Sei sulla pagina 1di 2

Ecco quanto guadagna Emergency.

Una Onlus da piazzare in


Borsa
affaritaliani.it/milano/ecco-quanto-guadagna-emergency-una-onlus-da-piazzare-in-borsa-437235.html

Luned, 22 agosto 2016 - 10:00:00

Emergency una Onlus da record. I suoi conti? Da start-up tecnologica ad alto


rendimento. L'inchiesta

di Fabio Massa
Emergency una Onlus da record. I suoi conti? Da start-up tecnologica ad alto rendimento. Il bilancio 2015
racconta una storia davvero sorprendente.
Emergency la conoscono tutti. E tutti conoscono il suo leader indiscusso, Gino Strada. Nato a Sesto San Giovanni
nel 1948, il fondatore della ONG (Organizzazione Non Governativa), una Onlus con sede a Milano in via Vida. La
barba, i modi irruenti, il suo schieramento di sinistra (lultima volta sostenne la Lista Tsipras). E poi lattivit sul
campo, le immagini dai luoghi di guerra. La candidatura a presidente della Repubblica da parte del Movimento 5
Stelle. Insomma, di Emergency e del suo fondatore (insieme alla compianta moglie Teresa Sarti), si sa quasi tutto.
Quasi. Perch a volte i bilanci nascondono realt assolutamente sorprendenti.
Attualmente la presidente di Emergency Cecilia Strada, figlia di Gino e moglie di Maso Notarianni, ex direttore
del quotidiano online PeaceReporter. Il direttore esecutivo invece sempre Gino Strada. Che - secondo un analista
finanziario che ha esaminato il bilancio di Emergency - dimostra di essere prima di tutto un ottimo imprenditore. E
allora, ecco i dati.
Emergency, al 31 dicembre 2015, chiude un bilancio dove i ricavi sono del 33% circa superiori al 2014. Gli utili sono
di 7 milioni di euro. Non c praticamente debito verso le banche. Il patrimonio netto di 30 milioni di euro e 19
milioni rappresentato dalla liquidit. Certo, il bilancio racconta unattivit imponente da un punto di vista
umanitario: quasi 10 milioni di euro investiti in Afghanistan, 11 milioni in Sudan, oltre 3 milioni nella repubblica
Centroafricana, oltre 4 milioni in Sierra Leone, quasi 700mila in Iraq, 3 milioni e 200mila euro in Kurdistan, 1 milione

1/2

e 200mila in Libia. Quasi 4 milioni per il programma Italia. Il costo della struttura abbastanza basso, si aggira
sul 6,23% del totale degli oneri di gestione.
Detto questo, lannata 2015 ottima dal punto di vista finanziario per Emergency. Ma la cosa stupefacente che
non lunico anno in cui la creatura di Gino Strada dimostra ottima salute: negli ultimi 4 esercizi ha sempre chiuso
in utile, quadruplicando di fatto gli utili. E su 17 anni di attivit risultata in perdita solo 4 volte. Una rarit, nel
mondo delle Onlus che spesso non arrivano a fine anno e devono essere salvate perch altrimenti fanno
bancarotta. Pi che il bilancio di una onlus pare quello di una societ tecnologica ad alta crescita, il commento di
un analista che vuole rimanere anonimo.
Ma la cosa che colpisce di pi, su un bilancio di questa portata, la liquidit. In pratica, quanto ha in pancia, di
non investito, Emergency. Ben 19 milioni di euro: 13 milioni e 776mila euro in depositi bancari o postali. Quasi 5
milioni in depositi destinati alle missioni, oltre 300mila euro in liquidi di cassa. Rispetto allesercizio 2014, oltre 5
milioni di euro in pi sono disponibili allutilizzo. Lo Statuto, assolutamente rispettato: la gestione sana e
prudente, come previsto.
E il futuro roseo anche per quanto riguarda i crediti: oltre 9 milioni di euro, dei quali circa 2 milioni e 400mila euro
riguardano contributi riconosciuti ma non ancora corrisposti di varia natura, sia da parte di organizzazioni
istituzionali che da altri; laltro credito di particolare importanza quello nei confronti di Banca Prossima per
3.500.000 EUR (che) si incrementato rispetto allesercizio precedente di 2 milioni di euro a seguito
dellaccensione di altri due depositi vincolati. Si segnala inoltre che esiste un ulteriore deposito di 1.000.000 EUR
presso Poste Italiane iscritto nella voce riferita alle liquidit.
Insomma, Emergency fa del bene e sta bene. Tanto che qualcuno azzarda: Se si quotano in Borsa, li compro
subito Per la serie: a volte anche le Onlus potrebbero essere un buon investimento.
@FabioAMassa

2/2

Interessi correlati