Sei sulla pagina 1di 30

Calcolo della deformata

elastica

Metodo della linea elastica

Si integra lequazione differenziale del secondo ordine della linea elastica


v" ( x) =

M ( x)
EI

ottenuta con le convenzioni


y,v

M
v(x)
x

imponendo le condizioni al contorno corrispondenti ai vincoli fisici

Esempio 1
trave a mensola con carico destremit
M ( x) = F ( L x)
F ( L x)
EI
x2
F ( Lx )
2 +C
v' ( x) =
1
EI
x2 x3
F (L )
2 6 +C x+C
v( x) =
1
2
EI
condizioni al contorno
v" ( x) =

v (0) = 0 C 2 = 0; v ' (0) = 0 C1 = 0


FL3
v ( L) =
3EI

Esempio 2
trave appoggiata con carico distribuito

Determinazione delle costanti

q
x

Q
L/2

L/2

x
Q/2

Q/2

Q
x2
M ( x) = x q
2
2
Q 2
x3
Q
x2
x q
xq
4
6 +C
2
2
v" ( x) =
; v ' ( x) =
1
EI
EI
Q 3
x4
x q
12
24 + C x + C
v( x ) =
1
2
EI
Q L2
L3

+q
QL2
2
6
24
v(0) = 0 C2 = 0; v(L) = 0 C1 =
=
EI
24 EI
4
2
1 Q 3
x
QL
v( x ) =
( x q
x)
EI 12
24 24 EI

Esempio 2
considerazioni sulla linea elastica

Il valore assoluto massimo dellinflessione al centro


q

v(L/2)
L
5QL3
v( ) =
2
384EI

La linea elastica risulta simmetrica rispetto al centro

Esempio 3
trave appoggiata con coppia concentrata
1) Determinare le reazioni vincolari
2) Scrivere le equazioni dellazione flettente
3) Integrare 2 volte lequazione della linea elastica
L/2

L/2

AB)

C
L

M=

D
x'

C
L

DB)
C
x
L

C x2
EIv' AB =
+ C1
L 2
C x3
EIv AB =
+ C1 x + C2
L 6

M =

C
x'
L

C x' 2
EIv'DB = + C3
L 2
C x'3
EIvDB = + C3 x'+C4
L 6

Esempio 3
4) Determinare le costanti dintegrazione con le condizioni di vincolo e di
congruenza

Condizioni di vincolo
1) v AB = 0

2) v DB = 0

Condizioni di congruenza
L
L
L
L
3) v AB ( ) = v DB ( ) 4) v'AB ( ) = v'DB ( )
2
2
2
2
dalle 1) e 2)
C 2 = C4 = 0
dalle 3) e 4)
C1 + C3 = 0; C1 C3 =
quindi
C1 = C3 =

CL
24

CL
12

Esempio 3
considerazioni sulla linea elastica
Le equazioni della linea elastica risultano
1 Cx 3 CLx

(
)
EI 6 L
24
1
Cx'3 CLx'
vDB ( x' ) =
+
)
(
EI
6L
24
v AB ( x) =

Quindi si ha
L
L
v AB ( ) = vDB ( ) = 0
2
2
L
CL2
v AB ( ) =
4
128EI
L
CL2
vDB ( ) =
4 128EI

La linea elastica risulta antisimmetrica rispetto al piano di


L
mezzeria
v ( )
DB

L/2

L
v AB ( )
4

L/2

Congruenza nel caso di assi inclinati


y
y'

x'

V'A

VA

V ' A = VA cos

ENERGIA ELASTICA

Energia di deformazione del concio


elementare effetto dellazione normale
N
du

Si possono avere 2 casi:


1) N viene applicata gradualmente dal valore 0 al valore finale e
contemporaneamente lo spostamento du cresce in modo
proporzionale. In questo caso

dLN =

1
Ndu
2

2) Lo spostamento du viene applicato dopo che N ha assunto il


valore finale. In questo caso

dL* N = Ndu

Energia di deformazione del concio


elementare effetto del momento flettente
dx

1) Caso di incremento
proporzionale di M e d

1
dLM = Md
2

2) Caso di applicazione istantanea


di d

dL* M = Md

Energia di deformazione del concio


elementare effetto del taglio
dx
dv T

1) Caso di incremento proporzionale di M e d

1
dLT = Tdv
2
2) Caso di applicazione istantanea di d
dL*T = TdvT

Trave a mensola
Energia elastica di deformazione totale
Lenergia totale si ottiene
integrando sulla lunghezza e
sommando le energie del concio
elementare

Ndx
=0
EA
Tdx
T(x) = F
dvT =
GA
Mdx
M(x) = Fx
d =
EI
1
1
1
1 N 2 dx
1 T 2 dx
1 M 2 dx
L = Ndu + TdvT + Md =
+
+
2
2
2
2
EA
2
GA
2 EI
L
L
L
L
L
L
N(x) = 0

du =

1 F 2 L 1 F 2 L3
= 0+
+
2 GA 2 3EI

Energia elastica - considerazioni


Il rapporto fra energia dovuta al taglio ed energia dovuta al
momento flettente
1 F 2L

LT
3EI
= 2 GA
=
1 F 2 L3
LM
GAL2
2 3EI

3E
10 (per materiali metallici),
molto piccolo perch
G
e per le normali aste lunghe e snelle risulta molto piccolo il
rapporto
I
AL2

Per aste con lunghezza grande rispetto alle dimensioni trasversali il


contributo del taglio allenergia di deformazione si pu trascurare

PRINCIPIO DEI LAVORI


VIRTUALI

Principio dei lavori virtuali per corpi e sistemi


meccanici rigidi

F1
F2

F1
L

PLV
Per qualsiasi
F-1 F2 = 0
F-F1 F2 = 0

PLV
per qualsiasi
FL F1a = 0
FL F1a = 0

Principio dei lavori virtuali per strutture


deformabili
Ipotesi di base: la struttura in equilibrio sotto lazione delle forze
applicate e dei vincoli
Alla struttura viene idealmente applicato un sistema di spostamenti
virtuali
Il PLV stabilisce che il lavoro di deformazione compiuto dalle forze
esterne (e dalle reazioni vincolari) uguale al lavoro compiuto dalle
azioni interne
Le=Li
Per il calcolo degli spostamenti utile usare la versione del PLV
nota come Metodo delle forze:
Il sistema delle forze un sistema fittizio applicato alla struttura
Il sistema degli spostamenti (virtuale) il sistema degli spostamenti
della struttura reale

Esempio 1

Si vuole calcolare la rotazione dellestremit di una trave a mensola


SISTEMA DEGLI SPOSTAMENT I
?

SISTEMA DELLE FORZE

F
N(x) = 0
T(x) = F
M(x) = Fx

Ndx
=0
EA
Fdx
dvT =
GA
Fxdx
d =
EI
du =

N'(x) = 0
T'(x) = 0
M'(x) = 1

PLV
Le = 1
Ndx
Tdx
Mdx
Fxdx FL2
+ T'
+ M'
= 1
=
Li = N ' du + T ' dvT + M ' d = N '
EA L
GA L
EI
EI
2 EI
L
L
L
L
0
L

C=1

Esempio 2
Trave soggetta a carico distribuito

Calcolo della freccia in mezzeria


Q=qL

A
L/2

L/2

Q
2

Q
2

v?

SISTEMA

SPOSTAMENTI

N ( x) = 0

du = 0

Q
qx
2
Q
x2
M(x) = x q
2
2

Q
( qx)dx
GA 2
1 Q
x2
d =
( xq
)dx
EI 2
2

T(x) =

dvT =

D
B

1
2

1
2
SISTEMA

FORZE

AB)
N ' ( x) = 0

BD)
N ' ( x) = 0

1
2
1
M ' (x) = x
2

T ' (x) =

T ' (x) =

M' =

1
2

x
L
(x )
2
2

Esempio 2
PLV
Le=Li
L
2

L
2

dx
dx
x Q
qx 2 dx
Lx Q
qx 2 dx
1 Q
1 Q
v = ( qx)
+ ( x
)
( qx)
+
( x
)
=
2
2
GA
2
2
2
EI
2
2
GA
2
2
2
EI
L
L
0
0
=

QL
8GA

5 QL
384 EI

Se =1,1;d=40mm;L=1000mm;G=27000MPa;E=70000MPa
A=1257mm2;I=125664mm4
v=Q(4,05 10-6 + 1,48 10-3)
Da cui si vede che il contributo del taglio trascurabile

Strutture con grado di iperstaticit pari a 1

Modi per rendere isostatica una struttura iperstatica

gdL = 3

gdV = 3

gdV = 4

X
gdL = 6
gdV = 6

Labile

gdV = 3

gdV = 3

Strutture iperstatiche con g.i.=1


Risoluzione con il PLV
1)
2)
3)
4)

5)

Rendere la struttura isostatica evidenziando la reazione


iperstatica incognita X in corrispondenza del vincolo rilassato
Calcolare le reazioni vincolari in modo che risulti la dipendenza da
X
Determinare le azioni interne e le componenti degli spostamenti
interni elementari
Considerare la struttura fittizia isostatica in cui agisce come forza
esterna la reazione X resa unitaria e determinarne reazioni e
azioni interne
Calcolare il lavoro virtuale compiuto dal sistema delle azioni
interne fittizie per gli spostamenti elementari della struttura reale e
porlo pari a zero (nel caso di vincolo rilassato rigido)

Esempio 1
1)

Rendere la struttura isostatica evidenziando la reazione iperstatica


incognita X in corrispondenza del vincolo rilassato
q

q
L
gdV = 3

gdL = 3

gdV = 4

2)

Calcolare le reazioni vincolari in modo che risulti la dipendenza da X


XL-QL/2

Q=qL

X
Q-X

Esempio 1
3)

Determinare le azioni interne e


le componenti degli
spostamenti interni elementari

XL-QL/2
q
x
Q-X
N =0

du = 0

T = -X + qx

dv T =

M = Xx

4)

Considerare la struttura fittizia


isostatica in cui agisce come
forza esterna la reazione X resa
unitaria e determinarne reazioni
e azioni interne

qx
2

( X + qx)dx

GA
1
qx 2
d = ( Xx
)dx
EI
2

N'= 0
T ' = -1
M '= x

X=1

Esempio 1
5)

Calcolare il lavoro virtuale compiuto dal sistema delle azioni


interne fittizie per gli spostamenti interni elementari della struttura
reale e porlo pari a zero (nel caso di vincolo rilassato rigido)
L

Le = 0 = Li = N ' du + T ' dvT + M ' d =

( X qx)dx
GA

qL2 qL4
+
L 1 L3
qL2 qL4
2
GA
8 EI
X(
+
+
X =
)=
L 1 L3
GA EI 3
2GA 8 EI
+
GA EI 3

x
qx 2
qL2
1 XL3 qL4
+
( Xx
)dx =
( XL
)+
(

)
EI
2
GA
2
EI
3
8
0
L

Esempio 2
F

F
C

gdL=3
gdV=4

gdV=3

HA

A
VA

HB

X
dati:
F = 1 kN a = 1000 mm b = 1400 mm

Fx

Fy

= 33
Fx = F cos = 838,7 N ; Fy = F sin = 544,6N

) - Fx + H A H B = 0

) VA = Fy + X = 544,6 + X

) - VA + Fy + X = 0

Fa H B (b a cos ) + Xa sin = 0

Fa + Xa sin
= 1782 + 0,9703X
b a cos
) H A = 2621+ 0,9703X
HB =

Esempio 2
struttura reale-sistema degli spostamenti
F
C

AC )
N = H A sin + VA cos = 970,6 + 0.3103 X

HA

T = H A cos VA sin = 2495 1,358 X

M = ( H A cos VA sin ) x = 2495x 1,358 Xx

A
x
VA
HB

BC )
N = X
T = H B = 1782 + 0,9703 X
M = H B x = 1782 x 0,9703Xx

Spostamenti inf initesimi


du =

Tdx
Ndx
Mdx
; dvT =
; d =
EA
GA
EI

Esempio 2
struttura fittizia-sistema delle forze
C

Le reazioni vincolari risultano :


H ' A = 0,9703; V ' A = 1; H 'B = H ' A = 0,9703

Le azioni interne :

AC) N' = -H'A sin + V'A cos = 0,3103

b
H'A

T' = -H'A cos V'A sin = 1,358

M' = (-H'A cos V'A sin ) x = 1,358 x

V'A
H'B

BC ) N' = -1
T' = H B = 0,9703
M' = -H B x = -0,9703x

PLV (trascurando il taglio)


Le = 0 = Li = N '
=

Ndx
Tdx
Mdx
+ T'
+ M '
EA
GA
EI

1
1
(0,3012 106 + 1710,3 X ) +
(2,711012 + 14,76 108 X ) X =
EA
EI

Se d = 50mm; A = 1964mm2 : I = 306797mm4

X = 1836N

0,3012 106 2,711012


1710 + 14,76 108

A
I

A
I

Esempio 2
azioni interne
C
-1490

AC )
N = 970,6 + 0.3103 X = 1480 N
A
-1490

T = 2495 1,358 X 0

N
1836 C

M = 2495 x 1,358 Xx 0
BC )
N = X = 1836 N
T = 1782 + 0,9703 X 0
M = 1782 x 0,9703 Xx 0

1836