani accompa
gnati da terremoti di terra e. di mare._ Dei suoi tre porti non
vi che quello della Pointe--Pitre che sia ilpi sicuro,
quelli di Bassa-Terra e del Moule, non lo sono
Gonna (La). Porto, della Colombia sul mare delle Antil
le, poco sicuro ed anche pericoloso.
.

Havnn. Uingresso di questo porto impossibile a marea


bassa,'difcile e pericoloso a marea alta a cagione della po
ca profondit e della durezza del fondo, per cui gli arena
menti sono molto perniciosi.
'
HONDURAS (Baia o Golfo di). Tutti i punti di questo gol
fo sono di un accesso difcilissimo ed estremamente perico
loso, e quindi i naufragii sono frequentissimi sopraquesta
costa. .
_

HONFLEuR. Di un accesso difficile, non si pu entrarvi che


a marea alta.
_
,
' Lunncca. Non pu ricevere che navigli i quali peschino me

no di IOTIt'dl dacqua, gli altri sono. costretti di dar fon


do nella rada di Truvermtmda.

MAnnAs non ha porto, la rada pocosicura e di un ac


cesso difcile.

_.

MAL (SAN); Dilm CCGSSOdifcilissimo, il suo ingresso


come la rada sono pieni di scogli e di a_lti fondi, i navigli
si trovano a secco nel porto in tutte le maree.

lllitmLLn. I .turbini gettano spesso Lnavigli sulla costa. Il


mese di ottobre il pi pericoloso durante il vento perio
dico di Sud-Ovest, da giugiio in ottobrei navigli vanno sog

getti all'impeto di venti chiamati collas.

RIARANHM o MABAGNAM. Ingresso stretto ed impossibile


senza lassistenza di un pilota. L avvicinamento inoltre dif
ficile a cagione delle correnti;
MESSINA. Ingresso stretto edifcile, ma i navigli si trova
.no al sicuro.

Monrnvinpo. I navigliche pescano pi,di 15 piedi non


possono ancorare. nellinterno del porto e sono senzajiifu
gio nella rada, massimamente nella cattiva stagione.

DAtvres, Portodi un accesso difticile e pericoloso, a quat


tordici leghe dall imboccatura della Loira ostruita anche que
atada banchi di sabbia.

Osrnnni. Di un accesso difticile, inaccessibile quando la


marca non alta.
'
'

_ PADANG. Non ha porlo pei grossi navigli e lfancoraggio non


e abbastanza sicuro.

41
PARA. Il porto di un accesso forse il pi pericoloso.
PEBNAMBUCO o FEKNAMBUGO, di un accesso diiicile.
Piarnonunoo (SAN), sopra la Neva. Non pu ricevere che

piccoli navigli. Tutti i carichi si fanno per mezzo di pali


SCalm no a Cronstadt.
,
,

POLINESIA (Isole della). Gli ancoraggi sono sempre catti


vi, il prender terra spesso difficilissimo.
'
PONDICHERY non ha porto, questa una costa senza riparo.
PonTo o Oronro. Di un accesso diicile e molto pericoloso.
BEALEJO. Non vi porto, e la rada cattiva durante
l inverno, da marzo in ottobre.
Rio GRANDE o SANTO-PEDRO ne Bto GRANDE. Di un ac
cesso difcile e pericoloso, a cagione di una' barra che ostrui

sce l ingresso del ume, e il cui miglior passo non ha che


12. piedi e mezzo di acqua.

lloueNfDi un accesso difficile a cagione dei peiicoli che


presenta la navigazione della Senna, specialmente pei navi
gli che non pescano pi di 1o piedi d acqua, a 3o leghe
dalla sua imboccatura.
_
SitNT-UBES. Di un ingresso difcile, a cagione dei banchi
di sabbia che vi sitrovano.
._
SAN BLAS. Rada poco sicura da maggio in settembre.
SAN CABLOS Dr. CniLoii. Ingresso ednscita difcili, massi
mamente nellinverno, da maggio in ottobre, tanto pei ban
chi cosi detti delflnglese, quanto per l7 impeto dei venti
che regnano in questa stagione sulla costa.
SANsoNAra. Rada poco sicura da maggio in settembre.
SIVIGLIA. Di un accesso difficile, a cagione degli alti fon

di che impediscono il corso del Guadalquivir.


STocnoLM. Inaccessibile senza .il soccorso di un pilota.
SUNDEKLAND. Una rada pochissimo sicura ove devono
fermarsi i navigli che pescano pi di 1o_ piedi d acqua, a

cagione della barra ch esiste allingresso del porto.


Tanmco (nel golfo del Messico
Di un accesso difcile
pei navigli che pescano pi di 1o piedi dacqua. Inoltre i na
vigl sono mal sicuri e continuamente esposti a perdita totali.
.Tn1r.sTe (in fondo al mare Adriatico). E una rada nella
quale i navigli non sono sicuri.

Vanranaiso. Bada esposta ai venti di Nord-Ovest che si


fanno sentire da maggio in settembre.

VENEZIA. Uingresso del porto difcile atteso la barra


che lo ostruisce. Il grandissimo lavoro della diga che si sta
costruendo toglier gli ostacoli, essendone gi no dasuoi
6

4a.

primordii migliorato Paccesso. Uinterno del porto uno


degli ancoraggi pi sicuri del mondo.. '
Vnns-Cnuz. Non solamente di un,aecesso assai difcile

e pericoloso, ma non di rado ancora vi si soffrono perdite


totali perch i luoghi da gettar l ancora sono stretti e pie
ni di scogli.

VILLAlOVA m Ponfrruso. Ingresso difcile, massimamente


pei navigli che pescano 1o piedi d acqua o pi.
ARTICOL Iii.

Rischi dipendentidalla qualit degli oggetti assicurati.


Salnitro dell India molto variabile, si avarea per la sua
propria umidit. Salnitro del Per facile ad avarearsi, ma
non quanto quello delllndia.
.
'
Zuccheri in generale. Si scorge facilmente che lassicu
razionesopra zuccheri pi rischiosa delle altre e che si

esige molta circospezione relativamente alla qualit dei na


vigli, ma vi inoltre unagrande distinzione da farsi tra
ciascheduna specie di zuccheri. Un carico dizuccheri pe
santissimo e tormenta assai il naviglio che lo porta. I zuc

cheri Avana sono i meno slbvorevoli, ma quelli del Brasil


sono stati sempre pi funesti agli assicuratori, laonde que
gli assicuratori che abbiano un poco di esperienza, ricusa
no di assicurare questi ultimi se non che jranchi di ava
rie, massimamente allorch la qualit dei navigli non ispira
grande ducia.

Zuccheri e derrate non provenienti dai luoghi di pro


duzione. Nelle assicurazioni che cadono sopra zuccheri e
call, o sopra qualunque altra derrata non proveniente dai
luoghi di produzione, sono sempre a temersi avarie ante

riori alrimbarco, per conseguenza per poco che lopera


zione sembri sospetta a questo riguardo, o che il naviglio
non sia assai buono, sar cosa prudente di astenersi dallas-'
sicurazione, o di non farla che franca davarie particolari.

Grani, semenze e legami. Gli assicuratori debbono sem


pre, in quanto sia possibile, esigere un doppio premio pei
legumi secchi, qualunque siasi il viaggio, tuttavia, per un
piccolo cabotaggio, l" aumento del premio sar minore qual
ora il carico non sia alla scoperta, in casse o in sacchi, ed
il naviglio nonsia di prima classe.
. Farine, cacao, canapi, pesce secco. L esperienza ha di
mostrato che lassicuratore debbessere assai renitente al

.
43
l assicurazione sopra cacao destinato per un porto del Me
diterraneo, sopra canape proveniente dal Nord, sopra fa
rine destinate per viaggi di lunga durata, sopra pesce secco

caricato a Bergen (e non per quello caricato a Dronteim)


pel Mediterraneo. Se,il navglionon ispira piena ducia,
bisognaastenersi da simili assicurazioni o non sottoscriver
le che franche d avarie; La pi piccola avaria vera si con
fondera col vizioproprio della cosa assicurata.

Sale. Bench il sale sia uncod avaria, tuttavia il suo


poco valore, la sua pesantezza e la sua mobilita nel navi
glio, ne fanno un assicurazione pericolosa, allorch il navi
glionon sia assai buono. '
. Somacco. Il sdmacco viene sempre sbarcato in istato di
avaria, laonde gli assicuratori esigono un sopra-premio che
varia da 114 ad l per cento, secondo la stagione, il navi
glio, ed il viaggio pi o meno lungodel tragitto da farsi.
Oggetti diversi. Molti altri articoli sono considerati come
sfavorevoli agli assicuratori, tali sono: anici, coccole di gi
nepro, noci di gala , colla di pesce, crini, drogherie in ge
nerale, oricello, piume, lequilizia, sal sapariglia, salnitro, se

tole di porco, soda, ec. Nondimeno, allorch la qualit del


naviglio' nulla lasci a desiderare, la stagione

sia buona,

la navigazionelacile, non vi sono gran rischi a temersi


per parte degli assicuratori.

_ Rischi favorevoli allmssicuralore. Gli oggetti che las


sicuralore pu pi facilmente assicurare sono: l liquidi, i
metalli, le specie monetate, i legni da tintura ( gli altri le-
gni hanno troppo poco valore), isaponi, icotoni, iseghi,
gli zol/, le lane, il nolo,i biglietti di cambio marittimo, al.
lorquando la somma prestata non eqnivalga alla decima par.
te del .valore degli oggettiipotecati, le mercanzie qualsiensi
caricate a bordo di unliattello a vapore che faccia un tra
gitto regolare da ventiquattro a settantadue ore, le mer
canzie caricate a bordo di navigli da guerra, qualsiasi la

navigazione, e generalmentetutte
a quelle indicate.

le mercanzie analoghe

ARTIC 01210 IV.

Rischi. dipendenti dalle circostanze.


Notizie; cosa assai importante, e troppo spesso neglet
la, quella di far menzione, nelle polizze di assicurazione,
delle notizie secondo le quali lassicnratorelia acconsentito

44
di correre irischi. E in vero a lassicuratore deve sem l re
avere una grande circospezione nel sottoscrivere rischipro

posti sopra notizie, ed astenersene qualora non conosca il


naviglio, larmamento e la persona che propone lassicurazio
ne. Quanti assicurati aspettano tino allultimo momento per
comprare la loro garanzia e dissimulano all assicuratore le
vere circostanze del rischio per non pagare un premio pi
alto che quello del corso in giornata! Spetta allass'icurato

re, al quale il rischio proposto, di far attenzione a que


sto'corso, di ssare il premio dietro le circostanze, di cal
colare se il naviglio ha potuto trovarsi nella burrasca avve
nuta nei tali o tali paraggi, di giudicare se il naviglio in

ritardo a cagione dei venti che hanno regnato, a cagione


, della sua costruzione e secondo il tempo che i navigli or

dinariamente impiegano a fare il medesimo viaggio.


Burrasche. Se quel tale naviglio sopra il quale viene pro
posto un rischio ha potuto trovarsi, secondo le probabilit,
esposto a burrasche di cui si ha cognizione, bisogna esigere

un premio che possa compensare il pericolo da incorrere,


diversamente si dovr astenersi dalPassicurarlo, avuto ri
guardo a quanto abbiamo precedentemente gi detto.
Guerra. ll rischio di guerra, qualsiensi le circostanze pa
ciche in cui trvinsi le nazioni, debbe sempre aversi in
considerazione, massimamente quando si tratta di una na
vigazione di lunga durata. Allorquando il rischio sempli
ce ed il naviglio si allontana dai paraggi ove potrebbe esi

stere il pericolo, gli avvenimenti pericolosi non sono gran


di, e non sono realmente a temersi se non quando lassicu
razione soltoscrilta per landata e pel ritorno, o a termine.
Allorquando vi apparenza di guerra, od allorquando la
guerra esiste in un punto qualunque, spetta all assicurato
re di esaminare se gli convenga di comprendere questo ri

schio nell assicurazione ch per sottoscrivere.


Pirateria. Alcuni paraggi sono sempre infestati da pirati:
questa una circostanza da prendersi in considerazione,
specialmente allorquando cade Sopra oggetti di piccolo vo

lume e di grande valore. I paraggi pi esposti a questo ri


schio sono: In Europa, lArcipelago e lecoste dellAsia

Minore, in Africa, le coste della Guinea, in Asia, il gol


fo Persico e le isole della Sonda, in America, lisola di
Cuba, le Antille, il golfo del Messico e la costa ferma.
Specie dei navigli. Come abbiamo detto in altro luogo,
un tale naviglio ch eccellente per una navigazione nulla

4
vale per un altra, Per esempio, accade frequentemente che

alcune spedizioni si facciano, sia al Brasil, sia al Per, con,


golette di novanta a cento tonnellate come molto acconcie
a favorire la frode, ma che fuori di la nulla valgono per
una simile navigazione, laonde, un doppio o triplo premio
non couipenserebbe i pericoli che lassicuratore incontra as
sumendosi questi rischi. Daltro canto, un armatore spedisce un

naviglio di quattrocento tonnellate in un porto che non' pu


essere frequentatose non da navigli di ducento tonnellate

al pi, egli , manifesto che la spedizione sar pi rischio


sa e che un premio ordinario non deve bastare ad un as
sicuratore prudpnte,
' Navigli da dmotare. Le assicurazioni sopra navigli da di
notare non debbono essere acconsentite che coll intima per
suasione che lassicuralo sia incapace di ahusarne, ed anche
questa specie di assicurazione non si usa se non per lenaviga

zioni poco regolari, nelle quali accadespessissimo che i navi


gli giungano colle polizze di carico delle mercanzie che porta
no. Queste assicurazioni debbono essere rigettate quando si
tratta di una navigazione pericolosa, per la qualeimporti
sopra tutto che il naviglio sia di prima classe: per esempio,

sopra navigli aspettati da Borbone, dal Senegal, dal Messico,


dal Baltico, dal Mar Nero, ec.
,
Le assicurazioni sopra navigli da dinotare non debbono

aver luogo se non pei ritorni dai mari del Sud, ed altresi '
gli assicuratoridebbono usare di grande circospezione a

causa dei doppii impieghi, ed avranno cura di non oltre


passare il massimo della somma da assicurarsi sopra navi
gli da guerra.
Rischi dei ritorni dalle colonie. sottoscrivendo un rischio

sopra ritorni dalle colonie, bisogna sempre aver riguardo


alla prolungazione del soggiorno che ha potuto fare o che
sar per fare il naviglio in un clima che gli fosse nocivo:
le commettiture si aprono, lasciano passar lacqua, e per

poco che il capitano sia negligente, la mercanzia rimane


presto totalmente bagnata. '
'
Riassicurazioni. liassicuratore non deve sottoscrivere ve
runa riassicurazione qualora il naviglio non fosse pi al por
to di partenza, e non_ deve farlo mai per un naviglio che
non sia del suo porto, le riassicurazioni sono sempre mo
tivate da un timore che lassicuratore primitivo cerca di
dissimulare al riassicuratore, e danno spesso occasione a
perdite.
'

entrarono in,
POLIZZE DI ASSICURAZIONI IllARlTTIME DELLE
VARIE PIAZZE COMMERCIALI DEL GLOBO,ED
OSSERVZIONI RELATIVE. '

ALESSANDRIA (Egitto). muzu DELL} GJME, m JSSICURAZIONB (lUnione).


Condizioni generali.
ART. 1. Il rischio dovr cessare, se sul corpo, attrezzi o arredi del na
viglio, al termine di ventiqnattr ore dopo che il bastimento sar ancorato a
snlvamcuto, o al ne del tempo convenuto, se sopra le mercanze, al totale
loro tliscarico o salvamcnto in terra.

ART. 2. Sono a rischio della Camera tutte le perdite e danni che po


tranno accadere agli oggetti assicurati per cagione di tempesta, nanfragio, _
arcnamento, urto liirtuito, cambiamenti forzati di cammino, di viaggio o di
bnstimento; per getto, fuoco, preda, saccheggio, arresto per ordine di po
tenza, lilUlll.lllkllllle di guerra, rappresaglie, ed in generale per tutti gli al
tri accidenti di Innre.

Anr. 5. Ogni cambiamento di cammino, di viaggio o di bastimcnto, e
tutte le perdite e i danni provenienti dal l'atto d'll assicurato, non sono a
carico della Camera; anzi questa ha guadagnato il premio se ha cominciato
a correre i rischi. I cali, le diminuzioni e le perdite che provengono dal
fatto e dalla colpa dei proprietarii, noleggiatori o caricatori non sono a ca
rico degli assicuratori; la Camera non neppure responsabile delle preva

ricnzioni e colpe del capitano e dell equipaggio conosciute sotto l espres


sione barallera del patrono.
ART.
ln mancanza dndicazione delle mercanze soggette per loro na
tura a deterioramento particolare, come sarehberoi grani o i sal o le mer
caiizie snscettve di scolo, la Camera non risponder dei danni o perdite
che potessero avvenire a queste derrate.
.

Anr. 5. La Camera si esime da tutti i danni che possono sopraggiunge


re alle mercanze per causa di difetto anteriore alla caricazione, vizio natu
rale o Ilcteriornmento nella qualit, colaggio o spandimento dei liquidi, rot
tura di cose fragili, stiva impropria, mancanza di peso e di quantit: da
qualunque avaria che potesse accadere sopra granaglie, legumi, senenze, zaf
frani, sale, salnitro e natrone no al 15 per cento.

Dall avaria particolare sopra gomma, riso, farina, frutta, salumi e pelli
no al IO per cento.

Sopra lini, coloni, pennacclii, caff, zuccheri, tabacchi e droghe no al


5 per cento.

47
Sopra qualunque altra mercanzia, e sul bastimento e nolo no al 5 per
cento.
E tino al 5 per cento da qualunque avaria generale (da pagarsi in ogni
caso la sola eccedenza dei limiti suddetti) e da qualunque avaria sul cambio
marittimo.

AaT. 6, In caso di avarie particolari sulle mercanzie non indicate qui


sopra, lc ritenute saranno fatte comparativamente con quelle alle quali a
vranno pi rapporto.
'

,
ART. 7. Le avarie particolari e generali saranno regolate separatamente;
in caso di avaria particolare delle mercanzie, la (jamera non tenuta di
pagare altro che L1 dillerenza ira il valore della cosa assicurata nel luogo
della destinazione se fosse arrivata a salvamento ed il prezzo pel qualc'sa

r effettivamente venduta: e nelle avarie sopra corpo, attrezzi, ed arredi del


basttimento, dal costo degli oggetti sostituiti ai rotti o gravemente danneggia

ti durante ilviaggio con tutti i lavori di questa natura, sar dedotto il ter
zo per compensare la dillerenza dal vecchio al nuovo.

ART. 8. L assicurato tenuto di dare la noticazione di qualunque ac


cidente o sinistro che gli verr avvisato riguardo al rischio incorso, entro il
termine di tre giorni al pi, con una (llllllntllotle di tutte le sicurt effet
tuate da lui o per suo ordine, e di tutte le ipoteche per via di cambio ma
rittimo sull oggetto assicurato. Se snccedeil disastro entro lo stretto diGi

bilterra, l abbandono non potr aver pi luogo dopo sei mesi, e se fuori
dello stretto, dopo un anno da contarsi dal giorno della suddetta notica
zione, e per dar titolo all abbandono, il danno solferlo deve ammontare al
meno ai tre quarti del valore della cosa assicurata

ART. 9, In caso di sinistro la Caunera si obbliga a pagare il danno sol


ferlo no all ammontare della presente sicurt, dedotta qualunque avaria che
fosse stata compensata fra il termine di tre mesi da decorrere dal giorno
della legittima [noticazione della giustificata perdita , e se in sei mesi dopo
la partenza del bustimento non vi lossc alcuna notizia del medesimo, quando
il viaggio non fuori dello strctlodi Gibilterra ed in un anno se al di la
dello stretto suddetto, sar appuntato Pabbandono; e dopo tre mesi la Ca-,
mera si obbliga a pagare la somma assicurata mediante la rinunzia, e verso

un idonea mallevadoria, allincb giungendo esso bastimento al dichiarato


luogo a salvamcnto, la somma percepita dalla Camera sia restituita coll in

teresse del lrpet' cento all anno, per tutto il tempo che verr privata del
denaro.

ART. 1o. Se l assicurazione stata fatta dopo l arrivo o la perdita de


gli oggetti assicurati, essa nulla, qualora vi sia presunzione che prima del
la sottoscrizione del contratto rassicurato abbia potuto essere informato della
perdita, o la Camera dellarrivo degli oggetti assicurati. La presunzione e
siste, se facendo il computo di una lega e mezza (quattro Iniglizi e mezzo
comuni) per ora, senza pregiudizio delle altre prove, riconosciuto che dal
luogo delllarrivo o della perdita della nave, oppure dal luogo d onde la
prima notizia giunta , questa ha polnlo essere portata, prima della sotto
scrizione del contralto, nel luogo dewassicurazione.
ART. Il. In qmllunque caso di sinistro sar non solamente permesso,
ma di assoluto dovere dell assicurato, suoi commessi ed agenti, come anche
del capitano del bastimento , di agire pel bene degli oggetti assicurati, e

cooperare al ricupcramento senza pregiudizio deglinteressi di ambedue


le parti. .

Alrr. m. Se durante il corso del viaggio sopraggiungesse una dichiarazione


diguerra, ostilit od arresto per parte di principe; come pure se aceadesf

se malattia contagiosa sopra l equipaggio del bastimento, per cui dovesse

48
deviare il suo viaggio, e fosse ricnsato dal porto destinato per andare in un
altro, il rischio rester a carico della Camera, e sar accordato uu aumen
to di premio che sar [issato e regolatoda due amici comuni e nella pro
porzione del riscbio che il bastimento avr incorso; ma tutto le spese cbe
potessero occorrere per discarico e ricarico delle mercanze saranno a cari
co dell assicurato.
Anr. 15. Nel caso in cui o per consenso delle parti o per obbligo si fa
lo storno della sicurt, la Camera avr sempre guadagnato il premio di

mezzo per cento.


_
Anr. 14. Tutte le condizioni qui espresse saranno osservate e mantenute fra
le parti contraenti con buona fede e onor mercantile, salvo sempre per 0
gni riserva, derogazione o cambiamento che si trover scritto in calce della
presente; e nalmente oltre i patti qui convenuti ambe le parti si sottomet

tono alle condizioni specicate nelPAlberano della costituzione di questa Ca


mera sotto la data 15 settembre 1825 , _del quale l assicurato si dichiara
pienamente informato?

Osservazione. Siccome questa polizza non fa menzione


del momento preciso per la responsabilit della Camera di
assicurazione, cosi si avr cura di stipularlo particolar

mente.
Amsunco.

rozjzz.) DI JS5lCUIl1ZI0lVE.
Condizioni generali.
Noi sottoscritti.riconosciamo, per noi ed eredi, di aver assicurato ciascu
no la somma qni sotto assicurata a . . . . sopra . . .. valutati (di consenso

di noi assicuratori, ed ancorcli questi oggetti fossero di una inferiore qualit


o che avessero costato pi o meno e senza bisogno di altre informazioni o
prove del loro valore che questa sola polizza) a . . . . marchi di banca . . . .
c caricati (o da cari.rsi) a bordo del naviglio nominato il . . . ., capita
no . . . . o colui che gli fossc sostituito; dovendo partire da . . . . ov egli
ba preso (o prender) questi oggetti per portarli a . . . . ove dovranno es
sere scaricati.

Noi prendiamo sotto la nostra responsabilit, mediante il premio di . . . .


per cento, denaro di banca, pagabile dall assicurato, tutti i rischi e peri
coli
di questi
le avarie
e,tutti
gli accidenti
potranno
loro oggetti
accadereo inmercanze,
parte o intutte
totalit,
preveduti
o non
prevedutiche
ed i
in qualunque modo ci avvenga; e_ per (p|esto noi ci rendiamo responsabili
di tutti i pericoli di mare, provenienti da tempesta, uragano, naufragio, a
renamento, abbordaggio fortuito, getto, fuoco, arresti o molestie di re, prin
cipi ed altre potenze, sequestro, resa, couscazione e rappresaglie, preda di
corsari e pirati e di tutti gli altri accidenti ai quali le dettemercanze po
tessero essere esposte durante il presente viaggio da forze straniere. Sono

altres a nostro peso gli accidenti accaduti per errore, negligenza, baratteria
di capitano, patrono o dcwequpaggio, o nalmente in qualsiasi altro modo.
Noi ci mettiamo in luogo e vece degli assicurati, per guarentirli di tutte lc
perditesimili sopra le mercanze assicurate.
ll detto l'lsClllo incomincia dal momento in cui le dette mercanzia si siancano da terra per essere condotte a bordo e continuer no a _tanto che
sieno sbarcatc intatte di avarie a

. . clic Dio le conduca a buon porto.

49
Noi acconseiitiamo che il naviglio il quale ba imbarcato le sue mercanzie
continui il suo viaggio dove il capitano giudica a proposito di condurlo, e

se vi arriva in un modo prevedulo qui sopra, odiversamente, qualsiasi ac


cidente alle dette mercanzie, o che fossero totalmente o in parte perdute,
variate o guastate, noi c impegniamo di bel nuovo, come abbiamo gi det

to, ciascuno per la somma che ha sottoscritta, di rimborsare Il. valore delle
dette perdite ed avorio come pni;e le spese straordinarie di cui esse fossero
state la causa; e ci, nello spazio di due mesi dopo l'avviso del disastro ,

pagando ciascuno sia la totalit della somma sottoscritta, sia la parte incom
bente a ciascuno per indeniiizzare completamente l assicurato.

No; c impegniamo di adempiere tutte le clausole , condizioni stampate o


scritte (queste ultime avendo altrettanta lorza ed anche pi se ci neces
sario) e noi ci sottometliaino a tutte le leggi di zusicurazioni e regolamenti

davai'ie in uso nella piazza di Amburgo; il tiitto sotto la garanzia dei


nostri beni come pure senza lrode o inganno.
Jmburgo li . . . . . .

OsServaziOniLe condizioni generali sono quelle stabi_


lite nella suddetta polizza a stampa, e quelle particolari so
no le seguenti:

Gli assicuratori guarentiscono l assicurato di tutti i dan


ni qualsiensi, stipulati o non istipulati, qualunque avaria
che abbia sofferto il naviglio sopra il quale cade latto di
cambio marittimo, sia sopra le mercanzie, sia rapporto al

nolo, e se questo danno minore dell ammontare del con


tratto di cambio marittimo, gli assicuratori pagano, nel ter
mine di due mesi e senza contestazione, dietro le prove che
vengono loro date delle perdite o avaijie, la somma conve
iiuta, o quella necessaria per indennizzare l assicurato delle
sue perdite, comprese le spese straordinarie.
Gli assicuratori guarentiscono rischi di tempesta, uraga-
no, naufragio, apertura di acqua, avarie, fuoco, cattura, o
stilit di re, principi, saccheggi, ec. ec.
Prospetto delPesenziioni zfavarie accordate in Amburgo.
GLI ARTICOLI SEGUENTI SONO GUARENTjTI DVABIA, MEDIANTE,

UNTSBNZIORE DEL 3 Pan 010


\____-__I--_V-_____J

Ambra

Cera

Ancore '

Cobalto

Argento ed argenteria
Argento vivo

Corni (li cervo


Denti di elefante

Scaglie di tartaruga
Sego

Borace

Broche di garofano

Nastri
Navigli (corpo di)

Setere '
Specie monetale

Caff in botti
Cannella
Carbone di terra
Cassia
in canna
Catrame
i

Pietre da fucili
_

Noce moscata
Nolo da liirsi
Oppio
, Panni

Pietre preziose

Stagno
Tli
Zalferano
Zinco

GLI ARTICOLX sccnenn sono GUABENTIT rfavarua, unnianrn


orvasanzionn DEL IO rea 010.
'

_"N_---__-_,
Cacao in botti

Cotone

Rabbia

Caff in balle o in sac-,Gomma

cbi
Cordaggi incatrainati

Verderame

Noci di alla ,
Pepe wfndia

Zenzero in barile

GLI ARTICOLI SEGUENTI SONO GUABEHITI, FIANCHI nksvsara,

SALVO 1L CASO DI' ARENAMENTO.

Acque minerali

Corinti

Peli d ogni specie

Alabastro
Alizzari

Corteccie di arancio
Crete

Penne in generale
. Pesci secchi e salati

Alo

Curcuma

Pietre daflilare

Alume
Amido
Anici
Barili vuoti
Brocche

Farine (in sacchi o in


barili)
Ferro in generale
Fili d oro e dargento
Formaggi

Pitture
Porcelane
Potassa
Radici in sacchi
Hegolizia (succo e legno

Frutti verdi e secchi.


Guanti

di t
Riso in sacchi

Cacao in sacchi
Caldaie
Campane in metallo
Candele
'
Cappelli

Instrumenti d ogni specie


Lanuggine
Legumi dogni specie
Libri
'

Sacchi vuoti _
Sale
Salnitro
Sapone
Scarpe

Carni conservate

Liquori

Soda

Carta

Luppoli

Budelle
Burro

Somacco

Carte e cartone.
Caviaro

Mais (ossia grano turco) ISpago, cordoncino


Majoliche
Spugne

Cemento

Mandorle

Cerusa ossia blacca


Marmitte
Cbincaglierieed altri og- Meccaniche

_ getti soggetti a rug- Medicamenti


gine

Cicoria in botti
Colla dogni specie
Colloqnintida

Stampe
Stufe
sughero in tavole

Tappeti

Minuterie

Tartaro

Mobili
Oinbrelle
Oricello

Telerie in balle
Turaccioli
Vestiti

Colofonia
orologerie
Vetrerie
Cordaggi
o in i.pia- Vetture
mati) ( non catra- Ottone
stre lavorato
'
Zenzero in sacchi o in

Corde dlinstrumenti

Pane

balle

I danni qualsiasi accaduti agli articoli assicurati franchi


davaria non vengono rimborsati nel caso di buon arrivo,

ma vengono rimborsati colla deduzione del tre per cento ,


se vi stato naufragio o arenamento. Ad Amburgo , vi
erenamento, allorquando il naviglio arcuato ha bisogno

51

dei soccorsi stranieri, od costretto' adalleviare per por


si a galla.
,
Armi e munizioni. Questi articoli sono gnat'entiti franchi
d avarie, ad accezione delle bombe e delle palle, le quali non
vengono assicurate franche d avaria se non sotto la fran
chigia del tre per cento.
Legname. In generale viene assicurato franco davaria

col tre per cento di franchigia, ma il legno da tintura


pestato e grattato, come pure il legno, di Sandal, non viene
assicurato che franco davaria.
, Canape. Il canape per lesportaziorie si assicura con una
franchigia del dieci per cento, ma. l assicurazione deve ca
dere almeno sopra io,ooo libbre di peso. Nel caso contrario,
od anche quando destinato per la Francia e pel Mediter
raneo, non viene mai assicurato che franco d avaria.
Cuoi. l cuoi salati in barili, i cuoi secchi e conciati sono

franchi d avaria colla deduzione del dieci per cento, bench


la regola generale sia di non assicurare i cuoi e tutti gli
oggetti salati se non che franchi d avaria.

Droghe in generale. Larsenico, l assa-fetida, il ma uga


nese, il chinchina, ed il rabarbaro, vengono assicurati colla
franchigia del tre per cento e tutte le altre droghe tranche
d"avarie.

Fili di cotone e iiilana. I li sono assicurati col tre


per cento di franchigia, quando sono in barili, e colla fran

chigia del dieci per cento quando sono in balle.


Biade e semenze. Pagando un forte premio si possono
far assicurare le biade e le semenze colla franchigia del
dieci per cento, ma diversamente vengono assicurate sola
mente franche d avaria.
'
Lane. Le lane in generale vengono assicurate colla frane
cbigia del dieci per cento, quelle di Sassonia solamente
sono guareiitite col tre per cento di franchigia, e quelle di

Danimarca, franche d avaria.


Lino. Il lino destinato per la. Francia e l Italia non vie
ne mai assicurato che franco davaria.
Liquidi, tali che vini, olii, ec. La franchigia sopra i
vini e liquidi soggetti a colatura dell undici per cento;
ed in caso di arenamenlo e di naufragio, l esenzione so
pra gli olii, in barili cerchiati di ferro, solamentedel cin
que per cento.

Metalli in generale. L oro e l argento monetati, il rame,


il piombo e lo stagno in lastre, il ferro in barre, sono ge

'

a2
neralmente guarentiti franchi d avaria, con una esenzione
del tre per cento.

Pepe. Il pepe in sacchi assicurato colla franchigia del


dieci per cento, ma' quando viene da un porto inglese, que
sta franchigia ridotta al tre per cento.

Riso. Il riso proveniente dalPAmerica o dal Portogallo


gode di una franchigia del dieci per cento, ed franco d a
varia se proviene dall Italia, ancorch sia in barili.
Zuccheri. I zuccheri greggi vengono assicurati colle fran
chigie seguenti:
.
I bianchi. . . . 3 per centog Spediti da un porto di Eu
I biondi . . . . 5 per cento ropa o dallAmerica del Nord.
I bianchi. . . . io per cento
Spediti dalle .Indie Orien
I biondi . . . . 15 per cento tali ed Occidentali.
,
I zuccheri provenienti da Fernamhuco, Santa Croce e
San Tommaso non vengono generalmente assicurati che
franchi.
Finalmente, in caso di un regolamento di avaria, questa
avaria ssata dietrola diminuzione del peso sporco, come
pel zucchero railnato, detto cassolade (zucchero umido) la
cui franchigia del tre per cento quando bianco, e del

cinque per cento quando bruno.


Tabacchi. Gli assicuratori non sono responsabili delle_

avarie sopra il tabacco, a menoche non sia, mandato dal


Brasil in sacchi di cuoio, l esenzionein questo caso del
dieci per cento.
Tinture. Le tinture sono in generale assicurate franche
davarie, il bleu di Sassonia e la cocciniglia ne vanno esen
ti, e la loro esenzione del tre per cento.
Telerie. Le telerie in cassa (le tele di Fiandre, di Slesia
e le tele da vela eccettuato) vengono assicurate colla fran
chigia del tre per cento, del pari che le tele di cotone bian
che e stampate, e tutti gli oggetti di manifattura inglese. In
Amburgo i regolamenti davaria si fanno generalmente so
pra lotti di un valore di 2 a 3,ooo marchi banco.
Regolamenti di avarie particolari e divisione per lotti.

I rPgORHienti sopra il cati si ottengono generalmente in


10.tti di 5o balle o sacchi, e sopra lindaco, la cocciniglienla
vaniglia, gli articoli manifatturati e sopra tutte le mercanzia

ricche, il regolamento si fa per ciascheduna balla.o 08552


Allorquando non vi n marca n numero, le serie ven

53
gono fatte secondo Pordine dello sbarco, ma quanto a ci
bisogna esserne convenuti prima.
Nel caso di avarie particolari, Passicurato e Passicuratore
scelgono ciascuno un sensale per ssare il valore della mer
canzia, sessi credono cbe lavaria sia giunta al massimo del
Pesenzione che gli posta in conto, si fa una vendita pub
blica,.e l avaria si compone della differenza che

passa tra

il prezzo ricavato ed il prezzo che avrebbe la stessa mercanzia


se non fosse avariata.
.
Finalmente allorquando Pavaria particolare (non compre
se le spese) giunta al massimo della franchigia, essa viene
rimborsata per intieio.
Avarie particolari sopra corpo, ec. Gli assicuratori rima
borsano il danno cagionato da tempeste, uragani, ec.,se lavaria
non pu essere attribuita al cattivo stato del naviglio. Le
avarie occasionate per lo sforzare di vele, per sottrarsi da
un pericolo imminente,souo'pure a carico degli assicuratori.

Dierenza dal nuovo al vecchio. Per compensare la


differenza tra il nuovo ed il vecchio, si fa la deduzione del
terzo di prezzo o,degli oggetti che sono stati impiegati per

sostituzione di quelli. rotti o danneggiati: le ancore. sono ec

cettuate.

.Viaggi di andata e ritorno. Nei viaggi di andata e di ri


torno a premio legato, se il naviglio fa avarie ad epoche
diverse, andando o ritornando, o nella durata di ciasche
duno dei viaggi, la consuetudine stabilita in Amburgo
di cumulare tutte le avarie, che sono a carico degli assicura
tori, s esse giungono assieme al.quoto della franchigia.

Avare grosse e comuni.


Le leggi e gli usi di Amburgo riconoscono come avarie
grosse ci ch stato dato per riscatto del naviglio e delle

mercanzie, come pure le mercanzie catturate dacorsr non


appartenenti a veruna nazione nemica, e sotto la promessa di
pagamento non effettuato,
Le cure dei medici, i medicanienti ed il nutrimento del
la gente delfequipaggio ferita in difesa del naviglio, e liu
dennit guarentita alle,vedove ed orfani di coloro che sono
stati uccisi,

l salari e nutrimenti delfeqiiipaggio durante la detenzio


ne, allorquapdoil naviglio stato arrestato nel corso del
viaggio da una potenza qualunque;

54
Le spese fatte per ottenere la restituzione del carico so
lo, ancorch il naviglio non fosse compromesso, e queste

spese sono sopportate dal carico, colla parte degli altri pesi
di avarie comuni,
Le avarie solferte dal naviglio e suo carico, nel caso di re
sistenza contro nemici o pirati :,
Le spese fatte da un,naviglio che ha dato fondo per cau

sa di avaria o per far acqua : luso vuole peraltro che il na


viglio sopporti solo le spese di riparazioni,
Il getto in mare,
Le spese di quarantena o di altri avvenimenti inevitabili,
Uinteresse sul denaro preso a cambio marittimo per far
fronte alle spese in caso di detenzione,
Le spese dnvernaggio, se non sono cagionate da negli

genza, la perdita di articoli posti sopra battelli o schi, o


scaricando il naviglio per farlo entrare in un porto o in un

ume, ec.

Regolamento cfavarie grosse.

Nelle avarie grosse,'le mercanze contribuiscono pel loro


valore secondo il prezzo di fattura, aumentato dalle spese
no allimbarco, eccettuato il premio di assicurazione. Le
mercanze essendo valutate nelle polizze, si prende per base
questa valutazione, deducendo il premio di assicurazione e
laumento del 1o per cento di utili sperati,.quando la po
lizza, dichiara che questo aumento fa parte della valutazione,
bench la quantit non siadeterminata. Il naviglio contri

buisce pel suo valore reale, stimato quando arriva. Dam


montare degli articoli sostituiti viene aggiunto al valore del
naviglio, ed in uso di dedurre la totalit degli stipendii
o paghe, tanto se sono stati pagati prima della partenza,

quanto se sono stati pagati allarrivo, non gi quelli che po


tessero rimaner dovuti prima del viaggio.

. Il nolo contribuisce nelle avarie grosse pel suo valore


reale, deducendo le paghe dell equipaggio, le spese di pi
lotaggio e tutte le spese considerate come avarie particolari.
Le avarie grosse vengono rimborsate colla franchigia di
tre per cento, le spese di regolamento non sono comprese
per formare il massimo della franchigia.
'
Gli assicuratori non rimborsano le avarie particolari de
gli oggetti caricati sul ponte.
Finalmente le avarie grosse sono regolate separatamente,
vale a dire chesse non sono cumulare.

55
, Getto in mare.
Secondo Fuso, gli articoli gettati in

mare per la salvez

za di tutti vengono valutati al prezzo di fatturaq e vi Stag.

giunge il valoredelle spese d'imbarco ed il valore del premio


di assicurazione.
,
Allorquando il naviglio salvato mediante il getto, il

medesimo in appresso e le mercanzie sfuggite all ultimo


naufragio contribuiscono in proporzione del loro valore al
rimborso fatto ai proprietarii dell ammontare di quelle che
sono state primitivamente gettate in mare.
Le munizioni e provvigioni non debbono contribuire al

getto, bencli gli assicurati le rimborsino sesse sono state


gettate in mare.

' Regolamenti in paesi stranieri.


I. regolamenti di avarie grosse fatte in paese straniero so
no riconosciute dagli assicuratori7 quando vengano falli da
persone competenti.
'
Pagamenti di avarie particolari.
Gli assicuratori non pagano che la meta delle avarie ac
cadute ad un naviglio che non ha toccato, n arenato.
Le spese per preservare le mercanzie da tutti i danni so
no rimborsate, qualsiasi il loro grado di avaria, eccetto
quando le mercanzie sono assicurate franche davaria, in que
sto casoygli assicuratori nulla rimhorsano.
saccheggio.
Gli assicuratori rimborsano gli oggetti saccheggiatnquan.
do il loro valore oltrepassa la franchigia accordata.
Mercanzie che non arrivano alla loro cliestinazione.

Nel caso di perdita totale, o quando le mercanzie sono


rimesse in altro luogo che quello della loro destinazione,
questa perdita o questi danni sono calcolati secondo la valu

tazione della polizza.

bbordaggio fortuito.
In caso dfabhordaggio fortuito, il danno, come pure le
avarie comuni, sopportato egualmente dai due naviglio
ro nolo e loro carico, ma i proprietarii ed i noleggiatori
del naviglio assicurato, o colui che ha sofferto il minor
I

56
danno, non sono obbligati a fare una restituzione checce
da Il valore del loro naviglio o delloro carico.
Commercio vietato.

Il rischio di conscazione per causa di frode guat'en


tito dagli assicuratori soltanto nei casi in cui il naviglio
andasse ad arenare sulla costa di un paese, ove gli atti
coli che compongono il suo carico essendo vietati, venissero
conscati per le'etto stesso dellarenamento.
Abbandono che ha luogo in caso di perdita totale
e mancanza di notizie.
Uabbandono pu aver luogo, allorquando il naviglio e
le mercanze assicurate sono state condannate o del tutto

perdute. Cos pure in mancanza di notizie, ed allora pu


esser fatto l'abbandono. - Dopo sei mesi, pei viaggi nei ma
ri di Europa no alle coste nord dellAfrica. -- Dopo do
dici mesi pei viaggi degli Stati-Uniti dell America del Nord,

del golfo del Messico e delle Antille. -Dopo diciotto mesi


pei viaggi alla costa occidentale dellAfrica, ed alla costa orien

tale dellAmerica. - Dopo ventiquattro mesi pei viaggi nei


mari delle Indie no allo stretto della Sonda. - Dopo tren
ta mesi'pei viaggi al di la della Sonda, e per quelli del
l Oceania, dell Oceano Pacico, e soltanto due mesi dopo
ciascun periodo summenziouato, lassicurato pu fare il suo
reclamo agli assicuratori.

Assicurazioni sopra nolo ed utili sperati.


Le assicurazioni sopra il nolo ed utili sperati sono per
messe in Amburgo, quelle sopra nolo, lordo, quanto a quelle
per utili presunti, se lutile non stato stipulato nella polizza,
viene valutato a dieci per cento dell articolo assicurato, e
quando gli articoli assicurati non possono arrivare al luogo
della loro destinazione per causa dnnavigabilit del naviglio,
lammontare degli utili sperati viene pagato come una per
dita totale, nalmente nel caso in cui gli oggetti assicurati

sopra i quali riposano gli utili presunti. vengono ad ava


riarsi, gli assicuratori rimhorsano solamente le avarie parti
colari,

Ingresso in' un porto nemico.


Quando un naviglio assicurato franco Postilita, ed
costretto di entrare in un porto nemico, il rischio per Pas

57
curatore cessa tostoch ha gettato Pancora, il rischio an
cora a carico degli assicuratoripse il naviglio pu conti
nuare il viaggio no a destinazione, ma allora il premio
di una met maggiore di quello acconsentito pritntivameute

nella polizza.

Pagamento delle perdite.


Le perdite vengono pagate,e senza riservagal presentatore
della polizza, dietrogiustificazione. '

. "
Storno.

Se vi sono state pi polizze per un medesimo oggetto,


le anteriori in data "sono le sole valide e successivamente
no a tanto che il valore degli oggetti che si vuol rendere
assicurati sia coperto, e nel caso di riduzione sopra la som
ma dell assicurazione, se essa maggviore. del valore degli
dwetti assicurati, gli assicuratori restituiscono il premio in

iftottzbt"fa

itfttaftltlsl. tftiffgttf.fqiftllf?!.

c il, premio ne. iellonorernenttt. Led al. Riti? ai matti?! gett


sbbnnouatelpsolo; quantocpereentapquandohil;premio hesinfu
bf; :1:" "E, flM l}? Nlffll l","1_n'1I l'un mini;

iit;JQfjIPESB",tltiiifi. 'l."fis" sr.ti.e.fttfitttjf.h esser? 3st:


llfllltl

ncatstafgziles il Intaglio.ntlrptvartiseigs (Ylitgltlafltstttvltl'Q.s


't" e fHgfl) JllLliuf ll' 11YU:V11 ilmm
(Villi; [iwl1nnJl.lrcnnuiilali,l
4'.

N" N,

Uh

i!,

"

ii""l;"

lm,;mltlliltlllt(ut. ,1 mwnff,
O

iioml

;ii

l i:

,.

n.1 euttatle in? i. eienimfteefa. Fatima Reti lltt? , 32!


quando non trova enare.siopt"lessusntrttem l! e IUIW!
giorniesho, {tpe,rih aveneldenarlol l di mandante una. parte i del suo

attrice, ilefli""il,idr_llll_lol" eroe , heniuteresseadet ;diaifeltsoy..

ivaftqteficaiittie ."rftia,tti1i<i letti ifefitfe _. t1"lIlhtl";1?.ti


colaitii o lgeneralmfira, se l? oggetto'.assicswatmaxrtialtlla sua
destinazjonetdanrileggiato,ftiallf acqua. di tnuove "oppure1 conpre
so entfeavaiielfgirosse al suo carico; il setventoientbmtwhe

satellite? la Ktitlitniiliflllil.ttllisglt lt s9g,vs,nut9;,,fitii


diritti lsuuotlimitatii nei, Chtafrillatlltillnll-QSQtWSSO ne?
getto, dopolche"lespese"primilegiattatsonofstate lsalduteil conte

sa reljhrb le spese utfhjcti peiamemo; pegtiifee.' . Se itoepi


tatto , lilflploprietariolel ' itviglio haitpb pagato i credito
xi privileglaL.A essi tmvansi alloxn loro, luoofp vee, e. dal):
bvno,essure PagifiPFIRWMLOYVPUMBQl m1 2 . i ,1+ m
11'

' .1 l

,.. J .. o. .;.; l'1

l " Mq. ;" f ,14

1 uUwr.. u
.''1
Y'
' .'1t..[
ci ai

_.'.'r'iI1ti'_"; l'.: <' 3.14

r.

L. . .u1 i e;l....l cmnl et. u prima han? l

l .'
1

' : I

t "ninna.

58

_
Au,srnnnam. '

Pozzzl DI ISSICURJZIONE.
Noi sottoscritti assicuriamo .. .. o a chi appartenir , amico o nemico,
cio: ciascuno di noi per la somma che abbiamo acconsentito di sottoscri
vere di . . . . e di tutte le piazze adiacenti, no a . . . . sopra . . . . navi
glio nominato . . . . comandato dal capitano
. . o qualunque altra perso
na che comandasse in sua vece, in qualsiasi modo il nome del capitano o del
naviglio sia espresso, scritto o pronunziato, l assicurato non essendo tenuto
di esibirci i certicati di visita.
'
'

Quest assicurazione ha luogo sopra . .


e chenoi assicuriamo franco di
per
spesecento.
di stallie e (Pinvernaggio,

e francodi danni e di avarie grosse a


Colla presente noi assicuriamo. questo rischio sotto la nostru responsabili
t, a contare dall ora e dal giorno in cui le mercanze suindicate sono sta
te deposte sulla riva o spiaggia per essere da l caricate sopra il naviglio
snddetto,onelle imbarcazioni, barche o schi per essere trasportate a bordo
del naviglio, cd il detto rischio correr fino a tanto che il naviglio sarinar
rivato alla sua destinazione e le mercauzie sarannoscaricate, senz alcun
danno o perdita; e poste a terra senza interruzione, in buono stato ed in
possesso di voi assicurato o del vostro agente, sotto la condizione che il dis

carico iucomiucier quindici giorni dopo l arrivo del naviglio alla sua de
stinazione. Ma se il discarico non pu aver luogo per un impedimento le

gale nel termine ssato, si sar in obbligo di provarlo nel caso di un ava
ria o di perdita. Il detto. naviglio potr girare, ritornare , _andare a destra
o sinistra, in tutte le direzioni, ed anche, per necessit, fermarsi nei porti
e rade che il capitano o capitani stimassero convenienti pel vantaggio o la

continuazione del suddetto viaggio, .o per necessit.


Avranno la libert di caricare e di scaricare le, dette mercanze. in altro
o in altri hastimenti pi grandi o pi piccoli, e ci di loro propria autori
t e senza attendere la nostra, autorizzazione, e noi corriamo questi rischi
come se le mercanze non fossero state sbarcate.

l risclii precisati si estendono a tutti gli avvenimenti di mare, burrasca ,


arenamento, abbordaggio, can iamento di cammino, di viaggio o di. navi
gli), getto in mare, fuoco, ufera, cattura, pirateria, arresto per parte di
una potenza straniera, dichiarazione di guerra, rappresaglie, negligenza od

altre colpe del capitano e dell equipaggio; gli accidenti essendo sopravve
nuti senza la cooperazione o cognizione degli assicurati, e tutti gli altri ac

cidenti di mare preveduti o impreveduti, ordinarii o straordinarii,'.senza ec


cezione. '
'
In caso di perdite, esse saranno pagate da noi, ciascuno in [iroporzione
della somma da, ltll assicurata, e ci senza ritardo, tre mesi dopo la produ
Ti.onedelle prove necessarie, ed in questo' caso, noi diano a voi assicurato
ed 3 qualunque altro in vostra vece, piena liicolt. d impiegare tutti i mezzi
necessarii, sia nel nostro interesse, sia che in seguito possano riuscire cou
trarii, per la conservaziene (legPinteressi assicurati dalla presente, di ven
derli o di farli vendere se ci necessario, di effettuare pagamenti e distri
buzioni di denaro senza bisogno di domandare il nostro assenso o la nostra

autorizzazione, peraltro prevencndoci in un modo conveniente, quando le


circostanze lo permetteranno.
'
l danni cagionati, e le spese chenerisulteranno, saranno pagati da noi,
ancorch queste spese fossero o no tornate inutili; e noi riguardiamo come

. \/\

, 59

esatti tutti i conti certicati in un mollo regolare e sopra il giuramento di


coloro chete avranno fatte. Iart. 548 de Codice,d commercionon po

tr essereinvocato da noi contropgli assicurati; solamente gli arbitri scelti


a questo riguardo potranno decidere in certi casi, bona de e secondo l.u
so di questa piazza, che vi sono ragioni per le quali questo articolo dovr
essere invocato; gl interessi assicuratinon potranno in questo caso esserci
_ abbandonati, a menoche non sieno intieramente perduti, o non vi sia pi

speranza di ricuperarli, ed anche nel caso in cui l abbandono non potesse


esserci fatto "senza il consenso degli arbitri.

'

Noi iIiuunziamo da una parte allart. 546 del Codice di commercio ed


accettiamo di riferirsene ad arbitri. Questi due arbitri, luno dei quali sar
nominato da noi e l altro daglassicurati, avranno la facolt di sceglierne
un terzo, la cui nomina sar alla da noi entro i quindici giorni dalla (lata
della noticazonealncaso di rifiuto di uno di loro, la nomina sar defe
rita al Tribunale di commercio. Ciascuno di noi acconsente, riservandosene
di appellare ad una giurisdizione superiore, di accettare la decisione di det
ti _arbitri; qualora non si trovasse reciprocamente convenevole di assogget
tare l affare a persone che noi sceglieremo e che pronunzeranno un gin

dizio perfetto e denitivo.


'
.
_
Prendendo tutto ci come ben' fatto, in considerazione di lin premio
di . . . . del' quale noi sottoscritti abbiamo addebitata la persona di . . . . in
conto corrente, diamo, in virt della. presente, quitanza aIPossicurato.
Sotto tutti questi obblighi, noi c impegniamo personalmente e coi nostri
beni presenti e futuri, come uomini di onore, di rinunziarea qualunque di

scussione ed opposizione ch esser potesse sconcordantc dalla presente.


Ci fatto il di
. . bona de, e sopra buone o cattive nuove.
In Amsterdam vi una lunga lista di articoli secondo una
tabella stampata, pel massimo dell esenzioni e delle franchi
gie accordate conforme l uso, che bisogna consultare e che

noi diamo qui a questo effetto:

'

'

LISTA
Delle esenzioni davaria accordate in. Amsterdam.
ooTo
diQ franchigia

o G q E T T I
assicurati

_d,avaria

. o G i B1.

u o 1 o
di. Q franchigia

assicu|ati

(pavaral

_______u__-___

Acqua di Cologna .

. Ctirhone di terra.
.

Atlmine. . u; .
Argento vivo '.
Armi . . . .

5 per 01o

Carta .

ro,5oeioop.o1o

5 per o1o
Cera . . . .
5 per o1o
China . . . .
5 e 5o per o1o Chincaglieria. .

5 per o1o
5 per o1o
5,5oe IOQP. o1o

Bianca . . .. .
Broche di garofauo . . .

5 per o1o

Burro . . . .

3 per o1o

Coriuti.

l . .

Cacao .

Ioper o1o

Corni .

. .

Ca . . . .
Canape . . .
Cannella . . .

5 per: o1o ,

locciniglia . .
5 per o1o
Golle . . . . . 1o,5o 650 p o1o
5 per o1o
Cowlnggi . .
5 per o1o

5 per o1o.
. 1o per o1o
5 per o1o

Cotone. . . .
Cuoi . . . .

1o per o1o
1o per o1o

5 e 1o per o1o
5 e 1o per o1o

e:
i1

(luuqllnrluui

l;

"107

fai 1""'l

(n Q'GG B,'l,l"l'11

. i; 4odi1 f,.,
1l r1 _ui

,m

mi

nl

l ifl1.l

l nl)

d.

i Q

f.

,.

018 Gli T;TI , il. i, 1


iil1
l (l! l. z i. Uilliinllulilsllgiirz r ,l nasioairatn i LHmlrlrll 1 i"!
il, i), assic la t _ . ..
Mani.
l i e. '
dava.

jfppi,liidlfglplhixu limiti i: riq in gemitip? i1 snli.. rU slperirol

stolledt"laha"" _'",5pero1o"" PefleWflntlalt" >:i"per"i>1o"j


inlWctnnnn o
P " "J" " '.'".
Parma" l. liu.i

Ferri .

Jgyiiia: h: .i'. rrirai .


l.

Fdl'ce"l"l,1:
F? iapcblb E4:
i

l. 0921.111 i.

IO

izisifpel Iripifn

lpnllrjiu
9M ulunlu.1
i rii) irnin5
. ii. Pplpkglutn

Hdjilalnh .tit'.i

(gsdrggarim, l n nnn 1; i L-iiiii

' Pllllltblewi
" i;b.d:.r.'mif
<"n.\"grln
15;. f, da ..
.
1
ilnipi
{1 i llidi

nibtiapy;
mn Bi; ;

1a

. .

' Riti," I'nlii "h s tra m

Bre,ia

i umide ,.t'u.;z'l" ti par;

ifoounslnjull Q i n)

m. 010 . I

Legnrttiiehhzf"; ="zi"e.s1"sabiilw.".fhief" '.'


Itbt-ei'ainggtyfn
_

:nrd) p; ;

, _

n1i/ml

rlluiud; n;

siiiniaihillkla "gira per se?


,seuieente uei-anltit. i,rif'zl.

Lino fa f""l f . vw e,' Ob f Wtziiit-l t'.1""tg, ertilbm


Liquidi ",h1n! 'h_ il" S

p ,lSPol. nysdr. ._ . . il) ippp;izbj


t e. ia'etria. nlrtgifllll
e: lo
IERI-Elfi:
Eii.iI;ig'[:g1l:fg;g "
,11| mio lill)
A_ i
mmioigjilegzii iggigilriltggg
ii,l.oiiii_itiiii BIWUQ )l

tgpttaag; i! ai dleltiphr'Q

iclli(iiae in? f .
Marocchino fal)2

siute.

bricato. . '.
xllepicauiche .

: ;(iiicclauiip .n olgmi ' o103

tsquame . .. .
5 nei o]
5 e 5o peijolg g! ipe . . .

per o1o _
5o per 01o

e i. .! ' _ 5 d iifigqifi
_ J fniiiaiaxi
angieio
.. . aaiiiiiisittii,EF,
pe
'
Meri'ndliiii)
ma
il

Enteun... K su'PCI 010.. 9. ._.iTarmskul,non

Mobili . (i ai ).

T m L n. ) .
f}qlrmliim;
P(1520
"5of . paienamiaiia.
_,
__ _

Naviglii.nn(or|ii,

F perJ?o2?f

Rg,gt3;;;'>. L. mihrahai!,

a105 il_ farvi

Nnciuiloiigieiae olzfilsi Rgl-RZJWT.JH! inge;


_.

_.

. mio.
,

llhl ll"'.l

jilfli fa.
.

nplfiq
i

_
l

' 5 Per OIGW?

5 per '0p";'l Vetrerie . , .


, 5o prijd") Veltllifmii

Ol titlleyl. 0.1

O,O
eivt () Zattfiaiifwai
qr iu-rni (al
ioe
5o iirtiii)
Q ,.

l w .

T0

"Zpr {jjfnll
.

erVJUH vllililltliqh _.

Zurklieri1i l} .

Z, Pepsbra
.

. ..g

.. m [Lerfijiflg
er
bui

1.0 per, 016m) zimb) 11',; n; . _ . c

5o per o1o
u ne.

lilli

. 5 |,gr'd16;i.(l

'

5 per ofblp,

"HWV- Q

Ofviari 0. .

Penne .

l'o peri! ,'."; Vesttititeiiti! S3 _

lbldgi! "Lind
Orselioul E

G.l.

i P." PZ'iiiii ziigiiailtde, .','i'oiil..f.

5 Pm flu)

5 e 10 ateo)

6'.
f? uSW"'?*L"tPjF"W"ffgffg E
'\l'_l:_l.;,.>l
,. 1; J .;;
1) 0w:
ljhjilg1lh;
l'u."|;1'l"h

:.

_.

Hllw.

JUH

'41.
|
h
11'1i;.",;ut'r{1puHob
ol 01;l(rn"1

.'Ht,m 1r1 pnul11fl 0 llQ

h Le' amvcrgrosgipiqdlarin"si cumullapb nel mgohmuto

per essere 1injbolffh?ffiidyftiasf"?! niergeggb;

iaidijl,i=lv"sg.if@f!'9!?.r.; 0?; IQIFMSEQ 111 effe . Jnirnsila


l..:.?]9l,m deu nggchm avarm WJdlpli..Fimtraayhua
lora non' sia questg qnnavanalgdgcala' sotto 11 pomezdi

Blbghwfyhlgdjw;ucbh1e???sg?dixav; ihirjreg,llni..

l??? "

HQ?'J.Q";L;:Lj1EI?; ,&B?h?34f?..&f Fsllifii WQIJ di

126m. ,iff anchq. Isgmaeahsonr; euqua IUIBNOIEQQ sia, ems


chedun, yegolanlgnlp, posi sar semprel mglio, qlltggminw

unsheoh iziuniqsfrifuawi lbfxifll pbi2." ;l il glia


.. 1t

n1

.'

l'-

a h" ,

.t 1 ",4;1',.l

--;.b

un; un

1|

{;vQH9;..F.9, i. HFHSi" f_=.,._=xigai_9sf. l 2.5519, naksnkn a, sh


v1 meno avae ne prevlenenwamqunafpxll; m fumnggnnqda
ciacheduna parte .'l_iamalx_i,filqc|isaliinpef (gifhdgtlgrlcuSleul(gld

nogli S9 0,. sivfgl ,Kfw"'f's*plfi*fq.e


gilpomav ddtifto fsimnf fawh
mqzqaili? ;svagmatga.kxnndagifaifpnyhlmmpp qunxalamwte
secondo l:_1cc0rd'o7 se_ gli oggeqgzhhiv IMSOQUUIHUIUX1I

medesimo |jezlgo tbtlfeifbbisefd: saufnf!cl: jgtlfi


lkoi Hm! iag a"mfir(S'6mC6il[1"'l)0i? j, {ti}? jlakaugH, 9;}
M828. iu lnllllpgjfllgtsuoblhqu, ramssso. 1 11190112513
VQQI,O nen'Qbmnzarbilmalbmaiu"): ui qua .n Unngl; i. ,nuu

I! lfl'lI.f.d"'fg fdffi ff.f,eo,9.ldhffa}i:"f


myanpfsxalfksasja Ldlalli.ai,9119x6119qq..,.f9 H 9213?:
pelata q1qumd|qJlnpnslpxaffmnmcasa, KLMBHE;MHFQ
minato da arbinfi,

1%.

JH,1ll V,1LJz ,I1; frllul'.yuzu n.14. Ylauirsq

;{fJEZSJ I fm

'?.".I?!s-9?."9 P

glxlheagxlfxaxlqgs, Elgnmljpaellpfalwinffllai. q amfefa


nulli IHISBE PBUQSIMtRWIUQ jfw ifqgqrxwtgm LISMIRIB
sopra buqni navjgli, .' h.
q _
,
pill1irw
ln

h.l?"ile.f;af?l"ai"ffdffiwf???S""'F"?{Fz
SBWQHM:lfkfaaafsfoggljl, a5?e}.PwnyqfFQQ? 9,
dl un ottavo. per cento le e SQnBU SWFQDIWLH M. nngnoo
orulzuuunzu; ie iu!nuilnq sfum. 91 a inumw o unou; 1rlnln JJ A; .hl
,
NVEESlJ1JuJivr. 1ZEUI 0.mm 1. ima) ha

1 fljfmh1lq onnnppn fa OW1tI;1 S1 mthnf; il 1.,'ril labpim1n ml


aln'amhln? OUUInGVU11PHNM Iilr.lqislbllliuilqiowr. Jl ulunrqrlnllh
ni1 onrcznv ma) c(mm mq q! L; Q1
F PWV uh b olggduuue r'
i.mhuv 01 a1) ,21 mnndgzzomhgeneralz. UMjwh rmn hr, fmmxun
11m se muq,n

I: ucu QiX11h.1""f l ml;n 11t? '.i_'"_r.t3 1_u, mi 18.111!

A". 1 Ci wcrlor aaammn h,;lorufschoaummnJlamxy Qlmrl


dite provenientti da lempesta, naufragio, arcnamento, abborlluggu? fOHlVIIP ,

interruzione e cangameulo forzato di cammino, di viaggio o d: nuvlgl:o,

6a
getto, fuoco, saccheggio, guerra, rappresaglie, arresti, catture, molestie di pi
rati o sudditi di nazioni o popoli qualsiensi, amici o nemici, negligenze di
capitano o dell equipaggio, baratteria di patrono e generalmente tutti gli ac

Olt enti e fortune di mare.


Anr. 2. Sono formalmente eccettuatii Tutti i rischi, catture e consca
zioni per causa di contrabbando o commercio proibito.
.
Anr. 5. Il rischio sopra le mercanze incomincia al momento in cui
esse sono caricate nel naviglio o in paliscalmi o sclii per trasferirle, e
continua no a tanto clie sieno poste a terra nel luogo dove deve nire il

vialgl rischio
io. . sopra corpo, chiglia, atlrezzi,rnmenti
_
ed (ipparecchi del
naviglio corre dal momento in cui il hastimento incomincia a caricare o clie
ha preso a bordo tutta la zavorra necessaria per fare il viaggio assicurato, e
nisce ventuu giorno dopo il suo arrivo al luogo di destinazione, qualora lo

scarico non sia effettuato prima.


'
Atrr.
Labbandono pu esser fatto in tutti i casi preveduti dalla leg
ge, eccetto per le mercanze nei casi di naufragio, di areiiainento con rot
tura, o dinuavigabilit per fortunadi mate, se la, perdita o il deterioramen
lo non nscende ai tre quarti del valore.
_

Pu inoltre aver luogo se non vi veruna notizia:


Dopo sei mesi compiuti, pei viaggi dei mari di Europa,
IiDopo dodici mesi compiuti, pei viaggi nelle Indie Orientali no al Capo
oru. ,
'
Dopo diciotto mesi compiuti, pei viaggi allEst del Capo di Buona Spe
ranza, ed aIPOvest del Capo Horn.
.
ll tutto. contando dal giorno dell ultime notizie ricevute. _

Anr. 5. Le avarie grosse o comuni non si pagano se uonin quanto esso


asceiidano al tre per cento.

'

Art. G. Le avarie particolari sopra naviglio, chiglia, ' attrezzi ed arredi


non si pagano se non in quanto ascendaiio al tre percento.
Controllando rassicurazione sopra corpo, cbiglia, attrezzi ed arredi di un
naviglio costruito in legno di ahete, la dichiarazione del)hesserne latta; in
mancanza di ci non viene rimborsata se non che la_ met del danno clie

accadesse al naviglio, cbiglia, attrezzied arredi, ed iu questo caso l avaria


particolare deve ascendere al sei per cento.

Nei conti ai quali le avarie particolari al naviglio danno luogo, non sono
ammessi che gli oggetti sostituiti a quelli rottiodanneggiati durante il viag
gio assicurato; e da tutte le opere di questa natura, eccettuate le ancore,

viene dedotto il terzo per compensare la dilferenza che passa tra il nuovo
ed il vecchio.
.

'
Non sono inoltre mai compresi gli stipendii o il nutrimento del capitano e
dell equipaggio, le spese d invernata, di quarantena, n tainpoco nei viaggi

di pesca, le perdite di gomene, ancore ed utensili da pesca, durante l an


coraggio dei navigli sopra i luoghi.

Art. 7. Le avarie grosse o comuni e le avarie particolari si accumulano


nei conti a carico degli assicuratori.
Le avarie dei viaggi di andata e ritorno si regolano separatamente.
Allorquando le avarie particolari sopra le mercanze provengono solamente
da saccheggio o da spese ed ascendono al tre per cento, esse vengono rim

horsate, ad onta delle franchigie stipulate agli articoli 8, 9 e lo seguenti.


Atri. 8. Le avarie particolari sopra le mercanze non si pagano Se D011
in quanto esse asceudano al quoto qui indicato.

TRE PER CENTO SOPRA GI-I GGETTI SEGUENTI

\____,___'V___\___/

Broche di garofano

Cera

Burro
Cacao

.
in barili, in

Coccniglia
Cotone.

Ca

balle o tu

Fili di cotone e di lana

Te

'
sacchi
Cannella
Cassia in cannain bot-

Indaco o endago
Lane lavate

Legname da tintura o

Telerie ed altre stof


fe di lino e di co
tone

tatni o in casse

Pepe in balle oiu sacchi

Sega
' Sete e setefie

' da costruzione

Catrameo pece in barili,

Verderame

Noce moscata

Zenzero in barili

.iu balle o in sacchi


cmqua un caiu-o son su OGGETTI sneuaun

\_____.___--"""-"\/-_"\._J

Alizzari
Alume

Cocciniglia in sacchi
Fariua in barili

Caff in bottaini o in
casse
Cannella in fardi

Gomma
Rabarbaro
Riso in barili

Carcuma
_China

Robbia
_
Bobbia in barili ,

Tabacchi
Zenzero in sacchi o in
,

balle
Zolfo in canne
Zucchero terrato bian

co in casse e terra
tobiondo delPAvaua

DIECI PER CENTO SOPI GLI OGGETTI SEGUENTI

Amido

Farina in sacchi ,

Sapone

[legumi secchi

Setole diporco

Libri ed altri articoli

Soda '

Cal alla rinfusa o in


casse
Canape e lino

di libreria
.
Luppolo '
_
,
Mandorle in boltami

Succo di liquerizia al
la rinfusa
Tortelli di lino

Peli dogui specie

Zolfo alla rinfusa

Penne (Pugni sorte

Zucchero altro che ter

Auici

'

Hiada

Carta

Corinti in botti

Corteccie di quercia

Pepe alla rinfusa

Crernor di tartaro

Pesci secchi e salati

Cuoi secchi e pelli


Potassa,pcrtassa e verDrogherie che non so-,
dussa
no indicate nel pre- Riso in sacchi '
sente prospetto
Salnitro

rato bianco in barili


f

o in casse, e terralo

biondo dclFArana
Zucchero in pane e
caudito
'
'

Aria. 9. In caso di avariesopra i liquidi od altre mercanzie soggette a


colatura non vengono esse rimborsate se non in quanto il naviglio abbia a
renato o l'atto naufragio ed il danno ascendess ai cinque per cento soprai

vini, ed altre per cento sopra gli altri liquidi, nel caso di colatura ordi
naria, non a caricodegli assicuratori, e la cui misura sar al bisogno deter
minata da esperti.

635
iiffmno Eaim dmu;"h"c'afbi<di5 i uli, i for_

oggi, i frullW4BEB,"E"IQ idbt, glpeed,gll oggetti di ve


' '
' , p61colu',ie ' ficvpenne allrekche
Jljgayosojjngfbf, l, mercanze soggellequ
ieimone formale ng f,pfeseule polzzgqnfl: j;

'

emqolora non u su
_
.
.
_

Tuavihggnpopfd i medesimi arcplmilq t;\59,g_gpaufrngro o d: a


namento, vengono

agatinwqdoympgjppplglblpenhcenlo.
' __
' f a carcq,.<_lqsgl,z\gsipyfg}q;, toaloiohe sleno gmstrh
921191, gpgoug Bagqlma dpnaro cdlampdq;seplq veruna rllenuln.
.
' A. 12. nesgg,peiwlleqgqgogonlpaggighg}drgsggqajore della polizza,

' '. Anilo! L?

_ ielro i docuumggmiuvticaiiv, 991114, bigpgqq Ji fprocura.


.,
A311; i a.fzgipmfasscurazom.Hfqllggaspra.hqope o calmo nuove,
'"_ J .
uunzau o_ a a ega e mezza per ora.
h i d. ., che ILsQTESSsGEQI? fgtsSCurzilor e gli assi
7 Am. '14, Le controversie
ljfiisciiii
Illi iisene. filzzsaranifgiu dcale iuappcllo

ltilmgmlsliWonsqelmioniasuhadxmajellsnparl, xuuirq rbilrg ,


' lauza;
visarle pfflafgtfdfggfa
s qrl
_'
' - .
g 913
999,a1g!)
_ler1.9 erricorso
lorre_m inegua
"gfohruilaqug
appello,
ssazouqwffg'b osizon ll oHEfIznHFESecuzOne, od allro.

Alle coudizoiquhfol} ChdvPftcdallfl,lleflntdizion puticolul"! che se-.


mhobmzdimcvilope lio d1 .U1'H";1I)UCI, coll medazionendidlh

usale di. assicuradiod p {esso la borsa dilquzsl cll,o saicurahm rbli


beuigisorpei
amente lpmmicdha
mmhmdnple
ohi pu
da ciascbcdudlrzdfloro
apliarmeflll solmna
a dLhuni
dimofallw
IIMgOIX
HoglhaudereuJhooaptanu . . . . o quuhiqu pllro in sua veeq.ydll
ualuuuhoauohmlil nfnne deifhadlomqnll del capitano seminljlo

'
tallimlvliihgikwmf.,h......_v._g

Humn, , n.4.

v.fffQ_SSmwous0an1ufu1.nouzunmzaskmmm
Le polzi"Hlzvffobitivti,iiiagihti alle po;

. ZFQNES'MGI gua otisoo|violl"EIMTQUYQU,"e


ondo
Kfsrihizil,{ICodim
' dio francese.

f eMOJXUJGIIeIvaDQJge
Le avafej
vqggp qhgggatg
. accomiatdidcsinale
olffnetiuzione.
.sopraawdel
la)? f, '.""'
porlipz

agaWFUj
sopra
1.2? d,q).Pif<iillidfiil.WM
stia latqlndgg"usied della,
i fesbvfyl.

'

elmulegqkgl1qlilux ;

n'a .upu. "uni!

Hml m E1 N.1)

HM; aravieigmgso e parhioolrynzom purefleqspestoyhs.ou

Mhf, lwfdfgnar ilifwiissiolpgseuzofl(wd franohigh ,


1

l noli),

{Fjiflfs g*fl"rfiscgo 1 assicygtopiq'


So9?
I "
l
essai falla 0o11111494 blim ilp0ne...t,.i
;

BALTIMOR" "

t! .z..t. h; l)

ne'W Im-"Wbmm nunv1u-f W v... 14.MW -

PO,LIZZJ DI JSSICURJZIONE.
f; Ul
n?
._ ".(;1m".f'.1'uq ml Inr aoll9wlulla"
;rll i H
i! "
.;'
hdsslougralamehsvlfa
q 1 l ',;".1;'.
e'cc"dcz
navgll
H] ,"
"k

ilasasuffli"11E5Ht?5if5.lg" aj{CFPOJ "E931 gflst


'

mm1

lurisqhid;
toscriltore agussxa,sa/iikmstqkasii?
pagare novanta giorni dopo hblig
lapnwlnaidell.ayai
il #1119

65
e colla deduzione, o franchigia del cinque per cento, a meno
che non vi sia perdita totale. Tutte le controversie vengono
giudicate da arbitri.' Un naviglio condannato per altre cause
che per danni sotferti nel viaggio assicurato, non pi a ca
rico dell assicuratore.

Assicurazione sopra carico.


L assicurazione sopra carico guarentisce egualmente i
rischi di guerra e di baratteria; essa non permette l abban
dono, obbliga al pagamento novanta giorni dopo la prova
dell avaria colla deduzione del cinque per cento, o colle fran
chigie accordate alle mercanzie designate nella polizza, a me
no che la perdita non sia totale.

In queste due polizze, in caso di storno, il diritto del


mezzo per cento.

Uabbandono, in queste due polizze, pu esser fatto dallas


sicurato dopo un numero di giorni convenuti nella polizza
dalle due parti, e decorsi senza nuove del naviglio.
Le assicurazioni in Baltimora, come in tutti gli Stati-Uniti
dAmerica, si regolano secondo le leggi e gli usi iflnghilterra
(Veggasi la Polizza e le Osservazioni sopra la polizza
di Londra).
'
Gli assicuratori, come a Londra, non rimborsano le prede
fatte dai loro navigli sopra la nazione ch in guerra con

loro.

'

Le assicurazioni sopra nolo sono autorizzate agli Stati

Uniti.

'
BOMBAY.

POLIZZJ DI JSSICURAZIONE.

La polizza di Bombay la stessa che quella di Calcutta.


(V. Calcutta).
Bonn
POLIZZJ DI JSSICURJZIONE.

Noi assicuratori sottoscritti, assicuriamo per la somma qui appresso sotto

scritta a voi .. . . dimorante a Bord, che agite per .. .. sopra il corpo


del naviglio qui appresso nominato, stimato daccordo alla somma di_. . . .
naviglio .. . . capitano . . . . ricevuto o non ricevuto o tuttaltro rn_sua_

vece; per . . . . alle condizioni ed ai prezzi qui sotto ssati l OSSGTUGHOBI


generali). Le assicurazioni sopra corpo cadono pure sopra gli attrezzi, ap_

parecchi, utensili, imbarcazioni, viveri e vittovaglie, anteclpaziom agli equi

66

paggi, armi, allestimento e generalmente sopra tutte le appartenenze e di


pendenze; e quelle sopra mercanze le comprendono tutte , di qualunque
natura esse sieno, soggette o no a colatura.

Uassicurazione essendo fatta sopra buone o cattive nuove, l assicuratore


e Passicurato rinunziano reciprocamente alla presunzione legale risultante
dalla lega e mezza per ora.
Se Passicurazione fatta per conto di chi gli apparlerr, Passicurato
non sar mai ammesso allo storno, qualora peraltro, colla specicazione nel
la presente, dei titoli, lettere , marche, iniziali, nome dello speditore o del

consegnatario, o qualunque altra indicazione, egli non abbia indicata la spe?


cialit del carico destinato a formare l alimento della polizza.

I. Gli assicuratori assumono a loro rischio tutte le perdite ed i danni


provenienti da tempesta, naufragio, arenamento, abbordaggio fortuito , rilasci
forzati, cambiamenti forzati di cammino , di viaggio o di naviglio, getto ,
fuoco , saccheggio , qualunque arresto o cattura di pirati o di sudditi delle
potenze barbaresche, baratteria, di patrono, e generalmente tutti gli accidenti

e fortune di mare.
.

Gli assicuratori sono esenti da tutti i rischi di guerra, ostilit, rappresaglie


cd arresti di principe, di governi riconosciuti o non riconosciuti, come pure
da tutti gli avvenimenti derivanti da un commercio clandestino o di con
trabbando.

2. Gli assicuratori permettono al capitano, nella direzione del viaggio


assicurato, tutte le scale che giudicher convenevoli od utili alla sua opera
zione, tanto per prender lingua, quantoper vendere, trattare e permutare

o comprare mercanze. Essi accordano, per ogni scala, un soggiorno di tren


ta giorni, dopo i quali sar loro accordato il mezzo per cento sopra ogni
periodo di trenta giorni incominciati; cos pure allorch fossero stipulate pi
destinazioni eventuali.
'
5. ll rischio sopra mercanze incomincia dal momento in cui esse sono
state caricate nel naviglio o nelle peate per condurle; esso nisce allistan
te che sono consegnate a terra.

Il tempo del rischio sopra corpo decorre dal momento in cui il navi-
gliu ha principiato a prender carico; e nisce trenta giorni dopo cli esso
ancorato od ha dato fondo nel luogo della sua ultima destinazione. Tuttavia
il rischio nisce tosto che il naviglio riceve al luogo della sua ultima desti
nazione, mercanze pel viaggio di ritorno, anche nel caso in cui le mercan
ze di andata e ritorno non fossero del tutto scaricate , ed in cui i trenta

giorni accordati per termine del rischio non fossero trascorsi.


4? Le perdite e i danni
all assicurato tre mesi dopo
michevole o giudizialmente.
alpassicurato subito dopo la
per causa di naufragio o di

che danno luogo alt abbandono saranno pagati


che l assicuratore ne sar stato avvertito alla
Tutte le altre perdite e danni saranno pagati
loro giustificazione e regolamento. Labbandono
arenamento con rottura non potr esser fattose

non in quanto vi fosse perdita o deterioramento ai tre quarti del valore del
l oggetto assicurato.
.
5.u Sia che voi ci abbiate fatto l abbandono o no, sarete tenuti di aver
cura al salvamcnto e conservazione degli eetti assicurati, facendoli utilizza
re e vendere se vi bisogno; di distribuire, in questo caso, i fondi che se
ne ricaveranno; impartcndovi a questo riguardo piena facolt, qualora noi
non vi manifestassimo, con atto formale, e nostre intenzioni contrarie; pro
mettiamo di riconoscere tutte le spese che si faranno per questa causa , te
nendo per suiciente la vostra aormazione pei conti che saranno prodotti.

6. In mancanza di notizie dei navigli, vi sar permesso di farci Pabban


dono, dopo dieci mesi pei viaggi al di l dei capi di Horn e di Buona

67
Speranza; dopo un anno per tutti gli altri viaggi di lungo corso edi gran
cabotaggio, e dopo sei mesi pellpiccolo cahotaggio, contando dal giorno del

la partenza o dal giorno cui si riferiscono le ultime notizie ricevute.


7. In caso di assicurazioni sopra navigli indeterminati, Passicurato si obbliga
di far conoscere il nome del naviglio al pi tardi entro sei mesi pei viaggi

dei capi di Horn e di Buona-Speranza; entro quattro mesi pegli altri viaggi
di lungo corso, in duemesi pel grande cabotaggio, ed in un mese pel pic
colo cabotaggio, contando il tutto dalla data della presente; in mancanza di

ci sar posto a credito degli assicuratori l uno per cento ed il contratto


sar nullo di pieno diritto. Il diritto di rma o di storno sar sempre del
l nnoper cento sopra questa sorte di rischio.

8.E convenuto che, se l assicurazione fatta a premio legato sopra un


naviglio destinato per le Indie orientali od occidentali, viene accordato al
capitano tanto in tempo di pace quanto in tempo di guerra , il periodo di
quattro mesi di soggiorno, contando dal giorno in cui il naviglio sar giunto
in un porto di sua destinazione. Passato questo termine di quattro mesi sa

r pagato agli assicuratori un aumento del mezzo per cento per ogni mese
incominciato
al di l; do
o nove
gli assicuratori
saranno
esonerati
da tutti
i rischi, ed avranno
i dpue
terzi mesi,
del premio
legato, cosi
ssato
dalla presente

polizza, pi l aumento di premio risultante dal prolungamento di soggiorno.


9. In caso di non partenza allo spirare di tre mesi dalla data della po
lizza, se Passicurazone cade sopra navigli che debbono partire dall Euro
pa, il premio sar aumentato del mezzo per cento, e di un quarto per cento
per ogni mese gi incominciato al di l; dopo sei mesi il contratto sar
nullo di pieno diritto, ed un quarto per cento acquistato agli assicuratori.
Epei navigli che debbono partire daltronde che dall Europa, sar accor
dato un termine di tre mesi dal giorno in cui i rischi avranno incomincia
to; spirato il qual termine il premio sar aumentato del mezzo per cento e

di un quarto per cento al di l per ogni mese incominciato. Dopo i nove


mesi il contratto sar nullo di pieno_diritto,e due per cento saranno acqui

alati agli assicuratori.

1o.o Le mercanzie potranno esser divise inserie di un valore di cinque


mille frahchi almeno secondo l ordine dei numeri.

Il. Nel caso di avarie particolari sopra le mercanzie gli assicuratori non
pagheranno che l eccedenza di
TRE PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI
~

gurro

Cordaggi

ego.

. b

acao .
cur
l n b"*"'.

Cotone
Farina
in barili

allaecle

Carni e lardi salati

Indaco

Rabbia

Coccinglia

Sapone

Zolfo bruta e in canne

ottami

(
CINQUE PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI
\________-_-__I____\/_______/

Cacao in sacchi o alla


rinfusa
Caff in stuoie e balle
Gomma in botti e casse
Lane lavate
Pepe in sacchi o balle

Riso in bottami
Scotze di quercia
Spezie in sacchi
Tabacchi in bottami
Tele
Tessuti di cotone

Tessuti di lana
Tessuti di seta, seta
operata o no
Verderame
Zucchero terrato in
casse o bottami

DIECI PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI

Alizzari
Alume /

Cuoi
Farine in sacchi

Riso in sacchi
Bobbia

'

Amido

Fiore di zolfo

Salsapariglia

Anici
Biscotto in bottami
Caff in sacchi e alla
rinfusa

Gomma in sacchi e alla rinfusa


Legumi secchi in barili o in botti

Sornacco
_
Verderame in sacchi
Zenzero
Zucchero hrutoa lungo I

Cenere di erba mari-

Pelliccerie

na 'o di tabacco

Coppcrosa

corso o a cabotaggio

Pesci secchi e salati

Zucchero

I Potassa, e pertassa

terrato

in

sacchi o balle

~___-__
________-_-_-___
QUINDICK PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI.
\___.-_"_-'__\/"___~__/

Canapa e lino

Lane sucide

Penne

Carta
Formaggi
Frutti secchi o liquidi

Legitmi in sacchi o
alla rinfusa
Libri

Soda
Succo di liquerizia
rTabacchi in balle

Grani, sentenze e gra-

Nitro

naglie

Per tutte le mercanze non annotate in questo prospetto, resta convenuto


che le ritenute saranno esercitate come sopra quelle colle quali esse avranno
maggior relazione quanto alla loro suscettibilit di degrado. Qualunque na
tura di assicurazione soggetta ad una franchigia che non sar mai minore
del tre per cento. ,
'
Gli assicuratori saranno esenti d avarie particolari, se non vi arena
mento, sopra cristalli, maioliche, porcelaue, bottiglie, altri piccoli oggetti di
vetro, sale, frutti verdi, e sopra tutte le mercanze soggette a ruggine; ed
in caso di arenamento, gli assicuratori pagheranno Peccedenza di cinque per
cento sopra cristalli, maioliche e porcelane, e l eccedenza del quindici per
cento sopra le bottiglie od altri piccoli oggetti di vetro, sale, frutti verdi e
sopra mercanze soggette a ruggine.
Gli assicuratori rimangono esenti, se non vi arenamento, dalla colatura
sopra i liquidi; e se vi arenamento, essi pagheranno solamente la colatura
ordinaria, determinando ora per allora la colatura ordinaria al cinque per
cento pei viaggi di grande e piccolo cabotaggio, al dieci per cento pei viag

gi di lungo corso no ai capi di Horn e di Buona-Speranza, ed al quindici


per cento per tutti i viaggi al di l dei detti capi.
la! Allorquando le avarie particolari si comporrannmsoltanto di spese e
non di alterazione di qualit, esse saranno pagate, se a'endono al tre per
cento; gli assicuratori rinunziando per questo caso alle franchigie stipulate

nell articolo precedente. In altri casi, sar loro bonicata l uno per cento
soltanto.

15." Nel caso di avarie particolari sopra corpo, gli assicuratori pagheran
no l eccedenza dei tre per cento

Nei conti ai quali le avarie particolari al naviglio dessero luogo, non sa


ranno ammessi che gli oggetti sostituiti a quelli rotti o danneggiati durante

69
il viaggio assicurato; o da tutte le opere di questa natura (eccettuate le an

sottinteso
core) sar che
dedotto
non ilverr
terzo atta
er laveruna
differenza
aleduzione
tra il nuovo
per ci
ed che
il vecchio.
riguarda
la mano dopera di calqfali, flegnami, jornifure di sfoppe, pece,
catrame, ecc. e eh essa non sar esercilata che sopra la sosliluzia
ne dei con/oggi, legnami, alberalura ed altri oggetti che soggiacio

no a deperimenlo.

14. In caso di avarie grosse e comuni, gli assicuratori non pagheranno

che leccedenza del tre per cento, tenendo loro sempre conto della diffe
renza del nuovo al vecchio.

15:o Gli assicurati sopra mercanzie sono dispensati dal riportare il cer
ticalo di visita del naviglio.
16. Nel caso di assicurazioni sopra navigli destinati per la pesca, in qua
lunque luogo ci sia, gli assicuratori sonoesenti davarie sopra utensili da

pesca, le ancore e le gomene perdute durante Pancoraggio al detto luogo


di pesca.
_
17. Le avarie saranno sempre qualicate e regolate secondo gli usi e le
consuetudini della nostra piazza, senza che in verun caso si possa prevalersi
degli usi e consuetudini di un altra piazza o paese qualunque. In materia di
{IH.Fe particolari, l assicurato stabilir la sua domanda mediante un conto
appoggiato a documenti giustificativi.
18. Se un prestllo a cambio marittimo fatto in corso di viaggio, rim
borsabile al luogo di rimanenza, non sar posto a peso degli assicuratori che
il premio che si riferisce alle avarie a _loro carico; proporzionalmente calco
lato no al te|mine del viaggio assicurato.
'
19. In verun caso, gli assicuratori non potranno esser tenuti di pagare
al di la della somma assicurata.
2o. La presente assicurazione convenuta pel premio di . . . . per cento,
se il naviglio parte od partito dopo il 5 agosto al 51 gennaio inclusiva
mente; il detto premio sar regolato nei vostri biglietti pagabili dieci mesi

da questo giorno, pei viaggi dei capi di Horn e di Buona-Speranza ed al


di l; entro i sei mesi pei viaggi a lungo corso al di qua dei detti capi;
nei due mesi per tutti i viaggi di cabotaggio, e due mesi dopo larrivo per
tutti i viaggia lungo corso di ritorno in Europa.
21. Noi assicuratori ed assicurati, ciascuno in ci che ci riguarda, rinun
ziamo a qualunque legge, ordinanza, regolanento marittimo, che sieno con
trarii alle stipulazioni del presente contratto, il qnal, in tutto ci che si

riferisce alle clausole stampate, conforme allforiginale deposto alla cancelleria


del tribunale di commercio.

A Bord, il giorno . '. . .

Osservazioni. Questa polizza simile a quella di Havre.


L ART. a d troppa latitudine agli assicuratori. Questa con
cessione dovrebbe formare una condizione particolare tra las
sicuratore e lassicurato, spetta all assicuratore locale di ve
dere ci che pu accordare secondo la cognizione ch egli ha
della moralit degli armatori e dei capitani.
Amr. 13. Bisogna che la ritenuta del terzo si faccia sopra
la mano dopera, e,non pagare gli stipendii ed il nutrimento dell equipaggio nel tempo delle riparazioni.
A111. 16. Non bisogna guarentire la perdita delle ancore,

7
_
catene, gomene ed imbarcazioni sopra tutti gli ancoraggi del
l isola di Borbone.
La differenza del nuovo al vecchio viene stimata a Bord
secondo il prezzo del giorno.
.
L assicurazione sopra nolo sempre guarentita da una
polizza di onore, la legge non guarentendo in Francia siffatta
assicurazione.
'
Nel caso di buon arrivo, lassicuratore bonica un quarto
per cento, salva la tassa del premio, all assicurato.
La spesa della polizza a carico del sensale, l assicuratore
paga la senseria di un ottavo per cento sopra il valore del
l oggetto assicurato.
'
Bosron.
POLIZZJ DI JSSCUB 421mm.

La polizza di Boston assicura il rischio di guerra e di ba


ratteria.
Gli usi di Boston per le assicurazioni marittime sono gene
ralmente basati su quelli dnghilterra, tuttavia, tutti gli assi
curatori di Boston, dal 1. settembre 1825 in poi non pa
gano pi gli stipendii e viveri degli equipaggi nel tempo

delle riparazioni, eccetto che nelle grosse avarie. Non si fa


nemmeno abbandono cos facilmente a Boston come a Lon

dra, ed in uno storno per causa di doppio impiego, la prio

rit della data delle polizze quella che decide della Somma, o parte della somma, a slornare, sotto deduzione del
mezzo per cento di diritto di storno.
CADlCE.
Pozrzz) DI zssrcvnazrown.

La polizza di assicurazione di Cadice assicura i rischi di


guerra, ma non assicura la haratteria e le avarie semplici.
Essa si uniforma alle ordinanze di Bilbao dell anno 1737
ed alle leggi in rigore sulla materia, tanto per le diicolt

quanto pel diritto di abbandono incaso di cattura, naufra


gio, detenzione o perdita totale.
Il diritto di storno di un quarto per cento.
Il porto di Cadice, del pari che quelli di Spagna e del

Portogallo, offrono pochissime risorse agli assicuratori ma


rittimi, ed i negozianti delle varie contrade mandano iloro
ordini a Londra od in Francia.

7 l

Camorra.
zgozzzza DI JSSICUBJZIONE.
Colla polizza di Calcutta, in caso di perdita, l assicuratore
paga a Londra la somma assicurata colla deduzione del due

per cento.
Questa polizza assicura i rischi di guerra, di baratteria, e
regola le avarie giusta gli usi di Londra, il pagamento ne
viene fatto con una deduzione del dieci per cento sopra gli
Oggetti seguenti: il sale, lo zucchero, gli oggetti in ferro, il
riso, le biade e le sentenze, e collassicurazione del tre per
Cento per tutte le altre mercanzie, eccettuata la perdita to
tale. I corpi, attrezzi, arredi, provvigioni e nolo, si pagano
colla deduzione del tre per cento.
.

Non sono guarentiti i rischi od accidenti cagionati da ora


gani od impeto di vento sopra la costa di Coromandel, fra la

Punta Palmira e Ceilan, e fra mezzo i banchi dellimbocca

tura de} Gange, dopo il 15 ottobre no al 15, decettbre


lnclusivamente. Questi rischi saranno sopportati dagli assicu
rati se non vi fosse una deroga fatta a questa condizione.
Osservazioni, Questa polizza quella della compagniadel
Globe che si assomiglia molto a quella di Londra, salvi al

Cuui piccoli cambiamenti. Fra le altre compagniepsonvi qllflle


intitolate la Stella, lAsiatica e la Calcutta,. le loro poltzze
fatte con duplicata e triplicata sono indossate come una tratta

(alcune pagabili a Londra), se un reclamo viene fatto, e la


polizza venga riconosciuta dagli agenti, essi la pagano, Se
non lapprovano, ne viene qualche volta fatta riferta a Cal
cutta, se poi riconosciuta per giusta dalle compagnie dl as
sicurazione, la fanno pagare a Londra con una lndetlllllt
pel ritardo. Vi si deduce il dieci per cento delle avarie da
pagare sopra gli articoli designati nella polizza. del Globe 8
sopra la seta, gli spiriti ed altni liquidi.

Queste compagnie non guarentiscono i rischi e le perdite


provenienti da detenzione e sequestro per atti dei governi

di Manille, Siam, Concinchina, China e Peg, del pari che


gli accidenti cagionati da irnpeti di vento tra Ceilan e la pun

ta Palmira e fra i banchi dell imboccatura del Grange dal


15 ottobre al 15 decemhre inclusivamente.

7a.
FiLAnELriA.

POLIZZJ m Assicurazione.

Il tenore delle polizze delle compagnie stabilite a Filadel


a affatto simile a quello della compagnia di assicurazioni
degli Stati di Pensilvania, cangiato soltanto in qualche cosa,

nel memorandum,. la polizza seguente quella della compa


gnia di assicurazioni dell Unione.
Franchigia di avarie particolari.

E convenuto che il sale, il frumento, il mais, (les pois) o


qualunque sorte di grani, il riso (eccettuato in casse), 11 Paj
ne, il formaggio, il pesce secco, i cuoi e le pelli, il canape,_il
lino e la semenza di lino, la lana lata, le radici di tabacconn
foglia, i frutti d ogni specie, ed ogni altro articolo danneggia
bile per sua natura, sono assicurati franchi davarie particola
ri. Tutte le altre mercanze sono franche davarie particolari,
verso la_ deduzione del cinque per cento.
Controversie.
Q

E pure convenuto che qualunque controversia che insorge


r, relativamente ad una perdita sopra questa polizza, sar
assoggettata a tre persone da scegliersi dalle parti, questi ar
bitri avranno facolt di giudicare, tali controversie a pluralita
di voti, il loro giudizio sar obbligatorio per le due parti.

Srno di premii.
In caso di storno, gli assicuratori riterranno il mezzo per
cento sopra la somma assicurata, ed d ambe le parti conve
nuto che niun premio sar stornato od annullato per causa

di deviazione fatta al presente viaggio, sia dai proprietarii, sia


dai loroagenti.
'

, Traffico illecito.

Non sono a carico dell assicuratore i danni o le perdite che


potessero accadere in conseguenza. di cattura o detenzione del

l Oggetto assicurato, per, o in conseguenza di contrabbando o


di traico illecito o vietato.
Abbandono.
reciprocamente convenuto che lassicurato non potr fa-,

re abbandono, a motivo di esserebloccato il porto di destina


zlonea ma dovr progredire a rischio degli assicuratori per

_
73 .
qualunque altro porto conveniente e vicino, non bloccato,
ed in caso di cattura o detenzione, non sar fatto abban
dono che sessanta giorni dopo l avviso che ne sar stato ri
cevuto, qualora non vi sia condanna gi pronunziata.
(Veggansi le note alla ne delle polizze di Baltimora e
di Londra.)
Genova. .
POLZZJ DI JSSICUBJZIONE.

Il formolare della polizza di Genova non contiene che le

seguenti poche parole:

'

Inwirt della presente privata scrittura da valere come


istrumento pubblico, ognuno di noi sottoscritti assicura per
le somme e pel premio che rispettivamente esprimer colla
propria rma, alla persona o persone sottoiudicate, gli og
getti descritti a piedi della presente da ogni rischiodi tem
pesta, naufragio, arenamento, urto fortuito, cangarnenti
forzati di viaggio e di vascello, da getto, fuoco, preda, sac
cheggio, arresto per ordine di potenze, dichiarazioni di guer
_ra, rappresaglie, ed in generale da tutte le fortune di ma
re..a tenore del Codice di commercio, titolo io delle assi
curazioni, conformemente agli altri patti e condizioni qui
sotto espresse. a _

'
Osservazioni. Il rischio di baratteria che non espres
so nella detta polizza, deve fare un articolo particolare onde
non lnsorgano diicolt.
,'
'
L assicurazione sopra nolo essendo illegale, viene guaren
tita con una polizza d onore.
,
.

Non vi sistema sso per le avarie, Il pi usuale la


franchigia del dieci per cento. sopra tutti i commestibili in
sacchi, escluso ptimento naturale, cinque per' cento sopra
tutti i liquidi, escluso spandimento, ossia colaggi, e sopra
tutti igeueri comunemente detti ordinarii, compresi in essi
molti articoli di droghe, tre per cento sopra tessuti, lati
ed altri generi ni, sopra corpo,si esclude ogni avaria.'
O

Hsvnn.
. . ,.
POLIZZJ DI SSICUBJZIONE.
Noi sottoscritti riconosciamo di aver preso a nostro rischio e pericolo da
voi . . . . le somme che ciascuno di noi avr sottoscritte alle clausole econ
dizoni seguenti:

BT. I? Sono a nostri rischi tinte le perdite e i danni provenienti da


1o

74
tempesta, naufragio, arenamento, urto fortuito, rilasci forzati, cangiamenti di
cammino, di viaggio e di vascello, getto, fuoco, saccheggio, arresti e catture
di pirati, baratteria di patrono, e generalmente tutti gli altri accidenti e

fortune di mare.

'

Anr. 2. Non sono a nostro carico: i. i rischi diguerra, ostilit, cat


tura, rappresaglie, arresti di principi e molestie qualsiensi per parte di tutti
i governi riconosciuti o non riconosciuti dal governo francese; 2. i guasti,
diminuzioni, perdite o alterazioni di qualunque natura che accadessero per
vizio proprio della cosa; 5. le catture, confiscazipui ed avvenimenti qual
siensi, provenienti da contrabbando o da commercio clandestino, dalla ba
ratteria di patrono, solamente a riguardo agli,ailmatori, dei proprietari di
navigli o dei loro aventi diritto, allorquando essa tosse accompagnata da dolo
o da frode, ed il capitano fosse' di loro scelta.
' Ani. 5." Le avarie particolari sopra mercanze non provenienti che da
spese e tutte le altre avarie grosse; saranno rimborsate, pei viaggi di lungo
corso, colla ritenuta dell uno percento, e del due per cento pei viaggia
piccolo ed a grande cabotaggio sopra i valori assicurati.
' '
Atri. 43 i\el caso di avarie particolari sopra i navigli,noi non paghere
mo che l eccedenza del tre percento del valore assicurato.
'
Airr. 5. Le avarie grosse e le avarie particolari saranno sempre rego
late separatamente; ed in ci che concerne il corpo de navigli, i regola
menti d avarie si. faranno separatamente per ogni viaggio di andata o di
ritorno; ogni scala essendo riputato viaggio, allorquando sar stato fatto per

lasciare o prendere la totalit o la maggior parte del carico.


Alir. 6. Nei regolamenti di avarie grosse o particolari sopra corpo, non
saranno ammessi che gli oggetti sostituiti a quelli danneggiati per fortuna di
mare, nel tempo della durata de nostri rischi; e tutte le sostituzioni, forni
ture e man d opere a nostro carico, sopporteranno un terzo di ribasso.so
pra il;costo giustificati) al luogo in cui fossero state fatte le riparazioni, per
compensare la differenza' del nuovo al vecchio; questa riduzione non sar
che di un quinto per i corpi di navigli il cui valore d accordo ammontasse

a 25o' franchi della tonnellata di tenuta; in tutti i casi, la riduzione non


sar che del quindici per cento sopra le ancore e le catene-gomene di fer
re. Le vittovaglie e le paghe degli equipaggiriguardo agli assicurati sopra

corpo durante il tempo delle riparazioni non sono a nostro carico. Nel caso
di regolamento di avarie grosse, se l oggetto assicurato stimato oltre il

valore ssato dalla polizza, l eccedenza sar considerata come uno scoper
lo, e I assicurato supporter la sua parte proporzionale della contribuzione.
I premii dei prestiti marittimi, fatti per coprire le spese di ii'parazioni ed
altre spese fatte in corso di viaggio, non saranno a nostro carico se non

no al luogo di stazione fissata dalla polizza; e saranno sopportate dagli as


sicuratori e dagli assicurati nella proporzione incombente a ciascuno di essi
per la loro parte nelle spese. A
,
Airr. 7. Nel caso di avarie particolari sopra le, mercanze, noi non pa

gheremo che Veccedcuza del . . ..


U

.
TRE PER CERTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI
~

Caii in casse

Cera
Corni

Eudago

Farina in barili

Spezie in casse

Sapone
Sego

rl'essuti d ogni specie


Verdcrame

Setcrie

'

o
__________-__-_

CINQUE PER CENTO SOPRA GLI. OGGTI SEGUENTI


\-f-_.__-__"'__V~J

Cacao m bolti
'
Curcuma
Caff in sacchi o balle ' Lane lavorate
China
Legumi secchi in cassa
Colla m cassa
Iiiso III casse

Cordaggi

Spezie
Tabacchi in bottami

Zuccheri in casse

Robbie

DIECI PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI

Alizzari
Alume
Anisi

Criui e peli ,
Cuoi e pelli
Drogherie secche _'

Biscotto in casse

Farina in sacchi.

Potassa e pertassa

Bleu.di azzurro
Cacao in sacchi o barili

Fiore di' zolfo


Generi derba marina

Salsaparigla
Sommcco

Caff alla rinfusa

Pelliccerie
Pepe alla rinfusa
Pesco secco o salato

o di tabacco

Canape e lino

Tabacco in sacchi o

Gomma in sacchi

Carla in casse
Colla di pesce

'

Copperosa

barili

Grani in sacchi
Liquidi in casse_

T'
Tinture non disseccale

Noce di gala

Zolfo hruto

,
.

QUINDICI PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI.

Cacao alla rinfusa

Legumi secchi

Carboni
Carta in balle
Gomma alla rinfusa

Lupolo in balle
Robbia
Sale di soda

Setole di porco
Stam e
Zucc eri in pane, alla
rinfusa o in botti

Granaglie e semenze al- Salnitro


la rinfusa
Sete '

celle

____~ "_. I-

--,

Le mercanzie non comprese nel prospetto presente su


hiranno le ritenute convenute per quelle alle quali esse
avranno maggior relazione quanto alla loro suscettibilit
d avaria.

Atrr. 81 Sono franchi .davarie corporali e non possono dar luogo al


l abbandono, se non vi arenamento or] abbordaggio , i cristalli, le _maro-'
liche. porcellane, iliquidi in bottiglie,nltri oggetti di vetro, sale, frutti ver

di e secchi, legumi verdhformaggi, profumerie, penne e tutte le mercanzie


fragili o soggette a ruggine; in caso di abbordaggio o di arenamento con

rottura, noi pagheremo l eccedenza del quindici percento del valore assi
curato. La ranchigia del dieci per cento pei liquidi indipendente dalla
colatura ordinaria, ssata ora per allora al due per cento pei viaggi di pie

colo cabotaggio, al quattro per cento pel gran csbotaggio, al dieci per cento
pei viaggi a lungo corso al di qua dei capi di Horn e di Buona-Speranza,

e quindici per cento pei viaggi al di l dei detti capi.

76'
Anr.'9.'Gli oggetti assicurati sono divisi in serio conformemente alla ta
riffa in vigore quest oggi: ciascuna serie forma un capitaledistinto e se
parato.

Anr. io. In verun caso (salvo quello preveduto dall art. 594 del C0
dice di commercio) l abbandono delle facolt potr esserci fatto se non in

quanto vi fosso perdita o deterioramento almeno dei tre quarti (non com
prese le spese). Dopo un sinistro qualunque, c se le riparazioni possono
esser fatte l assicurato sar tenuto di regolare le avarie pel corpo del navi

glio, a meno che il valore totqle dei lavori da eseguirsi, non ascenda, die
tro rapporti e la stima degli esperti, a pi dei tre quarti del valore rico
nosciuto.
.
,
_Airr. ri. Sia che voi ci abbiate fatto abbandono o no, resterete tenuti

di vigilare alla salvezza ed alla conservazione degli effetti assicurati, facen


doli utilizzare o vendere se vi bisogno; ed in questo caso, di distribuire
i fondi che si riceveranno dalla vendita yimpartendovi ampia facolt a que
sto riguardo, qualora noi non vi rendessimo note, mediante atto formale le
nostre intenzioni contrarie; promettendo di riconoscere tutte le spese che si

faranno per queste cause, e tenendo per suiciente la vostra aliermazione


pei conti che saranno prodotti.
'

' Anr. in? Le riparazioni ed altre spese durante il corso dei rischi assi
curati non saranno regolati che alla fine di questi rischi, ciascuno di noi as
sicuratori non potendo esser tenuto a nulla pagare oltre le somme da Ini
sottoscritte, e l assicurato non potendo in verun caso cumulare l azione di

avaria e quella di abbandono.

'

'

Anr. 15. Nel caso di assicurazioni sopra navigli destinati per la pesca,
noi siamo esenti (Pavarie e perdite sofferte durante la pescagione, sopra
imbarcazioni, utensili da pesca, ancore, gomene o catene e dipendenze. Del
pari nei diversi ancoraggi dell isola Borbone, la perdita, sia in avarie par
ticolari sia in avarie grosse (quanto alle assicurazioni sopra corpi) delle an
core, catene o gomene e dipendenze, non a nostro carico.
Alta. 149 Nel caso di assicurazioni sopra navigli nomdesignati, lassicu
rato si obbliga di far conoscere il nome del naviglio al pi tardi entro gli.
otto mesi pei viaggi al di l dei capi Horn e di Buona Speranza; entro '
quattro mesi pei viaggi di lungo corso e di grande cabotaggio; ed entro due
mesi per quelli di piccolo cabotaggio; il tutto contando dalla data della pre
sente; in mancanza di che il riscbiosar cassato.
Anr. 15. Se l assicurazione fatta a mese o ad anno, noi intendiamo

esser esenti dai rischi dei mari del Nord al di l di Dunquerque e di quelli
del Mar Nero, dopo il

rimo ottobre fino al primo aprile:

Airr. i6. Nel caso


assicurazioni a premio legato sopra navigli desti
nati pei viaggi al di l dei capi Horn e di Buona Speranza, viene accordato
ai capitani, sia in tempo di pace, sia in tempo di guerra, il periodo di sei
mesi di soggiorno contando dal giorno incui saranno giunti al primo porto
della colonia nel quale avranno cominciato le loro operazioni, e di quattro
mesi soltanto pegli altri viaggi. Dopo questo tempo , ciascun mese di sog
giorno dar luogo ad un aumento di premio d due terzi per cento no al
nono mese di soggiorno, dopo il qual tempo gli assicuratori saranno esone
rati da tutti i rischi. In questo caso noi terremo conto all? assicurato del

terzo del premio legato convenuto nella polizza t tanto sopra corpo quanto
sopra merci); e l assicurato ci terr conto da canto suo degli aumenti ac
quistati, come si detto, in ragione del prolungamento di soggiorno.

_Anr. i7..ll diritto di storno od annullazione per l assicurazione a pre


mio semplice, ssato ad un quarto per cento sopra navigli designati, edal
mezzo per cento sopra navigli non designati; per fare una domanda di stor

77
ho appoggiata a documenti glusticativi, vieneaccordato il termine di due
mesi pei carichi fatti in Francia od arrivandovi questi; di. tre mesi per quelli

di Europa Mediterranea; di sei mesi per lAtlantico; e di un anno pei porti


al di l dcicapi Horn e-di Buona Speranza; dopo questi termini, il dirit
to di storno sar raddoppiato, come pure i premii delle scale non indicate

dagli assicuratori che ne avessero avuto cognizione.


.
Aar. 18,? in mancanza di notizie del naviglio, Fabbandono potr esser
fatto dopo otto mesi pei viaggi di piccolo e grande cabotaggio; dopo un anno

pei viaggi al di qua dei capi Horn e di Buona Speranza; e dopo dieciotto
mesi per quelli al di' l dei detti capi, contando dal giorno della partenza
o dal giorno al quale si riferiranno le ultime notizie ricevute; derogando, a
questo effetto, all art. 575 del Codice di commercio; ma Passicurato restan

do tenuto di uuifonnarsialle disposizioni dell art. 575 dello stesso Codice,


sopra i termini da osservarsi per l abbandono.

Anr. 19. Se i navigli vanno a fare uarantena altrove che nei luoghi
di arrivo, _ci verr pagato un aumento di premio determinato da esperti.

Noi ssiamo daccordo, ora per allora, questo aumento di premio, ad uno e
mezzo per cento, e_ ad uno per cento riguardo alla quarantena che i na

vigli saranno al caso di andar a fare in uno dei porti della Manica, sopra'
la rada di Havre o in pieno mare.

'

ARr. ao. Nel caso di stima d accordo, voi siete dispensati, al momento
dei reclami, dal presentare altri documenti giusticativi del valore, che la
polizza.
Arrr. 2I. I rischi sopra corpo decorrono dalmnomento in cui il naviglio
ha cominciato ad imbarcare mercanzie, o in mancanza, dal momento in cui
ha fatto vela, e cessano venti giorni dopo eh esso stato ancorato od amar
rato al luogo di sua destinazione; a meno che il discarica non sia stato ter
minato pi prcsto, o il naviglio non abbia ricevuto a bordo mercanzie per

un altro viaggio prima dello spirare di questi venti giorni.


Attr. 2a. I rischi sopra merci cominciano al momento del loro imbarco,
e niscono dopo che sono state poste aterra al luogo di destinazione. Nel
caso di assicurazioni a premio legato, essi continuano sopra gli oggetti so
stituiti ai primi, no alla concorenza della somma assicurata. I rischi di

trasporto con barche, battelli, scialuppe , o schi, pel trasporto immediato


da bordo a terra e da terra a bordo, sono in tutti i casi a carico. di noi,
assicuratori.

'

'

Anr. 25) Nel caso di erdita del naviglio, Parmatore rester responsa
bile delle paghe dovute albequipaggio anteriormente al viaggio durante il
quale il sinistro avr luogo, ancorch il rischio fosse stato sottoscrittori pre
mio legato.
,
Artr. 24. Il premio la cui tassa ssata qui appresso, sar pagabile in
nostri mandati tratti da noi, assicuratori, a nostro ordine, sopra voi assicurati.
Questi mandati non potranno essere negoziati se non dopo la loro scadenza.

In caso di non pagamento dei detti mandati, tutte le spese, anche quelle di
multa, saranno a carico della parte in difetto.
Le somme di cui noi potremo esservi debitori a ragione della presente
assicurazione, vi verranno rimborsate in nostri biglietti a vostro ordine, a
tre mesi dal giorno della domanda appoggiata ai documenti gustificativi;

questo termine decorrer per tutti gli assicuratori, dal giorno in cui i docu
menti saranno stati rimessi presso il maggior sottoscrittore.

L assicuratore potr, prima di consegnare il suo biglietto di perdita, de


durne l ammontare dei suoi mandati di premio sopra il presentatore della

polizza, la cui scadenza non sorpasser quella del detto biglietto collo scon
to del mezzo per cento al mese,

78
Il maridatodervante dal rischio clie dar luogo al pagamento di una per

dita, sar sempre considerato come scaduto. '_


,Il debitore avr la facolt di liberarsi in antecipazione; l interesse sar
reciprocamente bonicato in ragione del mezzo per cento al mese.
'
Gli storni ed aumenti di premii riconosciuti dopo la scadenza dei manda

ti, saranno esigibili in contante.


Aiar. a5: Qualunque avviso, comunicazione e dettaglio di cririchi che non
cangiassero in nulla la natura del contratto, saranno vidimat dal maggior
sottoscrittore solo e per tutti. Uassicurato dispensato dal comunicarci le
notizie ciegli avesse ricevute anche direttamente, s esse sono inserite nel
giornale di Havre.

'

Atrr. 26|. La presente polizza dassieurazione dovr esser rivestita della


rma dellassicuratoprima di esser chiusa dal sensale; in mancanza di que
sta formalit, l assicuratore avr diritto di esigere l anuullazione.

I quali rischi noi abbiamo presi sopra bupne o cattive nuove, con- '
/ormemente_ allart. 557 del Codice di commercio.

Osservazioni. Le assicurazioni sopra nolo non essendo '


legali, sono fatte mediante una polizza d onore.
In Havre, come sopra le altre piazze di Francia, gli as
sicuratori acconsentono facilmente ai regolamenti di avarie
particolari per lotti, e derogano sovente a quelle stampate
e date in seguito della polizza.

La snseria delluno per mille viene pagata dalliassie


curato. '

Pel pagamento dei premii, l assicurato non sottoscrive

biglietti di premio, ma secondo l articolo 2.4 della polizza,


obbligato di rmarla, il che equivale ad un accettazione
per parte sua dei mandati che l assicuratore trae sopra di

lui; e si pagano a 3, 6, 9 e 12 mesi data, secondo il viag


gio pi o meno lungo.
'
La polizza di Havre la meglio compilata di tot'tele po

lizze che sono in uso in Francia, si deve dunque prender


la sempre per lmodello.
LISBONA.
POLIZZJ DI JSSICUBJZIONE.
0'

Gli assicuratori assumono la presente assicurazione per correre iriscbi


sopra tutti i generi dal momento che saranno imbarcati nelle barche per es-.

sere condotti a bordo, no a che saranno posti a terra nel porto di loro
destinazione, e sopra corpo ed attrezzi del bastimcnto dal momento che

avr. levata la prima ancora per porsi alla vela, no ventiquattrore do


po che avr dato fondo nel porto ove nisce il viaggio. Irischi che as
sumiamo sono quei di usare, venti, burrascbe, naufragio, arenamento, ab
bordaggio , cambiamenti forzati di cammino, di viaggio e di hastimenti ,

getto, fuoco, cattura, saccheggio, rappresaglie, detenzioni di principi, dichia


razioni di guerra; e lutti'i casi pensati le non pensati dai quali possa

79
risultare pregiudizio all assicurato , eccettuato la baratteria del padrone, e
l abbandono dei generi assicurati. .

In caso di naufragio o di getto, diamo ampia facolt alPcssicurato, ed in di


lui mancanza al suo procuratore od a qualunque persona di prestarsi al riasset
to ed al bene dei generi assicurati e di farli trasportare per nostro conto e
rischio al porto di loro destinazione, ed essendo necessario o vantaggioso, di
venderli e rimetterci per nostro conto e rischio il loro netto prodotto; e ci
ohblighialno di stare ai conti che per tale riguardo ci saranno datiqualora

sieno chiari, convalidati da giuramento e rmati dall esecutore di queste


operazioni qualunque e lilosse, od ai conti che sieno mandati direttamente
a noi o all assicurato,
quale in questo caso dovr presentare glmriginali,
giurando esser questi quei medesimi che ba ricevuto.
,
i ln caso di perdita (che Dio non voglia) la pagheremo prontamente tosto

che sar giustificata, cio: se vi sinistro totale il 98 per cento, s avaria


grossa senza deduzione, e s avaria ordinaria pagheremo la diminuzione di
valore che a cagione di essa' avranno sofferto i generi assicurati, la quale
diminuzione verr a riconoscersi confrontando i generi avariati coi non ava
riati, e nell avaria generale confrontando il valore presente col primo co

sto e le spese dimostrate dalle fatture originali, che saranno .convalidate da


giuramento.

Per tutto quello che non quivi dichiarato ci uniformiamo tanto noi
quanto 1 assicurato (ad onta che non rmi ,la presente polizza) alle venti
quattro condizioni che servono di regola all ulhcio delle assicurazioni auto
rizzate dalla patente dell 11 agosto 179! dalla quale furono confermate; e
giusta ad esse si potranno inserire alle clausole quivi espresse quelle eccezio
ni, che saranno pattuite coll assicurato, obbligandosi con tutti i nostri beni
e dei nostri socii di star buoni col fondo della nostra societ di . . . b ed in

conformit alle nostrecondizioni ed al contratto registrato all uiiicio delle


assicurazioni alla intera manutenzione di_quanto resta .convenuto, e sotto

scritto nella presente polizza di assicurazione.

LIVORNO.
POLIZZJ DI JSSICUBIZIOAVE.

Convengono le parti che le regole, le forme, le obbliga


zioni, ed il modo di esecuzione della presente sicurt' deb
bano essere intese ed eseguite a forma delle disposizioni del
la sezione prima e seconda del titolo delle assicurazioni del
Codice di' commercio.
.
/
' Gli assicuratori intendono di assicurare ed assumono la
responsabilit pei rischi descritti negli articoli 35o e seguenti
del detto Codice di commercio.
i
Incaso di contestazione sull esecuzione della presente

scrittura, all osservanza della quale le parti contraenti ob


bligano tutti i loro beninelle forme autorizzate dalla legge,
convengono di rimettere la pendenza in due arbitri, uno dei
quali da nominarsi dalfassicurato e l altro dagli assicura

tori, i.quali arbitrigiudicheranno inappellabilmente sopra


tutti i punti di contestazione, ed in caso di discordia.fra

8o

loro avranno facolt di nominare un terzo arbitro._ E se


non fossero d accordo sulla scelta del terzo arbitro, .sulla
loro domanda o sopra quella ,di una delle parti, sar esso
nominato d uiciodal Tribunale di commercio.

Osservazioni. Gli assicuratori sogliono assumere il rischio


della baratteria.
, .

' '
Il getto regolato come unavaria grossa e generale.

Las_sicurazione sopra il nolo, essendo illegale, viene fatta


mediante una polizza di onore.
_
Sopra mercanzie si usa stipulare la iianchigia del 5 per
cento.in caso d avaria generale da pagarsi la sola ecceden

za. Sopra corpo ed attrezzi franco_da ogni avaria si gene


ralecbe particolare. Iiesenzioni e franchigie sono sempre
dedotte dalla, somma da pagarsi dall assicuratore, qualunque
siasi l importare dellavaria.
,
'
A Livorno le perdite sono pagate tre mesi dopo la di
chiarazione che n statarfatta agli assicuratori, e colla de
duzione del tre per cento di sconto.

J '

Lemma.

POLIZZJ DI ASSICURJZIONE DEGLI Jsslc vzuroar un rrcozaar.

Sopra corpo e mercanze.


In nome di Dio, Amen.
Tanto in proprio nome, quanto ai nomi ed alle somme dicolui o di quelli
cui ci pu appartenere in tutto o in parte, fa assicurazione e fa assicura
re . . . . ciascbeduno, perduto o non perduto, a .
e di . . . . sopra tutte
le specie di mercanze, come altres sopra il corpo, utensili, attrezzi, appar

teuenze, munizioni, artiglieria, imbarcazioni ed altri approvvigionamenti del


naviglio e nel naviglio nominato .. . . di cui padrone, dopo Dio, pel pre
sente viaggio . . . . o chiunque agir come capitano o padrone, e qualunque
sia il nome con cuiil detto naviglio o il capitano o padrone del naviglio
stesso pu o potr essere nominato.
'
Il rischio sopra le dette mercanze comincier dal momento della carioazio
ne a bordo del detto naviglio a.
sopra il detto naviglio ecc. . . . e con

tinuer durante il suo soggiorno al detto luogo; e no a tanto che il navi


glio utedesimo colle sue appartenenze ed attrezzi
sar giunto a . . . . sopra il detto naviglio, ecc.,
dato tondo durante lo spazio di irentiquattr ore
Le mercanze no al loro discaricoe sieno state

e' le mercanze qualsienl,


no a tanto cb esso abbia
in tutta sicurezza, e sopra
poste a terra senzavarie.

E ben inteso che il,dctto naviglio ecc. . . . pu in questo viaggio, andare,


toccare e soggiornare ai tali porti o luoghi che verr ; . . . senza pregiudi
zio a quest assicurazione. Il detto naviglio, ecc.... le mercanze, ecc....., per

ci che concernono gli assicurati, per convenzione tra gli assicurati e gli
assicuratori, in questa polizza, sono o saranno valutatia . . . .
Quanto ai rischi e pericoli che noi, assicuratori, acconsentiamo di soppor
tare, e che prendiamo' sopra di noi in questo viaggio, essi sono quelli del

81
mare, dei vascelli da guerra, del fuoco, dei nemici, pirati, corsari, ladri,
getto, lettere di marca e di contro-marca, sequestri in mare, arresti, ritenu
te e detenzioni di qualunque re, principe e popolo, di qualunque nazione,
condizione o qualit, batattera di capitano, di padrone o dell equipaggio ,
etutti gli altri rischi, perdite, o disgrazie che potessero accadere a pregiu
dizio e danno di dette mercanzie e del detto naviglio, ecc., o di una por
zione di questo o di quelle.
.

Ed in caso di qualche perdita o disgrazia, gli assicurati, loro agenti od


impiegati, sono autorizzati e debbono seguitare, operare
difesa, sicurezza e l ingresso delle dette mercanzie e del
senza pregiudizio di quest assicurazione. Noi, assicuratori,
le spese, ciascheduno secondo la nostra quota o porzione

e viaggiare per la
detto naviglio ecc.
contrbuiremo per
della somma assi

curata da lui nella presente polizza , e tutti noi, assicuratori, promettamo e


ci obblighiamo, ognuno per la sua parte, ed obblighiamo del pari i nostri
eredi, esecutori testamentarii e le nostre propriet, verso.gli ascllfatisdori
esecutori testamentari, amministratori dei loro beni ed agenti, per la fedele

esecuzione di queste condizioni; dicliarandoci pagati dall assicurato della


somma che ci dovuta, per ragione di questa assicurazione e della tassa di
In fede di che, noi assicuratori, abbiamo rmato i nostri nomi e le som
me assicurate a Londra.

Memorandum. Sono franchi d avarie particolari, eccet


tuato il caso di arenamento, i grani, il pesce, sale, frutti,

farina e semenze; sono franchi d avarie colla franchigia


del cinque per cento : zucchero, tabacco, lino, canape, cuoi
e pelli, e tutte le altre mercanzie, come pure il naviglio
ed il nolo godono della deduzione deltre per cento, eccet
tuato il caso di arenamento.

La Compagnia di assicurazioni marittime, detta P/Ili ance,


ha adottato tutte Pespressoni e,condizioni contenute nella
polizza qui sopra degli assicuratori particolari. '
La Compagnia di assicurazione di Londra, le cui po
lizze furono sempre simili a quelle della Compagnia detta

Ioyal-Eacchange, ha nuovamente adottato il memorandum


qui sopra pi simile alle condizioni della polizza degli assi
curatori particolari, essa ha ristabilito, che il riso, 1 grani,
la farina, il pesce, il sale, il salnitro, i frutti.e le semenze
fossero franchi, eccettuate le avarie generali, eci nel caso
di arenamento. Che lo zucchero, il rum, i cuoi, le, pelli,
il_ canape, il lino ed il tabaccogodessero _della_ franchigia
del cinque per. cento, e che, tutte le altre mercanzie, 1l na
viglio ed il nolo godessero della franchigia dei tre per cen
to, eccettuando sempre le avarie generali ed il caso di are
namento.
,
.

La polizza della Compagnia Boyal-Exchange rassomi


glia alle altre polizze, colla soladifferenza che queste ParO
'
11

8a

le a meno che il naviglio non areni, non vi sono com


prese.

Secondo questa polizza! sono franchi d avarie i grani,


la jarina, il pesce, il sale, i frutti, le semenze, i cuoi ed
il tabacco, a meno che lavaria non _sia generale, o che' non
vi sia una condizione particolare acconsentita-f Lozucche

ro, il rum, le pelli, il lino ed il canape sono franchi di


avarie, colla deduzione del cinque per cento, le altre mer
canze ed i navigli _colla deduzione del tre per cento, a me
l
no che Pavaria non sia generale.

Osservazioni. 1.a Il contenuto del memorandum annesso


alla polizza di Londra fa nascere lfosservazlione, che la pa
rola inglese corn (grano) comprende tutte le specie di gra
ni, compresivi i piselli e le fave, eccettuato per altro il riso,
e la parola sale non comprende ilsalnitro.
a. Secondo le leggi inglesi, gli assicuratori non sono re
sponsabili del colaggioossia colatura e della cassa degli og
getti fragili dei quali non si fa menzione nel memorandum,
essi non sono responsabili di questi danni se non nel caso
di arenamento, allora si suppone che sieno cagionati dal
l urto che il naviglio ha ricevuto.
'

3. Quando il tabacco assicurato partendo dal paese in


cui raccolto, si suole ammettere questa clausola:In ca
so di avaria si dedurr il cinque per cento sopra la som
ma assicurata. Non si ommette mai questa clausola, riguar
do al tabacco di Virginia il quale, generalmente, impac
chettato in foglie, e perci soggetto a riscaldarsi, j

4. Quanto allarenilmenlO , sonovi parecchi casi che


hanno dato luogo a quistioni e decisioni per ben determi
nare linterpretazione della parola arenamento del memo
randum. Sembra peraltro da queste che non ccmvengaso
lamente che il naviglio tocchi_o gratti il fondo o che _si getti
sopra una roccia senza esservi fermato per qualche tempo,
ma , uopo ch esso tocchi e resti staz'ionario un tempo al
quanto lungo, sia sopra pinoli, sia sopra ivasi di un u
me, oppure sopra roccie o sulle coste del mare. Se si pro
va che per questo fatto vi stato impedimento di conti
nuare il viaggio, vi arenamento qualunque siasi l am
montare o la quantit dellavaria.
5.a La legge non ssa .in Inghilterra il termine per fare
l abbandono agli assicuratori per mancanza di ,notizie di
un naviglio, nemmeno quando si suppone che sia perito in
mare. Gli assicuratori rmborsano solamente l ammontare

83
del valore assicurato , dopo aver maturamente esaminate le
circostanze, e'quando non vi pi speranza dell arrivo del
naviglio.

6.a'I casi di naufragio, di arenamento' con rottura, ecc.


fanno parte dei regolamenti davarie ., poich non si pu
fare abbandono
non quandoglil assicurati
oggetto guarentito
del
tutto
perduto o se
distrutto,ima
vengono inden
nizzati col rimborso d avarie parziali che sono regolate nel
modo seguente:

'

7.a Riguardo alle avarie particolari, se sopra venticinque


casse di zucchero assicurate , una, parecchie, o la maggior
parte, fossero state completamente vuotate dall acqua del
mare o da un accidente qualunque, e le altre fossero sol
tanto avariate, gli assicuratori di Londra pagherebbero per
intiero il valore delle casse vuote, e l avaria del rimanente
delle venticinque casse sarebbe regolato diversamente. Lo
stesso dicasi per tutti gli accidenti straordinarii ai quali il
naviglio soggetto, tali che i danni provenienti da abbor
daggio fortuito, la perdita. dei canotti o sciattelportate via

dal mare, il saccheggio o le perdite provenienti da seque


stri, ecc.
' '

8. Avarie grosse si considerano: il getto al mare degli

oggetti del carico' o del naviglio, per salvare il rimanente,


il danno recato al carico o alnaviglio per effettuare il get
to, le ancore e le gomene perdute abbandonando un an
coraggio pericoloso; gli alberi ed apparecchi tagliati _'per
evitare un pericolo, maggiore, i cordaggi, le vele ed altri
oggetti, per ristagnare unapertura dacqua, le spese per
porre nuovi alberi e tutte le cose necessarie per la salvez
za comune. Si considerano , eziandio comeavarie grosse ;
la perdita sopra una parte qualunque del carico venduto
per continuare .il viaggio, il pilotaggio e tutte le spese
straordinarie per porre il naviglio in un porto per la sal
vezza comune; le spese di discarico,'sia per riparare il na
viglio, siaper porlo a gala in caso di arenamento, quelle
fatte per ottenere il rilascio di un naviglio ingiustamente

detenuto, le paghe di operai impiegati alle pompe per ri


stagnare un naviglio che ha soerto apertura dacqua, tutte
le somme promesse ai navigli, imbarcazioni, piloti, ecc., per
aver posto al sicuro in un porto il naviglio periclitante, nal
mente l interesse dato a cambio marittimo per una stazione
, forzata o per riparazioni del naviglio, forma eziandio par
te delle avarie grosse, come pure tutte le spese relative

84
alla conservazione ed alla salvezza comune del naviglio e del
' carico. .

Il carico, il naviglio ed il nolo contribuiscono tutti al


regolamento delle avarie grosse, secondo il loro valore spe
cicato come segue: Il carico, secondo il suo valore al luo

go di destinazione, deducendone il nolo, idiritti e le spese


di discarico, e se vi sono state mercanzie gettate al mare,
esse vengono valutate come' se iosserogunte a buon por
to. - Il naviglio valutato secondo il valore che aveva
coi. suoi alberi, le sue vele e gli attrezzi prima" delle sue

avarie. - Il nolo contribuisce secondo il suo ammontare


totale, dedotte le paghe dell equipaggio. .
__
9.al Allorquaudo per l effetto di un naufragio od altri pe
ricoli di mare, il naviglio non pu pi continuare il suo

viaggio, ed allorquando il carico venduto in totalit o par


zialmente in qualunque altro porto che quello di destina
zione, a ne di evitare una perdita maggiore o totale e
quantunque l abbandono non sia formalmente annunciato .,
il medesimo principio serve di regola, e lassicuratore paga
all assicurato la perdita totale, deducendo ci che ha pro
dotto la mercanzia salvata. Allorquando le mercanze arri
vano avariate dai pericoli del mare, al porto di destinazio
ne, il danno regolato paragonando il prezzo del mercato
della mercanzia non avariata'col prezzo che si ottenuto
da quelle avariate, le quali vengono generalmente vendute
pubblicamente.
.

1o.a Le consuetudini per le assicurazioni marittime sono


le stessa a Liverpool, a Glascow, a Dublino e nelle altre citt
dei Regni Uniti, che quelle praticate a Londra.
'

. Lunncca.

PULIZZJ DI JSSICURAZIONE.

Le polizze e condizioni per le assicurazionimarttime in


uso a Lubecca sono le medesime che quelle di Amburgo.
V. Jmburgo.
. .

ltlannts.
POLIZZI DI Jsstct/Rlziovn.

Le Compagnie stabilitela Madras essendo le medesime


che quelle di Calcutta, e le polizze e condizioni essendo per
conseguenza simili, veggansi la polizza ele osservazioni
relative a Calcutta.

85
lllmsiczu.
POLIZZ, DELLJ BIUNIONE DEI NEGOZIJNTI JSSICQEJTORI
DI MJRSIGLIJ.

'

Atrr. r. Gli assicuratori prendono a loro rischio tutte le perdite e dan


ni che accaderanno agli oggetti assicurati per tempesta, naufragio, arena
mento, abbordaggio lortuito, cambiamento forzato di cammino, di viaggio o
di naviglio; per fuoco, getto, preda, saccheggio, pirateria, arresto per ordi

ne di potenza , conosciuto sotto il nome di arresto di principe ,' guerra ,


ostilit, rappresaglie e generalmente per tutte le altre fortune di mare; e cr
convenzione espressa, anche per le prevaricazioni e_ colpe di capitano e disl

l equipaggio, conosciute sotto il nome di baralterze di palrone.


Aar. :s. Gli assicuratori sono esenti da tutte le perdite e danni prove
nienti da vizio proprio della cosa assicurata, da cattura, confiscazioue ed
altri danni derivanti da contrabbando o da commercio vietato o clan
destino.
'
,
'

Atrr. '5. Nel caso di sopravvenienza di guerra, ostilit o rappresaglie du


rante il corso del viaggio assicurato, dovuto agli assicurati un aumento di
premio che sar regolato da amici comuni e conformemente alla|;t. 548del

Codice di commercio. '_

"
Anr. 4. I rischi sopra le mercanzie o specie corrono dal momento del
loro imbarco, e niscono al momento in cui vengono poste a terra al luogo
della destinazione. I rischi degli schii e delle gabarre, tanto all imbarco
quanto allo sbarco, sono a carico degli assicuratori. E permesso al capitano
di sbarcare e ricaricaremei umi e riviere, del pari che per Piugressoe
luscita dei lazzaretti.
'

Aar. 5. Nel caso di assicurazione a premio legato o con facolti, di far


pi scale, i rischi continuano sopra gli oggetti sostituiti ai primi e prove
nienti dalla loro vendita, permuta o sostituzione, no alla concorrenza della
somma assicurata , e salva giustificazione del lpro valore e che sieno stati
esposti al rischio al momento del sinistro o delliavaria.
'
Anr. 6. I rischi sopra corpo corrono dal momento in cui il naviglio ha
incominciato ad imbarcare mercanzie, o, in mancanza, dabmomento in cui ha
fatto vela, e cessano trenta giorni dopo che il naviglio stato ancorato od
ha dato_foudo in libera pratica allnltimo luogo della destinazione, a meno
che lo scarico non sia stato compiuto pi presto, od l naviglio non abbia
ricevuto a bordo mercanzie per un altro viaggio, prima dello spirare dei
detti trenta giorni.

,
'
Aar. 7. Sia che l assicurazione cada sopra corpo, sia che cada sopra
merci, permesso al capitano di deviare, retrocedere e fare scala per tutto
ove vi sia bisogno, per compiere loggetto del viaggio assicurato.
Ami. 8. Se Passicnrazione fatta in quovis , sia senza designazione di
naviglio, Passicurato tenuto di far conoscere il nome del naviglio al pi

tardi entro sei mesi pei viaggi al di l dei capi Horn e di Buona Speran
za; nei quattro mesi pegli altri viaggi di lungo corso e per quelli di gran
cabotaggio, ed entro due mesi pei viaggi di piccolo cabotaggio, il tutto con
tando dalla data della polizza. Spirati questi termini, gli assicuratori avran

no il diritto di noticare allassicurato ch essi resiliscono il rischio. La po


lizza sar nulla dieci giorni dopo la data della noticazione e sar dovuto

all assicuratore , a titolo d indennit , un quinto del premio per diritto di


storno.

Aar. 9 Nelle assicurazioni sopra denaro preso a cambio marittimo e so

8G
pra il rischio a termine, sia a tempo limitato, gli assicuratori saranno esenti
da qualunque avaria.
Allorquando, per clausola speciale, gli assicuratori rispondono delle avarie

sopra i rischia termine, sia a tempo limitato, ciascun viaggio Poggetto di


un regolamento separato; la ne di ciaschedun viaggio determinata come
si disse all articolo 6, ed ogni viaggio susseguente riputato incominciare
immediatamente dopo.

'

Anr. lo. Fuori del caso di sopruvvenienza di guerra durante il viaggio


assicurato, i termini stabiliti dallart. 575 del Codice di commercio, per l
abbandono in mancanza di notizie, sono ridotti come segue: a sei mesi, pel

piccolo e grande cabotagglo, eccetto _pei viaggi del Mar Nero e Baltico; pei
quali il termine di nove mesi;.un anno pei viaggi di lungo corso; e pei
viaggi al di l dei capiHorn e di Buona Speranza, dieciotto mesi per Pan
data, e quindici mesi pel ritorno.
ART. 11:." Nei casi di avarie grosse o comuni gli assicuratori non pagano
che Peccedepza di uno per cento sopra le monete o materie doro o dar
gento; e di tre per cento sopra tutti gli altri oggetti.
'
Le avarie grosse o comuni non possono giammai essere cumulato .colle
avarie particolari, n tampoco quelle di andata con quelle di ritorno; esse
saranno regolate separatamente e le ritenute saranno fatte sopra ciascheduna
specie di avaria.

Anr; 1h. Gli assicuratori non pagano che l eccedenza di tre per cento
sopra le avarie particolari al corpo del naviglio.

Nei rischi di pesca, in qualunque luogo sieno, gli assicuratori sono esenti
da perdite e danni sopra ancore, gomene, imbarcazioni ed utensili da pesca
durante la pescagione e Pancoraggio.
,

_An'r. 15. Sono franchi davarie particolari i frutti verdie secchi, for

maggi, sale, salsumi, carni secche, natrone, penne, lortelli, liquidi in botti
glie,, cristalli,._ vetrerie, porcelane ed altri oggetti fragili o soggetti a ruggine,
come pure le paglie e eni caricati sopra coperta. Gli assicuratori non sono
garanti del colaggio sopra i liquidi, compreso il melazzo . e nemmeno della
morte degli animali; tnttaviale avarie,sopra questi articoli saranno pa ate

dagli assicuratori con una ritenuta del venti per cento nei casi preveduti alf
larticolo 14. qui sopra.
.' _
In caso di avarie particolari sopra altre mercanze, gli assicuratori non
pagano che Peccedenza di:

ma mm crnro sous su OGGETTI sncnmrrl '


__m--"-v'-'_____,

Argento vivo
Burro

,
'

Calle in bottami
' Catrame
e pece
Cera
lChll

Coloni

Sete e seterie

altro
l. .
Manifatture
di orologel rie e chincaglierie
Mercurio

Spezie di ogni sorta


Tin bottami _
Tessuti e. mercanze

Cocciniglia in case o

,Metalli ,

barili '
Cordaggi

Panni ed altre stoffe


Saponi

Sego

Legnhzirne da tintura ed

isecche non annotate

Vcrderame in bottami

87
.

I .

cinque un curo soma GLI OGGETTI szcnanrr


\--_--__-_-____V-____J

Cacao in bottami e in

Curcuma

balle
Caff in sacchi o balle
Cannella
Cassia in canna
Cpcciniglia in sacchi
Colla iu bottami o casse

Endago
Farina in barili
Gomma in barili o in
casse

Lane lavate
,
Noce di gala in casse

Cordaggi non catramati

Pepe dIndia

Corni

Biso in botti

Robbia
Spezie dogni sorta in
sacchi e balle
Tabacchi in botti
Zenzero in botti
Zuccheri in bottami o
in casse

-_'~

____-_'__-___.____
Dincr PER CENTO Soraa GLI OGGETTI snGuzNTt
\_~-_._\/'"_-~__/

Alizzari

Alnme
Amido
Biade
Biscotto in botti
Caff alla rinfusa

Canape e lino
.Carbone di terra
Carni salate

Crini e peli
Cuoi e pelli
Drogherie non annotate

Farina in sacchi
Fiore di zolfo
Gomma in sacchi o alla
rinfusa
Lane sncide

Legno di requilizia
Carta in casse
Cenere di erba marina l Noci di gala in sacchi
o di tabacco

Chincaglierie
Corteccia di quercia

Pelliccerie

Potassa e pertassa
Riso in sacchi

Sale di soda
Salnitro
Soda
Tele hlen delle Gui

nees
Tele da vela e_da im
balla io
rTinturegg
Verderame in sacchi o
balle

Zenzero in sacchi o al
la rinfusa

Zucchero in sacchi o
balle

QUINDICI PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI


~

Cacao alla rinfusa


Cardi
Carnassa
Carta in balle
Grani e semenze

Legumi
Libri

Paglia e eno sotto tolda

Sommacco
Tabacchi in sacchi o in
balle

Pescisecchi o salati
Raschiatun: di corni

In caso di avarie particolari sopra oggetti non designati nel presente ar-.
ticolo , i quoti di franchigie sono determinati per analogia cogli articoli che
vi sono designati.
Anr. 14." Allorquando nei casi che danno luogo allabbandono, rassicurato

approfittando delle disposizioni dell articolo 4o9 del Codice di commercio,


eserclter lazione di avaria, Passicuratore goder delle franchigie e ritenute
stipulate nellarticolo qui sopra.
Aar. l5. Se le mercanzie sono assicurate per serie, le serie non saranno
mai regolate altrimenti che per ordine di numeri o di lettere, non sar am
messa veruna serie dl un valore minore di due mille franchi. Ogni frazione

di serie sar unita alla serie precedente e ne aumenter il valore. Tuttavia

88
ogni assicurazione fatta ripartitamente per ogni specie e qualitli mercanze
e per ciascheduna per conto dovutamente giustificato; ciascheduna specie di
mercanze, ciascheduna per conto, e ciascheduna serie formante sempre un
capitale distinto e separato.
ART. 16. Le somme sottoscritte da ciascun assicuratore sono il limito
desuoi impegni; egli non pu mai essere tenuto a pagare di pi.
ART. I7. In caso di sinistro o perdita degli oggetti assicurati, ciascun
assicuratore
al presentatore,della
resente
senza
poternepagher
esigereall
n assicurato
ordine n oprocura,
collo sconto iljcl
tre perpolizza
cento,,
la somma o le somme da lui assicurate; e cir; un mese dopo la notica
zione del sinistro o perdita, odopo Pabbandono, nelle forme di diritto, de
gli oggetti assicurati ; le avarie saranno pagate a contante dietro regolamento.

I pagamenti saranno fatti a nome degli assicuratori dal Gerente ed al


Puizio della Riunione.
'.
ART. 18. Tutti gli avvisi, comunicazioni, dettagli di caricazioni e re
clami qualsiensi debbono essere inviati coi documenti necessarii al Gerente
della Riunione, col mezzo del quale saranno date lerisposte agli assicuratori.
Qualunque dichiarazione, noticazione, citazione od altri atti giudiziali
saranno fatti in un. solo atto per tutti gli assicuratori alla persona del Ge
rente ed allullicio della Riunione. _
_
Ami. i9. I premii saranno pagabili in biglietti o a contante sotto sconto.
biglietti
non saranno
negoziabili; essi saranno a protto e non allor
i Questi
dine della
Riunione
dei negozianti.assicuratori.
ART. 2o." Ogni annullazone di rischio ed ogni storno eccedente il cin
quanta per cento della somma assicurata, sar soggetto ad un diritto del quin
to del premio sopra la totalit della somma stornata in favore degli assicu
ratori. Questo diritto sar percepito al momento della restituzione o ridu
zione del biglietto o del premio.

ART. 21." In caso di perdita o di avaria, gli assicuratori potranno dare


in pagamento i biglietti di premio scaduti o non iscaduti dovuti dal pre
sentatore della polizza; questi biglietti saranno ricevitti per contante.
AnT. 22. Gli assicuratori e gli assicurati ciascuno in ci che li concerne,
impegnano di conformarsi alle leggi ed ai regolamenti marittimi in vigore,
in quanto non vi sia derogato dalla presente polizza. '
AnT. 255 La presente polizza fatta sopra buone o cattive nuova, per
essere eseguita lealmente e di buona lede; le parti rinunziando reciproca
mente alla lega e mezza per ora.
_
'
'

Gli assicurati dichiarano di far tutto assicurare cosi il premio, come il pre
mio dei premii e lo sconto.
.
.
.
Alle condizioni generali che precerlpno ed a quelle particolari qui appres
.so convenute, colla mediazione di . . . . mediante il premio di . . . . pa
gabile . . . . gli assicuratori sottoscritti assicurano respettivamente 'e senza
solidariet tra loro per la somma designata da ognuno di loro e nella pro
porzione indicata in testa della presente polizza. per quelle somme assicurate

dal Gerente,della Riunione, loto procuratore autorizzato a M . . . . dimo


rante a . . . .
'

Osservazione. Nella piazza di Marsiglia vi. un altra po


lizza assai meno esplicita che quella quivi esposta, ma sio
come dessa antica in questa piazza e sovente in uso, cos
le osservazioni che faremo sopra l antica polizza indicheran
no tutti gli usi e le cousuetudinidi questa piazza in mate
ria di assicurazioni.
'

ANTICA POLIZZA DI MARSIGLIA.

In nome di Dio
che conduce il tutto a nostro salvamento.

Accordo tra gli assicurati e gli assicuratori.


La presente assicurazione fatta sopra i rischi che gli assicuratori sotto
scritti prendono a loro carico e che consistono in tutte le perdite e danni
che accaderanno agli oggetti assicurati, per tempesta, naufragio, arenamento,

abbordaggio fortuito, cangiament forzati di cammino, di viaggio o di navi


glio; per getto, fuoco, preda, saccheggio o pirateria, arresto per ordine di
potenza, conosciuto sotto il nome di arresta di principe; per dichiarazio
ne di guerra, ostilit, rappresaglie, e generalmente per tutte le altre fortune
di mare; elinoltre, per convenzione espressa, per le prevaricazioni e colpe
del capitano o dellequpaggio conosciute sotto il nome di barallerie di pa
trono; ma solamente per questultimo caso, allorquando l assicurazione
fatta sopra un naviglio con ispedizioni e bandiere francesi.
,
l rischi cominciano: - Sopra corpo, attrezzi, arredi, armamento, vetto
_vag|ie, dal giorno in cui il |iaviglio prende carico. - Sopra le facolt e
mercanzie, conformemente al Codice di commercio. - Essi continuano no
al buon arrivo al luogo di destinazione, in cui il rischio, tanto sopra il cor
po, gli attrezzi ed arredi, armamento e vettovaglie, quanto sopra le facolt,
non cessa che dopo Pintiero scarico delle mercanzie poste a terra a buon
Slvmento. - E permesso al capitano di toccare e fare scala, tanto forzata
quanto volontaria , per tutto ov egli creder, di alleviare , porre fuori di

botdo e rimbarcare nei umi e riviera, del pari che allingresso cd allusci'ta
dei lazzaretti.

'

In caso di sinistro o perdita degli oggetti assicurati, che Dio nol voglia,
ciascuno dei d'etti assicuratori pagher al detto assicurato o presentatore del
la. presente, senza poterne esigere n ordine, n procura, collo sconto del
tre per cento, la somma o le somme assicurate, e ci un mese dopo la_o.

ticazione del sinistro o perdita,o dopo Pabbaudono, nelle forme di diritto,


degli oggetti assicurati.

Gli assicurati giusticheranno la propriet del carico, mediante polizza di ca


rico od altri documenti, e della propriet del corpo con qualche documento pub
blico o privato; egliuo non saranno tenuti a giustificare il valore del corpo,
degli attrezzi ed arredi, ecc., attesa la valutazione ch stata accottsentila
d accordo tra le parti, la quale valutazione terr luogo di capitale in ogni

tempo, del valore del detto naviglio pronto a porsi alla vela, senza essere mai
tenuto ad alcuna contribuzione di nolo, il quale sar acquistato al proprie
tario. - Dicbiarando di far tutto assicurare, cio tanto il premio, quanto i

premii deipremii e lo sconto.


La presente assicurazione fatta sopra buone o cattive nuove, le parti
rinunziando alla lega e mezza per ora.
Le avarie grosse o comuni e le avarie particolari sono sopportate e paga
te dagli assicuratori, allorquando esse eccedono:
1. Dieci per cento sopra le merci , e cinque per cento sopra il corpo,

pei viaggi di uscita dai porti , scale, rade, seni della Barberia, del Levante,
della Turchia, delle isole .cbe ne dipendono. e del Mar Nero; e quelli d
ingresso e di uscita dal continente dell America o delle isole che ne dipen
dono, tanto francesi che straniere;
_ ,

2 Cinque per cento, tanto sopra il corpo che sopra le merci, pei viaggi
12

9o

d ingresso e di uscita dai ecc. del Ponente, del_nord dell Europa al


di l del capo Finisterre, di Madera, delle Canarie, del Capo Verde, del

Senegal, delle Indie Orientali, e di tutti gli altri luoghi al di l del capo
di Buona Speranza;

5." Tre per cento per tutti i viaggi non denominati n designati nei due
precedenti articoli.
Tuttavia, e per estensione a queste disposizioni generali, gli assicuratori
godono sopra le avarie particolari, della franchigia di quindici per cento sopra
i frumenti, grani e farine, legumi, amido, sode e bariglie, potassa, alizzari,
rabbia, droghe, canapi, tabacchi, sommaco, e cuoi salati. - Per ciascuno dei

detti viaggi e rischi qui sopra descritti e specicati gli assicuratori sono te
nuti al pagamento delle avarie allorquando eccedonoi detti limiti di tre,
cinque, dieci o quindici per cento, per non pagare che Peccedenzzr-E
glino sono franchi davarie particolari sopt'a i pesci secchi e salati, carne
salata, frutti verdi e secchi, formaggi, salumi, salnitro, natrone, lane sucide,

cristalli, vetrami, porcellane ed altri articoli fragili e soggetti a ruggine.


Gli assicuratori non sono tenuti per le avarie che procedono da vizio pro
prio della cosa. Non sono garanti del colaggio d_ei liquidi, compresov.i i me
lazzi.
.
.
In caso di guerra, di ostilit, di rappresaglie con qualche potenza marit
tima, sopraggiunte durante il corso del viaggio, il premio sar regolato da

amici comuni; la perdita sar pagabile verso la deduzione del premio che
sar stato regolato.

Tutti i casi non preveduti, ommessi o dubbiosi sono da decidersi con


forme al Codice d commercio. I patti e le convenzioni precedenti sono sta
te convenute tra le parti, ecc.

Fatto in duplo. Marsiglia li . . . . . . .

Osservazioni. Le perdite ed i danni provenienti dal fuo


co non sono a carico degli assicuratori se non allorquando
provato che il fuoco ha preso a bordo per un accidente,
diversamente considerato come derivante da negligenza
dellequipaggio, c per conseguenza, se gli assicuratori non

hanno guarentita la baratteria del patrono, sono posti fuori


di causa. '
.
.
Ma cosa essenziale di osservare' che quando il rischio
di guerra guarentito senzaumento di premio, e che se
condo Puso viene impiegata la frase noi assicuriamo da
tutti i rischi e senza aumento di premio, ecc., il rischio
di baratteria sopra un naviglio straniero non compreso,
ad onta dellespressione da tutliirischi, uopo allora aver
cura di specicare particolarmente il rischio di baratteria

nel ventre della polizza.

Le franchigie di dieci, cinque, tre per cento, stipulate nel


la polizza, essendo stabilite secondo la qualit del viag
gio, e non secondo la natura della cosa assicurata, ne ri

sulta che gli zuccheri assicurati dall America in Europa


godono di una franchigia del dieci per cento, quelli dalle
Indie in Europa, o da Marsiglianel Ponente, e viceversa,

91
godono della franchigia del dieci percento, e .da Gibilterra
a Napoli godono dellafranchigia del tre per cento, nal

mente le franchigie pei viaggi d andata non sono sempre


le stesse che pei viaggi di ritorno. Per esempio, da Marsi

glia a Costantinopoli, la franchigia del tre per cento so


pra corpo e sopra mercanzie, mentre che da Costantinopoli
a Marsiglia, essa del cinque per cento sopra corpo, e del

dieci per cento sopra mercanzie.


La franchigia del quindici per cento accordata a di
verse mercanzie secondo le loro qualit, e non secondo la
natura del viaggio.
Nel caso in cui diversi viaggi fossero assicuratisopra una
medesima polizza ad un solo e medesimo premio, la fran
chigia maggiore sola dedotta, ancorch vi fossero pi ava
rie particolari.
,
Per ultimo le franchigie o esenzioni non sono dedotte
solamente dalPammontare delle avarie materiali da pagarsi
dagli assicuratori, ma eziandio quando non vi fossero da
rimborsare Se non che Spese straordinarie.
, Regolamento d avarie sopra corpo.
1. Nei regolamenti davarie sopra corpo, ciascheduna ava

ria, eh stata riparata separatamente, viene pagata dagli as


sicuratori, dopo aver dedotto la franchigia, qualunque siasi
lammontare dellavaria.

'z_. Nei regolamenti pel rimborso di articoli intieramente


sostituiti, come alberi, vele, gomene, schiti, o nel caso di
riparazione generale, comecarenaggio, fodera di nave,_ecc.

la deduzione fatta per determinare la differenza dal vecchio


al nuovo dipende dalle circostanze e dall et degli articoli
perduti, peraltro quest avaria generalmente calcolata al

terzo.
.
3. Allorquando il prezzo degli articoli sostituiti in un
paese straniero molto pi alto che quello di questi me
desimi articoli nel' porto di armamento, la deduzione del
terzo fatta secondo ci che quegli articoli hanno costato in
quest ultimo porto', e se stato fatto un contratto a cambio
marittimo per pagare le spese, gli assicuratori paganoper in
tiero il cambio marittimo.

4. Finalmente la deduzione sopra il costo degli articoli


e sopra la mano d opera fatta tutta in una volta sola.
Il noloappartieiae sempre agli assicurati. Laonde, se un
naviglio perisco all entrare nel porto di destinazione, ed il ca

9a
rico siasalvato e per conseguenza esso paga tutto il nolo, gli
assicuratori sopra corpo riconoscono il valore del naviglio
quale , inserito nella polizza, e nulla possono domandare
quanto al nolo,

'
Gli assicurati sono in obbligo di pagare gli stipendii del
l7 equipaggio collammontare del nolo che hanno ricevuto,
e se il nolo non fosse suiciente, gli assicuratori debbono
continuare il pagamento degli stipendii dell equipaggio so
pra le somme provenienti dalla vendita dei rimasugli del
naviglion

Regolamento d avarie sopra mercanze.


Le avarie particolari sopra mercanze si regolano, para
gonando , dietro i documenti in appoggio, il valore delle
mercanze nello stato davaria col valore che avrebbero avu
to in buono stato sulla piazza di loro destinazione, la dif

ferenza forma un dividendo di tanto per cento che viene


pagato dagli assicuratori sopra la somma assicurata.
Il regolamento delle avarie comuni fatto come per le
avarie particolari, vale a dire che il dividendo di tanto per
cento a carico degli assicuratori, viene ripartito agPintere-s
sati, secondo il valore delle somme ch essi hanno assi
curate.

'

I contratti e gli accordi fatti all estero, conformemente alle


leggi del paese, sono ammessi nei regolamenti dagli assicu
ratori di Marsiglia.
a
.
.A Marsiglia viene ammesso 1 abbandono nei casi in cui
la perdita ecceda i tre quarti, ed allorquando, da uno dei

rischi assicurati, le mercanze non hanno potuto arrivare al


luogo di loro destinazione. Laonde, allorquando pi dei tre
quarti delle mercanze sono state vendute durante il viag

gio pei bisogni del naviglio , vi allora perdita legale, an


corch il naviglio arrivi alla sua destinazione, gravato del
credito del caricatore, ed ancorch, il regolamento davarie
essendo fatto, il valore delle mercanze vendute debba essere
rimborsato al proprietario. Laonde, un naviglio andando in
Odessa, ed il carico essendo sbarcato tbrzatamente a Co
stantinopoli perch la Porta Ottomana non vuole dare il
suo rmano pel passaggio di questo naviglio nel Mar Nero,
gli assicuratori sopra mercanzie sono in obbligo di pagare
la perdita.

L assicurazione sopra nolo come per tutti i porti fran


cesi l oggetto di una polizza d onore.
1

.
93
I premii si ricuperavano generalmente condillicolt sulla
piazza di Marsiglia, presentemente si pagano a contante collo

sconto' del cinque per cento o in biglietti di premio non


negoziabili, a otto, nove e dieci mesi.
In caso di sinistro, il biglietto di premio e contato come
denaro.
lllaunizio.
POLIZZJ

DI JSSICUH JZIONE.

Le compagnie di assicurazioni di Maurizio sono le.me


desime che quelle di Calcutta, e non ne differiscono per

nulla riguardo alle condizioni. Veggansi la polizza e le


osservazioni relative a Calcutta.

'

NANTES.
POLIZZJ DI JSSICUII1ZIONE.

l sottoscritti assicurano a N. . .. dimorante . . . . agente per conto . . . .


ciascheduno la somma da loro qui appresso dichiarata sopra

'

Osservazione generale. Le assicurazioni sopra corpo abbracciano pure


gli attrezzi ed arredi, utensili, imbarcazioni, viveri e vettovaglie, antecipa
zioni agli equipaggi, armamenti e generalmente tutte le appartenenze e
dipendenze; e quelle sopra le mercanzie le comprendonojutte, di qua
lunque natura esse sieno soggette o non soggette a colaggio. E inoltre con
venuto che il capitano qui sopra designato potr essere ricevuto o non ri
cevuto o sostituito da un altro.
.
.

I. L assicurazione fatta sopra buone o cattive nuove e mediante un


premio di . . . . per cento, pagabile iu biglietti dall assicurato, ed alla sca
denza del . . l, i quali biglietti, in caso di sinistro, saranno tuttavia riguar

dati come scaduti e ricevuti in_ pagamento delle perdite.


2. Sono a rischio degli assicuratori, tutte le perdite o danni, che avven
gono agli oggetti assicurati, da tempesta, naufragio , arenamento, abbordag
gio fortuito, cangiamenti forzati di camtnino, di viaggio o di naviglio; da
getto, fuoco, preda, saccheggio, arresto per ordine di potenza, dichiarazio
ne di guerra, rappresaglie, baratteria di patrono, pirati, barbiire'hi, corsari
insorgenti o indipendenti, sotto qualunque bandiera o denominazione qual
siasi, e generalmente da tutte le altre fortune di mare.
'

5." Non sono a loro carico: i i guasti, diminuzioni o deterioramenti


che Sopraggungono per vizio proprio della cosa, 2. le spese di quarantena;
a. le perdite o danni derivanti da contrabbando e commercio clandestino
Non potr essere, in verun caso, riputato baratteria di patrono, relativamen
te all armatore soltanto, il caso preveduto dal [Jaragrafo qui sopra n. 5
4. In caso di guerra o di ostilit da parte di qualche potenza marittima,

riconosciuta dal diritto pubblico delllEnropa, contra la bandiera assicurata ,


duranti i rischi_(compres le Barharesche , soltanto nel caso di guerra loro
dichiarata, o di rappresaglie. esercitate contro di loro dalla bandieru assicu
rata), gli assicuratori avranno acquistatoun aumento di premio, il quale au
mento sar regolato, in modo denitivo e senza veruna via dappello n di
revisione, da cinque arbitri (negozianti od antichi negozianti di Nantes s

possibile) nominati dalla Camera di commercio della detta citt.

1
1

94
5. Nel caso di assicurazione ad anno;'i. i rischi nel Mar Baltico, dal
primo ottobre al trentunno marzo iuclnsivamcnte, saranno soggetti. ad au
mento di premio da regolarsi daccordo o da arbitri; 2. i rischi di blocco,
uicialmente riconosciuto nel luogo e prima della data della partenza del na

viglio, non sono a carico degli assicuratori, con riserva di tutti i diritti delle
parti
negli altri casi.

6. Non vi sar aumento di_ premio pei rischi di quarantena al luogo


della"rrivo; ma se, per fare quarantena, il naviglio in forza di regolamenti
sanitarii, va in altro luogo, gli assicuratori acquistano un aumento di premio
regolato
da arbitri.
.
_
7. I rischi
sopra mercanzieicomiiiciario
dal momento _in cui_ sono, caricate
nel naviglio, o nelle barche o scliiti per portarle a bordo, e niscono al
listante in cui esse sono deposte a terra.

'

8. I rischi sopra corpo di naviglio cominciano . . . . per durare no al


giorno del suo intiero scarico,.senza andar olte il trentesimo giorno scorso
dopo quello della data della dichiarazione di entrata del capitano, eccettuati

i casi di torza maggiore. Peraltro il rischio nisce tosto che il naviglio ri


ceve a bordo, nel luogo di sua nltiina destinazione , mercanzie pel viaggio
di ritorno, anche nel caso in cui quelle di andata non losscro del tutto sca
ricate, quantunque i trenta giorni accordati per termine del rischio non

fossero
scorsi.
,
9. Se Passionrazione cade sopra, 0'pe' naviglio designato, nel caso phe
non venga posto in corso dopo i sei mesi dalla data della polizza, pei viag
gi al di qua dei capi Horn e di Buona Speranza, nove mesi pei viaggi al
di la dei detti capi, il premio convenuto sar aumentato di uno per cento. _
In capo a un anno, nel primo caso , e di quindici mesi nel secondo caso ,

sar accordato,agli assicuratori il due per cento, ed il contratto sara nullo


dopo spirale queste ultime epoche.
_
, _
1o. In caso di assicurazione sopra navigli indeterminati,Passicuratosi oh:
liliga di farconoscere il nome del naviglio al pi tardi entro dodici inest

pei viaggi dei capi Horn e di Buona Speranza; entro sei mesi pei "viaggi
di lungo corso e di gran cahotaggio, ed entro due mesi per quelli dl pic
colo cabotaggio; il tutto contando dalla data della presente; mancando a
ci sar accordato agli assicuratori l uno per cento, ed i_l contratto sara

nullo
diritto.
.
II.di llpieno
diritto
di storno o di annullazione
sar di un ' quarto per cento,

senza derogazioue, salvo quello per assicurazioni sopra navigli indeterminati


che resta ssato al mezzo per cento.

12. Nel caso di assicurazione a premio legato sopra naviglio destinato


per le Indie Orientali ed Occidentali, vengono accordati al capitano, tanto
in tempo di pace, quanto in tempo di guerra, sei mesi di soggiorno: con

tando dal giorno in cui il naviglio sar giunto in uno dei porti di sua de
stinazione, ove far la vendita del suo carico, le(sue riscossioni, le_sue CONI:
pre e caricazione di ritorno. Passato questo termine di sei mesi, si paghera

agli assicuratori il mezzo per cento per ogni mese di_pi lungo sogglofno
no a dodici mesi; dopo il qual tempo gliassicuratori saranno esonerati da
tutti i rischi, e loro saranno dovuti i due terzi del premio legato stabilito

dalla polizza, pi laum'ento a cui i mesi di soggiornp daranno luogo, e senza


pregiudizio di quel premio da regolarsi pel tempo di guerra.
,
' 15. Gli assicurati sopra mercanze, altre che quelle per conto dell ar
mamento, sono dispensati dal presentare il certicato di visita del naviglio.

14. Nel caso di avarie particolari sopra mercanze , gli assicuratori non
pagheranno che Peceedeiiza di:

95

TRE PERIENTO SOPRA GLI QGGBTT SEGUENTI

Burro
Cacao

Cordaggi
Cotone

Caff 2m bouaml

Farinein barili

Carne e lardo salato

Indago

Cocciniglia

Robbia '

Sapone
ego
Spezie in bottami

Zolfo seccoe in casse

CINQUE PER CETO SOPRA GLI OGGETTI SEGLENTI


__________-a-tu-__"__\/"____m__i_g__m

Cacao in sacchi
Caff in casse e balle

Pepe in botti
Riso in bottami

Tessuti di cotone
Tessuti di lana

Gomme in bottami e

S ezie in sacchi

in casse
Lane lavate

' abacchi in bottami


Zucchero in casse ebol
Tele e tessuti di lino .
tami

Verderame grigio

DIECI PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI

Alizzari

Copperosa

Alume

Cuoi

Amido
Anisi

Biscotto in butti
Cacaoalla rinfusa

Pesci secchi o salati


,

Riso in sacchi o casse

Farinein sacchi
Fior di zolfo

Rabbia
Salsapariglia

Gomme in sacchc alla

semenze in sacchi o

rinfusa

botti

Caff in sacchi
Legno di liqncrizia
Sommacco
Canape e lino
, Legumi in botti o ba- Verderame
Ceneri di erba marina
rili
_
Zenzero
e di tabacchi _ ,
Pelliccierie
'

QUINDICI PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI

Carta

Libri

Ceneri calcinate
Coccole
Legumi in sacchi e alla

Pelli fresche
Penne
Salnitro

rinfusa

Succo di liquerizia
Tabacco in foglia

Semenze

'

Per tutte le mercanzie non designate in questo prospetto, resta convenuto

che le ritenute saranno esercitate come sopra quelle colle quali esse avranno
maggior relazione od analogia.

15. Fuori, del caso di naufragio o di arenamento con rottura, Passicnra


zione non ha luogo che franca di colaggo, sopra i liquidi ed altre mer

canzie soggette a colaggio; franca di avarie sopra il formaggio, il sale, le


frutta verdi o secche, le lane sucide, come anche da quelle avarie prove
nienti da ruggine per le mercanzie che vi sono soggette , o dalla fragilit

96
degli oggetti casuali, come i cristalli, la maiolica, la porcellana ed il ve
trame.

Se vi naufragio od arenamento con rottura, gli assicuratori pagheranno

soltanto il colaggio straordinario, verso la deduzione del colaggio ordinario,


clie resta ssato al cinque per cento pei viaggi di grande e piccolo cabo

taggio, ed al dieci per cento pei viaggi di lungo corso no ai capi Horn
e di Buona Speranza, ed al quindici per cento pei viaggi al di l dei detti
capi. Essi non pagheranno per avarie semplici se non che l eccedenza del

quindici per cento sopra il formaggio, il sale, le frutta verdi o secche , le


lane sucide esopra le mercanze soggette a ruggine.

16.? In caso di avarie particolari sopra corpo', gli assicuratori non rim
borseranno se non che Feocedenza del tre per ccnto..

'

Nei conti ai quali le avarie particolari daranno luogo, non saranno am


messi che glimggetti. sostituiti a quelli perduti. rotti o danneggiati durante

il viaggio assicurato, e di tutte le opere di questa natura (le ancore e le


catene sole eccettuate) verr dedotto il terzo per compensare la dierenza
tra_il nuovo ed il vecchio.

'

E beniuteso chenon sarfatta veruna deduzione per ci che riguarda


la mano d opera (eccettuati i calafati ); e che questa deduzione non sar
esercitata che sopra la sostituzione dei cordaggi, vele , legname, alberature
ed altri oggetti suscettivi di deperimento.

i7. In caso di assicurazioni sopra navigli destinati per la pesca, in qual


siasi luogo , gli assicuratori sono esenti davarie sopra utensili da pesca e

dalla perdita di gomene ed ancore durante Pancoraggio ai luoghi di pesca


gione.
'
i8. Per avarie grosse ocomuni , non sar rimborsata che l eccedenza
del tre per cento sopra la stima data dalla polizza agli oggetti assicurati.
i9. Se l assicurato si fatta la riserva del nolo od apprezzamento del

nolo, egli rimane sottoposto alla contribuzione legale di questo nolo, ed alle
avarie comuni a scarico degli assicuratori sopra corpo.

2o! Le avarie grosse e le avarie semplici saranno sempre regolate sepa


ratamente, e nei viaggi che comporteranno una o pi scale con mutazione
degli oggetti componenti il carico, i regolamenti davarie qualsiensi saranno

inoltre fatti distintamente, anche riguardo al naviglio, per ciascuna parte


del viaggio intiero, cos diviso da un luogo allaltro.
ai. Uabhandono, nel caso di arenamento con rottura, non potr esser

fatto se non n quanto vi fosse perdita o deterioramento ascendente ai tre


quarti del valore delpoggetto assicurato.

223 Sia che Passicurato ahlia fatto Pabbandono o no, e senza pregiudi
care ai suoi diritti, egli rimane tenuto ad aver cura della salvezza e con

servazione degli oggetti assicurati, ed autorizzato a farli ntilizzare,rica


ricare sopra uno o pi altri navigli ed _a venderli _se vi bisogno, ed in
questo caso, a distribuire i fondi che se ne riceveranno, dandogli tutte le
facolt a questo riguardo, qualora, con un atto formale,i sottoscritti non gli
facciano conoscere le loro intenzioni contrarie.

a5. In mancanza di notizie del naviglio, Passicurato potr fare Pahban


dono dopo dieciotto mesi pei viaggi al di_l del capo Horn o di Buona
Speranza; dopo'un anno per tutti gli altri viaggi di lungo corso e di gran
cahotaggio; e dopo sei mesi pel piccolo cahotaggio, contando dal giorno
della partenza o da quello al quale si rileriranno le ultime notizie ricevute.
24." Lammontat'e dell'assicurazione sar pagato per intiero, se vi ah
bandono accettato o gindiato valido.

'

n5. [abbandono potr esser'fatto conformemente alle disposizioni del Codi


ce di commercio, salve le eccezioni espresse agli articoli are 25 qni sopra.

97
2G. I pagamenti dovuti dagli assicuratori saranno fatti, per le avarie, un

mese, e per le perdite con abbandono, tre mesi, dopo la domanda appog
giata a documenti giusticativi delle perdite o dei danni.
_
a7. In verun caso, gli assicuratori potranno esser tenuti a pagare al di
l della somma assicurata.
a8. Tutti gli avvisi, comunicazioni, o dettagli di carico che non cam
bieranno nulla alla natura del contratto sottoscritto, saranno vidimati dal

Passeritore solo e per tutti.


29. In caso di contestazioni, saranno esse terminate in via di arbitra
mento, senza appello n altra sorte di ricorso; ed i due arbitri negozianti

od anziani negozianti, domiciliati a Nantes, nominati alPamichevole ciascuno


dalluna delle parti, sceglieranno essi medesimi, prima di prender cognizione

deIPalTare, un terzo arbitro per torre la disparit dei voti al bisogno.


Gli assicuratori sottoscritti e rassicurato, ciascuno in ci che li riguarda ,
rinu nziano ad ogni legge, ordinanza o regolamento marittimo contrario alle

stipulazioni del presente contratto ch, intatto ci che appartiene alle clau
S06 stampate, conforme alvorigiueile depositato alla cancelleria del Tribunale
di commercio, li 19 febbraio 1828
Nantes, il. . . . .

Osservazioni. Le assicurazioni sopra nolo ed utili, essen


do illegali, formano il soggetto di una polizza donore.
Il regolamento delle avarie particolari per serie di lotti
composti di casse, di balle ecc., si fa assai facilmente,
al di doggi, in questa piazza, le polizze sono somministra
te dallassicuratore. I premii si pagano generalmente asei
mesi pei paesi al di qua dei due capi Sud dellIAfrica e del
PAmerica e da nove a dodici mesi al'di ldei capi.
Art. 16. Non viene fatta ritenuta sopra la mano dopera
(eccetto il calafato ), il che peraltro usitato in molte piazze.

Art. 17. Non vengono eccettuati gli ancoraggi dell Isola


Borbone, per la perdita delle ancore, gomene ecc.', come nelle
polizze di Havre e di Parigi._
'
NAPOLI.
POLIZZJ DI JSSICUBJZIONE DELLJ COMPJGNII DI COMMERCIO.

Il rischio sopra tutte le mercanzie comincia dal giorno che saranno cari
cate, e nisce al salvo arrivo e sbarco a terra delle medesimo nel porto di
destinazione.

I rischi d imbarco e sbarco sono a carico della Compagnia.


Il rischio sopra corpo ed attrezzi del bastimento assicurato principia dal
. . . e nisce dopo ventiquattr ore dell arrivo al luogo di sua destinazione.
La compagnia assicura da o ni rischio, perdita e danno sia di tempesta,
naufragio, arenamento, urto irtuito, caugiamento forzato di cammino, di
viaggio e di bastimenti, da getto, fuoco, saccheggio e tirclla, arresto doi<li-

ne di potenze, ed in generale da tutti i rischi e fortune di mare e tenore


del titolo 9 del Codice di commercio.
.
In caso di guerra o di ostilit diqualche
potenza
'
i marittima
'
13contro la ban

98
diera assicurata, il premio sar regolato, per mezzo di arbitri nominati di
comune accordo, secondo i rischi che avranno corso gli oggetti assicurati.

La Compagnia non risponde delle avarie provenienti da patimento natu


rale della cosa assicurata, dallo scolo naturale dei liquidi, da lurti, baratte
rie e contrabbandi.

'

In caso di avaria la Compagnia pagher l eccedenza del dieci per cento


sopra i generi cereali e del cinque per cento sopra tutti gli altri generi in
distintamente.
'

Essa pagher in caso di naufragio dei hastimenti assicurati il novanta per


cento.

Tutte le avarie e perdite acarico .della Compagnia saranno pagate in et


fettivo contante, due mesi dopo la conoscenza legale del sinistro, avaria o
abbandono' sofferto.

Le avarie saranno regolate giusta l uso e costume di questa piazza.


L abbandono non potr aver luogo che nei casi seguenti, cio: Per il ba
stimento nel caso di naufragio o arenamento che lo renda fuori di stato di

" pi navigare. Per il carico nel caso di perdita o deterioramento degli oggetti
assicurati, se la deteriorazioue o la perdita eccedei trc quarti dei loro valore.
In caso di contestazione fra la Compagma e l assicurato, le ditferenze
verranno decise amichevolmente dadue arbitri, nominati lnno dagli agenti
della Compagnia,l altro dallassicurato. - In caso di discordia, idue arbi

tr se ne aggiungeranno un terzo e la loro decisione sar inappellabile.

Osservazioni. Il rischio sopra tutte le mercanzie principia


dal giorno ch esse saranno caricate, purch la data della po

lizza di assicurazione non sia posteriore, nel qual caso il ri


schio principia dalla data della polizza e nisce al salvo arrivo

e sbarco a terra delle medesime nel porto di destinazione.


Il rischio sopra corpo' ed attrezzi del naviglio, sempre
franco d avaria qualunque, princlpla. dal. giorno della sotto
scrizione della polizza.

_
L assicurazione ,sopra nolo, essendo illegale, forma Poggct
to di una polizza d onore.
Nuova-Onuaans.
POLIZZJ DI JSSICUHJZIONE

(Veggansi le leggi e gli usi _di cui si fece menzione nelle


osservazioni sopra le assicurazioni. di Londra e di Balti

mora

Nnova-Yoncn.
POLIZZJ DI JSSICI/BJZIONE.

I formolarii di Nuova-Yorch sono eguali ai formolarii di


Londra, colla sola dierenza che non fanno menzione alcuna
della naveper la quale si deve credere che si faccia uso di un
formolario diverso. In caso di sinistro gli assicuratori upagano

trenta giorni dopo la prova detsinistro e dell interesse, dedu

'
99
cendo l importare del preifnio dovuto dalvassicurato. Non pa-
gano
niuna
avaria particolare
in verun
caso,fatto
salvo
che ascenda
al cinque
percento.
Se lBSSJCtIFHlO
avesse
assicurare
per
una somma maggiore, la responsabilit degli assicuratori cor
rer secondo la data delle polizze, e le pi anziane godranno
la preferenzarassicniato deve guarentire che leffetto assicue

rato rester esente da qualunque spesa, danno, o perdita che


potesse avvenire in conseguenza di depredazione o di tratteni..
mento per fatto di commercio illecito o vietato, o di commercio
in articoli di contrabbando.
'
'
Il memorandum del tenore seguente: Resta convenuto
che gli assicurati rinunziano all avaria, salvo la generale, so
pra il ferro in stanghe ed in piastre, il. lo di ferro, bande

stagnate, sale, granaglie d ogni sorte, tabacco, frutti d India


(in conserva o altrimenti) preparati, tela da sacchi di cotone,
carne formaggio, pesci secchi, vegetabili e corteccia, forni
menti di casa, pelli e cuoi, instrumenti musicali, cannocchiali
ed ogni altro articolo soggetto per sua natura a deperimento,
li avaria del venti per cento sopra il canape, salvo la genera

le ,_sopra lo zucchero, il lino, semidi lino, ed il pane, _ all ava_


ria sotto sette per cento, salvo la generale, sopra il catzed il
pepe in sacchi o alla rinfusa, allavaria sotto dieci per cento,

salvola generale. a i

'
ODESSA.

POLIZZI DELJ COMPJGNIJ IMPERIJLE


DI Jssicurazione.

Ani. i..La Compagnia assume a suo rischio ogni danno e la perdita .cbe
accader potesse agli oggetti pertempesta, naufragio, investimento, cambia
mento forzato di viaggio o di bastiinento, getto, fuoco, dichiarazione di guer

ra, pirateria di amici o nemici, e nalmente ogni infortunio di mare. _


ART 2. Si eccettpano dalla' responsabilit della Compagnia Il pallmelo

naturale delle mercanzie, colaggio dei liquidi, lquefazione in genere o rot


mi, Do0 che la baratteria del capitano, e ruberia degli effetti. _

ART. 5! La Compagnia sar esente dal pagamento delle avarltrgeuerali


e particolari sino alla concorrenza del quindici per cento pei vlaggl Sino al

lo stretto di Gibilterra e trenta per cento varcando quel passo.


_
ART. 43 Sui capi solidi, ferri, cordami, cavinli, legnami ed altri oggetti
simili non soggetti a deperimento, lii Compagnia sar esente dal pagamento
delle avarie, come sopra, sinoyalla concorrenza del dieci per cento tino allo

stretto di Gibilterra, e del venti per cento varcando quel passo.'

ART. 5._Nel caso soltanto delle avarie particolari, la compagnia sar esen
te dal pagamento sino alla concorrenza del venticinque per cento (pompre
spvi le spese) sopra ogni sorte di commestibili. grani, granaglie, biade, fa
nne, legumi, amido, sode, potassa, sali di soda, alizzari, robbie, droghcric,

1o0

'

lino, canapa, telerie, aommacco, gomme, tabacchi, pellami, pelliccerie, pelli


salate, cuoi ed altri simili oggetti suscettiri di deperimento pei viaggi no
allo stretto di Gibilterra, e cinquanta per cento varcandu quel passo.
Arir.' (5. Si eccettuano dalla responsabilit della Compagnia le avarie par
ticolari sopra pesci salatie secchi, carnnmi salati e_ secchi, frutta di ogni ge

nere, salumi, salnitro, natrone, zallroni , croco orientale, lane in genere ed


altri oggetti simili, non che quelle avarie s ra specchi, vetrami, terraglie,
cbincaglie ed altri capi soggetti a rottura o a ruggine.
Anr. 7. Si considera per sinistro maggiore, qualora il danno o la per
dita degli effetti assicurati (eccettuando quelli dell articolo 6.)' sorpassi il
settantacinque per cento e spese no a bordo, o l apprezzamento stabili
to (escluso sempre l importare del nolo), oppure in caso che le due avarie,
cio la generale e la particolare facessero sorpassare la perdita del detto
limite.
'

ART: 8. Si ecettuano dalla responsabilit della Compagnia tutte le sor


ta di avaria sopra corpo ed apparati del basttimeiito, non che quelle sopra
denaro a cambio marittimo.

ART. 9. Le avarie che oltrepassassero il, cinquanta per cento sopra corpo
dei hastimenti (non comprese le spese) saranno pagate dalla Compa nia sino
alla concorrenza del settantacinque per cento (cio l eccedenza el. cin

quanta al settantacinque per cento); eccedendo questultiino.limite, il caso


sar considerato qual sinistro maggiore, e sar ammesso l abbandono.
ART 1o. Il rischio per la Compagnia coinincier per la sicurt a via gie
dal momento
in venttiquattrore
cui le mercanzedopo
saranno
a bordo
erta (Fel
bastimento,
e nir
che poste
avr_ dato
fondosottoco
nel ljuogo
di
sua destinazione; in quanto alla, sicurta mese. essa comincier e nir nel

giorno fissato nellestesa, calcolando il giorno dalla mezzanotte.


Arir. Il. Potr il capitano nel caso urgente . . . . in uno o pi porti,
costretto essendo dalla necessit (purch non cangi viaggio), alleggerire il suo
bastimento, e libare sopra altrilegni nelpentrata dei umi e stretti, poten
do anche far progredire il viaggio allintiero carico sopra un altro basti

mento di bandiera libera pel suo destino, ogniqualvolta il bastimcnto si tro


vasse inabile ajproseguire l intrapreso viaggio.
l2. Lasar
Compagnia
ssatoe premio
nel punto
in
cuiAnr.
la presente
rmata, arr
e la guadagnato
silcurt sar ilvalida
ferma quand
anche
nel puntostesso ne fosse accaduto il sinistro, ovvero il bastimento fosse giun
to felicemente, purch non consti che quando la sicurt fu accettata e pro
posta, fosse conosciuta la notizia o potesse esserlo, calcolando la distanza 'a
otto verste per ora, nel qual caso la sicurt sar nulla e rester senza effetto.

Anr. i5. S intender nulla la sicurla anche nel casoehe il rischio non
avesse luogo, e la Compagnia sar obbligata a restituire i premii percepiti,
meno il consueto mezzo per cento di diritto di storno.
Aar. 14.E permesso agli assicurati di assicurare per intiero l'oggetto in

rischio, senza la riserva del dieci per cento.


Atrr. i5. Acczidendo uno dei casi pei quali la Compagnia obbligata,
gli assicurati dovranno renderla tosto avvertita, ed al pi tardi, tre mesi do
po cbe la notizia sar in piazza, farle Pabbandono colla cessione e rinuncia

di tutti i loro diritti, ainch la Compagnia possa esercitarti in vece loro,


no alla concorrenza della somma assicurata, passato il qual termine non
avranno alcun diritto contra la Compagnia.

Airr. 16. In caso di sinistro olperdita per cui fosse responsabile lii Com
pagaia, essa si obbliga, riconosciuto che sar il caso a di lei carico, di pa
gare prontamenteagli assicurati o a clii presenter la polizza con un sem
plice giro, la somma assicurata senza sconto veruna n respiro.

'

101

An.r. |7. Gli assicurati lM inobbligo di provare coi dovuti documenti,


secondo l uso, Pesistenza del ri'hio, il suo vero valore colle fatture e con
ti, ovvero coli apprezzamento ncllestesn daccordo valga o no; il sinistro

col legale lestimoniale , dichiarando tutte le assicurazioni che hanno fatto o


fatto fare comprese quelleche hanno ordinate , ed il denaro che avessero
preso a cambio marittimo sullioggetto assicurato, e daranno una solida ga

rauzia per la restituzione della somma incassata a prima richiesta, se nello


lpazio di trc mesi dal giorno che sar fatto il pagamento, la Compagnia ve

nisse a scopiire qualche baratteria o frode a suo danno.


Atri. 18." Per tutti i casi non preveduti la Compagnia e gli assicurati si
regaleranno secondo Pordinanza di marina di Francia del 1681 e suoi com
mentatori Emerigon e Valin.
'
Airr. 19; In caso di qualche dierenza cogli assicnranti, la Compagnia
e gli assicuiati si obbligano di farla giudicare da giudici arbitri eletti dac
cordo legalmente, avendo la Compagnia il diritto di eleggere un azionista
per suo arbitro.
'

Anr. no. La Compagnia sar obbligata di pagare la somma assicurata,


se nello spazio di un anno non si avesse notizia del bastiuicnto assicurato,

contando quest epoca dalla data dellultime notizie avute, e ci pei viag i
entro lo stretto di Gibilterra, esi ssa ll doppio termine pei viaggi al si
l dollo stretto.

'

Osservazione. Le "condizioni stabilite.dalle Compagnie di


assicurazione erette in Odessa non sono comuni a tutte. Ab
biamo trascritto articolo per articolo la polizza della Compa

gnia imperiale, ma le diversit che s incontrano nelle polizze


della nuova Camera imperiale di sicurt edin quella degli as
sicuratori particolari, non sono tantoimportanti che sia !ne
cessaria una dettagliata indicazione.
'
PARIGI.

rozzzza DI ISSICURJZIONE DELLJ COMPJGNIA JNONIMJ


vnzz UNIONE DEI PORTI.
Nota. Questa Compagnia che ha degli agenti nei principali porti di Fran
cia, ha dato loro. la facolt di rmare indistintamente la polizza della loro
localit
di Parigi. assume
, a suoi rischi tutti i danniie le perdite
Aar. oI.quella
La Compagnia
provenienti da tempesta, naufragio, arenamento, abbordaggio fortuito, rilasci
forzati, cambiamenti forzati di cammino, di viaggio e di naviglio, getto, fuo

co, saccheggio, cattura e molestie di pirati, baratteria di patrono , e gene


ralmente tutti gli accidenti e fortune di mare.
Aiir. 2. I rischi di guerra non sono a carico della Compagnia se non
in quanto vi sia convenzione espressa. In questo caso, inteso cbessa ri
sponde di tutti i danni e perdite provenienti da guerra , ostilit, rappresa
glie, arresti, cattura e molestie di governi qnalsiensi, amici o nemici, rico
osciuti e non riconosciuti, e generalmente di tutti gli accidenti e fortune

l guerra.

ART. 5 La Compagnia esente da tutti i danni c perdite provenienti

da vizio proprio della cosa; da catture, conscazioni ed avvenimenti qual


siensi derivanti da contrabbando o da commercio vietato o clandestino ;da

baratteria di patrono che abbia il carattere di dolo o di frode, ma solamente

103

a riguardo degli armatori. dei proprietarii di navigli, o dei loro aventi-diritto,


quando il capitano di loro scelta; nalmente, esente da tutte _le spese
qualsiensi di quarantena e dhnvernaggio . . . .
,
Anr. 4. Nelle assicurazioni atermine, la Compagnia esente dai, ri'hi
del Mar Nero, del Baltico e dei mari al di l di Dunquerque, dal primo
ottobre al primo aprile.
_
ART. 5. l rischi sopra merci corrono dal momento del loro imbarco, e
niscono al momento che vengono poste a terra al luogo di destinazione. I
rischi di trasporto per barche, e gabarre da terra a bordo e da bordo a
terra, nei porti, rade e umi di carico e di scarico, come pnre tutti i lihi

all Havre o alPHoneut per salire a Bouen sono sempre a carico della
Compagnia.

1,
In caso di assicurazioni a premio legato o a termine, i rischi continuano
Sopra tutti gli oggetti sostituiti ai primi e provenienti dalla lo('o vendita o
permuta,.no allaconcorrenza della somma assicurata, e salva giustificazio
ne del lorovalore e della loro buona messa a rischio, in caso di sinistro o
di avaria.
.
.

.An'r. 6. l rischi sopra corpo corrono dal momento che il naviglio ha


comindato ad imbarcare mercanze, o inmancanza, dal momento in cui ha
fatto vela, e cessano cinquanta giorni dopo ch stato ancorato o ha data
fondo al luogo di sua destinazione, qualora lo scarico non sia stato compiuto
pi tosto, e che il naviglio non abbia ricevuto a bordo mercanze per un
altro viaggio prima dello spirare dei cinque giorni.
'
ART. 7. I rischi di quarantena sono a carico della compagnia al luogo
di sua destinazione. Se il naviglio va. a fare quarantena altrove, viene pa
gato un aumento di premio di uno per cento almeno sopra corpo, e treqriarti
per cento sopra facolt, dal giorno della partenza no a quello del ritorno.

Anr. 8. In caso di assicurazione a premio legato per un viaggio al di l


dei capi Horn e di Buona Speranza, vene accordato al capitano lo spazio

di sei mesi di soggiorno, contando dal giorno in cui egli avr dato fondo al
primo porto ove deve incominciare le sue operazioni; gli accordato sol

tanto lo spazio di quattro mesi pegli altri viaggi. Allo spirare di questi ter
mini, ciascun mese di soggiorno dopo d luogo ad un aumento di premio

di tre quarti per cento al' mese no allo spirare del duodecimo mese. l)al
lora in poi la Compagnia libera da tutti i rischi,_ed ha il diritto ai due

terzi del premio ssato dalla polizza, pi Panmento di premio risultante dal
prolungamento di soggiorno.
' '
'
.
Aur. 9. In tntti icasi in cui il calcolo del premio si taccia per periodi
mensili, od altri, ogni periodo cominciato si conta come nito.

Altr. ro. Se Passicurazione fatta sopra navigli indeterminati, l" assicu


rato tenuto di far conoscere il nome del naviglio al pi tardi entro i sei
mesi pei viaggi al di l dei capi Horn e di Buona Speranza, entro quattro
mesi pegli. altri viaggi di lungo corso, entro due mesi pei viaggi di grande
cabotaggio, ed entro un mese per quelli dipiccolo cabotaggio: il tutto con
tando dalla data della polizza; in mancanza diche la polizza nulla di

pieno diritto,e viene pagato alla Com agnia il mezzo per cento di diritto
di storno pei viaggi di luIIgOWIOFSOfG un quarto percento per quelli di
cabotaggio.

_ .

ART. It. Se Passicurazione, essendo fatta sopra un naviglio cl1 per par
tire dalFEuropa, la sua partenza ritardata pi di tre mesi a datare dalla
sottoscrizione del rischio; la Compagnia ba la facolt di annullare la poliz
za, conservando un quarto per cento a titolo di diritto di storno.
.

Anrhraf In verun caso, salvo quelli preveduti dagli articoli 575 e 594
del Codice di commercio, non potr esser fatto Pabbandono delle merci, se,

1o.:
indipendentemente da tutte le spese qualsiensi, la perdita o il deterioramento
materiale non assorbe i tre quarti delgvalore.

'

Uabbandono del corpo non pu esser fatto se non nel caso di mancanza
di notizie, di naufragio, di arenamento con rottura cheiofreride inabile alla
navigazione, o fiunavigabilit per qualunque altra fortuna di.mare.
Anrr. 15." Sia che vi sia luogo o no all7 abbandono, e senza il minimo
pregiudizimdesuoi. diritti, Passicurato tenuto di aver cura al rcuperameu
to deglioggetti assicurati ed alla loro conservazione.
ART. 146 Le avarie grosse vengono rimborsate verso la ritenuta delluno
per cento del valore assicurato; esse si. regolano indipendentemente dalle

avarie particolari e senza reruna,cumulazione.


.
La porzione .di queste avarie incombente al nolo non pu mai esser posta
a carico dellasscurazione'sopra corpo.

Anr. 15. Le avarie particolari sopra corpo, chiglia, attrezzi, arredi e


dipendenze, si rimborsauo rersola deduzione del tre percento del valore
assicurato.

ART. 16. In caso di assicurazione a premio legato o a termine, ciascun

viaggio Poggetto di un regolamento separato. La ne di ciaschedun viag


gio determinata dal primo paragrafo' dell articolo 5, e dall articolo 6, ed
il viaggio' susseguente _ consideratoincominciare immediatamente.

Anr. 17. In caso di abbandono del naviglio, Parmatoreiimtne respon-


sabile degli stipendii dovuti alrequipaggio anteriormente al tiziggio durante
il quale il sinistro hu avutoluogo, ed il cui nolo salvato' ritorna alla Go!!!

pagaia conformemente alliarlcolo 586 del Codice di commercio.


ART. 187 E ammesso, nei regolamenti di avarie particolari, che gli og-
getti sostituiti a quelli perduti o danneggiati per fortuna di mare, e tut-.
te le sostituzioni, forniture e mano diopera a carico dellcompagnia sol
lrano una riduzione di un terzo sopra il loro costo giustificato nel luogo

delle riparazioni, per cotnpensare la differenza del veccliio al nuovo. Questa


riduzione, peraltro, non mail latta sopra le ancore, ed essa non che del
quindici per cento riguardo alle catene e gomene di ferro.
.

Le medesime riduzioni sono applicabili al regolamento delle indennit


ovute per avarie grosse dagli assicuratori sopra corpo.

Nei rischi di pesca, ia Compagnia esente da tutte le. perdite ed avarie


soprairnbarcazioni, utensili da pesca, ancore, gomene, catene e; dipendenze;
durante la pescagione e Pancoraggiof Del pari, nei diversi ancoraggi del
lisola Borbone, la perdita , sia in avarie particolari, sia in avarie grosse.
(quanto alle assicurazioni sopra corpo), delle ancore, catene, gomene e di-.
pendenze, non a carico della Compagnia.
o
'
' ART. r9. I premii dei prestiti a cambio marittimo contrattati per ripu
razioni e spese straordinarie latte in corso di viaggio, non,sono a carico
della Compagnia se non no al'lultimo luogo di destinazione compreso nel

lassicurazione. Qualunque l'atto al detto luogo e per viaggi susseguenti gli


riesce estraneo.
.
'
'
Atrr. 2o. Sono franchi davaria particolari le frutta verdi e secche, i

formaggi, le lane sucide, il sale, le penne, i liquidi in bottiglie, i cristalli,


gli speccbied altri oggetti fragili, e le mercanzie soggettea ruggine, per
altro ,"in" caso Jabbordaggio o di arenamento con rottura, le avarie parti-,
colari sopra questi oggetti vengono pagate con deduzione del quindici per
cento della somma assicurata.

10 Caso davarie particolari sopra altre mercanzie, la Compagniirnon pa-_


ga che Peccedeuza di

104
___-___~"
_ _ TEE PER CENTO IOPI GLI DGGBTTI SEGUENTI

Alume
' l Cordaggi catramati
Argento vivo
' Cordelle
Brocche di garofano
Cotone brnto
_
Burro
,
Endago
Caff in bottami

Rabbia in bottami
Sapone
Sego
Sete e seterie

Lane lavorate

Cannella

Specie monetate

" Metalli

Cassia in canna

'

Catrame e pece
Cera
China
Coccioigla

'

,T

Minuterie

Telerie ed altri tessuti

Panni ed altre stoffe di


lana
'
Pepe dIndia
Pietre preziose

di lino e di cotone
Verderame

__.____-_7_-_-___FI-i_

__________.__._-__'_
CIIQUPBR CET SOII GLI OGGEIPTI SEGUENTI

Alizzari
Bigiuterie false

Cordaggi non catra- Iliisci in bottami ,


mali
Tabacco in bottami

Cacao in bottami
Caff in sacchi e in
' balle

Corni
Cotone lato
Curcuma

Zenzero
'
Zucchero in bottamio
_ in casse

Carbone
' '
Farina in barili
Colla in botti o in case Gomma in bottami
,___._.__-_-_-'--____
DIECI PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUIIITI _

\__'_,-V___'____/

Amido
Anici
\
Cacao in sacchi o balle
Caff-alla rinfusa

Gomma. in sacchi o alla


rinfusa
Grani
Lane

Canape e lino

Liquidi in bottami i .

Carni salate

Mandorle

Soda
Sommacco

Carta e libreria, incassa Noce di galaCorteccie di quercia


Crini e pli
0
Farina in sacchi
Fior di zolfo

Riso
Sale
Sernenze in barili o in
sacchi

Stampe e tipograe

Pelliccerie
_ Tabacchiiusaccbie balle
Pepe
Telo bianche
Pesci secchi e salati '
Tinture
Potassa
i rLenzero in sacchi

' '

-.

Zucc. in sacchi o in balle

Qnnvmcr non CERTO sous or): oscura: SEGUENTI


\________f-:"__\/_,_____.__/

Cacao alla rinfusa

Paglia e fieno v

Legumi secchi

Semenze alla rinfusa

Tortelli di lino o di
cotone

Ntrat
Il quoto delle franchigie sopra gli oggetti non designati nel prospetto che
precede, ssato al cinquepet cento.
'
" _ _ .
Le franchigie del dieci per cento determinate qui sopra pei llqtlldl m

1o5
botti indipendente dalla franchigia di colagio ordinario, la quale ssata
al due per cento pel piccolo cabotaggio, al quattro per cento pel grande
cabotaggio, ed al dieci per cento pel lungo corso.

Atrr. 21.I Le franchigie determinate dallarticolo precedente non si pre


levano che sopra le avarie materiali. Le avarie particolari, le quaii non si
compongono che di spese, o provengono da una contribuzione proporziona

le, vengono rimborsate colla ritenuta dell uno per cento della somma assi
curata; e ci indipendentemente dalle avarie particolari materiali.
ART. 2a. Le somme sottoscritte dalla Compagnia sono il limite dei suoi
obblighi; essa non pu mai esser tenuta a pagare di pi.

Atrr. 25) Le indenuit per sinistri ed avarie grosse e particolari sono

regolate secondo le le gi e usi di Francia, qualsiensi i luoghi ove il si


nistro accaduto od i viaggio terminato, ed ove il regolamento stato
effettuato.
'
Anr. a4! Tutte le perdite ed avarie a carico della Compagnia vengono
pagate, a contante e senza sconto, quindici giorni dopo la rimessa dei docu
menti giusticativi, al presentatore di questi documenti e della presente po
lizza, senza che vi sia bisogno di procura.
Atvr. a5. In caso di pagamento di perdita o di avaria, prima della sca

denza del biglietto di premio, la Compagnia pu dedurre dallndennita da lei


dovuta, Pimportare di questo biglietto che deve allora essere ammesso come
contante.

ART. 26.. In caso di non pagamento del premio avverato da usciere, la


Compagnia ha la facolt di esigere cauzione o di annullare liassicurazioue.
Anr. 27. E convenuto che il capitano pu essere ammesso o non am
messo, o sostituito da qualunque altro, c che il modo con cui il suo nome

ortografato non regiudica all assicurazione.


ARr. a8. La Lompaguia e gli assicurati, ciascheduno in ci che li ri
guarda, si obbligano a conformarsi alle leggi ed ai regolamenti marittimi in
vigore, in ci che non derogato dalla [iresente polizza.
ART. 99. Tutte le contestazioni vengono giudicate a maggioranza dal
tribunale arbitramentale composto da tre membri nominati dalle parti; se

uou vi accordo per la nomina del terzo arbitro, esso verr indicato dai
due altri arbitri.
Atrr. 5o? La presente assicurazione fatta sopra buone o cattive nuove,

per essere eseguita lealmente e di buona fede, le parti tiuulitldt alla lega
e mezza per ora.
ART. 51. Qualunque avviso, comunicazione, dettagli di caricazione e re
clami qualsiensi debbono essere diretti, coi documenti neccssarii, al direttore
della (Jumpagnia.

Colla mediazione di .. . . sensale re io di assicurazioni presso la


borsa di Parigi, alle condizioni generai che precedono, a quelle par

ticolari che seguono, e nzcdianle il premio pagabile in Parigi . . . .


la Compagnia assicura a . . . . che agisce per . . . .

(Psservazioni. Allorquando l alimento dell assicurazione


si compone di liquidi, come vini, acquavite e spiriti, Passi
curato ha la facolt di fare l abbandono in caso di arena
mento del naviglio con rottura senza giustificazione della
perdita dei tre quarti, se questa clausola inserita nella
parte manoscritta della polizza, questa stessa condizione da
qualchevolta luogo ad un aumento di premio, il quale non
accordato che pei viaggi di cahotaggio.

14

1o6

I rischi di quarantena sono a carico, degli assicuratori al


luogo di destinazione soltanto.

Qualunque siasi l ammontare del massimo dellavaria, la


franchigia sempre dedotta dal rimborso fatto dagli assicu

ratori.
Le leggi francesi non ammettendo l assicurazione sopra
nolo ed utili, essa forma l oggetto di unapolizza d onore.
Gli assicuratori ritengono per diritto di storno il mezzo
per cento pei viaggi di lungo corso, ed un quarto per cen
to peiviaggi di cabotaggio;

Gli assicurati, per le somme oltre i cento franchi (quelle


inferiori si pagano in contante), sottoscrivono biglietti di
premio pagabili a tre mesi pel cabotaggio, a sei mesi per
la costa Ovest delPAmerica e le coste Nord ed Est dellA
frica, a dodici mesi al di la dei capi Horn e di Buona
Speranza.
Dacch le assicurazioni marittime a Parigi sonosi dilatate
come al d d oggi, forse niuna piazza ha un maggior nu
inero di Compagnie, e quindi si fatto sentire il bisogno
di una polizza uniforme. Finora, le polizze ch erano in uso
in questa piazza contenevano condizioni pi o meno dissi
mili, ed allorquando un assicurazioe considerevolecostrin
geva un negoziante a ricorrere a pi Compagnie, ne deri

vava, nei casi di perdite o avarie, che l assicurato doveva


subire regolamenti talvolta contradditorii. Soltanto dal primo
maggio 1836 gli assicuratori ed i sensali riuniti hanno po

sto ne a questa anomalia, adottando una polizza comune,


le cui condizioni stampate sono precisamente le stesse per
tutte le Compagnie, di maniera che, in avvenire, l incon
veniente indicato non potr pi riprodursi. Tuttavia, ogni
Compagnia conserva il nome che.la distingue, in testa del
la Polizza ch essa sottoscrive, e questo il motivo che ha
fllo intitolare questa polizza l Unione dei porti.
Questa polizza non differisce da quella sopra corpo se non
nel dettagli ch essa d sopra la durata dei rischi, a carico
degli assicuratori, i quali rischi cominciano dal momento in
cui le mercanzie abbandonano la spiaggia per essere poste
a bordo, econtinuano no al momento in cui le medesi
me sono state sbarcale al luogo di destinazione, purch lo
Srico si effettui entro i quindici giorni dall arrivo del na

glio, a meno dimpedimenti legali che ritardassero .lo sbar


Co, e che dovrebbero essere provati nel caso di avarie o
dl accidenti.

1o7
( Veggansi le osservazioni e la polizza relativa ad Ams
terdam ).
"
Bonnn.
POLIZZJ DI JSSICURJZIONE.

Noi sottoscritti, ricono'iamo di aver assunto a nostro rischio, pericolo e


fortuna, da voi . . . . ci accettante, le somme che ciascheduno di noi avr
qui sotto sottoscritte, per sopportarne, durante il viaggio in appresso speci
cato, le perdite e i danni che potranno accadere sopra gli effetti che sa

ranno euunziati, durante il corso del detto viaggio, colle, clausole ed alle
condizioni seguenti:
.
'
ART. i. Noi assicuratori dichiariamo di gnarentivi ed iudenuizzarvi delle
erdite o dei danni che potranno accadere agli oggetti da noi assicurati, per
e cause enunciate negli articoli seguenti, per cui voi, assicurato, sarete te
' nuto di pagarci il premio o lutile dei rischi della detta assicurazione, a

seconda di ci ch essa sar qui appresso convenuta e stabilita.


Anr, 2. Tutte le perdite e danni che accaderanno agli oggetti da noi
assicurati, sia per tempesta, naufragio, arenamento, abbordaggio fortuito, sta
zioni forzate e cambiamenti forzati di cammino, di viaggio o di naviglio2

baratteria di patrono, o per getto, fuoco, e generalmente per tutti gli altri
"infortuuii di mare, sono a nostro rischio.

Noi siamo pure garanti di tutti i rischi di,cattura legale od illegale, sac
cheggio o molestia da insorgenti spagnuoli e portoghesi d America, co
nosciuti sotto il nome d Indipendenti, o dei sudditi di altri popoli o po
tenze non riconosciuti dal Governo francese, ancorchquesti sinistri avessero
luogo pei commissioni o lettere di marcmrsiamo inoltre garanti di tutti i
sacclieggi, arresti o catture per parte di tutti i sudditi di Potenze Barba

resche, liiorcli nel caso di guerra; e nalmente da qualunque pirateria.


Anr. 5." Non soap a nostro carico: 1. I rischi (ll guerra, cattura,_o_stilit,
rappresaglie, arresti di principi e molestie qualsiansi, per parte di ltilll! go
verni riconosciuti dal Governo Francese; 2. i degradi,le diminuzioni, per

dite o alterazioni di qualunque natura che accadessero per vizio proprio


della cosa; 5. le perdite o i danni derivanti da contrabbandoo commercio
clandestino; 4) la haratteria di patrono, soltanto riguardo ai proprietaru
dei navigli o loro aventi diritto, allorquando essa fosse accompagnata da

dolo o frode, ed il capitano fosse di loro scelta; 5. nalmente, le vittova


glie o stipendi degli equipaggi, in confronto degli assicurati sopra COYPO,
nel tempo delle riparazioni del naviglio, e tutte le spese qualsiensi di qua

rantena.
/
Anr. 4. Noi facciamo guarentigia dei risclii di quarantena, mediante un
aumento di premio che sar determinato secondo la loro importanza.

Airr. 5. I rischi sopra corpo corrono dal momento in cui il naviglio ha


Comncilo a prender carico, o, in mancanza di carico, dal giorno Itl,cut
ha fatto vela; essi continuano durante tutto il viaggio assicurato, e termina
no veutiquattr ore dopo i arrivo del naviglioal luogo di sua destinazione,
e che vi ancorato a buon salvamento.

Artr. 6. I rischi sopra mercanzie, derrate o specie, cominciano a1 mo


mento della loro imbarcazione, e finiscono dopo essere state poste a terra
al luogo di destinazione. Nel caso di assicurazione a premio legato, i risclil
continuano sopra gli oggetti sostituiti ai primi, no alla concorrenza della
somma assicurata.

1o8
I rischi di trasporto immediato da bordo a terra e da terra a bordo, sia
con barche, batelli , scialuppe o schi, sono, in tutti i casi, a carico di noi
assicuratori.

Anr. 7. Noi assicuratori non pagheremo che Veccedenza di tre per


cento per le avarie sopra corpo di naviglio; non saranno ammessi nel conto
di queste avarie, se non li oggetti sostituiti a quelli rotti o deteriorati per
fortuna durante il corso el viaggio assicurato; ed il costo giustificato di

questi oggetti, compresivi la mano d opera e le forniture necessarie, tali


che pece, catrame, stoppe, ecc. subir un terzo di ribasso, per compen
sare la differenza del nuovo alvecchio (eccettuate le ancore). 'luttavia pei
viaggi di lungo corso, questa ritenuta aria luogo solamente sopra legname,

veleie cordaggi ed altri oggetti suscettivl di deperimento. La ritenuta sopra


le catene di lerro sar di un sesto in tutti i casi.
Anr. 8. Nel caso di avarie particolari sopra navigli che l'anno i viaggi
della pesca al Gran Banco, ai banchi di Miquclon ed alle coste di Terra

Nuova, al Dogger -Banco, sopra le coste dlrlanda ed altri luoghi, noi, as


sicuratori, siamo esenti dalla perdita di gomene, ancore ed utensili da pesca.

gione risultante daIFancOraggo nei detti luoghi.


E inoltre convenuto, quanto ai navigli che fanno i viaggi di pesca a Ter

ra Nuova, che la ritenuta sar del tre per cento per le avarie della tra
versata dandata e ritorno; dei cinque per cento per le avarie alla costa;
e del dieci per cento riguardo a quelle sopraggiunte durante Paucoraggio

sul Gran Banco.


'
Anr. 9 Nei casi di avarie particolari sopra mercanze noi non paghe
remo che l eccedenza di

TRE PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI


______--____\-/p_________

Bove e lardo salati


Burro
Cacao e cai: in bottarui

Cordaggi
Cotone
Drappeiie

Pepe dIndia in barili


Saponi
Sego

Endago

Cannella

Lane lavate

Telerie ed altre stolo

Carbone di terra

Legno da tintura ed

Cera
Cocciniglia

altri
Metalli

CINQUE PER CITO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI


~

Alizzari
Alume
Cacao in sacchi o balle
Caff in sacchi o balle
Curcuma

Gomma in botti
Oriana
Pepe in sacchi
Riso
Robbie in bottami

Verderame
Zenzero in bottami
Zucchero in botti o
casse

DIECI PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI EGUENTI

Caff alla rinfusa


Canape e lino
Carta
Colla di pesce
Corinti

Farine in barili o in
sacchi
Frumento ed altri grani e granaglie
Gomma in sacchi o alla rinfusa
Libri

Crcmor (li tartaro

Liquidi

Sughero e turaccioli

Criui e peli di ogni


sorte

andorle
Miele

Tabacco in balle
Tortelli di lino o di

Cuoi secchi

Pelliccerie

Drogherie

Pepe alla rinfusa

Pesci secchi e salati


Potassa e Perlassa
Riso in sacchi
Sale di soda
Soda
Sommaco
Succo di regolizia

cotone

Zenzero in sacchi

QUINDICI PER CENTO SOPRA GLI OGGETTI SEGUENTI

Alcali

Lane sucide

Piume

Cacao alla rinfusa

Legumi secchiv

Sale

Formaggio
Frutti verdi e secchi

Mercanzie soggette a
ruggine

Salnitro

Il quoto di esenzioni sopra le mercanzie annotate nel prospetto prece

dente del cinque per cento. In caso di avarie sopra i liquidi ed altre
mercanzie soggette a colagio , qualunque sia la causa di queste avarie, noi

non pagheremo che l eccedenza del dieci per cento. Il clagio ordinarlo
non a nostro carico, ed ssato a due percento.
Am. lo. Le avarie non provenienti che la spese saranno rimborsate,

colla ritenuta di uno per cento. Le quali avarie, con quelle particolari, ac
cdendo il caso, saranno cumulate, e la ritenuta sar presa sopra queste
u time soltanto.

Anr. 1r. Nel caso di avarie grosse o comuni, sia sopra corpo, sia sopra
mercanzie, noi non pagheremo che l eccedenza dell uno per cento.
Alt-r. la. Sono franchi davaria particolari, fuori dei casi di ahbordaggio,
o di arenamento, i cristalli, le Vetrerie. i liquidi in bottiglie, le porcellane ed

altre mercanzie fragili e soggette a rottura. Noi, assicuratori, ne saremo


responsabili nei due casi qui sopra solamente e la ritenuta sar del quindici
r cento.15) Noi siamo esenti dalle avarie provenienti dal vizio proprio
peAnr.
della cosa assicurata.

ART- 14. Le avarie grosse o comuni, e le avarie particolari non potranno


mai essere cumulate, n tampoco quelle di andata e ritorno; esse saranno
Eegolate separatamente, e le ritenute saranno fatte sopra ciascheduna specie

I avarie.

An-r. |5. Le franchigie stipulate agli articoli 7, 8, 9 e In saranno sem


pre prelevate sopra lammontare delle somme assicurate; quelle stipulate a
gli articoli 1o e 11, saranno prelevate solamente sopra le somme che a
vranno contribuito nei regolamenti di avarie.

ART. 16. Tutte le avarie grosse o provenienti da spese, sia sopra cor

11o

po, sia sopra mercanze, pei navigli chevanno all estero, saranno rimbor
sale, con deduzione della franchigia, dietro regolamento che sar stato fatto

al porto di scarico, senza aver riguardo alle leggi ed usi di Francia.


Anr. 17. Nei casi in cui il naviglio, durante il corso del suo viaggio,
fosse costretto di dar fondo in un porto qualunque per ripararsi, o per
qualunque causa, le spese di questa stazione non potranno essere regolate
se non alla ne del viaggio, perch, se il naviglio fosse preso o perduto
prima (Il essere giunto al porto di sua destinazione, le avarie soerte dal

naviglio o da altri oggetti assicurati durante il viaggio, non sarebbero pi


a carico degli assicuratori,i quali non potrebbero mai pagare al di l della
somma assicurata.

Artr. 1S. Se rassicurazione a meseo ad anno, noi intendiamo di esse


re esenti dai rischi dei mari del Nord (al di l di Dunquerque) e dai re
schi del Mar Nero, dal primo ottobre.
i
Anr. 19. Nei casi di assicurazioni a. premio legato sopra navigli desti
nati pei viaggi al di l dei capi Horn e di Buona Speranza, accordato
ai capitani, sia in tempo di pace, sia in tempo di guerra lo spazio di otto
mesi, contando dal giorno in cui essi avranno dato fondo al primo porto della
colonia nella quale avessero incominciato le loro operazioni, e di sei mesi
soltanto per gli altri viaggi. Dopo questo tempm,ciaschedm mese di sog

giorno dar luogo ad un aumento di premio del mezzo per cento no al


duodecimo mese di soggiorno, dopo il qual tempo gli assicuratori saranno

esonerati da ogni rischio. In questo caso, noi terremo conto alfassicurato del
terzo di premio legato convenuto nella polizza ( tanto sopra corpo quanto
'sopra merci) e Vassicurato ci terr conto, da parte sua, degli aumenti ac
quistati, com stato detto, in ragione del prolungamento d soggiorno.

Anr. no. Il diritto di storno o di annullamento, per le assicurazioni a


premio semplice, ssato ad un quarto per cento, tutte le volte in cui non
vi fosse verun alimento dato alla polizza.
Anz. zrf Uabbandono non potr esser fatto, cio: Pel corpo del na
viglio, se non nel caso di naufrngio,odi arenamento con rottura, che lo ren
(la inabile alla navigazione, o dunavigabilit per ogni altra fortuna di ma
re; Pel carico, se non nei casi di perdita o di deterioramento degli oggetti

assicurati, se il deterioramento o la perdita eccede i tre quarti dei loro


valore, ancorch il naviglio avesse naufragato o fosse arenato con rottura.

In mancanza di notizie del naviglio, al porto di destinazione, noi, assi


curatori, non potremo ricusare Pabbandono, e per conseguenza il rimborso,
dopo dieciotto mesi, pei viaggi al di l dei capi Horn e di Buona Spe

ronza; dopo un anno per gli altri paraggi di lungo corso e di grande ca
hotaggio; e di sei mesi, pel piccolo cabotaggio, contando dal giorno della
partenza, o dal giorno al quale si riferiranno le ultime notizie ricevute.

Anr. 21 In caso di perdita del naviglio, Par'mature rester responsabile


degli stipendi dovuti alpeqnipaggio anteriormente al viaggio durante il qua

le il sinistro avr luogo, aucorch il rischio fosse stato sottoscritto a pre


mio legato.
,
Attr. 25. Tutte le perdite a carico di noi, assicuratori, saranno pagate
tre mesi dopo la giustificazione del sinistro, al presentatore della presente

polizza, senza esigere procura, s egli anche presentatore dei documenti


giusticativi.
Le avarie saranno pagate immediatamente dietro il regolamento.

Atta. 24. Noi vi dispensiamo dal farci noticare gli avvenimenti allor
quando saranno inseriti nel Bollettino commerciale di questa citt, o nel

giornale delPHavre.
Anr. a5. A tutti i navigli accordata la facolt di fare tutte le scale

111

volontarie, sia ascendendo, sia discendendo o retrocedendo, mediante un an


mepto di premio di un quarto per cento per ciascuna scala.

E accordata la facolt ai navi li asceudendo o discendendo dalla Senna,


di toccare all Havre e ad Honfieur, e, nel prinio caso, di porre fuori di
bordo, come pure di passare da una costa all altra per iscaricare o porre
fuori di bordo, senza aumento di premio.
A111. 26. Gli assicuratori e gli assicurati, ciascuno in ci che l riguar

da, si obbligano inoltre a conformarsi alle leggi e regolamenti marittimi, in_


ci che non vi derogato dalla presente.

Atrr. a7r Tutte le contestazioni per l esecuzione delle condizioni della


presente (ljlla
olizzapiazza,
saranno
giudicate da nominati,
due arbitri,luiio
negozianti
od anziani lne
gozianti
amichevolmente
da voi, assicurato,
al
tro da noi, assicuratori, i quali arbitri dovranno, prima di prendere cognizio

ne dell? affare, aggiun ersene un terzo per pronunziare, in caso di discordia.


I quali risclii noi a biamo preso, sopra buone o cattive nuove, rinunzian

do reciprocamente alla lega e mezza per ora.

Osservazioni. Le franchigie di avarie vengono sempre de


dotte dallainmontare delle avarie, qualunque sia il loro
massimo.
Se il naviglio costretto a fare una stazione interme

diaria durante il corso del suo viaggio, gli assicuratori ne


assumono ordinariamente il rischio a loro carico, mediante

un aumento di premio di un quarto per cento per ogni


stazione, ma questa condizione debb essere stipulata nella
polizza.'
Le leggi francesi, non ammettendo le assicurazioni so

pra nolo, esse formano il soggetto di una polizza (Youore.


La senseria a carico dell assicurato.
STOCOLMA.
POLIZZJ DI JSSIC UH JZIONE .

La compagnia di assicurazioni marittime di Stocolma assicura a . . . . o a


chiunque per lui agir, parte o tutto di . . . . a . . . . sopra . . . . che

gi . . . . caricato o pronto ad esserlo, a bordo del . . .. chiamato . . . .


alla custodia di Dio! comandato da
capitano, o da chiunque lo sar iii
sua vece, e sotto qualunque nouie che il detto naviglio o ixipitiiuo sia 0
possa essere denominato, le quali mercanzie, qualsiasi il loro prezzo pi o
meno, sono state per comune accordo apprezzate a .. . . il capitano . . . .

essendo
Secondo
lettere
ricevute. da, . I . .. il
vela al primo
buon
vento.

profilo a porre alla

Durata dei rischi. M La compagnia di assicurazioni assume asuoi risclii e


sotto la sua responsabilit, tutti i pericoli ed accidenti che potessero accadere

dal giorno e dal momento in cui queste mercanzie saranno portate alla
piazza di caricazione, o sulla spiaggia,' per esservi imbarcate o trasportate

sopra altri navigli, batelli, schi o scialuppe, a bordo di detto naviglio, e


fino al momento in cui le dette mercanzie saranno giunte al loro luogo di
destinazione sninmentovatii e cli esse saranno state sbarcato dal detto na

viglio sulla piazza dello sbarco, o portate sulla spiaggia con altro naviglio,

112.

scialuppa, batello o schifo, senza verun danno; il quale sbarco deve eet;
tuarsi entro i quindici giorni dopo larrivo del dettovuaviglio nel porto su
mentovato, epoca alla quale il rischio non pi a carico della compagnia
di assicurazioni, a meno che questo sbarco non possa esscr elfettuato nel

tempo prescritto, per qualche impedimento legale o detenzione; ci che do


vr essere provato in caso di perdita e di danno.
Il capitano essendo padrone di regolare il suo cammino e di effettuare il
suo viaggio nel modo che creder il pi vantaggioso, pu pure, sia costret

to dalla necessit, sia di sua libera volont, toccare ad ogni porto o ad o


gni rada che vorr, nel corso del suo viaggio.

Se fosse necessario di sbarcare mercanze da bordo per rimbarcarle so


ra un altro bastimento, qualsiasi la sua dimensione, l assicurato ha la li

Eert di farlo, seniaspettare la sanzione o la permissione della Compagnia


di assicurazioni; la detta Compagnia dovendo, per le dette mercanze, cor
rere gli stessi rischi ed incorrere la medesima responsabilit come se lo sbar
co ed il rimbarco non avessero avuto luogo.

Guarentigia dei rischi, e pagamento delle perdite. - La Compagnia


di assicurazioni deve altresi essere responsabile di tutti i danni che potes
sero sopraggiungere alle dette mercanze, pei diversi pericoli di mare, tern
peste e cattivi tempi, naufragio, arenamento, oscurit, ghiaccio, fuoco, er

rore di navigazione e seqnestrazione perz decreti di re, regine, principi o


governi, repubblica o popolo, sotto qualsiasi nome o forma sieno esse fatte,
rappresaglie, detenzione, saccheggio con violenza eseguito da un vascello da
guerra o da un incrociatore, da un corsaro, pirata, o nemico; cattiva condotta,
negligenza ed ostinazione del capitano e dell equipaggio; come puredi
tutto altro danno ed accidente che potesse esser avvenuto, all insaputa del
l assicurato e senza il suo consenso; senza veruna eccezione, la Compagnia

mettendosi essa medesima, in tutte queste circostanze, in luogo e vece del


l assicurato, tenendolo libero da qualunque danno e perdita, ed impegnan
dosi di pagare all assicurato. al suo agente o procuratore, qualunque per
dita e danno che potesse soffrire sopra la somma assicurata, e ci entro il
termine di un mese dopo clie la perdita o il danno sar stato comprovato
alla Compagnia di assicurazioni. Alla sopravvenienza di qualunque danno
od accidente, l assicurato deve, da s stesso o per mezzo dei suoi agenti,
impiegati o procuratori, usare di tutte le sue Iiicoll e mezzi allinch le
suddette mercanze o porzione delle medesime, sieno difese, salvate e ricu
perale. Del pari l assicurato, sia da s stesso, sia col mezzo di altre per
sone, deve iare ci che dipender da lui pel salvamento delle dette mer
canze, secondo le leggi ed i regolamenti di ciaschedun paese e piazza, e
far si clie ogni articolo salvato sia venduto, senza prima aspettare Pavvisu

0d il CODSGIIsO della Compagnia di assicurazioni; la quale debb essere le


nuta al pagamento di tutte le spese che ne verranno dietro, e di tutti i
danni che ne risultassero, gli oggetti sieno o no salvati; e l ammontare
delle spese, debitamente certicato da quelli che le avessero fatte, sar am

messo senza discussione; e qualsiasi la cosa salvata essa andr a credito della
Compagnia di assicurazioni.

ln conseguenza di tuttequeste condizioni, la Compagnia di assicurazioni


ha ricevuto in contanti il premio convenuto di . . . .

La Compagnia si riserva peraltro di essere esente dal pagare le avarie e


le spese clie derivassero da stale, come altres i danni ed avarie al disotto
di tre per cento, eccetto sopra le mercanze suscettive di essere danneg
giate facilmente, come lane, lino, cera, bacal, arringhe, sali, grani, zuc

chero, ed altri articoli simili, la cui franchigia del dieci per cento. Del
resto, essa si assoggetta alle regole di assicurazioni e di avarie stabilite da

113
sua Maest reale nostro graziosissimo sovrano, e inpegua, di buona fede,

di osservare ed adempiere senza ritardo tutte le condizioni alle quali essa


si sottomette. Fatto e conchiuso a Stocolina, il . . . . ecc.

In favore della Compagnia di assicurazioni marittime di Stocolina, e con


formemente alle condizioni contenute in questi regolamenti.
Osservazioni. Due societ di assicurazioni marittime esi

stono in Isvezia, cio: La Compagnia di assicurazioni di


Stocolm , e Stokholms Sjoorsarings Bolay; ambedue
residenti a Stocolma. Vi si trovano pochi assicuratori parti
colari.

'

'

Le polizze di assicurazioni prescritte dalle leggi spiegano


la maggior parte dei rischi che corrono gli assicuratori, co
me iprivilegi di cui essi godono, ma' questi stabilimenti
pagano la totalit .del danno nel caso di perdita totale ed
in quello di avarie generali, tutte le volteche ascendono
all uno per cento. D altro canto, gli assicuratori hanno a
dottato le clausole generati seguenti che sono inserite nelle
polizze, cio;
'
Sopra Iiastimenli. Assicurati franchi d avarie cagionate
al naviglio per tempeste, cattivo stato o vetust, a meno
che non abbia toccato sopra fondi e scogli.

Sopra mercanzie. Gli statuti di assicurazioni ed avarie

del 2 Ottobre i75o, e lappendice dell8 maggio 1817 sono


in vigore, questi statuti, come pure gli usi, sono pi con
formi a queili di Amburgo che a quelli dqnghilterra, cost,
per esempio, gli articoli seguenti sono ammessi in unava
ria generale:

'

'

Gli stipendii e le provvigioni delcapitauo e delvequipag


gio; le spese di porto e di pilotaggio, tanto allentrata quan
to all uscita del naviglio, le spese di sbarco e di rimbar
co e dmmagazzinaggio delle mercanzie durante il soggiorno
del naviglio nel porto ove esso avr toccato per ripararsi,

lo stesso dicasi dei Jdanni e delle perdite di natura da es

sere sopportate dal naviglio solo.

Il naviglio contribuisce al prorata del suonatore, stima


to nel danno, senza ammissione di somme pagate per ripa

razioni o per forniture del suo materiale poste nell avaria


generale, se esso non assicurato per intiero, o se lo
solamente per la met. Ma se il naviglio, oduna partedel
medesimo oltrepassante la met del suo valore, assicura

to, esso contribuisce per la somma intiera per cui assi


curato.

Il nolo non in verun modo soggetto a contribuirenel


l avaria generale.
'
5
1

114

La consuetudine generale degli assicuratori Svedesi di


pagare le avarie generali dei navigli e delle mercanze de
stinate per porti stranieri, secondoil regolamento di avaria
fatto in questi paesi da persone debitamente autorizzate o
da corti di giustizia, senza veruna alterazione, ancorch il

regolamento fosse fatto secondo principii del tutto eontrarii


alle leggi edalle consuetudini di Svezia, purch questi prin
cipii sieno fondati sulle leggi o si riferiscano a consuetudi

ni, bona de, della piazza di discarico.


Dietro la produzione dei titoli che stabiliscono la perdita,
le Compagnie di assicurazioni fanno l antecpazioneagli as
sicurati ad un dipresso della somma che potesse esser loro
dovuta,

Bench gli assicuratori abbiano ssato un mese pel pa


gamento dei sinistri, calcolato dopo il giorno in cui la per
dita stata comprovata e regolata, tuttavia i pagamenti han
no generalmcnteluogo pochi giorni dopo, purch il rego
lamento sia esatto.
Se gli assicuratori non approvano il regolamento di ava
ria, o lo stabilimento del sinistro, fatto in Isvezia, essi as
soggettano la'are a quattro arbitri, scelti, due da ciasche
duna delle parti, e se il giudizio di questi arbitri non fosse
ancora riconosciuto buono, viene appellato alla suprema Cor
te delle Assicurazioni, da cui.Paare giudicato denitiva
mente e seniappello. Ma ben di rado si ricorre sia agli
arbitri, sia alla Corte di giustizia.
Il premio _di assicurazione debbessere immediatamente

pagato alla Banca, la iqual cosa non peraltro sempre os


servata.
'
TBIE,STE.
POLIZZA DI ISSICUItJZIONE
contra

danni marittimi arischio ordinario.


Si assicura,a rischio ordinario, il corpo, attrezzi c corredi del bastimcnto
clic, o sar in rischio di mare, comandato dal padrone o capitano, e pcl

viaggio a tempo dichiarato nelPappicdiestesa, ai patti, modi e condizioni se


guenti, e quelle di pi che potranno essere convenute cd inserite in calce,

ancorcb dircrsicassoro dalla presente.

Anr. 1. I sinistri, ed accidenti di mare, di naufragio, di fuoco, investi


mento a terra con rottura, di corsari,di pirati, di ogni sorto di gente, e di

ogni altro caso fortuito, sia di clic natura clt csscr si voglia, clic intervenisse
\

115
o fosse interventito, saranno a peso e carico dell assicuratore, salvo le ecce
zioni espresse negli articoli seguenti.

'

ART. a. Si eocettuanotlal rischio ed obbligo delPassicuratore, idanni de


rivanti al corpo del bastimemo, suoi attrezzi e corredi, nei casi in cui per
logge o consuetudine ha luogo il risarcimento per comparto in linea di ava
ria; e parimenti in quelli nel quali, per qualsivogliu accidente della naviga
zione, padrono o capitano nel corso del viag io assicurato siaobbligaloalla
concia del bastimento, ed al discarico per ren ersi atto al proseguimento; c
cos pure quei danni che per qualunque modo accadono ai soli corredi, sal
vandosi il corpo del bastime|ito.
' '

Anr. 5. Restaiferma e valida la sicurt cogli obblighi medesimi all assi


cnratorcfse,accadesse che fosse fatto errore nel nome del padrono, o capi
tano che comanda il bastimento, o se per morte o per altra cagione legitti
ma, venisse il padrono o capitano ,stesso cambiato; purch per tutte le altre
circostanze si riconosca la verit ed identit del rischio assicurato ed assunto.

ART. 4. Resta pur ferma e valida la presente sicurl in ogni direzione


che il padrone o capitanodovesse prendere nel pattuito viaggio o tempo, se
condo l arte sua navigando a destra ed a sinistra, di sotto o sopra vento una
e pi ate c toccando tutte le scale, porti, stazzi, spiagge e ridotti .in cam

mino e fuori ancora, quando fosse astrctto dalla necessit di navigazione e di


sicurezza, con andare, stare, caricare, scaricare e ricaricare, e fare tutto quello
che gli occorresse, purch non muti viaggio o non ecceda il tempo assicura
lo; e parimenti ferma e valida resta' la sicurt per ogni. tcmpo e caso in cui
il bastimento medesimo fosse impiegato all obbedienza od al scrvigio sovrano
o pubblico.
'
i

ART. 5." ll premio s intender guadagnato dalpassicnratore, nel punto in


cui rma la polizza di sicurt; ed il suo rischio incomincier dal giorno ed
ora che il de_tto bastimento si metter alla vela pel destinato viaggio, e ter
mner, ventiquattr ore dopo che il detto bastimento, salvo dagli avvenimenti
assicurati, sar ancorato nel porto ove nisce il viaggio assicurato; e nelle
sicurt fatte a tempo, o per; andata e ritorno, correr il rischio Passicuratore
anche
del bastmento nei
porti cammin
facendo.per tutto il tempo della stazione
i
'
i

ART. 6. Il rischio nella sua realit e quantit dovr essere comprovato


dall7 assicurato con quei documenti che gli hanno dato titolo ad eseguire la
sicurt, ed il valore del corpo, attrezzi e corredi del bastimento sar calco
lato snll apprezzamento nellR-stesa daccordo, vaglia o non; e col medesimo
ragguaglio sar Fiuteresse scoperto. .
.
ART 7. Nei casi in cui l abbandono pu esser fatto, ed in quelli di ogni

altro accidente a rischio delPassicuratore, dovranno Vassicurato, isuoi commessi,


ed agenti far noticare a quello gli avvisi ricevuti.
noticazione dev esser
fatta entro giorni tre dalla ricevuta degli avvisi , e prima potendo..
ART 8 L abbandono debb essere fatto all assicuratore, nel termine
di _mesi sci, a cominciare dal giorno della suddetta noticazione P?

sentando ad esso gli atti gustticativi del rischio, o mandato, e del sinistro,
non che la dichiarazione di tutte le assicurazioni che ha fatte o fatto fare,
comprese quelle che ha ordinato, ed il denaro che ha preso a cambio marit

timo sul corpo, attrezzi e corredi del bastimento medesimo; in mancanza di


che, il termine del pagamento, che deve cominciare a computarsi dal giorno

dell abbandono, sar sospeso sino al giorno in cui presenter le dette prove
e dichiarazioni, senza che nc risulti alcuna proroga del termine stabilito per
fare l atto ,di abbandono, trascorso il quale non sar pi ammesso.

Attr 9f Incaso di naufragio, odinvestmento con rottura, l assicurato,


commessi od agenti, devono, potendo, senza pregiudizio dell abbandono da

116
farsi a tempo e luogo, procurare il ricupero del corpo ed attrezzi; e sulla
loro asserzione giurata, gli saranno accordate le spese _di esso ricupero,
sino alla concorrenza del valore degli effetti ricuperati.
'

Atrr. 1o. Nel casodi arresto per parte di qualunque potenza odei loro
corsari, noticata la notizia, come alPmticolo settimo, non potr aver luogo
Fabbanrlonoyche dopo la prima sentenza ili sco, oppure dopo sei mesi della
noticazione dell accaduto, presentando alPassicuratore gli atti giusticativi e
la dichiarazione come allarticolo ottavo, e dovranno Passicurato, suoi commessi,

od agenti, nel corso del termine ssato, tare tutte le diligenze che possono
dipendere da essi, alline di ottenere la liberazione delbastimento arrestato, e
Fassicuratore potr dal canto suo, separatamente o di concerto cogli assicurati,
agire per lo stessuue tanto in questo caso, quanto in quelli menzionati ne
gli articoli precedenti.
ART. n. Se spirato un anno computabiledalla partenza del bastimento, o
dal giorno al qualesi riferiscono le ultime notizie ricevute, Passicurato dichia
ra di non arer riccvuto alcuna notizia del suo bastimento, egli potr lare lb

bandono allassicuratore,echiedere il pagamentodelpassicurazione, Seftla che


vi sia bisogno dellattestato della perdita del bastimento; trascorso tale termi
ne. Passicurato ha per agire il termine stabilito dalparticolo ottavo ; e se gllln

gesse dopo esso bastimento nel dichiarato luogoasalvamentmlti rinunzia sar

riputnta come se falla non fosseJrestando,esso bastimentoper conto dellassi


curato; e qualora fosse seguito di gi il pagamento , dovr Passicnrato resti
tuire la somma incassata coll interesse del mezzo per cento al mese, per il
tempo' clie avr ritenuto il denaro.
" '
Anr. i2. Ogni assicurazione fatta, dopo la perdita o l'arrivo delpoggetto
assicmiato, nulla, qualora vi sia presunzione che prima della rma del con
tratto, rassicurato abbia potuto essereinformato della perdita, e Fassieuratore
dellarrivo dewoggetto assicurato.
_
'
Anr. 15 La presunzione esiste, se, facendo il computo di quattro miglia
e mezzo comuni italiane perora, senza pregiudizio delle altre prove, si rico
noscu che dal luogo dell arrivo o della perdita del bastimento, oppure dal
luogo donde la prima notizia giunta, questa ba potuto essere portata pri
ma della ,sottoscrizione del presente contratto; tuttavia se l assicurazione

l'alta sopra buone o cattive nuove, la presunzione mentovata non ammessa.


ART. 14. Nel caso in cui, 0 per consenso delle partio per obbligo, si I.

lo storno della sicurt , Passicuratore avr sempre giladagnato un premio di


mezzo per cento.

'

A31. |5. Riconosciuto il caso a carico dell assicuratore, sar pagata la


somma colla presente assicurata, tanto allassicurato, quanto a cadano altro
legittimo possessore della polizza, subito collo sconto di sei per cento in come

biali a tre mesi data;,ed al momento che si firma la polizza, pagher Passi
curato il premio di sicurt.

.
Airr. r6. In ogni caso contenzioso di sinistro maggiore , Passicuratore si
obbliga di pagare prima allassicurato la somma assicurata, dopo la presenta
zione della petizione di merito,'e poi litigare la causa, previa per una inta
volata pieggicria che valga a rendere allo stesso assicuratorei denari ricevuti,
con pi il dieci per_ cento a titolo di condanna, qualora la sentenza fosse
prortunziata a favore del medesimo, oltre Pinteresse del sci per cento.
Artr. 1 . Per tutto quello clie non si trova contemplato nella presente, e
per tutte Z2 dierenze che potrebbero insorgere tra le parti contraenti, si ri
porteranno le medesime alle disposizioni dell ordinanza di marina francese
del 1681: no a tanto che tuorrlinanza pi recente non sia emanata dalla

Corte di Vienna, ovvero sia formato un Codice su questo argomento.


Per Padempimento di tutte le clausole contenute in questa polizza, gli as

H7
sicuratori offrono all assicurato la cauzione di tutto il loro capitale, e si as
soggettano ai tribunali competenti.
,
Trieste il . . .
POLtZZA DI ASSICUBZIONEA TUTO RISCHIO.
Si assicura,a tutto rischio e pericolo, le mercanzie ed altri effetti che sa
ranno de'ritti nellappiedi estesa , ai patti e condizioni seguenti, e quelli di

pi che potranno essere convenuti ed inseriti in calce, ancorch diversicas


Sero dalla presente.

Anr. 1. Sono a rischio dell assicuratore tutte le perdite ed i danni che


arrivano agli oggetti assicurati per cagione di tempesta, naufragio, investimen
to, urto fortuito, cangiamentl forzati di cammino, di viaggio, di bastimenti, per
getto, fuoco, preda, saccheggio, arresto per ordine di potenza qualunque, di

chiarazione di guerra, rappresaglie ed in generale per tutti gli altri accidenti


di mare, non che la baratteria del padrone o capitano che comanda il ha
stimento e le avarie che sono a carico dellassicuratore, secondo il manifesto
in data 6 novembre 185o, di cui un originale fu presentato presso questa
Camera di commercio.

Anr. 2. Si eccettuano dal rischio ed obbligo degli assicuratori i danni


derivanti alle cose assicurate per calo, colaggio, spandimento, stiva e dogana,
o guasto delle medesime pel loro vizio proprio o difetto inerente alla cosa,
comeanrbe la ruberia del padrone, capitano od equipaggio.
Anr. 5. Resta ferma e valida la sicurt cogli obblighi medesimi all as

sicuratore, se accadesse che fosse l'atto nel nome del padrone o capitano che
comanda il bastimento, o se per morte o per altra cagione legittima venisse
il padrone o capitano stesso cambiato; purcb per tutte le altre circostanze

si riconosca la verit ed identit del rischio assicurato ed assunto.


A111. 4. Il premio siIitender guadagnato dallassicuratore nel punto in
cui finir la polizza di sicurt, ed il suo rischio incomincier dal momento
in cui le mercanzie ed altri effettisaiannb stati imbarcati per condurli a

bordo del bastimento, e terminer allo scarico in terra g ma pel caso che
l assicurato negligesse di far assicurare le merci e credesse a proposito di
lasciarle nel bastimento, in vece di magazzino, allora il rischio dell assicu
ratore nir quindici giorni dopo larrivo del bastimento, a meno clJe de

gl impedimenti o degli ostacoli legittimi non fossero il motivo per cui le


merci non hanno potuto essere sbarcate in questo spazio di tempo, ciocche
dovr esseremlimostrato in caso di disgrazia o di perdita.

ARr. 5.7 ll rischio assicurato nella sua realit e quantit dovr essere
comprovato colle consuete polizze di carico o con equivalente documento,
ed il valore sar calcolato coi conti e fatture di costo e spese, o con altri
adattati e snllicienti recapiti, ovvero coll apprezzamento nellestesa (raccor

do, vaglia o non vaglia; e cogli stessi fondamenti sar calcolato l interesse
scoperto.

'

Anr. 6. Si considera per sinistro maggiore, qualora il danno o la perdita


degli oggetti assicurati sopassi il cinquanta per cento delfimportare del loro

costo e spese no a bor o o dell apprezzamento stabilito, escluso sempre


limportare del nolo, oppure nel caso in cui le due avarie, cio la generale

e la particolare, facessero sorpassare la perdita al detto limite, e potr per


conseguenza aver luogo Pabbandono.

'

Atrr. 7 Nei sinistri minori, ossiano casi di avaria, non potr aver luogo
giammai Pabbandono; e cos pure prima che il viaggio sia incominciato.

Atrr. 8. Nei casi in cui l abbandono pu esser fatto . ed in quelli di


ogni altro accidente a rischio dell assicuratore, dovranno rassicurato, isuoi

118
commessi od agenti, far noticare al medesimd gli avvisi ricevuti. La noticazione
devesser falla entro tre giorni dalla ricevuta degli avvisi, o prima potendo.
Airr. g. L'abbandono dev esser fatto allassieuratore nel termine di sei
mesi, a cominciare dal giorno della suddetta noticazione, presentando ad
esso gli atti giusticativi del rischio, o mandato, o del sinistro, non che la
dichiarazione di tutte le assicurazioni che ha fatte o fatto fare, comprese
quelle che ha ordinate, ed il denaro che ha preso a cambio marittimo sulle
mercanze; in mancanza di che, il termine del pagamento, che deve comin

ciare a compntarsi dal giorno delvabbandono , sar sospeso sino al giorno


in cui presenter le dette prove e dichiarazioni, senza che ne risulti alcuna
proroga del termine stabilito per fare Patto di abbandono; trascorso il quale
non sar pi ammesso.

Anr. lo. In caso di naufragio od investimento con rottura, Passicurato,


comtnessiod agenti. devono, potendo , senza pregiudizio dell abbandono da

farsi a tempo e luogo, procurare il ricuperamento degli elfetti, e sulla loro


asserzione giurata, gli saranno accordate lespese di esso ricuperamcnto sino
alla concorrenza del valore degli oggetti ricuperati.

Aur. U. Nel caso di arresto"per parte di qualunque potenza o dei loro


corsari, noticato l avviso , come all articolo ottavo, non potr aver luogo

l abbandono che dopo la prima sentenza del 'o, op ure dopo sei mesi
dalla noticazione
r le mercanze non deperibili , ,e
tre mesi soltanto
pei grani, salumi, rutti ed altri generi deperibili, presentando all"assicuratore
gli atti giusticativi e la dichiarazione come allarticolo nono; e dovr las
sicurato, suoi commessi od agenti, nel corso del termine stabilito, fare tutte

le diligeuze che possono dipendere da loro,,alliue di ottenere, la liberazione


degli eetti arrestati, e Passicujatore potr dal canto suo, separatamente o
di concerto cogli assicurati, agire, per lo stesso ne , tanto in questo caso,

quanto in quelli menzionati negli articoli precedenti.


A31. m. Se, spirato un anno, computabile dal giorno della partenza del

basttimcuto, o dal giorno al quale si riferiscono le ultime notizie ricevute,


Passicurato dichiara di non aver ricevuto alcuna notizia del bastimento, egli

potr fare llabbandono allassicuratore e chiedere il pagamento dell assicu


razione, senza clie si sia bisogno delrattestato della perdita: trascorsa tale
epoca, Passicurato ha per agire il termine stabilito dall articolo nono. Se
giungesse dopo esso bastimento, e venissero scaricatc'in terra le mercanzie

assicurate nel dichiarato luogo a salvamcnto, Pabbandono sar riputato come


fallo nonfosse, e resteranno dette merci per conto dell assicurato, e qua
lora fosse di l seguitoil pagamento, dovr Passicurato restituire la somma
assicurata coll interesse del mezzo per cento al mese per il tempo che avr
ritenuto il denaro.
,
'
Ama. 1.). Ogni assicurazione fatta dopo la perdita o larrivo degli og

gettiaisicurati nulla, qualora vi sia presunzione clitfprima della rma del


contratto, l assicurato abbia potuto essere informato della perdita o l assi
curatore dell arrivo degli oggetti assicurati.

Atta, 14. La presunzione esiste, se, facendo il computo di quattro miglia


e mezzo comuni italiane per ora, senza pregiudizio delle altre prove, si ri
conosca clie dal luogo dell. arrivo o della perdita del bastimento, oppure
dal luogo d onde la prima notizia giunta, questa ha potuto essere porta
ta prima della sottoscrizione del presente contratto : tuttavia se Fassicurazio

ne fatta su buone o cattive nuove, la presunzione mentovata non am


messa.
,.
,

Anr. 15. Nel caso in cui, o per consenso delle parti o per obbligo, si

fa lo storno della sieurt, l assicuratore avr sempre guadagnato un premio


di mezzo per cento.

1 1g
Anr. 16! Riconosciuto il caso a carico dellas.sicuratore, saranno pagate
le rispettivo somme assicurate, tanto agli assicurati, quanto ad ogni altro le

gittimo possessore della polizza, subito collo sconto di tre per cento con
cambiali a tre mesi dalla data ; ed al momento che si rma la polizza las
sicnrato pagher il premio di sicurt.

,ARr. 17. In caso di avaria, dovr farsi il pagamento della quota spep
tante all assicuratore subito dopo che avr presentato il regolamento le
gale, in contanti, ovvero con cambiali per Vienna o per Augusta, col dif

falco dell agio corrente in piazza nel giorno del dovuto pagamento.
A111. 18. In ogni caso contengioso di sinistro maggiore, l assicuratore si
obbliga di pagare prima alpassicnrato la somma assicurata: poi litigare la
causa, previa per una ipotecaria pieggieria che valga a rendere all as
sicuratore i denari ricevuti, con pi il dieci per conto a titolo di condanna qualora la sentenza fosse pronunziata a favore della Compagnia assi
curatrice, oltre Pinteresse del mezzo per cento al mese.
i

A111. 19. Per tutto quello che non si trova contemplato nella presente3
e per tutte le differenze che potrebbero insorgere tra e parti contraenti, s1
riporteranno le medesime a quanto viene disposto dall ordinanza della mari

na di Francia del 1681; sino a tanto ch emanata non sia dalla Corte di
Vienna un altra ordinanza od altro Codice sul P articolare.
.

M A. N I F E S T 0
Inmuca I.'

Franchigia sulla somma assicurata del tre per cento delllhvarin


generale, e del tre per cento sulla particolare, da pagarsi le se-.
parate e sole eccedenze.
i
_-__-___T_'_.__._____

Ambra greggia
Antimonio

Galloni e filo d'oro e


di argento

Oro, argento e qua


lnnquemoneta

Caff in barili o caratelli.


Cera greggia o lavorata

Gioie e perle
Gomene ed altri cavi
Lana lavorata '

Osso di balena
Pegola e pece
Piombo

Coralli
Coralli sodi o lati

Legnami da tinta e da
lavoro ,

Rame
Rete

Denti di elefante od
avorio
Ferramenta in mazzi
ed in altri pczzi

Maniliittnre di cotone,
lana, lino e seta
Marmi greggi
'

Stagno
Tnmici e setaci
Zinco e gclaniina

12.0

lunurca II.

Franchigia del tre per cento delavaria generale, da pagarsi


Pcccedenza, e salvo da rottura 'o guasto da qualunque causa
derivante.
Ambra lavorata
Manifatture di legno
Candele di cera edisevol Marmi lavorati
,

Specchi, lustri e can


nocchiali

Chincaglierie
Contarie, in li
Lastre
_
Macchine di ognisorta
Madreperla

Strumenti musicali
Terraglie
Vetrami.

Orologi
Porcellana
Scatole di qualunque
sorta

Botanica III.

Franchigia del Ire per cento dell avaria generale , da pagarsi


Peccedenza e salvo da qualunque bagnamento, ruggine e guasto.
Acciai greggi e mani-

Carta do ni sorte

Galloni falsi

fatturati. .
Armi da punta, da la,glio c da fuoco.
Bande stagnate

Chiodi e ogni altra


ferramenta
Corde armoniche
Filo doro e dargento

Libri e stampe
Oro cantarino ed ogni
metallo battuto
Quadri pitturati.

RUBRICA IV.

Franchigia sulla somma assicurata del (re per cento dellhvaria


generale, e del cinque per cento dellaparticolare, da pagarsi

e separale e sole eccedenze.


Bande stagnate

Indaco

Tamarindi

Calf in botti, caratelli e sacchi

Manna
Noci moscate

T
Vainiglia ed ogni altra

Cinabro

Oppio

Colofonia

Pelli concie

Droghe di ogni sorta

Riso in botti

Zolfo in casse e barili

Sapone

Zucchero in casse e ba

in botti e casse

Gargiuolo

Seta cruda

droga in botti o in
casse

rili

121

' lomuca V.

Franchigi del tre per cento delPaoaria generale e del dieci per
cento della particolare, da pagarsi le separate e sole eccedenze.
Alizznri
' Filo iPAngora
' ,
Allume di rocca in bot- Frutti secchi d ogni '
ti o fusti

sorte, in botti, ba-

Amido e qualunque

Pelliccerietrogni sorte,

rili, casse, s.tole e

biada, grano, graua-

glie e legumi,iu sacchi e botti.


Anic ossia Aneto
Arsenico

sorte, greggi, comi


o salati
.

conce o noncoucc

sacchi

Pelo di cammello ossia

Galla di qualunque
sorte
Gomma di qualunque

Peletoni
Potassa
Riso in sacchi

sorte

Sale ammoniaca in botti

Ca: in sacchi o fardi


Canape

Gripolo ossia Tartaro


Indaco
. '

Saluitro iu botti
Sapone

Cioccolata

Lacca

Sena

Cocclnglia

Lana sucida

Sengoui da far cappotti

Colla '

Lauetta

Stoppa

Colori d ogni sorte


Lini
Cremor ditartaro
Mandorle
Drogherie, foglie ed Medicinali di ogni sorte
erbe secche dogu Orpimeuto
sorte,iu sarchi o bal- Pellami secchi (Pugni

Succo di liquerizin
Tabacchi in foglia ed
in polvere '
Vitriolo in polvere
Zucchero in sacchi

lc o scafassi

'

_ n-r-n-u-N-u-n-l--n-I-nmn-n-

[lunare's VI.

Franchigia del cinque per cento delfavaria generale, da pagarsi


l eccedenza e lolalmente della particolare.

Acquavite

'Mcle e siroppi

Acque minerali

Oglio di ogni qualit

Agro di limone

' Pelli fresche

'

Spugne
Slraccie ocenci

Terra Qriaua

Argento vivo

Peunacchi

Trcmcutinn

Butrro
Catrame
Caviale

Pomclle in botti
Rosoli di ogni qualit
Sevo

Vini, liquori ed altri


liquidi
Zaifroui

Melazzo

'

' h

'
,

Spiriti ed essenze

I sapmlescrilli articoli sono altresjralzehi di colaggo e


spandimento, e cos pure dalla rollulu nalurale delle bOUL e [u
sli, ed essendn in vnsi e usc/|e di Ierraglie e ve/m, allora sa

ranno jianclii da rollura da qualunque causa clerivalzle.


~

16

1 2.:.
RUBRICA VII.
.

Franchigia del dieci per cento deZPavaria generale e del venti


cinque per cento della particolare , da pagarsi le separate ec
cadenze.
Biade, grano, grana-,
' mestibilealla rinfusa
glie, semi, legumi,. Biscotto
. risequalunqne com- Paste lavorate

Patate
Uva passa
Zolfo

RumucA VIII.
Franchi ia del dieci per cento (ielPaaaria generale, da pagarsi

i sole eccedenze e totalmente dellaparticolare.


Agrumi ed altri frutti

Formaggi

Sali di qualunque na

fresch
Allume alla rinfusa

Frutti secchi alla rinfusa

tura
Salumi

Arringhe ed ogni pesce

Pomelle in sacchi ed

Soda

alla rinfusa
Pozzolana

Vallonea

secco, fumato o salalo

RUBRICA IX.

Franchigia di qualunque avaria tanto generale


che particolare.
Cambii marittimi sopra merci, noli
ed utili

' ,

' .

Paccutiglie dei capitani, marinai e


[iasseggieri

RUBRICA X.

Con polizza a rischio ordinario.


.
Corpi de hastimenti

Caulbii marittiinisopla corpi

Annotazione. Uespressione, franco totalmente d avaria


particolare, s intende no alla concorrenza della met del
valore delle merci ed ectli assicurati, e sorpassando que
sto limite caso di sinistro maggiore.

12.?)

Se all'arrivo in Trieste di un hastimento da ,luoghi at


taccati da contagio od infezione, le misure sanitarie lo man
dassero a Venezia per consumare la conttrmacia, gli assicu
ratori saranno esenti da ogni spesa, dazio, nolo, provvigione,
0d aggravio qualunque per tale oggetto, ma continuer bens

il rischio loro negli assicurati elfetti sullo stesso bastimento


sino atto sbarco in quel lazzaretto non meno che su quel
medesimo legno o sopra altri nei quali.saranno_ essi rima
barcati per condurli a Trieste a salvamento in terra.
In ogni caso di avaria il danno da risarcirsi la diffe

renza del prezzo corrente al'_luogo del destino della cosa,


alla cosa avariata, meno le franchigie convenute colla poliz
zn di sicurt. Allavaria non pu essere aggiunta alcuna
spesa che laumenti, mentre le spes ordinarie spettano al
proprietario, e le straordinarie vanno, dopo vericata l a
varia, a peso di quello a cui appartiene loriginario danno
avvenulo. Qualora il prezzo al luogo di destinazione fosse

maggiore diquello su cui fu pagato i_l premio nella


di sicurt, l assicuratore paga in proporzione della
assicurata, ed il proprietario sull eccedenza che va
suo benezio. Nei casi. di avaria generale per getto,

polizza
somma
tutta a
debbo

no inoltre esser dedotte dal valore al luogo del destino della

merce gettata , tutte le spese di lazzaretto, dazii, dogana,


ed Ogni altra che dovette farsi per realizzare l oggetto get
tato. la assicuratore risarcisce, in caso di minor valore al
lUOgO del destinodella merce assicurata, la quota eettiva

mente eontribuita dall assicuratore in avaria generale, ed


in caso di maggior valore risarcisce in proporzione della
Somma ssicurata, deducendo in ogni occasione le franchi
gle convsnute.

'

Visunzzs.
POLIZZJ m ssrcvanzzoivn.
Le Compagne di assicurazioni venete hanno adottato il formulario delle
due polizze di Trieste salvo le seguenti dillerenze:
Nella lwllllhtntto rischio le Compagnie si riferiscono ad un Manifesto si
.mlle a quello l Trieste. Esse dichiarano che il loro rischio comincier dal
moment) l" Cu l\ mercanzie od altri effetti saranno ellifttivamente a bordo,

e lefmlef VeDlqtattr" ore dopo che il bastimeuto sar ancorato nel porto
scatllclmle si Coflera per sinistro mag iore la perdita dei tre quarti del
Plmlma"? (ltcedi 5o per cento). on ammessa l asserzione giurata
dell assicurato per cordargli le spese di ricuperamento.

'

Nella polizza a rishio ordinario le Compagnie venete stabiliscono il prin


cipio del rischio in Voezia dacch il bastimento giunto 'in Spignon per
uscire dal porto di Mlamocco, e di l della Motta di Castello, quando va

124
_
fuori per il porto di san Nicol tli Liio; e se il bastimento fuori o di
ritorno per Venezia 0 diretto per altri porti, il rischio incomincia dal gior
no ed ora in cui il dett bastimcnto si metter alla vela pel viaggio desti
nato, e terminer ventiqnattr ore clopo che sar ancorato nel porto ove
niscejl viaggio assicurato; e nellc sicurt fatte a tempo, o di andata e ri

torno, gli assicuratori correranno il rischio anche per il tempo della stazione
del bastimento nei porti di yinaggio.

Osservazione generale. Dietro i prospetti delle descritte


polizze osserveremo nalmente con Benecke, esser cosa as
sai, importante di conoscere gli usi ed il contesto dei for
molari di quei luoghi ove si danno le commissioni delle
assicurazioni marittime, e siccome possono farvisi mutazio

ni, cos necessario di prendere, in tale argomento, le pi


accirate informazioni locali, onde sapere se mai lungo tem
po fosse corso dacch non sono state fatte mutazioni nelle
assicurazioni di detti luoghi. Tali mutazioni sono valide,
purch le leggi non abbiano prescritto formolari determi

nati e vietato di servirsene (Valtri, esse possono anche di


venire utilissime, se contengono correzioni oriformedet
tate da matura esperienza , se vengono rese debitamente
note, e se sono in quella tal,piazza generalmente accettate.
Ma se per lo contrario, alcuni privati, sieno essi assicurati

o assicuratori, fanno di propria autorit innovaziolfne


formolari. usitati, senza renderle pubblicamente note, ne av
viene che coluiil quale per lungo tempo non comico il
formolario a stampa della polizza innovato, e non vele che
le aggiunte fattevi a penna. pu rimanere facilmtle ill

gannato, porgendogli un altro formulario in vece del solito.


Per tale motivo'nei casi contenziosi non si dovrfbbe mai
por mente alle clausole stampate, non contenute nei for
molari soliti, qualora la parte ingannata o lesa potesse pro
vare _di non essere stata avvertita delle novit inlrodolle
nelle clausole stampate.
'
ll supremo tribunale delfammiragliato di Btrigi eman
nel 1757. un decreto, che tutte le clausole straordinarie. e
devianti dalle prescrizioni delle Ordinanze, 10n dovessero
esser prese in considerazione; ma questo di/ielo generale

non si osserva, e presso i tribunali (in Fraicia) le clausole


stampate (cio quelle inseritenei formulari irtrodotti) si con
siderano per valide, qualora non sieno conrarie edopposte a
quelleaggiuntevi colla penna (Benecke, listema delle as

sicurazioni niariliiine, toni. Il], pag. 28) e seg.).

'

_ lbizionaaio.
nanna VOCI PII USITATIE.

A
ABBANDONQ. l atto col quale lassicurato, nei casi sti
pulati colle polizze ldiassicurazione, o secondo gli usi e con

suetudini dellevarie .citt ov stato fatto il contratto stesso


di assicurazione, rilascia agli assicuratori la propriet degli
oggetti, assicurati reclama la somma convenuta ed assi
curata.

L abbandono, secondo larticolo 389 del Codice di com


mercio, pu esser fattoin caso di perdita, di naufragio, di
arenamento con rottura, dinnavigabilit per sinistro di

mare, in caso di arresto perparte di una potenza stranie


ra, in caso diperlita o di deterioramento degli oggetti as
sicnrati, se? la perdita o il deterioramento ascende almeno
ai tre quarti del valore della cosa. Pu esser iatto in caso
di arresto per parte delgoverno, dopo il viaggio incomin

ciato, non pu esser i fattoprima


che il viaggio sia incomin
ciato.
'
,
ABBORDAGGIO. l urto di due navigli luno contro Paltro.

Iarticolo 4o7 del Codice di Commercio distingue tre specie


di abbordaggio : quello che accade per casojbrtuito; quello
che deriva dalla colpa di uno dei capitani ,' e quello avve
nuto senza che si sappia per colpa di chi.
'
Nel primo caso, .ildanno sopportato, senza ripetizione,
da quel naviglio che lo ha sotferlo, nel secondo caso, il
danno viene pagato da quel naviglio che lo ha cagionato,
nel terzo caso7 il danno risarcito _a spese comuni e per
eguale porzione, dai navigli che lo hanno cagionato e sof
ferto (art. 4o7 ).
.
.
AGENTE. In generale s intende per agente la persona che
amministra gli affari di un privato o di una compagnia,

ossia societ, nei luoghi ove questo privato o questa so

'126

ciet fa le sue operazioni. L agente di una compagnia di


assicurazioni marittime la persona che la rappresenta se
condo le facolt ch essa ha ricevuto dall amministrazione;

tale agente stabilisce i rischi, rma la polizza, e regola ge


moralmente le avarie.

ALUIENTO. Questa voce serve per esprimere le somme,


colli, o mercanze indicate nella polizza. Cos allorquando
si dice: questa polizza non stata alimentata, ,sintende
che le mercanze non sono state imbarcate, ed allora vi
diritto allo storno secondo le condizioni delle varie piazze.
Parimenti, quando lassicurazione cade sopra mercanzie da

indicare e che Passicurzito dichiara, tosto che lo saed en


tro i termini concessi, che Falimeno

la _tale o la. tale

altra mercanzia, allora essa viene espressa in seguito della


parte manoscritta della polizza, e l assicuratore rma e
prende nota.

Annxrnammvro ed Aanlrnr. Uarbitramento un modo di


giurisdizione volontaria col quale dei semplici privati sono
investiti, mediante la scelta delle part.i litiganti o da un tri
bunale, della facolt di pronunziare sulle controversie delle
parti stesse. Gli arbitri sono dunque persone scelte dalle
parti o nominate daun tribunale, per terminare una con

troversia.

'

ABENAMENTO. Dicesi arenamento od anche investimento,


allorquando un naviglio rade sopra scogli, sopra un basso
fondo o banco di sabbia, ov esso tocca ed arrestato per
mancanza _di acqua onde sostenersia galla, ci che pu

cagionare la sua perdita o di grandi avarie, se non ab


bastanza fortunato da cavarscne (Pimpiccio.

Allorquando la parola arenamento seguita dalla voce


rottura, {questo una specie di naufragio che d luogo
allabbandono. quopo che per l,urto il navigliosia "stato dan
neggiato o rotto in parte (V. Rottura). ,
,
Uarenamento senza rottura allorquando il naviglio,
avendo toccato, pu essere sollevato, riparato e posto in
istato di continuare il suo viaggio.
ciascheduna piazza avendo i suoi usi pei casi. di arena
mento, si deve consultare la polizza e le leggi in uso del
luogo in cui si la assicurare.
_
' '
Annzsro m PRINCIPE. l atto che fa una potenza antica,
la quale per necessit pubblica e, fuori della circostanza di
guerra, vieta la partenza di un naviglio o di tutti i navigli

che si trovano in un porto o rada della sua' dominazio

127
ne, o mette a requisizione ci che questi navigli portano,
salvo di rendere in appresso libera la cosa arrestata o

di

pagarne il valore.
ASSICURAzIONE MARITTIMA ( Contratto di L atto col quale
un privato o una compagnia si obbligano, mediante una
certa somma di rispondere delle perdite e dei danni che
potessero accadere agli oggetti che taluno fa assicurare.
ASSICURAZIONE soma BuONI: p CATTIVE muova. L assicura
zione nella quale si oonvienedi rinunziare alla,presunzione

legale della lega e mezza (quattro miglia e mezzo comuni)


per ora, chiamasi assicurazione a buone o cattive nuove.
Per conoscere l importanza di questa specie di assicura
zione giova riferir qui gli articoli del Codice dicommercio:

-._ Ogni assicurazione fatta dopo la, perdita o larrivo degli


oggetti assicuratl nulla, qualora vi sia presunzione che,
prima della rma del contratto, l assicurato ha potuto es
ser informato della perdita, o l assicuratore dell arrivo de

gli oggetti assicurati (art. 365 - La presunzione esiste, se


facendo il computo di tre quarti di miriametro (quattro
miglia e mezzo comuni) per ora, senza pregiudizio delle
altre prove, (ariconosciuto che dal luogo dell arrivo o della
perdita della nave, oppure dal luogo d onde la prima no
tizia giunta, questa ha potuto esser portata prima della
rma del contralto nel luogo in cui esso contrattofdi as
sicurazione si stipulato (art. 366 -- Tuttavia se l assicu
razione fatta sopra buone o cattive nuove, la presunzione

mentovata non ammessa (art. 367).


.
AVABIA. L avaria, nel senso pi generale della parola,
un danno avvenuto alle mercanzie in viaggio.
La. legge dice: Ogni spesa straordinaria fatta pel basti
mento e per le mercanzie unitamente. o separatamente,
qualunque danno clieaccade ai hastimenti ed alle mercan
zie dopo il loro carico e partenza, sono riputate avarie
(Cod. di commercio, art. 397).

Le avarie sono di due classi: le avarie che chiamansi


grosse o comuni o generali indistintamente, e le avarie dette
semplici o particolari.
.
AVARIB caossa, o comuni, o GENERALI. Queste sono tre
denominazioni chesprimono una medesima cosa, vale a di
re Cile nelle avarie grosse, o comuni, o generali, tutti gli
oggetti assicurati componenti il naviglio ed il carico par
tecipano alla perdita soiferta dell uno o dell altro degli og_

getti assicurati, o alle spese fatte dietro deliberazione mo

128

tivata pel bene, e salvezza comune del naviglio e delle mer


canzie. In somma, vi avaria grossa, allorch, per evita

re una perdita totale, si ricorre ad una perdita parziale,

sia mediante il getto in mare, riscatto. perdita di ancore ,


gomene ed altri oggetti abbandonati per la_ salvezza co
mune.
_
'
AVARIE

SEMPLICI o PARTICOLARI. Queste avarie sono in

. generale le spese straordinarie fatte pel naviglio solo e per


le mercanzie soltanto, ed il danno che loro accade in par
ticolare., sia al naviglio per causa di cattivo tempo, la per
dita delle gomene, ancore, vele, alberi, cordaggi, cagionata
da tempesta, od altro accidente di mare, le spese risultanti
da tutte le_ stazioni occasionate dalla perditafortuita di_
questi oggetti, o dal bisogno di vittovaglie, o per ripara
re qualche apertura d acqua, il nutrimento de marinai nel
tempo di queste stazioni o durante la quarantena, ecc., sia
allemercanzie o facolt pel loro vizio proprio, per tempe
sta, preda, naufragio od arenamento, ecc., come pure le
spese fatte per salvarle.
'

B
BARATTEBIA. In generale per baratteria s intende il de
litto di cui il capitano, il patrono o l equipaggio si rendo

no colpevoli prevaricando nelle loro funzioni, ma questa


voce non suona ovunque lo. stesso. In alcuni luoghi, come
in Inghilterra, non vi baratteria se non quando la frode
commessa a pregiudizio dei proprietarii di naviglio, in
alcuni altri luoghi si da maggior estensione a questa espres

sione, comprendendovi non solamente i fatti di dolo del


capitano o dell equipaggio, ma eziandio quelli di semplice
imprudenza, di trascuraggine, e d imperjzia.
BIGLIETTO DI YBIMA ossia DI. PREMIO. E un elfetto sotto

scritto in favore dell assicuratore dallassicurato o suo in


caricato d aifari, ,pel pagamento del premio stesso o costo
dell assicurazione, ad un epoca determinata. Sopra il bi
glietto di premio quasi sempre si stipula ch.esso non ne
goziabile. Ve nesono pero di negoziabili.

C
CAOTAGGIO. Questa voce signica [iropriamente la navi
gazione lungo le coste, da capo in capo e da porto in porlo.

129
Si. distinguono tre sorta di viaggi marittimi: viaggi di
lungo corso, di grande cabo aggio e di piccolo cabotaggio.
Lart. 377 del Codice di commercio dice: Sono ripu
tati viaggi di lungo corso quelli che s intraprendono alle
Indie orientali ed occidentali, al mare Pacico, al Canad, a Terra Nuova, alla Groenlandia ed altre coste ed
isole dellAmerica meridionale e settentrionale, alle Azore,

alle Canarie, a Madera ed in tutte le coste e paesi situati


sullOceano al di l degli stretti di Gibilterra e del Sund. n
In Francia si applica il Grande cabotaggio ai viaggi in
Inghilterra, Scozia, Irlanda, Olanda, Danimarca, Amburgo
ed altre isole al di qua del Sund, in Ispagna, Portogallo
ed altre isole e terre al di qua dello stretto di Gibilterra,
ed riputata navigazione di piccolo cabotaggio quella
che si fa da piccoli bastimenti spediti nei porti di Proven
za e Linguadoca, compresovi anche il porto di Nizza, Vil
lafranca, .e principato di Monaco, no al Creutz nei conni
del Bossiglione (*).
. .

Grumo MARITTIMO (Contratto a). Questo contratto che


chiamasi anche contratto alla grossa. avventura, quello col
quale il capitano di un naviglio prende a prestito una som
ma di denaro per riparazioni o per comperare vittovaglie,
onde poter continuare il suo viaggio.
I prestiti a cambio marittimo possono essere atfetti, al
corpo e chiglia del bastimento, agli arredi ed attrezzi, al-'
l armamento ed alle vittovaglie, al carico, allatotalit di
questi oggetti congiuntamente, o sopra una parte determi
nata di ciascuno di essi a (Codice di commercio, art. 315).
4 Le somme prestate durante il viaggio sono preferite
alle prestate primadella partenza del bastimento, e se vi
sono pi prestiti fatti durante lo stesso viaggio, l ultimo
prestito sar sempre preferito a quello che lavr precedu
to a (Codice di commercio, art. 323

s Se, durante il corso del viaggio, vi necessita di riat


tamento o di compera di vittovaglie, il capitano, dopo aver
(') Qui cade in accoucio una osservazione, ed che quantunque l ado

zione del Cod. di commercio francese fatta dalle varie nazioni lo abbia reso
obbligatorio anche per esse, tuttavia la disposizione dell art. 577 dello stesso
Codice non pu ricevere la sua applicazione se non che subordinatamente
alle posizioni geograche delle stesse nazioni che lo hanno adottato. Quindi

che la specicazione dei viaggi di lungo corso, com stabilita dal ci


tato artico o, non si deve applicare all Italia, se non con quelle modica
zioni che la posizione dei suoi varii porti richiede.
l7

_I3o

la comprovata con. un processo verbale sottoscritto dai prin


cipali dell equipaggio, potr , facendosi autorizzare nel re

gno dal tribunale. di commercio, 0, in mancanza, dal giu


dice di pace, nell estero dal, console nazionale, o, in man
canza, dal magistrato dei luoghi, prendere ad imprestito sul
corpo e chglia della nave, dare in pegno o vendere delle
mercanzie no alla concorrenza della somma che esigonoi

bisogni COFIPPOV (Codice di commercio, art. n34).


Il contratto a cambio marittimo pu essere negoziato per
mezzo di girata e pu essere altres assicurato.

CAPITANO, PAnIIomE e PATIIoNo DI IvAvIGLIo. ll Codice di

commercio non fa veruna dillerenza tra capitano, padrone


e patrono, ma nelluso chiamasi capitano colui che coman
da sopra i vascelli dello Stato, si da il medesimo nome a
colui che comanda sopra unnaviglio mercantile destinato
ad un viaggio di lungo corso, ma quelli che comandano
sopra battelli, barche o piccoli hastimenti mercantili che' non
fanno lunghi tragitti, si nominano, nell0ceano, padroni, e

nel Mediterraneo, patroni.

'

CARICATORE. Per caricatore 'sintende quel negoziante che


imbarca mercanze per proprio conto, oper conto dei suoi
committenti, e le spedisce oltre mare ai suoi corrispon
denti.

'

CAIIIco e CAiucAzionr. Chiamasi carico quella tale quan


til di mercanze poste sopra un naviglio ad effetto di tras
portarle altrove, e caricazione la loro traslazione a bordo
i del naviglio.
Il carico si fa in varie guise: in totalit, a tonnellata, a
quintale od a colletta.
CAIIIco A COLLETTA. Si dice che un naviglio carica a col
letta, ossia a massa, quando esso riceve, pel luogo di sua
tlesinazione, mercanze di diverse persone e che servono a
formare e completare il suo intiero o quasi la totalit del
suo carico. '
'

CARICO A TomvELLATA. E quello in cui viene stipulato lo


spazio e il peso delle mercanzie che debbono formare il carico.

CAnIco AL QuINTALa. E quello in cui viene stipulato il


peso solo delle.mercanzie da caricare.

CAso roaTuITo, CAso IMPBEVEDUTO. Chiamansi casi jbr


iuiti gli avvenimenti che la prudenza umana non potrebbe

prevenire o evitare. Per caso impreveduto sintende ci che


accade perl imprudenza o limperizia del capitano.
Coumissiommo. in generale, colui che agisce in suo

131

proprio nome, o sotto, un nome sociale per conto di un


committente (Codice di commercio, art. 91).
CONSEGNLTABIO. il nome che si d al negoziante al quale
si rivolgono il sopracarico, ed il caricatore per cooperare
nelle loro operazioni.

Confrnarro A GAMBtO MARITTIMO (V. Cambio marittimo).


Conrasrro m' NOLEGGIO (V. Noleggio).
_CONTRABBANDO. Questa voce esprime, in generale, qua

lunque commercio che si fa contro le leggi dello Stato.


Gli assicuratori non rispondono delle perdite. o danni che.
derivano dal contrabbando o commercio clandestino dellas
sicurato, del capitano o dellequipaggio, che abbia contrav
venuto alle leggi del suo proprio paese, o a quelle del pae
se ove contratta.

CONTRIBUTO ossia (lonrauauzrona. Se un naviglio preso


da un nemico od arrestato, per parte di un principe o da
una potenza chiunque e se il capitano (o l assicurato) .ha
potuto ottenere riscatto, egli render noto il componimento
allassicuratore tosto che potriarlo, ed in quest ultimo
caso sar tenuto di accettare entro ventiquattr ore il com
ponimento, pagando la parte proporzionale alla somma che
avr assicurata, o di pagare tutta la somma assicurata.
Conramuro rea carro. la ripartizione sopra il corpo,
il carico ed il nolo del valore delle cose gettate in mare
per la salvezza comune.
Coaro, CHIGLIA, ARBEDI un ATTREzZI. Per queste voci
s intende il naviglio con tutto ci che gli indispensabile

per metterlo in istato di navigare. In Francia, gli assicu


ratori pagano le avarie particolari sopra il corpo ed at
trezzi, in Inghilterra, ed in altri paesi, non si pagano le.
avarie particolari sopra corpo, arredi ed attrezzi che in ca
so di arenamento, laonde alcuni capitani pongono mente

di non consegnare nel, loro giornale di bordo, e di non


fare rapporti di alberi rotti, di vele lacerate durante il viag
gio, ma fanno in modo che gli alberi o vele,sieno rotte
o squarciate per la salvezza del naviglio, ed allora questo
sono avarie gIOSSB che vengono totalmente pagate.
Coasaao. Questa espressione indica un bastimento arma
to incorso da privati, con commissione del governo, e che
percorre i mari a ne di catturare. i navigli della nazione

colla quale la sua nazione in guerra.

132

D
DzvIAMEIvro, ossia CAMBIAMENTO DI cAMIIIuo, o DI vIAccIo. Il

naviglio devia o cambia di cammino, allorquando prende


una via diversa da quella ch ordinariamente usitata, e
cambia di viaggio, allorquando esso mette alla vela per tut
taltra destinazione che quella del viaggio assicurato, od al
lorquando abbandona il cammino che lo conduce alla sua.

destinazione primitiva per andare altrove. Ma cos qui come


del cambiamento di naviglio 3' uopo che il cambiamento di
cammino e di via
io abbia luo o
o

orzatamenie1 sia

er tem
p

pesta, o per qualche altro accidente di mare, sia per timore


dei nemici o per ordine superiore, o in ne che sia stato po
sto nella necessit per fortuna di mare.

E
EQuIrAGGIo. Per equipaggio s_intende tutti gli uomini che

sono imbarcati a bordo di un naviglio per condurlo e custo


dirlo, dal capitano no ai mozzi di nave. Si dice: questo na
viglio ha tanti uomini di equipaggio. Essi sono inscritti so
pra un foglio che d luicio di marina del porto di arma
mento, che si chiama rolo di equipaggio.

ESENzIONI DI AvAaIE (V. Franchigie e Esenzioni).


ESTINzIONE. In fatto di assicurazioni marittime, estinzione
signica che il rischio corso dall assicuratore non pi a suo
carico a cagione del buon arrivo", e quindi la polizza e l as
_ sicurazione sono estinte quando il viaggio assicurato ter
minato. ' _

F
FAICoLT/I. Le mercanzie qualsiensi caricate in un naviglio
chiamansi. facolt, e cos pure i prodottidi pesca e gli oggetti
imbarcati per la pesca, come sali, pesci in conserva, botta
mi, ecc. Laonde quando si dice questa assicurazione fatta
sopra zcolt, s intende che Passicurazione cade sopra il
contenuto del naviglio la cui specie debbessere indicata in ap
presso.

FARE sCALA (V. Scala).

FoaTuNA DI MAIIE. Questa la perdita e il danno accaduto


al naviglio ed al carico, o all uno ed all altro, nel corso del
viaggio assicurato, per tempesta , naufragio , arenamen
to, ecc., e generalmente per qualunque accidente di mare.

'133
FORzA macero. Per forza maggiore s intende una poten
za superiore alla quale non si pu resistere.
FRANCIIIGIE o ESENzIONI. Queste sono riduzioni di l, 2,
3, 1o, 15 oppure 3o per cento accordate all assicuratore al
lorquando egli paga avarie grosse o particolari, e secondoi
viaggi e la specie della mercanzia, vale a dire che se vi
avaria, l assicuratore non la paga se non quando essa oltre
passa la franchigia stipulata.
' FRANCO Duvaau. Questa clausola libera gli assicuratori da
tutte le avarie, sia comuni, sia particolari, vale a dire ch essi
non pagano l oggetto assicurato se non allorquando affatto
perduto, sia per naufragio, cattura, abbandono ecc., e se esso
stato avariato, non pagano l eccedenza del suo valore che
nei casi di arenamento.

' .

Gsrro. Il getto Fazione di gettare in mare oggetti cari


cati nel naviglio.
,
_
L articolo '41o del Codice di commercio dice: . Se per
, motivo di tempesta, o per inseguimento del nemico, ilcapi
tano si crede in obbligo, per la salvezza del bastimento, di
gettare in mare una parte del suo carico, di tagliare i suoi
alberi, o di abbandonare le sue ancore, prende il parere de
gl interessati al carico, .che si trovassero nella nave e dei

principali dell equipaggio. Se vi disparit di parere, quello


del capitano e dei principali dell equipaggio adottato a.
Secondo larticolo 41 l. a Le cose meno necessarie, le pi
pesanti e di minor prezzo sono gettate le prime, ed in seguito
le mercanzie del primo ponte a scelta del capitano, e col pa
rere dei principali dell equipaggio s.
7 La ripartizione pel pagamento delle perdite e danni
fatta sugli effetti gettati e salvati, e sulla met del bastimento
e del nolo, a proporzionedel loro valore nel luogo dello sca
rico a? (art. 417

'

Grumo. Caricare in granajo dalla rinfusa, imbarcate


senza coperte, n sacchi, n casse, dei grani, semenze, cacao,
caff, pevere, sale, biada, o tutti gli oggetti suscettivi di essere
posti in sacchi, o in barili, collocandoli semplicemente nel
linterno del naviglio.

134

I
IIvIvAvIGAIIILITA. Vi innavigabilit allorquando, per fortu
na di mare o pel vizio proprio della cosa, il naviglio nel
Pimpotenza materiale di navigare, od talmente danneggiato
che non pi possibile, anche coll aiuto di riparazioni,
di porlo in istato di continuare il suo cammino per il luogo
di sua destinazione.

Il Codice di commercio riconosce l innavigabilit per

fortuna di, mare come una causa di abbandono ( arti


colo 369).
lNvasTIuaIITo. (V. Jrenamento).

L
Lcneo Coaso (V. Cabotaggio).

M
Memo e MEDIA. Per pieno medio di un assicuratore oJdi
una compagnia assicuratrice, s intende che le pi grandi
somme sottoscritte sopra navigli in un eserqizio, compen
sate colle minori, danno una somma media per naviglio.
Il premio medio di.una piazza, la media delle perdite non
hanno bisogno di spiegazione.
'

N
NAurIIAGIo. Il naufragio la distruzione o sommersone di
un naviglio, e per parit di ragione e di effetti, l incendio
che lo riduce in frattura, fuori di stato di reggere in mare,
e di portare il carico. Questi casi costituiscono dei sinistri
maggiori, ma il semplice arenamento, con pi o meno di
danni, non che un avaria, se il naviglio non rotto e
se in istato di essere sollevato e rimesso a galla e di con

tinuare il suo cammino pel luogo di destinazione, e che le


spese e danni non asceudono ai tre quarti del valore.

44 Il capitano non pu abbandonare il suo bastimento du


rante il viaggio per qualunque siasi pericolo (e per con
seguenza nemmeno se il bastimento stesso si arena ossia

sinveste senza la deliberazione degli ulliciali e principali


delfequipaggio, ed in questo caso egli obbligato'di sal
vare con lui il denaro e tutto ci che potr delle mercanzie

135
le pi preziose del suo carico, sotto pena di esserne re

Sponsabile in suo proprio nome a (Codice di commercio,


art. 241
'
.

'
,, l] capitano che ha fatto naufragio e che si salvato
solo o con una parte del suo equipaggio, obbligato di
presentarsi innanzi al giudice del luogo, e, in mancanza

del giudice, innanzi a qualsiasi altra autorit civile, di farvi


il suo rapporto, di farlo vericare da quelli del. suo equi
paggio che sifossero salvati e si trovassero con lui, e_di
levarne copia m (art. 246
NAVIGLIO. Per questa parola sintende qualunque basti
mento di cui ci serviamo nel mare. - Parlando dei vascelli
da guerra, si dice naviglio o baslimento da guerra anzich
vascello, perciocch sintendono per vascelli i bastimenti da
guerra di 74 a 120 cannoni e pi; e parlando dei vascelli
mercantili, la voce naviglio 'pi usitata nei porti dell0
eeano, e vascello in quelli del Mediterraneo.
NOLEGGIO. un contratto col quale si loca tutto o parte
di un naviglio pel trasporto di oggetti determinati da un
luogo allaltro, e che si assume di trasportare sopra questo
naviglio al luogo della loro destinazione, mediante un prezzo
o mercede conventlta.

'

'

Questo contratto, per conseguenza, obbliga due parti, il


noleggiante, vale a dire il locatore, quegli che dxin ailitto
e che si obbliga ad effettuare il trasporto, ed il noleggiatore,
vale a dire il conduttore, quegli che si obbliga a pagare il
convenuto.

La legge dice: Lc Qualunque convenzione, per la locazione


di un hastimento, chiamata contrattodi noleggio, debb es
sere espressa in iscritto, - Essa enuncia il nome e la por

tata del bastimento, il nome del capitano, i nomi del no


leggiante e del noleggiatore, il luogo ed il tempo convenuti
pel carico e scarico, il prezzo della locazione o il nolo, se
il noleggio totale o parziale, l identit convenuta pei casi
di ritardo p (Codice di commercio, art. 373
Foro. Il prezzo della locazione di una nave o altro ba
stimento di mare chiamato nolo (Codice di commercio,
art. 286). Dicesi prezzodel nolo di tale o tale mercanzia,
per dire il prezzo del trasporto per mare di questa mede
sima mercanzia da un luogo ad un altro.
Nortzir. (Mancanza di - cc Se spirato un anno com
putabile dal giorno della partenza del hastimeuto, o dal gior

no al quale si riferiscono le ultime notizie ricevute pei

136

viaggi ordinarii, e dopo due anni pei viaggi di lungo corso,


lassicurato dichiara non aver. ricevuto alcuna notizia del
bastimento,
egli pu fare
labbandono allsenza
assicuratore,
esuochiedere
il pagamento
dellassicurazione,
che Ivi
sia bisogno dell attestato della perdita a (Codice di com
marcio, art. 375
.
se Nel caso di un assicurazione. a tempo limitato, spirati
i termini stabiliti, come sopra, pei viaggi ordinarii e per
quelli di lungo corso, la perdita del bastimento si presume
accaduta nel tempo dell assicurazione e (Codice di Com

mercio,'art. 376 ).
Ainch poi l abbandono per mancanza di notizie sia
valido, uopo, non solamente che rassicurato non abbia
avuto veruna notizia del suo naviglio7 ma eziandio che niuno
ne abbia ricevuto.

P
PATRONO (V. Capitano

PERDITA. Si distinguono due sorta di perdite: la perdita


totale e la perdita parziale. Per perdita totale, s intende
che loggetto assicurato sia intieramente perduto, o che sia
stato predato, abbandonato, o condannato, la perdita par
ziale quando non vi che una parte delPoggetto, assi
curato perduta, in' questultim0 caso, si dice, ordinaria
mente, essere una mezza-perdita.
PIENO o MASSIMO. la maggior somma che un assicura

tore sottoscrive sopra un naviglio. Laonde quando un as


sicuratore dice che ha tutto il suo pieno o il suo gran
pieno, vuol dire che ha sottoscritto tutto ci che poteva
prendere sopra un medesimo rischio.
Il gran pieno di una Compagnia ssato a seconda del
suo capitale sottoscritto: i pieni poi sono differenti secondo
la natura dei viaggi, poich gli assicuratori non prendono
mai tanto sopra un rischio eventuale quanto su quello che
non lo .
Quanto al signicato del termine pieno medio, veggasi
la voce Medio.
,
'
PIRATA. colui che, senza commissione di alcun gover
no, percorre i mari per saccheggiare i navigli che incontra.
Cosi chiamavansi per estensione i corsari barbareschi, ben
ch avessero commissioni dai loro governanti, ora, dopo il
conquista di Algeri fatto nel 183o dai francesi, questo ge
neredi pirateria cessato.
o

137

POLIZZA. E il nome che si d al contratto di assicura


zione.
Nella maggior parte delle piazze marittime, vi sono dei
modelli stampati delle polizze di assicurazione, queste _for
mole sono erette secondo gli usi di ciascun paese. Cosi di

cesi polizza di Londra, di Parigi, di Amsterdam, di Trie


ste, ecc. per Specicare che l assicurazione stata tatta alle
condizioni di quei paesi.
Pomzza m camco. un riconoscimento che il capitano
d delle mercanzie caricate nel suo naviglio,le col quale
egli promette di recarle al luogo convenuto ed alla persona
indicata dal caricatore, la lettera di. vettura del naviglio,
quella che fa fede dei colli imbarcati.
'
u La polizza di carico debb esprimere la natura e la quan
tit, come anche la specie e qualit degli oggetti da tras
portare. Essa contiene il

nome del caricatore, il nomee

l indirizzo di quello a cui fatta la spedizione, il nome e


il domicilio del capitano, il nome e la portata del bastimen
to, il luogo della partenza e quello della destinazione. Essa
enuncia il prezzo del noleggio, presenta in margine le marche'
ed i numeri degli oggetti da trasportare. Pu essere a or

dine, al portatore, o a persona nominata e (Codice di com

mercio, art. 281

a Qualunque polizza di carico _fatta in quattro origi


nali almeno: uno pebcaricatore, uno per quello a cui le
mercanzie sono indirizzate, uno pel capitano, uno per l'ar
matore del bastimento. I quattro originali sono rmati dal

caricatore e dal capitano entro ventiquattr ore dopo fatto


il carico (Codice di commercio, art. 282
_
Bench la legge sia positiva a questo riguardo, tuttavia
il caricatore
rma di
sempre
questa polizza.
fatta
Panna. non
la presa
un naviglio
eldel suo carico
da una potenza belligerante o da colui al quale il suo go
verno ha dato commissione di farla, o da un pirata. '
ll Codice di commercio (art. 35o) mette il caso di preda
a carico degli assicuratori, ma essi per altro non ne ri
spendono che secondo le condizioni del loro contratto.

PRIMA ossia recano. la rimunerazione o costo dell as


sicurazione; essa si regola a tanto per cento della somma
assicurata. il prezzo del pericolo di cui l assicuratore si
rende garante in caso di sinistro' della cosa assicurata.
La prima, ossia premio, e semplice o legata,. per an
data e ritorno, a tempo limitato, ecc. Veggasi quanto

'

18

138

abhiamp detto su di ci nel primo capitolo di. questopera


art. Il .

( Paocnsso vsnaALe. il documento ch estende il capitano


o patrono, eh egli fa rmare dalla gente del suo equipag
gio, e legalizzare nel primo luogo ov egli approda, dal con
sole della sua nazione o dal magistrato dei luoghi, allor
quando, nel corso del viaggio, accade qualche accidente
straordinario al naviglio o al carico. generalmente la re
lazione dell avvenimento passato ch egli ha

inscritto

nel

suo giornale.

Quaaaarnna. Far fare quarantena ad un naviglio,


farlo soggiornare, col suo equipaggio e col suo carico a
bordo e senza veruna comunicazione, durante un tempo pi
o meno .lungo, fuori del porto pel quale destinato, secondo
la gravit dei timori di contagio o che pu far nascere,
ed a ne di lasciar passare Paria cattiva ch esso ha potuto
portar seco da un paese ove regna la peste od altra ma
laltia contaggiosa.

BlASSICuBAZIONE. l azione di far riassicurare da altri,


mediante un certo premio, un assicurazione gi fatta. _
Gli assicuratori sono generalmente quelli che fanno riassi
curare sia per causa. di ritardo o di timore, sia perch
hanno oltrepassata la somma che desiderano avere sopra un
medesimo rischio.
,
Uassicuratore, dice il Codice di commercio, pu far

riassicurare da altri gli effetti che ha assicurati. L assicurato


pu far assicurare il costo dell assicurazione. Il premio della
riasscurazione pu essere minore o pi forte dell assicura

zione n (art. 342 ).

REGOLAMENTO n aviaria. Questa espressione signica la for


i mazione dello stato ad estimo delle perdite delle avarie ge
nerali, ossia dei danni accaduti ad un naviglio o mercanze
in esso caricate, ad oggetto di stabilire la respettiva contri
buzione degl interessi per risarcimento dei medesimi.
Ricuranuranro. Fazione di ricuperare effetti e mercan
zie naufragate o gettate alla costa, dopo un naufragio.
ll capitano, la gente dell equipaggio e l assicurato deb
bono occuparsi degli eetti naufragati. ll prodotto degli ef
fetti salvati, quando si potuto realizzarlo e farlo ritornare,

139

dopo deduzione delle spese, viene diviso pro-rata tra glin


teressati nel modo stesso clfessi hanno sopportato il con
tributo della perdita.
Brrassa. Un naviglio preso pu essere liberato.e ritornare
al suo primiero proprietario. Una preda toltaahnemico che
l ha fatta, chiamasi ripresa.

Il naviglio preso datnemico diventato sua propriet se


lo ha conservato in suo potere per lo spazio di ventiquat

trore. Laonde' chi lo riprende dopo questo termine acqui


sta una propriet in confronto del nemico e ne approt
ta, senza essere tenuto di restituirlo al proprietario pri
miero , i di cui diritti hanno nito, ma se la presa o la
preda stata ritolla' prima del termine di ventiquattfo
re, i suoi diritti rinascono , il naviglio restituito , salvo
il terzo che ne viene aggiudicato al predatore pel suo diritto
di ripresa. I proprietarii sono trattati pi favorevolmente
allorquando la ripresa fatta da vascelli dello stato, essa
viene restituita, mediante il trentesimo soltanto abbandonato
agli equipaggi predatori, questa restituzione ha pure luogo
dopo le ventiquattr ore di soggiorno in potere del nemico,
ma allora il decimo viene trattenuto per diritto di ripresa:
tutte le spese al di la sono a carico dei proprietarii. (Cosi
deciso da varie Ordinanze.)

'

RISCATTO. l atto col quale il predatore si abdicaldalla


cosa presa in favore dei primitivi proprietarii che la ricu

perano mediante un certo prezzo. (Veggansi gli articoli 595


e seguenti del Codice di commercio.)

Biscnio. Per rischio s intende loggetto assicurato ed il


viaggio che sta per intraprendere. Si dice essere buono o
cattivo rischio, secondo che il pericolo di perdita e di avarie
pi o meno azzardoso.

'

Borruna. Questa voce presenta l idea di un naviglio rotto,


danneggiato. Distiuguonsi due sorta di rottura: la rottura

assoluta e la rottura parziale. La rottura assoluta attor


quando il naviglio urtando contro uno scoglio, si rompe ,
si annienta e diventa la preda dell onde. Gli avanzi posso
no essere salvati, ma il naviglio pi non esiste. La rottura
parziale allorquando il naviglio soffre utfapertura dacqua
dall urto contro un corpo estraneo.

140 _

S
Sszvamewro. l'azione di salvare o di ricuperare eetti
e mercanzienaufragati o gettati alla costa dopo un naufra
gio. (V. Iicuperamento.)
SCALO. Gli scali sono i porti ove il naviglio tocca, du
rante il suo viaggio, sia perprovvedere vittovaglie, sia per
iscaricare mercanze o per riceverne.
Nel Mediterraneo si dice fare scala, e nell Oceano si dice
fare scalo.

SENSALE. Il sensale un mediatorenelle convenzioni com


merciali, e generalmente in tutte le operazioni che si trat

tano mediante un terzo. La legge distingue i sensali di


mercanzie, i sensali di assicurazioni, i sensali interpreti e

regolatori di hastimenti, ed i sensali di trasporto per terra


e per acqua. Noi non ci occuperemo che dei tre primi.
a I sensali di mercanzie, stabiliti nel modo prescritto dalla
legge, hanno soli il diritto esclusivo di essere mediatori dei
contratti delle mercanzie e di stabilirne il corso: essi in con
correnza cogli agenti di cambio esercitano la mediazione
delle materie metalliche a (Codice di commercio, art. 78).
cc I sensali di assicurazioni marittime estendono i contratti
ossia polizze di assicurazione, egualmente come i notai: essi

ne attestano la verit colla loro rma e certicano il corso


dei premii per qualsivoglia viaggio di mare, di ume o di la

go 7 (art. 79

I sensali interpreti e regolatori di hastimenti fannoi


mediatori pei noleggi. A questi . devoluto il diritto esclu
sivo di tradurre, in caso di controversie portate avanti ai
tribunali, le dichiarazioni, i contratti di noleggio, le polizze
di carico, ed ogni altro contratto od atto di commercio, la
di cui traduzione fosse necessaria , come pure di compro
vare il corso dei noleggi a (art. 8o
Senna. Divisione di oggetti per numeri di' colli, per or

dine di marche o di numeri, di quantit' o di valore, e che


serve a {are iregolamenti davarie. Sonovi alcuni paesi che
hanno prospetti stampati delle serie in uso, ma ai quali so
vente viene derogato. Il modo pi conveniente e pi sicu

ro per non trovarvi ditcolt, di fare specicare le serie


nel. libello o parte manoscritta della polizza.
Smlsrno. Questa voce presenta lidea dellintiera perdita
di un naviglio, od allorquando esso ridotto, per caso for

tuito, ad uno stato tale che i mezzi umani non possono

141
rpararlo. I casi di preda, di naufragio, di arenamento con

rottura, la mancanza di notizie, l innavigabilit per fortuna


di mare, l incendio, larresto (prolungato) per' parte di

una potenza, la perdita o il deterioramentodegli effetti


assicurati, se ascende almeno ai tre quarti del loro valore ,
sono riputati sinistri, e danno luogo alfabbandono.

Nelle assicurazioni smpiega sovente la voce sinistro an


che per esprimere una perdita qualunque, sia totale, sia
parziale.
SOPRA-CARICO. S intende la persona ch incaricata, sia
semplicemente di vigilare al carico, sia alla vendita del me
desimo, sia a tutte le operazioni nanziarie del viaggio del
naviglio sopra il quale essa imbarcata.
.
STALLIA r. sorna SrALLu. Chiamansi stalle o giorni di
stazione, i termini convenuti o di uso pel carico o disca
rico del naviglio, e soprastalle i giorni di ritardo.

STOBNo E lo Scioglimento di parte o dellintiera polizza


di assicurazione per qualsiasi causa. S impiega eziandio la
parola annullazione, allorch la polizza totalmente stor
nata, e generalmente in questo ultimo caso non ha pi

luogo il diritto di storno. Se l assicurato quello che fa


annullare la polizza per causa di non partenza delloggetto
assicurato, egli deve aIPassicuratOre, a titolo dindennit ,
un diritto di storno ch diverso secondo iviaggi e gli usi
del luogo in cui l assicurazione stata fatta.
L assicuratore pu pure esigere lo storno allorquando
l oggetto assicurato non partito entro il termine ssato
dalla polizza, o per qualunque altra causa, allora il diritto
di storno gli egualmente dovuto, ma, in generale, meno

forte che nel primo caso.


Il diritto di storno ordinariamente del mezzo per cen
to della somma assicurata pei viaggi di lungo corso , e di
un quarto per cento della somma assicurata pei viaggi di
cabotaggio.
_
'
,

T
TztrrzsrA. Per questa voce s intende comunemente l a
gitazione violenta del mare' e l impeto dei venti.
Fra tutti gli avvenimenti che costituiscono le fortunedi

mare, larticolo 35o del Codice di commercio metteaq ri


schio degli assicuratori le perdite ed i danni che arrivano
agli oggetti assicurati per cagione di tempesta, ecc.

V
Vrlcciol Il viaggio del naviglioe il tragitto ch esso fa o
che deve fare da un luogo ad un altro.

Si distinguono pi sorta di viaggi: il viaggio semplice, il


viaggio intiero, il viaggio di lungo corso, ed i viaggi di
grande e di piccolo cabotaggio.
Per viaggio semplice, sintende ogni navigazione assicu
rata per quanto complicata essa sia, si considera meno il
viaggio del naviglio che quello specicato nella polizza.

ll viaggio intiero quello assicurato per Pandata ed il


ritorno, o solamente per landata, o pel ritorno, o per un
tempo limitato.

'

Pei viaggi di lungo corso e di grande e di piccolo


cabotaggio, veggasi Cabotaggio.
Vizio rnoraio DELLA cosa.' Il danno accaduto alla mer
canzia assicurata, allorquando di natura da guastarsi o da
deperire, senz altro accidente o fortuna di mare, no'n a
carico degli assicuratori (Codice di commercio, art. 35a).
Gli assicuratori rispondono per altro della diminuzione
che accade nelle mercanzie da colaggio al quale esse sono
naturalmente soggette, qualora la clausola franco di colag
gio, la quale libera gli assicuratori e li guarentisce da ogni

colaggio, non sia stata inserita nella polizza.

FINE.

'
._.'-..

Q,v'_