Sei sulla pagina 1di 3

Le Leggi della Magia

La seguente discussione sulle leggi della magia stata ricavata da Real Magic di P.E.I.
Bonewits.

Legge della conoscenza


La pi basilare delle leggi. La comprensione porta al controllo. Se sai tutto quello che
c da sapere su qualcosa allora ne hai il totale controllo.
Motto: conoscenza potere.
Legge della conoscenza di s
Il tipo pi importante di conoscenza la conoscenza di s stessi.
Motto: conosci te stesso.
Tutte le leggi seguenti dipendono da queste due, sarebbe saggio tenere sempre bene
a mente questa cosa.
Legge dei Nomi
Sapere il vero nome completo e totale di un fenomeno o entit vi d il controllo su
essa.
Un esempio di questo sono i saggi di demonologia tradizionale.
Motto: Cos un nome? - Tutto!
Legge delle Parole di Potere
Ci sono certe parole che possono cambiare e influenzare la realt interiore ed esteriore
di coloro che le pronunciano. Il potere di quelle parole si dice risieda nel suono che
compone quelle parole.
Questo lo troviamo nei mantra e negli incantesimi pronunciati.
Motto: per un saggio, una parola sufficiente.
Legge del Nesso
Se due cose hanno qualcosa in comune allora quella cosa in comune pu essere usata
per controllarle entrambe. Inoltre le due cose avranno una mutua influenza una con
laltra, il grado di questa influenza dipender dalla dimensione della caratteristica in
comune. Esempi di questo sono i cacciatori che mangiano il cuore delle loro prede per
assorbirne la forza, il pane e il vino dei cristiani che diventa il sangue e la carne di
cristo. Questa legge, nella sua forma pura non molto usata ma le sue due sotto-leggi
sono estremamente diffuse specialmente tra quelle che vengono chiamate culture
primitive:
1) Legge della Somiglianza.
La base della magia simpatica; leffetto somiglia alla causa. Le piume gli
uccelli infilate nella vostra scopa potrebbero farla volare, e cos via.
Motto: ci che si somiglia simile.
2) Legge del Contagio.
Le cose che una volta sono state in contatto continuano ad interagire anche
dopo la loro separazione. Con particolare attenzione alle cose e alle persone che
sono state a stretto contatto fisico. Un esempio della combinazione delle
suddette leggi potrebbe essere una maledizione Voo Doo rivolta a qualcuno:

fare una bambola che somiglia alla vittima (legge della somiglianza), infilateci
capelli, pezzi di unghie dei piedi o altro che appartiene alla vittima (Legge del
contagio) e poi procedete. Il Nesso pu anche essere usato al contrario per
indebolire ad un nemico (nelle messe nere, ad esempio, si usano le preghiere
cristiane al contrario, croci capovolte e cos via per indebolire il rituale cristiano).
Le leggi del Nesso sono le pi comunemente usate.
Motto: Il potere contagioso.
Legge dellidentificazione
Massimizzando il nesso tra un modello da voi creato e quello d unentit da imitare
potete effettivamente diventare quella stessa entit e detenere il suo potere.
Bonewits afferma che il problema con questa legge che c il rischio di perdersi nella
personalit che si vuole assumere. Quando questa identificazione temporanea, viene
chiamata possessione.
Legge della sintesi
O Legge dellunione degli opposti. La combinazione di due opposti (la tesi e lantitesi)
conduce ad un terzo elemento (la sintesi) the pi potente e puro di entrambi gli
originali. La nuova idea o oggetto non un compromesso ma piuttosto una cosa del
tutto nuova.
Motto: la sintesi riconcilia.
Legge della polarit
Tutto pu essere diviso in due parti opposte; ognuno di questi due opposti contengono
lessenza (il potenziale) dellaltro. Bonewits porta esempi come loscurit del bianco,
il candore del nero, ci che sopra sotto. Altri sono il microcosmo nel
macrocosmo, il macrocosmo nel microcosmo e cos via.
Motto: tutto contiene il suo opposto.
Legge dellequilibrio
Per sopravvivere e diventare potenti bisogna tenere in equilibrio tutti gli aspetto del
proprio mondo/s. Idealmente si tratterebbe di un equilibrio dinamico. Gli estremi (di
ogni tipo) sono male.
Motto: strike a balnce.
Legge dei dati infiniti
impossibile sapere tutto. C una quantit infinita di dati e conoscenza.
Motto: C sempre qualcosa di nuovo.
Legge dei sensi imperfetti
I nostri sensi sono in grado di esaminare solo una parte della realt totale. C e
potrebbe esserci molte tante di quelle cose che non potremmo mai percepire. Va a
braccetto con la legge dei dati infiniti.
Motto: Non possiamo vedere tutto.
Legge degli universi infiniti
C un numero infinito di modi di vedere luniverso, di conseguenza secondo la Legge
del Pragmatismo dovranno per forza esistere infiniti universi. Basti considerare la
percezione delluniverso induista o buddista. Ognuno vive nel proprio universo (ad
esempio le persone non vedenti o non udenti vivono in mondi differenti). Bonewits

afferma che la serie dellIncantantore Incompleto basata sulle premesse che se si


altera la percezione si alterano le realt.
Motto: Esistono infiniti universi.
Legge del pragmatismo
Se funziona allora vero. In combinazione con la Legge degli Universi Infiniti, ci porta
alla seguente affermazione: la verit pu essere definita come una funzione di una
convinzione. Quindi vedere credere.
Motto: Se funziona, vero.
Legge della vera falsit
Contraddizioni, paradossi e tecniche che non dovrebbero funzionare ma che in
qualche modo funzionano, sono vere/reali.
Motto: tutti i paradossi sono veri.
Legge della personificazione
Ogni fenomeno pu essere considerato vivo e con una sua personalit (pu quindi
essere considerato unentit) e quindi (secondo la Legge del Pragmatismo) pu essere
considerato reale (e spesso molto utile). Elementali, spiriti di vari fenomeni e cos via
sono
esempi
di
questo.

il
principio
delle
religioni
animiste.
Motto: tutto pu essere una persona.
Legge di invocazione ed evocazione
Si pu evocare qualsiasi entit dallinterno o dallesterno di qualsiasi modello che
avete ideato. Quindi possiamo evocare entit che sono personificazione di ogni cosa
noi desideriamo o disegnamo.
Motto: beings within, beings without. (essere interno, essere senza?).
Aggiunte da noi
Legge dellazione rituale
Ogni atto esteriore corrisponde ad un atto interiore.