Sei sulla pagina 1di 58

NAVIGARE

E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 1

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

NAVIGARE E UN VERO INCUBO


se non sai come farlo
Di Oscar Bellandi
2015 www.barchemania.com

Questo e-book viene distribuito gratuitamente sul sito www.barchemania.com


Senza lautorizzazione dellautore non pu essere utilizzato in nessun altro
modo.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 2

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Prima di cominciare
Una semplice ma utile guida che ti aiuta e ricorda le
principali cose che devi sapere quando navighi.
NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo rappresenta il
risultato di anni di domande che mi sono state poste da clienti e appassionati.
NON si tratta di un manuale duso per diventare esperti naviganti, tanto meno
di un libro scritto per poter sostenere lesame per la patente nautica.
E un concentrato di informazioni divise su 7 principali tematiche che ritengo
siano dinteresse a chiunque navighi.
Alcune di queste tematiche (o per alcuni molte), ti sembreranno scontate e
banali, ma potresti trovare allinterno quellinformazione che avevi studiato a
scuola nautica ma che ora ti sfugge.
E sai perch nata lidea di scriverlo?
Beh, semplicemente perch voglio rendere la tua navigazione un sogno!
Innanzitutto ti consiglio di scaricarlo direttamente su smartphone o Ipad cos
da poter accedere a tutte le informazioni in tempo reale.
Anche in barca quando, probabilmente, NE HAI REALMENTE BISOGNO!
Sono sicuro che anche a te, mentre stai navigando, successo di dover
cercare di ricordare cose che poi non sempre sono sulla punta della lingua, o
magari lo sono ma stentano ad uscire.
Essendo nato in mezzo alle barche, da quasi quarantanni sento domande e
commenti a riguardo.
Grazie allesperienza che ho acquisito ed agli studi che ho fatto e continuo a
fare, ritengo che questi 7 punti siano quelli salienti che possono venirti utili nel
momento del bisogno.
Dai, d la verit, ti sar capitato di essere stato fermato durante i controlli in
mare o lago ed aver avuto la paura che ti mancasse qualcosa.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 3

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Oppure quella volta che ti hanno chiesto una cosa che non sapevi o ricordavi
nemmeno che doveva esserci.
Sappi che anche a me una volta successo E mi sono trovato veramente in
difficolt!
Durante un controllo, pi di ventanni fa, mi chiesero il patentino del VHF.
Ricordo quella sera come fosse ieri!
Da un solo anno dalla patente nautica non ricordavo questo dettaglio!
infatti mi era stato chiesto un documento che per la navigazione che stavo
facendo, cio in lago, non era nemmeno necessaria, tanto pi se non avevo a
bordo lapparato VHF.
Se in quelloccasione avessi avuto questo piccolo manuale, avrei perso molto
meno tempo facendo notare che la documentazione richiesta non mi
riguardava.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 4

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


Indice
Capitolo 1 DOTAZIONI DI BORDO

pag. 7

Le dotazioni di sicurezza scadono?


Cosa mi serve per poter fare sport acquatici al traino?
Fino ad 1 miglio dalla costa.
Entro le 3 miglia dalla costa.
Entro le 6 miglia dalla costa.
Entro le 12 miglia dalla costa.
Entro 50 miglia dalla costa.
Senza alcun limite.

Capitolo 2 I LIMITI DI VELOCITA

pag. 25

Regole generali.
Regole specifiche per il Lago di Garda.

Capitolo 3 LE REGOLE DI NAVIGAZIONE

pag. 29

Luci di navigazione o di via.


Precedenze.
Documenti da tenere a bordo.
Sci nautico e sport da traino.
Distanze.
Ormeggi.

Capitolo 4 VHF.TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE


(e che molti non sanno)

pag. 36

Quale VHF devo comprare?


Una volta acquistato cosa devo fare per essere in regola?

Capitolo 5 - REGOLAMENTAZIONE DEL TRASPORTO


DI UNA BARCA SU UN CARRELLO
STRADALE

pag. 41

Normativa sulle sagome.


Normative per le patenti necessarie.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 5

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Capitolo 6 CHE DOCUMENTI DEVO AVERE A


BORDO?

pag. 45

I documenti necessari a bordo.


Le copie dei documenti sono valide?
Cosa devo fare in caso di smarrimento o furto dei documenti?

Capitolo 7 COSA DEVO FARE PER NON RISCHIARE pag. 50


DI RIMANERE IN PANNE?
Manutenzione generale per le barche.
Manutenzione specifica per le barche a vela.
Manutenzione specifica per le barche a motore.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 6

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

1 Dotazioni di bordo
Normativa in vigore nel 2015
Come fare a capire se sono a norma, che scadenza hanno e
quali mi servono.

La dotazione di sicurezza linsieme di tutte le attrezzature necessarie per la
navigazione ed divisa principalmente in base alla distanza dalla costa in cui
voglio navigare.
Per distanza dalla costa non intendo quella dalla costa di partenza, ma la
distanza dalla costa pi vicina rispetto al punto del mare o lago in cui mi trovo.
Ad esempio nel lago di Garda, e come in tutti i laghi italiani, non supero mai le
3 miglia dalla costa che sono rispettivamente 5.556,00 metri ( 1 miglio nautico
= 1852 mt).
Le barche Marchiate CE (che rispettano le legislazioni di sicurezza della
comunit Europea), quindi prodotte dopo il 1998, dovrebbero avere gi
installati gli estintori e la pompa di sentina.
Questo valido SOLO se il cantiere produttore dellimbarcazione ha
provveduto ad installare anche il motore.
Consiglio in ogni caso di attenersi allelenco pratico (che troverete alla fine di
questo capitolo) e nel caso aveste gi installati estintori e pompe di sentina,
tanto meglio!
MA LE DOTAZIONI DI SICUREZZA SCADONO?
Fai molta attenzione alla scadenza delle dotazioni se non vuoi incappare in
multe salate, e soprattutto se vuoi essere sicuro che in caso di necessit
FUNZIONINO.

Il kit razzi (e quindi anche ogni singolo pezzo che lo compone) scade
dopo 4 anni dalla data di produzione.
Trovi la data di produzione e di scadenza su ogni singolo elemento
componente il kit dei razzi.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 7

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Le zattere di salvataggio, che poi ti spiegher cosa sono e quanto


servono, non hanno una scadenza ma NECESSITANO di revisione ogni 3
anni.

Gli estintori sono da sostituire o ricaricare quando


il manometro segnala SCARICO
NON pi valido se la lancetta del manometro
sul ROSSO.

Per non sbagliarti controlla che la lancetta sia


sempre posizionata sulla zona VERDE del manometro. Se non lo fosse
arrivato il momento di SOSTITUIRLO!

Il resto degli accessori va mantenuto in buone condizioni, funzionante e


che sia in regola con le normative vigenti.

COSA MI SERVE PER POTER FARE SPORT ACQUATICI AL TRAINO?


Ricordati che per poter fare sport acquatici al traino come sci dacqua,
wakeboard o il traino dei ciambelloni NECESSARIO avere a bordo:

Cassetta del pronto soccorso secondo la tabella D allegata al decreto del


Ministero della sanit 28 maggio 1988, n. 279
(non ti preoccupare, trovi la cassetta gi pronta a norma nei negozi che
trattano articoli nautici)

Specchietto retrovisore convesso

Essere minimo in 2 persone sulla barca:


CHI NON GUIDA: deve essere un abile nuotatore (lascio a te
linterpretazione di abile)
CHI GUIDA: deve essere in possesso di patente nautica
INDIPENDENTEMENTE dalla potenza del motore.
Ad esempio, se stai guidando una barca con un 40 cavalli e stai
trainando tuo figlio che fa sci nautico, DEVI essere comunque in
possesso della patente nautica.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 8

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

1 Miglio
DOTAZIONI DI BORDO OBBLIGATORIE PER LA NAVIGAZIONE FINO AD UN
MIGLIO DALLA COSTA

1 Cintura di salvataggio (giubbino) per ogni persona imbarcata.


Con il termine persone non si fa distinzione tra adulti e bambini, anche
se sempre consigliato per i bambini, avere un giubbetto adatto al peso.
Le cinture di salvataggio devono avere la certificazione SOLAS
sulletichetta, devono avere un fischietto ed i catarifrangenti.
Possono essere in materiale espanso o autogonfiabili.
Se non hanno questi particolari, non sono a norma.
Sono sufficienti le cinture con potere galleggiante di almeno 100N
(Newton).

1 salvagente anulare con cima (ciambella con corda)


Il salvagente anulare deve essere di colore arancio, di materiale rigido e
con un peso specifico tale da poter essere lanciato in mare anche con
condizioni di vento a sfavore.
Oltre a questo, deve essere dotato di catarifrangenti (4 strisce ) e di una
cima su tutta la circonferenza per facilitarne la presa.
Attaccata al salvagente, ci deve essere unulteriore cima di tipo
galleggiante e lunga almeno 30 metri.

1 pompa o altro mezzo di esaurimento.


Non si fa distinzione tra pompa a mano o elettrica per lo svuotamento
dellacqua.
La pompa di sentina sufficiente cos anche una semplicissima sassola
(paletta) per portare lacqua imbarcata fuori bordo.

Mezzi antincendio: estintori.


Qui si complica un po ma non difficile da capire.
La quantit di estintori da tenere a bordo ed il tipo di estintore si
dividono a seconda di un UNICO fattore: la lunghezza della barca.
NATANTE: fino a 9,99 M (purch non immatricolata)
IMBARCAZIONE: superiore a 10 M (anche inferiore, ma se immatricolata)
Trovi la tabella dettagliata degli estintori alla fine del capitolo.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 9

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

3 Miglia
DOTAZIONI DI BORDO OBBLIGATORIE PER LA NAVIGAZIONE FINO A 3 MIGLIA
DALLA COSTA
Indicate per la navigazione sui laghi
Le pi utilizzate per le barche senza patente.

1 Cintura di salvataggio (giubbino) per ogni persona imbarcata.


Con il termine persone non si fa distinzione tra adulti e bambini, anche
se sempre consigliato per i bambini, avere un giubbetto adatto al peso.
Le cinture di salvataggio devono avere la certificazione SOLAS
sulletichetta, devono avere un fischietto ed i catarifrangenti.
Possono essere in materiale espanso o autogonfiabili.
Se non hanno questi particolari, non sono a norma.
Sono sufficienti le cinture con potere galleggiante di almeno 100N
(Newton).

1 salvagente anulare con cima (ciambella con corda)


Il salvagente anulare deve essere di colore arancio, di materiale rigido e
con un peso specifico tale da poter essere lanciato in mare anche con
condizioni di vento a sfavore.
Oltre a questo, deve essere dotato di catarifrangenti (4 strisce ) e di una
cima su tutta la circonferenza per facilitarne la presa.
Attaccata al salvagente, ci deve essere unulteriore cima di tipo
galleggiante e lunga almeno 30 metri.

1 pompa o altro mezzo di esaurimento.


Non si fa distinzione tra pompa a mano o elettrica per lo svuotamento
dellacqua.
La pompa di sentina sufficiente cos anche una semplicissima sassola
(paletta) per portare lacqua imbarcata fuori bordo.

Mezzi antincendio: estintori.


Qui si complica un po ma non difficile da capire.
La quantit di estintori da tenere a bordo ed il tipo di estintore si
dividono a seconda di un UNICO fattore: la lunghezza della barca.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 10

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


NATANTE: fino a 9,99 M (purch non immatricolata)
IMBARCAZIONE: superiore a 10 M (anche inferiore, ma se immatricolata)
Trovi la tabella dettagliata degli estintori alla fine del capitolo.

1 boetta fumogena galleggiante


Compresa normalmente nel kit razzi

2 fuochi amano luce rossa


Compresi normalmente nel kit razzi

Luci regolamentari
In caso di navigazione diurna (entro il tramonto) sufficiente una torcia
elettrica di luce bianca da usare in caso di emergenza.
LA TABELLA completa delle luci di navigazione la trovi in fondo al
capitolo.

Apparecchio di segnalazione sonora


La legge non prevede nulla di specifico quindi pu bastare anche una
tromba manuale o a gas (quella da stadio per intenderci).

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 11

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

6 Miglia
DOTAZIONI DI BORDO OBBLIGATORIE PER LA NAVIGAZIONE FINO A 6 MIGLIA
DALLA COSTA

1 Cintura di salvataggio (giubbino) per ogni persona imbarcata.


Con il termine persone non si fa distinzione tra adulti e bambini, anche
se sempre consigliato per i bambini, avere un giubbetto adatto al peso.
Le cinture di salvataggio devono avere la certificazione SOLAS
sulletichetta, devono avere un fischietto ed i catarifrangenti.
Possono essere in materiale espanso o autogonfiabili.
Se non hanno questi particolari, non sono a norma.
Sono sufficienti le cinture con potere galleggiante di almeno 100N
(Newton).

1 salvagente anulare con cima (ciambella con corda)


Il salvagente anulare deve essere di colore arancio, di materiale rigido e
con un peso specifico tale da poter essere lanciato in mare anche con
condizioni di vento a sfavore.
Oltre a questo deve essere dotato di catarifrangenti (4 strisce ) e di una
cima su tutta la circonferenza per facilitarne la presa.
Attaccata al salvagente ci deve essere unulteriore cima di tipo
galleggiante e lunga almeno 30 metri.

1 pompa o altro mezzo di esaurimento.


Non si fa distinzione tra pompa a mano o elettrica per lo svuotamento
dellacqua.
La pompa di sentina sufficiente cos anche una semplicissima sassola
(paletta) per portare lacqua imbarcata fuori bordo.

Mezzi antincendio: estintori.


Qui si complica un po ma non difficile da capire.
La quantit di estintori da tenere a bordo ed il tipo di estintore si
dividono a seconda di un UNICO fattore: la lunghezza della barca!
NATANTE: fino a 9,99 M (purch non immatricolata)
IMBARCAZIONE: superiore a 10 M (anche inferiore, ma se immatricolata)
Trovi la tabella dettagliata degli estintori alla fine del capitolo.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 12

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

2 boette fumogene galleggianti


Comprese normalmente nel kit Razzi.

2 fuochi amano luce rossa


Compresi normalmente nel kit razzi.

2 razzi a paracadute a luce rossa


Compresi normalmente nel kit razzi.

Luci regolamentari
In caso di navigazione diurna (entro il tramonto) sufficiente una torcia
elettrica di luce bianca da usare in caso di emergenza.
LA TABELLA completa delle luci di navigazione la trovi in fondo al
capitolo.

Apparecchio di segnalazione sonora


La legge non prevede nulla di specifico quindi pu bastare anche una
tromba manuale o a gas (quella da stadio per intenderci).

1 boetta luminosa
E una piccola torcia elettrica galleggiante che cadendo in acqua si
accende automaticamente.
Va collegata con un cordino alla salvagente arancione.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 13

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

12 Miglia
DOTAZIONI DI BORDO OBBLIGATORIE PER LA NAVIGAZIONE FINO A 12
MIGLIA DALLA COSTA

1 Cintura di salvataggio (giubbino) per ogni persona imbarcata.


Con il termine persone non si fa distinzione tra adulti e bambini, anche
se sempre consigliato per i bambini, avere un giubbetto adatto al peso.
Le cinture di salvataggio devono avere la certificazione SOLAS
sulletichetta, devono avere un fischietto ed i catarifrangenti.
Possono essere in materiale espanso o autogonfiabili.
Se non hanno questi particolari, non sono a norma.
Il potere galleggiante di queste cinture per la navigazione oltre le 6
miglia DEVE essere pari o superiore ai 150N (Newton).

1 salvagente anulare con cima (ciambella con corda)


Il salvagente anulare deve essere di colore arancio, di materiale rigido e
con un peso specifico tale da poter essere lanciato in mare anche con
condizioni di vento a sfavore.
Oltre a questo deve essere dotato di catarifrangenti (4 strisce ) e di una
cima su tutta la circonferenza per facilitarne la presa.
Attaccata al salvagente ci deve essere unulteriore cima di tipo
galleggiante e lunga almeno 30 metri.

1 pompa o altro mezzo di esaurimento.


Non si fa distinzione tra pompa a mano o elettrica per lo svuotamento
dellacqua.
La pompa di sentina sufficiente cos come una semplicissima sassola
(paletta) per portare lacqua imbarcata fuori bordo.

Mezzi antincendio: estintori.


Qui si complica un po ma non difficile da capire.
La quantit di estintori da tenere a bordo ed il tipo di estintore si
dividono a seconda di un UNICO fattore: la lunghezza della barca.
NATANTE: fino a 9,99 M (purch non immatricolata)
IMBARCAZIONE: superiore a 10 M (anche inferiore, ma se immatricolata)
Trovi la tabella dettagliata degli estintori alla fine del capitolo.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 14

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

2 boette fumogene galleggianti


Comprese normalmente nel kit Razzi.

2 fuochi amano luce rossa


Compresi normalmente nel kit razzi.

2 razzi a paracadute a luce rossa


Compresi normalmente nel kit razzi.

Luci regolamentari
In caso di navigazione diurna (entro il tramonto) sufficiente una torcia
elettrica di luce bianca da usare in caso di emergenza.
LA TABELLA completa delle luci di navigazione la trovi in fondo al
capitolo.

Apparecchio di segnalazione sonora


La legge non prevede nulla di specifico quindi pu bastare anche una
tromba manuale o a gas (quella da stadio per intenderci).
Per le unit aventi una lunghezza superiore a 12 metri sono
OBBLIGATORI anche il fischio e la campana (la campana pu essere
sostituita da un dispositivo sonoro portatile).

1 boetta luminosa
E una piccola torcia elettrica galleggiante che cadendo in acqua si
accende automaticamente.
Va collegata con un cordino alla ciambella arancione.

1 zattera autogonfiabile di salvataggio costiera (per tutte le


persone a bordo)
Non la classica zattera autogonfiabile che si vede nei film, ma gli
assomiglia molto.
Solitamente la sacca morbida ed molto pi economica della zattera
standard.

Bussola e tabelle di deviazione


Le tabelle di deviazione sono previste dobbligo solo per le imbarcazioni,
quindi solo per le barche con targa.

Apparato VHF
Vanno bene sia i fissi che i portatili.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 15

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

50 Miglia
DOTAZIONI DI BORDO OBBLIGATORIE PER LA NAVIGAZIONE FINO A 50
MIGLIA DALLA COSTA
Oltre le 12 miglia si naviga solo con imbarcazioni TARGATE, e quindi
IMMATRICOLATE

1 Cintura di salvataggio (giubbino) per ogni persona imbarcata.


Con il termine persone non si fa distinzione tra adulti e bambini, anche
se sempre consigliato per i bambini, avere un giubbetto adatto al peso.
Le cinture di salvataggio devono avere la certificazione SOLAS
sulletichetta, devono avere un fischietto ed i catarifrangenti.
Possono essere in materiale espanso o autogonfiabili.
Se non hanno questi particolari, non sono a norma.
Il potere galleggiante di queste cinture per la navigazione oltre le 6
miglia DEVE essere pari o superiore ai 150N (Newton).

1 salvagente anulare con cima (ciambella con corda)


Il salvagente anulare deve essere di colore arancio, di materiale rigido e
con un peso specifico tale da poter essere lanciato in mare anche con
condizioni di vento a sfavore.
Oltre a questo deve essere dotato di catarifrangenti (4 strisce ) e di una
cima su tutta la circonferenza per facilitarne la presa.
Attaccata al salvagente ci deve essere unulteriore cima di tipo
galleggiante e lunga almeno 30 metri.

1 pompa o altro mezzo di esaurimento.


Non si fa distinzione tra pompa a mano o elettrica per lo svuotamento
dellacqua.
La pompa di sentina sufficiente cos come una semplicissima sassola
(paletta) per portare lacqua imbarcata fuori bordo.

Mezzi antincendio: estintori.


Qui si complica un po ma non difficile da capire.
La quantit di estintori da tenere a bordo ed il tipo di estintore si
dividono a seconda di un UNICO fattore: la lunghezza della barca.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 16

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


NATANTE: fino a 9,99 M (purch non immatricolata)
IMBARCAZIONE: superiore a 10 M (anche inferiore, ma se immatricolata)
Trovi la tabella dettagliata degli estintori alla fine del capitolo.

2 boette fumogene galleggianti


Comprese normalmente nel kit Razzi.

3 fuochi amano luce rossa


Compresi normalmente nel kit razzi.

3 razzi a paracadute a luce rossa


Compresi normalmente nel kit razzi.

Luci regolamentari
In caso di navigazione diurna (entro il tramonto) sufficiente una torcia
elettrica di luce bianca da usare in caso di emergenza.
LA TABELLA completa delle luci di navigazione la trovi in fondo al
capitolo.

Apparecchio di segnalazione sonora


La legge non prevede nulla di specifico quindi pu bastare anche una
tromba manuale o a gas (quella da stadio per intenderci).
Per le unit aventi una lunghezza superiore a 12 metri sono
OBBLIGATORI anche il fischio e la campana (la campana pu essere
sostituita da un dispositivo sonoro portatile).

1 boetta luminosa
E una piccola torcia elettrica galleggiante che cadendo in acqua si
accende automaticamente.
Va collegata con un cordino al salvagente arancione.

1 zattera di salvataggio (per tutte le persone a bordo)


La classica zattera autogonfiabile.
Questo tipo di zattera, una volta buttata a mare, si gonfia
automaticamente e prende la forma di una tenda canadese.
Linvolucro rigido.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 17

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Bussola e tabelle di deviazione


Le tabelle di deviazione sono previste dobbligo solo per le imbarcazioni,
quindi solo per le barche con targa.

Apparato VHF
Vanno bene sia i fissi che i portatili.

Orologio

Barometro

Binocolo

Carte nautiche della zona in cui ci si trova

Dal 2002 sono ammesse anche le cartografie elettroniche.

Strumenti da Carteggio
Come matite, compasso e righello.

Cassetta del pronto soccorso secondo la tabella D allegata al decreto


del Ministero della sanit 28 maggio 1988, n. 279
(non ti preoccupare, trovi la cassetta gi pronta a norma nei negozi che
trattano articoli nautici)

GPS

RIFLETTORE RADAR
Questa una piccola antenna, solitamente pi corta di 50 cm. un
piccolo parallelepipedo con i lati a diverse angolazioni. Non alimentato
e va installata su un punto in altro della barca.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 18

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

SENZA LIMITI
DOTAZIONI DI BORDO OBBLIGATORIE PER LA NAVIGAZIONE SENZA ALCUN
LIMITE DALLA COSTA
Oltre le 12 miglio si naviga solo con imbarcazioni targate, e quindi
IMMATRICOLATE

1 Cintura di salvataggio (giubbino) per ogni persona imbarcata.


Con il termine persone non si fa distinzione tra adulti e bambini, anche
se sempre consigliato per i bambini, avere un giubbetto adatto al peso.
Le cinture di salvataggio devono avere la certificazione SOLAS
sulletichetta, devono avere un fischietto ed i catarifrangenti.
Possono essere in materiale espanso o autogonfiabili.
Se non hanno questi particolari, non sono a norma.
Il potere galleggiante di queste cinture per la navigazione oltre le 6
miglia DEVE essere pari o superiore ai 150N (Newton).

1 salvagente anulare con cima (ciambella con corda)


Il salvagente anulare deve essere di colore arancio, di materiale rigido e
con un peso specifico tale da poter essere lanciato in mare anche con
condizioni di vento a sfavore.
Oltre a questo deve essere dotato di catarifrangenti (4 strisce ) e di una
cima su tutta la circonferenza per facilitarne la presa.
Attaccata al salvagente ci deve essere unulteriore cima di tipo
galleggiante e lunga almeno 30 metri.

1 pompa o altro mezzo di esaurimento.


Non si fa distinzione tra pompa a mano o elettrica per lo svuotamento
dellacqua.
La pompa di sentina sufficiente cos anche come una semplicissima
sassola (paletta) per portare lacqua imbarcata fuori bordo.

Mezzi antincendio: estintori.


Qui si complica un po ma non difficile da capire.
La quantit di estintori da tenere a bordo ed il tipo di estintore si
dividono a seconda di un UNICO fattore: la lunghezza della barca.

NATANTE: fino a 9,99 M (purch non immatricolata)



TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 19

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

IMBARCAZIONE: superiore a 10 M (anche inferiore, ma se immatricolata)


Trovi la tabella dettagliata degli estintori alla fine del capitolo!

3 boette fumogene galleggianti


Comprese normalmente nel kit Razzi.

4 fuochi amano luce rossa


Compresi normalmente nel kit razzi.

4 razzi a paracadute a luce rossa


Compresi normalmente nel kit razzi.

Luci regolamentari
In caso di navigazione diurna (entro il tramonto) sufficiente una torcia
elettrica di luce bianca da usare in caso di emergenza.
LA TABELLA completa delle luci di navigazione la trovi in fondo al
capitolo.

Apparecchio di segnalazione sonora


La legge non prevede nulla di specifico quindi pu bastare anche una
tromba manuale o a gas (quella da stadio per intenderci).
Per le unit aventi una lunghezza superiore a 12 metri sono
OBBLIGATORI anche il fischio e la campana (la campana pu essere
sostituita da un dispositivo sonoro portatile).

1 boetta luminosa
E una piccola torcia elettrica galleggiante che cadendo in acqua si
accende automaticamente.
Va collegata con un cordino al salvagente arancione.

1 zattera di salvataggio (per tutte le persone a bordo)


La classica zattera autogonfiabile.
Questo tipo di zattera, una volta buttata a mare, si gonfia
automaticamente e prende la forma di una tenda canadese.
Linvolucro rigido.

Bussola e tabelle di deviazione


TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 20

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


Le tabelle di deviazione sono previste dobbligo solo per le imbarcazioni,
quindi solo per le barche con targa.

Apparato VHF
Fisso ed installato.

Orologio

Barometro

Binocolo

Carte nautiche della zona in cui ci si trova


Dal 2002 sono ammesse anche le cartografie elettroniche.

Strumenti da Carteggio
Come matite, compasso e righello.

Cassetta del pronto soccorso secondo la tabella D allegata al decreto


del Ministero della sanit 28 maggio 1988, n. 279
(non ti preoccupare, trovi la cassetta gi pronta a norma nei negozi che
trattano articoli nautici)

GPS

RIFLETTORE RADAR
Questa una piccola antenna, solitamente pi corta di 50 cm. un
piccolo parallelepipedo con i lati a diverse angolazioni. Non alimentato
e va installata su un punto in altro della barca.

E.P.I.R.B (Emergency Position Indicating Radio Beacon)

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 21

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 22

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 23

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

SCHEMA DELLE LUCI DI NAVIGAZIONE

Bene, il capito sulle DOTAZIONI DI SICUREZZA concluso.


Consultalo ogni volta che hai un dubbio, credimi TI PUO SALVARE LA VITA.
Se vuoi dei chiarimenti o non riesci a capire se la tua dotazione di sicurezza a
norma mandami una mail.
Scrivi a: oscar@barchemania.com

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 24

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

2 I limiti di velocit

In questo capitolo troverai tutto, e dico tutto, quello che ti serve sapere sui
limiti di velocit.
Spesso, e anche questo te lo dico per esperienza, i limiti di velocit in barca
vengono sottovalutati.
Mi spiego meglio, si tende ad avere lidea che anche se vede una motovedetta
delle forze dellordine, si possa sempre tirare indietro la manetta in tempo e
quindi non potranno mai dire a che velocit si stava andando.
TI DEVO DARE UNA BRUTTISSIMA NOTIZIA!
Anche in acqua, come su terra, esiste il BARCAVELOX, In realt si chiama
telelaser e viene gi utilizzato in parecchie zone dItalia.
Quindi, oltre alla sicurezza di chi hai a bordo e dei bagnanti, ti consiglio di
rispettare i limiti di velocit anche per non incorrere in sanzioni salate.
N.B.
Non il capitolo giusto, ma ne approfitto per ricordarti che anche le
forze dellordine marine sono dotate di kit per lAlcol Test, quindi il
consiglio che ti posso dare di comportarti come se stessi guidando la
tua auto, quindi se hai alzato un pochino il gomito fai guidare qualcun
altro, che pu anche se non ha la patente, purch abbia compiuto 18
anni.
Bene, fatte le giuste premesse, possiamo iniziare seriamente con il capitolo dei
limiti di velocit:
per quanto riguarda le velocit di navigazione, un po come con lauto, devi
tenere presente diversi limiti che cambiano a seconda della zona di
navigazione in cui ti trovi.
La grande differenza che devi tenere conto, rispetto alle strade, sta nel fatto
che devi avere maggiore consapevolezza e conoscenza, visto che difficile
trovare cartelli che ti ricordino a quanto puoi navigare, se non nei canali o nei
porti.
Non esistono limiti di velocit imposti per legge in mare aperto e quindi lontano
dalla costa.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 25


NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

I limiti di navigazione, quindi la distanza dalla costa che devi rispettare sono
questi:
Entro i 500 metri dalle coste rocciose o 1.000 metri dalle spiagge o 200mt
dalla linea batimetrica di 1.6mt:

10 nodi
Devi navigare in dislocamento e non in planata.

La direttiva, infine, prevede che entro i 1.000 metri dalla costa la navigazione
non debba essere invasiva, anche qua il termine invasivo lascia ad un sacco
di libere interpretazioni.
Tieni, comunque, presente che si intende soprattutto ci che riguarda le
emissioni acustiche.
Detto in parole povere, non fare rumori assordanti.
Se hai gli scarichi aperti, meglio se li chiudi.
Oltre alla velocit, fai sempre attenzione anche alle PRECEDENZE.
Hanno la precedenza le barche:

in uscita dal porto rispetto a chi entra


a vela rispetto alle barche a motore
o navi adibite a trasporto pubblico
che provengono da destra

VERIFICA IL PORTOLANO della zona di navigazione, il quale potrebbe


prevedere ulteriori limiti e regolamenti specifici.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 26

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


Lago di Garda
Limiti di velocit e di navigazione specifici


La navigazione sul Lago di Garda consentita oltre ai 500mt dalla costa e oltre
i 200mt nei golfi di Sal e Manerba.
Nella regione del trentino Alto Adige, quindi nella zona a NORD del Lago
VIETATA LA NAVIGAZIONE DA DIPORTO A MOTORE.
Per capire esattamente qual la zona nella quale vietata la navigazione, tira
una LINEA immaginaria tra Limone del Garda (a ovest, sponda bresciana) e
Navene (a est, sponda veronese).
A nord di quella linea, sei hai una barca a motore, NON puoi navigare.
Per facilitarti ancora di pi la vita, ho inserito alla fine del capitolo unimmagine
di google maps del Lago di Garda con una linea in rosso che identifica dove
VIETATA la navigazione.
Passiamo ora ai limiti di velocit consentiti:

20 nodi di giorno
5 nodi di notte
3 nodi allinterno dei porti

Nel caso in cui sei sprovvisto di Gps o altro strumento di misurazione della
velocit, considera che 1 nodo corrisponde ad 1 miglio nautico orario quindi a
1852 mt allora.
Per facilitare la conversione in KM orari, puoi moltiplicare per due e togliere un
10% scarso.
KM/h = (2 x NODI) / 10%
Ti faccio un esempio pratico:
se stai entrando od uscendo da un porto RICORDATI che puoi fare massimo
circa i 5,5 km orari, praticamente la velocit di una camminata sostenuta.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 27


NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Eccoti come promesso la cartina con la zona nella quale vietata la
navigazione a motore:

Bene, anche il capitolo sui limiti di velocit e di navigazione terminato.


Ti ricordo sempre che se hai qualche dubbio o vuoi aggiungere qualche
precisazione puoi contattarmi tranquillamente.
Scrivi a: oscar@barchemania.com

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 28

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

3 Le regole di navigazione

Eccoci arrivati al 3 caposaldo della navigazione sicura!


Tutto ci che devi sapere dal punto di vista regolamentare per navigare con la
massima sicurezza.
Come ti ho gi anticipato nellintroduzione di questa guida (e te lo ricorder
spesso durante la lettura) questo libro, ed in particolare questo capitolo, NON
e un manuale da studiare per sostenere lesame per la patente nautica, ma
linsieme delle regole principali da rispettare per EVITARE di provocare danni a
cose o persone, oppure rischiare una sanzione.
Ricordati che la regola madre di tutte IL BUON SENSO.
Capirai chiaramente, infatti, che tutte le regole che ti descriver hanno un filo
comune: il BUON SENSO!
Ricordati quindi che se ti trovi in difficolt perch non ricordi esattamente una
particolare regola (adesso non dovrebbe succedere pi perch hai con te il
manuale NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo), usa il buon
senso.
Ora ti elencher 6 punti principali che sono lESSENZA delle regole di
navigazione.
Per aiutarti a ricordarli, non mi limiter solamente a descrivere come ti devi
comportare ma ti spiegher in poche parole anche il perch.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 29

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

1. LUCI DI NAVIGAZIONE O DI VIA


Per i Natanti (barca con misura inferiore ai 10 metri e NON
immatricolata), in caso di navigazione diurna entro le 12 miglia,
sufficiente avere a bordo anche una semplice torcia elettrica a luce
bianca da usare in caso demergenza.
Per la navigazione notturna invece, da mezzora prima del tramonto a
mezzora dopo lalba le Luci di navigazione per i natanti devono essere
una bianca da 360 oltre alla rossa a sinistra e la verde a destra.
Nel caso di imbarcazioni superiori ai 12 metri, le luci laterali verde e
rossa rimangono uguali, vanno invece installate due luci bianche a 360
una a poppa ed una a prua.
La posizione ed il tipo di luci hanno un senso specifico, in quanto in
mare, di notte, non puoi sapere la direzione di unaltra barca se non in
base al colore delle luci di via che vedi in quellistante.
Ti faccio un esempio:
se di notte vedi una luce verde ed una bianca, significa che la barca che
stai vedendo ha la murata di destra quindi sta navigando verso destra.
Riepilogando:
TORCIA BIANCA: navigazione diurna per natanti
LUCI DI VIA CON BIANCA A 360: per navigazione notturna o per barche
inferiori ai 12 metri
LUCI DI VIA CON 2 BIANCHE: imbarcazioni con misura maggiore di
12metri.
Per semplificarti le cose ti ha fatto una rappresentazione grafica nel
capitolo precedente.
Se non lhai gi vista, fai un salto a pag. 24.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 30

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


2. PRECEDENZE
Prima di spiegarti esattamente quali sono le precedenze lasciami fare una
piccola precisazione:
questa parte del libro, credimi, la pi IMPORTANTE!
Mai nessuno ti spiega esattamente quali sono le precedenze ed il perch
bisogna rispettarle.
Ahim la maggior parte degli incidenti (anche mortali) in acqua accade
perch NON si conoscono queste regole.
Quindi leggi molto attentamente questa parte e se c qualcosa di non
chiaro non farti problemi a contattarmi (oscar@barchemania.com)
La precedenza PIU IMPORTANTE da ricordare, perch accade pi spesso,
quella che riguarda gli ingressi ed uscite dai porti:
chi esce dal porto ha SEMPRE la precedenza rispetto a chi entra.
E ti domanderai, ma perch questa regola bizzarra?
Be in realt molto semplice.
Allinterno di un porto (spazio ristretto) pi difficile manovrare rispetto
allesterno del porto, dove si ha tutto il lago o il mare a disposizione.
Quindi se stai per entrare in un porto ricordati sempre di dare
unocchiata e vedere se qualcuno sta uscendo.
Lasciagli il tempo di uscire e poi, tocca a te.
Altra buona norma da non sottovalutare in termini di precedenze il
fatto che le barche a vela hanno SEMPRE la precedenza sulle barche a
motore (come anche tutti i mezzi non spinti da un motore).
Anche in questo caso la regola del buon senso ci fa capire che chi non ha
a disposizione un motore pi limitato nelle manovre quindi detiene il
diritto di precedenza.

Poniamo ora il caso che navigando ti rendi conto di essere in rotta di


collisione con unaltra barca. FUNZIONA ESATTAMENTE COME IN
STRADA, devi dare sempre precedenza a quella che viene da destra.
TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 31

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Se ti stai avvicinando da poppa, ma hai una velocit maggiore, puoi


sorpassare sia a DESTRA che a SINISTRA.

Se stai navigando e hai frontalmente laltra barca che viene verso di te,
tutte e due dovete spostarvi rispettivamente di qualche metro verso la
vostra DESTRA, per evitare un frontale.

Ricordati per sempre e comunque che in mare o al lago c moltissima


gente CHE NON CONOSCE LE REGOLE.
Anche in questo caso fatti comandare dal buon senso: rallenta sempre e
cerca di capire quello che ha intenzione di fare laltra barca, e agisci di
conseguenza.
Intendo dire che se tu hai la precedenza, ma vedi che laltro non te la da,
non ostinarti a fare il duro, rallenta e lascialo passare.
Poi magari gli dici di scaricarsi questo libro.
RIEPILOGANDO:
IN PORTO: ha la precedenza chi esce;
BARCHE A MOTORE E VELA: deve sempre dare la precedenza chi ha
un motore;
IN NAVIGAZIONE: tieni la destra e cedi il passo a chi viene da destra.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 32

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


3. DOCUMENTI DA TENERE A BORDO
Anche in questo caso i documenti da tenere a bordo cambiano in base
alla tipologia di barca che stai governando.
NATANTI:
Manuale del proprietario e dichiarazione di conformit, per tutte le
barche marchiate CE e quindi prodotte dal 1998;

Dichiarazione di potenza del motore o certificato duso del motore o


libretto del motore. Il nome cambia in base allanno in cui stato
emesso. E sempre il documento che riporta i dati del motore;

Assicurazione RC. La classica responsabilit civile che obbligatoria per


tutti i motori di qualsiasi potenza e di qualsiasi tipologia, compresi quelli
elettrici;

Patente nautica se il motore ha una potenza maggiore di 40.8 cavalli.

IMBARCAZIONI:
Licenza di Navigazione. il libretto della barca su cui sono riportati sia i
dati della barca compreso il numero di targa ed anche i dati del/dei
motori installati;

Se ci sono motori ausiliari, necessario il loro libretto;

Assicurazione RC;

Patente Nautica;

Attestazione tassa di stazionamento (se necessario);

Licenza RFT o certificato da radiofonista.


Se vuoi delucidazioni su questo argomento, le trovi al capitolo 4.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 33

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

4. SCI NAUTICO E SPORT DA TRAINO


Lo puoi praticare SOLO nelle ore diurne, prima del tramonto e in
condizioni meteomarine (tempo e mare) buone.
La distanza dalla costa deve essere:
- oltre 200 metri dalla linea batimetria (profondit del mare) di m. 1.60
se la costa sabbiosa;
- oltre 100 metri dalle coste a picco sul mare;
- la distanza tra la barca che traina e lo sciatore, non deve essere
inferiore a 12 metri;
- il conduttore deve essere sempre munito della patente nautica anche se
la potenza del motore non lo richiede.
A bordo, oltre il conduttore, deve esserci almeno unaltra persona
esperta di nuoto;
- Lunit deve avere le dotazioni di sicurezza previste dal regolamento in
relazione alla distanza dalla costa dove si svolge la navigazione.
Inoltre deve essere munita di un sistema di aggancio e rimorchio, di un
ampio specchio retrovisore convesso e di una cassetta del pronto
soccorso.
- Potrebbero esserci normative restringenti in alcune localit e quindi ti
consiglio di verificarle direttamente nel posto in cui ti trovi.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 34

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

5. DISTANZE
La regola generale di navigare a motore oltre i 500 metri dalla costa.
In caso di una costa che abbia una spiaggia, come ad esempio Riccione, i
500 metri iniziano da dove lacqua alta 1.6 metri.
Tutte le manovre fatte allinterno di questa fascia costiera sono
PERICOLOSE in quanto questo limite considerato limite balneabile e quindi
frequentato dai bagnanti.
ATTENZIONE alle boe di segnalazione dei SUB.
Da queste dovete stare lontani almeno 100mt come anche dalle barche a
vela in navigazione.

6. ORMEGGI
E per legge possibile entrare in tutti i porti pubblici ed anche in quelli
privati.
Gli ormeggi temporanei sono possibili SOLO se sono previsti nel porto in cui
ti trovi.
In mancanza di questi ormeggi non assegnati e liberi, non ti possibile
occupare dei posti assegnati o peggio ancora, ormeggiare dove esistono
passaggi necessari al traffico interno.
Ogni porto ha un gestore a cui puoi rivolgerti per capire se esistono
posizioni temporanee.
Qui la regola del BUON SENSO, la migliore di tutte.
Se sei in un posto che non conosci, e non riesci a trovare lufficio di un
responsabile, chiedi a chiunque si trova con la propria barca in quel porto,
in modo da ottenere le informazioni di cui hai bisogno.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 35

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

4 VHF

Tutto quello che devi sapere (e che molti non sanno)


Eccoci giunti al 4 capitolo di questa guida che DEVI assolutamente sempre
avere con te.
Ora ti parler di un argomento molto importante e molto interessante: il VHF.
Probabilmente non saprai nemmeno cos. Oppure ne hai sentito parlare ma a
riguardo hai poche idee e confuse.
Tranquillo, non sei lunico.
Questo capitolo ti serve appunto per capire esattamente una volta per tutte
cos e a cosa ti serve.
Nonostante sia un apparecchio molto tecnologico cercher di usare parole il pi
semplici possibili in modo che tu possa capire facilmente le sue caratteristiche
ed il suo utilizzo.
Alcune terminologie tecniche non potr evitarle (quelle in azzurrino), ma se
clicchi sulla parola ti si aprir una pagina di Wikipedia che ti spiegher
esattamente di cosa si tratta.
Ho voluto farti questa premessa, ma credimi pi facile di quello che sembra.

VHF la sigla di Very High Frequency ("frequenza molto elevata" in inglese)


e sta ad indicare la parte dello spettro delle onde radio compresa tra 30 e
300 MHz.
Questa quella famosa radio che devi obbligatoriamente avere a bordo nel
caso navighi oltre le 6 miglia dalla costa.
Prima di addentrarci direttamente nel discorso pratico, cio quando mi serve, a
cosa mi serve e come lo devo usare, voglio farti una breve introduzione.
Ogni Appartato VHF marino ha in evidenza il canale 16 che riconosciuto a
livello internazionale come canale dei EMERGENZA, infatti tutte le forze addette
alla sicurezza in acqua(polizia, carabinieri, guardia costiera, ecc) sono sempre
in ascolto su questo canale, oltre a tutte le imbarcazioni e navi sia civili che
professionali.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 36

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


Questo E MOLTO IMPORTANTE, per farti capire che se mai avessi bisogno di
aiuto in mare, un conto provare a contattare qualcuno con il telefono (spesso
in mare non c campo), un altro iniziare a parlare al microfono e sapere che
ci sono sempre molte persone in ascolto.
Fatta questa breve premessa sulla sicurezza, il mio consiglio SICURAMENTE
quello di avere sempre un VHF a bordo, che tu ne abbia bisogno per legge o
meno (quando potresti averne realmente bisogno il VHF fa la differenza).
Ora ti spiego alcuni aspetti tecnici e burocratici.
Quello che ti dir nelle prossime pagine si divide in 2 questioni fondamentali:
1. QUALE VHF DEVO COMPRARE?
2. UNA VOLTA ACQUISTATO COSA DEVO FARE PER ESSERE IN REGOLA?

1 QUALE VHF COMPRARE?


La prima cosa da fare, una volta deciso di voler acquistare un apparato VHF
quella di decidere quale.
Sulla marca, ti lascio piena libert e non ti do nessun suggerimento siccome so
che ognuno di noi affezionato ad un Brand piuttosto che ad un altro.
Mi raccomando se invece non sai neanche da che parte iniziare, piuttosto di
andare a casaccio, scrivimi per una consulenza ed io o qualcuno del mio staff ti
consiglieremo lapparato giusto per te.
Oggi sul mercato ci sono moltissimi produttori di articoli Nautici e non solo, che
offrono apparati di altissima qualit, come per esempio Garmin, Simrad o
Raymarine (e molti altri ancora).
Piuttosto, la DECISIONE da fare con cognizione di causa, sta nel decidere se
acquistare un VHF FISSO o PORTATILE.
Non esiste una scelta migliore in assoluto, ma sempre un compromesso
rispetto a quello che voglio fare.
Metto a confronto alcune caratteristiche tra i due prodotti con vantaggi e
svantaggi per metterti nella migliore condizione per fare la scelta giusta per te:

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 37



FISSO

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Potenza: fino a 25w


Montaggio: installazione con impianto e fissaggi oltre che dellapparato anche
dellantenna
Capacit di ricezione/trasmissione: 3 volte circa superiore al portatile
Durata batteria: finch hai corrente in barca

PORTATILE

Potenza: fino a 5w
Montaggio: nessuna installazione necessaria
Capacit di ricezione/trasmissione: 3 volte circa inferiore rispetto al fisso
Durata batteria: in fase di standby circa 48ore ma qui dipende tutto dalle
batterie che lapparato usa. Ne esistono alcuni con batterie stilo ed altri con
batteria al litio, come i cellulari.

Sotto laspetto della potenza immagino tu non abbia dubbi sul quale prendere.
Ma, se normalmente navighi entro le 5 o 6 miglia dalla costa ed hai una barca
pi piccola di 6 metri pu bastare tranquillamente un apparato portatile.
Ti complica meno la fase dinstallazione visto che non necessaria.
Cosa diversa se decidi di navigare oltre le 6 miglia, magari anche di non
molto , ma in questo caso ti consiglio sempre e comunque un apparato fisso.
Spesso quando si parla di VHF la domanda ricorrente : Oscar, ma fino a che
distanza prende?
La risposta non mai facile.
Ci sono pi di una questione da prendere in considerazione.
Sarebbe come chiedere quanto un pallone pu andare lontano senza sapere chi
lo calcia, che tipo di palla , se c vento, ecc
Una considerazione di massima si pu comunque fare ed quella legata ad
una formula matematica che fa un p da calcolo approssimativo medio per
capire quanto sia la portata di un vhf.
La formula questa:
si prende laltezza dal livello del mare dellantenna, questa misura la si mette
sotto (radice quadrata) ed il risultato lo si moltiplica per 4.
La stessa cosa va fatta per il punto di ricezione.
La somma di questi due numeri dar un risultato in km di copertura.
Ti faccio un esempio cos che molto pi semplice capire:

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 38

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


Una barca con unantenna che dal pelo dacqua a 3 metri.
3 = 1.73
Questo dato lo moltiplico per 4.
1.73 * 4= 6.92
Ipotizziamo che voglio comunicare con un amico che ha una barca a vela ed ha
lantenna sulla testa dalbero a 25mt.
25 = 5
che moltiplico per 4.
5 * 4= 20
Ora sommo 6.92+20=26.92KM che corrispondono a 14.54 miglia nautiche.
Molto pi chiaro ora?
Una volta che conosco la formula quindi, molto facile capire
(indicativamente) fino a che distanza possa prendere un vhf.
Per procedere allacquisto ti do alcuni parametri di prezzo:
i portatili oscillano tra i 100 e i 400 euro di media, mentre i fissi possono
andare dai 400 agli 800 con antenna ed installazione compresi, sempre
parlando di costi medi.
2 COSA DEVO FARE PER ESSERE IN REGOLA?
Ora affrontiamo il discorso burocratico.
Tempo fa, prima della riforma nautica era molto complesso ma per fortuna ora
la cosa si semplificata notevolmente.
Parliamo solo di navigazione da diporto e non professionale, se mi stai
leggendo, probabilmente il tuo caso.
Non pi necessario nessun collaudo a bordo della barca.
Ti SERVONO fondamentalmente 2 documenti:
-

licenza di esercizio radiotelefonico che lapparato a norma, registrato e


riconosciuto;
certificato limitato di radiotelefonista quello che ancora viene chiamato
patentino, anche se non sono necessari esami.
Questo abilita la persona ad utilizzare lapparecchio.

Tutti e due i documenti sono NECESSARI ed OBBLIGATORI.


Nel mio blog www.Barchemania.com nella sezione RISORSE, troverai i moduli
e lelenco degli uffici territoriali.
Una volta scaricati i moduli devi compiere queste procedure:


TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 39

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Il Certificato limitato di Radiotelefonista (patentino)


Presenta la domanda in bollo da 16,00 presso l'Ispettorato Territoriale di
zona del Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento Comunicazioni.
ELENCO DOCUMENTI

Domanda compilata e bollata


2 foto (di cui una autenticata)
Ulteriore marca da bollo da 16,00
Versamento di 0,52 sul c/c postale 11026010 intestato alla Tesoreria
Provinciale dello Stato di Viterbo
Copia di un documento di identit, in corso di validit (no patente)

La Licenza di esercizio (registrazione apparato)


Presento la domanda nellufficio di competenza in base al fatto che tu abbia un
natante o unimbarcazione.
ELENCO DOCUMENTI

Domanda compilata e bollata


Dichiarazione di conformit/dispaccio di omologazione dellapparato rilasciata
dal costruttore, che trovi nella scatola
N 2 marche da bollo 16,00
Fotocopia integrale di un documento didentit valido.
- Per le Imbarcazioni:
va presentata allufficio marittimo di iscrizione dellunit.
Lufficio provvede:
- allassegnazione del nominativo internazionale;
- al rilascio della licenza provvisoria di esercizio;
- alla trasmissione dei documenti allIspettorato Regionale del Ministero delle
Comunicazioni, per il rilascio della licenza definitiva.
La licenza provvisoria resta valida fino allarrivo di quella definitiva.
- Per i Natanti (barche senza targa): va presentata, allIspettorato Regionale
del ministero delle Comunicazioni.
Viene rilasciato un indicativo di chiamata, che sempre valido anche se cambi
barca, perch legata allapparato registrato.

Bene, ora dovresti avere le idee un po pi chiare in materia di VHF.


Se cos non fosse ti ricordo che puoi sempre tranquillamente contattarmi
inviandomi una mail a oscar@barchemania.com

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 40

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

5 Regolamentazione del trasporto di una


barca su un carrello stradale
Cosa ne dici?
Hai trovato interessante quello che ti ho detto fino ad ora?
Beh, se sei uno a cui piace girare lItalia e non solo con la barca o gommone al
traino LEGGI attentamente quello che ti dir fra poco.

Questo capitolo, infatti, tutto dedicato alle unit carrellabili.
Ti parler di come si possono trasportare le barche su di un carrello stradale,
IN TOTALE SICUREZZA, senza dover ricorrere per forza ad un trasporto su
camion.
Il capitolo affronter questi 3 temi fondamentali:
1. Normativa sulle sagome dei rimorchi
2. Normative per le patenti necessarie
3. Sicurezza in strada: cosa devo verificare prima di partire

1 - SAGOME
LUNGHEZZA
La legge, ed in questo caso parliamo del CODICE DELLA STRADA, prevede che
la lunghezza totale di auto e rimorchio, compreso il carico se sporgente da
questultimo, debba essere uguale o inferiore ai 18.35mt.
Entro questa misura possono stare tutti i mezzi combinati tra motrice e
rimorchio, che nel tuo caso saranno auto e carrello porta barca.
Hai la possibilit di sporgere di 3/10 (tre decimi) rispetto alla lunghezza del
rimorchio.
Un esempio come al solito mi aiuta a spiegarmi meglio:
considera di avere unauto lunga 5 metri ed un carrello con barca sopra che
misura in tutta la sua lunghezza 8mt.
Avrai un totale del treno (insieme di auto e rimorchio) di 13metri.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 41


NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Puoi eccedere a questa misura con una maggiorazione del 30% della misura
del telaio del rimorchio (8 * 30% = 2,04mt). Considera che la fanaleria porta
targa (stanga) sporge gi di circa un metro, dalla fine del telaio.

Con lOBBLIGO di segnalare questa sporgenza (se eccedi oltre la fanaleria


porta targa) con il cartello omologato a strisce rosse e bianche.
LARGHEZZA
Il codice della strada impone un LIMITE MASSIMO (compreso di tolleranze) di
2.55mt.
Nel caso dallauto non vi sia una buona visibilit posteriore, dovrai installare
provvisoriamente degli specchietti laterali che sporgano entro i 20 cm per lato.
ATTENZIONE al libretto di circolazione dellauto
Potrebbe prevedere dei limiti pi restrittivi per la sagoma del rimorchio.
In questo caso se eccedi i limiti previsti dal costruttore dellauto, non violi il
codice della strada in assoluto, ma starai conducendo un mezzo tecnicamente
non omologato per quel tipo di rimorchio.
PESO
Il limite massimo di trasporto per un rimorchio di 3499kg (stiamo parlando di
rimorchi non professionali).
Al peso riportato sul libretto del carrello (massa complessiva) puoi eccedere
con una tolleranza massima del 5% sul totale, purch rientri nel limite dei
3499kg.
Anche qui fai ATTENZIONE a quello che tecnicamente la tua auto pu
rimorchiare, considerando sempre il peso totale (la somma del peso della
barca e del carrello).
La normativa sullargomento del peso effettivo da considerare tra quello
effettivo al momento del controllo e quello indicato sul libretto(massa
complessiva) si sta evolvendo.
La tipologia TATS che presente solo in Italia, probabilmente nel prossimo
futuro non esister pi e quindi non entro nel discorso.
Se vuoi avere maggiori chiarimenti come sempre non esitare a mandarmi una
mail a oscar@barchemania.com

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 42

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

2 - PATENTE

B
Ti permette di guidare il complesso (peso dellauto + peso di carrello e barca)
se NON supera i 3500 kg.
La massa complessiva del rimorchio (peso rimorchio + peso barca) NON deve
superare la massa a vuoto (tara) del veicolo.
Con la PATENTE B puoi comunque trainare un rimorchio leggero, cio che
non superi i 750kg (peso carrello + peso barca) anche se la somma supera i
3500kg.
In pratica il rimorchio leggero non va a sommarsi al peso dellauto.
B 96
Consente di trainare con autoveicoli della categoria B, rimorchi la cui massa
supera 750 kg, fino ad una massa massima complessiva autorizzata
(combinazione auto + carrello) di 4.250 kg.
Per questa patente richiesto il superamento di una prova pratica senza teoria
con un complesso di veicoli che rientri tra i 3500 kg e i 4250kg.
B + E
E obbligatoria quando il complesso (peso dellauto + peso di carrello e barca)
supera i 3500 kg o i 4250kg se hai gi la B96.
Per capire se hai bisogno di questa patente devi considerare:
- il pieno carico dellauto che trovi nel riquadro F2 del libretto dellauto;
- il pieno carico del carrello che trovi nel riquadro F2 del libretto del carrello;
Se possiedi altre patenti che abbiano la E come finale (ad es. C+E o D+E),
sono valide come la B + E.
Le patenti superiori come C e D invece NON valgono per il rimorchio allo stesso
modo della B.
Ti faccio qualche esempio che mi aiuta a spiegare meglio:
- auto 3500 kg + carrello (leggero) 750 kg : patente B.
- auto 2700 kg + carrello 1200 kg. Somma = 2700 + 1200 = 3900 kg:
patente BE o B96.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 43

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

- auto 1800 kg con massa a vuoto di 1200 kg. Carrello di 1300 kg.
Somma = 1800 + 1300 = 3100 kg: patente BE (anche se il complesso
inferiore a 3,5 t perch la complessiva del carrello supera la tara dellauto).
- auto 3000 kg + carrello di 2000 kg. Somma = 3000+2000 = 5000 Kg:
patente BE


3 - SICUREZZA

Bilancia i pesi:
Cerca di avere il giusto carico sul gancio di traino
30/50kg la media.
Avere il peso giusto sul gancio di traino ti aiuta a non peggiorare la situazione
in caso tu dovessi fare manovre brusche.
Controlla:

Le luci di posizione, frecce ed impianto elettrico;


I cuscinetti del carrello SONO I PIU IMPORTANTI DI TUTTO;
Lo stato dei freni;
Gomme: verifica lo stato e che abbiano la stessa sigla riportata sul
libretto del carrello

Fissa la barca al carrello:

La fune dellargano DEVE essere ben tesa;


Fissa sempre o una o due corde dalla poppa della barca al telaio del
carrello in una posizione avanzata rispetto alla poppa A Servono per non
far sobbalzare la barca in caso di dossi o manovre brusche, e da
ulteriore sicura alla fune dellargano.
Fissa una cima che ancori la prua della barca al telaio del carrello in un
punto arretrato B Nel caso tu faccia una brusca frenata evita che la
barca ti finisca nel lunotto della macchina.
Lega bene il telo della barca o meglio ancora toglilo e riponi tutto nei
gavoni, cuscini compresi. In questo modo eviterai di perdere pezzi per
strada.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 44

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

6 CHE DOCUMENTI DEVO AVERE A BORDO?


In questa sezione ti elenco tutti i DOCUMENTI necessari al fine della
navigazione che DOVRAI sempre avere a bordo.
Il capito si divide in queste 3 principali tematiche:
1. I Documenti necessari a bordo;
2. Le copie dei documenti sono valide?
3. Cosa devo fare in caso di smarrimento o furto dei documenti?

1 - I documenti necessari a bordo


Inizio a parlarti dei NATANTI, quindi barche che hanno una misura inferiore ai
10 metri e che sono senza la targa.
I natanti devono avere a bordo i seguenti documenti:
DICHIARAZIONE DI POTENZA DEL MOTORE
Negli anni questo documento ha cambiato pi volte il nome.
Dagli anni 70 in cui si chiamava certificato duso, poi certificato di potenza ed
ora dichiarazione di potenza.
Poco conta come si chiama, in pratica un documento che riporta i dati tecnici
del o dei motori. Un tempo era un foglio di 10 centimetri, ora nel classico
formato A4, spesso in cartoncino.
POLIZZA ASSICURATIVA
Obbligatoria per qualsiasi motore indipendentemente dalla potenza.
DEVI sempre avere lassicurazione a bordo insieme ai documenti.
ATTENZIONE tutti i tipi di motore che siano a scoppio, elettrico o ausiliari
DEVONO essere assicurati.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 45

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

CERTIFICATO DI OMOLOGAZIONE E DI CONFORMIT


E il certificato che riguarda limbarcazione che serve principalmente per
comprovare un numero di passeggeri superiore a quello indicato nel
Regolamento di sicurezza. In pratica dice quante per persone puoi portare.
Questo documento obbligatorio per tutte le barche prodotte dal 1998.
Prima non era obbligatorio per i costruttori farlo e quindi poche barche prima di
quella data ne erano provviste.
In mancanza di questo documento non incorri in nessuna sanzione siccome
potresti essere su una barca prodotta prima di quella data. Lo svantaggio che
avrai sar che potrai avere a bordo non pi delle persone indicate dal
Regolamento di Sicurezza, che sono:
fino a 3.5mt 3 persone
da 3.51 a 4.5mt 4 persone
da 4.51 a 6mt 5 persone
da 6.01 a 7.5mt 6 persone
oltre i 7.51mt 7 persone
ATTENZIONE quando acquisti una barca.
Fatti dare anche questo documento.
LA PATENTE NAUTICA
Quando il motore installato a bordo dellunit sia di potenza superiore a 40.8
CV o quando si naviga ad una distanza superiore alle 6 miglia dalla costa o
quando si conduce un acquascooter.
Negli altri casi consigliabile avere a bordo un documento di riconoscimento.
Se hai a bordo un Vhf ( obbligatorio quando si naviga a distanza superiore
alle sei miglia dalla costa) devi tenere a bordo i relativi documenti che ti ho
descritto nel capito 4 a pagina 35:
1. certificato limitato di RTF
2. licenza di esercizio RTF

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 46

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


Bene, fino adesso ti ho parlato di tutti i documenti che devi avere a bordo se
possiedi un natante.
Ora andiamo invece ad analizzare che documenti devi avere a bordo nel caso
tu stia utilizzando unimbarcazione.
IMBARCAZIONE, cio una barca superiore ai 10metri di lunghezza, o se
inferiore, che abbia una targa.
LA LICENZA DI NAVIGAZIONE
Questo quello che potremmo chiamare il libretto della barca.
Infatti vengono riportati sia i dati tecnici sia i dati del proprietario della barca.
Nel caso in cui il proprietario fosse una societ di Leasing, anche il locatario
(salvo casi particolari).
DICHIARAZIONE DI POTENZA DEL MOTORE
Solo per i motori fuoribordo.
POLIZZA ASSICURATIVA
Obbligatoria per qualsiasi motore indipendentemente dalla potenza.
DEVI sempre avere lassicurazione a bordo insieme ai documenti.
ATTENZIONE tutti i tipi di motore (a scoppio, elettrico o ausiliari NON FA
DIFFERENZA) DEVONO essere assicurati.
IL CERTIFICATO DI SICUREZZA
Deve essere in corso di validit!
E il documento che attesta che la barca a norma ed in condizioni per poter
navigare.
La prima volta viene rilasciato in fase di immatricolazione e viene riportato
sulla licenza di navigazione.
Ha una durato di 8 o 10 anni seconda il tipo di navigazione che fai.


TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 47

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Per il rinnovo devi chiamare un tecnico del RiNa o Istituto Giordano, che
sono due societ certificatrici che ti faranno il rinnovo previo controllo tecnico
a bordo.
DOCUMENTAZIONE PER IL VHF
certificato limitato di RTF
licenza di esercizio RTF
PATENTE NAUTICA
In corso di validit.
Tutto chiaro?
Ora sai esattamente quello che devi avere a bordo per essere in regola al al
100% nel caso in cui dovessero fermarti per un controllo.
Credimi rispettare le regole, oltre a non farti rischiare di incappare in sanzioni
pi o meno salate, ti fa evitare di perdere un sacco di tempo nel caso in cui
dovessero fermarti.
Ora voglio affrontare il discorso TENDER, infatti ricevo spesso molte
domande a riguardo.
I natanti da diporto a motore fino a 10 metri, quando utilizzati come "tender",
quindi come barche o gommoni dappoggio per la principale, devono riportare
sullo scafo la sigla e il numero d'iscrizione , ad esempio Tender to SP4052D.
Se naviga entro un miglio dalla costa o dalla Barca Madre, se questa si trova
al largo, necessita delle dotazioni di sicurezza per la navigazione entro un
miglio e tutti i documenti richiesti ai natanti.
Se il tender si trova su un natante, verr considerato un natante a se e quindi
sia per documenti e dotazione di bordo, dovr essere in regola.
2 Le copie dei documenti sono valide?
Puoi tenere a bordo le copie AUTENTICATE dei documenti se e solo se possiedi
un natante.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 48

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


Quindi in questo caso puoi tenere a bordo la copia del certificato di conformit
e della dichiarazione di potenza.
Le copie le puoi far autenticare direttamente al tuo comune con marca da bollo
o con atto notarile.
Questa regolamentazione VALIDA solo sul territorio nazionale e non riguarda
la Patente.
Se, invece, navighi su unimbarcazione, NON consentito avere a bordo la
documentazione in copia.
3 - Cosa devo fare in caso di smarrimento o furto dei documenti?
Nessuna paura! Si possono tranquillamente richiedere i duplicati.
La domanda per la richiesta del nuovo documento va fatta in posti diversi a
seconda del tipo di documento.
Per TUTTI comunque necessaria la denuncia di furto o smarrimento fatta
presso un comando delle forze dellordine. Per i motori devi essere in possesso
della matricola e comunque tutti i numeri e lettere indicati sulla targhetta
applicata sul telaio.
Una volta fatta la denuncia provvedi a fare le richieste a:
Patente nautica: motorizzazione o capitaneria che lha rilasciata.
Certificato di potenza motore: da richiedere ad un concessionario di motori
marini.
Licenza di navigazione: capitaneria che lha rilasciata.
Polizza assicurativa: alla tua assicurazione.
Documenti VHF: agli uffici che li avevano rilasciati.
Certificato di sicurezza: ente che lo aveva rilasciato.

I moduli per la richiesta o rinnovo patente li trovi nella sezione risorse gratuite
del mio blog www.barchemania.com

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 49

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

7 Cosa devo fare per non rischiare di


rimanere in panne?
Siamo giunti allultimo dei 7 capitoli di questa guida.
Ma come si dice di consueto, questo lultimo ma non il meno importante dei
capisaldi della navigazione sicura.
Anzi probabilmente se vuoi che le tue vacanze e le tue uscite in barca ti lascino
il sorriso stampato in faccia meglio che leggi attentamente quello che ho da
dirti.
Prima di entrare nel concreto voglio farti una brevissima introduzione a quello
che ti dir pi avanti.
Sono sicuro che tu, come tutti o quasi, ti accorgi dellimportanza delle cose
solo quando le stai perdendo o le hai gi perse.
Voglio consolarti, non solo un tuo problema, ma un problema di tutti (anche
il mio).
Per fortuna, con lavvento dellindustrializzazione e lesplosione dellera
tecnologica, i prodotti in generale hanno acquisito una tale affidabilit che
ormai diamo per scontato il loro funzionamento.
Siamo talmente convinti di questo che spesso pensiamo che un prodotto abbia
vita eterna.
Se tu sei tra coloro che hanno un libro di bordo in cui viene annotata tutta la
manutenzione della barca, cio un libro con la programmazione e la scadenza
delle varie manutenzioni eseguite e da eseguire, e soprattutto se le rispetti
esattamente,
Sappi che sei un caso raro.
Senza tanti giri di parole, il detto che meglio prevenire che curare valido
per le barche tanto quanto per tutto il resto.
Essendo nel settore da molti anni, ho potuto appurare che nella stragrande
maggioranza dei casi, larmatore o il proprietario della barca anzich imparare
a gestire la barca costretto, a suo malgrado, ad imparare a gestire
limprevisto.
Questo, semplicemente per il fatto che la gestione preventiva non viene spesso
rispettata.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 50

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


Alla lunga, gestire un inconveniente o un danno ha un costo maggiore, sia in
termini finanziari che in termini di soddisfazione delle proprie vacanze o del
proprio benessere e divertimento.
Bene, fatta questa breve introduzione, ora passo al succo del discorso.
Andr a spiegarti passo dopo passo cosa devi fare per non rischiare di
rimanere in panne.
Il capitolo si divider in tre parti principali
1. Manutenzione generale per le barche
2. Manutenzione specifica barche a vela
3. Manutenzione specifica barche a motore
1 - Manutenzione generale barche
I punti sensibili sono in questo caso lo scafo e tutte le prese a mare che lo
attraversano.
Antivegetativa
la vernice che ricopre la parte dello scafo immersa in acqua.
Lantivegetativa va fatta mediamente ogni anno, puoi anche farla durare 2
anni, ma sappi che il secondo anno avr una resa di circa il 50% rispetto
allanno prima.
Ti faccio un esempio, anche se non perfetto, ma preferisco darti
uninformazione facilmente ricordabile piuttosto che annoiarti con dettagli
tecnico/chimici (che se in caso vorrai ti dar personalmente).
Immagina che lantivegetativa sia linsieme del diserbante e tagliaerba del
giardino di casa tua.
Puoi tagliare lerba una volta allanno?
Certamente!
Ma accetti pure di avere una piccola foresta di fronte alla porta di casa, che
rallenta il tuo passaggio, ti rovina gli abiti e si riempie di insetti
fastidiosi.
La stessa cosa vale per lo scafo della tua barca.
Non rifacendo il trattamento tutti gli anni non rompi nulla,
ma alla lunga la protezione del tuo scafo diventa sempre meno efficiente.


TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 51


NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Diminuisce la scorrevolezza e aumentano i consumi.

Purtroppo non finita qui, in quanto losmosi sempre pronta a venire a


romperti le scatole, o meglio, a rompere le scatole al tuo scafo.
Losmosi il risultato di micro infiltrazioni di acqua attraverso la vetroresina e il
gelcoat (vernice) della barca.
Si formano una serie di piccole bolle che sembrano innocue inizialmente, ma
se le trascuri si estendono su tutto lo scafo, andando ad attaccare, nella
peggiore delle ipotesi, anche la struttura della barca.
Quindi ti starai chiedendo:
come posso prevenire losmosi?
Semplice, facendo un buon trattamento di fondo antiosmosi.
E ovviamente sopra lo strato di antiosmosi devi fare lantivegetativa, meglio se
ogni anno.
Scarichi a mare
Per quanto riguarda invece gli scarichi, gli ombrinali immersi (e non) e le prese
a mare, mi raccomando, dedicagli parecchia attenzione.
Sono parti molto delicate in quanto sono costantemente sotto la pressione
dallacqua.Il loro compito di garantire che lacqua non desiderata resti
allesterno della barca.
STAI ATTENTO BENE, tu non sei un meccanico, quindi non ti chiedo di saperle
sostituire.
Il tuo compito sar quello di sapere quante sono, dove sono e a cosa servono.
E ti chiederai perche?
Beh perch dovrai tenerle sempre monitorate.
Se vedi che intorno ad una presa a mare lossido inizia ad aggredirla e magari
nel chiudere la saracinesca, ti ritrovi con la chiusura in mano, sappi che
lULTIMO avviso prima che ceda completamente.
Monitorale spesso, aiutale a mantenersi con grasso a litio, prodotti protettivi
come il CRC66 specifico per lambiente marino.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 52

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


Gli anodi
Gli anodi sacrificali sono quelle parti metalliche, fissate sullo scafo o sui piedi
dei motori o vicino alle eliche, che servono per attrarre a se le correnti
galvaniche che si formano per il moto ondoso e non solo.
Se non ci fosse chi si sacrifica, a pagarne il prezzo sarebbero tutte le altre parti
metalliche della barca immerse nellacqua.
Questi si consumano, e per fortuna lo fanno.
Vanno sostituiti quando arrivano al 70% della loro dimensione iniziale.
Le batterie
Le Batterie vanno ricaricate spesso.
Gli accumulatori, in generale, durano molto di pi se vengono usati spesso.
Probabilmente sulla tua auto ti dimentichi di controllare la batteria, in
quanto viene usata quasi tutti i giorni.
Le batterie di nuova tecnologia come quelle al gel, hanno una capacit di
durata molto superiore alla media delle classiche batterie.
Questo si evidenzia ancor pi se le si utilizzano poco.
Infatti, le batterie senza acido, sopportano meglio sia le basse temperature che
anche lunghi periodi di inattivit.
Se riesci a fare almeno un avviamento al mese sicuramente buona cosa!
Altrimenti, nei periodi di inutilizzo, puoi smontarla e portarla a ricaricare presso
una elettrauto.
Oppure lascia collegato il caricabatterie della tua barca, alla banchina del
porto.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 53


NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

2. Manutenzione specifica barche a vela

Sulle barche a vela vi molta attrezzature che va tenuta sotto controllo, in


quanto tutto lapparato di propulsione tramite il vento sempre sollecitato ed
esposto, da qui il mio consiglio di NON tralasciare nulla.
Le vele
Praticamente tutti i costruttori di vele, ti scrivono nei manuali di uso e
manutenzione di non maltrattare le stesse.
Gli accorgimenti sono abbastanza logici ma meglio ripassarli:
NON sfregare le vele contro nulla.
NON accartocciare le vele ma piegale con cura.
CONSERVALE in un luogo asciutto e stivale solo se completamente asciutte.
NON lasciarle esposte alla luce del sole (quando non le usi ovviamente).
Se vedi tracce di MUFFA, toglile immediatamente.
Il sartiame
Tutto linsieme delle sartie, funi e cavi della barca.
Se trovi dei punti di ossido, ruggine o altri effetti della corrosione su una parte
qualsiasi di queste, intervieni subito!
Pensa che un paterazzo, cavo che collega lalbero alla poppa della barca,
supera tranquillamente i 1000kg di spinta in navigazione se parliamo di una
barca di medie dimensioni.
Tu ti caleresti con una corda dal terzo piano, senza nemmeno dargli un occhio?
Tu sei pi leggero di 1000kg quindi trai le tue conclusioni!
Winch, bozzelli ed attrezzatura per la navigazione
Sono tutti strumenti necessari per la navigazione e la maggior parte di questi
ha dei movimenti interni come cuscinetti e sistemi di strozzaggio.
Esistono prodotti lubrificanti specifici che servono a proteggerli dal tempo e
dalle intemperie.
Anche in questo caso, quando noti che vi sono delle anomalie nel
funzionamento intervieni, prima con uno sbloccante e lubrificante e se nulla
accade smonta e manutenziona a fondo.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 54

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


3. Manutenzione motore o barca a motore
Voglio premettere che quanto scrivo qui di seguito non sar un manuale di
manutenzione, ma solo un breve riepilogo di quanto va controllato sul motore
e ogni quanto.
Tuttavia se possiedi le corrette abilit ed il tuo motore fuori dai vincoli di
garanzia, puoi procedere tu stesso ad effettuare delle piccole manutenzioni di
controllo di base, mentre per le manutenzioni annuali o periodiche, il consiglio
comunque di rivolgerti ad un tecnico di fiducia che con esperienza e
competenza sicuramente sapr come intervenire sul tuo motore.
Se possiedi un motore marino, sappi che se lo tieni trattato e lavato con acqua
dolce dopo lutilizzo, specie sulle parti a contatto con acqua salata o con forte
contenuto calcareo, alla lunga sicuramente sar meno corroso e meglio
mantenuto.
Molti motori moderni hanno anche una presa dacqua diretta (tipo linnesto
della canna dellacqua del giardino) per poter fare un lavaggio del circuito
interno di raffreddamento a motore tassativamente spento.
Sia per i motori fuoribordo moderni che per tutti gli altri sono valide queste
scadenze per controlli e manutenzioni.
DOPO LE PRIME 20 ORE (in caso di motore nuovo)
Olio motore: cambiare
Olio piede: cambiare
Filtri olio e carburante:non tutti i manuali dei motori prevedono la sostituzione
dopo le 20 ore, ma io ti consiglio vivamente di farlo,
siccome proprio nella fase iniziale che il motore
si pulisce di tutto il processo della sua produzione.
Controlli a regime del minimo, connettori e raffreddamento.
DOPO LE PRIME 100 ORE
Olio motore: cambiare
Olio piede: cambiare
Filtro olio: cambiare
Filtri benzina: cambiare
Girante pompa acqua: controllo o sostituzione
Candele: controllo o sostituzione
Valvola termostatica: controllo e pulizia da agenti esterni
Controlli: regime del minimo, connettori elettrici, raffreddamento, candele,
cinghia distribuzione, anodi anti corrosione, paraoli di tenuta albero, elica e
coppiglia.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 55


NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Ti consiglio comunque di fare controllare da tecnici competenti il motore
almeno una volta allanno anche se non lo usi o se lo usi poco.

Lolio di lubrificazione, sia del motore che del piede, un prodotto chimico e a
contatto con le parti metalliche del motore e allossigeno dellaria perde parte
delle sue capacit lubrificanti.
Quindi, anche se ha lavorato poco, sarebbe meglio sostituirlo con il pi adatto
e consigliato dalla casa produttrice.
Per esperienza, ti posso dire che grazie allalta tecnologia a cui siamo arrivati
sui motori, difficile vedere barche ferme a causa di rotture improvvise
(soprattutto se paragonato a ventanni fa).
Oltre alla manutenzione, ricorda ogni volta che sali a bordo di fare i controlli a
queste 3 banali cose:
Carburante
Batterie
Tappi e saracinesche
Pi del 50% degli interventi di recupero in mare sono causati da questi 3
fattori che ti ho appena elencato.

Bene, siamo giunti alla fine di NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai
come farlo.
Se seguirai alla lettera passo dopo passo tutto quello che ti ho detto, passerai
le tue vacanze in totale tranquillit divertimento e sicurezza.

Buon vento!
Oscar Bellandi

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 56

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo


Epilogo
Per qualsiasi chiarimento (come ti ho ripetuto pi volte nel libro) mi puoi
trovare via e-mail allindirizzo oscar@barchemania.com
Salvo rare eccezioni, cerco di rispondere molto velocemente.
Se vuoi lasciare commenti, recensioni o semplicemente vuoi raccontare una
tua esperienza personale puoi farlo direttamente sul mio blog
www.barchemania.com dove troverai anche moltissime altre risorse gratuite.
Prima di salutarti definitivamente voglio svelarti il reale motivo per il quale ho
scritto questo piccolo manuale gratuito.
Pi di una volta mi stato chiesto di scrivere una guida pratica sulla nautica,
ma ho sempre risposto che in giro se ne trovano decine sia gratuite che a
pagamento.
Per me sarebbe stato un impegno inutile.
In realt mi sono realmente messo alla ricerca di queste guide, trovandone sia
in formato cartaceo, che scaricabili da internet.
Tutto quello che ho trovato era molto interessante, fatto decisamente bene ma
le TERMINOLOGIE TECNICHE si sprecavano.
Spesso, anche io che nella nautica ci vivo da sempre, facevo veramente fatica
a capire alcuni concetti spiegati in quel modo.
Proprio da qui nata in me la voglia di scrivere questo piccolo manuale con un
linguaggio semplice ed informale.
In alcuni passaggi ho voluto usare dei termini non perfetti, oppure fare delle
similitudini che stridevano, ma credimi, ho voluto parlarti come se fossimo al
porto una domenica mattina, in piena estate prima di salire in barca.

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 57

NAVIGARE E UN VERO INCUBO, se non sai come farlo

Ringraziamenti
Per realizzare questo E-Book ci sono volute molte ore di lavoro e decine di
anni di esperienza sul campo.
E stato necessario anche laiuto di una persona di fiducia.
Ringrazio Luca Miniati, che nonostante si trovasse dallaltro capo del mondo,
riuscito a supportare questo lavoro con tenacia ed entusiasmo fino alla fine.

Link utili e le mie principali fonti:


http://www.guardiacostiera.it
http://www.guardiacostiera.it/maresicuro/it/
http://www.ucina.net/it/
http://www.federvela.it
http://www.leganavale.it/wps/portal/lni
http://www.gazzettaufficiale.it

Ora veramente tutto!


Spero di sentirti presto.
Buon vento!
Oscar Bellandi

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI www.barchemania.com 58

Interessi correlati