Sei sulla pagina 1di 37

ANALISI DEL CLIMA METEOMARINO

1. Premessa
Nella presente relazione vengono riportati i risultati dello studio del moto ondoso al
largo eseguito nellambito della progettazione definitiva dell intervento di difesa della
fascia litoranea del comune di Cir Marina (KR) dai fenomeni erosivi.
Tali studi forniscono gli elementi tecnici di base per la scelta della configurazione e
della tipologia ottimale delle opere da adottare, nonch per la progettazione strutturale delle stesse. In particolare, nel presente studio sono stati riportati linquadramento
geografico dellarea interessata dalla realizzazione delle opere con lindividuazione
dellunit fisiografica in cui ricade il paraggio in esame e il relativo settore di traversia.
Si proceduto quindi allanalisi del clima ondoso a largo utilizzando le serie storiche di
misure ondametriche rilevate dalla boa posta a largo della costa di Crotone. Per la valutazione del clima ondoso a largo, con riferimento a ciascuna delle direzioni di provenienza del moto ondoso di largo, le altezze donda rilevate dalla boa sono state suddivise in classi ed a ciascuna di esse stata associata una persistenza media annua. Si
proceduto quindi alla determinazione dei contenuti energetici connessi al moto ondoso ed alla valutazione dellenergia risultate a largo del paraggio in esame.
Al fine di valutare le caratteristiche della mareggiata di progetto, in termini di direzione di provenienza, altezza donda e periodi significativi, sta elaborata unanalisi di
natura statistica per la determinazione degli eventi estremi di largo e cio dei valori
delle altezze donda e dei periodi significativi connessi a un determinato periodo di ritorno (Tr = 50).
Una volte definite le caratteristiche del clima ondoso di lorgo si proceduto a studiarne il trasferimento sottocosta, mediante opportuno modello matematico per la valutazione del fenomeno della rifrazione. Tale parte dello studio stata finalizzata alla caratterizzazione del clima ondoso sottocosta mediante la determinazione delle persistenze medie annue delle classi donda significative e della relativa distribuzione dei
contenuti energetici medi annui al frangimento.
Per quanto concerne la valutazione delle caratteristiche della mareggiata di progetto
ed in particolare dellaltezza donda di progetto, si proceduto ad analizzare il fenomeno di propagazione da largoa sottocosta anche per i valori dei carichi ondosi da utilizzare per il dimensionamento strutturale delle opere a scogliera.

1.2 Il settore di traversia: fetches geografici e fetches efficaci


Per proteggere qualsiasi opera bisogna prima determinare il paesaggio costiero, questo avviene attraverso la determinazione del settore d traversia e del fetch.
Si definisce settore di traversia di un paraggio il settore angolare che include tutte le
direzioni dalle quali possono giungere le onde, una determinazione molto imprecisa.
Il fetch viene definito come una zona di mare in cui il vento spira con intensit e direzione costanti o, ancora, pu essere definito come la lunghezza di porzione di mare
sulla quale pu avvenire la generazione del moto ondoso a opera dellazione esercitata
dal vento.
Il fetch misura pertanto la lunghezza dellarea sottoposta alla perturbazione nella direzione del vento.
Si definisce fetch geografico la misura della distanza tra due opposte coste in mari
chiusi. Per questi mari comune introdurre la lunghezza del fetch efficace. E importante considerare che nel concetto di fetch efficace viene considerato lo sviluppo e
propagazione del onda della larghezza del fetch e della dispersione direzionale
dellenergia dellonda. Proprio in base a queste considerazioni, gi nel 1975 lo S.P.M
propose lutilizzazione della seguente espressione (Saville):

x cos
cos
n

Feff =

Dove:
-

xi: fetch geografico per li-esima direzione;

i : angolo che la generica direzione i forma con la direzione del vento;

n: esponente del coseno al numeratore che varia tra 6 e 10, ma nel caso particolare del porto di Crotone ci si trova in mare chiuso, pertanto pari a 6.

Nel presente lavoro sono stati calcolati i fetch efficaci ogni 10 utilizzando la relazione
di Saville sopra esposta che lega appunto i fetch geografici con le possibili direzioni di
provenienza del vento.
Di seguito sono riportate le tabella di calcolo del fetch efficace per ogni direzione:
DIREZIONE 141
i
(N)

i
(rad)

-45
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10

-0,785398163
-0,698131701
-0,610865238
-0,523598776
-0,436332313
-0,34906585
-0,261799388
-0,174532925

(cos

i)^2

0,5
0,586824089
0,671010072
0,75
0,821393805
0,883022222
0,933012702
0,96984631

Xi
[km]
359
385
398
445
732
1300
1144
987

xicos(

i)6

45
78
120
188
406
895
929
900

-5
0

-0,087266463
0,992403877
839
0
1
793
SOMMA
8
DIREZIONE141
Feff
638,1117244
Tabella 1. Fetch Efficace Direzione 141 N.

820
793
5.173

DIREZIONE 133
i
(N)
-45
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0
5

i
(rad)
-0,785398163
-0,698131701
-0,610865238
-0,523598776
-0,436332313
-0,34906585
-0,261799388
-0,174532925
-0,087266463
0
0,087266463
SOMMA
DIREZIONE133
Tabella 2.

(cos

i)^2

0,5
0,586824089
0,671010072
0,75
0,821393805
0,883022222
0,933012702
0,96984631
0,992403877
1
0,992403877
9

xi
[km]
318
346
385
376
443
454
746
1218
1048
951
804

xicos(

i)6

40
70
116
159
246
313
606
1.111
1.024
951
786
5.421

Feff
595,7007591
Fetch Efficace Direzione 133 N.

DIREZIONE 123
i
(N)
-45
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0
5
10
15

i
(rad)

(cos

i)^2

xi
[km]

-0,785398163
0,5
278
-0,698131701
0,586824089
304
-0,610865238
0,671010072
317
-0,523598776
0,75
346
-0,436332313
0,821393805
384
-0,34906585
0,883022222
376
-0,261799388
0,933012702
442
-0,174532925
0,96984631
453
-0,087266463
0,992403877
745
0
1
1.221
0,087266463
0,992403877
1048
0,174532925
0,96984631
955
0,261799388
0,933012702
804
SOMMA
11
DIREZIONE123
Feff
414,0137688
Tabella 3. Fetch Efficace Direzione 123 N.

xicos(

i)6

35
61
96
146
213
259
359
413
728
1.221
1.024
871
653
4.555

DIREZIONE 113
i
(N)
-45
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0
5
10

i
(rad)
-0,785398163
-0,698131701
-0,610865238
-0,523598776
-0,436332313
-0,34906585
-0,261799388
-0,174532925
-0,087266463
0
0,087266463
0,174532925

(cos

i)^2

0,5
0,586824089
0,671010072
0,75
0,821393805
0,883022222
0,933012702
0,96984631
0,992403877
1
0,992403877
0,96984631

xi
[km]
259
271
278
304
317
346
384
376
442
453
746
1218

xicos(

i)6

32
55
84
128
176
238
312
343
432
453
729
1.111

15
20
25

0,261799388
0,933012702
1048
0,34906585
0,883022222
955
0,436332313
0,821393805
804
SOMMA
13
DIREZIONE113
Feff
475,9267668
Tabella 4. Fetch Efficace Direzione 113 N.

851
658
446
6.048

DIREZIONE 103
i
(N)
-45
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0
5
10
15
20
25
30
35

i
(cos i)^2
xi
(rad)
[km]
-0,785398163
0,5
258
-0,698131701
0,586824089
261
-0,610865238
0,671010072
259
-0,523598776
0,75
271
-0,436332313
0,821393805
278
-0,34906585
0,883022222
304
-0,261799388
0,933012702
317
-0,174532925
0,96984631
346
-0,087266463
0,992403877
384
0
1
376
0,087266463
0,992403877
442
0,174532925
0,96984631
453
0,261799388
0,933012702
745
0,34906585
0,883022222
1217
0,436332313
0,821393805
823
0,523598776
0,75
955
0,610865238
0,671010072
804
SOMMA
14
DIREZIONE103
Feff
379,0657248
Tabella 5. Fetch Efficace Direzione 103 N.

xicos(

i)6

32
53
78
114
154
209
257
316
375
376
432
413
605
838
456
403
243
5.356

DIREZIONE 93
i
(N)
-45
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0
5
10
15
20
25
30
35

i
(rad)
0,785398163
0,698131701
0,610865238
0,523598776
0,436332313
-0,34906585
0,261799388
0,174532925
0,087266463
0
0,087266463
0,174532925
0,261799388
0,34906585
0,436332313
0,523598776
0,610865238

(cos

i)^2

xi
[km]

xicos(

0,5

240

30

0,586824089

243

49

0,671010072

258

78

0,75

261

110

0,821393805
0,883022222

259
271

144
187

0,933012702

278

226

0,96984631

304

277

0,992403877
1
0,992403877
0,96984631
0,933012702
0,883022222
0,821393805
0,75
0,671010072

317
346
384
376
442
453
745
1217
823

310
346
375
343
359
312
413
513
249

i)6

40
45

i
(N)
-45
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0
5
10
15
20
25
30
35
40
45

0,698131701
0,586824089
955
0,785398163
0,5
804
SOMMA
15
DIREZIONE93
Feff
303,24372
Tabella 6. Fetch Efficace Direzione 93 N.

i
(rad)
0,785398163
0,698131701
0,610865238
0,523598776
0,436332313
-0,34906585
0,261799388
0,174532925
0,087266463
0
0,087266463
0,174532925
0,261799388
0,34906585
0,436332313
0,523598776
0,610865238
0,698131701
0,785398163
SOMMA
DIREZIONE83
Tabella

DIREZIONE 83
(cos i)^2

xi
[km]

193
101
4.614

xicos(

i)6

0,5

124

16

0,586824089

130

26

0,671010072

240

73

0,75

243

103

0,821393805
0,883022222

258
261

143
180

0,933012702

259

210

0,96984631

271

247

0,992403877
1
0,992403877
0,96984631
0,933012702
0,883022222
0,821393805
0,75
0,671010072
0,586824089
0,5
15

278
304
317
346
384
376
442
453
745
1217
823

272
304
310
316
312
259
245
191
225
246
103
3.779

Feff
248,3695762
6. Fetch Efficace Direzione 83 N.

DIREZIONE 73
i
(N)
-45
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0
5
10
15
20
25

i
(rad)
0,785398163
0,698131701
0,610865238
0,523598776
0,436332313
-0,34906585
0,261799388
0,174532925
0,087266463
0
0,087266463
0,174532925
0,261799388
0,34906585
0,436332313

(cos

i)^2

xi
[km]

xicos(

0,5

133

17

0,586824089

124

25

0,671010072

124

37

0,75

130

55

0,821393805
0,883022222

240
243

133
167

0,933012702

258

210

0,96984631

261

238

0,992403877
1
0,992403877
0,96984631
0,933012702
0,883022222
0,821393805

259
271
278
304
317
346
384

253
271
272
277
257
238
213

i)6

30
35
40
45

0,523598776
0,75
376
0,610865238
0,671010072
442
0,698131701
0,586824089
453
0,785398163
0,5
745
SOMMA
15
DIREZIONE73
Feff
206,4048334
Tabella 7. Fetch Efficace Direzione 73 N.

i
(N)
-45
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0
5
10
15
20
25
30
35
40
45

i
(N)
-45
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0
5
10
15

i
(rad)
0,785398163
0,698131701
0,610865238
0,523598776
0,436332313
-0,34906585
0,261799388
0,174532925
0,087266463
0
0,087266463
0,174532925
0,261799388
0,34906585
0,436332313
0,523598776
0,610865238
0,698131701
0,785398163
SOMMA
DIREZIONE63
Tabella

i
(rad)
0,785398163
0,698131701
0,610865238
0,523598776
0,436332313
-0,34906585
0,261799388
0,174532925
0,087266463
0
0,087266463
0,174532925
0,261799388

DIREZIONE 63
(cos i)^2

xi
[km]

159
134
92
93
3.140

xicos(

i)6

0,5

147

18

0,586824089

143

29

0,671010072

133

40

0,75

124

52

0,821393805
0,883022222

124
130

69
90

0,933012702

240

195

0,96984631

243

222

0,992403877
1
0,992403877
0,96984631
0,933012702
0,883022222
0,821393805
0,75
0,671010072
0,586824089
0,5
15

258
261
259
271
278
304
317
346
384
376
442

252
261
253
247
226
209
176
146
116
76
55
2.732

Feff
179,5668593
8. Fetch Efficace Direzione 63 N.
DIREZIONE 53
(cos i)^2

xi
[km]

xicos(

0,5

142

18

0,586824089

147

30

0,671010072

147

44

0,75

143

60

0,821393805
0,883022222

133
124

74
85

0,933012702

124

101

0,96984631

130

119

0,992403877
1
0,992403877
0,96984631
0,933012702

240
243
258
261
259

235
243
252
238
210

i)6

20
25
30
35
40
45

i
(N)
-45
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0
5
10
15
20
25
30
35
40
45

0,34906585
0,436332313
0,523598776
0,610865238
0,698131701
0,785398163
SOMMA
DIREZIONE53
Tabella

0,883022222
0,821393805
0,75
0,671010072
0,586824089
0,5
15

271
278
304
317
346
384

187
154
128
96
70
48
2.391

Feff
157,1715504
9. Fetch Efficace Direzione 53 N.

DIREZIONE 43
i
(cos i)^2
xi
xicos( i)6
(rad)
[km]
0,785398163
0,5
150
19
0,698131701
0,586824089
144
29
0,610865238
0,671010072
142
43
0,523598776
0,75
147
62
0,436332313
0,821393805
147
81
-0,34906585
0,883022222
143
98
0,261799388
0,933012702
133
108
0,174532925
0,96984631
124
113
0,087266463
0,992403877
124
121
0
1
130
130
0,087266463
0,992403877
240
235
0,174532925
0,96984631
243
222
0,261799388
0,933012702
258
210
0,34906585
0,883022222
261
180
0,436332313
0,821393805
259
144
0,523598776
0,75
271
114
0,610865238
0,671010072
278
84
0,698131701
0,586824089
304
61
0,785398163
0,5
317
40
SOMMA
15
2.093
DIREZIONE43
Feff
137,58983
Tabella 10. Fetch Efficace Direzione 43 N.

DIREZIONE 33
i
(N)
-40
-35
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0

i
(rad)
0,698131701
0,610865238
0,523598776
0,436332313
-0,34906585
0,261799388
0,174532925
0,087266463
0

(cos

i)^2

xi
[km]

xicos(

0,586824089

163

33

0,671010072

158

48

0,75

150

63

0,821393805
0,883022222

144
142

80
98

0,933012702

147

119

0,96984631

147

134

0,992403877
1

143
133

140
133

i)6

5
10
15
20
25
30
35
40
45

i
(N)
-30
-25
-20
-15
-10
-5
0
5
10
15
20
25
30
35
40
45

0,087266463
0,992403877
124
0,174532925
0,96984631
124
0,261799388
0,933012702
130
0,34906585
0,883022222
240
0,436332313
0,821393805
243
0,523598776
0,75
258
0,610865238
0,671010072
261
0,698131701
0,586824089
259
0,785398163
0,5
271
SOMMA
15
DIREZIONE33
Feff
119,70818
Tabella 11. Fetch Efficace Direzione 33 N.

121
113
106
165
135
109
79
52
34
1.762

DIREZIONE 23
i
(cos i)^2
xi
xicos( i)6
(rad)
[km]
0,523598776
0,75
163
69
0,436332313
0,821393805
158
88
-0,34906585
0,883022222
150
103
0,261799388
0,933012702
144
117
0,174532925
0,96984631
142
130
0,087266463
0,992403877
147
144
0
1
147
147
0,087266463
0,992403877
143
140
0,174532925
0,96984631
133
121
0,261799388
0,933012702
124
101
0,34906585
0,883022222
124
85
0,436332313
0,821393805
130
72
0,523598776
0,75
240
101
0,610865238
0,671010072
243
73
0,698131701
0,586824089
258
52
0,785398163
0,5
261
33
SOMMA
13
1.575
DIREZIONE23
Feff
117,069691
Tabella 12. Fetch Efficace Direzione 23 N.

DIREZIONE 13
i
(N)
-20
-15
-10
-5
0
5
10
15
20
25
30
35
40
45

i
(rad)
-0,34906585
0,261799388
0,174532925
0,087266463
0
0,087266463
0,174532925
0,261799388
0,34906585
0,436332313
0,523598776
0,610865238
0,698131701
0,785398163
SOMMA

(cos

i)^2

xicos(

i)6

0,883022222

xi
[km]
163

0,933012702

158

128

0,96984631

150

137

0,992403877
1
0,992403877
0,96984631
0,933012702
0,883022222
0,821393805
0,75
0,671010072
0,586824089
0,5
12

144
142
147
147
143
133
124
124
130
240
243

141
142
144
134
116
92
69
52
39
48
30
1.385

112

DIREZIONE13
Feff
116,5095462
Tabella 13. Fetch Efficace Direzione 13 N.

DIREZIOINE 3
i
(N)
-10
-5
0
5
10
15
20
25
30
35
40
45

i
(N)
0
5
10
15
20
25
30
35
40
45

i
(rad)
0,174532925
0,087266463
0
0,087266463
0,174532925
0,261799388

(cos

i)^2

xi

xicos(

i)6

[km]
0,96984631

163

149

0,992403877
1
0,992403877
0,96984631
0,933012702

158
150
144
142
147

154
150
141
130
119

0,34906585
0,883022222
147
101
0,436332313 0,821393805
143
79
0,523598776
0,75
133
56
0,610865238 0,671010072
124
37
0,698131701 0,586824089
124
25
0,785398163
0,5
130
16
SOMMA
10
1.158
DIREZIONE3
Feff
115,0114
Tabella 14. Fetch Efficace Direzione 3 N.

DIREZIONE 353
i
(cos i)^2
xi
(rad)
[km]
0
1
163
0,087266463
0,992403877
158
0,174532925
0,96984631
150
0,261799388
0,933012702
144
0,34906585
0,883022222
142
0,436332313
0,821393805
147
0,523598776
0,75
147
0,610865238
0,671010072
143
0,698131701
0,586824089
133
0,785398163
0,5
124
SOMMA
8
DIREZIONE-353
Feff
110,76764
Tabella 15. Fetch Efficace Direzione 353 N.

xicos(

i)6

163
154
137
117
98
81
62
43
27
16
898

DIREZIONE (N)
FETCH EFFICACE (km)
3
115,01
13
116,51
23
117,07
33
119,71
43
137,59
53
157,17
63
179,57
73
206,40
83
248,37
93
303,24
103
379,07
113
475,93
123
414,01
133
595,70
143
638,11
353
110,77
Tabella 16. Fetch Efficace per tutte le Direzioni N.

Si pu notare come la maggiore estensione competa alle direzione comprese tra i 103
e i 143N per le quali il fetch efficace compreso tra 400 e 600 km. I settori compresi
tra 53 e 103N sono invece caratterizzate da lunghezze comprese tra i 150 e 400 km.
Infine i settori compresi tra 0 e 53N sono di lunghezza limitata.
Nella figure 1 e 2 vengono illustrati il fetch efficace e geografico per Crotone. Nella Figura 3 viene illustrata la rosa dei fetches efficaci, calcolati per le medesima area, sovrapposti ai fetches geografici.

33
43
73

83

93

103

113

Figura 1. Fetch efficace per Crotone.

10

S
353
3

13

53
23
63
33

43
73

83

CROTONE
93

103

1 13

141
1 33
12 3

Figura 3. Fetch geografico per Crotone.

FETCH GEOGRAFICO
FETCH EFFICACE

330

30

300

60

1300

900

S
3 53
3

500
270

13

53
23
63
33
43
73

100

90

83

93

10 3

1 13

141

1 33

240

210

12 3

120

150

180
Figura 3: Fetches geografico ed efficace per Crotone.

11

Dir ()

Fetch eff. (m)

5
10
15
20
25
30
35
40
45
50
55
60
65
70
75
80
85
90
95
100
105
110
115
120
125
130
135
140
145
150
155
160
165
170
175
180

77,6
83,5
88,7
93,9
101,2
108,8
115,7
121,0
127,9
136,9
147,5
159,1
171,4
185,0
200,6
220,5
243,1
267,1
292,3
318,1
344,2
370,0
392,9
415,4
437,5
455,9
458,9
455,4
445,9
430,8
409,8
383,7
351,7
314,3
274,2
234,2

Dir ()
180
185
190
195
200
205
210
215
220
225
230
235
240
245
250
255
260
265
270
275
280
285
290
295
300
305
310
315
320
325
330
335
340
345
350
355
360

Fetch eff. (m)


234,2
195,0
157,7
122,8
91,2
63,1
39,0
18,9
2,8
2,2
1,6
1,3
1,0
0,9
0,8
0,7
0,7
0,7
0,6
0,6
0,6
0,6
0,6
0,7
0,7
1,9
5,6
10,1
15,2
20,9
27,2
33,9
41,2
48,8
56,5
64,0
71,1

Tabella17 Fetch efficace per Crotone.

12

Fetches efficaci per Cir Marina.

1.3

Moto ondoso generato in mare aperto: dati della boa RON di Crotone

Una buona conoscenza dei parametri di moto ondoso un presupposto di fondamentale importanza in tutti i settori dellidraulica marittima.
Fino a pochi anni fa non si disponeva, per i mari Italiani, di registrazioni dirette del
moto ondoso, si faceva, quindi, riferimento a procedure di ricostruzione indirette
che necessitavano, ugualmente, di una buona conoscenza del campo di vento sul
mare, cio della forza generatrice dello stesso moto ondoso.
Solo negli ultimi anni sono stati installati, lungo le coste della penisola, strumenti
per la rilevazione diretta delle onde.
Dal 1 luglio 1989 attiva in Italia la Rete Ondametrica Nazionale (RON), sistema
di rilevamento del moto ondoso direzionale finanziato dal Ministero dei Lavori Pub-

13

blici, ad essa oggi ci si affida per ottenere le informazioni dirette pi complete ed


affidabili. Gli ondametri sono ancorati su fondali dellordine dei 100 metri al fine di
registrare le caratteristiche dellonda senza che questa abbia subito le modifiche
dovute allattrito sul fondo, senza che risenta dei fenomeni di shoaling e rifrazione.
Attualmente la RON composta da 14 boe (figura 3) la cui collocazione, lungo le
coste italiane, inquadrata in un sistema di pianificazione marittimo avente il duplice scopo di:
1) monitorare le zone di mare circostanti il territorio nazionale dove massima
lenergia del moto ondoso;
2) ottimizzare la rete in funzione di altre reti di misura ad essa antecedenti.
La rete Ondametrica Nazionale allorigine era composta da otto boe direzionali, di
tipo pitch-roll, dislocate al largo di La Spezia, Alghero, Ortona, Ponza, Monopoli,
Crotone, Catania e Mazara. Ognuna di queste seguiva il profilo della superficie del
mare permettendo di determinare la direzione delle onde. Erano dotate, inoltre, di
un sistema di localizzazione satellitare, utilizzante il satellite ARGOS, per il controllo
della posizione tramite triangolazione. La prima modifica alla rete risale al 1999. In
queste circostanze, furono aggiunte, a quelle preesistenti, le ulteriori boe a traslazione di Cetraro ed Ancona, e si sostitu, con una boa a traslazione quella di Catania. Le stazioni vennero inoltre munite di un centro di ricezione ed elaborazione dei
dati a terra.

14

Rete Ondametrica Nazionale.

Lultima modifica alla RON, stata compiuta nel 2002 portando il numero delle stazioni a 14, aggiungendo 4 nuove boe posizionate a Capo Dinaro (Civitavecchia),
Capo Gallo (Palermo), Punta della Maestra (alto Adriatico) e Capo Comino (Sardegna Orientale).
I sensori presenti sulle boe registrano i movimenti della superficie del mare che
vengono poi, successivamente, trasmessi alle stazioni di ricezione a terra che hanno il compito di valutare la qualit delle registrazioni, di sintetizzare e di raccogliere
i dati.
Le registrazioni, normalmente sono effettuate per un periodo di 30 minuti ogni tre
ore, con intervalli inferiori nel caso delle mareggiate pi intense.
Dalle informazioni acquisite dalle boe si ricavano:
i parametri sintetici:
- Hs (m), altezza donda significativa spettrale;

15

- Tp (s), periodo di picco;


- Tm (s), periodo medio;
- Dm (gradi N), direzione media di propagazione, ovvero la direzione verso cui il moto ondoso si propaga. Questa differisce di 180 rispetto alla direzioe di provenienza di moto ondoso, ovvero, ovvero rispetto alla direzione da cui il moto ondoso proviene.
I parametri spettrali per banda di frequenza:
- Densit di energia;
- Direzione media di propagazione;
- Dispersione direzionale (spread);
- Asimmetria;
- Kurtosis.
Analisi statistica delle onde al largo
I dati registrati dalla RON possono essere sottoposti ad analisi statistiche e probabilistiche. Attraverso lapproccio statistico possibile descrivere mediante appositi indici (media, mediana, frequenza assoluta e relativa) le caratteristiche ondose medie
di un paraggio costiero. La conoscenza del clima medio risulta di fondamentale importanza negli studi di morfodinamica dei litorali, per prevedere leventuale evoluzione di un tratto di costa ed i possibili interventi (rinascimento), nonch per valutare il risultato dellazione continua nel tempo delle onde.
Lanalisi probabilistica viene invece condotta con lobiettivo di conoscere le caratteristiche del clima ondoso estremo di un paraggio costiero al fine di valutare laltezza
donda di progetto di una qualsiasi opera marittima una volta assegnati gli anni
presunti di vita dellopera, ovvero gli anni in cui questa rimarr funzionante mantenendo inalterate le sue caratteristiche costruttive, ed il livello di rischio ch si disposti ad accettare in relazione agli eventuali rischi per la vita umana.
Soffermandosi per il momento sullanalisi del clima ondoso medio, linteresse risulta
concentrato su tutti gli stati di mare che possono interessare un dato paraggio costiero al fine di conoscere i settori angolari da cui provengono la maggior parte delle onde, ma anche per valutare da quale direzione del settore di traversia provengono gli eventi ondosi pi significativi.
Lanalisi viene condotta suddividendo i valori di altezza donda significativa, Hs, in
classi di uguale dimensioni e il settore di traversia relativo ad ogni ondametro costituente la RON, in settori angolari, generalmente di 30.

16

Si valuta il numero ni di eventi ondosi ricadenti in ogni classe relativamente ad un


dato settore angolare. A questo punto sar possibile determinare la frequenza in
percentuale di apparizione delle Hs per settore di provenienza come:

fi p =

ni
100 = f i 100
N

Moto ondoso generato in mare aperto: dati della boa RON di Crotone
Nel caso particolare del presente lavoro di tesi si far riferimento ai dati della boa
direzionale di Crotone (tipo Datawell directional Wavec MKI), appartenente alla Rete Ondametrica Nazionale, posizionata nel punto di coordinate avente latitudine 39
01 23 N e longitudine 17 13 12 E.
Il periodo di registrazione si estende dal 01/07/1989 al 31/12/2007, per un periodo
complessivo di 18 anni e 6 mesi. Il sito di interesse ricade nel tratto di mare sotteso
allondametro.

Boa di Crotone

2. Distribuzione settoriale del moto ondoso


La distribuzione settoriale del moto ondoso viene effettuata per settori angolari di
ampiezza pari a 15, e riguarda i venti provenienti da tutte le direzioni non solo
quelli compresi tra 353 e 143 a Nord che rappresenta il settore di traversia del
porto, ma da 0 gradi a 360 a Nord.

17

Per ogni settore angolare si valuta il numero di volte ni in cui i valori di altezza
donda, ricadenti in ogni classe, sono stati misurati dallondametro. Dividendo ogni
valore di ni per il numero totale di registrazioni e moltiplicando per 100 si determina
la frequenza di apparizione. Il tutto viene sintetizzato nella tabella 1. Allegati a codesta tabella ci saranno:
- Listogramma di frequenza;
- La rosa di frequenza ;
- La rosa di moto ondoso.

18

Hs (m)

<=0.5

<=1

<=1.5

<=2

<=2.5

<=3

<=3.5

<=4

<=4.5

<=5

<=5.5

<=15

486

1089

2784

2334

1315

400

125

182

78

<=30

674

1906

3853

1440

436

122

33

37

22

<=45

877

2178

2253

599

180

68

23

25

<=60

1069

2079

1237

349

144

57

19

17

<=75

1257

1605

873

325

134

69

12

24

<=6

<=6.5

<=7

TOT

8,239

8808

7,982

8533

5,815

6216

4,663

4985

4,035

4313

Settore

<=90

1303

1217

873

340

145

70

37

37

3,775

4036

<=105

1238

1129

925

398

186

73

20

52

25

16

14

3,814

4077

<=120

1371

1204

982

412

213

96

45

59

28

25

18

14

4,187

4476

<=135

1471

1540

1333

914

597

389

197

279

155

73

57

20

10

6,581

7035

<=150

1697

1884

1993

1119

682

364

192

228

169

102

43

7,935

8483

<=165

2016

2349

2407

1515

630

211

67

87

30

8,717

9319

<=180

1999

3500

3778

1503

471

78

20

18

11

10,656

11391

<=195

1122

3054

3278

948

196

55

13

8,116

8676

<=210

448

932

1145

278

76

40

12

2,752

2942

<=225

300

440

389

170

89

36

12

1,351

1444

<=240

289

356

336

140

80

22

11

1,164

1244

<=255

271

351

331

150

64

34

1,135

1213

<=270

267

329

346

170

79

22

1,141

1220

<=285

306

295

303

156

67

20

10

1,085

1160

<=300

284

310

332

137

61

24

1,092

1167

<=315

290

319

313

154

79

33

17

11

1,142

1221

<=330

299

332

315

162

85

31

16

1,168

1249

<=345

282

362

339

137

79

43

21

19

1,203

1286

<=360

352

463

520

305

265

174

152

124

31

17

2,251

2406

18,679

27,337

29,222

13,241

5,943

2,368

0,995

1,181

0,559

0,253

0,161

0,040

0,019

0,002

0,094

100,000

TOT

19968

29223

31238

14155

6353

2531

1064

1263

598

270

172

43

20

100,000

106900

Tabella 18. Frequenza di apparizione delle Hs per settore di provenienza per la boa di Crotone (luglio
1989-dicembre 2007).

19

Figura 6. Istogramma di frequenza di apparizione delle Hs per settore di provenienza per la boa di Crotone (luglio 1989-dicembre 2007).

20

0 - 1,5
1,5 - 3
3 - 4,5
4,5 - 6
> 6

Figura 7. Rosa di frequenza del moto ondoso per la boa di Crotone (luglio 1989-dicembre 2007).

21

0 - 1,5
1,5 - 3
3 - 4,5
4,5 - 6
>6
R = i X 1000
R

Figura 8. Rosa di moto ondoso per la boa di Crotone (luglio 1989-dicembre 2007)

22

PERIODO DONDA
Lanalisi esaustiva del clima meteomarino deve comprendere anche la caratterizzazione di altri parametri del moto ondoso, come il periodo donda. Infatti, in questo
caso di studio necessario conoscere la correlazione tra i valori dellaltezza donda
e dei periodi di picco del clima meteomarino, al fine di determinare i periodi da utilizzare nella propagazione del moto ondoso nella zona di interesse.
Mediante tale analisi sono stati ottenuti i risultati grafici che rappresentano la dispersione delle variabili altezza donda significativa (Hs) e periodo di picco (Tp) del
moto ondoso e altezza donda significativa (Hs) e periodo medio (Tm).

Tp (s)

<=1.5

<=3

<=4.5

<=6

<=7.5

<=9

<=10.5

<=12

<=13.5

<=15

<=16.5

<=18

>18

TOT

Hs
(m)
>9.5
<=9.5

<=9

<=8.5

<=8

<=7.5

<=7

<=6.5

<=6

13

17

24

22

109

32

<=5.5
<=5
<=4.5
<=4
<=3.5
<=3
<=2.5
<=2
<=1.5
<=1
<=0.5

TOT

39

148

49

10

10

161

278

103

20
43
172

558

246

149

411

443

82

1086

303

372

339

35

1054

125

1035

800

529

34

2529

1343

2798

1731

487

20

700

5791

5132

2271

294

13

454

10209

11572

6882

1449

224

29

6603

19229

12570

4811

1144

306

17

12

11

30143

31404

21120

8400

3180

453

41

13

7058

6388

14208

575

31397

15

31

4687

49436

15

33

5280

107139

Tabella 19. Tabella di corrispondenza Hs-Tp

23

Tp (s)

<=1

<=2

<=3

<=4

<=5

<=6

<=7

<=8

<=9

<=10

<=11

<=12

<=13

>13

Hs (m)
>9.5
<=9.5
<=9
<=8.5
<=8
<=7.5
<=7
<=6.5
<=6

<=5.5
<=5
<=4.5
<=4
<=3.5
<=3

<=2.5
<=2
<=1.5
<=1
<=0.5

17

28

67

12

10

34

54

22

62

97

83

11

114

269

171

82

175

152

105

24

360

553

284

142

60

1413

1016

435

105

10

2
1

2
1

2450

2987

1317

484

44

2108

6588

4321

1471

343

61

21

1
2

20

10080

10003

4208

1060

258

80

44

27

24

19

150

Tabella 20. Tabella di corrispondenza Hs-Tm

E stata stabilita, inoltre, la relazione delle variabili Hs-Tp e Hs-Tm per linsieme dei fronti donda provenienti dai settori di incidenza considerati.
Di seguito sono rappresentati i grafici di dispersione delle variabili altezza donda significativa Hs e periodo di picco Tp, e variabili altezza donda Hs e periodo medio Tm.
Naturalmente,

questo

tipo

di correlazione presenta

una

notevole dispersione

allinterno dellinsieme dei dati rappresentati, per cui non esiste la pretesa di ricavare
una correlazione esatta.

24

Figura 9. Correlazione tra i valori di Hs e TP

Figura 10. Correlazione tra i valori di Hs e Tm

4.1 Clima meteomarino corretto mediante trasposizione geografica


Questo metodo considera linsieme dei dati del moto ondoso direzionale registrati dalla
boa di Crotone e li trasforma in un nuovo insieme, correggendo le altezze donda e i
periodi mediante la comparazione dei fetches equivalenti per tutti le direzioni.
4.1.1 Metodologia di calcolo del moto ondoso corretto
Il valore del fetch efficace F si ottiene mediante il metodo dei raggi vettore, che consiste nel suddividere ciascun settore in 10 raggi, oltre al raggio vettore centrale che
coincide con la direzione media. Calcolando la proiezione sul raggio centrale delle dif-

25

ferenti distanze fino ad arrivare alla costa, si pu valutare limportanza relativa delle
differenti direzioni di generazione delle onde sulla formazione dei fronti unidirezionali
che giungono alla zona di studio. Una volta determinate le distanze R, il fetch definito dalla seguente relazione:

R cos
F=
cos

In Tabella 7 sono presentai i risultati dei fetches efficaci ottenuti per Cetraro e Nocera
Torinese (settori WSW, W e WNW).
Una volta ottenuti i valori dei fetches efficaci, stata ricavata una relazione tra le altezze donda ed i periodi nei due punti (Cetraro e Nocera Torinese) a partire dalle formule utilizzate per ottenere il moto ondoso (metodi di ricostruzione del moto ondoso a
partire dai dati di vento). Da queste formule si pu osservare come laltezza donda
dipende dalla radice quadrata della lunghezza del fetch equivalente, mentre il periodo
dipende dalla radice cubica della lunghezza del fetch equivalente. Sono state considerate, quindi, le seguenti relazioni:

H1 =

F1
H2
F2

T1 = 3

F1
T2
F2

dove i pedici 1 e 2 si riferiscono, rispettivamente, a Cetraro e Nocera Torinese. In Tabella 21 sono riportati i valori calcolati per i fattori di proporzione tra le altezze ed i
periodi per ciascun settore.

Fetches efficace Cetraro

Fetches efficace Nocera

Fnoc/Fcetr

(FNoc/FCetr)1/2

(FNoc/FCetr)1/3

566.62

749.19

0.7563

0.870

0.911

WSW

541.27

649.19

0.8338

0.913

0.941

WNW

447.77

582.86

0.7682

0.876

0.916

Tabella 21. Relazioni tra i fetches

4.1.2 Distribuzione settoriale del moto ondoso corretto


Basandoci sulla metodologia precedentemente esposta e considerando i dati del moto
ondoso per i settori WSW, W e WNW registrati dalla boa di Cetraro corretti, stato
generato un insieme di dati con le stesse caratteristiche della registrazione originaria.

26

La distribuzione settoriale (WSW, W e WNW) del moto ondoso corretto (in settori di
22.5), pu essere osservato nella rosa di moto ondoso (Figura 19), definita a partire
dai dati di moto ondoso calcolati secondo quanto riportato precedentemente.
Nella Tabella 8 si riporta il numero di osservazioni classificate per settori dincidenza
del moto ondoso e per distinte soglie di altezze significative donda, Hs. Come detto in
precedenza, sono stati analizzati unicamente i settori WSW, W e WNW e, quindi, la
somma delle percentuali di presentazione dei settori considerati risulta essere 68.59%
e non il 100%. Il resto dei dati sono considerati come calme.
REGIME DI MOTO ONDOSO ESTREMO
Nel tentativo di rendere pi completa possibile la trattazione sulle caratteristiche di
moto ondoso di un paraggio costiero, oltre che definire landamento del clima ondoso
medio occorre soffermarsi, con una certa attenzione, sullanalisi dei valori estremi delle altezze donda significative ivi registrate.
La stima dellaltezza donda di progetto di unopera marittima si basa sullanalisi probabilistica a lungo termine dei valori di altezza donda direttamente misurati o ricostruiti attraverso processi hindcasting. Tipicamente, lobiettivo che ci si pone, partendo
da tale analisi e con lapplicazione di adatti metodi previsionali, quello di determinare laltezza donda corrispondente a un dato periodo di ritorno, Tr, ovvero il numero di
anni in cui, mediamente e con una data probabilit, il valore assunto da una variabile,
nel nostro caso laltezza donda, H, sia raggiunto o superato una sola volta.
Assegnato un valore x daltezza donda, la probabilit che questo sia superato, probabilit deccedenza, in 1 anno pari a:

1 F (x ) =

1
Tr

Essendo F(x) la probabilit di non superamento

1
F (x ) = P( X x ) = 1
Tr

Considerando un periodo di n anni, in generale , si avr che

1
F ( x ) = P( X x ) = 1
Tr

Indicando, poi, con L la vita presunta di unopera, ovvero il numero di anni in cui questa potr rimanere attiva mantenendo inalterate le caratteristiche di progetto, la probabilit p che x sia superata in questo arco di tempo sar pari a (Borgman, 1975):

27


1
p = 1 1
Tr

In concreto, laltezza donda, HD, di progetto definita come quella altezza relativa ad
un certo valore Tr, noto il quale la probabilit, p, che questa venga superata in L anni
viene stimata attraverso lequazione su esposta.
Quindi, la stima dellaltezza donda di unopera marittima viene ottenuta, noto un idoneo campione delle caratteristiche ondose estreme di un paraggio, applicando adatti
metodi statistico-probabilistici, previa definizione della vita di progetto, L, dellopera
da realizzare e del livello di rischio ammissibile, p, per la stessa. I valori di L e p sono
fissati con particolare riferimento alluso cui lopera destinata, nonch al livello di rischio che si disposti ad accettare in relazione agli eventuali pericoli relativi alla vita
umana e ai danni economici.
Un requisito fondamentale, perch la stima dellonda di progetto risulti affidabile, la
disponibilit di registrazioni omogenee (cio riferentisi allo stesso sito) e indipendenti
(cio eventi diversi e quindi indipendenti)

estese ad un numero di anni sufficiente-

mente lungo. Infatti, per una buona affidabilit della previsione le altezze donda vanno estrapolate per periodi di ritorno non superiori a tre volte la lunghezza del periodo
di registrazione.
La procedura di analisi delle onde estreme pi diffuse negli ultimi anni il metodo POT
(Peaks Over Treshold). Tale metodo ritenuto attualmente lo strumento danalisi pi
accurato, e trova tra i suoi maggiori sostenitori il Prof. Yoshimi Goda, tanto che negli
ultimi anni egli stesso ha introdotto delle modifiche alla procedura al fine di renderla
pi accurata, nonostante il procedimento di base sia sostanzialmente lo stesso.
Metodo di Goda
Il metodo POT, cos come stato modificato da Goda, consiste nellestrarre da una serie temporale di dati di altezza donda al largo per un dato paraggio, gli eventi eccedenti unaltezza di soglia H0Goda, opportunamente scelta. Si definisce, quindi, il numero
medio di tempeste per anno, , ovvero, indicando con M il numero di anni di osservazione e con NT il numero totale di superamenti della soglia H0Goda, si avr che:

NT
M

La scelta del valore utilizzato nel processo di individuazione degli eventi di mareggiata,
rappresenta uno degli aspetti di maggiore impatto sullattendibilit dello studio probabilistico. E noto che i requisiti caratterizzanti i dati che costituiscono un campione

28

debbano essere la stazionariet, lomogeneit e la mutua indipendenza stocastica. Nei


mari Italiani, per assicurare lomogeneit ed eliminare la variabilit stagionale sono,
generalmente, selezionate solo le mareggiate con altezza di picco superiore a 2.0 m.
Sempre nel tentativo di garantire tale requisito, bene effettuare una preventiva analisi delle serie temporali per evidenziare, a esempio, lopportunit di eliminare eventi
medio bassi, seppur superiori alla soglia di 2.0 m, generati da fenomeni di brezze locali e non da perturbazioni cicloniche vere e proprie, responsabili delle mareggiate pi
severe alle nostre latitudini. Nellipotesi in cui si abbia a disposizione per lo studio un
numero di anni di registrazione sufficientemente lungo e si possa, quindi, effettuare
unanalisi settoriale, conveniente suddividere gli eventi ondosi in idonei settori di
provenienza. Per garantire, poi, lidipendenza di due eventi consecutivi nella preselezione si adottano una serie di criteri:
1) Lattenuazione dellaltezza donda al di sotto della soglia di 1.0 m;
2) Lintervallo temporale tra due colmi di mareggiata superiore a 48 ore;
3) Nel caso di dati direzionali, un ulteriore elemento di distinzione tra eventi consecutivi rappresentato da una variazione della direzione media di provenienza
di oltre 60 gradi.
Dai campioni di dati cos costruiti vengono estrapolati i valori di altezza donda eccedenti u secondo valore soglia H c > H 0Goda. Saranno proprio tali N i valori di altezza
donda ad essere sottoposti ad analisi probabilistica.
In concreto N i indica il numero di eventi, allinterno del campione N T , in cui stato
superato un secondo valore soglia, Hc. Allora, il campione totale NT ottenuto con riferimento al superamento di una soglia H 0Goda H c , mentre gli episodi effettivamente
utilizzati per stimare i parametri della distribuzione statistica sono ottenuti estraendo
dal campione precedente quelli che superano la seconda soglia Hc.
Il valore di Hc viene fatto generalmente variare in relazione alle caratteristiche ondametriche del paraggio oggetto di studio e in modo tale da avere dei sottocampioni
composti da almeno 30-50 dati, come raccomandato in letteratura (Lamberti 1993).
Le distribuzioni usualmente candidate per lanalisi dei valori estremi di altezza donda
sono la FT-I, pi nota come distribuzione di Gumbel

x B
F (x ) = exp exp

La Fischer-Tippett II (abbreviata come FT-II)

29

x B k
F ( x ) = exp 1 +

k
A

E quella di Weibull

x B k
F ( x ) = 1 exp

A
La funzione F(x) rappresenta la probabilit di non eccedenza della variabile x , in questo caso laltezza donda significativa Hs, mentre A, B e k sono detti, rispettivamente,
parametri di scala, di posizione e di forma.
E necessario introdurre per la statistica dei valori estremi il concetto di variabile ridotta y definita come:

y=

(H s B )
A

La stima dei parametri incogniti che definiscono ciascuna distribuzione avviene adoperando, tra i vari metodi disponibili, quello dei minimi quadrati. I coefficienti incogniti
sono calcolati per regressione lineare minimizzando lo scarto tra la funzione di distribuzione teorica e quella sperimentale. Questa ultima ottenuta assegnando un idoneo
livello di probabilit ai valori osservati, nel nostro caso le altezze donda registrate, attraverso le formule di plotting position, che, secondo quanto suggerito da Goda assume la forma seguente:

Fm = 1

m
NT +

Con m = 1,2,.,m (con m=1 si indica il pi grande valore dei dati sperimentali ordinati in ordine decrescente).

Adattabilit del sistema e stima del tempo di ritorno


Il primo passo da compiere nellanalisi dei valori estremi consiste nellordinare i dati in
ordine decrescente. Per ogni valore di altezza donda si stima la probabilit di non eccedenza, Fm , attraverso le formule di plotting position e impiegando per la distribuzione di Gumbel i coefficienti di Gringorten:

= 0.44
= 0.12
Le relazioni di Petruaskas e Aagaard, modificate da Goda (1998) per quella di Weibull:

30

0.27
k
0.23
= 0.2 +
k

= 0.2 +

Con k = 0.75, 1, 1.4, 2, e le relazioni di Goda e Onozawa per la FT-II

0.52
k
0.23
= 0.12
k

= 0.44 +

Con k=2.5, 3.33, 5.0 e 10.0.


Sar cos possibile stimare il valore della variabile ridotta, per ogni valore di Hs superiore alla soglia di Hc, come di seguito illustrato:
per Gumbell

ym = ln[ ln(Fm )]
Per la Fisher-Tippet II
1

y m = k ln ( Fm ) k 1

Per Weibull

y m = [ ln (1 Fm )]k

In base alla relazione lineare tra Hm e ym

H m = A ym + B
Si ricavano i parametri di scala e di posizione A e B.
A questo punto si stabilisce tra le distribuzioni candidate quella che meglio si adatta a
rappresentare i dati. La selezione avviene seguendo due semplici criteri.
Il primo dato dalla correlazione tra i valori di Hm e quelli della variabile ridotta ym : si
sceglie quindi la funzione di distribuzione che offre la pi alta correlazione.
Il secondo criterio si basa sul valore minimo dello scarto quadratico medio tra il valore
di Hm misurato dallondametro, e quello calcolato, attraverso lequazione di seguito illustrata:
Ni

[H
m =1

( A y m + B )]

Una volta individuata la distribuzione che meglio rappresenta il campione e calcolati i


parametri A e B, possibile stimare laltezza donda significativa con assegnato tempo
di ritorno Tr . Infatti, questa data dalla seguente relazione

31

H Tr = A yTr + B
Dove per Gumbell

1
yTr = ln ln 1

Tr

Per la Fisher-Tippet II

1
yTr = k ln 1
Tr

Per Weibull

yTr = [ ln( Tr )]k

Con l numero medio di mareggiate per anno.

Analisi probabilistica per la boa di Crotone


Come detto ed illustrato in precedenza per il regime medio, anche per quello estremo
sono stati utilizzati i valori di altezza donda della boa di Crotone a partire dal Luglio
1989 al 31 dicembre del 2007.
Sono stati selezionati quindi i valori soglia delle altezze donda significative da utilizzare nel prosieguo dello studio. Il valore di prima soglia H0Goda stato scelto pari a 2 metri individuando, quindi, un numero di eventi indipendenti NT =332. Il valore soglia Hc
da utilizzare per estrapolare dal campione precedente i valori di altezza donda da sottoporre ad analisi probabilistica stato scelto pari a 4 metri, quindi, un numero di eventi indipendenti Ni =37. I risultati dellanalisi condotta sono sintetizzati di seguito:
Parametri
H0Goda

Hc

NT (Hs>H0)

332

Ni (Hs>Hc)

37

Anni di osservazioni

18.5

N di mareggiate per 1 anno

18.7

Tabella 22. Parametri caratteristici per l'analisi del clima ondoso estremo: boa di Crotone (1989-2007).

Nelle tabelle che seguono sono riportati tutti i valori delle altezze donda maggiori di
4m ed i relativi valori della variabile ridotta ym per ogni distribuzione:

32

AUTORI

GUMBEL

WEIBULL

WEIBULL

WEIBULL

WEIBULL

FISHERTIPPET
II

k=0,75

k=1

k=1,4

k=2

k=2,5

k=3,3

k=5

k=10

FISHERTIPPET
II

FISHERTIPPET
II

FISHERTIPPET
II

Hs

ym

ym

ym

ym

ym

ym

ym

ym

ym

5,645

10,225

5,655

3,457

2,390

25,218

15,878

10,675

7,589

5,9

5,455

9,816

5,467

3,366

2,342

23,862

15,109

10,214

7,299

5,8

5,266

9,406

5,278

3,275

2,295

22,505

14,339

9,752

7,008

5,6

4,886

8,586

4,901

3,094

2,199

19,791

12,799

8,829

6,428

5,4

4,507

7,766

4,525

2,912

2,104

17,077

11,259

7,906

5,847

5,2

4,127

6,947

4,148

2,731

2,009

14,364

9,720

6,983

5,267

4,9

3,558

5,717

3,583

2,458

1,865

10,293

7,410

5,599

4,396

4,9

3,558

5,717

3,583

2,458

1,865

10,293

7,410

5,599

4,396

4,9

3,558

5,717

3,583

2,458

1,865

10,293

7,410

5,599

4,396

4,9

3,558

5,717

3,583

2,458

1,865

10,293

7,410

5,599

4,396

4,88

3,520

5,635

3,545

2,440

1,856

10,022

7,256

5,507

4,338

4,8

3,368

5,307

3,395

2,367

1,818

8,936

6,640

5,138

4,106

4,8

3,368

5,307

3,395

2,367

1,818

8,936

6,640

5,138

4,106

4,8

3,368

5,307

3,395

2,367

1,818

8,936

6,640

5,138

4,106

4,8

3,368

5,307

3,395

2,367

1,818

8,936

6,640

5,138

4,106

4,7

3,178

4,898

3,206

2,277

1,770

7,579

5,871

4,676

3,815

4,7

3,178

4,898

3,206

2,277

1,770

7,579

5,871

4,676

3,815

4,7

3,178

4,898

3,206

2,277

1,770

7,579

5,871

4,676

3,815

4,64

3,065

4,652

3,093

2,222

1,742

6,765

5,409

4,399

3,641

4,6

2,989

4,488

3,018

2,186

1,722

6,223

5,101

4,215

3,525

4,6

2,989

4,488

3,018

2,186

1,722

6,223

5,101

4,215

3,525

4,6

2,989

4,488

3,018

2,186

1,722

6,223

5,101

4,215

3,525

4,5

2,799

4,078

2,830

2,095

1,675

4,866

4,331

3,753

3,235

4,5

2,799

4,078

2,830

2,095

1,675

4,866

4,331

3,753

3,235

4,4

2,609

3,668

2,641

2,004

1,627

3,509

3,561

3,292

2,945

4,31

2,438

3,299

2,472

1,923

1,584

2,288

2,868

2,876

2,683

4,3

2,419

3,258

2,453

1,914

1,579

2,152

2,791

2,830

2,654

4,2

2,230

2,848

2,264

1,823

1,532

0,795

2,022

2,369

2,364

4,2

2,230

2,848

2,264

1,823

1,532

0,795

2,022

2,369

2,364

4,2

2,230

2,848

2,264

1,823

1,532

0,795

2,022

2,369

2,364

4,2

2,230

2,848

2,264

1,823

1,532

0,795

2,022

2,369

2,364

4,19

2,211

2,807

2,246

1,814

1,527

0,659

1,945

2,323

2,335

4,1

2,040

2,439

2,076

1,732

1,484

-0,562

1,252

1,907

2,074

4,1

2,040

2,439

2,076

1,732

1,484

-0,562

1,252

1,907

2,074

4,1

2,040

2,439

2,076

1,732

1,484

-0,562

1,252

1,907

2,074

1,850

2,029

1,888

1,641

1,436

-1,919

0,482

1,446

1,783

1,850

2,029

1,888

1,641

1,436

-1,919

0,482

1,446

1,783

33

Tabella 23. Tabella riassuntiva dei valori della variabile ridotta ym.

0,527

3,025

0,9708

Tabella 24. Tabella riassuntiva dei parametri caratteristici della distribuzione di Gumbel.

Weibull k=0.75

Weibull k=1

Weibull k=1.4

Weibull k=2

0,244

3,505

0,956086

0,5309

2,9978

0,968607

1,1017

2,1918

0,975961

2,0973

0,9875

0,979643

Tabella 25. Tabella riassuntiva dei parametri caratteristici della distribuzione di Weibull.

Fisher Tippet k=2.5


A
0,0737

Fisher

Tippet

k=3.3

Fisher

Tippet

k=5

Fisher

Tippet

k=10

4,1414

0,852643

0,1299

3,9374

0,897997773

0,2167

3,6867

0,931987

0,3445

3,3856

0,955615

Tabella 26. Tabella riassuntiva dei parametri caratteristici della distribuzione di Fisher-Tippett II.

WEIBULL K =
1

WEIBULL K = 0.75
Tr
1

HTr
4.53

yTr
4.190279

Tr
1

HTr
4.55

yTr
2.928749

5.34

7.513516

5.41

4.538187

10

5.72

9.081341

10

5.78

5.231335

25

6.25

11.26185

25

6.26

6.147625

50

6.67

12.98594

50

6.63

6.840772

WEIBULL K =
2

WEIBULL K =
1.4
Tr

HTr

yTr

Tr

HTr

yTr

5.20

2.15449

4.58

1.711359

7.11

2.94579

5.46

2.130302

10

7.87

3.260578

10

5.78

2.287211

25

8.84

3.659

25

6.19

2.479441

50

9.54

3.94915

50

6.47

2.615487

Tabelle 27. Stima dellaltezza donda H s con periodo di ritorno 1,5,10,25,50 anni. Distribuzione di
Weibull

34

GUMBEL
Tr
1
5

HTr
4,55
5,41

yTr
2,901402184
4,532817006

10

5,78

5,228655379

25

6,26

6,146555047

50

6,63

6,840237582

Tabella 28. Stima dellaltezza donda H s con periodo di ritorno 1,5,10,25,50 anni. Distribuzione di
Gumbel

Fisher
Tippet
k=2,5

Fisher
Tippet
K=3.3

Tr

HTr

yTr

Tr

HTr

yTr

4,55

5,48

4,54

4,65

5,09

12,82

5,20

9,73

10

5,45

17,74

10

5,60

12,79

25

6,11

26,72

25

6,27

17,95

50

6,80

36,07

50

6,92

22,93

Fisher
Tippet
K=5
Tr

HTr

Fisher
Tippet
K=10
yTr

Tr

HTr

yTr

4,54

3,93

4,55

3,37

5,29

7,38

5,36

5,73

10

5,69

9,23

10

5,75

6,87

25

6,31

12,09

25

6,31

8,49

50

6,86

14,64

50

6,77

9,82

Tabelle 29.Stima dellaltezza donda Hs con periodo di ritorno 1,5,10,25,50 anni. Distribuzione di FisherTippet I

Di seguito riportata una tabella riassuntiva di tutte le altezze donda:


Gumbel

Weibull
K=
0,75

Weibull
K=1

Weibull
K = 1.4

Weibull
K=2

Fisher Tippet
K=2.5

Fisher Tippet
K=3.3

Fisher Tippet K=5

Fisher Tippet
K=10

Tr =1

4,55

4,53

4,55

5,20

4,58

4,55

4,54

4,54

4,55

Tr =5

5,41

5,34

5,41

7,11

5,46

5,09

5,20

5,29

5,36

Tr= 10

5,78

5,72

5,78

7,87

5,78

5,45

5,60

5,69

5,75

Tr = 25

6,26

6,25

6,26

8,84

6,19

6,11

6,27

6,31

6,31

Tr = 50

6,63

6,67

6,63

9,54

6,47

6,80

6,92

6,86

6,77

Tabella 30. Tabella riassuntiva dei valori di Hs

35

Come gi detto in precedenza la distribuzione che meglio si adatta a rappresentare i


dati quella che offre il maggior coefficiente di correlazione, che nel caso in esame,
come si pu notare dalle tabella elencate nelle pagine precedenti la distribuzione di
Weibull K=2.
Di seguito riportata la distribuzione probabilistica per le 9 distribuzioni esaminate:

36

Figura 11. Carta probabilistica

37